Vai al commento


Ecco perché le Megaevoluzioni sono state lasciate da parte per far spazio alle Mosse Z!


Ila
 Condividi

Post raccomandati

2 ore fa, jessy87pikachu ha scritto:

penso pure io che le mosse Z avvantaggino i pokèmon già potenti, come alcuni di voi a già detto. Ma in più se queste mosse Z li potranno utilizzare anche i pokèmon mega evoluti, allora a quel punto i mega farebbero strage. Fino ad ora leggendo in internet, ho letto che le mosse Z potranno essere forti contro le mega evoluzioni, ma non ho letto che le mega non le potranno usare. Se invece da qualche parte e scritto che le mega non le potranno usare le mosse Z, ditemelo perché in quel caso non lo sapevo. :P:sweat::XD:

Le mega non le possono usare 

Perché tengono già la megspietra, fovrebbero tenere il cristallo Z

Link al commento
Condividi su altre piattaforme

16 minuti fa, Angry Birds99 ha scritto:

Alla fine hanno capito che le mega sono state una gazzata e dava ingiustamente importanza a determinati pokemon come i sopravvalutatissimi Charizard e Mewtwo.

Le mosse Z verranno invece utilizzate da ogni pokemon, alcuni avranno una mossa esclusiva ma fa lo stesso, almeno nessuno verrà escluso eccetto Unown ovviamente.

 

12 minuti fa, Zarxiel ha scritto:

A dire il vero potrà apprenderla eccome, solo che può usare solo la Mossa Z Normale XD

Comunque, le Mega non sono una ca--ata, i fan continuano a preferirle.

A meno che non diano un ultra super mossa z ad unown

Link al commento
Condividi su altre piattaforme

Adesso, TheDarkWriter ha scritto:

Le mega non le possono usare 

Perché tengono già la megspietra, fovrebbero tenere il cristallo Z

Al momento tecnicamente mega rayquaza può fare entrambe le cose, anche se io credo che troveranno un modo per evitare di renderlo ancora più uber

2121480280_raidensadintherain.jpg.81570172ac2cdc813893930f25255448.jpg636287614_raidensensualmovements.png.35818f7f3f0d6120437f8aa2e346bde6.png1700424368_fuhuacontemplatingthenightskyfirma.jpg.7cbaf543e5a3c328c4b364624750b45e.jpg

Link al commento
Condividi su altre piattaforme