Vai al commento
PokéDoll Summer Festival

Zarxiel

Analisi sui Pokémon Acqua

Recommended Posts

Che brutto à§_ৠMolto meglio Kabutops ù-ù A te!


 



Omastar (noto come Pokémon Spirale) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Roccia/Acqua che viveva in ogni oceano del mondo, ma ormai in natura quasi non esiste più perché estinto. Potrebbero apparire più bizzarri che altro, però gli Omastar sono combattenti feroci che possono rendere inutile qualsiasi attacco nemico grazie alla loro grande resistenza e alle mosse Acqua. Se intendete usarli in lotta, è consigliabile non farli mangiare molto, (qui metterei un due punti) già  è difficile per loro muoversi normalmente, ma se dovessero mangiare molto (per non ripetere, questo pezzo lo trasformerei in "se ciò dovesse succedere/qualora ciò dovesse succedere"), la cosa si complica (o "complicherebbe") ancora di più!

Gli Omanyte e la loro evoluzione Omastar rappresentano una delle diverse specie di Pokémon resuscitate dal materiale genetico dei fossili ritrovati (nel loro caso l'Helixfossile) e furono essenziali per farci capire come fosse il pianeta in antichità . Gli Omanyte e gli Omastar sono delle ammoniti antichissime che si sono estinte durante il Cretaceo, apparentemente dopo l'impatto di un meteorite; c'è da dire che hanno capacità  combattive differenti da quelle di altri Pokémon, il motivo di ciò non è ben chiaro, ma si suppone sia per il fatto che non potendo muoversi molto, il loro miglior mezzo di difesa sia proprio il loro guscio, infatti in realtà  sono molto più piccoli di quel che sembrano, ma a causa della conchiglia, che usano come casa mobile, sembrano più grandi. Questa loro conchiglia è vitale in quanto, nonostante limiti i loro movimenti, li protegge dai predatori acquatici, essa inoltre è per lo più vuota e possono riempirla con aria o acqua a seconda se vogliono risalire o affondare in base alla necessità . Questi esseri sono davvero pessimi nuotatori per via dell'eccessivo peso del guscio e non riescono a spostarsi molto, nonostante l'uso dei numerosi tentacoli, ma a parte questo difetto, la reintroduzione di questa specie nei mari moderni sembra essere stata più semplice del previsto.

A differenza degli Omanyte, gli Omastar non si nutrono di plancton, ma (mettiamo "bensì") di creature ben più grandi che trovano in mare aperto, ciò è possibile grazie agli aguzzi spuntoni che hanno sviluppato sulla superficie del guscio, i quali non solo li rendono pericolosi negli scontri ravvicinati, ma possono anche essere sparati con Sparalance per colpire le prede lontane, nonostante la loro scarsa forza fisica. Quando riescono ad avvicinarsi alla preda, la catturano con i tentacoli per poi farla a pezzi con il becco e mangiarla, (qui metterei un punto e virgola) ciò (mettiamo "questo") li farebbe apparire pericolosi, ma (mettiamo "tuttavia") a causa del guscio estremamente pesante, muoversi è molto difficile, ciò ha portato alla teoria che in realtà  non si siano estinti per via dell'impatto di un meteorite come si è a lungo creduto, ma perché semplicemente non riuscendo a raggiungere la preda a causa dell'eccessivo peso della conchiglia, sono morti di fame, questa teoria è stata supportata a causa di (metterei "in seguito a/grazie a") numerose simulazioni. Nonostante questo loro grande difetto, gli Omastar non devono mai essere presi alla leggera in battaglia, (qui un due punti) queste feroci creature possono usare attacchi speciali superiori a quelli di qualsiasi Pokémon Roccia non leggendario.

Sebbene non siano abbastanza agili da poter sopravvivere per conto loro a causa del cibo, (qui una virgola) a differenza dei Pokémon Acqua moderni, gli Omastar restano avversari molto pericolosi, in grado di poter (togliamolo) sfruttare potenti attacchi speciali e una notevole resistenza fisica in maniera incredibile. Considerando che sono i Pokémon Roccia non leggendari con il più alto attacco speciale, motivo per cui il loro Idropompa è a dire poco micidiale (questo lo metterei fra parentesi, quindi togliendo una virgola), state certi che trovarsi questi molluschi corazzati in lotta è sempre un rischio. Si consiglia di farli lottare solo in acqua, (qui un due punti) visto che già  nel loro habitat naturale sono lenti, figuriamoci quando si trovano sulla terraferma!


Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme

Finalmente ho avuto una spiegazione per gli occhi, non avevo mai capito quali fossero, pensavo che almeno un pio fosse qualcos'altro xD A te!


 



Kabuto (noto come Pokémon Crostaceo) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Roccia/Acqua che viveva negli oceani costieri poco profondi e nelle spiagge di tutto il mondo, ma ormai in natura quasi non esiste più perché estinto. Non sono certamente le creature più spaventose, ma i Kabuto restano combattenti feroci in grado di resistere ed infliggere danni fisici senza problemi. Certamente non sono tra i Pokémon più convenzionali, ma visto che esistono da oltre 300 milioni di anni, ottenerne uno è comunque grandioso!

Kabuto e Kabutops rappresentano un caso interessante di sviluppo e sopravvivenza che deve essere ancora compreso dalla scienza moderna. Mentre i Kabuto sono dei granchi a ferro di cavallo, l'anatomia dei Kabutops è totalmente differente, in quanto possiedo (possiedono) tratti anatomici e comportamentali non solo dei granchi a ferro di cavallo, ma anche degli scorpioni di mare, di conseguenza si è ipotizzato che i Kabutops possano far parte della classe dei Chasmataspidida (a causa della loro forma corporea), ma ancora non si è certi a quale classe phylogenica debba essere classificato. I fossili di questi Pokémon sono abbastanza comuni tra le rocce risalenti all'era Ordovinciana, ma a causa dell'enorme diffusione, (questa la leverei) è difficile capire in che zone abitassero in antichità , (qui metterei un punto e virgola) tuttavia degli studi hanno scoperto che in realtà  potrebbero adattarsi a qualsiasi ambiente a patto che ci sia acqua salata. Questi Pokémon possiedono sia le branchie che i polmoni, quindi possono vivere sia nell'acqua che sulla terra, ma le zone da loro abitate sono ben diverse: i Kabuto, nonostante fisicamente siano abbastanza forti, considerando le piccole dimensioni, dispongono di pochi attacchi fisici, quindi prediligono vivere n (in) acque poco profonde, dove i predatori raramente si fanno vedere e strisciano sulla superficie solo durante la stagione degli amori per deporre le uova. I Kabutops invece vanno in acqua solamente per cacciare, ma la caratteristica che più differenzia questi Pokémon è che mentre i Kabutops erano completamente estinti prima che si (s') iniziasse a resuscitare la specie tramite i Domofossili, i Kabuto invece di recente si è scoperto che non lo sono, ci sono stati infatti avvistamenti rarissimi di questi Pokémon in alcune spiagge, per questo la reintroduzione di questa specie fu quella che ha ottenuto più successo rispetto agli altri Pokémon Fossili considerati estinti.

I Kabuto non solo non sono in grado di apprendere una grande varietà  di mosse, ma non riescono neanche a sopportare o usare molto gli attacchi speciali, ciò tuttavia non ha influenzato molto (mettiamo "particolarmente") la specie, però i pochi attacchi che apprendono sono abbastanza forti da consentire loro di sopravvivere nell'oceano. Solitamente questi esseri rimangono attaccati alle rocce per mimetizzarsi e usano gli occhi sul dorso per scrutare l'ambiente circostante, (qui un punto e virgola) questi sono molto simili agli occhi umani in quanto non solo possono vedere i colori, ma sono incapaci di vedere al buio, se mai dovessero infatti trovarsi in un ambiente simile, alzeranno il corpo rivelando un secondo paio di occhi di colore rosso che dispongono di una visione ad infrarossi, i quali nella maggior parte del tempo sono tenuti nascosti. I Kabuto sono considerati sia predatori che parassiti, visto che si nutrono di piccoli crostacei e si attaccano a Pokémon più grandi per succhiarne i fluidi. Se attaccati hanno poco di cui preoccuparsi, (qui un due punti) nonostante la mobilità  ridotta, il loro corpo non solo è robusto, ma la forma piatta permette loro di resistere a moltissimi attacchi fisici, (qui un punto e virgola) questo è ciò che accade quando una specie sopravvive per oltre 300 milioni di anni.

Sebbene non possano offrire molto nella maggioranza delle battaglie, i Kabuto restano creature tenaci che possono creare vari problemi contro gli allenatori più giovani. Anche se non possono accedere alle migliore (migliori) capacità  offensive fino all'evoluzione, finché li allenate e rimanete al loro fianco, vedrete che non ne verrete (non so se metterci "sarete", vedi tu cosa ti torna meglio xD) delusi. Se siete facilmente impressionabili, non procuratevene uno, (qui un due punti) a prima vista potrebbero apparire nulla di speciale, ma appena vedete (vedrete) gli occhi infrarossi nella parte inferiore, è possibile che ne rimaniate sconcertati!


Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme

Immaginare un Kabutops in una piscina pubblica mi fa ridere xDD Però mi piace discretamente, non è il mio fossile preferito, però m'ispira *^* A te!


 



Kabutops (noto come Pokémon Crostaceo) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Roccia/Acqua che viveva negli oceani costieri tropicali poco profondi e nelle spiagge di tutto il mondo, ma ormai in natura quasi non esistono più perché estinto. Anche se non sono tra le creature più potenti esistenti, i Kabutops restano esseri pericolosi, forse anche troppo, tanto da essere un pericolo anche per i Pokémon più corazzati. Sebbene non sono (siano) in grado di usare completamente le tipiche abilità  dei Pokémon Acqua, ciò non è importante, visto che possono fare a pezzi le prede prima ancora che esse riescano ad accorgersene!

Kabuto e Kabutops rappresentano un caso interessante di sviluppo e sopravvivenza che deve essere ancora compreso dalla scienza moderna. Mentre i Kabuto sono dei granchi a ferro di cavallo, l'anatomia dei Kabutops è totalmente differente, in quanto possiedono tratti anatomici e comportamentali non solo dei granchi a ferro di cavallo, ma anche degli scorpioni di mare, di conseguenza si è ipotizzato che i Kabutops possano far parte della classe dei Chasmataspidida (a causa della loro forma corporea), ma ancora non si è certi a quale classe phylogenica debba essere classificato. I fossili di questi Pokémon sono abbastanza comuni tra le rocce risalenti all'era Ordovinciana, ma a causa dell'enorme diffusione è difficile capire in che zone abitassero in antichità ; tuttavia degli studi hanno scoperto che in realtà  potrebbero adattarsi a qualsiasi ambiente a patto che ci sia acqua salata. Questi Pokémon possiedono sia le branchie che i polmoni, quindi possono vivere sia nell'acqua che sulla terra, ma le zone da loro abitate sono ben diverse: i Kabuto, nonostante fisicamente siano abbastanza forti, considerando le piccole dimensioni, dispongono di pochi attacchi fisici, quindi prediligono vivere n acque poco profonde, dove i predatori raramente si fanno vedere e strisciano sulla superficie solo durante la stagione degli amori per deporre le uova. I Kabutops invece vanno in acqua solamente per cacciare, ma la caratteristica che più differenzia questi Pokémon è che mentre i Kabutops erano completamente estinti prima che s'iniziasse a resuscitare la specie tramite i Domofossili, i Kabuto invece di recente si è scoperto che non lo sono, ci sono stati infatti avvistamenti rarissimi di questi Pokémon in alcune spiagge, per questo la reintroduzione di questa specie fu quella che ha ottenuto più successo rispetto agli altri Pokémon Fossili considerati estinti.

I Kabutops rappresentano una fase interessante dell'evoluzione, in quanto risultano essere tra i pochi Pokémon il cui stile di vita cambia radicalmente con l'evoluzione. Mentre i Kabuto si sono adattati a vivere nei mari poco profondi, i Kabutops hanno un' (manca un apostrofo) anatomia così diversa da suggerire che fossero i primi Pokémon a diventare i dominatori della terra, o almeno così sarebbe stato se non si fossero estinti. Questo cambiamento è visible (visibile) nella parte inferiore del corpo, dove hanno sviluppato gambe e piedi con cui spostarsi in (su) terreni accidentati (sebbene mantengano gli artigli), (qui metterei un punto e virgola) inoltre, (qui una virgola) grazie ai polmoni più sviluppati, (questa la toglierei) possono restare sulla terra per tempi incredibilmente più lunghi rispetto ai Kabuto. Questi cambiamenti hanno portato anche a mutare le loro abitudini, infatti (mettiamo "tanto che") ormai questi Pokémon vanno in acqua solo per cacciare, (qui metterei un punto e virgola) c'è da notare infatti, che sebbene vivano principalmente in superficie, possono nuotare a velocità  incredibili ritirando gli arti e sfruttando la bizzarra forma della testa per essere più aerodinamici. Sia per nutrirsi che in battaglia i Kabutops raramente usano tecniche di drenaggio di liquidi come i Kabuto, ma invece (o solo "piuttosto") usano le enormi falci che hanno sviluppato sugli arti superiori, che altro non sono che gli artigli che avevano da Kabuto, (qui una virgola) solo che (da togliere) più sviluppati; grazie ad essi possono tagliare la carne e tranciare le corazze con estrema facilità  per infliggere moltissimi danni fisici, non a caso infatti apprendono Lacerazione appena evoluti e in seguito anche Nottesferza. Una volta che la preda è stata uccisa, loro (non serve) ne berranno i fluidi. C'è da notare che nonostante non siano i Pokémon Acqua o Roccia con la più alta forza fisica o resistenza fisica (nonostante abbiano un carapace di tutto rispetto), i Kabutops rimangono avversari pericolosi il cui unico punto debole è la scarsa resistenza agli attacchi speciali.

Nonostante non possano usare attacchi speciali per contrastare altri tipi di nemici, i Kabutops restano predatori letali in grado di mettere in serio rischio (mettiamo "pericolo") sia gli allenatori intermedi che quelli esperti. Avendo a disposizione falci con cui fare a pezzi la preda, non c'è da stupirsi del perché siano così temuti dagli allenatori, ma di sicuro questi fossili viventi possono diventare ottimi compagni per chiunque corra il rischio di allenarli. E' altamente sconsigliato portarli in una piscina pubblica, (qui un due punti) questi Pokémon non si sono ancora adattati al mondo moderno e potrebbero dare la caccia ai bambini che si stanno solo divertendo!


Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme

Molto carino Totodile! L'ho preso una volta sia su Cristallo che su SoulSilver e devo dire che mi ha dato delle belle soddisfazioni! A te!


 



Totodile (noto come Pokémon Mascellone) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Acqua che vive nei corpi d'acqua dolce della regione di Johto. Sebbene a prima vista possano sembrare carini e indifesi, i Totodile sono potenti rettili in grado di strappare un arto del nemico, indipendentemente dalle dimensioni, (qui metterei queste due virgole) grazie alle loro affilate zanne e alle possenti mascelle. Se volete allenarne uno, tenetelo sempre sotto controllo, (qui un due punti) anche se sono molto giocosi e vogliono solo divertirsi, spesso possono fare del male agli altri senza rendersene conto, visto che non sanno della (metterei "non conoscono la/non sono a conoscenza della") forza che possiedono!

Come le sue evoluzioni, i Totodile sono dei rettili che possiedono caratteristiche le quali (che) li rendono difficili da classificare come coccodrilli o alligatori, visto che la struttura del cranio è quella di un coccodrillo, ma la disposizione dei denti è tipica degli alligatori. Già  in tenera età  i Totodile sono abituati a cacciare da soli e sono sorprendentemente abili a catturare piccoli roditori e insetti, (qui un punto e virgola) tuttavia, (qui una virgola) essendo solo dei cuccioli, non hanno una resistenza fisica tale da poter prendere prede più grandi di loro, ma devono comunque essere temuti da adulti e bambini per l'enorme forza che hanno nella loro mandibola. Mentre i Sandile crescono lentamente e impiegano diverso tempo prima di ottenere una forza adeguata da strappare la carne e frantumare le ossa, i Totodile già  nascono con una forza mascellare che arriva addirittura al 60% di quella che avranno una volta raggiunto lo stadio adulto, quindi già  appena nati sono letali, cosa che si può capire vedendo le dimensioni della loro mascella rispetto al resto del loro minuto corpo. Fortunatamente non hanno un corpo robusto, quindi non sono in grado di ruotare rapidamente la testa per dilaniare le vittime, ma possono solo esercitare una grande pressione con la bocca, ma (mettiamo "però") anche così possono facilmente frantumare le ossa nemiche e rimuoverli (o "allontanarli") dalla vittima è pure difficile.

Ciò che rende i Totodile pericolosi è il loro carattere giocoso nei confronti di qualsiasi essere vivente, ma siccome i loro arti sono piccoli, per dimostrare affetto tendono a a (una "a" di troppo, togliamola) mordere con poca forza, ma (mettiamo "tuttavia") un morso di "poca potenza" di un Totodile equivale ad un forte morso dato da un cane di medie dimensioni, quindi la reazione che ottengono è totalmente differente da quella desiderata, quindi risultano (mettiamo "risultando", togliendo "quindi") pericolosi tanto per gli avversari quanto per gli allenatori (soprattutto se non riescono a vederne il volto), (qui un punto e virgola) quindi (questo lo leverei) allenare un Totodile è [dunque] (metterei questo) un compito molto difficile e pericoloso. Trattandosi inoltre di uno degli starter di Johto, non c'è da sorprendersi del perché siano così rari tra gli allenatori più giovani, ma i veterani di solito sono disposti a correre il rischio. Nonostante siano pericolosi, (qui una virgola) sono creature molto obbedienti e i casi registrati di aggressione ingiustificata da parte dei Totodile sono davvero pochissimi.

Sebbene non siano in grado di sfruttare gli attacchi speciali in modo efficace come altri Pokèmon Acqua, i Totodile rimangono combattenti di tutto rispetto, in grado di causare parecchi danni contro gli avversari non corazzati senza nemmeno sforzarsi. Senza dubbio sono tra i Pokémon più pericolosi con cui giocare, ma se siete disposti a correre il rischio, state certi che le loro abilità  non vi deluderanno. Tenetelo lontano da nuovi allenatori, (qui un due punti) spesso i Totodile vogliono fare nuove amicizie, ma è raro che va a finire (o "vada a finire" o solo "che finisca") bene, viste le condizioni con (in) cui viene ridotto il braccio del nuovo conoscente!


Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme

I colori sulla pancia mi hanno sempre fatto pensare a Fred Flintstones :fg: Ma mi piace abbastanza!


 



Croconaw (noto come Pokémon Mascellone) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Acqua che vive nei corpi d'acqua dolce della regione di Johto. Anche se non sono in grado di usare forti attacchi speciali, i Croconaw sono esseri potenti in grado di dilaniare qualsiasi cosa voglino (vogliano), anche se devono mettere la loro vita in rischio (a rischio). Sebbene il loro corpo non dispone (disponga) di forti muscoli, quelli che hanno nelle mascelle sono così potenti da frantumare ossa e certe armature senza il benché minimo problema!

Essendo dei coccodrilli, i Totodile impiegano più tempo ad evolversi rispetto agli altri starter (caratteristica condivisa con Turtwig), tuttavia la loro forza fisica aumenta incredibilmente, (qui una virgola) diventando molto più pericolosi. I Croconaw, sebbene siano bassi, hanno un corpo meglio progettato per mordere rispetto ai Totodile, di conseguenza possono lacerare la carne e causare ferite gravi con poca fatica. Ora possono facilmente scuotere la preda e dilaniare creature più piccole o delle loro stesse dimensione (dimensioni), (qui un punto e virgola) tuttavia però, (toglierei questi) sono ancora abbastanza piccoli ed eccetto la forza mascellare, il resto del corpo ha muscoli abbastanza deboli, in compenso un Croconaw appena evoluto ha una forza mascellare che corrisponde al 75% circa di un Feraligatr, come se non bastasse le loro zanne sono leggermente ricurve all'interno, (qui una virgola) in modo da rendere impossibile la fuga da parte delle prede. Nel caso perdano un dente (qui metterei il plurale, come "dei denti"), essi si rigenerano in modo ben più rapido di quelli della famiglia evolutiva dei Sandile, tanto che il tempo di rigenerazione è paragonabile a quello degli Sharpedo, visto che nel giro di una settimana avranno già  sostituito qualsiasi dente danneggiato o perduto. Questi Pokémon hanno un totale di 48 denti, i quali non sono completamente incastrati nella mandibola, similmente agli altri coccodrilli, ciò permette loro di massimizzare i danni, anche quando tengono la preda intrappolata fra le fauci.

A differenza dei ben più amichevoli Totodile, i Croconaw sono aggressivi in natura e questo comportamento raramente svanisce con l'allenamento, (qui un punto e virgola) questo (mettiamo "ciò") sembra sia dovuto al testosterone che hanno nel sangue che li rende sempre aggressivi e facilmente irritabili (cosa che accade addirittura con le femmine), per questo spesso tendono ad attaccare senza motivo anche avversari più grandi e forti, sebbene siano consapevoli che non possano vincere, questo è il motivo principale per cui la specie è ormai quasi estinta in natura. E' possibile che questo comportamento sia dovuto per permettere alla specie di cacciare in modo più efficiente e sopravvivere, ma con l'arrivo di predatori più moderni come i Gyarados o i Poliwrath, questa tattica non è più molto convenzionale. Fatto sta che questi Pokémon sono davvero difficili da allenare, specialmente per gli allenatori alle prime armi, visto che possono causare ingenti danni. Nel caso in cui un allenatore non riesca a stabilire un legame forte con il proprio Croconaw prima dell'evoluzione, (qui una virgola) è caldamente consigliata la sua liberazione o lo scambio con un allenatore più esperto, e visto che ora si evolvono più rapidamente rispetto a prima, allenare questi coccodrilli spesso significa non commettere nessun (mettiamo "alcun") errore.

Di certo non sono tra i Pokémon più controllabili per molti allenatori, ma i Croconaw sono combattenti eccezionali in grado di lasciare il segno anche agli avversari più resistenti. Potrebbe essere frustrante il fatto che non siano in grado di apprendere attacchi speciali decenti, ma avendo a disposizione gli attacchi Morso e Gelodnti (Gelodenti) così forti da poter mettere in difficoltà  addirittura i Pokémon Roccia, allora aspettate di vederli sfoderare Sgranocchio una volta evoluti, a quel punto si (sì) che le loro capacità  offensive avranno raggiunto l'apice!


Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme

Belloccio Feraligatr sì *^* Mi piace abbastanza! A te!


 



Feraligatr (noto come Pokémon Mascellone) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Acqua che vive nei corpi d'acqua dolce della regione di Johto. Enormi per gli standard dei rettili e assolutamente letali per chiunque non indossi un'armatura molto spessa, i Feraligatr sono creature mostruose ed intimidatorie, ma anche così non rivelano quanto sono (credo "siano") realmente pericolosi. Anche se sono incapaci di usare attacchi speciali in modo efficiente come gli altri starter Acqua completamente evoluti, ma (da togliere) se l'avversario non sta attento e non è protetto, state certi che lo scontro contro questi bruti finirà  almeno con un po' (manca un apostrofo) di sangue!

Nonostante (mettiamo "Sebbene") i Totodile impieghino (mettiamo "ci mettano") del tempo per evolversi in Croconaw, i Croconaw raggiungono lo stadio adulto prima di qualsiasi altro starter conosciuto. Nonostante il poco tempo che impiegano, infatti, (qui una virgola) Croconaw diventa più del doppio più grosso, (qui una virgola) mentre il peso quasi si triplica, (qui un punto e virgola) questa è la caratteristica principale che distingue la famiglia evolutiva di Totodile da quella dei Sandile. Altra cosa interessante è che con l'evoluzione, (questa la leverei) i Feraligatr si adattano perfettamente alla vita terrestre, tanto da poter alterare i movimenti a due zampe a quelli a quattro, tuttavia non possono muoversi molto rapidamente da bipedi, visto che hanno delle difficoltà  a mantenere in equilibrio il loro corpo fuori dall'acqua, il che pone il dubbio sul perché hanno (abbiano) sviluppato tale adattamento. La risposta è più evidente di quanto si possa credere: infatti loro (questi li leverei) prediligono le prede terrestri ai pesci o altri organismi acquatici; il motivo di questa preferenza non è del tutto chiaro, ma è facile vederli fuori dall'acqua in cerca di carne con cui ingozzarsi per poi non mangiare per molto tempo e tornare in acqua, ma ciò non significa che le prede terrestri siano più facili da prendere. Anche se a terra sono lenti, sono comunque abbastanza agili da catturare vari tipi di Pokémon, tra cui grossi roditori come i Raichu, ciò è dovuto ad uno sviluppo della massa muscolare su tutto il corpo grazie all'evoluzione.

Ciò che rende i Feraligatr terribilmente pericolosi è la loro forza mascellare sorprendente, infatti come ogni altro coccodrillo esse non sono progettate solo per mangiare, ma anche per dilaniare e fare a pezzi la preda scuotendo la testa, tuttavia, siccome possono camminare su due zampe, quando hanno la preda in bocca possono agitare tutto il corpo, riuscendo addirittura a fare a pezzi uno Snorlax (è solo un esempio, è fisicamente impossibile che un Feraligatr possa catturare uno Snorlax). Come se non bastasse, ora per combattere possono contare anche sugli artigli e i loro denti, (qui una virgola) se perduti o danneggiati, ricrescono nel giro di una sola nottata, quindi se non si dispone di una potente armatura contro questi rettili, siete spacciati, anche se forse neanche queste basti (bastano), dato che molti tipi di armature vengono fatte a pezzi e perforate dalle loro zanne. Tutto ciò li rende davvero difficili da usare in battaglia senza causare disastri, anche perché è quasi impossibile per loro regolare la forza del morso e usarlo spesso può causare danni fatali. Di conseguenza, qualsiasi allenatore che possiede (credo sia meglio "possieda") un Feraligatr deve ricordarsi che un loro morso porterà  sempre e comunque ad uno spargimento di sangue, che esso sia intenzionale o meno, (qui un punto e virgola) la cosa si complica anche per il fatto che i Feraligatr quando combattono usano tutta la loro forza indipendentemente dall'avversario, il che significa che qualsiasi scontro a loro favore, (questa la leverei) si trasforma in uno spettacolo cruento. E' necessario allenarli duramente anche per cercare di diminuire la forza dei loro morsi, ma anche in questo caso è consigliabile usarli solo ed esclusivamente contro avversari di potenza uguale o superiore.

Sebbene non siano adattabili come altri Pokémon Acqua, i Feraligatr restano bestie dalla potenza devastante in grado di causare danni ingenti a qualsiasi avversari (avversario) non protetto adeguatamente. Anche se le (non tornando la frase, comincerei subito con "Le" o ancora meglio "C'è da dire però che le") loro abilità  si discostano parecchio rispetto agli altri Pokémon Acqua. Se siete alla ricerca di un Pokèmon amichevole ed obbediente... cercatevene un' (niente apostrofo) altro, perché questi rettili in battaglia non faranno altro che cercare il rosso del sangue del loro avversario!


Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme

postato Politoed, domani Wooper, ma visto che il post non reggerà  a lungo richiedo la cancellazione (di nuovo).

 

Angrybird99

Inviato 16 August 2015 - 17:19

Vediamo.
Psyduck, Golduck, Wingull, Pelipper, Pilpup, Primplup, Empoleon, Ducklett, Swanna.
Me li farò bastare. 
 
-Giuls92

Inviato 17 August 2015 - 01:33

Ecco! Spero di aver fatto tutto per bene, come sempre! Comunque il tipo Acqua mi piace un sacco ed è molto interessante. Squirtle è carino, è sempre stata la mia seconda scelta, dopo Charmander!

*CORREZIONE DELL'INTRO E DI SQUIRTLE*

 

Ferdy

Inviato 17 August 2015 - 01:34

Non so chi o cosa te lo faccia fare, GJ in ogni caso

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme

Politoed è quello che mi piace di più in tutta la catena evolutiva *^* A te!


 



Politoed (noto come Pokémon Rana) è un Pokémon raro di tipo Acqua che vive nei corpi d'acqua dolce delle regioni di Johto, Sinnoh, Unima, Kalos e del Settipelago, anche se raramente è stato visto nella regione di Kanto. Anche se passati spesso in secondo piano a causa dei Poliwrath, i Politoed restano potenti rane in grado di sconfiggere gli avversari tramite la loro imponente (io metterei "impressionante") voce e gli incredibili balzi. Nonostante l'aspetto carino, queste rane non vanno sottovalutate in lotta, (qui un due punti) potrebbero non apprendere molto (molte) mosse Acqua, ma le vostre orecchie ne risentiranno comunque ad un loro attacco Granvoce!

Erroneamente spesso i Poliwhirl sono considerati lo stadio adulto di questa famiglia evolutiva, ciò è dovuto al fatto che quasi tutti gli esemplari in natura spesso neanche raggiungono il loro vero stadio adulto, tuttavia possono svilupparsi per diventare delle vere e proprie rane se sottoposti a determinate sostanze chimiche presenti nella Roccia di Re; quando sottoposti a questi oggetti, richiede (metterei "ci vogliono") degli anni prima che il loro DNA inizi a mutare (processo che può essere enormemente accelerato se nel mentre sono sottoposti (mettiamo "esposti") a determinate radiazioni, come quelle presenti nelle macchine di scambio). Questo processo avviene solo con i Poliwhirl, (qui una virgola) perché i geni dei Poliwrath ormai non subiscono più alcuna mutazione, ma questa evoluzione li rende più lenti (come con l'evoluzione in Poliwrath), (qui un punto e virgola) ma(togliamolo) in compenso ottengono un attacco speciale e una resistenza ad essi che li aiuta molto contro avversari avvantaggiati, (qui una virgola) come quelli Elettro o Erba.

Come molte rane, i Politoed sono esseri semplici, che amano trascorrere le giornate in modo tranquillo e mangiando i piccoli insetti che gli (togliamolo) svolazzano intorno [a loro] (e mettiamo questo) grazie alla loro lingua elastica, tuttavia, l'arma che distingue i Politoed è la loro voce con la quale possono usare la devastante tecnica Granvoce o addirittura la temuta mossa Ultimocanto. Come se non bastasse possiedono anche abilità  di salto impressionanti, (qui una virgola) con cui possono eseguire altri attacchi come Rimbalzo. Quando più Politoed si (s') incontrano essi iniziano a gracchiare profondamente insieme, a quel punto il loro verso sembrerà  più un muggito e se si sta troppo vicini, (questa la toglierei) alcuni piccoli Pokémon possono addirittura rimanere con i timpani spaccati, ma ciò che c'è dietro a questo gracchiare è davvero interessante, infatti un Politoed con un solo verso riesce a richiamare un gran numero di Poliwag e Poliwhirl, i Poliwrath invece non ne vengono influenzati e trovano questi rumori fastidiosi a causa del cambiamento della loro personalità . Nonostante queste capacità  di richiamo, è davvero difficile che i Politoed permettano ad altre specie di invadere il loro territorio, anche se si trattassero di altre rane o girini. Il motivo che hanno sulla pancia è molto simile a quello che possiedono gli altri membri della loro catena evolutiva, ma si distacca molto perché in realtà  non è il loro intestino, ma è (metterei solo "bensì") solo una diversa pigmentazione della pelle, che tuttavia può essere comunque usata per eseguire la mossa Ipnosi, (qui una virgola) la quale la combinano (metterei "viene combinata") con la loro voce per aumentarne l'efficacia, curiosamente però il senso della spirale dipende da dove vivono, gli esemplari dell'emisfero settentrionale hanno la spirale in senso antiorario, mentre quelle dell'emisfero meridionale nel senso orario, il perché di ciò è tutt'ora un mistero. Il ciuffo che hanno sulla testa ha una notevole importanza tra i loro simili, visto che gli esemplari con il ciuffo più lungo e più arricciato sono quelli più anziani e rispettati del branco (oltre ad essere quelli in grado di usare in modo migliore la mossa Bullo).

A prima vista potrebbero non sembrare ottimi combattenti, in realtà  [però] (mettiamo questo) sono ottimi compagni per qualsiasi allenatore, specie per gli amenti (amanti) del divertimento e per i più ottimisti. Spesso è necessario attendere per farli evolvere, in modo che apprendano delle mosse interessanti, ma viste le capacità  dei Politoed, questa (quest') attesa ne vale la pena. Se preferite non combattere, ma (mettiamo "e piuttosto", togliendo anche la virgola) amate la musica, allora prendete in considerazione la possibilità  di procurarvene uno; (qui un due punti) potrebbero non avere la voce dolce di un Jigglypuff, ma le loro abilità  canore sono tali da far apparire un coro di esperti come un branco di bambini che piangono!


Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme

Sono piuttosto carini gli Wooper, anche se non ne ho mai avuto uno in squadra xD


 



Wooper (noto come Pokémon Acquapesce) è un Pokémon comune di tipo Acqua/Terra che vive nei corpi d'acqua fredda delle regioni di Johto, Sinnoh, Kalos, Auros e nel Settipelago, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Kanto ed Unima. Giocosi e spensierati, gli Wooper sono creature semplici che prediligono passare le giornate tranquilli senza doversi preoccupare di [niente e di] (io aggiungerei anche questo) nessuno. Potrebbero anche avere poca potenzialità  combattiva, [ma] (mettiamo questo) nella maggioranza dei casi è meglio non toccarli se si vuole evitare un senso di forte dolore!

In tempi antichi si era creduto (o "si credeva") che la famiglia evolutiva degli Wooper fosse composta da pesci, questa credenza errata è il motivo del loro soprannome come "Pokémon Acquapesce", ma in realtà  essa è formata da salamandre, sebbene abbiano delle caratteristiche in comune con gli Axolotl. Il corpo degli Wooper è molto sensibile alla temperatura, infatti non possono sopravvivere in acque calde o in quelle salate, tanto che se stanno in acque che superano i 25° C per alcune ore possono morire, ecco perché è impossibile vederli in ambienti oceanici, ma sono comuni in laghi e stagni d'acqua fredda, il che li aiuta anche a sfuggire dai pochi predatori terrestri che hanno. Questi Pokémon si nutrono principalmente di alghe che incontrano nei fondali del loro habitat, luogo dove dormono durante la notte, sempre per essere fuori dalla portata dei predatori, visto che in questo stadio sono molto deboli singolarmente, ma (per cambiare si può mettere "tuttavia") a causa di questa abitudine di dormire nei fondali fangosi, loro (non importa) hanno appreso a sfruttare il fango in battaglia, motivo per cui sono classificati in parte come Pokémon Terra (anche perché lo strato di fango che ricopre il loro corpo, (la leverei) li rende immuni all'elettricità ).

Cosa davvero interessante è che gli Wooper possono camminare sulla terra sebbene le loro zampe siano sprovviste di membrane e visto che solitamente nel loro habitat il cibo scarseggia, spesso si ritrovano costretti ad uscire dall'acqua per procurarsene, ma lo fanno solo durante la notte, quando la temperatura è abbastanza fredda per loro, a quel punto cercano piccoli insetti con cui nutrirsi. Per potersi proteggere quando sono a caccia, tendono a ricoprirsi di uno strato di liquido tossico che risulta dannoso al tatto (molto utile per scoraggiare i predatori terrestri), (qui un due punti o un punto e virgola) toccarli mentre sono rivestiti con (credo "di") questa sostanza significa sentire un dolore pari alla puntura di una medusa, ma il dolore è solo per pochi secondi ed è impossibile che possa uccidere qualcuno, ma (mettiamo "però") si tratta anche della loro unica arma di difesa. Dopo una o due ore al massimo sulla terra, gli Wooper tornano in acqua per dormire il resto della notte.

Sebbene abbiano una vita molto semplice e poco interessante, gli Wooper sono comunque esseri adorabili che possono stringere amicizia sia con persone che con Pokémon. Molto giocosi e socievoli, per questo sono ottimi anche come Pokémon domestici, anche se (mettiamo "seppure" per non ripetere "anche") tenerli sempre fuori dall'acqua non è (sia) una grande idea. Se avete bambini piccoli, assicuratevi che non siano ricoperti del liquido tossico prima di abbracciarli, (qui un due punti) il bruciore che ne causa (metterei "che ne deriva") potrebbe traumatizzarli e sarebbe un peccato, visto la natura amichevole di questa specie!


Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme

Ah ecco perché Quagmire Quagsire è sempre così allegro xDD Ha una faccia che mi fa sempre sorridere xD


 



Quagisre (noto come Pokémon Acquapesce) è un Pokémon relativamente non molto comune di tipo Acqua/Terra che vive nei corpi d'acqua fredda delle regioni di Johto, Sinnoh, Kalos, Auros e del Settipelago, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Kanto ed Unima. Spesso derisi per il loro volto da sciocco, tuttavia (da togliere) i Quagsire sono [comunque] (metterei questo) creature molto semplici, sebbene facciano poco durante la loro vita e hanno (abbiano) poco potenziale combattivo. Se non se ne vedono molti nei tornei professionali, non pensate che sia perché sono inutili, visto che in realtà  hanno abilità  di tutto rispetto, ma il loro carattere così dolce spesso li porta ad evitare i conflitti!

Proprio come gli Wooper, i Quagsire non possono sopravvivere a lungo nelle acque la cui temperatura supera i 25° C, tuttavia il loro corpo spesso viene ricoperto da una sostanza leggermente tossica per rimanere idratati anche se stanno molto tempo fuori dall'acqua. Uno dei tratti che più distinguono gli Wooper dai Quagsire, sta nel loro stile di caccia, (qui un due punti) mentre gli Wooper sono cacciatori attivi e (ed) escono dall'acqua per cercare del cibo, i Quagsire, in realtà , non si mettono nemmeno a cercare da mangiare, semplicemente galleggiano con la bocca aperta aspettando che qualcosa gli finisca (finisca loro) in bocca. Questo comportamento ha sconcertato per anni i ricercatori di tutto il mondo, visto che è l'unico caso in cui a cacciare è lo stadio più debole, ma grazie a questo metodo loro (non è importante) sprecano pochissima energia, (qui una virgola) che usano solo durante la riproduzione. In circostanze normali, questo stile di caccia sarebbe davvero stupido, ma grazie alle acque stagnanti del loro habitat, spesso i Pokémon che ci finiscono dentro neanche se ne accorgono, rendendolo più efficiente di quanto possa sembrare.

Anche se possono apprendere ottimi attacchi, i Quagsire odiano combattere e hanno un carattere più pacato e preferiscono (metterei una virgola al posto della "e" e poi "preferendo") fare le cose con calma, ma a differenza di quello che molti credono, non hanno alcun problema neurologico o cerebrale. Questi Pokémon risultano essere molto socievoli con qualsiasi altra specie, anche se ciò potrebbe metterli in pericolo di vita, (qui un punto e virgola) spesso inoltre questi anfibi vengono investiti dai motoscafi e non si spostano, per quanto ci si possa provare, fortunatamente non solo è quasi impossibile che subiscano dei danni gravi, ma è ancora più difficile che si arrabbino per ciò o anche per altri motivi, sono semplicemente sempre allegri, e il motivo di questo stato d'animo sempre positivo fu un (togliamo tutto e mettiamo "era") avvolto nel mistero fino a poco tempo fa; delle ricerche recenti infatti hanno scoperto che il loro cervello rilascia in continuazione l'endorfina su (o "in") tutto il loro corpo, ecco perché sono sempre così spensierati. Grazie a questo loro carattere, i Quagsire sono tra i pochissimi Pokémon completamente evoluti che sono (da levare) perfettamente adatti per i bambini, motivo per cui sono compagni di gioco comuni tra gli asili, nonostante apprendano ad usare Terremoto molto presto.

Spensierati e sempre di buon umore, i Quagsire riescono facilmente a far sorridere anche le persone più serie grazie al loro comportamento. Anche se non sembra, questi Pokémon sono davvero unici, visto che qualsiasi altro Pokémon Terra completamente evoluto tende ad essere aggressivo in natura. Non c'è nemmeno da sottovalutare le loro capacità  combattive, (qui un due punti) solo perché odiano la lotta, non significa che non possano usare il loro Terremoto per sconfiggervi, senza parlare (contare) che essi non solo sorrideranno sempre e comunque, ma se doveste colpirli con l'elettricità , (qui metterei dei punti di sospensione) sarà  totalmente inutile!


Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme

Mai piaciuto e sempre trovato inutile xD Avesse un'evoluzione...ma no D: A te!


 



Qwilfish (noto come Pokémon Pallone) è un Pokémon raro di tipo Acqua/Veleno che vive nei corsi d'acqua dolce e nei corpi d'acqua salata delle regioni di Johto, Sinnoh, Unima, Kalos e del Settipelago, anche se raramente è stato visto nella regione di Kanto. Nonostante non abbiano l'offensiva per poter arrecare gravi danni in battaglia, i Qwilfish restano comunque esseri pericolosi in grado di trasformare chiunque sia così stolto da avvicinarsi a loro (tutto questo lo sposterei dopo "puntaspilli") in un puntaspilli. Certo, non hanno molti modi per attaccare e la loro mobilità  è assai deludente, ma provacarli (provocarli) significa venire avvelenati dalle loro spine tossiche, senza che possiate far nulla!


I Qwilfish sono dei pesce (pesci) palla, cosa dovuta alla loro forma corporea e alle capacità  naturali. Essi sono mediamente corazzati, infatti hanno una difesa media, ciò è dovuto alla loro pelle elastica ricoperta da delle squame resistenti. Nella maggior parte del tempo i Qwilfish (si può anche togliere) hanno una forma tondeggiante e sono simili a dei palloni, eccetto per le spine ce (che) hanno su tutto il corpo, ma se minacciati possono triplicare o addirittura quadruplicare la loro grandezza gonfiandosi per intimidire il nemico, se ciò non dovesse bastare, possono sempre contare sugli aculei velenosi che hanno su tutto il corpo (questo è stato già  detto prima, si può levare); queste in realtà  non sono altro che delle squame che hanno sviluppato una forma diversa dal normale e che secerne (secernono) una potente neurotossina in grado di paralizzare la vittima, (qui un punto e virgola) in certe situazioni, possono usare la pressione dell'acqua ingoiata per espellere le spine e usarle come fossero proiettili ad alta velocità , (qui una virgola) con cui riescono addirittura a perforare le armature più deboli. Sebbene le spine vengano usate solo per scopi difensivi, possono essere usata (usate, ma siccome è già  stato messo prima, metterei "sfruttate") anche in battaglia per eseguire le mosse Fielepunte e Velenpuntura, il che li rende davvero pericolosi contro gli avversari più deboli.

Mentre potrebbe non sembrare, i Qwilfish sono davvero svantaggiati in acqua, dato che il loro corpo è perennemente tondo, rendendoli assolutamente inadatti al nuoto, fortunatamente però dispongono di una pinna caudale abbastanza forte da consentire loro di spostarsi, essa infatti è così forte da poter eseguire l'attacco Idrondata. Fatto sta che la forma tondeggiante rende difficile per loro spostarsi o nuotare in modo coordinato. Tramite MN questo problema può essere risolto in parte, se apprendono la mossa Surf, in cui (con cui/grazie a cui/grazie al quale) riescono a coordinarsi meglio. In battaglia possono risultare utilissimi per sferrare attacchi a sopresa (sorpresa), sia contro avversari acquatici che contro quelli terrestri, anche perché questi pesci possono sopravvivere sulla terra ferma (attacchiamolo) per almeno un paio di minuti senza dover tornare in acqua.


Certamente non sono tra i Pokémon Acqua o Veleno più potenti, tuttavia i Qwilfish restano esseri interessanti in grado di fornire agli allenatori un mix di mosse offensive e difensive che altri Pokémon Acqua possono solo sognarsi. Riuscire ad allenarli con le loro scarse capacità  di nuoto potrebbe essere difficile, ma con l'impegno e l'allenamento vedrete che si riveleranno combattenti formidabili. Quando state (mettiamo "vi trovate") in acqua, state attenti a non avvicinarvi molto a loro, (qui un due punti) anche se le vostre intenzioni sono amichevoli... potreste addirittura finire al pronto soccorso!


Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme

Che carini i Corsola e sono pure interessanti *^* Mi piacciono un sacco *A* E' anche uno dei miei Pokémon preferiti! A te!


 



Corsola (noto come Pokémon Corallo) è un Pokémon relativamente raro di tipo Acqua/Roccia che vive negli oceani tropicali e altri mari di tutto il mondo (specialmente nei pressi delle regioni di Johto e Kalos). Sebbene abbiano poco potenziale sia offensivamente che difensivamente, tuttavia (leviamolo) i Corsola restano [comunque] (metterei questo) esseri interessanti che dimostrano quanto possa essere forte un legame simbiotico indipendentemente dalla differenza tra le creature. Solo perché sono poco usati dagli allenatori, non significa che ucciderli per venderne i rami sia una cosa legale!

I Corsola in realtà  sarebbero due organismi distinti che vivono in simbiosi, questi sono il Corsola in sé, che altro non è che un pesce dalle squame simili a roccia, (metterei queste due virgole) e il corallo che vive sul loro dorso, (qui un punto e virgola) questo legame simbiotico risulta essere assolutamente unico del (nel) suo genere in natura, in quanto non si è mai riscontrato (io direi "visto/trovato/scoperto") nessun organismo simile. Il corallo che questi Pokémon possiedono sono radicati fino al loro sistema digestivo, (qui una virgola) permettendo al corallo di filtrare le sostanze nutritive per nutrire (o "sfamare") anche il Corsola, sebbene questo possa mangiare anche come gli altri pesci; in cambio loro proteggono il proprio corallo con la vita, purtroppo può accadere che le correnti forti stacchino molti ramoscelli del corallo causando la morte del Corsola, se tuttavia la perdita non è grave, il corallo può ricrescere nel giro di un giorno senza causare problemi al Pokémon. I loro ramoscelli, se ben puliti ed esposti alla luce solare, (qui una virgola) emanano una luce di sette colori, per questo per anni furono cacciati per venderne il corallo, ma recentemente è stata fatta una legge che vieta la vendita e la caccia ai Corsola, per salvarli dall'estinzione dovuta per colpa dei (solo "dovuta ai") bracconieri.

I Corsola sono estremamente sensibili al veleno nell'acqua, questo perché dato che il corallo filtra l'acqua per portare nutrimento a sé e al Pokémon, la presenza di tossine o metalli pesanti causano non solo problemi all'essere, ma anche lo scolorimento e in fine allo (infine lo) sgretolamento del corallo, (qui una virgola) portando alla morte questa specie già  a rischio. Per evitare tali problemi, i Corsola tendono a vivere negli oceani tropicali dove (dov') è possibile vederne intere colonie, ciò tuttavia ne limita lo spazio, sebbene molti di loro non hanno (abbiano) bisogno di muoversi e spesso rimangono (rimangano) fermi tutta la vita, tanto che esistono alcune città  costruite sopra a queste colonie, (qui un punto e virgola) differentemente da ciò che si possa pensare, questa pratica non danneggia i Pokémon, ma al contrario, lì (li) protegge da eventuali attacchi dall'alto, un punto in cui non possono difendersi, quindi queste costruzioni umane hanno aiutato la sopravvivenza della specie. I Corsola che hanno sviluppato i rami più lunghi offrono riparo per i pesci più piccoli, ma a lungo andare tali rami possono dare fastidio, solo in questi casi la rimozione dei rami ne è consentita ed è una merce comune fra le città  portuali.

Nonostante non possano fare molto in battaglia se non curare loro stessi ed altri, i Corsola restano esseri affascinanti che hanno permesso la costruzione di alcune città  e di aiutarne l'economia. Se siete allenatori e apprezzate (metterei "che apprezzano") il corallo e avete sempre voluto avere un Pokémon che lo rappresentasse, allora i Corsola fanno al caso vostro. State attenti ai prodotti che vengono usati nelle piscine prima di lasciarvi il vostro Corsola, (qui un due punti) non vorreste (credo "vorrete", ma sono in dubbio) di certo vedere il vostro Pokémon rossa (rosa) brillante perdere il loro (suo) colore e ammalarsi!


Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme

Molto interessante Remoriad, ma io ho sempre pensato che fosse una simbiosi tra una remora e una larva di polpo che la ricopre interamente (trasparente per l'assenza di organi sviluppati). La remora porta in giro la larva e ne permette il nutrimento mentre la larva permette alla remora di attaccarsi ad altri pesci tramite delle rudimentali ventose. Quando la remora trova un Mantine però, essendo quest'ultimo ricoperto da un liquido denso simile a muco che permette l'aggancio anche senza ventose, la remora si libera della larva che è costretta a trovarsi un altro pesce simbiontico. Questo è anche il motivo per cui Remoriad quando si attacca a Mantine resta comunque in squadra

Almeno io la vedo così

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme

Mmm non li facevo così interessanti, li ho sempre snobbati se devo essere sincera ed ero stra convinta che fossero pesci D: E io che mi chiedevo: come caspita fa un pesciolino a diventare un polpo :fg: ?


 



Remoraid (noto come Pokémon Jet) è un Pokémon relativamente comune di tipo Acqua che vive nei corsi d'acqua dolce, nei fiumi e in alcuni corpi d'acqua salata delle regioni di Johto, Unima, Kalos e del Settipelago. Anche se piccoli e vulnerabili agli attacchi, i Remoraid sono esseri molto interessanti che dimostrano quanto le apparenze possono (possano, credo) ingannare. Sebbene non riescano ad avere ottime potenzialità  in lotta, questo non è un problema, visto che hanno una versatilità  e capacità  tali da poter colpire nemici che dovrebbero essere fuori dalla loro portata!

Similmente agli Horsea, i Remoraid cacciano piccoli insetti che volano vicino al loro habitat sparando loro addosso, l'unica differenza è che essi usano l'acqua, mentre gli Horsea usano l'inchiostro. Questi Pokémon possono ingurgitare grandi quantità  d'acqua che viene poi espulsa dalla bocca ad una pressione e velocità  altissime grazie ai muscoli addominali, la potenza è tale che riescono a colpire anche bersagli distanti 100 metri, senza contare che hanno una mira strabiliante; questa (quest') abilità  può anche essere usata al contrario, per darsi propulsione in modo da sfuggire ai predatori. Nonostante il loro habitat e la loro anatomia, i Remoraid possono apprendere in natura molte mosse apparentemente inspiegabili, (qui un punto e virgola) questa (per cambiare mettiamo "tale") anomalia sembra sia dovuta ad una mutazione genetica, per questo possono conoscere attacchi quali Psicoraggio e Raggioaurora. Anche se hanno molte capacità  interessanti, la loro pelle è molto sottile e quindi vengono facilmente messi fuori combattimento prima di avere l'occasione di reagire, ecco perché sono presi così poco in considerazione rispetto ad altri Pokémon Acqua puri.

Un errore estremamente comune è quello di credere che i Remoraid siano dei pesci, ma la verità  è tutt'altra, (qui un due punti) in realtà  essi sono larve di polpo che si limitano ad imitare i pesci, (qui metterei un punto e virgola) certo guardandoli esternamente la cosa sembra ridicola, ma analizzando la struttura interna di questi Pokémon si può notare che è totalmente differente da quella dei pesci; ecco perché la protuberanza che hanno sulla fronte si può attaccare alle superfici lisce, perché in realtà  non è altro che una ventosa in via di sviluppo. Questo loro aspetto è il motivo per cui riescono a sopravvivere, visto che molti di loro si attaccano alle pinne dei Mantine per protezione e per mangiarsi senza problemi i loro avanzi. In questo stadio i Remoraid diventano semi-permanenti ai Mantine e non si staccano mai finché non si avvicinano all'evoluzione, a quel punto andranno nei fondali marini per evitare predatori e per permettere lo sviluppo del loro corpo.

Non saranno certo i Pokémon più affettuosi e con le migliori capacità  combattive, ma senza dubbio i Remoraid sono esseri affascinanti in grado di apprendere attacchi che quasi ogni Pokémon Acqua può solo sognarsi. Fino all'evoluzione (Questo lo toglierei, ricordiamoci la maiuscola dopo) difficilmente riuscirete a sfruttarli al meglio, ma se volete potete attaccarlo al vostro Mantine per aumentarne le capacità  combattive finché non si evolve!


Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme

Molto interessante Remoriad, ma io ho sempre pensato che fosse una simbiosi tra una remora e una larva di polpo che la ricopre interamente (trasparente per l'assenza di organi sviluppati). La remora porta in giro la larva e ne permette il nutrimento mentre la larva permette alla remora di attaccarsi ad altri pesci tramite delle rudimentali ventose. Quando la remora trova un Mantine però, essendo quest'ultimo ricoperto da un liquido denso simile a muco che permette l'aggancio anche senza ventose, la remora si libera della larva che è costretta a trovarsi un altro pesce simbiontico. Questo è anche il motivo per cui Remoriad quando si attacca a Mantine resta comunque in squadra

Almeno io la vedo così

Il fatto è che di Remoraid se ne parla sempre come fosse un organismo unico, quindi ho preferito usare la spiegazione adottata anche da RJ (circa) per spiegarlo :)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme

Crea un account o accedi per commentare

E' necessario essere iscritto a Pokémon Millennium per poter commentare

Crea adesso un account

Registra un nuovo account nella nostro forum. E' semplice!

Crea un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui!

Accedi adesso

  • Utenti nella discussione   0 utenti

    Nessun utente registrato sta visualizzando questa pagina.

×

Importanti informazioni

Per usare il nostro forum è necessario accettare i nostri Termini di utilizzo, la nostra Privacy Policy, il nostro Regolamento ed essere a conoscenza che per rendere la navigazione migliore utilizziamo i cookie sul tuo dispositivo. Puoi modificare le impostazioni cookie oppure accettare per accettarle.