Vai al commento






Flor.of.Abyss

Utente
  • Messaggi

    904
  • Punti Fedeltà

  • Iscrizione

  • Feedback

    100%
  • PokéPoints

    PP 134.16

Informazioni su Flor.of.Abyss

  • Grado
    perchance to dream ~
  • Compleanno 03/03/1994

Informazioni di Contatto

  • Instagram
    https://www.instagram.com/paimeiwasinconsolable/
  • Tumblr
    https://florofabyss.tumblr.com/

Informazioni del Profilo

  • Genere
    Maschio
  • Pokémon Preferito
    Absol

Codici Amico

  • Codice Amico 3DS
    1864 8926 8591

Visitatori recenti del profilo

7.254 visite profilo
  1. Io sono abbonato dal day one, mi sembra di aver capito possa andar bene uguale. In tal caso: richiedo le bambole PikaDisney Altrimenti, attendo indicazioni! @Darki
  2. Oh! Grazie mille e complimenti agli altri vincitori!
  3. Come una poesia di Pessoa Caro Babbo Delibird, c'è un verso di una poesia di Pessoa che da quando ho letto non ho più scordato: il poeta è un fingitore, finge così completamente, da fingere che è dolore il dolore che davvero sente. E sai perché te la cito? Perché il tirocinio nell'ospedale pediatrico che ho scelto di frequentare mi ha insegnato parecchie cose sul dolore quest'anno. La prima lezione me l'ha data un bambino nato prematuro, con la testa piccola e arancione come un mandarino, mentre poppava da un biberon più grande di lui. Ricordo come stringeva forte il dito dell'infermiere, con la manina rossa e semitrasparente, come per aggrapparsi a ogni costo alla vita, quella vita per la quale non era ancora pronto. Ricordo poi il ragazzo appena svegliatosi dal coma, dopo un brutto incidente, e il triste sorriso di sua madre, che non trovava il coraggio di dirgli che il suo fratellino non era stato altrettanto fortunato. Oppure la bambina che non faceva altro che piangere e gridare "mamma, mammina", dentro un letto sempre troppo grande, come per gridare non tanto pietà, quanto giustizia, a quei medici raccolti in cerchio attorno a lei, come una ghirlanda di bianchi crisantemi. Potrei continuare per ore, credimi, ma non voglio che cominci a strapparti le penne o a bagnare il foglio con le lacrime. Sai perché ti racconto queste cose? Non per impressionarti, figurati, ma perché non so parlare del mio dolore se non attraverso quello degli altri. E sai perché? Perché del mio, me ne vergogno. Scrivere una lettera è sempre scrivere una confessione, ed io ti confesso, caro Babbo Delibird, che di fronte a un dolore così nobile e grande, il mio mi è parso vacuo, un puro esercizio di stile, una finzione a cui ho sempre creduto. Ma in fondo, lo sai, non è una questione di grandezza, di intensità, di autenticità del dolore. La vera sofferenza, quella implicita e sottile, mai raccontata, quella che ogni dolore, piccolo o grande che sia, condivide persino con la gioia, è questa: la sua totale e inesorabile mancanza di senso. Questo mi ha sconvolto: che il loro dolore sia inutile quanto il mio. Perché vedi, lì in alto, da dove la Terra appare come un minuscolo briciolo di polvere, lì da dove l'intera storia dell'umanità appare come il lento sbadiglio della storia dell'universo, proprio lì, sotto le veloci curve dell'universo, ti assicuro che non arrivano il fragore delle nostre risa, e le grida, e i pianti disperati dei bambini. C'è silenzio. Un silenzio che ghiaccia la pelle, che toglie il respiro. Vedi, per questo Natale volevo tanto chiederti un senso, qualcosa che giustificasse ogni cosa, che rendesse giustizia ad ogni giorno. Ma un senso non lo puoi mica impacchettare e infiocchettare per scartarlo comodamente la mattina di Natale, vero? Dove lo troveresti un senso, come lo costruirebbero i tuoi assistenti, così dal nulla, in una sola notte? Quindi, per sollevarti da questo imbarazzo (non è mica cortese chiedere qualcosa che non sia fuori commercio!) e per sollevare la Vita dall'imbarazzo del suo mistero, facciamo così: regalami una bella Nintendo Switch, nuova di zecca, così magari mi faccio anche meno pippe mentali, che dici? Oppure regalami quel pizzico di fortuna necessario per vincerlo alla lotteria indetta dal forum, perché no! Anzi, risparmieresti pure un bel po'! P.S.: Per convincerti (e strapparti un sorriso) ti lascio una foto del micio che ho accolto in casa, che è forse la cosa più bella di quest'anno.
  4. Questa volta partecipo anch'io! ( @DDR_17 per le prossime taggheresti anche me? ) 2.90!
  5. Solo un contest, l'università si fa sentire <_< [Contest di Fotografia] Verso la gloria = 3.00 PokéPoints
  6. Flor.of.Abyss

    Quarto Giveaway PP

    Partecipo, grazie per l'iniziativa!
  7. Sono a circa 4 ore di gioco e anch'io confermo quanto detto sopra: DS è senz'altro particolare. Magari non siamo davanti a un nuovo genere videoludico ma di sicuro non c'è niente di simile al momento sul mercato. Artisticamente è favoloso, l'ambientazione desolata, fredda, ostile, così irlandese nell'atmosfera cupa, vi farà davvero capire cosa si prova a sentirsi soli. La colonna sonora, assolutamente diegetica, è spettacolare quanto tutto il resto del comparto sonoro. Il gameplay è particolarmente ansiogeno, si dovrà tener conto del carico portato, del suo peso e delle sue condizioni, dell'equilibrio, della stamina, della vita, dello stress del BB, delle asperità del terreno, del clima e persino dello stato delle calzature. Si dovranno affrontare entità sovrannaturali (che danno il via a sezioni stealth in cui più che non farsi vedere, non ci si deve far sentire) e nemici "normali" (le sezioni action sono un po' più debolucce - siamo davvero troppo op per la scarsa I.A. dei nemici). La trama è davvero unica e il messaggio sociale di fondo enorme. Le cut scene sono cinematograficamente spettacolari, ma i dialoghi che dovrebbero spiegare al giocatore lo stato del mondo sono spesso spiegoni didascalici poco eleganti, piuttosto prolissi e ridondanti. La particolarità che al momento mi ha più colpito è... (sotto spoiler perché nonostante venga mostrato nei trailer e nelle primissime fasi del gioco alcuni di voi potrebbero non saperlo)
  8. Grazie mille! Complimenti a tutti i partecipanti!

×
×
  • Crea...

Importanti informazioni

Per usare il nostro forum è necessario accettare i nostri Termini di utilizzo, la nostra Privacy Policy, il nostro Regolamento ed essere a conoscenza che per rendere la navigazione migliore utilizziamo i cookie sul tuo dispositivo. Puoi modificare le impostazioni cookie oppure accettare per accettarle.