Vai al commento

Vi ricordiamo di usare lo spoiler per parlare di argomenti inerenti a Pokémon Let's Go, Pikachu! e Pokémon Let's Go, Eevee! nella discussione inerente.


Bambole di novembre

Contest di spriting

Zarxiel

Analisi sui Pokémon Acqua

Recommended Posts

Inviato (modificato)

Acqua

Pokémon GO - Wasser-Icon.png

Introduzione

Spoiler

Il tipo Acqua è quello più diffuso in tutto il mondo e rappresenta perfettamente l'enorme quantità  di vita marina che abbiamo nel nostro pianeta e da dove essa ha avuto inizio. Nonostante non ci siano combattenti potenti come quelli di altri tipi, è comunque un tipo con ottime capacità  offensive e difensive, nonché da eccellenti spunti tattici, specie per gli allenatori più giovani vista l'enorme quantità  di specie. Di conseguenza non c'è da stupirsi se assieme ai tipi Erba e Fuoco, questo sia considerato uno dei migliori con cui iniziare per molti allenatori, potendo scegliere se usare Pokémon più adeguati alla difensiva con il tipo Acqua, all'offensiva con il tipo Fuoco o alla strategia con il tipo Erba. Purtroppo la maggior parte dei Pokémon di questo tipo è molto limitata in termini di versatilità  in campo, ma gli allenatori più tenaci riescono comunque a sfruttarli benissimo, anche perché sono pochi i Pokémon che non appartengono al tipo Acqua in grado di adattarsi bene in ambienti acquatici, dando un enorme vantaggio strategico nel caso si combatta nel loro habitat naturale.

Poteri e Attributi

Spoiler

Il tipo Acqua è famoso per essere quello che contiene il maggior numero di specie di Pokémon, ma molti, se non tutti, vivono in ambienti acquatici o nei pressi di corpi d'acqua, in quanto essa è un componente estremamente importante per la loro sopravvivenza. Molti di questi Pokémon si sono adattati all'acqua al punto da poterla usare come vera e propria arma di battaglia, potendo sfruttare getti d'acqua ad alta pressione come Pistolacqua o Idropompa. Parecchi Pokémon Acqua sono pesci o comunque Pokémon che necessitano di vivere vicino all'acqua, quindi ambienti simili sono perfetti per poterli trovare, ma esistono alcuni che sono considerati di questo tipo sebbene vivano prevalentemente sulla terra come Ludicolo o Slowking. La cosa che più distingue i Pokémon Acqua è il fatto che moltissimi di loro sono assolutamente impossibilitati a combattere sulla terra e quindi il loro utilizzo in battaglia è limitato ad aree acquatiche, il che rende davvero difficile gestirli al di fuori dei tornei ufficiali. Nonostante questo grande ostacolo, i Pokémon di questo tipo hanno ottime capacità  sia offensive che difensive e sono quelli più ricercati per poter contrastare i Pokémon Fuoco, Roccia e Terra, sebbene i loro attacchi siano abbastanza limitati. Spesso i Pokémon Acqua vengono relazionati al tipo Ghiaccio, visto che possono apprendere molte mosse di questo tipo tramite MT, come Geloraggio o Bora, di conseguenza l'unica vera minaccia per questi Pokémon è il tipo Elettro (eccezion fatta per le specie che hanno il secondo tipo Terra), ma a parte questo non possono apprendere molte altre mosse, se non quelle di un loro eventuale secondo tipo. I Pokémon Acqua sono anche famosi per avere statistiche ben bilanciate, potendo quindi svolgere tranquillamente ruoli sia difensivi che offensivi, dunque è molto facile poter ideare diverse strategie con essi, specie contro avversari il cui team è ignoto.

Categorie di Classificazione

Spoiler

Ci sono in tutto ben 135 specie di Pokémon Acqua conosciute, 64 di esse sono classificate come Acqua puri, mentre i restanti 71 sono di doppio tipo, 53 sono Pokémon Acqua primari e 18 sono Pokémon Acqua secondari.

 

Pesci/Simil-Pesci: Horsea, Seadra, Goldeen, Seaking, Magikarp, Gyarados (incluso MegaGyarados), Vaporeon, Chinchou, Lanturn, Qwilfish, Corsola, Mantine, Kingdra, Mudkip, Marshtomp, Swampert (incluso MegaSwampert), Barboach, Whiscash, Feebas, Milotic, Huntail, Gorebyss, Relicanth, Luvdisc, Finneon, Lumineon, Mantyke, Basculin, Alomomola, Skrelp, Wishiwashi e Bruxish

Tutti questi Pokémon sono classificati come pesci o hanno un'anatomia molto simile da essere classificati come tali, anche se non sono assolutamente dei pesci. Tutti loro sono a sangue freddo e del tutto incapaci di vivere fuori dall'acqua in quanto non possiedono i polmoni e non possono rimanere fuori dall'acqua per troppo tempo, ma alcuni di essi, come ad esempio la famiglia evolutiva dei Mudkip, si sono adattati così bene da poter vivere tranquillamente sia nell'acqua che sulla terra ferma senza alcun problema. Ogni specie ha capacità e abilità uniche e si differenziano molto nello stile di vita o nel modo in cui combattono, ma si accomunano dal fatto che tutti sanno usare l'acqua come arma da battaglia.

 

Squali: Carvanha e Sharpedo (incluso MegaSharpedo)

La famiglia evolutiva di Carvanha è l'unico tipo di squalo conosciuto fino ad oggi, di conseguenza si distinguono molto nel metodo di caccia. Anziché usare un metodo o una strategia specifica per attaccare la preda o l'avversario, questi Pokémon semplicemente si avventano contro la preda per divorarla e dilaniarla con estrema ferocia. Nonostante la scarsa resistenza, questi predatori naturali sono pericolosissimi a causa delle squame dentate, rendendole tra le creature più temute sia in ambienti d'acqua dolce che salata.

 

Uccelli: Psyduck, Golduck, Wingull, Pelipper, Piplup, Prinplup, Empleon, Ducklett e Swanna

Tutti questi Pokémon sono classificati come uccelli, tuttavia solo le famiglie evolutive di Wingull e Ducklett hanno mantenuto la capacità  di volare. I membri della famiglia evolutiva dei Piplup sono dei pinguini, quindi si basano sul nuoto, sviluppando una forma corporea aerodinamica; quelli della famiglia evolutiva degli Psyduck, invece, sono delle anatre, ma l'unica cosa che mantengono degli uccelli sono le zampe, il becco e le ossa cave, mentre hanno perso completamente la capacità di volo e il piumaggio in cambio di limitati poteri psichici ed eccezionali abilità  di nuoto.

 

Mammiferi: Slowpoke, Slowbro (incluso MegaSlowbro), Seel, Dewgong, Lapras, Marill, Azumarill, Slowking, Suicune, Wailmer, Wailord, Spheal, Sealeo, Walrein, Bibarel, Buizel, Floatzel, Oshawott, Dewott, Samurott, Panpour, Simipour, Keldeo, Volcanion, Popplio, Brionne e Primarina

Questi Pokémon sono tutti mammiferi che si sono adattati alla vita acquatica o che vivono vicino all'acqua in modo da poterla usare come arma. Oltre per le loro abilità  nell'uso dell'acqua, questi Pokémon si accomunano per altre caratteristiche, infatti tendono ad essere molto facili da allenare rispetto ad altri Pokémon, inoltre molti di loro si cibano sia di pesce che di cibi tipici terrestri. Molti di questi Pokémon sono molto popolari tra gli allenatori e se ben allenati possono diventare combattenti eccezionali, anche se (eccezion fatta per i doppi tipi) le loro mosse sono molto limitate a quelle Acqua.

 

Rettili: Squirtle, Wartortle, Blastoise (incluso MegaBlastoise), Totodile, Croconaw e Feraligatr

Tutte le creature qui elencate sono rettili e non a caso metà  di esse sono tartarughe, motivo per cui hanno una notevole resistenza fisica. E' comune tra la gente confondere le tartarughe terrestri e quelle di mare, queste ultime infatti tendono a vivere in zone dentro o vicino a delle fonti d'acqua, mentre quelle terrestri non possono assolutamente sopravvivere dentro l'acqua. La famiglia evolutiva dei Totodile ha caratteristiche sia di coccodrilli che di alligatori, oltre al fatto di aver mantenuto la loro dipendenza all'acqua, ma ciò non è importante, visto che sono specializzati in aggressioni fisiche, una caratteristica rara tra i Pokémon Acqua.

 

Anfibi: Poliwag, Poliwhirl, Poliwrath, Politoed, Wooper, Quagsire, Tympole, Palpitoad, Seismitoad, Froakie, Frogadier e Greninja

Tutti questi Pokémon sono anfibi e sono quasi tutti rane o rospi, motivo per cui passano la maggior parte della loro vita in acqua, sebbene abbiano la capacità di respirare a lungo l'aria. E' interessante notare che i Poliwag e gli Wooper sono gli unici a poter vivere sulla terraferma nonostante non abbiano raggiunto lo stadio adulto, motivo per cui le loro catene evolutive sono tra le più resistenti tra i Pokémon Acqua.

 

Meduse: Tentacool, Tentacruel, Frillish e Jellicent

Questi Pokémon sono meduse od organismi simili, ma hanno comunque un'intelligenza sorprendente sia gli esemplari in natura che quelli addomesticati, tanto che superano molti mammiferi. La famiglia dei Tentacool, nonostante non siano delle vere meduse, ha uno stile di vita tipico di esse, visto che questi Pokémon sono specializzati nell'usare i tentacoli velenosi per paralizzare e uccidere le prede in modo rapido ed efficace. La famiglia evolutiva dei Frillish invece è unica in quanto ha proprietà  di drenaggio energetico avanzato, tanto da essere classificati anche come degli Spettri; anziché avvelenare la preda, essi la intrappolano per poi trascinarla in profondità e farla annegare in modo da poter assorbire più energia vitale possibile.

 

Molluschi: Shellder, Cloyster, Remoraid, Octillery, Clamperl, Shellos, Gastrodon, Phione e Manaphy

Nonostante le enormi differenze anatomiche, tutte queste creature sono classificate come dei molluschi, ma ognuno di loro ha un carattere benigno, visto che si nutrono di piccoli organismi filtrando l'acqua o di muschio e alghe che trovano nei fondali. I Remoraid possono apparire inizialmente come dei pesci, ma in realtà  è solo un camuffamento estetico, visto che con l'evoluzione in Octillery rivelano cosa sono realmente. Generalmente questi Pokémon hanno scarse resistenze fisiche a causa del loro corpo molliccio, eccezion fatta per i Clamperl e per la famiglia evolutiva degli Shellder, in quanto possiedono una resistentissima conchiglia che li protegge da danni fisici ed è impossibile o quasi distruggerla senza l'uso di un forte attacco fisico, come l'attacco Martellata di un potente Kingler. Phione e Manaphy si distinguono parecchio dagli altri Pokémon avendo molte abilità  uniche: mentre Phione non possiede abilità  sorprendenti ed è un Pokémon abbastanza debole, Manaphy, è un leggendario di tutto rispetto, visto che può controllare qualsiasi forma di vita acquatica, un potere così avanzato da poter controllare anche bestie antichissime come Kyogre stesso.

 

Crostacei: Krabby, Kingler, Corphish, Crawdaunt, Binacle, Barbaracle, Clauncher, Clawitzer, Wimpod e Golisopod

Anche se tutti questi Pokémon tassonomicamente sono classificati nella stessa maniera, si differenziano moltissimo in fatto di abilità . I membri della famiglia di Corphish in primo luogo vivono principalmente nelle regioni Asiatiche e del Nord America, mentre le famiglie di Clauncher e Binacle sono originarie di Kalos, in cui sono considerati delle prelibatezze, visto che la loro cattura è facile a causa delle limitate capacità  combattive e la scarsa intelligenza (eccezion fatta per i Barbaracle che hanno un intelletto ben superiore). I membri della famiglia dei Krabby invece sono originari di alcune regioni Asiatiche e sono molto intelligenti, oltre ad essere pericolosi, specie i Kingler a causa del loro potente attacco Martellata. Wimpod e Golisopod sono creature principalmente terrestri che vivono sulle coste della regione di Alola, anche se non sfruttano molto le loro caratteristiche di tipo Acqua, sebbene possano usare il potente attacco Idrobreccia.

 

Echinodermi: Staryu, Starmie, Mareanie e Toxapex
Entrambe le famiglie evolutive di questa categoria sono biologicamente degli echinodermi, ma le differenze fra queste due famiglie sono molto più grandi rispetto alla loro affinità. Anche se in realtà  la famiglia evolutiva degli Staryu è formata da stelle marine e sono classificate come tali dai ricercatori, la loro anatomia si distingue molto da altri esseri biologici, tanto che rappresentano l'anello che divide le forme di vita organiche da quelle meccaniche. Entrambi i Pokémon hanno un intelletto sorprendente e comunicano con i loro simili tramite luci a intermittenza emanata dal nucleo che possiedono al centro del corpo, tuttavia tali segnali sono al di là  della nostra comprensione. Possiamo dire che nonostante la loro struttura fisica, sono molto agili e possono usufruire di mosse come Camuffamento e Ripresa, capacità  che vanno ben oltre quelle di forme di vita del loro stesso livello, per questo motivo sono così complicati ed intriganti. D'altra parte il comportamento dei Mareanie e dei Toxapex è ben più naturale, cosa che si può notare dai loro manierismi e dalla loro corona di spine. Questi esseri sono predatori spietati che danno la caccia a creature come i Corsola, pungendo le loro prede con i loro velenosi aculei esterni, in modo da paralizzarli e fare a pezzi il loro corallo per cibarsene.

 

Spirituali: Rotom (Rotom Lavaggio)

Normalmente i Rotom sono incapaci di usare abilità  relative all'acqua, ma quando s'impossessano dell'energia contenuta in alcuni tipi di lavatrici ottengono abilità  tipiche dei Pokémon Acqua, oltre a diventare estremamente pericolosi e potenti grazie alla mossa Idropompa.

 

Artificiali: Castform (Forma Pioggia)

Normalmente i Castform sono classificati di tipo Normale, ma quando si trovano in una zona in cui piove, il loro corpo è in grado di assorbirne una grande quantità  senza modificarne le dimensioni o il peso, di conseguenza ciò li rende dei Pokémon Acqua a tutti gli effetti.

 

Piante: Lotad, Lombre e Ludicolo

Anche se la famiglia evolutiva dei Lotad è composta da creature simili a degli anfibi, sono classificati come Piante a causa della pianta parassita che influenza il loro stile di vita. Da piccoli sono parecchio influenzati dalla pianta e devono sottostare ad essa per poter sopravvivere, cosa che tuttavia cambia una volta evoluti; se però lo stadio di Lotad dovesse durare più del solito (tanto da poter apprendere Energipalla, un attacco precluso ai Lombre e ai Ludicolo), iniziano ad avere una certa dominanza sulla pianta anche senza evolversi, oltre al fatto che ciò garantisce un enorme vantaggio una volta evoluti in Ludicolo, visto che possono apprendere mosse Erba più potenti senza l'uso di MT, potendo diventare combattenti di tutto rispetto nonostante la presenza della pianta.

 

Pokémon Fossili: Omanyte, Omastar, Kabuto, Kabutops, Tirtouga e Carracosta

Questi Pokémon vivevano tutti nell'acqua e ai giorni nostri sono ormai estinti, tecnicamente, ma grazie agli enormi passi fatti dalla scienza e alla scoperta di moltissimi fossili che contengono ancora materiale genetico ben conservato, è possibile resuscitarli. La famiglia evolutiva degli Omanyte è l'unica nota appartenente agli ammoniti; sebbene ormai totalmente estinti ci sono parecchi allevamenti che cercano di reintrodurre la specie negli oceani caldi, attività  che sembra avere un discreto successo. I membri della famiglia evolutiva dei Kabuto, invece, sono degli artropodi, ma la cosa più sorprendente è che ci sono dei rarissimi casi in cui se ne sono ritrovati degli esemplari ancora in vita, ma la cosa che li differenzia è che i Kabuto moderni non possono evolversi, mentre quelli antichi sì. La famiglia di Tirtouga invece rappresenta la prima specie di tartarughe nate sul nostro pianeta: esse si distinguono per avere un guscio formato da un grande carapace osseo supportato da una rete scheletrica sottostante, caratteristica ormai inesistente nelle tartarughe moderne, probabilmente è questo che ha causato l'estinzione di questa specie.

 

Insetti: Surskit, Dewpider e Araquanid

I Surskit e la famiglia evolutiva di Dewpider sono gli unici insetti scoperti a vivere prevalentemente sull'acqua. Mentre i Surskit sono gli unici gerridi conosciuti, per cui sono classificati di tipo Acqua solo durante questo loro stadio giovanile, i simil-ragno Dewpider ed Araquanid invece vivono nell'acqua per tutta la loro vita. Sebbene si spostino anche sulla terra, porteranno sempre con loro una bolla piena d'acqua attorno alla testa sia per protezione che per respirare più facilmente, dal momento che il loro sistema respiratorio non è designato per filtrare bene l'ossigeno all'aria aperta.

 

Oloturie: Pyukumuku
Queste creature abitanti dei mari sono classificate come Pokémon Acqua proprio perché vivono principalmente nell'acqua, dando loro queste caratteristiche elementali naturali. Questo è l'unico vero motivo di questa catalogazione, dal momento che non possono apprendere nessun attacco di tipo Acqua, a dire il vero non possono apprendere nessuna mossa che causi danno direttamente. Per questo si nutrono principalmente di detriti sui fondali marini e si spostano molto poco durante la loro vita, quasi per nulla in verità, in modo da risparmiare l'energia nel caso in cui debbano usare qualche mossa per difendersi. L’unico mezzo che hanno per attaccare è tramite la loro abilità Espellinterno per colpire i nemici più aggressivi.

 

Spirito Guardiano dell'Isola: Tapu Fini
Questo Pokémon leggendario si dice sia lo spirito guardiano dell'isola di Poni della regione di Alola ed è la divinità responsabile per la nomina di Hapi, e precedentemente di suo nonno, come Kahuna dell'isola. In passato questo spirito protettore combatteva insieme agli altri Numi Locali per proteggere la Regione di Alola dall'attacco delle Ultracreature e hanno stabilito il moderno sistema del Giro delle Isole e dei Khauna come leader delle prove delle isole. Questo mitico folletto ha il potere di avvolgere qualsiasi zona in cui si reca da una coltre di fitta nebbia, potenziando le sue abilità naturali ed ammaliando i nemici per distruggersi a vicenda, in modo da portare una rapida e spietata giustizia verso chi osa minacciare la sua isola ed i suoi abitanti. Le correnti oceaniche servono come principale fonte d'energia per questa divina creatura e si dice che il suo controllo sulle acque sia così grande da ripulirle da ogni impurità e purificare l'animo di chi vi si bagna.

 

Super-Oceanico: Kyogre (incluso ArcheoKyogre)

Kyogre è noto per essere una delle più grandi forme di vita acquatiche nel pianeta e la prima in assoluto a vivere in questi ambienti; rappresenta la potenza stessa del mare secondo la mitologia di Hoenn, cosa che si è rivelata vera come può suggerire la sua abilità  Piovischio, ma la prova lampante è la forma assunta con l'ArcheoRisveglio, con cui ottiene l'abilità  Mare Primordiale che gli permette addirittura di allagare l'intero pianeta in una manciata di settimane, se non giorni. Kyogre in realtà  è una creatura abbastanza tranquilla che si nutre principalmente di piccoli pesci e krill, ma le sue enormi dimensioni sono sufficienti per incutere terrore nelle persone. Nonostante la natura calma del Pokémon, Kyogre prova un forte odio verso Groudon e in tempi antichi creò acquazzoni devastanti per tentare di sconfiggere la sua controparte terrestre; quest'antica lotta fu così devastante che ha quasi rischiato di distruggere l'intero pianeta, fortunatamente il conflitto fu interrotto da Rayquaza, l'unica forma di vita in grado di domare sia Kyogre che Groudon.

 

Super-Spaziale: Palkia

Sebbene Palkia sia classificato come Pokémon Acqua a causa della sua affinità  con lo stato liquido, le uniche mosse che può apprendere in natura di questo tipo sono Idropulsar ed Idrondata, ma essendo un Drago riesce a resistere agli attacchi Erba ed Elettro con molta facilità . E' interessante notare che i misteriosi poteri di Palkia sono totalmente affini al suo controllo sullo spazio, è infatti grazie alla sua presenza che la materia e l'energia che esiste in natura è stabile, quindi svolge un ruolo a dir poco essenziale per l'universo, come per il tempo, il quale fluisce in un punto all'altro in modo stabile (eccetto nei buchi neri), il Pokémon però sembra poter essere in grado di viaggiare in qualsiasi punto dell'universo istantaneamente. Nonostante sia una divinità , Palkia deve seguire le leggi del tempo di suo fratello Dialga, senza le quali non potrebbe avere una forma fisica definita nel tempo.

 

Multigeni: Silvally (Tipo Acqua)
Queste creature sono forme di vita sintetiche basate su una combinazione di componenti robotici e tessuto cellulare basato su ogni singolo tipo Pokémon. Essi sono stati creati per dare la caccia alle Ultracreature e dovevano essere dotati di un Sistema Primevo sperimentale che avrebbe permesso loro di sfruttare la potenza di qualsiasi tipo esistente, in modo da avere un vantaggio contro qualsiasi nemico che avrebbero potuto incontrare. Tuttavia tutte e tre le creature prototipo hanno respinto il Sistema Primevo una volta installato e si sono ribellate, di conseguenza fu prodotto qualcosa per limitare la loro potenza e sigillare parte del loro potere per renderli nuovamente docili e controllabili. Dopo ciò il loro nome originale fu cambiato da Omnitipo a Tipo Zero per riflettere questo loro fallimento; tuttavia in seguito si scoprì il modo per far emergere il loro vero potere, ovvero stringere un legame d'amicizia con loro. Solo dopo aver stabilito un rapporto di fiducia queste bestie sarebbero state in grado di rimuovere i loro inibitori di potenza e avere il pieno controllo sulle loro abilità, causandone l'evoluzione in Silvally e potendo anche sfruttare la potenza e la versatilità del Sistema Primevo.

 

Super-Entità : Arceus (Tipo Acqua)

Arceus è il Pokémon che si pone al di sopra di qualsiasi altro Pokémon esistente, visto come il creatore dell'universo e un organismo simile ad una divinità, infatti gli avvistamenti di Arceus sono stati estremamente pochi durante tutta la storia dell'umanità, rendendo le informazioni riguardo i suoi poteri limitate. Sappiamo che nonostante sia normalmente di tipo Normale può apprendere quasi qualsiasi attacco e ha la capacità di mutare la propria biologia e quindi può ottenere le caratteristiche di qualsiasi tipo classificato fino ad ora, grazie a questa capacità assieme all'attacco Giudizio può essere riconosciuto tra gli esseri più potenti conosciuti.

Tipi avvantaggiati/svantaggiati (offensivo)

Spoiler

Vantaggi contro il tipo Terra: Quasi tutti i Pokémon Terra sono adattati a vivere in zone aride e riescono a conservare l'acqua nel proprio corpo in modo impossibile per altre forme di vita. Tuttavia l'assorbimento di un'eccessiva quantità  di acqua provoca lo scoppio dei loro globuli rossi causando lievi traumi. Questo significa che sono molto vulnerabili a Pokémon che attaccano usando grosse quantità  d'acqua.

 

Vantaggi contro il tipo Roccia: Le armature rocciose sono molto resistenti, ma possono essere facilmente danneggiate tramite alcune reazioni chimiche che avvengono al contatto con l'acqua. Di conseguenza, gli attacchi Acqua riescono a causare parecchi danni, risultando essere la debolezza più comune dei Pokémon Roccia assieme a quella del tipo Erba.

 

Vantaggi contro il tipo Fuoco: I Pokémon Fuoco di solito possiedono alte temperature corporee in modo da usare più facilmente il fuoco in battaglia e per mantenere la combustione attiva. L'uso di attacchi Acqua abbassa la loro temperatura corporea, causando molti danni nel processo e inibendo temporaneamente la possibilità  di usare attacchi Fuoco.

 

Svantaggi contro il tipo Acqua: Siccome questi Pokémon sono abituati a vivere con grandi quantità  d'acqua dentro o attorno a loro, è logico che abbiano anche una resistenza ad eventuali danni dovuti all'acqua.

 

Svantaggi contro il tipo Erba: I Pokémon Erba sono famosi per poter assorbire l'acqua dal terreno o presente nell'aria per poi usarla per produrre zuccheri tramite la fotosintesi, ciò li rende resistenti all'acqua riducendo qualsiasi danno dovuto ad attacchi di questo tipo.

 

Svantaggi contro il tipo Drago: I Draghi di solito possiedono una pelle squamosa o comunque una pelle che produce un tipo di energia unica in grado di deviare alcuni tipi di energia di altre creature, quindi possono resistere tranquillamente ai danni dovuti ad attacchi Acqua o ad energie simili.

Tipi avvantaggiati/svantaggiati (difensivo)

Spoiler

Resistente al tipo Fuoco: Il tipo Acqua funziona molto bene contro i Pokémon Fuoco sia dal punto di vista offensivo che difensivo. I Pokémon Fuoco generalmente hanno paura di attaccare i Pokémon Acqua a causa delle loro abilità  che potrebbero addirittura risultare fatali per loro, ciò li porta ad usare gli attacchi in modo meno efficace; alcuni Pokémon Acqua però dispongono di uno strato di liquido che serve a mantenere la loro pelle umida e a sopportare attacchi ad alte temperature.

 

Resistente al tipo Ghiaccio: Similmente a come accade ai Pokémon Fuoco, i Pokémon Acqua sono protetti anche dagli attacchi a basse temperature, rendendoli resistenti pure agli attacchi di tipo Ghiaccio.

 

Svantaggi contro il tipo Acqua: Siccome questi Pokémon sono abituati a vivere con grandi quantità  d'acqua dentro o attorno a loro, è logico che abbiano anche una resistenza ad eventuali danni dovuti all'acqua.

 

Resistente al tipo Acciaio: Il motivo per cui i Pokémon Acqua sono resistenti agli attacchi Acciaio è rimasto avvolto nel mistero per alcuni anni, e ancora oggi non è del tutto chiaro. Sembra che i Pokémon Acqua riescano a resistere a questi attacchi perché l'acqua che hanno in corpo agisce come una sorta di scudo concussivo interno, riuscendo ad assorbire non solo l'energia cinetica, ma anche a rispedirla al mittente, quindi i danni inflitti sono minori. Tuttavia sono in corso ulteriori ricerche per capire meglio questa relazione.

 

Debole al tipo Erba: I Pokémon Erba sono famosi per poter assorbire l'acqua dal terreno o presente nell'aria per poi usarla per produrre zuccheri tramite la fotosintesi, ciò li ha portati a sviluppare la capacità  di assorbire l'acqua anche dai loro stessi avversari, specialmente se si tratta di un Pokémon Acqua, riuscendo a causare nell'avversario sia danni esterni che interni.

 

Debole al tipo Elettro: Eccezion fatta per l'acqua distillata, normalmente essa contiene degli ioni naturali che la rendono un condutture elettrico; questo principio si applica anche nelle battaglia Pokémon, visto che l'elettricità  riesce a passere benissimo grazie all'acqua, in particolare nei Pokémon Acqua in cui è in quantità  tali da renderli conduttori perfetti.

Difficoltà ad usarli/Requisiti per allenamenti specializzati

Spoiler

In lotta i Pokémon Acqua hanno sia vantaggi che svantaggi che li rendono uno dei tipi più equilibrati esistenti, ma solo se l'allenatore sa come sfruttare le loro abilità  al meglio. Generalmente esistono Pokémon Acqua che si adattano a qualsiasi tipo di stile di combattimento, il che lo rende un'ottima scelta, visto che poi l'avversario non sa cosa può aspettarsi da un avversario simile, soprattutto perché ha solo due debolezze naturali. Trovarne uno non è affatto difficile visto che è il tipo più diffuso a livello mondiale e spesso sono tra i primi Pokémon catturati da parte degli allenatori più giovani: se interessati a specializzarsi in questo tipo è importante farlo sin da giovani, anche se molti lo sfruttano a causa del loro vantaggio contro i tipo Fuoco, Terra e Roccia. Visto che molti di questi Pokémon devono stare in zone con acqua o non possono proprio lasciarla, spesso riuscire a specializzarsi è un compito davvero arduo, inoltre, escludendo i doppi tipi, questi Pokémon solitamente apprendono quasi esclusivamente mosse del loro stesso tipo, quindi possono fare davvero poco contro avversari vari, eccetto quelli con cui si ha un vantaggio di tipo. Questi Pokémon variano moltissimo fra loro e sta all'allenatore decidere come è meglio specializzarsi: mentre Pokémon come Poliwag o Shellder possono essere allenati con molta facilità , altri come Gyarados o l'evoluzione di Shellder stesso, Cloyster sono davvero difficili da controllare, al punto da essere addirittura pericolosi per l'allenatore e per chi gli sta intorno. E' altamente consigliato che solo gli allenatori che sappiano nuotare si specializzino in questo tipo, visto che spesso può essere necessario combattere in acqua e visto che le battaglie terrestri sono molto limitate per loro, anche perché si potrebbero creare danni all'ambiente con l'utilizzo di mosse come Zampillo o Surf. Trattandosi del tipo con il più alto numero di Pokémon in assoluto, la composizione della propria squadra può variare molto, ma sono comunque consigliati Pokémon che abbiano delle resistenze particolari, come ad esempio Ludicolo o Lanturn, con cui si può contrastare facilmente l'opposizione; mentre gli allenatori che si basano più sulla forza bruta possono contare su Pokémon come Sharpedo, nonostante Pokémon simili siano davvero difficili da tenere sotto controllo e tendano ad attaccare qualsiasi cosa senza pensarci. Senza dubbio il tipo Acqua è quello con cui di solito gli allenatori hanno più familiarità , ma è sempre necessario uno studio approfondito per specializzarsi, considerando inoltre che, assieme al tipo Volante, è l'unico che possiede combinazioni con qualsiasi altro tipo conosciuto, rendendolo molto versatile e dando agli allenatori l'opportunità  di causare parecchi danni, se usati correttamente.

Squirtle

200px-Artwork007.png

Spoiler

Squirtle (noto come Pokémon Tartaghina) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Acqua che vive negli stagni, nei laghi e nei percorsi vicino al mare della regione di Kanto, anche se raramente è stato visto nella regione di Alola. Nonostante non siano tra i migliori combattenti offensivi, gli Squirtle sono creature energiche che possono rivelarsi ottimi compagni per i giovani allenatori che stanno cercando un Pokémon non troppo debole e allo stesso tempo non molto difficile da allenare. Ovviamente esistono Pokémon Acqua più forti, ma non si può negare che siano creature adorabili, a patto che non vengano provocati, altrimenti vi attaccheranno con un Pistolacqua dritto in faccia!

Appena nati, gli Squirtle hanno un guscio molto morbido e vulnerabile, questo rappresenta il periodo più difficile per la loro sopravvivenza; fortunatamente questi si induriscono con una rapidità  eccezionale, tanto che in un'ora circa sono già  molto resistenti, permettendo loro di ritirare il corpo e di respingere gli attacchi nemici senza alcun problema. Il guscio, oltre a dare protezione sia contro gli attacchi fisici che speciali, conferisce anche un grande vantaggio nel nuoto, questo è dovuto alla forma arrotondata e alle scanalature sulla superficie che limitano la resistenza dell'acqua durante il nuoto, riuscendo a raggiungere velocità  impressionanti (addirittura molti scienziati ritengono che sarebbero più lenti senza il guscio). Come ogni altra tartaruga, ovviamente, il guscio è permanentemente attaccato al corpo e nel caso di danni leggeri essi guariscono con il tempo, ma i danni gravi, sebbene pure questi guariscano, possono causare lesioni interne irreparabili.

Quando minacciati, gli Squirtle ritirano gli arti e la testa dentro il guscio per poi attaccare con bolle ad alta pressione o potenti getti d'acqua. L'attacco Pistolacqua degli Squirtle è diventato iconico a causa della loro estrema precisione e potenza, ma c'è un piccolo difetto, infatti a causa della loro anatomia possono apprendere solo attacchi Acqua basici, tanto da risultare l'unica famiglia evolutiva in grado di apprendere Bolla ma non Bollaraggio. Nonostante tutto, gli Squirtle mantengono un carattere molto giocoso e legano molto facilmente sia con altre specie che con gli umani stessi, ecco perché sono considerati tra i migliori Pokémon per i giovani allenatori, ma questa loro fiducia negli umani li porta anche a sviluppare un carattere aggressivo nel caso di maltrattamento: sono infatti registrate alcune aggressioni da parte di Squirtle maltrattati o abbandonati dagli umani.

Carini ed energici, gli Squirtle sono senza dubbio esseri meravigliosi che possono dare molta esperienza agli allenatori più inesperti in poco tempo. Sebbene non siano forti o veloci come Bulbasaur o Charmander, la resistenza degli Squirtle permette loro di resistere anche ad avversari molto più forti. Allenare una di queste tartarughe per uno specialista Acqua è un gioco da ragazzi; anche se possono sembrare deboli confrontati ad altri Pokémon, una volta evoluti sono pochi coloro che raggiungono un potenziale combattivo come il loro!

Wartortle

200px-Artwork008.png

Spoiler

Wartortle (noto come Pokémon Tartaruga) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Acqua che vive negli stagni, nei laghi e nei percorsi vicino al mare della regione di Kanto, anche se raramente è stato visto nella regione di Alola. Considerati dei simboli di longevità, i Wartortle sono creature resistenti in grado di mettere in difficoltà  parecchi nemici con l'uso delle mosse Pistolacqua e Morso. Nonostante non abbiano la potenza pura dei Blastoise, queste tartarughe sono comunque combattenti di tutto rispetto!

Solitamente è facile legare con un Wartortle sebbene siano predatori attivi, visto che tendono a mangiare piccoli Pokémon acquatici ed alghe, ma sono comunque creature molto apprezzate e sono pochissime le persone che le disprezzano. Siccome rappresentano lo stadio intermedio degli Squirtle, hanno un guscio più grande, ciò rende più difficoltoso per loro camminare sulla terraferma e vivono principalmente in acqua, in cui sfruttano le orecchie e le coda per migliorare le loro capacità  di nuoto, permettendo loro di raggiungere velocità  elevatissime. Ma eccetto questo il loro comportamento ed abitudini sono identici a quelli degli Squirtle, ritirando testa e arti nel guscio per poi attaccare se minacciati, sebbene la grande coda sia difficile da nascondere e tenda a rimanere un pochino fuori dal guscio anche quando retratta.

Mentre solitamente i Pokémon in natura hanno un'età  media per evolversi se non allenati, i Wartortle non ne hanno una prestabilita e possono rimanere in questo stadio per molto più a lungo del previsto prima di diventare dei Blastoise; questo è dovuto alla loro lunghissima durata vitale. I Wartortle producono un enzima che rigenera all'infinito i tessuti danneggiati e le cellule senza che essi si riproducano; questo tipo di enzima tende a smettere di essere prodotto una volta raggiunto lo stadio adulto, quindi in natura un Wartortle può vivere centinaia se non addirittura migliaia di anni, visto che alcuni miti popolari dicono che possono vivere fino ad un massimo di 10.000 anni. Gli esemplari allenati spesso vengono fatti evolvere molto prima del tempo, riducendo enormemente la loro durata vitale, mentre quelli in natura impiegano addirittura secoli per farlo. Stimare l'età  di un Wartortle è davvero difficile dato che i tessuti si rigenerano rapidamente, ma molti ricercatori usano le cicatrici e i graffi sul guscio per dedurne l'età : più è vecchio un Wartortle e più segni ha il suo guscio, di solito; gli esemplari più vecchi iniziano ad avere anche alghe sul guscio; altro segno di invecchiamento è la coda, il cui pelo tende a diventare più scuro, per questo motivo essa è considerata un simbolo di longevità  e del loro habitat stesso.

Gentili e socievoli, i Wartortle si dimostrano dei compagni fedeli nei confronti del proprio allenatore dando il tutto e per tutto durante le battaglie. Potendo contare su ottime capacità  offensive e difensive e su un Morso che lascia il segno, state certi che non verrete delusi in nessuna battaglia da queste tartarughe. Se siete dei combattenti, il vostro Wartortle accetterà  l'evoluzione prematura a cuor leggero anche se ciò significa ridurre la loro durata vitale, ma se invece volete solo un compagno che rimanga con voi tutta la vita, allora non è necessario mettere fratta alla loro crescita!

Blastoise

200px-Artwork009.png210px-Artwork009-Mega.png

Spoiler

Blastoise (noto come Pokémon Crostaceo) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Acqua che vive negli stagni, nei laghi e nei percorsi vicino al mare della regione di Kanto, anche se raramente è stato visto nella regione di Alola. Famosi per i loro imponenti cannoni ad acqua montati sulla schiena, con i quali possono distruggere o schiacciare i nemici sia di terra che non. Non importa quanto potente sia il vostro Pokèmon, sottovalutare questi titani è un errore gravissimo; anche se non molto veloci state certi che con un loro colpo possono scaraventare via anche un autocarro!

Per poter massimizzare la loro potenza combattiva e assorbire una quantità  immensa d'acqua, i Wartortle giunti allo stadio adulto cambiano completamente la propria anatomia: anziché usare la bocca per sparare getti d'acqua, sviluppano due tubi organici composti da biometallo, i quali spuntano dietro le spalle; questi organi sono comunemente chiamati "cannoni" e non si sa con certezza a cosa servissero in origine. Dato che i cannoni sono lontani da qualsiasi tessuto molle e non sono collegati al sistema respiratorio, i Blastoise possono pompare enormi quantità  d'acqua a velocità  impressionanti senza causare nessun danno interno al loro corpo, superando la potenza di fuoco di qualsiasi altro Pokémon Acqua comune. Un colpo alla massima potenza di un Blastoise possiede una pressione e una velocità  tale da poter perforare senza alcuna difficoltà  una lastra d'acciaio spessa diversi centimetri, dunque anche gli avversari con armature blindate non si salvano da queste enormi tartarughe; non c'è dunque da stupirsi se il loro attacco Idropompa è quello più potente mai registrato fino ad ora. Altra caratteristiche è che questi cannoni possono ruotare, per questo motivo i loro colpi sono tanto precisi, riuscendo a centrare bersagli piccolissimi anche a 50 metri di distanza; la cosa è così sorprendente che in antichità , data la scarsa conoscenza sulla loro anatomia, si credeva che esercitassero un qualche tipo di potere magico. Altra capacità  degna di nota è che possono apprendere Cannonflash, rendendoli di conseguenza i Pokémon Acqua senza vantaggio di tipo più pericolosi contro i Pokémon Ghiaccio.

Nonostante le varie abilità , i Blastoise devono affrontare un grande problema: l'eccessivo peso. I Wartortle mentre sono in fase di evoluzione aumentano molto la loro massa in modo da poter sopportare il contraccolpo dei cannoni, ma ciò non è sufficiente, ecco perché i Blastoise tendano a conficcare i piedi sul terreno, ovvero per poter sopportare il rinculo delle loro potenti armi. Ciò tuttavia va ad ostacolare le loro capacità  di nuoto, anche se sono comunque capaci di nuotare senza difficoltà . Questo problema tuttavia ha altri vantaggi in lotta, visto che ora possono sfruttare il loro peso per schiacciare letteralmente i loro nemici, specialmente quelli contro cui i loro proiettili sono inutili o poco efficaci, ciò consente ai Blastoise anche di apprendere numerose nuove mosse tramite MT, le quali sono precluse ai Wartortle, come ad esempio Terremoto o Battiterra, potendo affrontare una varietà  ben più ampia di avversari.

Si è scoperto che Blastoise è una delle 46 specie di Pokémon note in grado di subire una MegaEvoluzione. Se si è in possesso di una Blastoisite esso si può MegaEvolvere; questa mutazione costringe i due cannoni gemelli a fondersi in un unico enorme cannone, inoltre ne sviluppano due più piccoli sugli arti superiori. Con questa forma i Blastoise ottengono un grosso potenziamento alle loro capacità  offensive e nella loro forza, ma il loro carattere e comportamento rimangono invariati, quindi controllarli è molto facile. L'enorme cannone combina la potenza dei precedenti due aumentando notevolmente la potenza degli attacchi, i quali possono addirittura colpire bersagli lontani 6 miglia di distanza, un record così impressionante da essere registrato nei guinness dei primati. Statisticamente parlando questa forma aumenta leggermente la loro difesa speciale, moderatamente la loro forza fisica ed enormemente l'attacco speciale; come se non bastasse, la potenza del grosso cannone è tale che rafforza qualsiasi attacco che deriva da esso, motivo per cui sono classificati con l'abilità  Megalancio. Nonostante la loro velocità  sia identica a quella dei normali Blastoise, la potenza offensiva e la resistenza sono tali da permettere loro di distruggere qualsiasi cosa abbiano sul loro cammino, risultando compagni di squadra perfetti.

Terribilmente potenti e pericolosi in battaglia, sono in grado di sottomettere qualsiasi avversario osi sfidarli. Essendo i Pokémon starter con la maggiore difesa speciale e il Pokémon con il più potente attacco Idropompa (secondo solo alla sua MegaEvoluzione), state certi che qualsiasi allenatore aggiunga questi titani nel proprio team, ne otterrà  un vantaggio enorme. Non c'è da stupirsi se sono tra i Pokémon più ricercati da parte degli specialisti Acqua, dato che hanno un potere offensivo a dir poco devastante!

Psyduck

200px-Artwork054.png

Spoiler

Psyduck (noto come Pokémon Papero) è un Pokémon relativamente comune di tipo Acqua che vive negli stagni d'acqua dolce, nei laghi, nei fiumi tropicali, in alcune fonti d'acqua salata e nelle riserve naturali delle regioni di Kanto, Johto, Sinnoh, Unima, Kalos ed Alola. Deboli se confrontati ad altri Pokémon Acqua e difficili da farli combattere, gli Psyduck sono creature bizzarre che tuttavia hanno grandi poteri quando sono sotto stress, ma eccetto in questi momenti, non aspettatevi che possano avere un grande controllo sulle loro abilità  fino all'evoluzione; fino ad allora, ciò non fa altro che dar loro un terribile mal di testa!

Gli Psyduck sono creature semplici che si nutrono solo di alghe e di insetti e raramente abbandonano il loro habitat in natura, indipendentemente dalla situazione. Generalmente sono calmi ed è difficile che si arrabbino, il che li rende ottimi per gli allenatori più giovani, tuttavia non eccellono nella lotta, quindi usarli in battaglia in modo ottimale è davvero difficile; c'è da dire però che sono Pokémon molto apprezzati a causa della loro bizzarria che li rendono paragonabili ai personaggi di un cartone animato, quindi sono comuni anche solo come compagni o come Pokémon domestici.

Gli Psyduck hanno poteri assolutamente unici tra i Pokémon Acqua puri, visto che nonostante tutto possono esercitare poteri psichici di una certa misura, l'unico problema è che non riescono a controllarli. Nel cervello degli Psyduck vi è una zona di cellule ipersensibili che sono le responsabili di dare accesso alle mosse di tipo Psico, permettendo agli Psyduck di usare mosse come Mirabilzona, Confusione o Cozzata Zen, ma per una strana ragione queste cellule rimangono per lo più inattive e stimolano le zone cerebrali che causano dolore, motivo per cui gli Psyduck sono soggetti a continue emicranie. Con l'aumento del dolore, aumenta anche l'attività  elettrica del cervello fino a riattivare le cellule responsabili per i poteri psichici per un breve periodo di tempo, solo in queste circostanze gli Psyduck possono usare le loro abilità , tuttavia lo sforzo è tale che una volta che le cellule tornano inattive gli Psyduck non si ricordano di nulla e non è mai stato avvistato nessun esemplare che sembrasse ricordare di aver usato poteri psichici; di conseguenza non potranno mai usare queste abilità  volontariamente, ma solo accidentalmente. Per anni le capacità  di questa specie sono rimaste avvolte nel mistero, questo finché non fu analizzato a fondo il cervello degli Psyduck, ora finalmente sappiamo le risposte a molti quesiti passati: tra le varie scoperte, una delle più interessanti è che quando le cellule psichiche sono attive, tutto il resto del cervello entra in uno stato di stasi e c'è un'attività  elettrica minima per permettere a questi Pokémon di rimanere in vita; questo stato è stato rinvenuto solo in persone soggette da sonni profondi o da coma, ma il motivo per cui ciò accade non è ancora chiaro; questo spiega per quale motivo dopo l'uso dei loro poteri, a distanza di circa cinque minuti si può notare che questi Pokémon rimangono confusi e sconcertati, spesso cercando di ricordare cos'è successo negli ultimi minuti, visto che il loro cervello in quello stato è fisicamente impossibilitato a ricordare qualcosa. Altra scoperta che si è fatta è che alcuni esemplari possono esercitare una capacità  psichica in grado di stabilizzare la temperatura circostante o addirittura bloccare le condizioni meteo e sono di conseguenza classificati con l'abilità  Antimeteo.

Nonostante possano sembrare innocui, gli Psyduck spesso si rivelano essere una vera minaccia quando si attivano i loro poteri. Considerati più fastidiosi che utili in lotta, gli specialisti Acqua tendono comunque ad allenare questi Pokémon all'inizio della loro carriera tentando d'intensificare il loro mal di testa, senza far loro del male, ma una volta evoluti, tutto sarà  più facile. Fino ad allora, divertitevi a vedere questi bizzarri paperi con il mal di testa che guardano perplessi il campo dopo l'utilizzo delle loro abilità!

Golduck

200px-Artwork055.png

Spoiler

Golduck (noto come Pokémon Papero) è un Pokémon non molto comune di tipo Acqua che vive negli stagni d'acqua dolce, nei laghi, nei fiumi tropicali, in alcune fonti d'acqua salata e nelle riserve naturali delle regioni di Kanto, Johto, Sinnoh, Unima, Kalos ed Alola. Rinomati per la loro velocità  nel nuoto e per gli enormi poteri nascosti, senza dubbio i Golduck sono creature davvero affascinanti in grado di sorprendere qualsiasi avversario con i loro poteri psichici. Certamente non sono tra i Pokémon Acqua più forti, ma di sicuro possono tener testa a molti avversari grazie all'elemento sorpresa. Se pensate di fare una gare di nuoto con questi bizzarri paperi, lasciate perdere: è fisicamente impossibile che voi possiate vincere!

Anche se apparentemente non sono nulla di che, i Golduck sono i Pokémon più veloci in assoluto nel nuoto, tanto che perfino in antichità  erano rinomati per questa loro abilità ; ciò è dovuto alla loro pelle costituita appositamente per ridurre al minimo la resistenza dell'acqua e alla loro forma aerodinamica, la cosa è ulteriormente aiutata dalle zampa palmate, questa capacità  permette loro anche di usare la mossa Acquagetto (che è preclusa alla loro pre-evoluzione). Negli ultimi anni si sta cercando di creare navi e velivoli ispirandosi all'anatomia di questa specie, visto che la loro velocità  ha anche fatto in modo che non abbiano nessun predatore naturale. A differenza di ciò che si può pensare, i Golduck non si spostano spesso, ma prediligono oziare e mangiare insetti e alghe, se però venissero sfidati in una gara di nuoto o in una battaglia daranno il meglio di se pur di vincere, oppure se vedono qualcuno in difficoltà , infatti sono stati registrati casi in cui dei naufraghi furono salvati da dei Golduck. Qualche tempo fa, questi Pokémon furono scambiati per dei Kappa durante la notte, in alcune foto venute male in cui furono ritratti questi paperi; molti furono convinti che fosse la prova dell'esistenza dei Kappa, ciò diede origine al mito di queste creature nelle regioni Asiatiche, ma questo fraintendimento è dovuto al fatto che i Golduck non si fanno problemi ad avvicinarsi all'uomo (caratteristica molto rara tra i Pokémon Acqua), tanto che talvolta si recano in zone urbane.

Oltre ad avere abilità  di nuoto impareggiabili, i Golduck sono molto apprezzati dagli specialisti Acqua per un'altra capacità : appena uno Psyduck raggiunge lo stadio adulto diventando un Golduck, ottiene il pieno controllo sui suoi poteri psichici, potendo di conseguenza usarli a piacimento. Ora quindi possono usare attacchi come Confusione o Cozzata Zen senza doversi preoccupare di vuoti di memoria o mal di testa, rimuovendo ogni svantaggio della loro pre-evoluzione e mantenendo ogni vantaggio. Per poter canalizzare i poteri psichici del loro cervello all'esterno sfruttano la gemma rossa che hanno sviluppato sulla fronte, in quanto agisce come una lente focalizzatrice per l'energia psichica; quando ciò accade, essa inizia a brillare, se ciò dovesse succedere mentre nuotano, allora state attenti, perché significa che stanno per sferrare una potente Cozzata Zen, che potrebbe addirittura sfondare lo scafo di una nave, il che deve essere tenuto bene a mente da parte degli sfidanti.

Anche se hanno una natura abbastanza amichevole, state certi che sono combattenti feroci e difficili da sconfiggere se affrontati nel loro habitat naturale. Oltre ad essere gli unici Pokémon Acqua in grado di apprendere la mossa Mirabilzona naturalmente (assieme alla pre-evoluzione Psyduck), alcuni esemplari hanno anche l'abilità  Antimeteo con cui riescono a causare vari problemi agli avversari. E' altamente consigliato non affrontarli in acqua se non si dispone di un vantaggio di tipo: una loro Cozzata Zen in un simile ambiente può far vedere le stelle anche ai Pokémon più resistenti!

Poliwag

200px-Sugimori_060.png

Spoiler

Poliwag (noto come Pokémon Girino) è un Pokémon comune di tipo Acqua che vive nei corpi d'acqua dolce e in alcune zone oceaniche delle regioni di Kanto, Johto, Sinnoh, Unima, Kalos, Alola e del Settipelago. Anche se incapaci di combattere in modo adeguato, i Poliwag hanno un altro tipo di vantaggio, visto che possono sfruttare le zampe per muovesi rapidamente anche sulla terra, vantaggio che non tutti i Pokémon Acqua più giovani possiedono. Se non avete delle Sveglie o delle Baccastagne, allora è meglio non combattere contro questi girini se siete allenatori da poco, in caso contrario vi ritroverete il vostro Pokémon addormentato senza che ve ne accorgiate!

I Poliwag rappresentano un tipo di girino che non sempre raggiunge il suo vero stadio adulto; il motivo di ciò non è del tutto chiaro, apparentemente dovrebbe essere per proteggersi meglio dai predatori, visto che nello stato attuale non hanno molte capacità  offensive o difensive; come se non bastasse, non nascono in grandi numeri, quindi la sopravvivenza dalla specie non deriva nemmeno da questo. La maggioranza dei Poliwag in natura tende ad arrivare fino allo stadio di Poliwhirl, senza però riuscire mai a svilupparsi oltre in modo naturale a causa di mutazioni avvenute con il tempo, ciò ha permesso a questa specie di sviluppare dei polmoni e delle zampe appena nati, in questo modo possono scappare dai predatori semplicemente andando sulla terraferma; anche se sono giovani, tendono ad essere goffi a terra, quindi preferiscono rimanere in acqua per quasi tutto il tempo durante questo stadio, ma anche così risultano essere molto veloci per essere dei Pokémon Acqua allo stadio infantile, il che dà  un enorme vantaggio agli allenatori più giovani.

I Poliwag, essendo dei girini, hanno una pelle molto delicata di colore nera, tuttavia in certi punti questa pelle è trasparente; curiosamente questa ottiene una colorazione blu a causa di una sostanza oleosa che producono per proteggersi dai raggi UV e per mantenere il corpo umido. La pancia di questi Pokémon (dove la pelle è più sottile), presenta un motivo spiraleggiante che altro non è che la parte più esterna dell'intestino dei Poliwag, ma sono poche le persone che sanno di questo fatto; questa spirale tende ad avere un colore più brillante dopo che questi girini hanno mangiato. Per molto tempo si è posta la domanda del motivo per cui l'intestino di questi Pokémon sia visibile: la ragione sembra essere che tale motivo causa una sensazione di disagio e sembra produrre un tipo di energia elettromagnetica molto debole con la quale possono usare Ipnosi sfruttando la forma a spirale, riuscendo a mettere non solo i loro predatori naturali a dormire, ma anche un uomo adulto. Anche se piccoli e deboli, difficilmente un predatore riesce ad uccidere un Poliwag dato che la loro pelle è estremamente elastica, tanto da non essere tagliata nemmeno da un coltello o dalle fauci di un predatore. Osservando esemplari di varie regioni si è scoperto che l'orientamento della spirale cambia a seconda di dove sono nati rispetto all'equatore: gli esemplari nati nell'emisfero settentrionale hanno l'intestino in senso antiorario, mentre quelli nati nell'emisfero meridionale hanno l'intestino in senso orario, ma non tutti seguono questa regola e molti ricercatori si sono chiesti il motivo di ciò.

Certamente non sono i combattenti migliori, ma i Poliwag restano creature veloci e possono ottenere comunque un vantaggio in lotta se riescono a mettere a dormire i nemici. Sebbene farli combattere in ambienti secchi o lontani dall'acqua possa creare dei problemi, state certi che con l'allenamento un giorno diverranno lottatori di tutto rispetto. State attenti contro chi li fate combattere: solo perché la loro pelle è resistente ai tagli, forti colpi possono essere comunque fatali...dopotutto sono pur sempre girini!

Poliwhirl

200px-Artwork061.png

Spoiler

Poliwhirl (noto come Pokémon Girino) è un Pokèmon relativamente comune di tipo Acqua che vive nei corpi d'acqua dolce e in alcune zone oceaniche delle regioni di Kanto, Johto, Sinnoh, Unima, Kalos, Alola e del Settipelago. Anche se pacifici e apparentemente ingenui, i Poliwhirl sono forti creature in grado di arrecare molti danni grazie all'uso di potenti attacchi fisici. Anche se non sono abili nell'uso di attacchi speciali e non hanno un grande repertorio di mosse, conviene non sottovalutare questi girini, visto che un loro Corposcontro è molto doloroso!

I Poliwhirl sono molto diversi dalle altre rane, visto che sebbene non siano nello stadio adulto, la maggior parte degli esemplari tende a rimanere in questo stadio in natura, siccome necessitano di un elemento esterno per svilupparsi completamente. Come altre rane, possono vivere sia nell'acqua che sulla terra, ma a causa della loro pelle sottile prediligono stare in acqua, tuttavia sono molto abili nella lotta grazie allo sviluppo delle braccia (che vengono usate per sferrare attacchi fisici), oltre al fatto che il loro corpo può sopportare più colpi rispetto alla loro pre-evoluzione Poliwag, inoltre, nonostante l'aggiunta di peso, la loro velocità  resta invariata e in più le zampe ora conferiscono un'agilità  sulla terra pari a quella che hanno in acqua. Per mantenere la pelle umida e proteggerla dai raggi UV, questi Pokémon producono una sostanza oleosa, che oltre a dare tali protezioni li rendono anche scivolosi, quindi afferrarli è davvero difficile per i predatori.

Proprio come i Poliwag, i Poliwhirl hanno una pelle nera che è più sottile sulla pancia, rivelando la parte più esterna del loro intestino; inoltre la loro pelle ottiene una colorazione blu a causa della sostanza oleosa che producono. Mentre il modello dello stomaco dei Poliwag varia a seconda della zona, visto che gli esemplari hanno lo stomaco nel senso antiorario nell'emisfero settentrionale e orario in quello meridionale, i Poliwhirl non hanno variazioni, ma l'uso rimane lo stesso di quello della pre-evoluzione, infatti esso serve per creare un senso di disagio nel nemico per poi produrre deboli onde elettromagnetiche che fanno addormentare anche un uomo adulto; i Poliwhirl sfruttano questa tecnica più frequentemente e in modo più efficace, dato che possono manipolare il loro intestino per farlo ondeggiare leggermente aumentando il senso di disagio e potendo far addormentare i nemici con più facilità , dando loro maggiori possibilità  di sopravvivenza; altra cosa che fanno è produrre un tipo di liquido sulla pancia che serve a rendere il loro intestino il più visibile possibile, oltre a mantenere la loro pancia disgustosamente chiara e liscia.

Non sono certo tra le creature più pericolose che esistano, ma questi girini sono comunque avversari potenti e non vanno sottovalutati. Ricordatevi di usarli solo in ambienti con acqua nei dintorni, visto che nei deserti possono fare davvero poco, anche se difficilmente avranno problemi di salute. Il problema più grande nell'avere un Poliwhirl è decidere in cosa farlo evolvere: una rana rumorosa o un girino pompato?!

Poliwrath

Sugimori 062.png

Spoiler

Poliwrath (noto come Pokémon Girino) è un Pokémon raro di tipo Acqua/Lotta che vive nei corpi d'acqua dolce e in alcune zone oceaniche delle regioni di Kanto, Johto, Sinnoh, Unima, Kalos, Alola e del Settipelago. Incredibilmente potenti e difficili da sconfiggere nei combattimenti ravvicinati, i Poliwrath sono combattenti formidabili in grado di fare a pezzi qualsiasi avversario prima che esso abbia l'occasione di difendersi. Potrebbero non apparire minacciosi in un primo momento, ma sono pochi i Pokémon in grado di combattere in modo così efficiente sia a terra che in acqua come questi enormi girini!

Quando un Poliwhirl viene esposto alle radiazioni di una Pietraidrica, esso subisce un drastico aumento di dimensioni diventando molto più muscoloso, adattandosi di conseguenza perfettamente alla vita sulla terra. Nonostante questo cambiamento, la loro pelle rimane comunque sottile, per questo continuano a rilasciare un liquido che li rende umidi e li protegge dai raggi UV, oltre a rendere il loro intestino ben visibile per l'uso della tecnica Ipnosi, anche se ora la usano molto più di rado, visto che si basano principalmente sull'uso della forza bruta per combattere. Similmente alla famiglia evolutiva dei Machop, i Poliwrath possono rigenerare rapidamente i tessuti muscolari e ossei danneggiati, permettendo loro di conseguenza di compiere azioni e sforzi altrimenti impossibili senza stancarsi. Anche se anatomicamente hanno poco in comune con i Pokémon Lotta, la massa muscolare è tale da consentire loro di apprendere varie mosse Lotta, motivo per cui sono classificati in parte con questo tipo; tra le mosse che possono apprendere c'è Sottomissione (che solo loro, Pinsir e la famiglia evolutiva di Machop possono apprendere naturalmente), Dinamipugno e Ribaltiro (mossa esclusiva dei Poliwrath e dei Throh). L'attacco Dinamipugno è particolarmente famoso in questa specie, dal momento che grazie all'uso della limitatissima energia psichica prodotta dal loro cervello possono usare la tecnica Leggimente con cui trasformano una mossa altamente imprecisa ad una mossa infallibile, rendendoli combattenti davvero pericolosi in qualsiasi circostanza; l'unico svantaggio che hanno è che l'enorme aumento di peso li rende più lenti delle loro pre-evoluzioni, dando un certo vantaggio agli avversari più veloci.

Nonostante i Poliwrath vivano principalmente sulla terraferma che in acqua, rimangono nuotatori eccezionali, tanto che nessun nuotatore umano potrebbe mai sconfiggere uno di questi Pokémon, il che è interessante perché sebbene non possiedano una coda o delle zampe palmate che aiutino il nuoto, i loro grossi arti riescono a spostare ingenti quantità  d'acqua con cui possono muoversi ed è proprio grazie a questi Pokémon che l'uomo ha ideato stili di nuoto come quella a rana. Un solo Poliwrath sarebbe capace di attraversare l'"Oceano Pacifico" a nuoto senza il benché minimo sforzo, ciò è dovuto a come è formato il loro tessuto muscolare, il quale previene crampi muscolari, per non parlare della pelle di queste creature che non solo impedisce all'acqua di fare resistenza, ma assorbe l'ossigeno, permettendo ai Poliwrath di nuotare moltissimo prima di fermarsi per recuperare fiato. Ci sono stati rarissimi casi in cui si sono visti dei Poliwrath correre a velocità  tali da camminare sopra l'acqua per pochi secondi, un'abilità  davvero impressionante.

Alcuni potrebbero dire che i girini sono creature fragili, indipendentemente dalle loro dimensioni, ma chiunque dica ciò sembra non conoscere i Poliwrath. Molto popolari sia tra gli specialisti Acqua che tra quelli Lotta per via delle loro incredibili abilità  nel combattimento e per la grande resistenza, non c'è da stupirsi quindi se con un po' di allenamento e l'uso di alcune MT e/o MN, questi Pokémon possono diventare ottimi combattenti in qualsiasi torneo. Se vi ritrovate a combattere contro questi mastodontici girini, allora è meglio che abbiate Pokémon in grado di schivare i loro colpi, ma l'arma migliore contro di loro sono gli avversari in grado di volare!

Tentacool

200px-Artwork072.png

Spoiler

Tentacool (noto come Pokémon Medusa) è un Pokémon comune di tipo Acqua/Veleno che vive nei mari caldi e poco profondi di tutto il mondo. Temuti da marinai e pescatori per via dei loro tentacoli velenosi e per la capacità  di mimetizzarsi nell'acqua, i Tentacool sono creature interessanti che possono dare parecchi problemi agli attaccanti speciali. Sebbene non siano in grado di arrecare molti danni o di sopportare numerosi colpi, se cercate una creatura marina in grado di avvelenare avversari multipli, difficilmente troverete un Pokémon più competente e frustrante in questo campo al di fuori di essi!

Similmente alle meduse, i Tentacool sono organismi unici in grado di sopravvivere senza l'ausilio di altri esseri viventi, inoltre hanno dimostrato di avere un intelletto sorprendente che va a superare quello di moltissimi pesci. Solitamente questi Pokémon si fanno trasportare dalle correnti marine calde e quando una preda si avvicina a loro usano i due tentacoli velenosi per afferrarla, colpirla con Velenospina per ucciderla e mangiarsela, ma questa tecnica funziona solo sulle prede più piccole, tuttavia, crescendo imparano nuove mosse come Acido e Acidobomba per penetrare le corazze nemiche, in modo che possano cacciare più facilmente. Altra cosa che li accomuna con le meduse è che il loro corpo è formato quasi interamente d'acqua, costringendoli a non uscire mai dall'acqua se vogliono sopravvivere; anche se possono respirare l'aria, un esemplare spiaggiato può seccarsi nel giro di un'ora, al massimo due, se soccorsi rapidamente è possibile curarli semplicemente ributtandoli nell'acqua salata. I motivi principali per cui sono tanto temuti da pescatori e marinai sono due, che tuttavia gli allenatori ignorano pur di allenare questi calamari: la loro colorazione permette a questi Pokémon di mimetizzarsi alla perfezione in acqua, l'unica cosa che si può notare sono i grossi occhi rossi; il secondo motivo è la loro diffusione, visto che si trovano praticamente in tutti i mari caldi a centinaia, quindi è assolutamente impossibile navigare senza incontrarne almeno uno.

Tratto molto interessante nei Tentacool è che hanno ben due tipi di occhi, i cui scopi sono completamente diversi: quelli bianchi sono i loro occhi primari e sono situati nella parte inferiore del corpo, sono usati per vedere le creature e gli ostacoli che hanno attorno (in pratica funzionano come i nostri occhi), mentre i tre occhi rossi posizionati nella parte superiore del corpo, invece, vedono gli organismi attorno tramite la visione termica. Entrambi i tipi di occhi sono essenziali per questa specie (anche se quelli a visione termica sembrano essere usati principalmente per permettere loro di vedere nelle acque più torbide), ma il fatto che una creatura simile possa usare due visioni diverse contemporaneamente è davvero sorprendente. Altra abilità  degli occhi rossi è quella di immagazzinare la luce per poi rilasciarla sotto forma di raggi d'energia, ciò è dovuto alla formazione cristallina degli occhi, con cui possono focalizzare e lanciare questi attacchi con grande precisione; tali raggi non sono dannosi verso gli esseri viventi, ma possono causare danni ad oggetti, tanto che possono addirittura perforare una parete di cartongesso. Il motivo per cui abbiano questa capacità  è ignoto, ma è possibile che sia usata per uccidere prede protette da un guscio (quali Shellder e Clamperl), i quali sono protetti dai loro tentacoli velenosi.

Non sono certo le creature più potenti del mare, ma i Tentacool restano Pokémon pericolosi che possono causare abbastanza danni con i tentacoli velenosi se non si presta attenzione. Avendo a disposizione una buona dose di attacchi Veleno e di un Bollaraggio dalla potenza tale da proteggerli contro i Pokémon Terra, di certo questi calamari possono diventare combattenti di tutto rispetto se siete disposti ad investire del tempo per allenarli. Se avete un amico che ama questi tipi di Pokémon, allora fatelo nuotare insieme a loro: vedere questi Pokémon con i bellissimi occhi rossi simili a gemme vicino a voi è uno spettacolo e, anche se mortali, difficilmente attaccano l'uomo!

Tentacruel

073 Tentacruel

Spoiler

Tentacruel (noto come Pokémon Medusa) è un Pokémon non molto comune di tipo Acqua/Veleno che vive nei mari caldi e poco profondi di tutto il mondo. Temuti per i loro tentacoli velenosi e quasi inevitabili, i Tentacruel sono creature terribilmente brutali che avvelenano, soffocano e divorano qualsiasi preda si avvicini a loro, anche se non hanno fame. Questi enormi calamari potrebbero non essere tra i migliori combattenti fisici, ma se non si sta attenti si può scoprire nel peggiore dei modi come abbiano ottenuto il soprannome di "Gangster del Mare"!

Proprio come i Tentacool, i Tentacruel hanno alcune caratteristiche in comune con le meduse, sebbene non lo siano affatto; si differenziano anche più della loro pre-evoluzione, visto che non si fanno trasportare dalle correnti calde, ma cacciano attivamente. Normalmente è possibile vedere fino a 14 tentacoli nei Tentacruel, ma in realtà  ne hanno un totale di 80, tuttavia quasi tutti vengono tenuti nascosti in quanto inutili ai fini della battaglia e possono invece solo creare problemi nel Pokémon, poiché sono difficili da gestire tutti insieme, ma quando cacciano possono usare tutti i loro tentacoli per creare una rete vivente formata da tentacoli velenosi con cui filtrano l'acqua per intrappolare le prede. Quando catturano qualcosa la divorano intera per poi farla sciogliere dai potenti acidi gastrici, questo significa che volendo potrebbero anche prendere 80 prede alla volta, addirittura anche creature più grandi di loro, senza problemi; quando ciò accade usano il loro enorme becco per schiacciarla a morte tramite l'attacco Strizzata. Altra capacità  che li rende ancora più pericolosi è il fatto che possono usare l'acqua del loro corpo per aumentare l'elasticità  dei loro tentacoli, i quali possono effettivamente allungarsi a livelli inimmaginabili, il che permette loro di catturare le prede più grandi o più lontane con molta facilità ; può anche accadere che i Tentacruel rilascino il veleno dei loro tentacoli per mischiarlo all'inchiostro con cui poi creano una sostanza fangosa e altamente tossica, con questa tecnica possono usare la mossa Fangonda (che solo la loro famiglia evolutiva e quella dei Grimer possono apprendere in natura).

Proprio come i Tentacool, anche i Tentacruel hanno due tipi diversi di occhi: quelli bianchi sono a visione a colori, mentre quelli rossi a visione termica, inoltre la formazione cristallina degli occhi rossi permette loro di assorbire la luce per rilasciare un raggio di fotoni in grado di danneggiare le strutture solide (come ad esempio le pareti) con poca difficoltà , ma l'utilizzo principale di questi occhi è per comunicare con i Tentacool o altri Tentacruel, infatti essi possono assorbire la luce solare per poi usarla in modo da creare delle luci ad intermittenza con cui trasmettono vari messaggi ai loro simili, anche se ogni creatura che dispone di occhi può vedere queste luci e se capace può anche interpretarle. Ad occhio umano, queste luci potrebbero non sembrare nulla di speciale, ma se vengono viste tramite dei visori termici, si può vedere che possono creare una varietà  di messaggi davvero stupefacente: questi segnali possono variare per indicare zone con una grande quantità  di prede, posti pericolosi o addirittura tramettere le proprie emozioni. Mentre le luci dei Tentacool sono poco dannose, quelle dei Tentacruel sono ben più pericolose e possono essere usate per creare anche ultrasuoni con cui confondere gli avversari, anche se tale tecnica risulta efficace soprattutto in acqua; grazie a queste abilità  possono addirittura usare una forma unica di Riflettipo (motivo per cui tale mossa è inaccessibile ai Tentacool). Altra capacità  sorprendente è l'uso della mossa Sciagura: anche se tale mossa sarebbe accessibile ai Tentacool (sebbene gli esemplari in grado di usarla siano molto rari), i Tentacruel, possono essere considerati (assieme ai Vulpix e ai Tentacool), gli unici Pokémon non Spettro in grado di apprendere tale mossa naturalmente; il motivo per cui siano in grado di usare tale capacità  è sotto studio, ma è ovvio che combinarla con le loro abilità  velenose la rende a dir poco devastante.

Anche se non sono versatili come molti allenatori vorrebbero, i Tentacruel restano creature terribilmente pericolose e che ogni allenatore o marinaio deve temere. Con capacità  difensive di tutto rispetto e la possibilità  di apprendere mosse Veleno che altri possono solo sognarsi, state certi che qualsiasi Nuotatore o altri specialisti Acqua vorrebbero avere questi bizzarri calamari per aggiungere un po' di veleno nel proprio team. Ricordatevi di non avvicinarvi mai a loro quando mangiano e che anche sulla terraferma non siete al sicuro: anche se non possono resistere fuori dall'acqua per più di due ore, i loro tentacoli possono afferrare qualsiasi cosa con facilità , voi inclusi!

Slowpoke

200px-Artwork079.png

Spoiler

Slowpoke (noto come Pokémon Ronfone) è un Pokémon relativamente comune di tipo Acqua/Psico che vive nei pressi di laghi, stagni e coste marine di tutto il mondo. Spesso derisi per la loro stupidità  e il loro stile di vita monotono, gli Slowpoke sono creature sottovalutate che possono combattere decentemente se ne hanno la possibilità . Se preferite non usarlo per combattere, potreste sempre tenerlo come Pokémon domestico: oltre a non causare danni possono essere dei compagni divertenti!

Gli Slowpoke con il tempo hanno ottenuto una reputazione negativa a causa della loro lentezza e stupidità , ma in realtà  il loro cervello è molto complesso e sviluppato, motivo per cui possono usare poteri psichici e sono di conseguenza classificati in parte come Pokémon Psico; il motivo del loro comportamento è che non riescono a stimolare il proprio encefalo in modo adeguato per via di una malattia genetica, essa infatti indebolisce il sistema nervoso rendendo quindi difficile la trasmissione di impulsi nervosi, ecco perché non possono avere una vita attiva e impiegano del tempo per sentire il dolore, in media un segnale impiega circa 5 secondi prima di raggiungere il cervello; questo potrebbe essere visto come un vantaggio in battaglia, ma il problema è che ostacola qualsiasi altra funzione cerebrale, rendendo difficoltoso anche pensare e concentrarsi. Purtroppo gli Slowpoke non sono adatti a sopravvivere in natura, l'unico motivo per cui non si sono estinti è perché non hanno alcun predatore naturale.

Fortunatamente questi problemi hanno conferito due grandi vantaggi agli Slowpoke: il metabolismo molto lento e la pesca. La coda degli Slowpoke produce una sostanza che sebbene non possa nutrire alcun Pokémon, il suo odore dolce riesce ad attirare le prede (sopratutto i pesci), quindi per procurarsi il cibo semplicemente immergono la coda in acqua e attendono che una preda la morda, spesso però a causa dell'incapacità  di concentrarsi si dimenticano per quale motivo hanno immerso la coda e se lo ricordano solo quando la preda in questione la morde, ma potrebbero rendersene conto di averla presa dopo un giorno e quindi rimangono lì ad attendere per giornate intere, la sostanza dolciastra tuttavia invoglia la preda a rimanere attaccata alla coda per giorni anche se appunto non dà  alcun nutrimento, ciò tuttavia stimola gli Slowpoke sempre di più alla pesca. E' interessante notare che è quasi impossibile vedere uno Slowpoke mettersi in cerca di cibo sulla terra ferma, questo accade solo quando uno Slowpoke abbastanza anziano o potente viene morso da uno Shellder, causandone una rapida evoluzione.

Gli Slowpoke sono creature davvero spassose, anche se guardarle a lungo può essere noioso, ma queste strane creature purtroppo hanno una cattiva reputazione immeritata. Anche se molti ritengono che siano inutili in lotta, possono sorprendere gli avversari con un potente attacco Confusione, tuttavia è consigliabile attendere l'evoluzione se lo si vuole usare in modo migliore in lotta, in quanto li rende più intelligenti e attivi in battaglia!

Slowbro

200px-Artwork080.png200px-Artwork080-Mega.png

Spoiler

Slowbro (noto come il Pokémon Paguro) è un Pokémon relativamente raro di tipo Acqua/Psico che vive nei pressi di stagni, laghi e coste marine di tutto il mondo. Oltre a non essere stupidi come la loro pre-evoluzione, gli Slowbro sono anche forti combattenti potendo infatti sfruttare sia attacchi fisici che speciali. Anche se non avete voglia di allenarne uno, è sempre bello possederlo visto che non è facile avere due Pokémon al prezzo di uno!

Sebbene sembri assurdo, pare che gli Shellder siano necessari per gli Slowpoke, ma difficilmente queste due specie si incontrano (questo perché gli Shellder vivono nei fondali e raramente vanno a caccia), tuttavia se uno Slowpoke di una certa età  o con un certa esperienza riesce a farsi mordere la coda da uno di questi molluschi entrambi cambiano e si uniscono per diventare uno Slowbro. La sostanza prodotta dalla coda degli Slowpoke è molto apprezzata dagli Shellder, tuttavia alcuni esemplari possono secernere un tipo che causa orribili mutazioni agli Shellder rendendoli molto più minacciosi del normale, eppure si rifiuteranno in qualsiasi circostanza di separarsi dall'ospite diventando quindi un "aggiunta" permanente; in situazioni molto rare, se applicata una forza considerevole, è possibile staccare lo Shellder permettendogli di tornare alla sua normale forma e causando una de-evoluzione da parte dello Slowbro. Tale evoluzione causa vari cambiamenti negli Slowbro, soprattutto nelle statistiche (anche se quelle difensive sono dovute a causa dello Shellder); altra cosa interessante è che usano lo Shellder per proteggersi come fosse uno scudo (motivo per cui possono apprendere Ritirata appena evoluti, dando loro il soprannome di Pokémon Paguro). La saliva di uno Shellder mischiata con la sostanza degli Slowpoke può creare una potente tossina che passa attraverso le ferite sulla coda causata dal morso, questa tossina ripara parte del sistema nervoso, rendendo gli Slowbro più intelligenti e permettendo loro di percepire il dolore in maniera normale. Il legame tra questi due Pokémon facilita la vita ad entrambi ed è un ulteriore motivo per cui non vogliono separarsi. E' importante ricordarsi che è impossibile causare l'evoluzione di uno Slowpoke troppo presto: anche se uno Shellder dovesse mordere la coda di uno Slowpoke, questo non si evolverà , in quanto un processo che deve avvenire naturalmente.

A causa dello Shellder, gli Slowbro non possono più sfruttare la coda per pescare, di conseguenza sono costretti a cacciare attivamente per potersi procurare del cibo, il che risulta essere difficile inizialmente, tuttavia grazie alla postura e alle nuove abilità , la caccia è ora possibile per questa specie; è interessante notare inoltre che gli Slowbro non procurano il cibo solo per loro, ma gli avanzi vengono dati anche allo Shellder. Potendo sfruttare le zampe anteriori, ora gli Slowbro possono apprendere molte nuove mosse, tra cui Breccia (solo tramite MT), una mossa che gli Slowpoke non possono assolutamente apprendere. Gli Shellder in questa condizione sviluppano un carattere molto impaziente, se infatti lo Slowbro non farà  nulla per un po' di tempo, esso verrà  morso, iniettando quindi un'ulteriore dose di tossine, in questo modo lo Slowbro sarà  stimolato intellettualmente, potendo prendere decisioni con maggiore facilità .

Si è scoperto che Slowbro è una delle 46 specie di Pokémon note in grado di subire una MegaEvoluzione. Se si è in possesso di una Slowbroite esso si può MegaEvolvere; questa trasformazione a dire il vero non ha quasi alcun effetto su Slowbro, ma sullo Shellder, facendolo diventare una cosa del tutto diversa da ogni creatura osservata in natura: l'energia della MegaEvoluzione infatti colpirà  quasi esclusivamente lo Shellder causando una crescita mostruosa, tanto da inghiottire quasi completamente l'ospite proteggendolo con il proprio corpo. Sebbene in questa condizione impedisca agli Slowbro di muoversi, questa mutazione causa un unico cambiamento nello Slowbro, infatti i muscoli e i tendini della coda verranno rafforzati ed elasticizzati in modo tale da consentire, tramite l'uso di alcuni poteri psichici, lo spostamento usando la coda per saltare. Il corpo dello Shellder in questo stato diventa molto più duro assomigliando di conseguenza ad una sorta di armatura biologica, tanto che la sua resistenza è paragonabile a quella di un Cloyster. Queste sono le uniche mutazioni, ma anche se poche risultano essere davvero interessanti in cui il ruolo di ospite e simbionte si inverte; c'è anche da notare che l'effetto delle tossine dello Shellder ora sono notevolmente superiori, causando un notevole miglioramento nel sistema nervoso e il modo di pensare dei MegaSlowbro influenzandone anche le statistiche, infatti il loro attacco speciale è considerevolmente migliore, mentre il corpo dello Shellder facendo sì che questi Pokémon siano mostruosamente più resistenti fisicamente, rendendoli di conseguenza assieme ai Cloyster i Pokémon Acqua più resistenti fisicamente, primato che viene mantenuto anche tra i Pokémon Psico. Ultima cosa da considerare è che la resistenza dello Shellder impedisce danni aggiuntivi dovuti a colpi critici, motivo per cui sono classificati con l'abilità  Guscioscudo.

Anche se per molti allenatori gli Slowbro sono troppo lenti, rimangono comunque ottimi combattenti, specie contro Pokémon Lotta o Veleno potendo infatti contare sui loro poteri psichici. Sicuramente sarà  difficile che riescano a vincere dei concorsi di bellezza o mostrare un intelletto sorprendente, ma queste adorabili creature meritano di essere rispettate. Anche se può sembrare dannoso quel minaccioso Shellder sulla coda, in realtà  agli Slowbro ciò non infastidisce affatto, ma al contrario, è probabile che nessun'altra creatura possa sopportare una condizione simile!

 

Modificato da Zarxiel

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme


Inviato (modificato)

Seel

200px-Artwork086.png

Spoiler

Seel (noto come Pokémon Otaria) è un Pokémon non molto comune di tipo Acqua che vive nei corpi d'acqua fredda delle regioni di Kanto, Johto, Sinnoh, Unima, Alola, nella Grotta Gelata del Settipelago e nei mari artici, anche se raramente è stato visto nella regione di Hoenn. Dall'aspetto carino e dal carattere amichevole, nonostante il loro habitat, i Seel sono creature interessanti che nuotano ovunque indipendentemente dal luogo o dai Pokémon presenti, a patto che la temperatura sia fredda. E' praticamente impossibile vederli in zone tropicali, ma ciò è un bene, visto che un branco di foche allegre che attaccano con Raggiaurora potrebbe causare non pochi guai!

Molti Pokémon marini vivono in ambienti freddi perché il loro corpo si è adattato a temperature rigide, ma i Seel e i Dewgong sono tra i pochi di essi che realmente amano il freddo; il motivo preciso non è del tutto chiaro, ma sembra che si siano adattati ad acque talmente fredde che nessun altro mammifero potrebbe sopravvivere, una caratteristica che condividono solamente con la famiglia evolutiva degli Spheal, ecco perché sia i Seel che i Dewgong sono più attivi quando la temperatura scende. Sembra che riescano a resistere alle temperature più rigide grazie al loro grasso compatto, alla pelle spessa e alla leggera pelliccia che ricopre il loro corpo (la quale è bianca celestina nei Seel e bianca immacolata nei Dewgong), tutte queste caratteristiche riescono ad isolare e proteggere gli organi interni di questi Pokémon, permettendo loro di sopportare senza problemi temperature attorno ai -40° C; come se non bastasse il loro corpo è in grado di assorbire una grande quantità  di energia termica con cui riescono a resistere nelle acque più gelide per due giorni prima di uscirne (anche se solitamente rimangono sopra i ghiacciai o gli iceberg senza difficoltà ). Sebbene loro si spostino molto di rado dal loro ambiente, sono nuotatori eccezionali grazie alle potenti code che sfruttano per darsi la spinta: i Seel risultano essere più lenti siccome la coda causa della resistenza che hanno nell'acqua, anche se in compenso hanno più manovrabilità , d'altro canto i Dewgong sono molto più snelli e quindi nuotano molto più rapidamente, potendo raggiungere i 15 km/h.

Sia i Seel che i Dewgong sono predatori eccezionali che si nutrono di pesce senza distinzione, quindi qualsiasi pesce che trovano nel territorio loro lo cacciano; seppure questa specie sia in grado di chiudere le narici durante le immersioni per evitare perdite d'aria inutili, sono comunque costretti a ritornare in superficie abbastanza frequentemente, ma tendono a cercare zone con molti pesci e se per caso del ghiaccio ostruisce la via, lo spaccano con il corno senza problemi, permettendo loro di riemergere anche dove la superficie è bloccata da grosse lastre di gelo. Quando non sono a caccia, queste creature marine tendono a riposarsi in acque poco profonde dove sono abbastanza protetti (nel caso dei Seel) o nei ghiacciai (nel caso di entrambi); quando lo fanno non è raro che a causa della foschia o durante le tempeste vengano scambiati da marinai e pescatori per delle sirene, tuttavia si può notare subito che si tratta solo di un'illusione ottica non appena il clima o la nebbia tornano alla normalità . Nonostante i Seel e i Dewgong siano molto simili, hanno delle differenze, per esempio i Seel sono classificati come Pokémon Acqua puri in quanto non sono in grado di usare le mosse Ghiaccio con la stessa efficacia dei Dewgong, ma in compenso sono molto più facili da allenare e obbediscono quasi sempre al proprio allenatore anche se appena catturati, di conseguenza sono ottimi per coloro che vogliono specializzarsi nel tipo Acqua o Ghiaccio e portare dell'equilibrio nel proprio team, anche se non potranno fare molto fino all'evoluzione.

Potrebbero sembrare troppo ingenui e spensierati per essere dei combattenti, ma i Seel possono dimostrarsi delle vere potenze sia nella lotta ravvicinata con Bottintesta, che in quella a distanza con Raggiaurora. Sebbene non riescano ad usare al meglio gli attacchi Ghiaccio e non eccellono in resistenza fino all'evoluzione, con l'impegno e l'allenamento questi simpatici mammiferi possono diventare delle vere potenze nei tornei ufficiali. Si raccomanda solo agli allenatori più resistenti al freddo di allenare questi Pokémon, in caso contrario uno di voi due avrà  bisogno di cure mediche a causa della temperatura sfavorevole!

Dewgong

200px-Artwork087.png

Spoiler

Dewgong (noto come Pokémon Otaria) è un Pokémon relativamente raro di tipo Acqua/Ghiaccio che vive nei corpi d'acqua fredda delle regioni di KantoJohtoSinnohUnima, Alola, nella Grotta Gelata del Settipelago e nei mari artici, anche se raramente è stato visto nella regione di Hoenn. Amati dagli specialisti Acqua e Ghiaccio per il loro aspetto elegante e il controllo sul freddo, i Dewgong sono potenti combattenti in grado di congelare l'avversario con poca fatica. Sebbene siano estremamente limitati fuori dall'acqua, come moltissimi pesci, non è un problema, visto che possono attaccare a distanza anche con attacchi come Purogelo!

Molti Pokémon marini vivono in ambienti freddi perché il loro corpo si è adattato a temperature rigide, ma i Seel e i Dewgong sono tra i pochi di essi che realmente amano il freddo; il motivo preciso non è del tutto chiaro, ma sembra che si siano adattati ad acque talmente fredde che nessun altro mammifero potrebbe sopravvivere, una caratteristica che condividono solamente con la famiglia evolutiva degli Spheal, ecco perché sia i Seel che i Dewgong sono più attivi quando la temperatura scende. Sembra che riescano a resistere alle temperature più rigide grazie al loro grasso compatto, alla pelle spessa e alla leggera pelliccia che ricopre il loro corpo (la quale è bianca celestina nei Seel e bianca immacolata nei Dewgong), tutte queste caratteristiche riescono ad isolare e proteggere gli organi interni di questi Pokémon, permettendo loro di sopportare senza problemi temperature attorno ai -40° C; come se non bastasse il loro corpo è in grado di assorbire una grande quantità  di energia termica con cui riescono a resistere nelle acque più gelide per due giorni prima di uscirne (anche se solitamente rimangono sopra i ghiacciai o gli iceberg senza difficoltà). Sebbene loro si spostino molto di rado dal loro ambiente, sono nuotatori eccezionali grazie alle potenti code che sfruttano per darsi la spinta: i Seel risultano essere più lenti siccome la coda causa della resistenza che hanno nell'acqua, anche se in compenso hanno più manovrabilità, d'altro canto i Dewgong sono molto più snelli e quindi nuotano molto più rapidamente, potendo raggiungere i 15 km/h.

Sia i Seel che i Dewgong sono predatori eccezionali che si nutrono di pesce senza distinzione, quindi qualsiasi pesce che trovano nel territorio loro lo cacciano; seppure questa specie sia in grado di chiudere le narici durante le immersioni per evitare perdite d'aria inutili, sono comunque costretti a ritornare in superficie abbastanza frequentemente, ma tendono a cercare zone con molti pesci e se per caso del ghiaccio ostruisce la via, lo spaccano con il corno senza problemi, permettendo loro di riemergere anche dove la superficie è bloccata da grosse lastre di gelo. Quando non sono a caccia, queste creature marine tendono a riposarsi in acque poco profonde dove sono abbastanza protetti (nel caso dei Seel) o nei ghiacciai (nel caso di entrambi); quando lo fanno non è raro che a causa della foschia o durante le tempeste vengano scambiati da marinai e pescatori per delle sirene, tuttavia si può notare subito che si tratta solo di un'illusione ottica non appena il clima o la nebbia tornano alla normalità. Nonostante i Seel e i Dewgong siano molto simili, ci sono cose che li distinguono, per esempio i Dewgong sono predatori molto più efficienti dei Seel, specialmente nelle acque più gelide, inoltre i Seel tendono ad apprendere molte più mosse Acqua, incluso Zampillo che apprendono in tenera età, quando invece i Dewgong riescono a sviluppare molte più mosse Ghiaccio ed altre, come ad esempio Segnoraggio (cosa dovuta allo sviluppo cerebrale), per questo motivo i Dewgong sono classificati in parte come Pokémon Ghiaccio, a differenza dei Seel che sono Pokémon Acqua puri; questo cambiamento è dovuto ovviamente al fatto che vivono in acque molto fredde, ciò purtroppo causa più debolezze nei Dewgong rispetto ai Seel, ma nonostante ciò sono esseri molto forti in grado di sfruttare potenti mosse Ghiaccio, tra cui la temibile mossa Purogelo non appena evoluti. Oltre ad essere temuti predatori, i Dewgong sono anche perfetti per eludere a loro volta predatori più grandi, in quanto la pelliccia bianca garantisce loro di mimetizzarsi tra la neve e il ghiaccio.

Ovviamente non sono tra i Pokémon Acqua o Ghiaccio più potenti, ma i Dewgong sono combattenti davvero formidabili che apprendono Purogelo prima di qualsiasi altra specie conosciuta. Anche se riescono a sopportare il calore abbastanza facilmente, sono comunque molto limitati nelle battaglia sulla terraferma, ma finché riescono a tenere d'occhio il loro avversario, non avranno alcun problema in lotta. Sebbene siano molto amichevoli e giocosi, è bene non giocare con loro nel loro ambiente naturale o potreste morire prima di quanto non crediate!

Shellder

200px-Artwork090.png

Spoiler

Shellder (noto come Pokémon Bivalve) è un Pokémon comune di tipo Acqua che vive sulle spiagge e nelle profondità  marine di tutto il mondo. Per molti sono creature troppo sciocche per essere prese seriamente, tuttavia gli Shellder possono sopportare una grande quantità  di attacchi fisici senza problemi, anche se la loro forza fisica e resistenza speciale lasciano a desiderare, ma se siete alla ricerca di un robusto Pokémon Acqua, difficilmente troverete qualcuno di più adatto di questi frutti di mare; non insultateli però se vi fanno la linguaccia, perché queste povere creature non possono farne a meno!

Gli Shellder sono creature semplici che vivono sui fondali marini o sulle coste, dove è più facile trovare del cibo. La parte interna degli Shellder è molto molle e può essere facilmente danneggiata dagli attacchi o da forti pressioni, quindi devono affidarsi dalle conchiglie per proteggere il corpo e sopravvivere. Essi si nutrono sia filtrando acqua o cacciando piccoli Pokémon, ma visto che l'unico modo che hanno per muoversi è aprire e chiudere in continuazione le conchiglie, i loro attacchi devono essere furtivi; spesso sfruttano la loro lingua per scavare piccole tane sotto la sabbia, a quel punto si sotterrano lasciando solo la lingua esposta, la quale dispone di milioni di sensori che la rendono molto sensibile ed è tramite essa che sanno la consistenza, il sapore e altre caratteristiche di qualsiasi cosa gli passi sopra, anche perché è super sensibile al tatto e se toccata numerose volte crea un sovraccarico dei sensori che li confonde, ma quando una potenziale preda ci passa sopra, essa viene intrappolata e ingoiata dallo Shellder, che poi si sotterrerà  nuovamente. Questa tattica è molto efficace e anche se dormono possono svegliarsi all'istante appena individuata la preda, motivo per cui non patiscono mai la fame. Se minacciati da predatori, gli Shellder si chiuderanno dentro le conchiglie per molto tempo ed aprirli contro la loro volontà  è quasi impossibile, visto che la corazza è formata da carbonato di calcio, risultando più duro del diamante; tuttavia la protezione è quasi inutile se vengono attaccati quando aperti, per questo stanno molto attenti durante i combattimenti ravvicinati. Altra abilità  nota è quella di creare delle bellissime perle tramite la sabbia da loro catturata: questa specie le produce abbastanza comunemente, attirando moltissimi collezionisti che li catturano solo per questo, fortunatamente nessuno degli esemplari viene mai maltrattato o ferito, ma vengono rilasciati subito dopo aver ottenuto l'oggetto.

Sebbene già  di per sé siano creature molto affascinanti, gli Shellder svolgono anche un importante compito per l'evoluzione di un'altra specie: Slowpoke. Come è risaputo, la coda degli Slowpoke produce una sostanza dolciastra che attira i pesci e altri piccoli Pokémon; più cresce o diventa forte uno Slowpoke e più la sostanza diventa dolce, fino a quando non lo è abbastanza da attirare addirittura gli Shellder, ma siccome essa è altamente tossica per la specie, causa in loro una deformazione e una crescita improvvisa che impedisce loro anche di chiudere il guscio e per sopravvivere devono contare sui resti dei pasti degli Slowpoke, in compenso però questi ultimi si evolvono in Slowbro, rendendoli più forti e intelligenti, e diventando per giunta un Pokémon unico. Una cosa simile si verifica anche con l'evoluzione in Slowking, l'unica differenza è che si attaccano alla Roccia di Re e non alla coda (anche se gli Shellder saranno invogliati solo se lo Slowpoke viene esposto a determinate radiazioni quando indossa l'oggetto). Questa evoluzione influisce sulla mente del Pokémon in modo più diretto. Nel caso in cui si riesca a staccare lo Shellder, esso può tornare alla sua forma normale nel giro di pochi giorni, ma rimarranno più vulnerabili di prima.

Senza dubbio non sono tra i Pokémon offensivi più adatti, ma finché non devono affrontare attaccanti speciali, gli Shellder possono facilmente sopportare moltissimi danni fisici. Da soli non sono molto utili, ma se avete uno Slowpoke o una Pietraidrica, allora potrete trasformarli in qualcosa di più interessante; sebbene così perdano il loro aspetto simpatico, state certi che diverranno molto più forti con l'evoluzione o possono aiutare altri Pokémon ad innescarla!

Cloyster

200px-Artwork091.png

Spoiler

Cloyster (noto come Pokémon Bivalve) è un Pokémon raro di tipo Acqua/Ghiaccio che vive tra le coste e nelle profondità  oceaniche di tutto il mondo. Corazzato come pochi e praticamente invincibili senza l'uso di attacchi speciali, i Cloyster sono creature resistentissime che non vengono scalfite né da un proiettile né dall'impatto di un potente colpo fisico. Certamente non sono tra le creature più aperte quando si tratta di socializzare, ma finché avrete uno di questi molluschi dalla vostra parte, state certi che potrete infliggere danni ingenti contro chiunque osi mettersi contro di voi. E' consigliabile non sbirciare troppo al loro interno o potrebbero innervosirsi e usare Tenaglia!

L'evoluzione in Cloyster può essere accelerata in maniera incredibile tramite le radiazioni di una Pietraidrica, ma normalmente gli Shellder riescono ad evolversi dopo molti anni che vivono nelle profondità  marine, infatti le bassissime temperature e la grande pressione esercitata dall'acqua riesce a temprare e rafforzare le loro conchiglie, ciò causa una crescita di questa corazza naturale che a sua volta permette la crescita dell'organismo interno, dando origine a Cloyster. Come risultato di questa mutazione, le conchiglie di Cloyster sono eccezionalmente resistenti e normalmente è impossibile romperle o incrinarle, inoltre il loro habitat in ambienti freddi li porta a sviluppare una corazza di acqua marina congelata attorno alla parte esterna delle conchiglie, per questo motivo sono classificati in parte come Pokémon Ghiaccio. A differenza degli Shellder, i Cloyster non necessitano di cacciare prede, in quanto riescono a filtrare l'acqua e a nutrirsi di plancton, inoltre riescono a sopravvivere alla perfezione anche al di fuori dell'acqua salata. Va considerato che sebbene dispongano di conchiglie dure come il diamante e di una perla nera resistentissima, le parti interne e molli del loro corpo sono estremamente vulnerabili, per questo in battaglia tendono a tenere le conchiglie chiuse tranne quando attaccano con Tenaglia, questo può risultare un problema per l'avversario, visto che il sistema muscolare che permette il movimento delle due conchiglie è talmente forte da impedire perfino ad un Machamp di aprirle, a causa di questo (e del fatto che una volta morti i muscoli si irrigidiscono e chiudono le conchiglie definitivamente) è tutt'ora sconosciuto come sia fatta la parte più interna dei Cloyster ed è difficile riuscire a scoprirla anche negli esemplari viventi, visto che riescono a spostarsi anche quando sono chiusi, è quindi probabile che non scopriremo mai come è fatta l'anatomia completa di questa specie.

Oltre ad avere una resistenza fisica impressionante, i Cloyster dispongono anche di una discreta forza bruta e possono addirittura combattere a distanza, in quanto riescono ad usare frammenti del loro guscio come fossero proiettili letali. In natura, solitamente i Cloyster si stazionano in zone con forti correnti marittime in modo da massimizzare la quantità  di plancton di cui si nutrono, questo comportamento porta a sviluppare il loro guscio in modo da avere spuntoni affilati da cui crescono diramazioni semi-permanenti e anziché spostarsi usando le conchiglie per nuotare, loro semplicemente espellono acqua da una fessura nell'attaccatura della parte posteriore delle conchiglie, se però concentrano quest'acqua nelle punte riescono a spezzare le diramazioni e ad usarle come fossero proiettili in grado di perforare la carne con poca fatica; a differenza della credenza popolare, i Cloyster non usano questi frammenti solo a scopo difensivo (come l'uso delle mosse Punte o Fielepunte), ma anche a scopo offensivo per usare attacchi come Sparalance, va inoltre considerato che i Cloyster sono i Pokémon che riescono a sfruttare l'attacco Sparalance più potente in assoluto, non solo per via della potenza esercitata, ma anche perché alcuni esemplari riescono a sparare vari proiettili simultaneamente e sono quindi classificati con l'abilità  Abillegame, ciò può rendere i Cloyster delle armi devastanti in grado di sconfiggere l'avversario a distanza prima ancora che esso abbia la possibilità  di avvicinarsi. Se ottengono una spinta abbastanza potente, questi molluschi potrebbero anche compiere dei balzi fuori dall'acqua che sfruttano per usare l'attacco Scagliagelo e considerando che per eseguire questa mossa sfruttano le punte del guscio indistruttibili, non è difficile capire perché arrechino molti danni e farli diventare una minaccia considerevole. Pokémon che usano potenti attacchi speciali, d'altro canto, potrebbero riuscire facilmente a sconfiggere i Cloyster, ma è difficile che riescano a colpire prima che loro possano sparare frammenti del loro guscio.

Cloyster non saranno tra i Pokémon più veloci o potenti, ma sono dei veri e propri incubi difensivi che possono annientare nemici da lontano o da vicino con temibili combinazioni di PunteFielepunteSparalance e Scagliagelo; ovviamente non sono adatti a tattiche puramente offensive, ma essendo i Pokémon Acqua con la più alta resistenza fisica in assoluto (assieme ai MegaSlowbro), state certi che queste bestie corazzate possono ridurre molti avversari in polvere. Se siete specialisti Acqua alla ricerca di ottimi combattenti difensivi, difficilmente troverete qualcosa di meglio di questi molluschi. Non provate a nascondere oggetti di valore al loro interno pensando che saranno al sicuro, perché non li riprenderete più, neanche dopo una battaglia movimentata!

Krabby

098 Krabby

Spoiler

Krabby (noto come Pokémon Granchio) è un Pokémon comune di tipo Acqua che vive nei corpi d'acqua dolce e salata di tutto il mondo. Sebbene spesso siano ignorati in favore di Pokémon Acqua più minacciosi, i Krabby restano comunque Pokémon potenti grazie alla loro resistenza fisica e alle grandi capacità  offensive, tuttavia non sono adatti per resistere agli attacchi speciali, ciononostante sono ottimi per gli allenatori alle prime armi; non avvicinatevi troppo a loro però, altrimenti rischiate che vi pizzichino il naso!

I Krabby vivono sia lungo le spiagge che sulle rive dei fiumi fangosi in tane sotterranee costruite da loro, di solito a profondità  tali da essere umide. Sono esseri molto semplici, si nutrono di piccoli insetti e microrganismi che trovano nell'acqua, inoltre è raro che abbandonino volontariamente il loro habitat, eccetto che per accoppiarsi. Questa specie predilige rimanere lontana dagli umani, ma sembra che tale comportamento sia per un loro carattere timido, infatti attaccheranno ferocemente chiunque si avvicini alla loro tana. Quando il cibo scarseggia, i Krabby iniziano a combattere fra di loro per accaparrarsi il cibo per sopravvivere e quelli che vengono sconfitti tendono a mangiare bocconi di sabbia per assorbirne le sostanze nutritive.

I Krabby sono famosi per le loro potenti chele in grado di tagliare la carne con poca difficoltà , anche se non si avvicinano minimamente alla potenza delle chele dei Kingler, ma non devono essere sottovalutati, visto che se abbastanza vicini non esiteranno ad attaccare qualsiasi cosa con Tenaglia. Per fortuna queste chele non sono molto robuste, così come le loro giunzioni, quindi se attaccati è facile staccare la chela del Krabby aggressore, senza che occorra preoccuparsi per la sua salute, visto che una nuova chela ricresce nel giro di 24 ore, tuttavia la perdita di una di esse può comunque essere mortale a causa dei problemi di mobilità . Essendo dei granchi, sia i Krabby che i Kingler usano le loro zampe in modo più efficiente per muoversi di lato anziché in avanti, ma per fare ciò è necessario mantenersi in equilibrio, di conseguenza le chele hanno sia la funzione di arma offensiva che di pesi per bilanciare la loro camminata laterale e, se mancassero entrambe le chele, camminare risulta impossibile senza cadere, quindi se dovessero perderle entrambe queste creature rimarrebbero indifese; i Kingler sono abbastanza resistenti da poter resistere ai danni dei predatori fino alla ricrescita di quelle nuove, ma un Krabby come unica arma di difesa ha della schiuma che producono dalla bocca, la quale ha la funzione di farli apparire più minacciosi e spaventare eventuali predatori.

Potrebbero apparire inutili confrontati ad altri Pokémon Acqua, ma i Krabby in realtà  sono combattenti fisici decenti in grado di causare abbastanza danni con le loro taglienti chele. Avendo a disposizione uno dei più potenti attacchi Tenaglia in assoluto e potendo vivere ovunque ci sia dell'acqua, non c'è da sorprendersi del perché siano così popolari tra Pescatori e Marinai. State attenti quando usate questi granchi in battaglia, specialmente contro altri Pokémon Acqua; inoltre, seppure siano resistenti, non crediate che possano sopportare continui attacchi speciali, anche da avversari più deboli!

Kingler

20940b_52bb6a46ad4c40f2952752e276e191c6~mv2.png

Spoiler

Kingler (noto come Pokémon Chela) è un Pokémon relativamente non molto comune di tipo Acqua che vive nei corpi d'acqua dolce e salata di tutto il mondo. Dall'aspetto minaccioso e terribilmente pericolosi nei combattimenti fisici, i Kingler sono creature potenti in grado di abbattere qualsiasi Pokémon Acqua, se si parla di combattimento fisico. Non sono certamente i combattenti più versatili, ma qualsiasi avversario abbastanza intelligente non si avvicinerà  mai a loro per non rischiare di venir colpiti dalla loro potente Martellata!

Proprio come i Krabby, i Kingler hanno uno stile di vita semplice: costruiscono tane sotterranee sotto ai fiumi o alle spiagge e si nutrono solo di piccoli insetti e di microrganismi nell'acqua. Ciò che li differenzia dalla loro pre-evoluzione è il fatto di possedere una chela di dimensioni normali ed una enorme, la quale viene usata come mezzo di comunicazione fra la specie, infatti con l'evoluzione i Kingler diventano facilmente irritabili (specialmente quando si trovano in luoghi molto affollati) e per evitare eventuali scoppi d'ira e conflitti. L'enorme dimensione della chela permette a questi Pokémon di creare un suono sbattendola, udibile anche a grande distanza, ma il peso è tale che sollevarla è difficile, quindi spesso i Kingler tendono a riposare durante le conversazioni tra i loro simili. Alcune di queste conversazioni sono state registrate ed esaminate: ne sono state riscontrate alcune che durano addirittura 5 ore, ma in genere, escludendo i tempi di riposo, una conversazione dura all'incirca 20 minuti.

Oltre al suo scopo originario, questa enorme chela viene usata anche per altri usi, per esempio per eseguire la mossa Bodyguard e usare varie mosse offensive. Vista l'enorme difficoltà  nell'usare la chela più grande, i Kingler la usano solo per le battaglie più difficili ed intense, ma devono comunque stare attenti, visto che un movimento improvviso potrebbe far perdere loro l'equilibrio e farli cascare, ma la loro forza è tale che sono davvero pochi i materiali in grado di resistere. La composizione di questa chela può essere paragonata all'acciaio, sia in termini di potenza che di resistenza, infatti un colpo con essa può arrivare anche ai 10.000 cavalli, riuscendo a frantumare corazze ed ossa con estrema facilità , un colpo alla massima potenza potrebbe addirittura compromettere la corazza di un Cloyster. Si è stimato che a causa della loro enorme chela, l'attacco Martellata dei Kingler è il più potente in assoluto, ma la cosa non è proprio sorprendente, considerando che solo la loro famiglia evolutiva e quella dei Corphish e dei Clauncher possono apprendere questa mossa, tuttavia avendo un'alta probabilità  di causare un colpo critico, rimane tra le mosse Acqua più potenti. Nel caso in cui non ci siano avversari in grado di combattere a distanza, sconfiggere un Kingler in un combattimento fisico è quasi impossibile, visto che attaccano brutalmente qualsiasi cosa stia loro troppo vicino.

Anche se non sono in grado di sopportare molto gli attacchi speciali, solo degli stolti possono sottovalutare questi titanici crostacei. Avendo a disposizione un attacco Martellata a dir poco devastante, state certi che nessuno vorrebbe affrontare un Kingler in uno scontro corpo a corpo, anche se siete avvantaggiati in fatto di tipo. Per qualsiasi allenatore che vorrebbe catturarne uno, state molto attenti: è difficile vederli a terra, ma se dovesse accadere non avvicinatevi troppo o con una Martellata potrebbero spezzarvi come un ramoscello!

Horsea

200px-Artwork116.png

Spoiler

Horsea (noto come Pokémon Drago) è un Pokémon relativamente comune di tipo Acqua che vive nei corpi d'acqua salata di tutto il mondo. Anche se abbastanza innocui e incapaci di causare gravi danni, gli Horsea sono creature interessanti capaci di resistere a molti attacchi fisici e arrecare non pochi danni tramite l'uso di attacchi speciali prima di essere sconfitti. Non hanno la stessa probabilità  di sopravvivenza fino all'evoluzione come il loro cugino velenoso, ma possono comunque creare dei problemi se non si sta attenti, visto che potrebbero anche irritarvi gli occhi spruzzandovi dell'inchiostro!

Sebbene non possano resistere a molti attacchi speciali e sono quasi totalmente incapaci di apprendere attacchi fisici, la potenzialità  nell'offensiva speciale e la loro resistenza fisica permette loro di cavarsela abbastanza bene contro moltissimi predatori oceanici; tuttavia il motivo principale per cui riescono a sopravvivere abbastanza bene sono le grandi pinne dorsali (più grandi del dovuto) e la coda, con cui possono nuotare rapidamente in qualsiasi direzione (anche all'indietro), ciò conferisce loro una grande abilità  di fuga se attaccati da qualche predatore. La coda arricciata a dire il vero non ha una grande utilità  in fatto di mobilità , ma viene usata come contrappeso in modo da potersi bilanciare quando attaccano, riuscendo a colpire facilmente i nemici; può pure essere usata per ancorarsi a delle rocce, in questo modo gli Horsea non possono essere spazzati via dalle forti correnti oceaniche, inoltre, vista la loro fragilità  in queste condizioni, costruiscono i nidi alla base di grossi coralli, così facendo, non solo hanno vari punti d'ancoraggio, ma conferisce anche una protezione per le uova. Quando si sentono al sicuro, gli Horsea si divertono a srotolare la loro coda e ad arrotolarla a quella di altri Horsea per scherzare.

Nonostante gli Horsea si nutrano principalmente del muschio che cresce sulle rocce, il loro cibo preferito sono i piccoli insetti: quando a loro capita di vederne uno vicino all'acqua lo colpiscono con precisi colpi d'inchiostro per abbatterli e farli cadere in acqua in modo che, se possibile, possano ingoiarli con la loro bocca a tubo. Essi potrebbero spruzzare anche dell'acqua, ma l'inchiostro dà  maggiori vantaggi sia per la caccia che per la difesa, questo è dovuto al fatto che la sua viscosità  aumenta con la pressione, quindi più si trovano in profondità  e più è difficile per i predatori rimuoverlo. Altra caratteristica è che l'inchiostro può vaporizzarsi quando fa caldo, riuscendo a creare un fumo in grado di depistare i predatori sulla superficie e visto che sono molto cauti è facilissimo spaventarli e di conseguenza farli difendere in questo modo e fuggire, motivo per cui questa specie è così prolifica, dato che gli unici veri predatori che risultano una minaccia sono quelli più furtivi che riescono a coglierli di sorpresa.

Anche se piccoli, gli Horsea sono molto astuti e sono in grado di evitare facilmente molti predatori... ma ciò non significa che siano così utili in lotta. Sebbene possiedano un paio di trucchi interessanti, non fatevi prendere alla sprovvista: fino all'evoluzione non sperate molto nelle loro abilità  combattive, ma quando ciò accadrà  nessuno oserà  avvicinarsi al vostro Pokémon per non correre il rischio di venire avvelenati!

Seadra

200px-Artwork117.png

Spoiler

Seadra (noto come Pokémon Drago) è un Pokémon non molto comune di tipo Acqua che vive nei corpi d'acqua salata di tutto il mondo. A prima vista potrebbero non apparire pericolosi, ma i Seadra sono Pokémon facilmente irritabili che non si fanno problemi a colpire i nemici con i loro aculei velenosi. Solo perché ora non sono dei veri Draghi, non pensiate che non appartengano a tale famiglia, anche perché possono usare parecchie mosse tipiche di questo tipo, tanto da poter usare l'attacco Dragopulsar!

Similmente agli Horsea, le grosse pinne dei Seadra vengono usate per nuotare in qualsiasi direzione, mentre la coda può essere srotolata per ancorarsi e impedire alle correnti di portarli via, cosa che ora viene usata anche durante il sonno, ma i Seadra hanno parecchie differenze rispetto agli Horsea: prima di tutto nel loro codice genetico sono presenti alcuni geni tipici dei Draghi; sebbene sia i Seadra che gli Horsea possano apprendere mosse Drago come Tornado, Dragodanza e Dragopulsar, grazie ai geni queste mosse sono leggermente più forti quando usate dai Seadra, però vengono classificati come Pokémon Acqua puri perché questi geni sono dormienti, quindi vengono considerati semplicemente come dei pesci, ma con la scoperta di questi geni un decennio fa, la comunità  scientifica ha dimostrato un enorme interesse, in quanto i Seadra rappresentano gli unici Pokémon ad avere dei geni draconici senza però essere dei Draghi. Ulteriori ricerche hanno poi dimostrato che certi Pokémon hanno caratteristiche simili ai Draghi nel proprio DNA che consentono loro l'uso di mosse Drago, pur non essendo classificati come tali, come per esempio Gyarados o Sceptile (sebbene quest'ultimo sia classificato come Drago grazie alla MegaEvoluzione). Si ritiene che in passato tutti i membri della famiglia evolutiva degli Horsea fossero Draghi, teoria rafforzata dal fatto che questi geni dei Seadra vengono riattivati se esposti a radiazioni particolari e possiedono un oggetto con geni draconici attivi, vale a dire la Squama Drago. Gli esemplari moderni di Horsea oggi non hanno la benché minima traccia di geni draconici, portando molti a pensare che questa mutazione sia avvenuta molto tempo fa.

I Seadra in battaglia si distinguono dagli Horsea in quanto possono facilmente difendersi nelle lotte corpo a corpo con i loro aculei velenosi sulle loro pinne. Potendo nuotare rapidamente in ogni direzione e manovrare con estrema abilità  i loro spostamenti, i Seadra riescono facilmente ad individuare un punto debole nemico e, una volta trovato, andranno contro di lui per iniettargli il veleno perforando la carne con gli aculei. Il veleno spesso viene facilmente diluito in acqua ed è molto pericoloso visto che contiene una potente neurotossina, quindi mentre pochi millilitri possono causare intorpidimento, una puntura normale può anche causare svenimento istantaneo, seguito dalla morte se la vittima non viene curata con un Antidoto alla svelta. Trattandosi degli unici Pokémon non Veleno a possedere l'abilità  Velenopunto, senza dubbio questa specie risulta estremamente pericolosa per i subacquei che si avvicinano ai coralli che potrebbero essere dei nidi di Seadra, queste situazioni potrebbero causare addirittura la morte di essi. E' interessante notare che il veleno di questi Pokémon può creare un potente antidolorifico se diluito e miscelato con altri composti (i quali sono presenti nelle ossa e nelle membrane delle loro stesse pinne), quindi le pinne e il veleno di Seadra sono ingredienti comuni nelle farmacie delle città  costiere. Altra abilità  interessante è quella di usare Tornado anche sott'acqua, agitando le pinne possono infatti creare una versione personalizzata di Mulinello con cui intrappolare la preda per qualche istante e pungerla con gli aculei, tuttavia la potenza non è sufficiente a intrappolare per lungo tempo i nemici come la normale mossa Mulinello.

Nonostante siano incapaci di subire una grande quantità  di attacchi speciali, i Seadra restano pesci pericolosi che devono essere affrontati con cautela. Usare Pokémon Elettro o Erba è un'ottima strategia per tenerli a bada, ma solo se si mantiene una distanza di sicurezza, anche sfruttando il fatto che loro non possono uscire dall'acqua, a quel punto la vostra vittoria è quasi assicurata. E' importante ricordarsi di non affezionarsi molto al proprio Seadra: abbracciarlo è un grosso errore che se commesso chiunque si ricorderà  di non rifarlo più... se si sopravvive, s'intende!

Goldeen

200px-Sugimori_118.png

Spoiler

Goldeen (noto come Pokémon Pescerosso) è un Pokémon comune di tipo Acqua che vive nei corpi d'acqua dolce e salata di tutto il mondo. Ammirati per il loro aspetto grazioso e l'eleganza con cui nuotano, i I Goldeen sono Pokémon popolari tra gli allenatori, in particolare fra gli specialisti Acqua. Non sottovalutateli in battaglia solo perché sembrano fragili, una loro Incornata è molto dolorosa!

Goldeen sono pesci molto semplici che si nutrono di alghe e se possibile insetti che incontrano nel loro habitat. Durante la stagione degli amori, questi Pokémon percorrono distanze incredibili per accoppiarsi, arrivando addirittura ad andare oltre le cascate (motivo per cui, assieme alla loro evoluzione, sono gli unici Pokémon in grado di apprendere Cascata naturalmente), in questo modo possono trovare il partner ideale per procreare. Nonostante le loro piccole dimensioni, i Goldeen hanno potenti muscoli nelle loro pinne dorsali, laterali e caudali, per questo motivo riescono a nuotare tranquillamente anche con forti correnti marittime, ma nonostante ciò esse si muovono in un modo così aggraziato da ricordare degli abiti da ballo, per questo sono così desiderati come Pokémon domestici e hanno ottenuto i soprannomi di "Danzatore d'acqua" o "Regina d'acqua". Oggi esistono molti abiti da ballo ispirati alle pinne dei Goldeen; questi indumenti risultano ben popolari fra le specialiste Acqua.

Fortunatamente per gli allenatori, nonostante l'aspetto aggraziato, i Goldeen sono ben più aggressivi in battaglia rispetto ad altri pesci, infatti questi dispongono di un corno osseo sulla fronte con cui possono incornare la carne nemica o perforare le armature più deboli; questo corno, assieme alla mossa Idropulsar, è la loro unica arma difensiva; tuttavia i Goldeen sono comunque molto abili nell'usare la mossa Perforcorno, specialmente in acqua per difendersi dai predatori, quindi con un po' di allenamento possono diventare avversari temibili contro gli allenatori più giovani, ma ciò ha scoraggiato parecchia gente a prenderseli come Pokémon domestici, questo perché i Goldeen amano nuotare a lungo e liberamente, dunque si sentono imprigionati se limitati in un contenitore di vetro, ed è anche possibile che con un'unica Incornata possano spaccare gli acquari più spessi, e nel caso non ci siano dei corpi d'acqua nelle vicinanze, possono addirittura morire soffocati.

Con un'eleganza nel nuoto e la forza per attaccare ferocemente i nemici con il corno, sicuramente sottovalutare un Goldeen è un grave errore. Anche se non sono capaci combattere fuori dall'acqua, possono comunque dare il massimo quando si trovano nel giusto ambiente. Non fateli combattere contro avversari Erba o Elettro: solo perché possono causare abbastanza danni con Beccata contro gli avversari Erba, non significa che possano avere la meglio contro queste forze della natura!

Seaking

200px-Artwork119.png

Spoiler

Seaking (noto come Pokémon Pescerosso) è un Pokémon relativamente non molto comune di tipo Acqua che vive nei corpi d'acqua dolce e salata di tutto il mondo. Spesso ignorati in favore di Pokémon Acqua più forti, i Seaking sono comunque creature tenaci in grado di combattere ferocemente se ben allenati. Ricordatevi di stare sempre alla larga dal loro corno e che una corazza o stare sulla terra ferma non salva il vostro Pokémon da un loro attacco Perforcorno!

I Seaking possiedono le stesse abilità  e caratteristiche che rendono i Goldeen così apprezzati dalla gente, come il movimento elegante delle loro pinne quando nuotano, ma risultano essere molto più pericolosi ed aggressivi rispetto alla loro pre-evoluzione. Mentre i Goldeen sono più spensierati, i Seaking sono territoriali e non si fanno problemi ad attaccare chiunque vedano nel proprio territorio usando il corno, senza contare che hanno una forza sufficiente per balzare fuori dall'acqua e colpire con precisione anche avversari terrestri, il che può permettere a questi pesci di vincere rapidamente, anche perché oltre ad essere precisi possono apprendere pure le mosse Velenpuntura (inaccessibile per i Goldeen) e Megacorno, tuttavia non possono sopravvivere a lungo fuori dall'acqua, quindi se bloccati o sbagliano la mira potrebbero ritrovarsi in serio pericolo.

Proprio come per i Goldeen, anche i Seaking percorrono fiumi e risalgono le cascate per trovare un partner durante la stagione degli amori; spesso a causa della loro colorazione fanno sembrare i fiumi di colore rosso brillante, cosa interessante però è che la stagione degli amori di questa specie è in autunno e non in primavera. Durante questo periodo i maschi di Seaking tendono ad essere più grassi per avere un colore più brillante e attrarre le femmine, oltre a rendere più eleganti le loro danze di corteggiamento, che effettuano per attirare un partner. Una volta accoppiati, il Seaking maschio usa Perforcorno su una roccia sottomarina in modo da creare un luogo sicuro dove la femmina può deporre le uova, visto che tale locazione risulta difficilmente violabile e una volta che il maschio ha fecondato le uova, attendono pazientemente la loro schiusa che normalmente avviene dopo un mese, fino ad allora i due Seaking pattuglieranno la zona combattendo ferocemente contro qualsiasi predatore si avvicini per mangiare le uova, ma siccome sono ben nascoste è davvero difficile che qualcuno si accorga della loro presenza e quindi i predatori prediligono divorare i ben più carnosi Seaking adulti, tuttavia anche in questo caso i predatori devono stare attenti, visto che i Seaking maschi più grassi tendono ad avere un sapore sgradevole ed una consistenza oleosa e devono quindi attendere che perdano peso, che accade più o meno dopo la nascita della prole.

Anche se è meglio farli combattere in battaglie amichevoli anziché in competizioni ufficiali, i Seaking restano comunque avversari di tutto rispetto in grado di causare gravi danni con Perforcorno. Come molti altri pesci, sono limitati ad ambienti acquatici, ma ciò non significa che non possano compiere rapidi attacchi contro gli avversari terrestri. Se volete dare in dono alla vostra ragazza un Goldeen, pensateci due volte: nonostante il bell'aspetto, già  un Goldeen è difficile da gestire, con l'evoluzione poi potrebbe essere pericoloso, visti i loro bestiali attacchi!

Staryu

200px-Artwork120.png

Spoiler

Staryu (noto come Pokémon Stella) è un Pokémon relativamente non molto comune di tipo Acqua che vive sulle coste e sulle spiagge di tutto il mondo. Anatomicamente enigmatici e poco comprensibili in generale, gli Staryu sono creature interessanti capaci dare nuove strategie che pochi altri Pokémon Acqua possono permettersi. Se non volete usarli per combattere, vederli in una notte stellata è uno spettacolo meraviglioso, ma non disturbateli mentre comunicano con i loro simili o vi attaccheranno con Rapigiro!

Anche se considerati esseri organici, in realtà  i membri della famiglia evolutiva degli Staryu sono esseri considerati asessuati con comportamenti più simili ad organismi meccanici piuttosto che quelli organici, motivo per cui sono classificati come esseri biomeccanici, probabilmente perché sono esseri con un organismo molto primitivo (anche se molte persone credono che siano alieni). Anche se hanno una struttura anatomica di una stella marina, sono costituiti da un corpo principale e un nucleo, nulla di più. Il loro corpo è formato da alcune appendici rigide che agiscono come delle pompe d'acqua che non solo rilasciano appunto l'acqua, ma anche il vapore acquro, il loro corpo infatti immagazzina l'acqua per permettere la sopravvivenza prolungata sulla terraferma. Questo corpo è composto principalmente da delle spesse scaglie formate dal carbonato che filtrano dall'acqua andando a collegarsi e a creare delle piastre elastiche che formano la parte organica di queste creature; la progettazione di queste piastre è fatta in modo che se danneggiate o perse, esse ricrescono riuscendo addirittura a sostituire un'intera appendice nel giro di un giorno o due. L'organo centrale di questi esseri spesso chiamato "nucleo", agisce sia da cuore che da cervello per questi esseri e contiene alcuni neuroni all'interno di un reticolo cristallino; sebbene i neuroni di questo organo siano molto deboli, gli impulsi elettrici rilasciati sono essenziali per permettere al corpo di funzionare, quindi senza di essi sarebbe impossibile il filtraggio dell'acqua o l'assorbimento di sostanze nutritive, anche se è interessante notare che non si nutrono veramente, ma assorbono ioni dall'acqua filtrata, ciò permette che il loro corpo cresca con una simmetria assolutamente perfetta anche in ambienti inquinati. Altra cosa degna di nota è che il corpo può camuffarsi per sfuggire ai predatori (motivo per cui possono usare le mosse Camuffamento Riflettipo). Molti studiosi hanno teorizzato che in futuro questi esseri potrebbero evolversi in organismi completamente meccanici; ciò è puramente speculativo, ma vista la loro singolare forma anatomica, tutto è possibile.

Nonostante gli Staryu non siano in grado di sopportare o infliggere molti danni, risultano essere comunque molto agili rispetto ad altri Pokémon Acqua, oltre al fatto di saper usare mosse che pochi Pokémon possono usare (come ad esempio Psiconda, Stordiraggio e Psichico, le quali possono essere apprese prima ancora di evolversi). Oltre ad avere un comportamento complesso, vari studi hanno dimostrato che non hanno mai avuto segni di frustrazione o infelicità , portando molti ricercatori a pensare che questa specie in realtà  non provi alcuna emozione. Il nucleo che hanno nel corpo, solitamente rimane spento di giorno, ma durante le notti limpide si accende, queste stelle marine infatti strisceranno fuori dall'acqua per poi farlo lampeggiare in modo molto simile ad un battito cardiaco, rilasciando nel contempo onde radio. Dopo vari studi su questo comportamento anomalo, si è scoperto che ogni Staryu si identifica su una determinata stella e lampeggia imitando lo stesso tipo di illuminazione prodotta da essa, anche se a noi risulta impercettibile, per questo ormai è diffusa la teoria secondo cui gli Staryu provengano da un altro pianeta; fino ad oggi non c'è nulla che smentisca o confermi tale ipotesi, ma effettivamente sembra che vogliano comunicare qualcosa al di fuori del nostro pianeta, dunque è probabile che questa loro abitudine resti un mistero per sempre.

Sappiamo molto poco su di loro e ciò ha suscitato la curiosità  di molti, senza dubbio gli Staryu sono esseri interessanti in grado addirittura di svolgere un ottimo ruolo strategico in lotta grazie alle mosse che possono apprendere. Legare con questi Pokémon può essere davvero difficile, anche perché il più delle volte sembra che a loro non importi molto di voi, ma con pazienza e allenamento possono diventare combattenti di tutto rispetto. Anche se è necessaria una Pietraidrica per sfruttare il loro pieno potenziale, state certi che ne varrà  la pena, certo cambieranno molto, ma poter sfruttare un Pokémon sia Acqua che Psico è un vantaggio enorme in battaglia!

Starmie

200px-Artwork121.png

Spoiler

Starmie (noto come Pokémon Misterioso) è un Pokémon raro di tipo Acqua/Psico che vive nelle coste e nelle spiagge di tutto il mondo. Sebbene siano più strani e difficili da usare senza esperienza rispetto agli Staryu, gli Starmie sono comunque esseri devastanti che possono infliggere gravi danni in poco tempo al nemico. Se riuscite a trovare una rara Pietraidrica e avete MT contenenti forti attacchi Psico, allora potrete usare queste stelle marine psichiche in modo davvero distruttivo!

Anche se considerati esseri organici, in realtà  i membri della famiglia evolutiva degli Staryu sono esseri considerati asessuati con comportamenti più simili ad organismi meccanici piuttosto che quelli organici, motivo per cui sono classificati come esseri biomeccanici, probabilmente perché sono esseri con un organismo molto primitivo (anche se molte persone credono che siano alieni). Anche se hanno una struttura anatomica di una stella marina, sono costituiti da un corpo principale e un nucleo, nulla di più. Il loro corpo è formato da alcune appendici rigide che agiscono come delle pompe d'acqua che non solo rilasciano appunto l'acqua, ma anche il vapore acquro, il loro corpo infatti immagazzina l'acqua per permettere la sopravvivenza prolungata sulla terraferma. Questo corpo è composto principalmente da delle spesse scaglie formate dal carbonato che filtrano dall'acqua andando a collegarsi e a creare delle piastre elastiche che formano la parte organica di queste creature; la progettazione di queste piastre è fatta in modo che se danneggiate o perse, esse ricrescono riuscendo addirittura a sostituire un'intera appendice nel giro di un giorno o due. L'organo centrale di questi esseri spesso chiamato "nucleo", agisce sia da cuore che da cervello per questi esseri e contiene alcuni neuroni all'interno di un reticolo cristallino; sebbene i neuroni di questo organo siano molto deboli, gli impulsi elettrici rilasciati sono essenziali per permettere al corpo di funzionare, quindi senza di essi sarebbe impossibile il filtraggio dell'acqua o l'assorbimento di sostanze nutritive, anche se è interessante notare che non si nutrono veramente, ma assorbono ioni dall'acqua filtrata, ciò permette che il loro corpo cresca con una simmetria assolutamente perfetta anche in ambienti inquinati. Altra cosa degna di nota è che il corpo può camuffarsi per sfuggire ai predatori (motivo per cui possono usare le mosse Camuffamento Riflettipo). Molti studiosi hanno teorizzato che in futuro questi esseri potrebbero evolversi in organismi completamente meccanici; ciò è puramente speculativo, ma vista la loro singolare forma anatomica, tutto è possibile.

Gli Starmie sono leggermente più complessi rispetto agli Staryu, ciò rende davvero difficile capire come agisce il loro corpo, motivo per cui la specie è nota anche come Pokémon Misterioso. Essi sono costituiti da ben due corpi più una terza componente che sarebbe il nucleo ormai maturato grazie alle radiazioni della Pietraidrica; con questa mutazione ora possono ruotare le due sezioni del corpo in modo distinto per usare attacchi come Rapigiro. E' interessante notare che il nucleo più complesso ora permette agli Starmie di usare poteri psicocinetici per difendersi, tali poteri sono sufficienti per permettere l'uso della mossa Stordiraggio. La grande quantità  di energia psichica ha fatto sì che questi Pokémon fossero classificati in parte di tipo Psico, inoltre possono anche diventare potenti combattenti con gli attacchi Psichico e Psicoshock (che apprendono tramite MT). E' stato osservato che nonostante il nucleo abbia un colore principale, esso può rilasciare impulsi di ben sette colori diversi che hanno portato alla teoria secondo cui ciascun colore rappresenti un'emozione diversa, sconvolgendo scienziati di tutto il mondo visto che da semplici stelle marine si evolvono in organismi intelligenti e più complessi; questi impulsi inoltre sembrano emanare diverse onde radio che possono interferire con apparecchi elettronici, una capacità  del tutto unica tra gli organismi di questo genere, mentre molti credono che questi segnali vengano inviati nel cielo notturno per uno scopo ignoto, sembra che in realtà  serva per analizzare la zona circostante tramite queste onde elettromagnetiche. Molti studiosi tutt'oggi studiano i ben più semplici Staryu per capire l'anatomia delle loro evoluzioni, ma ora è ben chiaro il motivo per cui questi "Gioielli del mare" in antichità  fossero visti come l'incarnazione delle stelle.

Anche se può risultare difficile capire cosa stiano provando, gli Starmie restano esseri affascinanti che hanno mostrato cosa può veramente fare l'evoluzione. Avendo una velocità  ingannevole capace di sottomettere anche avversari più grossi, di certo questi esseri si distinguono moltissimo da qualsiasi altro Pokémon Acqua. Sebbene può essere difficile allenare queste stelle marine, una volta che potrete usare le loro abilità  al meglio non ve ne pentirete. Regalare uno di questi Pokémon ad una ragazza è un simbolo di profondo amore, ma conviene stare attenti al colore del gioiello perché se irritati potrebbero attaccare!

Magikarp

200px-Artwork129.png

Spoiler

Magikarp (noto come Pokémon Pesce) è un Pokémon comune di tipo Acqua che vive in qualsiasi corpo d'acqua e in alcune riserve naturali di tutta l'Asia e delle regioni di Kalos ed Alola. Più intelligenti e utili di quanto possano sembrare, tuttavia i Magikarp sono comunque considerati esseri inutili che non si sono ancora estinti solo perché si riproducono in modo inimmaginabile. Nonostante non possano fare nulla fino all'evoluzione, sappiate che ne varrà  la pena aspettare vista la bestia che diventano, ma in questo stadio è meglio non farli combattere, a meno che non vi ritroviate un avversario tanto inutile quanto lui!

Per molti i Magikarp sono degli scherzi della natura e probabilmente oggi sarebbero estinti se non fosse per il fatto che depongano centinaia di uova e che si schiudono più velocemente rispetto a quelle di qualsiasi altra specie. Secondo vari studi, sembra che i Magikarp non siano stati sempre così deboli, ma si tratta di una mutazione avvenuta 10.000 anni fa. I fossili degli esemplari più antichi, infatti, hanno dimostrato come questi esemplari avessero una corporatura più robusta e adatta ad attaccare, tanto da essere molto più simili alla loro evoluzione, quindi è logico supporre che offensivamente prima erano più simili a loro, visto che potessero apprendere quasi le stesso mosse, tuttavia sembra che fossero in grado di sopravvivere solo nell'acqua salata, perché non fu mai rinvenuto nessun campione nelle zone d'acqua dolce; dunque questa riduzione di potenza è dovuta all'adattamento ad ogni zona acquatica, inclusa quella dolce, cosa che ha permesso alla specie di proliferare in ognuna di esse delle regioni Asiatiche fino a diventare, con l'evoluzione, i predatori incontrastati dell'oceano. In sostanza, sono mutati per espandersi, anche se ciò li ha resi prede facili durante questo stadio; l'adattamento è tale che possono addirittura sopravvivere nelle acque più inquinate senza alcun problema, anche se ciò li ha ridotti nelle patetiche creature che tutti noi conosciamo.

Fino a circa il 75% del tempo durante questo ciclo vitale, i Magikarp non avranno nessun modo di difendersi, visto che l'unica mossa conosciuta è Splash, questo è dovuto a causa di un problema nel sistema nervoso che non connette bene i muscoli con il cervello, quindi sono molto simili agli Slowpoke, solo senza poteri psichici e senza una discreta forza fisica. Anche quando raggiungono l'età  giusta o raggiungono l'evoluzione, l'unico attacco che i Magikarp possono apprendere è Azione e negli esemplari la cui evoluzione è stata ritardata per qualche motivo, possono apprendere Flagello, di conseguenza sono totalmente inutili in battaglia e a causa del loro problema muscolare non possono nemmeno nuotare veramente, visto che sono fisicamente incapaci, ma si fanno semplicemente trasportare dalla corrente, quindi non è raro che alcuni di loro finiscano spiaggiati o in mano a qualche predatore, per non parlare del fatto che molti muoiono durante le tempeste. Siccome quasi ogni esemplare può usare Splash, se minacciati cercheranno di saltare per spaventarlo, ma ciò spesso li porta ad essere catturati da uccelli come i Pidgeot o finiscono per spiaggiarsi da soli; nonostante tutti questi difetti, sono stati osservati alcuni esemplari in grado di saltare oltre due metri, potendo superare in altezza anche piccole montagne grazie a Splash, ma resta comunque una mossa inutile, visto che anche da queste grandi altezze non possono far male a nessuno.

Sono considerati da molti come i Pokémon più patetici in assoluto, tuttavia i Magikarp sono davvero interessanti se si tiene conto del drastico cambiamento che subiscono con l'evoluzione. Per gli allenatori più impazienti potrebbero non significare nulla, ma per coloro che sono disposti a sopportarli, la ricompensa sarà  immensa, anche perché il tempo di attesa solitamente non è molto e a quel punto, eccetto l'elettricità , c'è ben poco in grado di fermare queste bestie distruttive!

Gyarados

200px-Artwork130.png130 Gyarados Mega

Spoiler

Gyarados (noto come Pokémon Atroce) è un Pokémon raro di tipo Acqua/Volante che vive nei corpi d'acqua di tutta l'Asia e delle regioni di Kalos ed Alola. Violenti e spietati fino al midollo anche da calmi, i Gyarados sono creature mostruose del tutto differenti dalla loro pre-evoluzione disadattata, in quanto ora possono seminare distruzione nel campo di battaglia. Potendo apprendere un gran numero di mosse possono distruggere un'intera città  usando solamente Iper Raggio o Ira di Drago!

Molti studiosi ritengono che gli antenati dei Magikarp fossero molto più simili ai Gyarados che invece sono rimasti quasi immutati fino ad oggi e furono da sempre considerati i pesci più temibili di tutti. Quando un Magikarp si evolve viene scatenata una reazione chimica al cervello, incrementando enormemente l'attività  delle loro ghiandole surrenali che risultano inarrestabili a quel punto, di conseguenza basta un nulla per riempire il loro sangue di adrenalina facendoli scatenare per giorni o settimane intere senza la possibilità  di fermarli, nel peggiore dei casi la loro ira potrebbe durare addirittura mesi. I Gyarados sono totalmente diversi dai Magikarp, infatti in battaglia sono devastanti potendo usare una forza senza pari, una resistenza niente male e avendo anche una velocità  elevata considerando le loro enormi dimensioni, ma ciò che la gente teme di più sono gli attacchi che apprendono con l'evoluzione. Anche se possono apprendere le mosse Morso Colpo, sono in grado di conoscere mosse di vario tipo tra cui NormaleBuioDrago e Ghiaccio, sono anche tra i pochi Pokémon in grado di imparare Iper Raggio naturalmente, nonostante l'utilizzo in battaglia sarebbe limitato considerando il loro scarso attacco speciale. Allenare un Gyarados è estremamente difficile e sono considerati i predatori numero uno dei mari, infatti le loro zanne e le possenti mascelle possono frantumare rapidamente anche le corazze più dure. La loro classificazione come Pokémon Volante non è casuale, infatti sfruttando l'elettricità  presente nell'aria possono volare per brevissimo tempo a pelo d'acqua, ciò dà  loro un grande vantaggio in lotta, sebbene possano apprendere un unica mossa Volante in natura e solo ad un'età avanzata, ovvero Tifone. E' interessante notare che i Gyarados si possono adattare all'acqua dolce e salata senza alcun problema, ciò risulta essere molto utile durante la stagione degli amori.

Siccome i Gyarados sono in uno stato d'ira quasi permanente, combatterli in natura è molto rischioso, figuriamoci provare a catturane uno, che potrebbe essere la peggiore decisione di qualsiasi allenatore, anche perché non hanno alcuna simpatia per l'uomo, specialmente a causa del dolore causato da loro; ciò risulta palese nelle guerre avvenute nelle regioni dell'"Asia", infatti, attratti dal conflitto, essi uccidono le persone che causano dolore, in quanto le guerre provocano molti danni anche all'ecosistema. C'è da considerare che nonostante il loro Iper Raggio non sia particolarmente potente, esso può generare tanta energia termica da incendiare tutto ciò che incontra sul suo cammino, inoltre alcuni Gyarados hanno appreso ad usare Ira di Drago per generare mulinelli d'acqua in grado di far affondare le navi. Nonostante la loro aggressività , i Gyarados sono allenati per essere più limitati in lotta in modo da non causare danni fatali ai Pokémon avversari, tuttavia allenarli risulta essere molto difficile e per certi allenatori anche impossibile.

Si è scoperto che Gyarados è una delle 46 specie di Pokémon note in grado di subire una MegaEvoluzione. Se si è in possesso di una Gyaradosite esso si può MegaEvolvere, ma mentre la maggior parte dei Pokémon mantiene il proprio tipo, Gyarados a causa delle grandi mutazioni anatomiche lo cambia; inoltre anche se la loro lunghezza è invariata, con questa mutazione hanno uno sviluppo muscolare che li rende più pesanti e grossi, ciò fa perdere in loro le poche caratteristiche che avevano come Pokémon Volanti, ma ne ottengono di nuove, diventando di tipo Acqua/Buio a causa dell'enorme aumento dell'aggressività , tanto che risultano ancora più difficili da controllare, anche per gli allenatori più esperti. Statisticamente ottengono un leggero miglioramento all'attacco speciale, una crescita moderata nella resistenza generale e nella forza fisica, rendendoli i Pokémon Acqua con la maggiore forza fisica, quelli più potenti non leggendari e i Pokémon Buio con maggior difesa speciale (assieme ad Umbreon e Hoopa Libero). L'aggressività  di questi Pokémon è tale che attaccano gli avversari molto più brutalmente del normale, riuscendo a colpirli anche se essi sono protetti da una loro abilità , ecco perché sono classificati con l'abilità  Rompiforma, quindi MegaGyarados sono non solo creature mostruose, ma anche pericolosissime senza un vantaggio di tipo adeguato, tuttavia anche in quel caso non si è certi della propria incolumità .

Anche se riuscire a far evolvere un Magikarp potrebbe essere molto difficile, ne vale la pena. Potendo anche apprendere moltissime mosse distruttive, se ne avete uno nessuno potrà tenervi testa in acqua. Certamente i Pokémon Elettro possono abbattere facilmente questi mostri, ma se siete veloci non c'è da preoccuparsi. E' altamente consigliato addestrare severamente il proprio Gyarados per evitare che non vi obbedisca e vi si rivolti contro!

Lapras

200px-Artwork131.png

Spoiler

Lapras (noto come Pokémon Trasporto) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Acqua/Ghiaccio che vive negli oceani di tutto il mondo. Adorati per il loro carattere amichevole e per la grande potenza, i Lapras sono creature molto altruiste che solitamente attaccano altri esseri solamente quando minacciati, ma bisogna trattarli sempre con rispetto, visto che la loro natura gentile li ha quasi portati all'estinzione... questo non significa che non possano attaccare brutalmente quando necessario!

A differenza di moltissimi Pokémon Ghiaccio, i Lapras sono molto gentili ed altruisti, ma tendono ad aver paura e ad evitare Pokémon violenti e minacciosi, tuttavia non si fanno problemi ad avvicinarsi agli uomini o ad altri Pokémon; sono talmente altruisti che se qualcuno a cui tengono è in pericolo, non esiteranno a proteggerlo mettendo a rischio la propria vita, una caratteristica unica tra i Pokémon Ghiaccio. Altra caratteristica per cui sono famosi è la loro melodiosa voce, quando cantano infatti sembrano creature mistiche in grado di far provare gioia e tristezza allo stesso tempo agli ascoltatori. I Lapras sono esseri molto intelligenti che possono comprendere con estrema facilità  il linguaggio umano e non solo, esistono esemplari molto rari che sono in grado di comunicare telepaticamente (anche se questo è dovuto ad uno sviluppo anormale della loro corteccia cerebrale). Nonostante il loro carattere gentile, i Lapras sono combattenti eccezionali con un'immensa vitalità , grandi capacità  di nuoto e con un'alta forza fisica e elevato attacco speciale. Essi possono apprendere una grande quantità  di mosse tramite l'uso di MT ed MN (tra cui mosse che in natura non potrebbero apprendere, come Fulmine o Tuono); tutte queste caratteristiche li rendono tra i Pokémon Acqua e/o Ghiaccio più potenti in circolazione.

Purtroppo il loro carattere si è rivelato essere la rovina stessa della specie: sebbene siano sia gentili che potenti, in tempi antichi erano molto ricercati per via del loro grasso corporeo, ottimo per la combustione ad olio, anche il loro guscio e la loro saporita carne erano molto ricercati, di conseguenza furono cacciati fino allo stremo e moltissimi esemplari furono uccisi proprio a causa della loro natura gentile che non ha permesso loro di accorgersi del pericolo; 20 anni fa fu fatta una legge che proibisce assolutamente la caccia ai Lapras, in quanto la specie rischia seriamente l'estinzione. Al giorno d'oggi si stima che il numero di Lapras in tutto il mondo sia di circa 600 esemplari, ma fortunatamente è in costante crescita da quando la caccia a questa splendida specie è cessata. A causa del basso numero di esemplari, alcuni passano l'intera vita in solitudine senza trovare un compagno o una compagna cantando tristemente, nella speranza che un loro simile li ascolti, fino a morire in mare aperto. Il problema dello scarso numero di Lapras non intacca solo l'ecosistema, ma anche l'economia, visto che questi Pokémon spesso traghettano gli umani e piccoli Pokémon senza alcun problema. Siccome gli esemplari sono molto pochi, nessuno scienziato se la sente di condurre esperimenti e studi approfonditi circa la loro anatomia, visto che potrebbe portare alcuni rischi sul soggetto; la nota compagnia Silph S.p.A. che ha ancora a cuore questa nobile specie, ha catturato 30 esemplari di Lapras che hanno poi distribuito ad allenatori che secondo loro avrebbero trattato questi Pokémon come meritavano, purtroppo questa pratica cessò dopo un attacco da parte del Team Rocket, ma sembra che negli ultimi anni stiano cercando di rimetterla in atto.

Anche se solo gli allenatori più ricchi e fortunati possono riuscire ad averne uno, i Lapras restano creature meravigliose che meritano tutto il nostro rispetto, anche per le loro abilità  e capacità  uniche. Essendo anche i Pokémon Ghiaccio con maggior vitalità in assoluto e considerando anche che possono apprendere un'enorme varietà  di mosse con cui affrontare avversari di vario tipo, non c'è da stupirsi se sono così apprezzati dagli allenatori nonostante il loro scarso numero. Trovarne uno selvaticamente può essere davvero difficile, ma con l'impegno e con la pazienza è probabile che potreste trovarne uno, dopotutto, non sono molti i Pokémon che si fanno cavalcare senza problemi anche quando dormono!

 

Modificato da Zarxiel

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme
Inviato (modificato)

Vaporeon

200px-Artwork134.png

Spoiler

Vaporeon (noto come Pokémon Bollajet) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Acqua che vive sulle spiagge e nei pressi dei corsi d'acqua limpida delle regioni di Kanto, Johto, Sinnoh, Unima, Kalos ed Alola, anche se raramente è stato visto nella regione di Hoenn. Il risultato dell'evoluzione di un Eevee se esposto alla Pietraidrica, i Vaporeon sono esseri eleganti capaci di nuotare in qualsiasi corpo d'acqua e farne addirittura parte, il che li rende perfetti per gli specialisti Acqua che intendono usare al meglio il terreno a proprio vantaggio. Per molto tempo si era creduto che queste creature fossero sirene, ma poi si è scoperta la loro vera natura... basta solo avvicinarsi per capirlo!

Questa evoluzione avviene quando un Eevee è esposto alle radiazioni di una Pietraidrica; quando ciò accade, il Pokémon sviluppa pinne e branchie, facendoli adattare alla vita in acqua (sono comunque in grado di vivere sulla terra). Nonostante i Vaporeon possano vivere sia nei corpi d'acqua dolce che in quella salata, solitamente prediligono gli ambienti più belli, il perché è ancora un mistero. Le loro zampe sono troppo corte per aiutarli nel nuoto, quindi si affidano alla lunga coda, mentre la pinna che hanno lungo la schiena serve per diminuire la resistenza dell'acqua, aumentando la loro velocità , il che aiuta anche a sfuggire agli attacchi nemici; questa pinna ha anche la bizzarra capacità  di prevedere quando pioverà . Quando la pinna dorsale inizia a vibrare, state certi che fra qualche ora inizierà  a piovere, vari studi hanno mostrato che quest'abilità  è dovuta ad un neuro-sensore avanzato, molto utile quando viaggiano via terra, visto che per restare in buona salute e per usare le loro abilità  al meglio i Vaporeon necessitano di mantenere il loro corpo sempre idratato.

Questa mutazione, fra tutte quelle conosciute, è forse quella più radicale, dato che le radiazioni vanno a mutare le cellule del Pokémon stesso, in quanto sono formate dal 99% di acqua, questo permette loro di "liquefare" il proprio corpo secondo la loro volontà , questo stato può essere mantenuto per pochi secondi fino a circa un'ora; ciò conferisce loro un'ottima capacità  difensiva, visto che così facendo riescono ad usare la mossa Scudo Acido (mossa davvero rara tra i Pokémon Acqua), tuttavia quest'abilità  li rende anche eccezionalmente vulnerabili all'energia elettrica, ecco perché se non forzati dagli allenatori, i Vaporeon tendono ad evitare assolutamente le battaglie contro i Pokémon Elettro, anche se c'è da dire che tendono ad avere un'indole pacifica ed è rarissimo che combattano in natura.

Sebbene le Pietreidriche siano rare e difficili da trovare, sicuramente qualsiasi specialista Acqua che ama gli Eevee vorrà  procurarsi uno di questi Pokémon. Potendo apprendere ottime mosse offensive e difensive e con la capacità  di diventare un tutt'uno con il loro ambiente naturale, di sicuro qualsiasi amante del tipo vorrebbe avere nella propria squadra uno di questi bizzarri mammiferi. State attenti a farli nuotare quando ci sono le alte maree e le forti correnti: potrebbe essere bello vederli nuotare in acqua, ma potreste correre il rischio di perdere un caro compagno fra le correnti!

Omanyte

200px-Artwork138.png

Spoiler

Omanyte (noto come Pokémon Spirale) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Roccia/Acqua che viveva in ogni oceano del mondo, ma ormai in natura quasi non esiste più perché estinto. Riuscire a vederne uno è davvero difficile, tuttavia gli Omanyte restano creature affascinanti che riescono a far capire non solo agli allenatori, ma a qualsiasi persona come fosse la vita sul nostro pianeta milioni di anni fa. Certo, non sono in grado di causare molti danni, ma state certi che questi molluschi possono resistere ai colpi nemici con estrema facilità !

Gli Omanyte e la loro evoluzione Omastar rappresentano una delle diverse specie di Pokémon resuscitate dal materiale genetico dei fossili ritrovati (nel loro caso l'Helixfossile) e furono essenziali per farci capire come fosse il pianeta in antichità . Gli Omanyte e gli Omastar sono delle ammoniti antichissime che si sono estinte durante il Cretaceo, apparentemente dopo l'impatto di un meteorite; c'è da dire che hanno capacità  combattive differenti da quelle di altri Pokémon, il motivo di ciò non è ben chiaro, ma si suppone sia per il fatto che non potendo muoversi molto, il loro miglior mezzo di difesa sia proprio il loro guscio, infatti in realtà  sono molto più piccoli di quel che sembrano, ma a causa della conchiglia, che usano come casa mobile, sembrano più grandi. Questa loro conchiglia è vitale in quanto, nonostante limiti i loro movimenti, li protegge dai predatori acquatici, essa inoltre è per lo più vuota e possono riempirla con aria o acqua a seconda se vogliono risalire o affondare in base alla necessità . Questi esseri sono davvero pessimi nuotatori per via dell'eccessivo peso del guscio e non riescono a spostarsi molto, nonostante l'uso dei numerosi tentacoli, ma a parte questo difetto, la reintroduzione di questa specie nei mari moderni sembra essere stata più semplice del previsto.

Gli Omanyte non sono creature molto intelligenti e spendono gran parte di questo ciclo vitale mangiando plancton e aspettando che crescano fino ad evolversi, però possono apprendere vari attacchi sia speciali che fisici semi-deboli per difendersi dai predatori, ma spesso si dimostrano insufficienti; fortunatamente il loro spesso guscio riesce a proteggerli dalla maggior parte di essi, visto che è davvero difficile da distruggere, tuttavia ai tempi nostri esistono predatori che hanno appreso a spaccare le conchiglie delle prede per ottenere un pasto facile, cosa a cui questa specie non è abituata, di conseguenza, fino all'evoluzione, questi molluschi non sono altro che del cibo galleggiante per i predatori più esperti e temuti. Con l'allenamento, però, possono sviluppare un intelletto maggiore, visto che apprenderanno facilmente ad eseguire i comandi dell'allenatore, per questo motivo sono così ricercati sia dagli specialisti Roccia che da quelli Acqua.

Nonostante non siano in grado di apprendere molte mosse potenti prima dell'evoluzione, gli Omanyte restano combattenti difensivi di tutto rispetto capaci di causare parecchi problemi contro gli avversari più inesperti. Avendo a disposizione un buon mix di mosse Acqua e Roccia e una resistenza fisica in grado di mettere in difficoltà  addirittura un Machop, ve ne accorgerete da soli che questi piccoli molluschi hanno un ottimo potenziale. Non abituateli troppo agli abbracci: per ora non ci sono problemi, ma con l'evoluzione potrebbero anche cavarvi un occhio inconsapevolmente!

Omastar

200px-Artwork139.png

Spoiler

Omastar (noto come Pokémon Spirale) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Roccia/Acqua che viveva in ogni oceano del mondo, ma ormai in natura quasi non esiste più perché estinto. Potrebbero apparire più bizzarri che altro, però gli Omastar sono combattenti feroci che possono rendere inutile qualsiasi attacco nemico grazie alla loro grande resistenza e alle mosse Acqua. Se intendete usarli in lotta, è consigliabile non farli mangiare molto: già  è difficile per loro muoversi normalmente, ma se ciò dovesse succedere, la cosa si complicherebbe ancora di più!

Gli Omanyte e la loro evoluzione Omastar rappresentano una delle diverse specie di Pokémon resuscitate dal materiale genetico dei fossili ritrovati (nel loro caso l'Helixfossile) e furono essenziali per farci capire come fosse il pianeta in antichità . Gli Omanyte e gli Omastar sono delle ammoniti antichissime che si sono estinte durante il Cretaceo, apparentemente dopo l'impatto di un meteorite; c'è da dire che hanno capacità  combattive differenti da quelle di altri Pokémon, il motivo di ciò non è ben chiaro, ma si suppone sia per il fatto che non potendo muoversi molto, il loro miglior mezzo di difesa sia proprio il loro guscio, infatti in realtà  sono molto più piccoli di quel che sembrano, ma a causa della conchiglia, che usano come casa mobile, sembrano più grandi. Questa loro conchiglia è vitale in quanto, nonostante limiti i loro movimenti, li protegge dai predatori acquatici, essa inoltre è per lo più vuota e possono riempirla con aria o acqua a seconda se vogliono risalire o affondare in base alla necessità . Questi esseri sono davvero pessimi nuotatori per via dell'eccessivo peso del guscio e non riescono a spostarsi molto, nonostante l'uso dei numerosi tentacoli, ma a parte questo difetto, la reintroduzione di questa specie nei mari moderni sembra essere stata più semplice del previsto.

A differenza degli Omanyte, gli Omastar non si nutrono di plancton, bensì di creature ben più grandi che trovano in mare aperto, ciò è possibile grazie agli aguzzi spuntoni che hanno sviluppato sulla superficie del guscio, i quali non solo li rendono pericolosi negli scontri ravvicinati, ma possono anche essere sparati con Sparalance per colpire le prede lontane, nonostante la loro scarsa forza fisica. Quando riescono ad avvicinarsi alla preda, la catturano con i tentacoli per poi farla a pezzi con il becco e mangiarla; questo li farebbe apparire pericolosi, tuttavia a causa del guscio estremamente pesante, muoversi è molto difficile, ciò ha portato alla teoria che in realtà  non si siano estinti per via dell'impatto di un meteorite come si è a lungo creduto, ma perché semplicemente non riuscendo a raggiungere la preda a causa dell'eccessivo peso della conchiglia, sono morti di fame, questa teoria è stata supportata in seguito a numerose simulazioni. Nonostante questo loro grande difetto, gli Omastar non devono mai essere presi alla leggera in battaglia: queste feroci creature possono usare attacchi speciali superiori a quelli di qualsiasi Pokémon Roccia non leggendario.

Sebbene non siano abbastanza agili da poter sopravvivere per conto loro a causa del cibo, a differenza dei Pokémon Acqua moderni, gli Omastar restano avversari molto pericolosi, in grado di sfruttare potenti attacchi speciali e una notevole resistenza fisica in maniera incredibile. Considerando che sono molto temuti per il loro alto attacco speciale (motivo per cui il loro Idropompa è a dire poco micidiale), state certi che trovarsi questi molluschi corazzati in lotta è sempre un rischio. Si consiglia di farli lottare solo in acqua: visto che già  nel loro habitat naturale sono lenti, figuriamoci quando si trovano sulla terraferma!

Kabuto

200px-Artwork140.png

Spoiler

Kabuto (noto come Pokémon Crostaceo) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Roccia/Acqua che viveva negli oceani costieri poco profondi e nelle spiagge di tutto il mondo, ma ormai in natura quasi non esiste più perché estinto. Non sono certamente le creature più spaventose, ma i Kabuto restano combattenti feroci in grado di resistere ed infliggere danni fisici senza problemi. Certamente non sono tra i Pokémon più convenzionali, ma visto che esistono da oltre 300 milioni di anni, ottenerne uno è comunque grandioso!

Kabuto e Kabutops rappresentano un caso interessante di sviluppo e sopravvivenza che deve essere ancora compreso dalla scienza moderna. Mentre i Kabuto sono dei granchi a ferro di cavallo, l'anatomia dei Kabutops è totalmente differente, in quanto possiedono tratti anatomici e comportamentali non solo dei granchi a ferro di cavallo, ma anche degli scorpioni di mare, di conseguenza si è ipotizzato che i Kabutops possano far parte della classe dei Chasmataspidida (a causa della loro forma corporea), ma ancora non si è certi a quale classe phylogenica debba essere classificato. I fossili di questi Pokémon sono abbastanza comuni tra le rocce risalenti all'era Ordovinciana, ma a causa dell'enorme diffusione è difficile capire in che zone abitassero in antichità ; tuttavia degli studi hanno scoperto che in realtà  potrebbero adattarsi a qualsiasi ambiente a patto che ci sia acqua salata. Questi Pokémon possiedono sia le branchie che i polmoni, quindi possono vivere sia nell'acqua che sulla terra, ma le zone da loro abitate sono ben diverse: i Kabuto, nonostante fisicamente siano abbastanza forti, considerando le piccole dimensioni, dispongono di pochi attacchi fisici, quindi prediligono vivere n acque poco profonde, dove i predatori raramente si fanno vedere e strisciano sulla superficie solo durante la stagione degli amori per deporre le uova. I Kabutops invece vanno in acqua solamente per cacciare, ma la caratteristica che più differenzia questi Pokémon è che mentre i Kabutops erano completamente estinti prima che s'iniziasse a resuscitare la specie tramite i Domofossili, i Kabuto invece di recente si è scoperto che non lo sono, ci sono stati infatti avvistamenti rarissimi di questi Pokémon in alcune spiagge, per questo la reintroduzione di questa specie fu quella che ha ottenuto più successo rispetto agli altri Pokémon Fossili considerati estinti.

I Kabuto non solo non sono in grado di apprendere una grande varietà  di mosse, ma non riescono neanche a sopportare o usare molto gli attacchi speciali, ciò tuttavia non ha influenzato particolarmente la specie, però i pochi attacchi che apprendono sono abbastanza forti da consentire loro di sopravvivere nell'oceano. Solitamente questi esseri rimangono attaccati alle rocce per mimetizzarsi e usano gli occhi sul dorso per scrutare l'ambiente circostante; questi sono molto simili agli occhi umani in quanto non solo possono vedere i colori, ma sono incapaci di vedere al buio, se mai dovessero infatti trovarsi in un ambiente simile, alzeranno il corpo rivelando un secondo paio di occhi di colore rosso che dispongono di una visione ad infrarossi, i quali nella maggior parte del tempo sono tenuti nascosti. I Kabuto sono considerati sia predatori che parassiti, visto che si nutrono di piccoli crostacei e si attaccano a Pokémon più grandi per succhiarne i fluidi. Se attaccati hanno poco di cui preoccuparsi: nonostante la mobilità  ridotta, il loro corpo non solo è robusto, ma la forma piatta permette loro di resistere a moltissimi attacchi fisici; questo è ciò che accade quando una specie sopravvive per oltre 300 milioni di anni.

Sebbene non possano offrire molto nella maggioranza delle battaglie, i Kabuto restano creature tenaci che possono creare vari problemi contro gli allenatori più giovani. Anche se non possono accedere alle migliori capacità  offensive fino all'evoluzione, finché li allenate e rimanete al loro fianco, vedrete che non ne sarete delusi. Se siete facilmente impressionabili, non procuratevene uno: a prima vista potrebbero apparire nulla di speciale, ma appena vedrete gli occhi infrarossi nella parte inferiore, è possibile che ne rimaniate sconcertati!

Kabutops

200px-Artwork141.png

Spoiler

Kabutops (noto come Pokémon Crostaceo) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Roccia/Acqua che viveva negli oceani costieri tropicali poco profondi e nelle spiagge di tutto il mondo, ma ormai in natura quasi non esistono più perché estinto. Anche se non sono tra le creature più potenti esistenti, i Kabutops restano esseri pericolosi, forse anche troppo, tanto da essere un pericolo anche per i Pokémon più corazzati. Sebbene non siano in grado di usare completamente le tipiche abilità  dei Pokémon Acqua, ciò non è importante, visto che possono fare a pezzi le prede prima ancora che esse riescano ad accorgersene!

Kabuto e Kabutops rappresentano un caso interessante di sviluppo e sopravvivenza che deve essere ancora compreso dalla scienza moderna. Mentre i Kabuto sono dei granchi a ferro di cavallo, l'anatomia dei Kabutops è totalmente differente, in quanto possiedono tratti anatomici e comportamentali non solo dei granchi a ferro di cavallo, ma anche degli scorpioni di mare, di conseguenza si è ipotizzato che i Kabutops possano far parte della classe dei Chasmataspidida (a causa della loro forma corporea), ma ancora non si è certi a quale classe phylogenica debba essere classificato. I fossili di questi Pokémon sono abbastanza comuni tra le rocce risalenti all'era Ordovinciana, ma a causa dell'enorme diffusione è difficile capire in che zone abitassero in antichità ; tuttavia degli studi hanno scoperto che in realtà  potrebbero adattarsi a qualsiasi ambiente a patto che ci sia acqua salata. Questi Pokémon possiedono sia le branchie che i polmoni, quindi possono vivere sia nell'acqua che sulla terra, ma le zone da loro abitate sono ben diverse: i Kabuto, nonostante fisicamente siano abbastanza forti, considerando le piccole dimensioni, dispongono di pochi attacchi fisici, quindi prediligono vivere n acque poco profonde, dove i predatori raramente si fanno vedere e strisciano sulla superficie solo durante la stagione degli amori per deporre le uova. I Kabutops invece vanno in acqua solamente per cacciare, ma la caratteristica che più differenzia questi Pokémon è che mentre i Kabutops erano completamente estinti prima che s'iniziasse a resuscitare la specie tramite i Domofossili, i Kabuto invece di recente si è scoperto che non lo sono, ci sono stati infatti avvistamenti rarissimi di questi Pokémon in alcune spiagge, per questo la reintroduzione di questa specie fu quella che ha ottenuto più successo rispetto agli altri Pokémon Fossili considerati estinti.

I Kabutops rappresentano una fase interessante dell'evoluzione, in quanto risultano essere tra i pochi Pokémon il cui stile di vita cambia radicalmente con l'evoluzione. Mentre i Kabuto si sono adattati a vivere nei mari poco profondi, i Kabutops hanno un'anatomia così diversa da suggerire che fossero i primi Pokémon a diventare i dominatori della terra, o almeno così sarebbe stato se non si fossero estinti. Questo cambiamento è visibile nella parte inferiore del corpo, dove hanno sviluppato gambe e piedi con cui spostarsi su terreni accidentati (sebbene mantengano gli artigli); inoltre, grazie ai polmoni più sviluppati possono restare sulla terra per tempi incredibilmente più lunghi rispetto ai Kabuto. Questi cambiamenti hanno portato anche a mutare le loro abitudini, tanto che ormai questi Pokémon vanno in acqua solo per cacciare; c'è da notare infatti, che sebbene vivano principalmente in superficie, possono nuotare a velocità  incredibili ritirando gli arti e sfruttando la bizzarra forma della testa per essere più aerodinamici. Sia per nutrirsi che in battaglia i Kabutops raramente usano tecniche di drenaggio di liquidi come i Kabuto, piuttosto usano le enormi falci che hanno sviluppato sugli arti superiori, che altro non sono che gli artigli che avevano da Kabuto, solo più sviluppati; grazie ad essi possono tagliare la carne e tranciare le corazze con estrema facilità  per infliggere moltissimi danni fisici, non a caso infatti apprendono Lacerazione appena evoluti e in seguito anche Nottesferza. Una volta che la preda è stata uccisa, ne berranno i fluidi. C'è da notare che nonostante non siano i Pokémon Acqua o Roccia con la più alta forza fisica o resistenza fisica (nonostante abbiano un carapace di tutto rispetto), i Kabutops rimangono avversari pericolosi il cui unico punto debole è la scarsa resistenza agli attacchi speciali.

Nonostante non possano usare attacchi speciali per contrastare altri tipi di nemici, i Kabutops restano predatori letali in grado di mettere in serio pericolo sia gli allenatori intermedi che quelli esperti. Avendo a disposizione falci con cui fare a pezzi la preda, non c'è da stupirsi del perché siano così temuti dagli allenatori, ma di sicuro questi fossili viventi possono diventare ottimi compagni per chiunque corra il rischio di allenarli. E' altamente sconsigliato portarli in una piscina pubblica: questi Pokémon non si sono ancora adattati al mondo moderno e potrebbero dare la caccia ai bambini che si stanno solo divertendo!

Totodile

200px-Artwork158.png

Spoiler

Totodile (noto come Pokémon Mascellone) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Acqua che vive nei corpi d'acqua dolce della regione di Johto. Sebbene a prima vista possano sembrare carini e indifesi, i Totodile sono potenti rettili in grado di strappare un arto del nemico, indipendentemente dalle dimensioni, grazie alle loro affilate zanne e alle possenti mascelle. Se volete allenarne uno, tenetelo sempre sotto controllo: anche se sono molto giocosi e vogliono solo divertirsi, spesso possono fare del male agli altri senza rendersene conto, visto che non conoscono la forza che possiedono!

Come le sue evoluzioni, i Totodile sono dei rettili che possiedono caratteristiche che li rendono difficili da classificare come coccodrilli o alligatori, visto che la struttura del cranio è quella di un coccodrillo, ma la disposizione dei denti è tipica degli alligatori. Già  in tenera età  i Totodile sono abituati a cacciare da soli e sono sorprendentemente abili a catturare piccoli roditori e insetti; tuttavia, essendo solo dei cuccioli, non hanno una resistenza fisica tale da poter prendere prede più grandi di loro, ma devono comunque essere temuti da adulti e bambini per l'enorme forza che hanno nella loro mandibola. Mentre i Sandile crescono lentamente e impiegano diverso tempo prima di ottenere una forza adeguata da strappare la carne e frantumare le ossa, i Totodile già  nascono con una forza mascellare che arriva addirittura al 60% di quella che avranno una volta raggiunto lo stadio adulto, quindi già  appena nati sono letali, cosa che si può capire vedendo le dimensioni della loro mascella rispetto al resto del loro minuto corpo. Fortunatamente non hanno un corpo robusto, quindi non sono in grado di ruotare rapidamente la testa per dilaniare le vittime, ma possono solo esercitare una grande pressione con la bocca, però anche così possono facilmente frantumare le ossa nemiche e allontanarli dalla vittima è pure difficile.

Ciò che rende i Totodile pericolosi è il loro carattere giocoso nei confronti di qualsiasi essere vivente, ma siccome i loro arti sono piccoli, per dimostrare affetto tendono a mordere con poca forza, tuttavia un morso di "poca potenza" di un Totodile equivale ad un forte morso dato da un cane di medie dimensioni, quindi la reazione che ottengono è totalmente differente da quella desiderata, risultando pericolosi tanto per gli avversari quanto per gli allenatori (soprattutto se non riescono a vederne il volto); allenare un Totodile è dunque un compito molto difficile e pericoloso. Trattandosi inoltre di uno degli starter di Johto, non c'è da sorprendersi del perché siano così rari tra gli allenatori più giovani, ma i veterani di solito sono disposti a correre il rischio. Nonostante siano pericolosi, sono creature molto obbedienti e i casi registrati di aggressione ingiustificata da parte dei Totodile sono davvero pochissimi.

Sebbene non siano in grado di sfruttare gli attacchi speciali in modo efficace come altri Pokèmon Acqua, i Totodile rimangono combattenti di tutto rispetto, in grado di causare parecchi danni contro gli avversari non corazzati senza nemmeno sforzarsi. Senza dubbio sono tra i Pokémon più pericolosi con cui giocare, ma se siete disposti a correre il rischio, state certi che le loro abilità  non vi deluderanno. Tenetelo lontano da nuovi allenatori: spesso i Totodile vogliono fare nuove amicizie, ma è raro che vada a finire bene, viste le condizioni in cui viene ridotto il braccio del nuovo conoscente!

Croconaw

200px-Artwork159.png

Spoiler

Croconaw (noto come Pokémon Mascellone) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Acqua che vive nei corpi d'acqua dolce della regione di Johto. Anche se non sono in grado di usare forti attacchi speciali, i Croconaw sono esseri potenti in grado di dilaniare qualsiasi cosa vogliano, anche se devono mettere la loro vita a rischio. Sebbene il loro corpo non disponga di forti muscoli, quelli che hanno nelle mascelle sono così potenti da frantumare ossa e certe armature senza il benché minimo problema!

Essendo dei coccodrilli, i Totodile impiegano più tempo ad evolversi rispetto agli altri starter (caratteristica condivisa con Turtwig), tuttavia la loro forza fisica aumenta incredibilmente, diventando molto più pericolosi. I Croconaw, sebbene siano bassi, hanno un corpo meglio progettato per mordere rispetto ai Totodile, di conseguenza possono lacerare la carne e causare ferite gravi con poca fatica. Ora possono facilmente scuotere la preda e dilaniare creature più piccole o delle loro stesse dimensioni; tuttavia sono ancora abbastanza piccoli ed eccetto la forza mascellare, il resto del corpo ha muscoli abbastanza deboli, in compenso un Croconaw appena evoluto ha una forza mascellare che corrisponde al 75% circa di un Feraligatr, come se non bastasse le loro zanne sono leggermente ricurve all'interno, in modo da rendere impossibile la fuga da parte delle prede. Nel caso perdano dei denti, essi si rigenerano in modo ben più rapido di quelli della famiglia evolutiva dei Sandile, tanto che il tempo di rigenerazione è paragonabile a quello degli Sharpedo, visto che nel giro di una settimana avranno già  sostituito qualsiasi dente danneggiato o perduto. Questi Pokémon hanno un totale di 48 denti, i quali non sono completamente incastrati nella mandibola, similmente agli altri coccodrilli, ciò permette loro di massimizzare i danni, anche quando tengono la preda intrappolata fra le fauci.

A differenza dei ben più amichevoli Totodile, i Croconaw sono aggressivi in natura e questo comportamento raramente svanisce con l'allenamento; ciò sembra sia dovuto al testosterone che hanno nel sangue che li rende sempre aggressivi e facilmente irritabili (cosa che accade addirittura con le femmine), per questo spesso tendono ad attaccare senza motivo anche avversari più grandi e forti, sebbene siano consapevoli che non possano vincere, questo è il motivo principale per cui la specie è ormai quasi estinta in natura. E' possibile che questo comportamento sia dovuto per permettere alla specie di cacciare in modo più efficiente e sopravvivere, ma con l'arrivo di predatori più moderni come i Gyarados o i Poliwrath, questa tattica non è più molto convenzionale. Fatto sta che questi Pokémon sono davvero difficili da allenare, specialmente per gli allenatori alle prime armi, visto che possono causare ingenti danni. Nel caso in cui un allenatore non riesca a stabilire un legame forte con il proprio Croconaw prima dell'evoluzione, è caldamente consigliata la sua liberazione o lo scambio con un allenatore più esperto, e visto che ora si evolvono più rapidamente rispetto a prima, allenare questi coccodrilli spesso significa non commettere alcun errore.

Di certo non sono tra i Pokémon più controllabili per molti allenatori, ma i Croconaw sono combattenti eccezionali in grado di lasciare il segno anche agli avversari più resistenti. Potrebbe essere frustrante il fatto che non siano in grado di apprendere attacchi speciali decenti, ma avendo a disposizione gli attacchi Morso e Gelodenti così forti da poter mettere in difficoltà  addirittura i Pokémon Roccia, allora aspettate di vederli sfoderare Sgranocchio una volta evoluti, a quel punto sì che le loro capacità  offensive avranno raggiunto l'apice!

Feraligatr

200px-Artwork160.png

Spoiler

Feraligatr (noto come Pokémon Mascellone) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Acqua che vive nei corpi d'acqua dolce della regione di Johto. Enormi per gli standard dei rettili e assolutamente letali per chiunque non indossi un'armatura molto spessa, i Feraligatr sono creature mostruose ed intimidatorie, ma anche così non rivelano quanto siano realmente pericolosi. Anche se sono incapaci di usare attacchi speciali in modo efficiente come gli altri starter Acqua completamente evoluti, se l'avversario non sta attento e non è protetto, state certi che lo scontro contro questi bruti finirà  almeno con un po' di sangue!

Sebbene i Totodile ci mettano del tempo per evolversi in Croconaw, i Croconaw raggiungono lo stadio adulto prima di qualsiasi altro starter conosciuto. Nonostante il poco tempo che impiegano, infatti, Croconaw diventa più del doppio più grosso, mentre il peso quasi si triplica; questa è la caratteristica principale che distingue la famiglia evolutiva di Totodile da quella dei Sandile. Altra cosa interessante è che con l'evoluzione i Feraligatr si adattano perfettamente alla vita terrestre, tanto da poter alterare i movimenti a due zampe a quelli a quattro, tuttavia non possono muoversi molto rapidamente da bipedi, visto che hanno delle difficoltà  a mantenere in equilibrio il loro corpo fuori dall'acqua, il che pone il dubbio sul perché abbiano sviluppato tale adattamento. La risposta è più evidente di quanto si possa credere: prediligono le prede terrestri ai pesci o altri organismi acquatici; il motivo di questa preferenza non è del tutto chiaro, ma è facile vederli fuori dall'acqua in cerca di carne con cui ingozzarsi per poi non mangiare per molto tempo e tornare in acqua, ma ciò non significa che le prede terrestri siano più facili da prendere. Anche se a terra sono lenti, sono comunque abbastanza agili da catturare vari tipi di Pokémon, tra cui grossi roditori come i Raichu, ciò è dovuto ad uno sviluppo della massa muscolare su tutto il corpo grazie all'evoluzione.

Ciò che rende i Feraligatr terribilmente pericolosi è la loro forza mascellare sorprendente, infatti come ogni altro coccodrillo esse non sono progettate solo per mangiare, ma anche per dilaniare e fare a pezzi la preda scuotendo la testa, tuttavia, siccome possono camminare su due zampe, quando hanno la preda in bocca possono agitare tutto il corpo, riuscendo addirittura a fare a pezzi uno Snorlax (è solo un esempio, è fisicamente impossibile che un Feraligatr possa catturare uno Snorlax). Come se non bastasse, ora per combattere possono contare anche sugli artigli e i loro denti, se perduti o danneggiati, ricrescono nel giro di una sola nottata, quindi se non si dispone di una potente armatura contro questi rettili, siete spacciati, anche se forse neanche queste bastano, dato che molti tipi di armature vengono fatte a pezzi e perforate dalle loro zanne. Tutto ciò li rende davvero difficili da usare in battaglia senza causare disastri, anche perché è quasi impossibile per loro regolare la forza del morso e usarlo spesso può causare danni fatali. Di conseguenza, qualsiasi allenatore che possieda un Feraligatr deve ricordarsi che un loro morso porterà  sempre e comunque ad uno spargimento di sangue, che esso sia intenzionale o meno; la cosa si complica anche per il fatto che i Feraligatr quando combattono usano tutta la loro forza indipendentemente dall'avversario, il che significa che qualsiasi scontro a loro favore si trasforma in uno spettacolo cruento. E' necessario allenarli duramente anche per cercare di diminuire la forza dei loro morsi, ma anche in questo caso è consigliabile usarli solo ed esclusivamente contro avversari di potenza uguale o superiore.

Sebbene non siano adattabili come altri Pokémon Acqua, i Feraligatr restano bestie dalla potenza devastante in grado di causare danni ingenti a qualsiasi avversario non protetto adeguatamente. C'è da dire però che le loro abilità  si discostano parecchio rispetto agli altri Pokémon Acqua. Se siete alla ricerca di un Pokèmon amichevole ed obbediente... cercatevene un altro, perché questi rettili in battaglia non faranno altro che cercare il rosso del sangue del loro avversario!

Chinchou

200px-Artwork170.png

Spoiler

Chinchou (noto come Pokémon Pescatore) è un Pokémom relativamente comune di tipo Acqua/Elettro che vive negli oceani di tutto il mondo. Anche se non sono forti abbastanza da poter tener testa alla maggior parte degli avversari, i Chinchou sono comunque esseri affascinanti che si sono adattati alla perfezione alla vita nelle profondità  marine. Purtroppo non possono apprendere forti attacchi finché non si avvicinano all'evoluzione, ma allenandoli bene una volta evoluti ne sarete pienamente soddisfatti: non è facile vedere un pesce in grado di fulminare tutti gli altri pesci!

Nonostante l'aspetto carino e il carattere affettuoso, i Chinchou e i Lanturn sono delle rane pescatrici e come tali hanno loro caratteristiche, infatti possono sopravvivere nelle profondità  del mare grazie a due elementi: la forma compatta del corpo (che permette loro di sopportare le grandi pressioni e di mantenere il calore corporeo) e gli organi bioluminescenti, che producono luce ed energia elettrica a causa di un effetto dovuto all'interazione tra i batteri e gli enzimi contenuti in questi organi. Si ritiene che i loro organi bioluminescenti in passato fossero una pinna dorsale, ma ora hanno scopi più utili, per prima cosa essi servono per illuminare le scure profondità  del mare in cui abitano, inoltre tra i vari utilizzi questi luci vengono usate dai Chinchou e Lanturn per comunicare con i loro simili, essi infatti lampeggiano, come fosse un codice Morse, risultando essere un metodo di comunicazione molto efficiente siccome quasi nessun'altra creatura ha un tale controllo della propria bioluminescenza. Ultima cosa è la capacità  di produrre energia elettrica dai loro organi, motivo per cui sono gli unici pesci classificati come Acqua/Elettro, questa elettricità  consente loro di friggere con molta facilità  i pesci nelle vicinanze, anche se i Chinchou non possono usare questa capacità  finché non sono vicini all'evoluzione.

Mentre i Lanturn hanno gli organi di luce disposti in un'unica appendice, i Chinchou ne possiedono due, una per ogni organo, questo perché non riescono a controllare bene i loro attacchi se le cariche positive e negative dovessero mescolarsi, quindi ogni esemplare di Chinchou usa solo cariche positive o cariche negative e ogni scarica elettrica viene eseguita esternamente, ecco perché non apprendono attacchi Elettro finché non si avvicinano all'evoluzione e l'unico che possono apprendere prima di quel momento è Scintilla, che purtroppo non è una mossa molto potente, di conseguenza non possono sfruttare completamente le loro abilità  naturali; fortunatamente questo non è un problema per loro, infatti i Chinchou non attaccano la preda, bensì la stordiscono usando la mossa Tuononda che apprendono abbastanza rapidamente durante la loro vita. Alcuni scienziati sostengono che i Chinchou usano solo cariche positive o negative perché si basano sulla biologia dell'avversario o della preda, in questo modo possono infliggere loro più danni senza danneggiare se stessi, anche se non sappiamo se è vero; in natura non dovrebbe essere un vero problema, ma per gli allenatori invece sì, in quanto dovrebbero stare attenti ad avversari di tipo TerraErba e Roccia, siccome possono resistere completamente o in parte agli attacchi Elettro.

Anche se non sono in grado di infliggere gravi danni, i Chinchou sono creature affascinanti che possono essere dei grandi compagni, specie per gli allenatori più giovani che vogliono provare il tipo Acqua ed Elettro. Anche se è necessario attendere del tempo per sfruttare le loro abilità  al meglio, con un minimo di pazienza saranno dei compagni utilissimi. Si consiglia di non mettere il proprio Chinchou in un acquario con altri pesci: anche se non dovesse mangiarli, la prossima volta che andrete a vederli vi ritroverete davanti un albero di Natale!

Lanturn

171 Lanturn

Spoiler

Lanturn (noto come Pokémon Luce) è un Pokémon relativamente raro di tipo Acqua/Elettro che vive negli oceani di tutto il mondo. Anche se non possiedono la resistenza, la potenza o la velocità  di altri Pokémon Elettro, i Lanturn rimangono creature tenaci che possono accecare o confondere il nemico grazie alla loro appendice luminosa e alle mosse Elettro. Sebbene non possono sopportare danni a lungo termine, possono tranquillamente resistere anche agli attacchi più potenti, quindi questa creatura abissale è senza dubbio il pesce giusto per voi!

Nonostante l'aspetto carino e il carattere affettuoso, i Chinchou e i Lanturn sono delle rane pescatrici e come tali hanno loro caratteristiche, infatti possono sopravvivere nelle profondità  del mare grazie a due elementi: la forma compatta del corpo (che permette loro di sopportare le grandi pressioni e di mantenere il calore corporeo) e gli organi bioluminescenti, che producono luce ed energia elettrica a causa di un effetto dovuto all'interazione tra i batteri e gli enzimi contenuti in questi organi. Si ritiene che i loro organi bioluminescenti in passato fossero una pinna dorsale, ma ora hanno scopi più utili, per prima cosa essi servono per illuminare le scure profondità  del mare in cui abitano, inoltre tra i vari utilizzi questi luci vengono usate dai Chinchou e Lanturn per comunicare con i loro simili, essi infatti lampeggiano, come fosse un codice Morse, risultando essere un metodo di comunicazione molto efficiente siccome quasi nessun'altra creatura ha un tale controllo della propria bioluminescenza. Ultima cosa è la capacità  di produrre energia elettrica dai loro organi, motivo per cui sono gli unici pesci classificati come Acqua/Elettro, questa elettricità  consente loro di friggere con molta facilità  i pesci nelle vicinanze, anche se i Chinchou non possono usare questa capacità  finché non sono vicini all'evoluzione.

A differenza dei Chinchou, i Lanturn hanno entrambi gli organi luminosi in un unica appendice, ciò li aiuta a generare una grande quantità  di energia elettrica e luminosa con cui creano dei complessi schermi luminescenti ed abbaglianti sott'acqua (consentendo loro di usare la mossa Elettromistero, mossa che i Chinchou non possono apprendere). I Lanturn possono usare potenti mosse Elettro come Scarica, questo senza dover rilasciare una grande quantità  di elettricità , ma possono comunque colpire nemici fuori e dentro l'acqua senza colpire accidentalmente creature nelle vicinanze (anche se può succedere, dipende dalla quantità  di elettricità  usata). Con l'evoluzione i Lanturn non hanno più bisogno di usare gli attacchi Elettro per poter cacciare, ormai la loro luce è così intensa da poter essere vista da un chilometro di distanza sott'acqua, può essere vista fuori dall'acqua anche ad una distanza di tre miglia; quando la preda si è avvicinata attirata dalla luce, i Lanturn la ingoiano intera per poi digerirla con estrema rapidità  (ciò sembra spiegare perché apprendono le mosse AccumuloSfoghenergia e Introenergia appena evoluti). Grazie alle loro abilità  luminose, i Lanturn hanno ottenuto il soprannomi di "Stelle degli Abissi", un nome più che meritato viste anche le loro abilità  elettriche.

Anche se nei combattimenti difensivi non sarà  la migliore scelta, i Lanturn restano comunque creature resistenti che possono risultare più che una minaccia per la maggior parte dei pesci nelle vicinanze, agrazie alle sue abilità  Elettro. Essendo il Pokémon Elettro con maggior vitalità  e potendo usare la mossa Scarica con una potenza tale da sconfiggere la maggioranza dei tipo Acqua che siano così stolti da avvicinarsi a loro, possiamo dire che quasi ogni allenatore sarebbe lieto di avere uno di questi Pokémon al loro fianco, nonostante i loro limiti di ambiente. Ovviamente nel caso in cui dovesse affrontare dei Pokémon di tipo Acqua/Terra le cose potrebbero farsi complicate, ma eccetto questi casi difficilmente gli avversari resisteranno all'elettricità  che lasciano fluire nell'acqua!

Marill

200px-Artwork183.png

Spoiler

Marill (noto come Pokémon Acquatopo) è un Pokémon relativamente comune di tipo Acqua/Folletto che vive negli stagni d'acqua dolce e ruscelli delle regioni di JohtoHoennSinnohUnimaKalos e nel Settipelago. Anche se non sono molto interessanti come altri Pokémon Acqua, i Marill sono compagni fedeli per gli allenatori di qualsiasi età , siano essi bambini o adulti. Non saranno combattenti eccezionali, ma non vi deluderanno mai contro Pokémon Roccia o Terra!

Come quasi ogni roditore, anche i Marill si nutrono di bacche, ma prediligono mangiare le alghe che trovano nei fondali degli stagni, questo probabilmente è dovuto al fatto che sono gli unici roditori di tipo Acqua assieme agli Azumarill e i Bibarel. Sebbene i Marill non siano grandi nuotatori, non rischiano mai di morire annegati grazie alla loro coda galleggiante, infatti la loro coda è ricoperta da una sostanza oleosa molto più leggera dell'acqua, quindi la possono usare come fosse una sorta di boa, di conseguenza è assolutamente impossibile che muoiano annegati senza l'intervento di qualcuno. Purtroppo, anche se possono sopravvivere nell'acqua, hanno problemi con le correnti forti, in questo caso l'unica soluzione è aggrappare la coda a qualcosa come un ramo per ancorarsi; la parte più sottile della coda è molto elastica, quindi anche in questo caso non hanno molti problemi neanche in questi casi. Un altro tratto interessante di questa specie è come si proteggono dal caldo e dal freddo, infatti la loro pelliccia è idrorepellente, ciò consente loro di poter nuotare rapidamente. Risultano essere Pokémon molto socievoli, sia con gli umani che con molti altri Pokémon, potendo essere allenati con estrema facilità , l'unico problema è la loro scarsa forza fisica.

La famiglia evolutiva degli Azurill ha un tratto in comune con MegaMawile, infatti esistono alcuni esemplari che possiedono un'energia anomala che potenzia le loro capacità  offensive, senza alcun motivo anatomico. Gli esemplari più comuni non presentano questo tratto, sembra invece che in quelli che presentano tratto, il cervello possa aumentare l'attività  muscolare di tutto il corpo e le reazioni degli organi, in modo da incrementare le loro prestazioni; questi esemplari sono classificati con l'abilità  Macroforza. Questa abilità  è molto simile a Forzapura, un'abilità  che normalmente ha la famiglia evolutiva dei Meditite, ma a differenza di quest'ultima, se un Pokémon la replica con la mossa Baratto o Giocodiruolo oppure tramite l'abilità  Traccia, la capacità  fisica viene incrementata solo del 50%, ciò è dovuto all'attività  del tutto unica del cervello che non può essere replicata in nessun modo. Ci sono molti studi che cercano di capire da cosa sia causata questa anomalia cerebrale e del perché non è possibile replicarla.

Sebbene non possiedano molte capacità  offensive, i Marill sono roditori molto interessanti, specie se usati da allenatori capaci. Non hanno molte mosse a disposizione, ma affrontare Marill ben allenati potrebbe risultare molto rischioso, in particolare se non avete Pokémon resistenti fisicamente. Se volete specializzarvi sul tipo Acqua, questi Pokémon fanno al caso vostro, inoltre se non sapete nuotare o avete paura delle correnti forti, portate sempre con voi un Marill!

Azumarill

200px-Artwork184.png

Spoiler

Azumarill (noto come Pokémon Acquaniglio) è un Pokémon relativamente non molto comune di tipo Acqua/Folletto che vive negli stagni d'acqua dolce e ruscelli delle regioni di JohtoHoennSinnohUnimaKalos e del Settipelago. Nonostante la loro mancanza di forza fisica, gli Azumarill sono creature interessanti che si distinguono dagli altri conigli per la loro abilità  nel combattimento e per il loro habitat acquatico. Anche se in battaglia sono rari da vedere, sono Pokémon molto usati dai bagnini, specie nella loro regione natìa; quale miglior bagnino di un Pokémon in grado di rilasciare aria sott'acqua?!

Per poter sfuggire ai predatori e trovare più facilmente cibo, i Marill sviluppano un'anatomia molto più simile ai conigli, grazie alle orecchie decisamente più lunghe infatti possono percepire i suoni con grande facilità : possono persino identificare oggetti e abitanti di stagni e ruscelli semplicemente ascoltando le vibrazioni dell'acqua, ma per poterlo fare devono stare completamente immobili, ciò li lascia scoperti agli attacchi di potenziali nemici. Le orecchie degli Azumarill risultano essere estremamente sensibili alle pressioni, di conseguenza prima di immergersi devono tapparsi le orecchie per evitare danni permanenti. Sott'acqua seppur non possono usare le orecchie per percepire l'ambiente circostante, possono contare sulla propria pelliccia idrorepellente che consente loro di nuotare più rapidamente. Caratteristica del tutto unica, infatti possono rilasciare grandi quantità  d'aria sott'acqua, questo è dovuto ai loro grandi polmoni in grado di immagazzinare un'enorme quantità  d'aria, in questo modo possono rilasciarne abbastanza per rimanerci per un massimo di 25 minuti ad ogni immersione; quest'aria inoltre può generare una grande quantità  di schiuma, ciò consente loro di salvare anche eventuali compagni prossimi all'annegamento, possibilità  remota nel caso dei Marill considerando la sostanza oleosa della loro coda, ma visto che gli Azumarill non fanno quasi più uso di tale sostanza, è un'abilità  che può risultare utile. Questa abilità  li ha resi molto popolari tra i bagnini, portandoli ad essere nella top ten dei migliori Pokémon di salvataggio nel mondo.

La famiglia evolutiva degli Azurill ha un tratto in comune con MegaMawile, infatti esistono alcuni esemplari che possiedono un'energia anomala che potenzia le loro capacità  offensive, senza alcun motivo anatomico. Gli esemplari più comuni non presentano questo tratto, sembra invece che in quelli che presentano tratto, il cervello possa aumentare l'attività  muscolare di tutto il corpo e le reazioni degli organi, in modo da incrementare le loro prestazioni; questi esemplari sono classificati con l'abilità  Macroforza. Questa abilità  è molto simile a Forzapura, un'abilità  che normalmente ha la famiglia evolutiva dei Meditite, ma a differenza di quest'ultima, se un Pokémon la replica con la mossa Baratto o Giocodiruolo oppure tramite l'abilità  Traccia, la capacità  fisica viene incrementata solo del 50%, ciò è dovuto all'attività  del tutto unica del cervello che non può essere replicata in nessun modo. Ci sono molti studi che cercano di capire da cosa sia causata questa anomalia cerebrale e del perché non è possibile replicarla.

Anche se non sono proprio adatti alla battaglia, gli Azumarill sono comunque creature molto utili, non solo come bagnini, ma anche in altri campi dove molte creature falliscono. Con le potenzialità  di diventare un forte combattente e di prevedere gli avversari in acqua, non c'è da stupirsi se sono popolari tra bagnini, Sub e allenatori specializzati nel tipo Acqua. E' consigliabile tenerli lontani dai bambini piccoli: anche se sono Pokémon molto docili, se mai qualcuno dovesse tirare una delle loro sensibili orecchie, si difenderanno senza esitare!

Politoed

200px-Artwork186.png

Spoiler

Politoed (noto come Pokémon Rana) è un Pokémon raro di tipo Acqua che vive nei corpi d'acqua dolce delle regioni di Johto, Sinnoh, Unima, Kalos, Alola e del Settipelago, anche se raramente è stato visto nella regione di Kanto. Anche se passati spesso in secondo piano a causa dei Poliwrath, i Politoed restano potenti rane in grado di sconfiggere gli avversari tramite la loro impressionante voce e gli incredibili balzi. Nonostante l'aspetto carino, queste rane non vanno sottovalutate in lotta: potrebbero non apprendere molte mosse Acqua, ma le vostre orecchie ne risentiranno comunque ad un loro attacco Granvoce!

Erroneamente spesso i Poliwhirl sono considerati lo stadio adulto di questa famiglia evolutiva, ciò è dovuto al fatto che quasi tutti gli esemplari in natura spesso neanche raggiungono il loro vero stadio adulto, tuttavia possono svilupparsi per diventare delle vere e proprie rane se sottoposti a determinate sostanze chimiche presenti nella Roccia di Re; quando sottoposti a questi oggetti, ci vogliono degli anni prima che il loro DNA inizi a mutare (processo che può essere enormemente accelerato se nel mentre sono esposti a determinate radiazioni, come quelle presenti nelle macchine di scambio). Questo processo avviene solo con i Poliwhirl, perché i geni dei Poliwrath ormai non subiscono più alcuna mutazione, ma questa evoluzione li rende più lenti (come con l'evoluzione in Poliwrath); in compenso ottengono un attacco speciale e una resistenza ad essi che li aiuta molto contro avversari avvantaggiati, come quelli Elettro o Erba.

Come molte rane, i Politoed sono esseri semplici, che amano trascorrere le giornate in modo tranquillo e mangiando i piccoli insetti che svolazzano intorno a loro grazie alla loro lingua elastica, tuttavia, l'arma che distingue i Politoed è la loro voce con la quale possono usare la devastante tecnica Granvoce o addirittura la temuta mossa Ultimocanto. Come se non bastasse possiedono anche abilità  di salto impressionanti, con cui possono eseguire altri attacchi come Rimbalzo. Quando più Politoed s'incontrano essi iniziano a gracchiare profondamente insieme, a quel punto il loro verso sembrerà  più un muggito e se si sta troppo vicini alcuni piccoli Pokémon possono addirittura rimanere con i timpani spaccati, ma ciò che c'è dietro a questo gracchiare è davvero interessante, infatti un Politoed con un solo verso riesce a richiamare un gran numero di Poliwag e Poliwhirl, i Poliwrath invece non ne vengono influenzati e trovano questi rumori fastidiosi a causa del cambiamento della loro personalità . Nonostante queste capacità  di richiamo, è davvero difficile che i Politoed permettano ad altre specie di invadere il loro territorio, anche se si trattassero di altre rane o girini. Il motivo che hanno sulla pancia è molto simile a quello che possiedono gli altri membri della loro catena evolutiva, ma si distacca molto perché in realtà  non è il loro intestino, bensì solo una diversa pigmentazione della pelle, che tuttavia può essere comunque usata per eseguire la mossa Ipnosi, la quale viene combinata con la loro voce per aumentarne l'efficacia, curiosamente però il senso della spirale dipende da dove vivono, gli esemplari dell'emisfero settentrionale hanno la spirale in senso antiorario, mentre quelle dell'emisfero meridionale nel senso orario, il perché di ciò è tutt'ora un mistero. Il ciuffo che hanno sulla testa ha una notevole importanza tra i loro simili, visto che gli esemplari con il ciuffo più lungo e più arricciato sono quelli più anziani e rispettati del branco (oltre ad essere quelli in grado di usare in modo migliore la mossa Bullo).

A prima vista potrebbero non sembrare ottimi combattenti, in realtà  però sono ottimi compagni per qualsiasi allenatore, specie per gli amanti del divertimento e per i più ottimisti. Spesso è necessario attendere per farli evolvere, in modo che apprendano delle mosse interessanti, ma viste le capacità  dei Politoed, quest'attesa ne vale la pena. Se preferite non combattere e piuttosto amate la musica, allora prendete in considerazione la possibilità  di procurarvene uno: potrebbero non avere la voce dolce di un Jigglypuff, ma le loro abilità  canore sono tali da far apparire un coro di esperti come un branco di bambini che piangono!

Wooper

200px-Artwork194.png

Spoiler

Wooper (noto come Pokémon Acquapesce) è un Pokémon comune di tipo Acqua/Terra che vive nei corpi d'acqua fredda delle regioni di Johto, Sinnoh, Kalos, Auros e nel Settipelago, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Kanto ed Unima. Giocosi e spensierati, gli Wooper sono creature semplici che prediligono passare le giornate tranquilli senza doversi preoccupare di niente e di nessuno. Potrebbero anche avere poca potenzialità  combattiva, ma nella maggioranza dei casi è meglio non toccarli se si vuole evitare un senso di forte dolore!

In tempi antichi si credeva che la famiglia evolutiva degli Wooper fosse composta da pesci, questa credenza errata è il motivo del loro soprannome come "Pokémon Acquapesce", ma in realtà  essa è formata da salamandre, sebbene abbiano delle caratteristiche in comune con gli Axolotl. Il corpo degli Wooper è molto sensibile alla temperatura, infatti non possono sopravvivere in acque calde o in quelle salate, tanto che se stanno in acque che superano i 25° C per alcune ore possono morire, ecco perché è impossibile vederli in ambienti oceanici, ma sono comuni in laghi e stagni d'acqua fredda, il che li aiuta anche a sfuggire dai pochi predatori terrestri che hanno. Questi Pokémon si nutrono principalmente di alghe che incontrano nei fondali del loro habitat, luogo dove dormono durante la notte, sempre per essere fuori dalla portata dei predatori, visto che in questo stadio sono molto deboli singolarmente, tuttavia a causa di questa abitudine di dormire nei fondali fangosi, hanno appreso a sfruttare il fango in battaglia, motivo per cui sono classificati in parte come Pokémon Terra (anche perché lo strato di fango che ricopre il loro corpo li rende immuni all'elettricità).

Cosa davvero interessante è che gli Wooper possono camminare sulla terra sebbene le loro zampe siano sprovviste di membrane e visto che solitamente nel loro habitat il cibo scarseggia, spesso si ritrovano costretti ad uscire dall'acqua per procurarsene, ma lo fanno solo durante la notte, quando la temperatura è abbastanza fredda per loro, a quel punto cercano piccoli insetti con cui nutrirsi. Per potersi proteggere quando sono a caccia, tendono a ricoprirsi di uno strato di liquido tossico che risulta dannoso al tatto (molto utile per scoraggiare i predatori terrestri): toccarli mentre sono rivestiti di questa sostanza significa sentire un dolore pari alla puntura di una medusa, ma il dolore è solo per pochi secondi ed è impossibile che possa uccidere qualcuno, però si tratta anche della loro unica arma di difesa. Dopo una o due ore al massimo sulla terra, gli Wooper tornano in acqua per dormire il resto della notte.

Sebbene abbiano una vita molto semplice e poco interessante, gli Wooper sono comunque esseri adorabili che possono stringere amicizia sia con persone che con Pokémon. Molto giocosi e socievoli, per questo sono ottimi anche come Pokémon domestici, seppure tenerli sempre fuori dall'acqua non sia una grande idea. Se avete bambini piccoli, assicuratevi che non siano ricoperti del liquido tossico prima di abbracciarli: il bruciore che ne deriva potrebbe traumatizzarli e sarebbe un peccato, visto la natura amichevole di questa specie!

Quagsire

200px-Artwork195.png

Spoiler

Quagisre (noto come Pokémon Acquapesce) è un Pokémon relativamente non molto comune di tipo Acqua/Terra che vive nei corpi d'acqua fredda delle regioni di Johto, Sinnoh, Kalos, Auros e del Settipelago, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Kanto ed Unima. Spesso derisi per il loro volto da sciocco, i Quagsire sono comunque creature molto semplici, sebbene facciano poco durante la loro vita e fruttano poco il loro potenziale combattivo. Se non se ne vedono molti nei tornei professionali, non pensate che sia perché sono inutili, visto che in realtà  hanno abilità  di tutto rispetto, ma il loro carattere così dolce spesso li porta ad evitare i conflitti!

Proprio come gli Wooper, i Quagsire non possono sopravvivere a lungo nelle acque la cui temperatura supera i 25° C, tuttavia il loro corpo spesso viene ricoperto da una sostanza leggermente tossica per rimanere idratati anche se stanno molto tempo fuori dall'acqua. Uno dei tratti che più distinguono gli Wooper dai Quagsire, sta nel loro stile di caccia: mentre gli Wooper sono cacciatori attivi e escono dall'acqua per cercare del cibo, i Quagsire, in realtà , non si mettono nemmeno a cercare da mangiare, semplicemente galleggiano con la bocca aperta aspettando che qualcosa finisca loro in bocca. Questo comportamento ha sconcertato per anni i ricercatori di tutto il mondo, visto che è l'unico caso in cui a cacciare è lo stadio più debole, ma grazie a questo metodo sprecano pochissima energia, che usano solo durante la riproduzione. In circostanze normali, questo stile di caccia sarebbe davvero stupido, ma grazie alle acque stagnanti del loro habitat, spesso i Pokémon che ci finiscono dentro neanche se ne accorgono, rendendolo più efficiente di quanto possa sembrare.

Anche se possono apprendere ottimi attacchi, i Quagsire odiano combattere e hanno un carattere più pacato, preferendo fare le cose con calma, ma a differenza di quello che molti credono, non hanno alcun problema neurologico o cerebrale. Questi Pokémon risultano essere molto socievoli con qualsiasi altra specie, anche se ciò potrebbe metterli in pericolo di vita; spesso inoltre questi anfibi vengono investiti dai motoscafi e non si spostano, per quanto ci si possa provare, fortunatamente non solo è quasi impossibile che subiscano dei danni gravi, ma è ancora più difficile che si arrabbino per ciò o anche per altri motivi, sono semplicemente sempre allegri, e il motivo di questo stato d'animo sempre positivo era avvolto nel mistero fino a poco tempo fa; delle ricerche recenti infatti hanno scoperto che il loro cervello rilascia in continuazione l'endorfina in tutto il loro corpo, ecco perché sono sempre così spensierati. Grazie a questo loro carattere, i Quagsire sono tra i pochissimi Pokémon completamente evoluti perfettamente adatti per i bambini, motivo per cui sono compagni di gioco comuni tra gli asili, nonostante apprendano ad usare Terremoto molto presto.

Spensierati e sempre di buon umore, i Quagsire riescono facilmente a far sorridere anche le persone più serie grazie al loro comportamento. Anche se non sembra, questi Pokémon sono davvero unici, visto che qualsiasi altro Pokémon Terra completamente evoluto tende ad essere aggressivo in natura. Non c'è nemmeno da sottovalutare le loro capacità  combattive: solo perché odiano la lotta, non significa che non possano usare il loro Terremoto per sconfiggervi, senza contare che essi non solo sorrideranno sempre e comunque, ma se doveste colpirli con l'elettricità... sarà  totalmente inutile!

 

Modificato da Zarxiel

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme
Inviato (modificato)

Slowking

200px-Artwork199.png

Spoiler

Slowking (noto come Pokémon Reale) è un Pokémon raro di tipo Acqua/Psico che vive nei pressi dei laghi, stagni e coste marine di tutto il mondo. Rinomati per la loro grande intelligenza e per le abilità  di combattimento, gli Slowking sono creature incredibili, il cui intelletto supera il limite di quello di qualsiasi Slowpoke mai esistito. Oltre ad essere incredibili combattenti, sono anche compagni fedeli: se giocate con loro e li trattate bene, spesso questi bizzarri cervelloni possono darvi una delle loro perle di saggezza!

Gli Shellder solitamente mordono la coda degli Slowpoke, tuttavia se uno Slowpoke indossa una Roccia di Re ed è stato esposto ad alcuni tipi di radiazioni (come quelli della macchina di scambio), gli Shellder saranno invogliati a mordere la sua testa. La Roccia di Re è un oggetto formato dalla sostanza che gli Slowpoke secernono dalla coda, ma solidificata; quando e come sono stati realizzati è un mistero, ma la loro composizione è del tutto chiara. Sebbene la sostanza sia stata indurita fino a diventare simile alla pietra, rilascia ancora lo stesso odore e mantiene il suo sapore originale, ma in misura minore, quindi quasi nessun organismo ne viene attratto, eccezion fatta per gli Shellder, infatti essi non esiteranno a saltare fuori dall'acqua per mordere questi oggetti; se ciò avviene quando uno Slowpoke che è stato sottoposto a radiazioni di una macchina di scambio ne indossa una, scaturisce un'evoluzione. Siccome questo oggetto è composto dalle stesse sostanze del liquido della coda degli Slowpoke, proprio come l'evoluzione in Slowbro, gli Shellder si deformeranno, tuttavia siccome ingurgitano completamente l'oggetto, la mutazione è leggermente diversa ed ha un impatto enorme sullo Slowpoke: proprio come gli Slowbro, la miscela di bava di Shellder e sangue di Slowpoke crea una tossina che rende più intelligente Slowking, ma poiché la tossina va ad intaccare direttamente il cervello senza che debba passare per i vasi sanguigni, l'effetto è molto più potente riuscendo a curare completamente Slowking dal suo disturbo nervoso, aumentandone quindi le capacità  intellettive di 10 volte; l'evoluzione quindi trasforma lo Slowpoke in un genio all'istante.

Gli Slowking sono noti per avere un intelletto pari a quello di moltissimi scienziati rinomati del nostro tempo, motivo per cui sono eccezionali strateghi in battaglia: per quanto un avversario possa essere potente o minaccioso, gli Slowking riescono sempre a mantenere la calma in modo da studiare e comprendere le strategie nemiche; sembra che sia quasi impossibile tormentarne uno. Tutti i giorni questi Pokémon tendono a riflettere sui misteri del mondo cercando di trovare una risposta ad essi, per questo motivo molti ritengono che l'uso degli Slowking potrebbe risolvere moltissimi problemi politici ed economici, ma l'impossibilità  di comunicare con loro rende questo progetto una mera illusione ora come ora, tuttavia un esemplare su 500 ha sviluppato il linguaggio umano, sembra però che questo non sia dovuto all'intelligenza del Pokémon, ma su delle mutazioni casuali. Visto che ora non hanno più alcun disturbo sul loro sistema nervoso, possono apprendere naturalmente mosse altrimenti impossibili per gli altri membri della loro famiglia evolutiva come: GemmoforzaIntroforzaAsso, Congiura e Bullo, ma perdono la capacità  di usare Amnesia e Pioggiadanza. Anche se lo Shellder attaccato alla testa necessita ancora di nutrirsi degli avanzi, sembra che in quella posizione si sia adattato in modo da nutrirsi anche delle onde cerebrali, inoltre se nel cervello non c'è abbastanza ossigeno, causando quindi anche degli sbadigli, lo Shellder rilascerà  più tossine in modo da risolvere questo problema. Se applicata una determinata forza è possibile rimuovere lo Shellder che tornerà  nella sua forma normale, mentre Slowking tornerà  ad essere un comune Slowpoke perdendo tutta la sua intelligenza.

Anche se a prima vista potrebbero non sembrare pericolosi, gli Slowking sono combattenti molto forti in grado di usare tattiche del tutto diverse da qualsiasi Slowpoke, i loro poteri psichici e la loro incredibile intelligenza consentono loro di sviluppare tattiche di battaglia estremamente complesse. Se avete uno Slowpoke e avete la fortuna di trovare una Roccia di Re, non esitate e fatelo evolvere il più in fretta possibile: anche se non volete usarlo per combattere, magari il vostro Slowking può aiutarvi nei compiti di matematica!

Qwilfish

200px-Artwork211.png

Spoiler

Qwilfish (noto come Pokémon Pallone) è un Pokémon raro di tipo Acqua/Veleno che vive nei corsi d'acqua dolce e nei corpi d'acqua salata delle regioni di Johto, Sinnoh, Unima, Kalos e del Settipelago, anche se raramente è stato visto nella regione di Kanto. Nonostante non abbiano l'offensiva per poter arrecare gravi danni in battaglia, i Qwilfish restano comunque esseri pericolosi in grado di trasformare in un puntaspilli chiunque sia così stolto da avvicinarsi a loro. Certo, non hanno molti modi per attaccare e la loro mobilità  è assai deludente, ma provocarli significa venire avvelenati dalle loro spine tossiche, senza che possiate far nulla!

I Qwilfish sono dei pesci palla, cosa dovuta alla loro forma corporea e alle capacità  naturali. Essi sono mediamente corazzati, infatti hanno una difesa media, ciò è dovuto alla loro pelle elastica ricoperta da delle squame resistenti. Nella maggior parte del tempo hanno una forma tondeggiante e sono simili a dei palloni, eccetto per le spine ce hanno su tutto il corpo, ma se minacciati possono triplicare o addirittura quadruplicare la loro grandezza gonfiandosi per intimidire il nemico, se ciò non dovesse bastare, possono sempre contare sugli aculei velenosi; queste in realtà  non sono altro che delle squame che hanno sviluppato una forma diversa dal normale e che secernono una potente neurotossina in grado di paralizzare la vittima; in certe situazioni, possono usare la pressione dell'acqua ingoiata per espellere le spine e usarle come fossero proiettili ad alta velocità , con cui riescono addirittura a perforare le armature più deboli. Sebbene le spine vengano usate solo per scopi difensivi, possono essere sfruttate anche in battaglia per eseguire le mosse Fielepunte e Velenpuntura, il che li rende davvero pericolosi contro gli avversari più deboli.

Mentre potrebbe non sembrare, i Qwilfish sono davvero svantaggiati in acqua, dato che il loro corpo è perennemente tondo, rendendoli assolutamente inadatti al nuoto, fortunatamente però dispongono di una pinna caudale abbastanza forte da consentire loro di spostarsi, essa infatti è così forte da poter eseguire l'attacco Idrondata. Fatto sta che la forma tondeggiante rende difficile per loro spostarsi o nuotare in modo coordinato. Tramite MN questo problema può essere risolto in parte, se apprendono la mossa Surf, con cui riescono a coordinarsi meglio. In battaglia possono risultare utilissimi per sferrare attacchi a sorpresa, sia contro avversari acquatici che contro quelli terrestri, anche perché questi pesci possono sopravvivere sulla terraferma per almeno un paio di minuti senza dover tornare in acqua.

Certamente non sono tra i Pokémon Acqua o Veleno più potenti, tuttavia i Qwilfish restano esseri interessanti in grado di fornire agli allenatori un mix di mosse offensive e difensive che altri Pokémon Acqua possono solo sognarsi. Riuscire ad allenarli con le loro scarse capacità  di nuoto potrebbe essere difficile, ma con l'impegno e l'allenamento vedrete che si riveleranno combattenti formidabili. Quando vi trovate in acqua, state attenti a non avvicinarvi molto a loro: anche se le vostre intenzioni sono amichevoli... potreste addirittura finire al pronto soccorso!

Corsola

200px-Artwork222.png

Spoiler

Corsola (noto come Pokémon Corallo) è un Pokémon relativamente raro di tipo Acqua/Roccia che vive negli oceani tropicali e altri mari di tutto il mondo (specialmente nei pressi delle regioni di Johto e Kalos). Sebbene abbiano poco potenziale sia offensivamente che difensivamente,i Corsola restano comunque esseri interessanti che dimostrano quanto possa essere forte un legame simbiotico indipendentemente dalla differenza tra le creature. Solo perché sono poco usati dagli allenatori, non significa che ucciderli per venderne i rami sia una cosa legale!

I Corsola in realtà  sarebbero due organismi distinti che vivono in simbiosi, questi sono il Corsola in sé, che altro non è che un pesce dalle squame simili a roccia, e il corallo che vive sul loro dorso; questo legame simbiotico risulta essere assolutamente unico nel suo genere in natura, in quanto non si è mai visto nessun organismo simile. Il corallo che questi Pokémon possiedono sono radicati fino al loro sistema digestivo, permettendo al corallo di filtrare le sostanze nutritive per sfamare anche il Corsola, sebbene questo possa mangiare anche come gli altri pesci; in cambio loro proteggono il proprio corallo con la vita, purtroppo può accadere che le correnti forti stacchino molti ramoscelli del corallo causando la morte del Corsola, se tuttavia la perdita non è grave, il corallo può ricrescere nel giro di un giorno senza causare problemi al Pokémon. I loro ramoscelli, se ben puliti ed esposti alla luce solare, emanano una luce di sette colori, per questo per anni furono cacciati per venderne il corallo, ma recentemente è stata fatta una legge che vieta la vendita e la caccia ai Corsola, per salvarli dall'estinzione dovuta ai bracconieri.

I Corsola sono estremamente sensibili al veleno nell'acqua, questo perché dato che il corallo filtra l'acqua per portare nutrimento a sé e al Pokémon, la presenza di tossine o metalli pesanti causano non solo problemi all'essere, ma anche lo scolorimento e infine lo sgretolamento del corallo, portando alla morte questa specie già  a rischio. Per evitare tali problemi, i Corsola tendono a vivere negli oceani tropicali dov'è possibile vederne intere colonie, ciò tuttavia ne limita lo spazio, sebbene molti di loro non abbiano bisogno di muoversi e spesso rimangano fermi tutta la vita, tanto che esistono alcune città  costruite sopra a queste colonie; differentemente da ciò che si possa pensare, questa pratica non danneggia i Pokémon, ma al contrario, li protegge da eventuali attacchi dall'alto, un punto in cui non possono difendersi, quindi queste costruzioni umane hanno aiutato la sopravvivenza della specie. I Corsola che hanno sviluppato i rami più lunghi offrono riparo per i pesci più piccoli, ma a lungo andare tali rami possono dare fastidio, solo in questi casi la rimozione dei rami ne è consentita ed è una merce comune fra le città  portuali.

Nonostante non possano fare molto in battaglia se non curare loro stessi ed altri, i Corsola restano esseri affascinanti che hanno permesso la costruzione di alcune città  e di aiutarne l'economia. Se siete allenatori che apprezzano il corallo e avete sempre voluto avere un Pokémon che lo rappresentasse, allora i Corsola fanno al caso vostro. State attenti ai prodotti che vengono usati nelle piscine prima di lasciarvi il vostro Corsola: non vorrete di certo vedere il vostro Pokémon rosa brillante perdere il suo colore e ammalarsi!

Remoraid

200px-Artwork223.png

Spoiler

Remoraid (noto come Pokémon Jet) è un Pokémon relativamente comune di tipo Acqua che vive nei corsi d'acqua dolce, nei fiumi e in alcuni corpi d'acqua salata delle regioni di Johto, SinnohUnima, Kalos, Alola e del Settipelago. Anche se piccoli e vulnerabili agli attacchi, i Remoraid sono esseri molto interessanti che dimostrano quanto le apparenze possano ingannare. Sebbene non riescano ad avere ottime potenzialità  in lotta, questo non è un problema, visto che hanno una versatilità  e capacità  tali da poter colpire nemici che dovrebbero essere fuori dalla loro portata!

Similmente agli Horsea, i Remoraid cacciano piccoli insetti che volano vicino al loro habitat sparando loro addosso, l'unica differenza è che essi usano l'acqua, mentre gli Horsea usano l'inchiostro. Questi Pokémon possono ingurgitare grandi quantità  d'acqua che viene poi espulsa dalla bocca ad una pressione e velocità  altissime grazie ai muscoli addominali, la potenza è tale che riescono a colpire anche bersagli distanti 100 metri, senza contare che hanno una mira strabiliante; quest'abilità  può anche essere usata al contrario, per darsi propulsione in modo da sfuggire ai predatori. Nonostante il loro habitat e la loro anatomia, i Remoraid possono apprendere in natura molte mosse apparentemente inspiegabili; tale anomalia sembra sia dovuta ad una mutazione genetica, per questo possono conoscere attacchi quali Psicoraggio e Raggioaurora. Anche se hanno molte capacità  interessanti, la loro pelle è molto sottile e quindi vengono facilmente messi fuori combattimento prima di avere l'occasione di reagire, ecco perché sono presi così poco in considerazione rispetto ad altri Pokémon Acqua puri.

Un errore estremamente comune è quello di credere che i Remoraid siano dei pesci, ma la verità  è tutt'altra: in realtà  essi sono larve di polpo che si limitano ad imitare i pesci; certo guardandoli esternamente la cosa sembra ridicola, ma analizzando la struttura interna di questi Pokémon si può notare che è totalmente differente da quella dei pesci; ecco perché la protuberanza che hanno sulla fronte si può attaccare alle superfici lisce, perché in realtà  non è altro che una ventosa in via di sviluppo. Questo loro aspetto è il motivo per cui riescono a sopravvivere, visto che molti di loro si attaccano alle pinne dei Mantine per protezione e per mangiarsi senza problemi i loro avanzi. In questo stadio i Remoraid diventano semi-permanenti ai Mantine e non si staccano mai finché non si avvicinano all'evoluzione, a quel punto andranno nei fondali marini per evitare predatori e per permettere lo sviluppo del loro corpo.

Non saranno certo i Pokémon più affettuosi e con le migliori capacità  combattive, ma senza dubbio i Remoraid sono esseri affascinanti in grado di apprendere attacchi che quasi ogni Pokémon Acqua può solo sognarsi. Difficilmente riuscirete a sfruttarli al meglio, ma se volete potete attaccarlo al vostro Mantine per aumentarne le capacità combattive finché non si evolve!

Octillery

200px-Artwork224.png

Spoiler

Octillery (noto come Pokémon Jet) è un Pokémon non molto comune di tipo Acqua che vive nei corsi d'acqua dolce, nei fiumi e in alcuni corpi d'acqua salata delle regioni di Johto, Sinnoh, Unima, Kalos, Alola e del Settipelago. Per molti ritenuti troppo strani da allenare e per altri troppo difficili da trovare, gli Octillery sono tuttavia creature interessanti che apprendono un numero di mosse bizzarre migliori di quelle dei Remoraid, oltre ad avere abilità  combattive senza dubbio superiori. E' altamente consigliato stare a distanza quando combattete contro questi Pokémon: già  essere colpiti da un loro Octazooka non è molto gradito, poi potrebbero pure colpirvi con altri attacchi i cui effetti possono essere addirittura peggiori!

I Remoraid hanno caratteristiche che li rendono estremamente simili ai pesci, cosa che perdono quando si evolvono, mostrando quello che sono realmente: dei polpi, ciò tuttavia impedisce loro di usare la mossa Localizza (in favore di Limitazione) a causa della riduzione di velocità  di movimento; in compenso ottengono capacità  offensive e difensive migliori e possono apprendere molte nuove mosse, come Cadutamassi e Sporcolancio. Gli Octillery solitamente attaccano i nemici e le prede usando potenti attacchi a proiettile per abbatterli, pratica che viene usata soprattutto perché di solito si preferisce stare lontani da loro, ma se così non fosse, questi polpi stordiranno l'avversario con l'inchiostro per poi afferrarlo con Strizzata; quando ciò accade bisogna stare attenti, poiché un Octillery non lascia mai la sua preda e un qualsiasi tentativo di fuga porterà  il Pokémon ad attaccare il nemico con una craniata per farlo svenire; questi attacchi non hanno ripercussioni sugli Octillery, perché la loro testa è rivestita da uno strato di carbonato di calcio così resistente da essere difficile da trapassare addirittura con strumenti chirurgici. Quando un Octillery è in pericolo o la preda continua a resistere nonostante tutto, essi rilasceranno una nube d'inchiostro per fuggire, ma questa tecnica è poco conosciuta ed usata, dato che hanno la sorprendente capacità  di spruzzare inchiostro come proiettili, tale attacco è noto come Octazooka (che sostituisce il ben più debole Idropulsar dei Remoraid), che però, grazie all'enorme pressione, può risultare molto pericoloso, ma anche terribilmente efficace in battaglia per via della loro eccellente precisione.

Non avendo uno scheletro su cui contare, gli Octillery preferiscono rimanere nascosti nelle tane sottomarine o tra i massi; lo spazio disponibile non è un problema, visto che possono comprimere il loro corpo senza subire alcun danno e lasciando scoperta solo la bocca, in modo da difendersi e attaccare eventuali predatori che li scoprono. C'è da dire che gli Octillery non sono creature molto rispettose, dato che non si fanno problemi a rubare le tane dei loro simili per riposare quando possibile qualora si trovassero lontani dalla loro, ciò naturalmente crea disagio nel proprietario originario, ma dato che la specie odia combattere, spesso se ne vanno dal nido rubato una volta svegli.

Non sono certo le creature più veloci, ma gli Octillery restano comunque esseri molto intelligenti; capaci di combattere sia a distanza che da vicino grazie ad attacchi a proiettile o usando testate in grado di far venire il mal di testa a chiunque. Anche se non possono combattere per molto tempo fuori dall'acqua, state certi che in battaglia sanno farsi valere, specialmente se siete dei tattici. Non abbracciateli spesso: solo perché sono morbidi non crediate che adorino l'affetto... potrebbero reagire male e potreste ritrovarvi in ospedale con una commozione cerebrale!

Mantine

Sugimori 226.png

Spoiler

Mantine (noto come Pokémon Aquilone) è un Pokémon relativamente raro di tipo Acqua/Volante che vive negli oceani delle regioni di Johto, Sinnoh, Unima, Kalos, Alola e del Settipelago. Molto apprezzati dagli specialisti Acqua per la loro resistenza speciale e per il gran numero di mosse che possono apprendere, i Mantine sono creature tranquille che trascorrono tutta la loro vita generalmente senza fare qualcosa di eccezionalmente particolare. Non sottovalutateli solo perché hanno un espressione che infonde sicurezza: spesso il Remoraid che hanno con loro può aiutarli ad utilizzare qualche trucco davvero inaspettato!

I Mantine sono soliti nuotare elegantemente per i mari mangiando tutto ciò capiti loro in bocca sfruttando anche le antenne per percepire variazioni di spostamento di qualsiasi cosa o essere abbiano attorno, per questo è facile trovare del cibo per questa specie. Questi Pokémon riescono a nuotare con una velocità  sorprendente grazie alla progettazione del loro corpo, visto che la loro pelle ruvida riesce a ridurre la resistenza dell'acqua, le grandi pinne invece non aiutano molto nella propulsione, in compenso, se saltano dall'acqua con sufficiente velocità , possono planare per oltre 100 metri prima di rientrare con grazia in acqua (ciò è dovuto al fatto che le pinne sono più funzionali come ali che come delle vere e proprie pinne), questo è anche il motivo per cui possono apprendere in natura le mosse Attacco d'Ala, Eterelama e Rimbalzo ed è anche la ragione per cui sono classificati in parte come Pokémon Volanti. Dopo recenti studi si è scoperto che le macchie che i Mantine hanno sul dorso differiscono minimamente a seconda della loro regione di nascita, questo è dovuto alla diversa temperatura dei mari delle regioni, ma è facile vedere dei branchi composti da Mantine di origine diversa, specie quando il sole è alto in cielo.

I Mantine hanno un rapporto unico con una specie in particolare di Pokémon, ovvero i Remoraid, infatti i Mantine vivono solamente dove stanno anche i Remoraid e fra i due c'è un rapporto di simbiosi incredibile. I Remoraid di solito si attaccano alle pinne dei Mantine, grazie alla ventosa che hanno nella parte superiore del corpo, per poter nutrirsi degli avanzi lasciati dal Pokémon; per via della natura cordiale dei Mantine, sia tra gli umani che con altre specie di Pokémon, possono trasportare anche più di un Remoraid alla volta senza alcun problema, ma di solito ogni esemplare ne ha solo uno, almeno finché esso non si evolve. Anche se i Mantine sviluppano un certo affetto nei confronti dei Remoraid che hanno sotto le pinne, in realtà  questi falsi pesci non offrono nessun vero vantaggio per la sopravvivenza del Pokémon, anche se sono comunque essenziali per permettere ai Mantyke di svilupparsi in Mantine, ma una volta raggiunto lo stadio adulto sono pressoché inutili. In battaglia la cosa è ben diversa, visto che grazie al Remoraid che hanno possono sfruttare le loro mosse come Semitraglia, Segnoraggio o Psicoraggio; se in natura questa capacità  è alquanto inutile, in battaglia può essere un vantaggio enorme.

Sebbene non siano in grado di causare molti danni, i Mantine hanno a loro disposizione una varietà  di mosse invidiabile, oltre ad essere i Pokémon Volanti con la maggior resistenza speciale (escludendo i leggendari), dunque state certi che saranno necessari molti attacchi speciali prima che siano furori combattimento. Se siete specialisti Acqua in cerca di qualcosa di diverso, allora procuratevi una di queste mante: anche se hanno scarse capacità  offensive, solo i Pokémon Elettro possono risultare una minaccia considerevole per loro!

Kingdra

200px-Artwork230.png

Spoiler

Kingdra (noto come Pokémon Drago) è un Pokémon raro di tipo Acqua/Drago che vive in corpi d'acqua salata di tutto il mondo. Quasi mai visti dagli umani allo stato brado e per questo considerati semplici miti per le civiltà  meno sviluppate, i Kingdra sono potenti creature la cui esistenza rende difficile capire cosa i Draghi siano in grado di fare, sia dal punto di vista dello stile di vita che di abilità . Non saranno molto più potenti delle loro pre-evoluzioni in termini di offensiva, ma essendo deboli rispetto ad altre creature che in acqua sono di una rarità  estrema, queste creature draconiche marine non hanno problemi a sfoderare i loro poteri nel loro habitat naturale!

Seadra già  possiedono i geni necessari per essere classificati come Draghi, tuttavia non essendo attivi non possono usare i poteri legati ad essi e vengono considerati poco più che semplici cavallucci marini, tuttavia esponendoli ad alcune sostanze chimiche (come quelle che rivestono alcune squame note come Squama Drago) e sottoponendoli a determinati campi energetici (come le radiazioni prodotte dalle macchine di scambio), può innescare una mutazione che attiverà  tutti i loro geni inattivi facendo evolvere i Seadra in Kingdra. I Kingdra non apprendono molte nuove mosse naturalmente (eccetto Sbadiglio) e non hanno alcun incremento nella loro resistenza fisica, attacco speciale e velocità , ma essi sono comunque combattenti eccezionali, infatti anche se sono più deboli della maggior parte dei Draghi completamente evoluti, i Kingdra (escludendo Palkia) sono gli unici Pokémon ad essere di doppio tipo Acqua/Drago rendendoli dunque deboli solo a mosse Drago e Folletto. Inoltre i Kingdra assieme ai Dragalge, sono gli unici Draghi a vivere nel mare, quindi un qualsiasi Drago che li sfida nel loro habitat naturale si ritroverà  comunque in svantaggio, ma ciò può essere anche una complicazione, infatti possono combattere solo in acqua, motivo per cui molti Domadraghi tendono a specializzarsi anche in questi combattimenti per usarli in modo efficace.

Kingdra possiedono un'enorme quantità  d'energia nel loro corpo, infatti quando esaurita devono riposare a lungo per ripristinarla; per dormire in pace tendono a rifugiarsi nei fondali marini dove non ci sono predatori che possono risultare una minaccia per i Kingdra, in questo modo nel caso vengano disturbati possono sconfiggere facilmente gli invasori, come se non bastasse durante questi periodi si nascondono nelle grotte marine dove pochissimi Pokémon hanno il coraggio di addentrarsi, in particolare le grotte abitate da predatori feroci. Queste dormite possono durare da due giorni fino ad alcune settimane; quando i Kingdra si svegliano emettono un forte sbadiglio che fuori dall'acqua non è una minaccia, ma sott'acqua la potenza di tale azione crea onde d'urto tali da generare forti movimenti nella superficie dell'acqua spesso generando addirittura dei vortici: questo Tornado marino non è pericoloso, ma compie una forte aspirazione che può far immergere qualsiasi creatura nelle vicinanze fino ai fondali dell'oceano. Tutto ciò spiega il perché molti predatori marini tendano a vivere nelle grotte abitate dai Kingdra perché al loro risveglio ottengono un pasto gratuito, ma per lo stesso motivo sono molto temuti dai marinai che hanno il terrore che i loro sbadigli possano far affondare la loro nave, motivo per cui fra alcuni marinai questi Pokémon sono visti come delle divinità  marine. Anche se forse i loro poteri vengono descritti in modo esagerato, sono comunque Pokémon pericolosi: nonostante caccino solo piccoli pesci, i Kingdra tendono a non attaccare altre creature se non provocati, ma infuriati non esiteranno a difendersi con un potente Dragopulsar che pochissimi potranno tenere a bada.

Non sono forti e versatili come altri Draghi, ma i Kingdra restano creature marine potenti che meritano di essere temute da qualsiasi stolto che entra in acqua senza protezione, inoltre hanno a disposizione molte mosse potenti. Se siete degli specialisti Drago a cui non dispiace stare vicino all'acqua e usare Draghi non convenzionali, allora Kingdra fa al caso vostro. Fateli dormire a lungo per poi sfoderare il pieno potenziale in lotta, ma attenzione a farlo in acque poco abitate: non sarebbe giusto far del male a creature innocenti e poi potrebbe anche rendere più difficoltosa la pesca in quel luogo!

Suicune

200px-Artwork245.png

Spoiler

Suicune (noto come Pokémon Aurora) è un Pokémon Leggendario di tipo Acqua che vaga per le praterie e nei pressi delle fonti d'acqua limpida di tutto il mondo. D'aspetto elegante e rinomato per la sua capacità  di purificare le acque, Suicune è senza dubbio un essere maestoso che si distingue dagli altri membri delle Bestie Leggendarie. Sebbene non possieda le stesse potenzialità  offensive dei suoi "fratelli", c'è da considerare che può camminare sull'acqua, cosa che gli conferisce una vantaggio sorprendente!

Differentemente da Raikou ed Entei, Suicune rappresenta ben due forze anziché una sola. Per prima cosa viene considerato l'incarnazione della purezza, tale credenza è nata per il fatto che il Pokémon è alla continua ricerca di fonti d'acqua purissima in tutto il pianeta, ciò è possibile grazie alla sua capacità  di camminare sulla superficie del'acqua senza affondare nonostante il Pokémon abbia una massa considerevole, questo lo si deve all'uso di limitate capacità  psichiche, ma cosa ancora più sorprendente è che il suo corpo è in grado di assorbire le tossine presenti nell'acqua, purificandola completamente; attualmente è del tutto ignoto come funzioni quest'abilità , ma con la conferma dell'esistenza di Shaymin i ricercatori iniziano a credere che funzioni come il suo Infuriaseme (solo senza esplosione); quindi la sola esistenza di Suicune ha un'importanza considerevole per l'ecosistema del pianeta, tuttavia trattandosi di un leggendario, è impossibile poterlo usare per purificare tutte le acque del pianeta. La seconda forza con cui è rappresentato è il vento del nord, questo perché ovunque vada si può sentire una corrente d'aria proveniente da nord, ecco perché è considerato la personificazione di tale elemento in certe culture. Attualmente non si può dire con certezza se Suicune semplicemente segua il vento o se sia lui stesso a crearlo, ma visto che sembra davvero incredibile che riesca a seguirlo con tanta precisione, l'ipotesi più accreditata è la seconda. Considerando questa associazione con il vento e il fatto che conosca molte mosse Ghiaccio, viene classificato semplicemente come Pokémon Acqua puro, rendendolo l'unico di questo tipo in grado di apprendere Bora in natura. Suicune ha un carattere molto più tranquillo rispetto ai suoi compagni Raikou ed Entei ed è anche l'unico membro del trio incapace di apprendere Boato naturalmente, il perché è tutt'ora un mistero.

RaikouEntei e Suicune sono molto famosi per le leggende che si raccontano in tutto il mondo, ma la più conosciuta riguarda la Torre d'Ottone e la Torre Campana di Amarantopoli, città  della regione di Johto. 700 anni fa furono costruite due torri ad Amarantopoli per favorire l'amicizia tra umani e Pokémon: la torre orientale, nota all'epoca come Torre di Latta (oggi nota come Torre Campana), è stata creata per simboleggiare il risveglio e la nascita dei Pokémon, infatti in cima a questa torre si recò il leggendario Ho-Oh dove creò il suo nido. La torre occidentale nota all'epoca come Torre d'Ottone (oggi invece tristemente nota come Torre Bruciata) fu progettata per simboleggiare il riposo beato dei Pokémon, ma non si sa con certezza cosa s'intenda per "riposo beato", in questo luogo invece ci nidificò Lugia. Per generazioni la città  di Amarantopoli visse in pace e prosperità  grazie a queste due torri, ma 150 anni fa accadde una tragedia: una potente tempesta colpì la città , enormi fulmini colpirono edifici e li portarono alle fiamme; tra di essi vi era la Torre d'Ottone, anche se tutti i Pokémon e umani riuscirono ad evacuare, tre Pokémon non identificati rimasero intrappolati nei sotterranei della torre, l'incendio durò per tre giorni, finché un potente acquazzone non spense il fuoco, ma i tre Pokémon morirono bruciati e ridotti in cenere. Ho-Oh, sentendo una grande compassione per quei tre Pokémon, usò i suoi poteri per ridare loro la vita e reincarnarli negli elementi di quella tragedia: il fulmine che fece scoppiare l'incendio (Raikou), il fuoco stesso (Entei) e la pioggia che mise fine alle fiamme (Suicune). Considerando che questi Pokémon furono avvistati in tutto il mondo, la veridicità  di questa leggenda è messa in dubbio, ma attualmente la leggenda di Amarantopoli è l'unica spiegazione per la loro nascita. Secondo alcuni, Ho-Oh ha ridato vita a questi tre Pokémon basandosi su tre Pokémon uguali, per poi volare via e tornare nella Torre Campana solo in rarissime occasioni, anche Lugia volò via, ma dove andò rimase un mistero, alcuni testimoni affermano di averlo visto nelle profondità  delle Isole Vorticose.

Le Bestie Leggendarie furono coinvolte in alcuni incidenti avvenuti in varie parti del globo, tra quelli più importanti vi è l'"Incidente di Coronopoli". Secondo i rapporti, un uomo d'affari della città  noto come Grings Kodai riuscì a rapire uno Zoroark e il suo cucciolo Zorua, esso ricattò la madre per attaccare la città  creando illusioni delle Bestie Leggendarie (RaikouEntei e Suicune), ciò attirò l'attenzione di un secondo trio di Bestie Leggendarie, note per essere i guardiani della città . Sembra che vent'anni fa Grings Kodai riuscì a vedere il futuro sfruttando i poteri di Celebi, ma ciò causò la devastazione della vita delle piante della città , con il passare del tempo questa sua capacità  di vedere il futuro iniziò a svanire e quindi cercò di ripristinarli, di recente infatti Celebi riapparve e Kodai, usando le illusioni di Zoroark per distruggere la città , la fece evacuare in modo da poter cercare indisturbato il Pokémon Leggendario. Lo Zorua riuscì tuttavia a fuggire ed incontrò un gruppo di allenatori che, capendo la situazione, decisero di aiutare il Pokémon a ritrovare sua madre; siccome la città  fu evacuata e non c'era quasi nessuno, i dati secondo ciò che accadde sono molto scarsi. Grings Kodai tuttavia fu arrestato per i crimini commessi vent'anni fa quando ciò che fece fu finalmente rivelato pubblicamente. Si ritiene che gli allenatori con l'aiuto di ZoruaZoroark e dei veri guardiani di Coronopoli, ovvero le Bestie Leggendarie Cromatiche, riuscirono a sventare il piano di Kodai sfruttando le illusioni di Zoroark, traendolo in inganno in un paesaggio illusorio. Mentre Celebi scomparve dopo aver riacquistato i suoi poteri, Zorua Zoroark se ne andarono, probabilmente tornarono nella loro terra natia.

Esiste un altro incidente in cui fu coinvolto il primo Suicune ed è più vecchio di quello sopracitato: si tratta dell'"Incidente del Predatore Mascherato". Durante questo evento, un ufficiale dell'infame Team Rocket, noto come il Predatore Mascherato, ha cercato di trovare e catturare Celebi in una delle foreste di Johto, ma a sua insaputa Celebi aveva portato con sé un giovane allenatore proveniente dal passato di 40 anni prima fino ai giorni nostri (il motivo di ciò non è mai stato compreso visto che l'incidente fu isolato). Presto egli conobbe un gruppo di allenatori con cui strinse amicizia; altri dettagli non sono disponibili visto che la gente del posto si rifiuta di parlarne, forse per dimenticare l'orribile accaduto. Tra le poche informazioni ottenute sembra che il Predatore Mascherato sia riuscito a catturare Celebi contro la sua volontà  usando un dispositivo di cattura assolutamente illegale noto come Dark Ball, questo infatti non solo massimizza i poteri del Pokémon catturato, ma ne cancella completamente il libero arbitrio mettendo il Pokémon sotto il totale controllo dell'allenatore. Il Predatore Mascherato iniziò ad usare Celebi per distruggere la foresta, ma grazie all'intervento degli allenatori e di SuicuneCelebi riuscì a combattere contro la prigionia della Dark Ball fino a tornare in sé e a controllarsi, ma lo stato della foresta e le troppe energie usate da Celebi sotto il controllo del criminale lo portarono in condizioni pessime andando in coma e rischiando addirittura la morte, fortunatamente però le sue controparti provenienti da svariate epoche arrivarono in tempo per curare il Celebi del presente. Il ragazzo del passato fu riportato nella sua epoca originaria, mentre il Predatore Mascherato fu arrestato e condotto in una cella d'isolamento in cui vi risiede ancora oggi. Nonostante tutto sia finito per il meglio, la polizia locale rimase sconvolta nello scoprire dell'esistenza delle Dark Ball, infatti esse sembrano essere state create dalla tecnologia ombra ad opera della Cripto, vi è quindi la possibilità  che la tecnologia ombra fosse un ramo segreto degli scienziati del Team Rocket che riuscirono a creare le Dark Ball, un dispositivo di cattura in grado di assoggettare il cuore e la mente di qualsiasi Pokémon; in seguito allo scioglimento dell'organizzazione questa tecnologia può essere stata ritrovata e riutilizzata dalla Cripto per scopi altrettanto crudeli, se questa teoria è vera, allora si tratta del primo incidente in cui è stato coinvolto un Pokémon Ombra.

Anche se non possiede le capacità  offensive degli altri due, Suicune rimane una bestia maestosa in grado di subire un'enorme quantità  di danni senza alcun problema. Avendo a sua disposizione molte mosse potenti, abilità  sorprendenti e un carattere calmo capace di ingannare il nemico di cui è veramente capace, state certi che senza un Pokémon Elettro davvero potente e ben allenato, sconfiggere questa creatura sarà  una vera impresa. Se mai aveste la fortuna di vederlo, non preoccupatevi della sua imponenza; se vi fate vedere la cosa peggiore che vi possa capitare è sentire un brivido del vento che lo accompagna sempre!

Mudkip

200px-Sugimori_258.png

Spoiler

Mudkip (noto come Pokémon Fango Pesce) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Acqua che vive negli stagni d'acqua dolce della regione di Hoenn, anche se raramente è stato visto nella regione di Alola. Anche se vederli in natura è molto difficile, i Mudkip sono esseri molto amichevoli che combattono con tenacia e destrezza nonostante le ridotte dimensioni. Attenti quando ne affrontate uno senza forti difese: anche se piccoli, questi piccoli pesci possono colpire molto forte!

Biologicamente parlando i Mudkip sono pesci, la cosa può sembrare impossibile guardandoli, ma sembra che i loro antenati siano effettivamente i primissimi pesci ad essersi evoluti per vivere sulla terra; molti di essi sono mutati pochissimo, diventando ciò che oggi noi conosciamo come Mudkip. Questi esseri possiedono ancora le branchie con cui respirano sott'acqua, ma anche i polmoni con cui riescono a vivere senza problemi fuori da essa; tuttavia la scienza, nonostante i grandi cambiamenti che hanno subìto, li classifica tutt'ora come pesci. Per quanto possa sembrare strano, essi adesso sono più abituati a vivere fuori dall'acqua che dentro, però stanno sempre nei paraggi degli stagni in cui vivono. Ormai le pinne sono state sostituite da zampe, ma la pinna dorsale è tutt'ora presente come una sorta di cresta ed è molto sensibile agli spostamenti d'aria, in modo che riescano a percepire l'ambiente circostante (funzionando in modo simile ad un radar); nonostante quest'uso, sembra che in origine servisse a percepire l'ambiente nei laghi fangosi (il che ha senso considerando le evoluzioni). Oltre alla pinna dorsale mantengono anche quella caudale, la quale è molto forte e li aiuta nella propulsione durante il nuoto. Paradossalmente i Mudkip dormono solamente in acqua sotterrandosi nel fango, questo sia per mantenere la pelle umida che per sfuggire ai predatori; dunque anche a distanza di millenni di evoluzione essi mantengono ancora tratti dei loro antenati originali.

Caratteristica che distingue i Mudkip dagli altri pesci è che sono endotermi, di conseguenza possono muoversi al sole a lungo senza il rischio di rimanere disidratati, oltre a mantenere il loro sistema muscolare perfettamente attivo anche in queste situazioni, ecco perché sono sempre e comunque così energici. Altro tratto interessante è che sono in grado di sollevare massi quattro volte più grandi di loro, motivo per cui in certe situazioni possono apprendere Sassata naturalmente, mossa molto rara tra i Pokémon di questo tipo. Tutto ciò rispecchia le loro statistiche, dato che hanno una forza fisica notevole nonostante le ridotte dimensioni, tanto che un Azione dato da un Mudkip appena nato può causare danni considerevoli. Queste creature, a parte tutto, mantengono la capacità  di usare parecchie mosse Acqua, sebbene con l'evoluzione si adattino ancora di più alla vita terrestre, iniziando a perdere la possibilità  di apprendere in natura mosse come Fangata, Mulinello ed Idropompa.

Nonostante siano incapaci di usare abilità  tipiche dei Pokémon Acqua, i Mudkip restano combattenti di tutto rispetto in grado di mettere in difficoltà  gli avversari più deboli solamente usando Azione. Senza dubbio questi bizzarri pesci possono garantire agli allenatori più giovani un rapido apprendimento nel combattimento a distanza e ravvicinato. Non abituatevi molto alla loro acqua, perché con l'evoluzione a quel punto preferiranno stare nel fango!

Marshtomp

200px-Artwork259.png

Spoiler

Marshtomp (noto come Pokémon Fango Pesce) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Acqua/Terra che vive nelle paludi e nei terreni fangosi della regione di Hoenn, anche se raramente è stato visto nella regione di Alola. Unici tra i Pokémon Acqua per quanto riguarda l'habitat e le abilità  combattive, i Marshtomp sono combattenti eccezionali in grado di sopraffare qualsiasi avversario non abituato a combattere in terreni fangosi usandolo a proprio vantaggio. Nonostante siano considerati dei pesci, essi vivono quasi esclusivamente a terra e di certo qualsiasi Pokémon Elettro preferirebbe stare alla larga da loro!

Proprio come gli Wooper e i Quagsire, i Marshtomp hanno una sostanza che ricopre il loro corpo per mantenerli umidi anche se stanno per tempi molto lunghi fuori dall'acqua, ma ancora necessitano di bagnarsi ogni tanto per evitare di disidratarsi e morire; tuttavia, nonostante il cambio di habitat, i Marshtomp hanno trovato un qualcosa di meglio per farlo: il fango. Con l'evoluzione le pinne sono diventate più rigide e inadatte al nuoto, visto che tendono ad adattarsi alla vita terrena, ma queste pinne più rigide sono ottime per nuotare in liquidi più densi come il fango, infatti sono ben più rapidi ed agili quando nuotano in esso che in acqua. Questa loro affinità  con il fango ha portato vari vantaggi, come ad esempio l'immunità  agli attacchi Elettro (motivo per cui sono classificati in parte come Pokémon Terra); inoltre dormono sulla terra (a differenza dei Mudkip che dormono sott'acqua), ma mantengono l'abitudine di ricoprirsi con il fango come la loro pre-evoluzione. Questo sviluppo ormai impedisce a questa specie di apprendere naturalmente le mosse Fangata, Sassata, Mulinello ed Idropompa, anche se in compenso ora possono apprendere Colpodifango, Pantanobomba, Frana e in certe situazioni anche Fanghiglia e Terremoto, tutte mosse più adatte a scontri più impegnativi.

La vita sulla terra ha permesso a questa catena evolutiva di sviluppare degli arti al posto delle normali pinne dei pesci, ma l'habitat fangoso dei Marshtomp ha avuto un ulteriore impatto in questo sviluppo, ecco perché hanno zampe posteriori molto robuste; sarebbe impossibile per loro muoversi abilmente su quattro zampe, di conseguenza sono gli unici pesci (assieme agli Swampert) in grado di camminare eretti, dando loro capacità  combattive nel fango ancora superiori. Normalmente i Pokémon Terra sono abituati a vivere in ambienti aridi e con terreni solidi, quindi la vita in zone con terreni scivolosi è difficile per loro, ma non per i Marshtomp, che invece sfruttano tale elemento per scivolare e pattinare rapidamente verso il nemico e colpirlo con facilità , un'abilità  che deve essere tenuta bene a mente da parte degli allenatori.

Con una forza fisica di tutto rispetto e un carattere allegro, i Marshtomp sono Pokémon molto facili da allenare, perfetti per gli allenatori alle prime armi e la cui unica preoccupazione sono i Pokémon Erba. Se combattete in zone scivolose, state certi che questi bizzarri pesci potranno sfruttare la cosa a proprio vantaggio per avere la meglio sul nemico. Se siete maniaci della pulizia, allora procuratevi un altro Pokémon: che lo teniate come Pokémon domestico che da battaglia, state certi che spesso finirete per sporcarvi con il fango!

Swampert

220px-Artwork260.png200px-Artwork260-Mega.png

Spoiler

Swampert (noto come Pokémon Fango Pesce) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Acqua/Terra che vive nei pressi di spiagge e altre zone nei pressi del mare della regione di Hoenn, anche se raramente è stato visto nella regione di Alola. Capaci di resistere ore ed ore sotto il sole senza disidratarsi grazie alla loro speciale pelle e con una forza fisica sorprendente, gli Swampert sono eccellenti combattenti in grado di schiacciare l'opposizione con poca fatica; affrontarli spesso si rivela pericoloso, in quanto sanno effettuare potenti assalti sia con attacchi Acqua che con quelli Terra. Potreste pensare che un Pokémon Erba sia sufficiente a tenerli a bada, ma non è così... basta un Martelpugno per distruggervi!

Gli Swampert si distinguono parecchio da entrambe le loro pre-evoluzione individualmente, dato che possiedono i tratti migliori di entrambe, come la posizione eretta e la forza dei Marshtomp e le capacità  di nuoto dei Mudkip, risultando di conseguenza letali in entrambi gli ambienti, sebbene continuino a preferire la terra. Nonostante si siano adattati per vivere sulla terraferma, spesso devono ritirarsi sott'acqua, come ad esempio quando c'è il maltempo; inoltre, proprio come i Mudkip, usano la pinna dorsale per percepire spostamenti di correnti (molto utile sia in acqua che sulla terra), il che è molto importante per capire l'arrivo di tempeste o maremoti; quando ne percepiscono uno, iniziano a spostare grossi massi per formare una barriera con cui proteggere il nido, così che possano mettere al riparo altre creature senza doversi preoccupare del nido.

Gli Swampert si nutrono principalmente di piccoli pesci che nuotano nei pressi del loro nido, è proprio la caccia ad essi che li ha portati a tornare ad essere abili nel nuoto in acqua. Il movimento delle loro braccia in acqua è così forte da poter nuotare ad una velocità  pari a quella delle moto d'acqua, senza contare che la loro forza fisica è tale da poter trainare addirittura una nave da crociera. Altro tratto interessante sono i loro occhi che hanno una visione a colori e ad infrarossi, il che è essenziale per catturare le prede nelle zone più profonde dell'acqua e nelle paludi, in cui generalmente la luce è molto bassa. La struttura delle ossa e dei tessuti muscolari degli Swampert è molto resistente, tanto da essere paragonabile ad una roccia, ma nonostante ciò risultano comunque molto flessibili e al contempo efficaci per poter muoversi a velocità  altrimenti impossibili; essa è tale che durante il nuoto possono addirittura frantumare uno scoglio che si trova sul loro cammino, tale capacità  viene sfruttata anche in battaglia per eseguire attacchi fisici estremamente potenti che vengono usati tramite gli arti superiori, come ad esempio Terremoto o Martelpugno.

Si è scoperto che Swampert è una delle 46 specie di Pokémon note in grado di subire una MegaEvoluzione. Se si è in possesso di una Swampertite esso si può MegaEvolvere, tale processo causa uno sviluppo dei muscoli della parte superiore del corpo di questi pesci; mentre la parte inferiore rimane quasi inalterata, lo sviluppo è tale che il busto e le braccia crescono a dismisura, tanto da essere difficile per loro combattere in spazi stretti, ma questo non è un grande problema. Le enormi dimensioni ottenute spesso intimoriscono gli avversari e con ragione, visto che possono colpire i nemici con una potenza che supera quella della maggior parte dei Pokémon Acqua (purtroppo questi sono gli unici cambiamenti significativi dovuti alla MegaEvoluzione). Fortunatamente per gli allenatori, questo immenso aumento di potenza non influisce sul carattere, quindi allenarli è comunque semplice; statisticamente parlando, lo sviluppo muscolare causa un leggero aumento nella loro velocità  ed attacco speciale, un incremento moderato della loro resistenza fisica e speciale e un miglioramento incredibile della loro forza fisica. Come se non bastasse, la mutazione li rende più simili ai loro antenati, quindi sono ancora più veloci in acqua, specialmente durante la pioggia, ecco perché sono classificati con l'abilità  Nuotovelox.

Certamente non sono tra le creature terrestri più veloci, tuttavia, gli Swampert restano combattenti di tutto rispetto in grado di dimostrare quanto valgono sia in acqua che a terra sfruttando la loro forza fisica ed agilità . Avendo abilità  con cui si destreggiano in entrambi gli ambienti, certamente qualsiasi avversario non Volante deve temere queste bestie. Usare Pokémon Elettro non è una buona idea, in quanto non solo i loro attacchi saranno inutili, ma un loro Terremoto è in grado di traumatizzare a vita i Pokémon di questo tipo, che vorrebbero non vedere mai più un pesce con le zampe!

Lotad

200px-Artwork270.png

Spoiler

Lotad (noto come Pokémon Alga) è un Pokémon comune di tipo Acqua/Erba che vive nei pressi di stagni e laghi d'acqua dolce delle regioni di Hoenn e Kalos, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Sinnoh ed Unima. Anatomicamente semplici, ma deboli in battaglia, i Lotad sono creature inadatte al combattimento a causa delle loro scarse capacità  combattive e per le limitate mosse che possono apprendere, ma ciò non deve scoraggiare specialisti Acqua o Erba che intendano usarli: in futuro potrebbero rivelarsi utili, tuttavia è importante ricordare che il loro cervello non è abbastanza sviluppato per potersi occupare di due problemi alla volta.

La famiglia evolutiva dei Lotad risulta essere l'unico caso in cui una pianta parassita va ad influenzare la mentalità  e nello stesso tempo l'anatomia dell'ospite, tanto da fargli cambiare completamente l'habitat naturale. Si ritiene che la famiglia dei Lotad in antichità  fosse molto più simile agli anfibi tradizionali (infatti hanno alcune caratteristiche in comune con le rane) e si nutrissero di piante e insetti per sopravvivere, l'unica differenza è che si spostavano solo via terra, finché un tipo di ninfea parassita non ha infettato la specie e ancora oggi risiede sulla loro testa. Mentre per i Lombre e i Ludicolo tale organismo non diede alcun problema, per i Lotad invece risultò troppo pesante per lo spostamento via terra e per risolvere questa complicazione hanno iniziato a spostarsi sull'acqua usando la ninfea per galleggiare; con gli anni la specie si è adattata sempre di più all'acqua, finché non si sono definitivamente spostati in questo habitat, ma non si può dire con certezza se potessero essere considerati Pokémon Acqua ancora prima di questo cambiamento. Al giorno d'oggi la pianta non influisce molto sulle mosse dei Lotad, in quanto grazie ad essa possono apprendere solo Bolla o in rari casi Bollaraggio, ma diventa più importante con l'evoluzione, visto che possono apprendere mosse Acqua molto più potenti; inoltre la ninfea garantisce in alcuni esemplari anche l'abilità  Copripioggia, grazie alla quale la pianta può assorbire l'acqua piovana per rigenerare l'ospite, quindi risulta essere l'unica specie che possieda questa abilità  in circostanze normali.

Visto che la pianta influenza sia l'anatomia che la mente di questi Pokèmon, i Lotad non riescono ad elaborare pensieri complessi, ecco perché in natura non fanno altro che galleggiare nell'acqua o crogiolarsi al sole; in rare occasioni possono cercare altre fonti d'acqua pulita nel caso in cui il loro habitat sia ormai troppo inquinato. I Lotad devono stare molto attenti alla salute della pianta: se essa si ammala, infatti, non potranno difendersi, rimanendo alla mercé dei predatori. Nonostante la loro scarsa intelligenza, i Lotad sono creature molto gentili che non si fanno problemi a traghettare piccoli Pokémon per attraversare i laghi o gli stagni in cui abitano, ma visto il cambiamento improvviso di personalità  con l'evoluzione, è possibile che in realtà  questo comportamento generoso sia dovuto alla pianta e non al Pokémon stesso.

Sebbene non siano in grado di combattere contro la maggior parte degli avversari, restano creature molto divertenti che possono rivelarsi ottimi compagni per i bambini o per gli allenatori più giovani. Potrebbero non fare molto in battaglia ora come ora, ma con il tempo vedrete che diventeranno potenti combattenti Erba, anche perché sono pochi i Pokémon in grado di apprendere Energipalla naturalmente; sappiate però che l'evoluzione li cambia moltissimi caratterialmente!

Lombre

200px-Artwork271.png

Spoiler

Lombre (noto come Pokémon Giocoso) è un Pokémon relativamente non molto comune di tipo Acqua/Erba che vive nei pressi di stagni e laghi d'acqua dolce delle regioni di Hoenn e Kalos, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Sinnoh ed Unima. Ottimisti e maliziosi, i Lombre sono bizzarri anfibi che hanno molte più caratteristiche in comune con i loro antenati rispetto alla loro pre-evoluzione; anche se ancora non possono sfruttare completamente le loro abilità  in lotta, con un po' di fortuna vedrete che potranno rivelarsi ottimi alleati grazie alle loro capacità!

Quando i Lotad si evolvono, il corpo si sviluppa abbastanza da poter avere il pieno controllo sulla propria mente nonostante la presenza della pianta parassita, permettendo loro di apprendere mosse inaccessibili ai Lotad, come BruciapeloSfuriate, BaraondaPrivazioneIdropompa e Docciascudo, ciò però significa che spesso perdono la capacità  di usare attacchi che dipendono dalla pianta in natura, ovvero DononaturaleMegassorbimentoGigassorbimentoEnergipallaNebbia e Pioggiadanza. Anche se ora la pianta non è essenziale, questi Pokémon sono abbastanza intelligenti da capire che è importante per loro, quindi sono attivi solamente di notte e di giorno dormono ai margini dei laghi o degli stagni del loro habitat ricoprendosi di alghe, per poi svegliarsi solo dopo il tramonto. Anche se si nutrono di bacche e di insetti come la loro pre-evoluzione, i Lombre vanno particolarmente ghiotti di un tipo di muschio che cresce sulla superficie delle rocce, anche perché esso contiene molte sostanze nutritive.

In netto contrasto con la loro pre-evoluzione gentile ed ingenua, i Lombre tendono ad essere intelligenti e maliziosi: dopo il tramonto queste creature vagano di nascosto in cerca di umani da spaventare, balzando all'improvviso fuori dall'acqua oppure prendendo le lenze dei Pescatori: esistono addirittura leggende di umani che sono stati annegati dai Lombre, tuttavia nulla di ciò è reale visto che non ci sono mai state segnalazioni di Lombre che abbiano causato dolore fisico alle loro vittime, ma sembra che siano proprio questi Pokémon ad aver dato origine alla mitologia dei Kappa nel folklore di alcune regioni asiatiche. Quando le menti di questi Pokémon sono totalmente libere dalla pianta che hanno sulla testa, iniziano a sviluppare un carattere totalmente opposto a quello che avevano, è fortemente creduto quindi che questo sia il vero carattere di questa specie e che la natura più giocosa e pacifica dei Lotad sia in realtà  il comportamento della pianta, ciò ha portato parecchi allenatori al voler evitare queste creature, cosa dovuta anche ad una sostanza viscida che ricopre il loro corpo e che contiene una debole neurotossina che causa una sensazione di intorpidimento se toccata. E' capitato spesso che delle persone abbiano scambiato dei Lombre per dei bambini per poi scoprire cosa fossero realmente solo quando illuminati, ciò ha portato alla fondazione di un corpo di guardie notturne specializzate nella regione di Hoenn, in modo da evitare questi fraintendimenti.

Anche se non sono molto forti in battaglia, i Lombre restano esseri interessanti che hanno dato un significato più malevolo al termine "giocoso". Spinti dalla malizia e veramente amabili solo da persone con disturbi mentali, non c'è da stupirsi se sono pochi gli allenatori che vogliono averne uno. Se invece preferite Pokémon gioiosi e avete una Pietraidrica, allora catturate uno di questi Pokémon e potrete avere un anfibio/ananas simile ad un'anatra che balla incessantemente!

 

Modificato da Zarxiel

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme
Inviato (modificato)

Ludicolo

200px-Artwork272.png

Spoiler

Ludicolo (noto come Pokémon Spensierato) è un Pokémon relativamente raro di tipo Acqua/Erba che vive nei pressi di stagni e laghi d'acqua dolce delle regioni di Hoenn e Kalos, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Sinnoh ed Unima. Ottimisti e spensierati fino all'estremo, i Ludicolo sono creature energiche che amano ballare più di ogni altra cosa, tanto da far sorridere anche le persone più cupe per almeno un paio di minuti. Se siete allenatori seri che vogliono concentrarsi sul proprio obiettivo, allora evitate questi Pokémon: basta un fischio per farli ballare senza tregua!

C'è molto dibattito su cosa siano in realtà  i Ludicolo, visto che possiedono svariati tratti di molti organismi diversi (becco d'anatra, alcune caratteristiche simili ai Lombre e arti anteriori palmati), ma ancora non si è certi su come classificarlo, quindi viene considerato ancora uno strano anfibio. Proprio come altre specie, i Lombre hanno dei geni dormienti che vengono attivati tramite l'uso di determinate radiazioni, facendoli mutare; curiosamente questi geni risultano essere molto simili a quelli posseduti da alcuni uccelli acquatici, ma il perché non è chiaro, tuttavia le radiazioni di una Pietraidrica permettono l'attivazione di questi geni, innescando l'evoluzione in Ludicolo (la quale ha nuovamente accesso all'attacco Megassorbimento). Stranamente tutte le strane mutazioni che ottengono sembrano adattarsi alla perfezione per i Ludicolo visto che: gli arti palmati permettono loro di nuotare più velocemente, mentre il becco è perfetto per poter raschiare il muschio dalle rocce, ciò potrebbe indicare che in passato i Lombre potevano evolversi in Ludicolo naturalmente, cosa che poi non è più stata possibile probabilmente a causa di forze esterne.

Il motivo principale della fama dei Ludicolo è il modo unico con cui loro reagiscono alla musica; per quanto possa sembrare incredibile, le cellule del corpo dei Ludicolo rispondono al ritmo e all'energia cinetica e quando ballano creano impulsi elettrici che stimolano le altre cellule, per farla breve: ballando generano energia per muoversi più velocemente. E' probabile che avvicinandosi all'uomo questa specie abbia visto che la danza è il miglior modo per ottenere energia a causa del ritmo della musica, il quale stimola le cellule a reagire di conseguenza. Questa capacità  a dire il vero è inutile per sopravvivere, ma quando sentono un qualsiasi tipo di musica, questi Pokémon scoppiano d'allegria e iniziano a ballare, non è raro infatti che durante le gite scolastiche dei bambini cantando abbiano attirato dei Ludicolo, a differenza della loro pre-evoluzione però, il loro aspetto buffo ha sempre divertito molto i bambini. Si è visto che indipendentemente dalla situazione i Ludicolo non troveranno mai motivo per arrabbiarsi o rattristarsi, anche se dovesse morire qualcuno di importante riusciranno sempre a trovare un lato gioioso nella cosa e continueranno a ballare; per questo motivo sono diventati così popolari presso gli istituti di danza, ma nonostante ciò risultano difficili da allenare visto che basta un nulla per farli smettere di combattere e iniziare a ballare.

Anche se non sono molto concentrati in lotta, i Ludicolo sono creature vivaci che si divertono a livelli inimmaginabili (anche se per alcuni la cosa è fastidiosa). E' necessario l'uso di MT e MN per rendere davvero forti queste creature e se riuscite a reindirizzare il loro ballo in combattimento, allora diventeranno avversari davvero pericolosi. Se possedete uno di questi Pokémon, non fategli ascoltare la musica durante la notte, altrimenti inizierà  a ballare disturbando tutto il vicinato!

Wingull

200px-Artwork278.png

Spoiler

Wingull (noto come Pokémon Gabbiano) è un Pokémon comune di tipo Acqua/Volante che vive nei pressi di spiagge e porti delle regioni di Hoenn, Sinnoh, Unima, Kalos ed Alola, anche se raramente è stato visto nella regione di Kanto. Seppure deboli ed incapaci di combattimenti avanzati, i Wingull sono creature molto comuni impossibili da non vedere nella loro regione d'origine. Sono noti anche come Pokémon domestici, ma nonostante ciò, con il loro Idropulsar possono causare non pochi problemi agli allenatori alle prime armi, però è meglio farli combattere solo quando c'è vento, altrimenti possono fare ben poco!

Avendo le ali troppo grandi rispetto al corpo, i Wingull non riescono a volare bene, siccome sbattere velocemente le ali richiederebbe troppa energia per permettere loro il volo, invece si limitano semplicemente a planare sfruttando le correnti d'aria per librarsi sopra l'oceano (spesso infatti sembra addirittura che pattinino sul vento) e ogni tanto si tuffano in picchiata per afferrare le prede che vedono. Quando si riposano piegano le ali in modo tale che non vengano danneggiate, così che eventuali Marinai o turisti distratti non le calpestino. I Wingull non hanno minimamente paura degli umani, tanto che è molto facile che si avvicinino addirittura ad una folla nella speranza che essa dia loro del cibo; i Marinai invece li vedono come dei parassiti, non tanto perché vogliono da mangiare, ma perché sono soliti costruire i loro nidi in luoghi indesiderati.

I Wingull hanno l'abitudine di nascondere il loro cibo nel lungo becco finché non arrivano al nido, in modo da impedire che altri Wingull possano rubare il loro pasto. Per prevenire che le loro uova vengano prese da eventuali predatori, i nidi vengono costruiti lungo le pareti delle scogliere o in cima ad esse; nel raro caso in cui qualcuno dovesse riuscire a raggiungere le uova, esso verrebbe attaccato da Pistolacqua o Idropulsar da parte dei Wingull che ci vivono. Differentemente da altri uccelli, durante l'inverno non volano a sud, ma rimangono nei loro nidi e non escono mai a causa della temperatura; per non morire di fame tendono ad immagazzinare grandi quantità  di cibo nelle settimane precedenti all'inverno, che poi verrà  conservato dal ghiaccio e dalla nave dovuti alla stagione. Non è raro che questi uccelli rubino oggetti luccicanti o che sembri del cibo, causando parecchio disagio nei turisti, marinai e venditori, fortunatamente questi esseri sono abbastanza intelligenti ed educati da restituirli nel caso si accorgano che avessero un proprietario precedente.

Anche se molto deboli in battaglia e aventi come unico punto di forza la loro velocità  di movimento, i Wingull restano compagni fedeli per chiunque debba fare dei lunghi viaggi. Sebbene non sono capaci di volare molto bene e l'unico loro attacco degno di nota sia Idropulsar, sappiate che sono ottimi per gli allenatori alle prime armi che cercano un Pokémon Acqua e Volante. E' altamente consigliato non lasciare il vostro Wingull troppo tempo fuori dalla Poké Ball nel caso non abbiano perso l'abitudine di rubare, in caso contrario potreste essere accusati di furto per colpa del vostro Pokémon!

Pelipper

200px-Artwork279.png

Spoiler

Pelipper (noto come Pokémon Alacquatico) è un Pokémon relativamente non molto comune di tipo Acqua/Volante che vive nei pressi di spiagge e porti delle regioni di Hoenn, Sinnoh, Unima, Kalos ed Alola, anche se raramente è stato visto nella regione di Kanto. Nonostante non siano tra i combattenti migliori, i Pelipper restano esseri sorprendenti che dimostrano come il trasporto esista anche in natura, visto che spesso danno passaggi a piccole creature nel loro grosso becco trasportandoli anche dall'altra parte dell'oceano. Questi grossi uccelli sono molto socievoli, ma lasciarli alla portata di oggetti preziosi non è una buona idea, non solo perché rischiate di perderli, ma anche perché potrebbero avere problemi una volta giunti all'intestino!

Con l'evoluzione, i Wingull perdono la loro mobilità  e velocità  in favore di ali più robuste con cui possono volare senza alcun problema. Il calo di velocità  di queste creature causa anche un apprendimento di mosse molto diverso: mentre i Wingull hanno accesso ad Attacco Rapido, Inseguimento, Aerasoio, Agilità, Aeroassalto ed Eterelama, i Pelipper invece possono imparare Inondazione (risultando gli unici Pokémon di doppio tipo in grado di apprenderla naturalmente), Zampillo, Rivincita, Protezione, Acquadisale, Accumulo, Introenergia, Sfoghenergia, Lancio, Ventoincoda e Idropompa. Questo cambiamento di mosse così radicale è un enorme vantaggio che può portare i Pelipper ad essere combattenti di tutto rispetto. Sebbene questi Pokémon costruiscano i nidi sulla cima o lungo le pareti delle scogliere, proprio come la loro pre-evoluzione, tendono invece ad essere più voraci rispetto ad essi; non a caso i Nuotatori li temono perché spesso vengono attaccati in quanto scambiati per pesci. Solitamente questi Pokémon volano a pelo d'acqua immergendo il becco in modo da catturare vari pesci e poi inghiottirli tutti interi, con ciò inghiottono anche una grande quantità  d'acqua, ecco perché possono usare Idropompa a differenza dei Wingull. Quando sono molto stanchi, possono anche riposare posandosi in mare e galleggiando facendosi trasportare dalle correnti finché i muscoli non saranno completamente rinvigoriti.

Di recente i Pelipper sono diventati molto popolari per fare consegne di pacchi e lettere, visto che possono percorrere enormi distanze e portare una grande numero di oggetti nel becco. La loro natura gentile li porta anche a trasportare piccoli Pokémon e perfino uova in altre regioni, se fosse necessario (ed è proprio questo loro comportamento ad aver fatto nascere il mito della cicogna). Già  in tempi antichi alcune persone capirono la loro grande abilità  di trasportare e hanno iniziato a farsi aiutare da questi Pokémon per le consegne, potendo viaggiare a grandi distanze con poca fatica, ma l'uso commerciale è davvero recente e risultano molto importanti per varie città  insulari e portuali, specialmente per fare delle rapide consegne. Dato che il costo per mantenere uno stormo di Pelipper da consegna e la quantità  di oggetti trasportati risulta quasi invariato rispetto all'uso delle più tradizionali navi da carico, questi uccelli sono preferiti in quanto molto più veloci, tanto che ormai sono diventati il simbolo stesso del trasporto transoceanico. Le aziende tendono ad etichettare ogni singolo Pelipper e monitorarlo tramite l'uso di GPS, inoltre è possibile anche mandare molti di essi in una sola volta e potete star certi che questi uccelli sono talmente intelligenti da capire dove devono consegnare il pacco, sia che gli ordini siano vocali, sia che siano scritti (a patto che siano stati addestrati per riconoscere le lettere). Senza dubbio essi sono la prova inconfutabile che la tecnologia non sempre è la migliore rispetto a tutto.

Più famosi nell'uso commerciale che in combattimento, i Pelipper sono creature amabili che possono essere trasformati in compagni fedeli in cambio di un po' di cibo. Sia che vogliate usarli per abbattere nemici con Idropompa, sia per consegnare regali ai vostri cari, i Pelipper rimarranno al vostro fianco fino alla fine. Se avete complessi d'inferiorità , portarli a pesca non è una buona idea, visto che riusciranno a catturare in pochi minuti più pesci di quanti voi potreste mai prenderne in tutta la vostra vita!

Surskit

200px-Artwork283.png

Spoiler

Surskit (noto come Pokémon Sfiorapozze) è un Pokémon relativamente raro di tipo Coleottero/Acqua che vive negli stagni d'acqua dolce e nei corsi d'acqua delle regioni di HoennSinnohKalos, Alola e Auros, anche se raramente è stato visto nella regione di Unima. Sebbene siano troppo deboli per essere utili in lotta, i Surskit sono esseri interessanti, specialmente per chi vuole ampliare il proprio Pokédex, anche se trovarli in natura può essere difficoltoso. Nonostante le loro abilità  siano limitate, impedendo loro di poter lottare in modo efficace, vista la loro rarità , sono in parecchi a desiderarne uno!

Surskit sono creature che trascorrono la vita in modo semplice; sebbene siano considerati dei gerridi, in realtà  sono lo stadio larvale di un tipo di falena e si sono adattati a vivere in acqua, solo perché è lì che abbonda il cibo. Il motivo per cui sono considerati dei gerridi è perché camminano sull'acqua sfruttando le lunghe e sottili zampe che riescono a non romperne la tensione superficiale, nonostante le loro grandi dimensioni facciano pensare che ciò sia impossibile (ed è così), ma poiché la punta delle zampe rilascia un olio denso in grado di controbilanciare gli effetti del loro peso, riescono nell'impresa facilmente. I Surskit si limitano a scivolare sopra gli stagni e ogni tanto si avventurano tra l'erba bagnata, ma è difficile, visto che mangiano microrganismi che vivono in acqua; inoltre in natura è quasi impossibile che affrontino altri esseri viventi, il che ha senso, dal momento che hanno una forza fisica molto scarsa, di conseguenza l'unico attacco che può veramente arrecare danno è Bollaraggio, che però è appunto una forma di difesa molto limitata. Ma nonostante ciò sono gli unici Pokémon noti classificati come Coleottero/Acqua, il che li rende esseri unici.

Anche se hanno una resistenza scarsa e una gamma di mosse limitate, i Surskit hanno sviluppato una difesa interessante, ovvero uno spuntone sulla loro testa che è utile contro i predatori: questo rilascia un liquido che emana un odore dolcissimo simile al miele, il quale, sebbene attiri i predatori, non ha alcuno scopo nutrizionale, ma serve solo per calmare e tranquillizzare le creature circostanti; infatti possono addirittura tenere calmo un Munchlax affamato abbastanza a lungo da avere il tempo di sfuggirgli e trovare un posto sicuro in cui nascondersi.

Nonostante abbiano scarsissime capacità  combattive, i Surskit rimangono insetti interessanti e molto ricercati dagli Insettologi a causa della loro rarità . Purtroppo per loro è difficile sopravvivere a lungo se non catturati da un allenatore, ma sappiate che trovarne uno e portarlo in salvo è un gesto davvero molto generoso. Anche dopo l'evoluzione non potranno fare molto in lotta, ma almeno potrete vedere acrobazie aeree uniche!

Carvanha

200px-Artwork318.png

Spoiler

Carvanha (noto come Pokémon Feroce) è un Pokémon comune di tipo Acqua/Buio che vive nei fiumi e nei percorsi oceanici delle regioni di HoennUnimaKalos, Alola, Africa e Sud America. Nonostante le piccole dimensioni, i Carvanha sono creature feroci in grado di strappare la carne o le armature più deboli dei loro avversari con facilità . E' meglio stare molto attenti quando si attraversa un fiume: un solo Carvanha non è un problema, ma quando se ne incontra uno sciame è quasi impossibile sopravvivere!

Carvanha di solito vivono nelle acque delle zone tropicali, ma è possibile trovarne anche in altre regioni sparse per il mondo, incluso l'oceano nonostante siano creature d'acqua dolce, ma riescono a tollerare abbastanza l'acqua salata, spesso perché vogliono abituarsi a questo nuovo ambiente (anche se è difficile trovarli in branchi nell'acqua salata). Sebbene i Carvanha e gli Sharpedo siano degli squali, l'unica mossa Acqua che possono apprendere naturalmente è Acquagetto, che è più una conseguenza del loro habitat che una vera abilità , per questo sono pochi gli specialisti Acqua che riescono ad usarli decentemente. Ciò che molti Pokémon Acqua non hanno in fatto di offensiva e resistenza, i Carvanha lo compensano grazie alla loro ferocia e agilità ; inoltre le squame ruvide che ricoprono il corpo permettono sia a loro che agli Sharpedo di causare danni solo toccando il nemico, motivo per cui sono classificati con l'abilità  Cartavetro (abilità  che condividono solo con i Druddigon di solito e con rarissimi esemplari della famiglia evolutiva di Gible), di conseguenza chiunque si avvicini a loro non lo dimenticherà  facilmente.

Le mascelle dei Carvanha sono molto sviluppate e possiedono zanne affilatissime in grado di perforare gli scafi delle navi anche se rinforzate con l'acciaio, quindi una qualunque zona abitata da loro è pericolosissima. Quando una qualsiasi creatura entra nel loro territorio, i Carvanha avanzeranno in branco per farla letteralmente a pezzi, incluse le navi che nel giro di pochi secondi sono ridotte a detriti, lasciando l'equipaggio alla mercé di queste voraci creature. Per natura i Carvanha prediligono stare per conto loro e sono creature molto competitive, tuttavia si uniranno ai loro simili solo quando sentono la presenza di intrusi nel territorio e l'alto numero che formano è sufficiente per smembrare con facilità  un uomo adulto, ma non attaccheranno mai da soli in quanto poco resistenti; nel caso non ci fossero altri loro simili prediligono la fuga (motivo per cui in battaglia non sono molto utili).

Anche se allenarne uno può essere difficile, non si può negare che i Carvanha siano creature devastanti in gruppo che è meglio evitare. Solo gli allenatori più audaci hanno il coraggio di affrontare questi Pokémon in branco, magari sfruttando dei Pokémon Elettro. Se siete dei Pescatori state attenti a ciò che pescate: anche nella terra ferma non si faranno scrupoli a divorarvi!

Sharpedo

200px-Artwork319.png200px-Artwork319-Mega.png

Spoiler

Sharpedo (noto come Pokémon Brutale) è un Pokémon relativamente non molto comune di tipo Acqua/Buio che vive nei percorsi oceanici e negli oceani delle regioni di HoennUnimaKalos, Alola, Africa e Sud America. Terribilmente distruttivi e quasi inarrestabili in acqua, gli Sharpedo sono mostri feroci che fanno a pezzi e divorano tutto ciò che incontrano volentieri senza pensarci. Tenete sempre d'occhio l'acqua quando viaggiate via mare: queste creature vi attaccheranno in ogni situazione, poiché per loro l'unica cosa importante è mangiare e uccidere!

Per ragioni non chiare gli Sharpedo non vivono più nell'acqua dolce, inoltre l'evoluzione li adatta alla perfezione all'acqua salata degli oceani, ciò ha permesso loro di diffondersi per il mare e di diventare tra i più pericolosi predatori esistenti. Questi Pokémon sono noti per aggredire le prede in maniera estremamente violenta e brutale che spesso uccide la vittima (ecco perché sono così pericolosi). Anche se non sono adatti per nuotare a lungo o per resistere a forti attacchi, la loro grande velocità  e forza bruta li rende ottimi in molte battaglie. Sfruttando l'acqua per compiere un grande scatto, sono in grado di raggiungere le 75 miglia orarie (sufficiente per spezzare le ossa e frantumare le armature più deboli); questa velocità  è data anche dalla struttura delle squame che minimizza al minimo l'attrito con l'acqua. Con l'evoluzione di Carvanha ora possono usare mosse molto più brutali e violente, ciò è dato dal cambiamento anatomico; queste mosse sono: LacerazioneProvocazioneCapocciata e Nottesferza (tuttavia ora non possono più apprendere Riduttore).

Le mascelle degli Sharpedo sono estremamente potenti, inoltre le zanne sono talmente affilate da poter tagliare il metallo come fosse carta, se poi se ne spezza una essa ricresce all'istante, rendendoli ottimi per attaccare. A differenza dei Carvanha, gli Sharpedo possono vivere tranquillamente da soli e vederli in gruppo è quasi impossibile; altra differenza è che non sono più creature tanto territoriali siccome si spostano di continuo, ma cacciano qualsiasi creatura vivente incontrino senza distinzioni e quasi ogni Pokémon ha paura di loro a causa dei loro modi barbarici di caccia. Non fanno distinzione neppure riguardo al cibo, sia esso morto o in fin di vita o addirittura un semplice cucciolo; per loro il cibo è cibo, ciò li rende estremamente pericolosi per l'uomo e per le navi, specie le petroliere, danneggiando addirittura l'ambiente, questo perché uno Sharpedo agitato attacca anche oggetti non commestibili; può ridurre in rottami una petroliera con poco sforzo, per questo motivo sono conosciuti con il soprannome di "Tiranno del mare".

Si è scoperto che Sharpedo è una delle 46 specie di Pokémon note in grado di subire una MegaEvoluzione. Se si è in possesso di una Sharpedite esso si può MegaEvolvere; oltre al cambiamento anatomico, aumentano anche di dimensioni rendendoli ancora più pericolosi, questo perché anche la mascella e le zanne sono potenziate, riuscendo a tagliare come niente una spessa lastra d'acciaio e naturalmente non esiste essere che possa sopportare un simile morso. Questa mutazione li ha resi ancora più veloci grazie allo sviluppo di alcuni organi simili a vesciche che immagazzinano aria posizionati nella parte posteriore del corpo; una volta espulsa quest'aria possono addirittura arrivare ad una velocità  di 125 miglia orarie. Il muso non solo risulta essere più lungo, ma possiede degli spuntoni cartilaginei retrattili, in questo modo sfruttando anche la loro velocità  possono tagliare i bersagli con estrema facilità . Le cicatrici ora vengono rinforzate con una sostanza gialla rendendoli più resistenti ai danni nemici. Considerando quindi che diventano più pericolosi e feroci, sono pochissimi gli allenatori in grado di tenere sotto controllo questi mostri, ma in compenso sono pochi gli avversari in grado di tener loro testa. Statisticamente parlando, la velocità  di movimento degli Sharpedo è leggermente superiore, mentre le capacità  offensive sono moderatamente migliori e la loro resistenza generale è considerevolmente maggiore. Avendo le mascelle più potenti, ora sono classificati con l'abilità  Ferromascella, di conseguenza attacchi come Morso Sgranocchio saranno ancora più devastanti.

Riuscire a controllarne uno può risultare una vera impresa; gli Sharpedo sono creature potenti che riescono a causare danni perfino agli allenatori non abituati ai Pokémon più violenti. Perfino per gli specialisti Acqua controllarne uno è un'ardua sfida, ma se ci riescono possono essere considerati tra i migliori specialisti di questo tipo al mondo. State attenti quando ne incontrate o ne usate uno, perché qualsiasi essere vivente per loro è solo un pasto che attende di essere divorato!

Wailmer

200px-Artwork320.png

Spoiler

Wailmer (noto come Pokémon Balenottero) è un Pokémon relativamente comune di tipo Acqua che vive negli oceani profondi di tutto il mondo. Amati dagli allenatori più giovani e dai più grandi a causa della loro natura giocosa e dal loro aspetto adorabile, i Wailmer sono creature facili da allenare che adorano nuotare nei mari più profondi, filtrando attraverso la bocca piccole creature di cui si nutrono, ma non sottovalutateli: solo perché sono carini e giocosi non crediate che non siano in grado di combattere e schiacciare il nemico!

I Wailmer vivono una vita tranquilla rimanendo in gruppo con i loro simili e trascorrendo le giornate a nutrirsi di piccoli crostacei o altri organismi sfruttando i loro denti simili a delle stole. A differenza di ciò che si possa pensare, mantenere un Wailmer è molto difficile visto che necessitano di quasi un quintale di cibo al giorno, di conseguenza dopo una battaglia è consigliabile rilasciare il proprio Pokémon in mare per un po' di tempo per farlo mangiare. I Wailmer più giovani hanno l'abitudine di avvicinarsi alle spiagge per spruzzare giocosamente acqua nella faccia delle persone dalle narici che hanno sopra gli occhi, ciò però porta a volte anche ad attirare i loro genitori Wailord, cosa che potrebbe creare dei problemi a causa delle loro immense dimensioni. Anche se molto grandi appena nati, i Wailmer sono totalmente indifesi nei loro primi giorni di vita, per questo ci sono alte probabilità  che possano venire uccisi da alcuni predatori marini esperti, ma una volta che hanno appreso come difendersi, questo è un problema che non li preoccuperà  più.

Una caratteristica davvero interessante dei Wailmer è che nonostante le grandi dimensioni, questi hanno una pelle estremamente elastica, sembrando quasi della gomma, visto che riesce a reagire anche alle forze più estreme. Questa capacità  è molto utile, perché così facendo possono immagazzinare una quantità  enorme d'acqua per mantenersi umidi e sfruttare questa loro elasticità  per spostarsi via terra come fossero dei palloni da spiaggia; più acqua viene immagazzinata e più è facile per loro rimbalzare. Non è uno spettacolo impossibile quello di vedere un Wailmer sulla riva per giocare con alcuni Pokémon, ma se rimane troppo a lungo fuori dall'acqua, quella immagazzinata non sarà  sufficiente e finiranno per disidratarsi, diventando incapaci di muoversi a terra. Questo motivo ha scoraggiato molti allenatori ad usare il proprio Wailmer fuori dall'acqua, ma il problema non è così grave, considerando poi la loro evoluzione in Wailord; fino ad allora possono sfruttare varie mosse interessanti a cui normalmente i Pokémon Acqua non hanno accesso, come Rotolamento e in certi casi anche Rimbalzo e Pesobomba, ecco perché, sebbene non abbiano una grande forza fisica, risultano combattenti di tutto rispetto, sia contro avversari acquatici che terrestri.

Giocosi e facili da allenare, i Wailmer sono creature simpatiche che amano divertirsi con esseri di ogni dimensione, anche se alcuni rischiano di venire schiacciati. Per i combattimenti, sappiate che il loro peso corporeo è un'arma davvero ottima contro qualsiasi tipo di avversario. Se volete averne uno come Pokémon domestico, allora è meglio che abbiate una casa vicino all'oceano, non tanto per via del cibo, ma perché crescendo difficilmente potreste avere un acquario abbastanza grande da contenerli!

Wailord

321 Wailord

Spoiler

Wailord (noto come Pokémon Megabalena) è un Pokémon raro di tipo Acqua che vive negli oceani profondi di tutto il mondo. Noti per essere la specie di Pokémon più grande conosciuta, i Wailord sono esseri titanici che a causa di ciò è difficile usarli al di fuori delle competizioni ufficiali, visto che solitamente solo le arene di scontri importanti e riconosciute sono create in modo tale da poter ospitare queste balene. Certamente usarne uno può sorprendere ed intimorire l'avversario a causa delle sue dimensioni, ma non aspettatevi colpi molto potenti, visto che in termini di ferocia sarebbe meglio un Seaking!

I Wailord sono enormi Pokémon con la capacità  di immergersi a profondità  incredibili, ma pur essendo sprovvisti di branchie, grazie all'uso delle narici sono in grado d'inalare abbastanza aria per immergersi fino a 3000 metri di profondità  prima di dover tornare in superficie, ciò è molto utile per permettere a questi esseri di trovare grandi quantità  di cibo, e visto che la fame di queste balene viene superata solamente da quella degli Snorlax, non è difficile capire perché è così difficile allenarne uno, specie se si vive lontani dall'oceano. Cosa davvero sorprendente è il peso dei Wailord, infatti tutti i loro organi interni (eccetto i polmoni) sono molto piccoli confrontati al corpo e sono quasi totalmente vuoti, inoltre il loro corpo non ha grandi quantità  di grasso corporeo per proteggersi dal freddo, visto che la loro pelle è già  progettata per proteggerli delle temperature più basse, senza contare la bassa forza gravitazionale del pianeta; nonostante ciò, i predatori preferiscono tenersi alla larga da loro, non tanto per la loro forza fisica o per la loro velocità , ma per i devastanti attacchi relativi al peso (come Rotolamento, Rimbalzo e Pesobomba). Grazie a questo peso davvero basso rispetto al corpo, un Wailord quando salta fuori dall'acqua può compiere salti immensi, ecco perché nelle città  costiere ed insulari sono comuni gli osservatori di Wailord, dato che uno spettacolo simile è davvero magnifico.

Proprio come i Wailmer, anche i Wailord non possono mangiare ogni cosa a causa dei loro denti simili a stole, ma solo piccoli organismi, ciò però non è un problema, visto che con un sol boccone possono ingurgitare un'enorme quantità  di cibo; solitamente i branchi di Wailord si aiutano in questo per spingere tutte le prede ad unirsi in un unico grosso gruppo in cui un membro del branco mangerà , contro le prede più ostiche invece essi salteranno fuori dall'acqua, le onde che andranno a crearsi poi o spaventeranno la preda, o più probabilmente la stordiranno. Ovviamente questa strategia aiuta solo un unico Wailord, ma il loro carattere tranquillo non ha mai portato nessun esemplare ad entrare in conflitto con i suoi simili in natura, anche perché poi il prossimo gruppo di prede verrà  mangiato da un altro Wailord del branco. Avvicinarsi alle zone di caccia di queste balene è molto pericoloso per gli allenatori, essi non sono aggressivi verso l'uomo, ma può capitare che avvengano degli incidenti.

Sebbene siano amichevoli ed obbedienti, i Wailord spesso si rivelano troppo grandi da essere gestiti dagli allenatori, ma per chi ci riesce, la soddisfazione è garantita dato che sono i Pokémon Acqua con la maggior vitalità  in assoluto ed hanno la capacità  di schiacciare il nemico con estrema facilità ; solitamente però solo gente che vive vicino al mare o economicamente messi bene possono averli. Se volete vantarvi con i vostri amici, cavalcatene uno, anche se riuscire a vedervi sarà  difficile!

Barboach

200px-Sugimori_339.png

Spoiler

Barboach (noto come Pokémon Baffetti) è un Pokémon relativamente comune di tipo Acqua/Terra che vive negli stagni d'acqua dolce, ruscelli e paludi delle regioni di Hoenn, Sinnoh, UnimaKalos ed Alola, anche se raramente è stato visto nella regione di Johto. Spesso ignorati a causa del loro bizzarro aspetto, i Barboach sono pesci interessanti in grado di portare al limite le abilità  tipiche dei Pokémon Acqua e Terra. Sebbene non valgano molto in lotta, sappiate che con l'allenamento possono diventare avversari ostici, l'unico problema è riuscire a prenderli... veramente!

I Barboach hanno molti problemi nell'interagire con l'ambiente, visto che la vista, l'udito, l'olfatto e il gusto di questi Pokémon sono davvero sottosviluppati, di conseguenza devono farsi aiutare dai baffetti che hanno sul volto in modo da usarli come fossero radar, dato che possono rivelare anche il più piccolo spostamento in acqua. Essi sono soliti rimanere sotterrati nel fango lasciando solamente i baffetti esposti; appena si accorgono della presenza di una preda, sbucano fuori dal nascondiglio e la catturano prima che possa fuggire. Anche se abbastanza comuni nelle regioni dove vivono, pescarli è difficile perché grazie ai baffetti riescono a determinare se l'esca delle canne da pesca è viva, morta, o un oggetto inanimato, quindi è difficile che si facciano ingannare, il che è utile per risparmiare energia contro prede vere. Quindi qualsiasi Pescatore che voglia catturare un Barboach deve fare uso di esche più sofisticate che rilascino odori ingannevoli, anche se queste tendono ad attirare altri Pokémon oltre ai Barboach.

Altra caratteristica interessante è che i Barboach tendono a ricoprire il proprio corpo con una sostanza viscida, in modo da impedire che i batteri del loro habitat penetrino la loro pelle sottile, ma ciò ha anche l'effetto di renderli estremamente scivolosi ed è quasi impossibile per i predatori catturarli, siano essi marini o terrestri; questa loro peculiarità , assieme alla tendenza di sotterrarsi nel fango, ha portato alcune culture antiche a credere che i Barboach siano nati dal fango indurito. Nel fortuito caso in cui un predatore riuscisse a mangiarsi un Barboach, rischierebbe di sentirsi male, visto che la sostanza che hanno sul corpo è tossica e solo una forte acidità  di stomaco ne annulla l'effetto. Altra particolarità  di questa sostanza è che li rende umidi: sebbene non possano muoversi fuori dall'acqua, senza di essa potrebbero morire disidratati in meno di un'ora, se dovessero uscire dall'acqua.

Nonostante siano incapaci di combattere seriamente, specialmente fuori dall'acqua, i Barboach restano Pokémon davvero utili, in particolare per chi ha appena iniziato a specializzarsi sui Pokémon Acqua, dato che sono immuni agli attacchi Elettro. Non saranno resistenti per le lotte più dure, ma avendo a disposizione mosse come Pantanobomba e Magnitudo, state certi che questi pesci sanno come scuotere le cose. Ricordatevi di non farli combattere fuori dall'acqua: anche se sono Pokémon Terra, non possono muoversi e rimarrebbero vulnerabili al nemico!

Whiscash

200px-Artwork340.png

Spoiler

Whiscash (noto come Pokémon Baffetti) è un Pokémon relativamente non molto comune di tipo Acqua/Terra che vive in stagni d'acqua dolce, ruscelli e paludi delle regioni di Hoenn, Sinnoh, Unima, Kalos ed Alola, anche se raramente è stato visto nella regione di Johto. Nonostante l'aspetto amichevole ed innocuo, i Whiscash sono pesci feroci che non si fanno problemi a scuotere le zone circostanti se disturbati. Se non avete Pokémon Erba a vostra disposizione, state alla larga da loro, altrimenti potreste scoprire come facciano questi esseri a creare onde sismiche da sott'acqua!

Tecnicamente questi Pokémon non sono veramente notturni, tuttavia hanno l'abitudine di rimanere sotterrati nel fango di giorno per uscire di notte per mangiare; quando sono svegli sono pericolosissimi, in quanto mangiano qualsiasi cosa capiti loro a tiro: piccoli pesci, cuccioli di Barboach e addirittura neonati umani se dovessero incontrarne uno. Avendo pessima vista ed olfatto, per loro è difficile capire cosa abbiano attorno, visto che possono basarsi solo sui baffi a mo di radar, quindi è facile che divorino addirittura rifiuti, il che può causare gravi problemi di salute, ma è raro, visto che l'acido del loro stomaco è così forte da sciogliere addirittura il ferro.

In natura i Whiscash tendono ad essere territoriali e si rifiutano di condividere il proprio territorio con qualsiasi altra specie di Pokémon, ecco perché esistono stagni in cui vive solo questa specie, ma la loro ossessione è tale che attaccheranno violentemente se dovessero accorgersi che il loro habitat è stato invaso, il che non è raro, dato che molti vengono ingannati dal loro aspetto apparentemente sciocco, quando invece sono esseri pericolosi, tanto da essere gli unici Pokémon Terra in grado di apprendere Cozzata Zen naturalmente (attacco che imparano appena evoluti) e Solletico; ciò che però li rende davvero pericolosi è la loro eccezionale capacità  di creare tremori sismici: un loro Terremoto alla massima potenza può essere sentito fino a 3 miglia di distanza e causare lievi danni a strutture umane e Pokémon. Tutto ciò rende difficilissimo allenare tali pesci, ecco perché molti preferiscono evitarli. Nonostante il loro pessimo carattere, i Whiscash sono comuni tra i sismologi, perché non solo possono creare terremoti, ma anche prevederli ed è probabile che sia proprio questa capacità  ad aver sviluppato quella di creare tremori; i loro baffi sono estremamente sensibili a questi tipi di movimenti e quando individuano un terremoto imminente si sotterrano completamente nel fango. Anche se non amano molto la presenza umana, i Whiscash sono usati a livello mondiale per la rilevazione di terremoti e risultano più efficaci di qualsiasi macchina creata dall'uomo, basti pensare che ogni terremoto rilevato da loro si è sempre rivelato veritiero fino ad oggi.

Sebbene statisticamente parlando non siano nulla di speciale, i Whiscash restano combattenti di tutto rispetto, in grado di causare gravi danni in un'ampia area d'azione. Essendo gli unici Pokémon Acqua (assieme alla pre-evoluzione) in grado di apprendere naturalmente Abisso e avendo un talento naturale nel creare e rilevare terremoti, di certo questi pesci sono unici nel loro genere e potranno tornare molto utili alla razza umana, non solo per le lotte, ma anche per lo sviluppo della scienza negli anni futuri. Se il vostro lavoro prevede la demolizione di alcuni edifici, procuratevi uno di questi Pokémon: certo, potranno sopravvivere al massimo un paio d'ore fuori dall'acqua, ma almeno potrete distruggere gli edifici che v'infastidiscono!

Corphish

200px-Artwork341.png

Spoiler

Corphish (noto come Pokémon Birbone) è un Pokémon relativamente comune di tipo Acqua che vive nei corpi d'acqua dolce delle regioni di Hoenn, Sinnoh, UnimaKalos ed Alola. Sorprendentemente resistenti ed adattabili a qualsiasi ambiente con acqua dolce, i Corphish sono crostacei eccezionali con una forza fisica e vitalità  degne di nota nonostante le ridotte dimensioni. Questi esseri riescono a mettere in seria difficoltà  i nemici solo con l'uso di Martellata e Sgranocchio, tuttavia non sono buoni Pokémon domestici, visto che tendono ad essere aggressivi nei confronti degli estranei!

I Corphish in realtà  sono nativi delle regioni del Nord America nei pressi dell'Oceano Atlantico, ma ormai in quelle zone sono quasi totalmente estinti a causa della caccia a questa specie negli ultimi due decenni; l'unico motivo per cui ancora esistono è perché per sbaglio alcuni esemplari furono portati nella regione di Hoenn come Pokémon domestici, dove poi sono riusciti a fuggire. Come molti altri crostacei, il loro carapace permette di adattarsi facilmente all'ambiente, infatti possono vivere in acque fredde, calde e addirittura inquinate senza alcun problema. A causa della scarsa presenza di predatori nei corpi d'acqua dolce della regione, i Corphish riuscirono a moltiplicarsi ad una velocità  sorprendente; finendo addirittura per arrivare a Sinnoh. Dato che le persone delle regioni Asiatiche non gradiscono molto la carne di Corphish, essi non vengono quasi mai cacciati in tali zone, ciò è dovuto anche al fatto che sono in pochi a conoscere il modo giusto di cucinare la carne di Corphish e dunque viene principalmente esportato da Unima. Per via dei danni causati dalla loro evoluzione, si tentò più volte di sterminare la specie nelle regioni Asiatiche, ma ogni tentativo fu inutile dato che hanno sviluppato un'incredibile resistenza alle tossine usate nel tentativo di ucciderli.

I Corphish, nonostante abbiano una scarsa velocità , restano avversari temibili a causa delle loro grandi chele, ciò non solo permette loro di usare la rara mossa Martellata, ma anche di tagliare la carne e incrinare le armature più deboli, cosa che viene usata per sconfiggere anche avversari più grandi e farli a pezzi, visto che mangiano qualsiasi cosa senza distinzione. Gli acidi che hanno nello stomaco sono così potenti da poter dissolvere quasi qualsiasi cosa, senza parlare del loro sistema immunitario, con il quale resistono ad ogni tipo di veleno mortale; dunque, contrariamente alla credenza popolare, loro causano ben pochi danni visto che non hanno dipendenze specifiche su cibo e mangiano ogni cosa capiti loro a tiro. Solitamente appena catturati dimostrano un carattere aggressivo nei confronti del proprio allenatore, per questo vengono poi spediti in zone di mantenimento, così che possano calmarsi, ma se ciò non dovesse funzionare, l'unica soluzione è liberarli.

Sebbene non abbiano molte abilità  combattive degne di nota, i Corphish restano compagni di tutto rispetto, specie per gli allenatori più giovani che vogliono specializzarsi sul tipo Acqua e sfruttare la loro forza fisica. Che voi li vediate come un parassita, del cibo o semplicemente come un Pokémon come un altro, state certi che qualsiasi tentativo di farli estinguere sarà  vano. State attenti quando ne pescate uno: solo perché con il tempo possono diventare fedeli, non crediate che all'inizio non provino a pizzicarvi con le chele!

Crawdaunt

200px-Artwork342.png

Spoiler

Crawdaunt (noto come Pokémon Canaglia) è un Pokémon non molto comune di tipo Acqua/Buio che vive nei corpi d'acqua dolce delle regioni di Hoenn, SinnohUnimaKalos ed Alola. Dalla natura brutale e molto difficili da controllare, i Crawdaunt sono crostacei violenti a cui poco importa dei danni causati all'avversario o all'ambiente. A prima vista potrebbero non sembrare molto pericolosi, ma non avete la minima idea di ciò che possono fare: cercate di evitare il loro attacco Martellata, altrimenti il vostro Pokémon potrebbe ritrovarsi fuori gioco prima ancora di essere in grado di reagire!

Quando i Corphish si evolvono la loro personalità  cambia radicalmente, diventando creature crudeli e violente verso qualsiasi forma di vita; ciò sembra essere dovuto ad un problema chimico nella creatura che li porta a produrre una quantità  eccessiva di adrenalina, per questo sono così violenti e facilmente irritabili, tanto che si infuriano solo con coloro che fanno parte della loro famiglia evolutiva, portandoli ad attaccare gli sventurati con le enormi chele; ciò li ha portati a vivere nei corpi d'acqua dolce meno abitati, spesso nei pressi dei deserti, una fortuna considerando che agiscono quasi esclusivamente per l'interesse della propria specie, spesso causando danni all'ecosistema che possono risultare addirittura irreversibili. Ci furono vari tentativi di scacciare questa specie dalle regioni Asiatiche, ma senza alcun successo essendo loro terribilmente resistenti e in grado di adattarsi alle acque di qualsiasi temperatura e anche quelle più inquinate, senza che vengano minimamente danneggiati. Fortunatamente questa specie non è molto comune siccome i Corphish sono pescati anche perché sono delle prelibatezze, ma la loro estinzione sembra essere impossibile, quindi saranno sempre una spina nel fianco per gli asiatici.

L'esoscheletro dei Corphish è noto per essere molto resistente, tuttavia quello dei Crawdaunt risulta essere morbido non appena evoluti, motivo per cui tendono a rimanere nascosti nelle loro tane finché la loro corazza non si indurisce, ma ciò è in netto contrasto con la loro natura, siccome l'enorme quantità  di adrenalina li porta ad attaccare qualsiasi essere che si avvicini, infatti attaccheranno anche in questi casi con le grandi chele fino ad uccidere la vittima indifesa. Di solito non fanno molto, eccetto nella stagione degli amori, in cui i Crawdaunt si combattono tra loro (se ci sono più maschi nella stessa zona) per rivendicare le femmine, ma non sempre queste accettano il maschio trionfante, siccome danno importanza alla cresta a stella: più è grande e più il maschio è desiderato (tale cresta è anche usata per eseguire l'attacco Comete non appena evoluti). Purtroppo le uova di Corphish sono molto fragili e difficili da proteggere, quindi spesso molti di essi non sopravvivono; il che è un bene per evitare una sovrappopolazione, gli esemplari che riescono a nascere invece sviluppano subito una corazza resistente con cui proteggersi da qualsiasi minaccia naturale.

Per i meno esperti potrebbero non essere avversari tosti, ma in realtà  i Crawdaunt sono Pokémon violenti che prendono seriamente qualsiasi battaglia solo per danneggiare il nemico per divertimento. Potendo usare gli attacchi MartellataSgranocchio Ghigliottina, ogni avversario sarà  in serio pericolo contro questi maligni crostacei. Ricordatevi di non portare mai un Crawdaunt in una piscina pubblica: nonostante il cloro, non si farà  scrupoli ad attaccare ogni persona nella piscina per rivendicarne la proprietà , anche quelle meno profonde!

Feebas

200px-Artwork349.png

Spoiler

Feebas (noto come Pokémon Pesce) è un Pokémon comune di tipo Acqua che vive nei corpi d'acqua dolce e salata delle regioni di Hoenn, Sinnoh, Unima ed Alola. Derisi per il loro brutto aspetto e per le patetiche abilità  di combattimento, sono davvero pochi gli allenatori che li prendono in considerazione e ancora meno quelli che li usano in battaglia. Non crediate tuttavia che sia facile sconfiggerli: sebbene possano fare ben poco, hanno una vitalità  da poter renderli abbastanza fastidiosi!

I Feebas di solito tendono a raggrupparsi nei fondali dei corpi d'acqua, specialmente quelli con molte alghe. Anche se lenti, ingenui e molto deboli, sono comunque più abili dei Magikarp (dato che possono apprendere mosse tramite MT, MN ed allenamenti specializzati), ma restano comunque poco apprezzati dagli allenatori, seppure facilmente catturabile (ma trovarne uno è un'impresa). Le loro abilità  rimangono invariate, anche se dovessero combattere in acque ancora più sporche o limpide, fatto che li accomuna ai Magikarp, ma il motivo per cui questi ultimi sono molto più popolari è perché hanno un colore brillante con cui vengono individuati, a differenza dei Feebas i quali, sebbene siano in gran numero, hanno un colore che permette loro di mimetizzarsi alla perfezione, ecco perché è così difficile trovarli. Appena nati le loro pinne hanno già  un aspetto sbrindellato, che compromette il nuoto, mentre le squame hanno un colore sbiadito, rendendoli poco apprezzabili esteticamente; ironia della sorte è proprio quest'aspetto che li salva dai predatori, visto che essi spesso li scambiano per Magikarp malati e quindi da evitare, nel caso in cui la loro colorazione non bastasse a tenerli nascosti. Cosa interessante è che non sono mai stati rinvenuti reperti fossili di questa specie, portando a credere che tali pesci si siano sviluppati solo di recente.

L'aspetto squallido e malandato dei Feebas è il motivo principale per cui si possono evolvere in un modo assolutamente unico: la bellezza. I Feebas stessi detestano il proprio aspetto e il non poter diventare più belli li porta a deprimersi; è proprio questo stato mentale che causa un blocco nello sviluppo di questi pesci. Fortunatamente sono stati scoperti ben due metodi per aggirare questo deficit. Il primo viene usato nelle regioni di Hoenn e Sinnoh, ovvero migliorare la loro bellezza nutrendoli con determinate PokéMelle o Poffin (cibi cucinati in una regione specifica); una volta che le proprietà  di questi cibi avranno portato ad un imbellimento del Pokémon, basterà  solo allenarli un pochino o al massimo attendere prima che inizino a svilupparsi e ad evolversi. Per gli allenatori che vivono al di fuori di queste regioni, il processo può essere attuabile tramite le radiazioni di una macchina da scambio e con una Squama Bella, ovvero una squama della loro evoluzione, Milotic. Entrambi i metodi sembrano infatti dare più fiducia al Pokémon permettendone l'evoluzione, ma come questo stato mentale influenzi la loro biologia non è del tutto chiaro ancora.

A causa delle scarse capacità  combattive e del loro aspetto, i Feebas sono tristemente noti per essere tra i Pokémon più inutili, anche più dei Magikarp (a causa della difficoltà  di trovarne uno). Tuttavia esistono allenatori e ricercatori disposti a tutto pur di averne uno, in quanto rappresentano un vero e proprio enigma biologico, visto che da pesci così brutti e deboli ne deriva uno potente e dall'aspetto a dir poco magnifico, non a caso si sospetta una possibile parentela con questa specie e quella dei Magikarp. Per gli allenatori che ne cercano uno... beh, sappiate che potreste impiegare anche delle settimane per trovarlo, ma se individuate i luoghi dove si stabiliscono, forse potreste avere un po' di fortuna!

Milotic

200px-Artwork350.png

Spoiler

Milotic (noto come Pokémon Tenerezza) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Acqua che vive in grandi corpi d'acqua dolce delle regioni di Hoenn, Sinnoh, Unima ed Alola. Considerati in ogni parte del globo come i Pokémon più belli del mondo, i Milotic sono creature calme e maestose con la capacità  di tranquillizzare anche le persone e i Pokémon più ostili. Sebbene non possiedano la potenza offensiva dei Gyarados, con le loro abilità  possono rilassare gli avversari e trarne vantaggio da ciò!

I Milotic sono conosciuti in tutto il mondo per la loro bellezza e per l'aspetto elegante, tanto che ufficialmente sono riconosciuti come "Pokémon più belli del mondo". Nelle varie epoche antiche esistono un gran numero di opere d'arti raffiguranti questi pesci (dipinti, sculture, ecc...) a dimostrazione di quanto fossero riveriti anche in antichità ; ancora oggi esistono artisti che cercano di dipingere e raffigurare le loro bellissime squame, tuttavia la bellezza di queste è dovuta ad una sostanza che le fa brillare di colori diversi a seconda dell'angolazione da cui si guardano, ma questo composto nella maggior parte degli esemplari, non è puramente estetico, in realtà  rende le squame più dure dando loro una resistenza fisica molto elevata, specie quando si trovano in difficoltà , per questo motivo i Milotic con questa particolarità  sono classificati con l'abilità  Pelledura, che nessun altro Pokémon in natura possiede, sebbene esistano Dratini e Dragonair con mutazioni genetiche con le quali hanno sviluppato questa capacità . In antichità  i Milotic erano molto famosi per essere apparsi durante tempi di guerra: la loro apparizione poneva fine ad ogni sentimento ostile facendo terminare il conflitto, questa loro capacità  non è del tutto chiara oggi, ma sembra che siano in grado di sfruttare limitate capacità  psichiche con cui manipolano il cervello degli esseri viventi per stimolare un rilascio di endorfine per calmarli, questa loro abilità  è così potente da poter calmare addirittura un Gyarados.

E' impossibile negare che i Milotic e i Gyarados abbiano molti aspetti in comune (basti anche pensare alla loro pre-evoluzione), fra di essi vi è la potenza, la natura, le origini e anche le potenzialità  combattive... il motivo di tutte queste analogie è ancora sotto studio. Tra le prime caratteristiche in comune ci sono i Magikarp e i Feebas, entrambi considerati i pesci più deboli in assoluto, possono vivere in qualsiasi ambiente acquatico, inclusi quelli più inquinati, e in natura apprendono le stesse mosse. Una volta evoluti i due Pokémon sono praticamente l'opposto dell'altro: mentre i Milotic possiedono un'eccellente resistenza fisica, i Gyarados hanno una forza fisica sorprendente, senza contare che in media le loro potenzialità  sono alla pari, statisticamente parlando. I Milotic sono creature gentili e dolci e tendono ad apparire nei conflitti per farli cessare; i Gyarados d'altro canto sono violenti ed aggressivi e appaiono nei conflitti per distruggere tutto ciò che incontrano sul proprio cammino, eppure il loro habitat è praticamente lo stesso ed entrambi sono attratti dalla guerra. Sebbene il loro corpo sia progettato per un tipo di combattimento totalmente diverso, la loro forma corporea e addirittura la loro struttura anatomica è estremamente simile, tanto che queste due specie potrebbero addirittura accoppiarsi senza problemi. Sebbene non ci siano abbastanza prove per dirlo con certezza, è molto probabile che i Magikarp e i Feebas discendano da un antenato comune e che solo in seguito le due specie si siano distaccate così tanto, ma è anche possibile che tutte queste analogie e differenze che li rendono simili e allo stesso tempo opposti, siano solo una coincidenza, ma molti ricercatori fanno fatica a credere a quest'ipotesi.

Con una bellezza ed un'eleganza senza pari, non c'è da stupirsi se i Milotic sono i Pokémon più amati, specie durante le gare Pokémon e durante i tornei ufficiali. Sebbene riuscire ad ottenerne uno sia un'impresa per quasi ogni allenatore, i Milotic restano compagni fedeli ed amorevoli, saranno sempre pronti a lottare fino alla fine. Se siete allenatori che amano la bellezza, allora cercate di ottenere uno di questi pesci serpentini e state tranquilli: è praticamente impossibile farli arrabbiare!

 

Modificato da Zarxiel

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme
Inviato (modificato)

Castform

File:351Castform-Rainy.png

Spoiler

Castform (noto come Pokémon Meteo) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Normale (ma che può diventare anche di tipo FuocoAcqua o Ghiaccio a seconda della forma) che vive in campi erbosi e laboratori di ricerca delle regioni di HoennUnima ed Alola, anche se raramente lo si vede anche nella regione di Sinnoh. Non saranno tra i combattenti più forti, ma i Castform sono sorprendenti creazioni scientifiche moderne ed è uno spettacolo vederli in battaglia dove il clima non sarà  mai costante. Non possono resistere a molti colpi, ma sarebbe saggio non sottovalutare questi esseri. Se non hai almeno un esemplare di questa specie allora non puoi ritenerti un vero meteorologo!

Castform sono stati creati negli ultimi anni nell'Istituto Meteo di Hoenn per manipolare il meteo e prevederlo a breve distanza nonostante le loro dimensioni ridotte. Siccome non sono stati progettati per la lotta è facile capire perché non siano così forti, ma possiedono comunque abilità  disponibili solo per le creature più disparate, nonostante ciò il loro corpo relativamente semplice è costituito similmente al nostro: molecolarmente la loro percentuale d'acqua è identica alla nostra in modo che possano accorgersi più facilmente dei cambiamenti climatici, ecco perché sono gli unici Pokémon ad avere l'abilità  Previsioni, abilità  che non potrà  funzionare in nessun altro Pokémon al di fuori di Castform, anche se un Pokémon dovesse acquisirla con la mossa Baratto. Quando la temperatura aumenta all'improvviso quando per esempio durante una giornata particolarmente soleggiata, la loro struttura corporea risponde con uno stato gassoso assumendo la Forma Sole: con tale forma il tipo dei Castform cambia da Normale a Fuoco finché questa condizione meteo dura o finché non si allontanano. Essi risponderanno in modo simile anche quando piove o nevica/grandina assumendo la Forma Pioggia nel primo caso o la Forma Nuvola di Neve nel secondo: la prima sarà  di tipo Acqua e la seconda di tipo Ghiaccio. Sembra che le tre forme possano assumere i tre stati dell'acqua sul pianeta: gassoso, liquido e solido in questo modo i climatologi riescono a capire anche eventuali fattori di pericolo dovuti al meteo. Per ora i Castform riescono ancora a prevedere con largo anticipo il meteo, ma è solo una questione di tempo prima che possano essere migliorati e che quindi migliorino le ricerche riguardanti questo campo.

Essendo stati creati a scopi scientifici non sono buoni lottatori e in tutti i campi combattivi sono ugualmente scarsi. Tra le loro mosse offensive che apprendono subito hanno Bottintesta, ma non c'è comunque da sottovalutarli in quanto possono imparare combinazioni uniche riuscendo ad apprendere BracierePistolacqua e Polneve contemporaneamente, più avanti possono apprendere anche GiornodisolePioggiadanza e Grandine e ancora più avanti le devastanti mosse FuocobombaIdropompa e Bora. Nessun altro Pokémon comune può apprendere tutte queste mosse, rendendoli quindi combattenti forti ed inaspettati in molti casi, riuscendo addirittura a sconfiggere avversari molto più grossi di loro, ma la cosa più sorprendente è la loro mossa Palla Clima, mossa che è stata scoperta proprio con questo Pokémon: questa mossa, proprio come Castfrom in sé, è influenzata dalle condizioni meteo facendole ottenere caratteristiche di tipo differente quando è nuvoloso, soleggiato, piovoso o nevoso e siccome anche il tipo di Castform muta, in qualsiasi situazione la mossa arrecherà  più danni del normale, tranne durante una tempesta di sabbia dove solo Palla Clima è influenzata e non Castform a causa della grande quantità  d'acqua nel corpo. I Castform restano creature versatili che possono risultare dure da battere se riescono a manipolare il clima prima di essere sconfitte, tecnica non difficile da usare per gli allenatori più esperti.

Essendo Pokémon estremamente rari e con uno stile di combattimento del tutto unico, i Castform sono creature degne di nota che possono causare parecchi problemi contro i Pokémon non abituati a sfruttare il clima a loro vantaggio. Sicuramente riuscire a trovarne e catturarne uno è un impresa, ma ogni allenatore che adora manipolare il clima di certo farà  di tutto per ottenerne uno, ma non crediate di essere protetti grazie ai vostri Castform: leggete sempre il giornale o guardate il televisore per vedere il meteo... il vostro Castform potrebbe non riuscire ad avvertirvi in tempo!

Spheal

200px-Artwork363.png

Spoiler

Spheal (noto come Pokémon Rotolante) è un Pokémon relativamente non molto comune di tipo Ghiaccio/Acqua che vive nell'acqua gelida e in zone ghiacciate delle regioni di HoennSinnohUnima e in parti del "Mar Glaciale Artico", anche se raramente è stato visto nella regione di Alola. Dall'aspetto e dai comportamenti teneri, gli Spheal sono divertenti creature che possono diventare ottimi combattenti grazie alle numerose mosse Ghiaccio e Normale. Potrebbero non sembrare pericolosi in un primo momento, ma non appena si saranno rinforzati con Ricciolscudo, preparatevi a ricevere un potente Palla Gelo!

Assieme alla famiglia evolutiva dei Seel, quella degli Spheal è l'unica famiglia di mammiferi che si è adattata a vivere in ambienti ghiacciati ed è quasi impossibile trovarli in natura al di fuori di essi, tuttavia a differenza dei Seel, gli Spheal non amano molto il freddo, visto che iniziano a sviluppare una quantità  considerevole di grasso corporeo solo dopo l'evoluzione e quindi tendono a rimanere fuori dall'acqua gelida; per ora come forma di protezione, oltre al poco grasso che hanno, usano la folta e morbida pelliccia che li protegge anche dalle più devastanti bufere di neve. Sebbene alcuni si possano trovare nel "Mar Glaciale Artico", gli Spheal non sono adatti al nuoto, questo perché il loro corpo tondeggiante impedisce loro di nuotare efficientemente e preferiscono rimanere sopra il ghiaccio, su cui si spostano rotolando, purtroppo però non riescono a controllare i loro movimenti, finendo per allontanarsi troppo, questo è un problema considerando che la mancanza di grasso li rende a loro volta poco resistenti e quindi facili prede. Con l'evoluzione perdono immediatamente la forma tonda, ma mantengono alcune caratteristiche che consentono loro di usare le mosse Ricciolscudo, che rende più temibile il loro Palla Gelo e Rotolamento (che possono apprendere solo in tenera età ), ciò li rende pericolosi; è attualmente ignoto il motivo per cui solo la famiglia evolutiva degli Spheal e dei Bergmite siano in grado di apprendere Palla Gelo naturalmente, questo attacco consiste nella creazione di una sfera di ghiaccio attorno al Pokémon utilizzatore che diventa più spessa col tempo, ciò sembra dovuto al fatto che questa sfera sciolga il ghiaccio sottostante per poi inglobarlo e ricongelarlo nella sfera; quando il ghiaccio nel terreno non è presente, le meccaniche sono più complesse, sebbene gli effetti siano gli stessi dell'attacco Rotolamento, questa mossa è in realtà  più forte visto che l'uso di Ricciolscudo ne raddoppia la forza. Alcune persone ritengono che questa mossa sia un proiettile perché non l'ha mai vista all'opera, in realtà  questo non è vero.

Gli Spheal risultano essere molto rumorosi quando mangiano visto che hanno l'abitudine di applaudire poco prima di mangiare, questo perché siccome non sono adatti al nuoto come le loro evoluzioni e si immergono raramente, quando riescono a trovare del cibo da soli si sorprendono di loro stessi e quando escono dall'acqua con la preda catturata inizieranno a battere le pinne in segno di orgoglio, se altri Spheal sentono questi applausi si riuniranno attorno e inizieranno ad applaudire anche loro. Visto che gli Spheal tendono a vivere in grossi branchi formati anche dalle loro evoluzioni, un applauso di un singolo Spheal può creare un effetto a catena davvero fastidioso che di notte può addirittura essere seccante (ma visto che le zone in cui vivono solitamente non solo popolate, questo non è un problema), sfortunatamente (o fortunatamente, dipende dai punti di vista), questo tratto svanisce con l'evoluzione a causa di una maturazione mentale del Pokémon.

Non sono potenti o versatili come altri Pokémon, ma gli Spheal sono creature molto divertenti che talvolta possono risultare buoni combattenti, siccome hanno una tecnica unica che sfrutta un potente attacco Ghiaccio; di certo queste piccole palle pelose riescono a sorprendere chiunque, se il terreno è favorevole. Quando è ora di mangiare e se avete le orecchie sensibili, procuratevi dei tappi per le orecchie: solo perché sono carini, non significa che non vi porteranno ad un esaurimento nervoso, solamente perché sono orgogliosi di loro stessi!

Sealeo

200px-Artwork364.png

Spoiler

Sealeo (noto come Pokémon Rotapalla) è un Pokémon non molto comune di tipo Ghiaccio/Acqua che vive nell'acqua gelida e in zone ghiacciate delle regioni di HoennSinnohUnima e in parti del "Mar Glaciale Artico", anche se raramente è stato visto nella regione di Alola. Sebbene non siano potenti o veloci come altri esseri, i Sealeo sono comunque buoni combattenti in grado di sottomettere l'avversario con Corposcontro o Palla Gelo, tuttavia non possono apprendere mosse molto avanzate finché non si evolvono in Walrein, ma ciò non significa che siano deboli, dopotutto è raro vedere un Pokémon Ghiaccio in grado di bilanciare qualsiasi cosa sul proprio naso!

Quando uno Spheal si evolve in Sealeo, sviluppa una grande quantità  di massa corporea e perdono la loro caratteristica forma tondeggiante, permettendo loro di nuotare in modo efficiente, cosa che è anche aiutata dall'aumento del grasso corporeo che li protegge dalle fredde acque del loro habitat. Sebbene i Sealeo vivano in grosse colonie formate anche da Spheal e Walrein, solitamente prediligono agire per conto proprio, preferendo sorvegliare la zona in caso di attacco da parte di qualche predatore, inoltre finalmente iniziano a sviluppare le zanne: anche se non sono ancora molto robuste e lunghe, sono comunque ottime per cacciare i pesci, oltre al fatto che vengono usate come potenti armi da battaglia, se irritati non ci mettono nulla a infliggere profonde ferite ai nemici non corazzati. Caratteristica interessante della specie è che apprendono la mossa Bullo non appena si evolvono dagli Spheal, ma il motivo non è del tutto chiaro, anche se molti suppongono sia dovuto alla maturazione mentale del Pokémon. Proprio come i Walrein, i Sealeo sono predatori attivi che devono consumare almeno cinque pasti al giorno per rimanere in buona salute e, similmente alla famiglia evolutiva dei Seel, tendono a cacciare sotto gli strati ghiacciati dove altri predatori preferiscono non andare; se necessitano di uscire dall'acqua sfrutteranno le possenti pinne posteriori per sfondare il ghiaccio, con l'evoluzione questo diventa più facile con l'aiuto delle zanne.

Abilità  davvero sorprendente dei Sealeo è quella di mantenere in equilibrio qualsiasi oggetto sul proprio naso, sembra che ciò sia dovuto al fatto che si tratta del loro organo sensoriale più sviluppato, quando infatti devono sentire l'odore o la consistenza di un oggetto, lo raccolgono e lo fanno ruotare sopra il naso, talvolta lo fanno anche solo per giocare. Quest'abitudine può risultare fastidiosa per alcuni allenatori, ma in certe circostanze può risultare davvero spassosa, come negli spettacoli di circo o allo zoo. Se mai vi sentiste annoiati, fare uscire il vostro Sealeo così da farvi divertire, infatti non esiterà  a giocare con la prima cosa che gli capiti, anche se dovesse trovare uno Spheal; è importante ricordare che togliere al Sealeo l'oggetto con cui sta giocando potrebbe portarlo ad avere comportamenti aggressivi, quindi gli allenatori devono stare molto attenti a non farsi prendere il proprio Pokédex, oggetti di valore, medicinali o altro.

Non sono potenti come ci si potrebbe aspettare, ma i Sealeo sono ottimi Pokémon di passaggio se si vuole cominciare ad usare Pokémon veramente forti. In un primo momento potrebbe essere difficile controllarli a causa del loro comportamento giocoso, un tratto che solitamente svanisce una volta evoluti, ma fino ad allora conviene sfruttare questa loro abilità , magari per organizzare piccoli spettacoli: rimarrete sorpresi nel vedere quanti soldi potrebbe fruttarvi la gente che vuole vedere un tricheco che mantiene in equilibrio una sedia sul proprio naso!

Walrein

200px-Artwork365.png

Spoiler

Walrein (noto come Pokémon Spaccagelo) è un Pokémon raro di tipo Ghiaccio/Acqua che vive nell'acqua gelida e in zone ghiacciate delle regioni di HoennSinnohUnima e in parti del "Mar Glaciale Artico", anche se raramente è stato visto nella regione di Alola. Temuti per la grande forza e le possenti zanne, i Walrein sono mammiferi mostruosi che possono combattere brutalmente a lungo senza troppe difficoltà . Non sono tra i Pokémon più veloci, ma possedendo zanne in grado di spaccare anche le lastre di ghiaccio più spesse, di certo non avranno problemi in nessuna lotta!

Proprio come i Sealeo, anche i Walrein sono predatori attivi e necessitano di nutrirsi molto al giorno per mantenere la loro grossa mole; mentre un Sealeo mangia circa cinque pasti al giorno, un Walrein deve mangiarne minimo dodici. Nonostante non siano in grado di muoversi velocemente a terra o in acqua, i Walrein rimangono nuotatori degni di rispetto, siccome possono muovere la loro grossa mole con agilità . Ciò che li rende davvero temibili in battaglia è la grande quantità  di grasso corporeo che è così compatto da agire come fosse uno scudo elastico, riuscendo a resistere al freddo e a respingere gli attacchi nemici assorbendo l'energia cinetica come fosse una sorta di trampolino, rendendoli ancora più tosti di quanto non sembrino, quindi sono necessari molti attacchi potenti per abbatterlo.

Oltre ad avere una protezione naturale eccezionale, i Walrein sono famosi anche per le robuste zanne: anche se potrebbero sembrare molto simili a quelle dei Sealeo, in realtà  esse sono altamente rinforzate dall'interno e saldate alla mascella superiore, ma anziché usarle come delle lame, le usano come dei picconi, riuscendo a spaccare facilmente blocchi di ghiaccio che pesano diversi quintali. Solitamente i Walrein sfruttano le zanne solamente per spaccare il ghiaccio che ricopre l'acqua durante la caccia, in modo che così possano riemergere per respirare, ma se provocati, non esiteranno ad usarle in lotte corpo a corpo. I Walrein sono più adatti al combattimento a distanza, tuttavia risultano essere molto forti anche nelle lotte ravvicinate, infatti possono fendere la carne del nemico con estrema semplicità , inoltre apprendono la mossa Gelodenti non appena evoluti. I branchi di SphealSealeo e Walrein, solitamente sono capeggiati da un unico Walrein che sarebbe il maschio alfa, ma solitamente si considera superiore agli altri solamente quando il branco è minacciato, in questo caso lui combatte ferocemente. Può capitare che una zanna si spacchi durante il combattimento, ma non è un grosso problema siccome essa ha pochissimi vasi sanguigni, causando sanguinamenti molto lievi, il problema principale è che la zanna richiede diverse settimane per ricrescere e se il branco viene attaccato prima che abbia l'opportunità  di riprendersi del tutto, allora rischia di ritrovarsi in pericolo.

In un primo momento potrebbero non sembrare molto pericolosi, ma i Walrein sono combattenti feroci in grado di sconfiggere avversari di ogni tipo e dimensione grazie all'uso delle possenti zanne. Oltre ad avere a disposizione mosse come Bora e Purogelo, i Walrein hanno anche una vitalità  invidiabile da svariati Pokémon Ghiaccio, ecco perché sono temuti perfino dagli avversari più corazzati. Se avete molto denaro da procurare a questi Pokémon il cibo sufficiente e non soffrite il freddo, allora non avrete alcun problema ad allenare questi massicci mammiferi; state solo attenti a non irritarli, o vi ritroverete ad essere uno spiedino surgelato!

Clamperl

200px-Artwork366.png

Spoiler

Clamperl (noto come Pokémon Bivalve) è un Pokémon comune di tipo Acqua che vive nei fondali marini di tutto il mondo. Sebbene siano piuttosto passivi in battaglia, i Clamperl restano esseri meravigliosi che possono dimostrare quanto l'evoluzione possa essere bizzarra. Anche se possono fare ben poco in lotta, durante le immersioni teneteli d'occhio: magari su una loro conchiglia disabitata potreste trovare un qualcosa di prezioso!

I Clamperl sono esseri davvero strani che non devono essere ignorati; questi Pokémon sono una forma biologica spugnosa munita di piccoli tentacoli attorno al corpo, la conchiglia in cui vivono non serve ad altro che a proteggere i loro organi interni, molti tuttavia suppongono che sia una sorta di perla rosa con la peculiare capacità  di assorbire l'energia psichica. Non potendo comunicare veramente sfruttano l'energia psichica assorbita per inviare impulsi e comunicare con i propri simili, tramite essa hanno ottenuto una personalità ed un volto; in tutta la loro vita un Clamperl può generare un'unica perla, e se essa viene persa muoiono. Sebbene il loro corpo sia molto morbido, i Clamperl sono ancorati alla loro conchiglia con centinaia di fibre muscolari, quindi staccarli è quasi impossibile senza usare una forza estrema, tuttavia sono anche protetti dalla conchiglia stessa formata da carbonato di sodio, per questo è dura come la roccia, questa tuttavia non viene usata solo per difesa, ma anche per catturare piccoli pesci come fosse una trappola a tenaglia. Mentre appena nati sono abituati a nutrirsi filtrando acqua, crescendo iniziano a sviluppare un appetito per esseri microscopici fino a mangiare piccoli pesci, specialmente quando si avvicinano all'evoluzione in natura, cosa che si può determinare facilmente anche dal numero di graffi presenti nella conchiglia. Una volta che sono troppo grandi per la conchiglia, la vita diventa più difficile e quando le dimensioni non possono più essere sostenute, abbandonano la conchiglia per iniziare ad evolversi, lasciandosi alle spalle la perla, la quale mantiene la capacità  di assorbire l'energia psichica.

Cosa del tutto unica nei Clamperl è che l'evoluzione da loro assunta può essere determinata con difficoltà in natura, ma con estrema facilità  negli esemplari catturati. Entrambe le evoluzioni, Huntail e Gorebyss, condividono molti tratti in comune, come l'anatomia, l'habitat e lo stile di vita predatorio, ma le loro potenzialità  di combattimento, le mosse e le tecniche di caccia sono totalmente differenti. Tutt'ora è difficile capire perché esistano due rami evolutivi distinti nella catena evolutiva dei Clamperl, ma alcune prove recenti suggeriscono che ciò sia dovuto a due fattori molto semplici (e allo stesso tempo subdoli), ovvero la temperatura dell'acqua e ai resti organici. Dato che tutti i Clamperl vivono nei fondali marini, la temperatura è sempre fredda, ma essa ha un grande impatto sullo sviluppo della specie: se l'acqua è molto fredda si evolvono in Huntail, se è più "calda" si evolvono in Gorebyss, la temperatura esatta che le divide tuttavia non è ancora stata determinata, visto che sembra che vari da regione a regione, sebbene sia la ragione dell'evoluzione del 90% dei Clamperl (il restante 10% viene fatta evolvere dagli allenatori). Il secondo metodo per farli evolvere dipende dagli odori chimici dei resti di queste evoluzioni, ovvero una zanna di Huntail (nota come Dente Abissi) o una squama di Gorebyss (nota come Squamabissi); in circostanze normali, gli odori chimici rilasciati da questi oggetti causano solo un incremento della forza fisica o della resistenza fisica dei Clamperl, ma quando vengono sottoposti a determinate radiazioni (come quelle rilasciate dalle macchine di scambio), allora si scatena l'evoluzione del Pokémon. Qualsiasi allenatore che voglia un'evoluzione specifica deve tenere bene a mente questo fatto, visto che l'uso della temperatura non solo è altamente impreciso, ma richiede mesi se non addirittura anni.

Nonostante siano incapaci di causare gravi danni, i Clamperl restano esseri robusti in grado di assorbire un quantitativo incredibile di danni prima che la conchiglia possa solo scalfirsi. Se volete un'evoluzione specifica o solo una bella perla, allora sarete costretti ad immergervi, ma state attenti a non avvicinare le dita su di loro: non sono particolarmente intelligenti e potrebbero chiudere il guscio per cercare di mangiucchiare la pelle delle vostre dita intrappolate!

Huntail

200px-Artwork367.png

Spoiler

Huntail (noto come Pokémon Abissi) è un Pokémon relativamente raro di tipo Acqua che vive nelle profondità  degli oceani più freddi, specialmente nelle regioni del nord. Aggressivi e pericolosi per chiunque si avventuri nei loro oscuri habitat, gli Huntail sono pesci distruttivi che cacciano e dominano la catena alimentare delle profondità  abissali. Certamente non sono tra i Pokémon Acqua più forti, ma sappiate che non esistono altre specie in grado di tener testa a questi predatori nel loro habitat naturale!

Cosa del tutto unica nei Clamperl è che l'evoluzione da loro assunta può essere determinata con difficoltà  in natura, ma con estrema facilità  negli esemplari catturati. Entrambe le evoluzioni, Huntail e Gorebyss, condividono molti tratti in comune, come l'anatomia, l'habitat e lo stile di vita predatorio, ma le loro potenzialità  di combattimento, le mosse e le tecniche di caccia sono totalmente differenti. Tutt'ora è difficile capire perché esistano due rami evolutivi distinti nella catena evolutiva dei Clamperl, ma alcune prove recenti suggeriscono che ciò sia dovuto a due fattori molto semplici (e allo stesso tempo subdoli), ovvero la temperatura dell'acqua e ai resti organici. Dato che tutti i Clamperl vivono nei fondali marini, la temperatura è sempre fredda, ma essa ha un grande impatto sullo sviluppo della specie: se l'acqua è molto fredda si evolvono in Huntail, se è più "calda" si evolvono in Gorebyss, la temperatura esatta che le divide tuttavia non è ancora stata determinata, visto che sembra che vari da regione a regione, sebbene sia la ragione dell'evoluzione del 90% dei Clamperl (il restante 10% viene fatta evolvere dagli allenatori). Il secondo metodo per farli evolvere dipende dagli odori chimici dei resti di queste evoluzioni, ovvero una zanna di Huntail (nota come Dente Abissi) o una squama di Gorebyss (nota come Squamabissi); in circostanze normali, gli odori chimici rilasciati da questi oggetti causano solo un incremento della forza fisica o della resistenza fisica dei Clamperl, ma quando vengono sottoposti a determinate radiazioni (come quelle rilasciate dalle macchine di scambio), allora si scatena l'evoluzione del Pokémon. Qualsiasi allenatore che voglia un'evoluzione specifica deve tenere bene a mente questo fatto, visto che l'uso della temperatura non solo è altamente impreciso, ma richiede mesi se non addirittura anni.

Fino a pochi anni fa si credeva che i Clamperl in natura si evolvessero solamente in Gorebyss, visto che furono trovati pochissimi esemplari di Huntail selvatici, solo con lo nascita di nuove tecnologie si è scoperta la verità  potendo esplorare le zone più profonde degli oceani, dove questi pesci si stabiliscono, infatti le zone da loro abitate sono così profonde e fredde da non essere mai illuminate dalla luce solare. Mentre la catena evolutiva dei Chinchou sfrutta la bioluminescenza per cacciare in questi territori, gli Huntail usano la punta della loro coda simile ad un pesce per attirare la preda facendola ondeggiare; quando questa è abbastanza vicina, con uno scatto la ingoieranno intera spalancando le enormi fauci. Il loro metodo di nuoto ha un movimento molto simile alla strisciata dei serpenti terrestri, il che è strano considerando che in circostanze normali una struttura fisica simile dovrebbe essere schiacciata dalla pressione marina, ciò non accade perché questa specie dispone di una spina dorsale molto spessa e resistente. Mentre per vivere in questi ambienti è generalmente necessario una bioluminescenza per identificare i membri della propria specie, gli Huntail dispongono di una vista ad infrarossi, in questo modo riescono ad identificare con molta facilità  i membri della loro specie nonostante la mancanza di luce. In battaglia gli Huntail sono totalmente differenti dai Gorebyss, infatti disponendo di una forza fisica maggiore rispetto alla potenza dei loro attacchi speciali, i primi lottano sfruttando attacchi fisici (il che ha senso considerando anche il loro metodo di caccia), non a caso possono apprendere in natura le mosse Morso, Finta, Gelodenti, Acquadisale, Sbigoattacco, Sgranocchio, Stridio e Visotruce, tutte mosse precluse ai Gorebyss.

Riuscire a trovarli al di fuori dalle ostili zone in cui vivono è davvero difficile, tuttavia gli Huntail restano combattenti di tutto rispetto, dato che possono affrontare molti scontri difficili. Certamente usarli fuori dall'acqua è praticamente impossibile, ma ciò non deve scoraggiare; se li cercate, non avvicinatevi troppo al loro territorio: potreste essere ingannati da un piccolo pesciolino per poi essere attaccati senza alcun preavviso!

Gorebyss

200px-Artwork368.png

Spoiler

Gorebyss (noto come Pokémon Sudmarino) è un Pokémon relativamente raro di tipo Acqua che vive nelle parti più profonde degli oceani meridionali caldi di tutto il mondo (anche se di recente sono stati importati in quelli settentrionali, come quelli di Kalos). Dall'aspetto elegante e particolarmente belli in primavera, i Gorebyss sono esseri subdoli che sfruttano il loro bell'aspetto per far abbassare la guardia alla preda per poi mangiarsela. Potrebbero non essere aggressivi o minacciosi come la loro controparte evolutiva Huntail, ma fateli arrabbiare e vi succhieranno più velocemente di un vampiro!

Cosa del tutto unica nei Clamperl è che l'evoluzione da loro assunta può essere determinata con difficoltà  in natura, ma con estrema facilità  negli esemplari catturati. Entrambe le evoluzioni, Huntail e Gorebyss, condividono molti tratti in comune, come l'anatomia, l'habitat e lo stile di vita predatorio, ma le loro potenzialità  di combattimento, le mosse e le tecniche di caccia sono totalmente differenti. Tutt'ora è difficile capire perché esistano due rami evolutivi distinti nella catena evolutiva dei Clamperl, ma alcune prove recenti suggeriscono che ciò sia dovuto a due fattori molto semplici (e allo stesso tempo subdoli), ovvero la temperatura dell'acqua e ai resti organici. Dato che tutti i Clamperl vivono nei fondali marini, la temperatura è sempre fredda, ma essa ha un grande impatto sullo sviluppo della specie: se l'acqua è molto fredda si evolvono in Huntail, se è più "calda" si evolvono in Gorebyss, la temperatura esatta che le divide tuttavia non è ancora stata determinata, visto che sembra che vari da regione a regione, sebbene sia la ragione dell'evoluzione del 90% dei Clamperl (il restante 10% viene fatta evolvere dagli allenatori). Il secondo metodo per farli evolvere dipende dagli odori chimici dei resti di queste evoluzioni, ovvero una zanna di Huntail (nota come Dente Abissi) o una squama di Gorebyss (nota come Squamabissi); in circostanze normali, gli odori chimici rilasciati da questi oggetti causano solo un incremento della forza fisica o della resistenza fisica dei Clamperl, ma quando vengono sottoposti a determinate radiazioni (come quelle rilasciate dalle macchine di scambio), allora si scatena l'evoluzione del Pokémon. Qualsiasi allenatore che voglia un'evoluzione specifica deve tenere bene a mente questo fatto, visto che l'uso della temperatura non solo è altamente impreciso, ma richiede mesi se non addirittura anni.

Essendo abituati ad acque più calde, i Gorebyss sono diventati dei pesci molto resistenti in grado di subire molti attacchi senza quasi sentirli, questo è dovuto ad un tipo di protezione opposta a quella degli Huntail: mentre questi ultimi dispongono di una protezione interna, i Gorebyss ne hanno una esterna possedendo squame molto spesse e robuste. Solitamente questi Pokémon si nutrono di alghe sfruttando la loro bocca a tubo, ma prediligono i fluidi interni di altri esseri viventi, infilando la bocca nel corpo e succhiandoli; anche se la preda è più grande di loro, non si fanno problemi a conficcare questa loro bocca a tubo nella pelle e nei muscoli e spesso ciò causa anche una grossa perdita di sangue, causandone la morte, eccezion fatta per prede davvero grandi. Questo loro atteggiamento aggressivo è nascosto molto bene dal loro aspetto, una tecnica davvero molto efficace, visto che possono avvicinarsi a qualsiasi forma di vita senza problemi per poi attaccarli all'improvviso, specialmente in primavera, quando i mari sono più caldi e il loro corpo tende ad avere colori più brillanti; una reazione simile la ottengono anche dopo un pasto, ma il motivo esatto di ciò non è del tutto chiaro. In battaglia i Gorebyss sono totalmente differenti dagli Huntail, infatti disponendo di un attacco speciale maggiore rispetto alla forza fisica, i primi lottano sfruttando tattiche più difensive (il che ha senso considerando anche il loro metodo di caccia), non a caso possono apprendere in natura le mosse Confusione, Assorbibacio, Psichico, Zampillo, Agilità , Amnesia, Acquanello ed Incanto, tutte mosse precluse agli Huntail.

Nonostante i Gorebyss non siano minacciosi come la loro controparte, restano potenti pesci in grado di causare ingenti danni senza però subirne molti. Subdoli e crudeli come pochi, dovreste aver paura di vederne uno scendere sul campo di battaglia. Sebbene non siano in grado di usare potenti attacchi fisici, potendo disporre di Confusione e Psichico, state certi che anche gli avversari terrestri e volanti saranno in difficoltà  contro di loro!

Relicanth

Sugimori 369.png

Spoiler

Relicanth (noto come Pokémon Longevità) è un Pokémon raro di tipo Acqua/Roccia che vive nelle profondità  degli oceani tropicali e in alcune parti degli oceani settentrionali. Bramati da collezionisti di Pokémon rari di tutto il mondo, i Relicanth sono esseri affascinanti che possono mostrare alla gente in modo incontaminato come fosse la vita milioni di anni fa. Non fatevi ingannare dall'aspetto di questi strani pesci: nonostante le scarse capacità  offensive, con una Zuccata possono veramente schiacciare l'opposizione!

Per anni si era creduto che i Relicanth fossero estinti, tuttavia, dopo il recente progresso scientifico, scienziati e ricercatori di tutto il mondo hanno iniziato ad esplorare le profondità  marine, incluse quelle degli oceani tropicali, per fare nuove scoperte e fra queste vi è proprio Relicanth. Vivere per millenni nelle profondità  marine più estreme del mondo ha portato questa specie a rimanere quasi totalmente immutata dai loro antenati risalenti a 100 milioni di anni fa. Tra le scoperte anatomiche di questi Pokémon, ora sappiamo che non dispongono di una vera e propria spina dorsale, ma una sorta di notocorda, le pinne lombari sono molto simili ad arti, hanno una bocca molto più grossa dei classici pesci e la loro testa possiede molto grasso rispetto ad altre forme di vita. Grazie ai cambiamenti minimi subiti da questa specie, il loro studio è risultato molto più semplice in confronto a qualsiasi altro Pokémon preistorico, visto che risulta essere l'unico ancora in vita senza la manipolazione genetica umana.

I Relicanth si nutrono di microrganismi filtrando l'acqua mentre nuotano lentamente nelle profondità  marine. Questi Pokémon riescono a vivere in tali ambienti e a resistere all'elevata pressione grazie alle loro squame dalla consistenza molto simile a quella della roccia, le quali contrastano la pressione, ciò permette a questi pesci di sfuggire con estrema facilità  ai predatori semplicemente nuotando a profondità  inospitali per altre forme di vita; sebbene ciò li renda più lenti di altri pesci, queste squame garantiscono anche una grande resistenza, tanto che riuscire a penetrare la loro carne è davvero difficile. Altra capacità  interessante è che sono gli unici Pokémon Acqua in grado di apprendere Zuccata in natura, anche se hanno una scarsa forza fisica; alcuni esemplari hanno un cranio più duro del normale, tanto da dar loro l'abilità  Testadura con cui possono evitare il contraccolpo, quindi possono usare l'attacco senza problemi, dando un enorme vantaggio per gli allenatori intermedi che possiedono questi pesci.

Invariati sin dall'epoca dei dinosauri, i Relicanth sono esseri senza alcun dubbio affascinanti, dato che sono gli unici Pokémon non leggendari antichi che ancora popolano il nostro pianeta senza l'intervento della tecnologia. Potrebbe essere davvero difficile vederne uno in battaglia, ma se ci riuscite, consideratevi fortunati, soprattutto se sarete in grado di incontrarne uno selvatico durante un'immersione subacquea. Potrebbero sembrare brutti, ma state certi che per molti sono preziosissimi; non vendeteli al mercato del pesce però, visto che sono assolutamente immangiabili!

Luvdisc

200px-Artwork370.png

Spoiler

Luvdisc (noto come Pokémon Rendezvous) è un Pokémon relativamente raro di tipo Acqua che vive in mari caldi e poco profondi in zone tropicali e negli oceani settentrionali. Deboli e con limitate capacità  combattive, i Luvdisc sono comunque creature che possono farsi notare con molta facilità . Se avete una persona a cui tenete particolarmente, allora regalatele uno di questi Pokémon e vedrete che capirà  cosa provate veramente!

I Luvdisc sono pesci semplici che trascorrono la loro vita pacificamente mangiando plancton nelle acque dei mari caldi e poco profondi. Come altri pesci, i Luvdisc viaggiano in branchi e raramente si allontano da essi, il che è utile per proteggersi dai predatori, visto che singolarmente possono fare ben poco. Oltre a nuotare e mangiare, ogni tanto si mettono a fare gare di salti, cosa che nessun'altra specie fa allo scopo di divertirsi. Solitamente si rifugiano nelle colonie di Corsola (anche perché le due specie tendono a vivere nelle stesse zone), il che è utile per entrambi, visto che i Luvdisc ottengono un riparo e i Corsola hanno maggior protezione in caso di attacchi di predatori. Durante la stagione degli amori, i Luvdisc che si radunano sono così tanti da colorare l'acqua di rosa, spesso ciò può anche risultare problematico per i Corsola, ma fortunatamente nessuna delle due specie è abituata a lottare in natura.

I Luvdisc sono famosi in tutto il mondo, ma non per le loro abilità , bensì per ciò che rappresentano: già  in tempi antichi, alcune civiltà  si accorsero che quando uno sceglie un compagno è per tutta la vita, in modo ancora più fedele dell'accoppiamento umano, infatti, un Luvdisc riuscirà  a sapere la posizione del compagno o della compagna, indipendentemente dalla distanza. Non ci volle molto tempo per gli uomini relazionare questo comportamento ad un vero e proprio simbolo d'amore e romanticismo a livello mondiale. Al giorno d'oggi, quando una coppia vede dei Luvdisc, si dice che il loro amore duri in eterno e regalarne uno a qualcuno è un modo simbolico per donargli il cuore. La forma stessa dei Luvdisc ha ispirato molta gente nella creazione del classico simbolo del "cuore", alcuni però sostengono che il simbolo tragga ispirazione delle foglie dell'albero di San Valentino; è probabile tuttavia che entrambe le teorie siano giuste e sia le foglie che i Luvdisc abbiano dato origine al simbolo. Altro aspetto interessante sono le squame dei Luvdisc, anch'esse infatti hanno una forma a cuore e sono bramate dai collezionisti di tutto il mondo, quindi riuscire ad ottenerne una da un Luvdisc (per ovvi motivi) è molto semplice.

Sebbene siano inutili in battaglia e statisticamente parlando molto deboli, i Luvdisc restano pesci adorabili che hanno ottenuto un'importanza nella cultura umana più di quanto qualsiasi altra specie potrebbe sperare di avere. Con un aspetto leggiadro e con un modo di vivere invidiabile da ogni creatura, possiamo dire senza dubbio che lo stile di vita di questi pesci è quello che più si avvicina ad un utopia, ecco perché le persone dovrebbero prenderli come esempio. Se mai doveste andare in vacanza in un posto tropicale e vedeste dei Luvdisc, allora di sicuro la fortuna vi sorriderà!

Kyogre

KyogrePrimal Kyogre  

Spoiler

Kyogre (noto come Pokémon Oceano) è un Pokémon Leggendario di tipo Acqua che vive nelle profondità  oceaniche, ma l'ubicazione esatta non è nota. Venerato nelle leggende per essere l'incarnazione stessa degli oceani, oltre ad essere la bestia alfa del mondo naturale, Kyogre è una creatura mitologica dai poteri devastanti in grado addirittura di sommergere le terre grazie a piogge torrenziali. Nel caso v'imbattiate in questo colosso, non usate mai un Pokémon Terra: se dovesse riacquistare tutti i suoi poteri, ci sarà  ben poco da fare contro il disastro climatico che ne seguirà!

Agli albori dei tempi quando la terra e l'oceano si erano appena formati, il mondo traboccava di energia naturale e queste energie erano rappresentate da due creature divine, i primi umani che erano nati all'epoca chiamarono tali creature ArcheoKyogre, l'essere degli oceani ed ArcheoGroudon, l'essere della terra. Queste creature si scontravano spesso causando devastazioni: tra intere civiltà  annegate e interi popoli inceneriti dal calore, la situazione peggiorava sempre di più e la vita dell'intero pianeta rischiava addirittura di venire annientata dalla loro ira. Tale lotta continuò per secoli e l'umanità  rischiava l'estinzione, mentre nella regione di Hoenn una pioggia di meteore incombeva minacciosa. Il popolo disperato iniziò a pregare per porre fine a questa devastazione, allora un enorme drago noto come Rayquaza scese dal cielo per salvare l'umanità  dall'imminente catastrofe, costringendo le due bestie ad andare in letargo. Per anni la pace regnò, finché un immenso meteorite non cadde dal cielo formando un enorme cratere dove oggi vi è la nota città  di Ceneride; questo evento risvegliò nuovamente ArcheoKyogre ed ArcheoGroudon che per 20 giorni e 20 notti combatterono instancabilmente rompendo l'equilibrio naturale che nuovamente aveva messo a serio rischio l'umanità  e tutte le altre forme di vita. I discendenti di coloro che evocarono Rayquaza per la prima volta, si riunirono ancora una volta attorno alla roccia che era caduta e che splendeva dei colori dell'arcobaleno. Il leggendario Rayquaza intervenne, attratto dall'oggetto (che oggi è conosciuto come PietraChiave) che lo avvolse in una luce verde e quando si dissolse apparve un essere diverso, noto come MegaRayquaza. Con i suoi filamenti dorati, MegaRayquaza assorbì tutti i poteri primordiali di Kyogre e Groudon e li restituì alla natura; i due titani caddero nuovamente in un sonno profondo e Rayquaza, tornato nella sua normale forma, sparì fra le nuvole. Il popolo in segno di ringraziamento costruì la Torre dei Cieli dove venne incorporata l'enormePietraChiave, sperando che un giorno potesse essere utile per il loro salvatore. Migliaia di anni passarono, i poteri di Kyogre e Groudon furono rinchiusi all'interno della Gemma Blu e della Gemma Rossa (venne creata anche la Sfera Verde, un oggetto del tutto simbolico che rappresenta Rayquaza), quindi il Popolo delle Meteore per tramandare la loro storia nelle generazioni a venire dipinse dei murali nellaTorre dei Cieli, mentre alcuni membri di questo popolo costruirono la Torre Occulta a Johto, per rappresentare le tre divinità , ma lo scopo di tale luogo è tutt'ora ignoto.

Nonostante oggi Kyogre non possieda più i poteri che aveva agli albori dei tempi: esso tutt'ora possiede abilità  devastanti legati all'acqua e all'oceano. Questo Pokémon ha la capacità  di manipolare le forze della natura e di scatenare potenti acquazzoni incessabili, già  ovunque si trovi provoca delle tempeste solamente emergendo dall'acqua, tale capacità  è nota come Piovischio, ma nonostante la sua potenza, non è così difficile annullarla da un Pokémon in grado di vanificare gli effetti climatici, senza contare che conosce molte potenti mosse come Zampillo e Purogelo; tuttavia l'attacco più devastante ed esclusivo di questo Pokémon consiste nel manipolare l'acqua attorno per creare proiettili balistici contro i nemici, tale mossa è nota come Primopulsar: sebbene la sua precisione sia inferiore, questa tecnica può colpire più bersagli in una volta mantenendo una potenza pari a quella di Idropompa. Nonostante tutto questo potere, Kyogre è una creatura molto tranquilla che tende a nuotare per gli oceani, anche vicino a zone abitate da umani, l'unico momento in cui diventa aggressivo e violento è quando incontra Groudon, dato che non può sopportare la sua presenza e può addirittura distruggere qualsiasi cosa relazionata a lui, incluse le persone.

Anche se di per sé Kyogre è già  una creatura estremamente potente, secondo le leggende, in antichità , quando il pianeta era pieno di energia naturale primordiale, era molto più potente di oggi e aveva una forma differente, la cui potenza sprigionata è ben al di là  della nostra comprensione. In questa forma è conosciuto come ArcheoKyogre, la forma posseduta migliaia di anni fa, tuttavia Kyogre non è più in grado di assumere questa forma di sua spontanea volontà , grazie all'intervento di MegaRayquaza. Ironicamente, la Gemma Blu, oggetto creato per placare Groudon, è anche la chiave per risvegliare i veri poteri di Kyogre, infatti questa pietra, similmente a quella che consente a Rayquaza di MegaEvolversi (infatti nessuna delle due necessita realmente l'intervento della PietraChiave) conserva al suo interno una quantità  incredibile di energia primordiale, tanto che la stessa energia che serve per placare i poteri di Groudon agisce nel modo inverso su Kyogre, permettendogli di subire l'ArcheoRisveglio con cui torna alla sua vera forma. Questo processo è estremamente simile alla MegaEvoluzione, ma per poter funzionare ha bisogno del potere naturale e non dell'uomo e finché Kyogre possiede la Gemma Blu è in grado di ArcheoRisvegliarsi senza alcun limite, ottenendo una potenza mostruosa. Statisticamente parlando la sua difesa speciale incrementa leggermente, mentre l'attacco speciale è molto superiore, la forza fisica invece ottiene un potenziamento assurdo, diventando, di conseguenza, non solo il Pokémon Acqua con il più alto attacco speciale e la difesa speciale più alta, ma anche il Pokémon Acqua più potente in assoluto. In questa forma anche l'abilità  Piovischio viene potenziata ed è conosciuta come Mare Primordiale, cui effetti sono molto simili a quelli della normale pioggia, ma la tempesta provocata è molto più pesante fino a spegnere qualsiasi forma di fuoco, rendendo quindi le mosse Fuoco totalmente inutili, inoltre finché ArcheoKyogre è sul campo, è assolutamente impossibile modificare questa condizione normalmente. Fortunatamente è molto improbabile che Kyogre torni nuovamente in questa forma, ma se dovesse accadere, potremmo correre il serio rischio di conoscere l'apocalisse.

Anche se non è stato possibile osservare molto Kyogre in natura, esso fu protagonista di alcuni incidenti, tra cui l'"Incidente IdroMagma". Il Team Idro era un gruppo di ambientalisti che voleva modificare il pianeta per far prosperare l'umanità  e i Pokémon negli ambienti acquatici. Il loro leader Ivan voleva risvegliare i poteri di ArcheoKyogre, tuttavia non aveva considerato che le conseguenze sarebbero state ben superiori rispetto a ciò che aveva pensato. Dopo essere riuscito a risvegliare ArcheoKyogre grazie alla Gemma Blu, il mondo rischiò nuovamente l'apocalisse (a causa anche dal risveglio di ArcheoGroudon per mano del Team Magma), causando un ciclo distruttivo e continuo di eventi atmosferici. Fortunatamente un giovane allenatore riusci a fermare i piani di entrambe le organizzazioni, facendo tornare normali i leggendari e mandandoli in letargo. Da allora Kyogre fu avvistato pochissime volte, ma ha sempre dimostrato di avere un carattere calmo, dato che non ha mai arrecato danni all'umanità , al contrario, dato che ha salvato un gruppo di ragazzi dal famigerato pirata Phantom durante l'"incidente di Samaya".

E' improbabile che Kyogre possa distruggere il pianeta, almeno finché Rayquaza è in circolazione, il che è un bene per qualsiasi forma di vita terrestre come noi. Escludendo la sua forma ArcheoRisvegliata, è il Pokémon Acqua con il maggior attacco speciale (assieme a Palkia), non c'è dunque da sorprendersi se un Pokémon simile potrebbe addirittura sommergere il pianeta, ecco perché Kyogre è considerato quasi una divinità  ed è l'abitante più potente di tutto l'oceano. Nessuno sa con certezza se questo Pokémon avrà  un altro ruolo chiave per l'ecosistema, ma se lo fosse state certi che una semplice zattera non vi salverà!

Piplup

393.png

Spoiler

Piplup (noto come Pokémon Pinguino) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Acqua che vive nelle coste del "Mar Glaciale Artico", sebbene spesso vengano importati a Sinnoh come Pokémon starter della regione e raramente sono visti ad Alola. Orgogliosi al punto tale da rifiutarsi di compromettersi, i Piplup sono Pokémon difficili da allenare proprio per questo loro carattere, ma con l'allenamento e l'impegno vedrete che questi pennuti possono diventare fedeli compagni. State attenti quando giocate con loro: non si faranno problemi ad aggredirvi con Beccata, se doveste ferire il loro orgoglio!

Sebbene i Piplup siano usati come uno dei tre starter di Sinnoh, in realtà  sono importati dalle coste del "Mar Glaciale Artico", questo perché nella regione di Sinnoh non esistono Pokémon Acqua adatti per essere degli starter. La famiglia evolutiva dei Piplup non si fa problemi a vivere in questa regione fredda, considerando che sono abituati a zone ben più rigide, ciò purtroppo rende questi Pokémon più vulnerabili al calore rispetto a qualsiasi altro Pokémon Acqua. In natura i Piplup vivono in colonie capeggiate da un Empoleon fino alla loro evoluzione e passano il tempo a cacciare pesci nelle gelide acque che circonda il loro habitat. Nonostante le ridotte dimensioni, un Piplup può nuotare e cacciare in acqua per 10 minuti senza riemergere, questo è il motivo principale per cui la loro famiglia evolutiva è classificata come tipo Acqua anziché Volante (anche perché sono assolutamente incapaci di volare), ciò rende la famiglia evolutiva dei Piplup l'unica non Volante a poter apprendere Perforbecco naturalmente.

E' comune tra gli allenatori avere problemi con il proprio Piplup agli inizi a causa del loro orgoglio. Questa specie solitamente si ritiene superiore a qualsiasi altra creatura e rifiuta categoricamente di accettare ordini o cibo da altri, ciò significa che all'inizio un allenatore deve guadagnarsi la fiducia del Pokémon per iniziare ad allenarlo; è anche altamente consigliato di scegliere questo Pokémon solo se già  si conoscono le basi dell'allenamento. E' difficile riuscire a smuovere l'orgoglio di questi uccelli, a meno che non combattano contro un avversario più potente, basti pensare che quando camminano e inciampano (cosa che accade spesso a causa del poco equilibrio che hanno), semplicemente si rialzano, gonfiano il petto e continuano a camminare come se nulla fosse. E' molto utile sfruttare contro di loro o le loro evoluzioni il proprio ego, in modo che l'allenatore non possa più controllarli e usare ciò a proprio vantaggio.

Nonostante i loro problemi di carattere, i Piplup sono combattenti valorosi che possono mostrare realmente quanto valgono. Avendo a disposizione mosse davvero niente male e un ego smisurato, state certi che questi pinguini faranno tutto il possibile pur di dimostrare la loro prodezza. Se però avete problemi con loro, allora lasciateli perdere, perché quando si evolvono la cosa non farà  altro che peggiorare!

Prinplup

200px-Artwork394.png

Spoiler

Prinplup (noto come Pokémon Pinguino) è un Pokémo eccezionalmente raro di tipo Acqua che vive nelle coste del "Mar Glaciale Artico", sebbene vivano anche a Sinnoh in quanto importati sin da piccoli come Pokémon starter della regione e raramente sono visti ad Alola. Con un ego quasi senza pari, spesso si rivelano combattenti eccezionali, riuscendo a spaccare la difesa nemica con le loro possenti (e nel contempo mal funzionanti) ali. Se non avete la forza di volontà  di allenare questi uccelli, allora lasciate perdere, perché a quel punto non sarete voi a dar loro i comandi, ma saranno loro a costringervi a fare ciò che vogliono!

Proprio come i Piplup, i Prinplup vivono nelle coste del "Mar Glaciale Artico", habitat a cui ormai si sono perfettamente adeguati. Oltre a sopportare il freddo senza alcun problema, questi pinguini possono addirittura spaccare spesse lastre di ghiaccio grazie alle loro ali, dando loro accesso a molti più pesci rispetto ad altri predatori del loro stesso ambiente. Dal momento che nessun membro della famiglia evolutiva di Piplup è in grado di volare, i Prinplup non solo usano le ali per nuotare, ma ormai si sono anche specializzate a spaccare il ghiaccio. A differenza della loro pre-evoluzione, i Prinplup e gli Empoleon non si fanno problemi a costruire il proprio nido in zone dove sono presenti altri predatori, dato che i Prinplup possono usare Azione anziché Botta della loro pre-evoluzione e hanno accesso a Ferrartigli appena evoluti, con cui possono frantumare enormi pezzi di ghiaccio e abbattere gli alberi.

Nonostante l'enorme potenza dei Prinplup, allenarli è molto difficile a causa del loro enorme ego. Quando un Piplup diventa un Prinplup considerano questo stadio come un "rito di passaggio", per questo in natura tendono ad isolarsi fino al raggiungimento del loro stadio adulto. Senza qualcuno che li guidi, è molto facile che diventino tanto orgogliosi da pensare di essere la forma di vita più importante del pianeta e che gli altri non contino nulla. Questa caratteristica sembra si sia sviluppata molti secoli fa, fino a diventare un tratto distintivo della specie, e ovviamente non è molto apprezzata dagli allenatori. Anche nel raro caso in cui dovessero vivere in gruppo, nessuno vorrà  seguire l'altro e vorrà  fare di testa propria, ecco perché sono tra i peggiori Pokémon da usare durante le lotte multiple o da tenere in luoghi pubblici, basti pensare che sono davvero pochi gli specialisti Acqua che riescono a controllarli completamente; tuttavia i pochi che continuano ad allenarli hanno sfruttato l'ego di questi uccelli a proprio vantaggio, come una spinta morale per poter vincere e dare il meglio di sé in lotta.

Sebbene siano estremamente difficili da allenare, restano combattenti eccezionali in grado di causare problemi a molti nemici. Con alto attacco speciali e un potente Ferrartigli in grado di tagliare una quercia in due, state certi che sono combattenti di tutto rispetto. Se credete che siano potenti ora, aspettate che si evolvano: le loro robuste ali sono nulla comparate a quando saranno dure come il freddo acciaio!

Empoleon

Empoleon

Spoiler

Empoleon (noto come Pokémon Imperatore) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Acqua/Acciaio che vive nelle coste del "Mar Glaciale Artico", sebbene vivano anche a Sinnoh in quanto importati sin da piccoli come Pokémon starter della regione e raramente sono visti ad Alola. Amati dagli allenatori per le loro incredibili abilità  di combattimento e per il loro corpo duro come l'acciaio, gli Empoleon sono uccelli possenti in grado di perforare la difesa nemica con i loro attacchi Beccata e Ferrartigli per poi finirli con Idropompa. Anche gli specialisti Erba devono stare attenti quando combattono contro di loro: non devono mai abbassare la guardia solo perché sono avvantaggiati in fatto di tipo, altrimenti scopriranno perché sono considerati degli imperatori!

Quando un Prinplup si sviluppa completamente evolvendosi in Empoleon, il loro isolamento termina e tornano nella colonia in cui sono nati cambiando totalmente stile di vita: ora coopereranno con i loro simili per cacciare e sconfiggere i predatori (uno stile di vita completamente diverso rispetto a quello dei Prinplup), quando poi un Empoleon trova una compagna, allora potranno avere un'importanza maggiore nella propria colonia, normalmente infatti un Empoleon con una compagna può essere considerato leader nel caso in cui la sua cresta è maggiore rispetto a quella degli altri, dunque generalmente i membri alfa ed omega hanno sempre la cresta più grande degli altri. Ironicamente, anche se gli Empoleon sono ancora estremamente orgogliosi, è senza dubbio il più facile da allenare in tutta la famiglia evolutiva di Piplup, visto che sono mentalmente più adatti a lavorare in gruppo e sono molto più intelligenti, tanto che sanno quando non possono vincere una battaglia e preferiscono evitarla nonostante gli ordini dell'allenatore. Sebbene abbiano un comportamento più razionale, se si sentono offesi non esiteranno ad aggredire il responsabile per vendicarsi, anche se fosse stato il loro allenatore (questo è il motivo principale per cui possono apprendere Danzaspada e Bullo al posto di Docciascudo e Pazienza appresi dai Piplup e dai Prinplup).

Con l'evoluzione, le ali degli Empoleon si sviluppano ancora di più, già  prima erano in grado non solo di nuotare, ma anche di spaccare il ghiaccio per raggiungere colonie di pesci altrimenti irraggiungibili, ora sono più grandi e hanno sviluppato artigli ossei e spuntoni diventando paragonabili alle ali di un aeroplano. Nonostante ciò renda questi Pokémon ancor più inadatti al volo, ora la loro forza fisica è aumentata in modo incredibile (sebbene restino ancora specializzati negli attacchi speciali), diventando inoltre gli unici Pokémon di tipo Acqua/Acciaio. Solo le lastre più spesse dell'Artico possono resistere ad un attacco Ferrartigli di questi pinguini e anche gli iceberg (anche se vengono compromessi), rendendoli comunque combattenti devastanti. Ora nuotando possono raggiungere la velocità  di una barca jet (motivo per cui apprendono Acquagetto appena evoluti) e siccome non esiste alcun predatore in grado di tener loro testa, a differenza delle loro pre-evoluzioni, sono considerati i Pokémon dominatori delle zone artiche, non a caso infatti sono pericolosi in qualsiasi scontro.

Avendo a disposizione una grande quantità  di attacchi pericolosi e con una combinazione di tipo che li rende tra i Pokémon Acqua più resistenti, l'unica cosa che veramente preoccupa questi uccelli glaciali è l'elettricità. Possedendo un alto attacco speciale e un carattere calmo che verrà  rimpiazzato da ira pura se feriti nell'orgoglio, certamente affrontare un Empoleon in battaglia è pericoloso e bisogna farlo con la massima cautela. Potrebbero non sembrare così forti inizialmente, ma se date loro l'occasione, vedrete il vostro Pokémon fatto a pezzi, a quel punto desidererete solo di non incontrare mai questi imperatori pinguini!

Bibarel

200px-Artwork400.png

Spoiler

Bibarel (noto come Pokémon Castoro) è un Pokémon relativamente comune di tipo Normale/Acqua che vive nei pressi di ruscelli e fiumi delle regioni di Sinnoh, Unima e Kalos, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Kanto e Johto. Non sono certo i Pokémon più potenti, tuttavia i Bibarel sono Pokémon molto lavorativi, sia per le loro costruzioni che per le lotte. La loro combinazione di tipi, per quanto bizzarra, non conferisce nessun vantaggio effettivo, tuttavia quando si mettono a costruire qualcosa lo fanno con il massimo impegno, l'importante è non disturbarli, altrimenti vi attaccheranno con Pistolacqua per scacciarvi via!

I Bibarel rappresentano l'unico caso in natura in cui un Pokémon riesce ad evolversi in un Pokémon Acqua mantenendo nel contempo le proprie caratteristiche da Pokémon Normale (avviene una cosa simile anche con gli Azurill, ma perdono ogni caratteristica che li possa classificare come Pokémon Normale con l'evoluzione). Questo cambio di tipo è dovuto a causa del loro habitat naturale, essendo dei castori e sebbene non dia nessun vantaggio effettivo in battaglia, apprendono Pistolacqua appena evoluti (la loro anatomia permette loro di apprendere anche Aracampo più in là ). Nonostante tutto, i Bibarel sono creature molto intelligenti, tanto che possono apprendere una grandissima quantità  di mosse tramite MT ed MN, risultando compagni perfetti per qualsiasi allenatore alle prime armi. Sebbene abbiano un postura diversa dalla loro pre-evoluzione, le loro abilità  sono quasi identiche, il loro carattere però è totalmente differente visto che ora sono coraggiosi e testardi e preferiscono vivere tranquilli ed indisturbati, ma se minacciati non si faranno problemi ad attaccare per difendersi. I Bibarel hanno incisivi molto grandi, proprio come la loro pre-evoluzione Bidoof, ma non li usano per sgranocchiare qualsiasi cosa, dato che ora crescono molto più lentamente, quindi si dedicano ad attività  meno distruttive (in netto contrasto con i Raticate).

Siccome i Bibarel sono dei castori, essi tendono a rosicchiare gli alberi per usare ogni tipo di legno, che siano tronchi o rami, per costruire grandi dighe utilizzando questi materiali e fango che fanno essiccare; lo fanno non solo per tenere sotto controllo l'acqua dei ruscelli, ma anche per costruirci una tana confortevole in cui rimanere tutta la vita. Si è spesso osservato branchi di Bibarel lavorare incessantemente nella costruzione di queste dighe e non si è mai visto una volta in cui si fermassero tranne che per mangiare, dimostrando quanto siano dediti al lavoro. Cosa sorprendente è che nessuna diga di un Bibarel è mai stata distrutta per cause naturali, eccetto durante forti inondazioni, dando prova quanto siano efficienti queste loro creazioni, basti pensare che sono tanto affidabili che in antichità  furono addirittura costruiti dei villaggi nei pressi di queste dighe senza alcun problema, infatti sono state registrate solamente due dighe distrutte in tutta la storia, dimostrando quanto siano esperti e geniali questi roditori nella costruzione.

Senza dubbio non possono essere considerati combattenti potenti, tuttavia essendo molto intelligenti, i Bibarel possono dimostrarsi compagni ideali per qualsiasi allenatore. Avendo a disposizione buoni attacchi fisici e un potente Pistolacqua, almeno potrete causare dei problemi agli allenatori più inesperti usando questi geniali castori. Se state cercando di costruire una diga, allora fatevi aiutare da loro o almeno prendete esempio dalle loro costruzioni, il che darebbe un ottimo vantaggio alle vostre creazioni anziché partire da zero!

 

Modificato da Zarxiel

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme
Inviato (modificato)

Buizel

418 Buizel

Spoiler

Buizel (noto come Pokémon Maridonnola) è un Pokémon relativamente comune di tipo Acqua che vive negli stagni d'acqua dolce, nei corsi d'acqua e in alcune riserve naturali delle regioni di Sinnoh, Unima e Kalos, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Kanto e Johto. Sebbene troppo timidi e spensierati per alcuni, i Buizel restano potenti creature in grado di sferrare forti colpi e muoversi con agilità  quando combattono. Potrebbero sembrare troppo carini per lottare seriamente, ma ci ripenserete quando ne affronterete uno, anche perché chi si aspetterebbe di vedere un donnola che rimane quasi tutto il tempo in acqua e non va quasi mai a terra?!

I Buizel si distinguono molto tra i mammiferi più piccoli, visto che passano quasi tutto il tempo in acqua e vanno sulla terra solo per cacciare, cosa che impiega al massimo un paio d'ore al giorno. Questi Pokémon infatti sono molto agili e già  dopo due giorni di vita possono cacciare autonomamente sfruttando la loro ingannevole velocità  per catturare le prede ignare con l'uso di Attacco Rapido; in acqua sono ancora più agili e sono nuotatori formidabili nonostante il corpo snello, ma a causa della poca quantità  di grasso corporeo, non riescono a galleggiare senza muovere gli arti, fortunatamente però possiedono una membrana gommosa che può essere riempita d'aria attraverso i polmoni fungendo come una sorta di salvagente naturale, riuscendo dunque a galleggiare anche senza nuotare e potendo vedere le creature che hanno attorno. Nonostante tagliare la membrana sia davvero difficile, essa è comunque molto sensibile alla pressione, tanto che se s'immergono con questa gonfia potrebbe esplodere, ecco perché quando s'immergono la sgonfiano sempre.

Cosa interessante è che le abilità  di nuoto dei Buizel e della loro evoluzione Floatzel, non sono date dalla membrana che hanno attorno al collo, ma dalle loro code, infatti ne possiedono ben due anziché una sola; entrambe sono connesse ad un'unica fascia di muscoli e articolazioni poste alla base delle code, così facendo queste hanno un'enorme coordinazione potendo cambiare direzione, potenza ed altro muovendole come fossero delle eliche sott'acqua (raramente lo fanno anche sulla terra) per aumentare la loro velocità . Il tessuto muscolare che copre le articolazioni serve anche da lubrificante, in modo da permettere la rotazione delle articolazioni senza causare problemi come strappi muscolari. Grazie a questa loro bizzarra anatomia, non solo i Buizel e i Floatzel possono nuotare a velocità  impressionanti, ma possono anche usare attacchi normalmente impossibili come Sonicboom o Ventagliente, mosse che pochi Pokémon possono apprendere, tuttavia se dovessero subire danni ad una delle due code impiegherebbero molto tempo per guarire e spesso sono necessarie cure mediche intensive.

Nonostante non abbiano le abilità  più convenzionali tipiche dei Pokémon Acqua, i Buizel sono comunque amanti del divertimento e possono diventare ottimi compagni. Avendo ottimi attacchi fisici a loro disposizione e un'agilità  di tutto rispetto, non è difficile trasformare queste donnole in forti combattenti. E' raccomandabile non usarli per volare a causa della sua somiglianza con un noto personaggio di videogiochi: questa specie non è assolutamente in grado di volare e non può trasportare grossi pesi!

Floatzel

200px-Artwork419.png

Spoiler

Floatzel (noto come Pokémon Maridonnola) è un Pokémon relativamente non molto comune di tipo Acqua che vive negli stagni d'acqua dolce, nei corsi d'acqua e in alcune riserve naturali delle regioni di Sinnoh, Unima e Kalos, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Kanto e Johto. Non sono certamente tra le creature più resistenti, ma i Floatzel possono causare molti danni tramite l'uso di mosse poco ortodosse e con la loro incredibile agilità  invidiabile da parte di molti Pokémon Acqua, dunque state certi che qualunque avversario di tipo Fuoco, Roccia o Terra desidererebbe non affrontare queste bizzarre bestie. Se mai doveste incontrarne uno in acqua, non disturbatelo o potrebbe colpirvi con un Sonicboom tale da scaraventarvi a riva!

I Floatzel sono praticamente identici ai Buizel in fatto di abitudini di caccia e di anatomia, l'unica cosa che li differenzia è la membrana galleggiante e il carattere. Mentre la membrana dei Buizel si limita solo attorno al collo, quella dei Floatzel è molto più grande in quanto è posizionata ai fianchi del corpo passando davanti agli arti e sotto le code, inoltre questa è ancora molto resistente a tagli, ma sensibile alla pressione, quindi la sgonfiano sempre prima di immergersi; questa membrana ora la usano per galleggiare silenziosamente vicino a prede molto più grandi di loro, che in circostanze normali non potrebbero assolutamente catturare. La posizione differente di questa membrana e le dimensioni maggiori hanno due scopi ben distinti: il primo è quello di impedire a questa specie di affondare nel caso smettano di nuotare con maggiore efficienza, mentre il secondo, quando vedono una creatura in difficoltà  o attaccata da un predatore come Sharpedo, usano il loro corpo come fosse una zattera gonfiando la membrana e permettendo alla vittima di salvarsi, fortunatamente sono pochi i Pokémon che hanno il coraggio di attaccare un Floatzel mentre trasporta qualcuno, visto che ciò scatenerebbe la loro ira attaccando l'aggressore ferocemente con Gelodenti o Sgranocchio.

Cosa interessante è che le abilità  di nuoto dei Buizel e della loro evoluzione Floatzel, non sono date dalla membrana che hanno attorno al collo, ma dalle loro code, infatti ne possiedono ben due anziché una sola; entrambe sono connesse ad un'unica fascia di muscoli e articolazioni poste alla base delle code, così facendo queste hanno un'enorme coordinazione potendo cambiare direzione, potenza ed altro muovendole come fossero delle eliche sott'acqua (raramente lo fanno anche sulla terra) per aumentare la loro velocità . Il tessuto muscolare che copre le articolazioni serve anche da lubrificante, in modo da permettere la rotazione delle articolazioni senza causare problemi come strappi muscolari. Grazie a questa loro bizzarra anatomia, non solo i Buizel e i Floatzel possono nuotare a velocità  impressionanti, ma possono anche usare attacchi normalmente impossibili come Sonicboom o Ventagliente, mosse che pochi Pokémon possono apprendere, tuttavia se dovessero subire danni ad una delle due code impiegherebbero molto tempo per guarire e spesso sono necessarie cure mediche intensive.

Sebbene non siano in grado di resistere a lungo contro gli attacchi dei nemici più forti, state certi che l'agilità  dei Floatzel riuscirà  a mettere ogni avversario più lento in seria difficoltà ; grazie a questa loro velocità  possono rivelarsi combattenti eccezionali in grado di avere la meglio addirittura contro Pokémon più grandi. Se siete dei bagnini, procuratevi una di queste donnole: potrebbero facilitarvi il lavoro, ma se il vostro capo vi scopre potrebbe licenziarvi, visto che poi il lavoro lo farebbe solo il Pokémon!

Shellos

180px-Artwork422-Ovest.png180px-Artwork422-Est.png

Spoiler

Shellos (noto come Pokémon Lumacomare) è un Pokémon comune di tipo Acqua che vive nei corpi d'acqua salata delle regioni di Sinnoh ed Alola, anche se raramente è stato visto nella regione di Hoenn. Anche se limitati in termini di potenzialità  combattive, gli Shellos sono creature uniche che rappresentano cosa può accadere quando una specie si specializza in determinati ambienti, portandoli ad adattarsi e cambiare di conseguenza. Nonostante ciò sia alquanto inutile per lottare, state certi che hanno un ottimo meccanismo di difesa, anche se non sempre funziona!

Gli Shellos e i Gastrodon vengono studiati principalmente perché esistono due varietà  della specie: una varietà  di colore viola chiaro, localizzato nella parte occidentale della regione di Sinnoh, e una varietà  di colore blu, localizzato nella parte orientale della regione di Sinnoh, inoltre entrambi i tipi hanno delle morfologie proprie. Si era pensato inizialmente di classificarle come due specie differenti, ma siccome apprendono le stesse mosse, sono classificati con lo stesso tipo, hanno le stesse abilità  e in media, parlando di statistiche, sono uguali, si è venuti alla decisione di classificarli come stessa specie. E' possibile che molti anni fa la specie fosse praticamente identica e che solo i cambiamenti ambientali e del clima li abbiano portati a cambiare, alcuni sostengono che ciò sia dovuto anche al Monte Corona, ma visto che il monte esiste da millenni e che la specie sembra continuare a svilupparsi per differenziarsi ancora di più con la loro controparte, questa teoria sembrerebbe errata, dato che i cambiamenti subiti non sono ancora così radicali, tanto che entrambe le varietà  possono ancora accoppiarsi fra loro (la forma dei figli dipende da quella della madre). Tuttavia alcuni ricercatori sostengono che i cambiamenti non siano così tanti, perché entrambe le zone abitate da questi gasteropodi sono molto simili fra loro e hanno cibo e risorse pressoché identiche, quindi ancora oggi perché ci mettano così tanto nello specializzarsi è ancora sotto studio e si spera di trovare delle risposte il prima possibile.

Gli Shellos sono creature semplici che trascorrono la loro vita in pace nei pressi di corpi d'acqua, in modo da mantenere il loro corpo idratato (dato che rischiano facilmente di disidratarsi quando sono fuori dall'acqua) e si nutrono di piccole piante per sopravvivere. Visto che gli attacchi che apprendono non sono molto forti, per difendersi rilasciano un liquido violaceo che causa prurito a contatto con la pelle umana o di altri Pokémon, ma ciò non è sufficiente per proteggerli, dal momento che questa sostanza non è acida e non si sa per certo per che cosa si sia realmente sviluppata tale capacità , nonostante ora la usino inutilmente per difendersi; fortunatamente però la usano raramente, visto che gli Shellos (e i Gastrodon di conseguenza) non hanno predatori naturali, al massimo possono essere cacciati da un carnivoro affamato, ma nulla di più, dato che hanno un sapore terribile, forse è per questo che non hanno mai sviluppato una difesa decente.

Nonostante gli Shellos siano creature semplici, restano organismi molto interessanti e ci sono ancora molti misteri riguardo questa specie. Sebbene non abbiano molte capacità  combattive, queste lumache possono comunque lottare fino alla fine per il proprio allenatore. Purtroppo con l'evoluzione le mosse che apprendono non sono poi così migliori rispetto a quelle dello stadio attuale e come se non bastasse la loro debolezza agli attacchi Erba è ancora più accentuata, ma almeno diventano immuni all'elettricità, il che è un grande vantaggio!

Gastrodon

200px-Artwork423-Ovest.png200px-Artwork423-Est.png

Spoiler

Gastrodon (noto come Pokémon Lumacomare) è un Pokémon relativamente non molto comune di tipo Acqua/Terra che vive in piccole fonti d'acqua e nei pressi dei mari salati delle regioni di Sinnoh ed Alola, anche se raramente è stato visto nella regione di Hoenn. Sebbene non siano combattenti eccezionali, i Gastrodon possono combattere in modo interessante e sorprendente, nonostante le ridotte dimensioni. Potrebbero apparire docili, ma sappiate che possono colpire davvero duro con gli attacchi fisici, seppure abbiano un corpo molle!

Gli Shellos e i Gastrodon vengono studiati principalmente perché esistono due varietà  della specie: una varietà  di colore viola chiaro, localizzato nella parte occidentale della regione di Sinnoh, e una varietà  di colore blu, localizzato nella parte orientale della regione di Sinnoh, inoltre entrambi i tipi hanno delle morfologie proprie. Si era pensato inizialmente di classificarle come due specie differenti, ma siccome apprendono le stesse mosse, sono classificati con lo stesso tipo, hanno le stesse abilità  e in media, parlando di statistiche, sono uguali, si è venuti alla decisione di classificarli come stessa specie. E' possibile che molti anni fa la specie fosse praticamente identica e che solo i cambiamenti ambientali e del clima li abbiano portati a cambiare, alcuni sostengono che ciò sia dovuto anche al Monte Corona, ma visto che il monte esiste da millenni e che la specie sembra continuare a svilupparsi per differenziarsi ancora di più con la loro controparte, questa teoria sembrerebbe errata, dato che i cambiamenti subiti non sono ancora così radicali, tanto che entrambe le varietà  possono ancora accoppiarsi fra loro (la forma dei figli dipende da quella della madre). Tuttavia alcuni ricercatori sostengono che i cambiamenti non siano così tanti, perché entrambe le zone abitate da questi gasteropodi sono molto simili fra loro e hanno cibo e risorse pressoché identiche, quindi ancora oggi perché ci mettano così tanto nello specializzarsi è ancora sotto studio e si spera di trovare delle risposte il prima possibile.

Similmente agli Shellos, i Gastrodon possono rilasciare un liquido viola che causa prurito, sebbene esso non sia utile per combattere, può distrarre potenziali aggressori dando loro l'opportunità  di fuggire. Probabilmente quest'arma difensiva era ben più utile in tempi antichi, dove potevano esserci dei predatori per loro e ciò li avrebbe salvati da pericoli più seri (tranne contro eventuali aggressori corazzati). Esaminando il DNA dei Gastrodon, tuttavia, si è scoperta un'altra loro caratteristica difensiva ormai persa negli esemplari in vita, il loro codice genetico infatti suggerisce che un tempo disponessero di un grosso guscio simile a quelli di organismi simili per potersi proteggere, ma tale conchiglia li rallentava molto e con il passare del tempo l'hanno totalmente persa, infatti esaminando alcune enormi conchiglie fossilizzate si può notare che esse appartenevano agli antenati degli attuali Gastrodon. Pare che la perdita del guscio sia dovuto al cambio di abitudini dei loro predatori: mentre prima avevano aggressori dotati di artigli e zanne, poi hanno avuto predatori più rapidi che riuscivano a morderli nelle parti molli, quindi hanno perso questo guscio per diventare più veloci per sfuggire ad essi. Altro cambiamento dovuto a questa perdita di protezione è che ora hanno capacità  rigenerative impressionanti (le quali possono essere paragonate a quelle della famiglia evolutiva di Staryu o del leggendario Deoxys), motivo per cui sono ancora oggi in circolazione e riescono a sopravvivere facilmente agli attacchi nemici.

Nonostante non sembrino nulla di speciale, i Gastrodon sono combattenti di tutto rispetto in grado di tener testa anche ai nemici più grandi. Avendo capacità  rigenerative impressionanti con cui riescono a sopportare molti colpi, state certi che potranno rivelarsi compagni fedeli per i giovani allenatori, basta che state attenti a non calpestarli: le vostre scarpe potrebbero proteggervi dal liquido che secernono per difendersi, ma non da un loro Corposcontro!

Finneon

200px-Artwork456.png

Spoiler

Finneon (noto come Pokémon Pescealato) è un Pokémon relativamente comune di tipo Acqua che vive in ogni ambiente acquatico delle regioni di Sinnoh, Unima ed Alola, anche se raramente è stato visto nella regione di Hoenn. Ammirati per la loro bellezza e per l'eleganza nel nuoto, i Finneon sono pesci molto semplici che sfruttano la luce solare per trovare le prede e abbagliare i predatori. Nonostante non siano forti combattenti, questi Pokémon possono apprendere mosse molto più diversificate rispetto a quelle di altri pesci, dando loro un ottimo vantaggio!

I Finneon sono conosciuti a livello mondiale a causa della singolare forma della loro pinna caudale: sebbene essa sia formata dall'unione di due pinne attaccate alla base della coda, possiede un sistema scheletrico avanzato, il quale permette ai muscoli di aprire e chiudere le due pinne in modo molto simile a come le farfalle sbattono le ali. Questo curioso adattamento non ha nessuno scopo speciale, dal momento che la velocità  di nuoto è pari a quella di altri pesci, ma a causa dei motivi presenti, hanno ottenuto il soprannome di "farfalle del mare", paragone molto azzeccato; inoltre, anche se in natura queste pinne non sono molto utili, permettono l'apprendimento di mosse che normalmente sono fuori dalla portata dei pesci: dato che queste pinne si muovono in modo simile alle ali delle farfalle, i Finneon e la loro evoluzione Lumineon possono imparare attacchi come Raffica, Retromarcia, Rimbalzo e Ventargenteo in natura, ciò li rende gli unici Pokémon non Coleottero in grado di apprendere Ventargenteo.

I Finneon hanno una capacità  unica in natura, dal momento che possono immagazzinare la luce solare in organi posti ai lati del corpo; la striscia rossa che hanno mostra la posizione di tali organi e queste zone sono quelle con la pelle più sottile in modo da consentire alla luce di penetrarvi. Durante la notte usano la luce accumulata per illuminare la zona circostante tramite zone della pelle bioluminescenti (che sono quelle di colore rosso), il che è molto utile per scovare plancton o altri piccoli organismi di cui si nutrono durante le ore in cui i predatori sono meno attivi, sebbene ciò possa anche attirare quei pochi ancora in circolazione, per evitare ciò, i Finneon stanno alla larga dalle zone con molti pesci, visto che i predatori notturni tendono ad aggirarsi nelle zone con molti pesci addormentati.

E' molto più facile vedere questi pesci in degli acquari o fontane speciali che in uno scontro vero, nonostante ciò i Finneon restano esseri interessanti che si distaccano molto dai normali pesci. Anche se hanno poche capacità  combattive, vederli nuotare durante la notte è uno spettacolo bellissimo. Nonostante le piccole dimensioni, è meglio non disturbarli: seppure non siano forti, non si faranno problemi a difendersi con Raffica!

Lumineon

200px-Artwork457.png

Spoiler

Lumineon (noto come Pokémon Neon) è un Pokémon non molto comune di tipo Acqua che vive in ogni ambiente acquatico delle regioni di Sinnoh, Unima ed Alola, anche se raramente è stato visto nella regione di Hoenn. Molto amati dai collezionisti per la loro eleganza e i loro corpi lucenti, i Lumineon sono pesci che raramente si fanno vedere da altri Pokémon o persone fuori dall'acqua, per sicurezza. Se volete un Pokémon nella vostra squadra con abilità  inaspettate e una bellezza fuori dal comune, procurarsi uno di questi pesci abbaglianti potrebbe essere una buona idea, ma non fateli combattere contro Pokémon Elettro: nonostante le loro abilità , sono pur sempre dei pesci!

Similmente ai Finneon, i Lumineon possiedono pinne a forma di ali, tuttavia sono disposte in zone differenti dando una somiglianza ancora maggiore al volo delle farfalle; la differenza maggiore è che ora le pinne sono quattro e non due, dando loro maggiore agilità  nel nuoto, ma essendo molto più fragili ora esse non sono più localizzate sulla punta della coda, bensì ai lati del corpo in modo da renderle più stabili e proprio come i Finneon danno accesso agli attacchi Raffica, Retromarcia, Rimbalzo e Ventargenteo, la cosa più sorprendente è che questi Pokémon sono gli unici non Coleottero a poter apprendere Ventargenteo naturalmente. Dato che l'aumento di dimensioni delle pinne li rendono più facili da individuare, ora questi Pokémon tendono a rimanere nelle profondità  del loro habitat usando il paio di pinne inferiori per strisciare e la loro illuminazione per cercare cibo, dato che non vedono al buio, ma a causa di questo stile di caccia simile a quello dei Lanturn, spesso potrebbe attirarne qualcuno che attaccherà  il Lumineon individuato per aver invaso il suo territorio e difficilmente questi ultimi riescono ad avere la meglio, permettendo ai Lanturn di ottenere più cibo.

Esattamente come i Finneon, anche i Lumineon assorbono la luce solare tramite speciali organi sotto la pelle, che ora sono più difficili da individuare in modo da proteggerli da eventuali aggressioni. Questa luce viene poi rilasciata di notte o quando si trovano nelle profondità  marine, così non solo riescono a vedere al buio, ma possono attirare le prede. Delle volte, la luce da loro rilasciata è così intensa da poter essere visti anche in superficie facendoli sembrare delle stelle, ciò purtroppo potrebbe anche attirare dei predatori notturni, fortunatamente però sono molto più robusti alle aggressioni con l'evoluzione, solo grossi predatori come Gyarados possono ucciderli.

Nonostante abbiano poche capacità  combattive, i Lumineon restano pesci bellissimi e bramati dai collezionisti di tutto il mondo a causa del loro stile di nuoto unico. Con l'abilità  di illuminarsi perfino nei luoghi più oscuri, state certi che anche la vostra giornata s'illuminerà  con loro, a patto che non attiriate qualche predatore quando siete sott'acqua. Se siete bravi pescatori e volete regalare uno di questi Pokémon ad un vostro caro amico, assicuratevi che disponga di un acquario abbastanza grande per le loro abitudini e che non li infastidisca, dal momento che non si faranno problemi a difendersi con Raffica!

Mantyke

200px-Artwork458.png

Spoiler

Mantyke (noto come Pokémon Aquilone) è un Pokémon non molto comune di tipo Acqua/Volante che vive negli oceani delle regioni di Sinnoh, UnimaKalos ed Alola, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Johto e nel Settipelago. Carini e giocosi di natura, i Mantyke sono interessanti creature che possono diventare compagni fedeli per qualsiasi allenatore che abbia la fortuna di catturarne uno. Se volete renderli combattenti, senza un Remoraid la cosa sarà  impossibile, visto che in mancanza di esso non possono evolversi in Mantine!

Sebbene i Mantyke rappresentino lo stadio infantile dei Mantine, il loro comportamento e stile di vita sono molto simili a quelli della loro controparte adulta, nonostante siano più piccoli e fisicamente più deboli. Essi si limitano a rimanere a galla e a mangiare qualsiasi cosa che capiti loro a tiro seguendo la corrente e usando le antenne per capire quando essa cambia direzione, in modo da riuscire a mangiare senza dover cacciare. Proprio come i Mantine, anche i Mantyke sono classificati in parte come Pokémon Volanti, in quanto possono slanciarsi per saltare e planare fuori dall'acqua, ciò è possibile grazie alle loro grandi pinne simili ad ali, ecco perché apprendono mosse come Attacco d'Ala, Eterelama e Rimbalzo, tutte mosse normalmente precluse ai Pokémon Acqua. Altra caratteristica in comune con i Mantine sono le macchie che hanno sul dorso, le quali cambiano leggermente da regione a regione, probabilmente a causa di alcune differenze ambientali.

La principale differenza tra i Mantyke e i Mantine è il loro rapporto con un'altra specie: Remoraid. I Mantine sono conosciuti per avere quasi sempre un Remoraid attaccato a loro che si nutre dei loro scarti, ma le pinne dei Mantyke sono troppo deboli e piccole per permettere a questi Pokémon di attaccarsi e vivere con loro, tuttavia la loro presenza è essenziale per lo sviluppo dei Mantyke, visto che hanno bisogno di vivere in ambienti con questa specie per svilupparsi, in poche parole: senza un Remoraid, un Mantyke non potrà  mai e poi mai svilupparsi abbastanza da evolversi in Mantine, quasi come se l'istinto li spingesse ad aiutare questa specie. Tra le varie evoluzioni, questa è considerate tra le più belle, non a caso la gente si mette a monitorare i Mantyke che vivono assieme ai Remoraid per vederne lo sviluppo fino a diventare dei Mantine. Il tempo di sviluppo cambia da esemplare a esemplare, normalmente un allenatore può lasciare che la natura faccia il suo corso, facendoli combattere finché non si sviluppa e si evolve.

Nonostante le scarse capacità  combattive, i Mantyke restano esseri molto interessanti e forse tra le specie acquatiche più amichevoli esistenti. Sebbene sia l'unico tipo di Pokémon a cui serve l'aiuto di un'altra specie specifica per evolversi (escludendo Slowbro e Slowking), allenarli potrebbe risultare un pochino complicato, tuttavia i Mantyke possono rivelarsi compagni di tutto rispetto, oltre al fatto che la loro alta difesa speciale può salvarli da numerosi Pokémon Elettro nonostante la loro combinazione di tipo!

Rotom

200px-Artwork479-Lavaggio.png

Spoiler

Rotom (noto come Pokémon Plasma) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Elettro/Spettro, Elettro/Fuoco, Elettro/Acqua, Elettro/Ghiaccio, Elettro/Volante o Elettro/Erba (a seconda della forma assunta) che vive in edifici abbandonati delle regioni di Sinnoh e Kalos, anche se raramente è stato visto nella regione di Alola. Molto poco si sa riguardo queste creature bizzarre, i Rotom, il cui metodo di possessione fisico e spirituale è di una stranezza unica, sono comunque affascinanti. Già vedere del plasma vivente levitare attorno alla vostra camera è inquietante, ma sarà peggio se inizia a impossessarsi della lavatrice o del forno a microonde!

A causa del loro stile di vita eccezionalmente esclusivo e della scoperta di questa specie relativamente recente, le informazioni sui Rotom scarseggiano. Anche se rompono molte leggi della fisica, i Rotom sono letteralmente delle palle di plasma possedute da un qualche tipo di spirito, ma il processo di possessione è purtroppo invisibile agli occhi umani. La cosa impressionante è che il plasma di cui è composto non è il normale plasma con cui siamo abituati a pensare, come quello che c'è nel nostro sole, ma questo plasma è infinitamente più freddo e crea un flusso elettromagnetico controllato dallo spirito che se ne è impossessato. Anziché nutrirsi di energia spirituale o negatività, i Rotom si nutrono di elettroni liberi nell'aria o di una qualunque forma di energia che possano trovare per sopravvivere, questa energia viene convertita in energia elettromagnetica per sostentare il loro corpo. I Rotom sono in grado inoltre di incanalare la loro energia in apparecchi elettronici: l'incanalatura è così forte che diventano quasi interamente parte dell'oggetto mutando la loro classificazione di tipo Elettro/Spettro. Questo comportamento sembra non avere uno scopo preciso se non quello di dare fastidio agli altri e spaventarli, ma non si tratta di malvagità, bensì di una semplice natura scherzosa e innocente.

Questa specie è stata scoperta dallo scienziato Plutinio, un ex membro del Team Galassia, nell'abitazione dove viveva quando era piccolo (attualmente nota come Antico Chateau). Plutinio ha raccontato di aver scoperto un esemplare di questo Pokémon che si era impossessato di uno dei suoi robot giocattoli quando era piccolo e in poco tempo divennero amici, anche se da bambino spesso veniva spaventato a tal punto che scappò via e si nascose dietro i bidoni della spazzatura per aspettare che le acque si calmassero. Gran parte delle ricerche sui Rotom, infatti, sono state fatte da Plutinio, tuttavia molti dei suoi diari sono stati persi nell'Antico Chateau e altri nei rifugi del Team Galassia, molti di essi risultano ad oggi illeggibili. Attualmente Plutinio è stato arrestato e si trova nel penitenziario di Sinnoh a scontare una pena abbastanza grave, visto che è l'unico funzionario del Team Galassia arrestato con l'accusa di essere coinvolto all'"Incidente Galassia". Purtroppo si è rifiutato di rivelare pubblicamente altre informazioni riguardo i Rotom, sopratutto perché molte cose ormai non se le ricorda più, ciò secondo gli esperti non è dato dalla sua vecchiaia, ma da una memoria traumatica che lo porta a dimenticare. Secondo molti, questi "ricordi dimenticati" avrebbero a che fare con la misteriosa morte della sorella minore, ma i dati riguardo l'evento e il coinvolgimento del suo Rotom sono scarsi (di recente è stato riunito con il suo amico perduto, sperando che diventi più cooperativo).

Plutinio ha riconosciuto le capacità  di Rotom nell'impossessarsi degli oggetti, quindi ha trascorso molti anni nella creazioni di elettrodomestici speciali che non solo potevano svolgere le normali funzioni, ma potevano essere posseduti dai Rotom con facilità. Oggi come oggi solo cinque di essi sono rimasti integri, consentendo alla Silph S.p.A. di iniziare la produzione di massa, non appena furono scoperti 10 anni fa. Quando un Rotom si impossessa dell'oggetto, tende ad assumere una forma simile a questo e risulta essere molto più potente del normale, ottenendo un incremento della propria forza offensiva e difensiva, tutto ciò lo rende solamente più lento nei movimenti. Caratteristica più interessante è la perdita delle capacità spirituali dopo la possessione, ottenendo invece una relazione elementale legata all'oggetto impossessato e l'apprendimento di una mossa impossibile da apprendere per un Rotom comune. Le forme conosciute di Rotom attualmente sono: Rotom Calore (forma che ottiene dopo la possessione di un forno a microonde) diventa di tipo Elettro/Fuoco e apprende la mossa Vampata; Rotom Lavaggio (forma che ottiene dopo la possessione di una lavatrice) diventa di tipo Elettro/Acqua e apprende la mossa Idropompa; Rotom Gelo (forma che ottiene dopo la possessione di un frigorifero) diventa di tipo Elettro/Ghiaccio e apprende la mossa Bora; Rotom Vortice (forma che ottiene dopo la possessione di un ventilatore) diventa Elettro/Volante e apprende la mossa Eterelama: e Rotom Taglio (forma che ottiene dopo la possessione di un tosaerba) diventa Elettro/Erba e apprende la mossa Verdebufera. Non si è certi se Rotom potrebbe essere in grado di impossessarsi di ulteriori oggetti mutando le proprie caratteristiche, tuttavia la facilità  con cui cambia da una forma all'altra, lascia la comunità scientifica speranzosa.

Nonostante le informazioni limitate, i Rotom sono sicuramente creature versatili, con una buona quantità di forme ed essendo il Pokémon Elettro non leggendario e non MegaEvoluto con la difesa speciale più alta in assoluto nelle sue forme alternative. Il loro temperamento scherzoso e l'aspetto carino, rendono questi strani spiriti ottimi compagni per qualsiasi allenatore che abbia la fortuna di trovarne uno. Purtroppo non può giocare a classiche attività e non è consigliabile per un abbraccio, se avete una grande quantità di giocattoli in metallo, allora vi troverete benissimo con uno di loro, ma non contate che il gioco finisca come voi speravate!

Palkia

200px-Artwork484.png

Spoiler

Palkia (noto come Pokémon Spazio) è un Pokémon Leggendario di tipo Acqua/Drago visto molto di rado nel nostro mondo, in quanto vive in una dimensione collegata allo spazio-tempo. Un tempo considerato una semplicissima leggenda, Palkia è in realtà  una bestia temibile che può controllare e distorcere a suo piacimento lo spazio ed è l'essenza stessa di quest'ultimo. E' quasi impossibile riuscire a vedere questa creatura leggendaria, ma se mai dovesse capitarvi di incontrarlo è meglio stare attenti a non provocarlo e a mostrargli il rispetto che merita, vista la sua importanza per il nostro mondo e senza Palkia, non esisterebbe nulla su cui potremmo vivere!

Anche se sappiamo molto poco circa l'anatomia di Palkia, possiamo dire con certezza che la sua esistenza è essenziale per ogni forma di vita del nostro pianeta; sembra che il respiro di Palkia sia la ragione dell'esistenza dello spazio, ogni suo respiro è stato essenziale per la stabilizzazione del nostro mondo, probabilmente è anche grazie a lui che tutte le dimensioni sono in equilibrio, ma ciò che accade è un mistero. Ciò gli permette di manipolare lo spazio a suo piacimento, volendo potrebbe anche distruggere determinate aree se solo volesse. Palkia sembra essere a conoscenza dei suoi poteri, motivo per cui rimane isolato in una dimensione dove non può causare danni, ma riguardo a tale luogo non sappiamo assolutamente nulla (eccetto che non è accessibile facilmente come il Mondo Distorto). Il limite dei poteri di Palkia è ignoto, tuttavia sappiamo che può usare i suoi poteri sullo spazio per usare un possente attacco in grado di strappare il tessuto della realtà , tale mossa è nota come Fendispazio. Anche se il corpo di Palkia è composto da materiale vero, i due cristalli sulle spalle possono generare piccole quantità  di anti-materia che agiscono come generatori d'energia estremamente potenti. Quando si è generata un minimo di anti-materia, attorno a Palkia si crea uno scudo d'energia e poi lancia un fendente d'energia a forma di mezzaluna, quando questo attacco colpisce un bersaglio, la sua materia va a contatto con l'antimateria che compone questa energia, ciò crea un'esplosione tale da distruggere qualsiasi cosa si trovi nelle vicinanze (le uniche creature note in grado di non subire questo effetto distruttivo sono DialgaGiratina Arceus). Anche se tale mossa non è potente come altre, la potenza di tale attacco, dovuta al tipo d'energia di cui è composto, è in grado di strappare il tessuto d'esistenza del bersaglio, motivo per cui i colpi critici non sono così rari. E' interessante notare che Palkia, proprio come Dialga e Giratina, è associato ad un oggetto, ovvero la Splendisfera, oggetto che si ritiene essere costruito da un'antica civiltà  di Sinnoh; anche se i poteri di tale artefatto sono un mistero, sembra che contenga un potere simile a quello che scorre in Palkia, quindi se si trovasse in prossimità  di tale oggetto potrebbe diventare ancora più forte (questa però è solo una speculazione).

Recentemente, Palkia è stato protagonista di ben quattro incidenti, il primo di essi è noto come "Incidente Galassia". Il leader del Team Galassia, un brillante uomo di nome Cyrus, ha sempre disprezzato il nostro mondo, in quanto incompleto; per poter modificare ciò, desiderava creare un nuovo mondo dove avrebbe governato senza il dolore che affliggeva la sua mente sin da bambino. Pensava dunque che si dovesse ricominciare da zero, quindi voleva usare Dialga e Palkia per creare un nuovo mondo libero dallo spirito e catturare i tre Guardiani dei Laghi; così Cyrus riuscì a creare un potente oggetto noto come Rossocatena: questo oggetto artificiale serviva per collegare le dimensioni, esso fu intriso del potere di UxieMesprit e Azelf, inoltre grazie a tale potere riuscì a creare dei portali per portare nel nostro mondo Dialga e Palkia; per poter fare ciò era necessario andare in un luogo specifico della regione di Sinnoh: la cima del Monte Corona, nota come Vetta Lancia. Mentre il Team Galassia tentava di fermare un giovane allenatore, la Rossocatena riuscì ad evocare Dialga e Palkia; con queste due creature in suo potere, Cyrus sembrava ormai invincibile, neppure i Guardiani dei Laghi riuscirono a fermarlo, la Rossocatena era troppo forte. Tuttavia Cyrus non aveva considerato un'altra leggenda a lungo dimenticata...l'unica creatura che era in grado di fermarlo: Giratina. Sentendo un disturbo nel nostro mondo che presto avrebbe creato una catastrofe anche nel Mondo DistortoGiratina apparve dinanzi a Cyrus e lo trascinò via. Questo atto riuscì a distruggere la Rossocatena, permettendo a Dialga Palkia di tornare nelle loro dimensioni. Alla fine Cyrus fu fermato dal giovane allenatore che sin dall'inizio voleva contrastare i suoi piani. Ormai Giratina si era calmato perché l'equilibrio tra i due mondi era stato ristabilito. Nessun altro umano da quel momento osò controllare Dialga e Palkia con un simile mezzo, mentre Cyrus rimane tutt'ora disperso e imprigionato nel Mondo Distorto.

Palkia ebbe un ruolo più attivo in un altro incidente, ovvero l'"Incidente di Alamos Town", dove una città  stava quasi per essere distrutta. Normalmente Dialga Palkia stanno nelle loro rispettive dimensioni senza mai interagire l'uno con l'altro, ma l'"Incidente di Alamos Town" ebbe inizio perché casualmente la dimensione di Dialga si scontrò con quella di Palkia, anche se nella nostra dimensione lo spazio e il tempo seguono una direzione univoca, nella dimensione di Dialga e in quella di Palkia. Questi due elementi non si devono mai incontrare e quando ciò accadde Dialga e Palkia iniziarono un tremendo scontro; quando Palkia fu gravemente ferito fu costretto a spostarsi nella nostra dimensione per poter avere il tempo di rigenerarsi. Le ferite gli impedirono di poter controllare completamente i suoi poteri, causando la deformazione dello spazio di Alamos Town. Questi eventi furono erroneamente relazionati a Darkrai, il quale fu braccato ingiustamente dagli abitanti fino a quando non scoprirono la presenza di Palkia; in quel momento Dialga raggiunse il rivale per continuare la battaglia, tuttavia siccome il nostro mondo non fu creato per sopportare una battaglia di tale portata, il tessuto spazio-temporale fu devastato al punto da tagliare Alamos Town dal resto del nostro mondo. Fortunatamente, la città  aveva due torri erette in onore di Dialga e Palkia nelle quali vi era installato un carillon speciale in modo che tutta la città  potesse sentire la sua melodia, ma il vero scopo di tale oggetto era quello di calmare i potenti leggendari nel caso si presentasse la peggiore delle ipotesi; probabilmente i costruttori delle torri avevano ipotizzato che le due dimensioni di Dialga Palkia potessero incontrarsi e crearono tale oggetto per proteggere la città  da loro. Darkrai invece cercava di porre fine allo scontro prima che i due potessero distruggere la città  addormentandoli con la mossa Vuototetro, mentre un gruppo di giovani allenatori riuscì a raggiungere il carillon delle torri e attivarlo. Anche se purtroppo Darkrai sembrava fosse stato ucciso dalle due divinità  (in realtà  sopravvisse), la musica sembrò calmare realmente le creature che quindi tornarono nelle loro dimensioni. Nonostante i danni subiti nel tessuto spazio-temporale, al termine del conflitto la città  fu completamente ripristinata senza conseguenze e tutti si ricordavano dell'accaduto, anche del "sacrificio" di DarkraiTuttavia gli effetti di tale lotta non furono completamente risolti, si generarono nubi di gas tossico facendo quindi irritare Giratina e facendo iniziare l'"Incidente Zero".

Ultimo evento in cui apparve Palkia che si tratta anche di quello più recente, è l'"incidente di Machina Town". Migliaia di anni fa, Michina Town era uno sterile deserto che causava agonia a tutti i suoi abitanti. Secondo le leggende, la città  fu salvata da Arceus, il quale fermò una pioggia di meteoriti, anche se tale azione costò al Pokémon la perdita delle sue 17 Lastre della Vita. A causa di tale incidente, la vita di Arceus fu in grave pericolo, tuttavia un abitante dell'antica Michina Town di nome Damos lo salvò da morte certa riportandogli le Lastre della Vita. Per ringraziarlo, Arceus decise di usare cinque delle sue Lastre per creare il Gioiello della Vita, grazie al quale la terra tornò più ricca che mai. Michina Town ormai prosperava, finché Arceus un giorno fece ritorno per chiedere la restituzione del Gioiello della Vita: in tale occasione venne però ingannato da Damos, che lo attaccò senza ritegno tradendo così l'antico patto di fiducia che univa gli esseri umani al Pokémon Primevo, il quale, in seguito all'evento, si ritirò in un sonno profondo. L'imminente risveglio di Arceus aveva generato delle onde d'urto che colpirono le dimensioni dello spazio e del tempo (causando l'arrivo accidentale di Dialga nella dimensione dello spazio e, di conseguenza, dando origine all'"Incidente di Alamos Town" e, in seguito, all'"Incidente Zero"). Al suo risveglio, Arceus iniziò a distruggere tutto ciò che gli capitava a tiro per mezzo della sua implacabile mossa Giudizio. Il Trio Drago (DialgaPalkia e Giratina) smise di combattere, tutto grazie ai poteri telepatici di una giovane donna che riuscì a calmare i tre colossi, i quali iniziarono quindi ad attaccare Arceus per difendere il mondo. Tuttavia i loro sforzi furono inutili, anche il tentativo della donna (che per coincidenza si trattava di una discendente di Damos) di cercare di restituire il Gioiello della Vita si rivelò del tutto vano: Arceus calpestò il Gioiello della Vita riducendolo in mille pezzi, rivelando quindi che quella che avevano cercato di restituirgli era una volgare imitazione. Allora Dialga, come ultima speranza per cercare di modificare la storia, portò indietro nel tempo la ragazza e un gruppo di giovani che l'avevano appena conosciuta. Essi scoprirono che Damos non aveva ingannato Arceus intenzionalmente, ma era stato ipnotizzato da un Bronzong appartenente al capo villaggio di Michina Town, un crudele uomo di nome Marcus. Ma grazie ai ragazzi, Marcus fu fermato e il Gioiello della Vita fu restituito ad Arceus prima che potessero fare ritorno nel presente. Nonostante ciò, a causa della perdita di sensi di Dialga, gli eventi del presente non erano mutati, ma lo erano quelli del passato, quindi il ragazzo che era stato spedito indietro nel tempo ricordò ad Arceus quello che era successo, riuscendo a placarne l'ira e a persuaderlo a fare ritorno nella propria dimensione, lo Spazio Origine (così come gli altri tre Pokémon, che fecero ritorno nelle rispettive dimensioni di appartenenza).

Sappiamo veramente poco circa i suoi poteri, ma non si può negare che Palkia sia una creatura dall'immenso potere che merita di essere rispettato e temuto da ogni essere vivente. Esso è anche il Pokémon Acqua con il più alto attacco speciale (assieme a Kyogre ed escludendo i Pokémon ArcheoRisvegliati) e il Pokémon Acqua più potente in assoluto, escludendo solo Arceus e Pokémon ArcheoRisvegliati, come se non bastasse può usare un attacco in grado di vaporizzare ciò che colpisce, ecco perché è meglio non provocare tale creatura. E' difficile che potremo rivedere ancora Palkia, ma se siete fortunati forse potreste anche avvistarlo; se dovesse accadere, cercate di non farvi vedere o provocarlo, perché se ve lo fate nemico, scoprirete il tipo di esplosione causata dall'unione di materia e anti-materia nel peggiore dei modi!

Phione

200px-Artwork489.png

Spoiler

Phione (noto come Pokémon Oceanbondo) è un Pokémon Leggendario (sebbene il suo status sia in discussione) di tipo Acqua che vive nei mari caldi migrando per tutto il mondo. Nonostante siano pochi ad averlo visto e le sue capacità  combattive siano limitate, Phione resta un Pokémon meraviglioso, nonché discendente del misterioso Manaphy. Questa creatura è molto amichevole e se siete affetti da una malattia incurabile, trovarlo potrebbe essere la vostra salvezza!

Sappiamo molto poco sull'anatomia di Phione a causa dei rari avvistamenti, tanto che non si può affermare con certezza se sia unico o meno, ma sembra sia una creatura molto semplice che trascorre la propria vita in modo naturale. Sia Manaphy che Phione sono creature marine molto intelligenti, superando l'intelletto di quasi ogni altra specie conosciuta, sebbene Phione abbia un'intelligenza inferiore rispetto al genitore. Solitamente Phione tende a viaggiare insieme ad altri gruppi di Pokémon per i mari caldi, gonfiando la sacca che ha sulla testa per galleggiare. Questo Pokémon si nutre quasi esclusivamente di plancton e non fa quasi nient'altro. E' interessante notare che questa creatura è formata all'80% di acqua, il che gli consente di apparire vera e propria acqua per molto tempo in modo da evitare predatori; inoltre produce un muco che non solo lo protegge dalle malattie, ma cura quelle che ha già  contratto, questa sostanza può essere lavorata per creare un elisir in grado di curare qualsiasi malattia conosciuta (alcuni ricercatori però sono scettici sulla sua efficacia contro il cancro). Purtroppo a causa dei pochissimi avvistamenti e il fatto che questo Pokémon sia nato e scoperto da pochi anni, l'utilizzo di tale medicina è quasi impossibile, ma incontrarlo è considerato un vero e proprio miracolo.

Sembra che Phione non svolga nulla di concreto a differenza degli altri leggendari conosciuti e abbia abilità  molto scarse perché in realtà  non dovrebbe neanche esistere: questo Pokémon più che un figlio di Manaphy dovrebbe essere considerato un clone incompleto; Manaphy tende a deporre un uovo quando è al fine della sua vita, da questo nasce un nuovo Manaphy, il quale è completamente identico al suo predecessore, dunque tecnicamente sarebbe un clone naturale. Tuttavia l'accoppiamento tra Manaphy e un Ditto permette al Pokémon di deporre un uovo dal quale nasce Phione. Essendo un Manaphy non completamente sviluppato, dato che non è nato per mezzi naturali, la sua potenza è molto inferiore rispetto a quella del suo genitore, ha un intelletto inferiore e non è in grado di apprendere la mossa peculiare Cuorbaratto. Alcuni studi hanno mostrato che Phione prova del risentimento nei confronti del proprio genitore, tanto che delle simulazioni hanno rivelato che nel caso il Pokémon dovesse trovare un uovo di Manaphy, non esiterebbe nel tentare di distruggerlo facendo estinguere sia la sua specie che quella di Manaphy; fortunatamente tale uovo è composto principalmente d'acqua e distruggerlo è una vera e propria impresa, ma nonostante il loro aspetto carino, possiamo vedere quanto sia crudele la genetica quando manipolata dall'uomo.

Anche se ha poco da offrire in termini di potenza e capacità  combattive, Phione resta una creatura interessante, che teoricamente potrebbe anche essere un ottimo Pokémon domestico per chiunque riesca a diventare suo allenatore. Nonostante le uniche cose che fa sia mangiare e rimanere a galla, di certo pochi Pokémon hanno caratteristiche simili. Cercate solo di non farlo avvicinare o vedere qualsiasi cosa relazionata a Manaphy: anche se intelligente, non sopporterebbe l'idea di essere sostituito da qualcosa di meglio!

Manaphy

Manaphy

Spoiler

Manaphy (noto come Pokémon Oceandante) è un Pokémon Leggendario di tipo Acqua che vive nei mari caldi di tutto il mondo. Conosciuto per il suo carattere benevolo e per la capacità  di comunicare con qualsiasi essere marino, anche quelli più aggressivi ed ostili, Manaphy è considerato il guardiano dei mari in quanto cerca in ogni modo di far vivere in armonia tutti i suoi abitanti. Nonostante non possa apprendere una grande varietà  di mosse, quando lo vedrete calmare un intero branco di Sharpedo, vedrete cosa è realmente in grado di fare!

Sappiamo ancora molto poco su Manaphy e sul suo scopo in natura, ma dopo accurati studi sembra che non abbia un ruolo preciso se non quello di mantenere la pace fra le creature acquatiche. Anche se la loro potenza, statisticamente parlando, è elevata tanto da essere paragonato ad altri leggendari, il suo carattere è ben diverso dagli altri avendo una natura molto compassionevole, tanto da mettere il benessere degli altri al primo posto rispetto al suo, il che potrebbe far pensare che sia un facile pasto per i predatori, ma non è così, infatti è in questi momenti che emerge il suo potere. Già  appena nato e abituatosi alle acque dei mari in cui vive, Manaphy ottiene la capacità  di connettere la propria mente psichicamente con quella di altre creature, trasformando i predatori e le bestie più feroci e temute in docili Pokémon obbedienti. Manaphy per sopravvivere si nutre solo di plancton, solo dello stretto necessario per sopravvivere e induce anche i predatori a mangiare solo quel poco che basta per rimanere in vita (con un potere così grande ha ottenuto il soprannome di "Principe dei Mari" già  prima di essere scoperto a causa dei miti antichi). Quando si sente in pericolo è in grado di manipolare la sua struttura cellulare per apparire invisibile in acqua (cosa possibile per il fatto che è composto all'80% d'acqua). Poco dopo la nascita, Manaphy già  apprende a comunicare telepaticamente, spesso imitando la voce di un eventuale soggetto che identifica come una figura materna (inclusi gli umani); tale potere si può spingere anche oltre col tempo, riuscendo a scambiare la personalità  di due creature, influenzando il loro stile di combattimento, questa mossa è nota come Cuorbaratto ed è ritenuta una delle più forti mosse tattiche.

Sebbene Manaphy tenda a rimanere lontano dagli umani, c'è un fatto in cui è stato protagonista noto come l'"incidente di Samaya" il quale ha confermato la sua esistenza. Come avvennero gli eventi non è del tutto chiaro, ma sembra che un gruppo di pirati, guidati dal capitano Phantom, venne a sapere che il vecchio Manaphy era morto e aveva deposto l'uovo da cui sarebbe nato il suo successore, così andò a cercarlo; fortunatamente l'uovo fu ritrovato da un Pokémon Ranger prima della sua schiusa. Per proteggerlo iniziò a viaggiare con un gruppo di artisti di strada nella speranza che Phantom non lo trovasse; ad un certo punto un gruppo di allenatori si trovò dove si esibivano questi artisti e un'allenatrice del gruppo assistette alla schiusa dell'uovo e il nuovo Manaphy, vedendola, la considerò la sua figura materna. In seguito si scoprì che Phantom era alla ricerca di Samaya, un antico e leggendario tempio sottomarino nascosto dall'antico popolo dei mari (i cui discendenti pare siano gli artisti di strada citati in precedenza), visto che voleva impadronirsi di un tesoro d'inestimabile valore. Lo scontro fra le due parti fu molto acceso finché non fu ritrovato il tempio e Phantom rubò il suo tesoro, una corona ornamentale decorata con cristalli, però a sua insaputa questi erano anche la fonte d'alimentazione del posto, il quale iniziò ad inondarsi; grazie all'intervento di un allenatore, però, tale disastro fu evitato, ma Phantom, in un ultimo disperato tentativo di rapire Manaphy, tentò di uccidere il gruppo con il suo sottomarino, fu allora che in preda alla paura Manaphy richiamò il leggendario Kyogre affinché venisse in loro soccorso distruggendo il sottomarino; alla fine, Phantom e la sua ciurma furono arrestati e Manaphy fu libero di nuotare per i mari di tutto il mondo, com'era giusto che fosse.

Visto che i suoi avvistamenti sono così rari, studiarlo con cura è praticamente impossibile, ma questa meravigliosa creatura può dimostrare che è possibile vivere in armonia con altre forme di vita, nonostante esso sia solo un invertebrato. Avendo a disposizione una potenza degna di nota, mosse interessanti, tra cui Cuorbaratto, si può dire senza dubbio che Manaphy è un essere degno di rispetto. Consideratevi fortunati nel vederlo: anche se i miti dicono che trovare un uovo di Manaphy vi porterà  immensa fortuna, vederne uno fuori da esso è uno spettacolo ancora migliore!

Arceus

20940b_c5774795fe864c15887fe92d50c0a8cd~mv2.png

Spoiler

Arceus (noto come Pokémon Primevo) è un Pokémon Leggendario di tipo Normale (ma che può assumere un tipo qualsiasi a seconda della forma) che vive in una dimensione sconosciuta, chiamata Spazio Origine dagli esperti. Anche se si conosce pochissimo riguardo questa magnifica bestia, Arceus è la creatura più potente che abbia mai messo piede sul nostro mondo e forse anche dell'intero universo, sebbene a prima vista non sembri nulla di speciale. Gli umani ancora non sono certi riguardo le sue origini e i suoi pensieri, ma merita di essere rispettato e temuto da qualsiasi essere vivente, Pokémon e non, esistente; dopo tutto, se Arceus non fosse esistito, ora non ci troveremmo qui a parlarne!

Secondo le leggende di SinnohArceus è nato in un grande uovo cosmico prima ancora che l'Universo vedesse la luce; poco dopo la sua nascita creò Dialga e Palkia per governare, rispettivamente, tempo e spazio, nonché Giratina, affinché regnasse sulla materia e, in particolare, sulla materia oscura dell'Universo (senza la materia oscura, infatti, le galassie non potrebbero mantenere la loro forma e sarebbero destinate all'oblio, impedendo dunque la nascita di qualsiasi essere vivente: come Arceus ne fosse a conoscenza rimane tuttora un mistero). Infine Arceus si recò nel nostro mondo e decise di portare la vita su di esso creando UxieMesprit e Azelf, grazie ai quali essa iniziò a fiorire sul pianeta, che prima di allora era sterile e privo di vita. Compiuto ciò, Arceus si riposò per lunghissimo tempo. Questo mito racconta fatti davvero interessanti che sconcertano la Storia, ma che possono risultare rivelatori sotto molti punti di vista. Se è vero che Arceus creò Dialga e Palkia prima della creazione dell'Universo, questo vuol dire che egli, volendo, può ignorare qualsiasi legge della natura, mentre alcuni ritengono si tratti di un organismo di un'altra dimensione avente la capacità  di creare da zero gli elementi necessari per dare inizio alla creazione di altri universi (spazio, tempo e materia oscura). Se ciò risultasse vero, allora Arceus sarebbe un alieno nel senso più stretto del termine. Il fatto che abbia impiegato miliardi di anni per raggiungere il nostro pianeta non è un'informazione sorprendente, considerando che l'Universo è immenso, ma la teoria la quale quest'ultimo sarebbe in continua espansione non sembra possibile, dal momento che ciò implicherebbe che Arceus possa muoversi ad una velocità molto superiore a quella della luce, cosa assolutamente impensabile. Invece gli studiosi teorizzano che possa creare portali warp stabili nel tessuto spazio-temporale, permettendogli di viaggiare da un punto all'altro dell'Universo in tempi veramente molto brevi; ma questa teoria non è confermata, sebbene sembri l'unica spiegazione possibile.

Ciò che è certo è che Arceus è una creatura sorprendentemente potente, specialmente grazie alle reliquie sacre che possiede, note come Lastre della Vita. Dai pochi dati disponibili riguardo questi oggetti, sappiamo che esistono ben 17 Lastre della Vita che fungono da barriera vitale per Arceus, e che gli consentono di mutare il proprio tipo a piacimento (per questo motivo è l'unico Pokémon attualmente noto registrato con l'abilità  Multitipo). Queste Lastre furono studiate attentamene dalle civiltà antiche che interagirono con Arceus: ciò li portò a creare delle copie delle Lastre della Vita, naturalmente più deboli delle originali (anche se quelle create dagli umani, tuttavia, furono impregnate di un'identica energia), le quali sono giunte fino a noi e possono oggi essere trovate nel sottosuolo e in tutto il mondo. Anche queste copie, volendo, consentono ad Arceus di cambiare forma e potenziare, di conseguenza, le mosse appartenenti a quello stesso tipo (un effetto naturale che hanno tutti i Pokémon); le Lastre della Vita originali hanno una forma differente, ma funzionano allo stesso modo, con l'importante differenza, però, che senza di esse morirebbe. Le Lastre della Vita (incluse le copie) fungono anche da fonte d'energia primaria per la mossa peculiare di ArceusGiudizio: tale mossa raccoglie l'energia luminosa in tutto il corpo di Arceus per poi essere rilasciata contemporaneamente attraverso un unico devastate colpo, permettendogli di creare una pioggia di palle di luce abbastanza potente da danneggiare la struttura molecolare dell'avversario, causandogli quindi danni immensi. Anche se dal punto di vista della potenza pura non è un granché, la mossa è collegata in modo incredibile ad Arceus: infatti, se ha la forma di Tipo Drago, anche Giudizio avrà  le caratteristiche di una mossa di tipo Drago, rendendola ancora più potente del normale; quindi essa risulta essere la più versatile fra tutte le mosse Pokémon ad oggi conosciute.

Anche se le interazioni degli umani con Arceus sono state estremamente limitate, l'uomo ha riconosciuto comunque il suo enorme potere e la sua grande importanza, infatti viene rappresentato come una divinità nelle principali religioni Pokémon influenzate dal mondo antico: inoltre sono presenti numerosi templi a lui dedicati in tutto il mondo, il più conosciuto dei quali è rappresentato senza dubbio dalle Rovine Sinjoh, situate nelle profondità di una frontiera ghiacciata che divide le regioni di Johto e Sinnoh. Si ritiene che questa terra un tempo fosse un bosco lussureggiante pieno di vita, che comprendeva gli stessi umani, ma divenne inospitale molti millenni or sono, quando il clima della regione di Sinnoh iniziò a irrigidirsi lungo i suoi confini. Nonostante gli effetti dannosi della neve e del ghiaccio, il tempio ha resistito alla perfezione, risultando ad oggi la struttura conosciuta dedicata ad Arceus meglio conservata. Circa un decennio fa, degli archeologi scoprirono dei flauti dalla forma bizzarra in un recipiente di pietra vicino alla parte posteriore del tempio. Secondo le iscrizioni presenti nella parte interna del recipiente, questi strani oggetti, che furono chiamati Flauti Cielo dai loro scopritori, sarebbero in grado di evocare Arceus grazie a una melodia impercettibile dall'orecchio umano; infatti il suono generato da questi strumenti è completamente diverso da quello prodotto da un qualsiasi altro oggetto conosciuto nel pianeta. Poiché il suono, in natura, non può percorrere distanze troppo elevate, esso avrà  effetto solo se suonato in zone dotate di un'acustica adeguata; le Rovine di Sinjoh non possiedono l'acustica necessaria per consentire l'evocazione di Arceus, tuttavia pare che possano concentrare sufficiente energia per evocare gli elementi del tempo, dello spazio o della materia oscura... o almeno così viene detto nelle iscrizioni del tempio. Il significato e le implicazioni di tale scritture sono tuttora sconosciuti.

Sebbene Arceus non sia stato visto per un lungo periodo di tempo, ci sono testimonianze di una sua spaventosa apparizione in tempi moderni, durante il cosiddetto "Incidente di Michina Town". Migliaia di anni fa, Michina Town era uno sterile deserto che causava agonia a tutti i suoi abitanti. Secondo le leggende, la città  fu salvata da Arceus, il quale fermò una pioggia di meteoriti, anche se tale azione costò al Pokémon la perdita delle sue 17 Lastre della Vita. A causa di tale incidente, la vita di Arceus fu in grave pericolo, tuttavia un abitante dell'antica Michina Town di nome Damos lo salvò da morte certa riportandogli le Lastre della Vita. Per ringraziarlo, Arceus decise di usare cinque delle sue Lastre per creare il Gioiello della Vita, grazie al quale la terra tornò più ricca che mai. Michina Town ormai prosperava, finché Arceus un giorno fece ritorno per chiedere la restituzione del Gioiello della Vita: in tale occasione venne però ingannato da Damos, che lo attaccò senza ritegno tradendo così l'antico patto di fiducia che univa gli esseri umani al Pokémon Primevo, il quale, in seguito all'evento, si ritirò in un sonno profondo. L'imminente risveglio di Arceus aveva generato delle onde d'urto che colpirono le dimensioni dello spazio e del tempo (causando l'arrivo accidentale di Dialga nella dimensione dello spazio e, di conseguenza, dando origine all'"Incidente di Alamos Town" e, in seguito, all'"Incidente Zero"). Al suo risveglio, Arceus iniziò a distruggere tutto ciò che gli capitava a tiro per mezzo della sua implacabile mossa Giudizio. Il Trio Drago (DialgaPalkia e Giratina) smise di combattere, tutto grazie ai poteri telepatici di una giovane donna che riuscì a calmare i tre colossi, i quali iniziarono quindi ad attaccare Arceus per difendere il mondo. Tuttavia i loro sforzi furono inutili, anche il tentativo della donna (che per coincidenza si trattava di una discendente di Damos) di cercare di restituire il Gioiello della Vita si rivelò del tutto vano: Arceus calpestò il Gioiello della Vita riducendolo in mille pezzi, rivelando quindi che quella che avevano cercato di restituirgli era una volgare imitazione. Allora Dialga, come ultima speranza per cercare di modificare la storia, portò indietro nel tempo la ragazza e un gruppo di giovani che l'avevano appena conosciuta. Essi scoprirono che Damos non aveva ingannato Arceus intenzionalmente, ma era stato ipnotizzato da un Bronzong appartenente al capo villaggio di Michina Town, un crudele uomo di nome Marcus. Ma grazie ai ragazzi, Marcus fu fermato e il Gioiello della Vita fu restituito ad Arceus prima che potessero fare ritorno nel presente. Nonostante ciò, a causa della perdita di sensi di Dialga, gli eventi del presente non erano mutati, ma lo erano quelli del passato, quindi il ragazzo che era stato spedito indietro nel tempo ricordò ad Arceus quello che era successo, riuscendo a placarne l'ira e a persuaderlo a fare ritorno nella propria dimensione, lo Spazio Origine (così come gli altri tre Pokémon, che fecero ritorno nelle rispettive dimensioni di appartenenza).

Arceus è tanto misterioso quanto le origini della vita e il nostro scopo nell'Universo, ma si può affermare senza dubbio che si tratta di una creatura dai poteri straordinari, grazie ai quali ha dato origine al nostro mondo e, forse, all'intero l'Universo. Arceus può vantare di un gran numero di record personali, in quanto: risulta il Pokémon Normale con maggiore resistenza fisica, il Pokémon Lotta con maggiore resistenza speciale, il Pokémon Veleno con maggior vitalità, il Pokémon Terra attacco speciale, difesa speciale (quest'ultima condivisa con Claydol) e velocità (a pari merito con Dugtrio), il Pokémon Roccia con maggiore attacco speciale (escludendo i leggendari MegaEvoluti), il tipo Coleottero con maggior vitalità, il Pokémon Acciaio con maggior velocità, il Pokémon Fuoco con maggior vitalità, il Pokémon Elettro con maggior resistenza (assieme a Zekrom) e difesa speciale; infine, statisticamente parlando, il Pokémon più potente in assoluto (esclusi i leggendari MegaEvoluti e ArcheoRisvegliati). Sfidare Arceus in battaglia implica una sconfitta praticamente certa, senza contare che riuscire ad affrontarlo è quasi impossibile. Nonostante la sua esistenza e la sua importanza religiosa siano messe in dubbio da alcuni, non si può certo negare che abbia avuto una grandissima importanza per il nostro insignificante pianeta... e se siete convinti che lui non esista, sperate che non vi senta, o potrebbe lanciare il suo Giudizio su di voi!

 

Modificato da Zarxiel

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme
Inviato (modificato)

Oshawott

501.png

Spoiler

Oshawott (noto come Pokémon Lontra) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Acqua che vive nei pressi di fonti d'acqua dolce a bassa temperatura della regione di Unima. Anche se sembrano più adorabili che pericolosi, gli Oshawott sono esseri potenti in grado di fare a pezzi qualsiasi avversario sia così stolto da sottovalutarli o farli arrabbiare. Solo perché iniziano a sviluppare le loro abilità  con l'evoluzione, non significa che non possano causare gravi danni, dato che questi piccoli mammiferi hanno l'agilità  di un samurai!

La somiglianza nello stile di lotta della famiglia evolutiva degli Oshawott e quella degli antichi samurai delle regioni asiatiche hanno sconvolto studiosi di tutto il mondo, visto che la presenza dell'oceano che divide i due continenti ha reso impossibile alle due parti di incontrarsi prima della fine del 600. Alcuni ritengono che, similmente ai Sawk e i Throh, questi Pokémon vivessero prima in Asia per poi trovare un modo per migrare completamente in America, il che non è così improbabile dal momento che sono Pokémon Acqua, ma ha fatto sorgere un'altra domanda: perché oggi questa specie non si trova più nelle regioni asiatiche? Alcuni documenti storici suggeriscono che siano stati cacciati dopo l'ultimo grande conflitto samurai (nel 1877 ca.), quando iniziarono ad esserci cambiamenti tali che portarono alla fine dei samurai; prima questi Pokémon erano usati dai giovani guerrieri per imparare a lottare come loro ed imitare le loro tecniche, ma quando tutto ciò finì furono costretti ad andarsene e nuotarono finché non arrivarono in America e oggi vivono ancora nella regione di Unima. Molti di questi fatti sono solo speculazioni, ma che siano stati loro ad aver insegnato le tecniche samurai è innegabile.

Sin dalla nascita gli Oshawott usano una conchiglia come arma da combattimento e per allenarsi nelle arti marziali. Nonostante l'aspetto, questi oggetti non sono vere conchiglie, ma oggetti creati con la cheratina dei loro artigli, rendendo tali armi molto robuste, e vengono elaborate con questa forma per ingannare il nemico; nel caso venga perduta possono ricrearne un'altra, ma richiederebbe almeno un paio di settimane. Normalmente questa lama viene usata per tagliare le bacche di cui si nutrono, ma se minacciati non si faranno problemi ad usarla per attaccare e difendersi, potendo anche contare su attacchi a distanza come Pistolacqua. Sebbene inizino ad usare quest'arma sin da subito, con l'allenamento sviluppano le proprie capacità  combattive, fino ad apprendere la mossa Conchilama, con la quale non solo infliggono gravi danni, ma sembra che il 50% degli attacchi riescano a penetrare le difese nemiche rendendole meno efficaci. Questa mossa è molto rara, visto che oltre alla famiglia degli Oshawott, solo quella degli Shellder, Corphish e Binacle, può apprenderla; quando riescono ad usare tale tecnica significa che presto si evolveranno.

Non sono certo gli starter Acqua più convenzionali, tuttavia gli Oshawott si possono rivelare compagni fedeli, ottimi per chi vuole specializzarsi sia nel combattimento corpo a corpo che in quello a distanza. Non fatevi ingannare se la loro potenza complessiva è inferiore a quella di ogni altro starter Acqua conosciuto, ciò che a questi mammiferi manca in potenza, viene compensato in determinazione e coraggio. Se siete interessanti a conoscere le antiche tecniche samurai, questi Pokémon saranno insegnanti perfetti, basta che non li facciate arrabbiare o vi attaccheranno con la loro lama!

Dewott

200px-Artwork502.png

Spoiler

Dewott (noto come Pokémon Apprendista) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Acqua che vive nei pressi di fonti d'acqua dolce a bassa temperatura della regione di Unima. Agili e pericolosi nei combattimenti ravvicinati, i Dewott sono potenti lottatori in grado di abbattere i nemici tramite l'uso della temibile mossa Conchilama per poi finirli con l'uso di attacchi speciali. Sottovalutarli è un errore gravissimo, visto che sono molto più esperti e feroci degli Oshawott, anche perché sono dotati di ben due lame!

La somiglianza nello stile di lotta della famiglia evolutiva degli Oshawott e quella degli antichi samurai delle regioni asiatiche hanno sconvolto studiosi di tutto il mondo, visto che la presenza dell'oceano che divide i due continenti ha reso impossibile alle due parti di incontrarsi prima della fine del 600. Alcuni ritengono che, similmente ai Sawk e i Throh, questi Pokémon vivessero prima in Asia per poi trovare un modo per migrare completamente in America, il che non è così improbabile dal momento che sono Pokémon Acqua, ma ha fatto sorgere un'altra domanda: perché oggi questa specie non si trova più nelle regioni asiatiche? Alcuni documenti storici suggeriscono che siano stati cacciati dopo l'ultimo grande conflitto samurai (nel 1877 ca.), quando iniziarono ad esserci cambiamenti tali che portarono alla fine dei samurai; prima questi Pokémon erano usati dai giovani guerrieri per imparare a lottare come loro ed imitare le loro tecniche, ma quando tutto ciò finì furono costretti ad andarsene e nuotarono finché non arrivarono in America e oggi vivono ancora nella regione di Unima. Molti di questi fatti sono solo speculazioni, ma che siano stati loro ad aver insegnato le tecniche samurai è innegabile.

Per poter aumentare le loro capacità  combattive e l'efficacia di Conchilama, i Dewott appena evoluti creano una seconda lama a forma di conchiglia. Con l'uso di ben due lame ora possono sferrare attacchi più efficaci e rapidi, riuscendo addirittura a mettere i propri nemici con le spalle al muro. Tuttavia ciò che li rende più pericolosi rispetto agli Oshawott non sono queste armi, ma il continuo allenamento a cui si sottopongono. Dal momento che l'uso di questi oggetti è tanto pericoloso per i nemici quanto per loro stessi, questo allenamento serve non solo per padroneggiarli al meglio, ma anche per calmarli, in questo modo, durante le lotte tendono ad essere più strategici anziché basarsi solo sull'istinto per vincere. Quando non combattono o non si allenano, i Dewott passano il proprio tempo a cacciare pesci o ad affilare le loro lame in preparazione al prossimo scontro. La cosa più interessante dei Dewott è che il loro stile di combattimento è differente da esemplare ad esemplare, in quanto ciascuno ha delle lame e una corporatura diversa ed essendo consapevoli di ciò cercano di sfruttare questi elementi a proprio vantaggio, come fossero dei veri e propri spadaccini, rendendo questi mammiferi unici a confronto di altri Pokémon.

Ingannevolmente agili e pericolosi, specialmente contro gli avversari più lenti. Senza dubbio i Dewott sono combattenti versatili in grado di mettere qualsiasi nemico in difficoltà , a meno che non combattano contro qualcuno avvantaggiato di tipo. Molti specialisti Acqua sono scoraggiati nell'usare questi Pokémon a causa del loro stile di lotta davvero unico, ma tutti coloro che li usano hanno avuto grandissime soddisfazioni, inoltre, quanti altri Pokémon esistono che si allenano anche allo stato brado, risultando ancora più letali del normale?!

Samurott

200px-Artwork503.png

Spoiler

Samurott (noto come Pokémon Dignità ) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Acqua che vive nei pressi di fonti d'acqua dolce a bassa temperatura della regione di Unima. Terribilmente forti e spaventosi, specialmente verso chi manca loro di rispetto, i Samurott sono guerrieri devastanti in grado di fare a pezzi i nemici con l'uso del corno e delle loro armi prima ancora che il nemico possa reagire. Un vantaggio di tipo non è sufficiente per salvarvi da queste bestie, se volete sconfiggerli, allora procuratevi un Pokémon pesantemente corazzato per poter resistere a questi samurai acquatici!

La somiglianza nello stile di lotta della famiglia evolutiva degli Oshawott e quella degli antichi samurai delle regioni asiatiche hanno sconvolto studiosi di tutto il mondo, visto che la presenza dell'oceano che divide i due continenti ha reso impossibile alle due parti di incontrarsi prima della fine del 600. Alcuni ritengono che, similmente ai Sawk e i Throh, questi Pokémon vivessero prima in Asia per poi trovare un modo per migrare completamente in America, il che non è così improbabile dal momento che sono Pokémon Acqua, ma ha fatto sorgere un'altra domanda: perché oggi questa specie non si trova più nelle regioni asiatiche? Alcuni documenti storici suggeriscono che siano stati cacciati dopo l'ultimo grande conflitto samurai (nel 1877 ca.), quando iniziarono ad esserci cambiamenti tali che portarono alla fine dei samurai; prima questi Pokémon erano usati dai giovani guerrieri per imparare a lottare come loro ed imitare le loro tecniche, ma quando tutto ciò finì furono costretti ad andarsene e nuotarono finché non arrivarono in America e oggi vivono ancora nella regione di Unima. Molti di questi fatti sono solo speculazioni, ma che siano stati loro ad aver insegnato le tecniche samurai è innegabile.

A causa della pesante corazza, ora non sono più in grado di camminare su due zampe (come invece fanno le loro pre-evoluzioni), tuttavia i Samurott rimangono comunque esperti nell'uso delle armi e sono perfettamente in grado di sfruttare il loro corpo al meglio. Normalmente si affidano al corno del proprio elmo per affrontare i nemici tramite la mossa Megacorno, ma nel caso in cui ciò non bastasse, allora potranno usare le lance che conservano nelle conchiglie che tengono attaccate sulle zampe anteriori per proteggerli (queste armi non sono altro che le vecchie lame modificate non appena evoluti, diventando molo simili a lance anziché a conchiglie). Ora possono eseguire devastanti attacchi come Lacerazione (che apprendono appena evoluti), con il quale riescono a fare a pezzi i loro avversari, specialmente quando riescono a rimanere eretti per maneggiare entrambe le armi, cosa che riesce loro solo per un paio di minuti, ma con l'allenamento possono rimanere su due zampe anche per dieci minuti. A causa della loro estrema rapidità , è quasi impossibile per qualsiasi Pokémon reagire prima che loro estraggano l'arma e attacchino. Come se non bastasse essi tendono ad intimidire il nemico a causa del loro aspetto, il quale trasuda coraggio e onore da tutti i pori, per non parlare del loro grido di battaglia, con cui terrorizzano letteralmente i nemici più piccoli. Senza un'armatura adeguata è quasi impossibile che qualcuno riesca a resistere agli attacchi di un Samurott, anche perché si sono allenati con le armi sin dalla nascita.

Nonostante non possiedano una grande potenzialità  nell'uso di attacchi speciali come gli altri starter Acqua o i Pokémon Acqua in generale, non significa che non dobbiate aver paura di queste devastanti bestie. Con delle armi in grado di perforare la carne e le armature più deboli come fossero burro e un onore pari a quello degli antichi samurai, non c'è da stupirsi se questi mammiferi sono considerati tra i Pokémon Acqua non leggendari e non MegaEvoluti più devastanti. Che voi siate degli allenatori in cerca di Pokémon poco convenzionali o semplicemente studenti di arti marziali in cerca di un bravo insegnante, questo Pokémon fa al caso vostro. Un Samurott può insegnarvi che usare la spada è una scelta di vita, nonostante ormai sia passato più di un millennio dal loro periodo d'oro!

Panpour

200px-Artwork515.png

Spoiler

Panpour (noto come Pokémon Annaffiatore) è un Pokémon raro di tipo Acqua che vive nei pressi di corpi d'acqua dolce e campi erbosi delle regioni di Unima, Kalos e dell'Africa. Unici per la loro padronanza nell'uso dell'acqua, queste bizzarre scimmie sono molto tranquille e possono rivelarsi ottimi compagni per qualsiasi giovane allenatore che abbia la fortuna di trovarli. L'unico problema è riuscire a star loro dietro sia fuori che dentro la lotta, dal momento che quando entrano in uno stato di calma non sono più in grado di vedere nemmeno gli oggetti che hanno di fronte!

I Panpour e i Simipour differiscono dagli altri mammiferi in quanto le loro cellule per rimanere in buona salute devono restare umide, in maniera molto simile alle piante, per questo motivo il loro corpo è progettato per trasportare grandi quantità  d'acqua. Gran parte di quest'acqua viene immagazzinata nel ciuffo che hanno sulla testa, il quale rilascia in continuazione una piccola quantità  d'acqua per mantenerli umidi finché non si esaurisce, quando ciò accade, usano la loro coda come un aspirapolvere per assorbire l'acqua da qualsiasi cosa, inclusi oggetti ed esseri viventi con un efficacia sorprendente. Inutile dire che questi Pokémon non possono sopravvivere a lungo in ambienti aridi, i quali li possono anche rendere vulnerabili al Fuoco, nonostante siano Pokémon Acqua. Questi Pokémon spesso vengono usati sia dalle persone comuni che da certe aziende come dei veri e propri annaffiatori viventi, ciò perché l'acqua che rilasciano dal ciuffo ha proprietà  molto più salutari per la pianta, in quanto tende a circolare vicino ai vasi sanguigni, risultando addirittura più efficace di molti fertilizzanti, senza doversi preoccuparsi di pesticidi o altro. Altra capacità  incredibile dei Panpour e Simipour è quella di cambiare la temperatura corporea per aumentare o abbassare anche quella dell'acqua nel corpo, ecco perché, assieme al leggendario Volcanion, sono gli unici Pokémon in grado di apprendere Idrovampata naturalmente.

E' interessante notare come i Panpour abbiano una somiglianza con le tre sagge scimmie mitologiche, in particolare con Mizaru: i Panpour hanno l'abitudine di entrare in uno stato meditativo quando sono calmi, ciò impedisce ai loro occhi di funzionare; il motivo di ciò è tutt'ora un mistero, ma si è ipotizzato che durante questo stato una parte del loro cervello venga inibita temporaneamente; apparentemente ciò serve per prolungare il più a lungo possibile questa meditazione. E' incredibile come un Pokémon del genere senza alcun potere psichico naturale debba necessariamente meditare, si crede che ciò dipenda dal fatto che tengono molto allo stato fisico e mentale.

Sicuramente non sono tra i combattenti più forti, tuttavia i Panpour restano creature molto energiche che riescono a farsi notare in lotta. Con buone mosse a disposizione e un aspetto tanto adorabile che è impossibile trovarli antipatici, di sicuro queste scimmie possono essere trasformate in ottimi combattenti con il giusto allenamento e con pazienza. Anche se non siete allenatori, procurarsene uno può essere una buona idea se avete un giardino, d'altronde, perché sprecare soldi quando potrete avere un qualcosa di più efficace?!

Simipour

200px-Artwork516.png

Spoiler

Simipour (noto come Pokémon Spruzzacqua) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Acqua che vive nei pressi di corpi d'acqua dolce e campi erbosi delle regioni di Unima, Kalos e dell'Africa. Nonostante non siano i Pokémon Acqua più forti in circolazione, i Simipour possono causare gravi danni sia ai nemici sprovvisti di protezione che a quelli corazzati grazie all'uso dell'attacco Idrovampata. Anche se il loro aspetto può portare gli avversari a sottovalutarli, farlo è un errore gravissimo, visto che poi scoprirete perché vengono chiamati "Pokémon Spruzzacqua"!

Panpour e i Simipour (l'evoluzione di Panpour una volta esposti alle radiazioni di una Pietraidrica) differiscono dagli altri mammiferi in quanto le loro cellule per rimanere in buona salute devono restare umide, in maniera molto simile alle piante, per questo motivo il loro corpo è progettato per trasportare grandi quantità  d'acqua. Gran parte di quest'acqua viene immagazzinata nel ciuffo che hanno sulla testa, il quale rilascia in continuazione una piccola quantità  d'acqua per mantenerli umidi finché non si esaurisce, quando ciò accade, usano la loro coda come un aspirapolvere per assorbire l'acqua da qualsiasi cosa, inclusi oggetti ed esseri viventi con un efficacia sorprendente. Inutile dire che questi Pokémon non possono sopravvivere a lungo in ambienti aridi, i quali li possono anche rendere vulnerabili al Fuoco, nonostante siano Pokémon Acqua. Questi Pokémon spesso vengono usati sia dalle persone comuni che da certe aziende come dei veri e propri annaffiatori viventi, ciò perché l'acqua che rilasciano dal ciuffo ha proprietà  molto più salutari per la pianta, in quanto tende a circolare vicino ai vasi sanguigni, risultando addirittura più efficace di molti fertilizzanti, senza doversi preoccuparsi di pesticidi o altro. Altra capacità  incredibile dei Panpour e Simipour è quella di cambiare la temperatura corporea per aumentare o abbassare anche quella dell'acqua nel corpo, ecco perché, assieme al leggendario Volcanion, sono gli unici Pokémon in grado di apprendere Idrovampata naturalmente.

Nonostante siano considerati i membri più tranquilli del trio delle "scimmie elementali", i Simipour possono ancora rivelarsi avversari di tutto rispetto, in grado di causare danni a chiunque non possieda un vantaggio di tipo. Ora la coda non è solo in grado di assorbire acqua, ma anche di spruzzarla con una pressione elevatissima, tanto da incrinare il cemento (tuttavia la usano quasi esclusivamente per divertirsi e raramente per combattere), di conseguenza riescono a usare attacchi speciali (specialmente Idrovampata) con una potenza sorprendente, capace di mettere in difficoltà  e immobilizzare anche gli avversari corazzati. L'unico problema è che più attaccano e meno diventano resistenti dal momento che devono usare le scorte d'acqua che hanno nel corpo, rendendo anche i loro attacchi meno potenti con il tempo; tuttavia possono usare attacchi che impiegano grandi quantità  d'acqua come Idropompa (nonostante tale mossa possa essere appresa solo dai Panpour nati tramite incroci tra specie o addestramenti speciali), ma la velocità  con cui colpiscono è tale da rendere questa loro mancanza di resistenza un problema marginale, ecco perché queste scimmie possono rivelarsi compagni utili per qualsiasi allenatore.

Il loro aspetto può far credere che siano troppo tranquilli e calmi per combattere, ma un unico getto d'acqua di un Simipour è in grado di penetrare anche le difese più resistenti. Trovare una Pietraidrica non è un compito facile, ma se volete avere una di queste scimmie acquatiche dovete trovarne una. Se pensate di portarvelo in un viaggio nel deserto o un luogo comunque caldo ed arido, non fatelo: anche se sono Pokémon potenti, queste scimmie si disidratano più velocemente di una margherita in un deserto!

Tympole

180px-Artwork535.png

Spoiler

Tympole (noto come Pokémon Girino) è un Pokémon comune di tipo Acqua che vive negli stagni d'acqua dolce e nelle paludi della regione di Unima, anche se raramente è stato visto nella regione di Hoenn. Anche se a terra possono fare ben poco, in acqua non si faranno problemi a combattere, specie per difendere con la vita i loro simili. Sebbene non siano in grado di arrecare gravi danni, non fatevi ingannare: ciò che non hanno in forza fisica, lo compensano nella forza del numero!

A differenza dei loro cugini Poliwag, l'evoluzione dei Tympole è più regolare, cambiando in modo progressivo. Solitamente nascono in grandi gruppi e viaggiano sempre insieme in modo da poter compensare la loro limitata forza fisica. Come si può intuire della loro anatomia, non possono sopravvivere fuori dall'acqua fino a quando non si evolvono in Palpitoad, in quanto sprovvisti di arti e polmoni, di conseguenza non possono ovviamente combattere sulla terraferma, fortunatamente però loro in natura apprendono solo attacchi a distanza, eccezion fatta per Flagello (che apprendono solo nel caso in cui l'evoluzione fosse ritardata), il che è un bene, visto che possono disidratarsi molto rapidamente fuori dall'acqua.

Differentemente dalle altre rane o girini, i Tympole possono usare il suono come arma difensiva e forma di comunicazione già  appena nati; vibrando rapidamente le loro guance, i Tympole creano delle vibrazioni per comunicare tra i loro simili, il che risulta eccezionalmente utile per avvertire la presenza di forme di vita a loro ignote o di predatori. Ma non si limitano solo a questo, i loro messaggi sono estremamente variegati e tramite degli studi si è scoperto che la frequenza e i tipi di suoni da loro emanati si differenziano tantissimo nonostante il loro semplice cervello, ciò sembra essere possibile grazie a dei muscoli vibratori avanzati posizionati sulle guance. Se in pericolo, possono sforzare questi muscoli per creare vibrazioni molto forti per generare gli attacchi Coro (mossa che solo la loro famiglia evolutiva e poche altre possono apprendere in natura) e Baraonda; purtroppo però questi attacchi non solo molto utili, visto che le loro grida sono così acute che molti Pokémon le sentono a malapena (per l'uomo risultano impercettibili).

Nonostante non sembrino nulla di speciale, catturarne uno potrebbe essere un'ottima scelta per provare un Pokémon diverso dagli altri. Anche se ora possano fare ben poco, con il tempo e l'allenamento possono diventare combattenti di tutto rispetto in grado addirittura di farsi strada fra i tornei ufficiali, ma fino ad allora limitatevi a Pokémon deboli e fateli combattere sempre in acqua, altrimenti vi ritroverete il cadavere di un girino rinsecchito!

Palpitoad

200px-Artwork536.png

Spoiler

Palpitoad (noto come Pokémon Vibrazione) è un Pokémon relativamente comune di tipo Acqua/Terra che vive negli stagni d'acqua dolce e nelle paludi della regione di Unima, anche se raramente è stato visto nella regione di Hoenn. Nonostante non siano tra i Pokémon più forti fisicamente, i Palpitoad sono esseri molto rumorosi in grado di causare mal di testa e piccoli terremoti grazie all'uso di intense vibrazioni. Solo perché si sono adattati da poco a stare sulla terraferma, non significa che siano deboli, tuttavia se dovessero lottare in acqua, state in guardia dai loro temibili attacchi Fanghiglia!

Anche se in questo stadio tecnicamente sono ancora girini, la crescita delle zampe, lo sviluppo di polmoni e di una pelle più spessa, permettono a questi Pokémon di prosperare tanto bene nella terra quanto nell'acqua. Seppure ancora deboli e poco più veloci rispetto alla loro pre-evoluzione, anatomicamente sono molto simili alla loro evoluzione Seismitoad e anche il loro comportamento è molto simile. Nonostante siano costretti a immergersi più volte in un giorno per mantenersi idratati, i Palpitoad passano gran parte della giornata seduti su una ninfea attendendo insetti che catturano con la loro lunga lingua appiccicosa (che possono addirittura usare come frusta in caso di necessità ). Nel caso in cui il cibo scarseggi, questi Pokémon iniziano a vagare sulla terra in cerca di cibo, visto che possono mangiare praticamente ogni insetto, inclusi quelli velenosi o non commestibili, ciò è dovuto allo sviluppo delle sacche di veleno che iniziano a crescere sulla loro pelle durante questo stadio; queste sacche praticamente estraggono il veleno dal loro cibo riponendolo in queste sacche, in modo da scoraggiare i predatori ad attaccarli. Con l'evoluzione, queste cresceranno notevolmente di dimensioni e il Pokémon sarà  in grado di produrre veleno per conto proprio.

Differentemente dai Tympole, i Palpitoad non creano vibrazioni tramite le guance, ma sfruttando le grandi verruche che hanno sulla testa, il cui unico scopo è quello di creare queste vibrazioni; sebbene la struttura anatomica sia simile alle guance dei Tympole, dal momento che sono localizzate nella parte esterna, possono generare vibrazioni molto più potenti senza rischiare di subire lesioni interne. Questi suoni non solo servono ancora come forma di comunicazione tra i loro simili, ma viene usata anche per generare attacchi sonori e in acqua permettono addirittura di usare mosse come Fanghiglia, riuscendo a mettere in seria difficoltà  qualsiasi essere terrestre incapace di nuotare. Sulla terra questa tecnica non è così efficace, ma può ancora servire per creare deboli tremori con cui distrarre eventuali predatori per scappare o per infliggere danni ai nemici.

Anche se non sono combattenti eccezionali, i Palpitoad rimangono Pokémon molto più versatili rispetto alla loro pre-evoluzione, dal momento che possono stare a terra. Non dovrete attendere molto prima che questi girini maturino e possano sfruttare ogni loro abilità , ma conviene stare molto attenti ai Pokémon Erba. Fino ad allora sfruttate al meglio le loro vibrazioni, tanto non esiste alcuna legge che impedisca l'uso di attacchi sonori, a patto che i sintomi dell'avversario si limitino a dei mal di testa!

Seismitoad

200px-Artwork537.png

Spoiler

Seismitoad (noto come Pokémon Vibrazione) è un Pokémon relativamente raro di tipo Acqua/Terra che vive negli stagni d'acqua dolce e nelle paludi della regione di Unima, anche se raramente è stato visto nella regione di Hoenn. Temuti nei combattimenti ravvicinati per la loro pelle tossica e per l'attacco Acido, i Seismitoad sono combattenti letali in grado di mettere in ginocchio gli avversari con poca difficoltà , nonostante siano degli anfibi. Certamente con il loro aspetto non potranno mai vincere un concorso di bellezza, ma questi rospi potranno mostrarvi che non è necessario sentire il suono per far sì che esso possa far male!

Trattandosi dello stadio adulto della loro famiglia evolutiva, i Seismitoad vivono prevalentemente sulla terra, sebbene debbano immergersi almeno una volta al giorno per mantenere la pelle idratata. Questi rospi passano la giornata semplicemente mangiando insetti che volano o strisciano vicino a loro usando la loro lunga lingua appiccicosa, ma a differenza dei Palpitoad possono divorare anche piccoli roditori o in rare occasioni anche Pokémon delle loro stesse dimensioni. Le sacche di veleno che avevano iniziato a svilupparsi in Palpitoad, ora sono completamente cresciute e ben visibili sulla pelle; similmente ai Toxicroak, questo veleno viene pompato in queste sacche che vengono poi perforate per colpire un nemico con le tossine al suo interno sfruttando le contrazioni muscolari per ottenere un rapido pasto, è così che riescono ad usare la temuta mossa Acido. Inoltre, similmente ai Palpitoad, queste sacche vengono anche usate per rilasciare delle tossine in tutta la loro pelle, in modo che la loro carne non sia commestibile, in alcuni casi ciò rende la pelle stessa velenosa e basta toccarli per rimanere avvelenati, ecco perché alcuni esemplari hanno l'abilità  Velentocco (abilità  che condividono solo con la famiglia evolutiva di Skrelp); si è riscontrato che il 30% dei soggetti che hanno toccato i Seismitoad con questa particolarità  sono stati avvelenati. Inoltre, anche se in natura apprendano solo due mosse fisiche, sono particolarmente pericolosi nei combattimenti ravvicinati.

Le vibrazioni prodotte dalle verruche che possiedono sulla testa e sulle braccia ora non servono più per la comunicazione con i loro simili, dal momento che il loro gracchiare sostituisce tale funzione, invece vengono usate come una vera e propria arma di difesa, facendole vibrare a velocità  incredibile, possono produrre suoni acutissimi, che sebbene non tutti possano percepirli, causano un dolore immenso che colpisce anche gli avversari protetti da un'armatura. Questa capacità  rende i Seismitoad combattenti davvero letali, in quanto una volta stordito il nemico con il suono, lo massacrano con i pugni, in alcuni casi possono addirittura sfruttare il veleno per usare la mossa Assorbipugno, risultando essere uno dei tre Pokémon in grado di apprendere questo attacco in natura (gli altri sono i membri della famiglia di Mienfoo); spesso queste strategie si rivelano davvero letali.

Sicuramente non sono tra i combattenti più convenzionali, ma dispongono comunque molti attacchi speciali potenti e la mossa Assorbipugno con cui riescono a mettere in difficoltà  i Pokémon Roccia. Potrete avere Pokémon velocissimi o resistentissimi, ma sono in pochi a tener testa a questi pericolosi rospi, come ad esempio i Pokémon Erba, anche se il loro attacco Acido può aiutarli, ciò non è abbastanza. Se siete alla ricerca di un Pokémon velenoso che non appartenga al tipo Veleno, prendete in considerazione questi rospi; certo, affrontare un Pokémon Erba spesso può essere impossibile per loro, ma visto che quasi ogni avversario ha il timore di toccarli per il loro veleno, è un rischio che vale la pena correre!

Basculin

200px-Artwork550.png200px-Artwork550B.png

Spoiler

Bascluin (noto come Pokémon Irruenza) è un Pokémon comune di tipo Acqua che vive nei corpi d'acqua dolce e nelle riserve speciali delle regioni di UnimaKalos ed Alola. Tanto aggressivi quanto comuni, i Basculin sono pesci violenti che non si fanno problemi ad aggredire qualsiasi cosa osi entrare nel loro territorio. C'è solo una cosa che odiano più degli invasori: i membri della loro specie di forma diversa; per questi pesci se non sei con loro, allora sei contro di loro!

Ci sono molte speculazioni riguardo il perché ci siano due tipi diversi di Basculin. La teoria più conosciuta è quella secondo cui due gruppi di Basculin abbiano vissuto in zone differenti senza mai incontrarsi per molto tempo, fino a portarli a svilupparsi in modo differente, ma ciò pare non avere senso visto che entrambi i tipi vivono praticamente negli stessi luoghi e presentano ancora moltissime somiglianze a livello genetico. Di conseguenza si pensa che questa specializzazione sia un tipo molto raro che ne ha causato il cambiamento senza che i due tipi fossero divisi, ciò però è successo solo ed esclusivamente con i Basculin e quindi non c'è modo di studiare questo avvenimento con precisione. Questi due tipi di Basculin sono conosciuti come Forma Linearossa e Forma Lineablu. A livello combattivo, anatomico e biologico sono assolutamente identici, ma esteticamente presentano delle differenze: mentre i Basculin Forma Linearossa hanno grandi occhi rossi, due strisce rosse sul dorso e pinne seghettate, i Basculin Forma Lineablu d'altro canto hanno occhi stretti e azzurri, due strisce blu sul dorso e pinne dal bordo liscio. Altra cosa che li differenzia è l'abilità : sebbene entrambi i tipi possano avere l'abilità  Adattabilità , la maggior parte dei Basculin Forma Linearossa ha Temerarietà , mentre la maggior parte della Forma Lineablu ha Testadura. Ma eccetto per gli allenatori, queste differenze sono irrilevanti visto che molti li prediligono come cibo, dato che è un piatto molto apprezzato ad Unima.

Studi approfonditi sui loro geni hanno rivelato che i due tipi hanno iniziato da poco a differenziarsi e sembra che ci sia proprio questo alla base del loro comportamento. Mentre tutti i Basculin condividono un comportamento aggressivo nei confronti di qualsiasi essere invada il loro territorio, dal momento che sono dei piranha, essi risultano essere ancora più aggressivi nei confronti dei Basculin di tipo diverso e li attaccheranno senza alcuna esitazione. Il motivo di questo odio verso i membri della propria specie appartenenti ad un'altra forma è ancora un mistero, ma sembra che questo comportamento si avvicini molto ad un tipico aspetto umano, in cui certi popoli si ritengono superiori agli altri. Sebbene abbiano queste differenze estetiche dovute ai geni, eccetto questo e la loro abilità  più comune, tutto il resto è assolutamente uguale, tanto che due Basculin di diverso tipo possono riprodursi senza problemi e la forma del figlio rispecchierebbe quella della madre. Negli ultimi tempi si sono segnalati branchi di Basculin di una certa forma con membri di un'altra forma senza entrare in conflitto, tale comportamento assolutamente anomalo sta diventando sempre più comune, portando a credere che questi due tipi si stiano riappacificando, anche se molto lentamente. Ciò ha sconcertato ancora di più gli scienziati che continuano a studiare questa specie assolutamente unica e sperano un giorno di scoprire come mai abbiano tale caratteristica particolare rispetto a qualsiasi altra specie di Pokémon, ma non è da escludere che esistano altri Pokémon con caratteristiche simili ancora non scoperti.

Come possono suggerire le loro zanne, i Basculin sono pesci molto rapidi in grado di causare molti danni fisici al nemico e soprattutto agli intrusi, anche se dovessero mettere a rischio la propria vita. Certamente non sono così forti da partecipare a tornei o lotte professioniste, ma sono abbastanza versatili da essere ottimi per combattimenti acquatici, specie nella regione di Unima, visto che non troverete facilmente altri Pokémon acquatici. E' altamente raccomandato tenersi un unico Basculin in squadra e di non farlo avvicinare ad uno della forma opposta, altrimenti potreste essere coinvolti nella lotta e finire all'ospedale!

Tirtouga

564 Tirtouga

Spoiler

Tirtouga (noto come Pokémon Ancestruga) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Acqua/Roccia che viveva nei corpi d'acqua salata e nelle spiagge di tutto il mondo, ma ormai in natura quasi non esiste più perché estinto. Anche se lenti e incapaci di usare forti attacchi speciali, i Tirtouga sono creature forti in grado di sconfiggere i loro avversari più deboli usando le forti mascelle, nonostante abbiano una grande resistenza. Potrebbero non sembrare nulla di speciale, ma fatene arrabbiare una e vedrete che queste antiche tartarughe non hanno nulla a che fare con i loro parenti più moderni!

Resuscitati dai Fossiltappo, i Tirtouga e i Carracosta sono tartarughe antiche della famiglia delle Protostegidae che si sono estinte durante il Cretaceo. Sebbene siano passati anni da quanto le macchine di resurrezione sono state potenziate permettendo il ritorno di questi Pokémon, ancora oggi non si è scoperto come mai si siano estinte 100 milioni di anni fa. A differenza di ogni altro Pokémon preistorico resuscitato, i Tirtouga e i Carracosta si sono ambientati ad una velocità  sbalorditiva agli ambienti moderni, sebbene siano ancora molto limitati gli esemplari selvatici e siano presenti oggi solo nelle spiagge di Unima in cui vengono analizzati nel loro nuovo habitat. Mentre le tartarughe moderne possiedono un guscio unico che usano per difendersi, i Tirtouga e i Carracosta sono ben diversi dal momento che il loro guscio è in realtà  una placca ossea supportata da un robusto sistema scheletrico sottostante; ciò non solo rende questa corazza più flessibile, ma possono anche perdere pezzi senza che ciò causi danni alla colonna vertebrale, il che è certamente molto utile quando sono braccati dai predatori (specie per Tirtouga). Tutto ciò rende davvero difficile ferire i Tirtouga e i Carracosta e ancor più difficile ucciderli, ma ciò solleva le domande: perché si sono estinti? E perché le tartarughe moderne hanno un guscio totalmente diverso? L'unica spiegazione logica che i ricercatori sono riusciti a dare è che questo guscio è più sottile ed è collegato alle ossa, quindi li lasciavano più scoperti in certi punti e certi danni avrebbero potuto danneggiare anche lo scheletro interno, ma se questa teoria fosse vera, sembra che non esista nessun predatore moderno in grado di causar loro tali danni, tanto che si trovano meglio nella nostra epoca che nella loro.

Nonostante le ridotte dimensioni, i Tirtouga sono cacciatori attivi e riescono facilmente a dilaniare i Pokémon più piccoli con le loro robuste mascelle. La cosa interessante però è che loro non cacciano in acqua, ma sulla terra (seppure siano molto abili nel nuoto, potendo immergersi fino ad una profondità  di 1000 metri); catturano piccoli roditori o crostacei fingendo di essere delle grosse pietre, ma nonostante ciò non sono molto abili nel combattimento a terra a causa del pesante guscio, tuttavia in acqua sono molto rapidi e possono addirittura danneggiare lo scafo di una nave. Curiosamente, durante le lotte usano raramente le mascelle, dal momento che dispongono di un set molto vario di mosse, rendendoli avversari di tutto rispetto se ben allenati. Sebbene siano molto resistenti, questi Pokémon hanno il problema di non potersi difendere se capovolti, di conseguenza gli allenatori devono stare molto attenti quando li mandano contro avversari con pollici opponibili, anche perché non sono molto pesanti e sollevarli è abbastanza semplice; se mai dovessero ritrovarsi a pancia all'aria, poi avranno bisogno di aiuto per tornare nella loro normale posizione.

Anche se non sembrano grandi minacce, i Tirtouga sono rettili potenti in grado di causare gravi danni all'avversario, nonostante possano impiegare del tempo per raggiungere il nemico. Disponendo di una resistenza davvero notevole, possono sopportare molti colpi, ma avendo la possibilità  di apprendere molte mosse, spesso può risultare un problema allenarli per gli allenatori più inesperti; tuttavia tra i Pokémon fossile non completamente evoluti, senza dubbio Tirtouga è il più pericoloso e va allenato con cura e pazienza. Se volete provare queste antiche tartarughe non ne rimarrete delusi, ma sappiate che con l'evoluzione in Carracosta avranno una forza fisica sorprendente e addirittura macabra, ma non spaventatevi!

Carracosta

200px-Artwork565.png

Spoiler

Carracosta (noto come Pokémon Ancestruga) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Acqua/Roccia che viveva nei corpi d'acqua salata e nelle spiagge di tutto il mondo, ma ormai in natura quasi non esiste più perché estinto. Nonostante appaiano tranquilli, i Carracosta sono predatori feroci in grado di fare a pezzi qualsiasi avversario grazie alle robuste mascelle e le forti pinne. Potrebbero essere incapaci di usare attacchi speciali con la stessa efficacia della maggior parte dei Pokémon Acqua, ma quando vedrete queste tartarughe disintegrare l'armatura di un Pokémon Acciaio con la bocca, imparerete a rispettarle e a temerle!

Resuscitati dai Fossiltappo, i Tirtouga e i Carracosta sono tartarughe antiche della famiglia delle Protostegidae che si sono estinte durante il Cretaceo. Sebbene siano passati anni da quanto le macchine di resurrezione sono state potenziate permettendo il ritorno di questi Pokémon, ancora oggi non si è scoperto come mai si siano estinte 100 milioni di anni fa. A differenza di ogni altro Pokémon preistorico resuscitato, i Tirtouga e i Carracosta si sono ambientati ad una velocità  sbalorditiva agli ambienti moderni, sebbene siano ancora molto limitati gli esemplari selvatici e siano presenti oggi solo nelle spiagge di Unima in cui vengono analizzati nel loro nuovo habitat. Mentre le tartarughe moderne possiedono un guscio unico che usano per difendersi, i Tirtouga e i Carracosta sono ben diversi dal momento che il loro guscio è in realtà  una placca ossea supportata da un robusto sistema scheletrico sottostante; ciò non solo rende questa corazza più flessibile, ma possono anche perdere pezzi senza che ciò causi danni alla colonna vertebrale, il che è certamente molto utile quando sono braccati dai predatori (specie per Tirtouga). Tutto ciò rende davvero difficile ferire i Tirtouga e i Carracosta e ancor più difficile ucciderli, ma ciò solleva le domande: perché si sono estinti? E perché le tartarughe moderne hanno un guscio totalmente diverso? L'unica spiegazione logica che i ricercatori sono riusciti a dare è che questo guscio è più sottile ed è collegato alle ossa, quindi li lasciavano più scoperti in certi punti e certi danni avrebbero potuto danneggiare anche lo scheletro interno, ma se questa teoria fosse vera, sembra che non esista nessun predatore moderno in grado di causar loro tali danni, tanto che si trovano meglio nella nostra epoca che nella loro.

Come i Tirtouga, i Carracosta sono predatori attivi che prediligono cacciare a terra nonostante siano abili nuotatori. Dal momento che sono abbastanza goffi a terra, tendono a fare affidamento su attacchi a sorpresa, fingendo di essere dei massi attendendo la preda e quando essa è abbastanza vicina la tramortiscono con le pinne per poi mangiarla; queste potrebbero apparire fragili, ma in realtà  le pinne dispongono di robuste ossa sotto la pelle che conferiscono loro un'incredibile forza d'urto, tanto da riuscire ad incrinare lo scafo di una nave o causare un trauma cranico nella vittima; se la vittima tuttavia dovesse resistere, allora sfrutteranno la stessa strategia che usavano quando erano Tirtouga, ovvero la fanno a pezzi con le mascelle. Mentre quelle di Tirtouga possono lacerare la carne e spezzare le ossa, quelle dei Carracosta sono così robuste che un loro morso può frantumare la roccia e addirittura il metallo senza troppi problemi, infatti è abbastanza comune fra la specie distruggere scogli o oggetti metallici con la bocca per costruirsi il nido. E' ovvio che in un combattimento senza esclusione di colpi un avversario fisico non potrà  mai uscirne illeso, del resto sono pochi i metalli in grado di resistere alle loro mascelle e sono ancora meno i Pokèmon con armature composte da tali materiali.

Anche se limitati per quanto riguardo l'uso di attacchi speciali e sono terribilmente lenti sulla terra, i Carracosta restano creature feroci in grado di resistere ai colpi più forti e di causare facilmente dei traumi cranici. Se non volete perdere tempo ad allenarli e renderli meno aggressivi, allora vi conviene cercare un fossile appartenete ad un Pokémon più calmo. Se volete avere un Pokémon forte sia in attacco che in difesa e che mantenga un certa versatilità  nelle mosse, allora queste tartarughe fanno per voi, ma state attenti che si limitino a mandare fuori combattimento l'avversario, altrimenti potreste spendere molto denaro per pagare le cure mediche del Pokémon avversario (che spesso necessitano di interventi chirurgici) dopo la battaglia!

Ducklett

200px-Artwork580.png

Spoiler

Ducklett (noto come Pokémon Alacquatico) è un Pokémon relativamente raro di tipo Acqua/Volante che vive nei corpi d'acqua dolce e nei corsi d'acqua delle regioni di Unima e Kalos. Anche se spesso ignorati in favore di combattenti più versatili, i Ducklett sono creature molto divertenti che possono rivelarsi ottimi compagni, specie per gli allenatori che vogliono provare Pokémon Acqua o Volanti. Anche se non volete usarli per lottare, potete sempre ideare degli scherzi con loro, magari approfittando di un vostro eventuale fratello mentre esce in una giornata di sole!

I Ducklett e gli Swanna, a differenza delle maggior parte degli uccelli, prediligono rimanere in acqua piuttosto che volare, nonostante siano molto abili nel volo (tanto che gli Swanna possono volare per chilometri senza stancarsi e sono in grado di apprendere il devastante attacco Tifone). Dato che i Ducklett già  nascono vicino all'acqua, imparano ad usare mosse di tipo Acqua prima di qualsiasi altro Pokémon Volante, senza contare che possono già  immergersi poco dopo che sono usciti dall'uovo, per imparare a volare invece impiegano circa due settimane. Fino a quando non apprendono a proteggersi da soli (quindi finché non imparano Attacco d'Ala, visto che il loro habitat non ha predatori tanto pericolosi), si baseranno solo su Docciascudo, in modo da distrarre il nemico con gli spruzzi d'acqua per avere tempo di fuggire e tornare dai genitori, così, se un predatore continuerà  a seguirli si ritroverà  attaccato brutalmente dagli Swanna e visto che questi possono attaccare molto rapidamente, è quasi impossibile che un predatore ne esca indenne. Quando i Ducklett diventano indipendenti, lasciano i genitori e andranno a vivere in un altro corpo d'acqua per iniziare la loro nuova vita.

I Ducklett sono erbivori e non mangiano mai altri esseri viventi eccetto quando non hanno altra scelta, in questi casi si limitano solo a piccoli insetti. Solitamente nidificano solo vicino all'erba di cui vanno ghiotti, il che li differenzia dagli Swanna, che hanno una dieta più varia, ma quella dei Ducklett è sufficiente per farli sviluppare e crescere bene. Questi Pokémon tendono ad avere un carattere timido ed è difficile che si facciano vedere facilmente da altre creature, ma ciò non significa che abbiano paura, tuttavia provano timore nei confronti degli uomini, visto che sanno che la loro carne è molto apprezzata da loro quando ben cotta. Parte di questa paura è dovuta anche agli incendi avvenuti nel loro habitat, visto che l'erba dove nidificano è altamente infiammabile e sono capitati molti casi in cui accidentalmente le persone hanno appiccato incendi causando molte morti di Ducklett, ecco perché ora trovarli non è proprio facile e di certo la cosa non cambierà  finché la gente non starà  più attenta e inizierà  a rispettare questa specie.

Imbattersi in un esemplare ben allenato in lotta è difficile, tuttavia i Ducklett restano esseri interessanti in grado di causare molti problemi ai Pokémon Erba. Essendo statisticamente decenti e potendo contare su un mix di mosse di tipo Acqua e Volante di tutto rispetto, con la pazienza e l'allenamento possono diventare compagni perfetti. Ma se non volete usarli per lottare, averne uno come trasporto è ottimo, dato che sono pochi i Pokémon in grado di poter trasportare i propri allenatori in volo e a nuoto!

Swanna

200px-Artwork581.png

Spoiler

Swanna (noto come Pokémon Biancuccello) è un Pokémon raro di tipo Acqua/Volante che vive nei corpi d'acqua dolce, nei corsi d'acqua e in zone dove vi è molta erba delle regioni di Unima e Kalos. Dal bellissimo aspetto, gli Swanna sono uccelli meravigliosi ottimi sia per le battaglie che per le gare Pokémon, riuscendo a combinare le loro abilità  combattive con l'eleganza in modo assolutamente unico tra gli uccelli. Anche se non hanno capacità  singolari, non pensiate che uno Swanna infuriato non possa arrecare gravi danni!

Ducklett e gli Swanna, a differenza delle maggior parte degli uccelli, prediligono rimanere in acqua piuttosto che volare, nonostante siano molto abili nel volo (tanto che gli Swanna possono volare per chilometri senza stancarsi e sono in grado di apprendere il devastante attacco Tifone). Dato che i Ducklett già  nascono vicino all'acqua, imparano ad usare mosse di tipo Acqua prima di qualsiasi altro Pokémon Volante, senza contare che possono già  immergersi poco dopo che sono usciti dall'uovo, per imparare a volare invece impiegano circa due settimane. Fino a quando non apprendono a proteggersi da soli (quindi finché non imparano Attacco d'Ala, visto che il loro habitat non ha predatori tanto pericolosi), si baseranno solo su Docciascudo, in modo da distrarre il nemico con gli spruzzi d'acqua per avere tempo di fuggire e tornare dai genitori, così, se un predatore continuerà  a seguirli si ritroverà  attaccato brutalmente dagli Swanna e visto che questi possono attaccare molto rapidamente, è quasi impossibile che un predatore ne esca indenne. Quando i Ducklett diventano indipendenti, lasciano i genitori e andranno a vivere in un altro corpo d'acqua per iniziare la loro nuova vita.

Nonostante gli Swanna amino mangiare la stessa erba dei Ducklett, essi prediligono bilanciare la loro dieta con piccoli insetti e pesci, è proprio questo a renderli più belli rispetto alla loro pre-evoluzione. Quando i Ducklett iniziano ad evolversi, le loro piume si schiariscono e ottengono una propria lucentezza che le fa brillare sia alla luce del sole che alla luce lunare, questo vuol dire anche che più è vecchio uno Swanna e più è bello. Differentemente da molte altre specie, gli Swanna si accoppiano con un unico membro della loro specie e anche dopo il corteggiamento la coppia rimane insieme e sebbene in circostanze normali i maschi siano più aggressivi, durante la stagione degli amori o dopo aver deposto le uova, le femmine risultano molto più pericolose e aggressive. Durante la notte, quando la luna e le stelle sono ben visibili, tutti gli Swanna dello stormo si raggrupperanno nello stagno e compiranno quello che sembra un'elegante danza, il leader dello stormo si troverà  sempre al centro di questa congregazione; sono proprio queste danze ad aver ispirato l'uomo a creare il nuoto sincronizzato, ma perché questa specie compie questo ballo non è chiaro, dal momento che è difficile che ci siano spettatori che li vedano, recenti ricerche tuttavia hanno dimostrato che questa loro danza è una cerimonia per tutte le coppie di Swanna, come fosse una sorta di celebrazione al "matrimonio", ciò rende questi volatili totalmente unici rispetto a qualsiasi altra specie, visto che nessun altro Pokémon celebra il proprio compagno o compagna, non in modo così attivo.

Certamente non sono i combattenti più feroci in circolazione, tuttavia gli Swanna sono senza dubbio uccelli eleganti e molto apprezzati da donne di qualsiasi età. Con un bellissimo aspetto che con il tempo non fa altro che migliorare e avendo a disposizione il potente attacco Tifone con cui mettono fuori gioco i nemici più deboli molto facilmente, non c'è da stupirsi se molti Avicoltori vorrebbero avere uno di questi uccelli bianchi nel proprio team. Se non siete allenatori, ma adorate il teatro, questi Pokémon potrebbero comunque risultarvi utili per la rappresentazione del Lago dei Cigni!

Frillish

200px-Artwork592.pngArtwork592-Femmina.png

Spoiler

Frillish (noto come Pokémon Fluttuante) è un Pokémon relativamente comune di tipo Acqua/Spettro che vive in alcune coste delle regioni di Unima, Alola e nelle profondità dell'"Oceano Atlantico", anche se raramente è stato visto nella regione di Hoenn. I Frillish apparentemente sono creature benigne e innocue, ma in realtà sono creature pericolosissime, che paralizzano gli avversari con i tentacoli per poi trascinarli nelle profondità marine per poterli annegare. Anche se le femmine di questa specie sembrano adorabili, non dovete mai abbassare la guardia, se uno dei suoi tentacoli si avvinghia una potente scarica elettrica vi colpirà  per succhiare la vostra energia vitale!

Frillish e i Jellicent sono gli unici Spettri i cui generi hanno delle differenze chiaramente visibili per chiunque abbia occhi funzionali. La spiegazione più logica che abbiamo riguardo queste differenza è che serve per fare in modo che questi Pokémon riescano a riconoscere facilmente il sesso della loro specie anche nelle profondità  marine; possiamo notare che anatomicamente gli occhi dei Frillish e dei Jellicent non sono adattati per poter vedere nel buio delle profondità marine, ma è possibile che riescano a vedere grazie alla loro natura da Spettri. Essi hanno delle somiglianze con i Tentacool e i Tentacruel in quanto anche loro sono creature tentacolari che usano il veleno per catturare le prede, ma questi ultimi non possono assorbire l'energia vitale in modo così devastante dalle loro prede, una caratteristica che è più relazionata agli Spettri, infatti è per questo che sono classificati come tali e non come Veleno. Nonostante ciò, questi poteri sono di solito posseduti da creature che non possiedono una vera forma fisica, rendendo quasi impossibile studiarli; questo non è il caso di Frillish e Jellicent, essendo tra i pochi Spettri con forme fisiche decenti, sembra che i loro poteri "spirituali" servano per manifestare i loro stati emotivi interni all'esterno e fisicamente: ciò li rende facilmente identificabili come maschi e femmine, questo perché i due generi provano una combinazione di emozioni intrinseche differenti. Le femmine hanno un carattere più ottimista e generoso, mentre i maschi sono più freddi e apatici, i colori rosa e blu (assieme alle parti bianche del loro corpo) rappresentano perfettamente questi sentimenti. L'esatto meccanismo di questo processo deve essere studiato più attentamente, in quanto gran parte dei poteri degli Spettri sono ancora incompresi.

A differenza dei Tentacool e dei Tentacruel, che preferiscono vivere nelle acque calde dell'oceano, i Frillish e i Jellicent prediligono le acque estremamente fredde, non c'è quindi da stupirsi che loro vivano nelle zone più profonde dell'oceano, venendo in superficie solo per cacciare le loro prede. I Frillish non cacciano molto, ma di solito attaccano prede più piccole che avvolgono con i loro tentacoli, una volta che la preda è bloccata, rilasciano una tossina paralizzante ad azione rapida che intorpidisce la preda che non sentirà più nulla, nemmeno il dolore (questa tossina risulta più efficace su alcuni esemplari di Frillish e Jellicent, classificati con l'abilità Funestocorpo, infatti queste tossine possono danneggiare temporaneamente alcuni nervi del nemico, impedendogli di usare l'ultima mossa usata). Si cerca di mantenere le prede coscienti il più a lungo possibile, mentre esse vengono trascinate nella tana del loro predatore a cinque miglia di profondità o anche di più; sembra che i Frillish mantengono la preda cosciente per poter assorbire una quantità maggiore di energia vitale, ma il funzionamento di questa capacità  deve essere ancora pienamente compreso. L'energia vitale è un concetto difficile da spiegare, ma quando una creatura ne è totalmente priva, essa muore, si crede che tale energia in realtà sia formata da particelle sub atomiche difficilmente identificabili, ma essenziale per la stabilità molecolare e atomica, indipendentemente da ciò, questa energia è l'unica cosa che mantiene in vita i Frillish, ciò li ha resi estremamente temuti tra i Pescatori e i Marinai.

Anche se sembrano eleganti e fragili, i Frillish sono creature subdole che possono terminare una battaglia prima ancora che essa inizi avvolgendo il nemico tra i suoi tentacoli. Anche se la loro forza fisica è estremamente bassa, nel campo degli attacchi speciali, questi possono risultare terribili ostacoli. Se volete sconfiggerli, non abbiate paura di usare Pokémon potenti, sono relativamente rari gli esemplari con l'abilità Funestocorpo, ma nel caso la abbiano, state attenti o potreste ritrovare il vostro Pokémon senza attacchi per contrastare Frillish!

Jellicent

200px-Artwork593.pngArtwork593-Femmina.png

Spoiler

Jellicent (noto come Pokémon Fluttuante) è un Pokémon relativamente raro di tipo Acqua/Spettro che vive in alcune coste delle regioni di Unima, Alola e nelle profondità  dell'"Oceano Atlantico", anche se raramente è stato visto nella regione di Hoenn. I Jellicent sono temuti dai Marinai di tutto il mondo per la loro natura crudele e spietata, sono apparentemente placidi, ma non appena provocati diventano mostri. Queste creature abissali prendono la loro caccia e i loro nidi in modo molto serio, quindi sarebbe saggio non disturbarli; nessuna nave è mai sopravvissuta alle grinfie di questi mostri marini, quindi non crediate avrete più fortuna voi, specialmente se siete da soli!

Frillish e i Jellicent sono gli unici Spettri i cui generi hanno delle differenze chiaramente visibili per chiunque abbia occhi funzionali. La spiegazione più logica che abbiamo riguardo queste differenza è che serve per fare in modo che questi Pokémon riescano a riconoscere facilmente il sesso della loro specie anche nelle profondità  marine; possiamo notare che anatomicamente gli occhi dei Frillish e dei Jellicent non sono adattati per poter vedere nel buio delle profondità marine, ma è possibile che riescano a vedere grazie alla loro natura da Spettri. Essi hanno delle somiglianze con i Tentacool e i Tentacruel in quanto anche loro sono creature tentacolari che usano il veleno per catturare le prede, ma questi ultimi non possono assorbire l'energia vitale in modo così devastante dalle loro prede, una caratteristica che è più relazionata agli Spettri, infatti è per questo che sono classificati come tali e non come Veleno. Nonostante ciò, questi poteri sono di solito posseduti da creature che non possiedono una vera forma fisica, rendendo quasi impossibile studiarli; questo non è il caso di Frillish e Jellicent, essendo tra i pochi Spettri con forme fisiche decenti, sembra che i loro poteri "spirituali" servano per manifestare i loro stati emotivi interni all'esterno e fisicamente: ciò li rende facilmente identificabili come maschi e femmine, questo perché i due generi provano una combinazione di emozioni intrinseche differenti. Le femmine hanno un carattere più ottimista e generoso, mentre i maschi sono più freddi e apatici, i colori rosa e blu (assieme alle parti bianche del loro corpo) rappresentano perfettamente questi sentimenti. L'esatto meccanismo di questo processo deve essere studiato più attentamente, in quanto gran parte dei poteri degli Spettri sono ancora incompresi.

A differenza dei Tentacool e dei Tentacruel, che preferiscono vivere nelle acque calde dell'oceano, i Frillish e i Jellicent prediligono le acque estremamente fredde, non c'è quindi da stupirsi che loro vivano nelle zone più profonde dell'oceano, venendo in superficie solo per cacciare le loro prede. Jellicent non fanno distinzione fra le loro prede, cacciano creature di qualsiasi dimensione e forma, infatti le tossine da loro prodotte sono così forti da poter paralizzare addirittura un Wailord. Proprio come i Frillish, anche i Jellicent usano delle tossine paralizzanti per intorpidire la preda e lasciarla cosciente il più a lungo possibile, mentre essa viene trascinata nelle profondità  dell'oceano, a cinque miglia di profondità o più, dove si trova la tana di Jellicent (questa tossina risulta più efficace su alcuni esemplari di Frillish e Jellicent, classificati con l'abilità Funestocorpo, infatti queste tossine possono danneggiare temporaneamente alcuni nervi del nemico, impedendogli di usare l'ultima mossa usata). I Jellicent amano assorbire l'energia vitale delle prede più di qualsiasi altra cosa, ma a differenza dei Frillish, a volte si nutrono anche di plancton; tuttavia è da notare che l'energia vitale assorbita dai Jellicent è pericolosamente superiore a quella di qualsiasi altro Spettro registrato fino ad ora, infatti possono trasformare un umano perfettamente in salute in un guscio vuoto senza vita in pochi istanti. Anche se i Frillish e i Jellicent si muovono immagazzinando acqua nel corpo ed espellendola, i Jellicent sono perfettamente in grado di sfruttare i loro poteri per immagazzinare abbastanza acqua ed usare la mossa Zampillo, con una potenza tale da spezzare a metà una nave da guerra; questo comportamento dei Jellicent non è dato solo per cercare cibo, ma anche per trovare grandi materiali solidi per poter creare enormi nidi simili a castelli con i resti delle navi distrutte; come se non bastasse, sono estremamente territoriali e uccidono chiunque si avvicini troppo al loro nido, per questo motivo alcune zone dell'"Oceano Atlantico" è tutt'ora inesplorato, a causa della presenza di queste creature che non hanno mai fatto tornare molte navi. Al giorno d'oggi fortunatamente, queste aree sono accuratamente segnate sulle mappe in modo che i navigatori le aggirino per evitare eventuali catastrofi.

Nonostante il loro aspetto buffo, i Jellicent sono creature estremamente violente, possono trasformare i nemici più sani e in salute in un ammasso di cellule morte semplicemente toccandoli. Sia nel mare aperto, sia che nelle battaglie, queste bizzarre meduse possono dimostrare il motivo per cui sono così tanto temute offensivamente; possono lasciare il nemico con pochissimi attacchi da poter usare per creare strategie offensive decenti, tuttavia se si vuole vincere con strategie offensive, allora conviene usare una tattica mordi e fuggi, altrimenti il vostro Pokémon si ritroverà  avvinghiato tra i tentacoli del nemico, e non si potrà liberare tanto presto!

 

Modificato da Zarxiel

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme
Inviato (modificato)
Alomomola
Artwork594.png
Spoiler

Alomomola (noto come Pokémon Assistenza) è un Pokémon relativamente raro di tipo Acqua che vive nella maggior parte dei corpi d'acqua e nei mari delle regioni di Unima, Kalos, Alola e in varie zone dell'oceano. Sebbene non siano adatti a combattimenti prolungati, gli Alomomola sono esseri resistenti che si preoccupano della sicurezza altrui prima di ogni cosa, anche se mettono a rischio la loro vita. Seppure ciò può sembrare strano, riescono con facilità a proteggere Pokémon dai predatori ed uscirne con pochi danni!

Gli Alomomola, nonostante la loro anatomia e i loro cugini Luvdisc, sono pesci ossei che si spostano sfruttando le correnti oceaniche, dal momento che il loro corpo sottile non è adatto per nuotare per conto proprio. Questi pesci si nutrono principalmente di meduse o creature simili come Frillish e Tentacool, ma a causa del loro rapido metabolismo devono nutrirsi costantemente. Sebbene le loro squame siano molto fragili e non li proteggono dunque dalla pressione marina, lo strato di grasso e il sistema muscolare è così compatto da dar loro un'enorme vitalità, riuscendo a resistere a molti colpi prima di finire fuori combattimento. Questa specie passa la maggior parte del tempo nei fondali marini, ma emergono per deporre le uova o anche semplicemente per stare sotto il sole saltando fuori dall'acqua. Per decenni questa specie è stata cacciata a causa della loro carne dura, ma deliziosa, tuttavia non è per questo che oggi sono a rischio di estinzione, bensì perché le varie uova che ciascuna femmina depone ogni estate sono così tante da rendere l'acqua rosa, ciò causa delle variazioni del movimento delle onde che danneggia le uova e le fa cadere, di conseguenza poche di esse sopravvivono.

Fortunatamente gli Alomomola non si sono ancora estinti perché non hanno predatori naturali (eccetto gli Sharpedo raramente), per una ragione molto semplice: gli Alomomola sono dei veri e propri guaritori nel mondo dei pesci, infatti la viscida sostanza che ricopre il loro corpo agisce come un tonico guaritore se ingerito o iniettato nel flusso sanguigno (semplicemente inserendolo in una ferita); tale sostanza riesce non solo a disinfettare qualsiasi ferita, ma anche a ristabilire il Pokémon completamente in poche ore e la cosa più sorprendente è che gli Alomomola sono consapevoli di questa loro abilità, per questo curano qualsiasi essere vivente in difficoltà, sia esso un Horsea appena nato o un Wailord adulto, curano anche indistintamente i predatori come Sharpedo. Di conseguenza, proprio come i Plusle e i Minun, questi Pokémon sono considerati troppo preziosi per quasi ogni predatore, ecco perché non vengono cacciati; curano addirittura umani o Pokémon non acquatici che trovano feriti nel mare, anche se ciò dovesse mettere a rischio la loro vita e una volta curati li portano alla riva più vicina. Al giorno d'oggi questi Pokémon tendono ad essere usati dai bagnini e per salvare eventuali Wailord spiaggiati.

Vederli in battaglia è molto raro, ma gli Alomomola sono creature meravigliose che possono salvare ogni essere anche in situazioni disperate, anche per i predatori più letali. Questi pesci rimangono sempre vigili e curano ogni creatura indiscriminatamente, nonostante esistano ancora persone che li cacciano per mangiarseli, se però vogliamo che queste splendide creature continuino a prosperare questa pratica deve cessare. Senza dubbio, in un mondo così spietato dove l'unica legge è "mangia o verrai mangiato", un pesce come Alomomola riesce a salvare molte vite!

Keldeo

Artwork647.pngArtwork647-Risoluta.png

Spoiler

Keldeo (noto come Pokémon Puledro) è un Pokémon Leggendario di tipo Acqua/Lotta che vive vicino a corpi d'acqua, sebbene sia stato avvistato in tutto il mondo, i suoi avvistamenti più comuni sono stati in Europa e nella regione di Unima. A differenza degli altri membri del suo gruppo, l'esistenza di questo Pokémon non fu confermata fino a non molti anni fa, inoltre Keldeo è in grado di usare attacchi speciali molto più potenti della maggior parte dei Pokémon Acqua e Lotta in circolazione, inclusi Cobalion, Terrakion e Virizion. Potrebbe apparire piccolo e debole ad occhi inesperti, e anche se il suo attacco Spadasolenne può sembrare abbastanza debole, secoli d'insegnamenti gli hanno permesso di sviluppare la ben più potente e temuta tecnica Spadamistica!

Ci sono parecchie leggende circa i Pokémon Cobalion, Terrakion, Virizion e Keldeo in varie regioni europee, tuttavia questi Pokémon sono famosi soprattutto ad Unima (dove gli studiosi contemporanei li chiamano come "i Solenni Spadaccini"), ma la cosa sorprendente è l'importanza storica che hanno avuto. Oltre due secoli fa, durante la guerra per l'indipendenza Unimiana, sono scoppiate moltissime battaglie presso le foreste e le paludi di Unima (dove i soldati della regione avevano attirato i nemici europei per un attacco a sorpresa); si ritiene che durante questi eventi Cobalion, assieme ai compagni Terrakion e Virizion, che stavano vagando per le foreste di Unima, abbiano iniziato ad agire a causa dei continui conflitti, combattendo entrambe le fazioni grazie al loro attaccoSpadasolenne; la cosa è peggiorata durante uno di questi scontri, in cui i soldati hanno fatto scoppiare un incendio alla Palude Mistralopoli a causa dell'uso della polvere da sparo, portando alla morte innumerevoli Pokémon, ma grazie all'intervento di Cobalion, Terrakion e Virizion i danni furono contenuti e con il tempo la zona fu ripristinata e ripopolata. Secondo le leggende, durante questo incendio il trio salvò Keldeo, ultimo della sua specie in quanto i suoi simili (inclusi i suoi genitori) morirono tra le fiamme; da allora i tre Pokémon accudirono il cucciolo insegnandogli alcuni loro segreti fino ad aver appreso come usareSpadasolenne e a diventare abbastanza forte da essere classificato come leggendario. Dopo quell'evento e dopo che la palude fu ripristinata, i conflitti nella regione cessarono quasi del tutto e quasi nessuno ha più rivisto i quattro Pokémon.

Nonostante le leggende della regione di Unima riguardanti Keldeo, per anni lui fu considerato solamente un mito, anche se ci furono suoi avvistamenti in tutto il mondo secondo vari resoconti storici. La cosa più interessante è che sembra che in passato Keldeo fosse un'intera specie e che ora ne esista un unico esemplare che per secoli fu accudito da Cobalion, Terrakion e Virizion fino a sviluppare alcune loro abilità, questo spiega perché secondo alcune testimonianze antiche lui abbia imparato Spadasolenne dopo che fu "adottato". A causa dei pochissimi avvistamenti è difficile dire con certezza che tipo di personalità abbia, ma sembra che non abbia problemi a relazionarsi con l'uomo, sebbene tenda a stare alla larga dalle persone di cui non si fida. Keldeo può inoltre spruzzare dei getti d'acqua dagli zoccoli con cui può sollevarsi a pochi centimetri da terra, il che è molto utile per attraversare corpi idrici (addirittura interi oceani) senza quasi nessuno sforzo; nonostante questa sua capacità gli consenta di arrivare in ogni parte del globo, esso preferisce vivere vicino ai corpi d'acqua limpida, ma non si è ancora scoperto se lo fa perché necessario o semplicemente perché gli piace stare in questi posti. Sebbene le capacità  di battaglia e la specializzazione di Cobalion, Terrakion, Virizion e Keldeo siano molto diverse, ci sono due caratteristiche che li accomuna tutti: la mossaSpadasolenne e l'abilità Giustizia. La mossa Spadasolenne può sembrare che impieghi solo l'uso delle corna affilate, in realtà viene eseguita producendo un certo tipo di energia che concede all'attacco proprietà uniche, riuscendo non solo a causare ingenti danni, ma anche ignorando l'evasione o la resistenza potenziata dell'avversario, risultando avere una precisione davvero sorprendente. E' attualmente ignoto il motivo per cui solo i Solenni Spadaccini, la famiglia evolutiva di Honedge e i Kartana siano in grado di apprendere questo attacco, ma si ritiene che i quattro leggendari derivino da un antenato comune. Anche l'abilità Giustizia ha capacità  interessanti, visto che ogni volta che questi Pokémon vengono colpiti da un attacco Buio la loro forza fisica aumenta; ciò è dovuto ad una reazione unica del loro cervello, che concede questo potenziamento temporaneo. C'è da aggiungere inoltre che Keldeo ha una grande differenza anatomica rispetto agli altri membri del suo gruppo: mentre essi possiedono due robuste corna, Keldeo ne possiede uno fragile, rendendolo inadatto al combattimento corpo a corpo, quindi il più delle volte usa gli zoccoli per colpire (limitando moltissimo la sua potenza fisica), ma di recente si è scoperto che Keldeo ha un potere nascosto e che quando viene risvegliato può abbandonare questo suo stato più debole noto come Forma Normale, grazie agli insegnamenti del trio infatti può diventare potente quanto loro e assumere la Forma Risoluta. Oltre a rendere i suoi movimenti e balzi troppo rapidi per l'occhio umano, il corno si sviluppa diventando più grosso e robusto, inoltre, grazie a ciò che ha appreso da Cobalion, Terrakion e Virizion nel corso dei secoli, può usare una versione personalizzata di Spadasolenne, tale mossa viene chiamata Spadamistica ed è un esclusiva di Keldeo; quest'attacco, sebbene sia leggermente più debole della sua versione originaria e sia un attacco fisico, ha gli effetti di un vero e proprio attacco speciale e viene di conseguenza classificato come tale, il perché non si è mai capito, ma molti sostengono che sia dovuto alla genetica di Keldeo ed è dunque impossibile che altri Pokèmon possano usare questa mossa.

Di solito Cobalion, Terrakion, Virizion e soprattutto Keldeo, tendono a rimanere lontani dall'uomo, tuttavia pochi anni fa furono coinvolti nell'"Incidente diRoscianopoli". Secondo i testimoni, questo incidente scaturì a causa di un'interazione tra Kyurem e Keldeo in un luogo noto come Full Court, una miniera abbandonata che Kyurem usa come luogo di rifugio. Qui Keldeo cercò di dimostrare ai suoi compagni (CobalionTerrakion e Virizion) che era degno di essere un loro pari e far parte ufficialmente dei Solenni Spadaccini e sfidò apertamente Kyurem. Anche se Keldeo disse chiaramente che non aveva alcuna paura di affrontare Kyurem, la battaglia fra i due ebbe un esito negativo sul povero Keldeo il cui corno fu spezzato. Gli altri tre leggendari cercarono di salvarlo, ma Kyurem infuriato per il loro intervento riuscì a mutare per brevissimo tempo da solo in Kyurem Bianco e usò Vampagelida per congelarli. Keldeo ferito e sapendo di non avere speranza fuggì, ma Kyurem volendo finire la battaglia ad ogni costo lo seguì verso Roscianopoli, durante ciò parte della città  fu ridotta ad un deserto di ghiaccio durante la notte. Con l'aiuto di alcuni allenatori tuttavia Keldeo si fece coraggio e tornò nel campo di battaglia deciso ad affrontare Kyurem; riuscì quindi ad assumere la Forma Risoluta e ad apprendere la mossa Spadamistica. Mentre Keldeo stava per essere sconfitto Kyurem, decise di ritirarsi riconoscendo il coraggio del Pokémon; i suoi tre compagni furono accidentalmente liberati durante la lotta e quindi Keldeo divenne ufficialmente membro dei Solenni Spadaccini. Anche se gli eventi furono isolati e non ci furono conseguenze, la Full Court divenne un enorme palazzo di gelo anche per impedirne il crollo dovuto ai danni durante la lotta tra Keldeo e Kyurem.

Nonostante sia molto diverso dai suoi compagni Cobalion, Terrakion e Virizion in quanto sono più adatti agli scontri fisici, Keldeo resta comunque un combattente tanto eccezionale quanto i suoi compagni. Con a disposizione sia gli attacchi Spadasolenne e Spadamistica, state certi che sottovalutare questo Pokémon è un errore gravissimo. Non sarà onorevole o prestigioso come i suoi compagni, ma non bisogna mai prenderlo alla leggera: basta provocarlo e non esiterà a calpestarvi, mostrandovi che le dimensioni non contano!

Froakie
Artwork656.png
Spoiler

Froakie (noto come Pokémon Schiumorana) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Acqua che vive in zone boschive e stagni d'acqua dolce della regione di Kalos, anche se raramente è stato visto nella regione di Alola. Non sono certamente gli avversari più spaventosi in circolazione, ma i Froakie sono combattenti di tutto rispetto, specie se ben allenati. E' consigliato non farli stare troppo tempo fuori dall'acqua: anche se ciò non ha ripercussioni sulla loro salute, può disidratare le bolle sul dorso che servono da protezione!

I Froakie sono considerati gli starter Acqua più deboli conosciuti a causa della loro pelle molto sottile, la quale dà loro pochissima resistenza, tuttavia sono in grado di usare con molta efficacia sia attacchi fisici che speciali, dando loro un grosso vantaggio. Pochi sanno che i Frokie in realtà hanno una fase da girino, ma essa si svolge all'interno delle uova e quando si schiudono sono già delle rane, di conseguenza, a differenza di altri anfibi, sono già in uno stadio semi-adulto appena nati e le evoluzioni non sono altro che una maturazione di questo stadio, che non fa altro che renderli più forti con il tempo. Di solito si aggirano sempre in piccoli gruppi o al massimo assieme ai genitori, a causa della loro scarsa resistenza. Quando si sentono in pericolo spruzzeranno della schiuma per distrarre il nemico e approfittarne per nascondersi; anche se non sembra hanno un'agilità impressionante, la quale permette loro di nascondersi in pochissimi secondi, basta una distrazione per perderli di vista. Se non possono fuggire, allora ricopriranno il volto con della schiuma, sebbene questo comportamento può lasciar intendere che vogliano intimidire il nemico, in realtà la schiuma è un composto protettivo più resistente di quel che sembra, grazie ad una sostanza che secernono dalla pelle. Ciò è molto utile per affrontare in modo più efficace i loro predatori quando non hanno altra scelta e crescendo svilupperanno tattiche molto più efficaci.

A differenza della maggior parte degli altri starter Acqua, i Frokie sono molto giocosi e vedono le lotte come dei veri e propri giochi nonostante la loro scarsa resistenza e gli attacchi abbastanza deboli, per questo motivo in questo stadio sono poco più che dei Pokémon domestici per molti allenatori, ma riescono a relazionarsi con qualsiasi specie di Pokémon, a patto che non abbia attacchi Elettro o Erba potenzialmente pericolosi. Nonostante il loro carattere, queste rane sono anche paranoiche e non esiteranno a scappare via se si sentono minacciate, basta un rumore forte per farli fuggire, quindi gli allenatori devono tenere ciò bene a mente e far vincere loro questo timore, dal momento che potrebbero tentare di fuggire nel bel mezzo di una battaglia.

Potrebbe essere difficile gestirli in lotta a causa della loro paranoia, tuttavia i Froakie sono compagni leali che daranno il meglio di loro in battaglia. Non saranno coraggiosi come altre specie, ma essendo rane possono sfruttare mosse interessanti quali Leccata e Bolla. Non abituatevi molto a seguire i loro saltelli: per ora non ci sono problemi, ma con l'evoluzione diventeranno così agili che il solo seguirli può portarvi a forti emicranie!

Frogadier
Artwork657.png
Spoiler

Frogadier (noto come Pokémon Schiumorana) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Acqua che vive in zone boschive e stagni d'acqua dolce della regione di Kalos, anche se raramente è stato visto nella regione di Alola. Nonostante non possiedano le capacità offensive o difensive degli altri starter di Kalos, i Frogadier sono creature molto agili, in grado di colpire i nemici così rapidamente che questi neanche capiscono cosa stia succedendo. Non cercate di seguirli con lo sguardo quando saltano e fidatevi di loro, perché se vi vengono mal di testa e non potete più dare ordini al vostro Frogadier sarà la fine! 

In un certo senso, si può considerare Frogadier come lo stadio pienamente maturo dal momento che a differenza dei Froakie possono riprodursi, quindi evolversi ulteriormente non è strettamente necessario per la sopravvivenza, sebbene diventino più forti, ma sono costretti a cambiare totalmente tecniche di lotta a causa delle nuove abilità, diventando unici tra gli anfibi. I Frogadier passano la loro vita nei pressi di stagni d'acqua dolce mangiando insetti e godendosi le giornate durante i mesi primaverili ed estivi per poi andare in ibernazione, solitamente infatti un Froakie che nasce in primavera già si è evoluto in autunno a causa delle continue lotte che fanno per divertirsi. Proprio come la loro pre-evoluzione, i Frogadier se minacciati preferiscono spruzzare della schiuma per distrarre il nemico e fuggire rapidamente, questi rapidi movimenti sono resi possibili dai muscoli elastici con cui possono compiere balzi incredibili. Altro tratto interessante dei Frogadier e della loro evoluzione Greninja, sono le ventose che hanno sulle dita, con cui possono scalare qualsiasi superficie a velocità impressionanti, tanto da poter percorrere un palazzo di 600 metri in un minuto; è proprio questa loro velocità a renderli nemici pericolosi in lotta, dal momento che sono pochi i Pokémon in grado di superarli e spesso finiscono per essere sconfitti da queste rane senza aver avuto il tempo di reagire.

Sebbene siano classificati come Pokémon Acqua, i Frogadier in natura quasi non combattono mai, non usando quindi abilità combattive tipiche dei Pokémon di questo tipo, preferendo invece darsi alla ritirata quando si sentono minacciati. Un'altra loro capacità interessante è quella di poter creare delle bolle per poter attaccare, spesso esse vengono usate per formare una schiuma per distrarre i nemici, ma grazie ad una sostanza che produce la loro pelle, queste bolle sono molto resistenti e anziché scoppiare tendono ad inglobare oggetti e li usano sulle rocce, così che possano poi utilizzarle per eseguire attacchi come Abbattimento con una precisione tale da colpire bersagli ad oltre 30 metri di distanza. Sebbene questa capacità venga persa con l'evoluzione in Greninja, si è osservato che sono davvero pochissimi i Frogadier in natura che sfruttano questa capacità, ma è molto apprezzata dagli allenatori, certo, non è una mossa potente, ma può servire come distrazione per costringere il nemico a fare un passo falso e approfittarne.

Anche se statisticamente non sono molto forti e possiedono una scarsa varietà di mosse, i Frogadier restano combattenti di tutto rispetto in grado di sconfiggere qualsiasi nemico in un batter d'occhio. Sebbene perdano alcune loro capacità con il passare del tempo, come ad esempio la mossa Abbattimento, state certi che le abilità che otterranno poi saranno di gran lunga superiori. Se volete usare queste rane al meglio, allora vi conviene attendere l'evoluzione, ma state attenti, perché le loro capacità supereranno quelle di qualsiasi umano mai esistito!

Greninja

Greninja20940b_81dba7ec81f14924bf312765bb548f08~mv2.png

Spoiler

Greninja (noto come Pokémon Ninja) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Acqua/Buio che vive nei pressi delle foreste e negli stagni d'acqua dolce della regione di Kalos, anche se raramente è stato visto nella regione di Alola. Agili come pochi e talmente veloci da sconfiggere gli avversari prima ancora che possano reagire, i Greninja sono tra gli esseri più veloci conosciuti e affrontarli senza una strategia adeguata è molto pericoloso. Anche se la loro resistenza e potenza offensiva moderata possono non sembrare nulla di che, in termini di velocità  nessun Pokémon Acqua può paragonarsi a loro. Ci sono poche cose nel mondo più spaventose di un anfibio che è anche un maestro ninja per natura!

Anche se per i Frogadier evolversi richiede tempo ed energia, una volta che riescono a subire tale mutazione cambiano moltissimo, diventando da esseri spensierati a creature orgogliose ed astute. Non si conoscono le ragioni, ma con l'evoluzione la struttura ossea e muscolare dei Frogadier muta radicalmente, ciò permette loro di usare l'energia negativa in modo così efficiente da essere classificati in parte come Pokémon Buio; la trasformazione del corpo causa anche un notevole miglioramento ad ogni loro capacità  combattiva, specialmente la velocità , diventando tra i Pokémon più veloci del mondo. Il corpo dei Greninja è adattato per svolgere azioni fluide, rapide e silenziose come fossero dei veri e propri maestri ninja, ciò è causato anche da una maturità  mentale che hanno subìto, altro motivo che li rende ancora più simili ai ninja. E' interessante notare che ora i Greninja non saranno più in grado di apprendere le mosse Coro, Abbattimento e Rimbalzo, che vengono apprese solo le loro pre-evoluzioni, esse sono infatti sostituite da Furtivombra, Punte, Finta, Extrasenso e altre mosse molto più adatte alla loro attuale stadio, come Giocodiruolo, Nube e Nottesferza, ma due mosse in particolare devono essere ricordate perché rispecchiano alla perfezione le loro caratteristiche da ninja: Ribaltappeto (che consiste nel proteggersi dagli attacchi nemici sfruttando la propria lingua come fosse uno scudo) e Acqualame (che consiste nel lanciare shuriken fatti d'acqua con una rapidità  sorprendente da precedere il nemico). Complessivamente quindi i Greninja sono superiori in ogni aspetto alla loro pre-evoluzione, specialmente perché sono pochi i Pokémon in grado di superarli in velocità .

Di giorno sono soliti nascondersi o dormire, in quanto si spostano solo durante la notte, ma in realtà  non sono notturni: questo loro comportamento serve per nascondersi con il favore del buio visto che i loro colori sgargianti attirano troppo l'attenzione di giorno, ciò è dovuto ad una sostanza brillante rilasciata dalla loro lunga lingua avvolta attorno al collo, in modo da renderli più veloci; questa sostanza serve anche come collante per mantenere stabile la lingua senza che causi fastidio. In natura non sono aggressivi se il loro habitat non viene minacciato e spendono quasi tutto il tempo a rimanere nascosti in acqua, in attesa di qualche insetto di cui nutrirsi. In caso di minaccia sbucheranno fuori dall'acqua all'improvviso per attaccare l'aggressore con Acqualame: sebbene la mossa non sia molto potente, la velocità  con cui gli shuriken d'acqua vengono lanciati è tale da poter graffiare perfino il metallo, molto utile per scoraggiare di conseguenza i predatori, se però ciò non bastasse, correranno ad alta velocità  attorno al nemico colpendolo ripetutamente con Acqualame e Nottesferza; sono estremamente pochi i predatori che resistono a tale strategia e non battono in ritirata. Una cosa che ha sorpreso gli scienziati è che i Greninja non sono stati addestrati assolutamente, ma le loro abilità le sviluppano naturalmente appena evoluti, spesso senza che sappiano cosa siano i ninja.

E' stato inoltre scoperto che in casi estremamente rari, i Greninja possono subire un legame noto come Morfosintonia, con cui riescono a cambiare la loro forma quando hanno un forte rapporto con il proprio allenatore e trovano che la loro forza non sia sufficiente, dovendo quindi superare i propri limiti. Questo speciale potere conferisce loro l'abilità Morfosintonia, che permette ai Greninja di cambiare forma dopo aver sconfitto un avversario per prepararsi ad affrontare il prossimo, motivo per cui viene attivata solo affrontando più Pokémon dello stesso allenatore, mantenendo tale stato solo fino alla conclusione della battaglia. Questa rara trasformazione si è verificata solo in due esemplari in tutta la storia, ma mentre il primo allenatore che è riuscito ad innescare la Morfosintonia è ignoto, l'identità del secondo e ben più recente allenatore è nota ed è da lui che questa forma ricevette il nome di "Forma Ash". Quando assumono tale forma, la pigmentazione della pelle cambia assomigliando ad un pattern più simile a degli indumenti umani e si forma un enorme shuriken d'acqua dietro la schiena, che possono usare in qualsiasi momento. La forza delle loro zampe viene aumentata, tanto da renderli così veloci da essere impossibile per l'uomo tenere il passo, mentre la loro mossa Acqualame è più forte a causa delle maggiori dimensioni degli shuriken e della maggiore velocità con cui vengono lanciati, sebbene possano lanciare fino a tre attacchi per volta. Statisticamente parlando, questa forma aumenta leggermente la loro velocità, mentre le loro capacità offensive sono migliorate incredibilmente, tanto da diventare una forza devastante in battaglia che pochi possono eguagliare o superare.

Sebbene in campo offensivo e difensivo ci siano Pokémon migliori a Kalos, in fatto di velocità  i Greninja saranno dei veri campioni, essendo infatti i Pokémon Acqua più veloci in assoluto (rendendoli anche gli starter più veloci) e potendo apprendere mosse in grado di sconfiggere avversari di vario genere, non è difficile capire perché questi anfibi sono così temuti. Usarli anche per indebolire avversari è ottimo, ma sia gli allenatori che gli avversari devono stare attenti, in quanto nemmeno lo stesso proprietario di Greninja sa dove si nasconde!

Binacle
Artwork688.png
Spoiler

Binacle (noto come Pokémon Bimano) è un Pokémon relativamente non molto comune di tipo Roccia/Acqua che vive nelle coste della regione di Kalos, anche se raramente è stato visto nella regione di Hoenn. Non sono certamente tra i Pokémon più convenzionali, ma i Binacle sono potenti creature che possono far pesare lo scontro a qualsiasi avversario, in tutti i sensi. Se volete allenarne uno e renderli dei veri campioni, vi conviene avere molta pazienza: sebbene le due teste di quasi tutti gli esemplari vadano d'accordo, non sempre è così, e in questi casi potreste realmente pensare che non sempre due teste sono meglio di una!

La famiglia evolutiva di Binacle è totalmente unica in quanto non sono presenti altri cirripedi classificabili come Pokémon, dal momento che questi sono gli unici che hanno dimostrato di avere un intelletto avanzato. E' tutt'ora un mistero il perché abbiano sviluppato un'intelligenza così avanzata per la loro specie, ma sono senza dubbio una testimonianza di quanto possano essere strane le forme di vita del nostro pianeta. Anatomicamente parlando sono totalmente identici agli altri cirripedi, ma presentano alcune caratteristiche comuni con quelli dell'ordine della Pedunculata, visto che possiedono una sorta di gambo flessibile che sbuca dal corpo principale, ma a differenza dei loro parenti meno sviluppati, possono usare questa caratteristica per spostarsi contraendo ed estendendo il gambo; nel caso dei Binacle, la collaborazione delle due teste permette loro di slanciare la roccia su cui sono ancorati per compiere piccoli balzi, mentre per i Barbaracle, le due "teste" che formano le gambe possono realmente camminare come un organismo umanoide. Si pensava inizialmente che questi Pokémon si nutrissero filtrando l'acqua, in realtà però non amano stare sott'acqua, quindi vivono sulle coste e si nutrono raschiando rocce e scogli per raccogliere le alghe sfruttando le loro teste a forma di artigli. Per alcuni potrebbero essere degli organismi ingenui, in realtà, vista la loro classificazione biologica, sono considerati dei veri e propri geni, il loro corpo inoltre è un vero e proprio sistema nervoso e un cervello come altri organismi avanzati e sono dunque perfettamente capaci di capire gli umani e se provocati non esiteranno ad usare attacchi come Conchilama o Incrocolpo. C'è da ricordarsi che ogni tanto sono costretti ad immergersi per idratarsi, ma questo è un problema minuscolo considerando le loro immense capacità combattive.

I Binacle sono molto semplici rispetto alla loro evoluzione e singolarmente sono deboli, ma per garantire la propria sopravvivenza, questi Pokémon vivono in coppia con un altro della loro stessa specie, ciò li rende combattenti di tutto rispetto nonostante i limiti anatomici e di movimento, dato che in due riescono a spostare la roccia su cui sono ancorati (anche se solo con piccoli balzi) e in due possono sfruttare la propria elasticità per sferrare attacchi come Lacerazione, Conchilama ed Incrocolpo, rendendoli avversari temibili per chiunque sia così stolto da sottovalutarli. Le due teste di alcuni esemplari tendono a litigare fra di loro, anche se ancorati nella stessa roccia; similmente agli Zweilous, i due cervelli non sono collegati e sono quindi considerati due organismi separati, nel peggiore dei casi, i due iniziano anche ad attaccarsi a vicenda e tendono a diventare scoordinati, finché uno dei due muore o rimane così ferito da essere costretto a staccarsi per trovare una nuova roccia o un nuovo partner. Ciò rende spesso questi Pokémon davvero difficili da gestire, anche per gli allenatori più esperti e può senza dubbio causare diversi mal di testa per i più giovani, ma ricordatevi che la pazienza è una virtù. Nonostante questo rischio, i Binacle restano creature interessanti che meritano di essere allenate, tuttavia, sebbene non siano territoriali o aggressivi di natura, è sempre meglio non minacciarli, o potrebbero difendersi, fortunatamente i loro attacchi per un umano si limitano a causare solo dei profondi graffi.

Alcuni potrebbero dimostrare che due teste non sempre sono meglio di una, tuttavia i Binacle sono creature incredibili in grado di causare parecchi problemi all'avversario, a patto che non litighino. Potrebbero sembrare strani in un primo momento, ma esistono pochi Pokémon di queste dimensioni in grado di causare tanti danni fisici come questi cirripedi. Assicuratevi che i due organismi siano in armonia, altrimenti se già litigano quando sono due, con l'evoluzione potrebbe essere un disastro visto che a quel punto sono in sette!

Barbaracle
689 Barbaracle
Spoiler

Barbaracle (noto come Pokémon Aggregato) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Roccia/Acqua che vive nelle coste della regione di Kalos, anche se raramente è stato visto nella regione di Hoenn. Combattenti brutali e più intelligenti di quanto gli organismi che lo compongono possano far credere, i Barbarcle sono temuti perché ogni essere che forma questo Pokémon è incredibilmente coordinato con gli altri e sfruttano una brutalità che va oltre quella di qualsiasi mollusco. Se non siete esperti, non combattete contro questi esseri, altrimenti vi ritroverete fatti a fettine grazie alla loro testa simile a degli artigli!

La famiglia evolutiva di Binacle è totalmente unica in quanto non sono presenti altri cirripedi classificabili come Pokémon, dal momento che questi sono gli unici che hanno dimostrato di avere un intelletto avanzato. E' tutt'ora un mistero il perché abbiano sviluppato un'intelligenza così avanzata per la loro specie, ma sono senza dubbio una testimonianza di quanto possano essere strane le forme di vita del nostro pianeta. Anatomicamente parlando sono totalmente identici agli altri cirripedi, ma presentano alcune caratteristiche comuni con quelli dell'ordine della Pedunculata, visto che possiedono una sorta di gambo flessibile che sbuca dal corpo principale, ma a differenza dei loro parenti meno sviluppati, possono usare questa caratteristica per spostarsi contraendo ed estendendo il gambo; nel caso dei Binacle, la collaborazione delle due teste permette loro di slanciare la roccia su cui sono ancorati per compiere piccoli balzi, mentre per i Barbaracle, le due "teste" che formano le gambe possono realmente camminare come un organismo umanoide. Si pensava inizialmente che questi Pokémon si nutrissero filtrando l'acqua, in realtà però non amano stare sott'acqua, quindi vivono sulle coste e si nutrono raschiando rocce e scogli per raccogliere le alghe sfruttando le loro teste a forma di artigli. Per alcuni potrebbero essere degli organismi ingenui, in realtà, vista la loro classificazione biologica, sono considerati dei veri e propri geni, il loro corpo inoltre è un vero e proprio sistema nervoso e un cervello come altri organismi avanzati e sono dunque perfettamente capaci di capire gli umani e se provocati non esiteranno ad usare attacchi come Conchilama o Incrocolpo. C'è da ricordarsi che ogni tanto sono costretti ad immergersi per idratarsi, ma questo è un problema minuscolo considerando le loro immense capacità combattive.

Da soli i Binacle sono molto deboli e, nonostante abbiano una buona forza fisica, non è difficile che vengano presi di mira dai predatori. Di conseguenza, raramente i Binacle vivono a lungo, tuttavia, può accadere che quando i due componenti diventano abbastanza grandi possono riprodursi, a quel punto deporranno delle uova che una volta schiuse formeranno nuove terrificanti parti del Pokémon, in quanto composto da ben sette organismi differenti; in questo stato viene conosciuto come Barbaracle. Sebbene non possiedano la telepatia, ogni componente svolge il proprio ruolo per formare un corpo umanoide: due formano le mani, due i piedi, due delle sorte di estensioni per le spalle (un meccanismo di difesa per sfuggire ai predatori volanti) e la testa che ha il ruolo di leader. Appena si ritrovano in questo stadio, si creano dei passaggi in vecchi massi in cui inserire il loro corpo elastico, le cui fibre servono sia come muscoli che come nervi, ciò stabilisce una limitata sensibilità neurale fra tutti gli organismi, sebbene i loro cervelli restino indipendenti, infatti gli arti volendo potrebbero anche agire di loro spontanea volontà, tuttavia la testa riesce ad usare questo legame neurale per comunicare e dare ordini agli altri organismi in modo impossibile da percepire da parte di altre creature; grazie a questa capacità, la coordinazione di ogni componente è tale che sembra si tratti di un unico essere vivente, ciò però non si limita solo allo spostamento, ma anche alla lotta per colpire con attacchi brutali e per ideare tutti insieme strategie adatte alla situazione. Statisticamente parlando inoltre, hanno una grande resistenza fisica (grazie alla roccia che hanno nel corpo) e sfruttando la forza di tutti i sette organismi, per loro è semplice usare il corpo come se fosse un vero e proprio scudo, senza contare che ora possono usare attacchi del tutto preclusi ai Binacle come Pietrataglio e Capocciata. Sebbene riuscire ad allenare e a far evolvere un Binacle sia abbastanza difficile, trovare un Barbarcle è davvero raro, ma c'è da considerare che sono tra i Pokémon Roccia ed Acqua più potenti e spietati, in grado di trasformare la vita in un inferno a chiunque non possieda un vantaggio di tipo.

Per alcuni potrebbero essere troppo strani anatomicamente per essere buoni combattenti, in realtà i Barbaracle sono in grado di usare una forza tale da ridurre gli avversari più piccoli e deboli in un ammasso di carne informe. Per far evolvere un Binacle come si deve è ovvio che è necessario che i due organismi vadano d'accordo. Se lo affrontate vi conviene avere un Pokémon Erba, certo singolarmente sono deboli, ma siccome si tratterebbe quasi sicuramente di uno scontro sette contro uno, le cose sono ben diverse e potreste ritrovarvi rapidamente sconfitti da questi molluschi titanici!

Skrelp
Artwork690.png
Spoiler

Skrelp (noto come Pokémon Similalga) è un Pokémon relativamente non molto comune di tipo Veleno/Acqua che vive tra le alghe delle regioni di Kalos ed Alola, anche se raramente è stato visto nella regione di Hoenn. Anche se possono sembrare troppo deboli per combattere, gli Skrelp sono esseri interessanti in grado di camuffarsi in modo assolutamente unico in natura. Nonostante abbiano poco potenziale offensivo, affrontarli può essere pericoloso, visto che volendo questi cavallucci marini possono rendere l'acqua completamente tossica!

La famiglia evolutiva di Horsea è riuscita a sopravvivere per secoli grazie alla loro capacità  di riprodursi in gran numero e apprendere mosse potenti in tenera età, ma le specie più sfortunate sono costrette ad adattarsi in modo diverso per sopravvivere; questo è accaduto con la catena evolutiva degli Skrelp. A differenza dei loro cugini, essi rimangono deboli quando sono piccoli e non possono riprodursi in gran numero, quindi sono riusciti a scampare all'estinzione in un modo del tutto singolare, specialmente considerando i predatori oceanici di Kalos. Molti Pokémon di mare totalmente diversi da questi cavallucci marini hanno sviluppato un'abilità  di mimetizzazione per sfuggire ai predatori sfruttando la loro forma o rilasciando odori per apparire come cose che nessuno vuole mangiare, in questo caso dobbiamo parlare di alghe putride. Come molte altre cose in putrefazione, anche le alghe hanno un aspetto rivoltante e quasi nessun Pokémon vuole nutrirsi di questi elementi; la famiglia evolutiva degli Skrelp ha appreso a mimetizzarsi in queste piante per sopravvivere... tuttavia questa scelta ha avuto serie ripercussioni sulla loro biologia: col passare del tempo hanno iniziato a imitare il movimento e gli odori delle alghe in putrefazione; inoltre pur di non venire danneggiati dalle sostanze rilasciate da queste piante, hanno sviluppato una sacca tossica, ma ciò ha ritardato di molto la loro crescita, quindi impiegano molto più tempo a raggiungere il loro stadio adulto (Dragalge); è anche l'unico Pokémon acquatico il cui tipo primario è il Veleno, motivo per cui possono apprendere una vasta gamma di mosse davvero pericolose che potrebbero avere gravi conseguenze su qualsiasi umano e gran parte dei Pokémon colpiti. Il fatto che siano classificati come Veleno primari è dovuto anche alle loro scarse mosse d'Acqua che possono apprendere, tuttavia la loro famiglia evolutiva è anche l'unica di tipo Veleno originaria di Kalos, quindi non è difficile vederli con degli allenatori, ma ciò non significa che siano facili da catturare, anzi, alla maggior parte della gente essi appaiono come semplicissime alghe putride, il che potrebbe essere problematico se ci si nuota vicino, specialmente se ci sono dei Dragalge.

Singolarmente gli Skrelp sono abbastanza deboli e hanno ben poco da offrire in termini di potenza fisica, almeno fino a che non si avvicinano all'evoluzione, tuttavia la loro colorazione e i movimenti dovuti al sistema muscolare permettono a queste specie di mimetizzarsi tra le alghe in maniera incredibile, tanto da essere quasi impossibile individuarli. Questo è il fulcro del loro adattamento ed è per questo che prosperano a Kalos e molto di rado è possibile vederne alcuni ad Hoenn. Il più delle volte tendono a rimanere lontani dalle altre forme di vita, ma se minacciati rilasceranno una sorta di polvere acida per respingere l'aggressore; una strategia simile viene adoperata anche per nutrirsi: quando un piccolo pesce si avvicina a loro, lo attaccano con questa polvere per stordirlo e poi lo colpiscono con Acido per sciogliere la carne e renderla mangiabile per la loro piccola bocca. Dato che si sono adattati per compiere degli agguati, possono usare poche mosse fisiche davvero utili, come Velenocoda o Acquagetto, quest'ultima poi la ottengono più in là durante la loro vita. Visto che impiegano molto tempo per evolversi, usarli in battaglia prima di allora è molto difficile, ma si può contare in qualche loro abilità. In natura tendono a rimanere nascosti appositamente per immagazzinare energia e cercare di evolversi il prima possibile.

Certamente non sono tra i combattenti più feroci, ma gli Skrelp sono bestie davvero sorprendenti in grado di usare un mix unico di mosse Acqua e Veleno in battaglia. Nonostante impieghino molto tempo per evolversi, coloro che sono disposti ad attendere pazientemente si renderanno conto che tutta la fatica fatta ne varrà la pena, l'importante è che non vi abituiate troppo ai suoi attacchi Acqua, visto che con l'evoluzione avranno abilità del tutto uniche, mostrando un potere draconico quando diventano finalmente adulti!

Clauncher
Artwork692.png
Spoiler

Clauncher (noto come Pokémon Zampillo) è un Pokémon relativamente raro di tipo Acqua che vive lungo le coste e in mari poco profondi delle regioni di Kalos ed Alola, anche se raramente è stato visto nella regione di Hoenn. Nonostante non abbiano la forza fisica degli altri crostacei, i Clauncher possono rivelarsi bestioline esuberanti in grado di causare parecchi problemi in battaglia; certamente non sono i combattenti fisici più forti, ma questo non è un problema visto che raramente combattono a distanza ravvicinata. State attenti a non voltare le spalle a questi crostacei, di certo nessuno vuole farsi colpire da getti d'acqua dalla potenza di un proiettile!

La famiglia evolutiva di Clauncher è strettamente imparentata con le altre famiglie di crostacei come quella di Krabby e Corphish, infatti tutte loro condividono parecchie caratteristiche anatomiche, ma allo stesso tempo differiscono molto nel loro stile di combattimento. Nel caso della famiglia di Krabby e Corphish, si basano sulla forza fisica e combattono sfruttando mosse come Tenaglia o Martellata per distruggere l'opposizione; i membri della famiglia di Clauncher d'altra parte, anche se possono apprendere attacchi fisici e speciali in egual misura, non sono in grado di sfruttare a dovere la loro forza fisica, ciò è dovuto al loro carapace che non è flessibile come quello dei loro cugini e quindi inadatto per attacchi che richiedono slancio o che schiacciano i nemici e non potrebbero sopportare grandi pressioni, ciò significa che non possono nemmeno sopportare danni come i Krabby o i Corpish, dato che è più facile rompere questa loro corazza naturale, di conseguenza combattono in modo più simile ai classici Pokémon Acqua, rimanendo a distanza. Nella maggior parte dei casi i Pokémon sfruttano la bocca per rilasciare l'acqua, i Clauncher e la loro evoluzione Clawitzer invece hanno sviluppato dei condotti speciali con cui possono lanciare i loro attacchi direttamente dalle loro chele, infatti quella destra può essere considerata un vero e proprio cannone biologico in grado di immagazzinare grandi quantità d'acqua in un'appendice posta nella parte posteriore del loro corpo, questa altro non è che un organo che sfrutta l'aria del loro sistema respiratorio per poi rilasciare getti d'acqua a pressioni molto elevate. Quando necessario possono infatti controllare l'aria e l'acqua immagazzinata per attaccare. Questo sistema offensivo complesso permette loro di potenziare gli attacchi sotto forma di proiettile, conferendo loro l'abilità Megalancio, ecco perché questi crostacei sono combattenti letali ed è consigliabile pensarci sempre due volte prima di affrontarli.

Anche se considerati relativamente deboli finché non si evolvono, i Clauncher restano combattenti di tutto rispetto, capaci di dimostrarsi tiratori pericolosi. Grazie agli speciali condotti che possiedono e alla pressione che esercitano nei loro getti d'acqua, i quali hanno la stessa potenza di veri e propri proiettili (l'unica differenza è che non possono penetrare la carne), così facendo possono addirittura abbattere gli uccelli. Questi loro attacchi sono così forti da frantumare piccole rocce, rendendoli particolarmente pericolosi contro i Pokémon Roccia. L'unico problema di questa specie è che in natura non è in grado di apprendere nessuna mossa che sfrutti la loro abilità, eccezion fatta per Idropulsar, che però apprendono solo quando si avvicinano all'evoluzione. Nonostante le loro abilità, questi Pokémon sono molto apprezzati come cibo a Kalos, quindi non è raro vedere dei pescherecci intenti a catturarli, ciò però è possibile solo in questo stadio, visto che una volta evoluti in Clawitzer sviluppano una tossina che ricopre tutta la loro carne, risultando non commestibili, fino ad allora cercheranno di stare lontani dagli umani rimanendo in mari poco profondi fino a sviluppare le loro incredibili abilità.

Per alcuni non sono altro che un prelibato pasto, tuttavia i Clauncher sono esseri davvero ostinati, in grado di causare parecchi problemi agli allenatori più giovani. E' necessario attendere un bel po' prima che si evolvano, ma se avete pazienza, vedrete che ne varrà la pena. Per ora potete allenarli in poligoni di tiro senza problemi, visto che non causano ancora gravi danni, ma una volta evoluti possono provocare danni collaterali ingenti, visto che avranno il potere di un vero e proprio cannone!

Clawitzer
693 Clawitzer
Spoiler

Clawitzer (noto come Pokémon Acqualancio) è un Pokémon relativamente raro di tipo Acqua che vive lungo le coste e i mari poco profondi delle regioni di Kalos ed Alola, anche se raramente è stato visto nella regione di Hoenn. A dir poco pericolosi a distanza, i Clawitzer sono crostacei mostruosi in grado di incutere terrore negli avversari solo con la propria presenza. Non avranno la forza fisica dei loro cugini, ma se si tratta di colpire a distanza, nessuno può battere questi cannoni viventi!

La famiglia evolutiva di Clauncher è strettamente imparentata con le altre famiglie di crostacei come quella di Krabby e Corphish, infatti tutte loro condividono parecchie caratteristiche anatomiche, ma allo stesso tempo differiscono molto nel loro stile di combattimento. Nel caso della famiglia di Krabby e Corphish, si basano sulla forza fisica e combattono sfruttando mosse come Tenaglia o Martellata per distruggere l'opposizione; i membri della famiglia di Clauncher d'altra parte, anche se possono apprendere attacchi fisici e speciali in egual misura, non sono in grado di sfruttare a dovere la loro forza fisica, ciò è dovuto al loro carapace che non è flessibile come quello dei loro cugini e quindi inadatto per attacchi che richiedono slancio o che schiacciano i nemici e non potrebbero sopportare grandi pressioni, ciò significa che non possono nemmeno sopportare danni come i Krabby o i Corpish, dato che è più facile rompere questa loro corazza naturale, di conseguenza combattono in modo più simile ai classici Pokémon Acqua, rimanendo a distanza. Nella maggior parte dei casi i Pokémon sfruttano la bocca per rilasciare l'acqua, i Clauncher e la loro evoluzione Clawitzer invece hanno sviluppato dei condotti speciali con cui possono lanciare i loro attacchi direttamente dalle loro chele, infatti quella destra può essere considerata un vero e proprio cannone biologico in grado di immagazzinare grandi quantità d'acqua in un'appendice posta nella parte posteriore del loro corpo, questa altro non è che un organo che sfrutta l'aria del loro sistema respiratorio per poi rilasciare getti d'acqua a pressioni molto elevate. Quando necessario possono infatti controllare l'aria e l'acqua immagazzinata per attaccare. Questo sistema offensivo complesso permette loro di potenziare gli attacchi sotto forma di proiettile, conferendo loro l'abilità Megalancio, ecco perché questi crostacei sono combattenti letali ed è consigliabile pensarci sempre due volte prima di affrontarli.

Quando un Clauncher finalmente raggiunge l'età adulta e si evolve, la sua genetica prende una svolta davvero bizzarra e diventa ciò che più si avvicina ad un crostaceo deforme in natura. Mentre quasi tutto il corpo cresce nella giusta misura raggiungendo anche la maturità sessuale, la chela destra muta e cresce in modo incontrollabile diventando un vero e proprio cannone biologico; saranno conosciuti come Clawitzer. Offensivamente parlando, questa mutazione sembra essere uno sviluppo naturale per permettere la sopravvivenza della specie, visto che l'"arma" biologica dei Clauncher non è del tutto sviluppata e non è adatta a scacciare i predatori più forti, inclusi gli umani, ma nonostante ciò la chela diventa comunque troppo grande. Mentre con Clauncher sia l'organo che conteneva l'acqua che quello che sfruttava l'aria del sistema respiratorio per aumentare la pressione degli attacchi erano collocati nel corpo, ora essi si trovano nella chela destra e hanno dimensioni molto maggiori rispetto a prima, tanto che una raffica di proiettili alla massima potenza di un Clawitzer può addirittura sfondare lo scafo delle navi. Per motivi attualmente ancora sotto studio, sembra che l'enorme crescita della chela permetta a questi Pokémon di sfruttare completamente l'abilità Megalancio, visto che ora possono apprendere Ondasana, Neropulsar, Dragopulsar e Forzasfera, senza contare Idropulsar che apprendono già prima di evolversi, come se non bastasse la potenza dei loro attacchi speciali è quasi raddoppiata con l'evoluzione. Come si può immaginare, le immense dimensioni della chela-cannone rendono difficoltoso il movimento, ecco perché per spostarsi tendono a sparare dell'acqua da essa in modo da nuotare usandolo come un motore arrivando ad una velocità di 60 nodi. Fortunatamente, nonostante tutto questo potere, i Clawitzer sono Pokémon benigni e si nutrono quasi esclusivamente di alghe e krill, dunque è improbabile che attacchino qualcuno in natura se non provocati.

A causa delle piccole dimensioni del corpo potrebbero apparire deboli in un primo momento, ma considerando la potenza dei loro attacchi speciali, non è difficile capire come facciano ad avere la meglio contro avversari più grossi senza nemmeno spostarsi. Di solito ci si impiega tempo per abituarsi alle loro nuove abilità, visto che sono totalmente diversi dalla loro pre-evoluzione Clauncher, ma con la pratica, questi gamberi-cannoni potranno sfondare anche gli avversari più difesi. Se mai voleste farvi un giro in barca, usarli come motori potrebbe risultare divertente, a patto che stiate attenti che non abbiate nessuno dietro che potrebbe essere colpito!

Volcanion

Artwork721.png

Spoiler

Volcanion (noto come Pokémon Vapore) è un Pokémon Leggendario di tipo Fuoco/Acqua che vive nelle montagne più alte della regione di Kalos. La sua esistenza sfida le leggi della natura stessa, non solo per la sua biologia, ma anche per le sue capacità , Volcanion è una possente bestia che può manipolare il Fuoco e l'Acqua in modo tale da devastare qualsiasi avversario. Anche se non è il quadrupede più veloce conviene lasciarlo per i fatti suoi: un solo getto della sua acqua bollente in faccia può essere fatale!

Volcanion è una contraddizione della biologia vivente come testimonia il suo doppio tipo Fuoco/Acqua, ciò è dovuto alla sua anatomia estremamente bizzarra e complessa. Fra i pochi avvistamenti di questa creatura, sembra che sia un mammifero con la pelle corazzata che serve per proteggerlo da attacchi fisici, ma essa lo rende anche una pentola a pressione che cammina. Tra le cose più strane di Volcanion è la sua muscolatura che non funziona con impulsi elettrici come i normali esseri viventi, ma con il vapore che viene pompato con estrema velocità  per tutto il corpo, ciò gli permette di muovere la sua enorme massa con grande facilità ; inoltre possiede un avanzato sistema di termoregolazione che serve per regolare la temperatura corporea, motivo per cui il corpo rilascia spesso del vapore, tale regolazione gli consente di muoversi senza rischiare di danneggiare gli organi interni. Nella parte superiore della schiena vi è un organo che ha la funzione di conduttore termico: sfruttando le sostanze nutritive e di sostenimento presenti nell'acqua, questo impianto di carne consente intense reazioni metaboliche che riscaldano l'acqua conservata nella grossa gobba del Pokémon, consentendogli di creare vapore illimitato. E' molto discusso il modo in cui lui riesca ad assorbire l'acqua, si è ipotizzato che lui assorba l'acqua da fonti naturali d'acqua potabile ricche di sostanze nutritive e attraverso le molecole d'acqua nell'atmosfera che vengono assorbite tramite i pori della pelle. In battaglia questa bestia può sopportare intensi danni ravvicinati senza alcun problema, ma predilige combattere in lontananza sfruttando un terzo paio di arti che ha sulla schiena; questi arti di solito sono tenuti in una forma ad anello per contenere il vapore pressurizzato in circolazione, ma quando deve usare un attacco Fuoco o Acqua, stacca i due arti per sparare l'attacco ad una velocità  incredibile rendendo tali membra simili a pompe d'acqua ad alta pressione. La velocità  con cui vengono eseguiti gli attacchi è superiore a qualsiasi altro Pokémon dei suoi tipi conosciuto fino ad ora, infatti ha sviluppato una versione potenziata della mossa Idrovampata, tuttavia la ferocia e la potenza di questo attacco è tale da essere considerato una nuova mossa: Vaporscoppio, anche se il suo funzionamento e i suoi effetti rimangono immutati, la potenza è paragonata alla mossa Idropompa, ecco perché è un'arma così devastante in battaglia. Ciò, combinato alla sua grande potenza, lo rende tra i Pokémon più potenti in assoluto e di sicuro non vorreste mai vederlo infuriato.

Sembra che Volcanion tenda a stare solo per via della sua strana anatomia, motivo per cui predilige stare il più lontano possibile dagli umani. E' possibile che tale isolamento sia dovuto al fatto che ogni tanto il corpo rilasci così tanto vapore corporeo che diventa un cannone ambulante, rilasciando acqua ad una potenza tale che può distruggere perfino una montagna in un solo colpo, per questo a Kalos alcuni considerano Volcanion come una sorta di simbolo religioso, infatti il deserto di Kalos, dove sono posizionate le Centrali Elettriche, fu creato da un potentissimo Vaporscoppio di Volcanion, dando così alla gente un luogo utile per la loro sopravvivenza, quindi a causa di questo enorme potere preferisce rimanere nascosto, cosa che gli riesce bene anche usando i vapori che rilascia dal corpo per creare una fitta cortina nebbiosa che lo avvolge per depistare possibili inseguitori, nel peggiore dei casi avvolgerà  anche le persone che cercano di seguirlo con i vapori in modo da disorientarli. Volcanion fortunatamente è una creatura benigna che non vuole far male agli altri, ma se lui o la sua dimora vengono minacciati, non esiterà  a distruggere il suo nemico in maniera poco ortodossa.

Parlando di Volcanion, è importante sottolineare che esso è stato coinvolto nel recente "incidente di Azoth", la storia di Volcanion riguardo ciò è legata addirittura a 500 anni addietro, alla creazione di Magearna per mano di Nikolaus tramite la scienza arcana come dono per la principessa del Regno di Azoth. Sebbene Magearna fu progettata come una creatura pacifica e amorevole, al suo interno vi risiede la Cuoreanima, un dispositivo alimentato dall'energia vitale di altri Pokémon, che non solo ha donato una mente e delle emozioni a questo Pokémon, ma era anche la chiave per un’arma devastante costruita dalla stessa persona come sistema difensivo per il regno, con la quale sarebbe stato possibile trasformare il castello in una fortezza volante, potendo proteggere il regno da qualsiasi attacco nemico. Nikolaus presto comprese l'enorme pericolo che avrebbe potuto costituire quell'arma nelle mani sbagliate, così rapì Magearna per lasciarla vivere in pace nell'Altopiano Nebula (un luogo abitato dai Pokémon feriti dall'uomo dove potevano vivere in armonia); lì fu trovato da Volcanion, che proteggeva il luogo dai bracconieri, e strinse amicizia con questo Pokémon meccanico. Nell'era moderna, Magearna finì per essere rapito dalle forze del Regno di Azoth capeggiate da Alva, tutore e amico dell'attuale principe del Regno di Azoth; in realtà però il principe venne ingannato da Alva, che gli disse che la creatura doveva tornare al regno in quanto era la sua casa, ma in realtà Alva bramava la Cuoreanima per attivare il sistema difensivo e trasformare il castello in una fortezza volante. Volcanion e Magearna furono inseguiti per tutto il Regno di Azoth e nell'Altopiano Nebula nel tentativo di sfuggire alla cattura, assieme ad un gruppo di allenatori e alla principessa del Regno di Azoth, finendo per riuscire a legare durante il loro viaggio, alla fine però Magearna fu catturato dalle forze di Alva e la sua Cuoreanima rimossa, così Alva riuscì ad usarlo per attivare l'arma distruttiva presente all'interno del castello, sebbene l'essenza di Magearna ancora all'interno fece di tutto per impedire il funzionamento dell'arma tentando in ogni modo di impedire che essa venisse usata, specie all'Altopiano Nebula. Purtroppo Alva riuscì ad usare il suo Pokémon per neutralizzare la sua resistenza ipnotizzando la Cuoreanima, così riuscì ad usare l'arma di distruzione contro l'Altopiano Nebula, seppure continuò a resistere fino a dissipare la volontà della Cuoreanima. Nonostante riuscì a scatenare l'attacco, i Pokémon selvatici si salvarono grazie all'intervento di Zygarde nella sua Forma Perfetta, che con un Dragopulsar riuscì a deviare l'attacco, salvando la zona dalla distruzione totale; in seguito gli allenatori e la principessa che avevano aiutato Volcanion, riuscirono ad entrare nella fortezza grazie proprio a Volcanion, a quel punto Alva tentò la fuga, ma si schiantò nel peggiore dei modi, in quanto il suo "jetpack" rimase danneggiato dagli attacchi del Greninja di uno degli allenatori; il motivo per cui aveva tentato la fuga era perché gli invasori riuscirono a rimuovere la Cuoreanima dall'arma, portando la fortezza a perdere quota e a precipitare sopra l'Altopiano Nebula, Volcanion a quel punto usò il suo attacco Esplosione per distruggere completamente la fortezza, mentre tutte le persone e i Pokémon a bordo riuscirono a fuggire e mentre loro pensavano che Volcanion fosse morto nell'esplosione, esso in realtà era sopravvissuto. Sebbene Magearna sembrava aver perso tutti i suoi ricordi e la sua personalità, dal momento che la sua volontà fu dissipata dalla Cuoreanima, appena vide Volcanion ancora vivo riuscì a ripristinare la sua memoria. In seguito all'incidente, Alva, miracolosamente sopravvissuto, fu arrestato, mentre i resti della fortezza furono seppelliti sotto l'Altopiano Nebula, gli allenatori invece ripresero la loro strada ed il principe decise di partire per la sua personale avventura e vedere il mondo al di fuori del suo regno.

Per la maggior parte delle persone lui non esiste e non è altro che un mito, ma rimane comunque una bestia devastante che può sconfiggere qualsiasi avversario grazie alla sua combinazione unica di tipi e usando le sue abilità  distruttive. Grazie alla sua pelle corazzata che gli consente di assorbire grandi danni fisici e un'anatomia che sfrutta il vapore in una maniera totalmente unica al mondo, Volcanion è una bestia che deve essere temuta e rispettata da ogni allenatore indipendentemente dai Pokémon che loro possiedono. Se mai avrete la fortuna di vederlo, non avvicinatevi, ma cercate di scattargli una foto da lontano in modo che possiate gongolarvi con i vostri amici, ma se sarete imprudenti nelle migliori delle ipotesi potreste finire in ospedale con gravi ustioni a causa di violazione di domicilio!

Popplio

20940b_6d5489a21e16449fb9f1fbb16703f714~mv2.png

Spoiler

Popplio (noto come Pokémon Otaria) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Acqua che vive nelle spiagge della regione di Alola. Sebbene non siano grandi combattenti all'inizio, i Popplio sono comunque creature determinate sempre pronte a fare di tutto per divertire chi gli sta a cuore, anche se spesso preferiscono divertirsi piuttosto che impegnarsi in lotta; seppure la cosa vada bene per loro, l’importante è che non vi dia fastidio la possibilità di vedere qualche bolla esplosiva rimbalzarvi vicino alla faccia!
I Popplio differiscono un po’ dagli altri Pokémon Acqua, dal momento che usano l'acqua come strumento d'uso sia dentro che fuori le lotte, in questo caso la creazione di bolle. Queste creature creano bolle di grandi dimensioni sfruttando i fluidi corporei che soffiano dal naso, poi le usano come principale mezzo sia di combattimento che di svago, nonostante solitamente gli attacchi relativi alle bolle siano deboli (fortunatamente apprendono Pistolacqua appena nati per difendersi). Dal momento che far scoppiare queste bolle potrebbe creare una piccolissima esplosione, conviene stare attenti quando vengono usate per giocare, per evitare di farsi male. I Popplio sono soliti allenarsi ogni giorno per imparare a generare bolle sempre più grandi, in questo modo possono anche diventare più agili, imparando a saltare sopra quelle più grandi di loro. Ciò non è il loro unico talento, infatti sono anche abili nuotatori, potendo raggiungere anche i 40 km/h, il che è utilissimo in natura per poter sfuggire ai predatori. Dal momento che sono più adatti a vivere in acqua che sulla terra, in quest'ultima sono molto lenti e pressoché indifesi, ed è qui che entrano in gioco le loro bolle. Anziché strisciare, questi leoni marini sfruttano le bolle come trampolini da lancio in modo da rimbalzare fra queste, potendo anche compiere acrobazie per divertire gli altri.
I Popplio sono starter eccellenti non solo per il loro carattere amichevole, ma anche perché si esercitano continuamente per migliorare le loro abilità e raggiungere le aspettative della loro famiglia e compagni. Anche se la loro abilità di generare bolle può sembrare poco utile e potrebbe esaurire le loro riserve d'acqua più velocemente del previsto, continueranno a fare il possibile per combattere fuori dall'acqua usando bolle più grandi, il che li aiuta anche ad adattarsi crescendo. La loro determinazione e voglia di compiacere i propri compagni, li rendono Pokémon facili da allenare, ed avendo accesso a mosse come Incantavoce, possono contare su una versatilità di cui altri Pokémon Acqua non dispongono in giovane età. L'unico vero difetto dei Popplio è che essendo giovani non riescono a resistere molto agli attacchi diretti, ma ciò che non hanno in resistenza lo compensano in determinazione e saranno sempre pronti a superare i loro limiti per migliorare in battaglia per compiacere e divertire il loro allenatore.
Anche se non hanno la potenza di altri Pokémon, i Popplio restano creature divertenti da avere attorno e possono essere un ottimo compagno per gli allenatori in cerca di un buon Pokémon Acqua. Sebbene il loro gioco con le bolle non possa essere usato come vera e propria arma di battaglia, crescendo col tempo potranno rivelarsi di grande utilità in combattimento, ma fino ad allora usatele per divertirvi e conoscere meglio queste bestiole; se li apprezzate ora, di certo li adorerete quando inizieranno a danzare una volta evoluti!

Brionne

20940b_bb68979fa6144a19ae86af8ac30ff046~mv2.png

Spoiler

Brionne (noto come Pokémon Pop Star) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Acqua che vive nelle spiagge della regione di Alola. Graziosi come pochi e sempre pronti a ballare, i Brionne sono creature amanti del divertimento a cui piace aiutare non solo il loro allenatore, ma anche chiunque abbiano attorno. Potrebbero non sembrare poi così forti, ma sottovalutare le loro capacità è un grave errore e ve lo dimostreranno con inaspettate tecniche legate alle bolle!
Proprio come i Popplio, queste creature sono in grado di generare bolle d'acqua soffiando i loro fluidi corporei dal naso, ma sono capaci di energizzare queste bolle e comprimerle, in questo modo potranno arrecare inaspettati danni in battaglia, ma anziché crearle una ad una, questi leoni marini hanno sfruttato una loro nuova abilità per produrne di più: la danza. Durante la battaglia i Brionne danzeranno attorno al nemico generando bolle d'acqua provocando confusione nell'avversario e quando esso è incantato dalla loro performance, sfruttano le loro pinne anteriori per lanciargli contro le bolle, creando enormi esplosioni d'acqua compressa in grado di causare non pochi danni alla vittima. Ovviamente i Brionne possono sempre creare bolle senza potenziarle, in modo che siano più sicure e possano usarle per giocare, così che qualora scoppiassero in faccia a qualcuno non causeranno il minimo danno. La danza dei Brionne è diventata abbastanza popolare, tanto che ne vanno orgogliosi, motivo per cui si esercitano di continuo per migliorarsi e per evitare di fare qualche sbaglio durante la performance di nuove forme di danza. Queste creature sono sempre di umore allegro e possono ballare in perfetta sincronia con chiunque interagiscano, anche se li hanno appena conosciuti. Si dice che branchi di questi Pokémon danzino insieme in perfetta armonia durante le notti di luna piena, uno spettacolo che può incantare qualsiasi umano e Pokémon.
Similmente ai Popplio, queste creature amano il divertimento per natura e faranno del loro meglio per compiacere amici e familiari. Se vedono qualcuno triste o di cattivo umore, balleranno per dar loro il buon umore e farli sorridere. Anche se i Brionne fanno di tutto per avere un atteggiamento allegro e fanno del loro meglio per far felice tutti, spesso fingono di essere felici, rivelando le loro emozioni di tristezza solo verso coloro di cui si fidano veramente, dal momento che temono che rivelare la loro tristezza possa rattristare gli altri. Questa natura così altruista da mettere gli altri prima di se stessi è estremamente rara fra i Pokémon, per questo sono tra i Pokémon più facili da allenare e con cui legare, motivo per cui si sentono perfettamente a loro agio assieme agli umani. Tutto ciò, assieme alla loro voglia di divertirsi e al loro amore per la danza, li rende tra le migliori evoluzioni intermedie di qualsiasi starter che un allenatore possa desiderare.
Anche se per alcuni potrebbero non essere abbastanza forti, i Brionne restano creature abili in grado di rivelarsi non solo combattenti di tutto rispetto grazie alle loro abilità, ma anche magnifici compagni. Sebbene preferiscano tirar su di morale gli altri, state certi che non si tireranno indietro quando dovranno combattere in prima linea. Ma se volete un combattente davvero degno, allora dovrete solo aspettare che si evolvano; giocare e danzare è sempre bello, ma sarebbe meglio completare questo quadretto con un po’ di canto, abilità che possono mostrare a chiunque resti al loro fianco abbastanza a lungo!

Primarina

Artwork730.png

Spoiler

Primarina (noto come Pokémon Solista) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Acqua/Folletto che vive nelle spiagge della regione di Alola. Dall'aspetto elegante e dalla grande potenza, i Primarina sono artisti incredibili in grado di sfruttare le loro abilità canore per intrattenere il pubblico anche durante una battaglia. Potrebbero non essere i Pokémon Acqua con le abilità più convenzionali, ma la loro voce è così incantevole da poter ammaliare gli avversari prima di essere bombardati da bolle d'acqua esplosive!
Proprio come le pre-evoluzioni, i Primarina possono generare grandi bolle d'acqua sfruttando i fluidi corporei per generarli non solo dal naso, ma anche dalla bocca; queste sono la loro principale arma da combattimento, ma differentemente da prima, ora possono usare qualcos'altro per potenziarle ancora di più: la loro voce. Per qualche ragione, l'evoluzione riesce a risvegliare una potente forza fatata nascosta dentro questi Pokémon, così che possano usare questa energia liberamente, motivo per cui sono classificati come Pokémon Folletto secondari, per tale ragione possono anche usare mosse di questo tipo con molta più potenza, come Forza Lunare. Le loro abilità di tipo Acqua invece sono manipolate attraverso il canto, con cui possono controllare le loro bolle d'acqua; grazie alla forza fatata con cui le infondono, possono muoverle tramite le onde sonore per lanciarle in faccia ai nemici, sebbene la forza fatata non avrà alcun ruolo nel danneggiarli in questi casi. Questa loro tecnica è particolarmente evidente nella loro mossa peculiare, che apprendono non appena evoluti, Canto Effimero: questa mossa consiste nel creare una bolla che poi viene sparata contro l'avversario danneggiandolo; anche se non ha un’enorme potenza, le dimensioni di questa bolla sono tali da colpire tutti i Pokémon nelle vicinanze, alleati inclusi, ma avrà il sorprendente potere di curare ustioni e bruciature, motivo per cui non è totalmente negativo il fatto che causi fuoco amico, tuttavia ciò rende anche questa mossa complicata da gestire, ma la sua bellezza è tale che vale la pena vederla almeno una volta al chiaro di luna, momento in cui sembra che la luce lunare crei uno spettacolo di luci così bello che nessun altro Pokémon Acqua possa mai sperare di creare. Sebbene queste bolle siano solite esplodere, è noto che possono essere rivestite da un fluido aggiuntivo, in modo che questi Pokémon possano usarli come trampolini, permettendo loro di combattere gli avversari in maniera nettamente superiore di quanto possano fare a terra, potendo anche innescare a comando esplosioni per infliggere danni a più nemici simultaneamente (un altro utilizzo alternativo di Canto Effimero).
Come si può intuire, l'aspetto più importante dei Primarina sia dentro che fuori i combattimenti è il loro canto, di conseguenza è importantissimo prendersi la massima cura di loro affinché le loro abilità canore non ne risentano. Questi leoni marini sono anche in grado di dare vita ad un canto così incantevole da superare addirittura quello degli Altaria, ciò sembra essere dovuto al fatto che le loro canzoni vengono insegnate alle generazioni successive, come fosse una sorta di rito di passaggio per la famiglia evolutiva di Popplio. Questa loro abilità, assieme alla danza, spesso viene anche condivisa con altre colonie di loro simili, in modo da creare un rapporto armonioso mai visto in nessun altro tipo di otaria. Nonostante ciò è importante che gli allenatori stiano attenti che non subiscano danni alle corde vocali durante la lotta e fare controlli caso in cui sentano mal di gola, dal momento che danni simili potrebbero pregiudicare le loro capacità combattive, lasciandoli scoperti agli attacchi nemici. Per questo i controlli alla loro gola sono estremamente importanti dopo scontri impegnativi e bisogna stare attenti a non sforzarli troppo, visto che danni gravi potrebbero anche paralizzare la loro gola compromettendo queste magnifiche creature.
Di bellissimo aspetto e con una grande potenza nell'uso di attacchi speciali, i Primarina sono senza dubbio creature uniche, in grado di usare le loro abilità di danza e di canto in qualcosa che i nemici dovranno temere, tanto da essere i Pokémon Folletto con il maggior attacco speciale (escludendo leggendari e MegaEvoluzioni), motivo per cui questi meravigliosi animali possono rivelarsi ottimi compagni per la squadra di qualsiasi allenatore. Se siete solo alla ricerca di un passatempo che coinvolga il canto e la danza, allora non verrete delusi, l'importante è che non si sforzino troppo: se mai non dovessero più riuscire a cantare, a quel punto la loro vita sarà segnata per sempre!

 

Modificato da Zarxiel

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme
Inviato (modificato)

Wishiwashi

Wishiwashi-Individuale.pngwishiwashischoolform.png

Spoiler

Wishiwashi (noto come Pokémon Pesciolino) è un Pokémon relativamente comune di tipo Acqua che vive nei corpi d'acqua della regione di Alola. Anche se incredibilmente deboli e inutili da soli, i Wishiwashi possono diventare creature inaspettatamente potenti che talvolta possono rivelarsi troppo potenti per essere gestite. Sottovalutare questi piccoli Pokémon può rivelarsi uno dei più grandi errori che potreste mai compiere, quindi conviene prepararsi sempre al peggio. Sebbene singolarmente non possano fare molto, quando sono in gruppo ci sono pochi avversari che non siano in grado di gestire!
Singolarmente i Wishiwashi sono Pokémon incredibilmente deboli, tanto da non costituire una minaccia per nessun avversario; statisticamente sono molto scarsi e apprendono una scarsa varietà di mosse offensive, imparando tecniche potenti solo molto più in là. Il fatto che ce ne siano così tanti ad Alola non li aiuta molto, in quanto sono anche facili prede per la maggior parte dei predatori della regione, in particolare l'uomo, che reputa il loro sapore particolarmente gustoso e sono un piatto popolare fra le portate di pesce della loro regione d'origine. I Wishiwashi sono ben consapevoli di ciò, per questo tendono a rimanere alla larga dai predatori, facendo del loro meglio per non farsi notare mentre si nutrono di microrganismi presenti nell'acqua. Inoltre sono tra i pochi Pokémon in grado di usare la mossa Occhionilucidi, tale mossa funge da mezzo di difesa principale, dal momento che cercano di impietosire il nemico rilasciando del lubrificante dagli occhi, grazie al quale sembra che piangano, tecnica simile viene sfruttata anche per un’altra cosa: con questo lubrificante gli occhi diventano più luminosi e riescono a mandare un segnale di S.O.S. ai loro simili, che si raduneranno in gran numero verso il Wishiwashi che ha mandato il segnale per difenderlo.
Nonostante tutto i Wishiwashi sono parecchio temuti dagli abitanti di Alola, infatti quelli che hanno una certa esperienza e hanno almeno il 25% delle loro forze, possono sfruttare un’abilità unica chiamata Banco, in modo da contrastare gli avversari. In sostanza enormi gruppi di queste creature possono vivere insieme agendo come un’unica entità; quando si radunano si comprimono insieme per formare un’enorme formazione che ricorda vagamente un pesce, questa loro modalità è chiamata Forma Banco. Quando stanno insieme, mentre la velocità è inferiore e la vitalità rimane inalterata, ogni loro capacità offensiva e difensiva raggiunge livelli inimmaginabili, tanto da diventare così potenti che gli abitanti del posto sono soliti chiamarlo "Demone del Mare", basti pensare che perfino i Gyarados hanno il terrore di affrontare queste creature in queste condizioni, ed un loro Pistolacqua ha la potenza di un Idropompa. Per questo motivo affrontare e talvolta sopravvivere ad uno scontro diretto contro un banco di Wishiashi è terribilmente difficile; tuttavia continuano ad avere una scarsa vitalità ed attacchi molto potenti sono capaci di sparpagliare il banco, ma anche così è altamente consigliabile evitare ogni scontro con queste bestie, visto che i danni che possono causare ad un allenatore impreparato saranno catastrofici, non c'è da stupirsi dunque se è proprio un potente Wishiwashi ad essere il Pokémon dominante della Collina Scrosciante all'isola di Akala della regione di Alola, rimanendo nascosto negli stagni in attesa di allenatori che desiderano affrontare la prova di tipo Acqua.
Deboli da soli, ma quasi inarrestabili in gruppo, i Wishiwashi sono pesci assolutamente unici in grado di dimostrare cosa possa fare il lavoro di squadra e che il numero può veramente fare la differenza. Nella Forma Banco sono i Pokémon Acqua con il più alto attacco fisico (escludendo le MegaEvoluzioni) e speciale (escludendo i leggendari), mentre nella loro Forma Individuale non potranno fare nulla finché non crescono abbastanza da poter richiamare i propri simili. Se andate a pescare, attenti a non farlo in una zona dove pullulano questi pesciolini: per alcuni potrebbe trattarsi di una buona pesca prenderne uno, ma se dovesse avere già abbastanza esperienza per richiamare i suoi simili, alla fine rischiate di diventare voi la preda!

Mareanie

Artwork747.png

Spoiler

Mareanie (noto come Pokémon Stellatroce) è un Pokémon relativamente raro di tipo Veleno/Acqua che vive nelle coste d'acqua calda della regione di Alola. Inaspettatamente spietati in battaglia, i Mareanie sono senza dubbio creature pericolose in grado di rendere la vita difficile ai loro nemici tramite le loro potenti tossine ed il loro corpo spinato. Sebbene difficili da trovare a causa del loro stile di vita, se mai doveste incontrarne uno, evitate ad ogni costo gli aculei, in caso contrario vi risveglierete doloranti e capirete quanto velenosi siano questi esseri!
I Mareanie sono stelle marine carnivore che dispongono di una corona di spine che li rende particolarmente minacciosi allo stato brado. Queste creature non possono muoversi molto rapidamente a causa della loro anatomia, in quanto si reggono in piedi solo tramite uno stelo principale che contiene i loro organi principali, come il loro cervello, inoltre hanno anche sviluppato un paio di occhi ed altri orifizi corporei. Essi sfruttano i dieci tentacoli per strisciare lentamente lungo i fondali dei mari d'acqua calda senza sprecare troppe energie; il fatto che abbiano una mobilità limitata impedisce loro di essere predatori attivi, perciò si mimetizzano usando i tentacoli per fingere di essere degli anemoni di mare, in questo modo possono attirare pesci ed altri Pokémon marini vicino a loro. Una volta che la preda sarà abbastanza vicina, la afferrano con i tentacoli per trafiggerla con gli aculei presenti nella parte superiore del corpo, i quali contengono una potente tossina che paralizza la preda in pochi secondi, così possono farla a pezzi con i tentacoli in modo da usare la bocca per nutrirsene. Questa loro strategia mimetica di solito funziona bene per le prede più piccole, ma dal momento che non hanno una grande quantità di veleno spesso rimangono mimetizzate più a lungo del necessario per nascondersi dai Pokémon più grandi, visto che il loro veleno non sarebbe sufficiente e sarebbero vulnerabili agli attacchi diretti, tuttavia hanno una buona rigenerazione, tanto da poter rimarginare completamente interi tentacoli perduti in un giorno o due al massimo, a patto che il loro stelo principale sia intatto.
E' interessante notare che sebbene prediligano cacciare passivamente, esiste un tipo di preda che attaccano direttamente: i Corsola, o meglio, non i Corsola in sé, ma i loro coralli, che crescono in simbiosi in cima al loro corpo; sembra che il loro corallo contenga molte sostanze nutritive essenziali per la sopravvivenza dei Mareanie, per questo sono un cibo fondamentale per loro, di conseguenza usano una gran quantità d'energia per attaccare i Corsola e strappare loro i coralli. Nonostante siano rari i predatori che attaccano i Corsola a causa del loro corpo roccioso, i Mareanie sono perfettamente in grado di iniettare delle tossine attraverso il corallo, che avvelenano la preda, e per gli esemplari che possiedono l'abilità Spietatezza la cosa si fa ancora più facile, visto che possono sgretolare il loro corallo pezzo per pezzo lasciando poi i Corsola a morire. Questa loro brutalità ha reso i Corsola più rari nella regione di Alola di quanto non dovrebbero essere, per questo i Mareanie sono criticati e scacciati, sebbene sia un bisogno biologico quello del corallo e gli è necessario per sopravvivere. Sia come sia, i Mareanie restano creature pericolose da gestire con estrema cautela, dato che non solo le loro tossine possono far del male ad umani e Pokémon, ma in battaglia sono anche parecchio resistenti.
Anche se incontrarne uno può essere difficile considerando la loro rarità, i Mareanie restano animali interessanti in grado di dare un tocco velenoso nel campo una volta schierati. Alcuni potrebbero considerarli dei mostri per il loro modo di combattere e per come divorano gli inoffensivi Corsola, ma la natura è quella che è, e questi esseri devono fare quello che devono pur di sopravvivere. Se volete avere uno di questi esseri come Pokémon domestico, non date loro da mangiare ad una distanza troppo ravvicinata: anche se non sono soliti mordere la mano di chi li nutre, considerando il tipo di tossina che contengono i loro aculei è meglio non correre nessun rischio!

Toxapex

Artwork748.png

Spoiler

Toxapex (noto come Pokémon Stellatroce) è un Pokémon raro di tipo Veleno/Acqua che vive nelle coste d'acqua calda della regione di Alola. Altamente tossici e pericolosi per qualsiasi forma di vita non immune all'avvelenamento, i Toxapex sono predatori spietati che non si fanno problemi ad usare le loro abilità naturali per indebolire e fare a pezzi gli avversari, se dovessero trovarsi troppo vicini a loro. Sebbene non abbiano un potenziale offensivo tale da risultare delle minacce, dopo aver subito gli effetti della loro letale mossa Fortino, potreste cambiare opinione nel vedere il vostro Pokémon lentamente sopraffatto da un letale shock tossico che di sicuro ricorderanno per sempre!
Quando i Mareanie si evolvono, la loro forma cambia radicalmente, passando dall’usare uno stile di caccia principalmente passivo ad uno più difensivo, in modo da poter sopravvivere anche agli attacchi dei nemici. Dal momento che queste violente creature che si nutrono principalmente di Corsola, sono attaccate da altri Pokémon per i loro modi brutali, in risposta a questo la loro evoluzione ha sacrificato la loro mobilità, perdendo lo stelo in cambio di un’elevatissima potenza difensiva. Quando si evolvono il loro stelo principale si atrofizza fino a rimanere poco più di una palla con rimasugli dello stelo, e la loro faccia si adatta a questa testa rimpicciolita, dato che non hanno più un corpo principale. Nonostante la parte principale del corpo si sia ristretta, essi ottengono un paio di tentacoli in più, mentre gli altri crescono enormemente sia di dimensioni che di potenza, diventando spesse fasce muscolari rivestite di aculei i cui ultimi due sono opponibili, in questo modo possono usarli per far presa sul terreno quando assumono una posizione difensiva. Nonostante non possiedano ossa o tessuti rigidi, la densità dei tessuti molli di questi tentacoli è tale da essere più resistenti del ferro, garantendo loro un’enorme difesa, al punto da superare quella di ogni altro Pokémon di tipo Veleno, ciò permette loro anche di usare la loro mossa peculiare Fortino, la quale è essenzialmente una versione personalizzata di Protezione, solo che avvelena qualsiasi nemico venga in contatto con loro mentre si proteggono. Nel complesso, tutto ciò rende queste bestie praticamente impenetrabili e pericolosissime da affrontare a distanza ravvicinata, rendendoli tra i predatori più pericolosi che abitano le acque della regione di Alola.
In questo stadio, i Toxapex vagano lentamente sui fondali marini in cerca di potenziali prede, avvinghiandole attorno ai loro dodici tentacoli che ora sono il loro unico modo di locomozione. Dal momento che non possono più mimetizzarsi come i Mareanie, visto che è impossibile per loro alzare i tentacoli per fingersi un anemone (perché ciò farebbe cadere a terra il loro fragile corpo principale, rendendole facili prede se non stanno attenti), preferiscono nascondersi dietro di essi come fossero uno scudo finché non individuano una preda nelle vicinanze, a quel punto la afferrano con i tentacoli quando abbastanza vicina, poi la trafiggono con gli aculei attendendo che muoiano con il veleno per farli a pezzi e poterli mangiare attraverso le ridotte dimensioni della bocca. Usano la stessa strategia per i Corsola, anche se spesso vagano alla ricerca di un nuovo nascondiglio per trovare nuove prede, spesso però lasciano dietro di loro una scia di resti di Corsola (che potrebbe tradirli e rivelare la loro posizione se le prede prestano abbastanza attenzione). Il loro veleno non è mortale per l'uomo, ma bisogna comunque stare attenti, visto che una loro puntura può provocare dolori lancinanti per tre giorni e tre notti e danni permanenti ai nervi, i quali possono causare paralisi permanente o simili, per questo per gli allenatori è consigliabile evitare questi Pokémon allo stato brado ad ogni costo, anche se è molto difficile che attacchino qualcuno che sanno di non poter uccidere, ma se si sentono minacciati non si fanno problemi ad attaccare con i loro tentacoli, se qualcuno dovesse essere così stolto da avvicinarsi troppo a loro.
Più velenosi di qualsiasi altro Pokémon Acqua e perfettamente in grado di lasciare danni permanenti sul corpo delle loro vittime, i Toxapex sono creature brutali, che possono rivelarsi estremamente pericolosi nel caso in cui il loro veleno non possa essere annullato. Non solo sono i Pokémon Veleno con la maggior resistenza fisica e speciale in assoluto, ma anche i Pokémon Acqua con la maggior resistenza agli attacchi speciali (escludendo leggendari ArcheoRisvegliati) , senza contare che hanno letali abilità e tecniche per immobilizzare i loro nemici, quindi non aspettatevi di poterli sconfiggere rapidamente con la sola forza bruta, vista la loro enorme difesa. E' raccomandato affrontare questi esseri sempre e solo da lontano: anche se l'opportunità di attaccare il loro piccolo e fragile corpo possa essere allettante, non fatevi ingannare o potranno avvelenare il vostro Pokémon e flagellarlo solo per aver tentato di attaccare direttamente a distanza ravvicinata!

Dewpider

Artwork751.png

Spoiler

Dewpider (noto come Pokémon Bolladacqua) è un Pokémon non molto comune di tipo Acqua/Coleottero che vive negli stagni d'acqua dolce della regione di Alola. Anche se relativamente piccoli e fragili, i Dewpider sono simpatici aracnidi in grado di combattere sia sulla terra che nell'acqua. Sarebbe saggio per la loro sicurezza non farli combattere a lungo in zone aride, visto che la bolla che copre la loro testa non dura in eterno, e quando si prosciuga potrebbero avere problemi a respirare e di conseguenza a combattere gli avversari!
I Dewpider e la loro evoluzione, Araquanid, sono diversi dalla maggior parte dei Pokémon Coleottero dal momento che prediligono vivere in acqua piuttosto che sulla terra, questo perché il loro sistema respiratorio è più simile a quello di un pesce piuttosto che a quello degli insetti. Sebbene riescano comunque a respirare tramite la pelle, è comunque difficoltoso specie quando c'è bassa umidità, per questo devono trovare una soluzione per respirare e agire normalmente in qualsiasi ambiente. Per risolvere questo problema di solito queste creature generano e mantengono una bolla d'acqua attorno alla testa in ogni momento; essa viene creata raccogliendo l'umidità dell'aria che viene poi circondata da una sottilissima sostanza simile al petrolio che riesce a mantenere la sfera d'acqua attorno alla testa, in questo modo riescono a filtrare facilmente l'ossigeno per respirare, ma ancora non è del tutto chiaro come facciano a creare queste bolle anche quando l'umidità dell'aria è minima e l'ambiente circostante è secco. A causa di ciò, questi esseri vivono solo in stagni d'acqua dolce e nelle loro vicinanze in modo da avere sempre un posto dove rifornirsi d'acqua, anche quando l'aria dovesse essere secca. Tutto ciò può rendere queste creature difficili da allenare in certe circostanze, ma il fatto che inizino a proteggere la loro testa con questa sostanza già in tenera età, conferisce a quasi tutti gli esemplari l'abilità Bolladacqua, con cui riescono a resistere più facilmente agli attacchi di tipo Fuoco (una delle più grandi debolezze dei Coleotteri), dando al contempo un potenziamento ai loro attacchi di tipo Acqua in battaglia.
In natura i Dewpider potrebbero non essere molto forti in battaglia, ma restano cacciatori efficienti quando ci sono le giuste condizioni. Sebbene siano classificati di tipo Acqua, questi Pokémon imparano davvero pochissime mosse d'Acqua in giovane età e si basano principalmente sulle tecniche Bolla e Bollaraggio per attaccare gli avversari, in compenso però conoscono un buon set di mosse Coleottero, gli unici mezzi per stordire prede e nemici. Nei combattimenti ravvicinati tendono a fare uso della mossa Assillo per irritare gli avversari e distrarli, quando ciò accade si avventano contro di essi per sferrare una testata con la loro bolla, ciò causerà disorientamento ed irritazione a causa della bolla stessa, strategia che però funziona solo su nemici poco più grandi dei Dewpider; questo metodo funziona bene anche contro le prede, visto che così possono usare le loro forti mandibole per strappare loro pezzi di carne impedendo la fuga della preda, anche se questa strategia la possono usare solo quando stanno sul punto di evolversi, dato che prima non hanno accesso alla mossa Morso, in caso contrario si possono affidare solo alle testate, che però se non stanno attenti lasciano la loro testa molle e vulnerabile finché non riformano la bolla.
Anche se non sono molto potenti, i Dewpider restano creature interessanti in grado di usare attacchi di tipo Acqua come nessun altro Coleottero potrebbe mai fare. Essendo dei ragni potrebbero risultare terrificanti per alcuni, in realtà, rispetto ad altre creature di Alola, queste bestiole sono alquanto innocue e non c'è alcun motivo per cui allarmarsi. Se volete avere un ottimo Pokémon per le battaglie, allora questo potrebbe far al caso vostro visto che non bisogna neanche attendere molto per farli evolvere, ma non cercate mai di infastidirne in natura: se un Araquanid nelle vicinanze dovesse scoprirvi, potreste scoprire la potenza di questi mostruosi Pokémon Acqua!

Araquanid

Artwork752.pngArtwork752.png

Spoiler

Araquanid (noto come Pokémon Bolladacqua) è un Pokémon raro di tipo Acqua/Coleottero che vive negli stagni d'acqua dolce della regione di Alola. Tanto spaventosi quanto potenti nell'uso di attacchi speciali, gli Araquanid sono forti ragni in grado di usare le possenti mascelle per sputare devastanti attacchi di tipo Acqua con cui schiacciare gli avversari. Se mai doveste ritrovarvi in pericolo in natura però, è meglio mettere da parte le paure, visto che spesso questi esseri vengono ad aiutare chi ne ha bisogno, per questo sarebbe un gravissimo errore sterminarli!

I Dewpider e la loro evoluzione, Araquanid, sono diversi dalla maggior parte dei Pokémon Coleottero dal momento che prediligono vivere in acqua piuttosto che sulla terra, questo perché il loro sistema respiratorio è più simile a quello di un pesce piuttosto che a quello degli insetti. Sebbene riescano comunque a respirare tramite la pelle, è comunque difficoltoso specie quando c'è bassa umidità, per questo devono trovare una soluzione per respirare e agire normalmente in qualsiasi ambiente. Per risolvere questo problema di solito queste creature generano e mantengono una bolla d'acqua attorno alla testa in ogni momento; essa viene creata raccogliendo l'umidità dell'aria che viene poi circondata da una sottilissima sostanza simile al petrolio che riesce a mantenere la sfera d'acqua attorno alla testa, in questo modo riescono a filtrare facilmente l'ossigeno per respirare, ma ancora non è del tutto chiaro come facciano a creare queste bolle anche quando l'umidità dell'aria è minima e l'ambiente circostante è secco. A causa di ciò, questi esseri vivono solo in stagni d'acqua dolce e nelle loro vicinanze in modo da avere sempre un posto dove rifornirsi d'acqua, anche quando l'aria dovesse essere secca. Tutto ciò può rendere queste creature difficili da allenare in certe circostanze, ma il fatto che inizino a proteggere la loro testa con questa sostanza già in tenera età, conferisce a quasi tutti gli esemplari l'abilità Bolladacqua, con cui riescono a resistere più facilmente agli attacchi di tipo Fuoco (una delle più grandi debolezze dei Coleotteri), dando al contempo un potenziamento ai loro attacchi di tipo Acqua in battaglia.

Proprio come i Dewpider, anche gli Araquanid usano la bolla d'acqua attorno alla loro testa come mezzo d'attacco principale, sia quando vanno a caccia di prede che per combattere. Dopo aver distratto la vittima con Assillo, la colpiscono con una testata con cui causano più danni a causa delle sostanze presenti nella bolla. Differentemente dai Dewpider, questi Pokémon hanno accesso a molte mosse potenti (incluse alcune tecniche interessanti come Bodyguard ed Inondazione, sebbene non siano più in grado di apprendere Docciascudo come la loro pre-evoluzione), inoltre possono usare la bolla attorno alla testa per eseguire una versione personalizzata di Idrobreccia, per questo si rivelano minacce maggiori in battaglia di quanto non possano sembrare. E' interessante notare che l'enorme dimensione della loro bolla viene usata per inglobare le prede più piccole ed annegarle in modo da diventare dei pasti facili, ma se dovessero incontrare dei piccoli Pokémon feriti o in difficoltà li inglobano per proteggerli e trasportarli fino ad un luogo sicuro, dove li lasciano dopo essersi assicurati che ci siano altri loro simili in grado di prendersi cura di loro. Questo loro comportamento ha sconcertato gli scienziati, in quanto va contro la loro natura predatoria ed il loro stile di caccia spietato, ma si crede che ciò sia una sorta di empatia, visto che senza la loro bolla d'acqua sarebbero estremamente fragili e vulnerabili. Sia come sia, queste creature sono tanto protettive verso persone e Pokémon, quanto pericolose, e vengono rispettate e protette in ogni loro habitat della regione di Alola, nella speranza che la loro natura continui ad influenzare positivamente l'ecosistema anche per le generazioni a venire. La natura altruista ed onorevole di queste bestie insieme alla loro potenza distruttiva spiegano perché un Araquanid svolge il ruolo di attuale Pokémon Dominante alla Collina Scrosciante all'isola di Akala della regione di Alola, rimanendo nascosto negli stagni in attesa di allenatori che desiderano affrontare la prova di tipo Acqua.
Sebbene non siano tra i Pokémon Acqua o Coleottero più convenzionali, gli Araquanid sono comunque ottimi per assorbire gli attacchi speciali nemici e per infliggere danni a loro volta. Anche se sarà necessario attendere prima che apprendano mosse potenti, fino ad allora queste bestie possono rivelarsi una vera minaccia verso qualsiasi allenatore che provasse a vincere con l'uso di Pokémon Fuoco. Se avete bisogno di un babysitter che si prenda cura di Pokémon indeboliti, non abbiate paura a procurarvi uno di questi ragni: seppure tendano a non avere un carattere molto socievole verso coloro che invadono il loro territorio senza preavviso, saranno lieti di aiutare chi ne ha bisogno, a patto che essi non si rivelino una minaccia!

Wimpod

Sovkipou-SL.png

Spoiler

Wimpod (noto come Pokémon Lestopode) è un Pokémon relativamente raro di tipo Coleottero/Acqua che vive nelle coste delle spiagge e nei fondali marini della regione di Alola. Anche se sono incredibilmente paurosi e quindi difficili da catturare, i Wimpod restano esseri interessanti che possono trarre benefici dall'ambiente, anche quando vengono attaccati. Sebbene siano incapaci di combattere decentemente, almeno riescono a tenere le spiagge della regione di Alola perfettamente pulite ed ordinate!
I Wimpod sono crostacei che hanno raggiunto dimensioni straordinarie pur non vivendo costantemente in fondo all'oceano. Si nutrono principalmente di detriti che trovano sul fondale marino e raramente vengono attaccati dai predatori, tuttavia, siccome i fondali marini sono solitamente ripuliti da Pokémon come i Pyukumuku, questi artropodi sono costretti ad andare sulla terra per cercare del cibo per sopravvivere, visto che il loro corpo può gestire facilmente le variazioni di pressione con molta facilità. Questi esseri hanno scarse capacità combattive, anche perché sono prede poco appetibili per i predatori, di conseguenza passeranno il tempo a mangiare qualsiasi cosa incontrino, visto che il loro sistema digestivo è in grado di smaltire ogni cosa, anche carne putrida e malata, ciò li rende parecchio apprezzati dagli abitanti di Alola, dato che riescono a ripulire le spiagge da ogni tipo di spazzatura rendendole completamente pulite; possono addirittura mangiare materiali come la plastica senza problemi, sebbene abbia poco nutrimento e non l’apprezzano molto. Purtroppo può capitare che durante la pulizia s’imbattano in oggetti luccicanti come delle Perle, quindi possono anche essere attaccati da Pokémon come i Murkrow, i quali sono attratti da oggetti lucenti, costringendoli a nascondersi in tane sotterranee fino a quando non ritengono che l'ambiente sia nuovamente sicuro.
Sebbene siano relativamente veloci, ogni altra loro caratteristica risulta essere pessima, tanto che le uniche mosse che apprendono in natura sono Entomoblocco per attaccare e Turbosabbia per difendersi, per questo motivo sono incredibilmente codardi e scapperanno non appena si sentono in difficoltà dopo aver ricevuto dei danni, ecco perché sono classificati con l'abilità Fuggifuggi e tendono a scappare via (ed essere ritirati dallo scontro) quando le loro forze per combattere sono ridotte al 50% o meno, inoltre a causa della loro natura codarda, catturarli è piuttosto difficile, anche perché sono piuttosto resistenti alle Poké Ball; questa loro caratteristica rimane per tutta la vita, senza eccezione. Anche movimenti o rumori improvvisi possono portare questi Pokémon a scappare via, spesso lasciandosi dietro talmente tanta sabbia da rendere perfettamente visibili le tracce delle loro zampette, quando però non hanno scampo, rilasceranno un liquido tossico dalla bocca per poi mordere, sebbene il dolore sia praticamente minimo e lo usano solo come avvertimento, ma l'odore rilasciato serve per distrarre eventuali predatori, così che abbiano l'opportunità di nascondersi. Nonostante tutto, i Wimpod sono comunque creature curiose che tendono ad osservare altri Pokémon ed addirittura gli umani quando essi non si accorgono di loro, questa è l'unica occasione in cui un allenatore ha l'opportunità di catturarne uno, visto che appena si accorgono di essere visti, scapperanno immediatamente.
Nonostante in battaglia possano offrire ben poco, i Wimpod restano simpatici crostacei che possono fare la loro figura in lotta, anche se essa si limita a finire con loro che scappano via. Ci vorrà parecchia fatica per catturarne uno, ma per chiunque ci riesca, col tempo non ne verrà deluso. Anche se potrebbero venire derisi da vari allenatori, dopo l'evoluzione nessuno oserà più prendersi gioco di veri colossi tra i Pokémon Coleottero!

Golisopod

Artwork768.png

Spoiler

Golisopod (noto come Pokémon Blindato) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Coleottero/Acqua che vive nelle coste delle spiagge e nei fondali marini della regione di Alola. Più potenti di quanto sembrano ed in grado di fare a pezzi i loro avversari in un secondo, i Golisopod sono mostri pericolosi la cui potenza ed i loro devastanti attacchi riescono a perforare anche i nemici più resistenti. Cercate di attaccarli con i Pokémon più potenti che avete per avere la meglio su questi bestioni, altrimenti potreste ritrovarvi in guai seri, sfruttando la loro natura codarda per salvarvi dallo smembramento dei loro affilati artigli!
Anche se i Wimpod sono estremamente deboli e codardi, quelli che riescono a raggiungere la maturità verranno ricompensati evolvendosi in Golisopod, considerati tra i più potenti Pokémon Coleottero esistenti, capaci di mostrare la loro violenta forza in qualsiasi scontro. Sebbene mantengano le caratteristiche basiche dei crostacei, l'evoluzione risveglia in loro un istinto predatorio che li porta a far crescere enormemente il loro corpo, diventando bipedi con una sorta di gobba sulla schiena; gran parte delle zampe si adatta al combattimento, mentre le prime due paia di zampe rimangono pressoché invariate, l'ultimo paio si è sviluppato al punto tale da assomigliare a delle gambe, con cui riescono ad avere una postura eretta; le due zampe sopra di esse invece diventano due enormi appendici munite di un paio di artigli capaci di squartare qualsiasi corazza, riuscendo anche a fendere l'aria, l'acqua e addirittura la carne e i tessuti muscolari con un unico colpo. Le articolazioni sia delle zampe inferiori che di quelle intermedie pure sono cambiate, in modo che possano camminare e muoverle in ogni direzione per attaccare liberamente, ma a causa di questa struttura sono soliti tenerle perpendicolari rispetto al corpo, il che riduce particolarmente la loro velocità originale. Il loro addome ora è protetto da un materiale esoscheletrico, mentre il loro carapace posteriore si è inspessito al punto tale da diventare una corazza, garantendo a questi esseri un’enorme resistenza fisica; anche la loro forza fisica è aumentata molto e possono apprendere innumerevoli mosse altrimenti inaccessibili ai Wimpod, dando loro le capacità offensive necessarie per tener testa agli avversari.
L'enorme cambiamento fisico subito dai Wimpod altera anche la loro personalità, ciò li rende più fiduciosi nelle loro capacità e sono ben consapevoli del loro aspetto intimidatorio, che sfruttano per spaventare i nemici, vantaggio di cui approfittano per usare un attacco prioritario noto come Schermaglia: sebbene possa funzionare solo appena schierati, questa è la mossa prioritaria più potente in assoluto. Purtroppo però questi esseri sono ancora dei codardi, tanto da essere classificati con l'abilità Passoindietro, il cui effetto è lo stesso di Fuggifuggi, infatti questi Pokémon sono soliti fuggire (oppure vengono ritirati) quando le loro forze combattive sono minori del 50% circa, ma non lo fanno tanto per paura, quanto per ritirarsi ed ideare una nuova strategia per sconfiggere l'avversario. Nonostante siano soliti cacciare prede quando sono affamati e combattere usando abilmente le sei zampe superiori, i Golisopod sono anche noti per ritirarsi nelle grotte degli abissi marini per rilassarsi, usandole come loro dimore, e sebbene siano considerati delle minacce per l'uomo, sono stati osservati giocare amorevolmente con i loro piccoli figli sulla terraferma, dando loro un aspetto più benevole che brutale che dimostrano in battaglia; nonostante ciò, rimangono comunque esseri pericolosi che spesso non riescono a controllare la loro forza, ecco perché di solito vengono usati principalmente dagli allenatori più esperti.
Anche se possono avere un atteggiamento gentile verso coloro che li hanno trattati con amore e rispetto, i Golisopod restano crostacei estremamente pericolosi che non si fanno problemi a ridurre a brandelli qualsiasi avversario osi sfidarli. Con incredibili capacità sia offensive che difensive ed avendo a disposizione mosse devastanti come Schermaglia ed Idrobreccia, sono in pochi a riuscire a sconfiggere questi artropodi titanici senza cicatrici. Sebbene i Pokémon Coleottero sono spesso criticati per essere deboli, è meglio non dirlo di fronte a questi enormi mostri, altrimenti vi dimostreranno perché sono considerati in cima alla catena alimentare dei fondali marini, aggiungendo un altro pasto alla loro lista!

Pyukumuku

Artwork771.png

Spoiler

Pyukumuku (noto come Pokémon Oloturia) è un Pokémon non molto comune di tipo Acqua che vive nelle coste d'acqua calde della regione di Alola. Testardi come pochi e di certo tra i combattenti meno convenzionali esistenti, ma in grado di fare grandi cose, i Pyukumuku sono creature bizzarre che di sicuro potrebbero non essere i migliori Pokémon per gli allenatori comuni. Seppure incapaci di usare tattiche offensive di alcun tipo, solo degli stolti potrebbero sottovalutare le loro abilità nelle giuste circostanze, ma se doveste trovarne uno spiaggiato, fate di tutto per rilanciarlo in mare, anche se dovesse ritornare il giorno dopo!
I Pyukumuku sono oloturie che potreste aspettarvi di trovare nei fondali delle acque costiere della regione di Alola, ma siccome devono fare affidamento sulle ricche sostanze nutritive che trovano sui fondali, non è difficile che si perdano in acque meno profonde e sulle coste delle spiagge frequentate dai turisti. Nonostante i Pyukumuku non siano assolutamente un pericolo per la sicurezza dei bagnanti, sono comunque poco apprezzati dai turisti a causa dei loro colori spenti e per la loro natura non curante, perfino della loro stessa sicurezza. Il problema dei Pyukumuku è che sono terribilmente testardi e vivono solo per trovare un posto dove possano stare a proprio agio e senza che debbano sprecare energia per trovare del cibo, quindi una volta che hanno trovato un luogo dove stare tranquilli, non si sposteranno quasi più da lì, indipendentemente dal livello dell'acqua o se il cibo inizia a scarseggiare, per questo motivo i bagnini sono soliti assumere addetti per ributtare in mare i Pyukumuku troppo affamati o in pessime condizioni; questo lavoro viene svolto regolarmente visto che queste creature sono solite ritornare nella zona in cui erano, rifiutandosi di abbandonare la loro zona di riposo preferita. Prendersi cura di questi esseri di solito non è molto difficile, ma le escrescenze che hanno sulla schiena tendono ad essere molto sensibili, in quanto agiscono come una sorta di sistema sensoriale primitivo, riuscendo ad identificare qualsiasi essere li calpesti e che non riescono a vedere, e, se colpiti, i Pykumuku useranno i loro organi interni per contrattaccare. E' interessante notare inoltre che questa specie secerne una mucosa viscida su tutto il corpo, in modo che non si secchino restando sulla terraferma; sebbene quindi possano sembrare viscidi al tatto, questa sostanza ha potenti sostanze curative che riescono a trattare le scottature, per questo viene spesso usata per prodotti locali per il trattamento della pelle.
I Pyukumuku sono assolutamente unici se confrontati ad altre specie di Pokémon, infatti essi sono assolutamente incapaci di apprendere qualsiasi mossa che causi attacchi diretti, rendendoli più adatti al combattimento difensivo e tattico, motivo per cui sono solitamente usati dagli allenatori più esperti e strategici. Nella stragrande maggioranza dei casi, questi esseri si baseranno solo sulle mosse Contrattacco, Tossina e Malcomune per cercare di indebolire gli avversari, ma hanno comunque qualche asso nella manica da poter sfruttare. Per prima cosa sono gli unici Pokémon in grado di apprendere la mossa Purificazione: in pratica cureranno il bersaglio da un'alterazione di stato e, nel caso ci riescano, ingeriranno le tossine o altre sostanze dannose per rielaborarle ed assorbirle per curarsi, tanto da poter rigenerare circa il 50% delle loro forze combattiva totali; come se non bastasse sono anche gli unici Pokémon ad essere classificati con l'abilità Espellinterno, che normalmente agisce come loro principale mezzo per raccogliere cibo, dato che i Pyukumuku hanno l'abilità di sputare le loro interiora per poi ingoiarle di nuovo, in questo modo riescono a raccogliere particelle di cibo presenti in giro o attaccate ad un Pokémon nelle vicinanze, e dopo aver raccolto abbastanza cibo ritraggono gli organi. Questa loro abilità può anche essere usata per scacciare i predatori, infatti gli organi sono tutti all'interno di una sacca, la quale tende ad avere una forma simile ad una mano, cosa che sfruttano a loro vantaggio in battaglia: quando sono minacciati da un nemico e vengono sconfitti, questo attiva un riflesso involontario che farà vomitare i loro organi per attaccare l'avversario, più è potente il colpo che li ha stesi, più sarà forte l'impulso con cui gli organi verranno espulsi, causando dunque più danni; sebbene questa sia una tecnica ben poco convenzionale per infliggere danni, ciò li rende comunque ottimi per contrastare i nemici più forti, permettendo agli allenatori di sfruttare alcune tattiche davvero originali per sconfiggere gli avversari più rognosi.
Anche se non è semplice vincere una battaglia con questi Pokémon, i Pyukumuku restano creature affascinanti in grado di assumere ruoli difensivi e tattici davvero utili in battaglia, se usati correttamente. Non è un problema se non sono molto intelligenti, visto che questa qualità viene spesso sopravvalutata più di quanto serva, ma se ci tenete a queste creaturine, ributtateli in mare se doveste vederli spiaggiati, ma attenti a come lo fate: se li stringete troppo potreste far espellere i loro organi e finirete accidentalmente colpiti!

Silvally

20940b_bcdeddc066f54754ba4ccc29a67e91b7~mv2.png

Spoiler

Silvally (noto come Pokémon Multigene) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Normale (ma che può assumere un tipo qualsiasi a seconda della forma) posseduto solo da pochissimi allenatori e ricercatori della regione di Alola. Progettati per essere l'arma finale mai creata dai ricercatori Pokémon della regione di Alola, i Silvally sono bestie feroci i cui poteri permettono loro di adattarsi a qualsiasi battaglia, rivelandosi una forza pericolosa contro cui combattere. Sebbene le loro capacità non eguaglino quelle di Arceus, questi versatili esseri sono ancora in grado di abbattere qualsiasi Pokémon e solo un pazzo oserebbe mancare di rispetto alla potenza di questi cyborg creati per uccidere le Ultracreature!

I Tipo Zero e la loro evoluzione Silvally, sono diversi da qualsiasi altra specie Pokémon in quanto non solo sono artificiali, ma sono forme di vita completamente sintetiche. I Tipo Zero furono originariamente creati in risposta alla minaccia che rappresentavano le Ultracreature e gli Ultravarchi, che permettevano a questi esseri extradimensionali di giungere alla nostra dimensione. Siccome la varietà delle Ultracreature che potevano emergere da questi portali era totalmente ignota prima dell'inizio della creazione dei Tipo Zero, si decise di creare una forma di protezione contro questi esseri che potevano rivelarsi una minaccia per gli abitanti della regione di Alola e del resto del mondo, per questo motivo gli scienziati della Fondazione Æther decisero di creare una forma di vita in grado di gestire qualsiasi minaccia che sarebbe potuta uscire da questi portali warp, quindi l'obiettivo principale di questi esseri sintetici era quello di diventare una forza di combattimento anti-UC, e fu così che il Sistema Primevo fu sviluppato. Per la creazione di questo programma, gli scienziati presero ispirazione dall'abilità di Arceus di cambiare il proprio tipo, quindi iniziarono a raccogliere tessuti cellulari proveniente da Pokémon di tutti i tipi e li integrarono insieme ad un'interfaccia robotica per creare un cyborg, noto con il nome in codice "Ultra Killer", in possesso di uno scheletro ed un apparato boccale robotici e masse di tessuto vivente accuratamente coltivate ed innestate sul telaio meccanico, dando loro un aspetto simile al mostro di Frankenstein. Questi organismi complessi furono poi chiamati Omnitipo e fu allora che s'intraprese il passo successivo del progetto: installare il Sistema Primevo. Questo sistema di scansione dati fu progettato per agire sulle cellule somatiche dell'ospite e mutarle in risposta a diversi dischi ROM contenenti informazioni codificate sulla struttura cellulare e sulle forme di vita dei Pokémon dei vari tipi, sperando di creare una connessione naturale fra la massa cellulare ed il sistema, così che potessero cambiare tipo a piacimento. Tuttavia, quando agli unici prototipi di Omnitipo fu installato il Sistema Primevo, essi dimostrarono un grave rigetto dei tessuti, andando totalmente fuori controllo e rendendoli ingestibili. Incapaci di placare il loro comportamento selvaggio, queste bestie furono dotate di una maschera di controllo per mantenerle in uno stato stabile, per poi essere bollati come dei fallimenti; in seguito il loro nome fu cambiato da Omnitipo a Tipo Zero, in modo da riflettere il fatto che siano incapaci di sfruttare il sistema di combattimento e di versatilità con cui erano stati progettati, risultando di fatto inutili. Fortunatamente per loro, sembra che due dei tre esemplari siano riusciti ad andarsene dall'Æther Paradise dove erano rinchiusi, uno fu ottenuto da Iridio, figlio dell'ex-direttrice di quest'organizzazione, Samina, mentre il secondo fu ottenuto da un allenatore sconosciuto che ha contribuito alla sconfitta di Samina e alla protezione del mondo dalle Ultracreature, o almeno quelle che non sono riuscite a trovare persone con cui convivere in armonia.

Mentre inizialmente si credeva che i Tipo Zero fossero incapaci di controllare il loro potere e di farlo funzionare con i loro tessuti viventi, fu Iridio a scoprire come questi esseri potevano controllare le loro abilità: con l'amicizia. Come Iridio stesso ha scoperto, se mentre queste creature si allenano e vengono trattate con amore e rispetto da un essere umano al punto da stabilire un legame d'affetto, riescono a distruggere la loro maschera di controllo che hanno in testa, trovando anche un vero motivo per controllarsi e permettendo alle loro abilità sopite di risvegliarsi, consentendone l'evoluzione. Rinominati come Silvally da Iridio, queste creature sviluppano una grande cresta piumata ed una pelliccia più chiara sul collo e sulla testa che li distingue dai Tipo Zero, mentre nei loro occhi è visibile un istinto selvaggio non presente nella loro pre-evoluzione. Sebbene statisticamente le loro capacità combattive rimangano invariate (eccezion fatta per la velocità, che aumenta notevolmente a causa della rimozione della pesante maschera di controllo), continuano ad avere una natura selvaggia, tuttavia obbediranno ciecamente all'allenatore che lo ha fatto evolvere. Il loro corpo si è perfettamente unito al Sistema Primevo installato, permettendo a questi esseri di cambiare il proprio tipo in base alla ROM installata all'interno del Sistema Primevo attaccato alla loro testa, in modo che le cellule somatiche del loro corpo mutino istantaneamente, cambiando anche colore del sistema a seconda della ROM inserita, inoltre possono sfruttare ciò anche per eseguire la loro mossa peculiare, Multiattacco, che apprendono con l'evoluzione. Questo attacco consiste nel convogliare nel Pokémon dell'energia elementale per poi attaccare ferocemente l'avversario con gli artigli, infliggendogli gravi danni; similmente alla mossa Giudizio di Arceus, il tipo di questo attacco dipende dalla ROM che il Pokémon possiede, di conseguenza è l'unica mossa che i Silvally potranno sfruttare con il potenziamento della STAB, aumentandone ulteriormente la potenza. E' anche interessante notare che con l'evoluzione possono apprendere la mossa Anticura molto prima rispetto ai Tipo Zero e che possono anche apprendere le mosse Rogodenti, Fulmindenti, Gelodenti, Morso, Sgranocchio e Monito. Nel complesso, questo è il potere con cui era stato inizialmente progettato il Sistema Primevo e sapendo che queste bestie hanno bisogno di amore e gentilezza per dare il massimo, come ogni altro Pokémon, si spera che eventuali futuri tentativi di crearne altri tengano conto di ciò sia per il bene della gente che di questi stessi Pokémon.
Feroci, liberi di usare le loro abilità e sicuramente capaci di sconfiggere qualsiasi nemico, i Silvally sono potenti bestie che possono mostrare cosa sia veramente in grado di fare la scienza se usata correttamente. E' improbabile che gli allenatori riescano a trovare ed impiegare questi esseri in battaglia, ma basta pensare alla loro potenza per capire quanto siano impressionanti, tanto da essere i Pokémon Veleno (assieme ai Nihilego), Coleottero (assieme ai Buzzwole e ai Pheromosa), SpettroFuoco (in questi ultimi due casi assieme ai Blacephlon), Erba (assieme ai Kartana), Elettro (assieme ai Xurkitree), Ghiaccio e Folletto (escludendo per tutti MegaEvoluzioni e leggendari) più potenti. Se mai vi capitasse di affrontare un allenatore che ne possiede uno, preparatevi a tutto: anche se statisticamente potrebbero non essere così incredibili in nessun campo, ciò non significa che non possano usare le ROM per sfruttare le debolezze dei vostri Pokémon prima ancora di capire che tipo hanno assunto!

Bruxish

Bruxish

Spoiler

Bruxish (noto come Pokémon Sfregadenti) è un Pokémon non molto comune di tipo Acqua/Psico che vive nelle coste d'acqua calda della regione di Alola. Anche se la loro colorazione può sembrare un po' troppo appariscente rispetto a quella di altri Pokémon Acqua, i Bruxish sono pesci interessanti in grado di causare dei mal di testa se provocati. Nonostante non rappresentino alcuna minaccia per l'uomo, non significa che non bisogna temerli; vi conviene uscire dall'acqua se doveste sentire un suono stridulo oppure potreste ritrovarvi faccia a faccia con questi terrificanti pesci, che a confronto incontrare uno Sharpedo non è poi tanto male!
I Bruxish sono unici tra i pesci in quanto possono usare naturalmente l'energia psichica sia come arma che come strumento di caccia, infatti possono rivelarsi dei pericolosi predatori per i pesci più piccoli di cui si nutrono. Gli organi extrasensoriali di queste creature sono contenuti all'interno di una protuberanza sulla testa, che non solo agisce come radar, ma anche come una specie di cannone, visto che possono usarlo per rilasciare raffiche controllate d'energia psichica. Di solito questi pesci si seppelliscono sui fondali marini sfruttando le loro zanne lasciando solo la protuberanza esposta, permettendo a questi pesci di rilasciare onde psichiche a bassa frequenza per fungere come dei veri e propri radar, queste onde infatti rimbalzeranno sugli ostacoli tornando indietro per avvertire i Bruxish se una preda è nelle vicinanze, quando essa è abbastanza vicina, questi pesci sbucheranno fuori dal terreno colpendo il bersaglio con raffiche d'energia psichica per causargli una dolorosa emicrania finché non sviene dal dolore, permettendo a questi pesci di divorarli rapidamente e continuare la loro giornata. La cosa interessante di questa strategia è che viene aiutata anche dalla loro colorazione sgargiante: mentre la preda è in preda al mal di testa, viene anche confusa da questi colori, impedendole di contrattaccare; la maggior parte di loro ha colori così sgargianti da quasi abbagliare i nemici, non consentendo loro di usare attacchi prioritari, e sono dunque classificati con l'abilità peculiare Corposgargiante, che conferisce loro un vantaggio in più.
Purtroppo per alcuni, i loro poteri psichici non sono l'unica cosa di cui bisogna preoccuparsi quando si affrontano questi pesci, infatti la minaccia principale è data dalle loro zanne. Quando questi esseri iniziano a rilasciare energia psichica in acqua, iniziano anche a sfregare le loro zanne producendo un suono terrificante che avvisa altri Pokémon della loro presenza portandoli a fuggire, pare che i Bruxish lo facciano per scoraggiare eventuali attacchi di predatori più grandi quando vanno a caccia, tuttavia questo rumore è così forte da poter essere sentito anche fuori dall'acqua, inoltre possono anche avere accesso ad attacchi legati ai morsi a cui altri Pokémon Acqua, specialmente i pesci, solitamente non hanno accesso. Le zanne dei Bruxish sono così efficienti sia quando cacciano che quando combattono, che la loro potenza è tale che perfino il guscio degli Shellder non è niente per loro, riuscendo a masticare e ridurre in poltiglia la preda, rendendola un intruglio polposo formato dai tessuti e dalle parti dure, così che possano ingoiarla. E' anche interessante notare che questi pesci possono combinare le loro abilità psichiche e le loro zanne per eseguire la loro mossa peculiare Psicozanna, che non solo è l'attacco relativo ai morsi più potente conosciuto, ma riesce anche a sfondare le barriere energetiche dei nemici, rendendoli delle minacce per gli scontri più tattici. Nonostante tutto, i Bruxish non sono assolutamente una minaccia per l'uomo e danno la caccia solo ad altri Pokémon che solitamente sono considerati fastidiosi per i subacquei, per questo sono molto apprezzati sia dai Nuotatori che dai bagnini, dal momento che si sbarazzano di eventuali Pokémon che possono rappresentare un pericolo per gli umani.
Mentre potrebbero non essere tra i Pokémon più convenzionali, i Bruxish restano belle creature in grado di liberarsi di Pokémon pericolosi sfruttando anche le loro abilità psicocinetiche. Sebbene sia necessario allenarli un po' prima che possano causare danni sostanziali in battaglia, se volete un Pokémon in grado di sfondare le barriere energetiche dell'avversario, questi pesci faranno al caso vostro, visto che possono letteralmente spaccarle. Ma se non volete che la vostra mente ed il vostro udito vengano infastiditi, usate delle cuffie in grado di non farvi sentire il loro suono mentre combattono, in caso contrario, il rumore delle loro zanne che si sfregano potrebbe farvi pensare più del loro stesso avversario!

Tapu Fini

Artwork788.png

Spoiler

Tapu Fini (noto come Pokémon Nume Locale) è un Pokémon Leggendario di tipo Acqua/Folletto che vive nel Tempio del Passaggio dell'isola di Poni della regione di Alola. Sebbene possa sembrare crudele e tentatrice per gli ostacoli che utilizza per testare la gente con i suoi poteri, Tapu Fini resta una potente entità in grado di decimare chiunque osi sfidarlo in lotta. Potrebbe risultare difficile incontrare questa creatura, il che è un bene, ma anche se viene adorato come una divinità, ciò non significa che questa creatura non userà i suoi poteri per farvi combattere anche contro coloro che amate contro la vostra volontà!

I Numi Locali della regione di Alola sono potenti Folletti che vivono sulle isole di Alola prima ancora dell'uomo e sono da sempre venerati e rispettati come potenti divinità, tuttavia la storia di questi Pokémon leggendari non è così piacevole come alcuni possono pensare. Nei tempi antichi hanno contribuito a proteggere gli abitanti della regione dalla minaccia delle Ultracreature, ma anche con tutto questo potere sono stati incapaci di adempiere al loro compito, fu allora che furono aiutati dalle leggendarie Ultracreature Solgaleo e Lunala, in modo che potessero respingere l'assalto degli esseri extradimensionali. Nonostante ciò, questi spiriti hanno sempre protetto l'isola dagli attacchi di invasori di terre lontane e hanno fatto il possibile per fare in modo che la natura e gli umani potessero vivere in armonia. Si pensa che il culto verso queste creature risalga a prima dell'arrivo delle Ultracreature e ciò è dovuto all'incredibile potere che possiedono, così gli umani hanno iniziato a venerarli per placarli e fare in modo che lasciassero la civiltà umana svilupparsi in pace senza interferenze da parte loro, eppure il loro carattere non è mai mutato con il passare dei secoli e di tanto in tanto questi esseri daranno fastidio agli altri per ricordare il loro predominio e che devono essere adorati. Questo loro comportamento non è per cattiveria, semplicemente sono indifferenti riguardo la sicurezza e il benessere di molti, ma anche così, vengono venerati perché sempre pronti a proteggere chi ne ha bisogno in tempi di crisi e sebbene siano fastidiosi quasi nessuno prova odio nei loro confronti, seppure le loro azioni negli ultimi secoli abbiano messo a dura prova la pazienza dell'uomo, ma Tapu Koko e gli altri permettono con riluttanza che gli umani interagiscano con il loro tempio. Anche se il potere di ciascuno di questi esseri differisce molto, ci sono due abilità che hanno in comune: per prima cosa, tutti hanno accesso alla mossa Ira della Natura, che consiste nello scatenare tutto il potere della natura contro il nemico con un potente attacco infuso di forza fatata che riduce al 50% le forze vitali dell'avversario; inoltre tutti dispongono della Mossa Z peculiare Collera del Guardiano, che agisce come una versione potenziata di Ira della Natura riducendo del 75% le forze vitali del nemico. Quindi anche se non sono tra gli esseri più amichevoli o che hanno più a cuore l'incolumità degli altri, questi spiriti guardiani restano potenti divinità che fanno del loro meglio per mantenere le isole di Alola al sicuro, indipendentemente da quanto possa essere alto il prezzo che gli abitanti debbano pagare.

Tapu Fini è il Nume Locale guardiano dell'isola di Poni e dimostra di avere una particolare affinità con l'acqua, traendo, a quanto pare, il suo potere dal movimento delle onde delle spiagge lungo l'isola di Poni, potendo poi impiegarlo per manipolare le acque e scacciare chiunque ritenga sia indegno della sua presenza e per giustiziare chiunque osi minacciare l'isola in cui risiede. A causa dei suoi poteri unici, questa creatura è l'unica ad avere l'abilità Nebbiogenesi, con cui riesce a creare automaticamente un Campo Nebbioso appena inizia a combattere e si distingue dai suoi fratelli specializzandosi nella difesa fisica e speciale. Tapu Fini è rinomato per la sua capacità di purificare le acque fra la popolazione dell'isola di Poni e può usare i suoi poteri peculiari per creare un'acqua magica limpida in grado di ripulire le impurità della mente, del corpo e dello spirito di chiunque vi si bagni; tuttavia Tapu Fini non permette a tutti d’immergervisi, ma solo a coloro che riescono a passare attraverso la nebbia che può generare a piacimento, il che è un problema visto che questa foschia ha il potere di confondere gli altri ed incitarli ad azioni dovute alla paura e al panico, portando le persone ad attaccarsi fra loro in un impeto di rabbia, spingendoli addirittura ad uccidersi fra loro sotto l'effetto di questa nebbia allucinogena. Dal momento che in passato molte persone malvagie hanno tentato d’impadronirsi di quest'acqua, Tapu Fini ha iniziato a sviluppare un disinteresse ed odio verso gli esseri umani, motivo per cui è il Nume Locale più solitario di tutta la regione di Alola. Quando però si ritrova in pericolo, non si fa problemi a proteggersi sfruttando la potenza del mare, sempre con un’espressione disinteressata, alcuni addirittura pensano che questa sia dovuta al fatto che fa fatica ad usare i suoi poteri, ma se ciò sia vero non è noto. Nonostante tutto, Tapu Fini è una divinità potente adorata per le sue abilità, e sebbene molti bramino la sua acqua, solo coloro che hanno una grande forza di volontà e determinazione riusciranno a superare le sue illusioni per poi purificarsi da tutti i mali.
Anche se viene visto come un essere astuto e disinteressato verso il benessere altrui, Tapu Fini rimane un potente essere la cui resistenza ed i poteri unici lo rendono un avversario temibile in battaglia. Potrebbe essere difficile per gli allenatori vederlo senza la fiducia di questo guardiano, ma anche in tal caso questo spirito può rivelarsi un avversario temibile ed è per questo che non dev'essere sottovalutato. Se mai voleste vedere questa creatura, cercate di farlo a mente lucida e rimanendo concentrati: indipendentemente da quello che fate, potrebbe non gradire i visitatori; se invece volete l'acqua mistica che può creare, sappiate che solo coloro con la mente più forte possono superare la loro nebbia spacca cervelli che questa entità genera su coloro che bramano la sua forza!

 

Modificato da Zarxiel

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme

Carino Poliwhirl! Io preferisco di gran lunga Politoed, Poliwrath l'ho sempre trovato piuttosto brutto, anche se è abbastanza simile a Poliwhirl.


 



Poliwhirl (noto come Pokémon Girino) è un Pokèmon relativamente comune di tipo Acqua che vive nei corpi d'acqua dolce e in alcune zone oceaniche delle regioni di Kanto, Johto, Sinnoh, Unima, Kalos e del Settipelago. Anche se pacifici e apparentemente ingenui, i Poliwhirl sono potenti (siccome dopo è ripetuto, qui si potrebbe mettere "forti" o comunque un sinonimo di "potente") creature in grado di arrecare molti danni grazie all'uso di potenti attacchi fisici. Anche se non sono abili nell'uso di attacchi speciali e non abbiano (hanno) un grande repertorio di mosse, conviene non sottovalutare questi girini, visto che un loro Corposcontro è molto doloroso!

I Poliwhirl sono molto diversi dalle altre rane, visto che sebbene non sono (siano) nello stadio adulto, la maggior parte degli esemplari tende a rimanere in questo stadio in natura, siccome necessitano di un elemento esterno per svilupparsi completamente. Come altre rane, possono vivere sia nell'acqua che sulla terra, ma a causa della loro pelle sottile, (questa la leverei) prediligono stare in acqua, tuttavia sono molto abili nella lotta grazie allo sviluppo delle braccia (che vengono usate per sferrare attacchi fisici), oltre al fatto che il loro corpo può sopportare più attacchi (per cambiare si potrebbe mettere "colpi") rispetto alla loro pre-evoluzione Poliwag, inoltre, nonostante l'aggiunta di peso, la loro velocità  resta invariata, oltre al fatto che (siccome è ripetuto, togliamo tutto e mettiamo "e in più le zamoe [...]") le zampe ora conferiscono un'agilità  sulla terra pari a quella che hanno in acqua. Per mantenere la pelle umida e proteggerla dai raggi UV, questi Pokémon producono una sostanza oleosa, che oltre a dare tali protezioni li rendono anche scivolosi, quindi afferrarli è davvero difficile per i predatori.

Proprio come i Poliwag, i Poliwhirl hanno una pelle nera che è più sottile sulla pancia, (qui metterei una virgola) rivelando la parte più esterna del loro intestino, (qui un punto e virgola) inoltre la loro pelle ottiene una colorazione blu a causa della sostanza oleosa che producono. Mentre il modello dello stomaco dei Poliwag varia a seconda della zona, visto che gli esemplari hanno lo stomaco nel senso antiorario nell'emisfero settentrionale e orario in quello meridionale, i Poliwhirl non hanno variazioni, ma l'uso rimane lo stesso di quello della pre-evoluzione, infatti esso serve per creare un senso di disagio nel nemico per poi produrre deboli onde elettromagnetiche che fanno addormentare anche un uomo adulto; i Poliwhirl sfruttano questa tecnica più frequentemente e in modo più efficace, visto che (mettiamo "dato che/dal momento che") possono manipolare il loro intestino per farlo ondeggiare leggermente aumentando il senso di disagio e potendo far addormentare i nemici con più facilità , dando loro maggiori possibilità  di sopravvivenza, (qui un punto e virgola o un punto) altra cosa che fanno è produrre un tipo di liquido sulla pancia che serve per (a) rendere il loro intestino il più visibile possibile, oltre a mantenere la loro pancia disgustosamente chiara e liscia.

Non sono certo tra le creature più pericolose che esistano, ma questi girini sono comunque avversari potenti e non vanno sottovalutati. Ricordatevi di usarli solo in ambienti con acqua nei dintorni, visto che nei deserti possono fare davvero poco, anche se difficilmente avranno problemi di salute. Il problema più grande nell'avere un Poliwhirl è decidere in cosa farlo evolvere: una rana rumorosa o un girino pompato?!


Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme