Vai al commento


Giuls92

Utente
  • Messaggi

    11.188
  • Punti Fedeltà

  • Iscrizione

  • Ultima visita

  • Vittorie

    22
  • PokéPoints

    PP 88.91
  • Feedback

    100%

Tutti i messaggi di Giuls92

  1. Sicuramente, anche perché c'è chi comprerà i due giochi a prescindere, senza se e senza ma, dando il contentino che la GF cerca.
  2. Probabilmente è una tecnica che può essere appresa anche dai Pokémon d'Acqua in generale, come Lapras.
  3. Meno male, perché Tyranitar è proprio un bel Pokémon. Gengar obeso è un must protect.
  4. Hai fatto bene, ci mancherebbe. Ma pure io ho detto che ci sono dei minerali più o meno trasparenti (come il quarzo come dicevi tu, che credo sia l'esempio più classico ed immediato), ostinarsi a dire il contrario non è saggio, anche perché sono cose che esistono in natura, non è nemmeno fantascienza.
  5. I Pokémon son più basilari. Guarda quelli di tipo Roccia-Acciaio-Ghiaccio, visto che sono i tre sotto esame: noterai che non si bada a particolari complicati. Skarmory per dire è un uccello fatto di acciaio, proprio facile facile, semplicissimo. Oh, per stalagmiti ti prego di non prendere alla lettera la parola. So che le stalagmiti sono fatte di calcare e non a cristallo. Non sapevo come altro definire "spunzoni di ghiaccio verticali"; quindi sì, è una denominazione sprecisa, me ne sono resa conto già dalla prima volta che l'ho detto.
  6. Ma qui si va sul complicato. Minerali che contengono metalli okay, esistono. Ma i tipi dei Pokémon non badano a questi dettagli naturali né alla lavorazione artificiale, o sbaglio? Sempre parlando di questi tipi almeno, cioè Roccia e Acciaio. Una stalagmite enorme, leggermente trasparente a cosa la si associa? O a cristalli di ghiaccio o alla roccia. Easy.
  7. Appunto, già la trasparenza mi fa pensare ad un tipo di minerale, di sicuro tutto fuorché acciaio.
  8. Cristallizzarsi ad un punto tale da diventare delle stalagmiti grosse in quel modo? Se sì, quali metalli diventano così? Seconda cosa: minerali e acciaio son due cose differenti, molto differenti.
  9. C'è da dire che nell'anime la Roccia Ghiaccio di Glaceon viene rappresentata così Che magari è pure forzata come cosa, ma intanto i cristalli sono uguali, almeno nella forma.
  10. E' molto probabilmente un Misterioso, se si dà per certo che il numero non cambierà nel corso del tempo. Se fa parte della settima generazione è ovviamente un Misterioso, se invece è dell'ottava gen (sempre tenendo a mente che il numero rimane invariato) è un Misterioso come Victini, che è l'unico che sta in cima al Pokédex, targato come Pokémon numero 000.
  11. Questo lo ridurrebbe automaticamente ad un Leggendario o un Misterioso, perché solo questi (a parte Manaphy) non possono figliare. Per un Eevee è veramente, ma veramente improbabile.
  12. Per un'eeveeluzione mi sembra alquanto improbabile sinceramente. Comunque alla prima domanda non saprei risponderti, è quello il dubbio: come sarà gestita la connettività fra LGPE e i giochi del 2019?
  13. Solo a me l'animazione dell'evoluzione non piace? La trovo mediocre. Non ce l'ho fatta a guardare 20 minuti di gameplay, chiedo venia, ma era noioso già dall'inizio D:
  14. Su Giallo c'era la Pensione, che però ai tempi faceva salire solo il livello dei Pokémon. Io comunque mi riferivo alla presenza di questa evoluzione unica per i prossimi giochi che sicuramente avranno il breeding. In quel caso sì che sarebbe un incubo.
  15. Così però andrebbe a cozzare anche col breeding, per dire. Sarebbe alla stregua di un Leggendario (o un eventuale Tipo Zero), che non sono breedabili e che dunque puoi avere solo una volta a partita. Il che mi sembra un po' assurdo, perché sarebbe solo una miserissima Eeveeluzione e nulla di più. Pensa poi magari a chi lo volesse breedare: sai che incubo se fosse ottenibile una sola volta?
  16. E' più probabile, purtroppo.
  17. I videogiochi non hanno alcuna colpa, ma siccome i videogiocatori vengono spesso etichettati come degli emarginati sociali, una notizia del genere fa subito scalpore: è perfetto per i giornalisti che vogliono fare becero sensazionalismo, per far puntare il dito a quell'italiano medio (o chiunque altro sia ignorante in materia) che dirà: "Ecco, lo sapevo! Questi videogiochi sono demoniaci!" Se una persona però ragionasse con il proprio cervello, arriverebbe alla conclusione che questo disgraziato aveva sicuramente qualche problema di suo; è bastato un niente per fargli scattare l'istinto omicida e far rasentare una strage (3 morti e una decina di feriti non è comunque un bilancio roseo, per l'amor di Dio). Mi sono sempre chiesta perché rifarsela sempre con i videogiochi, perché considerarli come il male assoluto, capaci di lobotomizzare i ragazzi. Ricordo ancora quel ragazzino che uccise i suoi genitori insieme ad un amico, per poi mettersi a giocare alla Play. Anche in quel caso ho visto un impuntarsi sui videogiochi: colpa loro se il ragazzo non studiava e andava male a scuola, beccandosi i rimproveri dei suoi. Ma è lui che ne era dipendente, è lui che non si è dato uno stop, un limite. Io odio questo colpevolizzare per forza i videogiochi, evitando invece di trovare la causa in altri problemi e situazioni che affliggono ste persone che diventano violente. Comunque per me anche i videogiochi sono arte, ma... sì, c'è un ma. Partiamo col dire che sono pur sempre un'espressione di creatività e fantasia (fra musica, storia, ambientazioni, personaggi carismatici, ecc.). Certo, io parlo di videogiochi fatti bene, dei capolavori che trasmettono un messaggio, che fanno riflettere e lasciano un segno dentro di noi. Non considero arte un lavoro fatto con i piedi tanto per (ma questo anche per altre cose. Per me non è arte uno sputo su una tela). Il concetto di "arte" è molto difficile e particolare, secondo me c'è anche tanta soggettività.
  18. Mi pare che la trasparenza sul cristallo nero rimanga. A maggior ragione ribadisco: se non è Glaceon e vogliamo per forza portare in esame una nuova evoluzione, allora direi Roccia. Acciaio proprio no.
×
×
  • Create New...

Importanti informazioni

Per usare il nostro forum è necessario accettare i nostri Termini di utilizzo, la nostra Privacy Policy, il nostro Regolamento ed essere a conoscenza che per rendere la navigazione migliore utilizziamo i cookie sul tuo dispositivo. Puoi modificare le impostazioni cookie oppure accettare per accettarle.