Vai al commento




Flor.of.Abyss

Utente
  • Messaggi

    896
  • Punti Fedeltà

  • Iscrizione

  • PokéPoints

    PP 106.01
  • Feedback

    100%

Informazioni su Flor.of.Abyss

  • Grado
    perchance to dream ~
  • Compleanno 03/03/1994

Informazioni di Contatto

  • Instagram
    https://www.instagram.com/paimeiwasinconsolable/
  • Tumblr
    https://florofabyss.tumblr.com/

Informazioni del Profilo

  • Genere
    Maschio
  • Pokémon Preferito
    Absol

Codici Amico

  • Codice Amico 3DS
    1864 8926 8591

Visitatori recenti del profilo

6.414 visite profilo
  1. Sono a circa 4 ore di gioco e anch'io confermo quanto detto sopra: DS è senz'altro particolare. Magari non siamo davanti a un nuovo genere videoludico ma di sicuro non c'è niente di simile al momento sul mercato. Artisticamente è favoloso, l'ambientazione desolata, fredda, ostile, così irlandese nell'atmosfera cupa, vi farà davvero capire cosa si prova a sentirsi soli. La colonna sonora, assolutamente diegetica, è spettacolare quanto tutto il resto del comparto sonoro. Il gameplay è particolarmente ansiogeno, si dovrà tener conto del carico portato, del suo peso e delle sue condizioni, dell'equilibrio, della stamina, della vita, dello stress del BB, delle asperità del terreno, del clima e persino dello stato delle calzature. Si dovranno affrontare entità sovrannaturali (che danno il via a sezioni stealth in cui più che non farsi vedere, non ci si deve far sentire) e nemici "normali" (le sezioni action sono un po' più debolucce - siamo davvero troppo op per la scarsa I.A. dei nemici). La trama è davvero unica e il messaggio sociale di fondo enorme. Le cut scene sono cinematograficamente spettacolari, ma i dialoghi che dovrebbero spiegare al giocatore lo stato del mondo sono spesso spiegoni didascalici poco eleganti, piuttosto prolissi e ridondanti. La particolarità che al momento mi ha più colpito è... (sotto spoiler perché nonostante venga mostrato nei trailer e nelle primissime fasi del gioco alcuni di voi potrebbero non saperlo)
  2. Grazie mille! Complimenti a tutti i partecipanti!
  3. Ottimo, quelli interessano anche me, tienimi aggiornato!
  4. @DDR_17 @letscore @Strax Scusate se vi taggo inopportunamente, per caso giocate all'online in questo periodo? Mi piacerebbe molto giocare in posse, soprattutto per le taglie dei ricercati per cui è esplicitamente consigliato giocare in squadra. Ma mi va bene qualsiasi cosa, mi manca da fare un po' tutto: sono ancora rank 19, sono a metà delle missioni della storia e al momento mi sto dando al ruolo del collezionista per farmare esperienza e soldi. Fatemi sapere
  5. Titolo della Fotografia: Il Crepuscolo della Dea Fotografia: Foto originale: Breve descrizione: Chi persegue la via della gloria sa bene che il prezzo da pagare può essere la vita. Spesso si ritrae la gloria a petto nudo, o alata, libera, svettante, trionfante. In quest'opera conservata nei Giardini della Biennale, Augusto Murer rende omaggio alle donne partigiane cadute in nome della libertà, grandi nel loro umano sacrificio, e lo fa senza falsi trionfalismi, scolpendo con assoluta dolcezza una donna che protende le ultime forze al mare, grande quasi quanto il suo animo. Con questa foto ho voluto delineare il lato più oscuro, cruento e violento della grandezza, quello fatto di battaglie e di cadaveri, di sacrifici, ma anche il lato umano, quello spesso dimenticato di uomini e di donne senza nome, immortali nella memoria immobile del bronzo, imperituri nonostante la frenetica corsa del tempo che tende a seppellire, a cancellare ogni traccia, rappresentato dalle strie luminose che scorrono dietro, implacabili, ottenute con un tempo di scatto piuttosto lungo.
  6. Buonasera, sulla foto per il contest di fotografia può comparire la mia firma? Ho modificato la foto secondo le modalità previste dal contest e salvando ho aggiunto la mia firma come sono solito fare. Purtroppo non ho salvato il file .psd quindi dovrei modificare da capo la foto per eliminare la firma. Grazie!
  7. Partecipai alla beta e ho seguito il gioco per un po', ma l'ho acquistato solo l'anno scorso. Da allora ci gioco regolarmente, penso sia l'fps a squadre migliore sul mercato. Sono main Zenyatta ma uso un po' di tutto, in particolare Ana, McCree (main dps), Hanzo e Sigma. Mi piacerebbe cominciare con le ranked, ma gioco con una bagnarola che si spaccia per pc, quindi preferisco aspettare tempi migliori. Ci gioco quasi solo esclusivamente accompagnato da amici, e dal momento che è più divertente e che più si è meglio è, direi di aggiungerci tutti (se vi va) e beccarci in game. Nel dubbio, vi lascio il mio nick FlorOfAbyss#2192 Nerf This!
  8. Flor.of.Abyss

    Sondaggio LGBT

    Maggior uguaglianza non annulla le identità, le allarga, le fortifica. Al contrario, sono sempre state le diseguaglianze a scatenare le rivoluzioni, a generare mal contento. Non si parla di cambiare regole, ma di estenderle. Un cittadino al quale vengono riconosciuti i suoi diritti, al pari di qualsiasi altro cittadino, è un cittadino più collaborante, più profittevole, migliora la sua qualità della vita come quella dello stato. Una società che non lascia nessuno indietro può contare su un numero maggiore di identità, quindi di opportunità, ed è la società che mi auspico, integrativa (che non è affatto un sinonimo di permissiva). L'inflessibilità non porta mai al progresso - è un blocco di ferro lasciato a se stesso, possente ma destinato a corrodersi dalla ruggine. E il contrario di inflessibilità, non è anarchia: le regole, i diritti, i doveri, ci sono tutti, si parla di chi ne gode, non di stravolgere i principi della società. Di nuovo (forse sono ripetitivo) non si parla di permissioni, di consentire ciò che prima era proibito, ma di estendere le stesse medesime e già esistenti e inalterate opportunità a tutti. Non si cambia la regola, ma chi ne usufruisce.
  9. Flor.of.Abyss

    Sondaggio LGBT

    Oh, perfetto. Ma modificare tutte le normative in cui è inclusa la parola coniuge, coppia, ecc. è molto - ma molto - più complicato rispetto alla modifica di una singola normativa, quella del contratto matrimoniale (non pensare solo ai casi limite che ho riportato, pensa a tutto il diritto civile, chi studia/studiato giurisprudenza saprà approfondire senz'altro). Creare due tipi di coppia, quella normale e quella regolamentata da un tipo di compromesso, come suggerisci, oltre a complicare enormemente ogni normativa, è estremamente discriminatoria. Invece di creare un'alternativa posticcia e inutilmente complessa, perché non estendere più semplicemente la normativa presente a ogni tipo di coppia? Quello che voglio dire è: se la casa dei diritti una porta per accedervi ce l'ha già, perché non renderla accessibile a tutti invece di sfondare un altro muro per crearne un'altra, con inutili, dispersivi, discriminatori distinguo? Se concordiamo sulla sostanza, non c'è motivo di discordare sulla forma (ma poi salvaguardarla da cosa esattamente?), perché essa è la mera chiave d'accesso a quella porta, nient'altro. Anzi, il concetto di unione, a mio avviso, ne esce nobilitato, perfezionato. Rispetto la tua posizione, ma una figura femminile al massimo può essere utile, importante, efficace, ma mai fondamentale (i.e. necessaria, indispensabile), o altrimenti sarebbe monca la crescita di qualsiasi orfano anche solo di madre. La figura genitoriale deve creare un ambiente sicuro, stabile, confortevole per la crescita fisica e psicologica del bambino. Per tale fine, il sesso della figura genitoriale è totalmente ininfluente. La conditio sine qua non per una buona crescita, in sostanza, non è tanto la composizione della famiglia, quanto l'ambiente che essa riesce a instaurare. Se si confida nella bontà di quegli studi, bisognerebbe allora mettere da parte i soggettivismi, perché c'è chi studia a fondo le cose di cui stiamo parlando solo superficialmente, chi ne capisce più di noi, professionisti a cui bisognerebbe dare fiducia. Parliamo di bambini che resterebbero comunque orfani (vi ricordo che l'offerta eccede sempre, purtroppo, la domanda), e io penso (mi assumo tutta la responsabilità di tale soggettivismo) che un orfano non sia tanto interessato alla composizione della famiglia, quanto piuttosto ad averne una. Ad ogni modo, è davvero un piacere parlarne con chi è disposto al confronto argomentando pacatamente e in modo ponderato. E' sempre interessante e stimolante ascoltare nuovi punti di vista.
  10. Flor.of.Abyss

    Sondaggio LGBT

    Scusate se mi intrometto nella discussione. @Vangel Ho letto le tue opinioni, tutte esposte in modo pacato e altrettanto pacatamente cercherò di controbattere. Le unioni civili sono fondamentali e devono essere estese anche alla comunità LGBT, non per mero capriccio, ma per tutte le conseguenze giuridiche che ne derivano (e che non ho mai letto menzionate in questa discussione), come la condivisione di beni e proprietà. Non sono cose banali, né diritti che si possono condividere con un partner a caso che non sia la persona amata. Ti faccio alcuni brevi esempi. Se una coppia non sposata decide di coabitare, e il partner a cui era intestata l'abitazione decede, il partner vivo non ha più diritto di abitarci, perché agli occhi della giurisdizione non aveva nessun legame col deceduto. Peggio ancora, se il deceduto aveva un figlio, quest'ultimo andrà in un centro sociale (o dai parenti più vicini al deceduto, tipo ai nonni), perché agli occhi della legge non è figlio anche del partner in vita. Se il figlio deve subire un'operazione che richiede il consenso dei genitori, può firmare solo il partner a cui la legge attribuisce la parentela, così come qualsiasi altra decisione in qualsiasi altro ambito che richieda il consenso genitoriale. Sembra banale, ma non lo (sono tirocinante in un ospedale pediatrico, ed è successo che serviva urgentemente la firma per una trasfusione e in ospedale era presente solo il partner non apparentato col paziente, perché magari l'altro era a lavoro). E i casi in medicina legale non finiscono qui, pensa alle direttive di fine vita, testamento biologico ecc. Nel caso in cui il partner si ritrovi in una situazione in cui non è capace di intendere e di volere, e non ha lasciato alcuna direttiva da seguire, spetta al compagno decidere, o in alternativa, alla persona col grado di parentela più stretto. Ma se i due non erano sposati, magari va a finire che decide la zia di terzo grado che non vedeva il paziente da anni, invece del partner con cui ha condiviso gli ultimi vent'anni della sua vita. Quindi, quando pensate alle unioni civili, non pensate a tradizioni varie, all'anello al dito, alla consacrazione dell'amore, o a un diritto in più o in meno che si può adempiere con qualsiasi altra persona del sesso opposto. Pensate alle unioni civili come la porta per tutte le condivisioni di diritti che ne derivano. E' gente come tutti che vuole costruirsi un futuro, una casa, un conto in banca, né più né meno. E' un atto giuridico, e dovrebbe essere estesa (e fortunatamente lo è) a qualsiasi coppia. Per quanto riguarda le adozioni, il discorso non è dissimile. Perché dovrebbero essere vietate alle coppie omosessuali? Esistono centinaia di migliaia di bambini senza genitori, aggiungere altri potenziali candidati per l'adozione, non farebbe altro che assicurare ad altri bambini una famiglia (ci sono così tanti orfani rispetto alle famiglie che si rivolgono a centri d'adozione, che nessuna coppia omosessuale ruberà mai un bambino a una famiglia etero sterile, tranquilli). Pensate che in un certo qual modo una coppia omosessuale possa influenzare le tendenze sessuali o intaccare psicologicamente il bambino? Esistono studi che dimostrano l'assenza di qualsiasi correlazione tra le tendenze sessuali dei genitori e quelle dei figli e che affermano che non siano necessari tanto una figura paterna e materna (esistono bambini orfani di uno dei due genitori o di entrambi, cresciuti benissimo, e altri cresciuti malissimo in famiglie etero) quanto un ambiente familiare sicuro e tranquillo, in cui ci siano figure adulte a cui il bambino può fare riferimento. Vi ricordo che i bambini non imitano ciò che vedono, o meglio, non diventano ciò che vedono, sono influenzabili e malleabili sì, ma le tendenze sessuali, così come la personalità tutta del bambino, deriva da una complessa interazione tra espressione genica e ambiente. (Vi ricordo che tutti gli omosessuali sono nati, per definizione, da una coppia eterosessuale - quindi se per assurdo ogni bambino dovesse applicare da adulto le tendenze sessuali dei genitori, non esisterebbero omosessuali ). Non è solo presupposto, ogni aspetto della personalità, comprese le tendenze sessuali, derivano da interazioni tra l'espressione genica e influenze ambientali. Ci sono inoltre studi in risonanza magnetica funzionale che hanno evidenziato una diversa conformazione della sostanzia bianca cerebrale, in generale aree cerebrali più rappresentate rispetto ad altre, o diverse interconnessioni. E' riduttivo dire che "ci si nasce" o "ci si diventa". Il fatto per cui alcuni lo capiscono subito e altri dopo è perché le tendenze sessuali, come la personalità, maturano col tempo. Alla pubertà si potrebbero già avere le idee chiare oppure no, ognuno ha i suoi tempi e vanno assecondati. I figli sono solo in parte influenzati dalle idee dei genitori (ti ricordo che molti omosessuali nascono in famiglie omofobiche). Dicendo a tuo figlio che l'omosessualità è normale, o meglio, che sia normale ogni forma di amore consenziente, lo aiuti invece, a essere comprensivo nei confronti dei suoi coetanei gay o nei suoi confronti, se un domani si scoprisse omosessuale. Mia sorella di dodici anni ha aiutato a fare coming out a due suoi amici. Un maschietto che sapeva di essere gay dall'età di 10 anni, e una ragazza di 12 che ha capito recentemente di essere bisex. Entrambi provengono da famiglie fortemente omofobiche, e ci stanno male non perché non riescano ad accettarsi, ma perché non vengono accettate dai propri genitori, dalle persone che più amano! Pensa a come deve essere raccontare ai propri compagni di essere gay se fino a ieri hanno usato "gay" in modo spregiativo, peggio ancora ai tuoi stessi genitori. Pensa come deve essere scoprirsi gay in una società che ti considera un errore. Non sai quanto l'hanno ringraziata per aver trovato finalmente una loro coetanea comprensiva e disposta a parlarne, si sono letteralmente tolti un macigno dal petto.

×
×
  • Crea...

Importanti informazioni

Per usare il nostro forum è necessario accettare i nostri Termini di utilizzo, la nostra Privacy Policy, il nostro Regolamento ed essere a conoscenza che per rendere la navigazione migliore utilizziamo i cookie sul tuo dispositivo. Puoi modificare le impostazioni cookie oppure accettare per accettarle.