Vai al commento

Archiviata

La discussione è ora archiviata e chiusa ad ulteriori risposte.

Zarxiel

Analisi sulle Mosse

Recommended Posts

Supercollisione Solare

Spoiler

Con l'essenza degli Ultramondi stessi incorporata nella sua incredibile potenza, Supercollisione Solare è indubbiamente un attacco devastante che sfrutta le capacità uniche di Solgaleo e di Necrozma Criniera del Vespro per distruggere avversari di qualsiasi forma e dimensione, indipendentemente dalla loro abilità. Considerata la Mossa Z peculiare di Solgaleo (sebbene possa essere usata da Necrozma fondendosi con Solgaleo per assumere la forma Criniera del Vespro), Supercollisione Solare consiste nell'accumulare una grande quantità d'energia negativa nel corpo (nel caso di Solgaleo facendogli assumere la sua Fase Sole Nascente) per poi trasportare l'avversario in un Ultramondo per poi energizzare il proprio corpo con l'energia assorbita oltre a quella luminosa, per poi schiantarsi contro il bersaglio rotolando come una palla e con una forza d'impatto superiore a quella di un meteorite. Sebbene sia un attacco estremamente raro da vedere in azione, sono davvero pochi i Pokémon in grado di resistere alla potenza aliena che questa bestia può esercitare nelle giuste circostanze.

Supercollisione Solare è una particolare Mossa Z che può essere usata solamente da Solgaleo o da Necrozma Criniera del Vespro se hanno il Solgaleium Z e possono usare l'attacco Astrocarica. Di fatto questa mossa altro non è che una versione potenziata di Astrocarica, che può essere appresa solamente da Solgaleo e da Necrozma Criniera del Vespro, mantenendo i suoi effetti ed amplificando la sua potenza. Quando viene eseguita, il Pokémon tramite il cristallo Z sentirà la sua potenza a causa dell'energia che fluisce nel proprio corpo, permettendogli di usare la sua mossa principale con una potenza che merita d'essere temuta. Quando Solgaleo raccoglie l'energia necessaria per aprire un Ultravarco, creando una sorta di terzo occhio sulla sua fronte, esattamente sopra i due normali occhi, questo serve per mettere a fuoco l'energia negativa accumulata per farlo entrare nella sua Fase Sole Nascente, Necrozma invece non ha bisogno di assorbire quest'energia, dato che già fluisce in grande quantità in lui. Mentre Astrocarica di fatto non prevede la creazione di un Ultravarco, durante l'esecuzione di Supercollisione Solare, parte dell'energia in eccesso viene usata proprio per aprirne uno per portare sia l'utilizzatore che l'avversario in un Ultramondo per breve tempo, potenziando le capacità del responsabile, poi l'energia fluisce nel suo corpo circondandolo da uno scudo di luce accecante formato sia da energia luminosa che negativa. Una volta che è totalmente carico, l'utilizzatore avanzerà contro il bersaglio rotolando formando una sorta di palla col corpo per schiantarsi su di esso con una forza perfino maggiore di quella di una meteora, causando danni catastrofici. Dal momento che l'attacco usa principalmente l'energia luminosa, esso ha proprietà di tipo Acciaio, e nonostante non sembri avere alcun effetto particolare, in realtà ne possiede uno che rende la mossa perfetta per le lotte più strategiche se usata a dovere, infatti l'uso dell'energia negativa garantisce delle caratteristiche ultraterrene in grado di annullare per pochi secondi qualsiasi abilità sia di Pokémon organici che meccanici, riuscendo a danneggiare il nemico indipendentemente dalla sua abilità, permettendo a chi la usa non solo di causare danni immensi (senza considerare che può l'attacco può essere influenzato dagli effetti di strumenti come la Roccia di Re), ma anche di dimostrare all'opponente che non sempre affidarsi completamente all'abilità del proprio Pokémon è una tattica efficiente.

 

Contrastare Supercollisione Solare: A causa delle sue caratteristiche uniche, non esiste modo per contrastare o schivare direttamente Supercollisione Solare, però una forte corazza metallica può aiutare a ridurre i danni inflitti dal colpo, ma una più debole non potrà fornire una grande protezione, mentre una rocciosa rischia di amplificarne i danni, inoltre non c'è modo di aggirare i suoi effetti secondari, se non cercare di non fare troppo affidamento sull'abilità dei propri Pokémon per eventuali strategie.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme


Deflagrazione Lunare

Spoiler

Con l'essenza degli Ultramondi stessi incorporata nella sua incredibile potenza, Deflagrazione Lunare è indubbiamente un attacco devastante che sfrutta le capacità uniche di Lunala e di Necrozma Ali dell'Aurora per distruggere avversari di qualsiasi forma e dimensione, indipendentemente dalla loro abilità. Considerata la Mossa Z peculiare di Lunala (sebbene possa essere usata da Necrozma fondendosi con Lunala per assumere la forma Ali dell'Aurora), Deflagrazione consiste nell'accumulare una grande quantità d'energia negativa nel corpo (nel caso di Lunala facendole assumere la sua Fase Luna Piena) per poi trasportare l'avversario in un Ultramondo per poi energizzare il proprio corpo con l'energia assorbita oltre a quella spirituale, per poi rilasciarla sotto forma di sei raggi d'energia distruttiva che vanno ad unirsi creando un unico enorme raggio capace di devastare quasi chiunque. Sebbene sia un attacco estremamente raro da vedere in azione, sono davvero pochi i Pokémon in grado di resistere alla potenza aliena che questa bestia può esercitare nelle giuste circostanze.

Deflagrazione Lunare è una particolare Mossa Z che può essere usata solamente da Lunala o da Necrozma Ali dell'Aurora se hanno il Lunalium Z e possono usare l'attacco Raggio d'Ombra. Di fatto questa mossa altro non è che una versione potenziata di Raggio d'Ombra, che può essere appresa solamente da Lunala e da Necrozma Ali dell'Aurora, mantenendo i suoi effetti ed amplificando la sua potenza. Quando viene eseguita, il Pokémon tramite il cristallo Z sentirà la sua potenza a causa dell'energia che fluisce nel proprio corpo, permettendogli di usare la sua mossa principale con una potenza che merita d'essere temuta. Quando Lunala raccoglie l'energia necessaria per aprire un Ultravarco, creando una sorta di terzo occhio sulla sua fronte, esattamente sopra i due normali occhi, questo serve per mettere a fuoco l'energia negativa accumulata per farla entrare nella sua Fase Luna Piena, Necrozma invece non ha bisogno di assorbire quest'energia, dato che già fluisce in grande quantità in lui. Mentre Raggio d'Ombra di fatto non prevede la creazione di un Ultravarco, durante l'esecuzione di Deflagrazione Lunare, parte dell'energia in eccesso viene usata proprio per aprirne uno per portare sia l'utilizzatore che l'avversario in un Ultramondo per breve tempo, potenziando le capacità del responsabile, poi l'energia va a focalizzarsi in sei punti diversi attorno all'utilizzatore prima di rilasciare le energie negative e spirituali combinate generando un raggio energetico su ciascuno di questi sei punti, che poi vanno a convogliarsi nel punto esatto dove si trova l'avversario, creando un unico e massiccio raggio d'energia capace di causare danni catastrofici. Dal momento che l'attacco usa principalmente l'energia spirituale, esso ha proprietà di tipo Spettro, e nonostante non sembri avere alcun effetto particolare, in realtà ne possiede uno che rende la mossa perfetta per le lotte più strategiche se usata a dovere, infatti l'uso dell'energia negativa garantisce delle caratteristiche ultraterrene in grado di annullare per pochi secondi qualsiasi abilità sia di Pokémon organici che meccanici, riuscendo a danneggiare il nemico indipendentemente dalla sua abilità, permettendo a chi la usa non solo di causare danni immensi (senza considerare che può l'attacco può essere influenzato dagli effetti di strumenti come la Roccia di Re), ma anche di dimostrare all'opponente che non sempre affidarsi completamente all'abilità del proprio Pokémon è una tattica efficiente.

 

Contrastare Deflagrazione Lunare: A causa delle sue caratteristiche uniche, non esiste modo per contrastare o schivare direttamente Deflagrazione Lunare, inoltre qualsiasi tipo di corazza risulterà inutile per limitarne i danni, inoltre non c'è modo di aggirare i suoi effetti secondari, se non cercare di non fare troppo affidamento sull'abilità dei propri Pokémon per eventuali strategie.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme

Sbalorditesta

Spoiler

Dalla potenza devastante ed estremamente pericoloso per praticamente chiunque sia coinvolto nell'esplosione, l'attacco Sbalorditesta è una mossa maligna che fa letteralmente saltare in aria l'opposizione per causare gravi danni a chiunque si trovi sul raggio d'azione dell'esplosione. Considerata la mossa peculiare dei Blacephalon, Sbalorditesta consiste nella decapitazione dell'utilizzatore per poi fargli lanciare la sua stessa testa, ricoperta da un materiale esplosivo, contro l'avversario, facendola esplodere all'impatto e causando danni tali da far stremare al suolo chiunque non sia abbastanza resistente o non riesca a sopportare questi tipi di attacchi. Nonostante porti l'utilizzatore a causarsi gravi danni, considerando la sua potenza è un rischio che vale la pena correre, specie quando l'avversario non se l'aspetta e usa un Pokémon incapace di resistere ad un colpo del genere.

Anche se i Blacephalon usano la maggior parte dei loro attacchi di tipo Fuoco incendiando un gas infiammabile che fuoriesce dal foro che è il loro collo, la testa possiede un segreto mortale che la rende l'arma perfetta per devastare quasi ogni avversario abbiano davanti. Dal momento che il loro sistema nervoso centrale è posizionato solamente nel corpo e non nella testa, e dato che sia la testa che gli occhi possono essere rigenerati tramite le loro energie, questi esseri non hanno veramente bisogno della testa per restare in vita, perciò possono recidersi il legame d'energia spirituale che la tiene abbastanza salda al corpo per afferrarla e lanciarla come fosse un proiettile. Sebbene inizialmente ciò non sembri un grosso problema, la superficie della testa è ricoperta da un materiale esplosivo, che verrà innescato se applica sufficiente forza, facendo esplodere la testa all'impatto generando un'intensa esplosione termica di luci colorate capace di provocare ingenti danni a qualsiasi cosa si trovi nelle sue vicinanze. Purtroppo questa mossa costringe il Blacephalon ad usare il 50% circa delle sue forze combattive totali per rigenerare una nuova testa, il che significa che anche nel pieno delle forze, questo attacco può essere eseguito solo due volte prima che l'utilizzatore vada fuori combattimento. Nonostante i grossi danni che l'utilizzatore riceve, la potenza della mossa è pari a quella di Incendio o di Eruzione a piena potenza ed ha un'ottima precisione in normali circostanze, inoltre, come queste ultime, può essere influenzata dagli effetti di strumenti come la Roccia di Re e può addirittura colpire tutti i Pokémon circostanti durante le lotte multiple, anche i propri alleati, con solo una riduzione di potenza del 25% circa. L'uso di questo attacco è estremamente rischioso in molte battaglie, ma vista l'incredibile potenza con cui vengono eseguiti gli attacchi speciali dall'unica specie in grado di apprenderlo, esso può facilmente far saltare in aria pressoché qualsiasi avversario, lasciando un messaggio chiaro e diretto che nessuno dovrebbe mai prendere in giro un Blacephalon.

 

Contrastare Sbalorditesta: A causa della sua natura prettamente esplosione e del fatto che richieda un contatto indiretto per l'esecuzione, non esiste alcun modo per contrastare o schivare direttamente Sbalorditesta. Una corazza rocciosa può aiutare a ridurre i danni inflitti dal colpo, mentre una metallica rischia di amplificarne i danni. Sbalorditesta è un attacco estremamente raro che però ha un grosso prezzo da pagare dopo la sua esecuzione, ma è quasi impossibile vederlo in azione, tuttavia se si dovesse affrontare un Blacephalon, è altamente consigliata la massima cautela e l'uso di Pokémon con alta resistenza agli attacchi speciali, dato che i danni che l'utilizzatore subisce dopo il suo utilizzo possono essere sfruttati solo se il proprio Pokémon è ancora in grado di contrattaccare dopo l'uso di questa devastante mossa.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme

Ombrafurto

Spoiler

Nonostante le sue proprietà non siano del tutto chiare e il suo funzionamento sia un mistero, l'attacco Ombrafurto resta una mossa potente capace di ribaltare la situazione se l'avversario dovesse cercare di potenziarsi. Considerata la mossa peculiare di Marshadow, l'attacco Ombrafurto fa si che l'utilizzatore sfrutti le sue avanzate capacità spirituali basate sulla mimica rubando i potenziamenti dell'avversario per poi svanire nella sua ombra per attaccarlo con una violenta raffica di colpi ravvicinati. Non è tra i più potenti attacchi che ci sono in giro, ma se usato contro i nemici giusti, può conferire a Marshadow una marcia in più, rendendo non solo inutile qualsiasi tattica basata sul potenziamento delle proprie statistiche, ma anche alquanto dolorosa.

Marshadow è specializzato nell'imitare le capacità combattive di altri Pokémon per potersi potenziare, permettendogli di usare questo potente attacco per mettere in difficoltà qualsiasi avversario che usa il potenziamento delle proprie statistiche come fondamento della propria strategia. In pratica Ombrafurto è suddiviso in due fasi, eseguite così velocemente da avvenire in un tempo molto breve. Durante la prima fase, Marshadow creerà un legame spirituale che servirà da ponte tra esso e l'avversario, in questo modo può copiare ogni alterazione di combattimento positiva che ha reso l'avversario più forte, imitandolo, tuttavia, quando questo legame viene spezzato, il bersaglio sarà colpito da una raffica di energia spirituale interna, che annullerà tutti i suoi potenziamenti, come fossero stati effettivamente rubati da Marshadow. Subito dopo, inizia la seconda fase, e Marshadow striscerà rapidamente nell'ombra del nemico fondendosi con essa, per poi colpirlo da sotto con una raffica di pugni impregnati d'energia spirituale, causandogli danni considerevoli. Nonostante la mossa possa ancora essere bloccata da Protezione o tecniche simili, a causa del legame formato tra l'utilizzatore ed il bersaglio, il Sostituto sarà del tutto inutile, perciò l'attacco potrà aggirarlo senza problemi. Non è sicuramente tra le mosse più convenzionali, ma può rivelarsi un'arma micidiale se usata contro nemici che godono nel potenziarsi per affrontare i propri opponenti, visto che può ritorcere contro al mittente la sua stessa tattica in un colpo spettrale a sorpresa, per questo Ombrafurto è perfettamente in grado di ribaltare totalmente la situazione, potendo addirittura creare un combattente inarrestabile.

 

Contrastare Ombrafurto: A causa delle sue caratteristiche uniche, non c'è modo per contrastare o schivare direttamente Ombrafurto, inoltre qualsiasi tipo di corazza risulterà inutile per limitarne i danni. Ombrafurto è una mossa esclusiva ed è quasi impossibile vederla in azione, perciò non dev'essere considerata una grande minaccia, ma se si dovesse affrontare Marshadow, solamente Pokémon con alta resistenza fisica e l'evitare l'uso di qualsiasi mossa che vada a potenziare il proprio Pokémon può aiutare a contrastarlo, dato che poi sarà quasi impossibile fermare Marshadow una volta che avrà rubato i potenziamenti del proprio Pokémon per combattere.

 

Colpo Eptastellare Rubanima

Spoiler

Eseguito e potenziato dall'oscurità che genera le ombre, Colpo Eptastellare Rubanima è un attacco devastante capace di causare danni immensi e dimostrare cos'è veramente in grado di fare il leggendario Marshadow. Considerata la Mossa Z peculiare di Marshadow, Colpo Eptastellare Rubanima consiste nell'esecuzione di sette pugni consecutivi da parte dell'utilizzatore mentre il suo corpo è impregnato d'energia spirituale altamente concentrata, per poi colpire con un calcio in salto che provoca una massiccia esplosione d'energia spirituale. Questo attacco potrebbe non avere alcuna particolarità da renderlo letale dal punto di vista di effetti secondari, ma resta una mossa maligna capace di mostrare a persone e Pokémon le reali capacità combattive di Marshadow senza che debba usare quelle di altre forme di vita.

Colpo Eptastellare Rubanima è una particolare Mossa Z che può essere usata solamente da Marshadow se ha il Marshadium Z e può usare l'attacco Ombrafurto. Di fatto questa mossa altro non è che una versione potenziata di Ombrafurto, che però sacrifica le sue proprietà peculiari in favore di una potenza nettamente superiore. Normalmente Marshadow deve poter imitare le capacità combattive degli altri per usare la maggior parte degli attacchi ravvicinati, ma quando è energizzato dal suo unico cristallo Z, il suo spirito combattivo si intensifica al punto tale da ignorare per breve tempo le sue capacità d'imitazione per potenziare le sue stesse capacità per eseguire un devastante attacco che deriva solamente da lui. Durante l'esecuzione, il corpo di Marshadow viene impregnato d'energia spirituale e poi eseguirà sette pugni consecutivi contro il nemico, e a causa dell'immensa quantità d'energia spirituale di cui è stato infuso, questi attacchi vengono scagliati contro l'avversario a distanza, formando un pattern di colpi che ricorda il simbolo delle Mosse Z. Ad ogni modo ogni pugno nasconde una brutta sorpresa, visto che va ad infondere il nemico con un energia spirituale instabile che va ad accumularsi fino all'ultimo pugno. Subito dopo Marshadow concentrerà tutta l'energia del cristallo Z rimanente per balzare in aria per poi sferrare un calcio volante, durante quest'ultimo colpo, Marshadow si fonderà con l'ombra del bersaglio per trapassarlo letteralmente, in modo che impieghi un po di tempo prima che faccia effetto, in modo che tutta l'energia spirituale accumulata dalla vittima si scateni, causando un'esplosione capace di infliggere danni mostruosi. Nonostante la mossa non abbia alcuna caratteristica particolare ed infligga solamente danni, rimane comunque devastante, dimostrando cos'è capace di fare Marshadow se dovesse fare affidamento solamente sulle proprie capacità ed il proprio istinto.

 

Contrastare Colpo Eptastellare Rubanima: A causa delle sue caratteristiche uniche, non esiste modo per contrastare o schivare direttamente Colpo Eptastellare Rubanima, inoltre qualsiasi tipo di corazza risulterà inutile per limitarne i danni.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme

Geyser Fotonico

Spoiler

Dalla potenza impressionante capace addirittura di abbattere gli avversari più resistenti, l'attacco Geyser Fotonico è indubbiamente una mossa unica capace di sfruttare le migliori caratteristiche offensive dell'utilizzatore per permetterne il miglior uso possibile in qualsiasi situazione. Considerata una delle mosse peculiare di Necrozma, Geyser Fotonico consiste nella generazione e nel lancio di un globo formato di ultraluce che esplode ai piedi del bersaglio, rilasciando una potente scarica d'energia. Anche se è necessaria una buona pianificazione per permettere a Necrozma di sfruttare al meglio questo attacco, nel migliore dei casi può rendere del tutto inutile le proprietà difensive del nemico, se preso alla sprovvista.

Anche se esistono diversi tipi di attacchi che usano l'energia luminosa come fonte principale per causare danni, nel caso di Necrozma la cosa è ben diversa, visto che usa dell'energia luminosa con un'impronta energetica anormale che è ben diversa dalla luce che noi vediamo nel nostro universo, visto che alimentata dall'energia psichica anziché da una qualche altra fonte energetiche, perciò possiede le caratteristiche del tipo Psico, e viene denominata ultraluce per distinguerla dalla normale luce. Questa particolare energia ha proprietà essenziali che ha permesso che la vita prosperasse e si evolvesse a ciò che noi conosciamo oggi, ma se usata in maniera altamente concentrata, come questo attacco, allora può rivelarsi estremamente dannosa garantendo caratteristiche difficili da aggirare. Durante l'esecuzione di Geyser Fotonico, Necrozma concentra l'ultraluce che ha in corpo in un globo d'energia instabile per poi lanciarlo ai piedi. Normalmente l'attacco causa danni fisici quando colpisce l'avversario, ma se dovesse impattare sul terreno, essa si destabilizza esplodendo e generando un geyser di luce causando ugualmente danni. L'attacco non solo è molto potente e capace di causare grossi danni, ma per via delle proprietà uniche dell'ultraluce, esso può rivelarsi una vera minaccia, il motivo però non è del tutto chiaro, nonostante ciò, Necrozma riesce sempre a sfruttare la sua caratteristica offensiva migliore, riuscendo a manipolare completamente il proiettile causando danni che possono colpire il nemico dall'esterno, influenzando la sua resistenza fisica o dall'interno, influenzando la sua resistenza agli attacchi speciali. Il modo in cui Necrozma sceglie di attaccare dipende quale tra la sua forza fisica o la sua potenza nell'uso degli attacchi speciali sia maggiore, permettendogli di sfruttare la sua caratteristica offensiva migliore in qualsiasi situazione. In aggiunta, la mossa può essere influenzata dagli effetti di strumenti come la Roccia di Re, rendendola un'arma ancora più letale che permette di sfruttare la caratteristica difensiva minore del nemico e/o quella offensiva migliore di Necrozma, offrendo una versatilità da renderla difficile da contrastare.

 

Contrastare Geyser Fotonico: A causa delle proprietà uniche dell'ultraluce usata in questo attacco, non c'è modo per contrastare o schivare direttamente Geyser Fotonico. Le corazze metalliche più resistenti possono aiutare a ridurne i danni, mentre quelle rocciose o metalliche più deboli difficilmente possono fare altrettanto. Sicuramente Geyser Fotonico è una mossa che quasi nessuno vedrà mai, perciò non dev'essere una grossa preoccupazione, ma se si dovesse affrontare Necrozma, una forte resistenza equilibrata è l'unica cosa che possa ridurre le potenzialità di questo attacco, caso contrario, si dovrà ipotizzare quale caratteristica offensiva sia la maggiore del nemico ed agire di conseguenza.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme

Fotodistruzione Apocalittica

Spoiler

Dalla potenza distruttiva e perfettamente capace di devastare chiunque ne sia vittima, l'attacco Fotodistruzione Apocalittica è una mossa mostruosa capace di incenerire la terra sottostante e perfino in grado di distruggere chiunque sia così folle da affrontare Necrozma nel pieno delle forze in combattimento. Considerata la Mossa Z peculiare di Necrozma, Fotodistruzione Apocalittica consiste nel generare un massiccio globo instabile di ultraluce per poi scagliarlo contro il nemico facendolo esplodere in una possente scarica d'energia luminosa. Certamente vederla in azione è una cosa altamente improbabile, ma dinnanzi alla potenza distruttiva di questo feroce attacco, pochi Pokémon possono davvero resistere ad esso, specie senza venirne accecati.

Fotodistruzione Apocalittica è una particolare Mossa Z che può essere usata solamente da UltraNecrozma se ha l'UltraNecrozmium Z e può usare l'attacco Geyser Fotonico. Di fatto questa mossa altro non è che una versione potenziata di Geyser Fotonico, che può essere appresa solamente da Necrozma, riuscendo ad aggirare qualsiasi protezione fornita dall'abilità del nemico. L'attacco funziona in maniera molto simile a Geyser Fotonico dato che consiste nella generazione di un globo di ultraluce instabile che viene poi scagliato contro l'avversario, provocando un'immensa esplosione sfavillante di ultraluce, tuttavia, questo globo è estremamente più grande (tanto da superare perfino UltraNecrozma) e a causa dell'enorme energia necessaria per eseguirlo, nessuna forma di Necrozma è capace di eseguire l'attacco, neppure quelle fuse, ma solo UltraNecrozma ne è in grado. Durante la mossa esso sfrutta maggiormente l'energia psichica, anziché basarsi quasi esclusivamente in quella luminosa, non solo conferisce le sue stesse caratteristiche elementali della mossa originaria, va offre anche una potenza raddoppiata, garantendo anche proprietà che rende l'attacco ancora più distruttivo di quanto non sia già. Proprio come Geyser Fotonico, l'uso della mossa in se dipendono direttamente da Necrozma, in modo da poter manipolare il colpo per colpire esternamente il bersaglio, andando ad infierire sulla sua resistenza fisica, o interni, infierendo sulla resistenza agli attacchi speciali, l'uso dipende da quale tra la sua forza fisica o la sua potenza nell'uso degli attacchi speciali sia maggiore, permettendogli di sfruttare la sua caratteristica offensiva migliore in qualsiasi situazione, inoltre la potenza gli permette di attingere alla stessa energia usata dalle altre Ultracreature leggendarie, permettendogli di caricare l'attacco anche con energia negativa per concedergli le stesse proprietà di Astrocarica e Raggio d'Ombra permettendogli di infliggere danni indipendentemente dall'abilità dell'avversario. Tutto ciò rende questa mossa un'arma accecante e letale che permette di sfruttare la caratteristica difensiva minore del nemico e/o quella offensiva migliore di Necrozma, riuscendo anche ad aggirare l'abilità nemica, rendendo questo attacco quasi del tutto impossibile da contrastare.

 

Contrastare Fotodistruzione Apocalittica: A causa delle sue caratteristiche uniche, non esiste modo per contrastare o schivare direttamente Fotodistruzione Apocalittica, però le corazze metalliche più resistenti possono aiutare a ridurne i danni, mentre quelle rocciose o metalliche più deboli difficilmente possono fare altrettanto, inoltre non c'è modo di aggirare i suoi effetti secondari, se non cercare di non fare troppo affidamento sull'abilità dei propri Pokémon per eventuali strategie.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme
Visitatore
Questa discussione è stata chiusa, non è possibile aggiungere nuove risposte.

  • Utenti nella discussione   0 utenti

    Nessun utente registrato sta visualizzando questa pagina.

×
×
  • Crea...

Importanti informazioni

Per usare il nostro forum è necessario accettare i nostri Termini di utilizzo, la nostra Privacy Policy, il nostro Regolamento ed essere a conoscenza che per rendere la navigazione migliore utilizziamo i cookie sul tuo dispositivo. Puoi modificare le impostazioni cookie oppure accettare per accettarle.