Vai al commento
Pawndemonio

Accedi per seguire questo  
Zarxiel

Analisi sui Pokémon Veleno

Recommended Posts

Veleno

Pokémon GO - Gift-Icon.png

Introduzione

Spoiler

Per coloro che non sono specializzati sul tipo, i Pokémon Veleno sono i più frustranti e pericolosi da affrontare a causa della loro capacità di prosciugare lentamente l'energia dei loro avversari senza nemmeno sforzarsi. I Pokémon Veleno raramente sono visti nelle battaglie professionali, viste le loro limitate capacità di infliggere rapidamente danni significativi, di conseguenza sono usati più per lotte strategiche, fatto sta che l'avvelenamento è uno degli status negativi che più preoccupa e mette in difficoltà gli strateghi e i combattenti più difensivi. Difficilmente i Pokémon di questo tipo riescono ad attaccare velocemente, ma se saprete usare queste creature potrete sfruttare le loro nocive abilità per sottomettere i vostri avversari senza che possano fare nulla per contrastarvi.

Poteri ed Attributi

Spoiler

Come suggerisce il nome, i Pokémon Veleno avvelenano. Le tossine da loro prodotte sono usate in una grande varietà di modi diversi che varia in base all'organismo che le produce in maniera macroscopica, rendendolo il miglior mezzo di difesa adattabile contro qualsiasi preda o predatore. Anche se il veleno è normalmente mortale per qualsiasi forma di vita, la varietà di tossine esistenti è incredibile, rendendo addirittura la creatura più insignificante di questo tipo mortale. Lo stile di caccia e di vita dei predatori si basa moltissimo sul cibo che necessitano per sopravvivere; le tossine agiscono in modo simile e si sviluppano per scopi specifici potendo intaccare sia Pokémon che esseri umani. Una delle forme più semplici di difesa tossica è la carne velenosa, caratteristica rara fra i Pokémon visto che scoraggerebbe solo i predatori nell'attaccarli, e molti di essi finirebbero solo per avere un mal di stomaco. Questo tipo di difese sono adoperate da un'ampia varietà di creature le quali sfruttano tutti i tipi di tossine esistenti in natura, ma raramente esse hanno un effetto negativo al di fuori della battaglia (anche se ci sono delle eccezioni come i Grimer). I predatori di questo tipo differentemente dagli altri non combattono in modo diretto, invece si sono specializzati per iniettare delle tossine negli avversari; queste possono variare in tossine paralizzanti in grado di immobilizzare la preda senza ucciderla, tossine digestive che possono corrodere la pelle del nemico o anche neurotossine che distruggono il sistema nervoso avversario, portandolo in una sorta di coma tossico o nel peggiore dei casi alla morte. Tuttavia, nonostante siano letali, sono in grado di limitare le dosi di tossine in battaglia in modo da non uccidere nessuno, anche se i Pokémon deboli contro i loro attacchi sono sempre a rischio, come i Pokémon Erba (i quali sono deboli a livello cellulare a diversi tipi di tossine, incluse quelle a cui gli umani sono immuni) e i Folletti (che sono geneticamente predisposti ad avere uno scarso sistema immunitario). È uno dei due tipi più trascurati tra gli allenatori più offensivi (l'altro è il tipo Acciaio), questo perché sono realmente efficaci solo contro i neo-scoperti Folletti, i quali non sono poi così comuni in lotta. Dal punto di vista difensivo e tattico, i Pokémon Veleno sono forse tra i più devastanti e facili da usare, visto che l'avvelenamento riesce a sopraffare addirittura i Pokémon più resistenti con poca fatica in qualsiasi situazione, infatti solo i Pokémon Veleno ed Acciaio sono immuni a questa condizione di stato.

Categorie di Classificazione

Spoiler

Ci sono in tutto ben 67 specie di Pokémon Veleno conosciute, 18 di esse sono classificate come Veleno puri, mentre i restanti 49 (51 se contiamo Grimer (Forma di Alola) e Muk (Forma di Alola)) sono di doppio tipo, 17 (19 con Grimer (Alola) e Muk (Alola)) sono Pokémon Veleno primari e 32 sono Pokémon Veleno secondari.

 

Insetti: Weedle, Beedrill (incluso MegaBeedrill), Venonat, Venomoth, Dustox, Venipede e Scolipede
Queste creature sono tutti i veri insetti che usano il veleno sia come forma d'attacco diretto che come mezzo di sopravvivenza, in particolare gli stadi infantili Weedle e Venipede. Nonostante siano tutti classificati come Pokémon Veleno secondari, le tossine rappresentano la prima ed ultima risorsa difensiva nella stragrande maggioranza dei casi, sebbene siano in grado di difendersi anche senza.

 

Bozzoli: Kakuna e Whirlipede
Differentemente dagli altri bozzoli, i Kakuna e i Whirlipede fanno affidamento sulle tossine per potersi difendere mentre attendono l'evoluzione, ma la quantità usata differisce dalla due specie. I Kakuna sono totalmente incapaci di muoversi, quindi devono fare affidamento sul pungiglione velenoso che hanno sulla parte inferiore del corpo per difendersi con Velenospina, se minacciati. I Whirlipede d'altro canto usano il veleno solo in casi estremi, preferendo sfruttare il proprio corpo come un'arma contendente, sebbene ciò rallenti il loro sviluppo per raggiungere lo stadio adulto.

 

Mutazioni-Aracnidi: Spinarak, Ariados, Skorupi e Drapion
Queste creature sono tutti ragni e scorpioni, di conseguenza possiedono potenti tossine in grado di debilitare ed uccidere le vittime, di solito iniettate tramite il morso o con il pungiglione velenoso. L'unica eccezione sono i Drapion, i quali fanno più affidamento sulla loro forza bruta in battaglia.

 

Mammiferi Terrestri: Nidoran♀, Nidorina, Nidoqueen, Nidoran♂, Nidorino, Nidoking, Stunky e Skuntank
Queste creature sono molto diverse dagli altri mammiferi presenti in natura, visto che possiedono delle tossine ed è estremamente raro che dei mammiferi sviluppino la capacità di produrre questa sostanza in natura. Nel caso della famiglia evolutiva degli Stunky, la possibilità di sfruttare il veleno è solo un effetto collaterale del liquido puzzolente che spruzzano sia per attaccare che per difendersi. Per la famiglia di Nidoran invece sembra che il veleno sia stato sviluppato proprio per difendersi dai predatori, dal momento che solo i Nidoqueen e Nidoking hanno una corazza naturale che consente loro di subire danni fisici e affrontare i nemici senza il reale bisogno di sfruttare il veleno.

 

Mammiferi Aerei: Zubat, Golbat e Crobat
Queste creature si differenziano dagli altri Pokémon mammiferi Veleno per la loro capacità di volare, il che permette di sfruttare le tossine come mezzo di attacco principale e di difesa, il che ha senso, visto che anatomicamente non dispongono di mezzi difensivi efficaci e per poter sopravvivere devono sfruttare mosse come Velenodenti o Velencroce, assieme alla loro ingannevole agilità.

 

Piante/Funghi: Bulbasaur, Ivysaur, Venusaur (incluso MegaVenusaur), Oddish, Gloom, Vileplume, Bellsprout, Weepinbell, Victreebel, Roselia, Budew, Roserade, Foongus ed Amoonguss
Questi Pokémon sono organismi completamente o in parte vegetali, quindi si basano sulla luce solare e di conseguenza sulla fotosintesi per nutrirsi. Normalmente i Pokémon Erba, in particolare le piante, sono molto deboli alle tossine, ma alcune di esse hanno sviluppato spore tossiche e spine velenose, in modo da difendersi dai colpi nemici e dai predatori. Sebbene non abbiano una completa immunità al veleno, non possono essere avvelenati né ricevere danni particolarmente gravi, pertanto è particolarmente difficile che un Pokémon Veleno possa avere la meglio su di loro.

 

Organismi Acquatici: Tentacool, Tentacruel, Qwilfish, Skrelp, Dragalge, Mareanie e Toxapex
Tutti questi Pokémon sono organismi acquatici che fanno affidamento su una forma di difesa velenosa. La famiglia dei Tentacool, similmente alle meduse, trasmette il veleno pungendo la vittima, permettendo loro di sfruttare questa capacità particolarmente bene in lotta tramite la mossa Fangonda. I Qwilfish invece sono pesci palla e dispongono sia di carne velenosa che di aculei velenosi in tutto il corpo, i quali possono essere brutalmente sparati a ripetizione nel caso in cui siano minacciati da un predatore. La famiglia di Skrelp invece è composta da cavallucci marini e sono strettamente imparentati con la famiglia di Horsea, imparando però a produrre tossine molto potenti e di adattare il loro corpo in modo da sopravvivere nelle acque più inquinate e a mimetizzarsi come fossero alghe in putrefazione. I membri della famiglia di Mareanie sono delle stelle marine predatorie specializzate nell'usare le loro tossine per immobilizzare le prede e consumarle più facilmente. Mentre i Mareanie sfruttano il loro mimetismo fra gli anemoni per catturare le prede, i Toxapex sfruttano i loro dodici arti per formare uno scudo difensivo che li tengono nascosti per attaccare a sorpresa una preda appena si avvicina.

 

Rettili: Ekans, Arbok, Seviper, Salandit e Salazzle
Tutti loro sono serpenti e possiedono potenti tossine in grado di paralizzare le vittime e indurle ad una morte lenta e dolorosa, oppure possono semplicemente finirli rapidamente per saziare il loro stomaco. Queste specie hanno appreso ad usare sia il loro aspetto che il loro veleno per intimidire gli avversari più piccoli facilitando la loro vita in natura, visto che in realtà avrebbero difficoltà ad affrontare parecchie creature se mai dovessero essere più fiduciose e pronte a combattere seriamente. Per risolvere questo problema inoltre, entrambe le famiglie hanno sviluppato una difesa secondaria: gli Ekans e gli Arbok infatti tendono ad avvolgere i nemici fino a stritolarli a morte, mentre i Seviper hanno sviluppato una lama che produce veleno sulla punta della coda, la quale è ben più efficace delle zanne. I Salandit e i Salazzle hanno per natura abilità legate al tipo Fuoco che li aiuta a bruciare i nemici quando non possono usare le loro tossine.

 

Anfibi: Croagunk e Toxicroak
Nonostante non possiedano una carne velenosa come molti credono, la famiglia di Croagunk inietta il veleno in modo diretto pompando le tossine direttamente nel sistema circolatorio della vittima, rendendo i loro attacchi fisici ben più letali e dannosi, quindi differiscono molto dagli altri Pokémon Veleno, dal momento che le tossine sono usate principalmente per rendere i loro attacchi fisici più efficaci, sebbene ciò li renda particolarmente esperti nell'uso di attacchi come Velenopunto.

 

Spettri: Gastly, Haunter e Gengar (incluso MegaGengar)
Probabilmente sono tra gli Spettri più letali conosciuti, la famiglia di Gastly infatti è molto diversa dagli altri Spettri dal momento che usano gas tossici per crearsi un corpo fisico dando loro le stesse proprietà dei Pokémon Veleno, nonostante non siano in grado di apprendere mosse di questo tipo in natura, ma ciò raramente è un problema, visto che possono sfruttare il loro corpo gassoso per far svenire o addirittura uccidere i loro nemici; l'unica eccezione sono i Gengar, i quali possiedono un corpo semi-fisico e dunque poco malleabile, in compenso però possono apprendere molte mosse Veleno tramite MT.

 

Forme di Vita Amorfe: Grimer, Muk, Koffing, Weezing, Gulpin, Swalot, Trubbish e Garbodor
Classificare queste creature è davvero difficile in modo puramente scientifico, visto che anatomicamente e biologicamente sono estremamente anomali e non esistono altri Pokémon che gli somiglino. Nel caso della famiglia dei Grimer, essi altro non sono che enormi colonie di organismi microscopici simili a batteri che abitano e usano il fango in maniera così coordinata da sembrare un essere vivente unico. La famiglia dei Trubbish invece è stata creata involontariamente in America a causa dell'enorme tasso d'inquinamento e delle gigantesche discariche dovute al fatto che i rifiuti non vengono riciclati a dovere. Per le famiglie di Koffing e Gulpin invece semplicemente non esistono forme di vita ricollegabili e hanno tratti anatomici totalmente diversi da quelli di qualsiasi altra forma di vita conosciuta fino ad ora. I Koffing e gli Weezing sono palle galleggianti esplosive piene di gas tossici, mentre i Gulpin e gli Swalot altro non sono che grossi stomaci con occhi e bocca.

 

Ultracreature: Nihilego, Poipole e Naganadel
Quest’organismo parassitario rilascia una neurotossina unica per potersi difendere. Anche se questa tossina non ha necessariamente la capacità di uccidere quando iniettata nella vittima, è altamente stimolante, ispirando sentimenti di eccitarsi senza alcuna inibizione da parte dell'ospite. Inoltre le abilità e capacità della vittima vengono rafforzate al massimo, permettendole di agire sempre di sua iniziativa. Di solito queste creature parassitarie useranno questa tossina su soggetti che hanno una grande propensione nel proteggere gli altri organismi, in questo modo possono piegarne la volontà per far in modo che proteggano i Nihilego, anche solo indirettamente. Nonostante il suo scopo primario, questa neurotossina può essere modificata per avere vari effetti in battaglia ed usare mosse più tradizionali, inoltre le loro abilità e propensione energetiche corrispondono a quelle del tipo Veleno, motivo per cui sono classificate come tali. La classificazione dei Poipole e della loro evoluzione Naganadel è molto più convenzionale in quanto loro sono specializzati nel secernere un viscoso liquido tossico dal corpo che loro spruzzano sia per immobilizzare che per avvelenare gli avversari, questo è il metodo principale con cui attaccano, usando mosse come Velenoshock o Tossina, rendendoli delle minacce potenzialmente letali, nonostante siano considerati degli ottimi Pokémon da compagnia nel loro universo d'origine, in maniera particolare i Poipole.

 

Multigeni: Silvally (Tipo Veleno)
Queste creature sono forme di vita sintetiche basate su una combinazione di componenti robotici e tessuto cellulare basato su ogni singolo tipo Pokémon. Essi sono stati creati per dare la caccia alle Ultracreature e dovevano essere dotati di un Sistema Primevo sperimentale che avrebbe permesso loro di sfruttare la potenza di qualsiasi tipo esistente, in modo da avere un vantaggio contro qualsiasi nemico che avrebbero potuto incontrare. Tuttavia tutte e tre le creature prototipo hanno respinto il Sistema Primevo una volta installato e si sono ribellate, di conseguenza fu prodotto qualcosa per limitare la loro potenza e sigillare parte del loro potere per renderli nuovamente docili e controllabili. Dopo ciò il loro nome originale fu cambiato da Omnitipo a Tipo Zero per riflettere questo loro fallimento; tuttavia in seguito si scoprì il modo per far emergere il loro vero potere, ovvero stringere un legame d'amicizia con loro. Solo dopo aver stabilito un rapporto di fiducia queste bestie sarebbero state in grado di rimuovere i loro inibitori di potenza e avere il pieno controllo sulle loro abilità, causandone l'evoluzione in Silvally e potendo anche sfruttare la potenza e la versatilità del Sistema Primevo.

 

Super-Entità: Arceus (Tipo Veleno)

Arceus è il Pokémon che si pone al di sopra di qualsiasi altro Pokémon esistente, visto come il creatore dell'universo e un organismo simile ad una divinità, infatti gli avvistamenti di Arceus sono stati estremamente pochi durante tutta la storia dell'umanità, rendendo le informazioni riguardo i suoi poteri limitate. Sappiamo che nonostante sia normalmente di tipo Normale può apprendere quasi qualsiasi attacco e ha la capacità di mutare la propria biologia e quindi può ottenere le caratteristiche di qualsiasi tipo classificato fino ad ora, grazie a questa capacità assieme all'attacco Giudizio può essere riconosciuto tra gli esseri più potenti conosciuti.

Tipi avvantaggiati/svantaggiati (offensivo)

Spoiler

Vantaggi contro il tipo Erba: La struttura cellulare delle piante tende ad essere più recettiva verso i liquidi. Nel caso dei Pokémon, ciò rende particolarmente dannose le tossine anche perché non hanno un sistema immunitario che possa anche parzialmente contrastare il veleno, di conseguenza i Pokémon Erba sono tra le poche creature che subiscono più danni del normale da parte degli attacchi Veleno.

 

Vantaggi contro il tipo Folletto: Ironicamente la più grande debolezza dei Folletti deriva dal tipo che viene usato più di rado nell'offensiva. Al contrario dei Pokémon Acciaio, i Folletti hanno un sistema immunitario sottosviluppato, tanto che perfino un raffreddore per loro è pericoloso. Anche le tossine meno pericolose di questi Pokémon possono risultare estremamente dannose e in certi casi addirittura fatali contro i Folletti; sono addirittura più deboli dei Pokémon Erba contro questo tipo, quindi è necessario curarli in fretta e state certi che i più grandi strateghi non esiteranno ad usare questi attacchi senza ripensamenti, se mai dovessero affrontare dei Folletti.

 

Svantaggi contro il tipo Roccia: Non è certo una sorpresa che le armature rocciose sono ottime protezioni contro le iniezioni di veleno, riducendo enormemente la quantità di tossine iniettate, visto che non tutte riuscirebbero a penetrare la corazza, riducendo di conseguenza i danni di attacchi che le sfruttano.

 

Svantaggi contro il tipo Veleno: I Pokémon Veleno iniziano a sviluppare immunità alle proprie tossine già in tenera età, questo significa che sono predisposti ad annullare in parte gli effetti dei veleni altrui, ma la cosa più importante è che ciò rende impossibile avvelenare un Pokémon Veleno, dando loro un ottimo vantaggio difensivo.

 

Svantaggi contro il tipo Terra: Nonostante non sempre i Pokémon Terra dispongano di una corazza che li protegge dai danni, in generale questi Pokémon dispongono di un potente sistema immunitario che li protegge dalle tossine che sono soliti imbattersi nei loro habitat. Ciò è parecchio utile in battaglia, visto che riescono a contrastare le tossine che hanno nel corpo limitando i danni inflitti dagli attacchi Veleno, tuttavia ciò non garantisce l'immunità all'avvelenamento.

 

Svantaggi contro il tipo Spettro: Dal momento che quasi tutti gli Spettri non sono nemmeno esseri viventi, significa che gli effetti più nocivi delle tossine sono automaticamente inutili, tuttavia essendo in parte manifestati nel mondo dei vivi possono ancora essere avvelenati, anche se tali effetti non possono essere mortali in nessun modo.

 

Immunità contro il tipo Acciaio: Fra i vari vantaggi difensivi che le armature metalliche hanno in più rispetto a quelle rocciose c'è quella di eliminare qualsiasi danno da parte di attacchi Veleno. Ciò è possibile perché queste corazze sono più resistenti di quelle rocciose e sono uniformi e lisce, differentemente da quelle più permeabili delle armature rocciose. Di conseguenza è assolutamente impossibile danneggiare un Pokémon Acciaio con attacchi Veleno, al massimo potrete solo graffiare la corazza, ciò garantisce anche un'immunità all'avvelenamento.

Tipi avvantaggiati/svantaggiati (difensivo)

Spoiler

Forte contro il tipo Coleottero: Nonostante gli insetti solitamente crescano e mutino abbastanza rapidamente da diventare immuni a molte tossine, sono titubanti ad attaccare creature che possono secernere grandi quantità di veleno, forse per il timore di riscontrare nuove tossine a cui non sono immuni, ma non si sa per certo se il motivo della loro insicurezza ad attaccare sia realmente questo.

 

Forte contro il tipo Veleno: I Pokémon Veleno iniziano a sviluppare immunità alle proprie tossine già in tenera età, questo significa che sono predisposti ad annullare in parte gli effetti dei veleni altrui, ma la cosa più importante è che ciò rende impossibile avvelenare un Pokémon Veleno, dando loro un ottimo vantaggio difensivo.

 

Forte contro il tipo Erba: I Pokémon Erba di solito fanno tutto il possibile per stare alla larga dai Pokémon Veleno, visto che sono molto vulnerabili alle loro tossine, quindi qualsiasi tipo di danno diretto verrà indebolito inconsciamente da questa loro paura naturale.

 

Forte contro il tipo Lotta: Differentemente dai Pokémon Psico, i Pokémon Lotta non sono in grado di sfruttare il veleno dei loro avversari contro di loro e hanno quindi paura delle sostanze che producono. Nonostante la loro forza fisica, il veleno può infettarli come ogni altra creatura e ne sono consapevoli, quindi questo loro timore li porta a colpire con meno efficacia del normale, ma in compenso le possibilità di venire avvelenati sono minori.

 

Forte contro il tipo Folletto: I Folletti di solito sono caratterizzati da un sistema immunitario non molto sviluppato purtroppo, di conseguenza sono molto timorosi ad attaccare un Pokémon Veleno, temendo appunto che possa pregiudicare la loro salute, ciò li induce ad attaccare in modo insicuro contro questi avversari, specialmente quando usano attacchi Folletto.

 

Debole contro il tipo Terra: Mentre i Pokémon Veleno sono normalmente in parte immuni alle tossine di altri Pokémon del loro stesso tipo e dunque non hanno alcun timore di venire intaccati da essi, queste tossine sono composte da sostanze chimiche volatili che possono essere disturbate da attività sismica o da attacchi composti da terra o simili. Se ciò dovesse accadere, queste sostanze si incendierebbero causando gravi danni agli organi interni dei Pokémon amplificando i danni degli attacchi Terra, che nel peggiore dei casi possono addirittura essere fatali.

 

Debole contro il tipo Psico: Visto come uno dei migliori pregi dei Pokémon Psico, la loro superiorità rispetto ai Pokémon Veleno è dovuta allo stesso principio che rende i Pokémon Terra superiori ad essi, ovvero la presenza delle sostanze chimiche nel veleno. I Pokémon Psico sono in grado di influenzare direttamente queste sostanze a distanza o anche con attacchi fisici come Cozzata Zen o Psicotaglio, causando un'accensione psicocinetica che provoca gravi danni interni ai Pokémon Veleno che nel peggiore dei casi può anche portarli alla morte.

Difficoltà ad usarli/Requisiti per allenamenti specializzati

Spoiler

I Pokémon Veleno sono tra i meno usati per due motivi: la scarsa versatilità e il poco vantaggio rispetto agli altri tipi. I Pokémon Veleno sono forti solo contro i Pokémon Erba e Folletti e sono deboli allo stesso numero di tipi, ma molti altri possono apprendere attacchi in grado di contrastarli, inoltre spesso sono incapaci di apprendere attacchi al di fuori di quelli Veleno, Normali e di un eventuale secondo tipo ed è quindi impossibile usarli in maniera offensiva decentemente; in più sono deboli ai tipi Psico e Terra, tra i più comuni nelle battaglie professionistiche, dunque non è difficile capire perché i Pokémon Veleno sono poco usati. Nonostante tutto, questi Pokémon possono essere ottimi per ruoli difensivi o tattici e sono spesso componenti chiave per le strategie più complesse, cosa dovuta alla mossa Tossina, la quale può anche essere appresa da numerose specie tramite l'uso di MT, questa infatti può infliggere l'iperavvelenamento se ben usata, una condizione di stato che può risultare fatale nelle battaglie. Molti attacchi Veleno inoltre possono infliggere avvelenamento, ecco perché sono utili dal punto di vista difensivo e tattico; per esempio, l'oggetto Tossicosfera è devastante nelle mani di un Pokémon con l'abilità Velencura o anche l'uso di Fielepunte sul campo di battaglia. Esistono altre mosse che non infliggono avvelenamento, come ad esempio Acido o Acidobomba, tuttavia può diminuire la difesa speciale dell'avversario, rendendoli alla mercé di attacchi più potenti come Fangobomba o Fangonda. E' importante inoltre per gli allenatori più giovani stare alla larga da questi Pokémon finché non hanno un minimo d'esperienza, dal momento che i Pokémon Veleno selvatici non esiteranno ad usare le loro tecniche più letali se minacciati, non sono infatti rari casi in cui giovani allenatori sono stati gravemente feriti nel tentativo di catturarne uno, alcuni sono addirittura morti; altri Pokémon Veleno come Muk o Weezing sono pericolosi per la salute degli allenatori e dei Pokémon circostanti, indipendentemente dalla loro esperienza. Senza dubbio però i Pokémon Veleno possono essere davvero letali se usati in modo difensivo o tattico nelle mani di qualcuno che sappia usarli, dal momento che possono lentamente prosciugare le energie dei Pokémon più resistenti, lasciando il nemico senza alcuna via di scampo.

Bulbasaur

200px-Artwork001.png

Spoiler

Bulbasaur (noto come Pokémon Seme) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Erba/Veleno che vive nei campi erbosi e nelle foreste della regione di Kanto, anche se raramente è stato visto nella regione di Alola. Nonostante non siano minacciosi come altre creature, i Bulbasaur sono comunque Pokémon molto obbedienti e al tempo stesso forti contro molti tipi di avversari, anche quelli contro cui sarebbero svantaggiati. E' consigliabile approfittare ora del loro carattere giocoso, visto che questo matura insieme al bulbo quando sboccerà!

Prima che il guscio dell'uovo si indurisca, i genitori impiantano un seme della loro stessa pianta parassitaria e prima ancora della nascita, il Bulbasaur deve combattere per impedire alla pianta sul dorso di avere il sopravvento. Quando nascono, la pianta è ancora nel suo stadio infantile e non è di alcun problema, visto che i Bulbasaur possono ancora correre e stare sulle zampe posteriori, ma quando si evolvono questo non è più possibile. Anche se tale pianta risulta essere enormemente utile per questa specie, i Bulbasaur ne sono comunque vincolati, specialmente durante il primo mese di vita, dal momento che a quel punto la pianta sarà  più sviluppata rispetto al suo ospite, quindi finché Bulbasaur non cresce abbastanza da poter cacciare per conto proprio, è costretto ad usare la pianta parassita come unica fonte di sostentamento. Anche quando diventano indipendenti la pianta viene sfruttata per il proprio nutrimento e l'assorbimento d'energia solare, ciò permette sia ad essa che all'ospite di crescere in modo equilibrato; la fioritura della pianta viene quindi considerata l'evoluzione di Bulbasaur.

E' interessante notare che la famiglia evolutiva dei Bulbasaur dipende molto dalla loro pianta parassitaria per poter attaccare e usare altre tecniche di combattimento, ciò rende tale organismo più una pianta simbiotica anziché una parassitaria; essa inoltre sembra sapere quando l'ospite necessita di apprendere una determinata mossa, per esempio: alcuni esemplari hanno sviluppato la pianta in modo tale da produrre semi instabili che possono essere sparati per eseguire la mossa Semebomba. Tuttavia l'evoluzione è essenziale per la sopravvivenza, visto che in natura un Bulbasaur non può apprendere Solarraggio se non si evolve in Ivysaur, che a sua volta non può apprendere Petalodanza se non si evolve in Venusaur. Questo è un fatto molto importante che deve essere tenuto bene a mente dagli allenatori. 

Anche se non sono molto forti dal punto di vista offensivo o difensivo come Charmander e Squirtle rispettivamente, i Bulbasaur restano comunque combattenti abili in grado di usufruire di mosse davvero fastidiose come Sonnifero Velenpolvere per poter abbattere gli avversari. Con un cuore generoso e una lealtà  senza pari, i Bulbasaur possono dimostrarsi tra i migliori compagni che un allenatore possa desiderare. Anche se non apprezzate molto i Pokémon Erba, questa specie può illuminarvi la giornata, anche se gestire questo Pokémon significa dover curare anche la sua pianta!

Ivysaur

200px-Artwork002.png

Spoiler

Ivysaur (noto come Pokémon Seme) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Erba/Veleno che vive nei campi erbosi e nelle foreste della regione di Kanto, anche se raramente è stato visto nella regione di Alola. Nonostante abbiano una mobilità inferiore rispetto alla loro pre-evoluzione Bulbasaur, gliIvysaur sono comunque ottimi combattenti capaci di sfruttare l'aumento di peso ottenuto per eseguire attacchi fisici e ravvicinati più potenti in battaglia. Quando si combatte contro questi Pokémon è importante osservare sempre la pianta sul dorso: visto che finalmente è sbocciata potrebbero attaccarvi con un Solarraggio in qualsiasi istante!

Quando i Bulbasaur sviluppano la pianta parassita che hanno sul dorso, raggiungendo quindi l'età  intermedia, essa sboccia. Dopo questo evento, i Bulbasaur si irrobustiscono in modo da sostenere la pianta, dato che sia il loro busto che le loro zampe si fanno molto più robuste diventando degli Ivysaur; ciò non solo permette loro di non sentire minimamente il peso della pianta, ma anche di sfruttare potenti attacchi quali Riduttore e Sdoppiatore. L'unico inconveniente dell'evoluzione è che sebbene sopportino il peso della pianta, essa impedisce loro di muoversi rapidamente o di reggersi sulle zampe posteriori.

Con l'evoluzione le radici della pianta iniziano a radicarsi più a fondo nell'ospite, questo permette di trasferire il nutrimento con più facilità , di conseguenza gli Ivysaur per compensare ciò devono assorbire un quantità  maggiore di luce solare, che con lo sviluppo della pianta può anche essere usata come fonte d'attacco primario; ciò è dovuto per al fatto che la pianta è ora in grado di immagazzinare una grande quantità  d'energia per breve tempo e rilasciarla come un raggio di calore (per essere più precisi d'energia termica); questa capacità  è possibile grazie ad una mutazione delle cellule della pianta che permette di convogliare tutta l'energia in un unico punto, potendo eseguire quindi Solarraggio. Quando il fiore matura completamente, rilascia un aroma dolcissimo nel raggio di 75 metri circa, questo odore serve per innescare una reazione chimica negli Ivysaur facendoli evolvere in Venusaur.

Nonostante la mobilità  limitata, gli Ivysaur sono compagni fedeli in grado di annientare con facilità  Pokémon Roccia, Terra eAcqua, il che è molto utile per gli allenatori più giovani. Certo, eseguire il loro attacco più forte potrebbe richiedere più tempo, ma state certi che questi rettili sono tutt'altro che deboli, specie quando possono sfruttare gli ardenti raggi solari. Se ritenete che questi Pokémon siano forti, aspettate quando si evolvono in Venusaur: non saranno in grado di muoversi molto, ma vedrete che con questi Pokémon non dovrete temere alcun avversario, eccetto i Pokémon Fuoco!

Venusaur

VenusaurMega Venusaur

Spoiler

Venusaur (noto come Pokémon Seme) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Erba/Veleno che vive nei campi erbosi e nelle foreste della regione di Kanto, anche se raramente è stato visto nella regione di Alola. Rinomati per la grande forza fisica e il loro potente Solarraggio, i Venusaur sono creature pericolose che non pensano due volte prima di schiacciare l'avversario con la loro enorme mole. Potrebbero non essere tra i Pokémon con la più alta potenza offensiva, ma riescono ad immagazzinare talmente tanta energia solare che un loro Solarragio può incenerire anche un piccolo parco; l'unica cosa che può sconfiggere questi bruti sono potenti Pokémon Fuocoe non sempre sono sufficienti!

Quando la pianta degli Ivysaur sboccia completamente, rilascia un dolcissimo aroma che può essere percepito fino a 75 metri di distanza circa; questo odore va ad intaccare il cervello degli Ivysaur, scatenando una reazione chimica che aumenta i loro ormoni della crescita a livelli astronomici, facendo crescere e irrobustire non solo il Pokémon stesso, ma anche la pianta parassitaria in pochissimo tempo, diventando finalmente dei Venusaur. A causa dell'enorme crescita della pianta, ora i Venusaur non possono correre e devono passare moltissimo tempo ad assorbire la luce solare per sopravvivere; tecnicamente ciò dovrebbe lasciarli più esposti agli attacchi, ma non è così, perché la pianta produce in continuazione un odore molto dolce che riesce a calmare persone e Pokémon nei dintorni (motivo per cui riescono ad usare la mossa Profumino, la quale risulta più efficace se usata dopo un temporale), diminuendo quindi l'aggressività  degli avversari; come se non bastasse la loro enorme mole riesce a scoraggiare moltissimi predatori e sono pochi i Pokémon così stolti da avvicinarsi a loro, visto che sono anche in grado di usare le temibili mosse Sdoppiatore, Petalodanza e Fiortempesta. Dato che la pianta è ormai completamente matura, essa può produrre massicce quantità  di polveri e spore con cui possono sfruttare le mosse Sonniferoe Velenpolvere talmente bene da immergerci gli avversari, tuttavia ciò può risultare pericoloso per gli allenatori che non possiedono adeguate protezioni

Con la maturazione della propria pianta parassitaria, i Venusaur risultano essere i Pokémon Erba non leggendari più pericolosi di tutti, questo è dovuto al fatto che non solo la pianta può assorbire la luce solare, ma anche la pelle dei Venusaur stessi, potendo assorbire quantità  incredibili di energia solare, di conseguenza, un solo Venusaur completamente carico può eseguire un Solarraggio talmente potente da incenerire un piccolo parco (gli esemplari più grandi possono anche causare addirittura più danni); per assorbire tanta energia richiedono solo una giornata, due al massimo se completamente sani, ecco perché il Solarraggio dei Venusaur è il più potente che esista, tanto da causare danni ingenti persino contro i PokémonAcciaio. Tutto ciò deve essere tenuto bene a mente quando si affronta un Venusaur, insieme ad altri due fattori: primo, durante l'estate i Venusaur tendono ad essere più forti, quindi è il periodo in cui il loro Solarraggio raggiunge l'apice. Secondo, la potenza dei loro attacchi spesso dipende dalla salute della pianta: più i colori sono vivaci, più la pianta è in salute.

Si è scoperto che Venusaur è una delle 46 specie di Pokémon note in grado di subire una MegaEvoluzione. Se si è in possesso di una Venusaurite esso si può MegaEvolvere; essa causa una reazione chimica che va ad influenzare i loro organi fino a far crescere la pianta più del normale, ciò causa a sua volta la crescita del Venusaur stesso, che ottiene una quantità  maggiore di liane e zampe talmente robuste da sopportare l'enorme aumento di peso. Oltre ad essere aumentato di dimensioni, la pianta permette la nascita di un fiore sulla fronte dei MegaVenusaur, fortunatamente però il loro carattere rimane invariato e controllarli è dunque abbastanza facile. Statisticamente parlando, lo sviluppo fisico causa un moderato aumento della forza fisica, dell'attacco speciale e difesa speciale, mentre la loro resistenza fisica viene incrementata incredibilmente, ciò li rende i Pokémon Erba (esclusi i leggendari) con la maggior difesa speciale. Altro cambiamento dovuto alla MegaEvoluzione è lo sviluppo di tessuto grasso in tutto il corpo, specialmente negli altri, questo è uno dei motivi principali dell'aumento della loro resistenza fisica, ma li aiuta anche ad isolare il corpo dalle temperature più calde o gelide, conferendo loro l'abilità Grassospesso. Nonostante offensivamente non cambino molto dalla loro controparte normale, come altre MegaEvoluzioni, almeno sono protetti contro due delle più grandi debolezze dei Pokémon Erba, rendendoli combattenti eccezionali.

Anche se ottenerne uno è molto difficile, i Venusaur sono esseri pericolosi che ogni specialista Erba vorrebbe avere. Con la possibilità  di resistere molto bene ai danni e ad altri problemi, state certi che qualsiasi battaglia contro questi titani sarà  uno scontro molto sudato. I Pokémon Fuoco sono gli unici che hanno buone speranze di sconfiggerli, ma se riuscite a modificare il clima in vostro favore potete gestire tranquillamente anche questa eventualità ; certo, l'intensa luce solare potenzia gli attacchi Fuoco, ma rendono il Solarraggio di questi Pokémon una vera arma di distruzione nelle mani di qualsiasi allenatore!

Weedle

200px-Artwork013.png

Spoiler

Weedle (noto come Pokémon Millepiedi) è un Pokémon comune di tipo Coleottero/Veleno che vive in zone forestali delle regioni di KantoJohto, Unima, Kalos e nel Bosco Disegnato del Settipelago, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Hoenn, Sinnoh ed Alola. Per alcuni potrebbero essere solo cibo per uccelli, ma in realtà  i Weedle sono esseri pericolosi che possono mostrare agli allenatori più giovani gli sgradevoli effetti dell'avvelenamento sui Pokémon. Se siete dei Pigliamosche, la cattura di uno di questi Pokémon è d'obbligo, ma è logico che è meglio rimanere a debita distanza dai loro pungiglioni!

Come molti altri insetti, i Weedle passano una vita tranquilla nel loro habitat naturale, nutrendosi solo delle foglie che trovano sul loro cammino, ma mentre i Caterpie si nutrono di qualsiasi tipo di foglia, i Weedle sono schizzinosi e rifiutano di mangiare quelle di alcuni tipi di piante, questo perché è proprio la loro dieta a permettere la produzione del veleno. Fortunatamente iWeedle possiedono un grosso naso che, come si può intuire, ha un olfatto finissimo, il che è molto utile per trovare facilmente le foglie di cui si nutrono, anche se sono sommerse da cumuli di altre foglie. Un Weedle tende a consumare una quantità  di foglie al giorno pari al suo peso, così da ottenere energia per l'evoluzione, un Weedle non allenato infatti si evolve dopo un tempo massimale di 7 mesi (che ovviamente può essere ridotto astronomicamente con l'allenamento), tuttavia va notato che molti di loro non riescono a sopravvivere abbastanza a lungo, in quanto catturati e divorati spesso dai Pidgeotto o dai Fearow.

Fisicamente parlando, i Weedle sono più deboli dei Caterpie e non sono in grado di slanciare il loro corpo per usare l'attacco Azione, ma in compenso hanno qualcosa di meglio: un pungiglione velenoso su entrambe le estremità  del corpo; sebbene l'attacco Velenospina sia noto per essere tra le tecniche più deboli in assoluto, può risultare una minaccia perché ha la possibilità  di avvelenare il bersaglio, rendendoli pericolosi verso i Pokémon selvatici che non hanno possibilità  di curarsi da questi effetti, specie se attaccati dai Weedle che sono progettati per avvelenare con facilità . Questa specie ha dei colori molto evidenti per far capire ai predatori la loro natura velenosa e scoraggiarli, almeno inizialmente. Siccome i Weedle non dispongono di una grande velocità  di movimento, sono molto vulnerabili ad imboscate e attacchi dall'alto (sebbene il loro corpo è ricoperto di peli finissimi che aiutano a rilevare i movimenti circostanti), di conseguenza le loro tattiche difensive sono totalmente inutili contro predatori aerei che abbiano un minimo d'intelligenza. Va notato che i Weedle risultano essere ostici per i viaggiatori, visto che rimangono sotto le pile di foglie a mangiare e se calpestati accidentalmente non esitano ad iniettare del veleno al colpevole, è dunque altamente consigliato portarsi degli Antidoti quando ci si avventura nelle foreste (o almeno delle bacche che curano l'avvelenamento), ma se non le avete, non preoccupatevi, in genere c'è una farmacia o un Centro Pokémon vicino alle foreste.

Anche se per la maggior parte degli allenatori sono creature deboli e insignificanti, i Weedle sono visti di buon occhio dagli allenatori alle prime armi, specie quelli che vogliono specializzarsi nel tipo Coleottero o Veleno. Nonostante non abbiano la forza necessaria per essere delle minacce contro molti avversari, state certi che ogni vostro rivale farà di tutto pur di evitare i loro pungiglioni velenosi. Va ricordato di non usare mai un Weedle contro un Pokémon Acciaio: sebbene questi piccoli vermi possano risultare pericolosi in determinate circostanze, non c'è alcuna possibilità  che vincano contro un avversario simile!

Kakuna

200px-Artwork014.png

Spoiler

Kakuna (noto come Pokémon Bozzolo) è un Pokémon relativamente comune di tipo Coleottero/Veleno che vive nelle zone forestali delle regioni di Kanto, Johto, Unima, Kalos e nel Bosco Disegnato del Settipelago, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Hoenn, Sinnoh ed Alola. Quasi del tutto innocui, ma comunque temuti, i Kakuna sono creature che rimangono quasi completamente immobili ad attendere l'evoluzione, cosa che li rende bersagli facili durante le lotte. Ciò non significa che sono indifesi: avvicinandosi troppo ad uno di loro si può scoprire qual è la loro spaventosa arma difensiva!

Proprio come i Caterpie, i Weedle ricoprono il proprio corpo con la seta creando un guscio che rappresenta la loro evoluzione nello stadio pupale noto come Kakuna, da cui poi riemergeranno nella loro forma adulta. I Kakuna solitamente rimangono nascosti sotto le foglie o tra i rami per evitare i predatori, spesso sono in grossi gruppi in modo da scoraggiare i nemici in caso vengano scoperti, non tanto per i Kakuna in sé, ma perché se tutti loro dovessero evolversi in quel momento, lo sventurato si ritroverebbe assalito da uno sciame di Beedrill, per questo sono spesso ignorati dai predatori. All'interno di questi Pokémon, l'ex-Weedle sta maturando, cambiando completamente la sua struttura fisica, è interessante notare inoltre che appena evoluti il guscio dei Kakuna risulta essere molto morbido per poi indurirsi gradualmente con il tempo; quando sono vicini all'evoluzione, i Kakuna iniziano a produrre energia termica facendo tornare il loro guscio morbido, se infatti un Kakuna è caldo, significa che si evolverà  da un momento all'altro.

In questo stadio i Kakuna non si muovono quasi per niente e solitamente si difendono solo usando Rafforzatore per indurirsi, ma se un predatore è così stolto da avvicinarsi troppo, Kakuna può muoversi leggermente per pungerlo con la parte inferiore del corpo rilasciando del veleno, ma nonostante ciò la loro forza fisica è inferiore rispetto a quella dei Weedle, quindi rimane una forma di difesa alquanto scarsa sia in natura che in battaglia.

Di per sé i Kakuna non sono nulla di speciale, ma finché riescono a sopravvivere e a rimanere intatti, la loro vita cambierà  completamente una volta raggiunto lo stadio adulto. Perfino i Pigliamosche potrebbero trovare scomodo far combattere questi bozzoli, visto che l'unico modo che hanno per attaccare è usare Velenospina, ma non preoccupatevi, presto avrete un potente Beedrill con cui potrete avere la rivincita verso coloro che vi hanno sconfitto!

Beedrill

200px-Artwork015.png200px-Artwork015-Mega.png

Spoiler

Beedrill (noto come Pokémon Velenape) è un Pokémon non molto comune di tipo Coleottero/Veleno che vive nelle zone forestali delle regioni di Kanto, Johto, Unima, Kalos e nel Bosco Disegnato del Settipelago, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Hoenn, Sinnoh ed Alola. Sebbene spesso ignorati in favore di altri Coleotteri più forti, i Beedrill rimangono creature pericolose, specialmente per gli allenatori più giovani, a causa dei loro potenti veleni, i forti attacchi e l'elevata velocità . Se si è attaccati da un unico Beedrill, allora è facile gestirlo e trarsi in salvo, ma se si viene attaccati da un intero sciame, allora la cosa è diversa!

I Beedrill sono adatti allo scontro già  appena usciti dal bozzolo, in quanto apprendono immediatamente l'attacco Furia e con il tempo apprendono altri attacchi simili che si adattano al loro stile di combattimento. Non avendo un'elevata forza fisica, solitamente adottano strategie mordi e fuggi in modo anche da scoraggiare i predatori e chiunque invada il loro territorio, attaccando con i grossi pungiglioni che possiedono nelle zampe anteriori e nell'addome con una velocità  impressionante. Il modo in cui i Beedrill combattono è molto semplice: prima usano i pungiglioni nelle zampe per ferire il nemico con Doppio Ago (una mossa che possono apprendere naturalmente solo loro e gli Escavalier) e poi usano il pungiglione dell'addome per finirlo. Nonostante tutti e tre i pungiglioni secernono il veleno, è quello dell'addome a contenere le dosi più concentrate (e quindi più pericolose), venendo quindi usato solo quando necessario, questo vuol dire che mentre tutti i pungiglioni possono essere usati per infliggere Velenospina, solo quello dell'addome è abbastanza potente per eseguire Velenpuntura. Quando cacciano, solitamente usano solo il veleno dei pungiglioni degli arti, in quanto il veleno che possiedono è sufficiente per tramortire o uccidere la preda per consentirne il trasporto fino al nido, quindi solo i predatori e le persone devono preoccuparsi di essere colpiti dal pungiglione dell'addome, che sarebbe la vera forza di questi insetti.

A differenza dei Combee, i Beedrill non vivono in dei veri vivai, in quanto non esiste alcuna regina nelle loro colonie, ma questa specie vive civilmente con i loro simili aiutandosi a vicenda per sostenere tutti, come per esempio la ricerca di cibo, la protezione del territorio o per la riproduzione, le uniche volte in cui i Beedrill collaborano con un'altra specie è quando c'è un alveare di Vespiquen nelle vicinanze, in quanto con la collaborazione tra i Beedrill e i Combee spesso beneficiano entrambe le specie. Altra cosa che li distingue dai Combee è il fatto che non si nutrono del nettare dei fiori, ma di carne, anche se tendono comunque a raccogliere del nettare in modo da produrre del miele per i Weedle appena nati e quindi troppo deboli per essere autonomi. L'unica cosa che li accomuna con i Combee è che sono terribilmente territoriali: se qualcuno invade il loro territorio, considereranno l'atto come un pericolo per lo sciame, rendendoli molto pericolosi per i viaggiatori che non conoscono la zona; quando un Beedrill scova la presenza di un intruso rilascia un feromone che attira altri Beedrill a sé per attaccare l'invasore ed essi a loro volta rilasciano lo stesso feromone, formando un effetto a catena che attira l'intero sciame della foresta per attaccare in massa l'intruso. E' molto raro che i viaggiatori ne escano illesi, molti hanno riportato ferite gravi, altri invece hanno subito una dose così massiccia di veleno da morire il giorno dopo, è quindi altamente consigliato l'uso di Repellenti quando si attraversa una foresta, altrimenti correte il rischio di fuggire per la vostra vita.

Si è scoperto che Beedrill è una delle 46 specie di Pokémon note in grado di subire una MegaEvoluzione. Se si è in possesso di una Beedrillite esso si può MegaEvolvere, come mai ciò sia possibile è davvero un mistero, visto che per ora non è stata riscontrata nessuna specie con un ciclo vitale molto corto ad avere un'energia sufficiente per questa trasformazione, tuttavia, la MegaEvoluzione causa una mutazione massiccia nei Beedrill, rendendoli sprovvisti di arti con cui aggrapparsi, sostituendo quelli inferiori con ulteriori zampe provviste di pungiglione, oltre al fatto che i pungiglioni degli arti superiori si allungano e quello dell'addome diventa più forte. I MegaBeedrill risultano essere molto più aggressivi della loro controparte normale andando ad attaccare con assalti brutali, uno sciame di tali Pokémon infatti potrebbe avere la meglio perfino su uno specialista Acciaio. Siccome il pungiglione dell'addome è rinforzato, ora è impossibile rimuoverlo dal corpo, limitando molto i MegaBeedrill nell'uso degli attacchi a distanza, sebbene questo non sia un problema, visto che i Beedrill in natura non imparano nessun attacco speciale. Similmente ai Pokémon Veleno più pericolosi ed avanzati, i MegaBeedrill possiedono due tipi di veleno: il primo è prodotto dai pungiglioni delle zampe che sarebbe una tossina paralizzante ad azione rapida che ha effetto perfino su un uomo adulto, il pungiglione dell'addome invece produce una neurotossina che in certi casi può risultare addirittura mortale, ma è facilmente guaribile se la vittima viene soccorsa all'istante, anche se la cosa può risultare complessa qualora la vittima sia anche paralizzata. Fortunatamente questi Pokémon sono ancora facili da allenare ed è semplicissimo sopprimere la loro aggressività , specialmente quando si combatte contro altri allenatori. Statisticamente parlando, visto che non possono più lanciare il loro pungiglione per attaccare a distanza, i MegaBeedrill hanno una riduzione nell'attacco speciale, ma in compenso sono potenziati in fatto di mobilità  e combattimento, avendo una forza fisica catastroficamente superiore e una velocità  mostruosamente più elevata, ciò li rende automaticamente i Pokémon Veleno più veloci e con la maggiore forza fisica in assoluto. E' interessante notare poi che l'aumento di aggressività  rende qualsiasi attacco che usufruisce di una loro parte del corpo più potente del normale, per questo motivo sono classificati con l'abilità  Adattabilità  e riescono a contrastare qualsiasi avversario con attacchi Coleottero e/o Veleno senza che esso possa contrattaccare.

Pur non essendo tra i migliori Pokémon nei combattimenti professionali, i Beedrill rimangono combattenti potenti in grado di infliggere danni spaventosi, specialmente assieme allo sciame. Potendo contare sulle mosse Doppio Ago e Velenpuntura, sicuramente riusciranno a lasciare il segno contro qualsiasi nemico non corazzato, ma molti sostengono che i Beedrill possano diventare tra i migliori combattenti se addestrati nella maniera corretta. Se siete un Pigliamosche in cerca di una grande potenza offensiva, queste api velenose fanno al caso vostro, oltre al fatto che con uno di questi Pokémon potete vagare per le foreste sconosciute senza alcun timore!

Ekans

Artwork023.png

Spoiler

Ekans (noto come Pokémon Serpente) è un Pokémon relativamente comune di tipo Veleno che vive nei campi erbosi delle regioni di Kanto, JohtoKalos ed Alola, anche se raramente è stato visto nella regione di Sinnoh. Sebbene non siano abbastanza forti per fare altro se non minacciare gli avversari più grandi, gli Ekans sono sempre dei serpenti feroci in grado di attaccare con forza sorprendente anche quando appena nati. Nonostante non siano in grado di sferrare potenti morsi fino all'evoluzione, non provate ad avvicinarvi a loro, altrimenti scoprirete quanto possano essere letali i loro attacchi Velenospina ed Acido!
Gli Ekans e gli Arbok possono essere considerati sia serpenti a sonagli che cobra, ciò perché tendono a cambiare man mano che invecchiano in modo tale da soddisfare le loro capacità combattive durante una determinata età. Gli Ekans, essendo serpenti a sonagli possono scoraggiare i nemici producendo un suono metallico dalla punta della coda, gli Arbok invece sono dei cobra e la loro fisionomia consente di spaventare più facilmente i nemici, ma in entrambi gli stadi vivono in modo simile. Gli Ekans e gli Arbok sono molti piccoli appena nati o appena evoluti, ma crescono rapidamente con il passare del tempo, tanto che un Arbok adulto può raggiungere una lunghezza di tre metri e mezzo. Entrambi vivono in gruppo nei campi erbosi e sebbene i loro colori dovrebbero renderli facilmente distinguibili, i loro riflessi e i movimenti silenziosi riescono a nasconderli perfettamente. Di giorno sono soliti cacciare qualsiasi cosa possa essere una preda, di notte invece si arrotolano attorno agli alberi in modo da essere fuori dalla portata della maggior parte dei predatori. Dal momento che gli Ekans e gli Arbok hanno una visione termica, sono attratti da oggetti caldi e che si muovono velocemente, tanto che non è difficile che alcuni si avvicinino a dei bambini scambiandoli per prede o anche durante un picnic a causa del cibo. Infine, entrambi sfruttano la lingua per percepire i cambiamenti climatici e gli spostamenti d'aria in modo da individuare eventuali prede nascoste.
Anche in tenera età, gli Ekans possono attaccare ferocemente i nemici, tuttavia possono usare gli attacchi Veleno in maniera decente solo dopo l'evoluzione, questo perché nonostante possano apprendere Morso, le zanne sono troppo piccole e non riescono ad iniettare dosi particolarmente pericolose di veleno o ad afferrare le prede, ecco perché prediligono nutrirsi di uova, le quali possono essere afferrate senza problemi, quindi le uova di Pidgey e Spearow costituiscono la loro principale dieta, dato che sono facilmente reperibili. Di conseguenza, anche se sono feroci non bisogna preoccuparsi dei loro Velenospina, visto che la quantità di veleno è minima e apprendono Acido solo quando vicini all'evoluzione. Si raccomanda tuttavia di stare comunque attenti, dal momento che sono soliti anche cacciare sfruttando Avvolgibotta, con la quale possono addirittura spezzare un arto umano.
Anche se non sono molto forti, gli Ekans restano serpenti pericolosi che però possono risultare compagni interessanti per gli allenatori più giovani. Anche se non hanno la potenza di altri Pokémon Veleno, con un po' di allenamento vedrete che diventeranno combattenti di tutto rispetto. Fortunatamente non dovrete aspettare molto prima che si evolvano in Arbok e possano sfruttare il proprio veleno, ricordatevi però di avere sempre almeno un paio di Antidoti a portata di mano, nel caso il vostro Pokémon vi morda senza alcuna ragione!

Arbok

Artwork024.png

Spoiler

Arbok (noto come Pokémon Cobra) è un Pokémon non molto comune di tipo Veleno che vive nei campi erbosi delle regioni di Kanto, JohtoKalos ed Alola, anche se raramente è stato visto nella regione di Sinnoh. Nonostante non siano tra i più potenti Pokémon Veleno, gli Arbok restano creature pericolose che possono rendere le battaglie difficili per molti allenatori. Sebbene i disegni sul petto servano solo per spaventare o intimidire i nemici più suscettibili, una volta che si sono avvolti non c'è più nulla da fare!

Gli Ekans e gli Arbok possono essere considerati sia serpenti a sonagli che cobra, ciò perché tendono a cambiare man mano che invecchiano in modo tale da soddisfare le loro capacità combattive durante una determinata età. Gli Ekans, essendo serpenti a sonagli possono scoraggiare i nemici producendo un suono metallico dalla punta della coda, gli Arbok invece sono dei cobra e la loro fisionomia consente di spaventare più facilmente i nemici, ma in entrambi gli stadi vivono in modo simile. Gli Ekans e gli Arbok sono molti piccoli appena nati o appena evoluti, ma crescono rapidamente con il passare del tempo, tanto che un Arbok adulto può raggiungere una lunghezza di tre metri e mezzo. Entrambi vivono in gruppo nei campi erbosi e sebbene i loro colori dovrebbero renderli facilmente distinguibili, i loro riflessi e i movimenti silenziosi riescono a nasconderli perfettamente. Di giorno sono soliti cacciare qualsiasi cosa possa essere una preda, di notte invece si arrotolano attorno agli alberi in modo da essere fuori dalla portata della maggior parte dei predatori. Dal momento che gli Ekans e gli Arbok hanno una visione termica, sono attratti da oggetti caldi e che si muovono velocemente, tanto che non è difficile che alcuni si avvicinino a dei bambini scambiandoli per prede o anche durante un picnic a causa del cibo. Infine, entrambi sfruttano la lingua per percepire i cambiamenti climatici e gli spostamenti d'aria in modo da individuare eventuali prede nascoste.

Con l'evoluzione in Arbok, questi Pokémon sono finalmente in grado di usare il proprio veleno attraverso l'attacco Morso per arrecare molti più danni agli avversari, tanto che si rischia addirittura di avere ferite molto gravi, ciò permette loro di apprendere nuovi attacchi come Sgranocchio, Gelodenti, Fulmindenti e Rogodenti. Siccome non sono molto forti, gli Arbok per combattere fanno affidamento sui disegni che hanno sul loro ampio petto, espandendolo rapidamente per incutere timore negli avversari più deboli, di solito ciò è inutile contro i nemici più forti, ma contro i più deboli essi fuggiranno immediatamente (anche se gli Arbok hanno l'abitudine di inseguirli per finirli), solo a quel punto questi cobra avvolgeranno le prede per stritolarle; curiosamente infatti, nonostante il loro veleno sia abbastanza forte da uccidere le loro vittime, preferiscono usare il loro lungo e robusto corpo per stritolarle, visto che sarebbero in grado di compromettere addirittura una sbarra in acciaio. E' noto inoltre che il disegno degli Arbok varia a seconda della loro regione d'origine e per il momento sono stati confermati ben sei diversi disegni a livello globale. Dal momento che non possono usare attacchi Veleno particolarmente potenti fino ad una certa età, gli Arbok tendono a diventare cacciatori intelligenti ed intraprendenti, tanto che in battaglia è davvero difficile sfuggire al loro Avvolgibotta, in più sfruttano il loro disegno per usare la mossa Sguardo Feroce, rendendoli minacce considerevoli per gli allenatori meno esperti.
Irritabili con facilità e pericolosi verso qualsiasi creatura non corazzata, gli Arbok sono indubbiamente bestie feroci che compensano le poche abilità con una feroce e perfida capacità nello stritolare i nemici. Potrebbero non riuscire a sconfiggere gli allenatori più esperti o Pokémon forti negli attacchi a distanza, ma per gli allenatori più giovani che vogliono dare problemi nei loro nemici, questi cobra si dimostreranno sicuramente utili anche quando appena evoluti, basta che stiate attenti al loro morso e abbiate modo di contrastare il loro veleno... nonostante ciò, la cicatrice che vi lasceranno rimarrà per il resto della vostra vita!

Nidoran♀

Artwork029.png

Spoiler

Nidoran♀ (noto come Pokémon Velenago) è un Pokémon comune di tipo Veleno che vive nei campi erbosi e nelle foreste delle regioni di Kanto, Johto e Kalos, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Sinnoh ed Unima. Anche se piccoli e apparentemente indifesi, i Nidoran♀ sono piccole creature feroci in grado di infliggere brutte ferite se non si sta attenti. Se siete allevatori e vorreste crescere un potente Pokémon, è meglio darsi da fare con loro, visto che una volta evoluti non potrete più farli accoppiare!
La famiglia evolutiva dei Nidoran è molto particolare, dal momento che i maschi e le femmine prendono dei percorsi evolutivi diversi e sono incapaci di procreare in cattività. Questi Pokémon rappresentano l'esempio più estremo di dimorfismo sessuale attualmente conosciuto, dato che le differenze di sesso non si limitano solo all'estetica, ma anche alla loro anatomia e struttura fisica, così come le mosse che apprendono e il carattere. Le femmine tendono ad essere più protettive e calme, che attaccano solo quando strettamente necessario, inoltre gli attacchi che usano dipendono da artigli e morsi e le mosse esclusive di questo sesso sono: Ruggito, Graffio, Colpocoda, Sfuriate, Morso, Sgranocchio e Velenodenti. I maschi di Nidoran d'altra parte sono molto più aggressivi e non si fanno problemi ad attaccare qualsiasi cosa si avvicini a loro, quindi sfruttano al massimo il proprio corno con attacchi come Velenpuntura o Perforcorno ed ulteriori mosse esclusive sono: Fulmisguardo, Beccata, Focalenergia, Furia ed Incornata. Queste loro differenze verranno accentuate con l'evoluzione fino a quando raggiungono lo stadio adulto, ma la cosa più strana è che le femmine dopo l'evoluzione saranno incapaci di riprodursi con qualsiasi specie di Pokémon. Sembra che nelle regioni di Kanto e Johto per molto tempo si ebbe una sovrappopolazione di Nidoran, quindi quasi come uno sviluppo naturale le evoluzioni delle femmine sono diventate sterili in modo da contenere il proprio numero, ciò non ha compromesso però i loro istinti naturali, visto che i Nidoqueen e i Nidoking ancora oggi eseguono i normali riti d'amore e tendono sempre ad essere protettivi verso gli involucri biologici dove si sviluppa il piccolo fino alla nascita.
Mentre i Nidoran♀ sono più piccole rispetto alla loro controparte maschile e hanno una forza fisica inferiore, sono in genere considerate più pericolose per gli allenatori e per i Pokémon più piccoli. Oltre a poter attaccare con Graffio sfruttando gli affilati artigli, dispongono anche di un corno cavo che secerne un potente veleno, il quale viene rilasciato non appena entra in contatto con qualsiasi cosa; sebbene questo possa essere piccolo e poco efficace per scontri diretti, una sola goccia del suo veleno può essere mortale per le creature più piccole. Per questo motivo è meglio tenersi alla larga dai loro attacchi diretti, ma non potranno fare nulla contro attaccanti a distanza. Anche se ai Nidoran♀ non piace combattere e cercano di evitare lo scontro ad ogni costo, non esiteranno a lottare con tutta la loro forza se mai dovessero sentirsi in pericolo.
Anche se le loro dimensioni non li rendono minacce considerevoli, i Nidoran♀ restano creature davvero forti che possono combattere con una tenacia sorprendente in lotta. Seppure possano apprendere pochi attacchi davvero utili, finché potrete combattere da vicino il nemico non avrete da preoccuparvi, inoltre non dovrete attendere molto per l'evoluzione, ma è sempre meglio avere degli Antidoti a portata di mano, nel caso in cui doveste litigare dopo o durante una battaglia!

Nidorina

Artwork030.png

Spoiler

Nidorina (noto come Pokémon Velenago) è un Pokémon relativamente comune di tipo Veleno che vive nei campi erbosi e nelle foreste delle regioni di Kanto, Johto e Kalos, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Sinnoh ed Unima. Nonostante non appaiano minacciosi come i Nidorino, i Nidorina restano creature potenti in grado di affrontare i loro avversari sfruttando gli aculei velenosi. Anche se non hanno una grande forza fisica, potendo adattarsi ad uno stile di combattimento semi-difensivo, non è un grande problema, ma se volete allenarli per insegnare loro alcune tecniche diversificate non sarebbe una brutta idea!

La famiglia evolutiva dei Nidoran è molto particolare, dal momento che i maschi e le femmine prendono dei percorsi evolutivi diversi e sono incapaci di procreare in cattività. Questi Pokémon rappresentano l'esempio più estremo di dimorfismo sessuale attualmente conosciuto, dato che le differenze di sesso non si limitano solo all'estetica, ma anche alla loro anatomia e struttura fisica, così come le mosse che apprendono e il carattere. Le femmine tendono ad essere più protettive e calme, che attaccano solo quando strettamente necessario, inoltre gli attacchi che usano dipendono da artigli e morsi e le mosse esclusive di questo sesso sono: Ruggito, Graffio, Colpocoda, Sfuriate, Morso, Sgranocchio e Velenodenti. I maschi di Nidoran d'altra parte sono molto più aggressivi e non si fanno problemi ad attaccare qualsiasi cosa si avvicini a loro, quindi sfruttano al massimo il proprio corno con attacchi come Velenpuntura o Perforcorno ed ulteriori mosse esclusive sono: Fulmisguardo, Beccata, Focalenergia, Furia ed Incornata. Queste loro differenze verranno accentuate con l'evoluzione fino a quando raggiungono lo stadio adulto, ma la cosa più strana è che le femmine dopo l'evoluzione saranno incapaci di riprodursi con qualsiasi specie di Pokémon. Sembra che nelle regioni di Kanto e Johto per molto tempo si ebbe una sovrappopolazione di Nidoran, quindi quasi come uno sviluppo naturale le evoluzioni delle femmine sono diventate sterili in modo da contenere il proprio numero, ciò non ha compromesso però i loro istinti naturali, visto che i Nidoqueen e i Nidoking ancora oggi eseguono i normali riti d'amore e tendono sempre ad essere protettivi verso gli involucri biologici dove si sviluppa il piccolo fino alla nascita.

I Nidorina sono solitamente creature calme e tranquille e raramente attaccano gli altri, preferendo trascorrere le giornate in pace per conto proprio o assieme ai loro simili, questo perché i loro aculei tossici non sono ancora abbastanza sviluppati per permettere loro di combattere decentemente. Sebbene gli aculei che hanno siano inalterati dall'evoluzione, il veleno è più potente di prima, tuttavia questi Pokémon prediligono attaccare con morsi e artigli, usando gli aculei solo se strettamente necessario. Quando non combattono ritraggono gli aculei in modo da evitare di avvelenare qualcuno per sbaglio, infatti questa specie non porta rancore verso gli altri e in natura attacca solo se minacciata o in pericolo, solo in quel caso estendono il più possibile gli aculei per difendersi. Nonostante siano sterili, sono note per aiutare i Nidoran♀ a proteggere i cuccioli, arrivando addirittura a masticare il cibo per loro fino a quando la madre non sarà abbastanza cresciuta da poterlo fare da sola. Seppure il loro istinto materno inizi già a farsi più forte, queste creature restano pericolose, tanto da poter sconfiggere facilmente vari avversari nonostante le ridotte dimensioni e anche se non possono vincere aiuteranno i loro simili emettendo un urlo ultrasonico in grado di stordire i nemici per alcuni istanti, sufficiente a consentire la fuga.
Anche se non hanno molto da offrire in battaglia eccetto le mosse che conoscono, i Nidorina restano creature fedeli che possono essere trasformate addirittura in Pokémon domestici, se ben allenate. Sebbene non abbiano accesso a molti forti attacchi offensivi come la controparte maschile Nidorino, il vostro avversario imparerà comunque che non sono esseri da sottovalutare. E' consigliato usare una Pietralunare al più presto su di loro, visto che questi goffi mammiferi in battaglia non possono migliorare più di tanto in questo stadio!

Nidoqueen

Artwork031.png

Spoiler

Nidoqueen (noto come Pokémon Trapano) è un Pokémon raro di tipo Veleno/Terra che vive nei campi erbosi e nelle zone montane delle regioni di Kanto, Johto e Kalos, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Sinnoh ed Unima. Sebbene non siano imponenti come la loro controparte maschile, i Nidoqueen restano bestie mostruose in grado di rivelarsi una seria minaccia per qualsiasi allenatore. Nonostante siano di buon cuore ed è difficile che si arrabbino, se mai dovesse succedere, saprete cosa significa essere schiacciati e scaraventati a terra da questi Pokémon!
I Nidoqueen e i Nidoking sono l'esempio più estremo di dimorfismo sessuale esistente in natura (motivo per cui come le loro pre-evoluzioni, sono considerati specie diverse), le loro abilità combattive e perfino il carattere sono così diversi da non sembrare nemmeno che siano correlati. Nel caso dei Nidoqueen, per via delle grandi quantità di estrogeni nel corpo, le loro caratteristiche femminili sono particolarmente accentuate, ciò le rende anche molto più calme, ma comunque brutali se provocate. I Nidoking d'altra parte non hanno quasi per niente l'estrogeno nel corpo, tuttavia il loro sangue contiene elevate concentrazioni di testosterone, il che li rende brutali ed aggressivi, e in certe circostanze possono essere addirittura mortali in battaglia. Statisticamente pure sono differenti e per ciò combattono in modo diverso, senza contare che non li si vede mai nello stesso posto, eccezion fatta durante la stagione degli amori (sebbene i Nidoqueen siano sterili). Nonostante tutto, gli attacchi da parte loro sono pochissimi e i pochi casi registrati sono successi solo sugli esemplari appena evoluti; inoltre, a causa delle loro differenze anatomiche rispetto alle loro pre-evoluzioni, amano il combattimento. Anche se entrambe le specie possono apprendere Insidia e Geoforza, il corpo corazzato dei Nidoqueen permette loro di usare Corposcontro e Troppoforte, mentre l'immensa forza fisica e le enormi corna dei Nidoking consente loro di imparare Colpo e Megacorno. Fuori dalla lotta, i Nidoqueen sono relativamente facili da accudire e sono quindi preferite dagli allenatori, nonostante l'impossibilità di accoppiarsi; i Nidoking invece sono molto pericolosi addirittura per il loro stesso allenatore e per le persone vicino a lui, motivo per cui in alcuni tornei ufficiali sono vietati, tranne per gli allenatori più famosi ed esperti. Entrambi i Pokémon hanno capacità combattive molto bilanciate e possono dare enormi vantaggi per qualsiasi allenatore.
I Nidoqueen, nonostante il loro aspetto imponente, sono creature molto calme di solito ed è facile relazionare con loro anche allo stato brado, ma è sempre meglio avvicinarsi con cautela. Quando un Nidorina si evolve, non solo sviluppa gli aculei nel corpo, ma anche una corazza squamosa che permette loro di combattere in modo migliore (oltre a conferire proprietà tipiche dei Pokémon Terra). Quando agitati, le squame iniziano ad irrigidirsi formando piccolissimi bordi taglienti e toccarli fisicamente in questo stato può portare a tagliarsi la pelle, se non protetti. La corazza squamosa è molto efficace per proteggerli da moltissimi attacchi, tuttavia viene sostituita tutti gli anni, motivo per cui la sua efficienza è ottima anche negli esemplari più vecchi. Nonostante siano sterili come i Nidorina, i Nidoqueen hanno dimostrato di avere un istinto materno naturale che le porta a proteggere i Nidorina e Nidoran♀ scavando tane sotterranee con il loro grosso corpo per loro. Se mai la loro "famiglia" venisse minacciata, allora useranno le corna per combattere l'intruso e proteggere la tana senza alcuna esitazione; quando sono nel bel mezzo di questi scontri è quindi importante stare lontani da loro, visto che per proteggere la tana tendono ad attaccare chiunque le si avvicini. Nel complesso i Nidoqueen sono possenti bestie in grado di avere la meglio su moltissimi avversari o su chiunque sia così stolto da minacciare qualcuno a cui tengono; sia come sia, è sempre meglio avere la massima cautela con questi Pokémon.
Se volete un Pokémon calmo, con un istinto materno o con una grande resistenza e forza fisica, allora i Nidoqueen fanno al caso vostro. Potendo contare sui devastanti attacchi Corposcontro e Troppoforte, di sicuro non solo si riveleranno combattenti eccezionali, ma anche perfette guardie del corpo per qualsiasi allenatore. E' consigliabile che non facciate crescere i vostri Pokémon troppo attaccati alla vostra Nidoqueen, altrimenti in uno scontro potrebbe mettersi di mezzo per proteggerlo!

 

Modificato da Zarxiel

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme

Nidoran♂

Artwork032.png

Spoiler

Nidoran♂ (noto come Pokémon Velenago) è un Pokémon comune di tipo Veleno che vive nei campi erbosi e nelle foreste delle regioni di Kanto, Johto e Kalos, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Sinnoh ed Unima. Apparentemente indifesi, i Nidoran♂ sono piccole creature feroci in grado di infliggere brutte ferite se non si sta attenti. Se siete allevatori e vorreste crescere un potente Pokémon, è meglio darsi da fare con loro, visto che una volta evoluti non si fanno problemi con la specie con cui si accoppiano!

La famiglia evolutiva dei Nidoran è molto particolare, dal momento che i maschi e le femmine prendono dei percorsi evolutivi diversi e sono incapaci di procreare in cattività. Questi Pokémon rappresentano l'esempio più estremo di dimorfismo sessuale attualmente conosciuto, dato che le differenze di sesso non si limitano solo all'estetica, ma anche alla loro anatomia e struttura fisica, così come le mosse che apprendono e il carattere. Le femmine tendono ad essere più protettive e calme, che attaccano solo quando strettamente necessario, inoltre gli attacchi che usano dipendono da artigli e morsi e le mosse esclusive di questo sesso sono: Ruggito, Graffio, Colpocoda, Sfuriate, Morso, Sgranocchio e Velenodenti. I maschi di Nidoran d'altra parte sono molto più aggressivi e non si fanno problemi ad attaccare qualsiasi cosa si avvicini a loro, quindi sfruttano al massimo il proprio corno con attacchi come Velenpuntura o Perforcorno ed ulteriori mosse esclusive sono: Fulmisguardo, Beccata,Focalenergia, Furia ed Incornata. Queste loro differenze verranno accentuate con l'evoluzione fino a quando raggiungono lo stadio adulto, ma la cosa più strana è che le femmine dopo l'evoluzione saranno incapaci di riprodursi con qualsiasi specie di Pokémon. Sembra che nelle regioni di Kanto e Johto per molto tempo si ebbe una sovrappopolazione di Nidoran, quindi quasi come uno sviluppo naturale le evoluzioni delle femmine sono diventate sterili in modo da contenere il proprio numero, ciò non ha compromesso però i loro istinti naturali, visto che i Nidoqueen e i Nidoking ancora oggi eseguono i normali riti d'amore e tendono sempre ad essere protettivi verso gli involucri biologici dove si sviluppa il piccolo fino alla nascita.

Nonostante le dimensioni, i Nidoran♂ sono molto più feroci e pericolosi dei Nidoran♀ e sono noti anche per il grosso corno che hanno sulla fronte, infatti differentemente dai Nidoran♀, i Nidoran♂ attaccano qualsiasi cosa si avvicini a loro o anche che stia nel loro campo visivo. Il corno di questi Pokémon è più lungo ed appuntito rispetto a quello delle loro controparti femminili; inoltre secerne un veleno non appena entra in contatto con un oggetto solido e a causa della sua forma, non è difficile che riesca a penetrare addirittura la corazza del nemico. Solitamente per gli allenatori è facile capire quanto è efficace il loro veleno, visto che varia da esemplare e dalla situazione; più i loro aculei sono lunghi ed alzati, più il veleno è potente. Per difendersi in natura i Nidoran♂ hanno anche sviluppato una sorprendente muscolatura alla base delle orecchie, con cui possono ruotarle e muoverle in modo eccezionale per captare i suoni circostanti grazie al loro finissimo udito, riuscendo addirittura a prevedere l'arrivo di un predatore lontanissimo, ciò rende i Nidoran♂ più difficili da essere visti allo stato brado, curiosamente però questa loro abitudine va in contrasto con la loro natura aggressiva, la quale sembra quasi inutile in molti casi.
Anche se non sono resistenti come le loro controparti femminili, i Nidoran♂ restano creature davvero forti che possono combattere con una tenacia sorprendente in lotta. Seppure possano apprendere pochi attacchi davvero utili, finché potrete combattere da vicino il nemico non avrete da preoccuparvi; inoltre non dovrete attendere molto per l'evoluzione, ma è sempre meglio avere degli Antidoti a portata di mano, nel caso in cui doveste litigare dopo o durante una battaglia!

Nidorino

Artwork033.png

Spoiler

Nidorino (noto come Pokémon Velenago) è un Pokémon relativamente comune di tipo Veleno che vive nei campi erbosi e nelle foreste delle regioni di Kanto, Johto e Kalos, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Sinnoh ed Unima. Estremamente aggressivi e difficili da sconfiggere senza l'uso di attacchi a distanza, i Nidorino sono creature facilmente irritabili che non esiteranno a perforare qualsiasi cosa con il loro corno velenoso. Solo perché non sono tra le creature più amichevoli però, non significa che non possano essere degli ottimi alleati, ma state attenti ogni volta che vi avvicinate a loro: non si sa mai cosa passi nella loro testa!

La famiglia evolutiva dei Nidoran è molto particolare, dal momento che i maschi e le femmine prendono dei percorsi evolutivi diversi e sono incapaci di procreare in cattività. Questi Pokémon rappresentano l'esempio più estremo di dimorfismo sessuale attualmente conosciuto, dato che le differenze di sesso non si limitano solo all'estetica, ma anche alla loro anatomia e struttura fisica, così come le mosse che apprendono e il carattere. Le femmine tendono ad essere più protettive e calme, che attaccano solo quando strettamente necessario, inoltre gli attacchi che usano dipendono da artigli e morsi e le mosse esclusive di questo sesso sono: Ruggito, Graffio, Colpocoda, Sfuriate, Morso, Sgranocchio e Velenodenti. I maschi di Nidoran d'altra parte sono molto più aggressivi e non si fanno problemi ad attaccare qualsiasi cosa si avvicini a loro, quindi sfruttano al massimo il proprio corno con attacchi come Velenpuntura o Perforcorno ed ulteriori mosse esclusive sono: Fulmisguardo, Beccata,Focalenergia, Furia ed Incornata. Queste loro differenze verranno accentuate con l'evoluzione fino a quando raggiungono lo stadio adulto, ma la cosa più strana è che le femmine dopo l'evoluzione saranno incapaci di riprodursi con qualsiasi specie di Pokémon. Sembra che nelle regioni di Kanto e Johto per molto tempo si ebbe una sovrappopolazione di Nidoran, quindi quasi come uno sviluppo naturale le evoluzioni delle femmine sono diventate sterili in modo da contenere il proprio numero, ciò non ha compromesso però i loro istinti naturali, visto che i Nidoqueen e i Nidoking ancora oggi eseguono i normali riti d'amore e tendono sempre ad essere protettivi verso gli involucri biologici dove si sviluppa il piccolo fino alla nascita.

Differentemente dalla ben più calma e tranquilla controparte femminile, i Nidorino sono bestie aggressive che attaccano qualsiasi cosa ritengano una minaccia; purtroppo allo stato brado, qualsiasi cosa vedano o sentano è per loro un pericolo. Proprio come la loro pre-evoluzione, i Nidorino hanno un udito molto sviluppato, con cui riescono a percepire suoni lontanissimi e a rivelare la presenza di eventuali predatori, tuttavia sono davvero poche le specie che osano attaccare questi Pokémon. Il loro corno è la loro arma principale e con l'evoluzione esso è diventato molto più duro, tanto che possono addirittura perforare le corazze più resistenti con poca fatica, il che permette ad esso di rilasciare il veleno in seguito all'urto iniettando una dose letale di veleno nella vittima. Purtroppo i Nidorino sono aggressività pura e non sono quindi tra i combattenti più intelligenti, preferendo caricare i nemici senza pensare alle conseguenze, motivo per cui è necessario allenarli parecchio per adattarsi, anche se la cosa tende a peggiorare con l'evoluzione.
Nonostante non abbiano molto da offrire in battaglia eccetto le mosse che conoscono, i Nidorino restano Pokémon brutali che possono essere trasformati in ottimi combattenti, se ben allenati. Sebbene non abbiano accesso a molte tecniche difensive come la controparte femminile Nidorina, il vostro avversario imparerà comunque a temere queste feroci bestie. E' consigliato usare una Pietralunare al più presto su di loro, visto che questi goffi mammiferi in battaglia non possono migliorare più di tanto in questo stadio!

Nidoking

20940b_9519263073c64d9da603c769c486c024~mv2.png

Spoiler

Nidoking (noto come Pokémon Trapano) è un Pokémon raro di tipo Veleno/Terra che vive nei campi erbosi e nelle zone montane delle regioni di Kanto, Johto e Kalos, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Sinnoh ed Unima. Nonostante non abbiano il cuore compassionevole dei Nidoqueen, i Nidoking sono bestie aggressive in grado di schiacciare letteralmente qualsiasi avversario sprovvisto di corazza senza fatica. Sebbene non siano tra i combattenti più forti in assoluto, solo uno stolto sottovaluterebbe questi esseri sapendo che possono spaccare le ossa con la loro coda massiccia!

I Nidoqueen e i Nidoking sono l'esempio più estremo di dimorfismo sessuale esistente in natura (motivo per cui come le loro pre-evoluzioni, sono considerati specie diverse), le loro abilità combattive e perfino il carattere sono così diversi da non sembrare nemmeno che siano correlati. Nel caso dei Nidoqueen, per via delle grandi quantità di estrogeni nel corpo, le loro caratteristiche femminili sono particolarmente accentuate, ciò le rende anche molto più calme, ma comunque brutali se provocate. I Nidoking d'altra parte non hanno quasi per niente l'estrogeno nel corpo, tuttavia il loro sangue contiene elevate concentrazioni di testosterone, il che li rende brutali ed aggressivi, e in certe circostanze possono essere addirittura mortali in battaglia. Statisticamente pure sono differenti e per ciò combattono in modo diverso, senza contare che non li si vede mai nello stesso posto, eccezion fatta durante la stagione degli amori (sebbene i Nidoqueen siano sterili). Nonostante tutto, gli attacchi da parte loro sono pochissimi e i pochi casi registrati sono successi solo sugli esemplari appena evoluti; inoltre, a causa delle loro differenze anatomiche rispetto alle loro pre-evoluzioni, amano il combattimento. Anche se entrambe le specie possono apprendere Insidia e Geoforza, il corpo corazzato dei Nidoqueen permette loro di usare Corposcontro e Troppoforte, mentre l'immensa forza fisica e le enormi corna dei Nidoking consente loro di imparare Colpo e Megacorno. Fuori dalla lotta, i Nidoqueen sono relativamente facili da accudire e sono quindi preferite dagli allenatori, nonostante l'impossibilità di accoppiarsi; i Nidoking invece sono molto pericolosi addirittura per il loro stesso allenatore e per le persone vicino a lui, motivo per cui in alcuni tornei ufficiali sono vietati, tranne per gli allenatori più famosi ed esperti. Entrambi i Pokémon hanno capacità combattive molto bilanciate e possono dare enormi vantaggi per qualsiasi allenatore.

Se i Nidorino sono considerati aggressività pura, allora i Nidoking possono essere visti come rabbia pura, inoltre sono tra le creature più pericolose sia per gli umani che per i Pokémon. A causa di un difetto genetico, le ghiandole surrenali dei Nidoking li porta a rilasciare quantità eccessive di adrenalina in ogni momento, il che li rende costantemente aggressivi ed infuriati; basta un nulla per scatenarli e quando ciò accade fermarli è quasi impossibile. Ciò rende i Nidoking avversari pericolosi da affrontare in ogni momento. La corazza squamosa che hanno sviluppato con l'evoluzione non solo concede caratteristiche tipiche dei Pokémon Terra e una grande resistenza ai colpi nemici, ma potenzia anche i loro attacchi fisici, rendendo il loro attacco Colpo particolarmente devastante, specie per gli avversari senza corazza. Il loro corno ora è ancora più resistente e può perforare facilmente qualsiasi materiale, rilasciando anche un liquido tossico non appena subisce un urto; tale veleno è estremamente letale e sono necessari Antidoti per la cura, ma la loro arma più distruttiva è anche quella che gli allenatori tendono a sottovalutare: la coda; le ossa che la compongono sono molto piccole rispetto alle dimensioni effettive della coda (anche se sono estremamente resistenti), il motivo per cui è così grossa è per via della grande quantità di muscoli e per la corazza che la riveste, il che la rende così forte da piegare una torre radiotrasmittente o addirittura spezzare un palo della luce come fosse un fiammifero, per questo motivo i Nidoking tendono ad usare la coda sia per combattere che per cacciare le prede, solitamente stritolandole con essa fino a spaccare la gabbia toracica portandole alla morte (di solito perché le costole hanno perforato gli organi interni); ciò ha portato i Nidoking ad essere vietati nei tornei ufficiali, eccezion fatta per gli allenatori più esperti e capaci a livello mondiale, questo perché nonostante statisticamente non siano tra i più forti Pokémon esistenti, i loro colpi possono uccidere i Pokémon avversari, tanto che è sempre raccomandato affrontarli usando attacchi a distanza.
Nonostante non siano tra i Pokémon Veleno o Terra più potenti in circolazione, i Nidoking restano dei bruti potentissimi in grado di causare danni devastanti all'avversario senza la minima esitazione. Sono tuttavia molto temuti dagli allenatori a causa della loro ferocia e potenza distruttiva, ma se imparate a controllare la loro rabbia e a calmarla in qualche modo, vedrete che si riveleranno tra i combattenti più fedeli. E' sempre meglio mettersi ad una distanza di sicurezza quando combattono: a causa dei loro livelli di adrenalina, non è difficile che colpiscano per sbaglio anche il loro stesso allenatore mentre attaccano!

Zubat

Artwork041.png

Spoiler

Zubat (noto come Pokémon Pipistrello) è un Pokémon comune di tipo Veleno/Volante che vive nelle grotte scure e nelle foreste delle regioni di Kanto, Johto, Hoenn, Sinnoh, Unima, Kalos, AlolaAuros e nel Settipelago. Anche se sono ciechi e fisicamente deboli in confronto ad altre creature, gli Zubat restano creature tenaci che possono attaccare ferocemente i nemici con le zanne e gli ultrasuoni. Sebbene non abbiano molte capacità offensive, finché non vi danno fastidio le loro grida e la fastidiosa tecnica Ultrasuono, vedrete che si riveleranno comunque ottimi partner, ma non portateli troppo fuori, se ci tenete alla loro salute!
La famiglia di Zubat è composta da particolari pipistrelli che si nutrono di sangue; anche se occasionalmente possono cibarsi di piccoli insetti e, nel caso dei Golbat, di piccoli roditori, la loro dieta è composta principalmente dal liquido rosso che scorre negli esseri viventi, che si procurano perforando la pelle della vittima con le loro affilate zanne, per questo motivo gli Zubat appena nati già conoscono l'attacco Sanguisuga. Questi Pokémon sono noti per vivere in grandissimo numero nelle grotte di qualsiasi tipo, ma non perché sono notturni come molti pensano; gli Zubat infatti sono estremamente sensibili alla luce solare rispetto alle loro evoluzioni, ciò è dovuto alla loro pelle sottile ed esposizioni prolungate al sole possono portarli ad avere bruciature, per questo gli Zubat, i Golbat e i Crobat rimangono nelle grotte di giorno ed escono solo di notte, ma di solito questa routine tende a cambiare in base allo stadio evolutivo (i Golbat e i Crobat infatti sono molto più resistenti alla luce solare rispetto agli Zubat). Come altri pipistrelli, questi Pokémon fanno uso dell'ecolocazione per muoversi agevolmente nel buio individuando gli ostacoli, ma gli Zubat sono quelli che ne fanno più uso, mentre i Crobat tendono ad usarla per evitare gli ostacoli quando volano ad alta velocità, i Golbat invece usano questa tecnica solo per attaccare con Supersuono per confondere i nemici.
Dal momento che il loro corpo è molto fragile e possono ferirsi facilmente, gli Zubat restano all'interno delle grotte ed è raro che escano, inoltre la loro esistenza perpetua nel buio ha impedito il completo sviluppo di un naso e i loro occhi sono coperti da un sottile lembo di pelle, quindi gli Zubat sono ciechi ed incapaci di percepire gli odori, portandoli ad essere totalmente dipendenti dell'ecolocazione per sopravvivere. Per muoversi agevolmente, gli Zubat emanano in continuazione urla ultrasoniche per creare echi con cui mappano mentalmente tutta la zona circostante, ciò rende la mossa Ultrasuono di questa specie particolarmente fastidiosa, visto che dura molto più del dovuto e può anche causare mal di testa negli allenatori. Nonostante l'aspetto, gli Zubat sono creature indifese e sono facili prede per i predatori più astuti, ma una volta evoluti otterranno finalmente la vista, riuscendo ad evitare questi problemi (sebbene continuino ad essere incapaci di sentire gli odori). E' interessante notare che può capitare che degli Zubat non riescano a tornare nei loro nidi prima dell'alba, quindi se mai doveste vedere alcuni di loro che si riparano dal sole sotto i cornicioni delle case, non spaventatevi, anche perché in quel modo possono sfuggire ai predatori.
Anche se deboli e da molti considerati solamente fastidiosi, gli Zubat restano creature turbolente in grado di mettere in difficoltà gli avversari più deboli, dal momento che possono apprendere anche attacchi Spettro, Coleottero, Buio e Volante oltre al loro classico e fastidioso Supersuono, il che permette a questi piccoli pipistrelli di causare parecchi problemi ai loro nemici. Se mai doveste essere attaccati da uno stormo di Zubat, non c'è nulla di cui preoccuparsi... ma uno stormo di Golbat è tutta un'altra storia!

Golbat

Artwork042.png

Spoiler

Golbat (noto come Pokémon Pipistrello) è un Pokémon relativamente non molto comune di tipo Veleno/Volante che vive nelle grotte scure e nelle foreste delle regioni di Kanto, Johto, Hoenn, Sinnoh, Unima, Kalos, AlolaAuros e del Settipelago. Assetati di sangue e impossibili da sconfiggere se avete paura dei pipistrelli, i Golbat sono bestie feroci che godono nel succhiare i fluidi vitali delle proprie prede, sia in natura che in battaglia. Anche se in combattimento non sono molto pericolosi e quindi non è necessario preoccuparsi molto, è sempre meglio non sottovalutare questi pipistrelli vampiro; abbassate la guardia e non esiteranno ad attaccarvi alla gola, anche se poi voleranno con più fatica!

La famiglia di Zubat è composta da particolari pipistrelli che si nutrono di sangue; anche se occasionalmente possono cibarsi di piccoli insetti e, nel caso dei Golbat, di piccoli roditori, la loro dieta è composta principalmente dal liquido rosso che scorre negli esseri viventi, che si procurano perforando la pelle della vittima con le loro affilate zanne, per questo motivo gli Zubat appena nati già conoscono l'attacco Sanguisuga. Questi Pokémon sono noti per vivere in grandissimo numero nelle grotte di qualsiasi tipo, ma non perché sono notturni come molti pensano; gli Zubat infatti sono estremamente sensibili alla luce solare rispetto alle loro evoluzioni, ciò è dovuto alla loro pelle sottile ed esposizioni prolungate al sole possono portarli ad avere bruciature, per questo gli Zubat, i Golbat e i Crobat rimangono nelle grotte di giorno ed escono solo di notte, ma di solito questa routine tende a cambiare in base allo stadio evolutivo (i Golbat e i Crobat infatti sono molto più resistenti alla luce solare rispetto agli Zubat). Come altri pipistrelli, questi Pokémon fanno uso dell'ecolocazione per muoversi agevolmente nel buio individuando gli ostacoli, ma gli Zubat sono quelli che ne fanno più uso, mentre i Crobat tendono ad usarla per evitare gli ostacoli quando volano ad alta velocità, i Golbat invece usano questa tecnica solo per attaccare con Supersuono per confondere i nemici.

In termini di terrore, i Golbat sono senza dubbio i più terrificanti nella loro famiglia evolutiva e sono forse anche tra le creature più spaventose che un allenatore alle prime armi possa incontrare. Essendo pipistrelli vampiro, i Golbat si nutrono principalmente di sangue, questa specie adora il sapore di questo liquido al punto da poterne bere più di 300 ml alla volta, motivo per cui sono spesso letali per i Pokémon più piccoli. I Golbat sono molto più feroci e pericolosi degli Zubat, visto che con l'evoluzione il lembo di pelle che ricopriva i loro occhi è svanito permettendo loro di orientarsi con la vista ottica senza dover dipendere totalmente dall'ecolocazione per spostarsi, tuttavia la loro è ben più sviluppata rispetto a quella degli Zubat, motivo per cui a differenza di questi ultimi, i Golbat e i Crobat possono apprendere Stridio. Questi pipistrelli trascorrono gran parte, se non addirittura tutta la notte, in cerca di prede volando indisturbati; quando individuano l'obiettivo gli piombano addosso per perforargli la pelle con le piccole, ma affilate zanne per berne il sangue grazie a dei fori posizionati poco sopra la base delle zanne, inoltre sono in grado di perforare la pelle di qualsiasi creatura non corazzata indistintamente, il che vuol dire che possono anche attaccare gli umani; normalmente ciò non sarebbe un problema, tuttavia loro sono così ghiotti di sangue che tendono a berlo fino a quando non sono più in grado di berne, tanto che diventano talmente pesanti che difficilmente riescono a volare, ma visto che le loro vittime rimangono stordite, raramente ciò è un problema. Anche se con il tempo possono apprendere Velenodenti, questa specie ha un set di mosse molto limitate e tende a fare affidamento su Supersuono per combattere, quindi non sono assolutamente adatti per i combattimenti professionali.
Anche se non hanno molte capacità offensive, i Golbat restano creature feroci che possono rivelarsi delle vere minacce per gli allenatori medi che raramente hanno accesso a Pokémon avvantaggiati di tipo su di loro. Difficilmente riuscirete a renderli combattenti decenti, ma con l'allenamento e l'uso di qualche MT, questi pipistrelli insignificanti potrebbero essere trasformati in demoni terrificanti in battaglia. Se volete spendere tempo con loro e curarli adeguatamente, la cosa torna a vostro vantaggio: due ali sono utili, ma quattro sono senza dubbio meglio!

Oddish

200px-Artwork043.png

Spoiler

Oddish (noto come Pokémon Malerba) è un Pokémon comune di tipo Erba/Veleno che vive nei campi erbosi, nelle foreste e nelle giungle delle regioni di Kanto, Johto, Hoenn, Sinnoh, Kalos e nel Settipelago, anche se raramente è stato visto nella regione di Unima. Sebbene deboli e inadatti alle lotte durature, gli Oddish restano creature interessanti e rappresentano la specie che più si avvicina alle piante comuni, risultando essere l'anello di collegamento tra le piante e i Pokémon veri e propri. E' consigliabile non disturbare o cercare queste creature durante il giorno, non tanto perché sono rari nelle ore diurne, ma perché se sradicati tendono ad emettere delle urla così forti da assordarvi per circa un'ora!

Gli Oddish sono creature notturne e rimangono sotterrate durante il giorno, questo perché sono molto sensibili al sole e rischiano di bruciare se esposti per troppe ore alla luce solare. Quando sono sotto terra l'unica parte esposta sono le foglie, il che permette di mimetizzarsi alla perfezione tra le altre piante, cosa molto utile visto che parecchi erbivori li ritengono deliziosi; inoltre, anche in questo stato dormiente possono eseguire la fotosintesi e assorbire nutrimento e acqua dal terreno sfruttando le due radici che possiedono (quando emergono, queste vengono usate come fossero piedi), in pratica si comportano come fossero delle comuni piante, ciò è dovuto al fatto che il loro "cervello" e sistema nervoso rimangono disattivati. Anche in queste condizioni gli Oddish sono molto sensibili al tatto e se estratti a forza si risvegliano, in tal caso urlano in modo tale da stordire anche le creature più grandi, dando loro tempo per scappare e rintanarsi in un'altra zona, ciò accade principalmente perché la gente non riesce a distinguerli dalle comuni erbacce, ma gli osservatori più attenti possono notare che le foglie degli Oddish tendono ad essere più brillanti.

Il nutrimento principale degli Oddish è la luce lunare, come riescano ad assorbirla non è ancora del tutto chiaro, ma alcune ricerche hanno dimostrato che viene usata per poter capire quando è notte e quando è giorno. Esistono casi in cui gli Oddish ritardano la propria evoluzione in Gloom, causando problemi nell'apprendimento della mossa Petalodanza, ma in compenso possono imparare Forza Lunare. Prima che gli allenatori diventassero molto comuni si credeva che gli Oddish non fossero correlati ai Gloom, Vileplume o ai Bellossom, quindi essi erano classificati nel genere Oddium, mentre gli altri al genere Rafflesia; con l'avvento del Pokédex, si è scoperto che in realtà  gli Oddish rappresentano lo stadio infantile e quindi gli altri furono riclassificati. Durante la notte sono famosi per vagare per circa 300 metri rilasciando semi lungo il percorso, per poi nuovamente rintanarsi, prima che sorga il sole, in una zona dove il terreno è ricco di nutrimento; sembra che questo movimento continuo durante la notte sia dovuto ad una forma di sopravvivenza, in quanto molti esemplari diventano nutrimento per i loro predatori, ma continuano a prosperare grazie alla grande quantità  di semi che vengono rilasciati e visto che l'unico attacco fisico che apprendono in natura è Dononaturale, non hanno altri modi di difendersi. Botanici e biologi di tutto il mondo studiano questa specie per cercare di capire quanto tempo hanno impiegato le piante ad evolversi fino a diventare simili ad altri organismi.

Anche se molto limitati in battaglia e poco versatili, gli Oddish restano creature interessanti in grado di infliggere alterazioni di stato ed eseguire attacchi parassitari quali Assorbimento e Megassorbimento. Da soli non hanno una grande utilità , ma in una lotta multipla potrebbero rivelarsi ottimi supporti grazie alle loro strane abilità . Se combattete di giorno, cercate di concludere in fretta, fortunatamente però l'abilità  Clorofilla consente loro di eseguire la fotosintesi e di lottare più rapidamente!

Gloom

Gloom.png

Spoiler

Gloom (noto come Pokémon Malerba) è un Pokémon non molto comune di tipo Erba/Veleno che vive nei campi erbosi, nelle foreste e nelle giungle delle regioni di Kanto, Johto, Hoenn, Sinnoh, Kalos e del Settipelago, anche se raramente è stato visto nella regione di Unima. Seppure limitati sia dal punto di vista offensivo che difensivo, i Gloom restano ottimi combattenti in grado di sottomettere i nemici con un odore di marciume. Pochi considerano di prendere queste bizzarre piante, ma in realtà  hanno ottime capacità, d'altronde, chi altri potrebbe far svenire gli avversari solo con il proprio odore?!

A differenza degli Oddish, il corpo dei Gloom riesce a sopportare la luce solare, quindi possono vagare sia durante le ore diurne che quelle notturne. Visto che ora riescono a sopravvivere più facilmente, non hanno bisogno di vagare per spargere semi e le radici ormai risultano inutilizzabili anche per assorbire l'acqua dal terreno, di conseguenza questi Pokémon riescono a trarre nutrimento tramite la fotosintesi e bevendo acqua tramite la bocca (che viene poi trasportata rapidamente in tutto il corpo). Ormai non possono più nascondersi sotterrandosi, vista la forma e il colorito ottenuto dalle foglie e al grosso fiore che cresce al centro, ma ciò non è un problema, visto che è proprio grazie ad esso che possono apprendere Fiortempesta, mossa inaccessibile agli Oddish. I Gloom, anziché scappare, secernono un odore nauseante dal fiore in via di sviluppo: se qualcuno si trova troppo vicino, l'odore sarà  tale da causare svenimento, nel peggiore dei casi addirittura amnesia temporanea al risveglio, rendendola un'ottima arma difensiva. Va notato che siccome l'odore è creato a causa del polline, loro possono controllarlo molto bene e quindi gli allenatori che hanno un forte legame con il proprio Gloom non devono preoccuparsi di proteggersi da esso.

E' credenza comune che il pessimo odore dei Gloom provenga dal fiore, in realtà  esso è prodotto dal liquido che secernono dalla bocca molto simile a bava, quando in realtà  è un tipo di miele che viene prodotto mescolando l'acqua con il loro polline. Questa sostanza è essenziale per la loro sopravvivenza, visto che quando c'è poco nutrimento in giro sfruttano il miele per attrarre gli insetti più piccoli e mangiarli (cosa dovuta al fatto che il miele dei Gloom e più viscoso di quello comune), mentre le loro radici non sono abbastanza forti da assorbire nutrimento. Quando si sentono minacciati, la quantità  di miele prodotto è ben superiore, facendo loro produrre un odore sempre più nauseante per difendersi; il motivo di questo fetore è il loro stesso polline, che già  per conto suo ha un odore poco gradevole; questa caratteristica risulta ottima per distrarre i nemici durante le battaglie prolungate. Il perché gli allenatori non hanno problemi ad allenare questi Pokémon è che quando si sentono al sicuro questo odore è quasi impercettibile, tranne durante le giornate ventose, che potrebbero trasportare la puzza. Si è scoperto solo di recente che circa lo 0,1% delle persone in tutto il mondo è immune agli effetti dell'odore dei Gloom, ma come ciò sia possibile è tutt'ora sotto studio.

Nonostante non siano in grado di sferrare molti attacchi convenzionali, l'odore che secernono è sufficiente per stordire i nemici abbastanza da rendere queste piante molto pericolose. Avendo a disposizione molte mosse che infliggono alterazioni di stato e attacchi potenti come Petalodanza e Gigassorbimento, non c'è da stupirsi se sono tra i Pokémon più comuni tra gli specialisti Erba. Se non possedete Pokémon artificiali o con un senso dell'olfatto debole o addirittura inesistente, sconfiggere questi fiori maleodoranti potrebbe essere difficile. Ai primi tempi è consigliabile portarvi protezioni per il naso, altrimenti finirete come i Pokémon del vostro avversario!

Vileplume

Vileplume.png

Spoiler

Vileplume (noto come Pokémon Fiore) è un Pokémon raro di tipo Erba/Veleno che vive nei campi erbosi, nelle foreste e nelle giungle delle regioni di Kanto, Johto, Hoenn, Sinnoh, Kalos e nel Settipelago, anche se raramente è stato visto nella regione di Unima. Nonostante non siano tra le piante più adatte allo spostamento, i Vileplume sono creature molto pericolose in grado di scatenare una forte reazione allergica in qualsiasi persona o Pokémon nelle vicinanze. Sebbene non siano in grado di affrontare una grande varietà  di avversari, state certi che sono pochi gli avversari con un sistema respiratorio in grado di sopportare le abilità di questi bizzarri fiori!

Anche se tecnicamente i Gloom rappresentano già uno stadio semi-adulto della specie, possono tuttavia evolversi ancora se esposti alle radiazioni di una pietra evolutiva; la mutazione varia a seconda della pietra usata: se vengono esposti alle radiazioni di una Pietrafoglia (o aspettate anni che crescano e maturino da soli), il fiore di Gloom crescerà rapidamente maturando e diventando molto più grosso, esso risulta essere molto simile ai Rafflesia (infatti con la scoperta che gli Oddish sono il loro stadio infantile si è scoperto che hanno un codice genetico molto simile), l'unica cosa in cui si differenziano è che i Vileplume non possono assorbire nutrimento tramite le radici visto che troppo deboli e usate solo come piedi, dovendo di conseguenza basarsi solo sulla fotosintesi, tuttavia ciò non è un problema visto che poche ore di fotosintesi riescono a sostenerli per una giornata intera, siccome risultano essere il membro della famiglia di Oddish con maggiori capacità di assorbire la luce (tanto da poter apprendere Solarraggio naturalmente). L'inconveniente di questa evoluzione sono le dimensioni del fiore che risulta troppo grande e pesante per consentire a queste piante di muoversi rapidamente, in compenso però risultano ottime per proteggersi dagli attacchi nemici.

Proprio come i Gloom, i Vileplume dispongono di un polline molto pericoloso, non solo in battaglia, ma anche fuori. Spesso i Vileplume tendono a rilasciare grandi quantità di polline sbattendo i petali del fiore (cosa anche abbastanza disgustosa visto il suono viscido prodotto); questo polline ha proprietà altamente tossiche che possono indurre persone totalmente sane ad avere gravi sintomi di allergia a polline, nei casi più gravi può portare paralisi polmonare e di conseguenza la morte se non trattato alla svelta (questo perché i polmoni si riempiono di muco fino ad intasarli, facendo morire la vittima di soffocamento). Ciò rende i Vileplume piante altamente pericolose, tuttavia, sembra che il polline possieda alcune proprietà curative se rilasciato in quantità  molto basse (ecco perché possono apprendere Aromaterapia), ma siccome ne spargono quantità enormi, finiscono per uccidere qualsiasi creatura troppo vicina a loro; le tossine di questo polline inoltre colorano l'area circostante di giallastro. In battaglia gli effetti possono variare da avvelenamento vero e proprio a paralisi. Le differenze tra il fiore dei Vileplume e dei Rafflesia sono davvero poche, quindi solo i botanici più esperti sanno distinguere un Rafflesia da un Vileplume rintanato; questa somiglianza causa un centinaio di vittime ogni anno, quasi tutte però avevano un'allergia da polline già  per conto loro.

Nonostante non abbiano un grande potenziale offensivo, difensivo e di velocità, i Vileplume sono creature molto pericolose in grado di sopraffare chiunque sia così stolto da avvicinarsi a loro quando rilasciano il polline tossico. Potendo contare su potenti mosse come Petalodanza e Solarraggio, state certi che sconfiggere queste bizzarre piante non è affatto semplice senza l'aiuto di un Pokémon Fuoco; basta che non vi concentriate a bruciare il polline, altrimenti ne approfitteranno per attaccarvi direttamente!

Venonat

200px-Artwork048.png

Spoiler

Venonat (noto come Pokémon Insetto) è un Pokémon relativamente comune di tipo Coleottero/Veleno che vive nei campi erbosi e nelle foreste delle regioni di Kanto, Johto, Unima e nel Settipelago, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Hoenn e Sinnoh. Sebbene siano insetti apparentemente inutili in battaglia, in realtà  i Venonat sono creature ingannevoli, in grado di mettere in difficoltà  gli allenatori più giovani sfruttando alcune mosse Psico e della polvere tossica. Nonostante non possano sfruttare le capacità  tipiche dei Pokémon del loro tipo fino ad una certa età  o dopo un buon allenamento, questi Pokémon possono comunque risultare molto utili quando si è sperduti nella nebbia o in un luogo buio; fatevi guidare dal vostro Venonat e vi riporterà  a casa sani e salvi!

I Venonat sono insetti molto semplici che durante il giorno si nascondono in luoghi bui per uscire solo di notte per nutrirsi di alcuni insetti più piccoli. Nonostante le loro piccole zampe rendano il movimento difficoltoso, i Venonat sono molto intuitivi e riescono a rintracciare la preda grazie ai grossi occhi che, come per altri insetti, sono composti che consentono di percepire anche gli spostamenti più insignificanti, purtroppo però non riescono a percepire la profondità ; fortunatamente i loro occhi sono rivestiti da una membrana rifrangente che consente la percezione della profondità  senza compromettere la capacità  di individuare i minimi spostamenti, per questo spesso hanno una precisione superiore alla norma. Altra capacità  interessante è che possono vedere sia tramite la luce che tramite le vibrazioni, così facendo il cervello riesce a individuare qualsiasi oggetto e creatura solo grazie a semplicissime vibrazioni, ciò rende i Venonat dei veri e propri radar, permettendo loro di orientarsi tranquillamente anche in mezzo alla nebbia o in luoghi terribilmente bui. Nonostante tutto, i Venonat hanno un istinto primordiale che li attrae alle fonti di luce, sembra che ciò sia dovuto al fatto che la luce sovraccarichi il loro nervo ottico spingendo il cervello ad attirarlo a questa luce, questo è molto utile per chi vuole catturare o scacciare i Venonat, ma in gran numero questa strategia potrebbe ritorcervisi contro. Capacità  molto interessante dei Venonat è quella di concentrare la luce negli occhi per poi rifletterla usando una versione personalizzata dell'attacco Psicoraggio (con l'avanzare dell'età  possono anche sviluppare Psichico), un'abilità  molto rara tra i Pokémon del loro tipo.

I Venonat hanno una difesa molto scarsa visto che non possiedono armature naturali, ma hanno un altro tipo di difesa che rende pericoloso avvicinarsi a loro senza una protezione al veleno. I peli che ricoprono il corpo dei Venonat sono stati progettati per essere un'arma difensiva, anche se normalmente sono morbidi e vellutati, se spaventati possono irrigidirsi riuscendo addirittura a perforare la pelle; altra forma di difesa che hanno sviluppato è la secrezione di un liquido velenoso attraverso i pori del loro corpo che si secca rapidamente, in modo che scuotendo il corpo possano usare le mosse Velenpolvere, Sonnifero e Paralizzante, rendendoli tra i pochi insetti sprovvisti di ali in grado di usare le polveri, ciò li rende davvero ostici se non combattuti a distanza di sicurezza, cosa che sarà  ancora più pericolosa una volta che si evolvono e apprendono a volare, ma fino ad allora, finché state lontani da questi insetti, difficilmente riescono a colpirvi con le loro polveri.

Anche se non hanno una grande forza offensiva, i Venonat sono esseri intraprendenti che pur non potendo infliggere gravi danni, sono in grado di apprendere molte mosse fastidiose che faranno accapponare la pelle agli allenatori più giovani. E' necessario attendere un pochino prima che raggiungano lo stadio adulto, ma ogni specialista Coleottero e Veleno vorrebbe sfruttare le loro abilità  una volta maturati. E' importante ricordare che nonostante il loro aspetto morbido e coccoloso, è meglio non abbracciare questi insetti tossici, se si vogliono evitare alcuni effetti sgradevoli!

Venomoth

200px-Artwork049.png

Spoiler

Venomoth (noto come Pokémon Velentarma) è un Pokémon relativamente raro di tipo Coleottero/Veleno che vive nei campi erbosi, nelle foreste e nelle grotte delle regioni di Kanto, Johto, Unima e nel Settipelago, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Hoenn e Sinnoh. Anche se potrebbero non sembrare pericolosi in battaglia, i Venomoth sono dei veri mostri tossici che rilasciano polveri altamente velenose contro chiunque si azzardi ad affrontarli.Seppure avete Pokémon con delle immunità , non cantate vittoria, questi insetti troveranno un modo per mettervi in difficoltà , sia per avvelenamento, per paralisi o altro!

Proprio come i Venonat, i Venomoth trascorrono la loro vita in modo semplice, nascondendosi durante il giorno per uscire solo di notte per nutrirsi di insetti più piccoli. Come per altri insetti, i loro occhi sono composti, il che consente loro di percepire anche gli spostamenti più insignificanti, purtroppo però non riescono a percepire la profondità ; fortunatamente i loro occhi sono rivestiti da una membrana rifrangente che consente la percezione della profondità  senza compromettere la capacità  di individuare i minimi spostamenti, per questo spesso hanno una precisione superiore alla norma. Altra capacità  interessante è che possono vedere sia tramite la luce che tramite le vibrazioni, così facendo il cervello riesce a individuare qualsiasi oggetto e creatura solo grazie a semplicissime vibrazioni, ciò rende i Venomoth dei veri e propri radar, permettendo loro di orientarsi tranquillamente anche in mezzo alla nebbia o in luoghi terribilmente bui. Nonostante tutto, i Venomoth hanno un istinto primordiale che li attrae alle fonti di luce, sembra che ciò sia dovuto al fatto che la luce sovraccarichi il loro nervo ottico spingendo il cervello ad attirarlo a questa luce, questo è molto utile per chi vuole catturare o scacciare i Venomoth, ma in gran numero questa strategia potrebbe ritorcervisi contro. Capacità  molto interessante dei Venomoth è quella di concentrare la luce negli occhi per poi rifletterla usando una versione personalizzata degli attacchi Confusione, Psicoraggio e Psichico, un'abilità  molto rara tra i Pokémon del loro tipo.

I Venomoth sono molto famosi per essere tra i Coleotteri più dipendenti al loro veleno, esso infatti viene usato spesso in battaglia per causare alterazioni di stato al nemico, per questo sono considerati tra i Pokémon più ostici, potendo paralizzare o avvelenare con estrema facilità  qualsiasi avversario. Le sottili, ma robuste ali dei Venomoth, sono ricoperte da uno strato di scaglie velenose che si polverizzano e si staccano (similmente alla forfora) quando vengono sbattute con una certa forza, in modo da poter causare avvelenamento o altre alterazioni di stato, queste scaglie poi ricrescono con estrema rapidità , ma non creano problemi nell'uso di attacchi basati sul vento (ovvero Raffica e Ventargenteo); quando rilasciano le loro polveri, l'aria circostante si colora di viola, è interessante notare però che i Venomoth sono molto intelligenti e possono usare due tipi di veleni diversi, entrambi i tipi si dissolvono al contatto con la pelle per poi entrare nella circolazione sanguigna della preda: il primo tipo di veleno si può distinguere dal suo colorito più chiaro che è una sostanza paralizzante, il secondo invece, che è di colore molto più scuro, è una sostanza velenosa, queste due polveri possono essere mischiate per indurre la vittima a dormire. Questo significa che un Venomoth in base al nemico può paralizzarlo, avvelenarlo o addormentarlo, rendendo totalmente inutile l'immunità  ad uno o due di questi stati, in quanto possono sempre usarne uno a cui non si è immuni, per questo sono avversari terribili negli scontri ravvicinati ed è consigliato affrontarli a distanza di sicurezza, come se non bastasse con l'evoluzione possono apprendere nuove mosse molto forti (come Ronzio ed Eledanza).

Nonostante non abbiano una grande forza fisica e possono essere facilmente gestiti dagli allenatori più esperti, i Venomoth rimangono dei mostri nei combattimenti tattici in grado di sfruttare le alterazioni di stato per mettere in ginocchio qualsiasi avversario per poi finirlo. Oltre a poter apprendere vari attacchi speciali potenti e con la possibilità  di usare polveri tossiche in grado di causare problemi perfino ai Pokémon Veleno, non ci vuole un genio per capire che queste falene sono delle vere armi da guerra nelle mani della persona giusta. E' consigliabile evitare assolutamente questi Pokémon nel caso si soffra di allergia da polline, finché rimanete a debita distanza non dovrebbero dare problemi, ma avvicinarsi troppo potrebbe scatenare la vostra allergia!

Bellsprout

200px-Artwork069.png

Spoiler

Bellsprout (noto come Pokémon Fiore) è un Pokémon comune di tipo Erba/Veleno che vive nelle foreste delle regioni di Kanto, Johto, Sinnoh, Kalos, del Settipelago e del "Brasile", anche se raramente è stato visto nella regione di Unima. Sebbene siano fragili, i Bellsprout sono potenti piante in grado di infliggere gravi danni con attacchi fisici e speciali nonostante la tenera età ; ciò li ha resi popolari tra gli allenatori più giovani. Anche se siete degli esperti, potreste riscontrare dei problemi a sconfiggerli visto che tendono a schivare buona parte degli attacchi!

La famiglia evolutiva dei Bellsprout è imparentata con le piante carnivore in generale (nonostante i Bellsprout abbiano ottenuto il soprannome di "Pokémon Fiore", anche se hanno poco in comune con questi), di conseguenza preferiscono zone calde ed umide. Anziché ricavare energia dalla fotosintesi, questi Pokémon la ricavano divorando altre forme di vita, ovvero gli insetti. Siccome i Bellsprout non possono contare sull'odore per attirare la preda, sfruttano delle liane (che normalmente rimangono nascoste) per catturarla, ma solitamente le usano per attaccare qualsiasi cosa si muova; la velocità  con cui queste liane vengono estratte è tale da risultare difficile da vedere ad occhio nudo, quindi riescono a legare la preda e ad ingoiarla, per poi essere digerita da degli acidi gastrici talmente forti da sciogliere addirittura il ferro.

A differenza delle loro evoluzioni, i Bellsprout possiedono corpi molto flessibili e radici come molte altre piante. Siccome non sono adatti ad affrontare gli insetti più grandi, spesso devono affidarsi alle radici per nutrirsi di acqua dal terreno, quindi non è raro vedere dei Bellsprout impiantati nel terreno, ma siccome impiegano circa 30 secondi per sradicarsi, diventano facili prede; per rimediare a questo, i loro corpi molto flessibili permettono loro di contorcersi in modo tale da evitare molti attacchi e non solo: a causa dell'elasticità  del loro tessuto, possono assorbire l'impatto del nemico e colpirli con il doppio della forza. Caratteristica interessante è che quando sono completamente radicati possono scaricare l'elettricità  a terra, diventando totalmente immuni agli attacchi Elettro, ma solo in questo stato, altrimenti possono scaricare solo una piccola parte di essa. Fatto sta che se ben allenati un giorno possono diventare ottimi combattenti anche per un torneo; certo, perdono alcuni vantaggi che possiedono con l'evoluzione, ma ne ottengono di migliori.

Anche se deboli e inadatti ai combattimenti duraturi, i Bellsprout restano combattenti interessanti che possono sfruttare il proprio corpo per sfuggire a quasi ogni tipo di attacco. Anche se più deboli delle loro evoluzioni, se allenati sin da giovani da un esperto tattico possono diventare avversari terribili in grado di sbaragliare chiunque cerchi di usare solo la forza bruta. Se ne doveste affrontare uno, mandate subito il vostro Pokémon più forte per sconfiggerlo in fretta ed evitare brutte sorprese!

Weepinbell

200px-Artwork070.png

Spoiler

Weepinbell (noto come Pokémon Moschivoro) è un Pokémon non molto comune di tipo Erba/Veleno che vive nelle foreste delle regioni di Kanto, Johto, Sinnoh, Kalos, del Settipelago e del "Brasile", anche se raramente è stato visto nella regione di Unima. Sebbene non siano assolutamente agili o flessibili come i Bellsprout, i Weepinbell sono creature potenti in grado di causare ingenti danni agli avversari con Foglielama, oppure infliggendo alterazioni di stato o usando potenti attacchi speciali. Anche se non sono veloci, questo raramente si rivela un problema, anche perché quando puoi dissolvere tutto ciò che vuoi a cosa ti serve la velocità ?!

Proprio come i Bellsprout, anche i Weepinebell sono strettamente imparentati con le piante carnivore e preferiscono di conseguenza vivere in zone calde ed umide. A differenza dei Bellsprout, i Weepinbell non possiedono radici e devono quindi contare sulla loro natura predatoria per sopravvivere; dato che non sono ancora abbastanza sviluppati da poter rilasciare un odore in grado di attirare la preda, devono contare sui propri riflessi: quando un Weepinbell individua qualcosa che possa sembrare una potenziale preda, rilascia Velenpolvere contro di lei in modo da indebolirla ed ingoiarla intera; se risulta troppo grande, viene fatta a pezzi con Foglielama in modo che sia più facile mangiarla per poi venire dissolta dagli acidi gastrici, quelli prodotti dagli Weepinbell sono talmente potenti da poter sciogliere qualsiasi materiale, questo liquido prodotto rientra tra le dieci sostanze più acide esistenti, solo l'acido prodotto da Pokémon Veleno più potenti li supera,come i Victreebel o gli Swalot. Fortunatamente la pelle degli Weepinbell è protetta grazie ad un'altra sostanza che neutralizza l'acido.

Il motivo per cui i Bellsprout perdono moltissima della loro mobilità  quando si evolvono in Weepinbell non è del tutto chiaro, ma è possibile che sia dovuto al fatto che mentre i Weepinebll e i Victreebel tendono a vivere in colonie, i Bellsprout sono più indipendenti; tuttavia questa mobilità  limitata spesso ha portato parecchi problemi agli allenatori. L'unica parte che rimane del torso dei Bellsprout è un piccolo, ma robusto gambo che permette a questi Pokémon di restare appesi ai rami, cosa molto utile durante la notte affinché possano sfuggire ai predatori, tuttavia questo può essere rimosso facilmente se applicata una certa forza. Si tiene a ricordare che è consigliabile tenere il proprio Weepinbell dentro la Poké Ball durante la notte: essendo Pokèmon diurni, difficilmente rimangono svegli durante le ore notturne e se non sorvegliati possono diventare facili vittime dei predatori, riuscire a svegliarli poi è davvero difficile, anche se la loro vita è in pericolo.

Nonostante la loro limitata mobilità , i Weepinbell sono piante interessanti in grado di sfruttare le mosse in modo davvero ottimo per combattere sia con l'uso di attacchi fisici che con alterazioni di stato come la paralisi, riuscendo a causare problemi anche agli allenatori più esperti. Anche se possono sembrare innocui, è meglio stare alla larga dagli esemplari selvatici: se mai avessero fame possono magiare qualsiasi cosa gli capiti a tiro, questo vale anche per la vostra testa!

Victreebel

200px-Artwork071.png

Spoiler

Victreebel (noto come Pokémon Moschivoro) è un Pokémon raro di tipo Erba/Veleno che vive nelle foreste delle regioni di Kanto, Johto, Sinnoh, Kalos, del Settipelago e del "Brasile", anche se raramente è stato visto nella regione di Unima. Facilmente irritabili ed inclini a divorare ogni cosa capiti loro a tiro, i Victreebel sono creature astute in grado di usare vari trucchi per attirare le prede e trarle in trappola; cercate di non farvi imbrogliare: basta fare un passo falso per diventare cibo per queste piante!

I Victreebel, così come le loro pre-evoluzioni, sono imparentati con le comuni piante carnivore, di conseguenza tendono a vivere in ambienti caldi ed umidi. Anche se sono rari gli esemplari selvatici, corre voce che esista una grossa colonia di queste piante nelle foreste "Brasiliane", ciò potrebbe tranquillamente essere vero, visto che questi ambienti sono assolutamente perfetti per questi Pokémon, ma ogni esploratore che ha cercato di portare prove concrete non è più tornato (anche se questo era immaginabile). I Victreebel risultano essere predatori pazienti che non cacciano attivamente le proprie prede come le pre-evoluzioni, ma semplicemente attendono che esse si avvicinino a loro grazie all'acido da loro prodotto, composto da delle miscele di sostanze chimiche che producono un odore molto simile al miele, il quale attrae parecchi Coleotteri (specialmente gli insetti), facendoli letteralmente immergere nell'acido. Contro le prede più intelligenti, invece, usano il lungo gambo fingendo di essere una preda, in questo modo attirano la vittima abbastanza vicino da divorarla. Qualunque sia il metodo da loro usato, il risultato sarà  il medesimo: la preda verrà  inghiottita per venire poi dissolta da un acido terribilmente potente (tanto che solo i Victreebel stessi sono immuni ai suoi effetti), questo significa che anche le prede più grosse vengono digerite in una giornata al massimo, dissolvendo carne, ossa, corazze e quant'altro per trasformarle in un brodo ricco di sostanze nutritive. Tramite alcune ricerche si è scoperta una cosa raccapricciante: le prede ancora vive che si dimenano all'interno di questi Pokémon rendono il profumo da loro prodotto più intenso e attraente per le prede.

Dal momento che anatomicamente sono perfetti per la caccia passiva, non hanno bisogno degli attacchi fisici o delle mosse di stato come le loro pre-evoluzioni, il che può rendere davvero difficile allenarli se non catturati quando sono ancora dei Bellsprout; in compenso però ottengono accesso a mosse precluse alle loro pre-evoluzioni: oltre a poter usufruire di Accumulo, Introenergia e Sfoghenergia, sono anche in grado di usare mosse come Verdebufera, Vorticerba e Fendifoglia, rendendoli combattenti pericolosi sia in battaglie ravvicinate che in quelle a distanza. L'unico problema è che non possiedono una grande varietà  di mosse, motivo per cui è difficile che riescano a contrastare mosse a cui sono deboli.

Nonostante le loro limitazioni, i Victreebel restano combattenti pericolosi che devono essere affrontati con la massima cautela. Potreste impiegare del tempo per averne uno, visto che necessita di una Pietrafoglia, ma se desiderate un Pokémon Erba forte sia con gli attacchi fisici che con quelli speciali, allora ne varrà  sicuramente la pena. Ricordatevi di dar loro spesso da mangiare: solo perché siete il loro allenatore non significa che non siate nel menu quando sono affamati!

Tentacool

200px-Artwork072.png

Spoiler

Tentacool (noto come Pokémon Medusa) è un Pokémon comune di tipo Acqua/Veleno che vive nei mari caldi e poco profondi di tutto il mondo. Temuti da marinai e pescatori per via dei loro tentacoli velenosi e per la capacità  di mimetizzarsi nell'acqua, i Tentacool sono creature interessanti che possono dare parecchi problemi agli attaccanti speciali. Sebbene non siano in grado di arrecare molti danni o di sopportare numerosi colpi, se cercate una creatura marina in grado di avvelenare avversari multipli, difficilmente troverete un Pokémon più competente e frustrante in questo campo al di fuori di essi!

Similmente alle meduse, i Tentacool sono organismi unici in grado di sopravvivere senza l'ausilio di altri esseri viventi, inoltre hanno dimostrato di avere un intelletto sorprendente che va a superare quello di moltissimi pesci. Solitamente questi Pokémon si fanno trasportare dalle correnti marine calde e quando una preda si avvicina a loro usano i due tentacoli velenosi per afferrarla, colpirla con Velenospina per ucciderla e mangiarsela, ma questa tecnica funziona solo sulle prede più piccole, tuttavia, crescendo imparano nuove mosse come Acido e Acidobomba per penetrare le corazze nemiche, in modo che possano cacciare più facilmente. Altra cosa che li accomuna con le meduse è che il loro corpo è formato quasi interamente d'acqua, costringendoli a non uscire mai dall'acqua se vogliono sopravvivere; anche se possono respirare l'aria, un esemplare spiaggiato può seccarsi nel giro di un'ora, al massimo due, se soccorsi rapidamente è possibile curarli semplicemente ributtandoli nell'acqua salata. I motivi principali per cui sono tanto temuti da pescatori e marinai sono due, che tuttavia gli allenatori ignorano pur di allenare questi calamari: la loro colorazione permette a questi Pokémon di mimetizzarsi alla perfezione in acqua, l'unica cosa che si può notare sono i grossi occhi rossi; il secondo motivo è la loro diffusione, visto che si trovano praticamente in tutti i mari caldi a centinaia, quindi è assolutamente impossibile navigare senza incontrarne almeno uno.

Tratto molto interessante nei Tentacool è che hanno ben due tipi di occhi, i cui scopi sono completamente diversi: quelli bianchi sono i loro occhi primari e sono situati nella parte inferiore del corpo, sono usati per vedere le creature e gli ostacoli che hanno attorno (in pratica funzionano come i nostri occhi), mentre i tre occhi rossi posizionati nella parte superiore del corpo, invece, vedono gli organismi attorno tramite la visione termica. Entrambi i tipi di occhi sono essenziali per questa specie (anche se quelli a visione termica sembrano essere usati principalmente per permettere loro di vedere nelle acque più torbide), ma il fatto che una creatura simile possa usare due visioni diverse contemporaneamente è davvero sorprendente. Altra abilità  degli occhi rossi è quella di immagazzinare la luce per poi rilasciarla sotto forma di raggi d'energia, ciò è dovuto alla formazione cristallina degli occhi, con cui possono focalizzare e lanciare questi attacchi con grande precisione; tali raggi non sono dannosi verso gli esseri viventi, ma possono causare danni ad oggetti, tanto che possono addirittura perforare una parete di cartongesso. Il motivo per cui abbiano questa capacità  è ignoto, ma è possibile che sia usata per uccidere prede protette da un guscio (quali Shellder e Clamperl), i quali sono protetti dai loro tentacoli velenosi.

Non sono certo le creature più potenti del mare, ma i Tentacool restano Pokémon pericolosi che possono causare abbastanza danni con i tentacoli velenosi se non si presta attenzione. Avendo a disposizione una buona dose di attacchi Veleno e di un Bollaraggio dalla potenza tale da proteggerli contro i Pokémon Terra, di certo questi calamari possono diventare combattenti di tutto rispetto se siete disposti ad investire del tempo per allenarli. Se avete un amico che ama questi tipi di Pokémon, allora fatelo nuotare insieme a loro: vedere questi Pokémon con i bellissimi occhi rossi simili a gemme vicino a voi è uno spettacolo e, anche se mortali, difficilmente attaccano l'uomo!

Tentacruel

073 Tentacruel

Spoiler

Tentacruel (noto come Pokémon Medusa) è un Pokémon non molto comune di tipo Acqua/Veleno che vive nei mari caldi e poco profondi di tutto il mondo. Temuti per i loro tentacoli velenosi e quasi inevitabili, i Tentacruel sono creature terribilmente brutali che avvelenano, soffocano e divorano qualsiasi preda si avvicini a loro, anche se non hanno fame. Questi enormi calamari potrebbero non essere tra i migliori combattenti fisici, ma se non si sta attenti si può scoprire nel peggiore dei modi come abbiano ottenuto il soprannome di "Gangster del Mare"!

Proprio come i Tentacool, i Tentacruel hanno alcune caratteristiche in comune con le meduse, sebbene non lo siano affatto; si differenziano anche più della loro pre-evoluzione, visto che non si fanno trasportare dalle correnti calde, ma cacciano attivamente. Normalmente è possibile vedere fino a 14 tentacoli nei Tentacruel, ma in realtà  ne hanno un totale di 80, tuttavia quasi tutti vengono tenuti nascosti in quanto inutili ai fini della battaglia e possono invece solo creare problemi nel Pokémon, poiché sono difficili da gestire tutti insieme, ma quando cacciano possono usare tutti i loro tentacoli per creare una rete vivente formata da tentacoli velenosi con cui filtrano l'acqua per intrappolare le prede. Quando catturano qualcosa la divorano intera per poi farla sciogliere dai potenti acidi gastrici, questo significa che volendo potrebbero anche prendere 80 prede alla volta, addirittura anche creature più grandi di loro, senza problemi; quando ciò accade usano il loro enorme becco per schiacciarla a morte tramite l'attacco Strizzata. Altra capacità  che li rende ancora più pericolosi è il fatto che possono usare l'acqua del loro corpo per aumentare l'elasticità  dei loro tentacoli, i quali possono effettivamente allungarsi a livelli inimmaginabili, il che permette loro di catturare le prede più grandi o più lontane con molta facilità ; può anche accadere che i Tentacruel rilascino il veleno dei loro tentacoli per mischiarlo all'inchiostro con cui poi creano una sostanza fangosa e altamente tossica, con questa tecnica possono usare la mossa Fangonda (che solo la loro famiglia evolutiva e quella dei Grimer possono apprendere in natura).

Proprio come i Tentacool, anche i Tentacruel hanno due tipi diversi di occhi: quelli bianchi sono a visione a colori, mentre quelli rossi a visione termica, inoltre la formazione cristallina degli occhi rossi permette loro di assorbire la luce per rilasciare un raggio di fotoni in grado di danneggiare le strutture solide (come ad esempio le pareti) con poca difficoltà , ma l'utilizzo principale di questi occhi è per comunicare con i Tentacool o altri Tentacruel, infatti essi possono assorbire la luce solare per poi usarla in modo da creare delle luci ad intermittenza con cui trasmettono vari messaggi ai loro simili, anche se ogni creatura che dispone di occhi può vedere queste luci e se capace può anche interpretarle. Ad occhio umano, queste luci potrebbero non sembrare nulla di speciale, ma se vengono viste tramite dei visori termici, si può vedere che possono creare una varietà  di messaggi davvero stupefacente: questi segnali possono variare per indicare zone con una grande quantità  di prede, posti pericolosi o addirittura tramettere le proprie emozioni. Mentre le luci dei Tentacool sono poco dannose, quelle dei Tentacruel sono ben più pericolose e possono essere usate per creare anche ultrasuoni con cui confondere gli avversari, anche se tale tecnica risulta efficace soprattutto in acqua; grazie a queste abilità  possono addirittura usare una forma unica di Riflettipo (motivo per cui tale mossa è inaccessibile ai Tentacool). Altra capacità  sorprendente è l'uso della mossa Sciagura: anche se tale mossa sarebbe accessibile ai Tentacool (sebbene gli esemplari in grado di usarla siano molto rari), i Tentacruel, possono essere considerati (assieme ai Vulpix e ai Tentacool), gli unici Pokémon non Spettro in grado di apprendere tale mossa naturalmente; il motivo per cui siano in grado di usare tale capacità  è sotto studio, ma è ovvio che combinarla con le loro abilità  velenose la rende a dir poco devastante.

Anche se non sono versatili come molti allenatori vorrebbero, i Tentacruel restano creature terribilmente pericolose e che ogni allenatore o marinaio deve temere. Con capacità  difensive di tutto rispetto e la possibilità  di apprendere mosse Veleno che altri possono solo sognarsi, state certi che qualsiasi Nuotatore o altri specialisti Acqua vorrebbero avere questi bizzarri calamari per aggiungere un po' di veleno nel proprio team. Ricordatevi di non avvicinarvi mai a loro quando mangiano e che anche sulla terraferma non siete al sicuro: anche se non possono resistere fuori dall'acqua per più di due ore, i loro tentacoli possono afferrare qualsiasi cosa con facilità , voi inclusi!

Modificato da Zarxiel

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme

Grimer

Artwork088.pngArtwork088-Alola.png

Spoiler

Grimer (noto come Pokémon Melma) è un Pokémon relativamente comune di tipo Veleno (Veleno/Buio nella regione di Alola) che vive nei pressi delle fabbrica, in zone urbane ed edifici abbandonati delle regioni di Kanto, Hoenn, Unima ed Alola, anche se raramente è stato visto nella regione di Sinnoh. Nonostante siano più tossici di quello che sembrano e pericolosi per chiunque abbia un sistema immunitario compromesso, i Grimer sono creature amichevoli che apprezzano la compagnia di altre creature, anche se spesso la cosa non è reciproca. Anche se emanano un cattivo odore e possono eseguire mosse Veleno pericolose, questi esseri possono essere perfetti cani da guardia, nel caso in cui non vogliate un cane vero, dopotutto, quanti ladri vorrebbero entrare in una casa sorvegliata da un ammasso di fango vivente?!
La vera origine dietro l'esistenza dei Grimer fu oggetto di vari dibattiti negli ultimi decenni, ciò ha portato a varie discussioni e conclusioni errate. Alcuni sostenevano che i Grimer si sono originati dai fanghi presenti negli ambienti marini e nei corpi d'acqua dolce che sono stati esposti a radiazioni lunari, altri hanno ipotizzato un'origine più artificiale considerandoli delle armi biologiche. Recenti prove hanno finalmente dimostrato che i Grimer sono di origine completamente organica e sono dei ceppi mutati di amebe comuni, le quali si sono sviluppate per sopravvivere in ambienti estremamente tossici, ciò ha permesso che enormi quantità di queste creature potessero agglomerarsi fra loro; di conseguenza i Grimer altro non sono che ammassi di fango animati e manipolati per assumere qualsiasi forma e dimensione. Dal momento che gli organismi che compongono questi Pokémon prosperano in zone tossiche, dove spesso c'è del fango, queste creature amano vivere nelle fogne e nei pressi di fabbriche che rilasciano rifiuti tossici che usano per formare il loro corpo. Spesso la loro composizione è così nociva da compromettere la crescita di vegetazione ovunque essi striscino per mesi, ciò significa che non solo i Grimer rilasciano un odore tutt'altro che piacevole, ma possono auto-replicarsi creando nuovi Grimer se pezzi di loro si staccano e con il tempo riescono ad aumentare di volume creando addirittura nuove tossine grazie all'unione di altri pezzi. Tutto ciò ha reso questa specie una seria minaccia per le zone urbane di alcune regioni Asiatiche, visto che a causa loro ci sono stati almeno due episodi di blackout in quanto si sono infiltrati in alcune centrali elettriche provocando malfunzionamenti nei macchinari mentre erano alla ricerca dei rifiuti tossici di cui si nutrono.
Nonostante la loro disgustosa composizione, i Grimer sono tra i Pokémon più amichevoli che un allenatore potrebbe trovare in natura, anche perché sembrano essere attratti dagli umani, specialmente i bambini. Non si sa perché abbiano questa preferenza, ma s'ipotizza che essendo loro più inesperti ed amichevoli rispetto agli adulti, non sapendo della reale composizione dei Grimer non si fanno problemi a giocare o stringere amicizia con loro; fortunatamente toccare un Grimer raramente è pericoloso, visto che il loro corpo è rivestito da una sottile pellicola che li protegge dal calore e sono molto rari gli esemplari che possono avvelenare solamente con il contatto fisico, ciò però non vale per la loro evoluzione, quindi i Grimer sono sia una benedizione che una maledizione per chiunque ne voglia uno come Pokémon domestico. Anche se facili da allenare e dal comportamento amichevole, i Grimer impiegano parecchio tempo per apprendere gli attacchi Veleno naturalmente, e farli combattere può risultare difficile fino ad allora, tuttavia hanno una buona vitalità e forza fisica e riescono a combattere sfruttando l'attacco Botta fino ad allora.

E' noto che i Grimer sono una delle poche specie di Pokémon che possiedono una variante unica della regione di Alola. In questa regione queste creature sono classificate di tipo Veleno/Buio e sono molto più comuni esemplari con l'abilità Velentocco, altri invece hanno l'abilità Voracità o in esemplari rarissimi Forza Chimica; inoltre possono apprendere le mosse Morso, Acidobomba, Velenodenti, Privazione e Sgranocchio al posto di Fangosberla, Fango, Pantanobomba, Fangobomba e Fangonda. Quando la regione di Alola iniziò ad industrializzarsi, dichiarò che la quantità totale di rifiuti prodotta in base giornaliera era troppa per essere gestita e i cittadini non sapevano più dove mettere la spazzatura. Anche se riluttanti, i cittadini alla fine decisero di importare i Grimer dall'Asia al fine di ripulire il disastro e rimuovere tutti i rifiuti, cosa che ha anche portato alla nascita di Trubbish in alcune isole. Dato che queste creature erano abituate a cibarsi solo di fango e sostanze simili, con questa nuova dieta la composizione del loro corpo cambiò drasticamente fino a che non erano composti prevalentemente da rifiuti organici e altri rifiuti diluiti dal denso fango, per questo motivo hanno perso la capacità di apprendere naturalmente mosse di tipo Veleno legate al fango, ma in compenso per motivi non del tutto chiari, hanno iniziato ad apprendere mosse Buio, perciò sono stati classificati come tipo Buio secondario. C'è da notare inoltre che il contatto diretto con il loro corpo non è più pericoloso grazie ai cristalli che si formano in bocca (motivo per cui possono apprendere mosse legate ai morsi); in questo questi cristalli sono enormi grumi di tossine residue cristallizzate dai rifiuti divorati e se rotti possono rilasciare un letale gas tossico. Dunque non sono considerati parassiti dal momento che non diffondono alcuna malattia differentemente dalla loro variante normale, ma è comunque consigliabile tenere sempre sotto controllo i Grimer di Alola, dando loro da mangiare la spazzatura di cui vanno tanto ghiotti. Oggi oltre un centinaio di esemplari vengono adoperati dai servizi di smaltimento rifiuti e dalle stazioni di riciclaggio presenti in tutte le isole, senza la necessità di erigere nessuna discarica.
Nonostante non siano le creature più affascinanti o sopportabili da avere vicino, i Grimer sono comunque organismi potenti che possono fare buon uso del loro corpo tossico per combattere. Difficilmente gli allenatori ne vogliono avere uno, anche solo per provarli, ma considerando il loro habitat, possono combattere in maniera senza dubbio superiore a quella di moltissimi altri giovani Pokémon Veleno. State attenti se ne prendete uno per vostro figlio: inizialmente eccetto emanare un odore sgradevole, possono sembrare esseri giocosi e divertenti, ma una volta evoluti in Muk, la cosa potrebbe diventare pericolosa!

Muk

Sugimori 089.png20940b_00a6d97e6a3b423a8070a1f990408080~mv2.png

Spoiler

Muk (noto come Pokémon Melma) è un Pokémon relativamente raro di tipo Veleno (Veleno/Buio nella regione di Alola) che vive nei pressi delle fabbriche, in zone urbane ed edifici abbandonati delle regioni di Kanto, HoennUnima ed Alola anche se raramente è stato visto nella regione di Sinnoh. Mentre i Grimer sono amichevoli verso le persone e non danno molto fastidio, i Muk sono l'esatto opposto e assieme agli Weezing sono i Pokémon più pericolosi che gli specialisti Erba possano mai affrontare (ma anche per ogni altro allenatore). Anche se non sono così grandi e pesano come i normali Grimer, non sottovalutateli: fateli arrabbiare e vi annegheranno nel loro stesso fango, cosa che neppure i Grimer erano in grado di fare!
Quando le colonie di amebe che compongono il Grimer aumentano fino a raggiungere il limite del fango che formano il Pokémon, questo inizia a comprendere le nozioni più complesse, come rabbia e solitudine, il che scatena l'evoluzione in Muk. Anche se la quantità di fango è la medesima di quella della pre-evoluzione, questo è più malleabile e flessibile permettendo addirittura a questi Pokémon di galleggiare in acqua, ciò inoltre aumenta la concentrazione di tossine nel loro corpo al punto che i Muk possono addirittura essere mortali, forse addirittura più nocivi dei gas tossici rilasciati dagli Weezing. Differentemente dai Grimer, i Muk non possiedono una pellicola che ricopre il loro corpo garantendo protezione dalle loro tossine, questo perché non più vulnerabili al calore tanto che amano le calde estati, motivo per cui toccarli il più delle volte può causare una forte nausea, perfino il terreno su cui strisciano non è più al sicuro, visto che la terra diverrebbe sterile al punto che per più di tre anni non crescerebbe più nulla. Fortunatamente le tossine più pericolose e mortali sono contenute all'interno del loro corpo, ma se mai una parte del loro corpo dovesse separarsi, essa potrebbe essere rilasciata; una sola goccia può rendere uno stagno in una rancida pozza incapace di sostenere la vita. I Muk inoltre emettono un fetore molto più intenso di quello dei Grimer (specialmente in estate) e dal momento che amano nutrirsi di rifiuti tossici, è facile trovarli nei pressi di fabbriche o centrali elettriche e la loro presenza è ben evidente.
Ciò che rende i Muk veramente pericolosi è il loro odio verso le altre forme di vita, al punto che sono incuranti di qualsiasi cosa; pare che le esperienze passate abbiano portato questa specie a provare disprezzo verso le altre specie, tanto che neanche si preoccupano delle piante o dei Pokémon che accidentalmente o volontariamente uccidono con il loro veleno e controllarli in battaglia è spesso difficile. Alcuni sospettano che in realtà, dal momento che l'alta concentrazione di tossine che hanno nel corpo li ha portati a perdere il senso dell'olfatto, loro neanche si rendano conto di quanto siano pericolosi, ciò ha portato parecchie città a tentare di sterminare questi Pokémon ovunque ci siano dei Grimer, dato che sono i responsabili di molte zone inquinante del 20° secolo, la regione di Kanto in particolare ancora combatte per sterminare i Muk selvatici che contaminano alcune città. Alcune cittadine ospitano senza problemi i Muk, dal momento che ripuliscono la zona divorando la spazzatura per strada, ma nella stragrande maggioranza dei casi la gente ha paura della minaccia che rappresentano. Fortunatamente moltissimi esemplari di Muk selvatici sono morti negli ultimi anni, ciò è dovuto all'avvento di deterrenti e combustione dei rifiuti diminuendo la quantità di rifiuti rilasciati dalle fabbriche. L'ultima grande epidemia di Muk è avvenuta all'inizio del 1990: in questo incidente, noto come "La Grande Epidemia di Muk a Kanto", furono scoperti centinaia di Muk negli impianti sotterranei della regione dove venivano trattati i rifiuti abbandonati; quando l'uomo ha scoperto la loro tana si sono avventati contro tutta la regione causando distruzione. Quasi tutti gli esemplari furono distrutti o uccisi e solo qualche decina riuscì a salvarsi nascondendosi o venendo catturati dagli allenatori, fatto sta che i danni di quell'incidente non sono stati del tutto risolti e ancora oggi la gente preferisce tacere su quell'evento.

E' noto che i Muk sono una delle poche specie di Pokémon che possiedono una variante unica della regione di Alola. In questa regione queste creature sono classificate di tipo Veleno/Buio e sono molto più comuni esemplari con l'abilità Velentocco, altri invece hanno l'abilità Voracità o in esemplari rarissimi Forza Chimica, inoltre possono apprendere le mosse Morso, Acidobomba, Velenodenti, Privazione e Sgranocchio al posto di Fangosberla, Fango, Pantanobomba, Fangobomba e Fangonda. Proprio come la loro variante normale, i Muk di Alola sono insaziabili divoratori di rifiuti con un appetito tale da divorare qualsiasi cosa se mai dovessero soffrire la fame; si crede che questo loro comportamento sia dovuto all'incapacità di controllare le proprie tossine interne, dal momento che la loro dieta composta da rifiuti di ogni tipo ha portato alla creazione di nuove tossine per la specie che non solo conferiscono loro un immenso potere, ma potrebbero anche innescare lievi episodi psicotici nel caso in cui dovessero sentire fame. E' interessante notare che i cristalli tossici che prima si formavano solo in bocca, ora ricoprono un'area più vasta del loro corpo, ma il gas all'interno di essi è sempre di una tossicità letale e combattere contro di loro è più pericoloso che contro un normale Muk, dal momento che questi cristalli non sono incollati stabilmente e possono staccarsi facilmente, potendo creare pericoli mortali in battaglia, ecco perché sono in pochi ad avere il coraggio anche solo di avvicinarsi a loro durante la lotta. Nonostante questi problemi, i Muk di Alola sono più rispettati che temuti dagli abitanti della regione a causa di tre fattori: per prima cosa il materiale che divorano cambia ogni giorno, causando alterazioni al loro fango anziché produrre materiali di scarto, ciò non solo conferisce loro attributi del tipo Buio, ma anche una colorazione accattivante ed in continuo mutamento. Seconda cosa, differentemente dai normali Muk, i Muk di Alola riescono a contenere le proprie tossine al proprio interno con uno spesso biostrato che ricopre il loro corpo fluido, quindi li si può toccare senza alcun rischio, nemmeno quello che possano sprigionare cattivi odori. Terza cosa, ed anche più interessante, questi bestioni sono tranquilli e gentili ed è rarissimo che causino qualche problema all’uomo o ad altri Pokémon, eccetto quando stanno morendo di fame, cosa che accade solo se non mangiano da parecchio tempo, a quel punto possono anche divorare mobili o altro, ma questo è un piccolo inconveniente, considerando gli enormi benefici che queste creature forniscono.
Temuti per la loro forza fisica e per il devastante arsenale di mosse Veleno che possiedono, i Muk sono senza dubbio creature feroci in grado di trasformare una foresta in uno sterile deserto semplicemente passandoci attraverso. Con una sorprendente resistenza agli attacchi speciali, accesso al devastante attacco Sporcolancio e con un corpo così nocivo che solo un folle oserebbe toccarlo, state certi che questi ammassi fangosi sono le peggiori cose che vi possano capitare in un vicolo buio. Se mai aveste voglia di prenderne uno, prendetevi a schiaffi e dopo essere sicuri di non avere qualche problema mentale e che possiate gestirli senza compromettere la loro salute, allora potete decidere se prenderne uno o meno!

Gastly

200px-Artwork092.png

Spoiler

Gastly (noto come Pokémon Gas) è un comune Pokémon di tipo Spettro/Veleno che vive nei palazzi abbandonati, nelle foreste e nei cimiteri delle regioni di KantoJohtoSinnohKalos ed Alola, anche se raramente è stato visto nella regione di Unima. Essi sono spesso temuti dagli allenatori più giovani a causa del loro volto spaventoso e dalle potenti tossine, sono avversari ingannevoli e spesso si rivelano avversari più difficili da sconfiggere di quel che sembrano. Anche se non possono ferire agli altri fisicamente o fare del male in altro modo è consigliabile tenere una certa distanza da loro, infatti si consiglia di affrontarli ad una certa distanza per evitare di respirare il fumo prodotto da questi spiriti!

Anche se la maggior parte degli Spettri riesce a creare una forma fisica per manifestarsi nel nostro mondo, i Gastly e gli Haunter mantengono questa forma fisica al minimo per poter usare al massimo i loro poteri spirituali, infatti il corpo di un Gastly o di un Haunter è formato dal 95% di gas quasi invisibile e dall'odore dolciastro mentre il restante 5% è composto dalle anime degli individui che sono morti avvelenati dallo stesso gas e da elementi metallici pesanti che sono stati magnetizzati per facilitare la levitazione, ecco perché la famiglia evolutiva di Gastly ha la capacità di levitare. Siccome non devono sostenere una grande forma fisica i Gastly e gli Haunter possono facilmente passare attraverso gli oggetti forzando i loro atomi attraverso l'oggetto da attraversare, anche se spesso lo smontaggio molecolare risulta un processo difficile e spesso quasi impossibile per i Gastly è un processo semplice facilitato anche dalla loro energia spirituale. A causa di questa fisicità ridotta i Gastly e gli Haunter hanno una resistenza e una forza fisica estremamente bassa, ma in compenso sono molto veloci ed hanno un attacco speciale molto elevato per Pokémon come loro. Essi tendono ad essere estremamente deboli, questo è dovuto al fatto che la sua forma fisica è estremamente debole e anche un lieve vento riesce a smontare le molecole di un Gastly che rimane in questo stato per circa cinque secondi. Per questo motivo non è difficile vederli dentro abitazioni o addirittura in grossi gruppi per rendere la loro forma fisica più stabile sotto i cornicioni durante le tempeste.

Siccome questi Spettri non possono arrecare molto danno fisicamente hanno sviluppato grandi poteri spirituali e psichici per poter manipolare brutalmente l'avversario. La famiglia evolutiva di Gastly è molto famosa in quanto è la specie di Pokémon che impara in tenera età la mossa Mangiasogni (solo gli Spiritomb la apprendono in un età ancora più precoce) e quindi sono Pokémon che sfruttano questo attacco benissimo, questo non c'è da stupirsi considerando che la famiglia evolutiva dei Gastly si nutre di sogni e paura, ma è comunque strabiliante considerando che questa devastante mossa viene appresa da loro anche se non sono di tipo Psico. I Gastly sono noti anche per la loro capacità  di creare illusioni per poter confondere i loro avversari, queste illusioni possono variare ad illusioni pacifiche che servono per calmare il nemico o in veri e propri incubi che possono letteralmente portare il nemico alla morte, tuttavia questa capacità  di solito la possiedono solo i Gastly di una certa età quindi gli allenatori non devono preoccuparsi più di tanto. La cosa che rende tuttavia questo tipo di Pokémon molto pericoloso è il loro stesso corpo il cui 95% è formato da gas, questo gas è intriso di energia spirituale allo stato puro ed essendo un materiale i cui esseri viventi non sono abituati a respirare i risultati sono estremamente tossici, quando un Gastly avvolge la preda con il suo corpo il gas tossico e spirituale del suo corpo penetra nella pelle del nemico e va ad intaccare il sistema nervoso che gli provoca uno shock tossico, perfino Pokémon massicci come un Donphan adulto dopo due secondi sviene a causa del gas e quindi i Pokémon più piccoli rischiano seriamente la morte con esso, quindi grazie ad esso un Gastly può finire rapidamente uno scontro se il suo obiettivo è quello di uccidere il nemico. Loro si rivelano avversari temibili e mortali per qualunque Pokémon non si protetto da un'armatura naturale (come i Pokémon Acciaio).

Anche se i Gastly possono sembrare solo un ammasso di aria calda (che in un certo senso è cosi) essi sono creature feroci se provocate e possono sopraffare facilmente gli allenatori più giovani e inesperti non abituati ai loro attacchi speciali e alle loro abilità ingannevoli. Se sei un Medium e quindi in contatto con l'oltretomba o anche un normale allenatore che vuole potenti Pokémon offensivi allora non devi perdere l'occasione di catturare questa creatura spettrale. Si consiglia di non essere troppo emotivi con questo Pokémon, se voi vorreste un abbraccio da lui, ma è altamente improbabile che vi sentirete meglio dopo averglielo dato...o forse non sentirete proprio nulla!

Haunter

200px-Artwork093.png

Spoiler

Haunter (noto come Pokémon Gas) è un Pokémon non molto comune di tipo Spettro/Veleno che vive nei palazzi abbandonati, nelle foreste e nei cimiteri delle regioni di KantoJohtoSinnohKalos ed Alola, anche se raramente è stato visto nella regione di Unima. Esso è temuto da molti a causa dei suoi trucchi subdoli e della sua lingua paralizzante, gli Haunter sono spiriti oscuri con un elevato attacco speciale, anche se non è in grado di resistere ad assalti diretti, tuttavia ci vuole un gran coraggio per avvicinarsi ad uno di questi Pokémon, nel caso tu lo abbia saprai cosa significa farsi leccare letteralmente l'anima!

Anche se la maggior parte degli Spettri riesce a creare una forma fisica per manifestarsi nel nostro mondo, i Gastly e gli Haunter mantengono questa forma fisica al minimo per poter usare al massimo i loro poteri spirituali, infatti il corpo di un Gastly o di un Haunter è formato dal formato dal 95% di gas quasi invisibile e dall'odore dolciastro mentre il restante 5% è composto dalle anime degli individui che sono morti avvelenati dallo stesso gas e da elementi metallici pesanti che sono stati magnetizzati per facilitare la levitazione, ecco perché la famiglia evolutiva di Gastly ha la capacità di levitare. Siccome non devono sostenere una grande forma fisica i Gastly e gli Haunter possono facilmente passare attraverso gli oggetti forzando i loro atomi attraverso l'oggetto da attraversare, anche se spesso lo smontaggio molecolare risulta un processo difficile e spesso quasi impossibile per i Gastly è un processo semplice facilitato anche dalla loro energia spirituale. A causa di questa fisicità ridotta i Gastly e gli Haunter hanno una resistenza e una forza fisica estremamente bassa, ma in compenso sono molto veloci ed hanno un attacco speciale molto elevato per Pokémon come loro. Gli Haunter hanno un leggero vantaggio rispetto ai Gastly, infatti loro hanno una struttura atomica più stabile senza compromettere la loro intangibilità , ciò conferisce loro forza fisica, resistenza e mobilità maggiori, inoltre essendo più stabili possono usare molti più attacchi fisici rispetto ai Gastly (come ad esempio Pugnodombra) rendendoli più versatili in battaglia.

Gli Haunter hanno anche la capacità di usare la mossa Mangiasogni che gli consente di nutrirsi con energia spirituale, anche se hanno perso la capacità  di manipolare il loro corpo come una nuvola di gas, questo corpo più stabile consente loro di assorbire l'energia molto più in fretta, infatti usando la loro lingua per l'attacco Leccata che riesce a far filtrare l'energia spirituale direttamente dalla vittima. La lingua di un Haunter ha la stessa composizione del gas tossico di un Gastly, ma siccome ormai la sua forma è semi-fisica l'attacco risulta più letale, anche se loro a volte leccano anche come segno di amicizia sperando che tale gesto aumenti l'affinità. Se la vittima è a portata di mano, un Haunter la leccherà  all'istante con la lingua gassosa iniziando dal torso fino alla faccia in modo da garantire che le tossine si spargano per tutto il corpo per massimizzarne l'effetto della leccata, permettendo cosi all'Haunter di assorbire una maggiore quantità di energia spirituale garantita anche dalle tossine che intaccano il sistema nervoso paralizzando la vittima dai brividi che potrebbe causare anche la morte. Fortunatamente gli Haunter non sono bravi a nascondere le loro intenzioni quando sono malvagie, quindi se si ha un minimo di buon senso bisogna stare alla larga da loro per evitare un destino a dir poco macabro, tuttavia bisogna stare attenti perché un semplice tocco di un Haunter può riprodurre gli stessi effetti anche se in scala molto ridotta, ma può risultare comunque pericoloso, specialmente dalla loro natura burlona che tende a spaventare la gente toccando una spalla di una persona da dietro. Se si vuole evitare di incontrare un Haunter bisogna stare alla larga da luoghi bui di giorno e non andare in giro di notte siccome loro sono notturni e odiano la luce del sole.

Anche se non sono tra i migliori Pokémon per resistere ai danni o per durare per lotte lunghe, gli Haunter potrebbero risultare feroci e quindi gli allenatori devono stare attenti ad evitarli, specialmente quelli selvatici. Se si subisce una Leccata si andrà  incontro a forti brividi e pessimi malori che potrebbero essere davvero pericolosi da affrontare per alcuni allenatori, di certo questi demoni spettrali non sono adatti ai deboli di cuore. Se volete uno di questi mostri gassosi per colpire duro e rapidamente allora fatevi avanti, tuttavia è meglio non catturarne uno molto affettuoso o la vostra amicizia potrebbe durare meno del previsto!

Gengar

200px-Artwork094.png220px-094MGengar.png

Spoiler

Gengar (noto come Pokémon Ombra) è un raro Pokémon di tipo Spettro/Veleno che vive nei palazzi abbandonati, nelle foreste e nei cimiteri delle regioni di KantoJohtoSinnohKalos ed Alola, anche se raramente è stato visto nella regione di Unima. Spaventoso a vedersi e malvagio in ogni modo immaginabile, i Gengar sono spiriti voraci che amano nascondersi nelle ombre altrui per rubarne l'energia spirituale e nel contempo spaventarne il proprietario. Anche se non è affatto resistente per le battaglie, risulta essere molto furtivo e quindi puoi star certo che se lo incontri non smetterai di sognartelo la notte cosi presto!

Quando un Haunter è esposto a determinati campi energetici, come quelli emessi nei dispositivi per lo scambio, il corpo gassoso si ricompone in una forma che sia molecolarmente stabile e abbastanza fisica, in modo da poter alterare le proprietà fisiche e le abilità in battaglia. Questa stabilizzazione rende Gengar una creatura di terra priva della precedente capacità di galleggiare in aria, tuttavia avendo il corpo composto dagli stessi elementi, può ancora levitare per un periodo di tempo limitato. Il cambiamento impedisce a Gengar di poter infondere nel nemico le proprie tossine nella carne della vittima, tuttavia in cambio ha ottenuto grandi capacità offensive e difensive oltre al fatto di essere diventato molto più veloce del suo stadio precedente. Ma per il resto le sue capacità e attacchi rimangono invariati. Siccome ormai non è più possibile attaccare o assorbire energia manipolando il proprio corpo, i Gengar sfruttano sopratutto la mossa Mangiasogni per poter nutrirsi di energia, ma possono usare anche la paura per poter assorbire energia o nei casi più disperati lanciare una Maledizione (il che risulta anche parecchio doloroso anche per Gengar stesso, ma ne trae un grande vantaggio se la maledizione dura a lungo). Le persone vedono i Gengar in due modi differenti nella nostra società moderna, alcuni li vedono solo come mostri e niente di più, ma certi allenatori vedono i Gengar come Pokémon amichevoli una volta stabilito un rapporto con esso e in questo caso risulta meno pericoloso dei suoi stadi precedenti.

Poiché la loro forma è abbastanza solida, i Gengar necessitano di assorbire una notevole quantità di calore per poter mantenere la loro forma fisica, questo procedimento abbassa la temperatura dell'area circostante di almeno 5°C. Siccome i Gengar sono generalmente notturni riescono a nascondersi durante il giorno con molta più facilità rispetto ai Gastly e gli Haunter, ciò per una capacità  ottenuta con l'evoluzione, ovvero la capacità di nascondersi nelle ombre, infatti destabilizzando temporaneamente la propria struttura atomica (processo usato in precedenza per passare attraverso gli oggetti) e concentrandosi in un piano relativamente bidimensionale, Gengar può diventare una vera e propria ombra, forma che può prendere per qualche minuto. Questa capacità  viene usata spesso dai Gengar per avvicinarsi furtivamente alla gente o ai Pokémon durante la notte o durante il tramonto per poterli spaventare, infatti i Gengar si nasconderanno nelle ombre della loro vittima per poi attendere quando essa ha ottenuto una certa sicurezza mentale (si crede che loro possano capirlo captando l'attività  elettrica del cervello della vittima) per poi scivolare rapidamente nel terreno davanti alla vittima facendole credere che la propria ombra abbia preso vita per poi sbucare fuori dal terreno, nell'istante in cui la vittima è paralizzata dalla paura, Gengar ne approfitta per assorbire una piccola quantità d'energia vitale per poi sparire nuovamente nell'ombra, tuttavia se la vittima dovesse svenire dallo spavento Gengar può assorbire una quantità  di energia maggiore sfruttando la mossa Mangiasogni. Raramente un Gengar selvatico combatte, a meno che non sia strettamente necessario, tuttavia può risultare facile contrastare le sue sinistre buffonate passando subito all'offensiva, anche se la cosa può risultare difficile sopratutto di notte, a causa della loro capacità  di nascondersi fra le ombre. Per questi motivi è rischioso avventurarsi in luoghi bui di notte dove potrebbero vivere dei Gengar, specialmente quando non si conosce la zona o si è persi.

Si è scoperto che Gengar è una delle 46 specie di Pokémon note in grado di subire una MegaEvoluzione. Se si è in possesso di una Gengarite esso si può MegaEvolvere, ma questo procedimento non lo cambia molto, la loro massa fisica complessiva viene leggermente dissipata e in termini di costituzione fisica le loro dimensioni si riducono un po', tuttavia la mutazione della loro forma spirituale è tutta un'altra cosa. La MegaEvoluzione riorganizza la forza energetica e l'energia spirituale di un Gengar per poterla concentrare in una forma molto più forte, ciò causa una deformazione nel corpo fisico della creatura ancorando alcune parti del suo corpo alla dimensione spirituale, la quale è velata agli occhi umani e può essere usata per nascondersi in qualsiasi momento, così facendo il corpo assume una forma più astratta sorretta principalmente da tre membra consentendogli di passare più facilmente attraverso gli oggetti proprio come i Gastly e gli Haunter. Sia queste tre membra che un nuovo occhio centrale ora fanno parte dell'anatomia del Gengar, inoltre concentra le perdite di energia spirituale in volumi di massa creando uno scudo d'energia tossica che può danneggiare qualsiasi Pokémon Spettro o Psico si avvicini ad essa. Il procedimento risveglia un senso di aggressività che li induce ad attaccare aggressivamente la vittima senza considerare danni causati a loro o alle persone circostanti, ciò li rende una vera e propria minaccia per quasi ogni specie di Pokémon e pericolosi perfino per gli umani coinvolti nella battaglia, ciò è dovuto al fatto che i propri sensi sono alterati, tanto da percepire qualsiasi forma di vita come fossero prede. In termini di statistiche questa deformazione primordiale (che li riporta nella loro effettiva forma spirituale) aumenta moderatamente resistenza, difesa speciale e velocità, ma l'incremento all'attacco speciale è spaventoso, ciò rende MegaGengar il Pokémon Spettro più veloce e con attacco speciale più alto e complessivamente è lo Spettro e il Pokémon Veleno non leggendario più potente in assoluto. La perdita di energia spirituale pura dovuta all'occhio e alle membra non consente più al Gengar di usare l'abilità Funestocorpo fino alla fine della mutazione, tuttavia questa energia che perde e che crea lo scudo tossico attorno impedisce a qualsiasi creatura di allontanarsi da Gengar, concedendogli un'abilità nota come Pedinombra, ciò serve anche per aiutare la limitata mobilità di Gengar che non deve essere confusa con agilità e velocità nei movimenti, perché esso è lo Spettro più veloce esistente.

Nonostante la mancanza di forza fisica e l'incapacità  di sopportare molti danni, i Gengar sono creature molto pericolose che possono facilmente infondere la paura nei cuori della gente ed i più deboli non riescono nemmeno a sopravvivere per scoprire quali siano le loro vere capacità. Escludendo le MegaEvoluzioni, i Gengar sono noti per essere comunque gli Spettri più veloci assieme ai Froslass e quelli con attacco speciale più alto tra i Pokémon Veleno. Vincere una battaglia contro un Gengar ben allenato è estremamente difficile per quanto si tenti. Se sei un tipo che adora camminare di notte, fate un favore a voi stessi ed evitare i luoghi poco trafficati se non potete proteggervi, altrimenti potreste scoprire che la vostra ombra non sta sempre accanto a voi!

Koffing

Artwork109.png

Spoiler

Koffing (noto come Pokémon Velenuvola) è un Pokémon relativamente comune di tipo Veleno che vive nei pressi di fabbriche, negli edifici abbandonati, vicino ai cumuli d'immondizia, nelle grotte e in ogni altro luogo che sia caldo e abbia odori forti delle regioni di Kanto, Johto, Hoenn, Sinnoh ed Unima. Temuti da molti per i loro gas tossici e il nauseabondo odore, nonostante i Koffing non abbiano molte capacità offensive, hanno una grande resistenza e possono rilasciare gas nocivi che solo i Pokémon Acciaio possono sopportare. Sebbene non si basino sulla forza bruta, imparerete a temerli dopo che avranno avvelenato il vostro Pokémon anche ad una distanza di 12 metri!
Non è certo se i Koffing siano organismi naturali o meno, dal momento che le loro origini non sono del tutto chiare (voci di corridoio affermano che siano armi biologiche sviluppate in una fabbrica di armi nascosta nelle foreste di Kanto), ma sembrano attratti dal calore e dai forti odori. Considerando che sono apparsi solo di recente in natura è possibile che, come per i Grimer, la loro creazione sia dovuta alla manipolazione dell'ambiente naturale da parte dell'uomo. All'interno dei Koffing sono presenti numerosi gas nocivi che possono diventare letali quando mescolati assieme, normalmente non sono tossici, ma solo puzzolenti. Anche se le sostanze presenti al loro interno differiscono ad ogni esemplare, gli idrocarburi infiammabili sembrano essere la sostanza più comune nei loro gas nocivi, il che suggerisce che le loro origini siano correlate all'uomo. Molti dei loro gas sono addirittura più leggeri dell'aria, motivo per cui possono levitare e sono gli unici Pokémon Veleno puri (assieme all'evoluzione Weezing) ad essere classificati con l'abilità Levitazione, ciò li rende deboli solamente agli attacchi Psico. Il gas da loro espulso, anche se non mescolato può provocare comunque lacrimazione, tosse e raffreddore a chiunque lo respira, mentre piccoli roditori ed insetti possono addirittura morire. Questi Pokémon inoltre non necessitano di molta energia per sopravvivere e possono prosperare anche in zone inquinate o maleodoranti (in particolare dove c'è molta spazzatura), luoghi dove loro usano i gas dovuti alla decomposizione e le tossine nell'aria come combustibile per vivere.
Nonostante la loro pelle sia molto densa, garantendo loro una notevole resistenza fisica, allo stesso tempo è molto sottile e flessibile tanto che controluce è possibile vedere il loro interno, riuscendo a notare che il loro corpo agisce come una pentola a pressione ed un mixer, infatti con l'espansione e la contrazione del corpo, i Koffing riescono a mescolare i gas tossici in maniera quasi illimitata, al punto che possono usare una quantità enorme di mosse basate sul gas come Smog, Pulifumo, Velenogas, Muro di Fumo e Nube. La tossicità dei loro fumi dipende molto dalla temperatura circostante visto che essa agisce come catalizzatore per le reazioni chimiche all'interno del loro corpo, permettendo addirittura di produrre tossine letali a velocità maggiori; come se non bastasse possono addirittura esplodere nonostante la densità della loro pelle, agendo come vere e proprie pentole a pressione viventi a causa della grande quantità di gas al loro interno e lo spazio ridotto, basta pensare che un unico Koffing contiene una quantità di gas tale da inghiottire una casa intera. Questa specie può anche divorare spazzatura per indurre a forti reazioni chimiche, decomponendo i rifiuti ingeriti per produrre nuovi gas che mescolano con quelli che possiedono già, creando fumi talmente nocivi che solo quelli della loro evoluzione Weezing possono essere più letali. Fortunatamente è facile capire quando attaccano visto che tendono a gonfiarsi prima di comprimersi per rilasciare i gas dai fori che hanno su tutta la pelle; questi gas spesso sono anche altamente infiammabili e tramite alcune reazioni con l'aria i Koffing possono sfruttare questa particolarità per usare Autodistruzione e mentre i Koffing possono facilmente rigenerare le ferite dovute a questa mossa, i nemici non sono così fortunati e possono addirittura morire sia per l'esplosione che per i gas rilasciati.
Nonostante non siano tra i combattenti più convenzionali tra i Pokémon Veleno, i Koffing restano potenti mostri in grado di far rabbrividire molti nemici dalla paura. Con la possibilità di esplodere e la possibilità di rilasciare nauseanti gas tossici, non c'è da stupirsi se i Ninja Boy li usano per le loro fughe strategiche. Se avete un amico incapace di sentire odori e che odia la presenza di altre persone, un Koffing è un regalo perfetto visto che nessuno oserà avvicinarsi a lui di 12 metri circa!

Weezing

Artwork110.png

Spoiler

Weezing (noto come Pokémon Velenuvola) è un Pokémon non molto comune di tipo Veleno che vive nei pressi di fabbriche, negli edifici abbandonati, vicino ai cumuli d'immondizia, nelle grotte in ogni altro luogo che sia caldo e abbia odori forti delle regioni di Kanto, Johto, Hoenn, Sinnoh ed Unima. Temuti particolarmente dagli specialisti Erba per i loro gas estremamente nocivi e tossici, i Weezing sono creature non molto intelligenti che volendo potrebbero invadere un'intera città con il loro gas senza alcun rimorso. Anche se possono fare ben poco contro i Pokémon Acciaio, tutti dovrebbero temere queste creature, specie se non potete superarli in velocità, senza contare che possono avvelenarvi anche a 30 metri di distanza, quindi spesso nemmeno la velocità può salvarvi!
I Weezing si trattano di uno di quei casi di autoclonazione o fusione tra più forme di vita: anch'essi sfruttano o una o l'altra per evolversi. In circostanze normali, quando un Koffing raggiunge una certa età o diventa particolarmente forte, inizierà a produrre molti più gas e siccome il corpo non può contenerli svilupperà una sorta di clone incompleto di se stesso evolvendosi in Weezing. Entrambe le teste contengono gas e sostanze tossiche differenti tra loro e ogni esemplare ne possiede di diverse, fatto sta che loro tendono a separare le tossine infiammabili da quelle più stabili, il motivo però non è del tutto chiaro. Anatomicamente parlando, i Weezing sono identici ai Koffing, eccezion fatta per le loro capacità combattive superiori e l'incapacità di apprendere Vortexpalla naturalmente in favore di Doppiosmash. E' interessante notare che tra le due teste vi è una terza unità collegata formando una sorta di strano triangolo, ma essa non contiene gas o altre sostanze e sembra che funga solo da contrappeso per mantenere l'equilibrio. Altre volte l'evoluzione è scaturita dall'unione di ben due Koffing che possiedono gas diversi (entrambi devono però avere una certa età o essere abbastanza forti), questo processo richiede più tempo e dopo pochi giorni le due creature si saranno fuse assieme potendo mescolare i propri gas. Ci sono stati avvistamenti di Weezing a tre teste, tuttavia questi esemplari sono estremamente rari.
Mentre i Koffing semplicemente apprezzano i forti odori della spazzatura, i Weezing ne sono ossessionati, per questo vivono dove possono divorare spazzatura particolarmente puzzolente, anche in luoghi abitati. Nelle grandi città i Weezing tendono ad essere notturni, visto che di notte possono intrufolarsi negli appartamenti e nelle case in modo da avere accesso alla spazzatura della cucina (che amano particolarmente per la presenza di spazzatura organica in decomposizione). Dal momento che la presenza umana a loro non importa minimamente, non fanno distinzione tra edifici abbandonati o abitati, ma a causa dei loro forti odori è quasi impossibile che possano nascondersi dagli occupanti, visto che sono molto più puzzolenti dei Koffing e possono addirittura svegliare una persona in sonno profondo che si trova parecchi piani sopra. Differentemente dai Koffing, i Weezing mescolano costantemente i loro gas per crearne di più letali, per questo le teste si gonfiano e si contraggono, in modo che la miscela sia omogenea; quando li espellono poi possono occupare un'area di 30 metri e forse anche di più, soffocando chiunque si trovi nel loro raggio d'azione. Quando vogliono possono addirittura gonfiarsi al punto tale da consentire all'aria di entrare e scatenare una reazione con i gas infiammabili per eseguire il tremendo attacco Esplosione, quando ciò accade i gas rilasciati a causa di essa si propagano di una portata maggiore del 50% del normale. Altro particolare interessante è che la tossicità dei loro gas è fortemente influenzata dalla temperatura ambientale (più fa caldo e più sono tossici) però differentemente dai Koffing, quando fa molto caldo i loro gas tendono ad avere un profumo gradevole, ma sono estremamente velenosi, tuttavia essi possono essere lavorati con l'acqua per rimuovere le sostanze nocivi e creare fragranti profumi, i quali sono molto apprezzati dall'alta società.
Nonostante l'aspetto disgustoso e le capacità tossiche, i Weezing sono esseri fedeli che possono sopraffare i nemici sfruttando i loro gas velenosi e sopportare i danni grazie alla loro alta resistenza. Inoltre sono i Pokémon in grado di usare le più letali mosse Muro di Fumo, Velenogas, Smog e Polifumo fra tutte le specie esistenti, non a caso infatti la gente teme per i propri polmoni quando ne vede uno. Se non avete un Pokémon Acciaio, non affrontate questi mostri, altrimenti a causa loro il campo di battaglia odorerà peggio di qualsiasi discarica!

Spinarak

200px-Artwork167.png

Spoiler

Spinarak (noto come Pokémon Tela) è un Pokémon relativamente comune di tipo Coleottero/Veleno che vive nelle foreste delle regioni di Johto, Sinnoh, Unima, Kalos, Alola e nel Bosco Disegnato del Settipelago, anche se raramente è stato visto nella regione di Kanto. Sebbene non siano molto attivi, gli Spinarak sono creature astute che sfruttano le loro tele quasi invisibili per catturare le prede e mettere in difficoltà  i nemici. Si consiglia di stare molto attenti quando si viaggia in una foresta di notte: potreste ritrovarvi intrappolati nelle loro tele e liberarsi senza danni è molto difficile!

Anche se hanno subito delle mutazioni con il passare dei secoli, gli Spinarak sono ancora oggi considerati degli aracnidi perché mantengono gli stessi comportamenti dei loro antenati. Gli Spinarak riescono a camminare sulle pareti sfruttando degli artigli uncinati posizionati all'estremità  delle loro zampe, ma la loro capacità  più nota è la loro tela, molto sottile, ma incredibilmente resistente, viene usata per intrappolare i piccoli insetti di cui si nutrono, attendendo il loro arrivo pazientemente rimanendo nascosti. Se dopo giorni non riescono a catturare nulla nelle loro ragnatele, gli Spinarak inizieranno a cacciare le prede di notte per iniettare loro del veleno dalla loro bocca; il motivo per cui inizino a cacciare solo di notte non è del tutto chiaro, ma sembra sia per mantenere la loro presenza nascosta. Questi ragni sono molto intelligenti e sfruttano le loro tele come una sorta di sistema nervoso secondario: se avvertono una creatura troppo grande o pericolosa intrappolata nelle loro tele (se ne accorgono in base alle vibrazioni della tela), semplicemente la ignorano per costruire altre tele in zone differenti. 

Sebbene definirli aracnidi non sia proprio il termine più giusto, gli Spinarak e gli Ariados sono in grado di creare ragnatele attraverso le loro ghiandole, tale capacità  viene sfruttata in battaglia per eseguire le mosse Millebave, Rete Vischiosa e Ragnatela, va notato inoltre che la famiglia degli Spinarak (assieme a quella dei Joltik) è l'unica in grado di apprendere Ragnatela naturalmente. Altra capacità  molto interessante è il fatto che è tra le poche famiglie di Coleotteri in grado di esercitare l'energia psichica per usare attacchi come Psichico e sono anche gli unici Coleotteri in grado di usare l'attacco Ombra Notturna, il che potrebbe renderli difficili da gestire per gli allenatori più giovani.

Pazienti e silenziosi, gli Spinarak sono creature interessanti che possono essere molto utili per gli allenatori più giovani e gli specialisti Coleottero. State certi che qualsiasi avversario fisico verrà  intrappolato nelle loro ragnatele (eccezion fatta per i Pokémon Fuoco). Cosa davvero curiosa è che gli Spinarak si affezionano facilmente alla gente, ciò ha portato parecchie forze di polizia ad usare questi Pokémon anziché i Growlithe per catturare i ladri, visto che pochi di loro riescono ad eludere le ragnatele di queste astute creature!

Ariados

200px-Artwork168.png

Spoiler

Ariados (noto come Pokémon Lungazampa) è un Pokémon non molto comune di tipo Coleottero/Veleno che vive nelle foreste delle regioni di Johto, Sinnoh, Unima, Kalos, Alola e nel Bosco Disegnato del Settipelago, anche se raramente è stato visto nella regione di Kanto. Subdoli e astuti, gli Ariados sono esseri potenti che tessono tele sottilissime e resistentissime per monitorare l'ambiente e catturare le prede che sono poi condannate alle loro zanne velenose. Questi Pokémon non sono nemmeno lontanamente pazienti come quando erano degli Spinarak, ma con le loro capacità  di certo nessuno vuole incontrare uno di questi Coleotteri durante la notte!

Durante l'evoluzione degli Spinarak, una mutazione deforma e rende inutili le loro zampe posteriori, ciò impedisce loro di manipolare con facilità  le proprie tele, ma in compenso riescono a muoversi più velocemente e agilmente, per questo non sono più predatori passivi, ma attivi. Gli Ariados sono in grado di secernere la loro tela sia dalla bocca che dall'addome (che ora può essere usato anche per attaccare con Pungiglione), ciò rende la cosa terribile per qualsiasi creatura che cada nelle loro tele, specialmente durante la notte. Sebbene gli Ariados siano predatori notturni, sono molto intelligenti, tanto da distinguere se la preda catturata è comune o meno, in modo da approfittarne nel caso trovino una creatura più rara del solito; se è così, una volta raggiunta la preda, la avvolgono nella tela, per poi ucciderla con le zanne velenose che, a differenza degli Spinarak, possono essere sfruttate per usare le mosse Coleomorso e Velenotrappola. Per le prede più comuni la cosa è diversa: gli Ariados si limitano a liberarla, lasciando un piccolo filo di tela attaccato in modo da poterlo seguire finché l'ignara vittima non porta l'Ariados al nido, in cui massacra e divora l'intera famiglia; questo filo viene mantenuto nel caso in cui si trovasse in svantaggio, così da poter fuggire verso il suo territorio senza problemi.

Sebbene definirli aracnidi non sia proprio il termine più giusto, gli Spinarak e gli Ariados sono in grado di creare ragnatele attraverso le loro ghiandole, tale capacità  viene sfruttata in battaglia per eseguire le mosse MillebaveRete Vischiosa e Ragnatela, va notato inoltre che la famiglia degli Spinarak (assieme a quella dei Joltik) è l'unica in grado di apprendere Ragnatela naturalmente. Altra capacità molto interessante è il fatto che è tra le poche famiglie di Coleotteri in grado di esercitare l'energia psichica per usare attacchi come Psichico e sono anche gli unici Coleotteri in grado di usare l'attacco Ombra Notturna, il che potrebbe renderli difficili da gestire per gli allenatori più giovani.

Nonostante non siano tra i combattenti più forti, gli Ariados sono comunque creature molto pericolose in grado di legare qualsiasi avversario fisico con la loro tela (eccezion fatta per i Pokémon Fuoco). Essendo strateghi astuti ed esperti nell'arte dell'inganno, state certi che nessuno oserà  attaccare alla leggera questi Pokémon, con il timore che sia una trappola. Se avete qualche amico ninja, regalategli uno di questi bizzarri aracnidi, vedrete che saranno utilissimi per le sue missioni notturne!

Crobat

20940b_3515b910c78e437eacba9bf81be9e0ba~mv2.png

Spoiler

Crobat (noto come Pokémon Pipistrello) è un Pokémon raro di tipo Veleno/Volante che vive nelle grotte scure e nelle foreste delle regioni di Johto, Hoenn, Sinnoh, Unima, Kalos, Alola e nel Settipelago, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Kanto ed Auros. Silenziosi come la notte stessa e perfidamente veloci nel volo, i Crobat sono creature estremamente aerodinamiche che riescono a superare sia in astuzia che in velocità i loro avversari senza troppa fatica. Anche se non hanno capacità offensive o difensive particolarmente elevate, in velocità quasi non esiste nessun Pokémon Veleno in grado di battere questi bizzarri pipistrelli!

La famiglia di Zubat è composta da particolari pipistrelli che si nutrono di sangue; anche se occasionalmente possono cibarsi di piccoli insetti e, nel caso dei Golbat, di piccoli roditori, la loro dieta è composta principalmente dal liquido rosso che scorre negli esseri viventi, che si procurano perforando la pelle della vittima con le loro affilate zanne, per questo motivo gli Zubat appena nati già conoscono l'attacco Sanguisuga. Questi Pokémon sono noti per vivere in grandissimo numero nelle grotte di qualsiasi tipo, ma non perché sono notturni come molti pensano; gli Zubat infatti sono estremamente sensibili alla luce solare rispetto alle loro evoluzioni, ciò è dovuto alla loro pelle sottile ed esposizioni prolungate al sole possono portarli ad avere bruciature, per questo gli Zubat, i Golbat e i Crobat rimangono nelle grotte di giorno ed escono solo di notte, ma di solito questa routine tende a cambiare in base allo stadio evolutivo (i Golbat e i Crobat infatti sono molto più resistenti alla luce solare rispetto agli Zubat). Come altri pipistrelli, questi Pokémon fanno uso dell'ecolocazione per muoversi agevolmente nel buio individuando gli ostacoli, ma gli Zubat sono quelli che ne fanno più uso, mentre i Crobat tendono ad usarla per evitare gli ostacoli quando volano ad alta velocità, i Golbat invece usano questa tecnica solo per attaccare con Supersuono per confondere i nemici.

Sebbene i Golbat siano normalmente considerati lo stadio adulto della specie, gli esemplari che vengono ben curati, che passano una vita felice e che iniziano a dimenticare le loro tipiche abitudini aggressive e ad affezionarsi a qualcun altro, si sviluppano maggiormente (il perché è del tutto ignoto, ma pare sia legato alla loro genetica), evolvendosi quindi in Crobat. Questa evoluzione garantisce molti vantaggi che sono preclusi ai Golbat, come ad esempio lo sviluppo di un secondo paio di ali, le quali altro non sono che le zampe posteriori che si sono sviluppate, mentre dei lembi di pelle si sviluppano per formare delle pseudo-zampe per rimanere in equilibrio a terra. Con ben due paia d'ali, i Crobat sono in grado di alterare il loro battito senza creare forti spostamenti d'aria, al punto che non fanno nessun rumore, o almeno non percepibile dall'orecchio medio, ciò è molto utile sia in battaglia che in natura, visto che possono colpire o catturare insetti senza che l'opposizione si accorga di nulla per poi nascondersi di nuovo; come se non bastasse sono molto leggeri e basta una singola coppia d'ali per mantenerli in volo, di solito durante i lunghi voli sono soliti alterare la coppia usata quando si stancano. Grazie alla loro anatomia che li rende estremamente aerodinamici, possono non solo volare a velocità incredibili, ma anche apprendere l'attacco Velenocroce, il che li rende l'unico membro della famiglia evolutiva di Zubat in grado di fare affidamento su tutti i vantaggi della sua classificazione di tipo. A causa del loro estremo affidamento sulle ali per spostarsi, i Crobat hanno anche zanne più piccole rispetto ai Golbat, di conseguenza sono incapaci di bere il sangue e sono quindi costretti a divorare prede più piccole; inoltre le loro pseudo-zampe sono incapaci di camminare o permettere loro di appendersi e al massimo possono solo appoggiarsi sui rami, ma ciò non influenza minimamente le loro capacità combattive.
Anche se non sono terrificanti come la loro pre-evoluzione, i Crobat restano esseri letali in grado di sottomettere facilmente gli avversari grazie alla loro mobilità quasi insuperabile. Essendo i Pokémon Veleno più veloci (escludendo le MegaEvoluzioni) e potendo apprendere potenti attacchi velenosi sia fisici che speciali, qualsiasi allenatore troverà questi pipistrelli adatti per qualsiasi combattimento strategico. Se siete interessati, inoltre, possono addirittura trasportare il proprio allenatore con la grazia che manca alla loro pre-evoluzione e se prima facevano fatica con due paia d'ali, ora questo problema non esiste più!

Qwilfish

200px-Artwork211.png

Spoiler

Qwilfish (noto come Pokémon Pallone) è un Pokémon raro di tipo Acqua/Veleno che vive nei corsi d'acqua dolce e nei corpi d'acqua salata delle regioni di Johto, Sinnoh, Unima, Kalos e del Settipelago, anche se raramente è stato visto nella regione di Kanto. Nonostante non abbiano l'offensiva per poter arrecare gravi danni in battaglia, i Qwilfish restano comunque esseri pericolosi in grado di trasformare in un puntaspilli chiunque sia così stolto da avvicinarsi a loro. Certo, non hanno molti modi per attaccare e la loro mobilità  è assai deludente, ma provocarli significa venire avvelenati dalle loro spine tossiche, senza che possiate far nulla!

I Qwilfish sono dei pesci palla, cosa dovuta alla loro forma corporea e alle capacità  naturali. Essi sono mediamente corazzati, infatti hanno una difesa media, ciò è dovuto alla loro pelle elastica ricoperta da delle squame resistenti. Nella maggior parte del tempo hanno una forma tondeggiante e sono simili a dei palloni, eccetto per le spine ce hanno su tutto il corpo, ma se minacciati possono triplicare o addirittura quadruplicare la loro grandezza gonfiandosi per intimidire il nemico, se ciò non dovesse bastare, possono sempre contare sugli aculei velenosi; queste in realtà  non sono altro che delle squame che hanno sviluppato una forma diversa dal normale e che secernono una potente neurotossina in grado di paralizzare la vittima; in certe situazioni, possono usare la pressione dell'acqua ingoiata per espellere le spine e usarle come fossero proiettili ad alta velocità , con cui riescono addirittura a perforare le armature più deboli. Sebbene le spine vengano usate solo per scopi difensivi, possono essere sfruttate anche in battaglia per eseguire le mosse Fielepunte e Velenpuntura, il che li rende davvero pericolosi contro gli avversari più deboli.

Mentre potrebbe non sembrare, i Qwilfish sono davvero svantaggiati in acqua, dato che il loro corpo è perennemente tondo, rendendoli assolutamente inadatti al nuoto, fortunatamente però dispongono di una pinna caudale abbastanza forte da consentire loro di spostarsi, essa infatti è così forte da poter eseguire l'attacco Idrondata. Fatto sta che la forma tondeggiante rende difficile per loro spostarsi o nuotare in modo coordinato. Tramite MN questo problema può essere risolto in parte, se apprendono la mossa Surf, con cui riescono a coordinarsi meglio. In battaglia possono risultare utilissimi per sferrare attacchi a sorpresa, sia contro avversari acquatici che contro quelli terrestri, anche perché questi pesci possono sopravvivere sulla terraferma per almeno un paio di minuti senza dover tornare in acqua.

Certamente non sono tra i Pokémon Acqua o Veleno più potenti, tuttavia i Qwilfish restano esseri interessanti in grado di fornire agli allenatori un mix di mosse offensive e difensive che altri Pokémon Acqua possono solo sognarsi. Riuscire ad allenarli con le loro scarse capacità  di nuoto potrebbe essere difficile, ma con l'impegno e l'allenamento vedrete che si riveleranno combattenti formidabili. Quando vi trovate in acqua, state attenti a non avvicinarvi molto a loro: anche se le vostre intenzioni sono amichevoli... potreste addirittura finire al pronto soccorso!

Dustox

200px-Artwork269.png

Spoiler

Dustox (noto come Pokémon Velentarma) è un Pokémon non molto comune di tipo Coleottero/Veleno che vive nelle foreste e nei campi delle regioni di Hoenn e Sinnoh, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Kanto, Johto ed Unima. Visti in modo negativo dalla gente a causa delle loro cattive abitudini e della polvere velenosa, i Dustox sono esseri molto fastidiosi, il cui unico interesse è nutrirsi e vendicarsi. Possono risultare ottimi combattenti in certe occasioni, ma è meglio affrontarli a distanza, se non si vuole la faccia ricoperta da polvere velenosa!

Sin da quando emergono dal bozzolo, i Dustox diventano notturni in quanto è l'unico momento in cui sono al sicuro; infatti, sebbene siano fastidiosi, tutti i loro predatori naturali sono diurni e quindi ottengono un notevole vantaggio in fatto di sopravvivenza. Il motivo per cui sono visti così negativamente è per via delle loro abitudini molto maliziose e per il fatto che sono attratti dalla luce, finendo spesso per ritrovarsi in centri abitati, portando parecchi problemi a parchi e piantagioni varie se arrivano in sciami. Anche se le antenne sono ottimi radar per individuare piccoli insetti, questi Pokémon preferiscono nutrirsi di foglie, causando non pochi disagi all'uomo, anche perché viaggiano sempre in gruppo allo stato brado.

Altro fattore che ha portato molti a temere i Dustox sono le loro polveri velenose e le discrete capacità  psichiche. Quando volano, le loro ali rilasciano una polvere velenosa che causa parecchi problemi respiratori a chiunque stia troppo vicino a loro, ma se si sentono minacciati sbattono le ali per rilasciare una polvere ancora più nociva che causa danni molto gravi alla salute, specialmente se non trattata rapidamente, questa tecnica viene spesso usata per eseguire Tossina; oltre a questa mossa, le altre di tipo Veleno che possono apprendere in natura sono Velenoshock e Velenpolvere, ma nonostante questo numero esiguo, rilasciano veleno anche quando non fanno nulla, rendendoli pericolosissimi per qualsiasi forma di vita non immune al veleno che stia intorno a loro. Un aneddoto interessante è che i Dustox (assieme alla famiglia di Venonat) sono gli unici Pokémon Veleno in grado di apprendere Psicoraggio naturalmente, una mossa che li rende un pericolo considerevole contro qualsiasi Pokémon (eccetto quelli Buio, che tuttavia possono essere colpiti da Ventargenteo), aggiungete il fatto che apprendono Lucelunare naturalmente e che hanno una resistenza speciale abbastanza alta (per essere dei Coleotteri) e capirete perché sono così temuti.

Sebbene siano Pokémon pericolosi per la salute, i Dustox possono rivelarsi combattenti perfetti contro avversari di tipo Buio, Lotta, Folletto e addirittura contro altri Pokémon Veleno. Certo, non possono infliggere ingenti danni, ma qualsiasi allenatore giovane verrà  messo alle corde contro queste falene. Cercate di evitare Pokémon Roccia, Fuoco, Psico o Volante: sebbene siano molto potenti, non sono invincibili!

Roselia

200px-Artwork315.png

Spoiler

Roselia (noto come Pokémon Spina) è un Pokémon relativamente comune di tipo Erba/Veleno che vive nei campi erbosi e nelle foreste delle regioni di Hoenn, Sinnoh, Unima e Kalos, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Kanto e Johto. Anche se queste piante possono apparire belle ed eleganti, i Roselia sono anche avversari potenti in grado di mettere in difficoltà  l'avversario. Secondo molti la fragranza delle loro rose è dolce da morire, cosa che potrebbe realmente accadere se vi pungete con le loro spine velenose!

I fiori dei Roselia sono famosi in tutto il mondo perché sono un simbolo di bellezza ed eleganza, per questo motivo sono così popolari nelle gare Pokémon. Il colore delle rose di queste piante dipende molto dall'acqua che bevono: più è pulita e più i colori saranno brillanti, oltre al fatto che essi rilasciano un profumo meraviglioso e rilassante grazie al loro polline, il quale è molto diverso da quello tossico dei Budew, esso infatti possiede proprietà  curative, ma da cosa dipendano è ancora un mistero; studi al microscopio hanno dimostrato che questa sostanza riesce a combattere efficacemente infezioni e malattie, per questo possono apprendere la mossa Aromaterapia, che usano su loro stessi per diventare più forti. In battaglia sfruttano il loro profumo per distrarre i nemici, in modo da avere l'occasione di colpirli con le loro spine velenose che sono nascoste dentro ai fiori, infatti nonostante le ridotte dimensioni e l'aspetto innocente, in realtà  i Roselia sono avversari davvero temibili negli scontri ravvicinati. Oltre ad avere le spine dentro le rose in modo simile alle rose più comuni, questa specie possiede anche tre grossi aculei sul capo, tutte queste sono direttamente collegate al loro sistema nervoso così da consentire a queste piante di spararle contro il nemico. Il veleno prodotto dai Roselia è considerato tra i più letali al mondo e se avvelenati bisogna essere trattati immediatamente, in quanto se entra nel flusso sanguigno spesso può anche diventare fatale. Le due rose che possiedono hanno colori distinti perché contengono un tipo di veleno diverso: quelle blu contengono del veleno paralizzante, mentre quelle rosse delle neurotossine, il motivo per cui abbiano due tipi diversi di veleni non è molto chiaro, ma è possibile che sia dovuto al fatto che non vogliono uccidere, quindi tendono ad usare quasi sempre il veleno paralizzante (che è molto più facile da curare ed è molto raro che sia mortale); è sempre raccomandabile usare protezioni adeguate contro questi Pokémon, visto che per loro è facile penetrare la carne.

I Roselia sono noti perché è stata la primissima specie in assoluto ad aver scoperto la variante Cromatica prima di qualsiasi altro Pokémon, i Pokémon Cromatici infatti sono esemplari con colori diversi dal normale a causa di alcune mutazioni genetiche e sono di una rarità  assurda, per questo sono così ambiti tra i collezionisti. I Roselia sono tra le specie più inclini a tali mutazioni, specialmente se bevono acqua con grandi quantità  di sali minerali, il motivo di ciò non è ancora stato scoperto, ma molti ricercatori discutono ancora sulla questione. Sia come sia, i Roselia sono sempre stati ammirati anche dai popoli antichi, tanto che persino in quell'epoca vi era una grande ammirazione per gli esemplari dai colori anormali.

Certamente non sono i Pokémon Erba più potenti, ma i Roselia restano avversari pericolosi in grado di sottomettere Pokémon molto più grandi con solo un paio di punture. Se apprezzate le piante e volete un Pokémon che rappresenti questo vostro amore, allora difficilmente troverete un Pokémon migliore di Roselia. Averne uno a casa significa essere sommersi da un profumo che vi rilasserà  anche durante i periodi più stressanti; l'unica raccomandazione è di non strappare le loro rose dal corpo: anche se piccoli, l'uso della mossa Tossina spesso può rivelarsi mortale!

Gulpin

Artwork316.png

Spoiler

Gulpin (noto come Pokémon Stomaco) è un Pokémon non molto comune di tipo Veleno che vive nei campi erbosi e nelle discariche delle regioni di Hoenn e Kalos, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Kanto ed Unima. Con uno stomaco più grande di tutti i loro organi messi assieme, i Gulpin sono letteralmente stomaci viventi che divorano avidamente e digeriscono qualsiasi cosa entri nella loro bocca, quindi non stupitevi se mangiano una Poké Ball o una medicina, qualsiasi cosa è indistintamente del cibo per loro!
Anatomicamente c'è poco da dire sui Gulpin: quasi tutta la parte interna del loro corpo è occupata dallo stomaco e di conseguenza cervello e cuore sono estremamente piccoli e funzionano il minimo indispensabile per permettere a queste piccole creature di rimanere in vita, gli altri organi invece sono talmente piccoli che perfino un chirurgo esperto farebbe fatica a identificarli con chiarezza, quindi prendersi cura di loro è molto difficile. Non avendo quasi nessun tessuto muscolare o metabolismo, i Gulpin non riescono a mantenere per lunghi periodi l'energia necessaria per sostentarsi, per questo sono obbligati a mangiare in continuazione e siccome non possiedono le papille gustative, qualsiasi cosa ingurgitino va benissimo, anche se il suo sapore è terribilmente sgradevole. Se un Gulpin trova un oggetto che entri nella sua bocca, allora lo mangia senza esitazione, incluse pietre ed esplosivi, anche se questi ultimi non sarebbero poi così salutari per il Pokémon stesso.
Fortunatamente il loro appetito insaziabile è ben bilanciato dagli acidi incredibilmente potenti che producono, i quali possono sciogliere qualsiasi cosa in brevissimo tempo ed il motivo per cui i Gulpin sono classificati come Pokémon Veleno è proprio a causa di questi acidi potentissimi, con i quali, mescolandoli con ciò che è rimasto dei loro pasti, possono eseguire svariati attacchi basati sul fango e sull'acido. Un difetto che ha il loro apparato digestivo è che non possiede alcuna zona d'evacuazione, di conseguenza non espelleranno gas dal posteriore, ma dalla bocca; i gas da loro espulsi sono estremamente nocivi e contengono spesso tossine pericolose, tanto che la mossa Velenogas usata dai Gulpin e dagli Swalot è seconda solo alla famiglia evolutiva di Koffing. Nonostante ciò sono molto deboli in battaglia a causa delle loro capacità offensive e difensive molto scarse ed è quindi consigliabile non farli lottare in battaglie impegnative.
Anche se piccoli, i Gulpin sono creature terrificanti che non ci pensano due volte ad inghiottire il nemico se mai potesse entrare nella loro bocca. Sebbene non siano forti in lotta, di sicuro sono tra i Pokémon Veleno più vili esistenti: il loro aspetto potrebbe farli sembrare carini e Pokémon domestici perfetti... finché non proveranno ad ingoiare la vostra testa!

Swalot

Artwork317.png

Spoiler

Swalot (noto come Pokémon Velenosacco) è un Pokémon relativamente raro di tipo Veleno che vive nei campi erbosi e nelle discariche delle regioni di Hoenn e Kalos, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Kanto ed Unima. Famosi per le loro abitudini alimentari e per la resistenza impressionante del loro stomaco, gli Swalot sono esseri affascinanti in grado di sconfiggere i loro avversari... ingoiandoli. Se pensavate che i Gulpin avessero brutte abitudini alimentari e con grossi problemi digestivi, non avete ancora visto nulla. L'unica cosa peggiore di una creatura in grado di mangiare tutto... è una in grado di digerire tutto!
Gli Swalot sono creature semplici che solitamente vivono da sole e mangiano qualsiasi cosa possa dar loro piena energia (dal momento che i loro organi sono molto piccoli e che quasi non hanno metabolismo e tessuti muscolari). Grazie alle loro dimensioni, non hanno un'anatomia repressa come quella dei Gulpin e tendono ad essere calmi, preferendo vivere una vita in pace con gli altri, grazie all'aumento della loro funzioni mentali, ma quando sono a cacciasono forse tra i Pokémon Veleno più pericolosi, in quanto diventano estremamente voraci. Non avendo una grande forza fisica, gli Swalot colpiscono la preda con un liquido velenoso che espellono dalle ghiandole sudoripare, in questo modo la uccidono lentamente tramite delle sostanze chimiche, basti pensare che possono uccidere dodici Rattata con una sola spruzzata. Se il nemico dovesse sopravvivere, allora lo stordiscono con Corposcontro (attacco che apprendono appena evoluti), quando è abbastanza debole lo ingoiano intero, visto che sono sprovvisti di denti, a quel punto non c'è più speranza di sopravvivere.
Similmente ai Gulpin, gli Swalot divorano qualsiasi cosa entri nella loro bocca, e le dimensioni sono tali da poter ingurgitare addirittura dei pneumatici interi; con l'evoluzione inoltre sviluppano acidi gastrici ancora più potenti, tanto da superare quelli di qualsiasi essere vivente conosciuto. L'acidità di questo liquido è tale che non è possibile nemmeno determinare quali sostanze lo compongano (dato che scioglie rapidamente qualsiasi dispositivo per esaminarlo), ma si suppone che abbia un'altissima concentrazione di sostanze chimiche, quindi l'unica cosa che non riescono a digerire è il loro stesso stomaco. Tutto ciò porta ad un altro quesito: la composizione cellulare di questo organo, ma si può intuire che lo stomaco degli Swalot abbia un qualcosa nelle cellule in grado di annullare gli effetti dell'acido, tuttavia non essendoci macchinari in grado di esaminarli, tutto ciò rimane un mistero ancora insoluto.
Vederli in battaglia è raro, ma gli Swalot sono comunque creature pericolose, specie per Pokémon delle loro dimensioni o più piccoli. Anche se normalmente non possono fare molto, eccetto irritare gli avversari più grossi, normalmente non sono feroci. Se ne volete uno ricordatevi assolutamente di alimentarli costantemente, non vorrete finire sul telegiornale perché il vostro Pokémon è scappato e si è mangiato il figlio di qualcuno!

Modificato da Zarxiel

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme

Seviper

Artwork336.png

Spoiler

Seviper (noto come Pokémon Zannaserpe) è un Pokémon non molto comune di tipo Veleno che vive nei campi erbosi delle regioni di Hoenn, Unima e Kalos, anche se raramente è stato visto nella regione di Sinnoh. Feroci e pericolosi nei combattimenti corpo a corpo, i Seviper sono potenti rettili in grado di arrecare molti danni a chiunque non possa adattarsi al loro veleno. Sebbene non sembrino pericolosi, una volta colpiti dalla loro Velenocoda o Velenodenti, imparerete quanto possano essere letali, ma non fateli combattere contro un Zangoose, altrimenti lotteranno fino alla morte!
Anche se imparentati con gli Arbok, questi serpenti hanno parecchie differenze fra loro: i Seviper infatti non fanno affidamento sulla paura per sconfiggere i nemici, visto che hanno accesso a forti attacchi Veleno sin da piccoli e fanno affidamento specialmente su Velenocoda e Velenodenti. Indipendentemente da dove il nemico voglia attaccarlo, il risultato non sarà piacevole. Da una parte infatti hanno enormi zanne con le quali possono eseguire potenti attacchi Morso o Sgranocchio con cui danneggiare sia nemici privi di corazza che quelli non poco protetti, esse agiscono come lame in grado di perforare addirittura una lastra di ghiaccio, in questo modo possono facilmente iniettare un veleno letale nei nemici; dall'altra parte possiedono una lama in acciaio organico, la quale viene affilata costantemente sulle rocce e intrisa di un veleno in grado di uccidere le prede più piccole. Tutto ciò rende i Seviper attaccanti molto potenti e colpirli da vicino o a distanza è sempre pericoloso, dal momento che sono in grado di usare attacchi sia fisici che speciali altrettanto bene, seppure possono apprendere poche mosse. Come altri serpenti, i Seviper sono esseri astuti in grado di sconfiggere i loro avversari in intelligenza, il che permette loro di avvelenare anche i nemici più veloci senza difficoltà sfruttando Sguardo Feroce per immobilizzarli. Anche se non si basano sulla paura per combattere come gli Arbok, le capacità combattive dei Seviper sono indubbiamente superiori, risultando combattenti più letali della famiglia evolutiva di Ekans.

Sin dai tempi antichi che noi ricordiamo ancora, gli Zangoose e i Seviper erano acerrimi nemici e hanno sviluppato delle abilità per avere la meglio sul rivale. Gli Zangoose essendo delle manguste sono naturalmente inclini a nutrirsi di serpenti velenosi che normalmente nessun'altra creatura potrebbe mangiare e il loro bersaglio principale sono i Seviper. Questi d'altro canto sono parenti stretti del ben più conosciuto Arbok; in antichità questi furono cacciati fino all'orlo dell'estinzione da parte degli Zangoose finché non hanno sviluppato una coda-lama velenosa per poter difendersi da questi ultimi. Tale evoluzione ha portato i Seviper in netto vantaggio, visto che bastava un unico colpo con la coda per uccidere un Zangoose avvelenandolo, ma essi risposero a loro volta sviluppando l'abilità Immunità (rarissimi esemplari hanno invece sviluppato l'abilità Velenimpeto, che aumenta la loro forza fisica quando avvelenati), di conseguenza solo un colpo diretto agli organi vitali avrebbe potuto uccidere uno Zangoose. La cosa più sorprendente di questa rivalità è che è stata determinata dalla natura stessa e non appena un Zangoose o un Seviper si accorge della presenza del nemico, si combatteranno finché uno dei due non muore; tale rivalità è addirittura visibile nei loro corpi tramite i segni irregolari che hanno: studi hanno dimostrato che altro non sono che le cicatrici dei loro antenati che hanno ereditato geneticamente. Come ciò sia possibile non è del tutto certo, ma si è scoperto che possono trasmettere una sorta di eredità cellulare ai propri figli, incluso l'odio verso la specie rivale, una scoperta scioccante, specialmente per la comunità medica.

Nonostante non abbiano una potenza tale da essere una minaccia considerevole nella maggior parte delle lotte, i Seviper restano creature astute che possono facilmente fare a pezzi e mettere in ginocchio l'opposizione. Con un ottimo arsenale di attacchi dalla loro parte e con una coda temibile e zanne affilate, qualsiasi Pokémon deve stare attento nell'avvicinarsi a questi serpenti famelici. Se volete vedere una vera lotta senza esclusione di colpi, fateli lottare contro un Zangoose, ma sappiate che nessuno dei due si fermerà fino alla morte dell'altro!

Budew

200px-Artwork406.png

Spoiler

Budew (noto come Pokémon Germoglio) è un Pokémon relativamente comune di tipo Erba/Veleno che vive nei campi erbosi, nelle foreste e nelle zone vicino a fonti d'acqua dolce delle regioni di Sinnoh, Unima e Kalos, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Kanto, Johto e Hoenn. Anche se non possono fare molto in battaglia in quanto deboli per natura, sono comunque compagni perfetti per gli allenatori più giovani, anche perché sono tra i Pokémon Erba più facili da allenare. Affezionarsi a queste tenere piante è facile, ma conviene stare attenti, specie se possedete un esemplare con l'abilità  Velenopunto, altrimenti potreste avere gravi problemi!

I Budew solitamente vivono in zone con acqua limpida in cui si crogiolano al sole e nient'altro; quando rimangono molto tempo sotto la luce solare aprono il loro bocciolo lasciando uscire del polline, esso tuttavia è attualmente inutile al fine di riprodursi e ha proprietà  tossiche, provocando forti allergie e starnuti a chiunque lo inali. Essendo solo dei germogli e quindi ritrovandosi nello stadio infantile, non fanno quasi nulla, l'unica capacità  che non possiedono le loro evoluzioni è la possibilità  di usare Docciascudo. Nonostante questi limiti è possibile renderli combattenti decenti contro allenatori alle prime armi, specialmente gli esemplari con l'abilità  Velenopunto, ma è comunque necessario l'uso di MT o allenamenti specializzati. Durante i periodi freddi i Budew si sotterrano, visto che sono estremamente sensibili alle basse temperature, e riemergono solo in primavera, per questo vederli in inverno è quasi impossibile.

Solitamente in natura i Budew impiegano moltissimo tempo per evolversi ed è sempre necessaria l'esposizione alla luce solare; tuttavia, tramite adeguate cure e dando loro affetto, questa crescita può essere enormemente accelerata, ma l'esposizione al sole è sempre necessaria. Dentro il germoglio che hanno sulla testa vi sono i germogli che con l'evoluzione si svilupperanno nelle rose dei Roselia, ma essi vengono protetti in quanto molto sensibili alla temperatura e aperti solo in presenza della luce del sole; inoltre sono praticamente indifesi visto che l'unico modo efficace per sfuggire ai predatore è l'uso di Paralizzante. Nonostante questi problemi e il polline tossico, l'aroma prodotto dai Budew è molto apprezzato ed è per questo che vengono creati degli aromi per replicare l'odore di questi Pokémon, specialmente nelle regioni di Sinnoh, Johto ed Unima (ma vengono importanti in ogni parte del mondo).

Per molti non sono altro che dei germogli che camminano e nulla di più, in realtà  sono piante molto affettuose e perfette per i giovani allenatori per poter giocarci, oltre ad essere innocui (a patto che non abbiano Velenopunto come abilità ). Vedrete che con la pazienza e le giuste cure e attenzioni, questi esseri potranno crescere sani e forti molto presto, oltre a diventare potenti combattenti. Conviene tenerli sempre d'occhio: ovunque ci sia del sole non esiteranno ad aprire il germoglio facendo uscire il polline, anche se stanno in una metropoli affollata!

Roserade

200px-Artwork407.png

Spoiler

Roserade (noto come Pokémon Floreale) è un Pokémon relativamente raro di tipo Erba/Veleno che vive nei campi erbosi e nelle foreste delle regioni di Sinnoh, Unima e Kalos, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Kanto, Johto ed Hoenn. Queste piante possiedono tossine altamente letali, infatti i Roserade sono combattenti formidabili in grado di sfruttare l'inganno per attirare i nemici e colpirli con le loro spine velenose. Nonostante gli odori meravigliosi che emanano, state alla larga da loro, altrimenti vi ritroverete il collo avvolto da numerose spine!

Normalmente i Roselia non si evolvono ulteriormente visto che sarebbe già  il loro stadio adulto, ma se esposti alle radiazioni di una Pietrabrillo, avviene una mutazione a livello cellulare, che replica le cellule delle rose a ritmi velocissimi: quando questo processo è completo, il Pokémon è conosciuto come Roserade. In questo stadio i Roserade hanno una potenza offensiva molto superiore, rendendoli molto più letali di qualsiasi Roselia esistente, oltre al fatto che i Roserade possono utilizzare mosse altrimenti impossibili per le loro pre-evoluzioni come Campo Erboso, Velenotrappola e Palla Clima (grazie al controllo atmosferico che hanno ottenuto), inoltre possono anche apprendere Gigaimpatto ed Iper Raggio tramite MT, ma il perché i Roserade abbiano tutte queste abilità , nonostante anatomicamente somiglino ai Roselia, è tutt'ora un mistero; secondo alcuni, i Roselia erano in grado di evolversi in Roserade naturalmente e che quindi sia proprio questo il loro vero stadio adulto, ma con il tempo hanno smesso di evolversi senza l'esposizione a certe radiazioni.

I Roserade sono famosi per essere combattenti eleganti e allo stesso tempo mortali, in quanto sfruttano un veleno letale come arma primaria. Nascosti fra i mazzi di fiori che hanno al posto delle mani, vi sono delle liane ricoperte da aculei velenosi: spesso attirano la preda tramite l'uso dei loro profumi o con movimenti simili ad una danza, per poi legarla con le liane spinate e iniettare il veleno direttamente nel flusso sanguigno della vittima; inoltre, visto che questo veleno è molto più potente di quello dei Roselia, spesso risulta fatale per gli umani e i Pokémon. Come la loro pre-evoluzione, anche i Roselia hanno del veleno nelle spine delle loro rose che si distingue dal colore: le rose blu hanno un veleno paralizzante, mentre quelle rosse una neurotossina; il motivo di questi veleni distinti non è del tutto chiaro, si supponeva che fosse per limitare il numero di morti, ma è raro che una loro vittima riesca a sopravvivere senza una protezione adeguata, vista la potenza di queste tossine. Si può sapere quanto è pericoloso un Roserade dal profumo che emana, visto che esso viene prodotto dal veleno vaporizzato: più è dolce l'aroma e più sono concentrate le tossine.

Nonostante apprendano un numero limitato di mosse, i Roserade sono comunque pericolosissimi in grado di uccidere qualsiasi avversario non corazzato e con un attacco speciale davvero notevole. Oltre ad avere a loro disposizione Palla Clima, sono anche i Pokémon Erba non MegaEvoluti e non leggendari con l'attacco speciale più alto (assieme agli Exeggutor); inoltre anche i Pokémon Erba, Fuoco e Ghiaccio devono stare molto attenti contro queste letali piante, l'unica risposta sicura sono i Pokémon Acciaio: anche se vulnerabili alla Palla Clima durante le giornate assolate, almeno sono immuni al loro veleno!

Stunky

200px-Artwork434.png

Spoiler

Stunky (noto come Pokémon Moffetta) è un Pokémon relativamente comune di tipo Veleno/Buio che vive nei campi erbosi delle regioni di Sinnoh e Kalos, anche se raramente è stato visto nella regione di Unima. Anche se spesso possono essere troppo puzzolenti per la maggior parte degli allenatori, gli Stunky sono creature interessanti che possono dare del filo da torcere a qualsiasi Pokémon Psico. Se avete intenzione di prendere uno di questi Pokémon, allora è meglio che assumiate un veterinario prima di portarlo in luoghi pubblici: ciò non darà  alcun vantaggio combattivo, ma almeno potrete imparare a tenere sotto controllo il loro fetore!

Sebbene gli Stunky siano Pokémon di piccole dimensioni e che hanno poche potenzialità  offensive, non sono creature da sottovalutare visto che la loro capacità  naturale è quella che li ha resi temuti, ovvero il loro spruzzo puzzolente. Quando minacciati o in difficoltà  alzano le zampe posteriori per rilasciare uno spruzzo nocivo di sostanze chimiche da un foro presente alla base della coda in modo da far allontanare eventuali minacce; come si può immaginare, questo liquido rilascia un odore così forte da scacciare qualsiasi creatura che abbia un sistema olfattivo, questo perché il loro odore si percepisce da parecchi metri di distanza, perfino dalle creature con un naso poco sviluppato come gli umani. E' interessante notare che questo spruzzo è leggermente tossico e l'odore pungente può essere una conseguenza delle tossine presenti nella sostanza; liberarsene con mezzi esterni è impossibile, quindi bisogna attendere che il liquido si asciughi per non lasciare più quell'orribile odore, cosa che impiega circa 24 ore e ciò può risultare problematico per le persone importanti o semplicemente per rovinare tutti i piani di una giornata, ecco perché sono tra i Pokémon meno usati tra gli allenatori, anche nei tornei.

Sebbene siano classificati come Pokémon Veleno/Buio, hanno accesso agli attacchi del loro tipo solo quando vicini all'evoluzione, questo perché gli Stunky usano il loro spruzzo quasi esclusivamente per difesa dai predatori anziché come tecnica combattiva e ciò li differenzia dalla loro evoluzione Skuntank, in cui le tossine e gli agenti chimici sono abbastanza potenti da poter usare mosse come Acidobomba, mentre gli Stunky di solito si limitano con le mosse Sfuriate o Lacerazione in battaglia; questo è un altro fattore che li ha portati ad essere poco usati in lotta, in quanto non dispongono di mosse decenti per essere sfruttati in modo adeguato in lotta fino all'evoluzione, ma il fatto che siano deboli solamente agli attacchi Terra li rende avversari notevoli, tratto che mantengono anche gli Skuntank.

Di sicuro non sono molto potenti o versatili, ma gli Stunky sono creature fedeli al proprio allenatore e lo seguiranno in qualsiasi situazione. Anche se è necessario attendere per permettere loro di apprendere mosse decenti, possono risultare terribili combattenti una volta evoluti. E' consigliabile portarsi dietro dei tappi per il naso quando li usate: potrebbe sembrare sciocco, ma è l'unico modo per usare questi Pokémon senza rischi!

Skuntank

Skuntank

Spoiler

Skuntank (noto come Pokémon Moffetta) è un Pokémon non molto comune di tipo Veleno/Buio che vive nei campi erbosi delle regioni di Sinnoh e Kalos, anche se raramente è stato visto nella regione di Unima. Sebbene non siano tra i più potenti del loro tipo, gli Skuntank sono creature spietate che non si fanno scrupoli ad attaccare i loro nemici con il loro spruzzo nocivo. Anche se sono necessari i tappi per il naso per combattere con queste creature, questo è l'unico modo per usare queste puzzole senza effetti negativi!

Proprio come gli Stunky, anche gli Skuntank sono molto famosi per le loro abilità  naturali di rilasciare uno spruzzo puzzolente, ma c'è una grande differenza tra Skuntank e la loro pre-evoluzione: per prima cosa gli Stunky dovevano alzare le zampe posteriori per rilasciare il liquido da dietro, ma non potevano vedere il nemico, con Skuntank questo non è più un problema, siccome il condotto per il liquido è stato deviato per poterlo spruzzarlo dalla punta della coda, motivo per cui ora la coda la posano sempre sopra la schiena. Il condotto biologico della coda è posto vicino all'osso ed è formato in modo tale da velocizzare l'uscita potendo spruzzarlo fino a 160 metri di distanza, una vera impresa per qualsiasi creatura. Gli agenti tossici presenti nel liquido sono molto più potenti di quello degli Stunky e rimane per giorni senza poter togliere in alcun modo l'odore prima del tempo, il che è un vero problema per gli umani, visto che le loro sostanze sono anche corrosive a contatto con la pelle umana, questo è il motivo principale per cui sono poco usati dagli allenatori, anche quelli professionisti.

Rispetto agli Stunky, gli Skuntank hanno dei vantaggi e degli svantaggi: oltre ad essere migliori in battaglia possono apprendere molte mosse potenti come Nottesferza, inoltre sono tra i pochi Pokémon non Fuoco in grado di apprendere Lanciafiamme naturalmente, questo è dovuto alla composizione di agenti chimici instabili alla sostanza, quindi se esposta all'ossigeno può infiammarsi; considerando inoltre che il condotto organico è privo di aria e il foro è coperto finché il liquido non viene rilasciato, per maggior protezione la loro pelliccia è addirittura a prova di fuoco. Lo svantaggio di posare la coda sopra la schiena è che ciò preclude la vista dall'alto, non consentendo loro di vedere i nemici in tale posizione, questo è il problema principale che riscontrano gli audaci allenatori di questi Pokémon.

Sicuramente non sono tra i Pokémon più potenti in circolazione, ma gli Skuntank rimangono bestie pericolose che possono far scappare anche i più intrepidi grazie al terribile odore che rilasciano. Potendo ricorrere a potenti mosse come Lanciafiamme ed Esplosione ed essendo deboli solo ad attacchi Terra, sono delle vere sfide per gli allenatori medi. Se volete allenare uno di questi mammiferi tossici, assicuratevi prima di avvertire tutti i vostri amici e parenti: già  il rischio di diventare delle discariche puzzolenti ambulanti, figuriamoci correre il rischio di venire bruciati!

Skorupi

200px-Artwork451.png

Spoiler

Skorupi (noto come Pokémon Scorpione) è un Pokémon non molto comune di tipo Veleno/Coleottero che vive nelle zone aride delle regioni di Sinnoh, Kalos e in alcune parti dell'Asia e dell'Africa, anche se raramente è stato visto nella regione di Hoenn. Apparentemente troppo piccoli, gli Skorupi sono creature molto resistenti in grado di sopravvivere anche nelle zone più aride del pianeta. Anche se non possono contrattaccare con forza, con un pizzico di pazienza questo problema non esisterà  più, senza contare che queste creature possono vivere anche due mesi senza cibo, quindi la pazienza è una delle loro più grandi e innate doti!

Anche se troppo piccoli per avere una grande forza fisica o vitalità , questi Pokémon riescono a compensare tali difetti con una pazienza e una resistenza inimmaginabili. L'esoscheletro degli Skorupi è abbastanza spesso da poter sopportare con estrema facilità  l'impatto di vari attacchi brutali, inoltre possono produrre un veleno paralizzante, il che è molto utile per combattere gli avversari più deboli del loro habitat; ma la cosa più sorprendente è il loro metabolismo incredibilmente basso (possono infatti sopravvivere per un anno intero senza nutrirsi), il quale ha permesso a questa specie di sopravvivere tranquillamente per anni nei deserti nonostante il pochissimo cibo, e di contrastare gli uccelli predatori con il loro veleno. Sebbene siano adatti a sopravvivere in zone tanto inospitali, il loro esoscheletro tende a diventare più fragile con le alte temperature, per questo motivo negli ultimi anni la loro popolazione è calata, anche se ciò ha portato alla diminuzione delle morti umane nel deserto.

Per catturare le prede, visto che hanno poco potenziale offensivo, gli Skorupi si sotterrano e attendono che una di queste gli si avvicini a sufficienza; quando ciò accade saltano fuori dalla sabbia e la intrappolano con le pinze che hanno sulla coda, tramite le quali le iniettano un veleno per poi attenderne la morte. Siccome si basano sulla coda per poter cacciare, nel caso in cui essa dovesse venire danneggiata o addirittura staccata, è impossibile che possa rigenerarsi del tutto; fortunatamente, però, questi Pokémon sono abbastanza intelligenti da riuscire a capire quali tipi di preda valga la pena attaccare e quali invece no, quindi danni gravi alla coda sono estremamente rari. Purtroppo questa specie non può affrontare avversari molto più grandi, almeno fino all'evoluzione, la quale impiega molto tempo per avvenire a causa del loro lentissimo metabolismo. 

Nonostante le piccole dimensioni e i pochi danni che possono arrecare, gli Skorupi sono creature molto resistenti in grado di sfruttare potenti tossine e attacchi furtivi per vincere avversari delle loro dimensioni. E' necessario attendere molto, prima che crescano abbastanza da diventare delle vere e proprie macchine di morte, ma per gli allenatori più tenaci l'attesa sarà  ben ricompensata. Anche se lo sviluppo fa perdere loro le caratteristiche da Coleottero, finché disporrete di buone difese contro attacchi Terra non avrete nulla di cui preoccuparvi!

Drapion

452 Drapion

Spoiler

Drapion (noto come Pokémon Scorpiaccio) è un Pokémon raro di tipo Veleno/Buio che vive nelle zone aride delle regioni di SinnohKalos e in alcune parti dell'Asia e dell'Africa, anche se raramente è stato visto nella regione di Hoenn. Più grandi e minacciosi di quanto si potesse immaginare dalla loro pre-evoluzione, i Drapion sono creature crudeli che sfruttano la forza bruta e le potenti tossine contro gli avversari più deboli. Anche se non sono tra i combattent più forti o più intelligenti, ciò non è un problema visto che massacrano i nemici con i loro brutali attacchi, spesso senza nemmeno dover usare il loro veleno!

Sebbene gli Skorupi impieghino molto tempo per evolversi in Drapion, questi sono comunque esseri mostruosi tanto da non far sembrare minacciosi altri Pokémon del deserto. L'evoluzione ha consentito lo sviluppo di un esoscheletro molto più resistente, tanto che è quasi impossibile scalfirlo con attacchi convenzionali, ciò è dovuto anche a dei piccoli legamenti interni. La parte che ricopre i loro arti è composta in parte da un tessuto semi-elastico, che consente loro di allungare del doppio le zampe, capacità  molto utile per catturare le prede anche a grandi distanze, inoltre gli immensi e affilatissimi artigli che hanno possono lacerare perfino il metallo e ridurre le macchine in rottami con estrema facilità , motivo per cui sono usati nelle discariche per smaltire i rifiuti. E' interessante notare che i legamenti dell'esoscheletro del collo sono formati in modo da permettere la rotazione in maniera molto flessibile, possono infatti girarsi a 180 gradi senza alcun problema, ciò è molto utile per non avere punti ciechi in lotta. Tutti questi motivi rendono i Drapion delle creature mostruose. Altro aneddoto interessante è la modifica della chimica del loro cervello dopo l'evoluzione, che fa perdere le loro capacità  naturali da Coleottero in cambio di un controllo sull'energia negativa, motivo per cui sono riclassificati come Pokémon Veleno/Buio; questa riclassificazione è dovuta anche dal fatto che ora sono deboli solo agli attacchi Terra, rendendoli difficili da affrontare per qualsiasi allenatore.

L'arroganza e la fiducia che i Drapion hanno nella loro forza è un'enorme fortuna, in quanto ciò li porta ad usare il veleno che secernono raramente e che di solito usano solo come colpo di grazia, mentre generalmente si basano sulla forza bruta; questa caratteristica può essere usata contro di loro in modo da attaccarli prima ancora che sfruttino le loro abilità  più distruttive, ma se infuriati andranno contro il loro istinto usando le tossine senza nemmeno pensarci. Con i loro grandi artigli, se impregnati di veleno, possono usare potenti mosse come Velenocroce, ma generalmente sono le zanne la loro arma principale, siccome usano attacchi come SgranocchioVelenodenti e altri meno convenzionali come RogodentiFulmindenti e Gelodenti rendendoli ancora più difficili da prevedere. Essendo tra i predatori più spietati del deserto, sono molto temuti tra gli allenatori, in quanto attaccano senza pietà  chiunque osi avventurarsi nel loro territorio.

Estremamente crudeli in lotta e difficili da allenare, i Drapion sono mostruosi scorpioni che fanno a pezzi chiunque si azzardi a sfidarli. Potendo contare su potenti attacchi come Velenocroce e disponendo di una difesa da proteggerli da vari attacchi, sconfiggere questi mostri risulta essere molto difficile. Se volete tener testa a questi esseri, allora usate i vostri migliori Pokémon Terra o vi faranno a pezzi!

Croagunk

Artwork453.png

Spoiler

Croagunk (noto come Pokémon Inveieleno) è un Pokémon non molto comune di tipo Veleno/Lotta che vive nelle paludi e negli stagni delle regioni di Sinnoh, Unima e Kalos. Sebbene il loro aspetto apparentemente ingenuo possa farli sembrare deboli, i Croagunk in realtà sono versatili lottatori che possono arrecare gravi danni con i loro attacchi tossici e le tattiche disoneste. Anche se impiegano del tempo per apprendere attacchi Lotta decenti, finché possono fare affidamento sulle loro tecniche Veleno non c'è nulla di cui preoccuparsi e potrete rendere queste piccole rane dei combattenti letali!
Mentre i Croagunk hanno parecchie somiglianze con i Seismitoad come la capacità di usare il veleno come arma di battaglia, le loro capacità nell'usarlo sono così avanzate da essere classificati come Pokémon Veleno, anche perché non apprendono nessuna mossa Acqua naturalmente, ciò potrebbe essere una conseguenza del fatto che vivono nelle paludi dove l'acqua non è così dominante come la vegetazione. Le sacche che i Croagunk hanno sulle guance, come si può immaginare, servono per produrre il veleno, ma differentemente da ciò che si può pensare, non viene espulso per via orale, ma tramite il dito medio, il quale ha una colorazione differente ed è più lungo delle altre dita; da questo, inoltre, il liquido velenoso riesce a passare senza danneggiare la pelle, riuscendo di conseguenza ad usare attacchi Veleno sin da piccoli, ma potranno apprendere Velenpuntura solo dopo l'evoluzione, tuttavia anche senza di essa possono efficacemente iniettare le tossine nei loro avversari sfruttando le loro innate abilità combattive, e sono proprie queste capacità che hanno permesso la classificazione di Croagunk come Pokémon Lotta, sebbene l'unica mossa di questo tipo che apprendono in natura sia Vendetta. Altra cosa interessante è che nonostante la potenza del loro veleno, esso viene usato per creare potenti rimedi contro il mal di schiena quando diluiti sufficientemente.
Nonostante l'aspetto carino, i Croagunk sono combattenti tenaci che hanno appreso in natura che il combattimento non è abbastanza per sopravvivere, per questo motivo sono odiati e/o amati dagli allenatori per il loro metodo di combattimento non ortodosso e per lottare slealmente. Non appena un Croagunk inizia a combattere produrrà immediatamente del veleno dalle guance emettendo un verso simile ad un piagnucolio per intimidire il nemico; da quel momento faranno di tutto per distrarre i nemici e attendere che abbassino la guardia per colpirli con un attacco velenoso a distanza ravvicinata. Ingannare un Croagunk in lotta è quasi impossibile e faranno di tutto pur di sfruttare il carattere amichevole dei loro avversari contro di loro, per poi colpirli quando meno se l'aspettano. Sebbene queste caratteristiche non siano molto apprezzate dalla maggior parte degli allenatori, è importante ricordarsi che i Croagunk lo fanno perché abituati a sopravvivere in natura in questo modo, dato che la loro scarsa resistenza e il lungo tempo necessario per raggiungere lo stadio adulto li renderebbe prede vulnerabili, ma esistono molte persone che amano comunque questa specie a Sinnoh a causa del loro comportamento curioso e dell'incredibile intelligenza, tanto che non è raro che vangano usati come mascotte di squadre sportive, basti pensare a Pratopoli, dove il Pokémon è un vero e proprio simbolo a causa delle paludi circostanti dove vivono quasi tutti gli esemplari di questa specie.
Anche se non sono abbastanza forti da combattere contro la maggior parte dei Pokémon completamente evoluti, tuttavia i Croagunk restano rane in grado di mettere in difficoltà gli avversari con le dita tossiche e le tattiche disoneste. Sia che li apprezziate per la loro fama come mascotte o per la loro indole da imbroglioni, di sicuro troverete questi Pokémon all'altezza delle aspettative. Non sperate che abbiano mai un carattere amichevole: una volta che si evolveranno le cose peggioreranno e non esiteranno ad attaccare qualsiasi cosa gli si avvicini!

Toxicroak

Artwork454.png

Spoiler

Toxicroak (noto come Pokémon Inveieleno) è un Pokémon relativamente raro di tipo Veleno/Lotta che vive nelle paludi e negli stagni delle regioni di Sinnoh, Unima e Kalos. Anche se possono fare ben poco contro i Pokémon Psico, i Toxicroak restano combattenti minacciosi che non esiteranno a lacerare o avvelenare chiunque osi avvicinarsi a loro. Con l'evoluzione la loro forza fisica aumenta particolarmente, il che significa che un loro Velenpuntura può essere particolarmente doloroso!
Proprio come i Croagunk, i Toxicroak sono classificati Pokémon Veleno anziché Acqua a causa della loro dipendenza al veleno per combattere e per il loro habitat, inoltre mantengono le abilità combattive della loro pre-evoluzione, ma esistono delle differenze anatomiche che li rendono molto più pericolosi in lotta: per prima cosa le due sacche che producono veleno presenti sulle guance ora sono sostituite da un'unica sacca sulla gola, dalla quale emettono il verso, ciò non solo permette loro di centralizzare il veleno e stabilizzarlo per poi iniettarlo tramite gli arti, ma anche di aumentarne la tossicità gonfiando la sacca per produrre tossine più rapidamente, ora però non viene più rilasciato tramite il dito medio, ma da un aculeo presente sulle nocche, dunque i loro attacchi hanno una portata maggiore e ora non possono più mettere a rischio le zampe, senza contare che la forza d'urto è sensibilmente superiore. Tutto ciò combinato al veleno più potente rispetto a quello dei Croagunk rende queste rane estremamente pericolose, visto che un unico graffio può addirittura risultare fatale, ecco perché gli allenatori preferiscono mantenere le distanze da queste creature.
Nonostante in natura non possano apprendere mosse Lotta, eccezion fatta per Vendetta, i Toxicroak sono comunque classificati con questo tipo per le loro eccellenti capacità nel combattimento ravvicinato, oltre a renderli tra i pochi Pokémon abili sia nel combattimento corpo a corpo che in quello a distanza; ciò è estremamente utile vista la loro scarsa resistenza e prediligono affrontare i nemici da lontano per poi finirli una volta storditi con Velenpuntura. Sebbene siano degli anfibi, i Toxicroak sono estremamente agili, riuscendo a schivare facilmente i colpi avversari mentre si avvicinano al nemico sfruttando la loro moderata velocità. La caratteristica più importante dei Toxicroak è la loro intelligenza, grazie alla quale sono considerati tra i Pokémon Lotta più facili a cui insegnare nuove tecniche, dato che sono soliti osservare le mosse avversarie, riuscendo agevolmente ad impararle superando addirittura i loro istruttori in tempi brevissimi, per questo sono così popolari sia tra specialisti Lotta che tra i ninja. Purtroppo sono estremamente deboli ai Pokémon Psico, ma potendo apprendere molte mosse Buio potranno sconfiggere i Pokémon Psico più deboli facilmente.
Con un'indole crudele accompagnata dalla loro intelligenza e capacità combattive, i Toxicroak sono senza dubbio esseri pericolosi che perfino i Pokémon Acciaio dovrebbero temere, infatti sono i Pokémon Veleno con la maggiore forza fisica (escludendo leggendari e MegaEvoluzioni) e non esiteranno ad avvelenare qualsiasi cosa gli si avvicini; di certo nessuno vorrebbe ritrovarsene uno contro. Se volete averne uno, cercate in ogni modo di creare un legame di rispetto fra voi e il Pokémon e non mostrate mai di aver paura di loro, in caso contrario queste rane non ci penseranno due volte prima di dimostrarvi chi è il capo!

Arceus

 Arceus Toxic

Spoiler

Arceus (noto come Pokémon Primevo) è un Pokémon Leggendario di tipo Normale (ma che può assumere un tipo qualsiasi a seconda della forma) che vive in una dimensione sconosciuta, chiamata Spazio Origine dagli esperti. Anche se si conosce pochissimo riguardo questa magnifica bestia, Arceus è la creatura più potente che abbia mai messo piede sul nostro mondo e forse anche dell'intero universo, sebbene a prima vista non sembri nulla di speciale. Gli umani ancora non sono certi riguardo le sue origini e i suoi pensieri, ma merita di essere rispettato e temuto da qualsiasi essere vivente, Pokémon e non, esistente; dopo tutto, se Arceus non fosse esistito, ora non ci troveremmo qui a parlarne!

Secondo le leggende di SinnohArceus è nato in un grande uovo cosmico prima ancora che l'Universo vedesse la luce; poco dopo la sua nascita creò Dialga e Palkia per governare, rispettivamente, tempo e spazio, nonché Giratina, affinché regnasse sulla materia e, in particolare, sulla materia oscura dell'Universo (senza la materia oscura, infatti, le galassie non potrebbero mantenere la loro forma e sarebbero destinate all'oblio, impedendo dunque la nascita di qualsiasi essere vivente: come Arceus ne fosse a conoscenza rimane tuttora un mistero). Infine Arceus si recò nel nostro mondo e decise di portare la vita su di esso creando UxieMesprit e Azelf, grazie ai quali essa iniziò a fiorire sul pianeta, che prima di allora era sterile e privo di vita. Compiuto ciò, Arceus si riposò per lunghissimo tempo. Questo mito racconta fatti davvero interessanti che sconcertano la Storia, ma che possono risultare rivelatori sotto molti punti di vista. Se è vero che Arceus creò Dialga e Palkia prima della creazione dell'Universo, questo vuol dire che egli, volendo, può ignorare qualsiasi legge della natura, mentre alcuni ritengono si tratti di un organismo di un'altra dimensione avente la capacità  di creare da zero gli elementi necessari per dare inizio alla creazione di altri universi (spazio, tempo e materia oscura). Se ciò risultasse vero, allora Arceus sarebbe un alieno nel senso più stretto del termine. Il fatto che abbia impiegato miliardi di anni per raggiungere il nostro pianeta non è un'informazione sorprendente, considerando che l'Universo è immenso, ma la teoria la quale quest'ultimo sarebbe in continua espansione non sembra possibile, dal momento che ciò implicherebbe che Arceus possa muoversi ad una velocità molto superiore a quella della luce, cosa assolutamente impensabile. Invece gli studiosi teorizzano che possa creare portali warp stabili nel tessuto spazio-temporale, permettendogli di viaggiare da un punto all'altro dell'Universo in tempi veramente molto brevi; ma questa teoria non è confermata, sebbene sembri l'unica spiegazione possibile.

Ciò che è certo è che Arceus è una creatura sorprendentemente potente, specialmente grazie alle reliquie sacre che possiede, note come Lastre della Vita. Dai pochi dati disponibili riguardo questi oggetti, sappiamo che esistono ben 17 Lastre della Vita che fungono da barriera vitale per Arceus, e che gli consentono di mutare il proprio tipo a piacimento (per questo motivo è l'unico Pokémon attualmente noto registrato con l'abilità  Multitipo). Queste Lastre furono studiate attentamene dalle civiltà antiche che interagirono con Arceus: ciò li portò a creare delle copie delle Lastre della Vita, naturalmente più deboli delle originali (anche se quelle create dagli umani, tuttavia, furono impregnate di un'identica energia), le quali sono giunte fino a noi e possono oggi essere trovate nel sottosuolo e in tutto il mondo. Anche queste copie, volendo, consentono ad Arceus di cambiare forma e potenziare, di conseguenza, le mosse appartenenti a quello stesso tipo (un effetto naturale che hanno tutti i Pokémon); le Lastre della Vita originali hanno una forma differente, ma funzionano allo stesso modo, con l'importante differenza, però, che senza di esse morirebbe. Le Lastre della Vita (incluse le copie) fungono anche da fonte d'energia primaria per la mossa peculiare di ArceusGiudizio: tale mossa raccoglie l'energia luminosa in tutto il corpo di Arceus per poi essere rilasciata contemporaneamente attraverso un unico devastate colpo, permettendogli di creare una pioggia di palle di luce abbastanza potente da danneggiare la struttura molecolare dell'avversario, causandogli quindi danni immensi. Anche se dal punto di vista della potenza pura non è un granché, la mossa è collegata in modo incredibile ad Arceus: infatti, se ha la forma di Tipo Drago, anche Giudizio avrà  le caratteristiche di una mossa di tipo Drago, rendendola ancora più potente del normale; quindi essa risulta essere la più versatile fra tutte le mosse Pokémon ad oggi conosciute.

Anche se le interazioni degli umani con Arceus sono state estremamente limitate, l'uomo ha riconosciuto comunque il suo enorme potere e la sua grande importanza, infatti viene rappresentato come una divinità nelle principali religioni Pokémon influenzate dal mondo antico: inoltre sono presenti numerosi templi a lui dedicati in tutto il mondo, il più conosciuto dei quali è rappresentato senza dubbio dalle Rovine Sinjoh, situate nelle profondità di una frontiera ghiacciata che divide le regioni di Johto e Sinnoh. Si ritiene che questa terra un tempo fosse un bosco lussureggiante pieno di vita, che comprendeva gli stessi umani, ma divenne inospitale molti millenni or sono, quando il clima della regione di Sinnoh iniziò a irrigidirsi lungo i suoi confini. Nonostante gli effetti dannosi della neve e del ghiaccio, il tempio ha resistito alla perfezione, risultando ad oggi la struttura conosciuta dedicata ad Arceus meglio conservata. Circa un decennio fa, degli archeologi scoprirono dei flauti dalla forma bizzarra in un recipiente di pietra vicino alla parte posteriore del tempio. Secondo le iscrizioni presenti nella parte interna del recipiente, questi strani oggetti, che furono chiamati Flauti Cielo dai loro scopritori, sarebbero in grado di evocare Arceus grazie a una melodia impercettibile dall'orecchio umano; infatti il suono generato da questi strumenti è completamente diverso da quello prodotto da un qualsiasi altro oggetto conosciuto nel pianeta. Poiché il suono, in natura, non può percorrere distanze troppo elevate, esso avrà  effetto solo se suonato in zone dotate di un'acustica adeguata; le Rovine di Sinjoh non possiedono l'acustica necessaria per consentire l'evocazione di Arceus, tuttavia pare che possano concentrare sufficiente energia per evocare gli elementi del tempo, dello spazio o della materia oscura... o almeno così viene detto nelle iscrizioni del tempio. Il significato e le implicazioni di tale scritture sono tuttora sconosciuti.

Sebbene Arceus non sia stato visto per un lungo periodo di tempo, ci sono testimonianze di una sua spaventosa apparizione in tempi moderni, durante il cosiddetto "Incidente di Michina Town". Migliaia di anni fa, Michina Town era uno sterile deserto che causava agonia a tutti i suoi abitanti. Secondo le leggende, la città  fu salvata da Arceus, il quale fermò una pioggia di meteoriti, anche se tale azione costò al Pokémon la perdita delle sue 17 Lastre della Vita. A causa di tale incidente, la vita di Arceus fu in grave pericolo, tuttavia un abitante dell'antica Michina Town di nome Damos lo salvò da morte certa riportandogli le Lastre della Vita. Per ringraziarlo, Arceus decise di usare cinque delle sue Lastre per creare il Gioiello della Vita, grazie al quale la terra tornò più ricca che mai. Michina Town ormai prosperava, finché Arceus un giorno fece ritorno per chiedere la restituzione del Gioiello della Vita: in tale occasione venne però ingannato da Damos, che lo attaccò senza ritegno tradendo così l'antico patto di fiducia che univa gli esseri umani al Pokémon Primevo, il quale, in seguito all'evento, si ritirò in un sonno profondo. L'imminente risveglio di Arceus aveva generato delle onde d'urto che colpirono le dimensioni dello spazio e del tempo (causando l'arrivo accidentale di Dialga nella dimensione dello spazio e, di conseguenza, dando origine all'"Incidente di Alamos Town" e, in seguito, all'"Incidente Zero"). Al suo risveglio, Arceus iniziò a distruggere tutto ciò che gli capitava a tiro per mezzo della sua implacabile mossa Giudizio. Il Trio Drago (DialgaPalkia e Giratina) smise di combattere, tutto grazie ai poteri telepatici di una giovane donna che riuscì a calmare i tre colossi, i quali iniziarono quindi ad attaccare Arceus per difendere il mondo. Tuttavia i loro sforzi furono inutili, anche il tentativo della donna (che per coincidenza si trattava di una discendente di Damos) di cercare di restituire il Gioiello della Vita si rivelò del tutto vano: Arceus calpestò il Gioiello della Vita riducendolo in mille pezzi, rivelando quindi che quella che avevano cercato di restituirgli era una volgare imitazione. Allora Dialga, come ultima speranza per cercare di modificare la storia, portò indietro nel tempo la ragazza e un gruppo di giovani che l'avevano appena conosciuta. Essi scoprirono che Damos non aveva ingannato Arceus intenzionalmente, ma era stato ipnotizzato da un Bronzong appartenente al capo villaggio di Michina Town, un crudele uomo di nome Marcus. Ma grazie ai ragazzi, Marcus fu fermato e il Gioiello della Vita fu restituito ad Arceus prima che potessero fare ritorno nel presente. Nonostante ciò, a causa della perdita di sensi di Dialga, gli eventi del presente non erano mutati, ma lo erano quelli del passato, quindi il ragazzo che era stato spedito indietro nel tempo ricordò ad Arceus quello che era successo, riuscendo a placarne l'ira e a persuaderlo a fare ritorno nella propria dimensione, lo Spazio Origine (così come gli altri tre Pokémon, che fecero ritorno nelle rispettive dimensioni di appartenenza).

Arceus è tanto misterioso quanto le origini della vita e il nostro scopo nell'Universo, ma si può affermare senza dubbio che si tratta di una creatura dai poteri straordinari, grazie ai quali ha dato origine al nostro mondo e, forse, all'intero l'Universo. Arceus può vantare di un gran numero di record personali, in quanto: risulta il Pokémon Normale con maggiore resistenza fisica, il Pokémon Lotta con maggiore resistenza speciale, il Pokémon Veleno con maggior vitalità, il Pokémon Terra attacco speciale, difesa speciale (quest'ultima condivisa con Claydol) e velocità (a pari merito con Dugtrio), il Pokémon Roccia con maggiore attacco speciale (escludendo i leggendari MegaEvoluti), il tipo Coleottero con maggior vitalità, il Pokémon Acciaio con maggior velocità, il Pokémon Fuoco con maggior vitalità, il Pokémon Elettro con maggior resistenza (assieme a Zekrom) e difesa speciale; infine, statisticamente parlando, il Pokémon più potente in assoluto (esclusi i leggendari MegaEvoluti e ArcheoRisvegliati). Sfidare Arceus in battaglia implica una sconfitta praticamente certa, senza contare che riuscire ad affrontarlo è quasi impossibile. Nonostante la sua esistenza e la sua importanza religiosa siano messe in dubbio da alcuni, non si può certo negare che abbia avuto una grandissima importanza per il nostro insignificante pianeta... e se siete convinti che lui non esista, sperate che non vi senta, o potrebbe lanciare il suo Giudizio su di voi!

Venipede

200px-Artwork543.png

Spoiler

Venipede (noto come Pokémon Centipede) è un Pokémon non molto comune di tipo Coleottero/Veleno che vive nelle foreste delle regioni di Unima e Kalos. Aggressivi e implacabili, i Venipede sono creature pericolose in grado di sconfiggere gli avversari grazie al loro morso velenoso, compresi i loro stessi predatori naturali. Questi Pokémon sono molto più temibili degli Weedle e dei Wurmple, e riuscire a gestirli può essere ben più complicato; anche se piccoli, non crediate che si facciano sconfiggere senza iniettarvi un veleno letale!

In termini di habitat e di dieta sono uguali ai loro cugini d'oltremare, la cosa che li differenzia è che mangiano solo le foglie e le bacche cadute a terra e raramente si arrampicano sugli alberi, anche perché i loro colori vivaci spiccano molto contro il legno, ma questo non significa che non siano abili nell'arrampicarsi, al contrario, sono tra i Pokémon più esperti, tanto che possono apprendere naturalmente Scalaroccia (come le loro evoluzioni), tuttavia il modo in cui lo fanno è molto particolare: si appallottolano e rotolano a gran velocità  per risalire gli alberi o altre superfici; ciò rende la famiglia di Venipede l'unica in grado di apprendere naturalmente Rulloduro (assieme ai Golem e ai Guzzlord).

Come molti altri piccoli Coleotteri, i Venipede sono visti come una fonte di cibo dagli uccelli predatori come i Tranquill o gli Unfezant, ma questi insetti hanno sviluppato una forma di difesa molto efficace per sopravvivere. Poiché devono basarsi sulle antenne che hanno in cima alla testa e sulla punta della coda per avvertire i movimenti di qualsiasi creatura nei dintorni (a causa della scarsa mobilità  della testa), riescono ad individuare facilmente gli attacchi provenienti dall'alto, e, nonostante non possano muoversi molto, hanno la tendenza di mordere qualsiasi cosa si avvicini troppo a loro; ciò va a discapito dell'attaccante, al quale viene iniettata una potente neurotossina ogni volta che un Venipede riesce a morderne la carne. Mentre il veleno di un Weedle o di un Wurmple non è molto potente, quello dei Venipede è in grado di paralizzare completamente la vittima per almeno due giorni, se non soccorsa subito; è quindi molto importante per gli allenatori essere provvisti di Antidoti e bacche in grado di contrastare gli effetti di tali tossine, quando ci si avventura in una foresta abitata da questi Pokémon.

Abbastanza forti se confrontati con altri piccoli Coleotteri, i Venipede sono creature violente che non si fanno problemi a mordere chi sta intorno a loro, sia esso un nemico o un amico. Avendo a disposizione buone mosse sia Coleottero che Veleno e una tossina in grado di paralizzare grandi uccelli, non c'è da stupirsi se i Pigliamosche adorano usare questi Pokémon. Potrebbero impiegare più tempo per evolversi rispetto ad altri Coleotteri, ma ne vale la pena, dal momento che possono combattere anche quando sono nel bozzolo!

Whirlipede

200px-Artwork544.png

Spoiler

Whirlipede (noto come Pokémon Rotopede) è un Pokémon relativamente raro di tipo Coleottero/Veleno che vive nelle foreste delle regioni di Unima e Kalos. Anche se possono sembrare immobili come qualsiasi altro Pokémon bozzolo, i Whirlipede in realtà  sono esseri pericolosi che rotolano sopra l'avversario sfruttando il proprio corpo indurito svariate volte. Se credete che questi esseri rimarranno fermi a farsi colpire, scordatevelo, sono tutto tranne che pazienti, e se non ci credete ve ne accorgerete una volta colpiti dal loro Rulloduro!

Poiché i Venipede non possono produrre seta per poter creare un vero e proprio bozzolo come altri Coleotteri (motivo per cui non possono apprendere Millebave), fanno affidamento sul proprio esoscheletro per proteggersi. Quando raggiungono una certa età  o sono pronti per evolversi, si arrotolano su se stessi e rilasciano una sostanza gelatinosa che si indurisce a contatto con l'aria, formando quindi un secondo strato che va ad aggiungersi al loro esoscheletro. Questo cambiamento impedisce loro di muoversi utilizzando le zampe; sfruttando il proprio corpo segmentato una volta che questo risulta completamente ricoperto dalla sostanza gelatinosa indurita (eccezion fatta per gli occhi), l'evoluzione sarà  considerata completa e saranno conosciuti come Whirlipede.

Dal momento che il corpo è protetto dal loro esoscheletro, che a sua volta è ricoperto da uno strato protettivo, i Whirlipede vantano una resistenza fisica davvero notevole, tanto che è difficile danneggiarli con colpi diretti; questa corazza è così resistente che apprendono addirittura Ferroscudo subito dopo l'evoluzione, anziché Rafforzatore come gli altri bozzoli. Visto che il loro esoscheletro mantiene anche le sue proprietà  elastiche, possono utilizzarlo sia per difendersi che per attaccare, cosa che fanno molto bene. Sebbene non riescano a muoversi sfruttando il corpo segmentato, possono rotolare tramite rapidi movimenti dei muscoli arrivando ad assomigliare a dei pneumatici, oltre al fatto che si spostano molto velocemente grazie alla grande forza di trazione esercitata nel processo; se minacciati, non esiteranno a rotolare ad alta velocità  passando sopra il nemico, sfruttando anche gli aculei velenosi disseminati sulla superficie del carapace, causando danni ingenti complessivi e trasformandosi in vere e proprie ruote distruttive. Nonostante abbiano una forza fisica abbastanza scarsa, la loro resistenza li rende più pericolosi di quanto appaiano, tant'è vero che, qualora volessero usare Rulloduro per uccidere, state pur certi che difficilmente la vittima riuscirà  a sopravvivere. La grande libertà  di movimento, però, ha come inconveniente il rallentamento dell'evoluzione finale dei Whirlipede; proprio come ogni altro bozzolo, quindi, devono cercare di limitarsi il più possibile.

Anche se sono considerati dei bozzoli, i Whirlipede sono insetti potenti che possono travolgere gli avversari senza timore di farsi male. Essendo i bozzoli più resistenti fisicamente e potendo sfruttare Rulloduro in maniera devastante, ricordatevi di stare in guardia quando vedete uno di questi pneumatici demoniaci sul campo di battaglia. Sebbene non siano nulla di speciale se comparati alla loro evoluzione, possiedono grandi potenzialità  anche in questo stadio, cosa che i Kakuna e i Cascoon possono sognarsi!

Scolipede

200px-Artwork545.png

Spoiler

Scolipede (noto come Pokémon Megapede) è un Pokémon raro di tipo Coleottero/Veleno che vive nelle foreste delle regioni di Unima e Kalos. Incredibilmente grandi e veloci, gli Scolipede sono dei veri mostri tra i Coleotteri e sono ovviamente molto temuti dagli specialisti ErbaBuio e addirittura Psico a causa della loro grande potenza. Inizialmente potrebbero sembrare solo degli insetti troppo cresciuti, ma quando li affronterete capirete di cosa sono realmente capaci questi insetti grandi il doppio di voi!

Siccome i Whirlipede non riescono ad immagazzinare energia e cambiare rapidamente a causa del fatto che si muovono continuamente, essi impiegano moltissimo tempo per la metamorfosi e permettere così al nuovo corpo di uscire dal proprio "guscio"; ciò è causato non solo dal loro movimentato stile di vita, ma anche da questioni di sopravvivenza, visto che sono estremamente resistenti e difficilissimi da uccidere in questo stadio. Con il tempo il loro corpo diventa sempre più grosso e difficile da contenere, infatti il "guscio" tende a deformarsi poco prima dell'evoluzione. Quando finalmente la metamorfosi è completa, i Whirlipede esplodono letteralmente e ne riemergono nella loro forma adulta: Scolipede. Attenzione: l'evoluzione di un Whirlipede è estremamente pericolosa, visto che la pressione esercitata è tale da poter generare un evento dalla potenza tranquillamente comparabile ad una piccola esplosione, tanto che rilasciano varie schegge e frammenti dello strato protettivo; ci sono stati molti casi di lesioni gravi, o addirittura di morte, da parte di allenatori curiosi di vedere l'evoluzione del proprio Pokémon.

Sebbene con l'evoluzione perdano parte della loro resistenza fisica, in compenso ottengono istantaneamente la possibilità  di usare la mossa Staffetta, oltre a guadagnare una forza fisica molto superiore e una velocità  raddoppiata. Gli Scolipede sono cacciatori eccezionali, che inseguono qualsiasi cosa che possa essere un pasto per loro finché non la raggiungono e la attaccano con Megacorno; quando la preda è tramortita, usano le zampe vicino al collo per perforarne la carne e iniettarle una potente neurotossina (in modo da evitare che riesca a fuggire) e poi la mangiano rapidamente. A causa delle loro grandi dimensioni, devono nutrirsi costantemente oppure mangiare grosse prede, motivo per cui le prediligono rispetto a quelle più piccole, infatti in una giornata basterebbe mangiare un'unica grande preda anziché molte piccole. Proprio come la loro pre-evoluzione Venipede, anche gli Scolipede attaccano qualsiasi cosa si avvicini troppo a loro, ma lo fanno con un'agilità  e una precisione spaventose, caratteristiche acuite dalla loro capacità  di arrampicarsi e dalle potenti tossine possedute, rendendosi pericolosi in qualsiasi situazione. Va considerato che questi Pokémon hanno un grande vantaggio rispetto ad altri Coleotteri, ovvero possono sfruttare il loro grande peso per attaccare, tanto da essere in grado di apprendere Frana e Terremoto tramite MT, rivelandosi molto utili durante i tornei.

Spaventosi d'aspetto e pericolosi in battaglia, gli Scolipede sono esseri mostruosi in grado di sconfiggere molti avversari con facilità , senza contare che sono i Coleotteri più grandi e pesanti conosciuti (escluso Arceus), il che basta e avanza per intimidire il nemico o addirittura ucciderlo provocandogli un infarto. Se siete dei Pigliamosche in cerca di un forte Pokémon, non esitate a procurarvi uno di questi mostri torreggianti: non potranno volare o infliggere molte alterazioni di stato come altri Coleotteri, ma quando hai un enorme insetto in grado di arrecare danni notevoli, che importanza ha?!

Trubbish

Artwork568.png

Spoiler

Trubbish (noto come Pokémon Spazzatura) è un Pokémon comune di tipo Veleno che vive nei campi erbosi e nelle città più grandi delle regioni di Unima, Kalos ed Alola, anche se raramente è stato visto nella regione di Hoenn. Spesso visti in cattiva luce per le loro sporche abitudini ed il loro habitat, in realtà i Trubbish sono creature amichevoli che amano stare vicino agli esseri umani più di molte altre specie di Pokémon. Anche se non sono tra le creature più belle, probabilmente possono diventare i migliori amici che un bambino possa desiderare e anche se puzzano, sono tra i più sicuri ed innocenti Pokémon Veleno!
A causa della loro anatomia e composizione anomale, i Trubbish e i Garbodor sono noti per essere tra i Pokémon Veleno più strani conosciuti. Proprio come con i Grimer e i Muk, si ritiene che la loro origine sia dovuta ad un ceppo mutato di amebe che possono prosperare anche nei laghi più inquinati formando enormi colonie, probabilmente però i primi Trubbish sono nati nelle discariche. Alcuni decenni fa, la regione di Unima ebbe una crisi a causa della spropositata quantità di spazzatura, ciò fu dovuto all'enorme popolazione della regione che gettava enormi quantità di rifiuti in un solo giorno, tanto che nelle discariche era possibile trovare di tutto, dai piatti di carta ai barili di metallo contenenti rifiuti tossici. Con il tempo, la quantità di spazzatura e sostanze instabili hanno portato le amebe che vivevano là a mutare al punto tale da usare i sacchetti della spazzatura come fossero una pelle e diventando conosciuti come Trubbish (e Garbodor quando diventati più grossi), i primi esemplari infatti apparirono due decenni fa circa. Con la loro nascita, s'iniziò a ripulire la regione per evitare che cose simili si ripetessero e i risultati furono straordinari; subito dopo iniziarono parecchie campagne per lo sterminio di Trubbish e Garbodor, ma quando la specie raggiunse l'orlo dell'estinzione un decennio fa, fu emanata una legge che la proteggesse, fortunatamente oggi questi Pokémon si sono ripresi e la loro crescita rimane costante.
Anche se i Trubbish, come molti altri Pokémon Veleno, prediligono vivere in condizioni antigieniche, si differenziano dai loro simili per essere tra i Pokémon Veleno più sicuri da avere, eccezion fatta per gli arti (i quali diventano sterili solo un paio di giorni dopo la loro nascita), ciò è dovuto al fatto che le tossine dei Trubbish sono presenti solamente all'interno del sacchetto dell'immondizia che forma la pelle, rendendoli ironicamente perfetti per vivere assieme all'uomo, specialmente con i bambini che tanto amano; scientificamente sembra che questo loro affetto verso gli umani sia dovuto semplicemente al fatto che amano mangiare quello che la gente butta via. Con il passare del tempo un Trubbish può addirittura sviluppare una forma di affetto verso qualsiasi individuo indiscriminatamente, per questo possono rivelarsi perfetti Pokémon domestici, specialmente per i bambini per la loro indole giocosa. Fuori dalla lotta ci sono due cose importantissime da tenere a mente: per prima cosa le loro abitudini alimentari, perché nonostante tutto sono comunque spazzatura vivente e devono quindi mangiare oggetti solidi per mantenere la propria massa corporea, ma visto che non sanno distinguere i rifiuti da altro, possono mangiarsi un giocattolo nuovo come una mela ammuffita indistintamente. Altra cosa è il loro respiro nocivo, il quale può causare malattie a chiunque lo respiri causando addirittura vomito e sintomi da forzare la persona a rimanere a letto per almeno una settimana; fortunatamente questo loro respiro è solo un meccanismo di difesa e una volta che hanno legato con l'allenatore smetteranno di produrre questi gas quando fuori dalla lotta.
Sebbene sembrino disgustosi e maliziosi, i Trubbish sono tra i Pokémon Veleno più amichevoli e raccomandati per gli allenatori. Essendo statisticamente ben bilanciati e avendo a disposizione buone mosse Veleno, questi Pokémon possono rivelarsi perfetti per gli specialisti Veleno anche perché facili da allenare. Cercate però di mantenere le distanze finché non legate... non vorrete mica stare a letto durante il vostro viaggio da allenatore!

 

Modificato da Zarxiel

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme

Garbodor

Artwork569.png

Spoiler

Garbodor (noto come Pokémon Discarica) è un Pokémon non molto comune di tipo Veleno che vive nei campi erbosi e nelle città più grandi delle regioni di Unima, Kalos ed Alola, anche se raramente è stato visto nella regione di Hoenn. Disprezzati per l'aspetto grottesco e le abitudini disgustose, i Garbodor sono ben diversi dai Trubbish, sia in termini di gestione che di sicurezza e di sicuro nessuno vorrebbe coccolare queste creature. A meno che non vogliate sentire odori terribili, sapendo di dover sfamare costantemente questi esseri con spazzatura e rischiare di ammalarvi, di sicuro non vorrete mai allenare uno di questi Pokémon!

A causa della loro anatomia e composizione anomale, i Trubbish e i Garbodor sono noti per essere tra i Pokémon Veleno più strani conosciuti. Proprio come con i Grimer e i Muk, si ritiene che la loro origine sia dovuta ad un ceppo mutato di amebe che possono prosperare anche nei laghi più inquinati formando enormi colonie, probabilmente però i primi Trubbish sono nati nelle discariche. Alcuni decenni fa, la regione di Unima ebbe una crisi a causa della spropositata quantità di spazzatura, ciò fu dovuto all'enorme popolazione della regione che gettava enormi quantità di rifiuti in un solo giorno, tanto che nelle discariche era possibile trovare di tutto, dai piatti di carta ai barili di metallo contenenti rifiuti tossici. Con il tempo, la quantità di spazzatura e sostanze instabili hanno portato le amebe che vivevano là a mutare al punto tale da usare i sacchetti della spazzatura come fossero una pelle e diventando conosciuti come Trubbish (e Garbodor quando diventati più grossi), i primi esemplari infatti apparirono due decenni fa circa. Con la loro nascita, s'iniziò a ripulire la regione per evitare che cose simili si ripetessero e i risultati furono straordinari; subito dopo iniziarono parecchie campagne per lo sterminio di Trubbish e Garbodor, ma quando la specie raggiunse l'orlo dell'estinzione un decennio fa, fu emanata una legge che la proteggesse, fortunatamente oggi questi Pokémon si sono ripresi e la loro crescita rimane costante.

Differentemente dai Trubbish, c'è motivo per cui aver paura e provare disgusto per i Garbodor, almeno fino ad un certo punto. Anche se amichevoli, è comunque pericoloso stare vicino a questi esseri, questo perché il loro interno è cresciuto al punto tale da strappare il sacchetto che formava la loro pelle, rivelando all'esterno tutto ciò che prima avevano all'interno. Ciò aumenta notevolmente la puzza emanata, oltre a portare addirittura un rischio di trasmettere malattie per gli uomini se si respira l'aria attorno a loro a lungo. Questa loro composizione corporea, garantisce ad alcuni esemplari l'abilità Sottilguscio (la quale solo questa specie può avere in circostanze normali), quindi la loro resistenza fisica diminuisce in favore di un aumento di velocità quanto colpiti da attacchi fisici. L'unica caratteristica che i Garbodor condividono con i Trubbish e che devono mangiare spazzatura per mantenere la loro massa corporea, cosa che li ha solo resi più pericolosi a causa della fame insaziabile; questo però può diventare anche un vantaggio in battaglia, dato che potrebbero produrre nuove tossine mangiando spazzatura. Come se non bastasse sono anche più aggressivi in battaglia e non si fanno problemi a colpire il nemico con Corposcontro (che sostituisce il Riduttore dei Trubbish) o Sporcolancio, indipendentemente da quanto il nemico sia debole, in alternativa possono usare il braccio sinistro per rilasciare gas tossici sulla vittima stordendola o nel peggiore dei casi trasmettendole delle malattie; esistono casi rarissimi in cui le vittime sono state uccise da questo gas. Quando non possono raggiungere il nemico invece, sfrutteranno il deforme braccio destro per spruzzare del liquido tossico ad una distanza di circa 10 metri (di solito varia per ogni esemplare), questa sostanza riesce a passare attraverso la pelle e le corazze meno resistenti, causando un shock tossico nel nemico. Di conseguenza, solo i Pokémon più corazzati possono affrontare un Garbodor senza alcun rischio e senza dover temere per la propria vita.
Molto più minacciosi e pericolosi dei Trubbish, i Garbodor sono potenti Pokémon Veleno difficili da sconfiggere se non li si affronta a distanza. Essendo statisticamente equilibrati e disponendo di mosse in grado di sottomettere qualsiasi nemico non corazzato, solo gli specialisti Acciaio potranno affrontare questi esseri senza timore. Se amate usare tattiche intimidatorie, questi Pokémon fanno al caso vostro, ma non usateli contro nemici corazzati, altrimenti getteranno via la spazzatura!

Foongus

200px-Artwork590.png

Spoiler

Foongus (noto come Pokémon Fungo) è un Pokémon relativamente non molto comune di tipo Erba/Veleno che vive in zone umide e nei campi erbosi delle regioni di Unima e Kalos. Spesso ignorati per il loro bizzarro aspetto, i Foongus sono comunque creature interessanti che potrebbero dare dei problemi agli allenatori più taccagni che cercano delle Poké Ball in giro nella speranza di risparmiare qualche soldo; tuttavia è sempre meglio evitare di raccogliere possibili Poké Ball da terra: potreste essere colpiti da uno spruzzo di spore senza alcun preavviso!

La somiglianza che i Foongus e gli Amoonguss hanno con le Poké Ball è davvero sorprendente e molti allenatori credono che si tratti solo di una bizzarra coincidenza, in realtà  non è così: i primi modelli di Poké Ball riuscivano a contenere qualsiasi Pokémon in modo simile a quelle moderne senza problemi, tuttavia c'era un blocco manuale che permetteva all'allenatore di far uscire il proprio Pokémon; vista la scomodità , parecchi allenatori hanno richiesto Poké Ball più comode nelle regioni asiatiche, perciò il principale produttore di Poké Ball, per allontanarsi dalle incessanti richieste, decise di prendersi una vacanza andando ad Unima, dove conobbe i Foongus e gli Amoonguss e prese particolarmente a cuore il motivo del loro cappello, tanto che al ritorno dalla sua vacanza usò tale colorazione per i nuovi modelli di Poké Ball noti per digitalizzare i Pokémon catturati; questi modelli moderni possiedono un pulsante centrale su cui basta semplicemente applicare una certa pressione per far uscire il Pokémon, pressione che può essere applicata anche solo lanciandola in aria o a terra. Questa invenzione rivoluzionò il mercato e tale inventore poi ha fondò l'azienda più potente al mondo, nota tutt'ora come Silph S.p.A.

I Foongus sono creature timide che preferiscono rimanere nascoste  per poi fare quello che sanno fare meglio: comportarsi come dei normali funghi. Fra tutti i Pokémon scoperti fino ad ora, i Foongus sono quelli che anatomicamente e biologicamente somigliano di più ai funghi normali, anche per via del loro comportamento e della nutrizione, ma ci sono delle differenze tra loro e le loro controparti più comuni, infatti i Foongus oltre ad essere molto più evoluti, possono anche fare la fotosintesi per ottenere energia (di conseguenza possono anche usare mosse come Solarraggio e Sintesi), il che è molto utile quando stanno in zone prive di piante in decomposizione. Essendo poco forti ed estremamente lenti, sono facili prede da parte dei loro predatori naturali, tanto che si credeva si sarebbero estinti intorno al 1800 o al 1900, ma con l'avvento delle Poké Ball ci sono stati molti casi in cui dei predatori si sono fatti catturare per sbaglio da delle Poké Ball smarrite, ciò li ha portati ad evitare sia questi dispositivi che i Foongus stessi, visto che nessuno vorrebbe correre il rischio di essere catturato da una Poké Ball senza padrone. Tutto ciò ha permesso a questa specie di prosperare e sono ben lontani dal rischio di estinguersi, tuttavia, ancora oggi se minacciati rispondono spruzzando delle spore tossiche all'aggressore, anche se questa tattica non è molto utile contro i predatori più grandi, vista la lentezza di questi funghi, spesso è sufficiente per scoraggiarli o spaventarli.

Anche se carini a prima vista, avvicinarsi ad un Foongus è parecchio rischioso, visto che non gradiscono gli estranei, specie quelli che vogliono mangiarli. Avendo a disposizione pochissime mosse e non possedendo nessuna reale caratteristica combattiva, sono pochi gli allenatori che catturano questi funghi. Se vivete ad Unima, vi conviene stare molto attenti alle Poké Ball che trovate in giro: potrebbero non essere ciò che sembrano e nel peggiore dei casi potreste essere colpiti da delle spore che vi potrebbero uccidere per soffocamento!

Amoonguss

200px-Artwork591.png

Spoiler

Amoonguss (noto come Pokémon Fungo) è un Pokémon non molto comune di tipo Erba/Veleno che vive in zone umide e nei campi erbosi delle regioni di Unima e Kalos. Anche se possono apparire più vivaci della loro pre-evoluzione, non crediate che gli Amoonguss siano creature amichevoli: questi bizzarri funghi tendono ad attirare la preda per poi massacrarla a pugni e divorarla intera; nonostante ciò, non si può far a meno di ridere nel vedere questi esseri mentre ballano!

La somiglianza che i Foongus e gli Amoonguss hanno con le Poké Ball è davvero sorprendente e molti allenatori credono che si tratti solo di una bizzarra coincidenza, in realtà  non è così: i primi modelli di Poké Ball riuscivano a contenere qualsiasi Pokémon in modo simile a quelle moderne senza problemi, tuttavia c'era un blocco manuale che permetteva all'allenatore di far uscire il proprio Pokémon; vista la scomodità , parecchi allenatori hanno richiesto Poké Ball più comode nelle regioni asiatiche, perciò il principale produttore di Poké Ball, per allontanarsi dalle incessanti richieste, decise di prendersi una vacanza andando ad Unima, dove conobbe i Foongus e gli Amoonguss e prese particolarmente a cuore il motivo del loro cappello, tanto che al ritorno dalla sua vacanza usò tale colorazione per i nuovi modelli di Poké Ball noti per digitalizzare i Pokémon catturati; questi modelli moderni possiedono un pulsante centrale su cui basta semplicemente applicare una certa pressione per far uscire il Pokémon, pressione che può essere applicata anche solo lanciandola in aria o a terra. Questa invenzione rivoluzionò il mercato e tale inventore poi ha fondò l'azienda più potente al mondo, nota tutt'ora come Silph S.p.A.

Sebbene gli Amoonguss siano molto simili ai funghi normali, anatomicamente parlando, si distaccano comunque da loro, anche più dei Foongus, questo perché oltre ad essere ben più evoluti dei funghi e capaci di fare la fotosintesi (motivo per cui possono usare le mosse Solarraggio e Sintesi), sono anche carnivori. Il modo in cui gli Amoonguss attirano la preda è terribilmente stupido, ma anche disgustosamente efficace: ballano; il motivo colorato che hanno sui cappelli degli Amoonguss serve per dare un falso senso di sicurezza nei predatori che, una volta abbastanza vicini, vengono colpiti da uno spruzzo di spore per poi essere presi a pugni e ingoiati; all'interno, la preda viene lentamente sciolta da degli acidi tossici che la convertono in sostanze nutritive, incluse le ossa e altri componenti duri. Ironicamente, con l'avvento delle moderne Poké Ball, mentre i Foongus sono riusciti a prosperare, gli Amoonguss sono diminuiti in natura, questo perché i predatori hanno iniziato ad avere paura e ad evitare le Poké Ball e qualsiasi altra cosa avesse una somiglianza con esse, salvando i Foongus e nel contempo rendendo più difficile la caccia agli Amoonguss, che si sono ritrovati costretti a spostarsi per trovare delle prede e nella speranza di riuscirle ad ingannare con la loro bizzarra danza. E' davvero difficile che degli allenatori possano confondere gli Amoonguss per delle Poké Ball, viste le loro dimensioni più ampie, ma ci sono comunque casi in cui alcuni si sono avvicinati a loro per catturarli, facendosi colpire dalle loro spore, quindi è sempre bene essere cauti.

Nonostante possano apparire innocui e stupidi, gli Amoonguss sono creature molto pericolose che possono mostrarvi la stessa gentilezza che hanno per le prede (danzano per poi tentare di mangiarvi). Essendo i Pokémon Veleno con la maggior vitalità  in assoluto (escludendo Arceus) e potendo contare su un mix di mosse letali, non c'è da stupirsi se possono combattere brutalmente anche contro nemici infuocati o gelidi. Se non amate le lotte, potreste sempre usarli per un corso di danza... state attenti però che non provino a mangiare altri ballerini!

Skrelp
Artwork690.png
Spoiler

Skrelp (noto come Pokémon Similalga) è un Pokémon relativamente non molto comune di tipo Veleno/Acqua che vive tra le alghe delle regioni di Kalos ed Alola, anche se raramente è stato visto nella regione di Hoenn. Anche se possono sembrare troppo deboli per combattere, gli Skrelp sono esseri interessanti in grado di camuffarsi in modo assolutamente unico in natura. Nonostante abbiano poco potenziale offensivo, affrontarli può essere pericoloso, visto che volendo questi cavallucci marini possono rendere l'acqua completamente tossica!

La famiglia evolutiva di Horsea è riuscita a sopravvivere per secoli grazie alla loro capacità  di riprodursi in gran numero e apprendere mosse potenti in tenera età, ma le specie più sfortunate sono costrette ad adattarsi in modo diverso per sopravvivere; questo è accaduto con la catena evolutiva degli Skrelp. A differenza dei loro cugini, essi rimangono deboli quando sono piccoli e non possono riprodursi in gran numero, quindi sono riusciti a scampare all'estinzione in un modo del tutto singolare, specialmente considerando i predatori oceanici di Kalos. Molti Pokémon di mare totalmente diversi da questi cavallucci marini hanno sviluppato un'abilità  di mimetizzazione per sfuggire ai predatori sfruttando la loro forma o rilasciando odori per apparire come cose che nessuno vuole mangiare, in questo caso dobbiamo parlare di alghe putride. Come molte altre cose in putrefazione, anche le alghe hanno un aspetto rivoltante e quasi nessun Pokémon vuole nutrirsi di questi elementi; la famiglia evolutiva degli Skrelp ha appreso a mimetizzarsi in queste piante per sopravvivere... tuttavia questa scelta ha avuto serie ripercussioni sulla loro biologia: col passare del tempo hanno iniziato a imitare il movimento e gli odori delle alghe in putrefazione; inoltre pur di non venire danneggiati dalle sostanze rilasciate da queste piante, hanno sviluppato una sacca tossica, ma ciò ha ritardato di molto la loro crescita, quindi impiegano molto più tempo a raggiungere il loro stadio adulto (Dragalge); è anche l'unico Pokémon acquatico il cui tipo primario è il Veleno, motivo per cui possono apprendere una vasta gamma di mosse davvero pericolose che potrebbero avere gravi conseguenze su qualsiasi umano e gran parte dei Pokémon colpiti. Il fatto che siano classificati come Veleno primari è dovuto anche alle loro scarse mosse d'Acqua che possono apprendere, tuttavia la loro famiglia evolutiva è anche l'unica di tipo Veleno originaria di Kalos, quindi non è difficile vederli con degli allenatori, ma ciò non significa che siano facili da catturare, anzi, alla maggior parte della gente essi appaiono come semplicissime alghe putride, il che potrebbe essere problematico se ci si nuota vicino, specialmente se ci sono dei Dragalge.

Singolarmente gli Skrelp sono abbastanza deboli e hanno ben poco da offrire in termini di potenza fisica, almeno fino a che non si avvicinano all'evoluzione, tuttavia la loro colorazione e i movimenti dovuti al sistema muscolare permettono a queste specie di mimetizzarsi tra le alghe in maniera incredibile, tanto da essere quasi impossibile individuarli. Questo è il fulcro del loro adattamento ed è per questo che prosperano a Kalos e molto di rado è possibile vederne alcuni ad Hoenn. Il più delle volte tendono a rimanere lontani dalle altre forme di vita, ma se minacciati rilasceranno una sorta di polvere acida per respingere l'aggressore; una strategia simile viene adoperata anche per nutrirsi: quando un piccolo pesce si avvicina a loro, lo attaccano con questa polvere per stordirlo e poi lo colpiscono con Acido per sciogliere la carne e renderla mangiabile per la loro piccola bocca. Dato che si sono adattati per compiere degli agguati, possono usare poche mosse fisiche davvero utili, come Velenocoda o Acquagetto, quest'ultima poi la ottengono più in là durante la loro vita. Visto che impiegano molto tempo per evolversi, usarli in battaglia prima di allora è molto difficile, ma si può contare in qualche loro abilità. In natura tendono a rimanere nascosti appositamente per immagazzinare energia e cercare di evolversi il prima possibile.

Certamente non sono tra i combattenti più feroci, ma gli Skrelp sono bestie davvero sorprendenti in grado di usare un mix unico di mosse Acqua e Veleno in battaglia. Nonostante impieghino molto tempo per evolversi, coloro che sono disposti ad attendere pazientemente si renderanno conto che tutta la fatica fatta ne varrà la pena, l'importante è che non vi abituiate troppo ai suoi attacchi Acqua, visto che con l'evoluzione avranno abilità del tutto uniche, mostrando un potere draconico quando diventano finalmente adulti!

Dragalge

20940b_dcb197725fc0454f9e9add886afc6714~mv2.webp

Spoiler

Dragalge (noto come Pokémon Similalga) è un Pokémon relativamente raro di tipo Veleno/Drago che vive tra le alghe nelle regioni di Kalos ed Alola, anche se raramente è stato visto nella regione di Hoenn. Tossici come pochi ed in grado di trasformare qualsiasi corpo d'acqua in una pozza nera di veleno, i Dragalge sono creature nocive che non hanno problemi a dissolvere gli avversari nei loro liquidi per puro gusto di farlo. Non sono tra i Pokémon più agili, ma se li si vuole sfruttare bene in battaglia, allora le loro sostanze dissolventi sono ottime contro i vostri avversari!

La famiglia evolutiva di Horsea è riuscita a sopravvivere per secoli grazie alla loro capacità  di riprodursi in gran numero e apprendere mosse potenti in tenera età, ma le specie più sfortunate sono costrette ad adattarsi in modo diverso per sopravvivere; questo è accaduto con la catena evolutiva degli Skrelp. A differenza dei loro cugini, essi rimangono deboli quando sono piccoli e non possono riprodursi in gran numero, quindi sono riusciti a scampare all'estinzione in un modo del tutto singolare, specialmente considerando i predatori oceanici di Kalos. Molti Pokémon di mare totalmente diversi da questi cavallucci marini hanno sviluppato un'abilità  di mimetizzazione per sfuggire ai predatori sfruttando la loro forma o rilasciando odori per apparire come cose che nessuno vuole mangiare, in questo caso dobbiamo parlare di alghe putride. Come molte altre cose in putrefazione, anche le alghe hanno un aspetto rivoltante e quasi nessun Pokémon vuole nutrirsi di questi elementi; la famiglia evolutiva degli Skrelp ha appreso a mimetizzarsi in queste piante per sopravvivere... tuttavia questa scelta ha avuto serie ripercussioni sulla loro biologia: col passare del tempo hanno iniziato a imitare il movimento e gli odori delle alghe in putrefazione; inoltre pur di non venire danneggiati dalle sostanze rilasciate da queste piante, hanno sviluppato una sacca tossica, ma ciò ha ritardato di molto la loro crescita, quindi impiegano molto più tempo a raggiungere il loro stadio adulto (Dragalge); è anche l'unico Pokémon acquatico il cui tipo primario è il Veleno, motivo per cui possono apprendere una vasta gamma di mosse davvero pericolose che potrebbero avere gravi conseguenze su qualsiasi umano e gran parte dei Pokémon colpiti. Il fatto che siano classificati come Veleno primari è dovuto anche alle loro scarse mosse d'Acqua che possono apprendere, tuttavia la loro famiglia evolutiva è anche l'unica di tipo Veleno originaria di Kalos, quindi non è difficile vederli con degli allenatori, ma ciò non significa che siano facili da catturare, anzi, alla maggior parte della gente essi appaiono come semplicissime alghe putride, il che potrebbe essere problematico se ci si nuota vicino, specialmente se ci sono dei Dragalge.

Mentre gli Skrelp sono classificati parzialmente come Pokémon Acqua perché vivono solo ed esclusivamente in acqua, lo sviluppo per mimetizzarsi tra le alghe putrefatte ha avuto altre ripercussioni sulla loro biologia, incluse nella loro evoluzione. Mentre i veleni degli Skrelp non sono molto pericolosi in tenera età , con il passare del tempo la tossicità  e concentrazione delle sostanze prodotte aumenta sempre di più, quindi queste tossine hanno un effetto mutageno in loro tramutandoli in qualcosa di innaturale. Quando sono abbastanza grandi il veleno e le tossine concentrate nel corpo causano una mutazione spontanea, quindi si evolvono e sviluppano dei geni draconici che non dovrebbero esistere nelle loro cellule, motivo per cui con l'evoluzione non sono più classificati come Pokémon Acqua, bensì come Draghi, mentre i loro veleni diventano ancora più pericolosi. La mutazione non sembra sia causata solo per via delle tossina, ma essendo imparentati con gli Horsea, potrebbe lasciar intendere che abbiano un antenato in comune, tuttavia questa combinazione di tipi unica consente loro di usare abilità  e attacchi del tutto singolari in battaglia. Sia Skrelp che Dragalge possono apprendere naturalmente la mossa Dragopulsar, ma solo i Dragalge possono apprendere mosse come Codadrago o Tornado, anche se quest'ultima è comunque molto debole nonostante la apprendano in età  avanzata. I Dragalge tuttavia possono produrre sostanze molto più pericolose della loro pre-evoluzione, infatti possono sputare acido altamente corrosivo in grado di dissolvere lo scafo delle navi, un problema davvero temuto visto che sono estremamente territoriali e sputano questo acido in qualsiasi essere o cosa invada il loro territorio. Esistono storie tra i marinai che raccontano di navi che si sono avventurate nei territori dei Dragalge e non sono più tornate, probabilmente perché la nave è stata letteralmente dissolta e i passeggeri divorati dai Dragalge. Questi racconti sono naturalmente delle esagerazioni, ma effettivamente sono molto aggressivi nei confronti dell'uomo. In battaglia hanno dimostrato di essere molto resistenti, capacità  probabilmente dovuta al loro stile di vita stazionario tra le alghe putrefatte. Ogni allenatore che intenda sconfiggere questi esseri deve sfruttare al meglio il loro svantaggio di tipo e usare Pokémon con armature di metallo, anche se le più deboli non resistono a lungo ai loro acidi.

Di certo non sono tra gli esseri marini più veloci, ma i Dragalge sono cacciatori vili e pazienti che possono dissolvere quasi ogni materiale e sono tra le creature più pericolose che vivono in mare. Grazie alla grande quantità di attacchi velenosi, corrosivi e draconici, queste creature sono molto amate dagli specialisti Drago per poter contrastare i fastidiosi Folletti, ma cercate di stare attenti in acqua: di certo possono combattere sia in acqua salata che in quella dolce, ma se non si fa attenzione... l'intera acqua diventerà  un trappola biologica mortale!

Mareanie

Artwork747.png

Spoiler

Mareanie (noto come Pokémon Stellatroce) è un Pokémon relativamente raro di tipo Veleno/Acqua che vive nelle coste d'acqua calda della regione di Alola. Inaspettatamente spietati in battaglia, i Mareanie sono senza dubbio creature pericolose in grado di rendere la vita difficile ai loro nemici tramite le loro potenti tossine ed il loro corpo spinato. Sebbene difficili da trovare a causa del loro stile di vita, se mai doveste incontrarne uno, evitate ad ogni costo gli aculei, in caso contrario vi risveglierete doloranti e capirete quanto velenosi siano questi esseri!
I Mareanie sono stelle marine carnivore che dispongono di una corona di spine che li rende particolarmente minacciosi allo stato brado. Queste creature non possono muoversi molto rapidamente a causa della loro anatomia, in quanto si reggono in piedi solo tramite uno stelo principale che contiene i loro organi principali, come il loro cervello, inoltre hanno anche sviluppato un paio di occhi ed altri orifizi corporei. Essi sfruttano i dieci tentacoli per strisciare lentamente lungo i fondali dei mari d'acqua calda senza sprecare troppe energie; il fatto che abbiano una mobilità limitata impedisce loro di essere predatori attivi, perciò si mimetizzano usando i tentacoli per fingere di essere degli anemoni di mare, in questo modo possono attirare pesci ed altri Pokémon marini vicino a loro. Una volta che la preda sarà abbastanza vicina, la afferrano con i tentacoli per trafiggerla con gli aculei presenti nella parte superiore del corpo, i quali contengono una potente tossina che paralizza la preda in pochi secondi, così possono farla a pezzi con i tentacoli in modo da usare la bocca per nutrirsene. Questa loro strategia mimetica di solito funziona bene per le prede più piccole, ma dal momento che non hanno una grande quantità di veleno spesso rimangono mimetizzate più a lungo del necessario per nascondersi dai Pokémon più grandi, visto che il loro veleno non sarebbe sufficiente e sarebbero vulnerabili agli attacchi diretti, tuttavia hanno una buona rigenerazione, tanto da poter rimarginare completamente interi tentacoli perduti in un giorno o due al massimo, a patto che il loro stelo principale sia intatto.
E' interessante notare che sebbene prediligano cacciare passivamente, esiste un tipo di preda che attaccano direttamente: i Corsola, o meglio, non i Corsola in sé, ma i loro coralli, che crescono in simbiosi in cima al loro corpo; sembra che il loro corallo contenga molte sostanze nutritive essenziali per la sopravvivenza dei Mareanie, per questo sono un cibo fondamentale per loro, di conseguenza usano una gran quantità d'energia per attaccare i Corsola e strappare loro i coralli. Nonostante siano rari i predatori che attaccano i Corsola a causa del loro corpo roccioso, i Mareanie sono perfettamente in grado di iniettare delle tossine attraverso il corallo, che avvelenano la preda, e per gli esemplari che possiedono l'abilità Spietatezza la cosa si fa ancora più facile, visto che possono sgretolare il loro corallo pezzo per pezzo lasciando poi i Corsola a morire. Questa loro brutalità ha reso i Corsola più rari nella regione di Alola di quanto non dovrebbero essere, per questo i Mareanie sono criticati e scacciati, sebbene sia un bisogno biologico quello del corallo e gli è necessario per sopravvivere. Sia come sia, i Mareanie restano creature pericolose da gestire con estrema cautela, dato che non solo le loro tossine possono far del male ad umani e Pokémon, ma in battaglia sono anche parecchio resistenti.
Anche se incontrarne uno può essere difficile considerando la loro rarità, i Mareanie restano animali interessanti in grado di dare un tocco velenoso nel campo una volta schierati. Alcuni potrebbero considerarli dei mostri per il loro modo di combattere e per come divorano gli inoffensivi Corsola, ma la natura è quella che è, e questi esseri devono fare quello che devono pur di sopravvivere. Se volete avere uno di questi esseri come Pokémon domestico, non date loro da mangiare ad una distanza troppo ravvicinata: anche se non sono soliti mordere la mano di chi li nutre, considerando il tipo di tossina che contengono i loro aculei è meglio non correre nessun rischio!

Toxapex

Artwork748.png

Spoiler

Toxapex (noto come Pokémon Stellatroce) è un Pokémon raro di tipo Veleno/Acqua che vive nelle coste d'acqua calda della regione di Alola. Altamente tossici e pericolosi per qualsiasi forma di vita non immune all'avvelenamento, i Toxapex sono predatori spietati che non si fanno problemi ad usare le loro abilità naturali per indebolire e fare a pezzi gli avversari, se dovessero trovarsi troppo vicini a loro. Sebbene non abbiano un potenziale offensivo tale da risultare delle minacce, dopo aver subito gli effetti della loro letale mossa Fortino, potreste cambiare opinione nel vedere il vostro Pokémon lentamente sopraffatto da un letale shock tossico che di sicuro ricorderanno per sempre!
Quando i Mareanie si evolvono, la loro forma cambia radicalmente, passando dall’usare uno stile di caccia principalmente passivo ad uno più difensivo, in modo da poter sopravvivere anche agli attacchi dei nemici. Dal momento che queste violente creature che si nutrono principalmente di Corsola, sono attaccate da altri Pokémon per i loro modi brutali, in risposta a questo la loro evoluzione ha sacrificato la loro mobilità, perdendo lo stelo in cambio di un’elevatissima potenza difensiva. Quando si evolvono il loro stelo principale si atrofizza fino a rimanere poco più di una palla con rimasugli dello stelo, e la loro faccia si adatta a questa testa rimpicciolita, dato che non hanno più un corpo principale. Nonostante la parte principale del corpo si sia ristretta, essi ottengono un paio di tentacoli in più, mentre gli altri crescono enormemente sia di dimensioni che di potenza, diventando spesse fasce muscolari rivestite di aculei i cui ultimi due sono opponibili, in questo modo possono usarli per far presa sul terreno quando assumono una posizione difensiva. Nonostante non possiedano ossa o tessuti rigidi, la densità dei tessuti molli di questi tentacoli è tale da essere più resistenti del ferro, garantendo loro un’enorme difesa, al punto da superare quella di ogni altro Pokémon di tipo Veleno, ciò permette loro anche di usare la loro mossa peculiare Fortino, la quale è essenzialmente una versione personalizzata di Protezione, solo che avvelena qualsiasi nemico venga in contatto con loro mentre si proteggono. Nel complesso, tutto ciò rende queste bestie praticamente impenetrabili e pericolosissime da affrontare a distanza ravvicinata, rendendoli tra i predatori più pericolosi che abitano le acque della regione di Alola.
In questo stadio, i Toxapex vagano lentamente sui fondali marini in cerca di potenziali prede, avvinghiandole attorno ai loro dodici tentacoli che ora sono il loro unico modo di locomozione. Dal momento che non possono più mimetizzarsi come i Mareanie, visto che è impossibile per loro alzare i tentacoli per fingersi un anemone (perché ciò farebbe cadere a terra il loro fragile corpo principale, rendendole facili prede se non stanno attenti), preferiscono nascondersi dietro di essi come fossero uno scudo finché non individuano una preda nelle vicinanze, a quel punto la afferrano con i tentacoli quando abbastanza vicina, poi la trafiggono con gli aculei attendendo che muoiano con il veleno per farli a pezzi e poterli mangiare attraverso le ridotte dimensioni della bocca. Usano la stessa strategia per i Corsola, anche se spesso vagano alla ricerca di un nuovo nascondiglio per trovare nuove prede, spesso però lasciano dietro di loro una scia di resti di Corsola (che potrebbe tradirli e rivelare la loro posizione se le prede prestano abbastanza attenzione). Il loro veleno non è mortale per l'uomo, ma bisogna comunque stare attenti, visto che una loro puntura può provocare dolori lancinanti per tre giorni e tre notti e danni permanenti ai nervi, i quali possono causare paralisi permanente o simili, per questo per gli allenatori è consigliabile evitare questi Pokémon allo stato brado ad ogni costo, anche se è molto difficile che attacchino qualcuno che sanno di non poter uccidere, ma se si sentono minacciati non si fanno problemi ad attaccare con i loro tentacoli, se qualcuno dovesse essere così stolto da avvicinarsi troppo a loro.
Più velenosi di qualsiasi altro Pokémon Acqua e perfettamente in grado di lasciare danni permanenti sul corpo delle loro vittime, i Toxapex sono creature brutali, che possono rivelarsi estremamente pericolosi nel caso in cui il loro veleno non possa essere annullato. Non solo sono i Pokémon Veleno con la maggior resistenza fisica e speciale in assoluto, ma anche i Pokémon Acqua con la maggior resistenza agli attacchi speciali (escludendo leggendari ArcheoRisvegliati) , senza contare che hanno letali abilità e tecniche per immobilizzare i loro nemici, quindi non aspettatevi di poterli sconfiggere rapidamente con la sola forza bruta, vista la loro enorme difesa. E' raccomandato affrontare questi esseri sempre e solo da lontano: anche se l'opportunità di attaccare il loro piccolo e fragile corpo possa essere allettante, non fatevi ingannare o potranno avvelenare il vostro Pokémon e flagellarlo solo per aver tentato di attaccare direttamente a distanza ravvicinata!

Salandit

Artwork757.png

Spoiler

Salandit (noto come Pokémon Lucertossina) è un Pokémon relativamente non molto comune di tipo Veleno/Fuoco che vive nei vulcani ed in terreni rocciosi e secchi della regione di Alola. Anche se non incredibilmente mortali per conto loro, i Salandit restano bestie esuberanti in grado di rendere la vita molto difficile a chiunque in battaglia con le loro abilità velenose e legate al fuoco. Ciò che questi rettili non hanno in termini di potenza lo compensano con l'inganno: avvicinatevi troppo a loro e potreste ricevere uno shock tossico tale da bruciarvi le viscere, al punto da ustionarvi anche all'esterno!
I Salandit e la loro evoluzione, Salazzle, sono gli unici Pokémon in grado di mischiare il veleno con il fuoco per creare devastanti attacchi con cui affrontare qualsiasi battaglia. Nonostante man mano che crescono non imparano molte mosse Veleno, sono comunque in grado di sfruttare le loro tossine per stordire i nemici per lasciarli scoperti a temibili contrattacchi. L'organo di combustione di questi Pokémon è posizionato sulla coda con accanto le ghiandole velenose; usando la coda come condotto, possono mescolare entrambi i prodotti per vaporizzare il veleno liquido per generare un profumato gas tossico che viene prodotto dalla punta della coda, in modo da attirare insetti e altri piccoli Pokémon, quando la preda è abbastanza vicina poi la attaccano con raffiche di fiammate dalla coda per abbrustolirla e mangiarla, e nel caso in cui qualcuno osi avvicinarsi non si faranno problemi a carbonizzarlo. Sebbene questo gas tossico sia inutile per danneggiare gli avversari, questo può comunque causare vertigini a chiunque lo respiri, impedendo alla vittima di reagire e coordinarsi adeguatamente; questo è anche essenziale per l'abilità peculiare di Salandit e Salazzle, Corrosione, con cui riescono ad avvelenare qualsiasi Pokémon tramite questi gas, inclusi Pokémon di tipo Veleno e Acciaio, altrimenti immuni a questa alterazione di stato. Questa capacità, unita alle mosse Velenoshock e Tossina, rende indubbiamente queste bestie molto più pericolose di quanto sembrano.
I Salandit vivono in piccoli gruppi con una Salazzle oppure senza un vero e proprio leader. Nonostante vivano in gruppi, difficilmente lavorano insieme, preferendo agire ognuno per conto proprio e non come una comunità organizzata, anche se potrebbero lavorare in squadra se indotti da un raro esemplare di sesso femminile. I Salandit femmina sono così rari che basta pensare che occupano solo un ottavo della popolazione di questa specie, ma ciò fa in modo che vengano viste con maggior riguardo e abbiano più potere all'interno del gruppo, questo è dovuto al fatto che oltre al gas tossico, dalla coda possono rilasciare un feromone in grado di sopraffare i sensi dei suoi simili, mandandoli in uno stato di trance in cui diventano estremamente suggestivi e completamente sotto il controllo della Salandit femmina responsabile di questa condizione. Tutto ciò va a vantaggio di queste creature, visto che così possono annullare ogni individualità dei Salandit maschi e farli cooperare e coordinarli anche per assalire prede più grandi; questa abilità può essere sfruttata in battaglia per ammaliare l'avversario impedendogli di attaccare, sebbene gli odori sgradevoli potrebbero liberare questi Pokémon dal loro controllo.
Anche se non hanno molta forza bruta per molti allenatori, i Salandit restano esseri astuti in grado di usare le loro tossine in qualsiasi combattimento. Statene alla larga se preferite non correre alcun rischio per la propria sicurezza in natura, in particolare dalle Salandit femmina, visto che tendono a non giocare pulito. Se ne avete uno, assicuratevi che sia una femmina prima di allenarlo seriamente: ad alcuni può sembrare un consiglio sessista, ma solo i Salandit femmina possono sviluppare le loro abilità ammalianti per usarle contro gli avversari, in modo da poterli avvelenare e bruciare!

Salazzle

Artwork758.pngArtwork758.png

Spoiler

Salazzle (noto come Pokémon Lucertossina) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Veleno/Fuoco che vive nei vulcani ed in terreni rocciosi e secchi della regione di Alola. Subdole come poche ed in grado di usare il loro sesso per controllare i suoi alleati, le Salazzle sono creature feroci che sfruttano il loro fascino e le loro abilità naturali per sottomettere chi vogliono alla loro volontà. Non ci si dovrà preoccupare di trovarle in natura vista la loro rarità, ma se dovesse succedere è consigliabile scappare piuttosto che combattere: anche se non sono molto resistenti, ciò non è molto rilevante, visto che una volta ammaliati è come diventare un loro animaletto!
Sebbene i Salandit siano relativamente deboli da soli e devono vivere in gruppo per poter contare sulla forza del numero, per la loro evoluzione Salazzle ciò non si rivela un problema e non devono vivere assieme ad altre Salazzle o Salandit femmine, inoltre non è mai stato osservato dalla scienza alcun esemplare maschio di Salazzle; non si sa ancora il motivo di ciò, ma sembra che sia dovuto al fatto che tutti i Salandit maschi già nascono completamente fertili ed in grado di procreare, mentre le femmine si sviluppano a ritmi molto più lenti, di conseguenza raggiungere la maturità sessuale significa anche crescere biologicamente, spiegando perché solo loro riescano ad evolversi, sebbene non si sia del tutto sicuri su questa affermazione. Ad ogni modo, queste creature possiedono le stesse abilità dei Salandit, sfruttando il loro organo di combustione e le ghiandole velenose per produrre un gas tossico dall'odore dolce che causa vertigine a chiunque lo respiri, permettendo dunque a queste lucertole di colpire con fiamme roventi per bruciare i nemici, ed è proprio questo gas a conferire loro l'abilità peculiare Corrosione, con cui riescono ad avvelenare qualsiasi avversario indipendentemente dal loro tipo. C'è anche da notare che i feromoni da loro prodotti sono molto più forti rispetto a quelli delle Salandit femmina (motivo per cui apprendono la mossa Incanto non appena evolute) e vengono rilasciati costantemente assieme al gas dal loro corpo. Questi loro feromoni, una volta distillati fino a diluirli ad un certo livello, possono essere usati per produrre un profumo d'alta qualità senza alcuna proprietà tossica; grazie ad essi è possibile sciogliere il cuore anche degli uomini più duri in un istante. Considerando le loro abilità, non c'è da sorprendersi se una Salazzle è una dei due Pokémon Dominanti del Parco Vulcano Wela dell'isola di Akala nella regione di Alola, che attende in cima al vulcano in attesa di allenatori intenti a sfidare la prova di tipo Fuoco.
Dal momento che le Salazzle sono i più potenti in battaglia all'interno delle loro comunità familiari, non c'è da stupirsi se i gruppi di Salandit maschi talvolta sono capeggiati da una Salazzle. In questi gruppi non ci sono mai altri esemplari femmina di entrambi gli stadi evolutivi, dato che la Salazzle non permetterà l'introduzione di altri membri, eccetto altri Salandit maschi, questo per assicurarsi il controllo completo ed assoluto sul gruppo a causa della trance indotta dai loro feromoni, ma cosa ancora più importante è che possono assicurarsi di accoppiarsi quando vogliono e con qualsiasi membro del gruppo desiderino, motivo per cui non esiste alcuna stagione degli amori per questi rettili. Anche se normalmente le Salazzle si accoppiano solo una volta ogni tanto, ci possono essere casi in cui vogliano avere più Salandit da controllare, in questo caso sceglieranno un Salandit maschio per svolgere tutti i rapporti che desiderano. Sembra che queste creature diano un grande valore all'atto di accoppiamento con molto fervore, tanto da premiare o punire il compagno in base a come svolge il suo compito, ciò può rendere questi Pokémon estremamente pericolosi e volubili verso gli umani, inclusi i loro stessi allenatori, ma chiunque riesca a guadagnarsi la sua fiducia potrà contare sulla forza di un intero branco di Salandit, se dovessero combattere nella zona giusta.
Maligne nel loro comportamento ed abbastanza agili da attaccare furtivamente i loro avversari, le Salazzle sono bestie subdole in grado di usare il loro fascino femminile anche per ammaliare gli avversari in battaglia. Anche se averne una potrebbe rivelarsi complicato, per chiunque voglia spendere tempo nel procurarsi un esemplare rimarrà ben soddisfatto da quanto siano versatili questi rettili in lotta. Ricordatevi però che se volete allenarne una dovrete dimostrare di avere una qualche forma di dominio su di loro: potrebbe sembrare crudele, ma se siete dei maschi è l'unico modo per impedire loro di rendervi un loro amichetto da poter manipolare!

Silvally

20940b_d56f3c666c794d27816d4fe310621cef~mv2.png

Spoiler

Silvally (noto come Pokémon Multigene) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Normale (ma che può assumere un tipo qualsiasi a seconda della forma) posseduto solo da pochissimi allenatori e ricercatori della regione di Alola. Progettati per essere l'arma finale mai creata dai ricercatori Pokémon della regione di Alola, i Silvally sono bestie feroci i cui poteri permettono loro di adattarsi a qualsiasi battaglia, rivelandosi una forza pericolosa contro cui combattere. Sebbene le loro capacità non eguaglino quelle di Arceus, questi versatili esseri sono ancora in grado di abbattere qualsiasi Pokémon e solo un pazzo oserebbe mancare di rispetto alla potenza di questi cyborg creati per uccidere le Ultracreature!

I Tipo Zero e la loro evoluzione Silvally, sono diversi da qualsiasi altra specie Pokémon in quanto non solo sono artificiali, ma sono forme di vita completamente sintetiche. I Tipo Zero furono originariamente creati in risposta alla minaccia che rappresentavano le Ultracreature e gli Ultravarchi, che permettevano a questi esseri extradimensionali di giungere alla nostra dimensione. Siccome la varietà delle Ultracreature che potevano emergere da questi portali era totalmente ignota prima dell'inizio della creazione dei Tipo Zero, si decise di creare una forma di protezione contro questi esseri che potevano rivelarsi una minaccia per gli abitanti della regione di Alola e del resto del mondo, per questo motivo gli scienziati della Fondazione Æther decisero di creare una forma di vita in grado di gestire qualsiasi minaccia che sarebbe potuta uscire da questi portali warp, quindi l'obiettivo principale di questi esseri sintetici era quello di diventare una forza di combattimento anti-UC, e fu così che il Sistema Primevo fu sviluppato. Per la creazione di questo programma, gli scienziati presero ispirazione dall'abilità di Arceus di cambiare il proprio tipo, quindi iniziarono a raccogliere tessuti cellulari proveniente da Pokémon di tutti i tipi e li integrarono insieme ad un'interfaccia robotica per creare un cyborg, noto con il nome in codice "Ultra Killer", in possesso di uno scheletro ed un apparato boccale robotici e masse di tessuto vivente accuratamente coltivate ed innestate sul telaio meccanico, dando loro un aspetto simile al mostro di Frankenstein. Questi organismi complessi furono poi chiamati Omnitipo e fu allora che s'intraprese il passo successivo del progetto: installare il Sistema Primevo. Questo sistema di scansione dati fu progettato per agire sulle cellule somatiche dell'ospite e mutarle in risposta a diversi dischi ROM contenenti informazioni codificate sulla struttura cellulare e sulle forme di vita dei Pokémon dei vari tipi, sperando di creare una connessione naturale fra la massa cellulare ed il sistema, così che potessero cambiare tipo a piacimento. Tuttavia, quando agli unici prototipi di Omnitipo fu installato il Sistema Primevo, essi dimostrarono un grave rigetto dei tessuti, andando totalmente fuori controllo e rendendoli ingestibili. Incapaci di placare il loro comportamento selvaggio, queste bestie furono dotate di una maschera di controllo per mantenerle in uno stato stabile, per poi essere bollati come dei fallimenti; in seguito il loro nome fu cambiato da Omnitipo a Tipo Zero, in modo da riflettere il fatto che siano incapaci di sfruttare il sistema di combattimento e di versatilità con cui erano stati progettati, risultando di fatto inutili. Fortunatamente per loro, sembra che due dei tre esemplari siano riusciti ad andarsene dall'Æther Paradise dove erano rinchiusi, uno fu ottenuto da Iridio, figlio dell'ex-direttrice di quest'organizzazione, Samina, mentre il secondo fu ottenuto da un allenatore sconosciuto che ha contribuito alla sconfitta di Samina e alla protezione del mondo dalle Ultracreature, o almeno quelle che non sono riuscite a trovare persone con cui convivere in armonia.

Mentre inizialmente si credeva che i Tipo Zero fossero incapaci di controllare il loro potere e di farlo funzionare con i loro tessuti viventi, fu Iridio a scoprire come questi esseri potevano controllare le loro abilità: con l'amicizia. Come Iridio stesso ha scoperto, se mentre queste creature si allenano e vengono trattate con amore e rispetto da un essere umano al punto da stabilire un legame d'affetto, riescono a distruggere la loro maschera di controllo che hanno in testa, trovando anche un vero motivo per controllarsi e permettendo alle loro abilità sopite di risvegliarsi, consentendone l'evoluzione. Rinominati come Silvally da Iridio, queste creature sviluppano una grande cresta piumata ed una pelliccia più chiara sul collo e sulla testa che li distingue dai Tipo Zero, mentre nei loro occhi è visibile un istinto selvaggio non presente nella loro pre-evoluzione. Sebbene statisticamente le loro capacità combattive rimangano invariate (eccezion fatta per la velocità, che aumenta notevolmente a causa della rimozione della pesante maschera di controllo), continuano ad avere una natura selvaggia, tuttavia obbediranno ciecamente all'allenatore che lo ha fatto evolvere. Il loro corpo si è perfettamente unito al Sistema Primevo installato, permettendo a questi esseri di cambiare il proprio tipo in base alla ROM installata all'interno del Sistema Primevo attaccato alla loro testa, in modo che le cellule somatiche del loro corpo mutino istantaneamente, cambiando anche colore del sistema a seconda della ROM inserita, inoltre possono sfruttare ciò anche per eseguire la loro mossa peculiare, Multiattacco, che apprendono con l'evoluzione. Questo attacco consiste nel convogliare nel Pokémon dell'energia elementale per poi attaccare ferocemente l'avversario con gli artigli, infliggendogli gravi danni; similmente alla mossa Giudizio di Arceus, il tipo di questo attacco dipende dalla ROM che il Pokémon possiede, di conseguenza è l'unica mossa che i Silvally potranno sfruttare con il potenziamento della STAB, aumentandone ulteriormente la potenza. E' anche interessante notare che con l'evoluzione possono apprendere la mossa Anticura molto prima rispetto ai Tipo Zero e che possono anche apprendere le mosse Rogodenti, Fulmindenti, Gelodenti, Morso, Sgranocchio e Monito. Nel complesso, questo è il potere con cui era stato inizialmente progettato il Sistema Primevo e sapendo che queste bestie hanno bisogno di amore e gentilezza per dare il massimo, come ogni altro Pokémon, si spera che eventuali futuri tentativi di crearne altri tengano conto di ciò sia per il bene della gente che di questi stessi Pokémon.
Feroci, liberi di usare le loro abilità e sicuramente capaci di sconfiggere qualsiasi nemico, i Silvally sono potenti bestie che possono mostrare cosa sia veramente in grado di fare la scienza se usata correttamente. E' improbabile che gli allenatori riescano a trovare ed impiegare questi esseri in battaglia, ma basta pensare alla loro potenza per capire quanto siano impressionanti, tanto da essere i Pokémon Veleno (assieme ai Nihilego), Coleottero (assieme ai Buzzwole e ai Pheromosa), SpettroFuoco (in questi ultimi due casi assieme ai Blacephlon), Erba (assieme ai Kartana), Elettro (assieme ai Xurkitree), Ghiaccio e Folletto (escludendo per tutti MegaEvoluzioni e leggendari) più potenti. Se mai vi capitasse di affrontare un allenatore che ne possiede uno, preparatevi a tutto: anche se statisticamente potrebbero non essere così incredibili in nessun campo, ciò non significa che non possano usare le ROM per sfruttare le debolezze dei vostri Pokémon prima ancora di capire che tipo hanno assunto!

Nihilego

Artwork793.png

Spoiler

Nihilego (noto come Pokémon Parassita), conosciuto anche come UC 01 Parasitus, è un’Ultracreatura di tipo Roccia/Veleno originaria dell'Ultrabisso. In grado di corrompere la natura altrui e con una biologia relativamente inspiegabile, i Nihilego sono esseri misteriosi che hanno portato molti a chiedersi se rappresentino una minaccia maggiore rispetto ad ogni altra Ultracreatura nota. Anche se le possibilità d’incontrarne uno sono pressoché inesistenti, il che è un bene, se permetterete che uno di essi vi contagi, non sarete più voi stessi!
Le Ultracreature sono un tipo di Pokémon da altri universi identificati come Ultramondi. Periodicamente, nella regione di Alola può capitare che si aprano dei portali warp collegati al loro mondo, e mentre nella stragrande maggioranza dei casi ciò non causa alcun problema, se qualcuno dovesse accidentalmente entrare in un Ultramondo ed uscirne, l'energia dell'Ultravarco a cui sono stati esposti potrebbe renderli un faro che attrae questi esseri. Sfruttando gli Ultravarchi per uscire da un Ultramondo, queste creature perseguitano le persone irradiate da questa energia nel disperato tentativo di poter tornare a casa, per poi scoprire, con grande rammarico, che era solo un abitante di quel mondo in cui ora sono prigionieri, questo è il destino di tutte le Ultracreature avvistate nella regione di Alola. Nonostante il loro aspetto terrificante, le Ultracreature sono comunque Pokémon e mentre le normali Poké Ball difficilmente riescono a catturarli, una nuova tecnologia è stata sviluppata dando vita alle UC Ball, in grado di catturarli efficacemente. Anche se questi esseri possiedono enormi poteri e sono completamente estranei nel nostro mondo, senza un luogo dove andare, spesso iniziano ad avere atteggiamenti violenti e attaccano tutto ciò che non conoscono, rendendoli potenziali minacce per Pokémon e soprattutto umani. Nonostante la loro forma e le loro abilità si differenzino moltissimo, tutte le normali Ultracreature condividono l'abilità Ultraboost: questa loro abilità è dovuta alle radiazioni degli Ultravarchi che hanno usato per arrivare in questo mondo; sebbene tale energia sia molto più potente prima della cattura, essi ne conservano ancora il potere per combattere, potenziando drasticamente le loro migliori caratteristiche ogni volta che sconfiggono un avversario. Sebbene siano estremamente pochi gli allenatori che avranno mai l'occasione di incontrare queste bestie - per di più ormai tutti gli esemplari noti presenti alla regione di Alola sono stati catturati - se un giorno dovessero arrivarne altre, state attenti mentre le cercate nella speranza di catturarle.
I Nihilego sono bizzarre forme di vita la cui forma fisica è diversa da quella di qualsiasi altra creatura nota non solo in questa dimensione, ma di qualsiasi altra. Nonostante il corpo di queste creature sembra essere morbido, in realtà la membrana che forma il loro corpo fisico somiglia al vetro e presenta caratteristiche fisiche e strutturali bizzarre, mai viste in nessun altro tessuto vivente o artificiale conosciuto, ma questo materiale vetroso somiglia vagamente a certi materiali sensibili agli urti, in particolare quando questa viene colpita tende ad irrigidirsi per pochi istanti, perdendo le caratteristiche simile al vetro; sebbene così riescano a resistere agli attacchi basici, diventano vulnerabili ad attacchi in grado di spaccare le corazze, permettendo anche di frantumare il loro corpo. Anche se riportano danni critici, questi esseri riescono a rigenerare il proprio corpo col tempo, curando ogni ferita e facendo ricrescere i tentacoli perduti. Questa membrana sembra anche dissolversi a contatto con l'acqua o energie vegetali, ma rimane resistente agli attacchi di tipo Fuoco, Volante e specialmente Veleno a causa della struttura molecolare di questa membrana. Siccome il loro corpo reagisce allo stesso modo delle tipiche armature rocciose, sono stati classificati in parte di tipo Roccia. Offensivamente, queste creature dipendono molto dalle neurotossine, con cui riescono a controllare efficacemente le menti altrui, anche se solo indirettamente; sia per attaccare che per difendersi, questa tossina non è progettata per uccidere gli altri, ma ha un effetto altamente stimolante, eccitando i sentimenti della vittima all'estremo senza alcuna inibizione o senso di controllo, inoltre le caratteristiche della vittima sono anche forzatamente potenziate al massimo, permettendo comunque all'ospite di agire come vuole. Sebbene ciò non permetta un controllo diretto della vittima, queste creature tendono a scegliere bersagli specifici da infettare, in modo che le loro azioni vadano a completo beneficio per la sopravvivenza di queste creature. E' anche noto che questi esseri sono in grado di fondersi fisicamente con altre forme di vita per ampliare l'effetto delle loro tossine, diventando ibridi mutanti con tentacoli multicolori con al centro il corpo ospite, con cui riescono ad infondere la propria energia degli Ultravarchi ad altri esseri viventi, garantendo loro gli effetti dell'abilità Ultraboost in modo tale da proteggere il loro corpo ospite per la propria sicurezza. E' stato osservato che queste creature da poco esposte agli effetti dell'abilità Ultraboost appena giunti in questo mondo, grazie all'energia a cui sono stati esposti nell'Ultravarco, aumenta notevolmente la loro resistenza agli attacchi speciali (diventando circa il doppio della norma).
E' ignoto se i Nihilego sentano qualche forma di emozioni o di volontà, dal momento che non sembrano rispondere alle azioni esterne in modo diretto, ma sembrano essere guidati solamente da un istinto di sopravvivenza che potrebbe renderle tra le più pericolose delle Ultracreature. Questi esseri sono soliti scegliere vittime che hanno un debole o un desiderio nel proteggere altre forme di vita e usano le loro neurotossine per portare questa loro caratteristica all'estremo, dando loro un forte desiderio di proteggere tutte le Ultracreature, e usandole in modo tale che possano accrescere il loro numero in un ambiente sconosciuto ed inospitale, riuscendo a vivere anche in luoghi che pullulano di predatori. Possono anche agire in maniera tale da imitare il comportamento di qualcosa che sia caro alla vittima, in particolare i Nihilego che sono stati osservati nella regione di Alola, avevano un comportamento simile ad una bambina, a causa di un incontro che un esemplare ha avuto con Samina, la direttrice della Fondazione Æther, nella speranza di ottenere la fiducia da parte dei Pokémon e specialmente degli umani. Ad ogni modo, questi esseri sono estremamente pericolosi per qualsiasi forma di vita intelligente a causa delle loro tossine, fortunatamente questo problema oggi non esiste più grazie alla creazione di un antidoto a questo tipo di veleno, e sono quindi considerati esseri che meritano d'essere protetti, nonostante siano pericolosi in natura a causa del loro istinto di sopravvivenza e non perché sono distruttivi verso le altre forme di vita.
Istintivamente astuti ed indiscutibilmente pericolosi per qualsiasi essere che possa essere influenzato da loro, i Nihilego sono giustamente considerati dei parassiti che non si fanno problemi a sacrificare il benessere altrui seguendo il loro istinto. Essendo i Pokémon Roccia con il più alto attacco speciale (escludendo Arceus) ed essendo assieme a Silvally il Pokémon Veleno più potente in assoluto (senza contare Arceus), è chiaro che non bisogna farsi ingannare dal loro grazioso aspetto, in quanto non riflette minimamente il pericolo che rappresentano. Fatevi un favore ed evitate queste creature ad ogni costo se ne vedete una, in caso contrario potreste perdere completamente la vostra identità divenendo schiavi senza volontà che vogliono solamente amare questi esseri!

Poipole

20940b_7fb0542adaf44e9399a917b2ffb82350~mv2.png

Spoiler

Poipole (noto come Pokémon Velenago), conosciuto anche come UC Viscosus, è un’Ultracreatura di tipo Veleno originaria dell'Ultramegalopoli. Sebbene possano sembrare piccoli ed innocui per alcuni, i Poipole sono in realtà esseri potenzialmente pericolosi in grado di dimostrarsi delle vere minacce in battaglia a causa delle loro caratteristiche tossiche e alla quantità di veleno che possiedono, apparentemente infinita. Anche se molto amichevoli verso chiunque si dimostri gentile con loro, è sempre meglio essere cauti quando li si affronta: basta solo sottovalutarli per ritrovarsi a terra con il solo odore del proprio corpo mentre marcisce a farvi compagnia!

Le Ultracreature sono un tipo di Pokémon da altri universi identificati come Ultramondi. Periodicamente, nella regione di Alola può capitare che si aprano dei portali warp collegati al loro mondo, e mentre nella stragrande maggioranza dei casi ciò non causa alcun problema, se qualcuno dovesse accidentalmente entrare in un Ultramondo ed uscirne, l'energia dell'Ultravarco a cui sono stati esposti potrebbe renderli un faro che attrae questi esseri. Sfruttando gli Ultravarchi per uscire da un Ultramondo, queste creature perseguitano le persone irradiate da questa energia nel disperato tentativo di poter tornare a casa, per poi scoprire, con grande rammarico, che era solo un abitante di quel mondo in cui ora sono prigionieri, questo è il destino di tutte le Ultracreature avvistate nella regione di Alola. Nonostante il loro aspetto terrificante, le Ultracreature sono comunque Pokémon e mentre le normali Poké Ball difficilmente riescono a catturarli, una nuova tecnologia è stata sviluppata dando vita alle UC Ball, in grado di catturarli efficacemente. Anche se questi esseri possiedono enormi poteri e sono completamente estranei nel nostro mondo, senza un luogo dove andare, spesso iniziano ad avere atteggiamenti violenti e attaccano tutto ciò che non conoscono, rendendoli potenziali minacce per Pokémon e soprattutto umani. Nonostante la loro forma e le loro abilità si differenzino moltissimo, tutte le normali Ultracreature condividono l'abilità Ultraboost: questa loro abilità è dovuta alle radiazioni degli Ultravarchi che hanno usato per arrivare in questo mondo; sebbene tale energia sia molto più potente prima della cattura, essi ne conservano ancora il potere per combattere, potenziando drasticamente le loro migliori caratteristiche ogni volta che sconfiggono un avversario. Sebbene siano estremamente pochi gli allenatori che avranno mai l'occasione di incontrare queste bestie - per di più ormai tutti gli esemplari noti presenti alla regione di Alola sono stati catturati - se un giorno dovessero arrivarne altre, state attenti mentre le cercate nella speranza di catturarle.

I Poipole sono unici fra le Ultracreature non leggendarie, dato che in realtà sono poco più che larve dal punto di vista biologico, condividendo questo tratto (insieme ad altri, come la capacità di fluttuare in aria tramite l'elettromagnetismo) con la famiglia evolutiva di Cosmog, e proprio per questo hanno capacità molto limitate e sono le Ultracreature comuni più deboli ad oggi conosciute, ma nonostante ciò non devono essere sottovalutati dato che possiedono un'arma micidiale con cui possono rivelarsi delle vere minacce per chiunque osi affrontarli prendendoli sottogamba. Nella maggior parte dei casi, i Poipole non hanno molti modi per attaccare direttamente, preferendo l'uso di mosse più tattiche per salvaguardarsi e per indebolire ed impedire che l'avversario possa combattere a piena potenza, questo perché l'arma principale di questi esseri è un liquido tossico viscoso il quale occupa quasi interamente la loro testa, mentre il cervello occupa solo uno spazio alquanto ristretto. Questo liquido da solo non è così letale, ma essendo estremamente appiccicoso, tanto da avere proprietà adesive superiori alla maggior parte delle sostanze presenti sulla Terra, questo di fatto ha lo scopo di attaccarsi alla preda dopo essere stato spruzzato dagli aculei presenti sulla testa di questi esseri, ciò non solo permette loro di bloccare la vittima al suolo immobilizzandola, ma garantisce alle tossine tutto il tempo necessario per penetrare la pelle, causando uno shock tossico dopo cinque minuti circa, il che consente loro di usare un'interessante variante della mossa Acido, sebbene sia preferibile non usare molto questo liquido in combattimento, dato che il suo tasso di mortalità è incredibilmente alto se non rimosso immediatamente dalla vittima dopo essere stata colpita da un attacco. Fortunatamente i Poipole sono abbastanza intelligenti da capire la differenza fra una preda ed un avversario di battaglia, perciò diluiscono il loro stesso veleno al proprio interno per indebolirne gli effetti complessivi, permettendo al nemico di sopravvivere e di riprendersi poco dopo l'attacco, ma è importante tenere a mente che ciò non è l'unica capacità di questa specie, visto che sono perfettamente capaci di individuare le altre forme di vita tramite la loro visione termica, riuscendo a capirne la posizione fino a quando essi hanno una traccia di calore abbastanza evidente; si ritiene che questo adattamento sia dovuto alla mancanza di luce nell'Ultramegalopoli, permettendo loro di localizzare le prede anche al buio, anche se mette in difficoltà i Poipole negli universi che ancora hanno una qualche fonte di luce.

Nonostante possano sembrare pericolosi per la sicurezza altrui, i Poipole sono in realtà esseri estremamente amichevoli e sicuramente è tra le Ultracreature più sicure con cui stringere amicizia; si ritiene che sia per questo che sono così comuni fra gli abitanti dell'Ultramegalopoli, dal momento che il loro comportamento così docile li rende partner affidabili, tanto che sono usati come Pokémon starter in quell'universo. I Poipole tendono a dimostrare un atteggiamento crudele solo quando sono a caccia di prede, e visto che serve per sopravvivere, tale comportamento è logico, nonostante i versi che emettono quando osservano la propria vittima intrappolata nelle loro tossine appiccicose rimangano alquanto inquietanti. Ad ogni modo, i Poipole sono creature facili da allenare e sono sorprendentemente leali verso coloro di cui si fidano, al punto che possono essere tenuti sotto controllo senza l'ausilio di Poké Ball, altro motivo per cui sono così comuni fra gli umani del loro mondo, ma c'è un però: nonostante siano innocui con le giuste cure, ciò è vero solo durante il loro stadio larvale; se invece riescono ad evolversi completamente diventano estremamente aggressivi e difficili da controllare, diventando una minaccia sia per gli avversari che per il proprio allenatore, ecco perché la maggior parte dei loro proprietari preferiscono non farli evolvere per mantenerli docili e facili da controllare, sebbene ciò vada a limitare enormemente le loro capacità complessive; solo gli allenatori più pazienti e con uno stretto legame con il proprio Poipole possono provare a farli evolvere, dato che possono diventare talmente aggressivi da risultare una minaccia letale difficile da tenere a bada.

Sebbene non abbiano la potenza pura delle altre Ultracreature, i Poipole restano esseri divertenti ed interessanti che possono diventare ottimi compagni per qualsiasi allenatore sia interessato alle Ultracreature. Nonostante non abbiano capacità molto forti, chiunque impieghi del tempo con loro per allenarli non rimarrà deluso, ma è importante ricordare che una volta evoluti non saranno facili da tenere a bada, tuttavia tale processo non avviene naturalmente, il che è un bene visto che poi non si faranno problemi ad appiccicare ed uccidere chiunque non appena sviluppano letteralmente le ali!

Naganadel

20940b_c900f6689cb14b68adee9bf45e58118e~mv2.png

Spoiler

Naganadel (noto come Pokémon Velenago), conosciuto anche come UC Aculeus, è un’Ultracreatura di tipo Veleno/Drago originaria dell'Ultramegalopoli. Incredibilmente veloci e capaci di usare micidiali attacchi speciali, tanto da poter competere contro i migliori predatori del nostro universo, i Naganadel sono indubbiamente possenti bestie capaci di appiccicare ed avvelenare all'istante quasi qualsiasi bersaglio si trovi sul loro raggio d'azione con gran ferocia e potenza. Nonostante non abbia la stessa potenza posseduta dalle altre Ultracreature, sottovalutarli sarebbe un errore fatale per qualsiasi allenatore: basta solo mettersi contro di loro per ritrovarsi incollati al suolo mentre si è lasciati morire lentamente a causa di uno shock tossico, per poi venire mangiati da questi esseri insettoidi!

Le Ultracreature sono un tipo di Pokémon da altri universi identificati come Ultramondi. Periodicamente, nella regione di Alola può capitare che si aprano dei portali warp collegati al loro mondo, e mentre nella stragrande maggioranza dei casi ciò non causa alcun problema, se qualcuno dovesse accidentalmente entrare in un Ultramondo ed uscirne, l'energia dell'Ultravarco a cui sono stati esposti potrebbe renderli un faro che attrae questi esseri. Sfruttando gli Ultravarchi per uscire da un Ultramondo, queste creature perseguitano le persone irradiate da questa energia nel disperato tentativo di poter tornare a casa, per poi scoprire, con grande rammarico, che era solo un abitante di quel mondo in cui ora sono prigionieri, questo è il destino di tutte le Ultracreature avvistate nella regione di Alola. Nonostante il loro aspetto terrificante, le Ultracreature sono comunque Pokémon e mentre le normali Poké Ball difficilmente riescono a catturarli, una nuova tecnologia è stata sviluppata dando vita alle UC Ball, in grado di catturarli efficacemente. Anche se questi esseri possiedono enormi poteri e sono completamente estranei nel nostro mondo, senza un luogo dove andare, spesso iniziano ad avere atteggiamenti violenti e attaccano tutto ciò che non conoscono, rendendoli potenziali minacce per Pokémon e soprattutto umani. Nonostante la loro forma e le loro abilità si differenzino moltissimo, tutte le normali Ultracreature condividono l'abilità Ultraboost: questa loro abilità è dovuta alle radiazioni degli Ultravarchi che hanno usato per arrivare in questo mondo; sebbene tale energia sia molto più potente prima della cattura, essi ne conservano ancora il potere per combattere, potenziando drasticamente le loro migliori caratteristiche ogni volta che sconfiggono un avversario. Sebbene siano estremamente pochi gli allenatori che avranno mai l'occasione di incontrare queste bestie - per di più ormai tutti gli esemplari noti presenti alla regione di Alola sono stati catturati - se un giorno dovessero arrivarne altre, state attenti mentre le cercate nella speranza di catturarle.

In normali circostanze, i Poipole sono incapaci di evolversi nel loro stadio adulto a causa di una selezione selettiva che ha portato a rendere inattivi i geni necessari per scaturire l'evoluzione, questo perché lo stadio adulto dei Poipole, vale a dire Naganadel, è estremamente pericoloso anche se sotto il controllo di una persona, motivo per cui sono normalmente bloccati al loro stadio larvale, nonostante vi sia un piccolo problema che renda ciò meno confortante.Sebbene i geni che scaturiscono l'evoluzione siano per lo più inattivi, sembra che tendano a mutare per divenire attivi se esposti a certe forme d'energia, ovvero quella draconica, ma ciò non è un grosso problema fino a quando un Poipole non otterrà un addestramento specializzato per apprendere la mossa Dragopulsar, e se vengono allenati abbastanza da poter maneggiare bene questo attacco ciò è sufficiente a riattivare i suoi geni per innescare l'evoluzione di queste innocue creature per trasformarle nei devastanti Naganadel, motivo per il quale è pratica comune far dimenticare loro questa mossa appena nati tramite gli stessi addestramenti che vengono usati dai Dimenticamosse nel nostro universo, ma è possibile far ricordare questo attacco tramite allenamenti specializzati, in modo da farli evolvere nel loro stadio adulto. I Naganadel usano mosse molto simili alla loro pre-evoluzione, ma si differenziano in altri modi: per prima cosa, dato che l'evoluzione è dovuta all'esposizione prolungata all'energia draconica, essi sono classificati di tipo Veleno/Drago. Seconda cosa, anziché sfruttare unicamente l'elettromagnetismo per sollevarsi da terra, essi usano le ali ottenute con l'evoluzione per volare ad alta velocità e per usare gli attacchi Aerasoio (che apprendono non appena evoluti) ed Eterelama, e sono capaci di riapprendere naturalmente Dragopulsar, caso in cui dovessero dimenticarsela per qualsiasi ragione. Terza cosa, oltre a mantenere la loro capacità di spruzzare un liquido appiccicoso e tossico dal corpo per incollare l'avversario al suolo, il veleno usato è nettamente maggiore dato che il loro addome è talmente grosso da poter contenere svariati litri di questa sostanza viscosa, riuscendo addirittura ad immergere le prede fino a soffocarle. Differentemente dai Poipole, questi esseri generano un prodotto chimico unico nel loro veleno appiccicoso che lo farà brillare se esposto all'aria che si trova all'esterno del proprio corpo, permettendo ai Naganadel di tracciare le prede nel caso in cui riescano a liberarsi ma abbiano ancora il liquido tossico sulla superficie del corpo, il che è estremamente utile nelle zone dove la luce è molto limitata ed è difficile vedere ciò che si ha nei dintorni, come nell'Ultramegalopoli; nonostante l'alta potenza con cui riescono ad eseguire gli attacchi speciali spesso è sufficiente per abbattere la maggior parte delle loro prede, ecco perché sono avversari così temibili in combattimento.

A differenza dei Poipole, che sono creature molto amichevoli e giocose nella maggior parte dei casi, i Naganadel sono temuti nel loro universo d'origine a causa del loro carattere estremamente feroce ed aggressivo, e nonostante gli allenatori più esperti possono avere queste creature con un discreto controllo su di loro, quando un Poipole ha la mossa che ne scatena l'evoluzione la cosa può rivelarsi molto pericolosa, specie per i bambini piccoli, i quali non hanno modo di controllarli se non stringendo un profondo legame prima dell'evoluzione in Naganadel, che però restano comunque molto pericolosi anche per il proprio allenatore quando agitati o estremamente affamati. Questo loro carattere li influenza molto in combattimento, infatti sono soliti volare rapidamente a cerchio intorno al nemico, cercando i punti più vulnerabili in cui colpire, e non si fermeranno finché non hanno la certezza che il nemico non possa più rialzarsi o finché non è morto, e proprio il fatto che tendano ad uccidere i loro opponenti è la ragione principale per cui i nativi del loro universo hanno usato la selezione selettiva per prevenire l'evoluzione della maggior parte dei Poipole e senza l'ausilio di Poké Ball, presenti nel nostro universo, è quasi impossibile per loro controllare tali creature, ma è sempre necessaria un'enorme pazienza e fiducia da parte dell'allenatore per poterli usare in combattimento, vista la loro natura implacabile, tanto che è difficile capire se vogliano solo sconfiggere il nemico o finirli in una maniera raccapricciante. E' consigliata la massima cautela in presenza di questi esseri, se dovessero comportarsi in maniera troppo irruenta è bene interrompere immediatamente il combattimento o usare altri Pokémon per tenerli a bada, questo è l'unico modo per assicurarsi che non pongano fine alla vita di chiunque affrontino.

Estremamente veloci in aria e mortali anche a grande distanza, i Naganadel sono potenti insettoidi capaci di trasformare la vita di chiunque in un incubo se non si possiede un'adeguata protezione contro il loro liquido tossico. Potrebbe essere complicato riuscire a procurarsene uno, anche per chi già possiede un Poipole, ma se allenati e controllati adeguatamente, queste Ultracreature possono rivelarsi un incubo vivente anche contro avversari capaci di tenere testa alle loro capacità offensive. Fatevi un favore, e non confrontateli assolutamente con gli insetti dotati di aculeo del nostro universo: anche se sembrano delle grosse api o vespe in un primo momento, basta solo assaggiare il miele che producono per pentirsene amaramente durante i propri ultimi respiri, mentre il vostro corpo diventa poco più che un glow stick!

 

Modificato da Zarxiel

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme

postato Nidoqueen, domani Nidoran maschio.

 

Nota, richiedo la cancellazione dei post.

 

Giuls92

Corretto :) Sembra molto interessante come tipo, secondo me è anche sottovalutato. Il Veleno è veramente rognoso.

 

Garg

Venipede e Scolipede però non sono insetti, ma miriapodi

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme

postato Zubat, domani Golbat, Oddish, Gloom, Vileplume, Venonat, Venomoth, Bellsprout, Weepinbell, Victreebel, Tentacool e Tentacruel

 

il che significa che il post sarà totalmente esaurito, quindi richiedo la cancellazione :P

 

Garg

On 17/2/2016 at 14:01, Zarxiel ha scritto:

Va beh, non farmi fare una categoria solo per loro due, mi pare stupido dai XD

Sisi, intendevo chiama la categoria "Insetti e simili" :XD: 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme

postati: Golbat, Oddish, Gloom, Vileplume, Venonat, Venomoth, Bellsprout, Weepinbell, Victreebel, Tentacool e Tentacruel (wow, ne ho postati un sacco oggi anche se eccetto Golbat gli altri sono vecchi XD)

Domani Grimer :)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme

postati Weezing, Spinarak ed Ariados, questo pomeriggio tocca a Crobat, Qwilfish, Dustox e Roselia, in pratica ho appena finito la 1° gen e oggi finirò comunque la 2° e inizio la 3° XD

Questa analisi sarà bella corta :P

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme

Il tipo veleno é uno di quelli più sottovalutati ma in realtà nasconde un sacco di insidie e mosse pericolose!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme
31 minuti fa, MegaFrancy-X ha scritto:

Il tipo veleno é uno di quelli più sottovalutati ma in realtà nasconde un sacco di insidie e mosse pericolose!

Verissimo, poi anche i Pokémon di questo tipo sono tra i più pericolosi esistenti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme