Vai al commento






Deku-

Cosa fareste se foste voi a diventare Dio?

Recommended Posts

7 minuti fa, Kio_ ha scritto:

Il mio ruolo in quanto moderatore del forum è quello di mantenere l'ordine nelle discussioni, affinché non si generino flame o si cada nella violenza verbale. Sono intervenuta, dunque, per sedare gli animi e far sì che si tornasse ad avere un dialogo dai toni pacati e nel rispetto di tutti. ^^

Non metto in dubbio che tu abbia le tue motivazioni per concepire la religione in un modo piuttosto che in un altro, tuttavia ognuno ha le proprie concezioni e bisogna riuscire a dialogare nel rispetto reciproco. Quando si parla di religione e fede è normale avere ideologie differenti, perché nessuno conosce la verità assoluta e capita di non condividere le posizioni di un altro, tuttavia pur non condividendole bisogna averne rispetto, perché quella data persona potrebbe offendersi. ^^

Capisco che qualcuno possa offendersi per il mio commento, ma non ho visto nessuno offendersi in questa discussione. Comunque sia, rispondendo al post: probabilmente userei un Genjutsu come lo Tsukoyomi infinito per fare vivere ognuno in un proprio mondo, solo che questo mondo è vero per ognuno, cioè esistono tante realtà parallele dove ognuno può essere felice e non esiste il male

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme


2 minuti fa, DrinkOfEnergy ha scritto:

Capisco che qualcuno possa offendersi per il mio commento, ma non ho visto nessuno offendersi in questa discussione.

Se siamo intervenuti è perché si sono verificati dei problemi. Non interveniamo in assenza di un motivo ben preciso. ^^

 

 

3 minuti fa, DrinkOfEnergy ha scritto:

userei un Genjutsu come lo Tsukoyomi infinito per fare vivere ognuno in un proprio mondo, solo che questo mondo è vero per ognuno, cioè esistono tante realtà parallele dove ognuno può essere felice e non esiste il male

Da fan di Naruto non posso che approvare. Effettivamente sarebbe una soluzione geniale. :asduj1:


extraordinary tumblr_m2hdeniNx71qdlkyg.gif

 

mI5L3IE.png

I'LL FIGHT FOR YOU UNTILL MY HEART IS BLACK AND BLUE

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme
3 minuti fa, Kio_ ha scritto:

Se siamo intervenuti è perché si sono verificati dei problemi. Non interveniamo in assenza di un motivo ben preciso. ^^

 

 

Da fan di Naruto non posso che approvare. Effettivamente sarebbe una soluzione geniale. :asduj1:

Sarebbe bellissimo secondo me, perché così ognuno potrebbe vivere nel proprio mondo ideale dove il dolore non esiste, e tutto ciò esiste realmente per ognuno (con ogni persona che ha dei possibili duplicati nelle altre realtà). Ma è inutile starci a pensare, questa è pura fantasia

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme

Se fossi io Dio? :D 

1. Ribilancerei un po' le risorse e le ricchezze del mondo per permettere a tutti di vivere in modo dignitoso

2. Creerei altri continenti all'interno del nostro pianeta con caratteristiche nuove e nuovi pianeti vicini alla Terra, facilmente raggiungibili (ovviamente ospiteranno curiose creature molto amichevoli diverse da pianeta a pianeta)

3. Allungherei le giornate da 24 a 48 ore, così si vive il doppio ma con gli stessi anni 

4. Darei a piante e animali la possibilità di parlare 

5. Darei agli umani l'abilità di essere poliglotti per tutte le lingue in maniera di capirsi ovunque si è 

6. Creerei un Shawn Mendes in più tutto per me (un po' di egoismo a na' certa ci vuole eh)

7. Eliminerei tutte le malattie, problemi di salute e sofferenze della gente, pur consapevole che quando torno umano perdo il lavoro :c

 

Per il momento non mi viene altro il mente, eventualmente aggiungerò ^^ 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme
10 minuti fa, DrinkOfEnergy ha scritto:

Sarebbe bellissimo secondo me, perché così ognuno potrebbe vivere nel proprio mondo ideale dove il dolore non esiste, e tutto ciò esiste realmente per ognuno (con ogni persona che ha dei possibili duplicati nelle altre realtà). Ma è inutile starci a pensare, questa è pura fantasia

Ricordo tempo fa di aver avuto una discussione su come immaginare l'aldilà e formulai una teoria di paradiso molto simile. Ovvero che dopo la morte ognuno vive in una realtà illusoria che varia in base a quelli che sono i suoi desideri. 

Comunque sarebbe bellissimo, sì. Sia come visione del mondo che come visione dell'aldilà. 


extraordinary tumblr_m2hdeniNx71qdlkyg.gif

 

mI5L3IE.png

I'LL FIGHT FOR YOU UNTILL MY HEART IS BLACK AND BLUE

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme
41 minuti fa, Kio_ ha scritto:

Ricordo tempo fa di aver avuto una discussione su come immaginare l'aldilà e formulai una teoria di paradiso molto simile. Ovvero che dopo la morte ognuno vive in una realtà illusoria che varia in base a quelli che sono i suoi desideri. 

Comunque sarebbe bellissimo, sì. Sia come visione del mondo che come visione dell'aldilà. 

Magari, mai sentito parlare della teoria dell'universo simulato (grazie ai computer)? Può sembrare assurda, ma se conosci il mondo dell'informatica, forse potrebbe davvero essere così (non so perché, ma immagino che dopo la morte ognuno si risveglia nel mondo reale e nel suo vero corpo e scopre che tutta la proprio vita è stata solamente una grande illusione, come un eterno sogno)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme
5 ore fa, Deku- ha scritto:

Aspettavo il tuo commento baby. :yeah: Che dire, sono d'accordo su alcuni aspetti e in disaccordo con altri, in giornata scriverò ciò che farei io. Comunque mi spiace ma non puoi cancellare l'odio, neanche cancellando il libero arbitrio, o meglio potresti farlo, ma per farlo dovresti neccessariamente cancellare anche l'amore. Questo perché è vero che esternamente l'odio è l'esatto opposto dell'amore, ma al contrario di quello che la gente pensa, l'odio è una conseguenza naturale dell'amore, che non può essere evitata. Detto in parole povere non puoi provare amore senza provare odio, prima o poi. Questo perché l'odio scaturisce ed ha le sue radici nel momento in cui ciò che amiamo viene minacciato. E ciò non riguarda soltanto le altre persone, ma anche noi stessi. Tu proverai odio se qualcuno viene e uccide tua madre, se tu provavi amore per lei. Ma prendiamo per esempio i bulli, perché uno odia i propri bulli? Li odia perché ogniuno, anche chi non vuole ammetterlo, ha un minimo di amor proprio e quindi vai odiare chi attacca uno degli oggetti del tuo amore, cioè te stesso. Il caso invece dell'odio "ingiustificato" verso ad esempio gli immigrati o in generale le altre persone, la cosidetta "cattiveria nella vita", l'ho messo tra virgolette perché è ingiustificato solo apparentemente. Con questo non voglio dire che sia giustificabile una cosa del genere, ma che comunque il motivo è sempre riconducibile a quella base solida che è l'amore e in particolare l'amore per sé stessi. Io tizio ignorante vivo in una situazione di difficoltà, che può essere economica o di qualsiasi altro ambito, e devo trovare una causa scatenante, un qualcosa da odiare perché fa sentire male l'oggetto del mio amore, e cioè me stesso, ma allo stesso modo, siccome quando si ama spesso si è un po' accecati, amandomi non posso tollerare che la colpa di questa situazione possa essere la mia e quindi gioco ad un eterno scarica barile che però non porta annulla. Tuttavia l'amore è un bene insostituibile, vale la pena che esista l'odio se per cancellarlo bisognerebbe cancellare l'amore, perché è l'amore stesso che da senso alla nostra esistenza. L'uomo è una contraddizione enorme, un essere finito che contiene l'infinito, e perché ha bisogno dell'amore? Perché questo dualismo tra amore e odio che coesistono rende l'amore un'altra grande contraddizione e pertanto ci troviamo a nostra agio con essa e non potremmo vivere senza

Io in particolare sottolineo "l'odio per il diverso" che mi disgustata tantissimo. 

Se non ci fosse quello tantissimi fatti terribili non sarebbero mai accaduti. 

Cose che non stanno né in cielo né in terra. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme

È qui il concorso per aspiranti Dio? Non dev'essere facile immaginarsi di diventare un'entità della dubbia esistenza reale ma presente nelle religioni di tutto il mondo in diverse forme, che però in questa sede è molto facilmente riconducibile al solo concetto di "Dio" cristiano - o al massimo delle religioni monoteistiche in generale, per essere buoni.

Non ha minimamente senso una discussione come questa, se prima non si definisce cosa dovrebbe essere "Dio" e quali sono le sue capacità. E il bello è che questa definizione che dovrebbe essere resa chiara dovrebbe essere condivisa da ogni persona che interviene a questa discussione, quando mi sembra improbabile che ogni utente possa avere la stessa immagine di che cosa sia "Dio".

Insomma qui si intende un certo Dio stereotipato e in grado di fare, decidere e cancellare ogni cosa. Per riprendere due ipotesi come esempi, dovrebbe essere in grado di cancellare delle emozioni o degli atteggiamenti impossibili da far scomparire perché inscindibili dalle loro controparti, o di dispensare delle risorse che l'uomo da solo potrebbe redistribuire. Invece che sognare di fare gli dei, forse penserei a cosa si possa fare realmente per rendere il mondo un po' meno schifoso di come è al momento. Non sono prerogative da divinità, ognuno di noi può fare la differenza.

 

PS: Sì, ho preso con assolutamente troppa serietà una domanda a tratti banale, ma è appunto perché è così banale che mi sembra doveroso ragionarci un attimo sopra. Ecco i miei 5 centesimi sulla questione che non interesseranno a nessuno. Pace

Modificato da Croma

Pokémon cromatici incontrati casualmente

Pokémon Bianco

durant.png

 

Pokémon X

farfetchd.pngklefki.pnggyarados.pngdrifloon.pngabsol.png

 

Pokémon Sole

yungoos.pngbonsly.pngmankey.pngparas.pngwishiwashi.pngpichu.pngpelipper.png

(C) 2014-2017 Michiel Sikma <michiel@sikma.org> and PokéSprite contributors

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme

Siamo abituati a pensare che l'uomo sia fatto ad immagine e somiglianza di Dio e che noi siamo al centro dei suoi progetti, ma a pensarci bene, il mondo è esistito per lunghissime ere senza di noi e continuerà ad esistere dopo la nostra scomparsa... 

 

Se ragioniamo all'infuori dei contesti religiosi che conosciamo, e parliamo di un ipotetico Dio che pensa solo e strettamente al bene del mondo... 

È triste dirlo, ma se non si può cambiare la natura umana, forse in quanto Dio, sarebbe meglio sbarazzarsi di quella razza che con l'inquinamento, il disboscamento, lo sterminio di specie animali e con guerre fratricide, pian piano sta uccidendo il proprio pianeta. 

 

E ritentare con la creazione di un'altra specie... 

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme

Se fossi un dio lascerei così come sono il mondo animale e vegetale, perché praticamente perfetti. Per il mondo umano, prima di tutto renderei gli attuali uomini eterni, immortali e incapaci di riprodursi, le uniche "nascite" consentite consisterebbero nella sostituzione degli elementi da me eliminati perché non hanno rispettato il mio volere. Poi gli darei tutti gli strumenti e le conoscenze che gli servono per vivere senza preoccupazioni, come la capacità di produrre cibo e tutto ciò che gli serve (comprese le cose per lo svago) senza dover intaccare le risorse naturali e imporrei che queste siano distribuite in modo equo a tutti. Infine imporrei agli uomini poche semplici regole:

  1. Divieto assoluto di uccidere sia uomini, che animali, che vegetali
  2. Divieto di offendere o costringere altri a fare cose che non vogliono
  3. Ognuno dovrà svolgere un compito ed un attività giornalmente, attribuitagli da me in base alle sue caratteristiche ed interessi
  4. Totale rispetto ed obbedienza a me ed ai miei ordini

Chiunque mancasse di seguire queste regole (anche solo per errore, disattenzione, o ignoranza) verrà condannato ad un'eternità di dolore e sofferenza senza possibilità di perdono. Per il resto ognuno sarebbe libero di fare quello che vuole, finche non priva altri della propria libertà

 

Tutto questo perché secondo me l'unico vero problema di questo mondo è l'eccessiva libertà e mancanza di una guida date all'umanità. L'uomo alla fine è un animale stupido, che se lasciato alla stato brado come è ora, non farà altro che distruggersi da solo.

 

Modificato da Arock2

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme

Vorrei capire meglio la visione di @Deku- sull'essere dio,perché l'essere umano apprende nel corso della vita a far fronte a molte cose che lo aiutano a formarsi ed essere una persona capace di affrontare le cose più disparate.Però senza dolore e sofferenza non si apprende nulla,senza sacrifici nemmeno.E ciò che leggo sul potere donato sarebbe solo semplificare l'esistenza dell'essere umano?Sarebbe una vita alquanto noiosa,la vita va assaporata,in una vita di sofferenze anche un sorriso o un momento di gioia assumono un valore reale,invertendo l'ordine invece l'intelletto sarebbe talmente inebriato dalle gioie da non potersi nemmeno rendere conto del valore della vita stessa,nessuno penserebbe a gesti caritatevoli perchè nessuno ne comprenderebbe l'essenza,quindi non sarebbe spinto a compierne.Sarebbe come vivere per sempre un mese di agosto o un periodo natalizio,sempre propensi a ricevere e svagarsi senza mai dare nulla.Piuttosto io farei provare ad ogni singolo essere sulla terra il dolore di ogni persona,per far comprendere appieno ogni tipo di affanno senza farsi bendare dalle parole di stampa o tv,o perchè no anche alle bugie alle quali diamo credito ogni giorno solo perché preferiamo una bella bugia raccontata bene che una verità dolorosa.


O muori da eroe o vivi tanto a lungo da diventare il cattivo

 

: Tu mi darai la caccia, mi condannerai, mi sguinzaglierai dietro i cani, perché è quello che deve succedere. Perché a volte la verità non basta. A volte la gente merita di più. A volte la gente ha bisogno che la propria fiducia venga ricompensata.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme
25 minuti fa, Fenrir ha scritto:

Vorrei capire meglio la visione di @Deku- sull'essere dio,perché l'essere umano apprende nel corso della vita a far fronte a molte cose che lo aiutano a formarsi ed essere una persona capace di affrontare le cose più disparate.Però senza dolore e sofferenza non si apprende nulla,senza sacrifici nemmeno.E ciò che leggo sul potere donato sarebbe solo semplificare l'esistenza dell'essere umano?Sarebbe una vita alquanto noiosa,la vita va assaporata,in una vita di sofferenze anche un sorriso o un momento di gioia assumono un valore reale,invertendo l'ordine invece l'intelletto sarebbe talmente inebriato dalle gioie da non potersi nemmeno rendere conto del valore della vita stessa,nessuno penserebbe a gesti caritatevoli perchè nessuno ne comprenderebbe l'essenza,quindi non sarebbe spinto a compierne.Sarebbe come vivere per sempre un mese di agosto o un periodo natalizio,sempre propensi a ricevere e svagarsi senza mai dare nulla.Piuttosto io farei provare ad ogni singolo essere sulla terra il dolore di ogni persona,per far comprendere appieno ogni tipo di affanno senza farsi bendare dalle parole di stampa o tv,o perchè no anche alle bugie alle quali diamo credito ogni giorno solo perché preferiamo una bella bugia raccontata bene che una verità dolorosa.

Ma.....quindi tu vorresti far patire a tutti gli esseri umani tutte le sofferenze possibili, solo per fargli capire quanto sono belle le piccole cose ed aiutarsi a vicenda? 

Beh!! Sinceramente la vedo una visione del mondo crudele. Io preferirei un'umanità incapace di gioire e provare compassione, se questo significasse vivere in un mondo libero da qualsiasi dolore u.u 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme
Guest Luny
38 minuti fa, Fenrir ha scritto:

Vorrei capire meglio la visione di @Deku- sull'essere dio,perché l'essere umano apprende nel corso della vita a far fronte a molte cose che lo aiutano a formarsi ed essere una persona capace di affrontare le cose più disparate.Però senza dolore e sofferenza non si apprende nulla,senza sacrifici nemmeno.E ciò che leggo sul potere donato sarebbe solo semplificare l'esistenza dell'essere umano?Sarebbe una vita alquanto noiosa,la vita va assaporata,in una vita di sofferenze anche un sorriso o un momento di gioia assumono un valore reale,invertendo l'ordine invece l'intelletto sarebbe talmente inebriato dalle gioie da non potersi nemmeno rendere conto del valore della vita stessa,nessuno penserebbe a gesti caritatevoli perchè nessuno ne comprenderebbe l'essenza,quindi non sarebbe spinto a compierne.Sarebbe come vivere per sempre un mese di agosto o un periodo natalizio,sempre propensi a ricevere e svagarsi senza mai dare nulla.Piuttosto io farei provare ad ogni singolo essere sulla terra il dolore di ogni persona,per far comprendere appieno ogni tipo di affanno senza farsi bendare dalle parole di stampa o tv,o perchè no anche alle bugie alle quali diamo credito ogni giorno solo perché preferiamo una bella bugia raccontata bene che una verità dolorosa.

Non ho parole volevo dire qualcosa in merito ma la penso esattamente come te @Fenrir hai praticamente espresso un pensiero simile al mio. Quoto appieno ogni cosa che hai detto. Posso solo dire che, essere umani è doloroso perché ci sono cose che purtroppo non si possono fare e ciò rende impotenti e sofferenti però è anche vero che si cresce, ci si rafforza e si cambia anche modo di vedere le cose e il modo di vivere la vita. Insomma la vera forza sta anche nella debolezza e nell'umilta ,nel modo semplice di affrontare la vita e' così che si vede la vera natura di ogni essere umano e della propria essenza, ovvero come reagire in base a ciò che ci accade. Esseri umani alla fine non è poi così male. Forse anche gli angeli ci staranno invidiando lassù in cielo perché non credo abbiano mai assaporato la completezza di tutti i sentimenti esistenti qui sulla terra e non sanno cosa si prova anche nel gioire di aver raggiunto un traguardo con sacrifici o di piangere per qualcosa non credo questo l'abbiano mai provato,ci sono cose che anche loro non possono fare ma noi nonostante siamo limitati invece si.

PS: detto questo ringrazio deku per averci informato su platinum end, sembra davvero un manga interessante e perciò essendo che conosco anche l'opera di Death note,Death parade e avendoli apprezzati,  beh che dire non vedo l'ora di leggerlo.

^^

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme
7 ore fa, Arock2 ha scritto:

Se fossi un dio lascerei così come sono il mondo animale e vegetale, perché praticamente perfetti. Per il mondo umano, prima di tutto renderei gli attuali uomini eterni, immortali e incapaci di riprodursi, le uniche "nascite" consentite consisterebbero nella sostituzione degli elementi da me eliminati perché non hanno rispettato il mio volere. Poi gli darei tutti gli strumenti e le conoscenze che gli servono per vivere senza preoccupazioni, come la capacità di produrre cibo e tutto ciò che gli serve (comprese le cose per lo svago) senza dover intaccare le risorse naturali e imporrei che queste siano distribuite in modo equo a tutti. Infine imporrei agli uomini poche semplici regole:

  1. Divieto assoluto di uccidere sia uomini, che animali, che vegetali
  2. Divieto di offendere o costringere altri a fare cose che non vogliono
  3. Ognuno dovrà svolgere un compito ed un attività giornalmente, attribuitagli da me in base alle sue caratteristiche ed interessi
  4. Totale rispetto ed obbedienza a me ed ai miei ordini

Chiunque mancasse di seguire queste regole (anche solo per errore, disattenzione, o ignoranza) verrà condannato ad un'eternità di dolore e sofferenza senza possibilità di perdono. Per il resto ognuno sarebbe libero di fare quello che vuole, finche non priva altri della propria libertà

 

Tutto questo perché secondo me l'unico vero problema di questo mondo è l'eccessiva libertà e mancanza di una guida date all'umanità. L'uomo alla fine è un animale stupido, che se lasciato alla stato brado come è ora, non farà altro che distruggersi da solo.

 

La tua visione mi incuriosisce.

Le "nascite" come averrebbero? Li crei tu? 

E le malattie sono debellate? 

E poi i tuoi umani continuerebbero a invecchiare o cosa? 

L'immortalità per me è una cosa sciocca, ci vuole un po' di ricambio, per non parlare di tutti gli altri lati negativi, che potrebbero non esserci se si conduce una vita accettabile. Ma a prescindere secondo me prima o poi tutto crollerebbe. La tua umanità sarebbe totalmente apatica e senza interazioni sociali con gli altri individui. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme
8 ore fa, Arock2 ha scritto:

Se fossi un dio lascerei così come sono il mondo animale e vegetale, perché praticamente perfetti. Per il mondo umano, prima di tutto renderei gli attuali uomini eterni, immortali e incapaci di riprodursi, le uniche "nascite" consentite consisterebbero nella sostituzione degli elementi da me eliminati perché non hanno rispettato il mio volere. Poi gli darei tutti gli strumenti e le conoscenze che gli servono per vivere senza preoccupazioni, come la capacità di produrre cibo e tutto ciò che gli serve (comprese le cose per lo svago) senza dover intaccare le risorse naturali e imporrei che queste siano distribuite in modo equo a tutti. Infine imporrei agli uomini poche semplici regole:

  1. Divieto assoluto di uccidere sia uomini, che animali, che vegetali
  2. Divieto di offendere o costringere altri a fare cose che non vogliono
  3. Ognuno dovrà svolgere un compito ed un attività giornalmente, attribuitagli da me in base alle sue caratteristiche ed interessi
  4. Totale rispetto ed obbedienza a me ed ai miei ordini

Chiunque mancasse di seguire queste regole (anche solo per errore, disattenzione, o ignoranza) verrà condannato ad un'eternità di dolore e sofferenza senza possibilità di perdono. Per il resto ognuno sarebbe libero di fare quello che vuole, finche non priva altri della propria libertà

 

Tutto questo perché secondo me l'unico vero problema di questo mondo è l'eccessiva libertà e mancanza di una guida date all'umanità. L'uomo alla fine è un animale stupido, che se lasciato alla stato brado come è ora, non farà altro che distruggersi da solo.

Che il problema di questa specie (non di questo mondo, semmai il mondo soffre per via di questo problema) sia la troppa libertà beh, il problema è opposto. Se ci si distrugge da soli non è perché si crede di essere liberi, ma proprio perché spesso non si è in grado di pensare da soli (e quindi non si è liberi di farlo) si seguono ipnotizzati le parole del primo arruffapopoli di turno, o le solite vecchie tradizioni che sembrano i soli valori importanti a questo mondo, ma che stanno portando noi, gli altri animali e l'ambiente tutto alla rovina e ci ancorano al passato in azioni ed espressioni che sono ormai fuori tempo massimo.

 

Insomma la mancanza di guida non c'è, perché noi umani siamo bravi a trovarne sempre una. Soprattutto se non si è colti o non ci si vuole prendere responsabilità si tende a seguire la prima persona che si propone di guidare tutti verso un mondo migliore - ovvero verso i propri interessi, di solito. Ribadisco, non siamo in grado di prenderci la nostra libertà. Poi è vero, ci sentiamo liberi di fare molte cose, anche troppe, e non siamo più in grado di comprendere che la nostra libertà va a infierire su quella degli altri quando è esagerata, ma questo non è l'unico problema - è un problema, ma non il più grande. Infine aggiungerei che l'umanità non esiste per vivere per forza allo stato brado. A me pee primo dà fastidio la stupidità degli uomini, ma educazione e insegnamento esistono per qualcosa. Se solo tutti provassero ed essere meno egocentrici e ad essere più rispettosi degli altri e di ciò che ci circonda, questo sarebbe già un mondo migliore. E invece...

 

Comunque mi piace la tua fantasia, è notevole, ma questa discussione verte su "cosa faresti se fossi Dio (non ben specificato)", non su cosa faresti se fossi il tiranno supremo del pianeta, da quand'è che un deo ha mai avuto tale potere d'intervenire sulla vita umana? A parte che l'umanità fa parte del regno animale, quindi non è anch'essa perfetta (Ricordo che la perfezione non esiste, purtroppo)? Poi ci sono alcuni punti non chiari di questa dittatura... Come è possibile avere un divieto assoluto di uccidere animali e piante, ma avere la capacità di produrre il cibo? Con cosa lo producono, coi sassi? Che senso avrebbe toglier le preoccupazioni agli uomini, se non possono essere affrontate, lasciando un vuoto di senso nelle loro vite? E il bello è che queste regole valgono ovviamente per gli umani, ma non per te che saresti il "dio" (ma diciamocelo, dittatore suona meglio)... Come si potrebbe accettare di farsi governare da chi ti impone di non costringere gli altri, ma può costringerti a fare quello che vuole? Da chi ti impone di non uccidere, ma può decidere di ucciderti a random?

 

A parte che non capisco che cosa ci faccia ancora qui la morte, se l'umanità diventasse immortale. A parte che l'immortalità è solo un concetto, è in realtà inesistente e impossibile da cogliere veramente. È solo un'idea che popola le leggende un po' ovunque, senza mai avere un valore davvero positivo. Che valore può avere la vita, se non finirà mai? Che noia deve essere vivere e far tutti i giorni le stesse cose, in eterno? Se fosse anche solo plausibile una cosa del genere, credo che qualsiasi forma di vita arriverebbe alla pazzia. L'immortalità è la peggior sorte che possa toccare a un uomo. Su dolore e sofferenza infiniti non mi esprimo, va bene che sei un tiranno, ma pensare a una pena infinita è un tantino da malati mentali. Anche perché non ha senso: non ammazzi la persona nè dai alla pena una valenza riparativa. Nah, meglio il dolore infinito, fa più figo, no? E grazie al cavolo che per il resto ognuno sarebbe libero, dove ci vedi anche solo una briciola di libertà in tutto questo?

 

Insomma, se per te essere "dio" è questa roba qua, ti consiglio piuttosto di giocare a The Sims, lì sì che le persone sono immortali, decidi cosa devono fare e le puoi uccidere quando vuoi. Almeno fai il "dio"/dittatore senza far danni.


Pokémon cromatici incontrati casualmente

Pokémon Bianco

durant.png

 

Pokémon X

farfetchd.pngklefki.pnggyarados.pngdrifloon.pngabsol.png

 

Pokémon Sole

yungoos.pngbonsly.pngmankey.pngparas.pngwishiwashi.pngpichu.pngpelipper.png

(C) 2014-2017 Michiel Sikma <michiel@sikma.org> and PokéSprite contributors

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme

Se fossi Dio?

 

Migliorerei le condizioni di vita delle persone, creo universi, altro però non saprei... forse creo un mondo fantasy

 

Ma io preferisco essere un governatore, una specie di imperatore o re... non so se mi serviranno poteri divini

 

Anche se però mi vorrei creare un pianeta tutto per me (Poi verrà della gente nel mio pianeta e mi creo un impero, rinunciando al possesso di poteri divini)

Modificato da Blazengard

 

 

"Il più grande nemico della conoscenza, non è l'ignoranza ma l'illusione della conoscenza"

-Stephen Hawking

aMehwg8.jpg

 

 

Canale YouTube : 

https://www.youtube.com/channel/UC1yW_VL-lgjo8J6WyYyXCLg

 
Buona sera, Londra. Prima di tutto vi prego di scusarmi per questa interruzione: come molti di voi, io apprezzo il benessere della routine quotidiana, la sicurezza di ciò che è familiare, la tranquillità della ripetizione; ne godo quanto chiunque altro. Ma nello spirito della commemorazione, affinché gli eventi importanti del passato, generalmente associati alla morte di qualcuno o al termine di una lotta atroce e cruenta vengano celebrati con una bella festa, ho pensato che avremmo potuto dare risalto a questo 5 novembre, un giorno, ahimè, sprofondato nell'oblio, sottraendo un po' di tempo alla vita quotidiana, per sederci e fare due chiacchiere. Alcuni vorranno toglierci la parola, sospetto che in questo momento stiano strillando ordini al telefono e che presto arriveranno gli uomini armati. Perché? Perché, mentre il manganello può sostituire il dialogo, le parole non perderanno mai il loro potere; perché esse sono il mezzo per giungere al significato, e per coloro che vorranno ascoltare, all'affermazione della verità. E la verità è che c'è qualcosa di terribilmente marcio in questo paese. Crudeltà e ingiustizia, intolleranza e oppressione. E lì dove una volta c'era la libertà di obiettare, di pensare, di parlare nel modo ritenuto più opportuno, lì ora avete censori e sistemi di sorveglianza, che vi costringono ad accondiscendere e sottomettervi. Com'è accaduto? Di chi è la colpa? Sicuramente ci sono alcuni più responsabili di altri che dovranno rispondere di tutto ciò; ma ancora una volta, a dire la verità, se cercate il colpevole... non c'è che da guardarsi allo specchio. Io so perché l'avete fatto: so che avevate paura, e chi non ne avrebbe avuta? Guerre, terrore, malattie: c'era una quantità enorme di problemi, una macchinazione diabolica atta a corrompere la vostra ragione e a privarvi del vostro buon senso. La paura si è impadronita di voi, e il caos mentale ha fatto sì che vi rivolgeste all'attuale Alto Cancelliere: Adam Sutler. Vi ha promesso ordine e pace in cambio del vostro silenzioso obbediente consenso. Ieri sera ho cercato di porre fine a questo silenzio. Ieri sera io ho distrutto il vecchio Bailey, per ricordare a questo paese quello che ha dimenticato. Più di quattrocento anni fa, un grande cittadino ha voluto imprimere per sempre nella nostra memoria il 5 novembre. La sua speranza, quella di ricordare al mondo che l'equità, la giustizia, la libertà sono più che parole: sono prospettive. Quindi, se non avete visto niente, se i crimini di questo governo vi rimangono ignoti, vi consiglio di lasciar passare inosservato il 5 novembre. Ma se vedete ciò che vedo io, se la pensate come la penso io, e se siete alla ricerca come lo sono io, vi chiedo di mettervi al mio fianco, a un anno da questa notte, fuori dai cancelli del Parlamento, e insieme offriremo loro un 5 novembre che non verrà mai più dimenticato.
Profilo Steam :
Discussione noSense degna di essere di mia creazione :

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme
7 ore fa, Arock2 ha scritto:

Ma.....quindi tu vorresti far patire a tutti gli esseri umani tutte le sofferenze possibili, solo per fargli capire quanto sono belle le piccole cose ed aiutarsi a vicenda? 

Beh!! Sinceramente la vedo una visione del mondo crudele. Io preferirei un'umanità incapace di gioire e provare compassione, se questo significasse vivere in un mondo libero da qualsiasi dolore u.u 

Premesso che la mia è soltanto un opinione,io intravedo la stessa crudeltà nel togliere la morte ed il piacere sostituendoli con dettami da te imposti.È come togliere dei sensi come il gusto(la vita magari non è perfetta,ma togliere la morte o applicarla solo in casi di"disubbidienza"crea delle preferenze e quindi insinua dei dubbi nella mente di alcune persone riguardo a questo"dio",quindi cosa si farebbe,si eliminerebbe tutti quelli che non condividono il tuo pensiero?È sicuramente un pensiero che cozza molto sui propositi"buonisti".),rendere immortali le persone le farebbe magari incuriosire a tal punto da voler provare cosa si prova a cadere dal quarto piano o annegare nell'oceano,perché la noia li spingerebbe prima o poi a compiere qualche insano gesto(a meno che tu decida di togliere loro il pensiero e robotizzarli,ma non avrebbe senso nemmeno questo),poi vogliamo parlare del fatto che non ci sarebbero nuove nascite e quindi sarebbe possibile interagire solo con le stesse persone presenti sulla terra?Toglieresti il piacere di un rapporto sessuale dato che non ci sarebbe bisogno di riprodursi,quindi toglieresti uno dei principali scopi nella vita dell'essere umano?Che forma avrebbe l'amore?Ci si tiene solo per mano e ci si dice"ti amo"senza baciarsi immagino,perchè il bacio è il fattore scatenante di tutto.Punire qualcuno per errore,disattenzione o mancanza di voglia dopo tutte quelle imposizioni sarebbe disumano,nonostante tutto ciò che doneresti sei conscio che l'essere umano prima o poi sbaglierebbe,e tu cosa f