Vai al commento

Vi ricordiamo di usare lo spoiler per parlare di argomenti inerenti a Pokémon Let's Go, Pikachu! e Pokémon Let's Go, Eevee! nella discussione inerente.


Bambole di novembre

Contest di spriting

Accedi per seguire questo  
Zarxiel

Analisi sui Pokémon Roccia

Recommended Posts

Inviato (modificato)

Roccia

Pokémon GO - Gestein-Icon.png

Introduzione

Spoiler

Il tipo Roccia è spesso visto in cattiva luce a causa dei suoi evidenti difetti e per le limitate potenzialità combattive, tuttavia, i Pokémon di questo tipo sono molto efficaci in grado di causare molti danni e con una resistenza eccezionale, più di quasi ogni altro tipo di Pokémon. Molti allenatori possono familiarizzare con il tipo Roccia già all'inizio della loro carriera, ma raramente sfruttano le loro vere potenzialità, andando a preferire Pokémon più versatili e difficili da sconfiggere anche nelle situazioni più disperate, ciò però è un grave errore, visto che i Pokémon Roccia sono tra i migliori Pokémon offensivi spesso anche con una grande resistenza fisica, rendendoli perfetti contro avversari con mosse limitate. Anche se non hanno la versatilità di altri tipi più orientati sull'attacco fisico, questi riescono a svolgere un ottimo lavoro, influenzando anche la psicologia del nemico, per questo possono diventare combattenti eccezionali che solo Pokémon con mosse superefficaci possono contrastare.

Poteri ed attributi

Spoiler

Il tipo Roccia è uno dei due tipi (l'altro è Acciaio) caratterizzati dalla corazza naturale di cui dispongono questi Pokémon. Essi sviluppano una corazza rocciosa a causa dell'assunzione di minerali naturali, poi il 5/15% di essa viene espulsa dal corpo sotto forma d'acqua per poi indurirsi, ottenendo una consistenza rocciosa. Nonostante tutto, questa loro armatura è debole alle reazioni chimiche dovute all'acqua e a delle sostanze presenti nelle piante, per questo motivo tendono ad essere inefficaci contro Pokémon Erba o Acqua. In compenso però, questi Pokémon sopportano tranquillamente temperature elevatissime e danni fisici di qualsiasi entità, a meno che non siano adattati a spaccare la corazza nemica, di conseguenza ciò limita moltissimo i Pokémon Roccia ad avere ruoli difensivi; sebbene molti di essi siano estremamente resistenti ai danni fisici, la loro scarsa resistenza speciale e lentezza li rendono bersagli facili per gli allenatori più esperti. In natura, questa loro corazza naturale è perfetta per il suo scopo, tanto che prosperano benissimo, basti pensare che i Geodude tendono a superare il numero di rocce effettive del loro habitat naturale. Offensivamente, i Pokémon Roccia tendono a basarsi sull'attacco fisico e su colpi contundenti come Sassata o Frana, in modo da schiacciare letteralmente i loro avversari, tuttavia esistono alcuni attacchi speciali classificati come Roccia, come ad esempio Forzantica o Gemmoforza. In circostanze normali, questi Pokémon sono adatti per un combattimento difensivo, in cui possono resistere ai colpi più deboli ed intimidire gli avversari con la loro resistenza per poi schiacciarli con la loro potenza. Con un po' di fortuna ed allenamento, potrete trasformarli in combattenti offensivi difficili da abbattere e nonostante siano così comuni, sono pochi i tipi che hanno sviluppato una resistenza ai loro attacchi.

Categorie di Classificazione

Spoiler

Ci sono in tutto ben 62 specie di Pokémon Roccia conosciute, 13 di esse sono classificate come Roccia puri, mentre i restanti 49 sono di doppio tipo, 35 sono Pokémon Roccia primari e 14 sono Pokémon Roccia secondari.

 

Pietre Animate: Geodude, Graveler, Golem, Onix, Sudowoodo, Nosepass, Lunatone, Solrock, Regirock, Bonsly, Probopass, Roggenrola, Boldore, Gigalith, Carbink e Diancie (incluso MegaDiancie)
Queste creature sono caratterizzate dalla mancanza di tessuto organico nel loro corpo e non sono di conseguenza considerati esseri viventi, sebbene esistano delle eccezioni, come i Golem (che sono totalmente organici, eccezion fatta per il loro guscio). Quelli più degni di nota sono Regirock e la famiglia evolutiva di Roggenrola, in quanto impossibili da classificare in ogni modo come esseri viventi visto che non possiedono nemmeno componenti organici nel proprio corpo e sono invece animati semplicemente dal loro nucleo (per la famiglia evolutiva di Roggenrola) o da attività elettrica (per Regirock). Tutti loro dispongono di un'alta resistenza fisica e possono apprendere molti attacchi potenti, seppure le mosse che apprendono siano molto limitate in termini di varietà.

 

Rettili: Larvitar, Pupitar e Tyranitar (incluso MegaTyranitar)
La famiglia evolutiva di Larvitar è l'unica tra i rettili ad aver sviluppato una corazza totalmente rocciosa e sono in grado di usare attacchi Roccia con molta efficacia, cosa dimostrata dal fatto che i Larvitar possono apprendere Frana prima ancora di evolversi. Lo stadio da bozzolo dei Larvitar, in cui vengono chiamati Pupitar, è diverso da ogni altri Pokémon che sfrutta il bozzolo per raggiungere la maturità, dato che questi hanno una grande potenzialità offensiva, per questo i Pupitar non sono nemmeno considerati bozzoli veri e propri. Lo sviluppo per lo stadio adulto, Tyranitar, di solito impiega molto tempo, ma sono tra i più potenti Pokémon esistenti in natura, in grado di causare devastazione e di schiacciare gli avversari prima ancora che possano reagire.

 

Mammiferi/Simil-Mammiferi: Rhyhorn, Rhydon, Aron, Lairon, Aggron, Rhyperior, Terrakion, Rockruff e Lycanroc
Quasi tutti questi Pokémon sono classificati come mammiferi, altri invece hanno semplicemente caratteristiche anatomiche tipiche di questi esseri, anche se in realtà sono rettili. Tutti loro sono noti per avere sia un'impressionante resistenza fisica che una notevole forza fisica, senza contare che sono tra i più potenti Pokémon Roccia in assoluto e sono tra i Pokémon più popolari tra gli allenatori, anche per la loro possibilità di apprendere molte mosse tramite MT ed MN, ma nessuno di loro è veloce o agile in battaglia, le uniche eccezioni a tutto ciò sono Terrakion e Lycanroc (in entrambe le forme), i quali sono abbastanza agili da poter attaccare per primi nella maggior parte delle battaglie.

 

Crostacei: Dwebble e Crustle
I membri della famiglia di Dwebble si differenziano molto dagli altri crostacei, dal momento che usano delle rocce per formare la propria dimora, il che li porta ad avere una grande resistenza fisica e capacità offensive paragonabili a quelle dei Pokémon Roccia, motivo per cui sono classificati come tali. Anche se hanno solo capacità offensive decenti e lasciano a desiderare nello spostarsi velocemente, sono tra le poche specie in grado di apprendere naturalmente Devastomasso e ciò li rende avversari temibili in lotta.

 

Organismi Oceanici: Corsola e Relicanth
I Corsola e i Relicanth sono totalmente diversi sia in termini di anatomia che di comportamento, ma sono gli unici Pokémon Roccia ancora esistenti a vivere solamente in ambienti marini e vivono solamente in acqua salata, calda e nei tropici. I Corsola sono creature molto semplici che per vivere dipendono dal corallo che hanno nel corpo e che difendono con la vita, ma non sono molto adatti alla battaglia. I Relicanth d'altro canto sono noti per essere ottimi combattenti difensivi, nonostante le loro bizzarre capacità, tanto che sono tra le poche specie in grado di apprendere Zuccata e a resistere al contraccolpo, motivo per cui sono classificati con l'abilità Testadura.

 

Cirripedi: Binacle e Barbarcle
Questi esseri altro non sono che cirripedi estremamente evoluti, in quanto non solo dimostrano di avere un'intelligenza fuori dal comune, ma sono anche in grado di combattere molto bene, potendo sfruttare attacchi devastanti come Incrocolpo o Capocciata quando completamente evoluti. Anche se l'intelligenza con cui sono catalogati è dovuta all'insieme di orgasmi di cui sono composti, sembra che singolarmente tendano addirittura a litigare fra loro, ciò può renderli difficili da controllare in battaglia se i componenti che formano queste creature vanno in disaccordo, ma quando lavorano insieme possono attaccare con una brutalità e ideare tattiche che vanno ben oltre quelle della maggior parte dei Pokémon Roccia.

 

Batteri Termofili: Magcargo
I Magcargo altro non sono che lo stadio adulto degli Slugma che sono cresciuti al punto di evolversi, quindi non sono veramente due specie distinte, ma sono classificati come tali perché il tempo che necessitano per svilupparsi porta una parte del loro corpo a raffreddarsi e ad indurirsi formando un sottile, ma resistente guscio roccioso che protegge il loro morbido e malleabile corpo. Anche se questo può essere facilmente rotto, i Magcargo possono rigenerarlo e ricrearlo quasi istantaneamente.

 

Muffe: Shuckle
Gli Shuckle sono un tipo avanzatissimo di muffa, la quale ha sviluppato una sua sensibilità tramite mutazioni rapide e radicali. Dal momento che il loro corpo è così morbido che perfino un coltello da burro può tagliare una loro appendice, sono soliti usare il loro acido per scavare nella roccia e crearsi un guscio roccioso che usano per difendersi. Sebbene questo impedisca loro di muoversi rapidamente o di colpire con forza, l'uso costante di questi acidi permette la fermentazione delle bacche all'interno del proprio guscio e ha portato loro a rivestirlo con il succo di bacche che producono per renderlo ancora più resistente ai colpi nemici, tanto da poter resistere addirittura agli attacchi specializzati nel danneggiare le corazze (ovvero gli attacchi Lotta), rendendoli i Pokémon Roccia e Coleottero più resistenti in assoluto. Anche se offensivamente sono inadatti alla battaglia, essendo anche i Pokémon con la maggiore resistenza fisica e speciale, l'utilizzo di Ingannoforza permette loro di accrescere la propria potenza offensiva in modo innaturale, rendendoli attaccanti inarrestabili.

 

Pokémon Fossili: Omanyte, Omastar, Kabuto, Kabutops, Aerodactyl (incluso MegaAerodactyl), Lileep, Cradily, Anorith, Armaldo, Cranidos, Rampardos, Shieldon, Bastiodon, Archen, Archeops, Tirtouga, Carracosta, Tyrunt, Tyrantrum, Amaura ed Aurorus
Tutte queste creature rappresentano tutte le specie che fino ad oggi sono state riportate in vita grazie a campioni genetici presenti in rari fossili. Nella stragrande maggioranza dei casi, il materiale genetico viene perduto durante la fossilizzazione, in quanto i resti organici sono sostituiti da materiale roccioso, ma in certi casi, dei campioni si mantengono nei fossili; sebbene non sia sufficiente per essere studiato, grazie a delle macchine avanzatissime è possibile ricostruire le parti danneggiate di DNA per poi usarlo per riportare in vita questi Pokémon estinti. Ovviamente gli esemplari creati presentano differenze rispetto agli esemplari originali, visto che le parti di DNA ricreate sono fatte secondo teorie e congetture logiche su come queste specie fossero in passato. Dal punto di vista biologico e comportamentale però, sono totalmente identici ai loro antenati, mostrandoci com'era la vita in passato. Il processo di resurrezione non è perfetto e i Pokémon che subiscono tale processo sviluppano una pelle rocciosa, differente da quella che avevano in origine, per questo sono tutti classificati come Pokémon Roccia.

 

Abitanti del Sub-Spazio: Minior
Nati da nanoparticelle mutanti organiche che si sono fuse in un'entità semi senziente dopo essere stati sottoposti ad intense radiazioni. I Minior sono bizzarre creature che vivono principalmente sullo strato dell'ozono, nutrendosi di particelle di polvere e minerali come fonti d'energia. Queste creature sono state trovate sulla Terra solo dopo essere precipitate dal cielo per essere diventati troppo pesanti per continuare a galleggiare sullo strato dell'ozono. Sebbene questo materiale in eccesso permetta loro di creare un guscio protettivo che li avvolge proteggendoli dai pericoli, è tuttavia molto fragile, e di solito basta un attacco ben assestato per sgretolarlo, rivelando il nucleo della creatura all'interno; questo è un vantaggio per loro, visto che diventano più veloci ed il loro potenziale offensivo aumenta mentre sono in questo stato, e solo in questa forma possono tornare nello strato dell'ozono per continuare a vivere in pace.

 

Ultracreature: Nihilego e Stakataka
Anche se il corpo dei Nihilego sembra essere molle e composto da una sostanza gelatinosa, la loro forma corporea è composta da uno strano tessuto e ha bizzarre caratteristiche fisiche che non sono mai state riscontrate in nessun altro tessuto vivente noto, ma hanno delle accomunanze con certi materiali sensibili agli urti. Quando questa membrana viene colpita s’indurisce diventando simile alla pietra, proteggendoli dai danni fisici basici, ma lasciandoli vulnerabili a quelli in grado di incrinare le corazze, inoltre sembra anche dissolversi a contatto con l'acqua e con energie vegetali, tuttavia sembra resistere ai danni di tipo Volante, Fuoco ed in particolare Veleno a causa della struttura molecolare della membrana. Considerando queste caratteristiche, che fanno sì che il loro corpo reagisca come un’armatura rocciosa, sono classificati in parte di tipo Roccia. A confronto con i Nihilego, la classificazione degli Stakataka al tipo Roccia è ben più ovvia dato che il loro corpo è composto da un materiale organico simile alla pietra che garantisce loro un'enorme resistenza fisica rendendoli quasi del tutto impenetrabili, cosa dovuta anche ad un aggiuntivo strato metallico che rinforza i bordi esterni di ogni singola unità vivente che compone le creature.

 

Multigeni: Silvally (Tipo Roccia)
Queste creature sono forme di vita sintetiche basate su una combinazione di componenti robotici e tessuto cellulare basato su ogni singolo tipo Pokémon. Essi sono stati creati per dare la caccia alle Ultracreature e dovevano essere dotati di un Sistema Primevo sperimentale che avrebbe permesso loro di sfruttare la potenza di qualsiasi tipo esistente, in modo da avere un vantaggio contro qualsiasi nemico che avrebbero potuto incontrare. Tuttavia tutte e tre le creature prototipo hanno respinto il Sistema Primevo una volta installato e si sono ribellate, di conseguenza fu prodotto qualcosa per limitare la loro potenza e sigillare parte del loro potere per renderli nuovamente docili e controllabili. Dopo ciò il loro nome originale fu cambiato da Omnitipo a Tipo Zero per riflettere questo loro fallimento; tuttavia in seguito si scoprì il modo per far emergere il loro vero potere, ovvero stringere un legame d'amicizia con loro. Solo dopo aver stabilito un rapporto di fiducia queste bestie sarebbero state in grado di rimuovere i loro inibitori di potenza e avere il pieno controllo sulle loro abilità, causandone l'evoluzione in Silvally e potendo anche sfruttare la potenza e la versatilità del Sistema Primevo.

 

Super-Entità: Arceus (Tipo Roccia)

Arceus è il Pokémon che si pone al di sopra di qualsiasi altro Pokémon esistente, visto come il creatore dell'universo e un organismo simile ad una divinità, infatti gli avvistamenti di Arceus sono stati estremamente pochi durante tutta la storia dell'umanità, rendendo le informazioni riguardo i suoi poteri limitate. Sappiamo che nonostante sia normalmente di tipo Normale può apprendere quasi qualsiasi attacco e ha la capacità di mutare la propria biologia e quindi può ottenere le caratteristiche di qualsiasi tipo classificato fino ad ora, grazie a questa capacità assieme all'attacco Giudizio può essere riconosciuto tra gli esseri più potenti conosciuti.

Tipi avvantaggiati/svantaggiati (offensivo)

Spoiler

Vantaggi contro il tipo Volante: Siccome questi Pokémon tendono ad essere leggeri per poter sostenere il volo in quasi tutte le specie, i Pokémon Volanti hanno anche corpi fragili e possono quindi essere danneggiati con attacchi estremamente brutali, caratteristica che quasi tutti gli attacchi Roccia possiedono, visto che dipendono dalla forza bruta per essere eseguiti, riuscendo a schiacciare con facilità i Pokémon Volanti e causando loro molti danni, per questo sono deboli contro i Pokémon Roccia.

 

Vantaggi contro il tipo Coleottero: Il concetto è simile a quello dei Pokémon Volanti e sebbene l'esoscheletro dei Coleotteri sia fatto in modo da assorbire con facilità colpi a concussione, non sono adatti a sopportare danni così violenti come quelli degli attacchi Roccia, per questo questi Pokémon sono così vulnerabili a tali colpi.

 

Vantaggi contro il tipo Fuoco: I gas infiammabili o altre fonti di combustione usate dai Pokémon Fuoco per sfruttare le loro abilità, possono essere involontariamente accesi quando colpiti da violenti urti, cosa che accade spesso quando colpiti da attacchi Roccia, ottenendo effetti imprevisti.

 

Vantaggi contro il tipo Ghiaccio: Differentemente dai Pokémon Terra, i Pokémon Roccia non sono deboli all'acqua congelata, inoltre, lo shock fisico causato dagli attacchi Roccia è tale da perforare facilmente le corazze ghiacciate o di causare più danni ai Pokémon con molto grasso corporeo, per questo quasi tutti i Pokémon Ghiaccio sono facili bersagli per i Pokémon Roccia.

 

Svantaggi contro il tipo Terra: Anche se resistenti ai normali assalti, gli effetti delle onde sismiche e le qualità erosive tipiche degli attacchi Terra, porta i Pokémon Roccia ad essere più cauti contro questi nemici, cercando di avvicinarsi il meno possibile a questi avversari, quindi psicologicamente sono portati a colpire con meno forza del normale.

 

Svantaggi contro il tipo Lotta: I Pokémon Lotta sono famosi per la loro capacità di spaccare le corazze dei loro avversari, di conseguenza Pokémon che ne fanno uso tendono a temerli. Questo impatto psicologico di solito non affetta i Pokémon Acciaio, ma per quelli Roccia è tutta un'altra faccenda, tanto che temendoli li attaccano meno violentemente di quanto facciano contro altri avversari.

 

Svantaggi contro il tipo Acciaio: Già il fatto che le corazze rocciose non garantiscono alcuna resistenza particolare agli attacchi Roccia, fa capire che quelle metalliche invece resistono facilmente ad essi, non a caso i Pokémon Acciaio resistono con estrema facilità a questi attacchi brutali, subendo solo qualche danno ed ammaccatura.

Tipi avvantaggiati/svantaggiati (difensivo)

Spoiler

Resistente al tipo Normale: Uno dei più grandi vantaggi dei Pokémon con una corazza rocciosa rispetto a quelli senza, consiste nel ridurre i danni subiti da attacchi Normali, dal momento che non hanno proprietà elementali o caratteristiche fisiche con cui riescano ad aggirare la protezione rocciosa.

 

Resistente al tipo Volante: Come per gli attacchi Normali, la corazza rocciosa riesce ad assorbire i danni degli attacchi Volanti con poca fatica, in quanto non riescono a trapassare questa protezione.

 

Resistente al tipo Veleno: Le corazze rocciose, come si può immaginare, agiscono da deterrente contro gli attacchi Veleno, che siano essi fisici o a distanza come Acido o Acidobomba, annullando parte degli effetti venefici visto che alcune sostanze non riescono a passare la corazza e ad andare in contatto con la parte interna del Pokémon. Tuttavia, siccome le armature rocciose sono porose, alcune tossine riescono a passarvi attraverso, per questo i Pokémon Roccia non sono immuni agli attacchi Veleno, né tanto meno all'avvelenamento.

 

Resistente al tipo Fuoco: Differentemente dai Pokémon Acciaio, che hanno corazze migliori, quelle rocciose riescono a sopportare e ad assorbire un'enorme quantità di calore prima che raggiungano il punto di fusione, riducendo di conseguenza i danni dovuti ad attacchi Fuoco.

 

Debole al tipo Acqua: Le qualità erosive dell'acqua, le quali hanno efficacia anche sulle rocce più grandi, sono più che sufficienti per danneggiare le corazze rocciose, visto che questi colpi ad alta pressione riescono anche a rompere parti della protezione o causare disagi minori. Questo è senza dubbio uno dei maggiori punti deboli dei Pokémon Roccia, motivo per cui sono inadatti a combattere contro Pokémon Acqua.

 

Debole al tipo Erba: I Pokémon Erba hanno l'abilità naturale di danneggiare la roccia e con il passare del tempo addirittura convertirla in terriccio dopo moltissimi anni. Queste loro abilità fisiche e chimiche funzionano anche contro le armature rocciose, le quali vengono danneggiate o rotte tramite reazioni chimiche e fisiche dovute agli attacchi di origine vegetale.

 

Debole al tipo Terra: Nonostante l'enorme resistenza, le corazze rocciose di solito sono inflessibili, rendendole vulnerabili ad attacchi basati sul fango o sulla sabbia, ma soprattutto contro le onde sismiche, visto che la pressione interna che possono creare in queste armature naturali è tale da portare gravi danni ad essa o addirittura distruggerla completamente.

 

Debole al tipo Lotta: I Pokémon Lotta sono famosi per la loro capacità di spezzare le corazze nemiche, sfruttando attacchi che esercitano una pressione tale in un punto specifico che le armature non flessibili vengono danneggiate. Gli attacchi basati sull'aura invece riescono a passare attraverso questa protezione, cosa che accade sia per i Pokémon Roccia che per quelli Acciaio, dimostrando che la loro alta resistenza fisica non è sufficiente per avere la meglio contro questi lottatori.

 

Debole al tipo Acciaio: Mentre le corazze rocciose sono fatte in modo tale da resistere agli attacchi più convenzionali, non sono in grado di resistere ad attacchi di proprietà simili, ma ancora più brutali, ciò vale sia per gli attacchi fisici che quelli speciali, e gli unici colpi che tendono ad essere più violenti di quelli Roccia sono quelli Acciaio, visto che questi assalti riescono a penetrare e danneggiare la protezione rocciosa dell'avversario.

Difficoltà ad usarli/Requisiti per allenamenti specializzati

Spoiler

Curiosamente il tipo Roccia è molto diverso dagli altri, questo perché possono essere usati tanto bene dagli allenatori più giovani per tattiche difensive, quanto da quelli più esperti, ma sono spesso ignorati dagli allenatori medi. Per prima cosa, l'elevata resistenza fisica dei Pokémon Roccia può essere utile per garantire un notevole sostegno difensivo agli allenatori inesperti che non hanno accesso a molte specie; tuttavia con il tempo questi allenatori tendono a sostituire questi Pokémon difensivi con altri più versatili (motivo per cui sono rari tra gli allenatori medi), però quando un allenatore diventa più esperto torna a prenderli in considerazione a causa della loro resistenza al calore e alla brutalità di come attaccano, pur riuscendo a resistere ai danni fisici. Solitamente i Pokémon Roccia si limitano ad apprendere mosse di tipo Roccia, Normale, Terra e talvolta Acciaio per poter attaccare, ma esistono altre specie di doppio tipo, che possono apprendere mosse più variegate e diventare più pericolosi anche con l'uso di MT ed MN. Solitamente i Pokémon Roccia sono meno intelligenti rispetto ai Pokémon di altri tipi e quindi può risultare più difficile allenarli adeguatamente, fortunatamente però, nella stragrande maggioranza dei casi, non appena raggiungono lo stadio adulto hanno già abbastanza esperienza per combattere efficacemente, compensando il loro scarso intelletto. I Pokémon Roccia durante le prime fasi di vita, raramente si dimostrano pericolosi, visto che sono incapaci di usare attacchi Roccia in modo da mettere a rischio la sicurezza altrui (sebbene esistano eccezioni come Onix). Quando si evolvono, normalmente l'allenatore e il Pokémon hanno già stretto un legame d'amicizia, quindi non dovrebbe esserci nessun rischio alla propria salvaguardia. E' altamente raccomandato che solo allenatori con forti Pokémon Erba o Acqua affrontino questi Pokémon selvatici quando completamente evoluti, visto che alcune specie come Golem o Gigalith sono capaci di causare ingenti danni nelle zone circostanti, se irritati. Ovviamente le strategie difensive sono le migliori per queste creature, ma le più efficaci restano quelle che sfruttano sia le capacità difensive che offensive del Pokémon, dato che riescono facilmente a sopportare numerosi attacchi nemici, eccezion fatta per quelli superefficaci. Difficilmente gli allenatori riescono a sfruttare i Pokémon Roccia al meglio a meno che non si impegnino sul serio, ma quelli pronti ad apprendere le migliori strategie difensive e a sfruttare la loro brutalità negli assalti, saranno ben soddisfatti di poter sfruttare tattiche che pochi altri riescono ad usare con destrezza, basta solo stare attenti ad affrontare Pokémon Acciaio, Lotta o Terra completamente evoluti, visto che i loro colpi sono particolarmente devastanti contro questi Pokémon rocciosi.

Geodude

074 Geodude20940b_de7ebe5fe7a44105a77c6dbc9749806d~mv2.webp

Spoiler

Geodude (noto come Pokémon Roccia) è un Pokémon comune di tipo Roccia/Terra (Roccia/Elettro nella regione di Alola) che vive nelle zone montane e nelle grotte delle regioni di Kanto, Johto, Hoenn, Sinnoh, Unima, Kalos ed Alola. Spesso disprezzati dagli allenatori per quanto sono comuni e per la difficoltà di sconfiggerli a causa della loro resistenza, i Geodude sono comunque creature fedeli che possono causare non pochi problemi al vostro avversario in battaglia, se ben allenati. Certo, non saranno molti veloci, né tantomeno in grado di colpire decentemente con attacchi speciali (per non parlare della resistenza ad essi), ma quando si tratta di usare il proprio peso per colpire o di mimetizzarsi fra la rocce, poche altre creature possono eguagliare queste rocce viventi!
La famiglia evolutiva dei Geodude ancora oggi rappresenta un mistero per la scienza moderna, in quanto hanno del tessuto organico nella parte interna del corpo, ma il loro corpo è formato quasi interamente da roccia e sebbene ci siano altre specie con proprietà simili, i Geodude sono così affascinanti perché sono molto comuni in molte regioni dell'Asia e alcune in Nord America (anche se in quest'ultimo caso è dovuto perché importati dall'uomo), ciò normalmente non dovrebbe essere un problema, se non fosse che i Geodude assomiglino in tutto e per tutto a delle rocce vere e proprie quando non si muovono e distinguerli è quasi impossibile, dal momento che tengono le braccia raggomitolate, finché non si sentono minacciati. Quando dormono sono soliti seppellire per metà il proprio corpo, in modo che così non vengano attaccati dai predatori, il che causa difficoltà agli allenatori o ai viaggiatori che tendono a calpestarli per sbaglio, scatenando la furia del Pokémon in questione e inizieranno ad inseguire il colpevole finché non si calmeranno. Ciò rappresenta un serio problema per chiunque viaggi in zone montane o in grotte.
Avendo un corpo tondeggiante, i Geodude sono soliti spostarsi rotolando in terreni pianeggianti e in pendii, cosa che fanno spesso la mattina quando vanno alla ricerca di rocce e muschio di cui si nutrono, ma rialzarsi poi non è così semplice. Sebbene i Geodude possano sfruttare il magnetismo per levitare per brevissimo tempo, ciò non è sufficiente a proteggerli dagli attacchi Terra e quindi non possono nemmeno spostarsi rapidamente senza usare i pendii, per questo la specie ha sviluppato le braccia, in modo da usarle per camminare o per arrampicarsi sulle rocce in maniera simile all'uomo, quando non riescono a levitare, ciò garantisce loro un grande vantaggio in battaglia, visto che così facendo estendono la portata del loro attacco Sassata oltre i limiti che la loro stazza permetterebbe (ciò li aiuta anche a colpire i passanti che li calpestano per sbaglio). Differentemente dalle evoluzioni, i Geodude non sono capaci di riparare il proprio corpo, ecco perché con il tempo diventano sempre più lisci e tondi a causa degli agenti atmosferici e dell'erosione; fortunatamente, visto che si evolvono abbastanza presto, è quasi impossibile che ciò raggiunga livelli tali da diventare preoccupante, senza contare che la loro forma tonda li rende più facili da afferrare, tanto che non è raro che alcuni li lancino pensando siano semplici rocce, portandoli ad attaccare i responsabili, ecco perché sono visti in cattiva luce da molte persone.

E' noto che i Geodude sono una delle poche specie di Pokémon che possiedono una variante unica della regione di Alola. In questa regione queste creature sono classificate di tipo Roccia/Elettro e hanno l'abilità Magnetismo anziché Testadura o in rarissimi esemplari Pellelettro invece di Sabbiavelo; inoltre possono apprendere le mosse Sottocarica, Scintilla, Tuonopugno e Scarica al posto di Fangata, Magnitudo, Battiterra e Terremoto. Differentemente dalle normali varianti di Geodude pesantemente sporche di fango e polvere, i Geodude di Alola possiedono grandi concentrazioni di minerali magnetici nei loro corpi, causati dalle rocce magmatiche e dal suolo ricchi di metalli, di conseguenza il loro corpo è naturalmente magnetizzato, motivo per cui sono classificati con il tipo secondario Elettro anziché Terra. I materiali magnetici sono soliti aderirsi alla superficie del loro corpo attratti dal loro magnetismo interno, che è più forte, formando spesso agglomerati cristallini su alcune parti del corpo. Entrare in contatto con questi Pokémon è sconsigliato, visto che al loro interno scorre energia elettrica; chiunque li calpesti sentirà un distintivo rumore metallico dovuto alla rottura di alcuni minerali, i quali rilasceranno una scarica elettrica che fulminerà chiunque li abbia calpestati. Fortunatamente questo meccanismo è utile per evitare comportamenti molesti, dal momento che chiunque lo faccia con cattiveria poi farà attenzione a non ripeterlo mai più. Anche se non sono tra i combattenti più forti, queste rocce viventi restano comunque molto utili in battaglia e possono anche apprendere alcune mosse Terra tramite MT, quindi la loro versatilità potrà essere un ottimo punto a favore durante le lotte.
Anche se faticano a spostarsi e risultano poco versatili, i Geodude restano creature dal cuore duro pronti ad abbattere chiunque sia così stupido da sottovalutarli in battaglia. Potrebbe bastare un unico attacco Acqua o Erba per metterli fuori combattimento, ma finché non combattete contro Pokémon simili, non dovreste trovare problemi a sfruttare le loro abilità. Quando finalmente si evolveranno in Graveler, non aspettatevi un miglioramento, visto che potreste rischiare solo che vi salti addosso!

Graveler

075 Graveler20940b_0281c571bca54a81b4b7daaf49ff3491~mv2.webp

Spoiler

Graveler (noto come Pokémon Roccia) è un Pokémon relativamente comune di tipo Roccia/Terra (Roccia/Elettro nella regione di Alola) che vive nelle zone montane e nelle grotte delle regioni di Kanto, Johto, Hoenn, Sinnoh, UnimaKalos e Alola. Anche se non sono robusti come altri Pokémon Roccia, i Graveler restano esseri potenti che non si faranno problemi a rotolare sopra chiunque sia così incauto da rimanere sul loro cammino. Sebbene non riescano a resistere agli attacchi speciali e non siano molto veloci, quando si parla di usare la forza bruta, questi mostri rocciosi possono mettere in seria difficoltà qualsiasi allenatore nella media!
A causa della loro massa e dimensioni maggiori, i Graveler perdono la capacità di levitare non appena i Geodude si evolvono, questo perché ormai fanno affidamento sulle gambe per spostarsi, ma come ci si può aspettare, ciò non è un grande miglioramento nella loro velocità, quindi per spostarsi usano un metodo molto semplice: rotolano, basti pensare che possono rannicchiarsi e rotolare nelle pianure sfruttando il loro peso, come se fossero in pendenza; quando invece rotolano su un piano inclinato, non si fermeranno fino a che non incontreranno un grosso ostacolo, visto che sono incapaci di cambiare direzione, ma in circostanze normali sono ancora in grado di fermarsi usando gli arti, di solito però continuano a rotolare schiacciando qualsiasi cosa sia sul loro cammino con noncuranza. Tutto ciò porta il loro corpo a scheggiarsi o a spaccarsi in certe zone, fortunatamente però sono in grado di rigenerarsi mangiando rocce e in natura sono pericolosi solo quando decidono di rotolare.
I Graveler si nutrono di rocce di qualsiasi dimensioni per rigenerare eventuali danni e per crescere, inoltre amano mangiarle in grandi quantità, ma non sono sufficienti per permettere loro di sopravvivere, il che ha senso considerando che sono in parte composti da parti organiche. Per integrare la loro dieta mangiano principalmente rocce ricoperte di muschio, in particolare quelle vicino alle scogliere, dove c'è molta umidità, per questo hanno sviluppato un secondo paio di braccia, in modo da poter raggiungere le pietre nelle zone più strette delle scogliere, mentre con le altre si tiene ancorato per non cadere. Nonostante ciò non incrementi molto le loro capacità offensive, questi Pokémon sono comunque in grado di mettere in difficoltà parecchi allenatori intermedi. E' interessante notare che per avere accesso alle pietre che tanto amano, sono soliti usare i loro corpi per arare le zone attorno a scogliere o montagne per crearsi un nido, il che è importante, dato che spendono quasi tutto il loro tempo ad arrampicarsi per cercare del cibo, che mangiano a quintali ogni giorno (ma solo parte di esso viene rielaborato in materiale roccioso che viene poi espulso all'esterno), poi rotolano verso il basso per ricominciare daccapo; questo li rende facili da individuare a vista e quando rotolano è ancora più facile a causa del frastuono causato quando sbattono contro massi ed alberi.

E' noto che i Graveler sono una delle poche specie di Pokémon che possiedono una variante unica della regione di Alola. In questa regione queste creature sono classificate di tipo Roccia/Elettro e hanno l'abilità Magnetismo anziché Testadura o in rarissimi esemplari Pellelettro invece di Sabbiavelo; inoltre possono apprendere le mosse Sottocarica, Scintilla, Tuonopugno e Scarica al posto di Fangata, Magnitudo, Battiterra e Terremoto. Proprio come la loro pre-evoluzione, i Graveler di Alola contengono grandi concentrazioni di minerali magnetici nel loro corpo che garantiscono loro proprietà del tipo Elettro, per questo possono essere più pericolosi da maneggiare sia dentro che fuori una battaglia rispetto alla loro variante normale. Nel caso dei Graveler di Alola, anziché nutrirsi del muschio che la loro controparte normale ama divorare, il loro cibo preferito è un minerale particolare noto come dravite, mangiandone addirittura mezza tonnellata ogni settimana, ma la cosa incredibile è che in realtà non ne hanno bisogno, visto che il loro corpo non riesce a smaltirla, quindi sembra semplicemente che amino il suo sapore. Dal momento che il loro corpo non riesce a gestire questo materiale, può accadere che emergano in superficie grossi cristalli di dravite accumulati allo stato solido, apparendo come strane escrescenze che fuoriescono dal corpo. Queste creature sono anche molto territoriali riguardo ai depositi di minerali, tanto da combattere tra loro se dovessero trovare depositi abbastanza grandi. Questa è sia una buona che una cattiva cosa, perché mentre i cristalli che crescono sul corpo rendono difficile per loro rotolare per attaccarsi l'un l'altro, eliminando dunque uno dei più grandi pericoli dovuti proprio alla loro variante normale, i campi elettromagnetici da loro generati se entrano in contatto violentemente con quelli di un loro simile creano una potente scarica di luce ed un’esplosione tonante che paralizzerà entrambi. Per questo motivo è consigliabile per qualsiasi essere umano stare alla larga da questi Pokémon quando sono in atto certi scontri: anche se sono spettacoli magnifici da vedere, c'è un alto rischio che possano causare cecità e folgorazione a causa delle scariche elettriche, per questo sono estremamente pericolosi e bisogna evitarli ad ogni costo.
Anche se non hanno capacità offensive o difensive così elevate da essere considerati delle minacce per allenatori esperti, i Graveler restano comunque creature pericolose che causano giustamente paura negli allenatori più inesperti ed incauti. Con accesso a molti attacchi RocciaTerra, oltre alle temibili tecniche Autodistruzione ed Esplosione, questi esseri rocciosi sono difficili da abbattere senza attacchi speciali. Se volete però che usino tutto il loro potenziale, allora avete bisogno di far scambio con un amico, altrimenti non riuscirete a farci molto e anche se alcuni potrebbero avere dei dubbi nel farlo, vedrete che i mostri che ne verranno fuori vi soddisferanno ampiamente!

Golem

Artwork076.png20940b_5f5f76c44c584a3a9c8662b3b3a3f726~mv2.webp

Spoiler

Golem (noto come Pokémon Megatone) è un Pokémon raro di tipo Roccia/Terra (Roccia/Elettro nella regione di Alola) che vive nelle zone montane, nei pressi di crateri vulcanici e nelle grotte delle regioni di Kanto, Johto, Hoenn, Sinnoh, Unima, Kalos ed Alola. Anche se come le pre-evoluzioni sono incapaci di sopportare gli attacchi speciali, i Golem restano colossi mostruosi in grado di schiacciare chiunque con il loro imponente corpo e l'enorme resistenza fisica. Potrebbero non essere molto socievoli, ma sapendo che neppure la dinamite può scalfire la loro corazza, difficilmente qualcuno può avere la meglio contro di loro usando solo attacchi fisici!
I Graveler normalmente non sono più in grado di evolversi e sono dunque considerati lo stadio adulto della specie, ma quando esposti a determinati campi magnetici (come quelli prodotti dalle macchine di scambio), i componenti organici del loro organismo prendono il sopravvento e diventano creature totalmente diverse, note come Golem. Anziché avere un corpo composto quasi interamente da roccia, i Golem sono totalmente organici, disponendo però di un guscio fatto di spesse lastre di pietra, le quali sono resistenti ad attacchi fisici, urti e addirittura alla dinamite, tanto da non subire neppure un graffio dalle esplosioni. Ciò li rende estremamente pericolosi e sono così resistenti che perfino un Machamp si ritroverebbe in difficoltà, visto che i suoi colpi non sono sufficienti a batterlo. Differentemente dall'aspetto però, il guscio in realtà è solo un esoscheletro che i Golem cambiano ogni anno per poter crescere e sebbene questa crescita sia quasi minima, la resistenza e pressione del guscio non consentirebbe al corpo di eseguirla. Curiosamente una volta che un Golem si strappa il guscio dal corpo, esso diventa estremamente fragile e basta solo toccarlo per farlo sbriciolare, probabilmente ciò è un meccanismo di difesa per impedire ad altri Pokémon di usare tale armatura contro i Golem stessi. Quando sono senza guscio, è possibile vedere la loro morbida e bianca pelle sottostante e quello è l'unico momento in cui sono realmente vulnerabili; in pochi minuti però il corpo già produce un nuovo guscio con le stesse proprietà fisiche di quello vecchio.
Proprio come i Graveler, i Golem fanno fatica a camminare e preferiscono spostarsi rotolando alla massima velocità possibile, cosa che riescono a fare dandosi uno slancio con l'aiuto del peso corporeo. Sempre come la loro pre-evoluzione, non hanno un totale controllo mentre rotolano, visto che non possono cambiare direzione, diventando parecchio pericolosi, basti pensare che è possibile vedere le tracce dei loro movimenti di quando sono scesi dalle montagne. Ormai sono state prese misure di sicurezza con delle scanalature attorno al loro habitat, in modo che non si allontanino troppo e che non causino problemi a zone abitate, nonostante siano Pokémon difficili da vedere in natura. Curiosamente i Golem sono incapaci di apprendere Rotolamento naturalmente come le loro pre-evoluzioni, in compenso però sono in grado di imparare Rulloduro, mossa che solo loro, la famiglia evolutiva di Venipede e i Guzzlord possono imparare, inoltre possono sfruttare l'enorme peso corporeo per eseguire l'attacco Pesobomba. Altra cosa degna di nota è che differentemente dai Graveler, i Golem usano le mosse Autodistruzione ed Esplosione anche quando non combattono, spesso per cercare di fermarsi infatti fanno esplodere il guscio, visto che tanto non subiscono danni poi così gravi e si riprendono subito dall'urto dell'attacco.

E' noto che i Golem sono una delle poche specie di Pokémon che possiedono una variante unica della regione di Alola. In questa regione queste creature sono classificate di tipo Roccia/Elettro e hanno l'abilità Magnetismo anziché Testadura o in rarissimi esemplari Pellelettro invece di Sabbiavelo; inoltre possono apprendere le mosse Sottocarica, Scintilla, Tuonopugno e Scarica al posto di Fangata, Magnitudo, Battiterra e Terremoto. I minerali magnetici che costituiscono gran parte del corpo dei Golem di Alola causano l'attrazione di minerali magnetici sulla superficie del loro guscio e della loro faccia, formando escrescenze minerarie distintive sul loro corpo. Ciò che rende l'elettricità prodotta dai Golem di Alola così interessante è lo sviluppo di una sorta di cannone-catapulta sulla loro schiena: sebbene questo impedisca loro di rotolare abilmente come la loro variante normale, ciò viene compensato dalla potenza di fuoco di questo dispositivo, con cui possono sparare massi elettricamente carichi in battaglia. Non si è ancora certi del perché abbiano sviluppato un simile sistema di difesa, ma si suppone sia per una maggiore efficienza nel proteggere il proprio territorio, infatti non si preoccupano della compagnia come i Graveler di Alola e proteggono ciò che appartiene a loro spaventando i nemici con quest'arma prima ancora che questi possano avvicinarsi alle loro risorse alimentari o al loro sito di nidificazione. I proiettili sparati da queste armi generano una massiccia esplosione elettromagnetica, quindi anche se dovessero sbagliare la traiettoria, l'energia elettrica rilasciata è tale da scaricarsi lungo il percorso, potendo causare intorpidimento o anche svenimento alle creature nelle vicinanze. Purtroppo il tempo necessario per caricare elettricamente un masso richiede molto più tempo di quanto non sembri; per risolvere questo problema i Golem di Alola possono anche afferrare un Geodude di Alola e spararlo, ma a loro non importa, visto che il loro corpo è abbastanza solido e resistente da poter resistere ad violenti impatti contro qualsiasi superficie, anche quando lanciati ad alta velocità. Quindi i Golem di Alola potrebbero non avere le stesse abilità delle loro varianti normali, ma possono senza dubbio usare strategie offensive a dir poco brutali per farsi valere in battaglia.
Difficili da danneggiare e ancora di  più da fermare quando iniziano a rotolare, i Golem sono delle vere e proprie unità di demolizione naturali, in grado di devastare qualsiasi cosa si pari loro davanti. Nonostante le mosse che apprendono siano limitate, con qualche MT e un allenamento adeguato, vedrete che diventeranno dei combattenti quasi invincibili che solo gli attacchi speciali possono contrastare. Se siete in gita nei pressi di qualche montagna e sentite forti rumori che si avvicinano provenienti dalla montagna stessa, allontanatevi o uscite delle scanalature di sicurezza: potrebbe essere una di queste bestie, e trovarsene una addosso non è proprio salutare!

Onix

Artwork095.png

Spoiler

Onix (noto come Pokémon Serpesasso) è un Pokémon relativamente comune di tipo Roccia/Terra che vive nelle grotte scure delle regioni di Kanto, Johto, Sinnoh, Unima e Kalos, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Hoenn ed Alola. Grossi come titani e difficili da scalfire, gli Onix sono enormi mostri capaci di schiacciare moltissimi avversari grazie alla loro grande resistenza fisica. Riuscire a sconfiggere questi serpenti senza attacchi speciali potrà rivelarsi un'impresa più ardua del previsto. Non avvicinatevi improvvisamente ad uno di loro, oppure verrete stritolati con più violenza di quanto potreste immaginare!
Gli Onix sono composti da roccia e non hanno quasi nessun componente organico, il quale è presente solo nella testa, tanto che l'età influisce molto sul loro aspetto. Il loro corpo è formato da piccole pietre ed enormi massi collegati fra loro tramite elettromagnetismo in un modo così saldo che è assolutamente impossibile staccarli; le pietre più grandi formano la parte superiore del corpo e sono ben visibili, i sassi invece oltre a formare l'estremità inferiore, sono presenti anche fra i grandi massi per poterli lubrificare, permettendo quindi che questi consentano il movimento. Mentre la maggior parte di essi si fondono automaticamente a loro mentre scavano, altre sono attaccate manualmente. Con il tempo, la forma delle rocce inizierà a diventare sempre più liscia diventando delle sfere quasi perfette con l'avanzare dell'età e a quel punto i sassi non saranno più necessari per permettere il movimento; quando ciò accade, intorno ai 100 anni d'età, scaveranno enormi gallerie dove rimarranno per anni in modo da sottoporsi ad enormi pressioni e temperature per temprarsi fino ad evolversi naturalmente in Steelix.
Nonostante le enormi dimensioni, gli Onix riescono a scavare attraverso la roccia e i detriti ad una velocità di 80 km/h mediante una torsione del corpo e dimenandosi, però ciò crea vibrazioni così intense da generare un rumore assordante e in rari casi addirittura terremoti quando scavano vicino alla superficie. Le enormi gallerie da loro create sono adoperate da altre specie come i Diglett e i Dugtrio, nelle quali formano intere colonie (il che ha senso, visto che prediligono vivere vicino alle stesse rocce dove scavano gli Onix). Mentre scavano, sono soliti divorare il terreno e le pietre che incontrano sul loro cammino, in questo modo riescono a rigenerare eventuali danni e a permettere una crescita lenta e costante del proprio corpo; inoltre non devono neppure preoccuparsi di perdersi, visto che il loro cervello possiede una zona che funge da bussola, così che non scavino troppo in profondità o si allontanino troppo dal proprio habitat, senza contare che così riescono anche ad evitare avversari che non possono sconfiggere, visto che la loro composizione rocciosa garantisce solo un'alta resistenza fisica, ma non possono sopportare danni dovuti da attacchi speciali. A causa del modo in cui i vari massi sono collegati fra loro, gli Onix sono incapaci di attaccare con molta potenza e in natura apprendono quasi solo mosse Roccia, Terra e Normale, in compenso però il loro attacco Legatutto è il più potente in assoluto (escludendo Steelix); è interessante notare però che gli Onix (e la loro evoluzione Steelix) possono apprendere, la mossa Dragospiro, ma la ragione non è del tutto compresa.
Tra le creature più grosse esistenti e impossibili da danneggiare con efficacia con attacchi fisici, gli Onix sono indubbiamente creature potentissime in grado non solo di scavare fra le zone più solide, ma possono addirittura sopportare gli attacchi più violenti. Nonostante non siano in grado di sopportare attacchi speciali o di attaccare con grande forza, in compenso però hanno una resistenza fisica superiore a quella di molti Pokémon completamente evoluti. Se mai doveste voler possedere uno di questi serpenti, non pensate neanche per un istante di usarli per scavare e stare con loro mentre lo fanno: difficilmente dei timpani umani possono reggere un frastuono così forte!

Rhyhorn

Artwork111.png

Spoiler

Rhyhorn (noto come Pokémon Punzoni) è un Pokémon relativamente non molto comune di tipo Terra/Roccia che vive nelle grotte, in zone montane e nelle savane delle regioni di Kanto, Sinnoh e Kalos, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Unima ed Alola. Anche se non sono così spensierati come gli Slowpoke nonostante le capacità intellettive simili, i Rhyhorn sono comunque bestie distruttive in grado non solo di abbattere avversari più grandi, ma anche muri in cemento con un unico attacco Incornata o Abbattimento, tuttavia non possiamo fare molto con questi loro comportamenti, visto che sono troppo stupidi per capire cosa stanno facendo!
Il corpo dei Rhyhorn è estremamente robusto e possiedono ossa 1000 volte più resistenti di quelle umane, infatti devono subire stress fisici molto intensi per sentire dolore, senza contare che questi rinoceronti dispongono di una pelle talmente resistente e spessa che hanno una resistenza fisica invidiabile, peccato però che hanno le normali debolezze dei Pokémon Terra e Roccia, motivo per cui sono classificati come tali. Nonostante la loro stazza, i Rhyhorn possono caricare molto velocemente, tanto che basta un colpo per spazzare via un auto, come fosse solo un oggetto da nulla. Altra cosa interessante è che hanno un metabolismo estremamente lento, quindi per sopravvivere mangiano pochissimo, il che è ottimo per gli allenatori incapaci di investire molto e che prediligono strategie offensive.
Queste bestie purtroppo hanno diversi punti deboli, ciò li rende difficili da controllare e da usare adeguatamente in combattimento. Per prima cosa, a causa delle ridotte dimensioni delle zampe, sono incapaci di cambiare direzione una volta che hanno iniziato a caricare, il che è problematico specialmente quando si combatte in spazi ristretti, poi hanno cervelli molto piccoli, quindi hanno capacità mentali estremamente limitate, tanto che hanno una memoria a breve termine e possono ricordarsi solo una cosa per volta, però anche questa non se la ricorderanno per molto tempo, basti infatti pensare che quando iniziano a caricare si dimenticano totalmente perché l'hanno fatto e solo nel 43% dei casi il Pokémon si ricorda il motivo, ma solo dopo che si è già schiantato. Pochissime cose possono essere convertite in ricordi a lungo termine per loro e differentemente da altre creature necessitano molto tempo per farlo, rendendoli generalmente ottusi ed inutili per qualsiasi lavoro manuale (come ad esempio lavori edili), inoltre, come per gli Slowpoke, anche loro hanno una risposta ritardata per il dolore, ma è molto più grave, tanto che i tempi in cui lo sentono possono variare dai 10 minuti fino alle 24 ore, quindi curarli da eventuali ferite non visibili risulta quasi impossibile. Di conseguenza sono pessimi per qualsiasi cosa, eccezion fatta per arrecare danni fisici, sebbene incapaci di affrontare nemici troppo veloci o agili, dunque non sono in grado di combattere decentemente fino all'evoluzione.
Nonostante tutti i difetti che possiedono, i Rhyhorn sono comunque creature che vanno rispettate e temute a causa della loro grande forza fisica, senza contare che la specie è protetta a causa dei vari bracconieri (dal momento che le loro pelli sono vendute a caro prezzo nel mercato nero). Sarà difficile per gli allenatori farli combattere bene, visto che di solito si limitano ad incornare qualsiasi cosa a caso, ma con la pazienza e il duro lavoro, vedrete che questi Pokémon non molto svegli potranno essere trasformati in combattenti degni di nota. Non fateli assolutamente arrabbiare: è già un miracolo se si ricordano il motivo per cui caricano, quindi non sperate neanche per un istante che si ricordino che siete il loro allenatore!

Rhydon

  112 Rhydon

Spoiler

Rhydon (noto come Pokémon Trapano) è un Pokémon non molto comune di tipo Terra/Roccia che vive nelle grotte, in zone montane, nelle savane e nelle zone vulcaniche delle regioni di Kanto, Sinnoh e Kalos, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Unima ed Alola. Sebbene non siano tra i combattenti più intelligenti, i Rhydon restano bestie feroci vulnerabili solamente agli attacchi speciali. Questi Pokémon hanno un vantaggio in più contro i Pokémon Elettro rispetto agli altri Pokémon Terra, quindi se ben usati, difficilmente possono essere sconfitti, visto che la maggior parte degli attacchi spesso nemmeno scalfisce la loro corazza naturale!
Come per i Rhyhorn, i Rhydon hanno ossa molto resistenti e con l'evoluzione sviluppano una corazza naturale, sebbene mantengano le stesse debolezze dei Pokémon Terra e Roccia. Questa loro corazza, non solo resiste benissimo ai danni fisici (i quali non li scalfiscono neanche), ma possono addirittura sopportare il contatto diretto con il magma, tanto da sopportare temperature fino a 2000° C, il che li rende molto più resistenti ai Pokémon Fuoco, per questo motivo alcuni esemplari possono vivere addirittura nei pressi di vulcani attivi senza alcun problema, senza contare che la maggior parte dei Pokémon che vivono in tali habitat sono svantaggiati contro questi rinoceronti. Nonostante tutti questi vantaggi, i Rhydon sono anche più sensibili al dolore rispetto ai Rhyhorn e dal punto di vista medico è difficile curarli in caso di danni gravi, fortunatamente però hanno una resistenza superiore, oltre ad avere capacità offensive maggiori grazie allo sviluppo della coda (la quale è così robusta da spaccare una parete) e una forza fisica incrementata, inoltre apprendono Martelpugno non appena si evolvono. Altro cambiamento importante che avviene grazie all'evoluzione riguarda il corno frontale, il quale ora ottiene la capacità di ruotare su se stesso grazie allo sviluppo di una complessa serie di muscoli che sfruttano l'aria compressa, funzionando come un trapano elettrico, solo più potente. Questa loro capacità viene usata in natura per creare enormi fori nei massi di qualsiasi dimensione, riuscendo addirittura a danneggiare il diamante grezzo, la maggior parte degli esemplari ha addirittura sviluppato un vantaggio in più contro i Pokémon Elettro grazie ad esso, visto che il movimento rotatorio attrae l'elettricità rendendoli dei veri e propri parafulmini viventi; sulla base di questo corno inoltre è presente una serie di nervi che scarica l'energia su tutto il corpo, amplificando la potenza degli attacchi speciali, sebbene i Rhydon non siano in grado di usarli con molta efficacia.
Il cambiamento più importante che avviene quando un Rhyhorn diventa un Rhydon è che camminano sulle zampe posteriori, ciò stimola la crescita del cervello rendendoli abbastanza intelligenti da combattere in modo decente; questo inoltre sembra rafforzare la teoria secondo cui il cervello dell'uomo abbia iniziato a svilupparsi solo quando la specie ha iniziato ad avere una postura eretta. I Rhydon ora sono perfettamente in grado di seguire strategie semplici ed obbediscono molto più facilmente rispetto alla loro pre-evoluzione, il che li rende non solo adatti a svolgere lavori manuali, ma anche a combattere seriamente e per essere allenati in modo più sicuro; come se non bastasse sono tra i pochi Pokémon Terra e Roccia abbastanza svegli da apprendere Surf (sfruttando la robusta coda per creare onde marittime), potendo addirittura nuotare visto che la corazza li protegge dall'acqua. Purtroppo hanno ancora una memoria a breve termine e possono iniziare ad attaccare senza neanche ricordarsi perché.
Nonostante non siano di molto aiuto contro avversari in grado di usare potenti attacchi speciali, i Rhydon restano Pokémon dall'immensa resistenza e forza fisica, in grado di mettere in enorme difficoltà chiunque in uno scontro corpo a corpo. Con una coda così forte che con un colpo possono abbattere un muro e con una forza fisica in grado di schiacciare qualsiasi avversario con scarse resistenze fisiche, di sicuro sottovalutare un Rhydon è tra gli errori più gravi che qualcuno possa compiere. Se volete sconfiggerne uno, usate un attaccante speciale forte, evitando però Pokémon Elettro, in caso contrario... vedrete i vostri Pokémon sbattuti e scaraventati via come fossero sassolini!

Omanyte

200px-Artwork138.png

Spoiler

Omanyte (noto come Pokémon Spirale) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Roccia/Acqua che viveva in ogni oceano del mondo, ma ormai in natura quasi non esiste più perché estinto. Riuscire a vederne uno è davvero difficile, tuttavia gli Omanyte restano creature affascinanti che riescono a far capire non solo agli allenatori, ma a qualsiasi persona come fosse la vita sul nostro pianeta milioni di anni fa. Certo, non sono in grado di causare molti danni, ma state certi che questi molluschi possono resistere ai colpi nemici con estrema facilità !

Gli Omanyte e la loro evoluzione Omastar rappresentano una delle diverse specie di Pokémon resuscitate dal materiale genetico dei fossili ritrovati (nel loro caso l'Helixfossile) e furono essenziali per farci capire come fosse il pianeta in antichità . Gli Omanyte e gli Omastar sono delle ammoniti antichissime che si sono estinte durante il Cretaceo, apparentemente dopo l'impatto di un meteorite; c'è da dire che hanno capacità  combattive differenti da quelle di altri Pokémon, il motivo di ciò non è ben chiaro, ma si suppone sia per il fatto che non potendo muoversi molto, il loro miglior mezzo di difesa sia proprio il loro guscio, infatti in realtà  sono molto più piccoli di quel che sembrano, ma a causa della conchiglia, che usano come casa mobile, sembrano più grandi. Questa loro conchiglia è vitale in quanto, nonostante limiti i loro movimenti, li protegge dai predatori acquatici, essa inoltre è per lo più vuota e possono riempirla con aria o acqua a seconda se vogliono risalire o affondare in base alla necessità . Questi esseri sono davvero pessimi nuotatori per via dell'eccessivo peso del guscio e non riescono a spostarsi molto, nonostante l'uso dei numerosi tentacoli, ma a parte questo difetto, la reintroduzione di questa specie nei mari moderni sembra essere stata più semplice del previsto.

Gli Omanyte non sono creature molto intelligenti e spendono gran parte di questo ciclo vitale mangiando plancton e aspettando che crescano fino ad evolversi, però possono apprendere vari attacchi sia speciali che fisici semi-deboli per difendersi dai predatori, ma spesso si dimostrano insufficienti; fortunatamente il loro spesso guscio riesce a proteggerli dalla maggior parte di essi, visto che è davvero difficile da distruggere, tuttavia ai tempi nostri esistono predatori che hanno appreso a spaccare le conchiglie delle prede per ottenere un pasto facile, cosa a cui questa specie non è abituata, di conseguenza, fino all'evoluzione, questi molluschi non sono altro che del cibo galleggiante per i predatori più esperti e temuti. Con l'allenamento, però, possono sviluppare un intelletto maggiore, visto che apprenderanno facilmente ad eseguire i comandi dell'allenatore, per questo motivo sono così ricercati sia dagli specialisti Roccia che da quelli Acqua.

Nonostante non siano in grado di apprendere molte mosse potenti prima dell'evoluzione, gli Omanyte restano combattenti difensivi di tutto rispetto capaci di causare parecchi problemi contro gli avversari più inesperti. Avendo a disposizione un buon mix di mosse Acqua e Roccia e una resistenza fisica in grado di mettere in difficoltà  addirittura un Machop, ve ne accorgerete da soli che questi piccoli molluschi hanno un ottimo potenziale. Non abituateli troppo agli abbracci: per ora non ci sono problemi, ma con l'evoluzione potrebbero anche cavarvi un occhio inconsapevolmente!

Omastar

200px-Artwork139.png

Spoiler

Omastar (noto come Pokémon Spirale) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Roccia/Acqua che viveva in ogni oceano del mondo, ma ormai in natura quasi non esiste più perché estinto. Potrebbero apparire più bizzarri che altro, però gli Omastar sono combattenti feroci che possono rendere inutile qualsiasi attacco nemico grazie alla loro grande resistenza e alle mosse Acqua. Se intendete usarli in lotta, è consigliabile non farli mangiare molto: già  è difficile per loro muoversi normalmente, ma se ciò dovesse succedere, la cosa si complicherebbe ancora di più!

Gli Omanyte e la loro evoluzione Omastar rappresentano una delle diverse specie di Pokémon resuscitate dal materiale genetico dei fossili ritrovati (nel loro caso l'Helixfossile) e furono essenziali per farci capire come fosse il pianeta in antichità . Gli Omanyte e gli Omastar sono delle ammoniti antichissime che si sono estinte durante il Cretaceo, apparentemente dopo l'impatto di un meteorite; c'è da dire che hanno capacità  combattive differenti da quelle di altri Pokémon, il motivo di ciò non è ben chiaro, ma si suppone sia per il fatto che non potendo muoversi molto, il loro miglior mezzo di difesa sia proprio il loro guscio, infatti in realtà  sono molto più piccoli di quel che sembrano, ma a causa della conchiglia, che usano come casa mobile, sembrano più grandi. Questa loro conchiglia è vitale in quanto, nonostante limiti i loro movimenti, li protegge dai predatori acquatici, essa inoltre è per lo più vuota e possono riempirla con aria o acqua a seconda se vogliono risalire o affondare in base alla necessità . Questi esseri sono davvero pessimi nuotatori per via dell'eccessivo peso del guscio e non riescono a spostarsi molto, nonostante l'uso dei numerosi tentacoli, ma a parte questo difetto, la reintroduzione di questa specie nei mari moderni sembra essere stata più semplice del previsto.

A differenza degli Omanyte, gli Omastar non si nutrono di plancton, bensì di creature ben più grandi che trovano in mare aperto, ciò è possibile grazie agli aguzzi spuntoni che hanno sviluppato sulla superficie del guscio, i quali non solo li rendono pericolosi negli scontri ravvicinati, ma possono anche essere sparati con Sparalance per colpire le prede lontane, nonostante la loro scarsa forza fisica. Quando riescono ad avvicinarsi alla preda, la catturano con i tentacoli per poi farla a pezzi con il becco e mangiarla; questo li farebbe apparire pericolosi, tuttavia a causa del guscio estremamente pesante, muoversi è molto difficile, ciò ha portato alla teoria che in realtà  non si siano estinti per via dell'impatto di un meteorite come si è a lungo creduto, ma perché semplicemente non riuscendo a raggiungere la preda a causa dell'eccessivo peso della conchiglia, sono morti di fame, questa teoria è stata supportata in seguito a numerose simulazioni. Nonostante questo loro grande difetto, gli Omastar non devono mai essere presi alla leggera in battaglia: queste feroci creature possono usare attacchi speciali superiori a quelli di qualsiasi Pokémon Roccia non leggendario.

Sebbene non siano abbastanza agili da poter sopravvivere per conto loro a causa del cibo, a differenza dei Pokémon Acqua moderni, gli Omastar restano avversari molto pericolosi, in grado di sfruttare potenti attacchi speciali e una notevole resistenza fisica in maniera incredibile. Considerando che sono molto temuti per il loro alto attacco speciale (motivo per cui il loro Idropompa è a dire poco micidiale), state certi che trovarsi questi molluschi corazzati in lotta è sempre un rischio. Si consiglia di farli lottare solo in acqua: visto che già  nel loro habitat naturale sono lenti, figuriamoci quando si trovano sulla terraferma!

Kabuto

200px-Artwork140.png

Spoiler

Kabuto (noto come Pokémon Crostaceo) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Roccia/Acqua che viveva negli oceani costieri poco profondi e nelle spiagge di tutto il mondo, ma ormai in natura quasi non esiste più perché estinto. Non sono certamente le creature più spaventose, ma i Kabuto restano combattenti feroci in grado di resistere ed infliggere danni fisici senza problemi. Certamente non sono tra i Pokémon più convenzionali, ma visto che esistono da oltre 300 milioni di anni, ottenerne uno è comunque grandioso!

Kabuto e Kabutops rappresentano un caso interessante di sviluppo e sopravvivenza che deve essere ancora compreso dalla scienza moderna. Mentre i Kabuto sono dei granchi a ferro di cavallo, l'anatomia dei Kabutops è totalmente differente, in quanto possiedono tratti anatomici e comportamentali non solo dei granchi a ferro di cavallo, ma anche degli scorpioni di mare, di conseguenza si è ipotizzato che i Kabutops possano far parte della classe dei Chasmataspidida (a causa della loro forma corporea), ma ancora non si è certi a quale classe phylogenica debba essere classificato. I fossili di questi Pokémon sono abbastanza comuni tra le rocce risalenti all'era Ordovinciana, ma a causa dell'enorme diffusione è difficile capire in che zone abitassero in antichità ; tuttavia degli studi hanno scoperto che in realtà  potrebbero adattarsi a qualsiasi ambiente a patto che ci sia acqua salata. Questi Pokémon possiedono sia le branchie che i polmoni, quindi possono vivere sia nell'acqua che sulla terra, ma le zone da loro abitate sono ben diverse: i Kabuto, nonostante fisicamente siano abbastanza forti, considerando le piccole dimensioni, dispongono di pochi attacchi fisici, quindi prediligono vivere n acque poco profonde, dove i predatori raramente si fanno vedere e strisciano sulla superficie solo durante la stagione degli amori per deporre le uova. I Kabutops invece vanno in acqua solamente per cacciare, ma la caratteristica che più differenzia questi Pokémon è che mentre i Kabutops erano completamente estinti prima che s'iniziasse a resuscitare la specie tramite i Domofossili, i Kabuto invece di recente si è scoperto che non lo sono, ci sono stati infatti avvistamenti rarissimi di questi Pokémon in alcune spiagge, per questo la reintroduzione di questa specie fu quella che ha ottenuto più successo rispetto agli altri Pokémon Fossili considerati estinti.

I Kabuto non solo non sono in grado di apprendere una grande varietà  di mosse, ma non riescono neanche a sopportare o usare molto gli attacchi speciali, ciò tuttavia non ha influenzato particolarmente la specie, però i pochi attacchi che apprendono sono abbastanza forti da consentire loro di sopravvivere nell'oceano. Solitamente questi esseri rimangono attaccati alle rocce per mimetizzarsi e usano gli occhi sul dorso per scrutare l'ambiente circostante; questi sono molto simili agli occhi umani in quanto non solo possono vedere i colori, ma sono incapaci di vedere al buio, se mai dovessero infatti trovarsi in un ambiente simile, alzeranno il corpo rivelando un secondo paio di occhi di colore rosso che dispongono di una visione ad infrarossi, i quali nella maggior parte del tempo sono tenuti nascosti. I Kabuto sono considerati sia predatori che parassiti, visto che si nutrono di piccoli crostacei e si attaccano a Pokémon più grandi per succhiarne i fluidi. Se attaccati hanno poco di cui preoccuparsi: nonostante la mobilità  ridotta, il loro corpo non solo è robusto, ma la forma piatta permette loro di resistere a moltissimi attacchi fisici; questo è ciò che accade quando una specie sopravvive per oltre 300 milioni di anni.

Sebbene non possano offrire molto nella maggioranza delle battaglie, i Kabuto restano creature tenaci che possono creare vari problemi contro gli allenatori più giovani. Anche se non possono accedere alle migliori capacità  offensive fino all'evoluzione, finché li allenate e rimanete al loro fianco, vedrete che non ne sarete delusi. Se siete facilmente impressionabili, non procuratevene uno: a prima vista potrebbero apparire nulla di speciale, ma appena vedrete gli occhi infrarossi nella parte inferiore, è possibile che ne rimaniate sconcertati!

Kabutops

200px-Artwork141.png

Spoiler

Kabutops (noto come Pokémon Crostaceo) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Roccia/Acqua che viveva negli oceani costieri tropicali poco profondi e nelle spiagge di tutto il mondo, ma ormai in natura quasi non esistono più perché estinto. Anche se non sono tra le creature più potenti esistenti, i Kabutops restano esseri pericolosi, forse anche troppo, tanto da essere un pericolo anche per i Pokémon più corazzati. Sebbene non siano in grado di usare completamente le tipiche abilità  dei Pokémon Acqua, ciò non è importante, visto che possono fare a pezzi le prede prima ancora che esse riescano ad accorgersene!

Kabuto e Kabutops rappresentano un caso interessante di sviluppo e sopravvivenza che deve essere ancora compreso dalla scienza moderna. Mentre i Kabuto sono dei granchi a ferro di cavallo, l'anatomia dei Kabutops è totalmente differente, in quanto possiedono tratti anatomici e comportamentali non solo dei granchi a ferro di cavallo, ma anche degli scorpioni di mare, di conseguenza si è ipotizzato che i Kabutops possano far parte della classe dei Chasmataspidida (a causa della loro forma corporea), ma ancora non si è certi a quale classe phylogenica debba essere classificato. I fossili di questi Pokémon sono abbastanza comuni tra le rocce risalenti all'era Ordovinciana, ma a causa dell'enorme diffusione è difficile capire in che zone abitassero in antichità ; tuttavia degli studi hanno scoperto che in realtà  potrebbero adattarsi a qualsiasi ambiente a patto che ci sia acqua salata. Questi Pokémon possiedono sia le branchie che i polmoni, quindi possono vivere sia nell'acqua che sulla terra, ma le zone da loro abitate sono ben diverse: i Kabuto, nonostante fisicamente siano abbastanza forti, considerando le piccole dimensioni, dispongono di pochi attacchi fisici, quindi prediligono vivere n acque poco profonde, dove i predatori raramente si fanno vedere e strisciano sulla superficie solo durante la stagione degli amori per deporre le uova. I Kabutops invece vanno in acqua solamente per cacciare, ma la caratteristica che più differenzia questi Pokémon è che mentre i Kabutops erano completamente estinti prima che s'iniziasse a resuscitare la specie tramite i Domofossili, i Kabuto invece di recente si è scoperto che non lo sono, ci sono stati infatti avvistamenti rarissimi di questi Pokémon in alcune spiagge, per questo la reintroduzione di questa specie fu quella che ha ottenuto più successo rispetto agli altri Pokémon Fossili considerati estinti.

I Kabutops rappresentano una fase interessante dell'evoluzione, in quanto risultano essere tra i pochi Pokémon il cui stile di vita cambia radicalmente con l'evoluzione. Mentre i Kabuto si sono adattati a vivere nei mari poco profondi, i Kabutops hanno un'anatomia così diversa da suggerire che fossero i primi Pokémon a diventare i dominatori della terra, o almeno così sarebbe stato se non si fossero estinti. Questo cambiamento è visibile nella parte inferiore del corpo, dove hanno sviluppato gambe e piedi con cui spostarsi su terreni accidentati (sebbene mantengano gli artigli); inoltre, grazie ai polmoni più sviluppati possono restare sulla terra per tempi incredibilmente più lunghi rispetto ai Kabuto. Questi cambiamenti hanno portato anche a mutare le loro abitudini, tanto che ormai questi Pokémon vanno in acqua solo per cacciare; c'è da notare infatti, che sebbene vivano principalmente in superficie, possono nuotare a velocità  incredibili ritirando gli arti e sfruttando la bizzarra forma della testa per essere più aerodinamici. Sia per nutrirsi che in battaglia i Kabutops raramente usano tecniche di drenaggio di liquidi come i Kabuto, piuttosto usano le enormi falci che hanno sviluppato sugli arti superiori, che altro non sono che gli artigli che avevano da Kabuto, solo più sviluppati; grazie ad essi possono tagliare la carne e tranciare le corazze con estrema facilità  per infliggere moltissimi danni fisici, non a caso infatti apprendono Lacerazione appena evoluti e in seguito anche Nottesferza. Una volta che la preda è stata uccisa, ne berranno i fluidi. C'è da notare che nonostante non siano i Pokémon Acqua o Roccia con la più alta forza fisica o resistenza fisica (nonostante abbiano un carapace di tutto rispetto), i Kabutops rimangono avversari pericolosi il cui unico punto debole è la scarsa resistenza agli attacchi speciali.

Nonostante non possano usare attacchi speciali per contrastare altri tipi di nemici, i Kabutops restano predatori letali in grado di mettere in serio pericolo sia gli allenatori intermedi che quelli esperti. Avendo a disposizione falci con cui fare a pezzi la preda, non c'è da stupirsi del perché siano così temuti dagli allenatori, ma di sicuro questi fossili viventi possono diventare ottimi compagni per chiunque corra il rischio di allenarli. E' altamente sconsigliato portarli in una piscina pubblica: questi Pokémon non si sono ancora adattati al mondo moderno e potrebbero dare la caccia ai bambini che si stanno solo divertendo!

 

Modificato da Zarxiel

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme


Inviato (modificato)

Aerodactyl

142 Aerodactyl142 Aerodactyl Mega

Spoiler

Aerodactyl (noto come Pokémon Fossile) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Roccia/Volante che viveva nelle zone montane di tutto il mondo, ma ormai in natura quasi non esiste più perché estinto. Assolutamente devastanti in battaglia e troppo forti per essere affrontati dai normali allenatori, gli Aerodactyl sono indubbiamente creature feroci che non si faranno problemi a lacerare qualsiasi cosa che assomigli vagamente a del cibo. Anche se non sono molto resistenti, quando si tratta di colpire duro e velocemente, nessun altro Pokémon preistorico è tanto letale quanto questi rettili volanti!
Gli Aerodactyl rappresentano una delle diverse specie di Pokémon resuscitate geneticamente dai fossili ritrovati (nel loro caso l'Ambra Antica) e furono essenziali per farci capire come fosse il pianeta in antichità. Questi Pokémon sono dei pterodattili appartenenti al sottogruppo dei Rhamphorhynchoids, i quali hanno dominato i cieli durante il periodo giurassico e cretaceo ed in seguito si estinse. In tutta onestà, gli Aerodactyl rappresentano il caso di resurrezione più estrema e farli resuscitare spesso è un errore, visto che sono bestie feroci il cui unico interesse è squartare le prede sin dalla nascita; fortunatamente non esistono loro discendenti. C'è anche da considerare che questi Pokémon hanno contribuito molto alla scienza, visto che hanno permesso a noi di comprendere come fossero i tempi più antichi e sono addirittura la prima specie in assoluto resuscitata visto che le Ambre Antiche mantengono molto più materiale genetico rispetto ai comuni fossili e sono quindi anche la specie fossile che ha subito meno modifiche durante il processo di resurrezione. Ovviamente però sono anche i Pokémon fossili più feroci in assoluto e lasciarli in libertà è pericoloso, visto che si metterebbero a cacciare e ad uccidere qualsiasi cosa incontrino nelle zone montane, non a caso erano i Pokémon che dominavano incontrastati i cieli del loro periodo e che controllavano con pugno di ferro (o meglio, con le zanne).
Come si può immaginare, gli Aerodactyl sono cacciatori abili che impiegano pochissimo tempo a catturare le prede indistintamente con una freddezza e ferocia senza pari. Differentemente da altri Pokémon Roccia, gli Aerodactyl sono estremamente veloci e possono quindi avere la meglio anche sugli uccelli moderni (anche se tecnicamente volano usando le correnti ascensionali e non sono in grado di volare per tempi molto lunghi), rendendoli terrificanti sia in natura che in battaglia, senza contare che le zanne seghettate che hanno al posto del becco fanno di loro un serio pericolo in combattimento, questo perché quando attaccano le usano per tagliare senza pietà la gola della preda per ucciderla il più velocemente possibile, il che ha senso visto che con la scarsa resistenza non possono affrontare scontri duraturi. Quando non riescono a raggiungere o a colpire la vittima, useranno un'altra tattica: emettono un urlo stridulo che può essere udito e grande distanza, in questo modo possono usare la mossa Supersuono e spesso questo viene considerato una minaccia di morte per qualsiasi creatura formata da carne che si trovi nelle vicinanze, anche perché volando alti non distingueranno le creature sottostanti, attaccandole senza alcuna distinzione. Si può dire con certezza quindi che questi dinosauri rappresentano le macchine di morte più efficaci create dalla natura e sono delle vere minacce per chiunque li affronti (anche perché possono apprendere Iper Raggio e Gigaimpatto naturalmente) e la resurrezione non li ha cambiati minimamente.
Si è scoperto che Aerodactyl è una delle 46 specie di Pokémon note in grado di subire una MegaEvoluzione. Se si è in possesso di una Aerodactylite esso si può MegaEvolvere, processo che trasforma le già pericolose zanne ed artigli degli Aerodactyl in delle autentiche armi di morte, diventando in tutto e per tutto uguali ai loro antenati senza modifiche dovute alla resurrezione. Esteticamente la MegaEvoluzione non fa altro che permettere la crescita di aculei rocciosi su tutto il corpo, un lieve aumento delle loro dimensioni e un piccolo inscurimento del loro colore. Statisticamente parlando questa mutazione aumenta leggermente il loro attacco speciale, un incremento moderato della loro resistenza fisica, speciale e della velocità (visto che in qualche modo gli aculei li hanno resi più aerodinamici) e migliorando considerevolmente la loro forza fisica, ciò li rende i Pokémon Roccia più veloci in assoluto. Come se non bastasse, con l'aumento di forza fisica, gli aculei nel corpo causano danni maggiori quando attaccano fisicamente, diventando ancora più feroci in battaglia, senza che essi vengano danneggiati in alcun modo, per questo sono classificati con l'abilità Unghiedure, rendendoli avversari spaventosi, specialmente in scontri corpo a corpo.
Mostruosi sia d'aspetto che di comportamento e difficili da controllare in qualsiasi battaglia, vedere un Aerodactyl è estremamente raro, ma queste bestie possono letteralmente strappare la carne dell'avversario ponendo fine al combattimento rapidamente con un unico morso con le loro zanne seghettate. Essendo i Pokémon Roccia più veloci (escludendo le MegaEvoluzioni) e con a disposizione un set di mosse con cui fare a pezzi qualsiasi nemico, chiunque riesca a controllare e ad allenare questi bestie preistoriche, sono allenatori degni nota. Se volete mostrarli al pubblico, assicuratevi di averli ben nutriti prima, altrimenti per loro non ci sarà alcuna differenza tra gli spettatori ed il cibo!

Sudowoodo

Artwork185.png

Spoiler

Sudowoodo (noto come Pokémon Imitazione) è un Pokémon raro di tipo Roccia che vive nelle zone montane e nelle foreste delle regioni di Johto, Sinnoh, Kalos ed Alola , anche se raramente è stato visto nelle regioni di Hoenn ed Unima. Sebbene non siano forti come altri Pokémon Roccia, i Sudowoodo restano creature affascinanti specializzate nell'usare l'imitazione per nascondersi e per imitare le mosse degli avversari. Se ne volete uno però è necessario aspettare che piova, anche se perfino per un mezzo cieco dovrebbe essere facile distinguere degli alberi fermi da alcuni che ogni tanto si muovono!
Nonostante sembrino delle piante, in realtà sono dei Pokémon Roccia dalla superficie simile al legno e dalle dita bulbose, ma non si sa se le loro capacità mimetiche siano state sfruttate a causa di questo loro aspetto o se si sia sviluppato in seguito; indipendentemente da questo, i Sudowoodo usano il loro strano aspetto per mimetizzarsi fra gli alberi di foreste e boschi, inizialmente si pensava che lo facessero per nascondersi dai predatori, in realtà è per evitare qualsiasi tipo di conflitto, visto che odiano combattere e cercano di evitare la lotta ad ogni costo, ma se costretti possono usare gli arti per attaccare. Nonostante l'aspetto morbido delle loro dita, in realtà queste sono formate da roccia solida, e chi non lo sa rimane sorpreso dai danni che può infliggere un loro attacco, come ad esempio Martelpugno. Grazie al loro habitat inoltre i Sudowoodo sono anche gli unici Pokémon Roccia in grado di apprendere Mazzuolegno e dal momento che alcuni esemplari sono costituiti da un tipo di roccia più dura, sono classificati con l'abilità Testadura; sono anche gli unici Pokémon in grado di usare tale attacco senza subire il contraccolpo, ciò li può rendere avversari ostici, ma visto che non sono in grado di usare attacchi speciali e non possono muoversi molto velocemente, una volta scoperti rimangono indifesi (in questi casi distraggono il nemico con una bizzarra danza per poi scappare).
Purtroppo le abilità mimetiche dei Sudowoodo sono tutt'altro che perfette, ciò è dovuto al fatto che il loro corpo è formato quasi interamente da roccia, di conseguenza odiano l'acqua, quindi quando inizia a piovere manderanno all'aria il loro nascondiglio andando a cercare disperatamente un riparo, perciò trovarli durante un'acquazzone è relativamente più semplice; altra cosa che li rende facili da trovare è che tendono a nascondersi sempre nei soliti posti e quindi basta solo seguire le orme finché non si fermano su un albero. C'è da aggiungere che siccome le dita rimangono sempre verdi, in inverno fanno molta fatica a mimetizzarsi, quindi tendono a nascondersi dentro le grotte. L'ultima cosa che li penalizza nella mimetizzazione è il fatto che essendo organismi viventi devono pur muoversi ogni tanto, ma se non c'è vento è facile che muovendosi qualcuno possa insospettirsi. Fortunatamente però la specie vive ancora oggi e sebbene la loro popolazione sia bassa, il loro numero rimane costante, anche perché non hanno predatori naturali, riuscendo a rimanere indisturbati tra gli alberi che imitano. Qualsiasi allenatore che ne voglia uno deve ricordarsi tutti questi difetti, specie se non si possiede un occhio attento con cui distinguerli dai normali alberi.
Nonostante non siano tra i combattenti più abili, i Sudowoodo restano creature utili in grado di colpire i nemici alla sprovvista con le loro doti mimetiche. Certo, non potranno resistere a lungo contro Pokémon Acqua, ma possono dare del filo da torcere a qualsiasi Pokémon Ghiaccio, Coleottero, Fuoco e Volante. In combattimento potreste anche sfruttare la tecnica Mimica per colpire, visto che il loro comportamento è ricollegabile alla vecchia frase "scimmia vede, scimmia fa"!

Shuckle

200px-Artwork213.png

Spoiler

Shuckle (noto come Pokémon Muffa) è un Pokémon raro di tipo Coleottero/Roccia che vive tra le rocce e nelle foreste delle regioni di Johto, Sinnoh, Unima e Kalos, anche se raramente è stato visto nella regione di Kanto. Assolutamente inutili dal punto di vista offensivo, gli Shuckle sono comunque creature dalla resistenza incredibile in grado di resistere anche agli assalti più brutali senza il minimo problema. Sebbene non possano fare altro che stare fermi e sperare di sopravvivere, visto il loro guscio questo è un destino che difficilmente potrà  raggiungerli in battaglia!

Nonostante gli Shuckle siano classificati come Coleotteri, in realtà  non sono degli insetti, ma degli endolith avanzatissimi, risultando essere più simili alla muffa o ad alcuni gasteropodi anziché agli insetti e anche se sono più vicini agli organismi della flora piuttosto che a quelli della fauna, non hanno nessun'abilità  relativa alla natura tipica dei Pokémon Erba, per questo non sono classificati come tali. Siccome il loro corpo molliccio è molto vulnerabile e lento negli spostamenti, gli Shuckle si creano un guscio con la roccia, che, sfruttando un liquido acido che secernono dalle "zampe", levigheranno e adatteranno al loro corpo. Una volta dentro il guscio, non lo lasceranno per nessuna ragione al mondo, motivo per cui è impossibile vederne un esemplare senza (eccetto quelli appena nati). Oltre a fornire protezione, questo guscio è anche molto utile per il nutrimento di questi Pokémon, in quanto viene usato per produrre il Succo di Bacca fermentato; gli Shuckle tendono a raccogliere grandissime quantità  di frutta e bacche che poi inseriscono dentro il loro guscio per tempi molto lunghi, le quali vengono poi sciolte dal liquido acido da loro prodotto creando un succo polposo. Questa sostanza non è amata solo dagli Shuckle, ma anche da moltissime altre forme di vita grazie al sapore dolce e viene usato per creare potenti medicinali, anche se un Succo di Bacca ha comunque limitate capacità  curative e risulta essere più amato dai Pokémon. Quando in circolazione non ci sono bacche, gli Shuckle si nutrono di quelle che hanno immagazzinato rimanendo nascosti sotto le rocce o dentro i tronchi cavi per evitare i predatori.

In battaglia forse gli Shuckle sono tra i Pokémon più squilibrati esistenti, avendo resistenze altissime ma scarseggiando in qualsiasi altro campo; ciò è dovuto anche alla loro anatomia molliccia, a causa della quale perfino i Pokémon meno resistenti riescono a resistere facilmente ai loro attacchi. Proprio per questo motivo gli Shuckle si concentrano sulla difesa ignorando completamente l'offensiva, tant'è vero che apprendono pochissimi attacchi che causano danni diretti. Le rocce usate dagli Shuckle sono tra le più resistenti in circolazione, questo è dovuto però non alle proprietà  della roccia in sé, ma ad una modifica apportata dai loro stessi proprietari: infatti gli Shuckle sfruttano le bacche che hanno all'interno per generare una sostanza che cospargono attorno al guscio, rendendolo ancora più resistente una volta che essa si secca, facendone una fra le armature più efficaci del mondo Pokèmon. Essendo molto resistenti, può essere un vero problema per gli allenatori affrontarli, specie se hanno a disposizione la mossa Tossina. La tecnica più temuta degli Shuckle è tuttavia Ingannoforza, una mossa che converte la massa del Pokémon in forza fisica, ciò li rende sì poco resistenti, ma considerando la loro resistenza, possono diventare tra i Pokémon con il più alto potenziale offensivo in assoluto, anche se tale tecnica viene sfruttata solo in casi estremi.

Potrebbero apparire inutili per coloro che non sono molto affini alle tattiche difensive, ma gli Shuckle restano creature molto interessanti e tra i Pokémon più apprezzati tra gli allenatori difensivi. Essendo i Pokémon con la resistenza fisica (assieme a MegaSteelix e MegaAggron) e speciale più alta in assoluto (diventando quindi i Pokémon Roccia e Coleottero con la maggiore resistenza fisica e speciale esistenti) e potendo contare sulla mossa Ingannoforza, non c'è da stupirsi se questi bizzarri esseri sono molto usati dagli allenatori più tattici. Procurarsi uno Shuckle non è una cattiva idea, specie in estate, in cui potrete godervi un Succo di Bacca gratuito!

Magcargo

200px-Artwork219.png

Spoiler

Magcargo (noto come Pokémon Lava) è un Pokémon relativamente raro di tipo Fuoco/Roccia che vive in zone vulcaniche delle regioni di Johto, Hoenn, SinnohKalos e nel Monte Brace del Settipelago, anche se raramente è stato visto nella regione di Kanto. Di certo non sono campioni di velocità , ma i Magcargo sono creature affascinanti che possono rendere la vita difficile ad altri Pokémon Fuoco semplicemente usando Frana o Geoforza. Potrebbero non essere tra i migliori Pokémon da usare o a resistere dagli attacchi speciali, ma sono comunque interessanti, nonostante non siano molto diversi dalla loro pre-evoluzione!

Slugma e Magcargo rappresentano senza dubbio le evoluzioni naturali più interessanti, infatti entrambi i Pokémon simboleggiano due fasi di vita distinte, ma generalmente si tratta della stessa specie. I batteri che compongono gli Slugma trascorrono gran parte della loro vita in pace, ad un certo punto della loro vita, la colonia diventa troppo numerosa per essere contenuta e necessitano di un ampliamento, ciò dunque forza lo Slugma a raggiungere una sorta di stato di riposo in cui i batteri riorganizzano la loro colonia per avere maggior spazio. Durante questa fase il dorso viene fatto ampliare e indurire creando un guscio denso ma fragile, mentre la testa viene modificata, ciò trasforma lo Slugma in un Magcargo. Anche se anatomicamente cambia molto poco dagli Slugma, questa modifica rende più facile il controllo della colonia (ciò rende il Pokémon anche più forte in battaglia); il guscio dei Magcargo li rende più resistenti e ottengono caratteristiche dei Pokémon Roccia, questo è il motivo principale per cui in questa fase gli Slugma vengono conosciuti come Magcargo. Fu un dibattito per decenni nella comunità  scientifica la possibilità  di classificare Magcargo come un altro Pokémon, in quanto le differenze con la sua pre-evoluzione non sono molte, ma alla fine è stata considerata ufficialmente un'evoluzione.

Anche se il guscio rende i Magcargo molto più resistenti fisicamente, purtroppo esso non è resistente ad attacchi speciali e rischia di rompersi, in quel caso per ripristinare le parti danneggiate del guscio è necessario immergersi in pozze di lava, tuttavia questo può risultare un bene, infatti subito dopo l'evoluzione apprendono Gettaguscio, rendendoli molto più pericolosi del normale. Altra cosa interessante è che la temperatura emanata dai batteri è superiore a prima (ciò sembra spiegare perché i Magcargo siano molto più veloci che gli Slugma), infatti ora raggiungono una temperatura di circa 10000°C, questo consente loro di carbonizzare facilmente qualsiasi cosa organica entri in contatto con il corpo di magma senza alcuna protezione (curiosamente gli effetti di questo calore è minore del dovuto, ma il motivo di ciò è attualmente ignoto). Grazie all'elevata temperatura corporea i Magcargo possono riposarsi senza il rischio che il corpo possa indurirsi, inoltre possono andare sotto tempeste e pioggia senza problemi, mentre per la maggior parte dei Pokémon Fuoco tali condizioni atmosferiche potrebbero risultare pericolose, ma la temperatura causa l'evaporazione dell'acqua creando un fitto velo di vapore attorno al corpo dei Magcargo durante la pioggia, ciò può risultare un'ottima tecnica difensiva contro avversari che si affidano a Pioggiadanza per potenziare gli attacchi d'Acqua, rendendoli resistenti a questo tipo nonostante essa sia una quadrupla debolezza.

Anche se non sono comparabili con altri Pokémon Fuoco o Roccia offensivamente, i Magcargo sono creature affascinanti che possono davvero mettere in difficoltà  gli avversari; avendo a disposizione mosse come Frana, Geoforza e Gettaguscio per ottenere un vantaggio in lotta, i Magcargo possono risultare avversari temibili. Non usateli tuttavia per arrostire o fare un barbecue, altrimenti rischiate che il vostro cibo diventi cenere!

Corsola

200px-Artwork222.png

Spoiler

Corsola (noto come Pokémon Corallo) è un Pokémon relativamente raro di tipo Acqua/Roccia che vive negli oceani tropicali e altri mari di tutto il mondo (specialmente nei pressi delle regioni di Johto e Kalos). Sebbene abbiano poco potenziale sia offensivamente che difensivamente,i Corsola restano comunque esseri interessanti che dimostrano quanto possa essere forte un legame simbiotico indipendentemente dalla differenza tra le creature. Solo perché sono poco usati dagli allenatori, non significa che ucciderli per venderne i rami sia una cosa legale!

I Corsola in realtà  sarebbero due organismi distinti che vivono in simbiosi, questi sono il Corsola in sé, che altro non è che un pesce dalle squame simili a roccia, e il corallo che vive sul loro dorso; questo legame simbiotico risulta essere assolutamente unico nel suo genere in natura, in quanto non si è mai visto nessun organismo simile. Il corallo che questi Pokémon possiedono sono radicati fino al loro sistema digestivo, permettendo al corallo di filtrare le sostanze nutritive per sfamare anche il Corsola, sebbene questo possa mangiare anche come gli altri pesci; in cambio loro proteggono il proprio corallo con la vita, purtroppo può accadere che le correnti forti stacchino molti ramoscelli del corallo causando la morte del Corsola, se tuttavia la perdita non è grave, il corallo può ricrescere nel giro di un giorno senza causare problemi al Pokémon. I loro ramoscelli, se ben puliti ed esposti alla luce solare, emanano una luce di sette colori, per questo per anni furono cacciati per venderne il corallo, ma recentemente è stata fatta una legge che vieta la vendita e la caccia ai Corsola, per salvarli dall'estinzione dovuta ai bracconieri.

I Corsola sono estremamente sensibili al veleno nell'acqua, questo perché dato che il corallo filtra l'acqua per portare nutrimento a sé e al Pokémon, la presenza di tossine o metalli pesanti causano non solo problemi all'essere, ma anche lo scolorimento e infine lo sgretolamento del corallo, portando alla morte questa specie già  a rischio. Per evitare tali problemi, i Corsola tendono a vivere negli oceani tropicali dov'è possibile vederne intere colonie, ciò tuttavia ne limita lo spazio, sebbene molti di loro non abbiano bisogno di muoversi e spesso rimangano fermi tutta la vita, tanto che esistono alcune città  costruite sopra a queste colonie; differentemente da ciò che si possa pensare, questa pratica non danneggia i Pokémon, ma al contrario, li protegge da eventuali attacchi dall'alto, un punto in cui non possono difendersi, quindi queste costruzioni umane hanno aiutato la sopravvivenza della specie. I Corsola che hanno sviluppato i rami più lunghi offrono riparo per i pesci più piccoli, ma a lungo andare tali rami possono dare fastidio, solo in questi casi la rimozione dei rami ne è consentita ed è una merce comune fra le città  portuali.

Nonostante non possano fare molto in battaglia se non curare loro stessi ed altri, i Corsola restano esseri affascinanti che hanno permesso la costruzione di alcune città  e di aiutarne l'economia. Se siete allenatori che apprezzano il corallo e avete sempre voluto avere un Pokémon che lo rappresentasse, allora i Corsola fanno al caso vostro. State attenti ai prodotti che vengono usati nelle piscine prima di lasciarvi il vostro Corsola: non vorrete di certo vedere il vostro Pokémon rosa brillante perdere il suo colore e ammalarsi!

Larvitar

Artwork246.png

Spoiler

Larvitar (noto come Pokémon Peldisasso) è un Pokémon raro di tipo Roccia/Terra che vive nelle grotte e nelle zone montane delle regione di Johto, Unima, Kalos, Alola e nel Canyon Seption del Settipelago, anche se raramente è stato visto nella regione di Sinnoh. Anche se non sono abbastanza forti da sopportare uno scontro contro avversari corazzati, i Larvitar restano creature turbolente in grado di sorprendere qualsiasi allenatore con attacchi come Frana o Colpo. Se non volete l'odio dei vostri vicini, cercate di tenerli alla larga dai loro giardini: anche se non danneggiano le piante, nessuno apprezzerà vedere parti del suo terreno mangiato!
Le uova di Larvitar sono sepolte sotto terreni ricchi di sostanze nutritive dai loro genitori Tyranitar prima che esse si schiudano, in modo che i figli possano crescere forti e sani. Anziché mangiare cibi comuni, i Larvitar si nutrono di terra assorbendo le sostanze nutritive presenti sia nelle componenti organiche che quelle non organiche, per questo i Tyranitar seppelliscono le uova, in questo modo sono certi che i figli avranno del cibo appena nati, i quali si scaveranno dei tunnel fino alla superficie, solo allora saranno abbastanza forti da poter sopravvivere in natura. Nonostante la loro dieta non permetta alla specie di crescere rapidamente, consente invece al loro corpo di rinforzarsi prima dell'evoluzione, basti pensare che quando un Larvitar si evolve quando in tutta la sua vita avrà mangiato una quantità di terreno tale da poter formare una piccola montagna. Fortunatamente non causano problemi al proprio habitat, visto che il loro sistema digestivo espelle praticamente terreno fertile per permettere la crescita rigogliosa delle piante. 
Nonostante l'enorme quantità di tempo che i Larvitar impiegano per evolversi a causa della loro dieta e alla lenta crescita cellulare, in natura si difendono bene grazie al loro carattere feroce e ai devastanti attacchi fisici, tanto che appena nati già conoscono la mossa Morso e crescendo potranno apprendere tecniche più forti come Insidia, Frana e Colpo prima di riuscire ad evolversi, inoltre, assieme alla mossa Stridio, possono causare gravi danni ai nemici, nonostante le ridotte dimensioni e l'apparenza innocua. In natura però c'è da ricordarsi che non si fidano degli umani e tendono ad avere un carattere scontroso verso le altre specie, quindi riuscire a stringere un legame con loro è arduo e difficilmente un allenatore riesce ad andarci d'accordo subito. Fortunatamente ciò migliora con l'evoluzione, ma prima di allora è altamente raccomandato che riesca a stringere un legame anche con gli altri Pokémon, altrimenti una volta raggiunto lo stadio adulto potranno causare problemi molto seri.
Nonostante le dimensioni, i Larvitar sono creature che sanno il fatto loro e non si fanno problemi ad attaccare qualcun altro solo per dimostrare quanto siano forti. Riuscire a trovarne uno è molto difficile, ma se ci riuscite, consideratevi fortunati. Se volete un giardino rigoglioso, in un primo momento potrebbero sembrare ottimi Pokémon, ma poi il problema è che almeno per un po' sarete a corto di terriccio!

Pupitar

Artwork247.png

Spoiler

Pupitar (noto come Pokémon Guscioduro) è un Pokémon raro di tipo Roccia/Terra che vive nelle grotte e nelle zone montane delle regioni di Johto, Unima, Kalos, Alola e nel Canyon Seption del Settipelago, anche se raramente è stato visto nella regione di Sinnoh. Potrebbero sembrare deboli in battaglia come altri Pokémon bozzolo, in realtà i Pupitar sono creature sorprendentemente potenti in grado di devastare i loro avversari con il loro corpo duro come la pietra e con l'impressionante forza fisica. Cercate di non sottovalutare queste bestie corazzate in lotta: potrebbero anche sembrare nulla di speciale, ma se solo sapeste che al loro interno si sta sviluppando un mostruoso Tyranitar, farli arrabbiare sarebbe un prezzo che pagherete molto caro in seguito!
Quando i Larvitar si evolvono, entrano in uno stato di stasi in cui formano un bozzolo costituito dal suolo assorbito col tempo, fino a diventare roccia solida. In questa forma i Larvitar non sono in grado di muoversi molto, e spesso stanno fermi dove sono; tuttavia non sono mutati veramente, visto che all'interno possiedono ancora gli arti e possono usarli per far muovere il bozzolo per rotolare velocemente. Anche in questo stato sono perfettamente in grado di combattere e grazie al guscio duro come la roccia hanno una forza fisica maggiore rispetto a prima, quindi non vanno sottovalutati, dato che un loro attacco Colpo può abbattere una parete, inoltre a distanza ravvicinata riescono ancora ad usare Sgranocchio. E' interessante notare che la metamorfosi in Tyranitar permette ai Pupitar di apprendere alcuni attacchi Buio come Neropulsar o Rivincita, nonostante siano di scarsa utilità in questa forma. Questi esseri sono indubbiamente molto più pericolosi di quanto possano sembrare differentemente da altri bozzoli, il che li rende avversari ostici, tuttavia proprio come i Larvitar, impiegano parecchio tempo prima di evolvesi di nuovo.
In situazioni estreme, i Pupitar usano una capacità interessante che può risultare dannosa per le creature che hanno attorno. Dal momento che questi organismi si sviluppano all'interno di roccia solida ed impenetrabile, è molto facile che essi si surriscaldino, rischiando di venire cucinati all'interno del loro stesso bozzolo; per evitare ciò, i Pupitar periodicamente espellono dei gas caldi nella parte inferiore del guscio, in modo da far entrare aria fresca e mantenersi in salute, ma quando necessario possono trattenerla per poi espellerla tutta in una volta con grande pressione, sparandosi in aria come fossero razzi, riuscendo a spaccare piccole rocce e addirittura le corazze più deboli dei loro avversari, il tutto senza causare danni al Pokémon, visto che il bozzolo riesce ad assorbire enormi quantità d'energia cinetica prima di rompersi; ciò è utile per avvicinarsi rapidamente al nemico e colpirlo, ma prima di farlo sono costretti a rimanere fermi per espellere il tutto in una sola volta, lasciandoli scoperti ai colpi nemici.
Potrebbero non essere grandi minacce per gli allenatori più forti ed esperti, ma i Pupitar restano creature potenti in grado di assorbire enormi quantità di danni nonostante siano semplici bozzoli. Anche se incapaci di combattere adeguatamente, approfittate della loro immunità agli attacchi Elettro, visto che una volta evoluti in Tyranitar perderanno ogni caratteristica tipica dei Pokémon Terra... ma considerando la potenza distruttiva di questi rettili bipedi, la perdita è più che compensata!

Tyranitar

200px-Artwork248.png250px-Artwork248-Mega.png

Spoiler

Tyranitar (noto come Pokémon Armatura) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Roccia/Buio che vive in zone montane delle regioni di JohtoUnimaKalos, Alola e nel Canyon Seption del Settipelago, anche se raramente è stato visto nella regione di Sinnoh. Assolutamente distruttivi in battaglia avendo un potenziale che pochi allenatori possono gestire, i Tyranitar sono creature mostruose che distruggono senza pietà  tutto ciò che incontrano, incluse le montagne. Se non avete un enorme vantaggio di tipo contro queste bestie, difficilmente potrete vincere, visto che non esiteranno a distruggere i vostri Pokémon senza alcuna pietà!

Quando il corpo all'interno di Pupitar raggiunge la maturità , il guscio si spacca e ne emerge Tyranitar, che una volta uscito cresce rapidamente raggiungendo la sua altezza standard. I Tyranitar hanno una forza fisica devastante ed è impossibile fermarli quando infuriati; basta considerare che con un pugno possono creare terremoti tali da sgretolare le montagne e disintegrare la roccia solida con un semplice Gigaimpatto, ciò causava molti problemi ai cartografi che dovettero ridisegnare le mappe e cartine ufficiali, visto che i Tyranitar arrecavano ingenti danni anche alle foreste nelle vicinanze; fortunatamente con l'avvento dei GPS questo non è più un problema visto che vengono aggiornati in tempo reale, ma vengono comunque considerati dei grossi problemi. Essi di solito si nutrono di qualunque essere osi avvicinarsi alla sua tana (costruite di solito nelle cime devastate delle montagne), quindi qualsiasi escursionista deve stare molto attento. L'evoluzione non solo sviluppa in loro una massiccia forza fisica, ma anche la possibilità  di apprendere le mosse RogodentiFulmindenti e Gelodenti, senza contare la crescita di una corazza resistentissima, quindi ferirli è difficile perfino con gli attacchi speciali. Va considerato inoltre che ora la pelle ha proprietà  diverse non garantendo più l'immunità  ad Elettro e di conseguenza non sono considerati Pokémon Terra, in compenso ora possono manipolare e generare energia negativa, dunque sono classificati come Pokémon Buio, anche se ora i loro Terremoti non potranno usufruire della potenza massima; molte mosse che apprendono anche come Pupitar li renderanno ancora più pericolosi, specie per i Pokémon Psico e Spettro.

Tyranitar di solito sono molto arroganti e fieri della loro forza fisica, motivo per cui vorranno sempre sfoggiarla in lotta, non importa se l'avversario sia un nemico esperto o un cucciolo, un avversario è un avversario e li costringerà  a combattere ad ogni costo. Purtroppo questi Pokémon colpiscono gli avversari anche se essi sono sprovvisti di armature o sono sensibili ai danni, per questo motivo spesso anche i Tyranitar di alcuni allenatori hanno accidentalmente ucciso i Pokémon avversari e quindi è necessario un grande regime disciplinare per poterli controllare, ma essendo loro in continua balìa dell'adrenalina è una cosa molto difficile, l'unica speranza è che abbiate stretto un forte legame con loro sin da Larvitar, altrimenti renderli obbedienti è quasi impossibile. Avendo abilità  e attacchi sorprendenti, di sicuro averne uno in squadra è un'ottima cosa, ma è sempre meglio prenderli quando sono ancora dei piccoli Larvitar.

Si è scoperto che i Tyranitar sono tra i 46 Pokémon in grado di subire una MegaEvoluzione. Se un Tyranitar è in possesso di una Tyranitarite, allora può MegaEvolversi, quando ciò accade avviene una reazione chimica nel cervello che fa rilasciare una dose quasi letale di adrenalina e ormoni della crescita facendoli di conseguenza crescere in dimensioni, effetto che viene riflesso anche nella corazza con l'enorme crescita degli spuntoni sulla schiena, della coda e di un corno sulla fronte, dando loro un aspetto minaccioso e terrificante con cui pochi Pokémon possono competere. Sotto questa forma i Tyranitar sono affetti da un'incontrollata ira e sete di sangue, ciò li rende ancora più difficili da controllare e se infuriati calmarli è assolutamente impossibile. Solo gli allenatori più esperti del mondo possono permettersi di avere questi mostri, visto che una volta assunta tale forma vorranno solo distruggere tutto ciò che li circonda. Statisticamente parlando, la crescita e l'aggressività  che hanno li porta ad essere leggermente più veloci, la loro difesa speciale invece è moderatamente migliore, la forza fisica ottiene un aumento notevole e la resistenza fisica è criticamente superiore, rendendoli quindi i Pokémon Buio con maggior resistenza e forza fisica, inoltre sono anche (dopo Arceus) i Pokémon Buio e Roccia (insieme a MegaDiancie) più potenti. Nonostante tutto questo aumento di potere, fortunatamente l'abilità  non viene potenziata rimanendo quindi Sabbiafiume in ogni caso, ma i MegaTyranitar sono comunque considerati tra gli avversari più potenti e distruttivi che si possano incontrare, anche se gli allenatori in grado di controllare tali bestie sono molto pochi.

Sebbene non siano Pokémon molto veloci, i Tyranitar rimangono imponenti creature che possono schiacciare gli avversari senza troppi problemi, anche se essi dovessero essere umani. Sono i Pokémon Roccia e Buio (assieme a Hydreigon) non leggendari e non MegaEvoluti più potenti in assoluto e i Pokémon Buio con la forza fisica più alta escludendo le MegaEvoluzioni e i leggendari, contando inoltre che sono pochissimi i Pokémon in grado di tener testa al loro temperamento senza venire devastati. Se doveste incontrarne uno, consideratevi fortunati se sopravvivono tutti i vostri Pokémon, perché perfino l'arena fa fatica a reggere i danni di questi titani!

Nosepass

Artwork299.png

Spoiler

Nosepass (noto come Pokémon Bussola) è un Pokémon non molto comune di tipo Roccia che vive nelle grotte scure delle regioni di Hoenn, Sinnoh, Unima, Kalos ed Alola. Per alcuni potrebbero apparire troppi bizzarri per essere di qualche utilità, ma i Nosepass sono comunque esseri interessanti in grado di mettere in difficoltà i Pokémon Acqua in maniera totalmente inaspettata. Anche se incapaci di causare molti danni, essendo in grado di scatenare tempeste in miniatura, questi Pokémon sono davvero dei campioni tra i Pokémon Roccia, senza contare che possono tornare utili quando si vuole sapere dove si trova il nord!
Sebbene i Nosepass siano classificati come Pokémon Roccia puri, hanno accesso a molte mosse Elettro (Tuononda, Scintilla, Scarica e Falcecannone), ciò è dovuto alla magnetizzazione del loro corpo, infatti le rocce che li compongono contengono un'enorme concentrazione di ferro e altri metalli facilmente magnetizzabili, i quali creano un campo magnetico già dalla loro nascita, ciò incrementa la portata delle loro abilità, rendendo la lotta contro un Nosepass particolarmente ostica ed interessante. Come è ben noto, la mobilità di questa specie è molto limitata visto che sono abbastanza forti da contrastare il campo magnetico da loro prodotto, tanto che fungono come delle vere e proprie bussole viventi, visto che il loro naso contiene un'altissima concentrazione di metalli magnetici che li costringe a puntare sempre verso nord. Questo però non significa che non possano muoversi, ma considerando che ogni anno riescono a ruotare di un massimo di otto centimetri circa, le loro capacità combattive sono molto compromesse, dato che nella maggior parte dei casi non possono nemmeno voltarsi verso il loro avversario, nemmeno per attaccarli. A causa del magnetismo del proprio naso, due Nosepass non possono neppure avvicinarsi visto che la magnetizzazione del loro naso li respinge a vicenda. Per fortuna questa specie ha imparato a lottare senza fare affidamento sui loro occhi (che tra l'altro non dispongono di un'ottima vista), sfruttando invece il campo magnetico prodotto dai loro avversari per localizzarli, purtroppo però sono incapaci di attirare avversari o prede che non dispongano di una minima quantità di metallo nel loro corpo, problema che può essere facilmente risolto con allenamenti adeguati e specializzati.
Oltre ad avere un'alta resistenza fisica, i Nosepass dispongono anche di una notevole resistenza contro gli attacchi speciali, ciò perché la specie utilizza un modo particolare per difendersi dagli attacchi dei nemici, anche se di solito la usano solo in situazioni disperate, ma nelle giuste circostanze si dimostra una strategia vincente. Quando un Nosepass si ritrova alle strette e senza possibilità di difendersi adeguatamente, ecciterà il proprio corpo con energia elettrica per breve tempo, aumentando di conseguenza la forza del proprio campo magnetico e attirando di conseguenza qualsiasi oggetto metallico nel raggio di 30 metri circa, permettendo alla formazione di uno scudo impenetrabile per un breve periodo, quando ciò accade, anche gli attacchi Elettro sono più forti, permettendo loro di attaccare i nemici con più efficacia. Sebbene ciò non sia tra le abilità più usate dai Nosepass, può risultare devastante contro i Pokémon Acqua più resistenti.
Anche se non possono muoversi decentemente e hanno una scarsa vitalità e forza fisica, i Nosepass restano creature molto interessanti in grado di mettere in seria difficoltà i giovani Pokémon Acqua. Avendo accesso a sorprendenti mosse Elettro e con abilità che rendono anche difficile il solo danneggiarli, potete stare certi che affrontare un Nosepass è tutt'altro che monotono, nonostante siano necessari dei sacrifici per allenarli in modo da sorprendere l'opposizione. Se siete escursionisti e vi perdete facilmente, prendete in considerazione la possibilità di catturare questi Pokémon: potrebbero non essere tra i più carismatici, ma almeno è impossibile che possiate perdervi di nuovo!

Aron

304 Aron

Spoiler

Aron (noto come Pokémon Corazza) è un Pokémon relativamente non molto comune di tipo Acciaio/Roccia che vive nelle grotte oscure e nelle vecchie fabbriche delle regioni di Hoenn, Unima e Kalos, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Sinnoh ed Alola. Sebbene possano lasciare a desiderare in velocità e sia nell'uso che nella difesa di attacchi speciali, gli Aron restano creature molto resistenti grazie alla loro pelle rocciosa e corazza metallica. Se ci tenete al vostro Aron portatevelo in un cantiere, certo il proprietario potrebbe non gradire, ma almeno il vostro Pokémon potrà mangiare gratuitamente!

Appena nati gli Aron sono già molto resistenti grazie alla loro pelle rocciosa e possono addirittura vivere per conto proprio, come se non bastasse diventano ancora più resistenti mangiando ferro che poi il corpo espelle per formare una corazza metallica che protegge la testa e la schiena, sebbene col tempo possa essere colpito dalla ruggine visto che è composto interamente da ferro, per prevenire ciò gli Aron mangiano altro ferro in modo da sostituire le parti più vecchie della corazza, l'unico momento in cui la rimuovono è dopo l'evoluzione, dal momento che a quel punto smettono di usare le costruzioni dagli umani per creare le loro corazze. Il più delle volte il ferro di cui si nutrono lo trovano come minerale, molto comune ad Hoenn nelle sue grotte più oscure, anche se prendere del ferro dal loro territorio può essere molto pericoloso, fortunatamente nella regione il ferro è così abbondante che è molto raro che qualcuno venga aggredito da degli Aron. Eccetto il ferro, gli Aron mangiano pochissimo cibo biologico, solo qualche bacca una volta alla settimana per sostenersi, l'acqua e altre sostanze nutritive le assorbono dalle rocce circostanti. Nei casi in cui non riescano a trovare ferro per giorni, gli Aron abbandonano il loro ambiente naturale per mangiare oggetti di manifattura umana, come parti di automobili, autocisterna o addirittura binari ferroviari; infatti, nonostante le ridotte dimensioni, possono mangiare ad una velocità sorprendente, quindi i danni da loro causati difficilmente possono essere riparati in poco tempo, per questo sono visti come dei parassiti e molte imprese edili sostengono che debbano essere sterminati, cosa che ovviamente molti non concordano.

Gli Aron non sono solo resistenti, sebbene siano piccoli, sono anche molto forti, tanto da sconfiggere avversari molto più grossi con poca fatica. E' vero che sono incapaci di apprendere molti attacchi Roccia (come le evoluzioni del resto), tuttavia sono in grado di imparare attacchi molto forti come Metaltestata e Riduttore, rendendoli attimi per gli scontri corpo a corpo grazie anche alle loro capacità difensive; un Aron può infatti incrinare un autocarro con Riduttore (cosa che non si direbbe per le loro dimensioni), ed è per questo che riescono facilmente ad avere la meglio sull'avversario, tuttavia la loro corazza è inutile contro gli attacchi speciali, di conseguenza gli allenatori devono limitarsi a farli combattere solo contro attaccanti fisici.

Non sono certo tra le creature più imponenti, ma i piccoli e forti Aron riescono comunque a lasciare il segno agli avversari che li sottovalutano. Rivestiti con una resistente corazza dalla testa ai piedi, e con una forza fisica sorprendente nonostante la stazza, non c'è da sorprendersi se sono così popolari fra gli specialisti Roccia ed Acciaio che sono alla ricerca di un Pokémon in grado di assumere un ruolo sia difensivo che offensivo. State attenti a mantenerli alla larga dalla vostra auto: a loro non interessa se è costata 500.000$ o 5$, cibo è cibo!

Lairon

Artwork305.png

Spoiler

Lairon (noto come Pokémon Corazza) è un Pokémon non molto comune di tipo Acciaio/Roccia che vive nelle grotte oscure delle regioni di Hoenn, Unima e Kalos, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Sinnoh ed Alola. Con un pessimo temperamento e pericolosi in ogni caso allo stato brado, i Lairon sono bestie potenti che possono causare molti danni nonostante le loro ridotte dimensioni. Se ci tenete alla pelle state alla larga dagli esemplari selvatici evitando le sorgenti d'acqua minerale, in quanto le zone circostanti sono il loro territorio, altrimenti potreste essere investiti dal loro corpo che può fare letteralmente scintille!

Proprio come gli Aron, anche i Lairon devono mangiare ferro per mantenere la loro corazza metallica che li ricopre quasi interamente, per questo preferiscono mangiare minerali ferrosi. Come si è potuto riscontrare, esseri umani e Lairon selvatici non vanno d'accordo, dal momento che questi ultimi attaccano qualsiasi creatura che si metta in mezzo tra loro e le loro preziose risorse di ferro. In casi assolutamente necessari vengono usati degli Aron per cercare di calmare i Lairon selvatici, al giorno d'oggi. I Lairon fortunatamente causano meno problemi alla società rispetto alla loro pre-evoluzione, visto che sanno che le sorgenti d'acqua minerale contengono grandi quantità di ferro, oltre ad altre sostanze nutritive essenziali per sopravvivere, infatti grazie ad essa, non solo ottengono il ferro per rinforzare la loro corazza, ma ci sono anche sostanze che lo temprano e lo rafforzano dando loro maggiore resistenza anche contro le alte temperature. Ecco perché ora si nutrono principalmente di quest'acqua e spesso costruiscono anche il nido nei pressi di queste sorgenti, ciò però causa altri conflitti territoriali, visto che non è raro che più Lairon vorrebbero vivere nei pressi di un'unica sorgente, finendo per scontrarsi tra di loro violentemente.

I Lairon sono creature abbastanza fiere e faranno di tutto pur di dimostrare la loro potenza sia per loro stessi che per gli altri; in natura lo fanno scontrando i loro corpi su grossi massi, secondo loro, più scintille vengono create durante l'impatto con la loro corazza e la roccia, più un Lairon è potente, ciò viene fatto anche tra i loro simili durante gli scontri territoriali o per accoppiarsi, finché uno dei due non sviene esausto, il suono che si crea quando le corazze di due Lairon si scontrano è molto forte, tanto che è udibile a grandi distanze, creando fastidio per i centri abitati più vicini nel loro habitat e disturbarli non è una scelta saggia, visto che questa specie è abbastanza intelligente da smettere di combattere per attaccare insieme l'intruso e poi continuare lo scontro, ecco il motivo per cui allenare un Lairon già catturato in questo stadio è un compito arduo per qualsiasi allenatore ed è consigliabile iniziare da zero catturando un Aron e facendolo evolvere allenandolo adeguatamente.

Non c'è molto altro da dire eccetto quello che è già stato detto, ma senza dubbio sono combattenti molto pericolosi; i Lairon tuttavia sono solo un assaggio della potenza che avranno una volta evoluti. Avversari davvero difficili da ferire e ancor di più da sconfiggere, ma saranno ottimi partner per chiunque li sappia controllare e cerchi un Pokémon difensivo di tutto rispetto. State attenti a non portarvi bottiglie di acqua minerale: sembrerà stupido, ma ciò potrebbe portarvi a scontrarvi con il vostro stesso Pokémon solo per accaparrarsi una semplice bottiglia!

Aggron

Artwork306.png

Spoiler

Aggron (noto come Pokémon Corazza) è un Pokémon raro di tipo Acciaio/Roccia che vive nelle grotte oscure delle regioni di Hoenn, Unima e Kalos, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Sinnoh ed Alola. Potenti e corazzati fino all'estremo, gli Aggron sono colossi devastanti in grado di spaccare anche le più forti difese con la loro immensa forza fisica, senza contare che possono resistere facilmente a molti colpi. Se volete sconfiggerli allora usate potenti attaccanti speciali, in caso contrario vedrete il vostro Pokémon schiacciato da un potente Pesobomba!

Proprio come i Lairon, gli Aggron sono estremamente territoriali e non accettano che qualcuno si rechi nella loro dimora, ciò non sarebbe un problema se un Aggron non avesse il brutto vizio di rivendicare intere montagne come proprio territorio; come se non bastasse passano il tempo a sorvegliare scrupolosamente la loro zona uccidendo brutalmente chiunque incontrino o distruggendo qualsiasi cosa si muova, di conseguenza sono pochissime le persone che abbiano mai visto un Aggron selvatico. Per anni è stato un mistero il motivo per cui rivendichino interi monti, ma recenti scoperte hanno rivelato che un Aggron sceglie il proprio territorio in base ai minerali presenti nella montagna e considerando che necessitano ancora d'ingerire metallo per mantenere le loro corazze, ciò ha perfettamente senso; è probabile che ciò sia per rendere le sorgenti d'acqua minerale esclusive per loro, specialmente nella regione di Hoenn. E' estremamente raro che un Aggron permetta ad altre specie o anche agli umani di recarsi alla loro montagna senza aggredirli, quando ciò accade è perché l'Aggron si fida molto di quei Pokémon o persone, altrimenti in circostanze normali solo le loro pre-evoluzioni possono andarci senza problemi. E' interessante notare che gli Aggron sono anche molto protettivi, infatti non esiteranno a difendere le creature di cui si fidano e il loro stesso territorio: se esso dovesse essere vittima di un incendio o disastri naturali, gli Aggron usciranno dalla loro zona per prendere della terra o piante e ripristinare le zone danneggiate; non lo fanno solo per questioni estetiche, visto che portano un grande rispetto per il proprio habitat e lo trattano come fosse una zona di estrema importanza.

Anche se gli Aggron si nutrono di minerali ferrei per mantenere la loro corazza metallica, quello che mangiano viene usato solo per sostituire gli strati più vecchi e non per riparare i danni, ciò sembra dovuto ad un simbolo d'orgoglio di questa specie, infatti le loro cicatrici sono veri e propri simboli di fierezza da guerrieri dal momento che vivono per combattere, quasi come fosse un codice d'onore paragonabile a quello degli antichi cavalieri. Quando sono gravemente feriti viene creato uno strato metallico per prevenire la ruggine, ma la ferita è permanente e gli Aggron la mostrano con fierezza ai loro simili e per ricordarsi di tale lotta e la loro età; tuttavia le cicatrici non sono l'unico segno che dimostra il loro invecchiamento, anche le corna lo sono: esse oltre ad essere delle potenti armi contundenti, possono stimare l'età di un Aggron dal momento che crescono da 1 a 3 millimetri ogni anno, quindi più sono lunghe le corna e più è vecchio un Aggron, ma a discapito dell'età, tutti gli Aggron sono avversari terribili grazie alla loro pelle rocciosa e la corazza metallica che li protegge da moltissimi attacchi. Inoltre gli Aggron sono noti per essere i Pokémon con il più potente attacco Pesobomba in assoluto, rendendoli addirittura fatali contro gli avversari più piccoli.

Si è scoperto che Aggron è una della 46 specie di Pokémon note in grado di subire una MegaEvoluzione. Se si è in possesso di una Aggronite esso si può MegaEvolvere. Mentre nella maggior parte dei casi la classificazione di tipo rimane invariata rispetto alla forma normale; nel caso degli Aggron l'anatomia cambia tanto da modificare addirittura le loro capacità combattive.Con la mutazione, gli Aggron diventano mostri ancor più corazzati grazie all'infusione di ioni metallici nella loro pelle rocciosa, rendendola più resistente e simile al metallo, mentre la corazza cambia forma per agevolare questo cambiamento, trasformandoli in vere e proprie fortezze ambulanti, di conseguenza in questa forma non sono più classificati come Pokémon Roccia parziali, bensì come Acciaio puro. La corazza dei MegaAggron è praticamente impenetrabile e le loro corna sono ora rinforzate e più lunghe, capaci quindi di abbattere un carro armato con un'unica carica. Statisticamente parlando, con la metallizzazione della pelle, ora la loro difesa speciale è moderatamente più alta, la loro forza fisica è notevolmente maggiore, mentre la resistenza fisica è accresciuta a livelli astronomici, tanto da essere classificati non solo come i Pokémon Acciaio più resistenti fisicamente assieme ai MegaSteelix, ma come quelli più resistenti fisicamente in assoluto (primato che condivide oltre che con MegaSteelix anche con Shuckle). Si è osservato che il tipo di metallo che ricopre la pelle e quello che compone la corazza sono formati da materiali diversi e che si scambiano elettroni formando un lieve campo magnetico attorno al corpo di questi dinosauri; sebbene esso non sia così forte da garantire loro alcun vantaggio offensivo, è in grado di dissipare alcune forze energetiche quando entrano in contatto con il corpo di MegaAggron, ciò permette di ridurre i danni di alcuni attacchi garantendo la rara abilità Filtro. Ovviamente sono feroci come la loro controparte comune e controllarli è quasi impossibile per un allenatore alle prime armi, ecco perché sono consigliati solo ai veterani, i quali possono renderli dei combattenti devastanti e quasi inarrestabili contro i loro avversari.

Certamente non sono tra i Pokémon più veloci, tuttavia gli Aggron sono bestie molto pericolose in grado di ridurre in polvere non solo gli avversari più piccoli, ma anche quelli più grandi con le loro incredibili capacità fisiche. Con una corazza tale da riuscire a mettere in difficoltà addirittura un Machamp, non c'è da sorprendersi se sono considerati tra i Pokémon Acciaio e Roccia più potenti in circolazione. Se non amate il combattimento, potreste sempre usarlo per le costruzioni, vista la grande cura che hanno per il loro territorio, magari possono aiutarvi moltissimo!

Lunatone

170px-Artwork337.png

Spoiler

Lunatone (noto come Pokémon Meteorite) è un Pokémon non molto comune di tipo Roccia/Psico che vive nei pressi dei crateri di meteore nelle regioni di Hoenn, Unima e Kalos, anche se raramente è stato visto nella regione di Sinnoh. Dall'aspetto bizzarro e dalle origini ignote, queste affascinanti creature riescono ad usare abilità  tipiche dei Pokémon Psico e Roccia. Non saranno forti come altri Pokémon, tuttavia può rendere la vita un incubo a chiunque sia così stolto da affrontarne uno durante il plenilunio!

I Lunatone e i Solrock sono esseri misteriosi le cui origini sono tanto complesse quanto misteriose, ma sembra che siano esseri extraterrestri. Sia i Lunatone che i Solrock furono scoperti circa 30 anni fa in un cratere ad Hoenn, presto furono visti in altre parti del mondo (curiosamente tutti i crateri in cui furono rinvenuti sono stati creati da meteoriti, mentre non ne fu mai ritrovato uno nei crateri vulcanici), questo è quello che sappiamo da quando furono trovati. Questi Pokémon sono famosi per essere collegati agli astri, nel caso di Lunatone con la Luna che ne amplifica i poteri psichici e tramite essa sono in grado di usare le mosse Ipnosi, Divinazione, Magicozona e Forza Lunare. Solrock d'altra parte è collegato al Sole e può utilizzarne il calore come arma diretta in battaglia, potendo eseguire le mosse Turbofuoco, Solarraggio e Magicozona. Sebbene molti credano che siano venuti sul nostro pianeta tramite i meteoriti, studiando la loro composizione anatomica si è scoperto che il loro corpo non potrebbe sopravvivere al calore di quando entrano nell'atmosfera, quindi è più probabile che siano semplicemente dei forme di vita molto bizzarre.

Siccome i poteri di Lunatone derivano dalla luce solare riflessa sulla Luna, tecnicamente usano la stessa fonte d'energia dei Solrock, l'unica differenza è che il chiaro di Luna sembra avere un effetto calmante su questi esseri che ne aumenta anche i poteri psichici. Visto che non sono in grado di camminare, sia i Lunatone che i Solrock sfruttano la telecinesi per usare la Levitazione con cui possono evitare una delle loro più grandi debolezze. Anche se possono usare molte mosse Psico, purtroppo sono limitati a combattere efficacemente solo di notte quando la Luna è visibile, quindi per usarlo è necessario sapere il ciclo lunare alla perfezione (questo è il principale motivo per cui la gente crede ancora che siano di origine aliena), ciò è importante anche perché durante il giorno e nell'eclissi lunare possono a malapena levitare. Risultano essere delle vere sfide contro gli allenatori intermedi, siccome il loro bizzarro aspetto e i grandi occhi rossi causano spesso nervosismo verso altri Pokémon, inoltre tendono a mettere a dormire l'avversario tramite l'Ipnosi; fortunatamente hanno anche abbastanza potere per attaccare anche senza il potere lunare.

Sebbene non siano forti come altri Pokémon Psico, i Lunatone rimangono esseri interessanti, ottimi per gli allenatori che prediligono la vita notturna. Anche se le loro capacità  sono influenzate dal ciclo lunare e quindi anche dal periodo del mese sarà  difficile usarli, ma finché mandate questi Pokémon in campo quando la Luna è ben visibile, questo non è un problema. Se ne volete catturare uno è consigliabile farlo quando sono più deboli, perché se lo fate durante il plenilunio è meglio lasciar perdere!

Solrock

200px-Artwork338.png

Spoiler

Solrock (noto come Pokémon Meteorite) è un Pokémon non molto comune di tipo Roccia/Psico che vive nei pressi di crateri di meteore nelle regioni di Hoenn, Unima e Kalos, anche se raramente è stato visto nella regione di Sinnoh. Dall'aspetto bizzarro e dalle origini ignote, queste affascinanti creature riescono ad usare abilità  tipiche dei Pokémon Psico e Roccia. Non saranno forti come altri Pokémon, tuttavia può rendere la vita un incubo a chiunque sia così stolto da guardarlo direttamente!

Solrock e i Lunatone sono esseri misteriosi le cui origini sono tanto complesse quanto misteriose, ma sembra che siano esseri extraterrestri. Sia i Solrock che i Lunatone furono scoperti circa 30 anni fa in un cratere ad Hoenn, presto furono visti in altre parti del mondo (curiosamente tutti i crateri in cui furono rinvenuti sono stati creati da meteoriti, mentre non ne fu mai ritrovato uno nei crateri vulcanici), questo è quello che sappiamo da quando furono trovati. Questi Pokémon sono famosi per essere collegati agli astri, nel caso di Lunatone con la Luna che ne amplifica i poteri psichici e tramite essa sono in grado di usare le mosse Ipnosi, DivinazioneMagicozona e Forza LunareSolrock d'altra parte è collegato al Sole e può utilizzarne il calore come arma diretta in battaglia, potendo eseguire le mosse TurbofuocoSolarraggio e Magicozona. Sebbene molti credano che siano venuti sul nostro pianeta tramite i meteoriti, studiando la loro composizione anatomica si è scoperto che il loro corpo non potrebbe sopravvivere al calore di quando entrano nell'atmosfera, quindi è più probabile che siano semplicemente dei forme di vita molto bizzarre.

I poteri di Solrock derivano dalla luce del Sole, quindi tecnicamente hanno la stessa origine di quelli di Lunatone, l'unica differenza è che per i Solrock è la luce diretta ad avere un effetto tonificante, ciò li rende sia fisicamente che mentalmente più forti. Visto che non sono in grado di camminare, sia i Solrock che i Lunatone sfruttano la telecinesi per usare la Levitazione con cui possono evitare una delle loro più grandi debolezze; tuttavia questi poteri psichici raramente vengono usati in battaglia e utilizzano capacità  che di solito i Pokémon Roccia non hanno, in quanto possono usare le mosse Turbofuoco e Solararraggio, questo è dovuto dalla loro dipendenza alla luce solare per le loro abilità . Quando il Sole è alto, interi gruppi di questi Pokémon si riuniscono con la faccia rivolta al cielo per assorbire quanta più luce possibile, in questo modo l'energia assorbita viene poi convertita in energia termica per usarla in battaglia, tale energia è così forte da rilasciare raggi di luce molto intensi. I Solrock sono più adattabili rispetto ai Lunatone siccome usano alcune loro capacità  psichiche per leggere il pensiero avversario, tuttavia essendo abilità  molto basiche non possono farlo su nemici che pensano troppo velocemente, ma si tratta sempre di un bel vantaggio strategico.

Anche se non riescono a combattere in modo efficace come altri Pokémon Psico, di certo i Solrock possono rendere la vita difficile a qualsiasi Pokémon Erba e Acqua che credono di poter usare le loro debolezze naturali per vincere. Nonostante non abbiano abilità  come quelle della loro controparte Lunatone, i Solrock possono farsi comunque notare in lotta essendo più versatili. Se il vostro avversario si basa molto sugli occhi allora è possibile inibirlo tramite la luce da loro prodotta, ma se il Pokémon è cieco per natura ciò è del tutto inutile, però possono comunque contare sulle loro abilità!

Modificato da Zarxiel

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme
Inviato (modificato)

Lileep

200px-Artwork345.png

Spoiler

Lileep (noto come Pokémon Fiordimare) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Roccia/Erba che viveva nelle profondità  dei mari poco profondi di tutto il mondo, ma ormai in natura quasi non esiste più perché estinto. Anche se di solito rimangono immobili e risultano inutili eccetto per i combattenti più difensivi, i Lileep rimangono creature affascinanti che non solo ci permettono di scoprire nuove cose su come fosse il nostro mondo milioni di anni fa, ma ci hanno permesso di fare nuove scoperte anche su quello attuale. Nonostante solitamente non apprendano attacchi molto forti in tenera età , c'è da considerare che i Pokémon Roccia/Erba non siano proprio comunissimi!

Non molto tempo fa i Lileep e i Cradily erano completamente estinti in tutto il mondo, il motivo per cui esistono alcuni esemplari oggi è grazie alla scoperta del Radifossile, fossili molto rari ma con abbastanza materiale genetico da consentire la resurrezione dei Lileep. Questi Pokémon dimostrano di essere ben più evoluti ed avanzati rispetto ai crinoidi attuali e di quelli antichi (anche se i Cradily condividono alcune caratteristiche con alcuni cirripede), tuttavia hanno in comune molte caratteristiche con i loro cugini più primitivi, come il fatto che hanno una simmetria radiale, possiedono un tubo digerente a forma di U e il loro corpo è radicato al terreno e quindi è molto difficile che si spostino (specialmente i Lileep), ma si differenziano in altre caratteristiche, per esempio: mentre i normali crinoidi tendono a filtrare cibo, questi Pokémon catturano i piccoli organismi viventi che nuotano attorno a loro; il perché di questa distinzione non è del tutto certo, ma è possibile che sia questo il motivo della loro estinzione. Nonostante i Lileep e i Cradily si spostino raramente dal posto, hanno un collo molto flessibile formato da dischi calcificati con i quali possono ruotare la testa con estrema facilità , dando loro dei movimenti limitati. Altro fattore interessante è che sebbene siano classificati come Pokémon Erba, in realtà  non sono assolutamente delle piante, l'unico motivo per cui sono classificati come tali è perché apprendono molte mosse di questo tipo e ne condividono le debolezze, ma anatomicamente parlando dovrebbe essere Roccia puro (molti scienziati però hanno storto il naso a questa possibilità , visto che nessun altro Pokémon Roccia puro può apprendere mosse come Acido o Energipalla, altri hanno invece ritenuto di classificarlo in parte come Pokémon Acqua a causa del suo habitat, ma visto che l'unica mossa Acqua che possono apprendere è Acquadisale, la possibilità  fu scartata).

I Lileep sono creature molto semplici che fanno davvero poco durante la loro vita finché non si evolvono. Appena nati (naturalmente si parla della nascita di esemplari selvatici), i Lileep si ancorano ad una roccia sott'acqua e rimangono lì fino all'evoluzione. Rimuoverli dalla roccia è quasi impossibile visto che secernono una sostanza calcarea in continuazione, quindi l'unico modo di trasportarli senza l'uso di Poké Ball è quello di spostare anche la roccia. Queste creature non necessitano di molto cibo per sopravvivere, tuttavia quello di cui hanno bisogno se lo procurano muovendo dolcemente i loro "petali" in modo da assomigliare ad un anemone di mare e attirare Pokémon più piccoli; quando la preda è abbastanza vicina da potersi accorgere degli occhi del Pokémon, viene catturata con i "petali" e tramortita con l'Acido, per poi essere inghiottita intera. Siccome in natura raramente vengono attaccati, non sviluppano molte mosse offensive naturalmente e risultano ottimali solo dal punto di vista difensivo in battaglia, ma comunque riescono a resistere a moltissimi attacchi.

Certamente non sono tra i Pokémon Fossile più facili da allenare, specialmente per gli allenatori più giovani, ma i Lileep sono ottimi compagni che possono insegnare agli allenatori come sfruttare strategie difensive. Sarà  necessario attendere molto prima che possano apprendere mosse in grado di arrecare danni in battaglia, ma finché saprete sfruttare le loro abilità  difensive, non avrete problemi ad allenarli, inoltre non è facile trovare un crinoide in grado di sopravvivere fuori dall'acqua; state attenti ai vostri amici che pensano che sia una pianta: potrebbe non gradire il fatto che essi provino ad annaffiarlo!

Cradily

200px-Artwork346.png

Spoiler

Cradily (noto come Pokémon Lepade) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Roccia/Erba che viveva nelle profondità  dei mari poco profondi di tutto il mondo, ma ormai in natura quasi non esiste più perché estinto. Anche se non sono le migliori creature in fatto di offensiva, i Cradily restano ottimi combattenti in grado di causare non pochi problemi agli avversari più aggressivi. Nonostante non siano molto veloci e non possano causare gravi danni, con il loro Gastroacido state certi che potranno causare più problemi di quanto sembri!

Non molto tempo fa i Lileep e i Cradily erano completamente estinti in tutto il mondo, il motivo per cui esistono alcuni esemplari oggi è grazie alla scoperta del Radifossile, fossili molto rari ma con abbastanza materiale genetico da consentire la resurrezione dei Lileep. Questi Pokémon dimostrano di essere ben più evoluti ed avanzati rispetto ai crinoidi attuali e di quelli antichi (anche se i Cradily condividono alcune caratteristiche con alcuni cirripede), tuttavia hanno in comune molte caratteristiche con i loro cugini più primitivi, come il fatto che hanno una simmetria radiale, possiedono un tubo digerente a forma di U e il loro corpo è radicato al terreno e quindi è molto difficile che si spostino (specialmente i Lileep), ma si differenziano in altre caratteristiche, per esempio: mentre i normali crinoidi tendono a filtrare cibo, questi Pokémon catturano i piccoli organismi viventi che nuotano attorno a loro; il perché di questa distinzione non è del tutto certo, ma è possibile che sia questo il motivo della loro estinzione. Nonostante i Lileep e i Cradily si spostino raramente dal posto, hanno un collo molto flessibile formato da dischi calcificati con i quali possono ruotare la testa con estrema facilità , dando loro dei movimenti limitati. Altro fattore interessante è che sebbene siano classificati come Pokémon Erba, in realtà  non sono assolutamente delle piante, l'unico motivo per cui sono classificati come tali è perché apprendono molte mosse di questo tipo e ne condividono le debolezze, ma anatomicamente parlando dovrebbe essere Roccia puro (molti scienziati però hanno storto il naso a questa possibilità , visto che nessun altro Pokémon Roccia puro può apprendere mosse come Acido o Energipalla, altri hanno invece ritenuto di classificarlo in parte come Pokémon Acqua a causa del suo habitat, ma visto che l'unica mossa Acqua che possono apprendere è Acquadisale, la possibilità  fu scartata).

A differenza dei Lileep, i Cradily sono cacciatori attivi che spostano il loro corpo nelle profondità  marine per poter trovare delle potenziali prede, il che è difficile visto che la mole del loro corpo permette loro di muoversi molto lentamente, di conseguenza cacciare diventa complicato, ma spesso si mettono vicino alle correnti in modo da trovare più prede possibili, infatti non sono affatto pazienti come la loro pre-evoluzione e quindi non attendono che il cibo arrivi da loro, ecco perché tendono ad inseguire la preda finché essa non si allontana troppo o finché non si avvicinano ad acque troppo fredde per essere sopportate. Anche sei Cradily mantengono l'Acido classico dei Lileep, essi prediligono usare un tipo di acido differente per usare la mossa Gastroacido in modo da causare più problemi alla preda e renderla inerte, oltre ad iniziare il processo di digestione così che possano ingoiarla. Siccome tendono a spostarsi, non è raro che creino dei nidi strategici, in questo modo rimangono nascosti dai predatori più forti e se scoperti possono colpire facilmente il nemico con un Energipalla.

Senza dubbio perfetti per le battaglie più difensive, i Cradily sono potenti creature in grado di mettere in seria difficoltà  gli allenatori impreparati; oltre ad avere ottime tecniche difensive possono anche contare sul loro Gastroacido per metterli ancora più in difficoltà . Questo cambiamento è molto apprezzato dagli allenatori. Nonostante l'aspetto, è consigliabile non affezionarsi troppo al proprio Pokémon: potrebbero intendere il gesto come un segno di debolezza, ingoiandovi di conseguenza appena possibile e la cosa non è nei desideri di nessun allenatore!

Anorith

200px-Artwork347.png

Spoiler

Anorith (noto come Pokémon Primaceo) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Roccia/Coleottero che viveva vicino alle coste dei mari caldi di tutto il mondo, ma ormai in natura quasi non esiste più perché estinto. Nonostante non siano abbastanza grandi o robusti da poter affrontare avversari più grossi, gli Anortih rimangono creature potenti che possono trasformare la vita dei Pokémon più piccoli in un vero inferno grazie alle loro grosse e robuste tenaglie. E' necessario aspettare del tempo prima che diventino qualcosa di veramente temibile, ma fino ad allora approfittatene per osservare e studiare questi affascinanti esseri, dopotutto non capita tutti i giorni di incontrare un Pokémon che provenga da una delle epoche più antiche ed affascinanti!

Gli Anorith e gli Armaldo sono oggi estinti e quindi vederli in natura è quasi impossibile, ma grazie alla tecnologia moderna, che permette di riportare in vita i Pokémon dai fossili, disponendo del Fossilunghia è stato possibile riportare questa specie in vita. Contrariamente agli altri Pokémon Fossili, l'esatto periodo a cui appartiene la famiglia degli Anorith non è del tutto certo, ma è molto probabile che sia la famiglia di fossili più antica giunta fino a noi. Il corpo di queste bizzarre creature è totalmente differente da quello di qualsiasi essere vivente visto fino ad oggi e, nonostante la classificazione adottata per gli Anorith in alcune regioni (in inglese sono noti come "Old Shrip" ovvero "vecchio gambero"), non hanno assolutamente nulla in comune con i gamberi. Molti esperti classificano gli Anorith e gli Armaldo come degli anomalocaris e ritengono che provengano dal periodo Cambriano; probabilmente erano gli organismi più grandi esistenti in quel periodo, motivo per cui sono gli unici che possono veramente essere definiti "Pokémon". Di conseguenza, gli Anorith e gli Armaldo sono le uniche testimonianze viventi di uno dei periodi con la più vasta gamma di esseri viventi nella Storia, sebbene non tutti siano riusciti ad evolversi. Si ritiene quindi che la famiglia di Anorith rappresenti il primissimo passo dell'evoluzione dei Pokémon comuni, ciò spiega perché le loro capacità  di combattimento siano così simili a quelle dei Pokémon moderni. Sebbene si sia tentato di reintrodurre queste specie nel mondo moderno, gli Anorith specialmente, esse non riescono ad adattarsi al loro habitat naturale moderno a causa dei nuovi predatori acquatici.

Gli Anorith non riescono a spostarsi bene sulla terraferma a causa della loro bizzarra anatomia, questo probabilmente è dovuto al fatto che in passato non era una cosa necessaria; il loro corpo possiede quattro appendici simili a piume su entrambi i lati, che servivano come delle pinne per spostarsi in acqua, e grazie alla loro strana forma potevano anche compiere manovre imprevedibili per mettere in difficoltà  certi predatori acquatici senza alcuna fatica. Queste pinne risultano essere molto robuste e dotate varie terminazioni nervose, che permettono loro di ruotare in modo tale che il Pokémon possa spostarsi sulla terraferma; ciò suggerisce che all'inizio le usassero come arti per spostarsi sui fondali marini, e che solo in seguito le abbiano sviluppate per nuotare. Il loro carapace risulta essere poco resistente e facilmente distruttibile con attacchi diretti, questo è dovuto al fatto che gli Anorith non sono adatti a difendersi, ma ad attaccare con le grosse tenaglie: anche se esse possono sembrare fragili, in realtà  hanno vari muscoli che permettono loro di spaccare gusci e sollevare rocce, cosa molto utile per procurarsi del cibo. Finché non si evolvono non fanno altro che dedicarsi alla ricerca di quest'ultimo, triturarlo con le tenaglie per ridurlo in dimensioni adatte a loro e nient'altro.

Nonostante la loro debole resistenza e la poca mobilità , gli Anorith sono ottimi alleati per gli allenatori più giovani che vogliono imparare ad allenare Pokémon Fossili, in quanto sono facili da allenare e con l'evoluzione diventano possenti combattenti. Potrebbe essere necessario del tempo prima che apprendano mosse veramente forti, ma fino ad allora, se attaccate a distanza questo problema non è grave. E' consigliabile non portarli in qualche buffet di pesce o roba simile, la gente più ignorante potrebbe scambiarli per gamberi e la cosa non è molto piacevole!

Armaldo

200px-Artwork348.png

Spoiler

Armaldo (noto come Pokémon Piastre) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Roccia/Coleottero che viveva vicino alle coste dei mari caldi di tutto il mondo, ma ormai in natura quasi non esiste più perché estinto. Nonostante non siano adatti a combattere in acqua come la loro pre-evoluzione, gli Armaldo sono bestie feroci in grado di fare a pezzi gli avversari con i loro grossi artigli; di certo non sono tra le creature più mobili, ma una volta colpiti dai loro rapidi attacchi, questa sarà  la vostra ultima preoccupazione!

Gli Anorith e gli Armaldo sono oggi estinti e quindi vederli in natura è quasi impossibile, ma grazie alla tecnologia moderna, che permette di riportare in vita i Pokémon dai fossili, disponendo del Fossilunghia è stato possibile riportare questa specie in vita. Contrariamente agli altri Pokémon Fossili, l'esatto periodo a cui appartiene la famiglia degli Anorith non è del tutto certo, ma è molto probabile che sia la famiglia di fossili più antica giunta fino a noi. Il corpo di queste bizzarre creature è totalmente differente da quello di qualsiasi essere vivente visto fino ad oggi e, nonostante la classificazione adottata per gli Anorith in alcune regioni (in inglese sono noti come "Old Shrip" ovvero "vecchio gambero"), non hanno assolutamente nulla in comune con i gamberi. Molti esperti classificano gli Anorith e gli Armaldo come degli anomalocaris e ritengono che provengano dal periodo Cambriano; probabilmente erano gli organismi più grandi esistenti in quel periodo, motivo per cui sono gli unici che possono veramente essere definiti "Pokémon". Di conseguenza, gli Anorith e gli Armaldo sono le uniche testimonianze viventi di uno dei periodi con la più vasta gamma di esseri viventi nella Storia, sebbene non tutti siano riusciti ad evolversi. Si ritiene quindi che la famiglia di Anorith rappresenti il primissimo passo dell'evoluzione dei Pokémon comuni, ciò spiega perché le loro capacità  di combattimento siano così simili a quelle dei Pokémon moderni. Sebbene si sia tentato di reintrodurre queste specie nel mondo moderno, gli Anorith specialmente, esse non riescono ad adattarsi al loro habitat naturale moderno a causa dei nuovi predatori acquatici.

Non si sa bene il motivo, ma sembra che i primi Anorith che raggiunsero l'età  adulta diventando Armaldo furono i primissimi Pokémon comuni a colonizzare la terraferma; il motivo di ciò sembra essere dovuto al fatto che le zampe che sviluppano sono inutili nell'acqua ma ottime per camminare sulla terra. Si è teorizzato che gli Anorith abbiano sviluppato questo stadio adulto per sfuggire ai predatori, visto che sulla terraferma non vi era alcuna traccia di essi, tuttavia non ci sono prove sull'attendibilità  di questa teoria. Questo cambiamento improvviso può causare alcune difficoltà  agli allenatori, adesso infatti vanno in acqua solamente per cacciare, ma ciò non significa che non sappiano combattere, al contrario. L'evoluzione ha reso il loro esoscheletro a placche più robusto, permettendogli di sopportare ogni variazione di pressione; ciò è utile anche in battaglia, visto che quest'armatura naturale può respingere facilmente i colpi nemici. Altro tratto interessante è lo sviluppo di un'immensa forza fisica: grazie alle tenaglie (sviluppatesi fino a diventare degli arti), che ora sono retrattili, possono scagliare rapidissimi affondi aventi una potenza tale da bucare le lastre di ferro (arrivando a rivaleggiare con la famiglia dei Cranidos in fatto di forza fisica). Non essendo molto veloci nello spostarsi, tendono a rimanere vicino all'acqua, nonostante gli Anorith si siano evoluti da tempo, ma ciò raramente è un problema per gli allenatori, specie per quelli più esperti che possono usare queste bizzarre creature in maniera devastante.

Anche se lenti nel movimento e scarsi sia in resistenza che in attacco speciale, gli Armaldo rimangono delle bestie mostruose che possono dimostrare la potenza di una creatura proveniente dal periodo Cambriano. L'uso di MT potrebbe essere molto d'aiuto e, se avete un debole per i Coleotteri, di certo questi grossi Pokémon fanno al caso vostro. Attenti quando combattete contro Pokémon Acqua: solo perché originariamente vivevano in questo elemento non significa che piaccia loro così tanto!

Relicanth

Sugimori 369.png

Spoiler

Relicanth (noto come Pokémon Longevità) è un Pokémon raro di tipo Acqua/Roccia che vive nelle profondità  degli oceani tropicali e in alcune parti degli oceani settentrionali. Bramati da collezionisti di Pokémon rari di tutto il mondo, i Relicanth sono esseri affascinanti che possono mostrare alla gente in modo incontaminato come fosse la vita milioni di anni fa. Non fatevi ingannare dall'aspetto di questi strani pesci: nonostante le scarse capacità  offensive, con una Zuccata possono veramente schiacciare l'opposizione!

Per anni si era creduto che i Relicanth fossero estinti, tuttavia, dopo il recente progresso scientifico, scienziati e ricercatori di tutto il mondo hanno iniziato ad esplorare le profondità  marine, incluse quelle degli oceani tropicali, per fare nuove scoperte e fra queste vi è proprio Relicanth. Vivere per millenni nelle profondità  marine più estreme del mondo ha portato questa specie a rimanere quasi totalmente immutata dai loro antenati risalenti a 100 milioni di anni fa. Tra le scoperte anatomiche di questi Pokémon, ora sappiamo che non dispongono di una vera e propria spina dorsale, ma una sorta di notocorda, le pinne lombari sono molto simili ad arti, hanno una bocca molto più grossa dei classici pesci e la loro testa possiede molto grasso rispetto ad altre forme di vita. Grazie ai cambiamenti minimi subiti da questa specie, il loro studio è risultato molto più semplice in confronto a qualsiasi altro Pokémon preistorico, visto che risulta essere l'unico ancora in vita senza la manipolazione genetica umana.

I Relicanth si nutrono di microrganismi filtrando l'acqua mentre nuotano lentamente nelle profondità  marine. Questi Pokémon riescono a vivere in tali ambienti e a resistere all'elevata pressione grazie alle loro squame dalla consistenza molto simile a quella della roccia, le quali contrastano la pressione, ciò permette a questi pesci di sfuggire con estrema facilità  ai predatori semplicemente nuotando a profondità  inospitali per altre forme di vita; sebbene ciò li renda più lenti di altri pesci, queste squame garantiscono anche una grande resistenza, tanto che riuscire a penetrare la loro carne è davvero difficile. Altra capacità  interessante è che sono gli unici Pokémon Acqua in grado di apprendere Zuccata in natura, anche se hanno una scarsa forza fisica; alcuni esemplari hanno un cranio più duro del normale, tanto da dar loro l'abilità  Testadura con cui possono evitare il contraccolpo, quindi possono usare l'attacco senza problemi, dando un enorme vantaggio per gli allenatori intermedi che possiedono questi pesci.

Invariati sin dall'epoca dei dinosauri, i Relicanth sono esseri senza alcun dubbio affascinanti, dato che sono gli unici Pokémon non leggendari antichi che ancora popolano il nostro pianeta senza l'intervento della tecnologia. Potrebbe essere davvero difficile vederne uno in battaglia, ma se ci riuscite, consideratevi fortunati, soprattutto se sarete in grado di incontrarne uno selvatico durante un'immersione subacquea. Potrebbero sembrare brutti, ma state certi che per molti sono preziosissimi; non vendeteli al mercato del pesce però, visto che sono assolutamente immangiabili!

Regirock

Artwork377.png

Spoiler

Regirock (noto come Pokémon Picco) è un Pokémon Leggendario di tipo Roccia che è stato avvistato in antiche rovine e in luoghi sacri in tutto il mondo. Sebbene non sia tra i Pokémon più offensivi, Regisrock è una vera e propria fortezza inespugnabile contro qualsiasi assalto fisico indipendentemente dall'avversario. Solo perché non mostra alcuna personalità, non crediate nemmeno per un istante che non sia pericoloso, visto che se provocato potreste scoprire come ci si sente a venire massacrati da un pezzo di roccia vivente!

Le origini dei quattro Regi (RegirockRegiceRegisteel e Regigigas) sono state discusse per anni da studiosi di tutto il mondo, ma nessuno ha mai scoperto la verità, quindi nessuno sa dire perché esistano, però ci sono alcune teorie; la loro forma vagamente umanoide suggerisce che abbiano una qualche relazione con l'uomo. Secondo alcuni, poco prima dell'inizio dell'era glaciale, alcuni popoli riuscirono a scoprire una forma di scienza che va al di là della nostra comprensione; con questa tecnologia, sono riusciti a creare un enorme automa dalla forza impressionante, noto come Regigigas, un essere che non può essere replicato da nessuna macchina moderna, il motivo per cui fu creato è un mistero, alcuni dicono per protezione, altri per altri scopi a noi ignoti, tuttavia sembra che ne esista un unico esemplare che vive ancora oggi. Ciò che differenzia Regigigas dagli automi moderni è che esso è in grado di pensare autonomamente, rendendo questa forma di intelligenza artificiale la più vicina ad avere un libero arbitrio. Ad un certo punto, Regigigas creò tre Pokémon a sua immagine e somiglianza usando resistenti materiali che riuscì a ricavare (roccia, ghiaccio e metallo derivato dal magma) e diede vita a RegirockRegice e Registeel. Cosa accadde dopo è un mistero, siccome ogni testimonianza di quell'epoca fu spazzata via, eccezion fatta per pochissimi indizi, che furono trovati in vari continenti come l'Europa, l'Asia e le Americhe, suggerendo che questi titani si siano spostati con il tempo senza alcun problema. All'improvviso questi Pokémon scomparvero senza lasciare traccia, solo di recente si è scoperto che questi Pokémon furono sigillati dopo il declino di questo antico popolo, il primo ad essere rinchiuso fu Regigigas (che attualmente è attivo grazie all'uso di energie sconosciute).

Regirock è composto totalmente da roccia, mentre la sua parte interna è totalmente priva di una struttura, di conseguenza è un mistero come faccia a muoversi. I suoi arti sono collegati al torso tramite delle articolazioni sferiche ed una cavità, con cui riesce a ruotare gli arti liberamente senza difficoltà, purtroppo però queste articolazioni in pietra sono semi-permanenti e devono essere sostituite abbastanza frequentemente per permettergli di mantenere la propria forza fisica. E' interessante notare che Regirock è ben diverso dagli altri Pokémon Roccia, dal momento che il suo corpo produce una potente carica elettrica positiva con cui attrae i neutroni, permettendo al corpo di creare una corrente elettrica al suo interno; è opinione diffusa tra i ricercatori che sia questa la fonte del suo potere, ma come riesca a mantenerla sempre carica senza sostentamento è un vero mistero, inoltre questa elettricità permette a Regirock di usare molti attacchi potenti come Raggioscossa e Falcecannone, tecniche inaccessibili per i Pokémon Roccia con un'anatomia di questo genere. Essendo composto totalmente da materiale inanimato, Regirock è perfettamente in grado di rigenerare qualsiasi danno semplicemente sostituendo pezzi rotti dei suoi arti o del suo torso con materiale roccioso, questo è il motivo per cui il corpo di Regirock pare essere formato da roccia proveniente da tutto il pianeta, suggerendo che in passato abbia usato dei tunnel sotterranei per raggiungere luoghi lontanissimi, ma il perché di questi spostamenti non è noto. Senza dubbio Regirock è una creatura dalla grande forza fisica e con una resistenza che gli permette di affrontare i più violenti scontri fisici, rendendolo tra i migliori Pokémon difensivi esistenti.
Nonostante non abbia capacità offensive come altri leggendari, Regirock rimane un combattente formidabile, in grado di fare a pezzi ogni avversario a distanza ravvicinata, oltre ad avere una resistenza fisica incredibile e la possibilità di sfruttare potenti attacchi come Troppoforte e Pietrataglio, quindi se non si dispone di un combattente speciale decente, è difficile contrastare questo monolito di pietra. Fatevi un favore e lasciatelo riposare in pace: se mai dovesse risvegliarsi, anche il suo immenso potere verrebbe alla luce!

Cranidos

Artwork408.png

Spoiler

Cranidos (noto come Pokémon Cranioso) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Roccia che viveva nelle giungle tropicali di tutto il mondo, ma ormai in natura quasi non esiste più perché estinto. Certamente non sono tra le creature preistoriche più imponenti, ma i Cranidos restano bestioline potenti in grado di abbattere gli avversari del loro stesso calibro come se nulla fosse. Anche se la resistenza è il loro punto debole, non vanno assolutamente sottovalutati, visto che un loro Bottintesta difficilmente lo dimentichereste!
I Cranidos e i Rampardos normalmente non esistono più in natura al giorno d'oggi, ma grazie allo sviluppo della scienza moderna, oggi è possibile riportarli in vita grazie ai Fossilcranio, esso infatti è uno dei pochi fossili che ci conferisce informazioni molto utili sulla specie senza nemmeno doverla resuscitare, visto è stato possibile risalire alla densità e alla massa del loro cranio. I Cranidos e i Rampardos fanno parte del genere dei Pachycephalosaurus e probabilmente si sono estinti verso la fine del cretaceo. La calotta cranica di questi Pokémon è molto spessa ed è stata sviluppata per combattere i loro simili per disputarsi cose come il cibo o per l'accoppiamento e probabilmente per molti altri motivi. La loro testa è anche impiegata come arma offensiva per usare potentissimi attacchi fisici, rendendoli combattenti davvero molto interessanti, purtroppo è impossibile determinare con assoluta certezza il loro tipo originario, tanto che ora sono classificati come Roccia puri a causa degli effetti della resurrezione dei fossili. Sottovalutarli è tuttavia un enorme errore, visto che la loro immensa forza fisica li rende avversari temibili per chiunque.
Anche in tenera età, i Cranidos sono combattenti devastanti in grado di colpire con maggiore forza di qualsiasi Pokémon che ancora non si è evoluto, questo perché la loro calotta cranica è spessa dagli 8 ai 13 centimetri; probabilmente nella preistoria i loro attacchi erano temuti addirittura dai Pokémon più grandi, vista la loro potenza, nonostante abbiano una scarsa resistenza e siano lenti a muoversi. Differentemente da ciò che molti credono, questa specie non è erbivora, ma onnivora, visto che potevano uccidere la preda spaccandole il cranio con Bottintesta, e non si facevano problemi a colpire tronchi e rocce che incontravano sul loro cammino. Nonostante tutto però, non sono molto adatti per le battaglia più serie, visto che il loro cervello sottosviluppato li rende incapaci di seguire tattiche avanzate, preferendo attaccare indistintamente già appena nati, il che è problematico per gli allenatori che vorrebbero allenarli, in compenso però hanno una forza tale da spaccare la corazza dei loro avversari e addirittura di danneggiare le ossa nemiche.
Non potranno certo resistere a lungo contro gli avversari più veloci e forti, ma i Cranidos restano creature affascinanti e compagni perfetti per i giovani allenatori che vogliono un Pokémon specializzato nell'offensiva. Avendo una forza fisica superiore addirittura a quella dei Machop e potendo addirittura perforare il telaio di un autobus come se nulla fosse, state certi che nessuno sarà così stupido da sottovalutarli. Sebbene non siano utili come altri Pokémon fossili, crescono più velocemente di essi, e con un po' di allenamento avrete delle bestie di tutto rispetto, anche se poi avranno una forza tale che gestirli potrebbe essere difficile!

Rampardos

Sugimori 409.png

Spoiler

Rampardos (noto come Pokémon Cranioso) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Roccia che viveva nelle giungle tropicali di tutto il mondo, ma ormai in natura quasi non esiste più perché estinto. Anche se le possibilità che possano resistere a lungo in battaglia sono scarse, i Rampardos restano creature distruttive in grado di ridurre qualsiasi cosa in macerie in un batter d'occhio. Potrebbero non essere tra le creature più intelligenti, ma se ben allenati vedrete che riusciranno facilmente ad abbattere qualsiasi nemico prima che possa reagire!

I Cranidos e i Rampardos normalmente non esistono più in natura al giorno d'oggi, ma grazie allo sviluppo della scienza moderna, oggi è possibile riportarli in vita grazie ai Fossilcranio, esso infatti è uno dei pochi fossili che ci conferisce informazioni molto utili sulla specie senza nemmeno doverla resuscitare, visto è stato possibile risalire alla densità e alla massa del loro cranio. I Cranidos e i Rampardos fanno parte del genere dei Pachycephalosaurus e probabilmente si sono estinti verso la fine del cretaceo. La calotta cranica di questi Pokémon è molto spessa ed è stata sviluppata per combattere i loro simili per disputarsi cose come il cibo o per l'accoppiamento e probabilmente per molti altri motivi. La loro testa è anche impiegata come arma offensiva per usare potentissimi attacchi fisici, rendendoli combattenti davvero molto interessanti, purtroppo è impossibile determinare con assoluta certezza il loro tipo originario, tanto che ora sono classificati come Roccia puri a causa degli effetti della resurrezione dei fossili. Sottovalutarli è tuttavia un enorme errore, visto che la loro immensa forza fisica li rende avversari temibili per chiunque.

I Rampardos sono tra le creature con la maggior forza fisica che il nostro pianeta abbia mai visto e sono giustamente temuti da ogni allenatore per i danni che possono causare in battaglia, dove sfruttano il loro resistentissimo cranio per attaccare e visto che questo è spesso circa 30 centimetri ed è duro come il ferro, state certi che non c'è quasi nulla che non possano spaccare, tuttavia ciò li rende anche prevedibili, visto che attaccano quasi esclusivamente usando attacchi che vengono sferrati con la testa (Bottintesta, Cozzata Zen e Zuccata), che però hanno una potenza straordinaria quando usati da loro, tanto che la loro Zuccata è la più potente che esista, e addirittura questa mossa è stata catalogata di tipo Roccia. Nonostante tutto però, i Rampardos hanno due grossi difetti: per prima cosa la loro scarsa resistenza e la lentezza con cui si muovono, tanto che spesso non riescono a competere contro altri Pokémon completamente evoluti. La seconda è la loro scarsa intelligenza, anche se sono in grado di schiacciare perfino gli avversari più intelligenti con la loro testa corazzata, le continue testate provocano continui traumi cranici impedendo al cervello di svilupparsi adeguatamente sin dalla giovane età, quindi è anche difficile insegnare loro mosse specifiche o ideare delle tattiche al di fuori di colpire il nemico e basta. Fortunatamente apprendono Rimonta non appena si evolvono, che un po' compensa i loro difetti. Potrebbe essere necessario richiedere l'aiuto di uno specialista per allenarli adeguatamente, ma vedrete che ne varrà la pena visto che sono in grado di schiacciare anche i nemici più corazzati.
Affrontare queste bestie può essere molto rischioso e molti allenatori ne sono consapevoli, questo perché i Rampardos possono rendere le migliori difese nemiche totalmente inutili, non a caso infatti sono i Pokémon con la maggiore forza fisica in assoluto, se si escludono leggendari e MegaEvoluzioni (quindi sono anche i Pokémon Roccia con la maggiore forza fisica fra tutti) e potendo contare su un attacco Zuccata così forte da sbriciolare le ossa, di sicuro nessuno vorrebbe mai affrontare uno di questi dinosauri. Sebbene sia quasi impossibile trovare anche solo un Cranidos selvatico, sopravvivere ad essi non è difficile, ma contro un Rampardos, per un umano è morte certa!

Shieldon

 Artwork410.png

Spoiler

Shieldon (noto come Pokémon Schermo) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Roccia/Acciaio che viveva nelle pianure di tutto il mondo, ma ormai in natura quasi non esiste più perché estinto. Anche se estinti 100 milioni di anni fa, la scienza moderna è riuscita a resuscitare queste bestie corazzate con grande felicità da parte degli allenatori e ricercatori di tutto il mondo. Potrebbero non saper combattere offensivamente, ma quando possono praticamente resistere ad ogni attacco, questo è davvero un problema?!

Gli Shieldon sono stati resuscitati da un tipo di fossile particolare noto come Fossilscudo, che altro non è che il loro cranio fossilizzato che ancora mantiene tracce genetiche della specie, sembra addirittura che siano gli antenati della famiglia evolutiva di Aron (come la loro evoluzione Bastiodon ovviamente). Dal momento che la loro cresta a scudo è formata da osso ed è corazzata, difficilmente le tracce genetiche rimangono intatte, solo le ossa trovate sepolte a certe profondità sono riuscite a mantenersi abbastanza bene. Per quanto possa sembrare strano, la loro cresta a scudo è ciò che permette loro di sopravvivere, visto che è abbastanza corazzata da proteggerli dagli attacchi più brutali, cosa che normalmente è impossibile per i Pokémon più giovani, quindi non hanno mai avuto bisogno di sviluppare abilità offensive, in quanto si nutrivano solo di erba e frutti di bosco e riuscivano a difendersi dai predatori molto bene. Anche se inadatti al combattimento offensivo, possono apprendere Riduttore verso metà di questo stadio, tuttavia la cresta corazzata li rallenta molto, risultando parecchio svantaggiati contro avversari veloci, dato che la loro pelle non dispone di protezione e se attaccati alle spalle, difficilmente potrebbero sopravvivere.

La cresta degli Shieldon ha l'unico scopo di protezione nella loro vita, questi presentano alcuni composti metallici (che servono per renderli più resistenti), che se puliti possono riflettere come fosse vero metallo; in natura lo fanno strofinandoli sui tronchi degli alberi finché non ottengono l'effetto desiderato, ma il motivo sembra che sia semplicemente estetico, tuttavia tale comportamento non è presente nella loro evoluzione, il che fa supporre che venga fatto per attirare una compagna sin da giovani, visto che da adulti sono troppo occupati a proteggere il branco. Questa loro abitudine purtroppo potrebbe renderli vulnerabili alle spalle, ecco perché tendono a farlo solo in zone poco affollate e assieme al branco.

Potrebbero non avere molte capacità offensive, tuttavia gli Shieldon restano creature interessanti che possono causare parecchi problemi agli allenatori più giovani che si basano sull'attacco. Potendo apprendere potenti mosse difensive come Protezione e Ferroscudo in tenera età, state certi che questi dinosauri sono combattenti difensivi di tutto rispetto. State solo attenti a non spaventarli o prenderli alle spalle: potrebbero non avere una grande forza fisica, ma un loro attacco Azione può far male!

Bastiodon

  Artwork411.png

Spoiler

Bastiodon (noto come Pokémon Schermo) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Roccia/Acciaio che viveva nelle pianure di tutto il mondo, ma ormai in natura quasi non esiste più perché estinto. Questa specie sembra essersi estinta durante il Cretaceo, nonostante ciò, i Bastiodon risultano essere delle bestie con enormi capacità difensive grazie alla loro cresta ferrosa inespugnabile, motivo per cui, grazie alla scienza moderna, sono diventati parecchio popolari tra gli allenatori. Potrebbero non essere molto reattivi, tuttavia quando si parla di resistere ai colpi, pochi ci riescono come questi antichi dinosauri!

Proprio come la loro pre-evoluzione, i Bastiodon sono creature antiche che possiamo vedere oggi grazie alla scienza moderna, inoltre pare che siano gli antenati dei ben più moderni Aggron. La cresta degli Shieldon ora si è ingrandita fondendosi in parte con la testa, ciò sebbene limiti i loro movimenti, conferisce un enorme vantaggio difensivo, dal momento che possono usare il collo per spostare la testa e usarla come un vero e proprio scudo in modo da parare gli attacchi da ogni direzione, eccetto quelli alle spalle. Grazie all'osso che compone la cresta e i metalli che lo rafforzano, romperlo è praticamente impossibile e rende difficile ferire questi dinosauri con attacchi diretti, tanto che è più probabile che un Bastiodon si faccia più male da solo che per colpa degli avversari. Nonostante tutto riescono ad apprendere mosse offensive davvero niente male come Pesobomba, Metaltestata e Metalscoppio, conferendo loro vantaggi strategici che la loro pre-evoluzione non possiede; considerando anche che sono in grado di imparare Blocco, non c'è da stupirsi se gli allenatori difensivi tendano ad avere uno di questi dinosauri in squadra.

Il motivo per cui  è molto difficile vederli in natura e nei loro branchi anche dopo che sono stati reintrodotti, è perché uno Shieldon impiega moltissimi anni ad evolversi senza che combatta. Normalmente gli Shieldon e i Bastiodon viaggiano in grandi branchi e si nutrono di erba e frutti di bosco che trovano come unica fonte di sostentamento, quindi sono forme di vita benigne e semplici. Essendo queste mandrie molto numerose, se attaccati da predatori, i Bastiodon formeranno un cerchio in cui all'interno ci sono gli Shieldon e formeranno un muro vivente per proteggerli, dunque passarvi è impossibile se incapaci di compiere grandi balzi o volare. Questa strategia è molto efficace, perché è impossibile infliggere gravi danni ai Bastiodon, dal momento che formando un muro circolare, attaccarli alle spalle è impossibile, il che rende la loro estinzione un vero e proprio mistero, molti suppongono che si siano estinti per via di grossi predatori, che riuscivano ad oltrepassare la loro difesa senza problemi.

Nonostante la scarsa mobilità e forza fisica, i Bastiodon sono bestie titaniche in grado di sopportare centinaia di colpi prima di finire fuori combattimento. Che lo incontriate come avversario o lo abbiate come compagno, state certi che la lotta sarà più lunga del previsto, dal momento che anche un Esplosione può far ben poco contro questi Pokémon. L'importante è solo non farvi distrarre, perché se il nemico vi attacca alle spalle c'è davvero poco da fare!

Bonsly

Artwork438.png

Spoiler

Bonsly (noto come Pokémon Bonsai) è un Pokémon relativamente raro di tipo Roccia che vive nelle zone montane e nelle foreste delle regioni di Sinnoh, Kalos ed Alola , anche se raramente è stato visto nelle regioni di Johto, Hoenn ed Unima. Anche se timidi e timorosi verso l'uomo, i Bonsly restano creature fedeli che possono rivelarsi compagni perfetti per gli allenatori e i bambini che non si fanno problemi per la loro bassa velocità. Se vi rattristate vedendo altri piangere, allora state lontani dai Bonsly, visto che non c'è nulla che piange più spesso di loro... anche se non sempre lo fanno perché sono tristi!
I Bonsly rappresentano lo stadio infantile dei Sudowoodo, in questa fase il loro torso cresce pochissimo, tanto da renderli poco più di ciottoli con le gambe, non disponendo di arti superiori; inoltre sono incapaci di apprendere molte mosse a differenza dei Sudowoodo, come Schianto, Martelpugno, Pietrataglio e Mazzuolegno, oltre ad avere una limitata forza fisica. Come si può immaginare, si muovono lentamente e i loro attacchi speciali sono molto deboli, anche se quest'ultimo caso non è un problema visto che nemmeno li apprendono in natura. C'è anche da considerare che impiegano del tempo per apprendere Mimica e fino ad allora useranno una versione più mediocre di tale tecnica, nota come Copione, senza contare che si evolvono solo dopo aver appreso proprio Mimica, senza la quale i Sudowoodo non potrebbero sopravvivere facilmente in natura. A causa delle loro limitate capacità quindi, sviluppano un carattere timido, preferendo non uscire allo scoperto fino all'evoluzione, specie se ci sono umani nelle vicinanze, fortunatamente però legare con loro non è difficile, anche perché sono consapevoli che con un allenatore possono sopravvivere molto più facilmente.
Il corpo dei Bonsly ha una consistenza più porosa rispetto a quello dei Sudowoodo, facendo anche più fatica a regolare i fluidi interni, per questo motivo tendono a cercare ambienti molto aridi in cui vivere, zone che perfino la loro evoluzione farebbe fatica ad abitare, ciò è dovuto alla loro enorme debolezza agli attacchi Acqua, tanto che devono espellere di continuo l'acqua in eccesso con la mossa Falselacrime (che i Sudowoodo non apprendono perché perfettamente in grado di regolare l'acqua al loro interno), ma l'espressione che assumono mentre la usano fa sembrare che stiano piangendo sul serio, il che può essere un problema per gli allenatori quando iniziano ad usarla in luoghi affollati. Ciò porterebbe anche alcuni problemi di cura del Pokémon (visto che sarebbe difficile capire quando piangono sul serio e quando no).
Non sono certo i migliori combattenti, ma i Bonsly restano creature adorabili che possono diventare perfetti Pokémon domestici e compagni per qualsiasi bambino che sappia dei loro problemi "emotivi". Con il tempo e le cure adeguate, il vostro Bonsly potrebbe anche diventare un Sudowoodo quando migliorano le loro tecniche mimetiche. Attenti quando li portate in giardino: la gente potrebbe scambiarli per piante vere e proprio come la loro evoluzione, odiano l'acqua!

Rhyperior

464 Rhyperior

Spoiler

Rhyperior (noto come Pokémon Trapano) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Terra/Roccia che vive nelle grotte, nelle zone montane, nelle savane e nelle zone vulcaniche delle regioni di Sinnoh e Kalos, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Kanto, Unima ed Alola. Anche se sono lenti quanto la loro pre-evoluzione e sembra che siano solamente resistenti, i Rhyperior sono creature brute e minacciose che compensano la scarsa mobilità con un'enorme forza fisica ed una resistenza incredibile. Averlo come nemico può essere una delle cose peggiori che qualcuno possa desiderare, quindi cercate di evitarli ad ogni costo, perché essere colpiti da un loro Devastomasso è... devastante!
Normalmente i Rhydon sono considerati lo stadio adulto della loro famiglia evolutiva, visto che non riescono ad evolversi ulteriormente in natura, tuttavia questa specie ha sempre dimostrato di avere una certa affinità con uno strumento noto come Copertura, che altro non è che un componente interno e fossilizzato di un Rhydon che serve per collegare il loro tessuto muscolare con la corazza. Quando sono sottoposti a determinati campi magnetici mentre possiedono questo oggetto, il Pokémon subisce una mutazione, fondendo quel pezzo biologico della sua stessa specie con il suo corpo, rafforzando sia la corazza che la loro forma fisica facendoli evolvere in Rhyperior. Lo sviluppo della corazza non è il solo cambiamento che avviene con l'evoluzione, ma anche la loro intera struttura fisica cambia; il perché non è ben noto, alcuni suppongono che ciò sia dovuto al fatto che il loro corpo riottiene caratteristiche fisiche dei loro antenati, infatti il loro scheletro è molto più simile a quello degli esemplari antichi di Rhydon piuttosto che di quelli moderni, di conseguenza il loro percorso evolutivo è molto simile a quello degli Yanma, Tangela e degli Swinub.
Nonostante i Rhyperior abbiano forza fisica e capacità difensive superiori a quelle dei Rhydon tanto da sopportare la forza di un'eruzione vulcanica senza subire danni, non si differenziano ulteriormente dalla loro pre-evoluzione in battaglia, eccetto per il fatto che il corno ora ha una piastra sopra i nervi che permette di rotearlo con maggiore forza senza problemi e di apprendere Velenpuntura naturalmente. Ma la caratteristica che sviluppano più degna di nota è il foro sul palmo delle zampe superiori che va fino all'osso ed è rinforzato da tessuto muscolare, ma questi sono cavi; in questi buchi possono inserire oggetti, come delle pietre, che poi sparano come proiettili con la contrazione e l'espansione dei muscoli, causando danni ingenti agli avversari, ed è proprio grazie a questa loro capacità che possono apprendere l'attacco Devastomasso e nessun altro Pokémon può usare questa tecnica con tale potenza, visto che per usarla sparano pietre addirittura più grosse dei loro fori, spesso provocando anche più danni del dovuto, prendendo accidentalmente dei Geodude, i quali ovviamente non saranno molto contenti di venire sparati via. Altra cosa degna di nota è la loro intelligenza leggermente superiore a quella dei Rhydon, con cui ricordano le cose più facilmente, rendendoli migliori contro avversari più strategici.
Trovare una Copertura non è certo facile, ma con tutti i benefici che possono darvi in lotta, la fatica di procurarsi tale oggetto è ben ricompensata. Come se non bastasse, sono anche i Pokémon Terra con la maggiore forza fisica (escludendo leggendari e MegaEvoluzioni), non è difficile quindi che questi rinoceronti possano schiacciare i nemici inferiori come nulla fosse. Certo, non sono abili nell'uso di attacchi speciali o nel resisterli, ma finché tengono a bada i loro nemici lanciando loro rocce come fossero proiettili, non c'è nulla di cui preoccuparsi!

Probopass

Artwork476.png

Spoiler

Probopass (noto come Pokémon Bussola) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Roccia/Acciaio che vive nelle grotte scure delle regioni di Sinnoh, Unima, Kalos ed Alola, anche se raramente è stato visto nella regione di Hoenn. Sebbene possano sembrare addirittura più bizzarri della loro pre-evoluzione, i Probopass sono combattenti difensivi eccezionali in grado di sopportare danni sia fisici che speciali rispetto a quasi qualsiasi altro Pokémon comune. Potrebbero essere incapaci di eseguire attacchi molto forti o muoversi velocemente, ma quando ne affronterete uno è piuttosto improbabile che lo scontro finisca presto, ma d'altronde, chi non si arrabbierebbe nel farsi sconfiggere da un Pokémon simile aiutato da tre piccoli "nanetti"!

Normalmente i Nosepass in natura non si evolvono e già "nascono" completamente sviluppati, tuttavia se sottoposti a certi campi magnetici, avviene un drastico cambiamento in loro. In queste rare circostanze i metalli all'interno dei Nosepass emergono formando una corazza protettiva al loro corpo roccioso, mentre il magnetismo attrae altri componenti magnetici per completare questa protezione, di conseguenza la loro struttura viene totalmente riorganizzata rendendoli più forti e facendoli evolvere in Probopass. Dal momento che ora il loro corpo è ricoperto da uno strato metallico permanente, sono classificati anche come Pokémon Acciaio oltre che come Roccia, rendendoli più resistenti agli attacchi speciali (infatti hanno una difesa speciale nettamente superiore grazie non solo alla corazza metallica, ma anche al loro stesso campo magnetico). Ciò ovviamente cambia anche delle loro abilità, infatti non possono più imparare Sassata e Rafforzatore come Nosepass, in quanto sostituiti dai ben più potenti Bombagnete e Ferroscudo, senza contare che ora possono anche imparare Magnetascesa, Gravità e Bodyguard. Come se non bastasse, grazie al campo magnetico che producono, non sono più costretti a puntare sempre verso nord (sebbene non possano avvicinarsi fra di loro avendo la stessa polarità al naso); questo loro campo magnetico li porta anche ad attrarre materiali metallici, infatti i loro "baffi" altro non sono che piccoli detriti metallici attirati e ormai fusi completamente alla base del loro naso.

Anche se leggermente più veloci rispetto ai Nosepass, il vero motivo per cui sono più forti è per le tre unità che possiedono; queste sono note come "mini-nasi", vengono creati poco dopo l'evoluzione e usati per eseguire gli attacchi fisici. I mini-nasi vengono manipolati e controllati tramite il campo elettromagnetico da loro prodotto anche a grandi distanze e non essendo collegati a Probopass fisicamente, possono colpire i nemici con attacchi come Pietrataglio lasciando il Pokémon ad una distanza di sicurezza, permettendo loro di continuare ad avere un ruolo difensivo e di attaccare da tre diverse angolazioni con estrema efficacia. Se un mini-naso viene danneggiato gravemente o distrutto, un Probopass può facilmente ripararlo o anche ricrearlo da zero, l'unico inconveniente è che se mai dovessero essere distrutti tutti e tre, l'unico attacco fisico che Probopass potrebbe usare è il debole Azione, ma fortunatamente dispongono di potenti attacchi speciali, quindi raramente ciò si rivela un problema.

Nonostante il loro bizzarro aspetto e lo stile di combattimento del tutto unico, sono pochi gli allenatori che riescono a gestirli come si deve, senza dubbio però i Probopass sono possenti combattenti in grado di resistere a molti colpi prima di andare fuori combattimento. Essendo loro i Pokémon Acciaio con la maggior difesa speciale (assieme a Registeel ed Aegislash nella sua Forma Scudo) e potendo contare su molti attacchi Roccia, Acciaio ed Elettro con cui possono facilmente avere la meglio anche su Pokémon Acqua, i Probopass sono senza alcun dubbio tra i migliori combattenti difensivi. Se mai voleste averne uno, tenete alla larga qualsiasi oggetto metallico prezioso: già è brutto perderli, ma vederli formare i baffi di Probopass è davvero imbarazzante!

Arceus

Arceus Stone

Spoiler

Arceus (noto come Pokémon Primevo) è un Pokémon Leggendario di tipo Normale (ma che può assumere un tipo qualsiasi a seconda della forma) che vive in una dimensione sconosciuta, chiamata Spazio Origine dagli esperti. Anche se si conosce pochissimo riguardo questa magnifica bestia, Arceus è la creatura più potente che abbia mai messo piede sul nostro mondo e forse anche dell'intero universo, sebbene a prima vista non sembri nulla di speciale. Gli umani ancora non sono certi riguardo le sue origini e i suoi pensieri, ma merita di essere rispettato e temuto da qualsiasi essere vivente, Pokémon e non, esistente; dopo tutto, se Arceus non fosse esistito, ora non ci troveremmo qui a parlarne!

Secondo le leggende di SinnohArceus è nato in un grande uovo cosmico prima ancora che l'Universo vedesse la luce; poco dopo la sua nascita creò Dialga e Palkia per governare, rispettivamente, tempo e spazio, nonché Giratina, affinché regnasse sulla materia e, in particolare, sulla materia oscura dell'Universo (senza la materia oscura, infatti, le galassie non potrebbero mantenere la loro forma e sarebbero destinate all'oblio, impedendo dunque la nascita di qualsiasi essere vivente: come Arceus ne fosse a conoscenza rimane tuttora un mistero). Infine Arceus si recò nel nostro mondo e decise di portare la vita su di esso creando UxieMesprit e Azelf, grazie ai quali essa iniziò a fiorire sul pianeta, che prima di allora era sterile e privo di vita. Compiuto ciò, Arceus si riposò per lunghissimo tempo. Questo mito racconta fatti davvero interessanti che sconcertano la Storia, ma che possono risultare rivelatori sotto molti punti di vista. Se è vero che Arceus creò Dialga e Palkia prima della creazione dell'Universo, questo vuol dire che egli, volendo, può ignorare qualsiasi legge della natura, mentre alcuni ritengono si tratti di un organismo di un'altra dimensione avente la capacità  di creare da zero gli elementi necessari per dare inizio alla creazione di altri universi (spazio, tempo e materia oscura). Se ciò risultasse vero, allora Arceus sarebbe un alieno nel senso più stretto del termine. Il fatto che abbia impiegato miliardi di anni per raggiungere il nostro pianeta non è un'informazione sorprendente, considerando che l'Universo è immenso, ma la teoria la quale quest'ultimo sarebbe in continua espansione non sembra possibile, dal momento che ciò implicherebbe che Arceus possa muoversi ad una velocità molto superiore a quella della luce, cosa assolutamente impensabile. Invece gli studiosi teorizzano che possa creare portali warp stabili nel tessuto spazio-temporale, permettendogli di viaggiare da un punto all'altro dell'Universo in tempi veramente molto brevi; ma questa teoria non è confermata, sebbene sembri l'unica spiegazione possibile.

Ciò che è certo è che Arceus è una creatura sorprendentemente potente, specialmente grazie alle reliquie sacre che possiede, note come Lastre della Vita. Dai pochi dati disponibili riguardo questi oggetti, sappiamo che esistono ben 17 Lastre della Vita che fungono da barriera vitale per Arceus, e che gli consentono di mutare il proprio tipo a piacimento (per questo motivo è l'unico Pokémon attualmente noto registrato con l'abilità  Multitipo). Queste Lastre furono studiate attentamene dalle civiltà antiche che interagirono con Arceus: ciò li portò a creare delle copie delle Lastre della Vita, naturalmente più deboli delle originali (anche se quelle create dagli umani, tuttavia, furono impregnate di un'identica energia), le quali sono giunte fino a noi e possono oggi essere trovate nel sottosuolo e in tutto il mondo. Anche queste copie, volendo, consentono ad Arceus di cambiare forma e potenziare, di conseguenza, le mosse appartenenti a quello stesso tipo (un effetto naturale che hanno tutti i Pokémon); le Lastre della Vita originali hanno una forma differente, ma funzionano allo stesso modo, con l'importante differenza, però, che senza di esse morirebbe. Le Lastre della Vita (incluse le copie) fungono anche da fonte d'energia primaria per la mossa peculiare di ArceusGiudizio: tale mossa raccoglie l'energia luminosa in tutto il corpo di Arceus per poi essere rilasciata contemporaneamente attraverso un unico devastate colpo, permettendogli di creare una pioggia di palle di luce abbastanza potente da danneggiare la struttura molecolare dell'avversario, causandogli quindi danni immensi. Anche se dal punto di vista della potenza pura non è un granché, la mossa è collegata in modo incredibile ad Arceus: infatti, se ha la forma di Tipo Drago, anche Giudizio avrà  le caratteristiche di una mossa di tipo Drago, rendendola ancora più potente del normale; quindi essa risulta essere la più versatile fra tutte le mosse Pokémon ad oggi conosciute.

Anche se le interazioni degli umani con Arceus sono state estremamente limitate, l'uomo ha riconosciuto comunque il suo enorme potere e la sua grande importanza, infatti viene rappresentato come una divinità nelle principali religioni Pokémon influenzate dal mondo antico: inoltre sono presenti numerosi templi a lui dedicati in tutto il mondo, il più conosciuto dei quali è rappresentato senza dubbio dalle Rovine Sinjoh, situate nelle profondità di una frontiera ghiacciata che divide le regioni di Johto e Sinnoh. Si ritiene che questa terra un tempo fosse un bosco lussureggiante pieno di vita, che comprendeva gli stessi umani, ma divenne inospitale molti millenni or sono, quando il clima della regione di Sinnoh iniziò a irrigidirsi lungo i suoi confini. Nonostante gli effetti dannosi della neve e del ghiaccio, il tempio ha resistito alla perfezione, risultando ad oggi la struttura conosciuta dedicata ad Arceus meglio conservata. Circa un decennio fa, degli archeologi scoprirono dei flauti dalla forma bizzarra in un recipiente di pietra vicino alla parte posteriore del tempio. Secondo le iscrizioni presenti nella parte interna del recipiente, questi strani oggetti, che furono chiamati Flauti Cielo dai loro scopritori, sarebbero in grado di evocare Arceus grazie a una melodia impercettibile dall'orecchio umano; infatti il suono generato da questi strumenti è completamente diverso da quello prodotto da un qualsiasi altro oggetto conosciuto nel pianeta. Poiché il suono, in natura, non può percorrere distanze troppo elevate, esso avrà  effetto solo se suonato in zone dotate di un'acustica adeguata; le Rovine di Sinjoh non possiedono l'acustica necessaria per consentire l'evocazione di Arceus, tuttavia pare che possano concentrare sufficiente energia per evocare gli elementi del tempo, dello spazio o della materia oscura... o almeno così viene detto nelle iscrizioni del tempio. Il significato e le implicazioni di tale scritture sono tuttora sconosciuti.

Sebbene Arceus non sia stato visto per un lungo periodo di tempo, ci sono testimonianze di una sua spaventosa apparizione in tempi moderni, durante il cosiddetto "Incidente di Michina Town". Migliaia di anni fa, Michina Town era uno sterile deserto che causava agonia a tutti i suoi abitanti. Secondo le leggende, la città  fu salvata da Arceus, il quale fermò una pioggia di meteoriti, anche se tale azione costò al Pokémon la perdita delle sue 17 Lastre della Vita. A causa di tale incidente, la vita di Arceus fu in grave pericolo, tuttavia un abitante dell'antica Michina Town di nome Damos lo salvò da morte certa riportandogli le Lastre della Vita. Per ringraziarlo, Arceus decise di usare cinque delle sue Lastre per creare il Gioiello della Vita, grazie al quale la terra tornò più ricca che mai. Michina Town ormai prosperava, finché Arceus un giorno fece ritorno per chiedere la restituzione del Gioiello della Vita: in tale occasione venne però ingannato da Damos, che lo attaccò senza ritegno tradendo così l'antico patto di fiducia che univa gli esseri umani al Pokémon Primevo, il quale, in seguito all'evento, si ritirò in un sonno profondo. L'imminente risveglio di Arceus aveva generato delle onde d'urto che colpirono le dimensioni dello spazio e del tempo (causando l'arrivo accidentale di Dialga nella dimensione dello spazio e, di conseguenza, dando origine all'"Incidente di Alamos Town" e, in seguito, all'"Incidente Zero"). Al suo risveglio, Arceus iniziò a distruggere tutto ciò che gli capitava a tiro per mezzo della sua implacabile mossa Giudizio. Il Trio Drago (DialgaPalkia e Giratina) smise di combattere, tutto grazie ai poteri telepatici di una giovane donna che riuscì a calmare i tre colossi, i quali iniziarono quindi ad attaccare Arceus per difendere il mondo. Tuttavia i loro sforzi furono inutili, anche il tentativo della donna (che per coincidenza si trattava di una discendente di Damos) di cercare di restituire il Gioiello della Vita si rivelò del tutto vano: Arceus calpestò il Gioiello della Vita riducendolo in mille pezzi, rivelando quindi che quella che avevano cercato di restituirgli era una volgare imitazione. Allora Dialga, come ultima speranza per cercare di modificare la storia, portò indietro nel tempo la ragazza e un gruppo di giovani che l'avevano appena conosciuta. Essi scoprirono che Damos non aveva ingannato Arceus intenzionalmente, ma era stato ipnotizzato da un Bronzong appartenente al capo villaggio di Michina Town, un crudele uomo di nome Marcus. Ma grazie ai ragazzi, Marcus fu fermato e il Gioiello della Vita fu restituito ad Arceus prima che potessero fare ritorno nel presente. Nonostante ciò, a causa della perdita di sensi di Dialga, gli eventi del presente non erano mutati, ma lo erano quelli del passato, quindi il ragazzo che era stato spedito indietro nel tempo ricordò ad Arceus quello che era successo, riuscendo a placarne l'ira e a persuaderlo a fare ritorno nella propria dimensione, lo Spazio Origine (così come gli altri tre Pokémon, che fecero ritorno nelle rispettive dimensioni di appartenenza).

Arceus è tanto misterioso quanto le origini della vita e il nostro scopo nell'Universo, ma si può affermare senza dubbio che si tratta di una creatura dai poteri straordinari, grazie ai quali ha dato origine al nostro mondo e, forse, all'intero l'Universo. Arceus può vantare di un gran numero di record personali, in quanto: risulta il Pokémon Normale con maggiore resistenza fisica, il Pokémon Lotta con maggiore resistenza speciale, il Pokémon Veleno con maggior vitalità, il Pokémon Terra attacco speciale, difesa speciale (quest'ultima condivisa con Claydol) e velocità (a pari merito con Dugtrio), il Pokémon Roccia con maggiore attacco speciale (escludendo i leggendari MegaEvoluti), il tipo Coleottero con maggior vitalità, il Pokémon Acciaio con maggior velocità, il Pokémon Fuoco con maggior vitalità, il Pokémon Elettro con maggior resistenza (assieme a Zekrom) e difesa speciale; infine, statisticamente parlando, il Pokémon più potente in assoluto (esclusi i leggendari MegaEvoluti e ArcheoRisvegliati). Sfidare Arceus in battaglia implica una sconfitta praticamente certa, senza contare che riuscire ad affrontarlo è quasi impossibile. Nonostante la sua esistenza e la sua importanza religiosa siano messe in dubbio da alcuni, non si può certo negare che abbia avuto una grandissima importanza per il nostro insignificante pianeta... e se siete convinti che lui non esista, sperate che non vi senta, o potrebbe lanciare il suo Giudizio su di voi!

Modificato da Zarxiel

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme
Inviato (modificato)

Roggenrola

Artwork524.png

Spoiler

Roggenrola (noto come Pokémon Placca) è un Pokémon relativamente comune di tipo Roccia che vive dentro e nei pressi delle grotte delle regioni di Unima, Kalos, Alola e altre zone del Nord America, anche se raramente è stato visto nella regione di Hoenn. Anche se potrebbero non sembrare neanche lontanamente pericolosi come altri Pokémon Roccia (come i Geodude), i Roggenrola restano combattenti resistenti in grado di sopportare moltissimi danni. Per i giovani allenatori che non sfruttano la loro scarsa resistenza speciale, affrontarli è davvero dura, ma restano abbastanza solidi da poter comunque resistere in ogni scontro!
I Roggenrola apparvero per la prima volta 100 anni fa, quando un grosso terremoto ad Unima aprì un enorme dirupo, dal quale queste creature emersero in superficie per la prima volta, sorprendendo la popolazione per l'esistenza di questi esseri tanto numerosi. In poche settimane questi Pokémon apparvero in gran numero in tutto il Nord America, ma come ciò sia possibile non è del tutto noto. Il motivo per cui prediligono vivere dentro le grotte è perché gli apparati sensoriali funzionano meglio in spazi chiusi, quindi stare all'aperto confonde i Roggenrola, anche se le evoluzioni tendono a non avere più questo problema, ma è sempre meglio tenerli d'occhio quando rimangono fuori per troppo tempo, visto che potrebbero disorientarsi e mancare il loro bersaglio in battaglia.
Il corpo dei Roggenrola è molto duro, paragonabile quasi all'acciaio, probabilmente ciò è dovuto alle pressioni sotterranee e, per quanto possa essere incredibile, sia i Roggenrola che le loro evoluzioni sono totalmente composti da roccia, senza nessun componente organico, nemmeno un sistema nervoso, per questo si ritiene siano un caso estremamente raro di auto-animazione naturale, vale a dire che sono organismi che vivono senza mezzi biologici o spirituali. Al loro interno vi è un nucleo pressurizzato di roccia fusa e metallo, che è stato formato assorbendo cariche elettriche grazie al campo magnetico del pianeta, potendo generare energia in continuazione senza che si raffreddi, permettendo alla roccia che lo circonda di animarsi (dando origine alla famiglia evolutiva dei Roggenrola). Nonostante non siano creature molto intelligenti, sfruttano il pezzo di roccia superiore come una bussola per captare vibrazioni ed orientarsi (fungendo da occhi ed orecchie), potendo di conseguenza combattere senza problemi, sebbene abbiano la cattiva abitudine di avvicinarsi a qualsiasi cosa notino senza pensarci. Altra cosa interessante è che sono incapaci di comunicare con altri esseri al di fuori dei loro simili, provocando un'eco attraverso l'orifizio cavo del loro corpo.
Nonostante le ridotte dimensioni, i Roggenrola restano combattenti valorosi, specie per i giovani allenatori, sebbene molti di essi non apprezzino i Pokémon Roccia. Anche se lenti e deboli sia nell'usare che nel difendersi dagli attacchi speciali, quando si tratta di svolgere ruoli fisici queste piccole pietruzze sapranno fare il loro dovere. Non dovrete nemmeno preoccuparvi di nutrirli, visto che è il loro nucleo a garantire nutrimento costante, senza contare che non hanno neppure una bocca!

Boldore

Artwork525.png

Spoiler

Boldore (noto come Pokèmon Minerale) è un Pokèmon relativamente non molto comune di tipo Roccia che vive dentro e nei pressi delle grotte delle regioni di Unima, Kalos, Alola e altre zone del Nord America, anche se raramente è stato visto nella regione di Hoenn. Anche se poco più veloci della loro pre-evoluzioni, i Boldore sono comunque creature potenti in grado di rendere le cose difficili per i giovani allenatori a causa della loro grande forza e resistenza fisica; inoltre i Boldore hanno un bell'aspetto... basta non guardarli troppo a lungo, potrebbe non essere proprio salutare!
Per ragioni non del tutto chiare, da quando i Roggenrola iniziarono a vivere sulla superficie terrestre, il loro nucleo è diventato instabile portandoli a mutare con il tempo o combattendo. Per compensare la perdita di materiale nel nucleo, iniziano a sfruttare la loro pressione per fondere le rocce vicino a loro evolvendosi in Boldore, così da crescere e mantenere le dimensioni del nucleo in espansione, sebbene non sia un processo perfetto. Alcune parti del nucleo tendono ad emergere dal corpo (specialmente gli esemplari sani); queste parti, grazie all'atmosfera più fredda, portano alla crescita di cristalli lucenti, tuttavia questi sono bloccati all'interno ed estrarli è quasi impossibile, per questo vengono venduti a caro prezzo nel mercato nero. Grazie all'energia concentrata prodotta dal nucleo, questi cristalli la contengono, questa può essere usata come un motore per le macchine o anche per curare alcune malattie (o almeno alcuni dicono che sia così). Nonostante le leggi che vietano l'estrazione mineraria dai Boldore, a causa del fatto che è abbastanza facile trovarli, non è semplice interrompere queste attività minerarie illegali.
Differentemente dai ben più tranquilli Roggenrola, i Boldore sono più aggressivi e territoriali, specie nei confronti degli umani. Mentre i Roggenrola attaccano sfruttando solamente il loro corpo roccioso, i Boldore invece sfruttano i loro cristalli per colpire il bersaglio e si spostano come fossero granchi, per questo motivo i cristalli sulla loro schiena tendono ad essere consumati (ma non vengono mai rimossi), e infatti sono uno dei tre Pokémon Roccia puri in grado di apprendere Gemmoforza naturalmente (che imparano appena evoluti), ma il loro basso attacco speciale impedisce un utilizzo decente di questo attacco. Prima di attaccare, i cristalli tendono ad illuminarsi in quanto assorbono l'energia dal nucleo, ciò purtroppo causa delle malattie poco gravi dovute alle radiazioni del nucleo, quando Pokémon poco corazzati vengono colpiti dal loro Gemmoforza. Cercare di drenare l'energia dal loro nucleo è molto pericoloso, inoltre tendono ad andare alla ricerca di acqua all'interno delle grotte in modo da mantenere la loro salute stabile (questo perché l'acqua viene usata nel nucleo per produrre combustione e reazioni chimiche per sostenerne la temperatura), ma il perché la cerchino così tanto non è del tutto chiaro, è probabile che si siano adattati alla vita sulla superficie (e alle sue forme di vita).
Potrebbero non sembrare nulla di speciale, ma i Boldore sono creature pericolose in grado di trafiggere i loro avversari con i cristalli nel corpo. Alcuni potrebbero vederli come una lauta forma di denaro, ma tale attività è sconsigliata per chiunque: solo perché sapete che non sono invincibili, non significa che sia sicuro estrarre i loro minerali, specialmente se ci sono dei Gigalith nei dintorni!

Gigalith

Artwork526.png

Spoiler

Gigalith (noto come Pokémon Pressionalta) è un Pokémon raro di tipo Roccia che vive dentro e nei pressi delle grotte delle regioni di Unima, Kalos, Alola e altre zone del Nord America, anche se raramente è stato visto nella regione di Hoenn. Seppure non siano in grado di muoversi agilmente, i Gigalith restano creature molto pericolose in grado di schiacciare letteralmente i loro avversari con potenti attacchi fisici e sfruttando la loro enorme resistenza fisica. Questi titani sono molto più pericolosi di quanto non sembrino; anche se normalmente non sono in grado di usare potenti attacchi speciali, quando sono sotto la luce del sole, sono praticamente inarrestabili!
Nonostante la loro instabilità, i Boldore sono perfettamente in grado di sopravvivere in natura senza problemi e non si evolvono normalmente, tuttavia quando sottoposti a campi elettromagnetici (come quelli delle macchine da scambio) si sviluppano ulteriormente. Ciò causa un'ulteriore espansione del loro nucleo instabile, costringendo il corpo dei Boldore a crescere per contenerlo facendoli evolvere in Gigalith, ma similmente all'evoluzione dei Roggenrola in Boldore, anche in questo caso porta alla crescita di minerali sul corpo. Il motivo per cui diventino quadrupedi con l'evoluzione non è del tutto chiaro, ma è possibile che sia per adattarsi meglio alla vita sulla superficie, anche perché sono soliti uscire più spesso dalle grotte e quattro zampe sono più utili per spostarsi in altri terreni, ciò li rende anche estremamente territoriali e pericolosi; inoltre sono soliti sorvegliare i Roggenrola e i Boldore della zona: se mai uno di loro venisse minacciato da un umano, non esiteranno ad attaccarlo senza alcuna pietà.
Anche se il loro basso attacco speciale lascia credere che la specie sia incapace di usare mosse di questo tipo con efficacia, in realtà un modo per potenziarle esiste: quando esposti ad una forte luce solare, i cristalli dei Gigalith immagazzinano l'energia solare rapidamente, la quale viene poi trasferita al nucleo caricandolo a livelli sorprendentemente instabili, ma differentemente dai Roggenrola e dai Boldore, i Gigalith possono usare l'energia del loro nucleo senza effetti negativi, riuscendo a convogliare l'energia dal nucleo alla bocca per usare l'attacco Solarraggio, ma usata da loro ha un effetto diverso rispetto ad altri Pokémon: sebbene agisca proprio come fosse un attacco Erba, e quindi la potenza è inferiore rispetto a quando usato da un Pokémon di questo tipo completamente evoluti, l'energia usata (la quale fa avere all'attacco una forma sferica anziché a raggio) è tremendamente alta. Per farla breve, il loro Solarraggio agisce similmente a dei proiettili di un fucile da caccia, quanto più vicino al nemico, più sarà potente, al punto da far franare una montagna. L'unico problema è che per causare danni significativi è necessario stare molto vicino al nemico, ma vista la loro bassa velocità di movimento, non è un compito facile. Ciò deve essere tenuto bene a mente quando si affronta un Gigalith (non tanto per il Solarraggio in sé, ma per gli attacchi fisici in generale).
Tra tutti i Pokémon Roccia, i Gigalith sono senza dubbio tra i più pericolosi, in quanto questi Pokémon causano molti più danni di quanti ne subiscano. Potendo annientare qualsiasi cosa minacci il loro habitat e potendo distruggere letteralmente chiunque a distanza ravvicinata, di sicuro sono in grado di mettere in difficoltà qualsiasi allenatore incapace di affrontarli da lontano. Se amate i Pokémon Roccia e avete molto tempo libero, allora non sarebbe una brutta idea procurarsi uno di questi titani, dopotutto quanti Pokémon Roccia possono incutere terrore perfino nei Pokémon Acqua?!

Dwebble

200px-Artwork557.png

Spoiler

Dwebble (noto come Pokémon Pietracasa) è un Pokémon relativamente non molto comune di tipo Coleottero/Roccia che vive nei deserti e vicino alle coste delle regioni di Unima e Kalos, anche se raramente è stato visto nella regione di Hoenn. Nonostante non siano grandi combattenti, i Dwebble sono piccole e robuste creature in grado di causare non pochi problemi ai nemici per via del loro tipo insolito. Anche se non si vuole usare questi crostacei per combattere, risulteranno ottimi Pokémon domestici... l'importante è non togliere loro il guscio!

Nonostante siano in realtà  dei crostacei, non hanno un esoscheletro molto resistente, risultando quindi indifesi e dotati di scarsa forza fisica. Per cercare di ovviare a questo problema si creano un guscio dalla roccia, la quale viene sciolta e modellata grazie ad un acido che secernono dalla bocca, in modo tale da poterla adattare perfettamente al proprio corpo, e terranno tale roccia per tutta la durata di questo stadio grazie ad un gancio situato all'estremità  del corpo stesso. Poiché l'uso dell'acido richiede una quantità  enorme di energia, i Dwebble non lo sfruttano come arma di battaglia, ma attaccano solo con gli artigli. Se perdono il guscio, o esso risulta troppo danneggiato, questi Pokémon cadono in uno stato di panico fino a quando non lo ritrovano o non ne creano uno nuovo. Essi si nutrono principalmente di piccoli insetti o di crostacei più piccoli, e, nonostante la loro debolezza naturale, non è raro vederli vicino alle coste, cosa piuttosto strana, anche se ciò è imputabile alla facilità  con cui trovano le rocce.

Nonostante alcuni problemi personali, i Dwebble sono creature energiche che amano sia giocare che cacciare il poco cibo di cui hanno bisogno, ma restano ottimi Pokémon domestici per i bambini o compagni perfetti per gli allenatori più giovani. Il problema principale che si potrebbe riscontrare in questi esseri è il grande cambiamento fisico e di personalità  che subiscono con l'evoluzione, il che può essere pericoloso per i bambini, motivo per cui non è raro che vengano abbandonati dai genitori di questi quando iniziano a mostrare i primi segni della trasmutazione (aggressività  e crescita); il pericolo principale è rappresentato dall'impiego dell'attacco Devastomasso, con cui iniziano a scagliare oggetti rocciosi o, in rari casi, pezzi del loro stesso guscio; inizialmente potrebbe sembrare una mossa non molto pericolosa, ma quando vi accorgerete che non è così sarà  troppo tardi.

Anche se più utili come Pokémon domestici anziché come combattenti, i Dwebble sono esseri davvero unici in grado di causare non pochi problemi ad avversari non abituati ad affrontare i Coleotteri, specie quelli più resistenti. Se state cercando un piccolo compagno di viaggio o una semplice mascotte per vostro figlio, questi piccoli crostacei fanno al caso vostro. Potreste essere tentati di togliere loro il guscio, ma è meglio non farlo spesso: potrebbe sembrare divertente, ma i ruoli potrebbero invertirsi una volta evoluti in Crustle!

Crustle

200px-Artwork558.png

Spoiler

Crustle (noto come Pokémon Scogliocasa) è un Pokémon non molto comune di tipo Coleottero/Roccia che vive nei deserti e vicino alle coste delle regioni di Unima e Kalos, anche se raramente è stato visto nella regione di Hoenn. Certamente non sono tra i combattenti più grandi, ma i Crustle sono esseri pericolosi che non si fanno scrupoli ad abbattere qualsiasi cosa si pari loro davanti con Devastomasso, e nel contempo riescono a resistere anche ai colpi più violenti senza problemi. Se credevate che i Dwebble sarebbero rimasti allegri e giocosi anche dopo l'evoluzione vi sbagliavate di grosso: l'unica cosa che fanno è abbattere chiunque si metta sulla loro strada!

Quando un Dwebble si evolve in Crustle, il suo esoscheletro diventa molto resistente, tanto da poter sopportare enormi pressioni senza danneggiarsi minimamente (anche se ciò lo porta a non poter più apprendere Tagliofuria naturalmente). Poiché sono molto più grossi dei Dwebble, riescono a portare un guscio di roccia molto più grosso, ma, a causa del loro corpo largo e piatto, riuscire a trovare una roccia che si possa adattare è difficile, per questo sfruttano gli artigli e l'acido per fondere tante rocce diverse e creare un unico grosso masso con un foro sul fondo. Questo masso non protegge bene come quello dei Dwebble, tuttavia, a causa delle enormi dimensioni, è molto facile che i nemici colpiscano esso anziché il Pokémon; inoltre le loro zampe (specialmente quelle anteriori) possiedono un esoscheletro più spesso e resistente, permettendo loro di camminare per lunghi periodi di tempo senza affaticarsi per il troppo peso, anche in zone aride.

Il motivo principale per cui i Dwebble diventano aggressivi con l'evoluzione in Crustle è per via dell'enorme aumento di dimensioni: essendo infatti più grossi e resistenti, risultano cacciatori migliori in natura e riescono a proteggersi meglio dai predatori; acquistano consapevolezza di ciò già  poco prima che l'evoluzione sia completa. Se mai dovessero incontrare un Pokémon più grosso non si scoraggiano, visto che il loro guscio è talmente resistente da essere paragonabile alla corazza di un Aggron, di conseguenza non si tirano mai indietro nelle lotte, ma attaccheranno con Forbice X o Devastomasso. Dal momento che i Crustle vivono in piccole colonie assieme ai Dwebble, sono molto comuni le battaglie per il territorio: questi scontri sono molto violenti, tanto che uno dei due combattenti viene considerato sconfitto solo quando il suo guscio si spacca; di conseguenza, quelli senza guscio vengono considerati deboli e cacciati dalla colonia, in quanto possono metterla a rischio. Ciò lascia i Crustle cacciati insicuri e un pasto facile per qualsiasi predatore, il quale normalmente non potrebbe penetrare il loro guscio.

Nonostante il loro carattere arrogante, sono ottimi combattenti in grado di mettere a dura prova qualsiasi nemico che usa attacchi fisici. Sebbene non siano tra i Pokémon Roccia o Coleottero più convenzionali, sanno comunque lottare alla pari dei loro simili. Non pensate nemmeno di provare a cavalcare un Crustle: vi farà  cadere a terra per poi mettere alla prova la vostra reale intrepidezza!

Tirtouga

564 Tirtouga

Spoiler

Tirtouga (noto come Pokémon Ancestruga) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Acqua/Roccia che viveva nei corpi d'acqua salata e nelle spiagge di tutto il mondo, ma ormai in natura quasi non esiste più perché estinto. Anche se lenti e incapaci di usare forti attacchi speciali, i Tirtouga sono creature forti in grado di sconfiggere i loro avversari più deboli usando le forti mascelle, nonostante abbiano una grande resistenza. Potrebbero non sembrare nulla di speciale, ma fatene arrabbiare una e vedrete che queste antiche tartarughe non hanno nulla a che fare con i loro parenti più moderni!

Resuscitati dai Fossiltappo, i Tirtouga e i Carracosta sono tartarughe antiche della famiglia delle Protostegidae che si sono estinte durante il Cretaceo. Sebbene siano passati anni da quanto le macchine di resurrezione sono state potenziate permettendo il ritorno di questi Pokémon, ancora oggi non si è scoperto come mai si siano estinte 100 milioni di anni fa. A differenza di ogni altro Pokémon preistorico resuscitato, i Tirtouga e i Carracosta si sono ambientati ad una velocità  sbalorditiva agli ambienti moderni, sebbene siano ancora molto limitati gli esemplari selvatici e siano presenti oggi solo nelle spiagge di Unima in cui vengono analizzati nel loro nuovo habitat. Mentre le tartarughe moderne possiedono un guscio unico che usano per difendersi, i Tirtouga e i Carracosta sono ben diversi dal momento che il loro guscio è in realtà  una placca ossea supportata da un robusto sistema scheletrico sottostante; ciò non solo rende questa corazza più flessibile, ma possono anche perdere pezzi senza che ciò causi danni alla colonna vertebrale, il che è certamente molto utile quando sono braccati dai predatori (specie per Tirtouga). Tutto ciò rende davvero difficile ferire i Tirtouga e i Carracosta e ancor più difficile ucciderli, ma ciò solleva le domande: perché si sono estinti? E perché le tartarughe moderne hanno un guscio totalmente diverso? L'unica spiegazione logica che i ricercatori sono riusciti a dare è che questo guscio è più sottile ed è collegato alle ossa, quindi li lasciavano più scoperti in certi punti e certi danni avrebbero potuto danneggiare anche lo scheletro interno, ma se questa teoria fosse vera, sembra che non esista nessun predatore moderno in grado di causar loro tali danni, tanto che si trovano meglio nella nostra epoca che nella loro.

Nonostante le ridotte dimensioni, i Tirtouga sono cacciatori attivi e riescono facilmente a dilaniare i Pokémon più piccoli con le loro robuste mascelle. La cosa interessante però è che loro non cacciano in acqua, ma sulla terra (seppure siano molto abili nel nuoto, potendo immergersi fino ad una profondità  di 1000 metri); catturano piccoli roditori o crostacei fingendo di essere delle grosse pietre, ma nonostante ciò non sono molto abili nel combattimento a terra a causa del pesante guscio, tuttavia in acqua sono molto rapidi e possono addirittura danneggiare lo scafo di una nave. Curiosamente, durante le lotte usano raramente le mascelle, dal momento che dispongono di un set molto vario di mosse, rendendoli avversari di tutto rispetto se ben allenati. Sebbene siano molto resistenti, questi Pokémon hanno il problema di non potersi difendere se capovolti, di conseguenza gli allenatori devono stare molto attenti quando li mandano contro avversari con pollici opponibili, anche perché non sono molto pesanti e sollevarli è abbastanza semplice; se mai dovessero ritrovarsi a pancia all'aria, poi avranno bisogno di aiuto per tornare nella loro normale posizione.

Anche se non sembrano grandi minacce, i Tirtouga sono rettili potenti in grado di causare gravi danni all'avversario, nonostante possano impiegare del tempo per raggiungere il nemico. Disponendo di una resistenza davvero notevole, possono sopportare molti colpi, ma avendo la possibilità  di apprendere molte mosse, spesso può risultare un problema allenarli per gli allenatori più inesperti; tuttavia tra i Pokémon fossile non completamente evoluti, senza dubbio Tirtouga è il più pericoloso e va allenato con cura e pazienza. Se volete provare queste antiche tartarughe non ne rimarrete delusi, ma sappiate che con l'evoluzione in Carracosta avranno una forza fisica sorprendente e addirittura macabra, ma non spaventatevi!

Carracosta

200px-Artwork565.png

Spoiler

Carracosta (noto come Pokémon Ancestruga) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Acqua/Roccia che viveva nei corpi d'acqua salata e nelle spiagge di tutto il mondo, ma ormai in natura quasi non esiste più perché estinto. Nonostante appaiano tranquilli, i Carracosta sono predatori feroci in grado di fare a pezzi qualsiasi avversario grazie alle robuste mascelle e le forti pinne. Potrebbero essere incapaci di usare attacchi speciali con la stessa efficacia della maggior parte dei Pokémon Acqua, ma quando vedrete queste tartarughe disintegrare l'armatura di un Pokémon Acciaio con la bocca, imparerete a rispettarle e a temerle!

Resuscitati dai Fossiltappo, i Tirtouga e i Carracosta sono tartarughe antiche della famiglia delle Protostegidae che si sono estinte durante il Cretaceo. Sebbene siano passati anni da quanto le macchine di resurrezione sono state potenziate permettendo il ritorno di questi Pokémon, ancora oggi non si è scoperto come mai si siano estinte 100 milioni di anni fa. A differenza di ogni altro Pokémon preistorico resuscitato, i Tirtouga e i Carracosta si sono ambientati ad una velocità  sbalorditiva agli ambienti moderni, sebbene siano ancora molto limitati gli esemplari selvatici e siano presenti oggi solo nelle spiagge di Unima in cui vengono analizzati nel loro nuovo habitat. Mentre le tartarughe moderne possiedono un guscio unico che usano per difendersi, i Tirtouga e i Carracosta sono ben diversi dal momento che il loro guscio è in realtà  una placca ossea supportata da un robusto sistema scheletrico sottostante; ciò non solo rende questa corazza più flessibile, ma possono anche perdere pezzi senza che ciò causi danni alla colonna vertebrale, il che è certamente molto utile quando sono braccati dai predatori (specie per Tirtouga). Tutto ciò rende davvero difficile ferire i Tirtouga e i Carracosta e ancor più difficile ucciderli, ma ciò solleva le domande: perché si sono estinti? E perché le tartarughe moderne hanno un guscio totalmente diverso? L'unica spiegazione logica che i ricercatori sono riusciti a dare è che questo guscio è più sottile ed è collegato alle ossa, quindi li lasciavano più scoperti in certi punti e certi danni avrebbero potuto danneggiare anche lo scheletro interno, ma se questa teoria fosse vera, sembra che non esista nessun predatore moderno in grado di causar loro tali danni, tanto che si trovano meglio nella nostra epoca che nella loro.

Come i Tirtouga, i Carracosta sono predatori attivi che prediligono cacciare a terra nonostante siano abili nuotatori. Dal momento che sono abbastanza goffi a terra, tendono a fare affidamento su attacchi a sorpresa, fingendo di essere dei massi attendendo la preda e quando essa è abbastanza vicina la tramortiscono con le pinne per poi mangiarla; queste potrebbero apparire fragili, ma in realtà  le pinne dispongono di robuste ossa sotto la pelle che conferiscono loro un'incredibile forza d'urto, tanto da riuscire ad incrinare lo scafo di una nave o causare un trauma cranico nella vittima; se la vittima tuttavia dovesse resistere, allora sfrutteranno la stessa strategia che usavano quando erano Tirtouga, ovvero la fanno a pezzi con le mascelle. Mentre quelle di Tirtouga possono lacerare la carne e spezzare le ossa, quelle dei Carracosta sono così robuste che un loro morso può frantumare la roccia e addirittura il metallo senza troppi problemi, infatti è abbastanza comune fra la specie distruggere scogli o oggetti metallici con la bocca per costruirsi il nido. E' ovvio che in un combattimento senza esclusione di colpi un avversario fisico non potrà  mai uscirne illeso, del resto sono pochi i metalli in grado di resistere alle loro mascelle e sono ancora meno i Pokèmon con armature composte da tali materiali.

Anche se limitati per quanto riguardo l'uso di attacchi speciali e sono terribilmente lenti sulla terra, i Carracosta restano creature feroci in grado di resistere ai colpi più forti e di causare facilmente dei traumi cranici. Se non volete perdere tempo ad allenarli e renderli meno aggressivi, allora vi conviene cercare un fossile appartenete ad un Pokémon più calmo. Se volete avere un Pokémon forte sia in attacco che in difesa e che mantenga un certa versatilità  nelle mosse, allora queste tartarughe fanno per voi, ma state attenti che si limitino a mandare fuori combattimento l'avversario, altrimenti potreste spendere molto denaro per pagare le cure mediche del Pokémon avversario (che spesso necessitano di interventi chirurgici) dopo la battaglia!

Archen

566 Archen

Spoiler

Archen (noto come Pokémon Pterouccello) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Roccia/Volante che viveva nelle foreste e nelle zone montane di tutto il mondo, ma ormai in natura quasi non esiste più perché estinto. Anche se incapaci di volare decentemente a causa del loro fragile corpo, gli Archen restano piccole e feroci creature che non si fanno problemi a strappare la carne di chiunque sia così stolto da sottovalutarli. Se ci tenete alla vostra incolumità, ricordatevi che questi Pokémon sono tutt'altro che innocui: potrebbero essere piccoli, ma sono in grado di causare parecchi danni anche contro avversari molto grandi!
Anche se gli Archen e gli Archeops sono normalmente estinti in natura, grazie ai progressi della tecnologia moderna è attualmente possibile resuscitarli dai Fossilpiuma. Gli Archen sono carnivori di natura, ma a causa delle loro ridotte dimensioni possono cacciare solo insetti, inoltre le loro ali sono troppo piccole e deboli per permettere loro di volare per molto tempo o per planare, preferendo quindi salire sugli alberi saltando da ramo a ramo. Nonostante i grandi svantaggi che hanno nella nostra epoca, gli Archen (e ovviamente gli Archeops) sono molto importanti per la storia, dal momento che sono gli antenati di tutti gli uccelli moderni, cosa che è dimostrata dal loro piumaggio (che serve sia per il volo che proteggerli dalle basse temperature) e dalle loro ossa cave, le quali sono identiche a quelle degli uccelli attuali. Anche se gli Archen e gli Archeops sono considerati del genere Archaeopteryx, in realtà si sono estinti poco dopo il giurassico, quindi sono sopravvissuti più a lungo di ogni altro Pokémon preistorico oggi estinto. Altra cosa interessante è che questa famiglia evolutiva ha una forza fisica eccezionale, tanto da renderli i Pokémon fossili più potenti, eccezion fatta per Genesect ovviamente.
Nonostante la loro bassa statura, gli Archen restano Pokémon feroci che non si fanno problemi ad aggredire chiunque osi sfidarli, il che non è poi così incredibile, considerando la loro alta forza fisica, con cui possono mettere in difficoltà anche i Pokémon più corazzati. Purtroppo però, a causa della loro fragilità si demoralizzano facilmente e quando subiscono molti danni tendono ad avere paura di combattere attaccando con meno forza, motivo per cui sono classificati con l'abilità Sconforto, infatti dopo aver subito alcuni danni la potenza dei loro attacchi fisici e speciali è dimezzata. Fortunatamente però apprendono moltissime mosse, riuscendo ad avere la meglio su molti avversari di tipo diverso, anche quando demoralizzati; inoltre è facile stringere amicizia con loro nonostante la loro grande forza fisica, ma è sempre meglio tenerli d'occhio e stare attenti, visto che potrebbero ferire a morte il loro allenatore per sbaglio.
E' estremamente difficile che riusciate a vederne uno in natura, ma è meglio così, se solo li fate arrabbiare non si faranno problemi a dilaniarvi. Anche se non hanno una grande vitalità, sono perfettamente in grado di colpire duramente gli avversari in pochissimo tempo, inoltre se ne possedete uno, è consigliabile usare un giubbotto anti-proiettile: potreste pensare che sia un'esagerazione, ma sappiate che la potenza di un loro morso può addirittura strappare un arto umano!

Archeops

567 Archeops

Spoiler

Archeops (noto come Pokémon Paleouccello) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Roccia/Volante che viveva nelle foreste e nelle zone montane di tutto il mondo, ma ormai in natura quasi non esiste più perché estinto. Anche se incapaci di volare benissimo e apparentemente fragili, gli Archeops restano creature feroci che fanno poca distinzione fra alleati e nemici in battaglia e non si fanno problemi a ridurli entrambi in pezzi, senza pensarci due volte. Potrebbero non essere in grado di combattere bene per tutta la durata della lotta, ma questi uccelli sanno come arrecare danni... ciò finché non vi spiace avere un pennuto in campo che non riesce a volare molto bene!

Anche se gli Archen e gli Archeops sono normalmente estinti in natura, grazie ai progressi della tecnologia moderna è attualmente possibile resuscitarli dai Fossilpiuma. Gli Archen sono carnivori di natura, ma a causa delle loro ridotte dimensioni possono cacciare solo insetti, inoltre le loro ali sono troppo piccole e deboli per permettere loro di volare per molto tempo o per planare, preferendo quindi salire sugli alberi saltando da ramo a ramo. Nonostante i grandi svantaggi che hanno nella nostra epoca, gli Archen (e ovviamente gli Archeops) sono molto importanti per la storia, dal momento che sono gli antenati di tutti gli uccelli moderni, cosa che è dimostrata dal loro piumaggio (che serve sia per il volo che proteggerli dalle basse temperature) e dalle loro ossa cave, le quali sono identiche a quelle degli uccelli attuali. Anche se gli Archen e gli Archeops sono considerati del genere Archaeopteryx, in realtà si sono estinti poco dopo il giurassico, quindi sono sopravvissuti più a lungo di ogni altro Pokémon preistorico oggi estinto. Altra cosa interessante è che questa famiglia evolutiva ha una forza fisica eccezionale, tanto da renderli i Pokémon fossili più potenti, eccezion fatta per Genesect ovviamente.

Similmente agli Archen, gli Archeops sono predatori feroci in grado di dilaniare le prede senza troppa fatica, inoltre sono molto intelligenti, tanto da usare attacchi coordinati per sconfiggere interi gruppi di nemici. Riuscendo a causare molti più danni di qualsiasi altro comune Pokémon fossile, gli Archeops hanno gli stessi problemi degli Archen, ovvero tendono ad attaccare con meno forza quando molto feriti, per questo sono classificati con l'abilità Sconforto, infatti dopo aver subito alcuni danni la potenza dei loro attacchi fisici e speciali è dimezzata. Fortunatamente però apprendono moltissime mosse, riuscendo ad avere la meglio anche sui nemici più forti e tattici.
Nonostante i loro ovvi difetti, gli Archeops restano creature molto pericolose, tanto da riuscire a ridurre i nemici più deboli in carne tritata anche se ben corazzati. Considerando anche che sono i Pokémon Volanti con la maggiore forza fisica (eccezion fatta per MegaEvoluzioni e leggendari) e i Pokémon fossili più potenti in assoluto (escludendo sempre MegaEvoluzioni e leggendari), di sicuro chiunque li affronti si ricorderà per un bel po' questa sfida. Usate i vostri Pokémon più resistenti e potenti per sconfiggerli e attaccateli appena possibile, prima li demoralizzate e meglio sarà!

Terrakion

Artwork639.png

Spoiler

Terrakion (noto come Pokémon Caverna) è un Pokémon Leggendario di tipo Roccia/Lotta che vive all'interno delle grotte della regione di Unima, anche se ci sono stati suoi avvistamenti in Europa. Brutalmente potente e distruttivo all'estremo, Terrakion è una bestia impressionante che può spazzare via ogni avversario a testa alta, senza preoccuparsi di essere ferito. Potrebbe non sembrare nulla di che in apparenza, ma se siete così stupidi da sottovalutarlo in battaglia, scoprirete quanto può essere doloroso il suo attacco Spadasolenne!

Ci sono parecchie leggende circa i Pokémon CobalionTerrakionVirizion e Keldeo in varie regioni europee, tuttavia questi Pokémon sono famosi soprattutto ad Unima (dove gli studiosi contemporanei li chiamano come "i Solenni Spadaccini"), ma la cosa sorprendente è l'importanza storica che hanno avuto. Oltre due secoli fa, durante la guerra per l'indipendenza Unimiana, sono scoppiate moltissime battaglie presso le foreste e le paludi di Unima (dove i soldati della regione avevano attirato i nemici europei per un attacco a sorpresa); si ritiene che durante questi eventi Cobalion, assieme ai compagni Terrakion e Virizion, che stavano vagando per le foreste di Unima, abbiano iniziato ad agire a causa dei continui conflitti, combattendo entrambe le fazioni grazie al loro attacco Spadasolenne; la cosa è peggiorata durante uno di questi scontri, in cui i soldati hanno fatto scoppiare un incendio alla Palude Mistralopoli a causa dell'uso della polvere da sparo, portando alla morte innumerevoli Pokémon, ma grazie all'intervento di CobalionTerrakion e Virizion i danni furono contenuti e con il tempo la zona fu ripristinata e ripopolata. Secondo le leggende, durante questo incendio il trio salvò Keldeo, ultimo della sua specie in quanto i suoi simili (inclusi i suoi genitori) morirono tra le fiamme; da allora i tre Pokémon accudirono il cucciolo insegnandogli alcuni loro segreti fino ad aver appreso come usare Spadasolenne e a diventare abbastanza forte da essere classificato come leggendario. Dopo quell'evento e dopo che la palude fu ripristinata, i conflitti nella regione cessarono quasi del tutto e quasi nessuno ha più rivisto i quattro Pokémon.

Anche se generalmente Terrakion ha un carattere impassibile, è evidente che merita rispetto per la sua enorme forza fisica, visto che l'offensiva è il suo tratto distintivo, tanto che può abbattere una parete in cemento armato con una sola carica come se nulla fosse, spesso facendo crollare l'intera struttura. Terrakion è un essere estremamente resistente grazie alla spessa pelle simile alla pietra, per questo difficilmente sente dolore e può farsi strada fra gli avversari con ferocia, ma parte della sua forza deriva dall'impazienza del Pokémon e dalla rabbia scatenata da essa. Se mai Terrakion non riuscisse a colpire il nemico o dovesse trovarsi in difficoltà, entrerà in uno stato di furia e inizierà ad attaccare senza preoccuparsi della propria sicurezza o di quella altrui e più va avanti e più le cose peggiorano, oltre ad essere più difficile calmarlo; nonostante ciò è un Pokémon di buon cuore, sempre pronto a difendere i più deboli, sebbene non abbia una grande fiducia verso gli umani. Seppure le capacità di battaglia e la specializzazione di Cobalion, Terrakion, Virizion e Keldeo siano molto diverse, ci sono due caratteristiche che li accomuna tutti: la mossa Spadasolenne e l'abilità Giustizia. La mossa Spadasolenne può sembrare che impieghi solo l'uso delle corna affilate, in realtà viene eseguita producendo un certo tipo di energia che concede all'attacco proprietà uniche, riuscendo non solo a causare ingenti danni, ma anche ignorando l'evasione o la resistenza potenziata dell'avversario, risultando avere una precisione davvero sorprendente. E' attualmente ignoto il motivo per cui solo i Solenni Spadaccini, la famiglia evolutiva di Honedge e i Kartana siano in grado di apprendere questo attacco, ma si ritiene che i quattro leggendari derivino da un antenato comune. Anche l'abilità Giustizia ha capacità  interessanti, visto che ogni volta che questi Pokémon vengono colpiti da un attacco Buio la loro forza fisica aumenta; ciò è dovuto ad una reazione unica del loro cervello, che concede questo potenziamento temporaneo.

Di solito CobalionTerrakionVirizion e soprattutto Keldeo, tendono a rimanere lontani dall'uomo, tuttavia pochi anni fa furono coinvolti nell'"Incidente di Roscianopoli". Secondo i testimoni, questo incidente scaturì a causa di un'interazione tra Kyurem e Keldeo in un luogo noto come Full Court, una miniera abbandonata che Kyurem usa come luogo di rifugio. Qui Keldeo cercò di dimostrare ai suoi compagni (CobalionTerrakion e Virizion) che era degno di essere un loro pari e far parte ufficialmente dei Solenni Spadaccini e sfidò apertamente Kyurem. Anche se Keldeo disse chiaramente che non aveva alcuna paura di affrontare Kyurem, la battaglia fra i due ebbe un esito negativo sul povero Keldeo il cui corno fu spezzato. Gli altri tre leggendari cercarono di salvarlo, ma Kyurem infuriato per il loro intervento riuscì a mutare per brevissimo tempo da solo in Kyurem Bianco e usò Vampagelida per congelarli. Keldeo ferito e sapendo di non avere speranza fuggì, ma Kyurem volendo finire la battaglia ad ogni costo lo seguì verso Roscianopoli, durante ciò parte della città  fu ridotta ad un deserto di ghiaccio durante la notte. Con l'aiuto di alcuni allenatori tuttavia Keldeo si fece coraggio e tornò nel campo di battaglia deciso ad affrontare Kyurem; riuscì quindi ad assumere la Forma Risoluta e ad apprendere la mossa Spadamistica. Mentre Keldeo stava per essere sconfitto Kyurem, decise di ritirarsi riconoscendo il coraggio del Pokémon; i suoi tre compagni furono accidentalmente liberati durante la lotta e quindi Keldeo divenne ufficialmente membro dei Solenni Spadaccini. Anche se gli eventi furono isolati e non ci furono conseguenze, la Full Court divenne un enorme palazzo di gelo anche per impedirne il crollo dovuto ai danni durante la lotta tra Keldeo e Kyurem.

Non è certo tra le creature più amichevoli o pazienti, ma Terrakion resta una possente bestia che merita di essere rispettato anche solo per la sua enorme forza e per la determinazione. Con una resistenza tale da sopportare enormi danni e un attacco Spadasolenne in grado di abbattere qualsiasi cosa, qualunque persona dovrebbe stare alla larga da questa creatura, se vuole evitare problemi. La sua poca pazienza e la difficoltà nel gestire la rabbia, assieme alla sua immane forza fisica, lo rendono una seria minaccia anche per i Pokémon Roccia più resistenti, non c'è da sorprendersi quindi se in battaglia riesca a distruggere anche le vostre migliori strategie difensive!

Binacle
Artwork688.png
Spoiler

Binacle (noto come Pokémon Bimano) è un Pokémon relativamente non molto comune di tipo Roccia/Acqua che vive nelle coste della regione di Kalos, anche se raramente è stato visto nella regione di Hoenn. Non sono certamente tra i Pokémon più convenzionali, ma i Binacle sono potenti creature che possono far pesare lo scontro a qualsiasi avversario, in tutti i sensi. Se volete allenarne uno e renderli dei veri campioni, vi conviene avere molta pazienza: sebbene le due teste di quasi tutti gli esemplari vadano d'accordo, non sempre è così, e in questi casi potreste realmente pensare che non sempre due teste sono meglio di una!

La famiglia evolutiva di Binacle è totalmente unica in quanto non sono presenti altri cirripedi classificabili come Pokémon, dal momento che questi sono gli unici che hanno dimostrato di avere un intelletto avanzato. E' tutt'ora un mistero il perché abbiano sviluppato un'intelligenza così avanzata per la loro specie, ma sono senza dubbio una testimonianza di quanto possano essere strane le forme di vita del nostro pianeta. Anatomicamente parlando sono totalmente identici agli altri cirripedi, ma presentano alcune caratteristiche comuni con quelli dell'ordine della Pedunculata, visto che possiedono una sorta di gambo flessibile che sbuca dal corpo principale, ma a differenza dei loro parenti meno sviluppati, possono usare questa caratteristica per spostarsi contraendo ed estendendo il gambo; nel caso dei Binacle, la collaborazione delle due teste permette loro di slanciare la roccia su cui sono ancorati per compiere piccoli balzi, mentre per i Barbaracle, le due "teste" che formano le gambe possono realmente camminare come un organismo umanoide. Si pensava inizialmente che questi Pokémon si nutrissero filtrando l'acqua, in realtà però non amano stare sott'acqua, quindi vivono sulle coste e si nutrono raschiando rocce e scogli per raccogliere le alghe sfruttando le loro teste a forma di artigli. Per alcuni potrebbero essere degli organismi ingenui, in realtà, vista la loro classificazione biologica, sono considerati dei veri e propri geni, il loro corpo inoltre è un vero e proprio sistema nervoso e un cervello come altri organismi avanzati e sono dunque perfettamente capaci di capire gli umani e se provocati non esiteranno ad usare attacchi come Conchilama o Incrocolpo. C'è da ricordarsi che ogni tanto sono costretti ad immergersi per idratarsi, ma questo è un problema minuscolo considerando le loro immense capacità combattive.

I Binacle sono molto semplici rispetto alla loro evoluzione e singolarmente sono deboli, ma per garantire la propria sopravvivenza, questi Pokémon vivono in coppia con un altro della loro stessa specie, ciò li rende combattenti di tutto rispetto nonostante i limiti anatomici e di movimento, dato che in due riescono a spostare la roccia su cui sono ancorati (anche se solo con piccoli balzi) e in due possono sfruttare la propria elasticità per sferrare attacchi come Lacerazione, Conchilama ed Incrocolpo, rendendoli avversari temibili per chiunque sia così stolto da sottovalutarli. Le due teste di alcuni esemplari tendono a litigare fra di loro, anche se ancorati nella stessa roccia; similmente agli Zweilous, i due cervelli non sono collegati e sono quindi considerati due organismi separati, nel peggiore dei casi, i due iniziano anche ad attaccarsi a vicenda e tendono a diventare scoordinati, finché uno dei due muore o rimane così ferito da essere costretto a staccarsi per trovare una nuova roccia o un nuovo partner. Ciò rende spesso questi Pokémon davvero difficili da gestire, anche per gli allenatori più esperti e può senza dubbio causare diversi mal di testa per i più giovani, ma ricordatevi che la pazienza è una virtù. Nonostante questo rischio, i Binacle restano creature interessanti che meritano di essere allenate, tuttavia, sebbene non siano territoriali o aggressivi di natura, è sempre meglio non minacciarli, o potrebbero difendersi, fortunatamente i loro attacchi per un umano si limitano a causare solo dei profondi graffi.

Alcuni potrebbero dimostrare che due teste non sempre sono meglio di una, tuttavia i Binacle sono creature incredibili in grado di causare parecchi problemi all'avversario, a patto che non litighino. Potrebbero sembrare strani in un primo momento, ma esistono pochi Pokémon di queste dimensioni in grado di causare tanti danni fisici come questi cirripedi. Assicuratevi che i due organismi siano in armonia, altrimenti se già litigano quando sono due, con l'evoluzione potrebbe essere un disastro visto che a quel punto sono in sette!

Barbaracle
689 Barbaracle
Spoiler

Barbaracle (noto come Pokémon Aggregato) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Roccia/Acqua che vive nelle coste della regione di Kalos, anche se raramente è stato visto nella regione di Hoenn. Combattenti brutali e più intelligenti di quanto gli organismi che lo compongono possano far credere, i Barbarcle sono temuti perché ogni essere che forma questo Pokémon è incredibilmente coordinato con gli altri e sfruttano una brutalità che va oltre quella di qualsiasi mollusco. Se non siete esperti, non combattete contro questi esseri, altrimenti vi ritroverete fatti a fettine grazie alla loro testa simile a degli artigli!

La famiglia evolutiva di Binacle è totalmente unica in quanto non sono presenti altri cirripedi classificabili come Pokémon, dal momento che questi sono gli unici che hanno dimostrato di avere un intelletto avanzato. E' tutt'ora un mistero il perché abbiano sviluppato un'intelligenza così avanzata per la loro specie, ma sono senza dubbio una testimonianza di quanto possano essere strane le forme di vita del nostro pianeta. Anatomicamente parlando sono totalmente identici agli altri cirripedi, ma presentano alcune caratteristiche comuni con quelli dell'ordine della Pedunculata, visto che possiedono una sorta di gambo flessibile che sbuca dal corpo principale, ma a differenza dei loro parenti meno sviluppati, possono usare questa caratteristica per spostarsi contraendo ed estendendo il gambo; nel caso dei Binacle, la collaborazione delle due teste permette loro di slanciare la roccia su cui sono ancorati per compiere piccoli balzi, mentre per i Barbaracle, le due "teste" che formano le gambe possono realmente camminare come un organismo umanoide. Si pensava inizialmente che questi Pokémon si nutrissero filtrando l'acqua, in realtà però non amano stare sott'acqua, quindi vivono sulle coste e si nutrono raschiando rocce e scogli per raccogliere le alghe sfruttando le loro teste a forma di artigli. Per alcuni potrebbero essere degli organismi ingenui, in realtà, vista la loro classificazione biologica, sono considerati dei veri e propri geni, il loro corpo inoltre è un vero e proprio sistema nervoso e un cervello come altri organismi avanzati e sono dunque perfettamente capaci di capire gli umani e se provocati non esiteranno ad usare attacchi come Conchilama o Incrocolpo. C'è da ricordarsi che ogni tanto sono costretti ad immergersi per idratarsi, ma questo è un problema minuscolo considerando le loro immense capacità combattive.

Da soli i Binacle sono molto deboli e, nonostante abbiano una buona forza fisica, non è difficile che vengano presi di mira dai predatori. Di conseguenza, raramente i Binacle vivono a lungo, tuttavia, può accadere che quando i due componenti diventano abbastanza grandi possono riprodursi, a quel punto deporranno delle uova che una volta schiuse formeranno nuove terrificanti parti del Pokémon, in quanto composto da ben sette organismi differenti; in questo stato viene conosciuto come Barbaracle. Sebbene non possiedano la telepatia, ogni componente svolge il proprio ruolo per formare un corpo umanoide: due formano le mani, due i piedi, due delle sorte di estensioni per le spalle (un meccanismo di difesa per sfuggire ai predatori volanti) e la testa che ha il ruolo di leader. Appena si ritrovano in questo stadio, si creano dei passaggi in vecchi massi in cui inserire il loro corpo elastico, le cui fibre servono sia come muscoli che come nervi, ciò stabilisce una limitata sensibilità neurale fra tutti gli organismi, sebbene i loro cervelli restino indipendenti, infatti gli arti volendo potrebbero anche agire di loro spontanea volontà, tuttavia la testa riesce ad usare questo legame neurale per comunicare e dare ordini agli altri organismi in modo impossibile da percepire da parte di altre creature; grazie a questa capacità, la coordinazione di ogni componente è tale che sembra si tratti di un unico essere vivente, ciò però non si limita solo allo spostamento, ma anche alla lotta per colpire con attacchi brutali e per ideare tutti insieme strategie adatte alla situazione. Statisticamente parlando inoltre, hanno una grande resistenza fisica (grazie alla roccia che hanno nel corpo) e sfruttando la forza di tutti i sette organismi, per loro è semplice usare il corpo come se fosse un vero e proprio scudo, senza contare che ora possono usare attacchi del tutto preclusi ai Binacle come Pietrataglio e Capocciata. Sebbene riuscire ad allenare e a far evolvere un Binacle sia abbastanza difficile, trovare un Barbarcle è davvero raro, ma c'è da considerare che sono tra i Pokémon Roccia ed Acqua più potenti e spietati, in grado di trasformare la vita in un inferno a chiunque non possieda un vantaggio di tipo.

Per alcuni potrebbero essere troppo strani anatomicamente per essere buoni combattenti, in realtà i Barbaracle sono in grado di usare una forza tale da ridurre gli avversari più piccoli e deboli in un ammasso di carne informe. Per far evolvere un Binacle come si deve è ovvio che è necessario che i due organismi vadano d'accordo. Se lo affrontate vi conviene avere un Pokémon Erba, certo singolarmente sono deboli, ma siccome si tratterebbe quasi sicuramente di uno scontro sette contro uno, le cose sono ben diverse e potreste ritrovarvi rapidamente sconfitti da questi molluschi titanici!

Tyrunt

200px-Artwork696.png

Spoiler

Tyrunt (noto come Pokémon Principino) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Roccia/Drago che viveva nelle foreste e nelle giungle di tutto il mondo, ma ormai in natura quasi non esiste più perché estinto. Essi sono molto piccoli e capricciosi, come dei bambini, ma i Tyrunt sono comunque potenti creature in grado di infliggere gravi danni se ne hanno la possibilità . Non resuscitate questi Pokémon se non siete pronti ad allenare una creatura simile che potrebbe solo complicarvi la vita: anche se sono tra i fossili ancora non evoluti più potenti, non significa che vi obbediranno!

La famiglia evolutiva di Tyrunt oggi è ancora in vita grazie al miracolo della tecnologia, ovvero il resuscita-fossili, ma ogni esemplare resuscitato ha mostrato le proprie capacità  distruttive naturali. Naturalmente sono imparentati con molti altri Pokémon fossili, da come possiamo notare anche dalla loro anatomia, ma sono incredibilmente più potenti degli altri; questa specie è stata scoperta pochi anni fa nella regione di Kalos (anche se si sono trovati Fossilmascella in tutto il mondo, ma Kalos conta un numero maggiore di questi fossili anche se pur sempre rari). Anche se come ogni altro Pokémon preistorico scoperto fino ad ora è classificato come Roccia, questi Pokémon presentano i geni necessari per essere classificati anche come Draghi, ciò ci potrebbe far capire come si siano sviluppati gli attuali Draghi nel corso dei millenni. Si è ipotizzato, grazie anche alla scoperta recente del tipo Folletto, che questi due tipi sono nati più o meno nello stesso periodo di tempo, ovvero nel periodo Cretaceo, ma a causa della rarità  di Pokémon Folletto è difficile dirlo con certezza. Sebbene non presentino una grande intelligenza, risultano essere predatori diurni terribili grazie alle loro possenti mascelle, questo perché l'osso della mandibola è più spesso del normale, ecco perché i loro attacchi da morso sono più potenti del 50%; la loro famiglia evolutiva era la dominatrice incontrastata della terra durante il periodo Cretaceo, perché queste creature non si facevano problemi a uccidere chiunque si paresse loro davanti. Non bisogna mai affrontare queste bestie a testa alta a causa della loro grande forza, quindi non bisogna mai sottovalutare questo Pokémon.

Nonostante siano solo dei cuccioli, i Tyrunt riescono ad infliggere danni fisici superiori a qualsiasi altro fossile non ancora pienamente sviluppato, ma purtroppo sono molto capricciosi e arroganti. Anche se quando sono di buon umore è molto facile gestirli, se irritati o non soddisfatti essi cominceranno ad attaccare tutto quello che hanno attorno finché le loro richieste non verranno soddisfatte, e il brutto è che le loro mascelle sono così potenti da poter masticare il metallo di un'auto senza troppi problemi, quindi portarli in aree frequentate è estremamente pericoloso. Per poter allenare questi Pokémon senza rischi è necessario essere molto severi e tenerli al guinzaglio, ma non è raro che gli allenatori vengano ingannati dalla loro mossa Fascino. Nonostante tutta questa loro potenza, i Tyrunt hanno lo svantaggio di avere uno scarso attacco speciale e l'unico attacco speciale che apprendono naturalmente, accade non molto prima dell'evoluzione; ma queste possenti creature se ben allenate possono diventare dei veri campioni, a patto che il loro allenatore riesca a tenerli sotto controllo, se così non fosse, l'evoluzione sarebbe estremamente pericolosa.

Anche se non sono tra i Pokémon più facili da allenare, i Tyrunt sono esseri feroci che faranno di tutto pur di vincere. Per natura sarebbero attivi solo di giorno, ma allenandoli questo non sarà  più un problema, e ricordatevi comunque di allenarli con calma e senza fretta, se mai il vostro Tyrunt dovesse evolversi prima che voi siate pronti... beh non sarebbe una bella cosa avere un Tyrantrum adulto che vi correrà  dietro con intenzioni non molto amichevoli!

Tyrantrum

Tyrantrum

Spoiler

Tyrantrum (noto come Pokémon Tiranno) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Roccia/Drago che viveva nelle foreste e giungle di tutto il mondo, ma ormai in natura quasi non esiste più perché estinto. Dall'aspetto maestoso, ma estremamente violenti, i Tyrantrum sono creature pericolosissime in grado di strappare la carne del nemico prima ancora che quest'ultimo se ne renda conto. Questi intimidatori titani sono estremamente difficili da allenare e bisogna stare molto attenti: anche se sono noti per essere i sovrani della preistoria, le loro azioni sono tutt'altro che nobili!

La famiglia evolutiva di Tyrunt oggi è ancora in vita grazie al miracolo della tecnologia, ovvero il resuscita-fossili, ma ogni esemplare resuscitato ha mostrato le proprie capacità  distruttive naturali. Naturalmente sono imparentati con molti altri Pokémon fossili, da come possiamo notare anche dalla loro anatomia, ma sono incredibilmente più potenti degli altri; questa specie è stata scoperta pochi anni fa nella regione di Kalos (anche se si sono trovati Fossilmascella in tutto il mondo, ma Kalos conta un numero maggiore di questi fossili anche se pur sempre rari). Anche se come ogni altro Pokémon preistorico scoperto fino ad ora è classificato come Roccia, questi Pokémon presentano i geni necessari per essere classificati anche come Draghi, ciò ci potrebbe far capire come si siano sviluppati gli attuali Draghi nel corso dei millenni. Si è ipotizzato, grazie anche alla scoperta recente del tipo Folletto, che questi due tipi sono nati più o meno nello stesso periodo di tempo, ovvero nel periodo Cretaceo, ma a causa della rarità  di Pokémon Folletto è difficile dirlo con certezza. Sebbene non presentino una grande intelligenza, risultano essere predatori diurni terribili grazie alle loro possenti mascelle, questo perché l'osso della mandibola è più spesso del normale, ecco perché i loro attacchi da morso sono più potenti del 50%; la loro famiglia evolutiva era la dominatrice incontrastata della terra durante il periodo Cretaceo, perché queste creature non si facevano problemi a uccidere chiunque si paresse loro davanti. Non bisogna mai affrontare queste bestie a testa alta a causa della loro grande forza, quindi non bisogna mai sottovalutare questo Pokémon.

Tyrunt, come ogni altro comune Pokémon preistorico conosciuto (ad eccezione di Relicanth e Aerodactyl, anche se quest'ultimo è in grado di MegaEvolversi), possono evolversi, ma a causa della loro natura come predatori diurni, la loro evoluzione può avvenire solo durante il giorno; questo tuttavia non è un problema in confronto al saper controllare un Tyrantrum. Osservando anche il loro comportamento, possiamo intuire che fossero i predatori incontrastati terrestri del loro tempo, tanto da considerarsi dei sovrani, motivo per cui ancora si credono tanto potenti anche nei tempi moderni, quindi è molto difficile che loro ritengano un allenatore degno di essere ascoltato; questo è un problema molto serio, anche al di fuori delle battaglie considerando i loro immensi poteri distruttivi. Con l'evoluzione le mascelle si sviluppano al punto che possono strappare il metallo come fosse semplice carta, ma sviluppano anche una muscolature più avanzata in quasi tutto il corpo, rendendoli quindi molto più potenti dei Tyrunt e inoltre imparano ad usare le mosse FranaCozzata Zen e Gigaimpatto, ma non solo, infatti possono apprendere mosse altamente distruttive come Terremoto e Perforcorno, mosse che chiunque temerebbe da un Pokémon fossile del genere; come se non bastasse non si fanno problemi a distruggere qualsiasi cosa abbiano davanti senza alcun tipo di rimorso, quindi è assolutamente necessario addestrare severamente il proprio Tyrunt prima dell'evoluzione, in modo che così crescerà  obbediente, ciò è importante perché un Tyrantrum è più pericoloso per il suo allenatore piuttosto che per quello avversario. Altra cosa di cui bisogna tenere conto è che loro odiano il freddo, quindi tale condizione non lì fermerà , ma anzi, lì renderà  ancora più aggressivi e pericolosi perfino per gli allenatori più esperti del mondo.

Facilmente irritabili e incontrastabili quando furiosi, i Tyrantrum sono bestie feroci che possono combattere in modo a dir poco violento in battaglia. La loro abilità li rende ancora più temibili, ecco perché assieme agli Aerodactyl sono i Pokémon fossili più temuti di tutti. Se mai voleste contrastare questi titani, assicuratevi di avere con voi Folletti che possono assumere un buon ruolo offensivo e difensivo e che quindi possano resistere a questi sovrani preistorici. Anche se per gli allenatori più esperti calmare un Tyrantrum è una questione di minuti, per un Tyrantrum trasformare il proprio allenatore nel proprio pranzo è una questione di secondi!

Amaura

200px-Artwork698.png

Spoiler

Amaura (noto come Pokémon Tundra) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Roccia/Ghiaccio che viveva negli ambienti freddi e nelle regioni forestali di tutto il mondo, ma ormai in natura quasi non esiste più perché estinto. Anche se sono amichevoli ed un po' ingenui, gli Amaura sono creature potenti capaci di portare il freddo in battaglia, una capacità  preclusa a qualsiasi altro Pokémon Fossile. Se ne possedete uno, trattatelo con la massima cura e non fateli combattere arduamente: anche se resistenti, il troppo dolore potrebbe portarli a piangere!

La famiglia evolutiva degli Amaura è stata ripristinata ai giorni nostri grazie al miracolo della tecnologia moderna che permette la resurrezione dai fossili, ma fra tutti i Pokémon resuscitati fino ad oggi, nessuno ha mai avuto una natura calma come quella della famiglia degli Amaura. Questa specie è stata scoperta grazie al ritrovamento di alcuni fossili nella regione di Kalos, a seguito di questa scoperta, altri fossili loro furono ritrovati, ma Kalos rimane il posto più facile dove trovarli (sebbene i Fossilpinna risultino comunque molto rari). Nonostante siano considerati Pokémon Roccia primari a causa del processo di resurrezione, rimangono comunque unici perché sono i soli Pokémon Fossili a vivere nel freddo e ad avere la capacità  di sfruttarlo come arma da battaglia, è per questo che sono quindi considerati anche di tipo Ghiaccio; altra cosa interessante è che la resurrezione degli Amaura e degli Aurorus risulta essere la più semplice fra tutti i Pokémon fossili, questo perché nei fossili ritrovati c'è sempre traccia di DNA perfettamente conservato grazie alla liofilizzazione dovuta al loro habitat, grazie a questa particolarità  sembra che gli esemplari resuscitati siano quasi del tutto fedeli agli esemplari antichi; oggi sono in corso ulteriori miglioramenti per le macchine, in modo da resuscitare più facilmente i Pokémon fossili partendo dal loro DNA. Sebbene non siano potenti come altri Pokémon fossili, la famiglia di Amaura risulta essere la più facile da allenare in assoluto, questo sembra essere dovuto al fatto che era abbastanza isolata dalle altre specie 100 milioni di anni fa, in netto contrasto con la famiglia dei Tyrunt. Essendo dei Pokémon notturni, appena resuscitati può risultare un problema allenarli, ma con il tempo diventeranno ottimi compagni per qualsiasi squadra, specie se volete un potente Pokémon in grado di usare il freddo a proprio vantaggio. Questi Pokémon sono così a loro agio con il freddo che la loro famiglia risulta essere l'unica composta da Pokémon (assieme a MegaGlalie) che possiede l'abilità  Pellegelo, essa infatti fa ottenere agli attacchi Normale attributi tipici degli attacchi Ghiaccio, oltre ad aumentarne la potenza; questa capacità , assieme alla possibilità  di apprendere sia attacchi fisici che speciali (oltre a poter apprendere Tuononda naturalmente), fa si che questi dinosauri siano tanto apprezzati dagli allenatori quanto la loro controparte tirannica.

Gli Amaura sono molto gentili verso il prossimo già  in tenera età  e non godono molto a combattere, ma se si tratta di lottare per proteggere amici o familiari, non esiteranno a sfoderare la loro potenza. Non avendo il pieno controllo sulle loro abilità  sul freddo, tendono ad apprendere poche mosse Ghiaccio, ma quando si avvicinano all'evoluzione iniziano ad ottenere un certo controllo e ad apprendere più attacchi di questo tipo. Spesso gli Amaura si fanno facilmente intimidire dai Pokémon più grossi, specie se esso ha un aria di superiorità  o aggressiva, ciò spesso li porta a scappare o a piangere, questo tratto rimane fino a quando non ottengono una certa fiducia in loro e fino ad allora gli allenatori devono stare attenti agli avversi contro cui vengono mandati. Oltre a ciò non hanno altre capacità  interessanti (oltre alla grande varietà  di mosse che apprendono naturalmente), ma sono comunque esseri molto divertenti sia come Pokémon da compagnia che da battaglia. E' importante ricordare che questi esseri odiano il caldo a causa della pelle grassa e delle loro abilità di Ghiaccio, ma con un po' di abitudine e di attenzione, vedrete che questo è un ostacolo facile da superare.

Sebbene non possono avere accesso ad attacchi potenti prima dell'evoluzione, senza dubbio gli Amaura possono dimostrare di essere avversari degni in qualsiasi lotta, anche se è necessario aspettare del tempo prima che siano in grado di affrontare nemici spaventosi, ma una volta superata la loro paura diventano inarrestabili. Se volete solo un tenero Pokémon da compagnia, andranno benissimo, basta solo che viviate vicino ad un bosco o una foresta con temperature non molto elevate, così una volta evoluti possono procurarsi il cibo da soli!

 

Modificato da Zarxiel

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme
Inviato (modificato)

Aurorus

200px-Artwork699.png

Spoiler

Aurorus (noto come Pokémon Tundra) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Roccia/Ghiaccio che viveva negli ambienti freddi e nelle regioni forestali di tutto il mondo, ma ormai in natura quasi non esiste più perché estinto. Dal carattere tranquillo, ma dai tremendi poteri, gli Aurorus sono bestie imponenti in grado di sconfiggere ogni avversario con l'uso del freddo. Potrebbe volerci del tempo per avere dimestichezza con questi Pokémon, tuttavia sottovalutarli è un grave errore: solo perché sembrano grandi e goffi, non significa che non possano trasformare l'intero campo di battaglia in una landa ghiacciata!

La famiglia evolutiva degli Amaura è stata ripristinata ai giorni nostri grazie al miracolo della tecnologia moderna che permette la resurrezione dai fossili, ma fra tutti i Pokémon resuscitati fino ad oggi, nessuno ha mai avuto una natura calma come quella della famiglia degli Amaura. Questa specie è stata scoperta grazie al ritrovamento di alcuni fossili nella regione di Kalos, a seguito di questa scoperta, altri fossili loro furono ritrovati, ma Kalos rimane il posto più facile dove trovarli (sebbene i Fossilpinna risultino comunque molto rari). Nonostante siano considerati Pokémon Roccia primari a causa del processo di resurrezione, rimangono comunque unici perché sono i soli Pokémon Fossili a vivere nel freddo e ad avere la capacità  di sfruttarlo come arma da battaglia, è per questo che sono quindi considerati anche di tipo Ghiaccio; altra cosa interessante è che la resurrezione degli Amaura e degli Aurorus risulta essere la più semplice fra tutti i Pokémon fossili, questo perché nei fossili ritrovati c'è sempre traccia di DNA perfettamente conservato grazie alla liofilizzazione dovuta al loro habitat, grazie a questa particolarità  sembra che gli esemplari resuscitati siano quasi del tutto fedeli agli esemplari antichi; oggi sono in corso ulteriori miglioramenti per le macchine, in modo da resuscitare più facilmente i Pokémon fossili partendo dal loro DNA. Sebbene non siano potenti come altri Pokémon fossili, la famiglia di Amaura risulta essere la più facile da allenare in assoluto, questo sembra essere dovuto al fatto che era abbastanza isolata dalle altre specie 100 milioni di anni fa, in netto contrasto con la famiglia dei Tyrunt. Essendo dei Pokémon notturni, appena resuscitati può risultare un problema allenarli, ma con il tempo diventeranno ottimi compagni per qualsiasi squadra, specie se volete un potente Pokémon in grado di usare il freddo a proprio vantaggio. Questi Pokémon sono così a loro agio con il freddo che la loro famiglia risulta essere l'unica composta da Pokémon (assieme a MegaGlalie) che possiede l'abilità  Pellegelo, essa infatti fa ottenere agli attacchi Normale attributi tipici degli attacchi Ghiaccio, oltre ad aumentarne la potenza; questa capacità , assieme alla possibilità  di apprendere sia attacchi fisici che speciali (oltre a poter apprendere Tuononda naturalmente), fa si che questi dinosauri siano tanto apprezzati dagli allenatori quanto la loro controparte tirannica.

Come qualsiasi altro Pokémon fossile (eccezion fatta per gli Aerodactyl, che tuttavia è l'unico in grado di MegaEvolversi), gli Amaura si possono evolvere grazie al loro stile di vita notturno, infatti per permettere la crescita del proprio Amaura è importante allenarlo di notte, questo processo li porta a crescere molto rapidamente diventando enormi e potentissimi, oltre al fatto che ora possiedono il pieno controllo sugli attacchi Ghiaccio e possono usarlo non solo per attaccare, ma anche per difendersi. Ai lati del corpo di questi Pokémon sono presenti delle squame a forma di diamante che si distinguono dal resto della pelle grassa: questi servono come condotti per l'aria fredda e possono arrivare ad una temperatura di circa -150° C; dal punto di vista offensivo, ciò permette loro di usare attacchi Ghiaccio non solo tramite la bocca come molti Pokémon Ghiaccio, ma attraverso tutto il corpo, riuscendo addirittura a seppellire il nemico sotto il ghiaccio o la neve, ma la cosa più interessante è che questi condotti creano aria così gelida da poter generare dei muri di ghiaccio attorno, questi sono così duri che perfino le mascelle di un Tyrantrum fanno fatica a spaccarli, senza contare che intimorisce molti Pokémon ad avvicinarsi, visto il grande freddo che emanano. Con la crescita gli Aurorus possono apprendere attacchi devastanti come Bora e Iper Raggio, ma all'apice della loro potenza imparano Liofilizzazione, un attacco Ghiaccio così potente da mettere in difficoltà  perfino i Pokémon Acqua. Considerando anche la loro grande vitalità  che permette loro di assorbire moltissimi danni, non c'è da stupirsi se, nonostante la natura docile di questi dinosauri, sono visti come dei veri titani della lotta.

Sebbene gli Aurorus non abbiano le stesse potenzialità  offensive di altri Pokémon fossili, la loro potenza e natura gentile li rende comunque esseri eccezionali. Essendo i Pokémon Roccia con la maggior vitalità  e con la capacità  di congelare qualsiasi cosa vogliano, state certi che perfino i Pokémon Acqua più forti avranno timore ad affrontarli. Se siete tipi che viaggiano molto e odiate il caldo, procuratevene uno: anche le calde giornate nel deserto vi sembreranno fresche giornate invernali!

Carbink

200px-Artwork703.png

Spoiler

Carbink (noto come Pokémon Gioiello) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Roccia/Folletto che vive nelle profondità  delle caverne delle regioni di Kalos ed Alola. Difficili da vedere e anatomicamente bizzarri, i Carbink possono risultare delle vere bestie difensive in qualsiasi lotta. Non sono creature molto intelligenti, ma se non disponete di un Pokémon con una grande forza offensiva, sconfiggerli non sarà  facile. E' consigliabile non portarli a passeggio all'esterno, siccome odiano la luce solare!

Carbink rappresentano una delle tre specie di Folletti che hanno sviluppato un corpo materialistico anziché biologico (assieme ai Klefki e a Diancie), infatti possono usare un tipo di forza fatata unica, mentre normalmente questa è considerata un'energia prodotta dai Pokémon; nel caso dei Carbink è l'energia che li mantiene in vita, motivo per cui hanno molte caratteristiche in comune con gli Spettri rispetto ai Folletti. Per poter esistere infatti questa energia si è manifestata in alcune rocce, specialmente quelle della Grotta dei Riflessi di Kalos. Le gemme che compongono il corpo dei Carbink sono chiamate Follettiti e hanno proprietà  molto simili a quelle del diamante, ma presentano delle impurità  sulla superficie; questa pietra preziosa è più flessibile e malleabile delle altre potendo essere intagliate con relativa facilità . Questi cristalli sono ottimi per incanalare l'energia, specialmente quella proveniente dalla forza fatata, ecco perché con il tempo queste gemme che si sono create dal calore e dalla pressione terrestre dopo milioni di anni vengono a formare i Carbink, che in circostanze attualmente ignote possono mutare in Diancie, un processo che avviene una volta dopo moltissimi anni ad un unico Carbink.

Tecnicamente essendo solo roccia e cristalli animati dalla forza fatata, non hanno una grande potenza offensiva, ma le loro capacità  difensive sono impressionanti, tanto da renderli i migliori in questo campo rispetto a qualsiasi altro Folletto. Per attaccare convogliano l'energia nei cristalli per poi rilasciarla come un raggio laser per colpire i nemici a distanza, per questo possono usare mosse come Forza Lunare Gemmoforza. Anche se una volta formati possono vivere sulla superficie e nelle profondità  della terra, prediligono vivere in quest'ultima, anche perché quando il loro corpo riflette l'energia solare non riescono ad incanalare con efficacia altri tipi di energia e diventa molto difficile attaccare per loro, una cosa che bisogna tenere a mente se si possiede uno di questi Pokémon. Sebbene non sono molto svegli ed emotivi, sono creature molto divertenti e dolci che se abituate amano stare tra la gente ed altri Pokémon, ma nei primi tempi possono sembrare titubanti a lasciare il proprio habitat avendo paura del sole.

Anche se si potrebbe pensare che non siano nulla di speciale, in realtà  i Carbink sono esseri molto interessanti che possono resistere facilmente a una varietà  di mosse. Essendo i Folletti con la maggiore resistenza fisica (assieme a Diancie) e potendo apprendere ottime mosse per confondere i nemici, state certi che possono essere trasformati in devastanti Pokémon difensivi che possono tener testa anche agli avversari più brutali e cruenti. E' importante tenere a mente di non lasciarli sotto il sole: ciò non solo può risultare fastidioso, ma potrebbero anche perdere la capacità  di attaccare temporaneamente!

Diancie

200px-Artwork719.png210px-Artwork719-Mega.png

Spoiler

Diancie (noto come Pokémon Gemma) è un Pokémon Leggendario di tipo Roccia/Folletto che vive nelle profondità  delle caverne della regione di Kalos. Ricercato dai collezionisti di tutto il mondo per la sua bellezza e leggiadria, Diancie è una creatura estremamente rara che pochissime persone sono riuscite a vederlo. Anche se è un Pokémon molto gioioso e allegro, conviene stargli lontano quando usa l'attacco Diamantempesta!

Il modo esatto in come si forma un Diancie è ancora un mistero che nemmeno la scienza riesce a spiegare. Sembra che una volta ogni moltissimi anni un Carbink muti diventando Diancie, il quale è una creatura più complessa ed intelligente, oltre ad avere abilità  del tutto nuove (come la telepatia e il poter apprendere Distortozona anziché Gemmoforza) che gli conferiscono capacità  offensive nettamente superiori. I fattori che scelgono quale Carbink si trasformi alla morte dell'ultimo Diancie sono ancora un mistero, tuttavia tale mutazione influisce soprattutto sulle gemme di Follettite che compongono il corpo, dando loro una lucentezza rosea e forme perfette; molte di queste gemme sono visibili all'esterno del corpo e quando vengono esposte alla luce solare creano una brillantezza tale che questo Pokémon è considerato tra gli spettacoli più belli del mondo, una fama del tutto meritata. Normalmente i Carbink non sviluppano una grande intelligenza, Diancie invece sì ed oltre ad essa sviluppa anche una personalità  molto giocosa, preferendo quindi giocare piuttosto che svolgere il proprio dovere; altra cosa che differenzia questo Pokémon dai Carbink è che la forza fatata che ha è così potente da permettergli di restare alla luce solare senza che essa interferisca con tale energia, ma al contrario, tale luce permette alle gemme di risplendere anche in pieno giorno. Statisticamente parlando, Diancie ha più o meno le stesse caratteristiche dei Carbink, eccezion fatta per la forza fisica e l'attacco speciale che sono quasi il doppio, questo è dovuto in parte anche al controllo maggiore della propria forza fatata, tanto da usare le particelle presenti nell'aria per generare dei diamanti esercitando della pressione nel palmo delle mani; questi diamanti sono estremamente belli e spesso simboleggiano l'amore per una persona quando regalati (peccato che in tenera età  Diancie non riesca a controllare la propria energia fatata, quindi questi diamanti tendono a dissolversi se la loro massa è instabile); essi sono usati anche per poter eseguire l'attacco Diamantempesta, una mossa potentissima esclusiva di Diancie. Anche se ancora oggi molti aspetti anatomici e biologici di Diancie sono un vero enigma, non si può negare che sia una creatura affascinante in grado di sciogliere il cuore a qualsiasi allenatore.

Si è scoperto che Diancie è una delle 46 specie di Pokémon note in grado di subire una MegaEvoluzione. Se si è in possesso di una Diancite, esso si può MegaEvolvere; ciò causa una crescita nei cristalli di Follettite che compongono il suo corpo fino ad eliminare lo strato roccioso e le impurità  che rivestono la sua parte inferiore, ciò causa anche la crescita di nuove gemme facendo sembrare che la creatura indossi un bellissimo abito elegante. In questa forma, la luce emanata dalla Follettite quando esposta al sole è tanta da risultare impossibile guardare questa creatura direttamente; il cristallo di Follettite che decora la fronte cresce di dimensioni, arrivando sui 2000 carati. In questo stato sembra che Diancie abbia un comportamento più nobile della sua normale forma, il che potrebbe essere un problema quando un allenatore lo usa per combattere, anche se è molto remota la possibilità  che qualcuno riesca a catturare questo Pokémon. Statisticamente parlando, a causa della rimozione dello strato roccioso, le doti difensive fisiche e speciali sono diminuite drasticamente, tanto da risultare meno resistenti dei normali Carbink, ma d'altra parte ciò ha permesso un controllo ancora maggiore della forza fatata, rendendo la sua capacità  offensiva in generale e la propria velocità  drasticamente superiori alla norma, tanto da essere il Pokémon Roccia con maggiore attacco speciale e il Folletto con la maggiore forza fisica. E' interessante notare che le gemme di Follettite riflettono in parte la forza fatata di MegaDiancie, permettendogli di creare una barriera energetica in grado di riflettere mosse che causano problemi di stato, senza causare però danni diretti, motivo per cui è classificato con l'abilità  Magispecchio, ciò la rende una creatura davvero devastante avendo dalla sua parte enormi capacità  offensive e un'abilità  sorprendente.

Diancie rimase per molto tempo sconosciuto, visto che gli avvistamenti di questa specie sono quasi inesistenti, ma Diancie ha avuto un ruolo primario nell'"Incidente del Regno dei Diamanti" che lo ha reso famoso. Diancie, la principessa del Regno dei Diamanti, fu avvertita dai suoi sudditi Carbink che avrebbe dovuto ricreare un oggetto leggendario noto come Cuore di Diamante: esso altro non è che un enorme cristallo fatto di Follettite che aveva il potere di rinvigorire e tenere stabile tutto il regno e i Carbink che ci vivevano, tuttavia l'energia del Cuore di Diamante attuale stava collassando e Diancie era l'unico Pokémon in grado di ricrearlo, ma il Pokémon era troppo giovane per poterne creare uno stabile. Per risolvere il problema, il Carbink consigliere suggerì di andare alla ricerca di Xerneas, che con l'abilità  Aurafolletto avrebbe stimolato i poteri di Diancie, permettendogli di creare un Cuore di Diamante stabile. Durante il suo viaggio, Diancie incontrò dei ragazzi che salvarono il Pokémon da un gruppo di ladri professionisti che intendevano rubare Diancie e vendere al mercato nero i diamanti prodotti dal Pokémon. Il gruppo di ragazzi andò nella foresta proibita che secoli prima fu portata alla distruzione; il gruppo nel luogo incontrarono Xerneas, che usò i suoi poteri su Diancie dicendogli poi che aveva già  il potere di dare la vita. Subito i ladri li raggiunsero e rapirono Diancie, ma a causa del conflitto tra di loro risvegliarono accidentalmente Yveltal, che dormiva nel luogo dopo secoli dalla sua ultima lotta contro Xerneas, battaglia che rischio di rovinare l'equilibrio della natura. L'enorme uccello iniziò ad usare Ali del Fato su qualsiasi essere vivente gli capitasse a tiro, uccidendolo e mummificandolo all'istante rubandone di conseguenza le forze vitali. Diancie, volendo salvare i suoi amici, utilizzò i suoi poteri per contrastare il malvagio Pokémon, ciò scaturì in Diancie la MegaEvoluzione (grazie alla Megapietra che creò prima accidentalmente con il sentimento dell'amicizia); in questa forma come MegaDiancie poté creare un Cuore di Diamante per bloccare la furia di Yveltal, ciò diede tempo a Xerneas di intervenire e porre fine all'ira del furioso Pokémon. Per rimediare al danno provocato da YveltalXerneas usò tutte le energie in suo possesso per riportare in vita coloro che morirono in quella furiosa battaglia, costringendolo a riposare sotto forma di albero. Diancie fece ritorno al suo regno, in cui sostituì il vecchio Cuore di Diamante con uno nuovo, che sarebbe rimasto stabile per le generazioni future.

Anche se riuscire a vedere questa creatura è quasi impossibile, cercarla per poter apprezzare la sua bellezza ed eleganza senza pari vale tutta la fatica fatta per trovarla. Essendo il Folletto con la resistenza fisica più alta in assoluto (assieme ai Carbink) e avendo la possibilità  di usare l'attacco Diamantempesta, di sicuro sarà  un avversario temibile se osate far del male ai suoi cari. Coloro che riescono anche ad interagire con questo Pokémon devono considerarsi dei privilegiati, ma non fatevi abbagliare dall'avarizia: anche se Diancie può creare diamanti quasi dal nulla, se non prova un sentimento di sincera amicizia nei vostri confronti, vedrete le vostre ricchezze sfumare in una polvere rosa!

Rockruff

Artwork744.png

Spoiler

Rockruff (noto come Pokémon Cagnolino) è un Pokémon relativamente comune di tipo Roccia che vive nei campi erbosi e nelle foreste della regione di Alola. Sicuramente sono tra i cuccioli di cane più socievoli fra tutti i Pokémon canini, infatti i Rockruff sono bestiole fedeli che faranno di tutto in battaglia pur di rivelarsi dei buoni compagni. Se volete procurarvene uno allora è meglio avere a disposizione delle Poké Ball, dal momento che hanno l'abitudine di sfregare le pietre che hanno sul collo verso le persone che hanno a cuore, sebbene potrebbero accidentalmente causare alcune lesioni a causa delle loro stesse pietre!
I Rockruff sono totalmente unici fra i Pokémon canini dal momento che nel loro corpo crescono delle rocce come parte della loro anatomia interna; il motivo di questo fenomeno non è ancora del tutto chiaro, ma si suppone che sia una risposta difensiva per proteggersi dai predatori, visto che così difficilmente riuscirebbero a mangiare la loro carne senza lesionarsi mordendo le rocce. Infatti attorno al pelo del collo crescono delle piccole formazioni rocciose a partire dallo strato più esterno della pelle, garantendo loro caratteristiche offensive e difensive del tipo Roccia. A parte questo, il loro comportamento e il loro stile di combattimento sono pressoché identici a quelli di altri Pokémon canini, inoltre è molto facile per gli allenatori legare con loro, visto la loro natura amichevole. In natura sono in grado di rintracciare piccole prede grazie al loro acuto olfatto ed una volta sentito un odore, non lo dimenticheranno mai, tanto che se perdono il loro allenatore possono anche viaggiare per giorni interi per poter rintracciare il loro proprietario che hanno così tanto a cuore, indipendentemente da quanto sia debole la loro pista olfattiva. Questi Pokémon sono anche molto coraggiosi, tanto che affrontano senza timore anche avversari più grandi, lottando con tutte le loro forze fino a quando non saranno esausti o non avranno vinto, il che è un ottimo pregio in battaglia, ma conviene sempre tenerli d'occhio visto che potrebbero continuare a combattere anche se gravemente feriti.
Normalmente i Rockruff sono molto facili da allenare e vanno d'accordo anche con i bambini, per questo sono Pokémon domestici perfetti, sebbene possano sembrare un pochino ruvidi durante le manifestazioni d'affetto fisico, infatti quando si trovano vicino a qualcuno a cui tengono scodinzolano e si sfregano a loro in segno d'affetto, anche se ciò può causare alcune lievi lesioni a causa delle rocce sul collo, ma non lo fanno mai intenzionalmente. Essi sono stati addomesticati sin dai tempi antichi, motivo per cui hanno sviluppato una lealtà molto forte, tanto da non abbandonare mai il loro allenatore e faranno sempre di tutto pur di risollevare il morale di quest’ultimo se triste o depresso. E' importante ricordare che crescendo il loro carattere diventerà sempre più selvaggio ed incontrollabile, diventando più difficili da allenare, e quando iniziano ad ululare alla luna, significa che sono vicini all'evoluzione, tuttavia la forma che assumono ed il loro comportamento dipende molto dal momento della giornata in cui si evolvono. La decisione sul quando farli evolvere dovrebbe essere presa alla svelta e quando si allontanano dal proprio allenatore, torneranno solo una volta che il processo evolutivo sarà completato.
Sebbene per molti potrebbero non sembrare delle minacce, i Rockruff restano bestiole festose che possono rivelarsi ottimi compagni, se lo permettete. La loro tipologia potrebbe non essere delle migliori visto le mosse che apprendono, ma di sicuro non troverete mai un Pokémon più fedele di loro fra i Pokémon Roccia o altre specie di Alola. L'importante è che li teniate sempre con voi indipendentemente dagli effetti dell'evoluzione: nel migliore dai casi di giorno possono diventare dei semplici e potenti lupi, ma se non vengono allenati durante le ore diurne, potrebbero diventare dei mostri ululanti ben più difficili da gestire!

Lycanroc

20940b_c4e21743f7fa498d81c811ded7a848d3~mv2.png20940b_95520691bd2543bc9c3c81ed6f8fe5f5~mv2.pnglycanrocduskform.png

Spoiler

Lycanroc (noto come Pokémon Lupo) è un Pokémon relativamente raro di tipo Roccia che vive nei campi erbosi e nelle foreste della regione di Alola. Sebbene la loro forma e le loro abilità dipendano dal momento della giornata in cui si evolvono, i Lycanroc restano creature feroci che però possono rimanere delle bestie fedeli se ben allenati quando ancora erano dei cuccioli. Se volete un compagno veloce e vigoroso per vincere gli scontri, questi animali di tipo Roccia non vi deluderanno, a patto che siate a conoscenza della natura di entrambe le forme, altrimenti potreste diventare un loro pasto se non sapete controllarli!
I Rockruff sono abbastanza unici tra i Pokémon, visto che la forma che assumono quando si evolvono dipende dall'orario della giornata quando il processo evolutivo è iniziato, inoltre sia le abilità che le capacità di entrambe le forme di Lycanroc sono differenti e meritano d'essere esaminate con attenzione. Quando queste creature iniziano ad evolversi durante la luce del giorno, o secondo le leggende, sotto la luce del leggendario Solgaleo, si evolveranno nella Forma Giorno, diventando molto più agili e veloci rispetto alla loro controparte notturna, inoltre avranno accesso alla mossa Rocciarapida non appena evoluti, mossa peculiare di questa forma e potranno avere l'abilità Sguardofermo o Remasabbia, o in casi rarissimi l'abilità Cuordeciso. Essendosi specializzati nell'uso della velocità per confondere le prede, si muovono a cerchio attorno ad esse per poi attaccarle con le rocce aguzze che hanno attorno alla criniera per eseguire affondi che possono anche far sanguinare il nemico, rendendole facili prede. Anziché vivere in branchi, loro preferiscono stare soli e raramente interagiscono con i loro simili, tranne per l'accoppiamento, questo perché ciascun esemplare ha un proprio territorio e preferiscono non invadere quello altrui per evitare scontri inutili. Queste bestie hanno un’incredibile fedeltà nei confronti del proprio allenatore, specie se trattati bene quando ancora erano dei Rockruff e non disobbediscono mai, indipendentemente da quanto possa essere folle l'ordine impartito dall'allenatore, e sfruttano zanne e artigli per abbattere gli avversari e sferrare attacchi che pochissimi altri canidi potrebbero fare.
Se invece dovessero evolversi sotto la luce lunare, o secondo le leggende, quando irradiati dalla luce del leggendario Lunala, assumeranno la Forma Notte diventando ben più vigorosi, infatti la loro vitalità e resistenza fisica e speciale sono maggiori rispetto a quelle della loro controparte diurna e apprendono Contrattacco non appena evoluti, inoltre potranno avere l'abilità Sguardofermo o Spiritovivo, o in casi rarissimi l'abilità Nullodifesa. Anziché attaccare per primi in battaglia, essi piuttosto aspettano che sia l'avversario a fare la prima mossa e invece di schivare il colpo lo subiscono in pieno, in modo da poter contrattaccare nel momento in cui il nemico è più vulnerabile, sfruttando la criniera rocciosa sopra la testa come fossero un ariete, con una potenza tale da poter anche uccidere le proprie prede sul colpo. Queste creature tendono ad essere imprudenti per natura e sono piuttosto incuranti delle ferite che subiscono in battaglia finché riescono a vincere lo scontro, infatti, tanto più forte o minaccioso è l'avversario, tanto più il loro sangue ribolle (per modo di dire), facendoli eccitare e rendendoli più aggressivi. Essi sono così entusiasti della lotta che i loro occhi hanno un sinistro luccichio quasi istintivo e non saranno soddisfatti dello scontro fino a quando non saranno riusciti a martoriare il proprio avversario. Tutti questi motivi spiegano bene come mai spesso vengono scambiati per dei licantropi, e non è difficile che siano stati proprio loro a dar origine alle leggende di queste mitiche bestie che perdurano anche nell'era moderna. Anche se possono essere tanto leali quanto la Forma Giorno verso il proprio allenatore, se trattati con rispetto e ben curati, se l'allenatore impartisce ordini che non gradiscono o sono costretti a combattere in lotte a cui loro non sono interessati, inizieranno a diventare sempre più disobbedienti, il che è un peccato, visto che solo gli allenatori di cui si fidano riescono a sfruttare al meglio le loro abilità.

Mentre la maggior parte degli allenatori è a conoscenza dell'esistenza delle Forme Giorno e Notte di questa specie, in realtà ne esiste una terza che ha un'enorme somiglianza con la Forma Giorno, ma richiede delle circostanze estremamente specifiche per essere ottenuta. Normalmente i Rockruff si evolvono in base alla quantità di luce solare presente in cielo, il che li fa evolvere o in un modo o nell'altro, senza mezzi termini; tuttavia, esistono rarissimi esemplari di Rockruff con particolari geni attivi nel corpo che permettono loro di ricevere tratti misti di entrambe le forme evolvendosi durante il tramonto, vale a dire fra le cinque e le sei di pomeriggio. Questa particolare forma è nota come Forma Crepuscolo e possiede tratti unici, non presenti nelle altre due varianti: prima di tutto, dal punto di vista delle statistiche, sono leggermente diversi dai Lycanroc Forma Giorno, avendo una forza fisica leggermente maggiore ed una velocità leggermente inferiore, rendendoli più equilibrati delle altre due forme. Seconda cosa, i Lycanroc Forma Crepuscolo, differentemente dalle loro controparti, possono avere un'unica abilità: Unghiedure, il che li aiuta non solo perché possono apprendere Rocciarapida come la Forma Giorno, ma sorprendentemente hanno addirittura accesso all'attacco Colpo, conferendo loro una forza fisica offensiva nettamente superiore. Terza ed ultima differenza è che i Lycanroc Forma Crepuscolo sono molto calmi e docili, ma in realtà ciò nasconde lo spirito combattivo che si cela in loro, motivo principale per il quale sono avversari così temibili e che non vanno sottovalutati in nessuna circostanza, specie se hanno accesso alla devastante Mossa Z peculiare della loro specie, Litotempesta Radiale, con la quale possono infliggere enormi danni a chiunque si trovi sul loro cammino.
Sebbene le loro abilità ed il loro comportamento cambino moltissimo a seconda della forma in cui si sono evoluti, i Lycanroc restano delle bestie toste e pericolose, in grado di lasciare il segno in battaglia quando danno libero sfogo alle loro capacità. Sarà necessario studiare per bene il tempo ed allenarli a dovere per farli evolvere nella forma desiderata, ma indipendentemente dalla scelta, avere uno di questi canidi dalla propria parte è un enorme vantaggio, specie se l'avversario è debole al tipo
Roccia. Ricordatevi di trattarli bene e con cura e non costringerli a fare cose che non vogliono: i Lycanroc Forma Giorno potrebbero semplicemente decidere di non obbedirvi, ma gli esemplari della Forma Notte potrebbero farvelo capire con una testata rocciosa, impedendovi anche di rialzarvi con tanta facilità!

Silvally

20940b_e90b83459968405fb2f63cc91ca18763~mv2.png

Spoiler

Silvally (noto come Pokémon Multigene) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Normale (ma che può assumere un tipo qualsiasi a seconda della forma) posseduto solo da pochissimi allenatori e ricercatori della regione di Alola. Progettati per essere l'arma finale mai creata dai ricercatori Pokémon della regione di Alola, i Silvally sono bestie feroci i cui poteri permettono loro di adattarsi a qualsiasi battaglia, rivelandosi una forza pericolosa contro cui combattere. Sebbene le loro capacità non eguaglino quelle di Arceus, questi versatili esseri sono ancora in grado di abbattere qualsiasi Pokémon e solo un pazzo oserebbe mancare di rispetto alla potenza di questi cyborg creati per uccidere le Ultracreature!

I Tipo Zero e la loro evoluzione Silvally, sono diversi da qualsiasi altra specie Pokémon in quanto non solo sono artificiali, ma sono forme di vita completamente sintetiche. I Tipo Zero furono originariamente creati in risposta alla minaccia che rappresentavano le Ultracreature e gli Ultravarchi, che permettevano a questi esseri extradimensionali di giungere alla nostra dimensione. Siccome la varietà delle Ultracreature che potevano emergere da questi portali era totalmente ignota prima dell'inizio della creazione dei Tipo Zero, si decise di creare una forma di protezione contro questi esseri che potevano rivelarsi una minaccia per gli abitanti della regione di Alola e del resto del mondo, per questo motivo gli scienziati della Fondazione Æther decisero di creare una forma di vita in grado di gestire qualsiasi minaccia che sarebbe potuta uscire da questi portali warp, quindi l'obiettivo principale di questi esseri sintetici era quello di diventare una forza di combattimento anti-UC, e fu così che il Sistema Primevo fu sviluppato. Per la creazione di questo programma, gli scienziati presero ispirazione dall'abilità di Arceus di cambiare il proprio tipo, quindi iniziarono a raccogliere tessuti cellulari proveniente da Pokémon di tutti i tipi e li integrarono insieme ad un'interfaccia robotica per creare un cyborg, noto con il nome in codice "Ultra Killer", in possesso di uno scheletro ed un apparato boccale robotici e masse di tessuto vivente accuratamente coltivate ed innestate sul telaio meccanico, dando loro un aspetto simile al mostro di Frankenstein. Questi organismi complessi furono poi chiamati Omnitipo e fu allora che s'intraprese il passo successivo del progetto: installare il Sistema Primevo. Questo sistema di scansione dati fu progettato per agire sulle cellule somatiche dell'ospite e mutarle in risposta a diversi dischi ROM contenenti informazioni codificate sulla struttura cellulare e sulle forme di vita dei Pokémon dei vari tipi, sperando di creare una connessione naturale fra la massa cellulare ed il sistema, così che potessero cambiare tipo a piacimento. Tuttavia, quando agli unici prototipi di Omnitipo fu installato il Sistema Primevo, essi dimostrarono un grave rigetto dei tessuti, andando totalmente fuori controllo e rendendoli ingestibili. Incapaci di placare il loro comportamento selvaggio, queste bestie furono dotate di una maschera di controllo per mantenerle in uno stato stabile, per poi essere bollati come dei fallimenti; in seguito il loro nome fu cambiato da Omnitipo a Tipo Zero, in modo da riflettere il fatto che siano incapaci di sfruttare il sistema di combattimento e di versatilità con cui erano stati progettati, risultando di fatto inutili. Fortunatamente per loro, sembra che due dei tre esemplari siano riusciti ad andarsene dall'Æther Paradise dove erano rinchiusi, uno fu ottenuto da Iridio, figlio dell'ex-direttrice di quest'organizzazione, Samina, mentre il secondo fu ottenuto da un allenatore sconosciuto che ha contribuito alla sconfitta di Samina e alla protezione del mondo dalle Ultracreature, o almeno quelle che non sono riuscite a trovare persone con cui convivere in armonia.

Mentre inizialmente si credeva che i Tipo Zero fossero incapaci di controllare il loro potere e di farlo funzionare con i loro tessuti viventi, fu Iridio a scoprire come questi esseri potevano controllare le loro abilità: con l'amicizia. Come Iridio stesso ha scoperto, se mentre queste creature si allenano e vengono trattate con amore e rispetto da un essere umano al punto da stabilire un legame d'affetto, riescono a distruggere la loro maschera di controllo che hanno in testa, trovando anche un vero motivo per controllarsi e permettendo alle loro abilità sopite di risvegliarsi, consentendone l'evoluzione. Rinominati come Silvally da Iridio, queste creature sviluppano una grande cresta piumata ed una pelliccia più chiara sul collo e sulla testa che li distingue dai Tipo Zero, mentre nei loro occhi è visibile un istinto selvaggio non presente nella loro pre-evoluzione. Sebbene statisticamente le loro capacità combattive rimangano invariate (eccezion fatta per la velocità, che aumenta notevolmente a causa della rimozione della pesante maschera di controllo), continuano ad avere una natura selvaggia, tuttavia obbediranno ciecamente all'allenatore che lo ha fatto evolvere. Il loro corpo si è perfettamente unito al Sistema Primevo installato, permettendo a questi esseri di cambiare il proprio tipo in base alla ROM installata all'interno del Sistema Primevo attaccato alla loro testa, in modo che le cellule somatiche del loro corpo mutino istantaneamente, cambiando anche colore del sistema a seconda della ROM inserita, inoltre possono sfruttare ciò anche per eseguire la loro mossa peculiare, Multiattacco, che apprendono con l'evoluzione. Questo attacco consiste nel convogliare nel Pokémon dell'energia elementale per poi attaccare ferocemente l'avversario con gli artigli, infliggendogli gravi danni; similmente alla mossa Giudizio di Arceus, il tipo di questo attacco dipende dalla ROM che il Pokémon possiede, di conseguenza è l'unica mossa che i Silvally potranno sfruttare con il potenziamento della STAB, aumentandone ulteriormente la potenza. E' anche interessante notare che con l'evoluzione possono apprendere la mossa Anticura molto prima rispetto ai Tipo Zero e che possono anche apprendere le mosse Rogodenti, Fulmindenti, Gelodenti, Morso, Sgranocchio e Monito. Nel complesso, questo è il potere con cui era stato inizialmente progettato il Sistema Primevo e sapendo che queste bestie hanno bisogno di amore e gentilezza per dare il massimo, come ogni altro Pokémon, si spera che eventuali futuri tentativi di crearne altri tengano conto di ciò sia per il bene della gente che di questi stessi Pokémon.
Feroci, liberi di usare le loro abilità e sicuramente capaci di sconfiggere qualsiasi nemico, i Silvally sono potenti bestie che possono mostrare cosa sia veramente in grado di fare la scienza se usata correttamente. E' improbabile che gli allenatori riescano a trovare ed impiegare questi esseri in battaglia, ma basta pensare alla loro potenza per capire quanto siano impressionanti, tanto da essere i Pokémon Veleno (assieme ai Nihilego), Coleottero (assieme ai Buzzwole e ai Pheromosa), SpettroFuoco (in questi ultimi due casi assieme ai Blacephlon), Erba (assieme ai Kartana), Elettro (assieme ai Xurkitree), Ghiaccio e Folletto (escludendo per tutti MegaEvoluzioni e leggendari) più potenti. Se mai vi capitasse di affrontare un allenatore che ne possiede uno, preparatevi a tutto: anche se statisticamente potrebbero non essere così incredibili in nessun campo, ciò non significa che non possano usare le ROM per sfruttare le debolezze dei vostri Pokémon prima ancora di capire che tipo hanno assunto!

Minior

20940b_1c7960368a4e4883874d25a2932119a3~mv2.png20940b_a75771a31cc14ab68f12df26d31eb346~mv2.png20940b_3063d8f051194be180700500ed6d3e6c~mv2.png20940b_a9b04e83a9d944859470e326c7694583~mv2.png20940b_983913335b944073957512335c05ec53~mv2.png20940b_b149b495918b4984a81c2aad132d7530~mv2.png20940b_adfdf48dbb524228897885dd924a3df1~mv2.png20940b_5bbf581a6bb0424588472dd24760e6c5~mv2.png

Spoiler

Minior (noto come Pokémon Meteora) è un Pokémon relativamente raro di tipo Roccia/Volante trovato in terreni accidentati o qualsiasi altro luogo dove è solito che cadano meteore in qualsiasi parte del mondo. Sebbene le loro origini possano ancora restare un mistero relativo per la scienza, i Minior sono comunque creature affascinanti che possono rivelarsi esseri interessanti da incontrare in natura. Nonostante non appaiano frequentemente come altri Pokémon provenienti dallo spazio, può essere interessante notare i diversi colori che possiedono una volta rotto il loro guscio, a patto che non vi dispiaccia essere colpiti da deboli radiazioni!
I Minior sono forme di vita molto strane le cui origini non sono del tutto chiare, ma l'ipotesi più accreditata è che siano nati da nanoparticelle mutate in materiale organico nello strato d'ozono che si sono fuse in un essere vivente per qualche strano processo. Indipendentemente da come siano nati, questi esseri vivono ai confini dell'atmosfera del pianeta e passano quasi tutta la vita nutrendosi di polvere che raccolgono nello strato d'ozono e la convertono in energia per continuare a supportare le loro funzioni vitali. Possono vivere così per anni e talvolta addirittura decenni, ma con il tempo queste creature sviluppano del materiale roccioso che il loro corpo non riesce a smaltire e questi frammenti di roccia vengono poi sulla loro superficie corporea, formando una sorta di guscio sottile che protegge il loro nucleo; solitamente esso è abbastanza sottile da non compromettere più di tanto la loro alimentazione, ma col tempo questo guscio cresce e diventa più pesante fino al punto che tale peso non permette più ai Minior di stabilizzare il loro volo nello strato d'ozono, facendoli cadere e schiantare a terra sulla superficie del pianeta. Siccome durante la caduta il loro corpo diventa incandescente e luminoso, vengono spesso scambiati per dei meteoriti. Quando si trovano sulla superficie devono nutrirsi delle particelle presenti nell'aria, sebbene non le gradiscono molto, motivo per cui in genere si sfregano contro le rocce per consumare il loro guscio, diventando abbastanza leggeri da tornare sullo strato d'ozono e continuare la loro normale vita.
Anche se il guscio che ricopre queste creature è molto resistente, di solito mentre precipitano nell'atmosfera e si schiantano esso viene danneggiato gravemente, rendendolo fragile. Seppure ancora riesca a resistere ad un buon ammontare di danni, quando la loro forza combattiva scende sotto il 50% circa, il guscio si sgretola, rivelando il nucleo interno fino a quando non saranno in grado di riformarlo sfruttando materiali nei dintorni, ciò conferisce loro un'abilità unica: Scudosoglia, con cui (grazie al guscio) possiedono una grande resistenza e sono protetti da alterazioni di stato; quando si rompe però, sebbene diventino più vulnerabili, hanno una potenza offensiva maggiore, mentre la loro velocità è raddoppiata, inoltre in questo stato riescono a sfruttare al meglio le loro poche mosse offensive, seppure ciò li renda estremamente vulnerabili alla pressione planetaria, che potrebbe ucciderli se dovessero rimanere così per alcuni minuti, a meno che non vengano catturati con una Poké Ball, che può salvare la loro vita (infatti le Poké Ball riescono a fare in modo che questi esseri si adattino alla pressione del pianeta), tuttavia questo è anche lo stato ideale per far sì che possano tornare allo strato d'ozono, visto che il loro nucleo è estremamente leggero al punto tale da poter risalire nell'atmosfera da dove provengono. E' interessante notare che il nucleo di questi Pokémon può essere di sette diversi colori (rosso, arancione, giallo, verde, azzurro, indaco e violetto), se si esclude la colorazione nera eccezionalmente rara degli esemplari Cromatici; questa differente colorazione è dovuta a seconda del minerale dominante di cui sono composti e di cui si nutrono nello strato d'ozono, che conferisce loro una colorazione brillante e simpatica, motivo per cui sono spesso ritratti in vari abbigliamenti ed accessori nei negozi della regione di Alola. C'è però da stare attenti, dato che il loro nucleo è radioattivo a causa dell'esposizione regolare ai raggi cosmici e potrebbero causare gravi malattie, se tenuti troppo vicini per lunghi periodi di tempo.
Sono indubbiamente tra i Pokémon più strani mai visti, ma i Minior restano creature affascinanti che potrebbero dare un aiuto esplosivo se necessario. Sebbene si possa essere tentati di catturare tutte le colorazioni possibili, è sempre meglio ricordare che potrebbe essere rischioso. Anche se è possibile tenerle d'occhio mentre fluttuano in cielo, è consigliabile tenerli sempre d'occhio: di sicuro nessuno vorrebbe ritrovarsi vicino a loro quando precipitano, rischiando di essere schiacciati o spazzati via dall'impatto di vere e proprie rocce spaziali viventi!

Nihilego

Artwork793.png

Spoiler

Nihilego (noto come Pokémon Parassita), conosciuto anche come UC 01 Parasitus, è un’Ultracreatura di tipo Roccia/Veleno originaria dell'Ultrabisso. In grado di corrompere la natura altrui e con una biologia relativamente inspiegabile, i Nihilego sono esseri misteriosi che hanno portato molti a chiedersi se rappresentino una minaccia maggiore rispetto ad ogni altra Ultracreatura nota. Anche se le possibilità d’incontrarne uno sono pressoché inesistenti, il che è un bene, se permetterete che uno di essi vi contagi, non sarete più voi stessi!
Le Ultracreature sono un tipo di Pokémon da altri universi identificati come Ultramondi. Periodicamente, nella regione di Alola può capitare che si aprano dei portali warp collegati al loro mondo, e mentre nella stragrande maggioranza dei casi ciò non causa alcun problema, se qualcuno dovesse accidentalmente entrare in un Ultramondo ed uscirne, l'energia dell'Ultravarco a cui sono stati esposti potrebbe renderli un faro che attrae questi esseri. Sfruttando gli Ultravarchi per uscire da un Ultramondo, queste creature perseguitano le persone irradiate da questa energia nel disperato tentativo di poter tornare a casa, per poi scoprire, con grande rammarico, che era solo un abitante di quel mondo in cui ora sono prigionieri, questo è il destino di tutte le Ultracreature avvistate nella regione di Alola. Nonostante il loro aspetto terrificante, le Ultracreature sono comunque Pokémon e mentre le normali Poké Ball difficilmente riescono a catturarli, una nuova tecnologia è stata sviluppata dando vita alle UC Ball, in grado di catturarli efficacemente. Anche se questi esseri possiedono enormi poteri e sono completamente estranei nel nostro mondo, senza un luogo dove andare, spesso iniziano ad avere atteggiamenti violenti e attaccano tutto ciò che non conoscono, rendendoli potenziali minacce per Pokémon e soprattutto umani. Nonostante la loro forma e le loro abilità si differenzino moltissimo, tutte le normali Ultracreature condividono l'abilità Ultraboost: questa loro abilità è dovuta alle radiazioni degli Ultravarchi che hanno usato per arrivare in questo mondo; sebbene tale energia sia molto più potente prima della cattura, essi ne conservano ancora il potere per combattere, potenziando drasticamente le loro migliori caratteristiche ogni volta che sconfiggono un avversario. Sebbene siano estremamente pochi gli allenatori che avranno mai l'occasione di incontrare queste bestie - per di più ormai tutti gli esemplari noti presenti alla regione di Alola sono stati catturati - se un giorno dovessero arrivarne altre, state attenti mentre le cercate nella speranza di catturarle.
I Nihilego sono bizzarre forme di vita la cui forma fisica è diversa da quella di qualsiasi altra creatura nota non solo in questa dimensione, ma di qualsiasi altra. Nonostante il corpo di queste creature sembra essere morbido, in realtà la membrana che forma il loro corpo fisico somiglia al vetro e presenta caratteristiche fisiche e strutturali bizzarre, mai viste in nessun altro tessuto vivente o artificiale conosciuto, ma questo materiale vetroso somiglia vagamente a certi materiali sensibili agli urti, in particolare quando questa viene colpita tende ad irrigidirsi per pochi istanti, perdendo le caratteristiche simile al vetro; sebbene così riescano a resistere agli attacchi basici, diventano vulnerabili ad attacchi in grado di spaccare le corazze, permettendo anche di frantumare il loro corpo. Anche se riportano danni critici, questi esseri riescono a rigenerare il proprio corpo col tempo, curando ogni ferita e facendo ricrescere i tentacoli perduti. Questa membrana sembra anche dissolversi a contatto con l'acqua o energie vegetali, ma rimane resistente agli attacchi di tipo Fuoco, Volante e specialmente Veleno a causa della struttura molecolare di questa membrana. Siccome il loro corpo reagisce allo stesso modo delle tipiche armature rocciose, sono stati classificati in parte di tipo Roccia. Offensivamente, queste creature dipendono molto dalle neurotossine, con cui riescono a controllare efficacemente le menti altrui, anche se solo indirettamente; sia per attaccare che per difendersi, questa tossina non è progettata per uccidere gli altri, ma ha un effetto altamente stimolante, eccitando i sentimenti della vittima all'estremo senza alcuna inibizione o senso di controllo, inoltre le caratteristiche della vittima sono anche forzatamente potenziate al massimo, permettendo comunque all'ospite di agire come vuole. Sebbene ciò non permetta un controllo diretto della vittima, queste creature tendono a scegliere bersagli specifici da infettare, in modo che le loro azioni vadano a completo beneficio per la sopravvivenza di queste creature. E' anche noto che questi esseri sono in grado di fondersi fisicamente con altre forme di vita per ampliare l'effetto delle loro tossine, diventando ibridi mutanti con tentacoli multicolori con al centro il corpo ospite, con cui riescono ad infondere la propria energia degli Ultravarchi ad altri esseri viventi, garantendo loro gli effetti dell'abilità Ultraboost in modo tale da proteggere il loro corpo ospite per la propria sicurezza. E' stato osservato che queste creature da poco esposte agli effetti dell'abilità Ultraboost appena giunti in questo mondo, grazie all'energia a cui sono stati esposti nell'Ultravarco, aumenta notevolmente la loro resistenza agli attacchi speciali (diventando circa il doppio della norma).
E' ignoto se i Nihilego sentano qualche forma di emozioni o di volontà, dal momento che non sembrano rispondere alle azioni esterne in modo diretto, ma sembrano essere guidati solamente da un istinto di sopravvivenza che potrebbe renderle tra le più pericolose delle Ultracreature. Questi esseri sono soliti scegliere vittime che hanno un debole o un desiderio nel proteggere altre forme di vita e usano le loro neurotossine per portare questa loro caratteristica all'estremo, dando loro un forte desiderio di proteggere tutte le Ultracreature, e usandole in modo tale che possano accrescere il loro numero in un ambiente sconosciuto ed inospitale, riuscendo a vivere anche in luoghi che pullulano di predatori. Possono anche agire in maniera tale da imitare il comportamento di qualcosa che sia caro alla vittima, in particolare i Nihilego che sono stati osservati nella regione di Alola, avevano un comportamento simile ad una bambina, a causa di un incontro che un esemplare ha avuto con Samina, la direttrice della Fondazione Æther, nella speranza di ottenere la fiducia da parte dei Pokémon e specialmente degli umani. Ad ogni modo, questi esseri sono estremamente pericolosi per qualsiasi forma di vita intelligente a causa delle loro tossine, fortunatamente questo problema oggi non esiste più grazie alla creazione di un antidoto a questo tipo di veleno, e sono quindi considerati esseri che meritano d'essere protetti, nonostante siano pericolosi in natura a causa del loro istinto di sopravvivenza e non perché sono distruttivi verso le altre forme di vita.
Istintivamente astuti ed indiscutibilmente pericolosi per qualsiasi essere che possa essere influenzato da loro, i Nihilego sono giustamente considerati dei parassiti che non si fanno problemi a sacrificare il benessere altrui seguendo il loro istinto. Essendo i Pokémon Roccia con il più alto attacco speciale (escludendo Arceus) ed essendo assieme a Silvally il Pokémon Veleno più potente in assoluto (senza contare Arceus), è chiaro che non bisogna farsi ingannare dal loro grazioso aspetto, in quanto non riflette minimamente il pericolo che rappresentano. Fatevi un favore ed evitate queste creature ad ogni costo se ne vedete una, in caso contrario potreste perdere completamente la vostra identità divenendo schiavi senza volontà che vogliono solamente amare questi esseri!

Stakataka

Artwork805.png

Spoiler

Stakataka (noto come Pokémon Bastione), conosciuto anche come UC Structura, è un’Ultracreatura di tipo Roccia/Acciaio originaria di un Ultramondo ignoto. Sebbene la loro somiglianza con oggetti inanimati possa trarre in inganno chiunque non sappia della loro esistenza, gli Stakataka sono di fatto esseri unici e potenti le cui difese sono praticamente impenetrabili e la cui forza fisica è superiore di quanto non sembri. Anche se non sono di certo le creature più veloci esistenti, ciò non è assolutamente un problema: dopotutto, chi ha bisogno della velocità quando si ha la resistenza di un castello e si può colpire con forza qualsiasi avversario ignaro?!
Le Ultracreature sono un tipo di Pokémon da altri universi identificati come Ultramondi. Periodicamente, nella regione di Alola può capitare che si aprano dei portali warp collegati al loro mondo, e mentre nella stragrande maggioranza dei casi ciò non causa alcun problema, se qualcuno dovesse accidentalmente entrare in un Ultramondo ed uscirne, l'energia dell'Ultravarco a cui sono stati esposti potrebbe renderli un faro che attrae questi esseri. Sfruttando gli Ultravarchi per uscire da un Ultramondo, queste creature perseguitano le persone irradiate da questa energia nel disperato tentativo di poter tornare a casa, per poi scoprire, con grande rammarico, che era solo un abitante di quel mondo in cui ora sono prigionieri, questo è il destino di tutte le Ultracreature avvistate nella regione di Alola. Nonostante il loro aspetto terrificante, le Ultracreature sono comunque Pokémon e mentre le normali Poké Ball difficilmente riescono a catturarli, una nuova tecnologia è stata sviluppata dando vita alle UC Ball, in grado di catturarli efficacemente. Anche se questi esseri possiedono enormi poteri e sono completamente estranei nel nostro mondo, senza un luogo dove andare, spesso iniziano ad avere atteggiamenti violenti e attaccano tutto ciò che non conoscono, rendendoli potenziali minacce per Pokémon e soprattutto umani. Nonostante la loro forma e le loro abilità si differenzino moltissimo, tutte le normali Ultracreature condividono l'abilità Ultraboost: questa loro abilità è dovuta alle radiazioni degli Ultravarchi che hanno usato per arrivare in questo mondo; sebbene tale energia sia molto più potente prima della cattura, essi ne conservano ancora il potere per combattere, potenziando drasticamente le loro migliori caratteristiche ogni volta che sconfiggono un avversario. Sebbene siano estremamente pochi gli allenatori che avranno mai l'occasione di incontrare queste bestie - per di più ormai tutti gli esemplari noti presenti alla regione di Alola sono stati catturati - se un giorno dovessero arrivarne altre, state attenti mentre le cercate nella speranza di catturarle.

Gli Stakataka sono unici fra tutte le Ultracreature conosciute, per il semplice fatto che in realtà è una legione di esseri, proprio come gli Spiritomb. Ogni Stakataka è composto da un gran numero di creature individuali, guidate indipendentemente, che agiscono e pensano insieme al punto da sembrare un'unica entità, ma questo comportamento sembra sia dovuto al bisogno di proteggersi usando la superiorità numerica, dato che singolarmente sono talmente deboli da non poter neppure attaccare in nessun modo. Gli Stakataka sono composti da due tipi distinti di creature, ciascuna con uno scopo specifico: il primo tipo compone le zampe di queste creature, e sono entità cubiche che possiedono un grosso occhio tondeggiante che serve per esaminare l'ambiente circostante tramite il campo magnetico di esseri ed oggetti che hanno attorno; ciò non è il modo principale con cui gli Stakataka vedono, ma serve solamente per vedere il terreno circostante, in modo da evitare di rimanere bloccati cadendo in un'eventuale buca. Queste entità cubiche sono legate fra loro tramite un forte legame elettrico, ma non tanto da impedirne lo spostamento, così che ciascun essere riesca a regolare la propria posizione per facilitare la camminata, ma non essendo appunto un legame molto forte possono comunque scivolare e staccarsi, costringendoli a strisciare molto lentamente per muoversi. Il corpo principale invece è composto da esseri più simili a mattoni con due lati principali, uno difensivo e uno oculare; i lati oculari, proprio come suggerisce il nome, vengono usati dagli Stakataka per vedere ciò che li circonda, sfruttando anche il campo elettromagnetico emanato dalle altre forme di vita e dagli oggetti, ma differentemente dalle unità che compongono le zampe, queste sono più complesse ed efficienti, tanto da riuscire a distinguere le forme attorno ad oggetti e creature, anche quelle più complesse, che invece le unità delle zampe non riescono a distinguere bene. Nonostante le unità a mattoni abbiano l'occhio in un solo lato, essi possono ruotare, per vedere il proprio interno o il proprio esterno per individuare eventuali nemici che provano ad invadere la sua cavità interna. Il lato opposto invece è più protetto, motivo per il quale la maggior parte delle unità espongono questo lato verso l'esterno, mentre sono pochi quelli che mantengono il lato oculare all'esterno per vedere eventuali assalti nemici; tuttavia, durante l'esecuzione degli attacchi speciali, molte più unità espongono il proprio lato oculare, ciò per assicurarsi che non vengano interrotti. Anche le unità del corpo principale sono connesse fra loro tramite legami elettrici, ma sono nettamente più forti rispetto a quelli delle zampe, il che permette alle unità a mattone di muoversi solo lungo degli assi specifici, perciò è quasi impossibile che possano staccarsi. Entrambi i tipi di unità sono formati da un materiale organico simile alla pietra coperti da una sorta di fungo alieno che si condensa e si indurisce man mano che cresce, perciò esse sono protette ulteriormente da uno strato metallico prodotto da questo fungo presente al loro centro, ciò va anche a creare uno scudo difensivo interno che impedisce a tutti loro di frantumarsi e causa l'emanazione di una brillante luce blu, la quale è la causa del legame elettrico che lega il corpo principale. Tutto ciò rende un'autentica impresa ferire uno Stakataka in qualunque maniera, e le sue incredibili difese servono per mantenere al sicuro le legioni di unità che compongono questo essere; come se non bastasse, il potenziamento dell'Ultraboost avvenuto negli esemplari non appena arrivati nel nostro universo a causa dell'elevata esposizione all'Ultraenergia, ha ulteriormente incrementato la loro resistenza fisica (che è raddoppiata rispetto alla norma).

Sebbene abbiano un'imponente forma fisica, gli Stakataka in realtà tendono ad avere un carattere alquanto timoroso e non amano essere visti, perciò sfruttano la loro struttura fisica combinata per fingersi un oggetto ed evitare i predatori. Nel nostro universo la loro somiglianza con gli edifici li ha aiutati moltissimo a mimetizzarsi semplicemente rimanendo immobili, distesi a terra o fingendosi un qualche edificio per confondersi con l'ambiente circostante, ma mentre ciò funziona perfettamente per rovine o altri siti archeologici abbandonati, la loro presenza è facilmente individuabile nelle città moderne, perciò tale forma suggerisce che gli umani del loro universo abbiano capacità edili più limitate rispetto a noi e/o con materiali che ancora non sono stati scoperti. Fortunatamente gli Stakataka anche quando scoperti fanno del loro meglio per non farsi prendere dal panico, e tentano di allontanarsi con quello che possiamo definire il galoppo più lento del mondo, mentre usano il loro corpo come scudo per difendersi da eventuali attacchi fino a quando non trovano un nuovo posto dove riposarsi con poche perdite. Essi riescono addirittura a sostituire le unità distrutte tramite la riproduzione asessuata, anche se è piuttosto complicato, visto che ciascuna unità può riprodurre solo un'altra unità del suo stesso tipo, il che potrebbe causare complicazioni nel caso dovessero subire gravi danni. Nonostante il loro carattere timoroso, è sconsigliato far arrabbiare o disturbare uno Stakataka, dato che nonostante la loro lentezza possono usare potenti attacchi fisici usando le loro stesse unità come vere e proprie armi, riuscendo addirittura a schiacciare i loro avversari con una forza che pochi altri Pokémon possono eguagliare; gli allenatori non dovrebbero avere problemi ad usare ciò a proprio vantaggio, se mai dovessero riuscire a catturare una di queste creature. Inoltre la loro indole tranquilla li rende molto facili da allenare, specie se li si aiuta a superare la loro timidezza.

Di certo non potranno mai vincere una gara di velocità, tuttavia gli Stakataka restano dei colossi dall'imponente difesa capaci di rivelarsi una seria minaccia se non si ha modo di penetrare le loro difese. Essendo i Pokémon Acciaio con la maggior resistenza fisica (escludendo le MegaEvoluzioni) e possedendo occhi capaci di vedere letteralmente sia tutto ciò che hanno attorno che ciò che hanno all'interno, è sconsigliato provocarli in combattimento se mai si fosse interessati ad aggiungere uno di questi esseri alla propria collezione, altrimenti si rischia di essere schiacciati dal loro imponente ed impenetrabile corpo. Se volete sfruttarli al meglio è sconsigliato usarli unicamente come arredamento domestico: di sicuro possono tenere alla larga eventuali vicini ficcanaso, anche se non è il massimo quando si viene a sapere che ha sfondato il giardino e la casa del vicino solo perché esso ha deciso di entrare in quello che di sicuro non era di sua proprietà!

 

Modificato da Zarxiel

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme

postati Rhydon, Omanyte, Omastar, Kabuto e Kabutops, domani Aerodactyl e finisco la 1° gen.

 

NOTA: Non c'entra nulla con sta analisi, ma ho notato che la 6° generazione l'ho completamente finita, ho fatto tutti i Pokémon di Kalos :D

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme

Corretto tutto! Devo dire che Aerodactyl è affascinante e interessante! Sudowoodo è buffo, infatti lo trovo carino xD

Poi per Rhydon, all'inizio dell'analisi ho notato che c'era un periodo senza alcun senso logico, non so come! D: 

Per cui io ho provato a correggerlo così, vedi tu se magari non torna e ho capito male io, ricorreggilo a tua volta :)

 

"Questi Pokémon hanno un vantaggio in più contro i Pokémon Elettro rispetto agli altri Pokémon Terra, quindi se ben usati, difficilmente possono essere sconfitti, visto che la maggior parte degli attacchi spesso nemmeno scalfisce la loro corazza naturale!"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme
1 minuto fa, Giuls92 ha scritto:

Corretto tutto! Devo dire che Aerodactyl è affascinante e interessante! Sudowoodo è buffo, infatti lo trovo carino xD

Poi per Rhydon, all'inizio dell'analisi ho notato che c'era un periodo senza alcun senso logico, non so come! D: 

Per cui io ho provato a correggerlo così, vedi tu se magari non torna e ho capito male io, ricorreggilo a tua volta :)

 

"Questi Pokémon hanno un vantaggio in più contro i Pokémon Elettro rispetto agli altri Pokémon Terra, quindi se ben usati, difficilmente possono essere sconfitti, visto che la maggior parte degli attacchi spesso nemmeno scalfiscono la loro corazza naturale!"

Si direi che va bene :)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme

Postati Pupitar e Tyranitar, 2° gen finita, domani inizio la 3° con Nosepass, Aron, Lairon, Aggron, Lunatone, Solrock, Lileep, Cradily, Anorith, Armaldo e Relicanth (in pratica eccetto Regirock, me la faccio tutta la 3° XD)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme

Postati: Nosepass, Aron, Lairon, Aggron, Lunatone, Solrock, Lileep, Cradily, Anorith, Armaldo e Relicanth, questo pomeriggio finisco la 3° gen con Regirock

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme

Postato Bonsly, questo pomeriggio finisco la 4° gen con Rhyperior, Probopass ed Arceus.

 

Inoltre richiedo la cancellazione del post.

Giuls92

Corretto tutto :) Devo dire che il tipo Roccia è forse quello che preferisco di meno insieme al tipo Lotta, però si stanno dimostrando stranamente interessanti xD

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme
3 minuti fa, Zarxiel ha scritto:

Se è un figo allora perché quella faccina triste? XD stai cercando di usare Falselacrime come Bonsly?:tf:

 

E' una faccina che indica il mio stupore xD Da un cosino come Cranidos viene fuori un figo come Rampardos xDD

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme

Crea un account o accedi per commentare

E' necessario essere iscritto a Pokémon Millennium per poter commentare

Crea adesso un account

Registra un nuovo account nella nostro forum. E' semplice!

Crea un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui!

Accedi adesso
Accedi per seguire questo  

  • Utenti nella discussione   0 utenti

    Nessun utente registrato sta visualizzando questa pagina.

×

Importanti informazioni

Per usare il nostro forum è necessario accettare i nostri Termini di utilizzo, la nostra Privacy Policy, il nostro Regolamento ed essere a conoscenza che per rendere la navigazione migliore utilizziamo i cookie sul tuo dispositivo. Puoi modificare le impostazioni cookie oppure accettare per accettarle.