Vai al commento



Reggie Fils-Aime non è interessato alla realtà  virtuale!


Akutenshi
 Condividi

Post raccomandati

Mentre Sony presenta Project Morpheus, Microsoft mostra Hololens ed Oculus Rift è ormai conosciuto dai più, è un dato di fatto che la realtà  virtuale si sia rivelata uno degli argomenti chiave dell'E3 di quest'anno. Reggie Fils-Aime, tuttavia, non sembra esserne impressionato; in un'intervista presso Polygon, il Presidente di Nintendo of America ha dato la sua opinione a riguardo.


Reggie_VR_1

"Siamo a conoscenza di quest'area tecnica, sulla quale abbiamo effettuato esperimenti da molto, molto tempo. L'idea che ci siamo fatti è che, affinché tale tecnologia possa compiere passi in avanti, bisognerà  renderla sia divertente che social. Non mi sono addentrato molto nel settore, quindi non saprei dire cos'ha da offrire ad oggi in termini specifici; ma da ciò che ho avuto modo di constatare non mi sembra ancora né divertente, né social. È semplice tecnologia, per il momento."


Reggie_VR_2

Le altre aziende stanno puntando molto sulla tecnologia in grado di alterare la realtà , sviluppando videogiochi basati su di essa o creando in prima persona l'hardware in grado di eseguire tali videogiochi. Nintendo rappresenta quindi una strana eccezione del tutto inusuale, considerando i 126 anni di storia della società .


Reggie_VR_3

Va ricordato che la casa di Kyoto fu una delle prime società  videoludiche ad abbracciare l'utilizzo della realtà  virtuale attraverso il rilascio del suo Virtual Boy, nel 1995. Lo strumento, che mostrava giochi 3D monocromatici utilizzando l'effetto parallasse, finì per essere classificato come un sistema sia troppo futuristico per l'epoca, che ancora non sufficientemente futuristico da rappresentare una svolta nel mercato.


Reggie_VR_4

Il Virtual Boy venne quindi etichettato come progetto fallimentare, e Nintendo fu costretta ad interromperne la produzione soltanto sei mesi dopo il lancio. La compagnia ebbe molto più successo in seguito con i propri esperimenti di realtà  aumentata, fra cui molti mini-giochi ed il celeberrimo Nintendo 3DS, ancora oggi attuale e divertente.

Link al commento
Condividi su altre piattaforme

poteva essere un'oggetto rivoluzionario :c però la nintendo è meglio che sta alla larga da cose del genere :3 preferisco lo stile che ha ora :3 queste cose lasciamole alla sony & CO.


Modificato da Koopa
Link al commento
Condividi su altre piattaforme

con l'intento che volevano avvicinarsi simile a project morpheus e oculus rift provabilmente era un esperimento per dar l'effetto 3d affatto usare l'architettura con successo nel 3ds senza bisogno degli occhiali.


Modificato da Arshes91
Link al commento
Condividi su altre piattaforme

come ho già  detto in passato la Nintendo non sa rinnovarsi, il fatto che le sue azioni sono calate è la dimostrazione che anche l'ennesimo gioco di Zelda non basta da solo per tenere in carreggiata il tutto.


 


Sony e Microsoft corrono, investono, portano innovazioni... e in particolare se prima puntavano tutto sugli sparatutto ad oggi hanno un gran parco di titoli di tutti i generi tutti di eccellenza. Inoltre accontentano anche i fan con vecchi titoli rinnovati.


 


Personalmente ho provato l'oculus rift, ed è davvero qualcosa di spettacolare (nonostante il gioco fosse abbastanza scarno)... un giorno si potrà  letteralmente entrare nei videogiochi e immergersi a livello completo come nessun gioco di ruolo riesce al momento a fare. Penso poi ad un mmorpg con questa tecnologia e vedo un mare di possibilità  social che Nintendo nella sua cecità  non riesce a coglierà , accecata da un business vecchio basato sul non rischio.


 


Non solo, loro hanno la grande potenzialità  di avere titoli vecchi che piacciono ancora a tantissimi giocatori, titoli che potrebbero girare su qualsiasi piattaforma mobile (penso a smartphone e tablet), eppure non riescono neanche ad investire seriamente in un settore che avrebbero in pugno (basti pensare a quanto successo hanno i final fantasy anche se costano un occhio della testa rispetto alle altre app sugli app store).


 


Hanno il gran vantaggio di riuscire ad ispirare tanti creatori di videogiochi, ma sono chiusi nello sviluppo degli stessi videogiochi da anni.


 


La Nintendo di un tempo con Virtual Boy era comunque una Nintendo che osava, che investiva... ha fallito con Virtual Boy perchè era troppo avanti per la tecnologia di allora ma l'idea aveva fatto impazzire tutti i giocatori. Era una Nintendo che proponeva novità , quando i computer andavano ancora a 16 massimo 32 bit la Nintendo se n'è venuta fuori con la Nintendo64, la prima console a 64 bit... È riuscita a tirare fuori alcuni tra i videogiochi più belli e originali di sempre (Mario 3D, Mario Kart erano strepitosi... ed erano davvero originali rispetto a mario 2d).


 


Le potenzialità  per andare avanti ce l'ha, ma credo che la dirigenza stia adottando un business sbagliato e molto vecchio


Link al commento
Condividi su altre piattaforme

Onestamente, non sono molto interessato a questa realtà  virtuale. Finché non ci sarà  la possibilità  di libero movimento nella realtà  virtuale, trovo che questo progetto sia alquanto inutile.


Però un Pokemon in stile SAO non sarebbe niente male  :th_sisi:


Link al commento
Condividi su altre piattaforme

Su questo sono d'accordo con lui. Da quello che ho visto in rete, l'oculus rift è un paio di occhiali con cuffie che ti metti agli occhi e dove ti giri vedo il campo di gioco, ma la qualità  non è ottima e non credo che ci si senta veramente immersi nel videogioco. Fintanto che non arrivano ad una tecnologia che veramente crea una realtà  virtuale e olografica, a me interesserà  fino ad un certo punto. Ho comprensibile perchè la N non impieghi tempo e denaro per lavorare ad un prodotto che è già  venduto da tante altre case videoludiche.
Però mi chiedo quale sarà  la caratteristica della NX che rivoluzionerà  il mondo dei videogiochi -.-'


Onestamente, non sono molto interessato a questa realtà  virtuale. Finché non ci sarà  la possibilità  di libero movimento nella realtà  virtuale, trovo che questo progetto sia alquanto inutile.

Però un Pokemon in stile SAO non sarebbe niente male  :th_sisi:

Appunto quello che dico, quella è realtà  virtuale, non l'oculus rift. Quindi per ora ne faccio anche a meno.


Questa tecnologia sarà  il futuro. Ma non aspettiamoci nessun cambiamento importante nel giro di pochi anni. Sono sicuro però che un giorno il nostro modo di videogiocare sarà  completamente differente!! ^^

Se e quando inventeranno la realtà  virtuale di SAO, nessun mi vedrà  più nel mondo reale ahahahaha

Modificato da Darth Mizu
Link al commento
Condividi su altre piattaforme

Su questo sono d'accordo con lui. Da quello che ho visto in rete, l'oculus rift è un paio di occhiali con cuffie che ti metti agli occhi e dove ti giri vedo il campo di gioco, ma la qualità  non è ottima e non credo che ci si senta veramente immersi nel videogioco. Fintanto che non arrivano ad una tecnologia che veramente crea una realtà  virtuale e olografica, a me interesserà  fino ad un certo punto. Ho comprensibile perchè la N non impieghi tempo e denaro per lavorare ad un prodotto che è già  venduto da tante altre case videoludiche.

Però mi chiedo quale sarà  la caratteristica della NX che rivoluzionerà  il mondo dei videogiochi -.-'

Appunto quello che dico, quella è realtà  virtuale, non l'oculus rift. Quindi per ora ne faccio anche a meno.

Se e quando inventeranno la realtà  virtuale di SAO, nessun mi vedrà  più nel mondo reale ahahahaha

 

a parte il fatto che basta guardare half life sull'oculus per rendersi conto che qualcosa di simile è già  stato fatto (qualcosa di molto più immersivo delle demo che mostrano alle fiere... che non sono comunque niente male te lo assicuro, ho provato le demo delle montagne russe e sentivo il vuoto sotto i piedi, è una sensazione magica se vi capita provatelo).

 

Poi voglio puntare l'obbiettivo anche sui Microsoft Hololens.... pensate solo a Yu-Gi-Oh! con quegli occhiali e ditemi se non è un sogno che si realizza (gli hololens a differenza dell'oculus mischiano realtà  e ologrammi).

 

Poi chiaro che se riusciranno a trasferire la mente dentro i videogiochi sarà  ancora meglio ma già  così il livello di immersività  è incredibile... e non siamo neanche così lontani come si potrebbe pensare, i principali engine grafici (quelli per creare i videogiochi) supportano già  l'oculus rift e gli hololens, e in qualche anno, oltre a venir portati tanti nuovi giochi su queste nuove periferiche, perfezioneranno quel che c'è da perfezionare.

 

Poi magari Nintendo se ne viene fuori con il nuovo SAO (magari quello dei primi episodi, e non quella schifezza che viene dopo)... ma fino ad allora sono propenso a pensare che la Nintendo stia perdendo un'occasione d'oro...

 

Personalmente quando uscirà  la versione definitiva dell'oculus + un videogioco RPG che mi interessa (magari proprio Final Fantasy 7 remake) mi prenderò una lunga vacanza......

Link al commento
Condividi su altre piattaforme

come ho già  detto in passato la Nintendo non sa rinnovarsi, il fatto che le sue azioni sono calate è la dimostrazione che anche l'ennesimo gioco di Zelda non basta da solo per tenere in carreggiata il tutto.

 

Sony e Microsoft corrono, investono, portano innovazioni... e in particolare se prima puntavano tutto sugli sparatutto ad oggi hanno un gran parco di titoli di tutti i generi tutti di eccellenza. Inoltre accontentano anche i fan con vecchi titoli rinnovati.

 

Personalmente ho provato l'oculus rift, ed è davvero qualcosa di spettacolare (nonostante il gioco fosse abbastanza scarno)... un giorno si potrà  letteralmente entrare nei videogiochi e immergersi a livello completo come nessun gioco di ruolo riesce al momento a fare. Penso poi ad un mmorpg con questa tecnologia e vedo un mare di possibilità  social che Nintendo nella sua cecità  non riesce a coglierà , accecata da un business vecchio basato sul non rischio.

 

Non solo, loro hanno la grande potenzialità  di avere titoli vecchi che piacciono ancora a tantissimi giocatori, titoli che potrebbero girare su qualsiasi piattaforma mobile (penso a smartphone e tablet), eppure non riescono neanche ad investire seriamente in un settore che avrebbero in pugno (basti pensare a quanto successo hanno i final fantasy anche se costano un occhio della testa rispetto alle altre app sugli app store).

 

Hanno il gran vantaggio di riuscire ad ispirare tanti creatori di videogiochi, ma sono chiusi nello sviluppo degli stessi videogiochi da anni.

 

La Nintendo di un tempo con Virtual Boy era comunque una Nintendo che osava, che investiva... ha fallito con Virtual Boy perchè era troppo avanti per la tecnologia di allora ma l'idea aveva fatto impazzire tutti i giocatori. Era una Nintendo che proponeva novità , quando i computer andavano ancora a 16 massimo 32 bit la Nintendo se n'è venuta fuori con la Nintendo64, la prima console a 64 bit... È riuscita a tirare fuori alcuni tra i videogiochi più belli e originali di sempre (Mario 3D, Mario Kart erano strepitosi... ed erano davvero originali rispetto a mario 2d).

 

Le potenzialità  per andare avanti ce l'ha, ma credo che la dirigenza stia adottando un business sbagliato e molto vecchio

 

Ottimo commento, quoto in pieno tutto, rispecchia il mio punto di vista. La Nintendo è sempre in ritardo e si ritroverà  ad investire nella realtà  virtuale a cose già  avviate, eterna ritardataria rispetto alle concorrenti. O NX sarà  un successo stile Wii, DS e 3DS (ma a 'sto giro la vedo difficile...) o per Nintendo saranno tempi bui, molto bui... Non mi sorprenderei se fra alcuni anni (almeno 5) Nintendo facesse la fine di Sega, dedicandosi solo ai videogiochi first party e uscendo dal giro degli hardware per produrre soltanto software come ogni altra casa videoludica. È una visione un po' drastica al momento, ad alcuni può sembrare esagerato, ma del resto anche prima del Dreamcast (che comunque era inimmaginabile come flop, un po' come la PSVita) era impensabile che Sega "fallisse",,,

Da consumatore spero ovviamente di sbagliarmi, non tanto perché si perderebbero videogiochi e serie bellissime (visto che continuerebbe a farli, semplicemente su altri dispositivi come tutte le varie Ubisoft, Blizzard ecc), ma perché ci sarebbe un competitor in meno nella concorrenza e Microsoft e Sony potrebbero fare maggiormente i fatti propri a discapito del consumatore finale, che potrebbe ritrovarsi con prezzi maggiori, minori offerte e minore possibilità  di scelta.

Link al commento
Condividi su altre piattaforme

Adesso non esageriamo, li siamo ai limiti della fantascienza!! ^^

 

Ma anche no xD fra 10 anni ci saranno già  giochi così, forse non così articolati e dettagliati come SAO, ma almeno per il 50% del contenuto sicuramente

Link al commento
Condividi su altre piattaforme