Vai al commento


Chinotto

Moderatore
  • Messaggi

    8.711
  • Punti Fedeltà

  • Iscrizione

  • Ultima visita

  • Vittorie

    8
  • PokéPoints

    PP 45.55
  • Feedback

    100%

Chinotto ha vinto l'ultima volta il 30 luglio 2017

Chinotto quel giorno ha ottenuto più mi piace di tutti gli altri!

Informazioni su Chinotto

  • Grado
    Btw, voglio una Switch
  • Compleanno 01/06/2000

Informazioni di Contatto

  • Sito Web
    https://myanimelist.net/animelist/Giobru
  • Twitter
    https://twitter.com/GiobruChinotto

Informazioni del Profilo

  • Genere
    Maschio
  • Locazione
    Da qualche parte nel Triveneto, probabilmente
  • Interessi
    Anime
    Fire Emblem
    Doctor Who
    Politica
  • Pokémon Preferito
    Grotle

Visitatori recenti del profilo

74.532 visite profilo
  1. Cronaca di un pomeriggio. 12:35: il deputato leghista Gianni Tonelli si lamenta di una vignetta, a suo dire pubblicata dallo Spiegel, che rappresenta Salvini linciato dalla folla e appeso a testa in giù. 14:00: Imola Oggi, pubblicazione nota per un atteggiamento piuttosto laissez-faire nei confronti delle fonti, rilancia la notizia 14:34: Matteo Salvini fa un tweet a riguardo, incolpando un "vignettista di molti giornali tedeschi". Non cita né il nome del vignettista, né con quali giornali collabori, tenetelo a mente. Sarà importante più avanti 15:00: anche Il Secolo d'Italia rilancia la notizia ~16: "#derspiegel" è in tendenza su Twitter 16:21: Fanpage, a seguito di un estenuante picosecondo di Google, scopre che è tutta una bufala, che l'autore, Marian Kamensky, ha sì collaborato con "molti giornali tedeschi" (Spiegel, Zeit, Focus), ma ha anche lasciato la Germania nel 2001 e oggi pubblica le sue vignette in via privata su un blog del sito Cartoon Movement. Il terribile affronto da parte dello Spiegel è quindi... opera di un vignettista indipendente slovacco residente in Austria 16:46: anche Udo Gümpel debunka la notizia 17:00: Il Primato Nazionale rilancia la notizia, dando la colpa - manco a chiederlo - allo Spiegel Nel caso qualcuno si chiedesse l'importanza di controllare le fonti e non spargere fake news. Ora nessuno riuscirà a convincere buona parte dell'opinione pubblica che lo Spiegel non ha mai pubblicato quella vignetta. Certo, non che Imola Oggi, Secolo d'Italia o Primato Nazionale siano interessati a "controllare le fonti". Tanto l'Ordine dei Giornalisti su queste faccende è come il Molise, e l'onestà intellettuale di certi individui ha lo spessore di foglio di alga nori.
  2. La Meloni non lo abbandonerà mai. Lega e FdI sono praticamente lo stesso partito. Berlusconi è un caso a parte in quanto in teoria una destra liberale europeista dovrebbe avere ben poco a che fare con la destra radicale sovranista dei suoi alleati. Ma d'altronde, FI è un partito talmente infimo ora come ora che non mi stupirebbe le provasse tutte pur di tornare al governo.
  3. La chiamiamo "repubblica" anche se a inventarla sono stati i greci e non i romani. Lo chiamiamo "stacanovismo" anche se il concetto di lavorare fino allo stremo esiste quanto meno dall'età romana. Non vedo perché non potremmo chiamarlo "fascismo" anche esiste dalla notte dei tempi. Detto questo, con "fascismo" ci si riferisce già anche alle dottrine che hanno portato al franchismo e al nazismo. Non è un termine limitato all'Italia. Non vedo quindi perché non possa essere ampliato ad altri regimi con ideologia praticamente identica e la cui unica differenza rilevante è il periodo storico. Comunque, se il tuo è solo un problema "semantico", posso anche venire a dirti che per me la politica di Salvini è "aggressivista". Le mie opinioni sul personaggio non cambiano di una virgola. Ti senti meglio ora? Riesci a capire perché Salvini mi preoccupi? D'altronde, l'"aggressivismo" ha portato alla nascita del fascismo, del nazismo, del franchismo e delle dittature nell'antica Grecia.
  4. Su qualunque argomento si può discutere, quindi questo discorso vale per tutto e non vale per nulla. La tabella è questa, immagino? Nel libro, Eco specifica come nessuno di questi preso singolarmente sia una prova di fascismo, ma che lo diventano quando più sintomi appaiono contemporaneamente. Eco si limita a denotare come determinati "meccanismi sociali" siano quelli che hanno portato alla salita al potere del fascismo non solo in Italia, ma in mezza Europa. Salvini non è letteralmente Mussolini. Tuttavia, quando un politico che ha già dimostrato di non comprendere minimamente l'importanza della separazione dei poteri, e che è perennemente in lotta con la magistratura, parla di "pieni poteri", un campanello di allarme suona. Riconosco che non sia un segnale di fascismo di per sè, ma appunto, bisogna considerare tutto l'insieme. Non sarebbe neanche la prima volta che Salvini usa citazioni del periodo fascista. Io la fiducia nel codice penale come è scritto ora ce l'ho. Potrebbe essere meglio, ma funziona decentemente. Leggi come il Decreto Sicurezza Bis, però, il codice penale lo alterano. Ho già spiegato come ora, sulla carta, una manifestazione possa tranquillamente essere repressa a suon di manganello senza che gli agenti subiscano alcuna ripercussione. Secondo me, sopravvaluti l'importanza del problema migranti per la sinistra. Io tutti questi politici che hanno come unico interesse l'accoglienza non li vedo. Qui mi perdi completamente. Non è che risolvendo un problema minore la gente si sveglierà. Ci si focalizzerà su un'altro problema inesistente. "Parlateci di Bibbiano" ti dice nulla? (E per la cronaca no, Bibbiano non è un problema rilevante. Il Post spiega il perché) Ci sarebbe una terza via che consiste consente di migliorare la situazione senza alterare il sistema e senza manipolare nessuno. Si chiama "informare l'elettorato". È un po' passata di moda da quando i politici hanno imparato a usare i social per spargere fake news e propaganda a destra e a manca. Un elettorato attivo e informato, magari, potrebbe permettere a partiti che non fanno pena ma hanno minor risonanza di svilupparsi e ottenere voti.
  5. Un po' troppo comodo escludere a prescindere l'argomento dei diritti LGBTQ+. Un po' come dire "non è possibile fare leggi oscurantiste, eccetto in ambiti arbitrari in cui è possibile. Wow, ora sì che sono tranquillo. Immagino che tu conosca il saggio "Il fascismo eterno". È un libro piuttosto breve ed economico in cui Umberto Eco, che il fascismo l'ha vissuto, evidenzia le caratteristiche salienti del fascismo secondo lui. Poi dimmi se ti suonano assolutamente fuori dal mondo e impossibili da vedere in un partito moderno. Il punto è che è possibile essere fascisti anche se non si indossa il fez o la camicia nera. Dire "chiedo agli italiani di darmi pieni poteri", ad esempio, è fascista. Fermo restano che i fatti di Genova sono scandalosi, furono seguiti da processi che in alcuni casi determinarono responsabili. Si sarebbero dovuti fare passi avanti in quella direzione, e invece Salvini è determinato a tornare indietro, praticamente dicendo che qualunque cosa la polizia faccia è automaticamente buona e giusta. Parliamo di una polizia che sequestra striscioni e cellulari, fa favori personali al ministro, benda e lega sospetti senza preoccuparsi delle conseguenze che tale azione potrebbe avere, ed è sempre e comunque difesa a spada tratta dal ministro. Tutti i governi tagliano sempre istruzione e salute, vero. Da questo specifico punto di vista hai ragione, sono tutti uguali. Almeno tutti quelli che hanno governato negli ultimi vent'anni. Berlusconi, un po' di Prodi, un altro Berlusconi, un Monti che cercava di salvare il salvabile dopo il cataclisma economico, un PD renziano centrista, e i gialloverdi. Allora Punto primo: qui continui a essere l'unico a parlare di migranti. Io ti sto spiegando i problemi che ho con Salvini, e i migranti in tale ambito mi interessano più per il modo in cui sono strumentalizzati come radice di ogni male, e non per il modo in cui Salvini li gestisce in sé (che comunque è scandaloso). Se Salvini decidesse di aprire i porti (o ancora meglio, di andare a discutere in Europa su come risolvere la situazione facendo pressione sui suoi amici di Visegrad), sarei piacevolmente sorpreso, ma tutti gli altri problemi che ho citato in qusto topic rimarrebbero. L'ultima frase, francamente, non ha senso. A sinistra il trattamento disumano verso certe persone è considerato una vergogna. Questo non vuol dire che la sinistra non possa preoccuparsi di altri argomenti. Se la sinistra è così interessata al problema migranti, è perché la destra ha fatto di quest'argomento il suo cavallo di battaglia e la sinistra, stupidamente, le è andata dietro. Se lo standard a cui tieni la democrazia leader del mondo libero è la dannata URSS, forse c'è un problema. Non dico che possiamo diventare paesi utopici, ma non essere direttamente paragonati ai sovietici sarebbe già un inizio che si potrebbe fare facilmente, in America come qui. Le leggi elettorali si possono cambiare, comunque. Detto ciò hai ragione sul fatto che, fnché il popolo pensa esclusivamente al suo rendiconto sul brevissimo periodo, le riforme che verranno approvate non saranno mai quelle giuste. Ma il problema allora non è con "il sistema", come sembri credere tu, bensì con l'elettorato.
  6. Veramente, no. Convegno della Famiglia di Verona? Sminuizione dell'antifascismo? Violenza da parte delle forze dell'ordine? Tagli alla salute? Tagli all'istruzione? Se chiedi a me, abbiamo problemi molto più seri di qualche migliaio di disperati che arrivano via mare, fermo restando che sarebbe importantissimo riuscire a ridistribuirli in Europa.
  7. Articolo 1 della Costituzione: "La sovranità appartiene al popolo [e questo lo sanno anche i sassi] che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione" Se l'Italia vuole leggi apertamente xenofobe, omofobe, bigotte, violente, bisogna prima rigettare apertamente i cosiddetti "principi fondamentali", ovvero i primi 12 articoli della Costituzione. Se arriveremo a quel punto, possiamo salutare con la manina la democrazia.
  8. Secondo me, chi contesta Salvini non fa parte del 40% di astensionisti. Quelli che contestano Salvini votano già PD, M5S, +Europa, La Sinistra o Verdi. Il 40% è composto dal fronte del "sono tutti uguali", che letteralmente non vede differenza tra un Salvini, un Di Maio e un Gentiloni. Così a caldo mi vengono in mente: la delegittimazione della magistratura (con conseguente disdegno per la separazione dei poteri alla base di ogni democrazia funzionante) l'accusare chiunque contesti (dagli anarchici dei centri sociali alla destra moderata di Famiglia Cristiana) di essere "comunista" senza entrare nel merito delle critiche la collusione della Lega con la Russia (paese molto vicino a essere dittatoriale, e che di certo non ha a cuore gli interessi dell'Italia, ma piuttosto la destabilizzazione dell'Europa) la vicinanza a leader come Trump e Bolsonaro (principali responsabili del fronte contrario alla lotta contro i cambiamenti climatici) il doppiopesismo usato nei confronti dei neofascisti, compreso il tentativo di giustificare pazzi come Luca Traini il Decreto Sicurezza Bis. Ora, durante una manifestazione, la polizia può dar giù di manganellate, protetta dall'anonimato. Tanto, poi, in verbale, una bandiera può diventare "strumento atto a offendere", giustificando la reazione delle forze dell'ordine la frequente condivisione tramite social di notizie false (ricordo l'articolo della "Verità" che parlava di un complotto di scienziati intenzionati a drogare l'acqua per far votare PD agli italiani, ovviamente una bufala, ma comunque condiviso su Facebook da Salvini) la tattica che consente di far parlare l'intera opinione pubblica del problema migranti, minore, e ancor più nello specifico del problema ONG (da cui dipendono appena l'8% degli sbarchi) mentre altri ambiti come sanità, istruzione o PIL cadono a pezzi Finché il sistema democratico resta in piedi, non ho problemi ad accettare che, in base all'alternanza al potere, salga un partito di centro-destra Il problema è che al momento la premessa sta andando un po' a quel paese, e la Lega di "centro" ha solo il nome. E quando il problema escala da "i politici sono corrotti" a "siamo in uno stato totalitario" c'è poco da fare. Scusa se te lo dico così, ma anche il Movimento 5 Stelle, sebbene sia nato con il nobile ideale di combattere il marcio della politica, ha avuto un ruolo non da poco nel legittimare questo passaggio
  9. Con le nuove elezioni, Salvini (con una probabile stampella di Meloni e Toti) riuscirà probabilmente a sfondare il 40% che, con l'attuale legge elettorale, porta a un premio di maggioranza e consente la governabilità. A livello di governo cambierà poco (i 5S hanno fatto passare il Sicurezza Bis, avrebbero fatto passare qualunque cosa), ma questo permetterà a Salvini di avere una legislatura tutta nuova, e cinque anni per agire indisturbato. La Lega è molto più omogenea del PD, ed è improbabile si squagli com'è successo a Gentiloni. Quindi, fino al 2024 Salvini potrà agire anche qualora il consenso calasse. Senza più 5 Stelle e Tria a farsi carico di tutte le manovre "scomode", infatti, il concenso inizierà a calare. Cinque anni bastano per fare un sacco di cose. Soprattutto quando, tra due anni e mezzo, il mandato di Mattarella scadrà e ci troveremo con un personaggio in stile Feltri, Berlusconi o Bossi presidente della repubblica. A quel punto, sarà il momento di farsi non ironicamente il passaporto. Va però ricordato che la situazione politica italiana cambia estremamente in fretta. Basti pensare che due anni e mezzo fa Matteo Renzi (aka il politico oggi più odiato dall'intero spettro politico) prendeva il 41% in un referendum in cui si trovava tutti contro. È ben possibile che nei prossimi tre anni la gente si svegli e inizi a votare con la testa. Magari la sinistra ripartirà da Gentiloni riscopertosi uomo forte, o Sio entrerà in politica e farà il 40%, o il nome di Salvini finirà su un quadernetto nero e la destra si troverà improvvisamente senza uomo forte da seguire ciecamente. Non che glielo auguri. Tiene famiglia. Fatto sta che vedremo. Possiamo solo fare ipotesi. Worst case scenario: usciamo dall'UE (anche se un referendum a riguardo sarebbe incostituzionale, quindi non si capisce bene da chi dovrebbe iniziare la procedura di uscita dall'UE), entriamo nell'orbita russa e finiamo in dittatura Best case scenario: gli alieni invadono domani
  10. Ciao, i capitoli del manga non sono più presenti qua su PM, visto che J-Pop sta pubblicando ufficialmente i volumi in italiano al ritmo di circa un cofanetto ogni sei mesi Per ora sono arrivati a Smeraldo. Ci sono quattro cofanetti (RBVG, OAC, RZ, RFVFS) e 13 volumi e vengono poco meno di 30 euro a cofanetto. Puoi reperirli piuttosto facilmente su internet o in fumetteria Spero che ti appassionerai al manga!
  11. Ehi, ho finito l'anime sì ad agosto inoltrato, cosa volete da me e devo dire che il finale è meno peggio del previsto. Insomma, se uscirà una s2 mi sa che la guarderò, ma non penso andrò a leggermi le novel. Vootooooo: boh, tipo 7/10. Su Anilist gli ho messo un 71, ma è solo perché ho dato 70 a Overlord e mi rifiuto di dargli meno che a Overlord perché come serie mi ha lasciato in bocca un sapore migliore Se vi va di discutere a freddo (per voi) e a caldo (per me) di questa serie, io ci sono.
  12. Btw, in Kanata no Astra c'è un personaggio principale chiamato "Luca Esposito".
    Tra questo e Jojo part 5, Napoli negli anime diventerà più rappresentata di Tokyo

  13. Chinotto

    Fire Emblem

    Io ho un lontano ricordo di aver subìto due critici al 2% uno di fila all'altro, una volta, ma potrei essermelo immaginato. Comunque sono felicissimo per te!
  14. Credo che semplicemente le copertine siano nuove, mentre Phantom Blood ormai ha trentun anni. Non sono esperto di manga e stili di disegno, ma lo stile di Araki è cambiato tantissimo nel corso di Jojo.
  15. Ah, reminder che ieri, con uno speciale da 50 minuti, è finito Jojo Vento Aureo. VVVVID lo metterà stasera, quindi non l'ho ancora visto. Confermo che Araburu Kisetsu no Otomo-domo yo (anche noto come O Maidens in Your Savage Season su Crunchyroll, AraOto per i suoi fan, e Quest'anime promuove comportamenti inadatti a una donna che deve stare a casa ad accudire i bambini e non pensare al sesso REEEEE su 4chan) è bellissimo, perché riesce a essere una commedia che parla di sesso adolescenziale senza essere il solito agglomerato di cliché tutti uguali e imbarazzanti. Consigliatissima, per quanto mi riguarda se la gioca con Kimetsu no Yaiba, Fruits Basket e Dr. Stone per anime of the season. E poi la sigla è qualcosa di bellissimo. Kanata no Astra mi ha colpito moltissimo come primo episodio ed è decisamente carino, anche se effettivamente è parecchio stereotipato e in alcuni punti la trama è decisamente troppo piena di coincidenze improbabili. Potrebbe comunque rivelarsi molto interessante andando avanti.
×
×
  • Create New...

Importanti informazioni

Per usare il nostro forum è necessario accettare i nostri Termini di utilizzo, la nostra Privacy Policy, il nostro Regolamento ed essere a conoscenza che per rendere la navigazione migliore utilizziamo i cookie sul tuo dispositivo. Puoi modificare le impostazioni cookie oppure accettare per accettarle.