Vai al commento
                         

Vangel

Utente
  • Messaggi

    313
  • Punti Fedeltà

    120 
  • Iscrizione

  • Ultima visita

  • Feedback

    N/A
  • PokéPoints

    PP 109.19

Informazioni su Vangel

  • Grado
    Teropode assennato

Informazioni del Profilo

  • Genere
    Maschio
  • Città
    Torino
  • Pokémon Preferito
    Arbok

Visitatori recenti del profilo

3.273 visite profilo

Aggiornamento di stato singolo

Vedi tutti gli aggiornamenti di Vangel

  1. Okay, ci siamo.
    Ho trovato il coraggio di mettere tutto per iscritto. Mi sarà utile se mi capiterà qualcosa.

    Inizia tutto con una strana telefonata, venerdì pomeriggio.

    Di solito non cago neanche di striscio i numeri che non conosco, ma a volte mi sento come il tiranno di Sibari, cioé di buon umore, e il caso vuole che io risponda.
    "Pronto."

    Mi apostrofa una gioviale voce di signora sulla quarantina passata.

    "Buonasera. Qui è il servizio clienti di **** (censura per questione di privacy)."

    "Non ho problemi di luce e gas. Brillo di luce propria e il meteorismo ce l'ha solo il mio cane. Grazie."

    "No, signore, siamo una ditta di distribuzione, settore commerciale. Ci risulta che lei abbia acquistato un articolo, di recente, che non era destinato alla vendita."

    Brivido lungo la schiena.

    "Ma parliamo mica di una action figure?"

    "Sì, esatto."

    "Marca americana?"

    "Esattamente."

    "Ma acquistata al Carrefour di via **** (censura per ragioni di sicurezza)?"

    "Proprio così."

    Altro brivido gelatissimo.

    "Ah, no, allora non so nulla. Non vado mai lì, è troppo caro."

    Silenzio. "Eppure risulta pagato con carta di credito a suo nome un articolo che in quel supermercato non doveva essere presente."

    Fingo una risata profonda e consapevole.

    Spoiler

    tenor.gif?itemid=10969068

    "Ma vi fidate di questa tecnologia obsoleta? La carta di credito? Ma sul serio?"

    "Ma guardi che..."

    "Sa chi mi ha scritto il mese scorso? Il prefetto di Roma. IL PREFETTO DI ROMA. Non di Castellammare o di Pizzighettone. Di Roma. Sa per comunicarmi cosa? Che la mia auto è transitata in ZTL Trastevere delli mortacci. Trastevere. La mia auto. Una Peugeot 107 rossa. Targa DV***** (censura per ovvie ragioni). Io so' di Torino.  Non sono mai stato a Trastevere. Neanche a Roma proprio. Una Peugeot 107 ce l'avevo nel 2010, da neopatentato. E la mia Peugeot 107 era BIANCO GIGLIO. E so per certo che quella Peugeot a Roma non c'è mai stata, perché l'ho venduta anni fa al mio vicino di casa che la usa per andare giusto a far la coda in posta. Sta lì parcheggiata tutto il santo giorno che mi fa pure sentire in colpa. E lei mi viene a parlare di carte di credito a mio nome usate al Carrefour per acquistare una action figure di dinosauro che non era in vendita?"
    Silenzio.

    "Mi scusi, come sa che è una action figure di dinosauro?"

    "Ehm... Le sembro uno che potrebbe acquistare una action figure degli Avengers?"

    "Beh, ma io questo non..."

    "Le sembro uno che potrebbe acquistare action figures? Di dinosauri perdipiù?"

    "Le dico, ho qui un tabulato che..."

    "Ah, i tabulati! Ascolti: sono un giovane uomo prestante, bello e indipendente. La mia giornata si divide equamente tra pranzi con fotomodelle, sessioni di training autogeno e cura d'un cane con problemi di meteorismo. Il mio nome è Massimo Decimo Meridio e non compro action figure, in questa vita o nell'altra."

    Silenzio.

    "Aaaaah, mi scusi, signor Meridio, qui infatti mi risulta R**** C******* come titolare della carta di credito, mi perdoni, un banale errore di trascrizione del numero di telefono."

    "Ma s'immagini. Queste cose capitano anche ai migliori, e lei è certamente molto brava nel suo lavoro."

    "Oh, ma com'è gentile."

    "Le fotomodelle richiedono un certo tatto per essere gestite."

    "Ohohohoh, che sciocco. Le chiedo scusa per l'errore, buona giornata!"

    "A lei, s'immagini."

     

    Chiudo la telefonata.

    Il cuore batte a mille come un propulsore a tamburo. Ficco immediatamente il numero che mi ha chiamato nella black list. Qualcuno vuole il mio plesiosauro. E dev'essere qualcuno di importante.

    Mi fiondo al computer, apro internet, apro google.

    Digito P-L-E-S-I-O-N... S... T....

    Fottuti nomi scientifici.

    Cancello.

    P-L-S-E

    Zio fauno.

    P-L-E-S-I-O-S-A-U-R-O ****** (censura di sicurezza per marca e versione)

    ù

    Perché se non ti parte la "ù" quando schiacci invio non va bene e sei stro.nzo.

    Cancello la ù e invio.

    ...........

    Niente.

    Google non lo trova. O meglio, ne trova solo una singola foto che è quella uscita su un sito di appassionati e che era stata leakata prima dell'uscita del prodotto.

    Assurdo. Vuoi che un tongolo su tutto il pianeta Terra non abbia fotografato lo stesso plesiosauro fiero di averlo aggiunto alla collezione?

    Niente.

    Apro ebay.

    Digito P-L-E-N-S- vabbé, avete capito.

    Scorro i risultati.

    Niente. Non ce n'è uno in vendita. Non uno. Neanche in pre-vendita.

    Apro Amazon.

    Stessa scena.

    Non ce n'è uno.

    Assurdo.

    Sapete che facciamo? Mi alzo. Indosso la giacca di pelle nera, la sciarpa in stile Ferrero (il presidente della Sampdoria, quello che parla solo ostiense stretto) e il passamontagna col teschio, per essere irriconoscibile.

    Spoiler

    112001466-d2612096-ef84-472c-8ab6-609d95dac898.jpg

    Prendo la macchina, quella che somiglia alla Batmobile, e parto.

    Giro in due ore numero 3 Carrefour della zona, 2 Auchan e 2 Toys-coso, quello dei giocattoli gigante.

    Nessuno di questi posti ha una singola action figure del plesiosauro come la mia.

    Provo anche a chiedere ai commessi.

    "Scusi, avete mica una action figure del plesiosauro?"

    "Del cosa, scusi?"

    "Del plesiosauro."

    "Ma perché lo dice piano?"

    "Perché sono braccato e lei non mi ha mai visto qui."

    Niente.

    Nessuno ha quella action figure.

    Io non so chi o cosa sia veramente il babaccio che ora è sulla mia mensola dei dinosauri, so solo che deve essere un pezzo unico, qualcosa che non esiste ancora o dotato di poteri fenomenali. Non era in vendita, ha detto la telefonata misteriosa, in effetti non aveva codice alle casse.

    Si uccide, a questo mondo, per oggetti di molta minore importanza: chi mi da la caccia? Perché?

    Cos'ha di speciale quel dinosauro??

    Non ho risposta, per ora, a queste domande esiziali.

    So solo che tremo a ogni vibrazione del telefono, anche se sono solo notifiche tipo "I tuoi pokemon hanno lottato duramente e sono tornati da te." Che poi, quanto duramente puà lottare un Whiscash con 39 PL?

    Dai, non è credibile.

    Comunque. Ho disdetto il pranzo con Severina Kiavikovic, nota fotomodella, che avevo in programma per oggi, e chiuso tutte le imposte di casa. C'è gente, lì fuori, che mi sta cercando e non ho intenzione di farmi trovare.

    Attendo sviluppi.

    Vi terrò informati.

     

    E notate bene che ho scritto "Severina", non "Sederina". Malpensanti.

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    1. Mostra commenti precedenti  2 altro
    2. Pokecraft

      Pokecraft

      Bella storia!

    3. Dani.

      Dani.

    4. Vanelope

      Vanelope

      Ti avviso...se mi offrono dei soldi io sbirro!!! :XD:


×
×
  • Crea...

Importanti informazioni

Per usare il nostro forum è necessario accettare i nostri Termini di utilizzo, la nostra Privacy Policy, il nostro Regolamento ed essere a conoscenza che per rendere la navigazione migliore utilizziamo i cookie sul tuo dispositivo. Puoi modificare le impostazioni cookie oppure accettare per accettarle.