Vai al commento

Vi ricordiamo di usare lo spoiler per parlare di argomenti inerenti a Pokémon Let's Go, Pikachu! e Pokémon Let's Go, Eevee! nella discussione inerente.


Bambole di novembre

Contest di spriting

Zarxiel

Analisi sui Pokémon Coleottero

Recommended Posts

Inviato (modificato)

Coleottero

Pokémon GO - Käfer-Icon.png

Introduzione

Spoiler

Il tipo Coleottero è uno dei tipi meno apprezzati, non solo perché hanno pochissimi vantaggi difensivi, ma anche perché i Pokémon di questo tipo tendono ad essere fragili e gli attacchi solitamente sono deboli, ciò vale soprattutto per i Pokémon che sono realmente insetti. Nonostante questi svantaggi, i Coleotteri sono fondamentali per gli allenatori alle prime armi, in quanto risultano essere perfetti per allenarsi; normalmente questi Pokémon sono molto semplici e sono poche le specie che hanno una vera potenzialità  offensiva, ma chiunque voglia provare ad usare questi esseri, potrà  trasformare creature insignificanti in delle vere armi da battaglia. I problemi principali che si riscontrano con questi Pokémon sono i loro attacchi deboli e la loro scarsa resistenza, tuttavia esistono delle specie che hanno una forza offensiva e una resistenza invidiabile, quindi se sapete scegliere bene potrete trovare Pokémon molto validi, sebbene alcune persone trovino questi esseri ripugnanti.

Poteri e Attributi

Spoiler

I Coleotteri generalmente sono visti come un'arma a doppio taglio, in quanto hanno parecchi svantaggi e sono visti in cattiva luce, specie per il nome, ma oltre agli insetti ci sono molti altri Pokémon che appartengono a questo tipo. Come si può immaginare, molti di questi Pokémon vivono in grosse colonie e si basano sulla forza del numero, motivo per cui i giovani allenatori devono stare attenti a non scatenare l'intero sciame e molti di loro (o meglio, quelli classificati come Insetti Veri) hanno un esoscheletro, il quale rappresenta la loro unica protezione per gli organi interni, il che non è molto rassicurante per la sopravvivenza di tali esseri in natura; nonostante questo però, riescono ad avere la meglio sui predatori grazie alla superiorità  numerica, anche se tale strategia non può essere usata in battaglia. Generalmente questi Pokémon vivono pochi mesi, il che può risultare problematico e triste. Le varie specie di Coleottero hanno sviluppato una forma di difesa secondaria oltre al loro esoscheletro, come l'emanare odori di carni putride, il rilascio di spore velenose, un'agilità  straordinaria e molte altre caratteristiche. Sebbene ci siano vari Pokémon in grado di apprendere mosse Coleottero senza appartenere realmente al tipo, i Coleotteri sono considerati tra i migliori tipi tattici, visti i problemi secondari che possono causare al nemico e anche per il fatto che di solito raggiungono lo stadio adulto molto rapidamente, riuscendo addirittura ad evolversi due volte di seguito in tempi record. Altra cosa interessante è che i Coleotteri sfruttano ogni loro parte del corpo come fosse un'arma, rendendoli guerrieri intrepidi, specie contro gli allenatori a cui fanno ribrezzo questi Pokémon. E' importante ricordare che normalmente i Coleotteri hanno una scarsa intelligenza, il che può portarli a combattere fino alla morte se non addestrati adeguatamente.

Categorie di Classificazione

Spoiler

Ci sono in tutto ben 79 specie di Coleotteri conosciute, 23 di esse sono classificate come Coleotteri puri, mentre i restanti 56 (57 se contiamo anche Pinsir come MegaPinsir) sono di doppio tipo, 51 (52 con MegaPinsir) sono Coleotteri primari e 5 sono Coleotteri secondari.

 

Veri Insetti: Caterpie, Butterfree, Weedle, Beedrill (incluso MegaBeedrill), Venonat, Venomoth, Scyther, Pinsir (incluso MegaPinsir), Ledyba, Ledian, Yanma, Pineco, Forretress, Scizor (incluso MegaScizor), Heracross (incluso MegaHercross), Wurmple, Beautifly, Dustox, Surskit, Masquerain, Nincada, Ninjask, Volbeat, Illumise, Kricketot, Kricketune, Burmy, Wormadam, Mothim, Combee, Vespiquen, Yanmega, Sewaddle, Leavanny, Venipede, Scolipede, Karrablast, Escavalier, Durant, Larvesta, Volcarona, Scatterbug, Vivillon, Grubbin, Charjabug, Vikavolt, Cutiefly e Ribombee

Questa categoria raggruppa la maggior parte dei Coleotteri, in quanto sono quelli che più caratterizzano questo tipo, ovvero gli insetti. Come si può intuire, il corpo di questi Pokémon è diviso in tre parti (testa, torace e addome) e possiedono generalmente sei zampe, anche se ci sono delle eccezioni, come ad esempio i Surskit, ma sono comunque classificati qui perché sono dei gerridi. Molti di essi si differiscono moltissimo, per esempio: molti di loro tendono a vivere in grosse colonie, ma alcuni come gli Scyther, i Pinisir e gli Heracross tendono a vivere da soli in natura e raramente stanno insieme ai loro simili. Per difendersi molti di loro sono inclini ad usare polveri o scaglie velenose, altri invece adottano un approccio più difensivo (come la famiglia dei Pineco), altri ancora usano la forza bruta o le loro abilità  naturali (come i Volcarona). Sia come sia, quasi tutti vivono negli stessi habitat e risultano essere molto semplici da allenare.

 

Bozzoli: Metapod, Kakuna, Silcoon, Cascoon, Swadloon, Whirlipede e Spewpa

Questi Pokémon non sono insetti veri od organismi simili, ma sono solamente uno stadio intermedio tra la forma larvale e lo stadio adulto di alcune specie. Nonostante siano dei bozzoli, alcuni di loro possono realmente attaccare, ma visto che al loro interno sta avvenendo una metamorfosi rapida, attacchi bruschi o danni di una certa gravità  possono portare alla morte del Pokémon o danni molto gravi, per questo i Pokémon in questo stadio di solito sono molto vigili verso qualsiasi tipo di pericolo, tanto che generalmente gli occhi sono l'unica cosa scoperta e tendono a mutare alla fine, quando l'evoluzione è completa. Fortunatamente questo stadio è molto breve, tanto che può durare da un paio di mesi fino a solo due o addirittura un giorno, dal quale il Pokémon emerge nel suo stadio adulto, è dunque di estrema importanza limitare i danni a questi Pokémon prima dell'evoluzione. Le uniche eccezioni sarebbero Swadloon e Whirlipede, gli Swadloon infatti rimangono in questo stadio depressi e si evolvono solo una volta che questa depressione passa, mentre i Whirlipede assumono tale forma come fosse un nuovo modo di assalire la preda, motivo per cui impiegano molto più tempo ad evolversi.

 

Gasteropodi: Shelmet e Accelgor

I gasteropodi normalmente sono davvero difficili da classificare, in quanto sono associati sia all'acqua che alla terra, la famiglia degli Shelmet invece vive in zone paludose, ma non sono adatti alla vita acquatica, tant'è vero che non possono apprendere nessuna mossa Acqua, eccezion fatta per Acqualame, motivo per cui sono classificati come Coleotteri, questo è dovuto al fatto che apprendono svariate mosse Coleottero, nonostante si differiscano molto in battaglia dagli altri Pokémon di questo tipo.

 

Funghi Parassiti: Paras e Parasect

I Paras e i Parasect in realtà  sarebbero insetti, ma vengono classificati in una categoria a sé stante a causa dei funghi parassiti che hanno nel corpo, i quali manipolano gran parte della loro vita quotidiana. Mentre i Paras sono abbastanza indipendenti, i Parasect non dovrebbero nemmeno essere considerati degli organismi pensanti, in quanto i funghi hanno totalmente preso il sopravvento sul loro metabolismo, sistema nervoso e anche sulla loro crescita. Tutto ciò rende queste creature altamente sensibili al calore e difficili da allenare in molti casi, il fungo principale invece sembra avere un'intelligenza davvero sorprendente potendo manipolare il corpo dell'ospite per attaccare fisicamente, oppure rilasciare spore per indebolire l'avversario.

 

Mutazioni-Aracnidi: Spinarak, Ariados, Skorupi, Joltik, Galvantula, Dewpider e Araquanid

Tutte queste creature sarebbero ragni e scorpioni, ma attaccano in modo molto simile ai Pokémon classificati come Veri Insetti e sono classificati come Coleotteri semplicemente per la mancanza di un tipo migliore per loro. Oltre allo stile di combattimento, questi Pokémon condividono anche un esoscheletro simile e le stesse mosse dei Veri Insetti, l'unica vera differenza è l'uso di mosse basate sulla ragnatela, ovvero Ragnatela ed Elettrotela, gli Skorupi invece combattono sfruttando le chele e la coda.

 

Cambiapelle: Shedinja

I Shedinja non sono classificati né come Veri Insetti ne come Bozzoli, in quanto non sono altro che la pelle morta di un Nincada ormai posseduta da uno spirito errante. Ciò limita moltissimo i Shedinja, che con un unico attacco sono messi fuori combattimento, ma il fatto che sono degli Spettri che hanno l'abilità  Magidifesa a proteggerli, può rendere queste creature da sgorbi inutili a dei mostri imbattibili.

 

Muffe: Shuckle

Gli Shuckle sono assolutamente unici tra i Coleotteri, questo perché non sono insetti o un altro organismo simile, ma della semplice muffa. Come abbiano sviluppato un intelletto così complesso è tra le cose più bizzarre di questo mondo, mentre il loro corpo molle (che è inutile per qualsiasi cosa) è protetto da una sorta di guscio. Il motivo per cui sono classificati come Coleotteri è dato dal fatto che apprendono mosse Coleottero e per la mancanza di un tipo migliore per classificarli.

 

Crostacei: Dwebble, Crustle, Wimpod e Golisopod

Questi Pokémon hanno la stessa difficoltà  dei gasteropodi, in quanto la loro classificazione è fortemente influenzata dal loro habitat che è sia acqua che terra, ma in questo caso la famiglia dei Dwebble vive solamente a terra, anche se in zone vicino all'acqua; il fatto che non vivano sott'acqua sembra sia dovuto al loro guscio che può essere danneggiato perfino da attacchi Acqua, una caratteristica che non è mai stata riscontrata in nessun Pokémon Acqua, questa cosa è rafforzata dal fatto che non possono apprendere nessuna mossa Acqua naturalmente. D'altro canto invece abbiamo Wimpod e Golisopod, i quali sono classificati anche come Pokémon Acqua, in particolare Golisopod che può sfruttare un potentissimo attacco di questo tipo: Idrobreccia.

 

Organismi Cambriani: Anortih e Armaldo

Questi esseri si distinguono in quanto diversi da qualsiasi altro Coleottero o qualsiasi altra creatura nota. Questi Pokémon Fossili provenivano dal periodo Cambriano e sembrano condividere alcune caratteristiche con altre creature antiche, dal momento il loro stadio giovanile (Anorith) viveva solo in acqua per poi spostarsi sulla terraferma raggiunto lo stadio adulto (Armaldo), che tornava in acqua solo per cacciare; questi esseri, nonostante le dimensioni, erano cacciatori silenziosi. Nonostante apprendano moltissime mosse Coleottero e Acqua, a causa del fatto che sono Pokémon Fossili sono stati classificati forzatamente come Pokémon Roccia, mentre per via delle somiglianze fisiche con i Coleotteri, sono stati classificati come tali.

 

Cyborg: Genesect

Genesect, proprio come Anorith e Armaldo, è un Pokémon Fossile, ma la sua forma originaria è ormai nascosta da un'armatura blindata in titanio che funge sia come protezione che come fonte primaria d'energia. I numerosi microchip impiantati nel suo cervello e il cannone al plasma sperimentale montato sulla schiena rendono Genesect un essere pericoloso e brutale a causa dei suoi istinti predatori tipici di qualsiasi altro insetto e all'enorme potenza di fuoco che ha a disposizione, per questo è paragonabile ad una macchina da guerra moderna, ciò lo rende il Coleottero più potente conosciuto fino ad ora.

 

Ultracreature: Buzzwole e Pheromosa
Queste Ultracreature sono classificate di tipo Coleottero non solo per il loro aspetto insettoide, ma anche per i tipi di attacchi che sanno usare, infatti entrambi possono apprendere una serie di attacchi e tecniche di tipo Coleottero riuscendo ad impiegarle molto bene in battaglia. Inoltre il loro esoscheletro risponde ai danni nella stessa maniera di quello di altri Coleotteri; anche il loro comportamento e manierismi somigliano a quelli degli insetti. Sebbene possano essere considerati insetti di un’altra dimensione, entrambi possono essere classificati con questa tipologia.

 

Multigeni: Silvally (Tipo Coleottero)
Queste creature sono forme di vita sintetiche basate su una combinazione di componenti robotici e tessuto cellulare basato su ogni singolo tipo Pokémon. Essi sono stati creati per dare la caccia alle Ultracreature e dovevano essere dotati di un Sistema Primevo sperimentale che avrebbe permesso loro di sfruttare la potenza di qualsiasi tipo esistente, in modo da avere un vantaggio contro qualsiasi nemico che avrebbero potuto incontrare. Tuttavia tutte e tre le creature prototipo hanno respinto il Sistema Primevo una volta installato e si sono ribellate, di conseguenza fu prodotto qualcosa per limitare la loro potenza e sigillare parte del loro potere per renderli nuovamente docili e controllabili. Dopo ciò il loro nome originale fu cambiato da Omnitipo a Tipo Zero per riflettere questo loro fallimento; tuttavia in seguito si scoprì il modo per far emergere il loro vero potere, ovvero stringere un legame d'amicizia con loro. Solo dopo aver stabilito un rapporto di fiducia queste bestie sarebbero state in grado di rimuovere i loro inibitori di potenza e avere il pieno controllo sulle loro abilità, causandone l'evoluzione in Silvally e potendo anche sfruttare la potenza e la versatilità del Sistema Primevo.

 

Super-Entità : Arceus (Tipo Coleottero)

Arceus è il Pokémon che si pone al di sopra di qualsiasi altro Pokémon esistente, visto come il creatore dell'universo e un organismo simile ad una divinità, infatti gli avvistamenti di Arceus sono stati estremamente pochi durante tutta la storia dell'umanità, rendendo le informazioni riguardo i suoi poteri limitate. Sappiamo che nonostante sia normalmente di tipo Normale può apprendere quasi qualsiasi attacco e ha la capacità di mutare la propria biologia e quindi può ottenere le caratteristiche di qualsiasi tipo classificato fino ad ora, grazie a questa capacità assieme all'attacco Giudizio può essere riconosciuto tra gli esseri più potenti conosciuti.

Tipi avvantaggiati/svantaggiati (offensivo)

Spoiler

Vantaggi contro il tipo Erba: I Pokémon Erba sono ben noti per la loro debolezza alle temperature estreme, uccelli o creature simili e alle tossine, ma il loro rapporto con i Coleotteri è diverso. Spesso gli insetti manipolano e usano le piante per le proprie esigenze, tuttavia è molto raro che essi distruggano una pianta, ma al contrario, essi le aiutano con l'impollinazione, la riproduzione o altro. Curiosamente i Pokémon Erba sembrano provare una paura naturale per i Coleotteri, che li porta a non difendersi adeguatamente (il motivo di ciò tuttavia è ignoto).

 

Vantaggi contro il tipo Psico: Sono pochi gli allenatori che sono a conoscenza del fatto che i Pokémon Psico pensano in modo molto simile agli uomini, ciò significa che condividono anche le paure psicologiche, tra queste vi è la paura dei Coleotteri, non tanto per il loro aspetto, ma per il fatto che questi esseri poco intelligenti attaccano con ferocia in sciami inarrestabili, ciò li fa sentire inferiori fino ad abbassare le loro difese. Spesso questa paura è dovuta anche solo dai forti ronzii che loro producono.

 

Vantaggi contro il tipo Buio: Similmente ai Pokémon Psico, questi Pokémon di solito hanno una certa paura dei Coleotteri, ciò li rende più vulnerabili agli attacchi di questo tipo, ma questo tipo di paura è dovuto ad un istinto primordiale anziché essere una paura razionale. Non si sa il perché di questo terrore, ma si è ipotizzato che il cervello poco sviluppato dei Coleotteri li renda più adatti a combattere Pokémon che usano l'energia negativa, in quanto loro non capiscono il suo potenziale.

 

Svantaggio contro il tipo Lotta: A differenza dei Pokémon Psico e Buio, nonostante anche i Pokémon Lotta siano esseri generalmente molto intelligenti, non provano alcun timore verso i Coleotteri, ma al contrario, resistono ad essi coraggiosamente, difendendosi dai loro assalti.

 

Svantaggio contro il tipo Volante: La natura predatoria degli uccelli verso gli insetti è una cosa comune e normalissima, quindi i Pokémon uccello o qualsiasi altro Pokémon Volante, è resistente verso agli attacchi dei Coleotteri in quanto sono nati per poter avere la meglio su questi Pokémon.

 

Svantaggio contro il tipo Fuoco: I Coleotteri normalmente sono molto vulnerabili al calore, in quanto il loro esoscheletro tende ad essere vulnerabile alle alte temperature, quindi per cercare di non subire danni, essi attaccano i Pokémon Fuoco rapidamente, andando però a indebolire i loro colpi, questo perché cercano di rimanere illesi alla temperatura prodotta dagli avversari.

 

Svantaggio contro il tipo Spettro: I Coleotteri non sono abituati a combattere nemici semi-fisici, quindi i loro attacchi risulteranno più deboli perché gli Spettri manifestano solo il corpo nel nostro mondo, senza che i Coleotteri se ne accorgano a causa della loro scarsa intelligenza.

 

Svantaggio contro il tipo Acciaio: Sebbene le armature rocciose non abbiano le proprietà  elementali necessarie per riflettere i colpi dei Coleotteri, quelle di metallo invece le hanno, garantendo ai Pokémon con queste protezioni di ridurre qualsiasi danno inflitto dai Coleotteri.

 

Svantaggio contro il tipo Veleno: Nonostante gli insetti solitamente crescano e mutino abbastanza rapidamente da diventare immuni a molte tossine, sono titubanti ad attaccare creature che possono secernere grandi quantità  di veleno, forse per il timore di riscontrare nuove tossine a cui non sono immuni, ma non si sa per certo se il motivo della loro titubanza ad attaccare sia realmente questo.

 

Svantaggio contro il tipo Folletto: Il motivo di questa resistenza dei Folletti non è del tutto chiaro, ma sembra che la forza fatata da loro prodotta abbia un certo controllo sugli insetti e organismi simili che li respinge, ciò li porta ad avere un certo timore ad avvicinarsi a questi Pokémon in battaglia e attaccano rapidamente con poca forza.

Tipi avvantaggiati/svantaggiati (difensivo)

Spoiler

Resistente al tipo Erba: Lo svantaggio offensivo delle mosse Erba sui Coleotteri è lo stesso di quello difensivo, visto che non riescono a difendersi adeguatamente dai Coleotteri e nemmeno ad attaccarli in modo decente.

 

Resistente al tipo Lotta: Stranamente, sebbene gli attacchi Lotta riescano a penetrare armature rocciose o metalliche, non riescono a penetrare l'esoscheletro dei Coleotteri che risulta avere minime proprietà  elastiche con le quali distribuiscono la forza dell'impatto su tutto il corpo, anziché lasciare che si focalizzi in un punto unico, ciò non solo riduce i danni inflitti, ma permette anche al loro esoscheletro di resistere facilmente a questi colpi.

 

Resistente al tipo Terra: Il rapporto tra i Coleotteri e i Pokémon Terra non è del tutto chiaro, ma sembra che dopo secoli che hanno usato la terra come dimora e come fonte di nutrimento, si siano ormai abituati a grossi cataclismi dovuti alla terra o attacchi basati su di essa.

 

Debole al tipo Volante: Gli uccelli in natura si nutrono principalmente di insetti, inoltre, così come altre creature volanti, hanno sviluppato armi naturali come artigli e il becco, i quali sono perfetti per spaccare l'esoscheletro dei Coleotteri per estrarne la carne all'interno; per un istinto quasi naturale, loro tendono ad attaccare in modo più violento i Pokémon di questo tipo.

 

Debole al tipo Fuoco: Questo è il tipo più pericoloso per i Coleotteri, perché il loro esoscheletro non è progettato per resistere ad alte temperature e ciò non va solo ad indebolire loro, ma anche gli organi al loro interno, infatti non possono sopravvivere a temperature che vanno oltre i 75-80°C.

 

Debole al tipo Roccia: Similmente ai Pokémon Volanti, per i Coleotteri è necessario rimanere leggeri per poter volare e muoversi rapidamente, quindi non sono progettati per resistere a danni violenti tipici dei Pokémon Roccia. Anche un solo masso lanciato da un cucciolo di Pokémon Roccia può essere molto doloroso per un Coleottero adulto come Beedrill o Beautifly; questo risulta essere ancora più pericoloso per i Coleotteri che sono in parte anche Volanti, i quali, nel peggiore dei casi, possono addirittura morire in un modo molto doloroso.

Difficoltà ad usarli/Requisiti per allenamenti specializzati

Spoiler

I Coleotteri sono tra i tipi più facili da allenare in assoluto e risultano essere molto utili per gli allenatori alle prime armi, nonostante abbiano molte debolezze naturali. Molti di loro possono evolversi con una facilità  estrema, dando agli allenatore più giovani grandissime potenzialità , nonostante questi Pokémon generalmente siano inferiori ad altri tipi completamente evoluti. Alcuni di questi Pokémon impiegano molto tempo per evolversi o richiedono condizioni specifiche, in compenso però sono molto più forti degli altri e hanno un repertorio di mosse più variegato, altri invece hanno dei vantaggi davvero sorprendenti, come i Forretress che risultano essere molto resistenti o i Ninjask che sono tra i Pokémon più veloci esistenti, ma il problema principale di questo tipo è la loro scarsa intelligenza, quindi se non allenati adeguatamente possono diventare facilmente carne da macello. Alcuni Pokémon come i Pinsir, la famiglia di Scyther e quella di Larvesta, sono estremamente potenti nonostante abbiano mosse limitate, inoltre, moltissimi Coleotteri possono apprendere non solo mosse Coleottero, ma anche Veleno, Volante e Normale e sono in grado di apprendere moltissime MT ed MN, potendo quindi diventare combattenti molto versatili. Il vantaggio principale dei Coleotteri però è che oltre ad essere allenati con molta facilità  sono anche molto forti contro i Pokémon Psico e Buio. Inizialmente è possibile trovare dei problemi a gestirli, visto i forti ronzi e le tossine che sfruttano per difendersi, ma in pochi giorni vedrete che non farete più caso a ciò, indipendentemente dalla vostra esperienza da allenatore. Molti sostengono che i Coleotteri siano Pokémon totalmente inutili, ma ciò non è assolutamente vero, esistono molti Pokémon di questo tipo davvero potenti come Scizor, Volcarona o il leggendario Genesect, i quali possono lasciare il loro segno con estrema facilità  in battaglia, i primi due infatti sono molto comuni tra gli allenatori più esperti, anche perché hanno molte meno debolezze rispetto ad altri Coleotteri, diventando avversari durissimi da battere in qualsiasi scontro.

Caterpie

180px-Artwork010.png

Spoiler

Caterpie (noto come Pokémon Baco) è un Pokémon comune di tipo Coleottero che vive nelle foreste e nei campi erbosi delle regioni di KantoJohtoUnimaKalos, Alola  e nel Bosco Disegnato del Settipelago, anche se raramente è stato visto nella regione di Sinnoh. Spesso ignorati in favore di combattenti più forti, i Caterpie sono comunque Pokémon interessanti che possono dare agli allenatori più giovani un'ottima spinta, visto che si evolvono molto rapidamente. Anche se non si vuole catturare uno di questi insetti, è meglio non spaventarli, altrimenti verrete sopraffatti da un odore terribile per almeno un paio d'ore!

Come ogni altro bruco, anche i Caterpie trascorrono quasi tutto il loro ciclo vitale a cercare cibo e ad evitare i predatori. Essi sono delle vere macchine del consumo, visto che divorano foglie più grandi di loro in pochissimi secondi; spesso un Caterpie finisce per mangiare una quantità  di foglie che raggiunge il suo stesso peso in un solo giorno. Crescendo cambiano la pelle, il che è molto utile visto che le pelli scartate servono per distrarre i predatori e sono ricche di nutrimento, ma anche se non vengono mangiate risultano essere ottime per la concimazione del terreno e ciò va tutto a favore dei Caterpie. Purtroppo questi Pokémon non hanno molti modi per difendersi e sono quindi costretti ad arrampicarsi sugli alberi sfruttando le ventose sulle zampe per poter nascondersi. Una volta che un Caterpie ha raggiunto una certa età  o che ha immagazzinato abbastanza energia, inizierà  ad usare Millebave su se stesso per ricoprirsi in un involucro indurito, ciò lo porta ad evolversi in Metapod.

A differenza delle loro controparti Weedle, i Caterpie non rilasciano alcun veleno e l'unico attacco che possono contare per difendersi prima dell'evoluzione è Azione, ma l'attacco è una strategia poco usata da loro, essi infatti, se minacciati, tenteranno tattiche più difensive, come nascondersi tra le foglie del loro stesso colore, un meccanismo di difesa che funziona anche contro i predatori più intelligenti; se questo non bastasse tenteranno di intimidire il nemico con le macchie attorno agli occhi per sembrare minacciosi, ma questa è una strategia che funziona solo verso i predatori più piccoli e giovani. Nel caso in cui nessuna delle due strategie avesse successo, i Caterpie possono sfruttare un'arma segreta in grado di scacciare orde intere di predatori, ovvero un odore terribile: quando un nemico è troppo vicino a loro, i Caterpie rilasciano un odore nauseante dalle antenne rosse e nonostante le ridotte dimensioni di questi Pokémon, questo terribile odore persiste nelle narici di chi lo ha sentito per circa due ore; questa strategia, assieme alla loro possibilità  di usare Millebave, spiega alla perfezione come fanno ad essere in gran numero in natura, nonostante la mancanza di veleno.

Potrebbero non essere i Pokémon più desiderati, ma i Caterpie possono diventare combattenti potenti quando completamente evoluti e se allenati a dovere. Sebbene ora come ora non possano fare quasi nulla, con l'allenamento e stando attenti agli avversari contro cui li mandate, vedrete che questi piccoli insetti un giorno diventeranno dei bellissimi Butterfree. Cercate di mantenere il vostro Caterpie molto attivo prima che si evolva in Metapod, in caso contrario perderà  completamente la mobilità  e l'unica cosa che potrà  fare è usare Rafforzatore, il che significa che non potrà  mai vincere!

Metapod

200px-Artwork011.png

Spoiler

Metapod (noto come Pokémon Bozzolo) è un Pokémon relativamente non molto comune di tipo Coleottero che vive nelle foreste e nei campi erbosi delle regioni di Kanto, Johto, Unima, Kalos, Alola e nel Bosco Disegnato del Settipelago, anche se raramente è stato visto nella regione di Sinnoh. Generalmente stanno fermi e sono incapaci di attaccare l'avversario il più delle volte, i Metapod sono creature pazienti che rimangono ferme ad attendere la loro evoluzione, anche se ciò li potrebbe rendere facili prede. Sebbene non siano tra i Pokémon più resistenti, essi possono indurire il guscio fino a resistere a colpi critici e addirittura all'impatto di un piccolo meteorite!

Una volta che i Caterpie raggiungono una certa età  o diventano abbastanza forti essi subiscono una metamorfosi e usano Millebave per ricoprire il proprio corpo formando un guscio resistentissimo, ciò rappresenta la loro evoluzione in Metapod. Sebbene ormai non possano quasi più muoversi, i Metapod riescono ancora a vedere tramite una parte di membrana che agisce come fotorecettore (queste due zone sono spesso scambiate per un paio di occhi), oltre al fatto che percepiscono anche le vibrazioni sonore. Ovviamente il guscio non dispone di muscoli e i movimenti che riescono a fare sono solo grazie a come si muove il Pokémon all'interno, fatto sta che per difendersi possono contare quasi esclusivamente sulla resistenza sfruttando la mossa Rafforzatore. Con il tempo il guscio creato dai Caterpie diventa resistente quasi quanto una lastra di metallo, anche se mantiene proprietà  ancora abbastanza flessibili (va notato che durante le prime ore dopo l'evoluzione il guscio dei Metapod è molto morbido e vulnerabile). E' quasi impossibile che predatori sprovvisti di artigli o becchi riescano a penetrare un Metapod, anche perché loro reagiscono spruzzando della seta tramite dei fori microscopici presenti nella parte esterna del guscio, va inoltre notato che il Rafforzatore dei Metapod è diverso da quello degli altri Pokémon visto che agisce istantaneamente, ciò permette loro di sopravvivere anche alla morsa di un Pinsir, ciò scoraggia moltissimo gli uccelli che prediligono ignorare i Metapod per cercare una preda più abbordabile, tuttavia, Pokémon provvisti di grossi pungiglioni (come i Beedrill) riescono a penetrare il guscio dei Metapod vista la loro composizione fibrosa, se fortunati questo può causare un evoluzione precoce del Butterfree nel caso in cui lo sviluppo sia quasi completo, ma se così non fosse, tale assalto può significare la morte del Pokémon.

I Metapod dispongono di un notevole vantaggio rispetto alla loro controparte, Kakuna, mentre essi tendono ad ereditare la mossa Velenospina del loro stadio da Weedle, un Metapod se ben addestrato prima dell'evoluzione può muoversi e usare ancora l'attacco Azione, questo perché il Pokémon all'interno ha appreso a flettere i muscoli in modo tale da saltare, potendo muoversi in modo simile ai fagioli salterini. Gli esemplari che ancora riescono a muoversi tendono a spostarsi da ramo a ramo, in questo modo, ma tale movimento può essere molto pericoloso, visto che la caduta da un ramo può causare la morte del Pokémon se esso dovesse subire gravi danni. Questo movimento improvvisato può essere utile anche per sfuggire ai predatori nascondendosi tra le foglie, come facevano quando erano dei Caterpie, ma se scoperti, non potendo più rilasciare un odore pungente, possono solo attaccare con Azione se scoperti per poi darsi alla fuga.

Certamente non sono tra gli esseri più potenti o emozionanti, ma i Metapod sono comunque bozzoli incredibilmente resistenti in grado di resistere in modo sorprendente a varie sfide. Potrebbe essere noioso e stressante dover gestire un Pokémon simile, ma se desiderate un Butterfree, vedrete che tutto ciò ne varrà  sicuramente la pena, anche perché quando allenati impiegano pochissimo tempo per evolversi, ma se vi piace il vostro Metapod, allora approfittatene per giocare al celebre sport Football Metapod (la versione Unimiana)!

Butterfree

200px-Artwork012.png

Spoiler

Butterfree (noto come Pokémon Farfalla) è un Pokémon non molto comune di tipo Coleottero/Volante che vive nelle foreste e nei campi erbosi delle regioni di Kanto, Johto, Unima, Kalos, Alola e nel Bosco Disegnato del Settipelago, anche se raramente lo si è visto nella regione di Sinnoh. Molto apprezzati dai giovani allenatori e dai Pigliamosche, perché possono apprendere limitati attacchi Psico e per poter infliggere facilmente problemi di stato. I Butterfree sono considerati tra gli insetti più classici che meglio rappresentano i loro pregi e i loro difetti. Di certo non sono tra i combattenti più resistenti e non sono adatti ai combattimenti ravvicinati anche perché hanno una scarsa forza fisica, ma se non siete protetti contro le alterazioni di stato o agli attacchi basati sul vento, allora troverete queste belle farfalle degli avversari ostici quando sbattono le ali!

I Butterfree si distinguono dalle altre farfalle perché riescono a produrre miele in modo molto simile alle api per poi usarlo come fonte di cibo. Questi Pokémon possiedono nervi sensoriali molto sensibili nella loro testa, tanto che possono sentire un fiore che sboccia a chilometri di distanza; quando trovano i fiori adatti, i Butterfree raccolgono il polline nei peli delle loro grandi zampe per poi tornare al nido e mescolarlo con la loro saliva, producendo un miele semi-dolce a bassa viscosità , ma a causa di queste caratteristiche non è molto apprezzato a differenza di quello che viene creato dalle api (ovvero i Beedrill e i Combee), il che è una cosa positiva visto che così è molto raro che qualcuno voglia rubare il miele dei Butterfree, importante per nutrire i Caterpie appena nati che dopo tre giorni perderanno interesse nel miele per iniziare a nutrirsi di foglie. I Butterfree, a differenza della loro pre-evoluzione Caterpie, non mangiano quasi nulla, eccezion fatta per un pochino di miele prodotto da loro stessi, solo lo stretto necessario per sopravvivere. Durante l'inverno è difficile vedere questi Pokémon visto che, come per gli uccelli, tendono a migrare a sud.

In netto contrasto con le loro pre-evoluzioni, i Butterfree non devono preoccuparsi molto degli attacchi di predatori, dal momento che le loro ali possono rilasciare una polvere tossica per difendersi, oltre al fatto che possono usare alcune mosse Psico e tecniche in grado di infliggere alterazioni di stato, con cui si proteggono dai predatori e non solo, visto che tali abilità  li rendono combattenti degni di qualsiasi combattimento. Le ali dei Butterfree assomigliano molto a quelle dei Venomoth, infatti entrambi i Pokémon hanno delle scaglie velenose che ricoprono le proprie ali e che si staccano se sbattute con forza sufficiente; quando ingerite o inalate, queste entrano in circolazione nel corpo avversario causando effetti diversi che dipendono dalla mossa usata: Sonnifero, Velenpolvere e Paralizzante, tutte mosse che apprendono molto rapidamente dopo l'evoluzione, inoltre con il tempo possono anche imparare ad usare le ali per manipolare il vento come Ventargenteo oppure sviluppano altri tipi di polveri come la Polverabbia. Queste polveri tossiche non sono utili solo in battaglia, ma anche per proteggersi dai Pokémon Acqua, visto che danno alle loro ali proprietà  idrorepellenti, riuscendo a mantenere le ali asciutte in qualsiasi situazione, in quanto in realtà  l'acqua non fa nemmeno in tempo a toccare la vera superficie delle ali; ciò è essenziale per la sopravvivenza dei Butterfree, visto che possono volare e raccogliere il polline anche durante la pioggia dei periodi primaverili.

Nonostante non siano molto pericolosi in quanto non infliggono mai danni gravi, i Butterfree però risultano essere Pokémon molto versatili che possono tornare utili specialmente per gli allenatori più giovani per infliggere facilmente alterazioni di stato. Per molti sono solo delle grosse farfalle, ma per i Pigliamosche o altri specialisti Coleottero, i Butterfree sono insetti molto potenti, che possono dimostrare ciò che sono realmente in grado di fare i Coleotteri. Se doveste incontrare questi bellissime farfalle in natura, non minacciatele: potrebbero difendersi usando le loro polveri tossiche e mandarvi all'ospedale, sebbene non siano mortali, vi servirà  almeno una settimana di trattamento prima che gli effetti svaniscano del tutto!

Weedle

200px-Artwork013.png

Spoiler

Weedle (noto come Pokémon Millepiedi) è un Pokémon comune di tipo Coleottero/Veleno che vive in zone forestali delle regioni di KantoJohto, Unima, Kalos e nel Bosco Disegnato del Settipelago, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Hoenn, Sinnoh ed Alola. Per alcuni potrebbero essere solo cibo per uccelli, ma in realtà  i Weedle sono esseri pericolosi che possono mostrare agli allenatori più giovani gli sgradevoli effetti dell'avvelenamento sui Pokémon. Se siete dei Pigliamosche, la cattura di uno di questi Pokémon è d'obbligo, ma è logico che è meglio rimanere a debita distanza dai loro pungiglioni!

Come molti altri insetti, i Weedle passano una vita tranquilla nel loro habitat naturale, nutrendosi solo delle foglie che trovano sul loro cammino, ma mentre i Caterpie si nutrono di qualsiasi tipo di foglia, i Weedle sono schizzinosi e rifiutano di mangiare quelle di alcuni tipi di piante, questo perché è proprio la loro dieta a permettere la produzione del veleno. Fortunatamente iWeedle possiedono un grosso naso che, come si può intuire, ha un olfatto finissimo, il che è molto utile per trovare facilmente le foglie di cui si nutrono, anche se sono sommerse da cumuli di altre foglie. Un Weedle tende a consumare una quantità  di foglie al giorno pari al suo peso, così da ottenere energia per l'evoluzione, un Weedle non allenato infatti si evolve dopo un tempo massimale di 7 mesi (che ovviamente può essere ridotto astronomicamente con l'allenamento), tuttavia va notato che molti di loro non riescono a sopravvivere abbastanza a lungo, in quanto catturati e divorati spesso dai Pidgeotto o dai Fearow.

Fisicamente parlando, i Weedle sono più deboli dei Caterpie e non sono in grado di slanciare il loro corpo per usare l'attacco Azione, ma in compenso hanno qualcosa di meglio: un pungiglione velenoso su entrambe le estremità  del corpo; sebbene l'attacco Velenospina sia noto per essere tra le tecniche più deboli in assoluto, può risultare una minaccia perché ha la possibilità  di avvelenare il bersaglio, rendendoli pericolosi verso i Pokémon selvatici che non hanno possibilità  di curarsi da questi effetti, specie se attaccati dai Weedle che sono progettati per avvelenare con facilità . Questa specie ha dei colori molto evidenti per far capire ai predatori la loro natura velenosa e scoraggiarli, almeno inizialmente. Siccome i Weedle non dispongono di una grande velocità  di movimento, sono molto vulnerabili ad imboscate e attacchi dall'alto (sebbene il loro corpo è ricoperto di peli finissimi che aiutano a rilevare i movimenti circostanti), di conseguenza le loro tattiche difensive sono totalmente inutili contro predatori aerei che abbiano un minimo d'intelligenza. Va notato che i Weedle risultano essere ostici per i viaggiatori, visto che rimangono sotto le pile di foglie a mangiare e se calpestati accidentalmente non esitano ad iniettare del veleno al colpevole, è dunque altamente consigliato portarsi degli Antidoti quando ci si avventura nelle foreste (o almeno delle bacche che curano l'avvelenamento), ma se non le avete, non preoccupatevi, in genere c'è una farmacia o un Centro Pokémon vicino alle foreste.

Anche se per la maggior parte degli allenatori sono creature deboli e insignificanti, i Weedle sono visti di buon occhio dagli allenatori alle prime armi, specie quelli che vogliono specializzarsi nel tipo Coleottero o Veleno. Nonostante non abbiano la forza necessaria per essere delle minacce contro molti avversari, state certi che ogni vostro rivale farà di tutto pur di evitare i loro pungiglioni velenosi. Va ricordato di non usare mai un Weedle contro un Pokémon Acciaio: sebbene questi piccoli vermi possano risultare pericolosi in determinate circostanze, non c'è alcuna possibilità  che vincano contro un avversario simile!

Kakuna

200px-Artwork014.png

Spoiler

Kakuna (noto come Pokémon Bozzolo) è un Pokémon relativamente comune di tipo Coleottero/Veleno che vive nelle zone forestali delle regioni di Kanto, Johto, Unima, Kalos e nel Bosco Disegnato del Settipelago, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Hoenn, Sinnoh ed Alola. Quasi del tutto innocui, ma comunque temuti, i Kakuna sono creature che rimangono quasi completamente immobili ad attendere l'evoluzione, cosa che li rende bersagli facili durante le lotte. Ciò non significa che sono indifesi: avvicinandosi troppo ad uno di loro si può scoprire qual è la loro spaventosa arma difensiva!

Proprio come i Caterpie, i Weedle ricoprono il proprio corpo con la seta creando un guscio che rappresenta la loro evoluzione nello stadio pupale noto come Kakuna, da cui poi riemergeranno nella loro forma adulta. I Kakuna solitamente rimangono nascosti sotto le foglie o tra i rami per evitare i predatori, spesso sono in grossi gruppi in modo da scoraggiare i nemici in caso vengano scoperti, non tanto per i Kakuna in sé, ma perché se tutti loro dovessero evolversi in quel momento, lo sventurato si ritroverebbe assalito da uno sciame di Beedrill, per questo sono spesso ignorati dai predatori. All'interno di questi Pokémon, l'ex-Weedle sta maturando, cambiando completamente la sua struttura fisica, è interessante notare inoltre che appena evoluti il guscio dei Kakuna risulta essere molto morbido per poi indurirsi gradualmente con il tempo; quando sono vicini all'evoluzione, i Kakuna iniziano a produrre energia termica facendo tornare il loro guscio morbido, se infatti un Kakuna è caldo, significa che si evolverà  da un momento all'altro.

In questo stadio i Kakuna non si muovono quasi per niente e solitamente si difendono solo usando Rafforzatore per indurirsi, ma se un predatore è così stolto da avvicinarsi troppo, Kakuna può muoversi leggermente per pungerlo con la parte inferiore del corpo rilasciando del veleno, ma nonostante ciò la loro forza fisica è inferiore rispetto a quella dei Weedle, quindi rimane una forma di difesa alquanto scarsa sia in natura che in battaglia.

Di per sé i Kakuna non sono nulla di speciale, ma finché riescono a sopravvivere e a rimanere intatti, la loro vita cambierà  completamente una volta raggiunto lo stadio adulto. Perfino i Pigliamosche potrebbero trovare scomodo far combattere questi bozzoli, visto che l'unico modo che hanno per attaccare è usare Velenospina, ma non preoccupatevi, presto avrete un potente Beedrill con cui potrete avere la rivincita verso coloro che vi hanno sconfitto!

Beedrill

200px-Artwork015.png200px-Artwork015-Mega.png

Spoiler

Beedrill (noto come Pokémon Velenape) è un Pokémon non molto comune di tipo Coleottero/Veleno che vive nelle zone forestali delle regioni di Kanto, Johto, Unima, Kalos e nel Bosco Disegnato del Settipelago, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Hoenn, Sinnoh ed Alola. Sebbene spesso ignorati in favore di altri Coleotteri più forti, i Beedrill rimangono creature pericolose, specialmente per gli allenatori più giovani, a causa dei loro potenti veleni, i forti attacchi e l'elevata velocità . Se si è attaccati da un unico Beedrill, allora è facile gestirlo e trarsi in salvo, ma se si viene attaccati da un intero sciame, allora la cosa è diversa!

I Beedrill sono adatti allo scontro già  appena usciti dal bozzolo, in quanto apprendono immediatamente l'attacco Furia e con il tempo apprendono altri attacchi simili che si adattano al loro stile di combattimento. Non avendo un'elevata forza fisica, solitamente adottano strategie mordi e fuggi in modo anche da scoraggiare i predatori e chiunque invada il loro territorio, attaccando con i grossi pungiglioni che possiedono nelle zampe anteriori e nell'addome con una velocità  impressionante. Il modo in cui i Beedrill combattono è molto semplice: prima usano i pungiglioni nelle zampe per ferire il nemico con Doppio Ago (una mossa che possono apprendere naturalmente solo loro e gli Escavalier) e poi usano il pungiglione dell'addome per finirlo. Nonostante tutti e tre i pungiglioni secernono il veleno, è quello dell'addome a contenere le dosi più concentrate (e quindi più pericolose), venendo quindi usato solo quando necessario, questo vuol dire che mentre tutti i pungiglioni possono essere usati per infliggere Velenospina, solo quello dell'addome è abbastanza potente per eseguire Velenpuntura. Quando cacciano, solitamente usano solo il veleno dei pungiglioni degli arti, in quanto il veleno che possiedono è sufficiente per tramortire o uccidere la preda per consentirne il trasporto fino al nido, quindi solo i predatori e le persone devono preoccuparsi di essere colpiti dal pungiglione dell'addome, che sarebbe la vera forza di questi insetti.

A differenza dei Combee, i Beedrill non vivono in dei veri vivai, in quanto non esiste alcuna regina nelle loro colonie, ma questa specie vive civilmente con i loro simili aiutandosi a vicenda per sostenere tutti, come per esempio la ricerca di cibo, la protezione del territorio o per la riproduzione, le uniche volte in cui i Beedrill collaborano con un'altra specie è quando c'è un alveare di Vespiquen nelle vicinanze, in quanto con la collaborazione tra i Beedrill e i Combee spesso beneficiano entrambe le specie. Altra cosa che li distingue dai Combee è il fatto che non si nutrono del nettare dei fiori, ma di carne, anche se tendono comunque a raccogliere del nettare in modo da produrre del miele per i Weedle appena nati e quindi troppo deboli per essere autonomi. L'unica cosa che li accomuna con i Combee è che sono terribilmente territoriali: se qualcuno invade il loro territorio, considereranno l'atto come un pericolo per lo sciame, rendendoli molto pericolosi per i viaggiatori che non conoscono la zona; quando un Beedrill scova la presenza di un intruso rilascia un feromone che attira altri Beedrill a sé per attaccare l'invasore ed essi a loro volta rilasciano lo stesso feromone, formando un effetto a catena che attira l'intero sciame della foresta per attaccare in massa l'intruso. E' molto raro che i viaggiatori ne escano illesi, molti hanno riportato ferite gravi, altri invece hanno subito una dose così massiccia di veleno da morire il giorno dopo, è quindi altamente consigliato l'uso di Repellenti quando si attraversa una foresta, altrimenti correte il rischio di fuggire per la vostra vita.

Si è scoperto che Beedrill è una delle 46 specie di Pokémon note in grado di subire una MegaEvoluzione. Se si è in possesso di una Beedrillite esso si può MegaEvolvere, come mai ciò sia possibile è davvero un mistero, visto che per ora non è stata riscontrata nessuna specie con un ciclo vitale molto corto ad avere un'energia sufficiente per questa trasformazione, tuttavia, la MegaEvoluzione causa una mutazione massiccia nei Beedrill, rendendoli sprovvisti di arti con cui aggrapparsi, sostituendo quelli inferiori con ulteriori zampe provviste di pungiglione, oltre al fatto che i pungiglioni degli arti superiori si allungano e quello dell'addome diventa più forte. I MegaBeedrill risultano essere molto più aggressivi della loro controparte normale andando ad attaccare con assalti brutali, uno sciame di tali Pokémon infatti potrebbe avere la meglio perfino su uno specialista Acciaio. Siccome il pungiglione dell'addome è rinforzato, ora è impossibile rimuoverlo dal corpo, limitando molto i MegaBeedrill nell'uso degli attacchi a distanza, sebbene questo non sia un problema, visto che i Beedrill in natura non imparano nessun attacco speciale. Similmente ai Pokémon Veleno più pericolosi ed avanzati, i MegaBeedrill possiedono due tipi di veleno: il primo è prodotto dai pungiglioni delle zampe che sarebbe una tossina paralizzante ad azione rapida che ha effetto perfino su un uomo adulto, il pungiglione dell'addome invece produce una neurotossina che in certi casi può risultare addirittura mortale, ma è facilmente guaribile se la vittima viene soccorsa all'istante, anche se la cosa può risultare complessa qualora la vittima sia anche paralizzata. Fortunatamente questi Pokémon sono ancora facili da allenare ed è semplicissimo sopprimere la loro aggressività , specialmente quando si combatte contro altri allenatori. Statisticamente parlando, visto che non possono più lanciare il loro pungiglione per attaccare a distanza, i MegaBeedrill hanno una riduzione nell'attacco speciale, ma in compenso sono potenziati in fatto di mobilità  e combattimento, avendo una forza fisica catastroficamente superiore e una velocità  mostruosamente più elevata, ciò li rende automaticamente i Pokémon Veleno più veloci e con la maggiore forza fisica in assoluto. E' interessante notare poi che l'aumento di aggressività  rende qualsiasi attacco che usufruisce di una loro parte del corpo più potente del normale, per questo motivo sono classificati con l'abilità  Adattabilità  e riescono a contrastare qualsiasi avversario con attacchi Coleottero e/o Veleno senza che esso possa contrattaccare.

Pur non essendo tra i migliori Pokémon nei combattimenti professionali, i Beedrill rimangono combattenti potenti in grado di infliggere danni spaventosi, specialmente assieme allo sciame. Potendo contare sulle mosse Doppio Ago e Velenpuntura, sicuramente riusciranno a lasciare il segno contro qualsiasi nemico non corazzato, ma molti sostengono che i Beedrill possano diventare tra i migliori combattenti se addestrati nella maniera corretta. Se siete un Pigliamosche in cerca di una grande potenza offensiva, queste api velenose fanno al caso vostro, oltre al fatto che con uno di questi Pokémon potete vagare per le foreste sconosciute senza alcun timore!

Paras

200px-Artwork046.png

Spoiler

Paras (noto come Pokémon Fungo) è un Pokémon relativamente non molto comune di tipo Coleottero/Erba che vive nelle grotte e nelle foreste delle regioni di Kanto, Johto ed Alola, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Hoenn, Sinnoh ed Unima. Sebbene i Paras, come altri insetti, dovrebbero avere una vita semplice e tranquilla, i funghi sul loro dorso complicano le cose rendendo la loro vita più facile o difficile a seconda delle circostanze, cosa che a sua volta rende l'allenamento facile e difficile a seconda della situazione per gli allenatori. Gli allenatori più giovani devono stare molto attenti a questi strani insetti: anche se timidi e deboli a moltissimi tipi, sono pochi gli avversari totalmente immuni alla loro tecnica Spora!

Appena nato un Paras, i genitori lo cospargono di spore di un fungo parassita noto come tochukaso. Queste spore, proprio come l'ospite, crescono e maturano fino a formare i funghi distintivi dei Paras, i quali traggono nutrimento dall'esoscheletro e dagli organi interni del proprio ospite, oltre al fatto che sembrano avere un certo controllo sul suo sistema nervoso, infatti sono proprio i funghi a guidare i Paras alla ricerca di cibo e di una tana fresca ed umida, ciò li porta anche ad essere molto diffidenti da qualsiasi creatura che non appartenga alla loro specie. Solitamente per nutrirsi i Paras succhiano nutrimento dalla corteccia o dalle radici degli alberi, i quali contengono abbastanza sostanze nutritive da sostenere sia il Paras che i funghi.

L'unico vero vantaggio che i Paras hanno ottenuto grazie ai funghi, è l'uso di mosse Erba o tipiche di Pokémon di questo tipo come Paralizzante, Velenpolvere, Spora, Gigassorbimento e Aromaterapia, tuttavia loro tendono ad apprendere soprattutto attacchi fisici in quanto sono più adatti al combattimento ravvicinato, sembra infatti che un Paras potrebbe sopravvivere a lungo anche senza l'uso delle mosse Paralizzante e Spora e che quindi potrebbero prosperare anche senza i funghi. Ciò ha portato molti scienziati a credere che in passato i Paras non avessero i funghi e che solo durante un'esposizione casuale di uno di loro ha portato poi al fatto che le generazioni future fossero infette; l'epidemia fu molto rapida visto che il corpo di un Paras non è progettato per combattere organismi parassitari, ciò spiegherebbe anche perché nessuno ha mai visto un Parasect senza il suo fungo caratteristico, in quanto l'evoluzione non è lo sviluppo di un Paras, bensì dei funghi parassiti con cui è stato infettato. Sembra che un Parasect riesca a sopravvivere nonostante la grave infezione a causa di alcune proprietà  curative dei funghi tochukaso, una caratteristica dei funghi che ha portato collezionisti ed erboristi a cacciare i Paras, ma nel caso degli erboristi, avendo a cuore l'incolumità  dei Pokémon, si limitano a prendere solo uno dei due funghi, così che l'altro, rilasciando altre spore, può permettere la crescita di un suo sostituto, se invece vengono presi entrambi non è possibile farne ricrescere di nuovi a meno che il Paras non sia molto giovane, permettendo lo sviluppo dei nuovi funghi.

Sebbene non siano i combattenti più forti in circolazione, i Paras rimangono esseri molto interessanti che possono insegnare agli allenatori a stare in guardia sia verso gli assalti fisici che le alterazioni di stato. La loro natura timida potrebbe rendere difficoltosa la ricerca di un esemplare di questa specie, ma se siete specialisti Erba o Coleottero, di certo non vedrete l'ora di mettere le mani su una così affascinante creatura. E' consigliabile non affezionarsi troppo al proprio Paras, perché una volta evoluto non proverà  più alcuna emozione o personalità !

Parasect

200px-Artwork047.png

Spoiler

Parasect (noto come Pokémon Fungo) è un Pokémon non molto comune di tipo Coleottero/Erba che vive nelle grotte e nelle foreste delle regioni di Kanto, Johto ed Alola, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Hoenn, Sinnoh ed Unima. Anche se non sembrano molto pericolosi, i Parasect sono creature in grado di devastare l'avversario con facilità  sfruttando le spore velenose del loro fungo. Oltre ad avere varie debolezze di tipo, i Parasect non possono pensare per conto proprio, infatti è il fungo ad escogitare le strategie per sopravvivere e non l'ospite, questo significa che è meglio stare bene attenti durante le battaglie!

Quando un Paras matura raggiungendo lo stadio adulto, i funghi tochukaso che hanno sul dorso mutano e iniziano a soggiogare completamente il loro sistema nervoso, in questo processo i due funghi si uniscono in un unico grosso fungo, ciò influisce sullo sviluppo dei Paras che anziché raggiungere lo stadio adulto, mutano in modo grottesco diventando delle larve di cicale deformi, mentre il fungo raggiunge dimensioni ridicolmente troppo elevate, diventando più grosso dell'ospite stesso. Visto che ormai il sistema nervoso del Pokémon è totalmente sotto il controllo del fungo, i Parasect non sono altro che una sorta di zombi (stato descritto alla perfezione dai loro occhi totalmente vuoti), ciò rappresenterebbe l'evoluzione in Parasect, nella quale il Pokémon non può più liberarsi del fungo senza morire nel processo.

Siccome i Parasect sono controllati dal fungo e non possono più prendere decisioni, essi vivono in zone scure ed umide per il benessere del fungo, ma continuano a nutrirsi succhiando i liquidi dai tronchi o dalle radici degli alberi, tuttavia essendo molto più grossi, ora necessitano di più nutrimento, potendo anche causare danni abbastanza gravi negli alberi; va considerato anche che i Parasect agiscono come una sorta di mente alveare, infatti quando devono mangiare si radunano tutti nello stesso albero e ciò potrebbe ucciderlo, se ciò accade loro semplicemente si spostano nell'albero più vicino, ciò dimostra che i Parasect non possono nemmeno compiere indipendentemente le azioni più semplici per la loro sopravvivenza. Quando depongono delle uova, i Parasect sono terribilmente vigili su di esse, in modo che appena schiuse rilascino delle spore sui nascituri per permettere che questi funghi continuino ad esistere nei loro discendenti. Le spore di un Parasect sono molto diverse da quelle di un Paras, in battaglia infatti risultano essere molto più pericolose e nocive; delle ricerche hanno mostrato che più è grosso il fungo e più veleno contengono le loro spore, ma nonostante ciò continuano a mantenere le proprietà  medicinali tipiche del tochukaso, motivo per cui le loro spore sono un ingrediente molto importante per i medicinali prodotti in Asia, specialmente in "Cina". L'unico momento in cui i Parasect hanno la possibilità  di agire indipendentemente è in battaglia, dove possono anche usufruire delle nuove spore velenose del fungo per eseguire attacchi preclusi ai Paras, come Velenocroce.

Sebbene non abbiano molta intelligenza o personalità , i Parasect rimangono esseri pericolosi in grado di causare gravi danni a qualsiasi forma di vita sfruttando le spore velenose del loro fungo parassita. Nonostante abbiano un grandissimo svantaggio di tipo, i Parasect sono comunque ottimi combattenti in grado di sopraffare avversari vari, anche se in realtà  se riescono a vincere è solo grazie al fungo. Molti specialisti Erba e Coleottero bramano di allenare una creatura simile, ma bisogna sempre mantenerli in ambienti umidi, perché se non soddisfatti potrebbero rispondere lanciandovi delle spore!

Venonat

200px-Artwork048.png

Spoiler

Venonat (noto come Pokémon Insetto) è un Pokémon relativamente comune di tipo Coleottero/Veleno che vive nei campi erbosi e nelle foreste delle regioni di Kanto, Johto, Unima e nel Settipelago, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Hoenn e Sinnoh. Sebbene siano insetti apparentemente inutili in battaglia, in realtà  i Venonat sono creature ingannevoli, in grado di mettere in difficoltà  gli allenatori più giovani sfruttando alcune mosse Psico e della polvere tossica. Nonostante non possano sfruttare le capacità  tipiche dei Pokémon del loro tipo fino ad una certa età  o dopo un buon allenamento, questi Pokémon possono comunque risultare molto utili quando si è sperduti nella nebbia o in un luogo buio; fatevi guidare dal vostro Venonat e vi riporterà  a casa sani e salvi!

I Venonat sono insetti molto semplici che durante il giorno si nascondono in luoghi bui per uscire solo di notte per nutrirsi di alcuni insetti più piccoli. Nonostante le loro piccole zampe rendano il movimento difficoltoso, i Venonat sono molto intuitivi e riescono a rintracciare la preda grazie ai grossi occhi che, come per altri insetti, sono composti che consentono di percepire anche gli spostamenti più insignificanti, purtroppo però non riescono a percepire la profondità ; fortunatamente i loro occhi sono rivestiti da una membrana rifrangente che consente la percezione della profondità  senza compromettere la capacità  di individuare i minimi spostamenti, per questo spesso hanno una precisione superiore alla norma. Altra capacità  interessante è che possono vedere sia tramite la luce che tramite le vibrazioni, così facendo il cervello riesce a individuare qualsiasi oggetto e creatura solo grazie a semplicissime vibrazioni, ciò rende i Venonat dei veri e propri radar, permettendo loro di orientarsi tranquillamente anche in mezzo alla nebbia o in luoghi terribilmente bui. Nonostante tutto, i Venonat hanno un istinto primordiale che li attrae alle fonti di luce, sembra che ciò sia dovuto al fatto che la luce sovraccarichi il loro nervo ottico spingendo il cervello ad attirarlo a questa luce, questo è molto utile per chi vuole catturare o scacciare i Venonat, ma in gran numero questa strategia potrebbe ritorcervisi contro. Capacità  molto interessante dei Venonat è quella di concentrare la luce negli occhi per poi rifletterla usando una versione personalizzata dell'attacco Psicoraggio (con l'avanzare dell'età  possono anche sviluppare Psichico), un'abilità  molto rara tra i Pokémon del loro tipo.

I Venonat hanno una difesa molto scarsa visto che non possiedono armature naturali, ma hanno un altro tipo di difesa che rende pericoloso avvicinarsi a loro senza una protezione al veleno. I peli che ricoprono il corpo dei Venonat sono stati progettati per essere un'arma difensiva, anche se normalmente sono morbidi e vellutati, se spaventati possono irrigidirsi riuscendo addirittura a perforare la pelle; altra forma di difesa che hanno sviluppato è la secrezione di un liquido velenoso attraverso i pori del loro corpo che si secca rapidamente, in modo che scuotendo il corpo possano usare le mosse Velenpolvere, Sonnifero e Paralizzante, rendendoli tra i pochi insetti sprovvisti di ali in grado di usare le polveri, ciò li rende davvero ostici se non combattuti a distanza di sicurezza, cosa che sarà  ancora più pericolosa una volta che si evolvono e apprendono a volare, ma fino ad allora, finché state lontani da questi insetti, difficilmente riescono a colpirvi con le loro polveri.

Anche se non hanno una grande forza offensiva, i Venonat sono esseri intraprendenti che pur non potendo infliggere gravi danni, sono in grado di apprendere molte mosse fastidiose che faranno accapponare la pelle agli allenatori più giovani. E' necessario attendere un pochino prima che raggiungano lo stadio adulto, ma ogni specialista Coleottero e Veleno vorrebbe sfruttare le loro abilità  una volta maturati. E' importante ricordare che nonostante il loro aspetto morbido e coccoloso, è meglio non abbracciare questi insetti tossici, se si vogliono evitare alcuni effetti sgradevoli!

Venomoth

200px-Artwork049.png

Spoiler

Venomoth (noto come Pokémon Velentarma) è un Pokémon relativamente raro di tipo Coleottero/Veleno che vive nei campi erbosi, nelle foreste e nelle grotte delle regioni di Kanto, Johto, Unima e nel Settipelago, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Hoenn e Sinnoh. Anche se potrebbero non sembrare pericolosi in battaglia, i Venomoth sono dei veri mostri tossici che rilasciano polveri altamente velenose contro chiunque si azzardi ad affrontarli.Seppure avete Pokémon con delle immunità , non cantate vittoria, questi insetti troveranno un modo per mettervi in difficoltà , sia per avvelenamento, per paralisi o altro!

Proprio come i Venonat, i Venomoth trascorrono la loro vita in modo semplice, nascondendosi durante il giorno per uscire solo di notte per nutrirsi di insetti più piccoli. Come per altri insetti, i loro occhi sono composti, il che consente loro di percepire anche gli spostamenti più insignificanti, purtroppo però non riescono a percepire la profondità ; fortunatamente i loro occhi sono rivestiti da una membrana rifrangente che consente la percezione della profondità  senza compromettere la capacità  di individuare i minimi spostamenti, per questo spesso hanno una precisione superiore alla norma. Altra capacità  interessante è che possono vedere sia tramite la luce che tramite le vibrazioni, così facendo il cervello riesce a individuare qualsiasi oggetto e creatura solo grazie a semplicissime vibrazioni, ciò rende i Venomoth dei veri e propri radar, permettendo loro di orientarsi tranquillamente anche in mezzo alla nebbia o in luoghi terribilmente bui. Nonostante tutto, i Venomoth hanno un istinto primordiale che li attrae alle fonti di luce, sembra che ciò sia dovuto al fatto che la luce sovraccarichi il loro nervo ottico spingendo il cervello ad attirarlo a questa luce, questo è molto utile per chi vuole catturare o scacciare i Venomoth, ma in gran numero questa strategia potrebbe ritorcervisi contro. Capacità  molto interessante dei Venomoth è quella di concentrare la luce negli occhi per poi rifletterla usando una versione personalizzata degli attacchi Confusione, Psicoraggio e Psichico, un'abilità  molto rara tra i Pokémon del loro tipo.

I Venomoth sono molto famosi per essere tra i Coleotteri più dipendenti al loro veleno, esso infatti viene usato spesso in battaglia per causare alterazioni di stato al nemico, per questo sono considerati tra i Pokémon più ostici, potendo paralizzare o avvelenare con estrema facilità  qualsiasi avversario. Le sottili, ma robuste ali dei Venomoth, sono ricoperte da uno strato di scaglie velenose che si polverizzano e si staccano (similmente alla forfora) quando vengono sbattute con una certa forza, in modo da poter causare avvelenamento o altre alterazioni di stato, queste scaglie poi ricrescono con estrema rapidità , ma non creano problemi nell'uso di attacchi basati sul vento (ovvero Raffica e Ventargenteo); quando rilasciano le loro polveri, l'aria circostante si colora di viola, è interessante notare però che i Venomoth sono molto intelligenti e possono usare due tipi di veleni diversi, entrambi i tipi si dissolvono al contatto con la pelle per poi entrare nella circolazione sanguigna della preda: il primo tipo di veleno si può distinguere dal suo colorito più chiaro che è una sostanza paralizzante, il secondo invece, che è di colore molto più scuro, è una sostanza velenosa, queste due polveri possono essere mischiate per indurre la vittima a dormire. Questo significa che un Venomoth in base al nemico può paralizzarlo, avvelenarlo o addormentarlo, rendendo totalmente inutile l'immunità  ad uno o due di questi stati, in quanto possono sempre usarne uno a cui non si è immuni, per questo sono avversari terribili negli scontri ravvicinati ed è consigliato affrontarli a distanza di sicurezza, come se non bastasse con l'evoluzione possono apprendere nuove mosse molto forti (come Ronzio ed Eledanza).

Nonostante non abbiano una grande forza fisica e possono essere facilmente gestiti dagli allenatori più esperti, i Venomoth rimangono dei mostri nei combattimenti tattici in grado di sfruttare le alterazioni di stato per mettere in ginocchio qualsiasi avversario per poi finirlo. Oltre a poter apprendere vari attacchi speciali potenti e con la possibilità  di usare polveri tossiche in grado di causare problemi perfino ai Pokémon Veleno, non ci vuole un genio per capire che queste falene sono delle vere armi da guerra nelle mani della persona giusta. E' consigliabile evitare assolutamente questi Pokémon nel caso si soffra di allergia da polline, finché rimanete a debita distanza non dovrebbero dare problemi, ma avvicinarsi troppo potrebbe scatenare la vostra allergia!

Scyther

200px-Artwork123.png

Spoiler

Scyther (noto come Pokémon Mantide) è un Pokémon raro di tipo Coleottero/Volante che vive nei campi erbosi e nelle pianure delle regioni di Kanto, Johto, Sinnoh, Kalos ed Alola. Terribilmente veloci e pericolosamente armati, gli Scyther sono creature feroci in grado di tagliare la preda come fosse burro. Sebbene non siano molto resistenti, questo non è un problema, visto che sono così veloci da risultare difficili da vedere ad occhio nudo!

Gli Scyther sono molto famosi per la loro velocità  incredibile e l'agilità  impareggiabile, capacità  che sembrerebbero irraggiungibili per creature delle loro dimensioni, essi infatti possono muoversi così rapidamente da sembrare una macchia sfocata mentre corrono e sono necessari apparecchi appositi per individuarli in modo ottimale. Questa loro agilità  innata è dovuta ai loro muscoli estremamente elastici e connessi tra di loro rendendoli una sottospecie di molla gigante; quando un muscolo viene usato, quelli vicini vengono messi in tensione in modo da poter sfruttare il massimo potenziale una volta usati, ciò permette agli Scyther di muoversi in modo estremamente rapido per lunghi periodi di tempo senza doversi riposare, non per nulla infatti sono spesso relazionati ai ninja, risultando talvolta anche più efficaci delle tecniche fumogene tipiche dei Pokémon Veleno. Questa loro incredibile agilità  viene sfruttata sia in natura che in battaglia, in natura però è più importante, visto che possono non solo attaccare il nemico senza che lui capisca chi sia stato, ma sfruttando il loro colorito verde possono anche mimetizzarsi nell'erba, quindi riuscirebbero anche a sconfiggere degli avversari senza che loro capiscano chi sia stato.

Oltre alla loro velocità , un'altra caratteristica che ha reso gli Scyther molto famosi sono le loro falci affilatissime posizionate sugli avambracci. Anziché avere degli artigli (che sono meno efficaci e facilmente danneggiabili), gli Scyther hanno sviluppato delle lame collegate direttamente all'osso; la loro composizione sembrerebbe un mix di metalli e di tessuto osseo, per questo sono molto resistenti e taglienti allo stesso tempo. Una peculiarità  di queste lame è che si affilano da sole tagliando gli oggetti, quindi è assolutamente impossibile vedere uno Scyther con le lame smussate. Cosa davvero interessante è che questi Pokémon non possiedono un'elevata forza fisica, ma la potenza dei loro attacchi è amplificata dalla loro elevata velocità , riuscendo a fare a fette la preda con facilità, tuttavia risulta comunque poco efficace contro nemici corazzati. Se uno Scyther nota che non possono sconfiggere l'avversario, semplicemente fugge volando via (questa è l'unica occasione in cui usano le ali). Grazie alla capacità  di tagliare con facilità gli oggetti, gli Scyther sono gli unici Pokémon in grado di apprendere Vuotonda naturalmente (assieme agli Hitmonchan e ai Kartana), tuttavia tale attacco non risulta essere molto utile a causa della loro scarsa potenza negli attacchi speciali

Nonostante la loro bassa potenza fisica, gli Scyther sono esseri devastanti in grado di fare a fette i nemici prima ancora che l'occhio umano possa percepirlo. Riuscire a trovare uno di questi potenti insetti può essere difficile, ma se desiderate un Pokémon rapido nella vostra squadra, sono pochi i Pokémon in grado di svolgere questo ruolo anche da cuccioli come questi insetti. E' consigliabile iniziare a studiare il modo in cui il proprio Scyther si muove, altrimenti va a finire che non saprete neanche dove si trovi durante una battaglia!

Pinsir

200px-Artwork127.png230px-Artwork127-Mega.png

Spoiler

Pinsir (noto come Pokémon Cervolante) è un Pokémon raro di tipo Coleottero che vive in zone forestali delle regioni di Kanto, Johto, Sinnoh, Unima, Kalos ed Alola. Nonostante non siano in grado di apprendere molte mosse Coleottero, seppure siano Coleotteri puri, i Pinsir sono creature potenti in grado di sollevare e lanciare i nemici non corazzati con estrema facilità  e senza subire alcun danno. In un primo momento potrebbero non sembrare pericolosi come altri insetti tipo Scyther, ma non lasciatevi trarre in inganno: sono pochi gli insetti che hanno capacità  combattive come questi mostri!

Proprio come molti altri insetti, i Pinsir sono carnivori e passano la maggior parte del tempo a cacciare e a mangiare piccoli Pokémon per potersi sostentare, ma sono anche molto ghiotti della linfa a causa del suo sapore dolce, motivo per cui spesso si ritrovano a combattere contro gli Heracross (altri Pokémon, come i Butterfree, non possono competere contro i Pinsir). Normalmente gli insetti hanno capacità  di volare, alcuni anche limitate, i Pinsir sono tra i pochi che non hanno assolutamente questa capacità  e si limitano a spostarsi solo tramite le grosse zampe, potendo camminare eretti o a quattro zampe, ma in entrambi i modi sono ugualmente pericolosi a causa delle possenti tenaglie. Cosa molto sorprendente è che i Pinsir sono molto veloci, nonostante il loro aspetto tozzo, questo è dovuto al loro esoscheletro molto elastico, che tuttavia si irrigidisce con le temperature fredde, rendendoli lenti, per questo durante le stagioni invernali i Pinsir scavano tane alle pendici degli alberi con le tenaglie per rimanere al caldo, di notte invece semplicemente si arrampicano sugli alberi per isolarsi dal freddo. Un allenatore che cerca un Pinsir deve controllare bene le loro tane, nel caso ci sia un esemplare che dorme ancora, in modo da poterlo catturare di sorpresa con molta facilità.

Sono poco adatti agli attacchi a distanza, ma ciò è compensato dalla loro enorme forza fisica e dalle immense tenaglie che hanno sulla testa: normalmente gli insetti sviluppano le mandibole in modo da sfruttarle come tenaglie, i Pinsir invece, per mantenere il loro corpo flessibile e per muoversi più facilmente, hanno sviluppato le tenaglie sulla testa ed entrambe dispongono di aculei affilati con cui eseguono l'attacco Presa; a causa delle spine, è impossibile per la preda scappare senza causare lesioni gravissime, ma in caso contrario, la vittima finisce per essere tagliata a metà ; queste pinze risultano essere molto articolate, quindi possono adattarsi in base al nemico, potendo spezzare ossa, frantumare armature o distruggere completamente l'esoscheletro di altri insetti, per questo sono così pericolosi nei combattimenti ravvicinati, essi hanno infatti un carattere molto spietato, anche nelle lotte amichevoli, il che costringe gli allenatori ad allenarli duramente per tenerli sotto controllo. Le tenaglie di un Pinsir sono così forti da poter essere usate per eseguire moltissimi attacchi Lotta, come Movimento Sismico e Sottomissione, ciò tuttavia limita anche i loro attacchi Coleottero, per questo possono apprendere solo Forbice X in natura, rendendoli poco efficaci contro avversari Psico, ma in compenso ottimi contro i Pokémon Roccia, che rappresentano una loro grande debolezza. Fatto sta che i Pinsir sono creature mortali e forse tra gli insetti più pericolosi conosciuti.

Si è scoperto che Pinsir è una delle 46 specie di Pokémon note in grado di subire una MegaEvoluzione. Se si è in possesso di una Pinsirite esso si può MegaEvolvere; molti Pokémon mantengono il proprio tipo, i Pinsir invece subiscono un cambiamento radicale, tanto da modificare anche le loro capacità  combattive, tutto ciò perché sviluppano le ali, sembra infatti che i Pinsir abbiano perso la capacità  di volare con il passare dei secoli, visto che si sono adattati troppo a muoversi via terra. Pare che le radiazioni dovute alla Pinsirite riescano a riattivare una parte del loro codice genetico atrofizzato, per questo diventano più simili ai loro antenati. Altro cambiamento che ottengono è il rinforzamento dei loro arti e l'allungamento delle spine delle tenaglie, permettendo loro di spezzare ossa, armature ed esoscheletri con una facilità  assurda. Statisticamente parlando, la trasformazione in MegaPinsir causa un leggero aumento nell'attacco speciale, la velocità  e la resistenza fisica e speciale ottengono un potenziamento moderato, mentre la loro forza fisica è notevolmente superiore, ciò li rende i Pokémon Volanti con maggiore forza fisica (escludendo i leggendari MegaEvoluti) e i Coleotteri più potenti in assoluto assieme a MegaScizor, MegaHeracross e Genesect (ciò escludendo Arceus). I MegaPinsir, oltre ad essere classificati come Coleottero/Volante, sono anche considerati con l'abilità  Pellecielo, come funzioni esattamente questa capacità  non è del tutto chiaro, ma sembra che influisca sul loro cervello per fare in modo che combattano solo volando, quindi quando eseguono attacchi Normali, non solo vengono eseguiti con una forza maggiore (diventando del 30% più forti), ma ottengono anche le caratteristiche tipiche degli attacchi Volanti. Siccome i Pinsir apprendono poche mosse Normale, usare correttamente tale abilità  può risultare complicato, ma con il giusto set di mosse, un MegaPinsir può risultare davvero pericoloso.

Non essendo creature molte versatili, sono in pochi ad usarli, anche a causa della loro scarsa resistenza ad attacchi speciali, ma i Pinsir rimangono combattenti forti e resistenti in grado di dare del filo da torcere a qualsiasi avversario fisico. Con una forza fisica spaventosa e la capacità  di apprendere mosse normalmente precluse ai Coleotteri, non c'è da stupirsi se gli specialisti deboli contro i Coleotteri temono queste creature. Se volete potete anche inscrivere il vostro Pinsir ad incontri di wrestling, ma è meglio avvertire l'avversario di indossare delle protezioni, altrimenti nel caso subisca lesioni gravi, potreste essere squalificati!

 

Modificato da Zarxiel

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme


Inviato (modificato)

Ledyba

200px-Artwork165.png

Spoiler

Ledyba (noto come Pokémon Pentastra) è un Pokémon relativamente comune di tipo Coleottero/Volante che vive nei campi erbosi e nelle foreste delle regioni di Johto, Sinnoh, Unima, Kalos, Alola e nel Bosco Disegnato del Settipelago, anche se raramente è stato visto nella regione di Kanto. Timidi per natura, i Ledyba sono semplici insetti che amano volare durante le stagioni calde e che preferiscono evitare il conflitto con altri Pokémon. Sebbene abbiano solo una buona difesa speciale, non crediate che non possano essere utili in battaglia: se non difesi adeguatamente, un loro Cometapugno o Pugnorapido, può essere doloroso!

I Ledyba sono insetti molto semplici che si nutrono solo di piccoli insetti e nettare dei fiori, solitamente ignorando altri Pokémon e umani che sono vicino a loro. Sebbene siano esseri soprattutto difensivi, riescono a sfruttare i sei arti per sferrare abilmente gli attacchi Cometapugno e Pugnorapido (inoltre i Ledyba e i Ledian sono gli unici Pokémon non Lotta in grado di apprendere quest'ultima mossa naturalmente). Benché abbiano capacità  interessanti, i Ledyba sono quasi del tutto inutili in lotta, visto che il loro carattere timido può portarli a spaventarsi fino a non muoversi rendendoli facili prede, ma quando sono in gruppo diventano improvvisamente coraggiosi e riescono ad attaccare qualsiasi nemico senza la minima esitazione, anche se questa strategia risulta inutile contro i predatori più forti. I Ledyba non solo tendono a riunirsi per mangiare o durante la stagione degli amori, ma anche in inverno per raggrupparsi e riscaldarsi a vicenda. Per comunicare con i membri della loro stessa specie, questi Pokémon secernono un liquido aromatico dalle zampe che a seconda dei prodotti chimici da cui è composto possono esprimere il sentimento che provano, ciò risulta molto utile non solo per lo sciame, ma anche per gli allenatori per capire come si sente il proprio Ledyba, però il principale utilizzo è per avvertire lo sciame di un pericolo imminente, come forti venti.

Negli ultimi anni parecchi agricoltori sono convinti che i Ledyba siano ottimi per scacciare i parassiti dal proprio orto, visto che i Ledyba e i Ledian si nutrono di insetti più piccoli (gli agricoltori prediligono usare i Ledyba perché più facili da allenare e controllare), ciò è il motivo principale per cui queste coccinelle sono state importate in quasi tutto il globo, in quanto sono una sostituzione più pulita e sicura contro i parassiti, mentre i prodotti chimici che prima venivano usati risultavano dannosi. Alcuni agricoltori più esperti preferiscono non usare i Ledyba, ma Coleotteri predatori più grandi, questo perché i primi sono anche abbastanza limitati contro parassiti che possiedono delle tossine, come i Weedle.

Nonostante non abbiano molte potenzialità  offensive, avere un Ledyba che ti accompagna appena ti svegli la mattina è una cosa molto apprezzata da parecchi allenatori. Sebbene questi Pokémon siano usati principalmente dai Pigliamosche, è molto facile vederli volare in natura, alcuni potrebbero trovarli fastidiosi, ma sicuramente è meglio avere queste tenere coccinelle attorno piuttosto che uno Spinarak che potrebbe causare problemi più gravi con il suo veleno!

Ledian

200px-Artwork166.png

Spoiler

Ledian (noto come Pokémon Pentastra) è un Pokémon non molto comune di tipo Coleottero/Volante che vive nei campi erbosi e nelle foreste delle regioni di Johto, Sinnoh, Unima, Kalos, Alola e nel Bosco Disegnato del Settipelago, anche se raramente è stato visto nella regione di Kanto. Anche se offensivamente non sono molto forti, i Ledian sono esseri interessanti che possono risultare combattenti abili grazie alla loro resistenza, ma ciò che rende queste creature speciali è la loro fonte d'energia, dopotutto, quanti insetti sono in grado di nutrirsi della luce delle stelle?!

Molto similmente ai Ledyba, i Ledian sono esseri semplici che si nutrono solo di nettare e di piccoli insetti, ciò li ha resi popolari tra gli agricoltori per sbarazzarsi dei parassiti nei loro orti, il che risulta essere meno dannoso rispetto all'uso di sostanze chimiche, tuttavia la gente preferisce l'uso dei Ledyba, perché sono più maneggevoli e controllabili, mentre i Ledian tendono ad essere attivi solo durante la notte e il mattino. Sebbene possano apprendere attacchi molto interessanti (come Cometapugno e Pugnorapido), le loro scarse capacità  offensive impediscono loro di infliggere gravi danni ai nemici, quindi tendono ad essere usati quasi solamente dai Pigliamosche, anche se pure loro preferiscono usare Pokémon più offensivi, quali Ariados e Beedrill. Anche se i Ledian di solito vivono in sciami, possono tranquillamente sopravvivere indipendentemente, ma possono ancora comunicare con i loro simili, grazie ad un liquido che secernono dalle zampe in grado di far capire il proprio stato emotivo in base all'odore, ciò è molto utile per avvertire i Ledyba e i Ledian di un pericolo imminente. Una cosa che i Ledian non possono sopportare è il caldo: se esposti per molto tempo a temperature troppo alte rischiano di ammalarsi, ecco perché questi insetti durante il giorno tendono ad avvolgersi tra le foglie e dormire finché non cala la notte.

I Ledian si distinguono da qualsiasi altro Coleottero per via della loro fonte d'energia: la luce, ma siccome sono vulnerabili al calore, devono sfruttare quella delle stelle per sostentarsi. Mentre il cibo serve per permettere loro di vivere, la luce delle stelle infonde in loro le capacità  combattive e quindi potenzia la loro resistenza speciale, il che è importantissimo per loro, ma come funzioni questo processo è ancora sotto studio. Il motivo per cui sono più comuni in zone aperte e che tendono ad ad avere meno nuvole durante l'anno è proprio per questa ragione, sembra inoltre che le macchie che possiedono sul dorso abbiano dei recettori in grado di assorbire la luce e quando esposti ad essa, le macchie aumentano di dimensioni e si restringono quando non c'è molta luce, in questo modo è più difficile che i recettori vengano danneggiati, visto che non possono rigenerarsi. Si è notato che quando c'è una quantità  di stelle in cielo e quindi anche di luce, i Ledian iniziano a volare rilasciando dai loro addomi una polvere luccicante, questa è un prodotto di scarto non tossico che agisce come un potente fertilizzante per le piante, ma siccome si decompone con la luce solare non è un utilizzo molto utile per l'agricoltura, per questo non è venduto sul mercato.

Nonostante siano più stravaganti che utili in lotta, i Ledian rimangono esseri affascinanti in grado di illuminare la giornata di qualsiasi agricoltore. Potendo apprendere molte mosse difensive e l'attacco Cometapugno, sicuramente potranno far vedere le stelle al nemico, specialmente se questo non risulta essere molto resistente. Se volete avere uno di questi simpatici insetti, non è una brutta idea: sicuramente non potranno esservi d'aiuto durante gli scontri, ma almeno il vostro ortaggio sarà  più salutare!

Spinarak

200px-Artwork167.png

Spoiler

Spinarak (noto come Pokémon Tela) è un Pokémon relativamente comune di tipo Coleottero/Veleno che vive nelle foreste delle regioni di Johto, Sinnoh, Unima, Kalos, Alola e nel Bosco Disegnato del Settipelago, anche se raramente è stato visto nella regione di Kanto. Sebbene non siano molto attivi, gli Spinarak sono creature astute che sfruttano le loro tele quasi invisibili per catturare le prede e mettere in difficoltà  i nemici. Si consiglia di stare molto attenti quando si viaggia in una foresta di notte: potreste ritrovarvi intrappolati nelle loro tele e liberarsi senza danni è molto difficile!

Anche se hanno subito delle mutazioni con il passare dei secoli, gli Spinarak sono ancora oggi considerati degli aracnidi perché mantengono gli stessi comportamenti dei loro antenati. Gli Spinarak riescono a camminare sulle pareti sfruttando degli artigli uncinati posizionati all'estremità  delle loro zampe, ma la loro capacità  più nota è la loro tela, molto sottile, ma incredibilmente resistente, viene usata per intrappolare i piccoli insetti di cui si nutrono, attendendo il loro arrivo pazientemente rimanendo nascosti. Se dopo giorni non riescono a catturare nulla nelle loro ragnatele, gli Spinarak inizieranno a cacciare le prede di notte per iniettare loro del veleno dalla loro bocca; il motivo per cui inizino a cacciare solo di notte non è del tutto chiaro, ma sembra sia per mantenere la loro presenza nascosta. Questi ragni sono molto intelligenti e sfruttano le loro tele come una sorta di sistema nervoso secondario: se avvertono una creatura troppo grande o pericolosa intrappolata nelle loro tele (se ne accorgono in base alle vibrazioni della tela), semplicemente la ignorano per costruire altre tele in zone differenti. 

Sebbene definirli aracnidi non sia proprio il termine più giusto, gli Spinarak e gli Ariados sono in grado di creare ragnatele attraverso le loro ghiandole, tale capacità  viene sfruttata in battaglia per eseguire le mosse Millebave, Rete Vischiosa e Ragnatela, va notato inoltre che la famiglia degli Spinarak (assieme a quella dei Joltik) è l'unica in grado di apprendere Ragnatela naturalmente. Altra capacità  molto interessante è il fatto che è tra le poche famiglie di Coleotteri in grado di esercitare l'energia psichica per usare attacchi come Psichico e sono anche gli unici Coleotteri in grado di usare l'attacco Ombra Notturna, il che potrebbe renderli difficili da gestire per gli allenatori più giovani.

Pazienti e silenziosi, gli Spinarak sono creature interessanti che possono essere molto utili per gli allenatori più giovani e gli specialisti Coleottero. State certi che qualsiasi avversario fisico verrà  intrappolato nelle loro ragnatele (eccezion fatta per i Pokémon Fuoco). Cosa davvero curiosa è che gli Spinarak si affezionano facilmente alla gente, ciò ha portato parecchie forze di polizia ad usare questi Pokémon anziché i Growlithe per catturare i ladri, visto che pochi di loro riescono ad eludere le ragnatele di queste astute creature!

Ariados

200px-Artwork168.png

Spoiler

Ariados (noto come Pokémon Lungazampa) è un Pokémon non molto comune di tipo Coleottero/Veleno che vive nelle foreste delle regioni di Johto, Sinnoh, Unima, Kalos, Alola e nel Bosco Disegnato del Settipelago, anche se raramente è stato visto nella regione di Kanto. Subdoli e astuti, gli Ariados sono esseri potenti che tessono tele sottilissime e resistentissime per monitorare l'ambiente e catturare le prede che sono poi condannate alle loro zanne velenose. Questi Pokémon non sono nemmeno lontanamente pazienti come quando erano degli Spinarak, ma con le loro capacità  di certo nessuno vuole incontrare uno di questi Coleotteri durante la notte!

Durante l'evoluzione degli Spinarak, una mutazione deforma e rende inutili le loro zampe posteriori, ciò impedisce loro di manipolare con facilità  le proprie tele, ma in compenso riescono a muoversi più velocemente e agilmente, per questo non sono più predatori passivi, ma attivi. Gli Ariados sono in grado di secernere la loro tela sia dalla bocca che dall'addome (che ora può essere usato anche per attaccare con Pungiglione), ciò rende la cosa terribile per qualsiasi creatura che cada nelle loro tele, specialmente durante la notte. Sebbene gli Ariados siano predatori notturni, sono molto intelligenti, tanto da distinguere se la preda catturata è comune o meno, in modo da approfittarne nel caso trovino una creatura più rara del solito; se è così, una volta raggiunta la preda, la avvolgono nella tela, per poi ucciderla con le zanne velenose che, a differenza degli Spinarak, possono essere sfruttate per usare le mosse Coleomorso e Velenotrappola. Per le prede più comuni la cosa è diversa: gli Ariados si limitano a liberarla, lasciando un piccolo filo di tela attaccato in modo da poterlo seguire finché l'ignara vittima non porta l'Ariados al nido, in cui massacra e divora l'intera famiglia; questo filo viene mantenuto nel caso in cui si trovasse in svantaggio, così da poter fuggire verso il suo territorio senza problemi.

Sebbene definirli aracnidi non sia proprio il termine più giusto, gli Spinarak e gli Ariados sono in grado di creare ragnatele attraverso le loro ghiandole, tale capacità  viene sfruttata in battaglia per eseguire le mosse MillebaveRete Vischiosa e Ragnatela, va notato inoltre che la famiglia degli Spinarak (assieme a quella dei Joltik) è l'unica in grado di apprendere Ragnatela naturalmente. Altra capacità  molto interessante è il fatto che è tra le poche famiglie di Coleotteri in grado di esercitare l'energia psichica per usare attacchi come Psichico e sono anche gli unici Coleotteri in grado di usare l'attacco Ombra Notturna, il che potrebbe renderli difficili da gestire per gli allenatori più giovani.

Nonostante non siano tra i combattenti più forti, gli Ariados sono comunque creature molto pericolose in grado di legare qualsiasi avversario fisico con la loro tela (eccezion fatta per i Pokémon Fuoco). Essendo strateghi astuti ed esperti nell'arte dell'inganno, state certi che nessuno oserà  attaccare alla leggera questi Pokémon, con il timore che sia una trappola. Se avete qualche amico ninja, regalategli uno di questi bizzarri aracnidi, vedrete che saranno utilissimi per le sue missioni notturne!

Yanma

200px-Artwork193.png

Spoiler

Yanma (noto come Pokémon Alachiara) è un Pokémon non molto comune di tipo Coleottero/Volante che vive nelle foreste e nelle giungle delle regioni di Johto, Sinnoh, Unima e Kalos. Anche se non sono tra i combattenti più forti, gli Yanma sono insetti interessanti che possono muoversi agilmente nell'aria, risultando inoltre tra i Pokémon più facili da allenare. Sebbene molti reputino queste creature inutili, si può rimanere sorpresi nello scoprire quali siano le loro abilità , ma state attenti a non portarli in luoghi con del vetro, altrimenti potrebbe essere un problema!

A differenza di moltissimi insetti, le ali degli Yanma sono parzialmente articolate, infatti oltre a muoversi su e giù, possono spostarsi in tutte le direzioni dando agli Yanma un controllo del volo molto superiore a quello dei suoi simili, permettendo loro di virare con estrema rapidità . Queste ali articolate permettono agli Yanma di sbatterle ad una velocità  sorprendente senza causare danni all'esoscheletro, permettendo loro di raggiungere quote molto elevate nonché l'uso dell'attacco Sonicboom, che viene eseguito sbattendo le ali ad una velocità  tale da creare onde d'urto che potrebbero frantumare anche il vetro e, nonostante questo attacco causi danni fissi, gli Yanma possono usarlo ripetutamente per infliggere danni maggiori. Altro particolare importante è che gli Yanma hanno una visione telescopica, ovvero vedono a 360°, quindi non è minimamente necessario muovere i grandi occhi per vedere cosa hanno attorno; questo è molto importante in quanto si nutrono di piccoli insetti e appena trovano la preda la seguono, per questo sono predatori così efficienti, oltre al fatto che risulta essere molto utile per scappare dai predatori. Sebbene possano vedere tutto ciò che hanno intorno, devono muovere leggermente gli occhi per vedere cosa hanno sopra, ciò li rende particolarmente paranoici nei pressi di zone con uccelli e rimangono in guardia verso qualsiasi ostilità ; la cosa curiosa è che in realtà  sono pochissimi i Pokémon che si nutrono degli Yanma e sembra che questo sia più un istinto naturale che hanno conservato, probabilmente c'era un predatore (oggi estinto) che dava la caccia agli Yanma.

Come altri insetti, anche gli Yanma sono in grado di evolversi, ciò che però rende la loro evoluzione unica tra i loro simili è il fatto che non si tratta di una crescita naturale, ma di una mutazione genetica scatenata da una certa mossa. Proprio come per i Piloswine e i Tangela, si ritiene che l'attacco Forzantica possa risvegliare i geni dormienti degli Yanma per mutarli, facendoli diventare, per motivi ignoti, come i loro antenati, ovvero gli Yanmega. Questa evoluzione è molto importante perché causa una crescita delle loro capacità  offensive e difensive (eccezion fatta per la difesa speciale, che rimane scarsa), tuttavia perdono la capacità  di apprendere le mosse Ipnosi e Attacco d'Ala per ottenere, in compenso, Nottesferza e Coleomorso. Sebbene non possano resistere agli attacchi basati sul calore nemmeno in questa nuova forma, gli Yanmega risultano essere molto utili per gli allenatori che desiderano un forte Coleottero in squadra.

Non sono di certo adatti ai combattimenti prolungati, ma gli Yanma rimangono insetti davvero interessanti e apprezzatissimi dai Pigliamosche grazie alle loro abilità  uniche. Oggi in tutto il mondo gli specialisti Coleottero tentano di ottenere uno Yanma (anche se molti solo per farli evolvere in Yanmega). Se ne avete uno, non fatelo uscire vicino a luoghi con vetri o oggetti fragili, altrimenti potreste ritrovarvi a risarcire moltissimi danni!

Pineco

200px-Artwork204.png

Spoiler

Pineco (noto come Pokémon Larva) è un Pokémon relativamente raro di tipo Coleottero che vive nelle foreste delle regioni di Johto, Alola e dell'America, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Kanto, Hoenn, Sinnoh ed Unima. Sebbene siano inutili, eccezion fatta per il combattimento difensivo, i Pineco sono creature molto interessanti che hanno una difesa fisica è invidiabile, nonostante quella speciale non sia buona, oltre al fatto che possono apprendere mosse per infliggere danni notevoli. Se cercate un combattente difensivo fuori dal comune, considerate di procurarvi uno di questi insetti, tralasciando il loro bizzarro aspetto, ma se iniziano a brillare, datevela a gambe o potrebbe essere un problema!

Anche se il loro aspetto può trarre in inganno, i Pineco sono delle larve con il corpo ricoperto dalla corteccia degli alberi, fino a nascondere quasi completamente tutto il corpo, quello vero è molto piccolo, sottile e piatto ed è estremamente debole senza una protezione adeguata. Appena nati, iniziano a costruirsi un guscio con i pezzi in decomposizione degli alberi, per poi indurirla e attaccarla al corpo con della seta che si indurisce molto rapidamente a contatto con l'aria. Nonostante la loro semplice anatomia, i Pineco sono molto intelligenti, tanto da crearsi il guscio per renderlo molto simile a quello di una pigna (motivo per cui la comunità  scientifica ha deciso di chiamare questa specie Pineco). Il motivo per cui questa specie preferisce imitare le pigne è dovuto alla loro scarsissima mobilità , che va ovviamente a peggiorare con l'aggiunta del guscio di corteccia, ma con questo aspetto, insetti più piccoli possono avvicinarsi abbastanza da essere catturati per diventare nutrimento per i Pineco; anche gli insetti più piccoli che volano sono facili prede per questi Pokémon ingannevoli. Molti credono erroneamente che distinguere un Pineco da una pigna sia facile a causa dei loro grandi occhi scoperti, ma siccome vivono sulla cima degli alberi, riuscire a notare gli occhi risulta quasi impossibile da terra, inoltre cercano di nasconderli per timore che qualche uccello possa scoprirli e mangiarli; convivono con tale paura per tutto questo ciclo vitale.

Sia per la difesa che per l'attacco, questi Pokémon devono dipendere completamente dal loro guscio e nonostante siano specializzati nella resistenza fisica, sono in grado di eseguire attacchi con scopi specifici (come Rapigiro) o per infliggere molti danni, anche se ciò va ad intaccare pure l'utilizzatore stesso; questo fa sì che allenare Pineco sia difficile dal punto di vista offensivo, visto che usarlo in modo decente equivale a causare danni al Pokémon stesso. Ciò che rende difficoltosa la cattura di un Pineco è il fatto che oltre alle mosse Azione e Protezione, dalla nascita conoscono anche Autodistruzione (diventando i Pokémon in grado di apprendere questa mossa il più rapidamente possibile), rendendoli quindi molto pericolosi per gli allenatori, specialmente quelli giovani, ed è il motivo principale per cui solitamente sono ignorati. I Pineco di solito rimangono appesi ai rami con un filo di seta, ma se dovessero cadere, l'unica cosa che faranno sarà  usare Autodistruzione, quindi se dovessero cadere in massa, la cosa può risultare molto pericolosa ed è consigliata la massima cautela quando si viaggia nelle foreste con questi stravaganti insetti.

Nonostante tutti i loro limiti, i Pineco rimangono creature interessanti che possono insegnare agli allenatori più giovani come combattere difensivamente. Anche se le mosse in grado di infliggere grossi danni sono poche e pericolose, state certi che sarà  difficile per il vostro avversario buttare giù questi esseri. Ricordatevi che la loro esplosione è sempre temibile, specialmente dopo l'evoluzione, quindi cercate di stare sempre fuori dal loro raggio d'azione!

Forretress

200px-Artwork205.png

Spoiler

Forretress (noto come Pokémon Larva) è un Pokémon raro di tipo Coleottero/Acciaio che vive nelle foreste delle regioni di Johto, Alola e dell'America, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Kanto, Hoenn, Sinnoh ed Unima. I Forretress sono creature impressionanti in grado di attaccare sia da lontano che da vicino con mosse molto potenti, e come siano realmente fatti è tutt'ora un grandissimo mistero. Se non possedete un forte Pokémon Fuoco dalla vostra parte, certamente qualsiasi scontro con questi insetti sarà  molto lungo, state solo attenti a non farvi colpire dalle protuberanze a cannone!

Quando un Pineco si evolve, avvolge tutto il corpo nella seta e attende una nottata intera per far sì che essa si indurisca abbastanza da completare l'evoluzione; infatti, grazie alle fredde temperature notturne, la seta si indurisce al punto da essere paragonata all'acciaio temprato, solo quando ciò accade questi Pokémon diventano noti come Forretress. Questo guscio duro come l'acciaio incrementa notevolmente la loro resistenza fisica e permette anche l'apprendimento delle mosse Sganciapesi e Pesobomba, oltre al fatto che è impossibile toccare il loro vero corpo, tanto che ancora oggi sono totalmente ignote le loro fattezze dopo l'evoluzione di Pineco. Alcuni studiosi ritengono che in realtà  non mutano realmente, ma modificano solo il guscio, questo spiegherebbe perché i Pineco si riproducono facilmente anche senza evolversi, tuttavia non esistono prove concrete che supportino questa teoria, visto che un Forretress in punto di morte sigilla ancora di più il guscio con ulteriore seta, rendendolo assolutamente impenetrabile. Siccome si nutrono ancora di insetti, possono aprire il guscio, ma lo fanno con una rapidità  tale che riuscire a vederlo all'interno è impossibile, l'unica parte del loro corpo visibile sono gli occhi sproporzionatamente grandi.

Proprio come i Pineco, anche i Forretress vivono sugli alberi, ma ciò che li differenzia è che mentre i primi si appendono con della seta ai rami, gli ultimi sono troppo pesanti e si attaccano direttamente sul tronco; se mai dovessero essere disturbati e venissero fatti cadere, allora esploderebbero, ma è molto raro, visto che sono pochi gli stolti che osano disturbare questi insetti corazzati. Per evitare di essere attaccati, i Forretress staccano frammenti del loro guscio per circondare gli alberi con la tecnica Punte, scoraggiando parecchi predatori. Mentre i Pineco possono usare Punte solo a breve distanza, i Forrettress possono invece coprire una grande quantità  di terreno, grazie alle protuberanze del guscio simili a cannoni con cui possono lanciare oggetti come fossero proiettili, questo è possibile grazie a degli impulsi elettromagnetici che vengono prodotti al loro interno e che permettono anche l'uso di mosse come Cristalcolpo (che apprendono appena evoluti), Magnetascesa e Falcecannone, mentre la mossa Fielepunte viene eseguita semplicemente imbevendo frammenti di guscio con delle tossine che producono, un'ulteriore difesa contro i predatori. Un problema dei Forretress è che non riescono a regolare l'obiettivo dei loro colpi, ciò è un problema soprattutto nelle battaglie multiple, dove usano tutte e quattro le protuberanze, rischiando di ferire i compagni o addirittura il loro allenatore, fortunatamente ciò può essere corretto con un allenamento specializzato.

Sebbene non siano tra i migliori attaccanti, i Forretress sono insetti affascinanti in grado di rendere difficoltoso qualsiasi approccio offensivo. State certi che le bizzarre abilità  di questi esseri potranno dare del filo da torcere a qualsiasi avversario che pensa di concludere in fretta la partita. E' altamente consigliato far partecipare solo i Forretress più allenati nei tornei affollati: se mai dovessero arrecare danni a qualcuno, potreste andare incontro a delle sanzioni molto pesanti!

Scizor

200px-Artwork212.png200px-Artwork212-Mega.png

Spoiler

Scizor (noto come il Pokémon Forbice) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Coleottero/Acciaio che vive nei campi erbosi e nelle pianure delle regioni di Johto, Sinnoh, Kalos ed Alola, anche se raramente è stato visto nella regione di Kanto. Resistentissimi contro gli attacchi fisici più brutali, gli Scizor sono potenti insetti che squartano e mutilano gli avversari con facilità  e spesso subendo danni minimi. Sebbene non siano neanche lontanamente veloci come la loro pre-evoluzione, se si parla di resistenza e forza fisica, sono pochissimi gli insetti in grado di pareggiare queste creature in battaglia. Una volta ottenutone uno, fategli capire chi è il capo, altrimenti vi giocheranno qualche brutto scherzo!

Gli Scyther normalmente non si evolvono, anzi, in realtà  non dovrebbero proprio evolversi visto che nel loro codice genetico non c'è nulla che possa suggerire che possano farlo, ma se vengono esposti a determinati campi elettromagnetici (come quelli prodotti dalle macchine di scambio) e tengono una Metalcoperta, il loro corpo reagisce al metallo dell'oggetto che si fonde con il loro esoscheletro, dando vita a Scizor. Prova che questa mutazione non è un processo naturale è il fatto che la loro somma in statistiche è identica a quella della loro pre-evoluzione, ciò che cambia sono la disposizione di statistiche, le mosse che possono apprendere e il loro comportamento. L'aggiunta del metallo al loro corpo li rende troppo pesanti per volare, per questo sono classificati come Pokémon Acciaio secondari anziché Volanti secondari e le ali servono solamente per raffreddare il corpo quando c'è troppo calore, dal momento che il loro esoscheletro è sigillato all'interno, rendendoli facili vittime delle giornate calde. Visto il peso aggiuntivo dell'armatura, gli Scizor sono molto più lenti degli Scyther e hanno difficoltà  a muoversi, quindi non possono più adoperare le strategie tipiche della loro pre-evoluzione, ma in compenso ottengono una resistenza e una forza fisica che li rende delle minacce verso qualsiasi avversario, nonostante la mancanza di velocità . La nuova forma di questi Pokémon consente l'apprendimento di nuove mosse a discapito di altre: ora non possono più apprendere Vuotonda, Attacco d'Ala, Doppioteam ed Eterelama, ma al loro posto imparano Pugnoscarica, Ferrartigli,Ferroscudo e Metaltestata. Trattandosi di una mutazione non naturale, non tutti gli allenatori fanno evolvere il proprio Scyther, ma lo fanno in base a quale strategia prediligono, anche perché complessivamente le loro potenzialità  sono le stesse, ciò che cambia è che uno è adatto alla velocità , l'altro alla forza bruta.

A causa dei loro colori accesi e la velocità  inferiore, gli Scizor devono combattere in maniera più diretta gli avversari in battaglia. Inizialmente tendono ad alzare le grosse chele per intimidire il nemico, una strategia molto efficace contro gli avversari meno intelligenti visto che le macchie ai lati sembrano quasi degli occhi, effetto amplificato dal riflesso dell'armatura metallica; se questa strategia funziona, semplicemente andranno addosso al nemico per colpirlo con forza con le chele sulla testa, ponendo fine allo scontro prima ancora che inizi. Siccome questa strategia è molto difficile che funzioni contro Pokémon ben allenati, gli Scizor sfruttano la loro armatura (che è impenetrabile ai normali attacchi) per assorbire i danni nemici, mentre cominciano ad usare Pugnoscarica e Ferrartigli a distanza ravvicinata. I pochi esemplari in natura non si nascondono più per catturare la preda, ma si basano sempre sulla forza per catturare i predatori che credono di poter vincere contro di loro; sebbene ciò sia efficace, può risultare anche rischioso, sia in natura che in lotta.

Si è scoperto che Scizor è una delle 46 specie di Pokémon note in grado di subire una MegaEvoluzione. Se si è in possesso di una Scizorite, esso si può MegaEvolvere: questo processo rende la loro armatura più resistente e il loro corpo più snello, mentre le articolazioni elastiche si adattano meglio all'armatura per muoversi più facilmente, anche se ciò non è sufficiente per raggiungere la velocità  della loro pre-evoluzione Scyther. Altro cambiamento importante sono le chele, che da chele tipiche degli insetti sono diventate delle vere e proprie tenaglie dentate, abbastanza resistenti da consentire la frantumazione del cemento. Statisticamente parlando, questa mutazione causa un leggero aumento dell'attacco speciale e della velocità, la loro difesa speciale e forza fisica sono moderatamente superiori, mentre la resistenza fisica è criticamente maggiore, ciò li rende i Coleotteri più potenti in assoluto (assieme a MegaPinsir, MegaHeracross e Genesect). Sembra che questa forma si sia anche adattata per rendere i MegaScizor più affini alle loro capacità  naturali (al punto che quelli che non avevano l'abilità Tecnico da normali, la ottengono in questa forma), ciò li rende tra i Coleotteri più desiderati tra gli allenatori.

Nonostante non possano sfruttare le tattiche mordi e fuggi tipiche degli Scyther, gli Scizor sono comunque esseri devastanti in grado di avere la meglio su avversari del loro livello o addirittura superiore grazie a tattiche molto intelligenti. Avendo un'armatura metallica capace di resistere a quasi ogni attacco regolare in circolazione senza che subiscano danni, non c'è da stupirsi se gli allenatori che ne possiedono uno siano così orgogliosi. Nelle battaglie in mischia, sappiate che pochi riescono a resistere a questi devastanti insetti!

Shuckle

200px-Artwork213.png

Spoiler

Shuckle (noto come Pokémon Muffa) è un Pokémon raro di tipo Coleottero/Roccia che vive tra le rocce e nelle foreste delle regioni di Johto, Sinnoh, Unima e Kalos, anche se raramente è stato visto nella regione di Kanto. Assolutamente inutili dal punto di vista offensivo, gli Shuckle sono comunque creature dalla resistenza incredibile in grado di resistere anche agli assalti più brutali senza il minimo problema. Sebbene non possano fare altro che stare fermi e sperare di sopravvivere, visto il loro guscio questo è un destino che difficilmente potrà  raggiungerli in battaglia!

Nonostante gli Shuckle siano classificati come Coleotteri, in realtà  non sono degli insetti, ma degli endolith avanzatissimi, risultando essere più simili alla muffa o ad alcuni gasteropodi anziché agli insetti e anche se sono più vicini agli organismi della flora piuttosto che a quelli della fauna, non hanno nessun'abilità  relativa alla natura tipica dei Pokémon Erba, per questo non sono classificati come tali. Siccome il loro corpo molliccio è molto vulnerabile e lento negli spostamenti, gli Shuckle si creano un guscio con la roccia, che, sfruttando un liquido acido che secernono dalle "zampe", levigheranno e adatteranno al loro corpo. Una volta dentro il guscio, non lo lasceranno per nessuna ragione al mondo, motivo per cui è impossibile vederne un esemplare senza (eccetto quelli appena nati). Oltre a fornire protezione, questo guscio è anche molto utile per il nutrimento di questi Pokémon, in quanto viene usato per produrre il Succo di Bacca fermentato; gli Shuckle tendono a raccogliere grandissime quantità  di frutta e bacche che poi inseriscono dentro il loro guscio per tempi molto lunghi, le quali vengono poi sciolte dal liquido acido da loro prodotto creando un succo polposo. Questa sostanza non è amata solo dagli Shuckle, ma anche da moltissime altre forme di vita grazie al sapore dolce e viene usato per creare potenti medicinali, anche se un Succo di Bacca ha comunque limitate capacità  curative e risulta essere più amato dai Pokémon. Quando in circolazione non ci sono bacche, gli Shuckle si nutrono di quelle che hanno immagazzinato rimanendo nascosti sotto le rocce o dentro i tronchi cavi per evitare i predatori.

In battaglia forse gli Shuckle sono tra i Pokémon più squilibrati esistenti, avendo resistenze altissime ma scarseggiando in qualsiasi altro campo; ciò è dovuto anche alla loro anatomia molliccia, a causa della quale perfino i Pokémon meno resistenti riescono a resistere facilmente ai loro attacchi. Proprio per questo motivo gli Shuckle si concentrano sulla difesa ignorando completamente l'offensiva, tant'è vero che apprendono pochissimi attacchi che causano danni diretti. Le rocce usate dagli Shuckle sono tra le più resistenti in circolazione, questo è dovuto però non alle proprietà  della roccia in sé, ma ad una modifica apportata dai loro stessi proprietari: infatti gli Shuckle sfruttano le bacche che hanno all'interno per generare una sostanza che cospargono attorno al guscio, rendendolo ancora più resistente una volta che essa si secca, facendone una fra le armature più efficaci del mondo Pokèmon. Essendo molto resistenti, può essere un vero problema per gli allenatori affrontarli, specie se hanno a disposizione la mossa Tossina. La tecnica più temuta degli Shuckle è tuttavia Ingannoforza, una mossa che converte la massa del Pokémon in forza fisica, ciò li rende sì poco resistenti, ma considerando la loro resistenza, possono diventare tra i Pokémon con il più alto potenziale offensivo in assoluto, anche se tale tecnica viene sfruttata solo in casi estremi.

Potrebbero apparire inutili per coloro che non sono molto affini alle tattiche difensive, ma gli Shuckle restano creature molto interessanti e tra i Pokémon più apprezzati tra gli allenatori difensivi. Essendo i Pokémon con la resistenza fisica (assieme a MegaSteelix e MegaAggron) e speciale più alta in assoluto (diventando quindi i Pokémon Roccia e Coleottero con la maggiore resistenza fisica e speciale esistenti) e potendo contare sulla mossa Ingannoforza, non c'è da stupirsi se questi bizzarri esseri sono molto usati dagli allenatori più tattici. Procurarsi uno Shuckle non è una cattiva idea, specie in estate, in cui potrete godervi un Succo di Bacca gratuito!

Heracross

200px-Artwork214.png220px-Artwork214-Mega.png

Spoiler

Heracross (noto come Pokémon Monocorno) è un Pokémon relativamente raro di tipo Coleottero/Lotta che vive nelle foreste delle regioni di Johto, Sinnoh, Unima, Kalos, Alola e nel Bosco Disegnato del Settipelago, anche se raramente è stato visto nella regione di Kanto. Potrebbero non sembrare delle minacce inizialmente, ma gli Heracross sono insetti ingannevolmente potenti in grado di sollevare e scagliare avversari molto più grossi di loro sfruttando la loro enorme potenza fisica. Se non avete potenti Pokémon Volante è meglio stare alla larga da questi insetti mostruosi per la vostra sicurezza. Sebbene non siano tra i Pokémon più versatili, state certi che pochi possono resistere ad un loro Megacorno ben assestato!

Gli Heracross sono insetti molto semplici che vivono serenamente nelle foreste ed è molto raro che attacchino o disturbino qualcuno; nonostante si nutrano principalmente di bacche, il loro cibo preferito è la dolce linfa degli alberi, cosa che però può risultare fastidiosa per altri Pokémon, visto che tendono a berne troppa. Se vedono degli alberi, scacceranno via i Pokémon che ci sono in giro per berne la linfa, e se sfidati non esiteranno a combattere contro chiunque li abbia disturbati; fortunatamente però questo non accade quasi mai, visto che gli Heracross tendono a lasciarne un po' per gli altri Pokémon; l'unico problema per loro è che non hanno una bocca molto sviluppata e devono fare affidamento sui Butterfree o sui Pinsir per farsi aprire la corteccia, quindi vengono visti come una sorta di ladri dagli altri Pokémon. A causa dell'ostilità  mostrata qualora vengano interrotti mentre bevono la linfa, catturarne uno può essere difficile; inoltre, dal momento che si rifugiano sugli alberi, mostrandosi solo quando sono intenti a nutrirsi, diversi allenatori hanno trovato parecchie difficoltà  nella cattura di questi insetti.

Nonostante il loro aspetto abbastanza semplice, gli Heracross sono gli unici insetti ad avere una competenza combattiva tale da essere classificati come Pokémon Lotta, quindi sono gli unici Pokémon Coleottero/Lotta ad oggi scoperti. Combatterli da vicino può essere molto difficoltoso, visto il loro carapace molto resistente e dalle proprietà  riflettenti dovute alla sua elasticità , la quale conferisce loro una resistenza agli attacchi energetici o lanciati da lunga distanza. In termini di offensiva possiedono una forza fisica impressionante con cui possono infliggere danni ingenti, cosa dovuta anche al loro enorme corno, che usano per sollevare e scagliare lontano il nemico (in natura però, se indisturbati, non attaccano nessuno). Sebbene il corno sia resistente quanto il loro carapace, esso rischia di spezzarsi qualora venga applicata una pressione estremamente elevata; tuttavia, dal momento che, quando sollevano un avversario, usano gli artigli per scavare e radicarsi nel terreno così da darsi maggiore forza, possono sollevare avversari aventi un peso 100 volte superiore senza subire effetti negativi; esso è anche la ragione per cui sono gli unici Pokémon non Volanti (assieme ai Gogoat) in grado di apprendere Aeroassalto naturalmente, oltre al fatto che la potenza del loro corno è tale da abbattere una quercia. Grazie alla loro immensa forza e al loro aspetto semplice ed ingannevole, tali Pokémon sono diventati apprezzatissimi da parte degli specialisti Coleottero.

Si è scoperto che Heracross è una delle 46 specie di Pokémon in grado di subire una MegaEvoluzione. Se si è in possesso di una Heracrossite esso si può MegaEvolvere: tale processo rende il loro esoscheletro ancora più resistente e migliora la loro forza fisica, rendendoli dei veri e propri carri armati che camminano; gli artigli delle zampe superiori diventano retrattili, mentre i muscoli degli avambracci si sviluppano causando un aumento notevole dell'esoscheletro circostante per coprirli; ciò li rende talmente forti da spezzare con facilità  le ossa dell'avversario senza il minimo sforzo. Il cambiamento principale tuttavia lo subisce il corno, che cresce di dimensioni al punto tale da superare il corpo stesso e, visto che è composto dallo stesso tipo di esoscheletro, è ora resistente come una lastra di titanio. Si è osservato che quando combattono emettono un calore tale da poterli friggere dall'interno, fortunatamente però i MegaHeracross hanno sviluppato dei condotti di aerazione sul busto e sugli arti; queste parti possono infatti essere aperte per rilasciare il calore e regolare la loro temperatura corporea. Statisticamente parlando, a causa dell'aumento del peso dovuto all'esoscheletro più grosso, la loro velocità  è leggermente inferiore, ma in compenso la loro resistenza speciale è migliorata un po', la resistenza fisica è criticamente superiore, mentre la loro forza fisica ha ottenuto un miglioramento sbalorditivo; ciò li rende i Pokémon Lotta (escludendo i leggendari MegaEvoluti) e i Coleotteri con la maggiore forza fisica in assoluto e (escludendo Arceus) sono i Coleotteri più potenti in assoluto assieme a MegaPinsir, MegaScizor e Genesect. Altro cambiamento dovuto alla MegaEvoluzione è il fatto che i loro muscoli si sono elasticizzati tanto da permettere dei movimenti ancora più precisi di prima (nonostante il pesante esoscheletro), oltre a poter eseguire certi attacchi con una grandissima precisione; sebbene ciò sembri irrilevante per mosse come Megacorno, è estremamente utile per attacchi a ripetizione come Furia, Sberletese, Missilspillo e Semitraglia, motivo per cui sono classificati con l'abilità  Abillegame, rendendo questi carri armati insettoidi ancora più pericolosi.

Nonostante scarseggino in fatto di attacchi speciali, gli Heracross restano combattenti fisici di tutto rispetto grazie ad una forza fisica invidiabile da parte di quasi ogni Coleottero e alla loro grande resistenza in battaglia. Essendo creature molto fedeli, non c'è da stupirsi se, oltre ai Pigliamosche, qualsiasi allenatore esperto ne voglia uno. E' consigliabile tenere alla larga da questi insetti qualsiasi Pokémon pianta o che abbia della vegetazione sul corpo: se non ci sono alberi nei dintorni gli Heracross potrebbero pensare di nutrirsi della loro linfa, finendo per essere aggrediti dal Pokémon che hanno scambiato per uno spuntino!

Wurmple

200px-Artwork265.png

Spoiler

Wurmple (noto come Pokémon Baco) è un Pokémon comune di tipo Coleottero che vive nelle foreste e nei campi delle regioni di Hoenn e Sinnoh, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Kanto, Johto ed Unima. Quasi totalmente ignorati dai professionisti, i Wurmple sono esseri affettuosi che, nonostante ciò, possono pungere qualsiasi stolto provi a spaventarli. Anche se possono risultare utili solo per i principianti, sono ottimi per darsi una spinta iniziale, sebbene non ci sia assolutamente modo di capire se diventeranno dei Silcoon o dei Cascoon con l'evoluzione!

I Wurmple assomigliano moltissimo ai Caterpie e agli Weedle, sia per il loro stile di vita che per lo stile di combattimento. Questi Pokémon infatti trascorrono la loro vita a mangiare foglie per prepararsi all'evoluzione; quando queste scarseggiano, possono sfruttare gli aculei che hanno sulla parte posteriore del corpo per strappare la corteccia degli alberi e nutrirsi della linfa, mentre, se minacciati dai predatori (come Taillow e Starly), alzano il corpo con gli aculei sulla punta così da rilasciare un veleno per difendersi, ma anziché attaccare, semplicemente sperano che gli uccelli si pungano per sbaglio con essi facendo filtrare il veleno nel corpo. Infatti, nonostante possano sfruttare gli attacchi Azione e Velenospina, è molto raro che attacchino altri esseri viventi (se lo fanno è solo per sopravvivere), ma solitamente si limitano a rilasciare della seta bianca che diventa appiccicosa al contatto con l'aria (tale tecnica viene usata per eseguire la mossa Millebave).

I Wurmple sono assolutamente unici perché la loro evoluzione cambia in base alla personalità , ma il motivo di ciò è ancora sotto studio da parte di esperti. Di conseguenza l'evoluzione di un Wurmple è praticamente casuale e non c'è modo di sapere in cosa si evolverà  prima del tempo. Alcuni ricercatori ritengono che questa evoluzione "casuale" sia dovuta al fatto che sono parenti stretti sia dei Caterpie che degli Weedle, questo spiegherebbe il motivo per cui possono apprendere sia Azione che Velenospina, la prima accessibile solo a Caterpie e la seconda solo a Weedle; altra prova è che i tipi di entrambe le evoluzioni finali sono gli stessi di Butterfree e Beedrill. Recenti ricerche hanno confermato che queste non sono mere coincidenze, in quanto il codice genetico di un Wurmple ha molto in comune sia con i Caterpie che con i Weedle; ciò ha fatto nascere la teoria secondo cui questi ultimi sarebbero dei ceppi o delle mutazioni di Wurmple, viste le grandi somiglianze. Questa risposta ha fatto nascere una nuova domanda: perché gli Wurmple sono estremamente rari nella regione d'origine delle altre due specie e viceversa? La teoria più accreditata è per la scarsa quantità  di cibo, ma non è mai stata confermata del tutto.

Sebbene siano facili prede per qualsiasi uccello, i Wurmple sono esseri molto intrepidi che faranno di tutto pur di proteggere la loro vita... anche se con scarsi risultati. Nonostante tutto sono ottimi per gli allenatori più giovani e molto amati dai Pigliamosche, anche perché riescono a strappare un sorriso a chiunque. State attenti contro chi li usate: non sono molto adatti alla lotta, quindi non schierateli contro Pokémon molto grandi!

Silcoon

200px-Artwork266.png

Spoiler

Silcoon (noto come Pokémon Bozzolo) è un Pokémon relativamente non molto comune di tipo Coleottero che vive nei boschi e nei campi delle regioni di Hoenn e Sinnoh, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Kanto, Johto ed Unima. Sebbene siano quasi totalmente immobili e indifesi, i Silcoon sono creature pazienti che attendono la propria evoluzione, ragion per cui questa, per loro, è l'unica cosa che conta. Potreste provare a far loro del male, ma sicuramente non otterreste un grande successo!

Quando un Wurmple si evolve avvolge il proprio corpo nella seta, la quale si indurisce rapidamente, tuttavia il tipo di bozzolo che si sviluppa dipende dalla sua personalità , la quale va ad influenzare non solo la struttura fisica del bozzolo stesso, ma anche l'evoluzione finale del Pokémon. Sia i Silcoon che i Cascoon tendono a rimanere fermi e a sopportare i danni, indipendentemente dagli attacchi e dal dolore che subiscono, anche se il loro bozzolo è molto resistente. L'unica parte esposta del loro corpo sono gli occhi, in modo da sorvegliare l'ambiente circostante per sicurezza, anche se in realtà , non potendosi muovere molto, questa non è una cosa molto utile; le capacità  di attaccare e di muoversi sono dovute ai movimenti del Pokémon all'interno, tuttavia ciò può risultare dannoso e sembra che sia i Silcoon che i Cascoon, nel muoversi, potrebbero rallentare la loro evoluzione, il che sarebbe controproducente. Nonostante questi Pokémon non mangino nulla, sembra che riescano a dissetarsi facendo filtrare la rugiada attraverso la seta, inoltre il loro corpo è molto caldo, questo perché la mutazione cellulare interna è molto elevata. La presenza di crepe sulla superficie indica che il Pokémon si evolverà  nel giro di pochi minuti, un segno molto utile, specie per gli allenatori meno pazienti.

I Silcoon tendono ad essere molto tranquilli e ignorano chiunque li attacchi, preoccupandosi solo del proprio benessere e dello sviluppo della loro forma finale. Solitamente questi Pokémon rimangono appesi ai rami sfruttando svariati fili di seta per sostenersi. Nonostante la grande somiglianza che hanno con i Cascoon, questi Pokémon sono noti per essere pacifici, ma la gente tende ad evitarli perché spesso vengono confusi con l'altra ben più minacciosa evoluzione. I Silcoon sono noti per essere tra i Pokémon più facili da allenare visto che sono molto docili e impiegano pochissimo tempo per evolversi, dando al proprio allenatore un'esperienza unica.

Sebbene non siano altro che una spinta per gli allenatori che vogliono usare Pokémon più forti, i Silcoon sono considerati tra i Pokémon più rappresentativi dell'evoluzione stessa. Non abbiate timore di usarli in battaglia, visto che la loro evoluzione avverrà  molto presto. Nonostante non serbino nessun rancore e la loro evoluzione venga descritta da molti come tra le più magnifiche, è sempre meglio non trattare questi bozzoli come fossero delle pignatte!

Beautifly

200px-Artwork267.png

Spoiler

Beautifly (noto come Pokémon Farfalla) è un Pokémon non molto comune di tipo Coleottero/Volante che vive nelle foreste e nei campi delle regioni di Hoenn e Sinnoh, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Kanto, Johto ed Unima. Amati da praticamente ogni persona a causa del loro bellissimo aspetto, i Beautifly sono creature leggiadre in grado di rubare la scena a qualsiasi normale concorrente in una gara di bellezza. E' meglio non far arrabbiare questi insetti: anche se sono bellissimi, un loro morso è doloroso!

I Beautifly passano gran parte del tempo a svolazzare attorno ai campi in fiore, specialmente in primavera e in estate, e raccolgono nettare sfruttando la loro lunga bocca. Sebbene in inverno sia difficilissimo vederli, non appena arriva la primavera queste farfalle appaiono in gran numero, ciò li ha portati a diventare un simbolo mondiale di tale stagione. I Beautifly hanno un comportamento molto cordiale nei confronti degli esseri umani ed è molto difficile che ne attacchino uno, spesso addirittura si posano sulla testa delle persone in segno di affetto; questo atteggiamento e il loro aspetto fisico hanno portato questi insetti a diventare molto popolari tra i coordinatori, anche perché sono molto facili da allenare e possono apprendere mosse bellissime, come Ventargenteo e Mattindoro. E' pratica comune della gente tenere fuori dalla finestra dei vasi con fiori freschi, in modo da ammirare alcuni Beautifly arrivare lì per raccoglierne il nettare, ma ciò potrebbe anche attirare insetti meno amichevoli come i Mothim e può diventare rischioso.

Nonostante l'aspetto i Beautifly non sono creature indifese: se irritate infatti possono attaccare violentemente, specialmente se si sentono minacciati, in quel caso conficcheranno la bocca nel corpo della vittima (che può bucare la pelle facilmente) per succhiarne i fluidi come fosse nettare; in alcuni casi ciò può portare alla morte della vittima. Tuttavia i Beautifly non sono predatori, quindi se non istigati alla violenza non attaccano mai qualcuno, nemmeno per mangiare, visto che prediligono di gran lunga il nettare anziché i fluidi corporei. Con l'allenamento i Beautifly possono imparare a sfruttare questa caratteristica in modo sicuro per l'utilizzo degli attacchi Assorbimento, Megassorbimento e Gigassorbimento, ma, eccetto queste mosse, possono apprendere naturalmente pochissimi attacchi che sono di tipo Normale, Coleottero e Volante, rendendoli facili prede contro Pokémon Fuoco, Volante, Elettro, Roccia e Ghiaccio.

Eleganti e bellissimi, i Beautifly sono tra le creature più magnifiche che si possano usare in un concorso per mostrare la loro bellezza. Nonostante non siano tra i combattenti più forti, potranno fare molto sul campo grazie anche all'uso della tecnica Mattindoro. Se mai doveste affrontare queste farfalle, usate Pokémon corazzati per evitare che possano assorbire i fluidi vitali del vostro compagno!

Cascoon

200px-Artwork268.png

Spoiler

Cascoon (noto come Pokémon Bozzolo) è un Pokémon relativamente non molto comune di tipo Coleottero che vive nei boschi e nei campi delle regioni di Hoenn Sinnoh, anche se raramente è stato visto nelle regioni di KantoJohto ed Unima. Sebbene siano quasi totalmente immobili e indifesi, i Cascoon sono creature pazienti che attendono la propria evoluzione, ragion per cui questa, per loro, è l'unica cosa che conta. Sappiate però che l'ultima cosa che vorreste è che vi attacchino dopo l'evoluzione!

Quando un Wurmple si evolve avvolge il proprio corpo nella seta, la quale si indurisce rapidamente, tuttavia il tipo di bozzolo che si sviluppa dipende dalla sua personalità , la quale va ad influenzare non solo la struttura fisica del bozzolo stesso, ma anche l'evoluzione finale del Pokémon. Sia i Silcoon che i Cascoon tendono a rimanere fermi e a sopportare i danni, indipendentemente dagli attacchi e dal dolore che subiscono, anche se il loro bozzolo è molto resistente. L'unica parte esposta del loro corpo sono gli occhi, in modo da sorvegliare l'ambiente circostante per sicurezza, anche se in realtà , non potendosi muovere molto, questa non è una cosa molto utile; le capacità  di attaccare e di muoversi sono dovute ai movimenti del Pokémon all'interno, tuttavia ciò può risultare dannoso e sembra che sia i Silcoon che i Cascoon, nel muoversi, potrebbero rallentare la loro evoluzione, il che sarebbe controproducente. Nonostante questi Pokémon non mangino nulla, sembra che riescano a dissetarsi facendo filtrare la rugiada attraverso la seta, inoltre il loro corpo è molto caldo, questo perché la mutazione cellulare interna è molto elevata. La presenza di crepe sulla superficie indica che il Pokémon si evolverà  nel giro di pochi minuti, un segno molto utile, specie per gli allenatori meno pazienti.

A differenza dei Silcoon, i Cascoon sono Pokémon molto maliziosi; i predatori preferiscono stare alla larga da questi bozzoli a causa del veleno che sviluppano una volta evoluti. Generalmente tendono ad appendersi ai rami come i Silcoon (anche se preferiscono quelli più fitti), ma è possibile vederli a terra nascosti da muschio e fogliame. Anche se aggrediti, è difficilissimo rompere il loro guscio, ma questo è l'ultimo dei problemi dei predatori, visto il carattere di questi bozzoli; infatti, mentre i Silcoon sono calmi e mansueti, i Cascoon sono terribilmente vendicativi e si ricordano di ogni singolo aggressore, e una volta evoluti perseguiteranno ciascuno di loro per fargliela pagare.

Sebbene non siano altro che una spinta per gli allenatori che vogliono usare Pokémon più forti, i Cascoon sono considerati tra i Pokémon più rappresentativi dell'evoluzione stessa. Non abbiate timore di usarli in battaglia, visto che la loro evoluzione avverrà  molto presto. Se doveste vederne uno selvatico, ignoratelo e non attaccatelo per nessuna ragione, altrimenti prima o poi verrete attaccati brutalmente da un attacco Confusione senza preavviso!

Dustox

200px-Artwork269.png

Spoiler

Dustox (noto come Pokémon Velentarma) è un Pokémon non molto comune di tipo Coleottero/Veleno che vive nelle foreste e nei campi delle regioni di Hoenn e Sinnoh, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Kanto, Johto ed Unima. Visti in modo negativo dalla gente a causa delle loro cattive abitudini e della polvere velenosa, i Dustox sono esseri molto fastidiosi, il cui unico interesse è nutrirsi e vendicarsi. Possono risultare ottimi combattenti in certe occasioni, ma è meglio affrontarli a distanza, se non si vuole la faccia ricoperta da polvere velenosa!

Sin da quando emergono dal bozzolo, i Dustox diventano notturni in quanto è l'unico momento in cui sono al sicuro; infatti, sebbene siano fastidiosi, tutti i loro predatori naturali sono diurni e quindi ottengono un notevole vantaggio in fatto di sopravvivenza. Il motivo per cui sono visti così negativamente è per via delle loro abitudini molto maliziose e per il fatto che sono attratti dalla luce, finendo spesso per ritrovarsi in centri abitati, portando parecchi problemi a parchi e piantagioni varie se arrivano in sciami. Anche se le antenne sono ottimi radar per individuare piccoli insetti, questi Pokémon preferiscono nutrirsi di foglie, causando non pochi disagi all'uomo, anche perché viaggiano sempre in gruppo allo stato brado.

Altro fattore che ha portato molti a temere i Dustox sono le loro polveri velenose e le discrete capacità  psichiche. Quando volano, le loro ali rilasciano una polvere velenosa che causa parecchi problemi respiratori a chiunque stia troppo vicino a loro, ma se si sentono minacciati sbattono le ali per rilasciare una polvere ancora più nociva che causa danni molto gravi alla salute, specialmente se non trattata rapidamente, questa tecnica viene spesso usata per eseguire Tossina; oltre a questa mossa, le altre di tipo Veleno che possono apprendere in natura sono Velenoshock e Velenpolvere, ma nonostante questo numero esiguo, rilasciano veleno anche quando non fanno nulla, rendendoli pericolosissimi per qualsiasi forma di vita non immune al veleno che stia intorno a loro. Un aneddoto interessante è che i Dustox (assieme alla famiglia di Venonat) sono gli unici Pokémon Veleno in grado di apprendere Psicoraggio naturalmente, una mossa che li rende un pericolo considerevole contro qualsiasi Pokémon (eccetto quelli Buio, che tuttavia possono essere colpiti da Ventargenteo), aggiungete il fatto che apprendono Lucelunare naturalmente e che hanno una resistenza speciale abbastanza alta (per essere dei Coleotteri) e capirete perché sono così temuti.

Sebbene siano Pokémon pericolosi per la salute, i Dustox possono rivelarsi combattenti perfetti contro avversari di tipo Buio, Lotta, Folletto e addirittura contro altri Pokémon Veleno. Certo, non possono infliggere ingenti danni, ma qualsiasi allenatore giovane verrà  messo alle corde contro queste falene. Cercate di evitare Pokémon Roccia, Fuoco, Psico o Volante: sebbene siano molto potenti, non sono invincibili!

 

Modificato da Zarxiel

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme
Inviato (modificato)

Surskit

200px-Artwork283.png

Spoiler

Surskit (noto come Pokémon Sfiorapozze) è un Pokémon relativamente raro di tipo Coleottero/Acqua che vive negli stagni d'acqua dolce e nei corsi d'acqua delle regioni di Hoenn, Sinnoh, Kalos, Alola e Auros, anche se raramente è stato visto nella regione di Unima. Sebbene siano troppo deboli per essere utili in lotta, i Surskit sono esseri interessanti, specialmente per chi vuole ampliare il proprio Pokédex, anche se trovarli in natura può essere difficoltoso. Nonostante le loro abilità  siano limitate, impedendo loro di poter lottare in modo efficace, vista la loro rarità , sono in parecchi a desiderarne uno!

I Surskit sono creature che trascorrono la vita in modo semplice; sebbene siano considerati dei gerridi, in realtà  sono lo stadio larvale di un tipo di falena e si sono adattati a vivere in acqua, solo perché è lì che abbonda il cibo. Il motivo per cui sono considerati dei gerridi è perché camminano sull'acqua sfruttando le lunghe e sottili zampe che riescono a non romperne la tensione superficiale, nonostante le loro grandi dimensioni facciano pensare che ciò sia impossibile (ed è così), ma poiché la punta delle zampe rilascia un olio denso in grado di controbilanciare gli effetti del loro peso, riescono nell'impresa facilmente. I Surskit si limitano a scivolare sopra gli stagni e ogni tanto si avventurano tra l'erba bagnata, ma è difficile, visto che mangiano microrganismi che vivono in acqua; inoltre in natura è quasi impossibile che affrontino altri esseri viventi, il che ha senso, dal momento che hanno una forza fisica molto scarsa, di conseguenza l'unico attacco che può veramente arrecare danno è Bollaraggio, che però è appunto una forma di difesa molto limitata. Ma nonostante ciò sono gli unici Pokémon noti classificati come Coleottero/Acqua, il che li rende esseri unici.

Anche se hanno una resistenza scarsa e una gamma di mosse limitate, i Surskit hanno sviluppato una difesa interessante, ovvero uno spuntone sulla loro testa che è utile contro i predatori: questo rilascia un liquido che emana un odore dolcissimo simile al miele, il quale, sebbene attiri i predatori, non ha alcuno scopo nutrizionale, ma serve solo per calmare e tranquillizzare le creature circostanti; infatti possono addirittura tenere calmo un Munchlax affamato abbastanza a lungo da avere il tempo di sfuggirgli e trovare un posto sicuro in cui nascondersi.

Nonostante abbiano scarsissime capacità  combattive, i Surskit rimangono insetti interessanti e molto ricercati dagli Insettologi a causa della loro rarità . Purtroppo per loro è difficile sopravvivere a lungo se non catturati da un allenatore, ma sappiate che trovarne uno e portarlo in salvo è un gesto davvero molto generoso. Anche dopo l'evoluzione non potranno fare molto in lotta, ma almeno potrete vedere acrobazie aeree uniche!

Masquerain

200px-Artwork284.png

Spoiler

Masquerain (noto come Pokémon Occhi) è un Pokémon relativamente raro di tipo Coleottero/Volante che vive nei prati e nelle foreste delle regioni di Hoenn, Sinnoh, Kalos, Alola e Auros anche se raramente è stato visto nella regione di Unima. Anche se deboli e non adatti a combattimenti seri, i Masquerain rimangono insetti interessanti, tanto da essere usati nonostante le poche capacità  offensive. In realtà  solo gli Insettologi adorano alla follia questi Pokémon, ma più per le loro abilità  di volo che per altro. E' consigliabile non schizzargli l'acqua addosso, nonostante il loro vecchio habitat!

Sebbene i Surskit siano considerati gerridi, in realtà  sono delle larve di falena. Una volta raggiunta l'età  adulta si trasferiranno sulla terra e si sbarazzeranno della pelle rivelando il nuovo aspetto; ciò li cambia moltissimo, al punto da non essere più considerati dei Pokémon Acqua e ad essergli precluso l'apprendimento delle mosse Bollaraggio, Nebbia, Nube, Acquagetto, Staffetta e Rete Vischiosa. In compenso, però, l'evoluzione in Masquerain li rende in parte Pokémon Volanti e possono ora imparare le mosse Funestovento, Raffica, Aerasoio, Visotruce, Paralizzante, Ventargenteo, Eterelama, Turbine, Ronzio ed Eledanza. Nonostante i grandi cambiamenti, non migliorano molto in combattimento. Per sfuggire ai predatori hanno sviluppato le antenne, le quali si sono evolute in una sorta di grosse paia d'ali con degli occhi disegnati; quando queste vengono agitate velocemente sembra quasi che gli occhi disegnati sbattano le palpebre, anche se purtroppo tale tecnica non ha effetto contro i predatori più intelligenti, il che spiega perché siano ugualmente tanto rari.

I Masquerain sono noti per essere tra i pochi insetti con le ali completamente articolate, infatti non sono limitate a muoversi solo su e giù, ma in qualsiasi direzione, permettendo loro di compiere acrobazie e manovre altrimenti impossibili, il che è essenziale per sfuggire ai predatori, consentendo loro di attaccare, volare e fuggire rapidamente senza stancarsi. E' importante ricordarsi che se le ali ai lati del corpo si bagnano, anche minimamente, non potranno più volare, il che è molto problematico per la loro sopravvivenza, motivo per cui tendono a ripararsi sotto le grondaie quando piove; molta gente li sfrutta per prevedere il tempo, visto che hanno l'abitudine di abbassare le antenne-ali quando un temporale è imminente.

Sebbene non abbiano grandi capacità  combattive, i Masquerain sanno dimostrare quanto un Pokémon possa risultare interessante nonostante l'aspetto apparentemente insignificante. Se sottoposti ad allenamenti specifici, con l'impegno possono divenire combattenti in grado di causare qualche problema anche agli avversari professionisti. Vederli volare in natura con le loro acrobazie incredibili è uno spettacolo magnifico, ma è meglio non provocarli, altrimenti sarete vittima del loro Funestovento!

Nincada

200px-Artwork290.png

Spoiler

Nincada (noto come Pokémon Novizio) è un Pokémon non molto comune di tipo Coleottero/Terra che vive nelle foreste delle regioni di Hoenn e Kalos, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Johto e Sinnoh. Fisicamente deboli e quasi incapaci nella lotta, i Nincada sono creature semplici che prediligono passare gran parte del loro tempo sotto terra piuttosto che stare in superficie, dove dovrebbero difendersi anche dai predatori. Forse non possono fare molto in battaglia, ma se sei un ragazzino in cerca di qualcuno che possa scavarti una nuova casa o un covo segreto, allora questi insetti sotterranei fanno al caso tuo!

Nincada e i Ninjask sono Pokémon cicale senza caratteristiche particolarmente impressionanti. I Nincada passano quasi tutto il loro ciclo vitale sotto terra senza mai andare in superficie se non durante la notte, questo perché, sebbene il loro esoscheletro sia particolarmente robusto, esso non sopporta il calore, e le ore al sole possono letteralmente friggerlo. Come unica fonte di cibo i Nincada assorbono nutrimento dalle radici delle piante, ecco perché è quasi impossibile trovarli al di fuori dei boschi. Avendo artigli abbastanza affilati, i Nincada tendono a scavare ampie gallerie tra le radici degli alberi, dove il terreno è più soffice, non solo per assicurarsi di avere il cibo a portata di mano ma anche per crearsi un nido spazioso. Essi di solito rimangono sotto terra per ben 20 mesi sbucando solo di notte, dopo questo tempo cercheranno un nuovo habitat, visto che crescono lentamente. I Nincada che impiegano più tempo per evolversi, tuttavia, possono apprendere mosse interessanti come FalsofinaleFangosberlaFerrartigli Fossa, anche se di norma essi si evolvono dopo 20 mesi di vita, e trascorso questo tempo sbucano in superficie per potersi evolvere. Dopo l'evoluzione questi Pokémon hanno uno stile di vita più attivo e cresceranno più in fretta rispetto a prima. Con l'evoluzione si nutrono della linfa degli alberi o, in rarissime occasioni, di piccoli roditori, tuttavia un Ninjask selvatico può vivere in media un anno, mentre quelli catturati, se trattati con cura, dopo l'evoluzione possono raggiungere anche i 10 anni di vita.

Siccome i Nincada passano gran parte della loro vita sotto terra, i loro occhi non sono molto sviluppati ed hanno quindi una visione sfocata anche durante il giorno, tuttavia le grandi antenne consentono loro di percepire con grande precisione l'ambiente circostante; sebbene tali antenne risultino molto utili, specialmente sotto terra, gli occhi potrebbero invero rappresentare un grosso problema per la vita in superficie, ragion per cui continuano a prediligere quella sotterranea. E' interessante notare che non solo l'esoscheletro dei Nincada è robusto, ma dall'addome viene regolarmente rilasciata una sostanza chimica che lo rende amaro, per questo motivo sono tra gli insetti meno presi di mira dagli uccelli predatori. In battaglia i Nincada possono fare davvero poco, ma potrebbero risultare comunque utili contro gli allenatori alle prime armi; tuttavia, malgrado la loro scarsa utilità  nelle lotte, sono insetti molto intelligenti in grado di svolgere moli altri ruoli, come operare in azioni che richiedono di compiere grossi scavi nel terreno, per questo è popolare tra i fanatici delle basi segrete, qualora le si voglia costruire sotto del terreno soffice, ma risultano inutili per scavare in quello roccioso se non conoscono Ferrartigli. Ora che le basi segrete sono meno diffuse, i Nincada non sono più tanto ricercati, tuttavia gli allenatori più esperti tendono ad usare le loro evoluzioni.

Nonostante non siano tra i combattenti più efficienti e non imparino molte mosse utili, i Nincada sono creature interessanti e ottimi Pokémon difensivi per gli allenatori alle prime armi. Se non lo si allena a lungo, potrà fare ben poco, ma se desiderate un Pokémon veloce o un fantasma quasi immortale, allora il tempo speso per il suo allenamento non sarà sprecato, bisogna tuttavia prendersi cura del Nincada e nutrirlo fino all'evoluzione... quindi state attenti e non fatelo stare a lungo sotto il sole o avrete solo un insetto tostato!

Ninjask

200px-Artwork291.png

Spoiler

Ninjask (noto come Pokémon Ninja) è un Pokémon non molto comune di tipo Coleottero/Volante che vive nelle foreste delle regioni di Hoenn e Kalos, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Johto e Sinnoh. Estremamente veloci ed essendo praticamente impossibili da colpire, i Ninjask sono insetti tenaci che risultano essere anche fastidiosi in lotta, indipendentemente dal terreno o dall'avversario. Anche se non hanno molti attacchi e non sono in grado di infliggere gravi danni, se non vengono sconfitti subito risultano essere nemici insormontabili: dopotutto come si può pretendere di colpire qualcosa di talmente veloce da risultare persino difficile da vedere ad occhio nudo?!

Nincada e i Ninjask sono Pokémon cicale senza caratteristiche particolarmente impressionanti. I Nincada passano quasi tutto il loro ciclo vitale sotto terra senza mai andare in superficie se non durante la notte, questo perché, sebbene il loro esoscheletro sia particolarmente robusto, esso non sopporta il calore, e le ore al sole possono letteralmente friggerlo. Come unica fonte di cibo i Nincada assorbono nutrimento dalle radici delle piante, ecco perché è quasi impossibile trovarli al di fuori dei boschi. Avendo artigli abbastanza affilati, i Nincada tendono a scavare ampie gallerie tra le radici degli alberi, dove il terreno è più soffice, non solo per assicurarsi di avere il cibo a portata di mano ma anche per crearsi un nido spazioso. Essi di solito rimangono sotto terra per ben 20 mesi sbucando solo di notte, dopo questo tempo cercheranno un nuovo habitat, visto che crescono lentamente. I Nincada che impiegano più tempo per evolversi, tuttavia, possono apprendere mosse interessanti come FalsofinaleFangosberlaFerrartigli Fossa, anche se di norma essi si evolvono dopo 20 mesi di vita, e trascorso questo tempo sbucano in superficie per potersi evolvere. Dopo l'evoluzione questi Pokémon hanno uno stile di vita più attivo e cresceranno più in fretta rispetto a prima. Con l'evoluzione si nutrono della linfa degli alberi o, in rarissime occasioni, di piccoli roditori, tuttavia un Ninjask selvatico può vivere in media un anno, mentre quelli catturati, se trattati con cura, dopo l'evoluzione possono raggiungere anche i 10 anni di vita.

Anche se con l'evoluzione i Ninjask perdono il loro esoscheletro protettivo, in compenso riceveranno un grande aumento della propria forza fisica e la possibilità di apprendere un gran numero di mosse interessanti (Doppioteam, Tagliofuria, Stridio, Danzaspada, Lacerazione, Agilità , Staffetta, Coleomorso e Forbice X), nonché uno straordinario incremento della propria velocità di movimento, sebbene quest'ultima non sia una caratteristica rara fra i Coleotteri, ma i Ninjask infrangono qualsiasi limite in quanto sono conosciuti per essere gli organismi più veloci esistenti nel nostro pianeta. La loro velocità è tale che, quando si spostano, lo fanno prima che la luce rimbalzi negli occhi dell'osservatore, risultando così invisibili a quasi ogni forma di vita; tuttavia, siccome l'immagine ed il suono sono informazioni ricevute da due organi distinti, la loro presenza può essere percepita grazie al suono prodotto dal ronzio delle velocissime ali, il quale può indurre un terribile mal di testa se ascoltato ininterrottamente per più di 30 minuti. Allenare i Ninjask è difficile a causa del loro atteggiamento immaturo: infatti, se non allenati a dovere, non solo disobbediranno al proprio allenatore, ma produrranno un ronzio così forte da risultare insopportabile per la maggior parte delle persone. Nonostante tutto, i Ninjask sono popolari tra gli allenatori che amano rischiare per ottenere grandi risultati, questo perché non risultano una vera minaccia, ma grazie alla loro velocità, troppo elevata per essere percepita dall'occhio umano, essi risultano difficili da colpire; come se non bastasse, quando lottano la loro velocità aumenta progressivamente, quindi gli allenatori sfruttano questa capacità usandola in combinazione con la mossa Staffetta per mandare contro l'avversario Pokémon più forti del normale.

Come già detto in precedenza, resistenza e forza dei Ninjask lasciano a desiderare, ma la loro velocità risulta sorprendente, permettendo loro di colpire i nemici senza che questi riescano minimamente a capire la provenienza degli attacchi; senza dubbio sono i Pokémon non leggendari più veloci in assoluto, risultando tali anche tra tutti i Coleotteri e i tipi Volante. Il suo temperamento lo rende un Pokémon gestibile solo dagli allenatori più esperti, ma allenandolo come si deve ed abituandosi a lui risulterà davvero un ottimo alleato. Se siete allenatori che usano strategie ninja e che cercano un Pokémon veloce per la propria squadra, allora questo piccolo insetto fa al caso vostro, anche se allenarlo può risultare ostico per i mal di testa che può causare, ma finché porterete con voi dei vasetti di linfa allora potrete stare tranquilli e usare questo piccolo e maniacale incubo impercettibile!

Shedinja

200px-Artwork292.png

Spoiler

Shedinja (noto come Pokémon Cambiapelle) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Coleottero/Spettro che vive nelle foreste delle regioni di Hoenn e Kalos, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Johto e Sinnoh. Sebbene tutt'altro che resistenti durante le lotte, gli Shedinja sono creature sorprendentemente pericolose che hanno portato gli studi sul tipo Spettro al limite e oltre ogni comprensione. Nonostante non esistano risposte che possano spiegare che cosa siano in realtà, essi non sono poi così male come cavalli di battaglia, considerando che sono l'unica specie conosciuta ad avere ben 13 immunità naturali ai tipi!

Quando un Nincada si evolve in Ninjask, esso lascia dietro di sé il proprio esoscheletro originale, che ormai è solo un guscio vuoto. Nella grande maggioranza dei casi, questo esoscheletro si sbriciola poco dopo l'evoluzione diventando nutrimento per il terreno. Tuttavia, se un allenatore ha almeno uno spazio libero in squadra e almeno una Poké Ball inutilizzata in cui conservare l'esoscheletro, succederà qualcosa di bizzarro: infatti quell'esoscheletro diventerà un Shedinja; tale processo, in natura, risulta essere molto più raro. Perfino paragonandolo ad altri SpettriShedinja risulterà molto bizzarro: non respira, non mangia, non può spostare nessuna parte del corpo eccetto il corpo stesso nella sua interezza. Secondo alcuni studi sembra che gli Shedinja siano spiriti perduti che si siano impossessati dell'esoscheletro, quindi è possibile che il tentativo di muovere il fragile corpo potrebbe distruggerlo e costringere lo spirito a trovare faticosamente un'altro esoscheletro. Nonostante le limitazioni fisiche, lo spirito può usare l'energia spirituale per creare degli arti spettrali per attaccare fisicamente e uno scudo spirituale per proteggere il corpo dai danni nemici. Cosa davvero interessante è che, in fatto di forza fisica, gli Shedinja sono più forti del loro gemello Ninjask e hanno la stessa forza difensiva della loro pre-evoluzione (sono infatti costituiti dall'esoscheletro di Nincada), ma essendo molto fragili basta un solo colpo per mandarli KO. Nonostante tutto, gli Shedinja possono apprendere una buona quantità  di mosse Spettro e Psico, tra le quali DispettoStordiraggioFurtivombraRancoreSpettrotuffoAnticura e Palla Ombra, ma in generale le loro abilità  in battaglia sono limitate, e quindi nella maggior parte dei casi risultano inutili.

Shedinja tuttavia ha un'arma segreta che, tra i Pokémon conosciuti, non possiede nessun altro: l'abilità Magidifesa. Siccome lo spirito utilizza l'esoscheletro per manifestarsi con questo corpo fisico, può tranquillamente usare tutte le sue capacità sovrannaturali senza danneggiare il proprio involucro. Attorno a Shedinja, infatti, ci sarà  una barriera spirituale protettiva che devierà qualsiasi attacco diretto ad eccezione di quelli superefficaci. Siccome il corpo è formato dall'esoscheletro di un insetto e da uno spirito, esso potrà  essere danneggiato solo dagli attacchi FuocoRocciaVolante, Spettro e Buio, garantendogli dunque l'immunità ai 13 tipi restanti; questo significa che la stragrande maggioranza dei Pokémon non può nemmeno scalfire un Shedinja a meno che non conosca una mossa di uno di quei cinque tipi superefficaci tramite MT, ma, nonostante ciò, continuano ad esserci Pokémon che non potranno mai sconfiggere un simile avversario. Questo rende Shedinja un Pokémon estremamente pericoloso per coloro che non conoscono la sua abilità , quindi un vero flagello per gli sprovveduti. Tuttavia essi possono essere sconfitti in altri modi, come quando sono attive certe condizioni meteorologiche, tramite l'uso di spine, la mossa Scontro, alcune condizioni di stato, colpendo fisicamente un Pokémon con Spineferrate o Pelleruvida, affrontando avversari con le abilità  MummiaPiroturbina e Teravolt (che possono annullare la sua abilità) o se si usano le mosse Baratto e Giododiruolo. Oltre a queste debolezze, un'altra è il foro sulla schiena da cui è uscito Ninjask, il quale è privo di protezione ed è il luogo dove lo spirito risiede; se qualcuno dovesse scrutare in questo foro, lo spirito, per difendersi, sottrarrà  l'anima dell'osservatore!

Dalla maggior parte degli allenatori gli Shedinja non sono nemmeno presi in considerazione, ma in realtà  sono creature devastanti che potrebbero rivelarsi veri incubi contro coloro che non hanno mosse superefficaci a disposizione. Per gli allenatori più esperti questi esoscheletri posseduti non sono un problema, ma per gli allenatori medi affrontarne uno è senza dubbio tra i loro peggiori incubi. Se credete di poter usare queste bizzarre creature allora catturate un Nincada e fatelo evolvere conservandone l'esoscheletro, ma si consiglia di non osservare il processo di possessione del Shedinja, altrimenti potrebbe essere l'ultima cosa che vedrete!

Volbeat

200px-Artwork313.png

Spoiler

Volbeat (noto come Pokémon Lucciola) è un Pokémon non molto comune di tipo Coleottero che vive nei pressi degli stagni d'acqua dolce delle regioni di Hoenn, Sinnoh e Kalos, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Johto ed Unima. Sebbene spesso ignorati in favore di creature più forti, i Volbeat sono esseri interessanti che si rivelano essere uno spettacolo bellissimo se visti nel cuore della notte. Potrebbero non vincere molte battaglie, ma di sicuro queste lucciole sapranno farsi notare in uno spettacolo di luci!

I Volbeat e gli Illumise sono Pokémon unici in quanto, sebbene appartengano alla stessa specie, si differenziano moltissimo in fatto di abilità , questo solo perché sono di sesso diverso, di conseguenza entrambi i Pokémon possiedono capacità  difensive differenti in natura. Socialmente parlando, sono gli Illumise a dominare, visto che il loro comportamento influenza i Volbeat in ogni aspetto (raccolta di cibo, rituali di corteggiamento, ecc...), ma ovviamente, essendo solo femmine, gli Illumise devono fare affidamento sui Volbeat per la riproduzione, senza contare che questi ultimi sono gli unici in grado di fiutare il giusto tipo di nettare che piace ad entrambi i sessi, una cosa molto importante dato che altri tipi risultano tossici per loro; questo loro olfatto sviluppato permette anche di individuare tossine negli stagni in cui abitano, solo in questi momenti il comando lo prendono i Volbeat, finché non trovano un nuovo stagno pulito in cui vivere. Altra cosa che li differenzia è il comportamento verso le altre specie: mentre i Volbeat sono amichevoli e rispettosi verso ogni forma di vita, tanto da non invadere mai i territori di altri insetti, gli Illumise, d'altro canto, sono arroganti e non è raro che invadano territori altrui. Nonostante le enormi differenze, in tutta la storia umana non ci sono mai stati resoconti circa conflitti tra i Volbeat e gli Illumise, ma al contrario, questa loro società  è quanto di più simile ci sia a ciò che noi chiamiamo "Utopia".

I Volbeat comunicano tra di loro e con gli Illumise anche a grandissime distanze usufruendo della coda bioluminescente: siccome riesce ad illuminarsi senza alcuna fonte di alimentazione, possono usarla in qualsiasi momento, dando loro la possibilità  di usare la mossa Codadiluce (che oltre a loro solo Manaphy può apprendere) e sono gli unici in grado di apprendere Flash naturalmente. Dal momento che la loro luce può inviare segnali ad intermittenza, i quali possono essere visti anche a grande distanza, sono ottimi per l'esplorazione di zone ignote. Durante la notte i Volbeat vengono incantati dal dolce aroma degli Illumise, il quale li porta a formare delle figure geometriche in cielo; questo comportamento serve per attrarre gli Illumise in vista dell'accoppiamento e per dimostrare che la loro presenza è importante per lo sciame.

Nonostante abbiano un ruolo da subordinati nelle loro comunità , i Volbeat restano insetti molto interessanti in grado di dare vita a splendide formazioni di luce nel buio. Amichevoli e facilmente allenabili, non c'è da stupirsi se queste lucciole sono compagni così affidabili per gli allenatori più giovani, specie quelli che amano i giochi di luce. E' meglio evitare di catturarne uno durante un rituale d'accoppiamento: certo, al Volbeat non dà  alcun fastidio, ma per gli Illumise la cosa potrebbe essere abbastanza fastidiosa!

Illumise

200px-Artwork314.png

Spoiler

Illumise (noto come Pokémon Lucciola) è un Pokémon non molto comune di tipo Coleottero che vive nei pressi degli stagni d'acqua dolce delle regioni di Hoenn, Sinnoh e Kalos, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Johto ed Unima. Sebbene spesso ignorati in favore di creature più forti, gli Illumise sono esseri interessanti che creano spettacoli bellissimi comandando i Volbeat nel cuore della notte. Potrebbero non vincere molte lotte, ma di sicuro esistono pochi altri esseri con una natura da leader anche in battaglia!

Volbeat e gli Illumise sono Pokémon unici in quanto, sebbene appartengano alla stessa specie, si differenziano moltissimo in fatto di abilità , questo solo perché sono di sesso diverso, di conseguenza entrambi i Pokémon possiedono capacità  difensive differenti in natura. Socialmente parlando, sono gli Illumise a dominare, visto che il loro comportamento influenza i Volbeat in ogni aspetto (raccolta di cibo, rituali di corteggiamento, ecc...), ma ovviamente, essendo solo femmine, gli Illumise devono fare affidamento sui Volbeat per la riproduzione, senza contare che questi ultimi sono gli unici in grado di fiutare il giusto tipo di nettare che piace ad entrambi i sessi, una cosa molto importante dato che altri tipi risultano tossici per loro; questo loro olfatto sviluppato permette anche di individuare tossine negli stagni in cui abitano, solo in questi momenti il comando lo prendono i Volbeat, finché non trovano un nuovo stagno pulito in cui vivere. Altra cosa che li differenzia è il comportamento verso le altre specie: mentre i Volbeat sono amichevoli e rispettosi verso ogni forma di vita, tanto da non invadere mai i territori di altri insetti, gli Illumise, d'altro canto, sono arroganti e non è raro che invadano territori altrui. Nonostante le enormi differenze, in tutta la storia umana non ci sono mai stati resoconti circa conflitti tra i Volbeat e gli Illumise, ma al contrario, questa loro società  è quanto di più simile ci sia a ciò che noi chiamiamo "Utopia".

Nonostante gli Illumise non possiedano la coda bioluminescente della loro controparte maschile, hanno comunque un ruolo fondamentale per lo sciame, visto che sono loro a comandarlo, tanto da decidere quando i Volbeat devono andare alla ricerca del cibo o ad esplorare determinate aree; non c'è da stupirsi, quindi, se questi insetti sono così tenaci e sicuri di sé. Di notte gli Illumise rilasciano un odore dolcissimo, i Volbeat, appena lo sentono, iniziano a volare per formare delle forme geometriche con la loro coda bioluminescente: questo comportamento non è altro che un rituale d'accoppiamento. Ad oggi sono state registrate fino a 200 composizioni di luce differenti, ma solo la metà  di esse sembra essere stata tradotta, sebbene non si sia del tutto certi se abbiano o meno altri significati. Gli Illumise che riescono a guidare i Volbeat per creare le forme più complesse sono considerati i più importanti dello sciame, ma quando ce ne sono molti, potrebbero insorgere dei problemi, visto che solitamente, durante l'accoppiamento, i Volbeat cercano sempre di far colpo sull'Illumise più esperto; per fortuna non sono Pokémon gelosi, tant'è vero che un singolo Volbeat può accoppiarsi con più di un'Illumise in una sola notte.

Nonostante non posseggano abilità  di combattimento particolari, gli Illumise restano esseri interessanti che possono dimostrare che, in certe specie, la femmina ha un ruolo assolutamente dominante. Grazie al loro "fascino" femminile riescono ad attrarre centinaia di Volbeat, e, nonostante abbiano un intelletto davvero sorprendente, è curioso pensare che in realtà  non potrebbero sopravvivere senza di essi. Ciò nonostante, la "schiavitù" dei Volbeat è un prezzo da pagare necessario per evitare l'estinzione di questa specie!

Anorith

200px-Artwork347.png

Spoiler

Anorith (noto come Pokémon Primaceo) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Roccia/Coleottero che viveva vicino alle coste dei mari caldi di tutto il mondo, ma ormai in natura quasi non esiste più perché estinto. Nonostante non siano abbastanza grandi o robusti da poter affrontare avversari più grossi, gli Anortih rimangono creature potenti che possono trasformare la vita dei Pokémon più piccoli in un vero inferno grazie alle loro grosse e robuste tenaglie. E' necessario aspettare del tempo prima che diventino qualcosa di veramente temibile, ma fino ad allora approfittatene per osservare e studiare questi affascinanti esseri, dopotutto non capita tutti i giorni di incontrare un Pokémon che provenga da una delle epoche più antiche ed affascinanti!

Gli Anorith e gli Armaldo sono oggi estinti e quindi vederli in natura è quasi impossibile, ma grazie alla tecnologia moderna, che permette di riportare in vita i Pokémon dai fossili, disponendo del Fossilunghia è stato possibile riportare questa specie in vita. Contrariamente agli altri Pokémon Fossili, l'esatto periodo a cui appartiene la famiglia degli Anorith non è del tutto certo, ma è molto probabile che sia la famiglia di fossili più antica giunta fino a noi. Il corpo di queste bizzarre creature è totalmente differente da quello di qualsiasi essere vivente visto fino ad oggi e, nonostante la classificazione adottata per gli Anorith in alcune regioni (in inglese sono noti come "Old Shrip" ovvero "vecchio gambero"), non hanno assolutamente nulla in comune con i gamberi. Molti esperti classificano gli Anorith e gli Armaldo come degli anomalocaris e ritengono che provengano dal periodo Cambriano; probabilmente erano gli organismi più grandi esistenti in quel periodo, motivo per cui sono gli unici che possono veramente essere definiti "Pokémon". Di conseguenza, gli Anorith e gli Armaldo sono le uniche testimonianze viventi di uno dei periodi con la più vasta gamma di esseri viventi nella Storia, sebbene non tutti siano riusciti ad evolversi. Si ritiene quindi che la famiglia di Anorith rappresenti il primissimo passo dell'evoluzione dei Pokémon comuni, ciò spiega perché le loro capacità  di combattimento siano così simili a quelle dei Pokémon moderni. Sebbene si sia tentato di reintrodurre queste specie nel mondo moderno, gli Anorith specialmente, esse non riescono ad adattarsi al loro habitat naturale moderno a causa dei nuovi predatori acquatici.

Gli Anorith non riescono a spostarsi bene sulla terraferma a causa della loro bizzarra anatomia, questo probabilmente è dovuto al fatto che in passato non era una cosa necessaria; il loro corpo possiede quattro appendici simili a piume su entrambi i lati, che servivano come delle pinne per spostarsi in acqua, e grazie alla loro strana forma potevano anche compiere manovre imprevedibili per mettere in difficoltà  certi predatori acquatici senza alcuna fatica. Queste pinne risultano essere molto robuste e dotate varie terminazioni nervose, che permettono loro di ruotare in modo tale che il Pokémon possa spostarsi sulla terraferma; ciò suggerisce che all'inizio le usassero come arti per spostarsi sui fondali marini, e che solo in seguito le abbiano sviluppate per nuotare. Il loro carapace risulta essere poco resistente e facilmente distruttibile con attacchi diretti, questo è dovuto al fatto che gli Anorith non sono adatti a difendersi, ma ad attaccare con le grosse tenaglie: anche se esse possono sembrare fragili, in realtà  hanno vari muscoli che permettono loro di spaccare gusci e sollevare rocce, cosa molto utile per procurarsi del cibo. Finché non si evolvono non fanno altro che dedicarsi alla ricerca di quest'ultimo, triturarlo con le tenaglie per ridurlo in dimensioni adatte a loro e nient'altro.

Nonostante la loro debole resistenza e la poca mobilità , gli Anorith sono ottimi alleati per gli allenatori più giovani che vogliono imparare ad allenare Pokémon Fossili, in quanto sono facili da allenare e con l'evoluzione diventano possenti combattenti. Potrebbe essere necessario del tempo prima che apprendano mosse veramente forti, ma fino ad allora, se attaccate a distanza questo problema non è grave. E' consigliabile non portarli in qualche buffet di pesce o roba simile, la gente più ignorante potrebbe scambiarli per gamberi e la cosa non è molto piacevole!

Armaldo

200px-Artwork348.png

Spoiler

Armaldo (noto come Pokémon Piastre) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Roccia/Coleottero che viveva vicino alle coste dei mari caldi di tutto il mondo, ma ormai in natura quasi non esiste più perché estinto. Nonostante non siano adatti a combattere in acqua come la loro pre-evoluzione, gli Armaldo sono bestie feroci in grado di fare a pezzi gli avversari con i loro grossi artigli; di certo non sono tra le creature più mobili, ma una volta colpiti dai loro rapidi attacchi, questa sarà  la vostra ultima preoccupazione!

Gli Anorith e gli Armaldo sono oggi estinti e quindi vederli in natura è quasi impossibile, ma grazie alla tecnologia moderna, che permette di riportare in vita i Pokémon dai fossili, disponendo del Fossilunghia è stato possibile riportare questa specie in vita. Contrariamente agli altri Pokémon Fossili, l'esatto periodo a cui appartiene la famiglia degli Anorith non è del tutto certo, ma è molto probabile che sia la famiglia di fossili più antica giunta fino a noi. Il corpo di queste bizzarre creature è totalmente differente da quello di qualsiasi essere vivente visto fino ad oggi e, nonostante la classificazione adottata per gli Anorith in alcune regioni (in inglese sono noti come "Old Shrip" ovvero "vecchio gambero"), non hanno assolutamente nulla in comune con i gamberi. Molti esperti classificano gli Anorith e gli Armaldo come degli anomalocaris e ritengono che provengano dal periodo Cambriano; probabilmente erano gli organismi più grandi esistenti in quel periodo, motivo per cui sono gli unici che possono veramente essere definiti "Pokémon". Di conseguenza, gli Anorith e gli Armaldo sono le uniche testimonianze viventi di uno dei periodi con la più vasta gamma di esseri viventi nella Storia, sebbene non tutti siano riusciti ad evolversi. Si ritiene quindi che la famiglia di Anorith rappresenti il primissimo passo dell'evoluzione dei Pokémon comuni, ciò spiega perché le loro capacità  di combattimento siano così simili a quelle dei Pokémon moderni. Sebbene si sia tentato di reintrodurre queste specie nel mondo moderno, gli Anorith specialmente, esse non riescono ad adattarsi al loro habitat naturale moderno a causa dei nuovi predatori acquatici.

Non si sa bene il motivo, ma sembra che i primi Anorith che raggiunsero l'età  adulta diventando Armaldo furono i primissimi Pokémon comuni a colonizzare la terraferma; il motivo di ciò sembra essere dovuto al fatto che le zampe che sviluppano sono inutili nell'acqua ma ottime per camminare sulla terra. Si è teorizzato che gli Anorith abbiano sviluppato questo stadio adulto per sfuggire ai predatori, visto che sulla terraferma non vi era alcuna traccia di essi, tuttavia non ci sono prove sull'attendibilità  di questa teoria. Questo cambiamento improvviso può causare alcune difficoltà  agli allenatori, adesso infatti vanno in acqua solamente per cacciare, ma ciò non significa che non sappiano combattere, al contrario. L'evoluzione ha reso il loro esoscheletro a placche più robusto, permettendogli di sopportare ogni variazione di pressione; ciò è utile anche in battaglia, visto che quest'armatura naturale può respingere facilmente i colpi nemici. Altro tratto interessante è lo sviluppo di un'immensa forza fisica: grazie alle tenaglie (sviluppatesi fino a diventare degli arti), che ora sono retrattili, possono scagliare rapidissimi affondi aventi una potenza tale da bucare le lastre di ferro (arrivando a rivaleggiare con la famiglia dei Cranidos in fatto di forza fisica). Non essendo molto veloci nello spostarsi, tendono a rimanere vicino all'acqua, nonostante gli Anorith si siano evoluti da tempo, ma ciò raramente è un problema per gli allenatori, specie per quelli più esperti che possono usare queste bizzarre creature in maniera devastante.

Anche se lenti nel movimento e scarsi sia in resistenza che in attacco speciale, gli Armaldo rimangono delle bestie mostruose che possono dimostrare la potenza di una creatura proveniente dal periodo Cambriano. L'uso di MT potrebbe essere molto d'aiuto e, se avete un debole per i Coleotteri, di certo questi grossi Pokémon fanno al caso vostro. Attenti quando combattete contro Pokémon Acqua: solo perché originariamente vivevano in questo elemento non significa che piaccia loro così tanto!

Kricketot

200px-Artwork401.png

Spoiler

Kricketot (noto come Pokémon Grillo) è un Pokémon comune di tipo Coleottero che vive nelle pianure erbose e nelle foreste delle regioni di Sinnoh ed Unima, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Kanto, Johto ed Hoenn. Abbastanza deboli e incapaci di difendersi adeguatamente contro la maggioranza degli avversari, i Kricketot sono Pokémon semplici che hanno poco da offrire in termini di attacchi. Il lato positivo è che emettono un suono melodioso e meraviglioso, specialmente quando sono in sciami, anche se ciò può significare che sono infuriati e che potrebbero attaccarvi!

I Kricketot sono creature abbastanza deboli, sebbene imparino ad attaccare non appena nati: le uniche mosse che apprendono in questo stadio sono Ruggito e Pazienza, le quali rappresentano le loro uniche forme di difesa contro i predatori finché non apprendono Entomoblocco, ma essendo deboli sono sicuramente tra le peggiori scelte che si possano schierare in combattimento, in qualsiasi circostanza. Fortunatamente, come molti altri Coleotteri, i Kricketot si evolvono molto rapidamente, il problema è che spesso in natura non sopravvivono abbastanza a lungo per potersi evolvere. Visto che anche il loro esoscheletro è molto fragile, questi Pokémon sono attivi solo durante la notte e la mattina presto, limitandosi a mangiare delle foglie e degli arbusti per poi rifugiarsi dentro gli alberi quando il sole è alto, in questo modo possono nascondersi dai predatori diurni con facilità .

Nonostante le loro scarse abilità  combattive, i Kricketot non sono del tutto inutili, infatti possono creare dei suoni melodiosi udibili dall'orecchio umano; le loro antenne potrebbero infatti sembrare come quelle di qualsiasi altro insetto, mentre in realtà  sono formate da un tessuto molto sottile e l'interno risulta vuoto. Quando questi grilli viaggiano (cosa che accade spesso nonostante le zampe corte), le antenne si toccano producendo un suono simile ad uno xilofono grazie anche ad alcune reazioni chimiche esterne. Certo, questa abilità  è del tutto inutile in battaglia, ma questi suoni sono così meravigliosi che, durante i periodi autunnali, vengono usati nei concerti; tale pratica è diventata molto comune nelle regioni asiatiche.

Sebbene abbiano uno stile di vita molto semplice, i Kricketot rimangono insetti interessanti, e se allenati duramente possono anche diventare combattenti decenti; certo, nella forma attuale non possono fare molto, ma una volta evoluti non sarà  un problema per loro dimostrare le proprie capacità  offensive durante le battaglie. Il lato positivo è che, anche nel caso in cui doveste perdere, almeno la battaglia sarà  stata piacevole grazie all'incantevole melodia di questi grilli!

Kricketune

200px-Artwork402.png

Spoiler

Kricketune (noto come Pokémon Grillo) è un Pokémon relativamente comune di tipo Coleottero che vive nelle pianure erbose e nelle foreste delle regioni di Sinnoh ed Unima, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Kanto, Johto ed Hoenn. Anche se non abbastanza forti da competere contro altri Pokémon completamente evoluti, i Kricketune restano insetti maestosi in grado di comporre suoni magnifici che usano per comunicare con i loro simili, ma non per questo devono essere sottovalutati in battaglia. Coloro che sono impreparati contro questi grilli verranno colpiti duramente dalle loro zampe simili a coltelli!

I Kricketune, proprio come i Kricketot, sono creature generalmente deboli in quanto non adattati al combattimento come altri Pokémon completamente evoluti, questo è dovuto probabilmente alla loro evoluzione troppo rapida; in compenso hanno capacità  combattive molto superiori rispetto alla loro pre-evoluzione, sebbene comunque limitate. Anche se continuano ad essere poco adatti ai combattimenti rapidi, visto che mantengono le corte zampe di quando erano dei Kricketot, sviluppano quelle superiori in modo tale da renderle molto lunghe ed affilate come delle vere e proprie lame, che possono essere sfruttate per l'uso di attacchi come Tagliofuria (che apprendono con l'evoluzione), Forbice X e addirittura Nottesferza, con i quali possono infliggere danni considerevoli in battaglia. L'evoluzione causa anche un irrobustimento del loro esoscheletro, rendendolo molto più difficile da rompere con attacchi fisici ma lasciandolo vulnerabile a quelli speciali, oltre al fatto che questi insetti risultano essere deboli nell'uso di attacchi a distanza, anche perché in natura quasi non ne imparano. Altri attacchi interessanti che possono apprendere sono Entomoblocco e Coleomorso (quest'ultimo solo se l'evoluzione viene ritardata), ciò potrebbe essere utile per creare strategie più interessanti.

Per poter comunicare con i loro simili, i Kricketune sfruttano la loro bizzarra anatomia per esprimere molto più che i propri semplici pensieri e sentimenti. La laringe dei Kricketune è collegata direttamente ad una sacca rigida e vuota che hanno dentro il torace, il cui unico scopo è quello di essere una camera di risonanza: infatti, quando i Kricketune producono un suono esso viene prima trasmesso in questa camera per poi essere emesso dalla loro bocca; ciò trasforma il verso stridulo tipico degli insetti in una melodia armoniosa per qualsiasi persona e Pokémon dotati di orecchie, rendendoli tra i Coleotteri più apprezzati. Per anni si è cercato di capire il significato di questi versi, ma sono così tanti e distinti che risulta quasi impossibile, tant'è che ad oggi si conoscono solo i suoni che emettono per esprimere paura, gioia, rabbia e dolore. E' interessante notare che quando emettono un qualsiasi rumore incrociano le zampe finendo per assomigliare vagamente a dei violoncelli. Le loro abilità  sonore vengono adoperate anche in lotta per eseguire Canto ed Ultimocanto, mosse che possono apprendere naturalmente. In tutto il mondo spesso si svolgono dei concorsi per determinare qual è il Kricketune che emette i suoni più belli, queste però sono competizioni davvero complicate, visto che ogni esemplare può produrre suoni totalmente diversi, specie se proviene da regioni differenti.

Nonostante non possano tornare molto utili agli allenatori più esperti, i Kricketune sono comunque insetti molto interessanti, che, sebbene abbiano capacità  limitate, possono dimostrare quanto valgono in combattimento. Ciò che non possiedono in termini di forza lo compensano con le abilità  canore, visto che i suoni da loro prodotti possono essere belli al punto da far addormentare la gente per la serenità  che trasmettono, il che può risultare anche un'ottima strategia di battaglia: usare le loro melodie per far addormentare gli avversari più forti per poi finirli con un Pokémon più potente!

Burmy

180px-Artwork412-Pianta.png180px-Artwork412-Sabbia.png180px-Artwork412-Scarti.png

Spoiler

Burmy (noto come Pokémon Larva) è un Pokémon non molto comune di tipo Coleottero che vive nelle foreste delle regioni di Sinnoh e Kalos, anche se raramente è stato visto nella regione di Johto. Assolutamente indifesi fino alla metà  di questo ciclo vitale, i Burmy sono insetti bizzarri che si adattano a qualsiasi zona e si creano una protezione del tutto unica tra i Coleotteri. Nonostante non siano in grado di fare molto in battaglia, potreste apprendere come costruire delle strutture robuste solamente con i materiali che trovate in giro!

A differenza di ogni altro Coleottero allo stadio larvale, i Burmy non hanno quasi nessun modo per difendersi, almeno finché non sono a metà  di questo stadio; fino ad allora l'unica mossa che conoscono è Protezione, il che è utile per proteggersi dai nemici, ma anche così rischiano di morire prematuramente per via del loro esoscheletro estremamente fragile, debolezza per la quale la tecnica Protezione, da sola, risulta insufficiente. Fortunatamente, questa specie è in grado di costruire dei "manti" molto robusti che proteggono il suo corpo dagli attacchi sia fisici che speciali; infatti, anche nel caso in cui dovessero essere distrutti a causa di colpi troppo potenti, sono facilmente riparabili, il che è perfetto per difenderli da qualsiasi colpo nemico. Questa specie riesce a costruire i propri manti utilizzando qualsiasi tipo di materiale, anche quelli che normalmente sarebbero sconosciuti agli insetti, ciò diventa un segno distintivo ed esclusivo di questi Coleotteri. Sono noti tre tipi di manti principali dei Burmy: il Manto Pianta, formato da foglie e ramoscelli, il Manto Sabbia, formato da sabbia e pietre, e il Manto Scarti, formato da materiali plastici ed isolanti. Nonostante la grande differenza tra questi materiali, tutti i Burmy sono pressoché identici in ogni aspetto indipendentemente dai materiali usati per proteggersi, ma risulta essere essenziale per l'evoluzione delle femmine. Lo spessore di questo manto dipende anche dalla temperatura: più è caldo e più sarà  sottile.

I Burmy sono delle creature del tutto uniche in natura, in quanto la loro evoluzione è determinata da due fattori fondamentali: il sesso e la composizione del loro manto attuale; questo è dovuto al ruolo che hanno le due distinte evoluzioni, Wormadam e Mothim. I Wormadam esistono solo ed esclusivamente per la generazione della prole, di conseguenza hanno un ruolo prettamente difensivo e quindi il loro corpo non matura mai completamente. I Mothim, d'altra parte, fanno solo due cose: procreare con i Wormadam e raccogliere il cibo per loro, dunque sono più offensivi e veloci rispetto alla loro controparte femminile e si sbarazzano del manto una volta evoluti; quindi l'evoluzione di un Burmy è determinata dal sesso: i Burmy maschi raggiungono lo stadio adulto diventando Mothim, mentre le femmine restano nel loro stadio pupale diventando dei Wormadam. La seconda caratteristica dell'evoluzione, ovvero il manto, influisce solo nei Wormadam, i quali fonderanno i materiali attorno al proprio esoscheletro in modo che possano proteggere se stessi e i figli; i materiali usati, inoltre, influiscono anche sul tipo, le statistiche e le mosse apprese, quindi se un allenatore desidera un Wormadam specifico deve prestare molta attenzione a quale manto usi il suo Burmy femmina.

Anche se possono sembrare insignificanti e con capacità  difensive davvero limitate, i Burmy sono esseri molto interessanti che possono offrire varie possibilità , ecco perché sono così apprezzati dai Pigliamosche. All'inizio potrebbe essere un problema allenarli, ma vista la versatilità  delle loro evoluzioni, la fatica sarà  ampiamente ricompensata, specie se volete una squadra equilibrata. E' bene accertarsi del sesso di un Burmy prima di catturarlo: sarebbe davvero frustrante faticare e pianificare un modo di usare bene un Wormadam per poi vedere il proprio Burmy diventare un Mothim!

Wormadam

200px-Artwork413-Pianta.png200px-Artwork413-Sabbia.png200px-Artwork413-Scarti.png

Spoiler

Wormadam (noto come Pokémon Larva) è un Pokémon relativamente raro di tipo Coleottero/Erba, Coleottero/Terra o Coleottero/Acciaio che vive nelle foreste delle regioni di Sinnoh e Kalos, anche se raramente è stato visto nella regione di Johto. Rinomati per la loro versatilità  e per le bizzarre capacità  offensive e difensive, i Wormadam sono combattenti interessanti che possono offrire a qualsiasi allenatore delle strategie di combattimento intriganti. Sebbene non siano in grado di causare gravi danni, il fatto di possedere esemplari tanto diversificati tra loro da far pensare a tre specie completamente distinte può causare parecchi problemi agli avversari che non sanno come gestirli!

Burmy sono delle creature del tutto uniche in natura, in quanto la loro evoluzione è determinata da due fattori fondamentali: il sesso e la composizione del loro manto attuale; questo è dovuto al ruolo che hanno le due distinte evoluzioni, Wormadam e Mothim. I Wormadam esistono solo ed esclusivamente per la generazione della prole, di conseguenza hanno un ruolo prettamente difensivo e quindi il loro corpo non matura mai completamente. I Mothim, d'altra parte, fanno solo due cose: procreare con i Wormadam e raccogliere il cibo per loro, dunque sono più offensivi e veloci rispetto alla loro controparte femminile e si sbarazzano del manto una volta evoluti; quindi l'evoluzione di un Burmy è determinata dal sesso: i Burmy maschi raggiungono lo stadio adulto diventando Mothim, mentre le femmine restano nel loro stadio pupale diventando dei Wormadam. La seconda caratteristica dell'evoluzione, ovvero il manto, influisce solo nei Wormadam, i quali fonderanno i materiali attorno al proprio esoscheletro in modo che possano proteggere se stessi e i figli; i materiali usati, inoltre, influiscono anche sul tipo, le statistiche e le mosse apprese, quindi se un allenatore desidera un Wormadam specifico deve prestare molta attenzione a quale manto usi il suo Burmy femmina.

Solitamente i manti tendono ad essere leggermente più spessi se l'evoluzione è avvenuta in una giornata fredda, ma ciò che più influisce è il materiale di cui sono composti, e in base a questo la forma viene denominata: Manto Pianta, Manto Sabbia o Manto Scarti a seconda della composizione. Ora però i manti sono fusi con il loro esoscheletro e ciò va a modificare tipo, statistiche e mosse dei Pokémon. I più comuni sono i Wormadam con il Manto Pianta, classificati con i tipi Coleottero/Erba e caratterizzati da un attacco e resistenza speciale abbastanza elevati; le mosse esclusive di questa forma sono: Foglielama, Crescita e Verdebufera. I Wormadam con il Manto Sabbia sono classificati con i tipi Coleottero/Terra, tuttavia, stavolta, a subire un significativo incremento sono la forza e la resistenza fisica; le mosse esclusive di questa forma sono: Cadutamassi, Rafforzatore e Abisso (risultando essere gli unici Coleotteri in grado di apprendere questa mossa naturalmente). Infine, i Wormadam con il Manto Scarti sono classificati con i tipi Coleottero/Acciaio; essi hanno statistiche offensive e difensive equilibrate e le mosse esclusive di questa forma sono: Cristalcolpo, Ferrostridio e Metaltestata. Generalmente parlando, i Wormadam con il Manto Scarti risultano essere i migliori difensivamente, mentre quelli con il Manto Pianta o il Manto Sabbia sono migliori sul piano offensivo, potendo apprendere mosse potenti come Verdebufera o Abisso, con cui possono mettere in difficoltà  molti avversari.

Nonostante non abbiano capacità  particolarmente interessanti (eccetto l'uso di poteri psichici limitati che consentono loro di apprendere naturalmente Confusione, Psicoraggio e Psichico), i Wormadam rimangono combattenti versatili in grado di mettere in difficoltà  qualsiasi stolto provi a sottovalutarli. Avendo a disposizione tre forme completamente differenti tra loro, non c'è da meravigliarsi se sono così popolari tra i Pigliamosche che desiderano del potere difensivo dalla loro parte. E' altamente consigliato ignorare i Wormadam allo stato brado, visto che attaccarli potrebbe attirare uno sciame di Mothim infuriati!

Mothim

414 Mothim

Spoiler

Mothim (noto come Pokémon Falena) è un Pokémon relativamente raro di tipo Coleottero/Volante che vive nelle foreste delle regioni di Sinnoh e Kalos, anche se raramente è stato visto nella regione di Johto. Spesso ignorati in favore di Coleotteri più forti, i Mothim sono Pokémon versatili in grado di infliggere gravi danni agli sprovveduti avversari che non lo sconfiggono rapidamente in lotta. Se cercate combattenti capaci di adottare strategie mordi e fuggi, troverete pochi insetti in grado di svolgere tale ruolo ed essere nel contempo facili da allenare. Se avete del miele in casa, assicuratevi di nasconderlo bene, altrimenti non lo ritroverete più!

Burmy sono delle creature del tutto uniche in natura, in quanto la loro evoluzione è determinata da due fattori fondamentali: il sesso e la composizione del loro manto attuale; questo è dovuto al ruolo che hanno le due distinte evoluzioni, Wormadam e Mothim. I Wormadam esistono solo ed esclusivamente per la generazione della prole, di conseguenza hanno un ruolo prettamente difensivo e quindi il loro corpo non matura mai completamente. I Mothim, d'altra parte, fanno solo due cose: procreare con i Wormadam e raccogliere il cibo per loro, dunque sono più offensivi e veloci rispetto alla loro controparte femminile e si sbarazzano del manto una volta evoluti; quindi l'evoluzione di un Burmy è determinata dal sesso: i Burmy maschi raggiungono lo stadio adulto diventando Mothim, mentre le femmine restano nel loro stadio pupale diventando dei Wormadam. La seconda caratteristica dell'evoluzione, ovvero il manto, influisce solo nei Wormadam, i quali fonderanno i materiali attorno al proprio esoscheletro in modo che possano proteggere se stessi e i figli; i materiali usati, inoltre, influiscono anche sul tipo, le statistiche e le mosse apprese, quindi se un allenatore desidera un Wormadam specifico deve prestare molta attenzione a quale manto usi il suo Burmy femmina.

Siccome i Mothim hanno il ruolo di procreare e raccogliere il cibo per i Wormadam, non stanno mai fermi finendo per soggiornare nel proprio nido per pochissimo tempo. Visto che fecondare i Wormadam richiede un grande uso di energia, i Mothim non cacciano il cibo per conto loro, ma inseguono i Combee, i quali raccolgono il nettare dai fiori per produrre il miele, che proveranno a rubargli una volta prodotto. Il miele non solo è il cibo preferito dei Mothim, ma contiene anche tutte le sostanze nutritive necessarie per far sopravvivere i Wormadam anche durante le intense stagioni degli amori. Essendo nati per ingannare altri Pokémon, i Mothim possono apprendere mosse in grado di aiutarli per questo scopo, ragion per cui sono tra le poche specie in grado di apprendere naturalmente Camuffamento, una mossa che rende possibile l'adattamento all'ambiente circostante facendogli assumere caratteristiche di altri tipi; anche se nella maggior parte dei casi tale tecnica può risultare inutile, se si trovano in zone rocciose può risultare perfetto. Altra capacità  che possiedono è l'uso di parecchie mosse offensive, come Eterelama e Ventargenteo, le quali permettono ai Mothim di ottenere un enorme vantaggio contro gli avversari. Avendo una resistenza di poco superiore a quella della loro pre-evoluzione, i Mothim non possono subire gravi danni e devono adottare strategie mordi e fuggi per riuscire nel loro compito.

Di certo non sono tra i migliori combattenti, ma restano Pokémon molto versatili i cui attacchi possono mettere fuori combattimento non pochi avversari. Se conoscono le mosse giuste riescono a sconfiggere qualsiasi avversario di velocità  media con poche difficoltà , ecco perché i Pigliamosche adorano questa specie. E' estremamente importante non lasciare il proprio Mothim uscire nei pressi di un alveare di Combee: finché si parla di combatterne un paio di dozzine, la cosa non è grave, ma se dovesse far infuriare la Vespiquen dell'alveare, la cosa diventerebbe più seria!

Combee

200px-Artwork415.png

Spoiler

Combee (noto come Pokémon Apetta) è un Pokémon comune di tipo Coleottero/Volante che vive nei campi erbosi e nelle foreste delle regioni di Sinnoh, Unima e Kalos, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Kanto e Johto. Sebbene siano deboli ed inadatti al combattimento, i Combee sono creature adorabili che spendono la loro vita nel produrre miele e servire la loro Vespiquen. Per i maschi di questa specie il destino è pressoché inevitabile, ma per le poche femmine la sorte è di gran lunga meno avversa, in quanto in futuro potrebbero diventare le nuove regine!

I Combee sono creature bizzarre composte da tre organismi distinti simili a delle larve, uniti da una struttura a nido d'ape organica ed elastica, che possono comunicare fra loro tramite le vibrazioni. In battaglia possono fare davvero poco, visto che in natura apprendono solo le mosse Profumino e Raffica; con il tempo apprendono anche gli attacchi Coleomorso e in seguito Ronzio, ma ciò ha poca importanza visto che tendenzialmente sopravvivono per pochissimo; la stragrande maggioranza degli esemplari muore qualche mese dopo la nascita, tuttavia ciò non li preoccupa e continuano a raccogliere il miele in qualsiasi situazione. Tutti i Combee di un alveare lavorano come operai per un'unica Vespiquen che agisce come regina dell'alveare o della colonia, ed è lei a far nascere nuovi Combee, in quanto in circostanze normali solo loro possono procreare, motivo per cui nutrirla è essenziale per la sopravvivenza dell'alveare. L'abilità  con cui riescono a trasformare il nettare e il polline dei fiori in miele è talmente elevata che sono gli unici Pokémon a possedere innatamente Mielincetta, ma potranno svolgere tale compito solo se non occupati a tenere qualche altro oggetto. Durante la notte o nelle stagioni fredde, i Combee si riuniscono attorno alla grotta o direttamente attorno all'alveare dove nidificano formando dei veri e propri muri viventi in modo da poter proteggersi da qualsiasi predatore, visto che in una lotta uno contro uno è difficile che possano sopravvivere in natura.

Cosa interessante di questa specie è che solo ed esclusivamente gli esemplari femmine possono diventare regine, ma gli alveari sono abitati quasi interamente da maschi, mentre le femmine sono pochissime, il che in un certo senso è un bene per l'equilibrio naturale, visto che un alveare può avere solo una regina; nel caso in cui due Combee diventassero Vespiquen, ci sarebbe una disputa sanguinaria fra le due rivali, tuttavia, considerando che moltissimi Combee vengono uccisi, incluse le femmine prima che esse abbiano la possibilità  di evolversi, questa è un'eventualità  molto rara. Inoltre, quando un Combee femmina è vicino all'evoluzione, sta alla vecchia Vespiquen decidere se lasciarle il posto di regina oppure no, ma nella maggioranza dei casi la risposta è quasi sempre negativa e la Combee viene uccisa dallo sciame prima che il suo sviluppo sia completo. Le uniche volte in cui una Vespiquen acconsente all'evoluzione si presentano o quando è colpita da una malattia mortale oppure si avvicina alla morte naturale (che di solito è attorno ai 30 anni, una durata vitale davvero lunga per un insetto). E' quasi impossibile che i membri dello sciame vadano in conflitto, visto che la Vespiquen che lo controlla funge da mente per l'intera colonia, e infatti i Combee lavorano per il bene comune dell'alveare, anche se ciò significasse sacrificare le loro vite. Quando un Combee si evolve, i tre organismi che lo compongono si uniscono in un unico grande insetto, ciò triplica il suo intelletto e le sue capacità  combattive, rendendolo un avversario davvero temibile.

Sebbene possano fare davvero poco in lotta, i Combee sono creature simpatiche che possono portare del divertimento per i bambini e gli allenatori più giovani, almeno finché non diventano qualcosa di più pericoloso. I maschi di questa specie sono totalmente inutili e spesso hanno una vita davvero breve, però cercano di fare del loro meglio per lo sciame. Nonostante i Combee siano leggermente più veloci dei Vespiquen, la loro potenza non può essere paragonata: un conto è affrontare uno sciame intero di Combee, ma affrontare una sola Vespiquen è tutta un'altra storia!

 

Modificato da Zarxiel

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme
Inviato (modificato)

Vespiquen

200px-Artwork416.png

Spoiler

Vespiquen (noto come Pokémon Alveare) è un Pokémon raro di tipo Coleottero/Volante che vive nei campi erbosi e nelle foreste delle regioni di SinnohUnima e Kalos, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Kanto e Johto. Nonostante non siano tra i combattenti più veloci, i Vespiquen sono comunque creature devastanti in grado di sopraffare anche i nemici più forti grazie a tecniche di controllo avanzate che applicano nel proprio alveare. Sicuramente non sono tra i Pokémon più facili da ottenere, ma coloro che sono disposti ad impiegare molto tempo pur di trovare una femmina di Combee, vedranno che la fatica sarà  ben premiata. Se odiate lo sfruttamento infantile, allora è bene trovarsi un Pokémon differente!

Cosa interessante di questa specie è che solo ed esclusivamente gli esemplari femmine possono diventare regine, ma gli alveari sono abitati quasi interamente da maschi, mentre le femmine sono pochissime, il che in un certo senso è un bene per l'equilibrio naturale, visto che un alveare può avere solo una regina; nel caso in cui due Combee diventassero Vespiquen, ci sarebbe una disputa sanguinaria fra le due rivali, tuttavia, considerando che moltissimi Combee vengono uccisi, incluse le femmine prima che esse abbiano la possibilità  di evolversi, questa è un'eventualità  molto rara. Inoltre, quando un Combee femmina è vicino all'evoluzione, sta alla vecchia Vespiquen decidere se lasciarle il posto di regina oppure no, ma nella maggioranza dei casi la risposta è quasi sempre negativa e la Combee viene uccisa dallo sciame prima che il suo sviluppo sia completo. Le uniche volte in cui una Vespiquen acconsente all'evoluzione si presentano o quando è colpita da una malattia mortale oppure si avvicina alla morte naturale (che di solito è attorno ai 30 anni, una durata vitale davvero lunga per un insetto). E' quasi impossibile che i membri dello sciame vadano in conflitto, visto che la Vespiquen che lo controlla funge da mente per l'intera colonia, e infatti i Combee lavorano per il bene comune dell'alveare, anche se ciò significasse sacrificare le loro vite. Quando un Combee si evolve, i tre organismi che lo compongono si uniscono in un unico grande insetto, ciò triplica il suo intelletto e le sue capacità  combattive, rendendolo un avversario davvero temibile.

L'evoluzione in Vespiquen limita i movimenti del Pokémon (per questo è più lento rispetto ai Combee), ciò è dovuto all'enorme crescita e all'aumento di peso, ma questi insetti possiedono comunque una forza offensiva e difensiva latenti che risultano precluse ad ogni altro Coleottero. La parte inferiore del corpo è quella più importante in quanto è tramite essa che generano i figli. Mentre normalmente quasi ogni creatura femminile necessita di essere fecondata da un maschio per poter procreare, le Vespiquen possono farlo semplicemente riciclando il materiale genetico con cui sono state fecondate la prima volta, potendo di conseguenza dare alla luce migliaia di figli in un unico anno; l'unico "difetto" di questo processo è che i Combee che nascono sono quasi sempre maschi, ma non è considerato un problema, visto che è per il bene dell'alveare. All'interno dell'addome le Vespiquen trasportano una grande quantità  di larve in via di sviluppo, il motivo che le spinge a rimanere all'interno di tale struttura biologica a nido d'ape risiede nel fatto che non solo la temperatura è adatta per il loro sviluppo, ma anche perché sono nutrite costantemente dal miele portato dai Combee; tuttavia l'aspetto più interessante di queste larve è che sono usate per il combattimento: da sole le Vespiquen possono eseguire molte mosse come VelenospinaStordiraggioTagliofuriaInseguimento, SfuriateGemmoforzaTossinaLacerazione (che apprendono subito dopo l'evoluzione), IncantoEterelamaBulloDestinobbligatoPungiglione e le stesse mosse dei Combee (eccezion fatta per Coleomorso per ragioni ignote), ma sono le larve a renderle una forza terribile in lotta. Le larve di Combee che le Vespiquen trasportano sono dotate di ali e quindi possono spostarsi volando, però escono solo quando la madre rilascia dei feromoni chimici dal torso, i quali variano a seconda di ciò che ella vuole che esse facciano, ossia difenderla, attaccare o curarla, ragion per cui possono apprendere tre mosse totalmente precluse a qualsiasi altra specie: ComandoscudoComandocura Comandourto; queste mosse, assieme alla loro potenza combattiva e al grande intelletto, rendono questi insetti avversari terribili in qualsiasi circostanza, anche se si è avvantaggiati in fatto di tipo.

Nonostante non siano sufficientemente veloci da poter svolgere un grande ruolo offensivo, i Vespiquen rimangono insetti potenti sia dal punto di vista difensivo che offensivo, in grado di mettere in difficoltà  i nemici a prescindere dalla distanza a cui si trovano, sia essa ravvicinata o meno. Avendo a disposizione una grande varietà di mosse con cui possono causare gravi danni a chiunque, qualsiasi lotta contro queste regine sarà  senza dubbio molto combattuta. E' altamente consigliato ignorare le Vespiquen in natura: già  da sole sono terribilmente potenti, se consideriamo anche che possono contare sull'aiuto di centinaia di larve, la cosa può farsi perfino peggiore!

Skorupi

200px-Artwork451.png

Spoiler

Skorupi (noto come Pokémon Scorpione) è un Pokémon non molto comune di tipo Veleno/Coleottero che vive nelle zone aride delle regioni di Sinnoh, Kalos e in alcune parti dell'Asia e dell'Africa, anche se raramente è stato visto nella regione di Hoenn. Apparentemente troppo piccoli, gli Skorupi sono creature molto resistenti in grado di sopravvivere anche nelle zone più aride del pianeta. Anche se non possono contrattaccare con forza, con un pizzico di pazienza questo problema non esisterà  più, senza contare che queste creature possono vivere anche due mesi senza cibo, quindi la pazienza è una delle loro più grandi e innate doti!

Anche se troppo piccoli per avere una grande forza fisica o vitalità , questi Pokémon riescono a compensare tali difetti con una pazienza e una resistenza inimmaginabili. L'esoscheletro degli Skorupi è abbastanza spesso da poter sopportare con estrema facilità  l'impatto di vari attacchi brutali, inoltre possono produrre un veleno paralizzante, il che è molto utile per combattere gli avversari più deboli del loro habitat; ma la cosa più sorprendente è il loro metabolismo incredibilmente basso (possono infatti sopravvivere per un anno intero senza nutrirsi), il quale ha permesso a questa specie di sopravvivere tranquillamente per anni nei deserti nonostante il pochissimo cibo, e di contrastare gli uccelli predatori con il loro veleno. Sebbene siano adatti a sopravvivere in zone tanto inospitali, il loro esoscheletro tende a diventare più fragile con le alte temperature, per questo motivo negli ultimi anni la loro popolazione è calata, anche se ciò ha portato alla diminuzione delle morti umane nel deserto.

Per catturare le prede, visto che hanno poco potenziale offensivo, gli Skorupi si sotterrano e attendono che una di queste gli si avvicini a sufficienza; quando ciò accade saltano fuori dalla sabbia e la intrappolano con le pinze che hanno sulla coda, tramite le quali le iniettano un veleno per poi attenderne la morte. Siccome si basano sulla coda per poter cacciare, nel caso in cui essa dovesse venire danneggiata o addirittura staccata, è impossibile che possa rigenerarsi del tutto; fortunatamente, però, questi Pokémon sono abbastanza intelligenti da riuscire a capire quali tipi di preda valga la pena attaccare e quali invece no, quindi danni gravi alla coda sono estremamente rari. Purtroppo questa specie non può affrontare avversari molto più grandi, almeno fino all'evoluzione, la quale impiega molto tempo per avvenire a causa del loro lentissimo metabolismo. 

Nonostante le piccole dimensioni e i pochi danni che possono arrecare, gli Skorupi sono creature molto resistenti in grado di sfruttare potenti tossine e attacchi furtivi per vincere avversari delle loro dimensioni. E' necessario attendere molto, prima che crescano abbastanza da diventare delle vere e proprie macchine di morte, ma per gli allenatori più tenaci l'attesa sarà  ben ricompensata. Anche se lo sviluppo fa perdere loro le caratteristiche da Coleottero, finché disporrete di buone difese contro attacchi Terra non avrete nulla di cui preoccuparvi!

Yanmega

200px-Artwork469.png

Spoiler

Yanmega (noto come Pokémon Libellorco) è un Pokémon raro di tipo Coleottero/Volante che vive nelle foreste e nelle giungle delle regioni di Sinnoh e Kalos, anche se raramente è stato visto nella regione di Johto. Nonostante non abbiano le competenze tecniche tipiche della loro pre-evoluzione, gli Yanmega sono esseri molto potenti che possono compensare questa mancanza con la forza bruta e gli attacchi speciali. Anche se siete alla ricerca di un forte Coleottero per la vostra squadra, è consigliabile evitare questi insetti se siete sensibili ai rumori forti: se solo il battito d'ali di uno Yanma vi causa mal di testa, quello di uno Yanmega potrebbe arrecarvi danni tali da rendere necessaria un'operazione chirurgica!

Come altri insetti, anche gli Yanma sono in grado di evolversi, ciò che però rende la loro evoluzione unica tra i loro simili è il fatto che non si tratta di una crescita naturale, ma di una mutazione genetica scatenata da una certa mossa. Proprio come per i Piloswine e i Tangela, si ritiene che l'attacco Forzantica possa risvegliare i geni dormienti degli Yanma per mutarli, facendoli diventare, per motivi ignoti, come i loro antenati, ovvero gli Yanmega. Questa evoluzione è molto importante perché causa una crescita delle loro capacità  offensive e difensive (eccezion fatta per la difesa speciale, che rimane scarsa), tuttavia perdono la capacità  di apprendere le mosse Ipnosi e Attacco d'Ala per ottenere, in compenso, Nottesferza e Coleomorso. Sebbene non possano resistere agli attacchi basati sul calore nemmeno in questa nuova forma, gli Yanmega risultano essere molto utili per gli allenatori che desiderano un forte Coleottero in squadra.

Come gli Yanma, anche gli Yanmega hanno una visione telescopica, ma l'ingrandimento degli occhi consente loro di vedere anche verso l'alto, risultando al contempo molto veloci e abili nel volo; il principale cambiamento consiste in un aumento della loro forza fisica e delle dimensioni corporee, tanto da poter trasportare un uomo adulto senza il minimo sforzo, riuscendo ad eseguire manovre precisissime grazie alla potente coda; inoltre, la velocità  con cui sbattono le ali è più elevata rispetto a quella degli Yanma, quindi possono scagliare l'attacco Sonicboom con una potenza ancora maggiore, tanto da causare gravi danni al nemico o danneggiare gli alberi circostanti durante il decollo. Ciò è tanto pericoloso per gli avversari quanto per gli allenatori stessi, ma fortunatamente questi ultimi tendono ad indossare degli abiti protettivi insonorizzati che riescono a ridurre al minimo qualsiasi danno dovuto alle ali di questi Pokémon. Altra caratteristica interessante è la grande forza generata delle loro mascelle, con le quali possono mordere rapidamente il proprio avversario, anche se questa è una capacità  che raramente viene usata in battaglia, dal momento che prediligono il suo impiego solo per cacciare le prede; lo scarso uso in lotta è dovuto principalmente al fatto che li lascerebbe esposti ad attacchi diretti (nonostante il loro esoscheletro li protegga alla perfezione), quindi prediligono affrontare i nemici tenendosi a distanza di sicurezza e usando attacchi come Eterelama o Ronzio. Ulteriore motivazione che li spinge ad adottare tale strategia risiede in una maggiore abilità  nell'uso di attacchi speciali, quindi gli allenatori li schierano in battaglia seguendo questa strategia, che garantisce anche un notevole vantaggio tattico.

In un primo momento potrebbero sembrare nulla di speciale, ma gli Yanmega sono dei veri mostri in grado di infliggere gravi danni sfruttando le onde sonore da loro prodotte. Avendo accesso ad un mix di attacchi letali sia speciali che fisici, non c'è da stupirsi se questi insetti sono tra i Pokémon più temuti dagli allenatori, nonostante le loro debolezze naturali. Se credete di poter gestire queste libellule colossali, allora fatevi avanti, ma ricordatevi di usare sempre delle protezioni quando state vicino a loro, altrimenti rischiate di dover subire una terapia intensiva come minimo!

Arceus

20940b_b0c8852f9dca415594fdb75ba54d516f~mv2.png

Spoiler

Arceus (noto come Pokémon Primevo) è un Pokémon Leggendario di tipo Normale (ma che può assumere un tipo qualsiasi a seconda della forma) che vive in una dimensione sconosciuta, chiamata Spazio Origine dagli esperti. Anche se si conosce pochissimo riguardo questa magnifica bestia, Arceus è la creatura più potente che abbia mai messo piede sul nostro mondo e forse anche dell'intero universo, sebbene a prima vista non sembri nulla di speciale. Gli umani ancora non sono certi riguardo le sue origini e i suoi pensieri, ma merita di essere rispettato e temuto da qualsiasi essere vivente, Pokémon e non, esistente; dopo tutto, se Arceus non fosse esistito, ora non ci troveremmo qui a parlarne!

Secondo le leggende di SinnohArceus è nato in un grande uovo cosmico prima ancora che l'Universo vedesse la luce; poco dopo la sua nascita creò Dialga e Palkia per governare, rispettivamente, tempo e spazio, nonché Giratina, affinché regnasse sulla materia e, in particolare, sulla materia oscura dell'Universo (senza la materia oscura, infatti, le galassie non potrebbero mantenere la loro forma e sarebbero destinate all'oblio, impedendo dunque la nascita di qualsiasi essere vivente: come Arceus ne fosse a conoscenza rimane tuttora un mistero). Infine Arceus si recò nel nostro mondo e decise di portare la vita su di esso creando UxieMesprit e Azelf, grazie ai quali essa iniziò a fiorire sul pianeta, che prima di allora era sterile e privo di vita. Compiuto ciò, Arceus si riposò per lunghissimo tempo. Questo mito racconta fatti davvero interessanti che sconcertano la Storia, ma che possono risultare rivelatori sotto molti punti di vista. Se è vero che Arceus creò Dialga e Palkia prima della creazione dell'Universo, questo vuol dire che egli, volendo, può ignorare qualsiasi legge della natura, mentre alcuni ritengono si tratti di un organismo di un'altra dimensione avente la capacità  di creare da zero gli elementi necessari per dare inizio alla creazione di altri universi (spazio, tempo e materia oscura). Se ciò risultasse vero, allora Arceus sarebbe un alieno nel senso più stretto del termine. Il fatto che abbia impiegato miliardi di anni per raggiungere il nostro pianeta non è un'informazione sorprendente, considerando che l'Universo è immenso, ma la teoria la quale quest'ultimo sarebbe in continua espansione non sembra possibile, dal momento che ciò implicherebbe che Arceus possa muoversi ad una velocità molto superiore a quella della luce, cosa assolutamente impensabile. Invece gli studiosi teorizzano che possa creare portali warp stabili nel tessuto spazio-temporale, permettendogli di viaggiare da un punto all'altro dell'Universo in tempi veramente molto brevi; ma questa teoria non è confermata, sebbene sembri l'unica spiegazione possibile.

Ciò che è certo è che Arceus è una creatura sorprendentemente potente, specialmente grazie alle reliquie sacre che possiede, note come Lastre della Vita. Dai pochi dati disponibili riguardo questi oggetti, sappiamo che esistono ben 17 Lastre della Vita che fungono da barriera vitale per Arceus, e che gli consentono di mutare il proprio tipo a piacimento (per questo motivo è l'unico Pokémon attualmente noto registrato con l'abilità  Multitipo). Queste Lastre furono studiate attentamene dalle civiltà antiche che interagirono con Arceus: ciò li portò a creare delle copie delle Lastre della Vita, naturalmente più deboli delle originali (anche se quelle create dagli umani, tuttavia, furono impregnate di un'identica energia), le quali sono giunte fino a noi e possono oggi essere trovate nel sottosuolo e in tutto il mondo. Anche queste copie, volendo, consentono ad Arceus di cambiare forma e potenziare, di conseguenza, le mosse appartenenti a quello stesso tipo (un effetto naturale che hanno tutti i Pokémon); le Lastre della Vita originali hanno una forma differente, ma funzionano allo stesso modo, con l'importante differenza, però, che senza di esse morirebbe. Le Lastre della Vita (incluse le copie) fungono anche da fonte d'energia primaria per la mossa peculiare di ArceusGiudizio: tale mossa raccoglie l'energia luminosa in tutto il corpo di Arceus per poi essere rilasciata contemporaneamente attraverso un unico devastate colpo, permettendogli di creare una pioggia di palle di luce abbastanza potente da danneggiare la struttura molecolare dell'avversario, causandogli quindi danni immensi. Anche se dal punto di vista della potenza pura non è un granché, la mossa è collegata in modo incredibile ad Arceus: infatti, se ha la forma di Tipo Drago, anche Giudizio avrà  le caratteristiche di una mossa di tipo Drago, rendendola ancora più potente del normale; quindi essa risulta essere la più versatile fra tutte le mosse Pokémon ad oggi conosciute.

Anche se le interazioni degli umani con Arceus sono state estremamente limitate, l'uomo ha riconosciuto comunque il suo enorme potere e la sua grande importanza, infatti viene rappresentato come una divinità nelle principali religioni Pokémon influenzate dal mondo antico: inoltre sono presenti numerosi templi a lui dedicati in tutto il mondo, il più conosciuto dei quali è rappresentato senza dubbio dalle Rovine Sinjoh, situate nelle profondità di una frontiera ghiacciata che divide le regioni di Johto e Sinnoh. Si ritiene che questa terra un tempo fosse un bosco lussureggiante pieno di vita, che comprendeva gli stessi umani, ma divenne inospitale molti millenni or sono, quando il clima della regione di Sinnoh iniziò a irrigidirsi lungo i suoi confini. Nonostante gli effetti dannosi della neve e del ghiaccio, il tempio ha resistito alla perfezione, risultando ad oggi la struttura conosciuta dedicata ad Arceus meglio conservata. Circa un decennio fa, degli archeologi scoprirono dei flauti dalla forma bizzarra in un recipiente di pietra vicino alla parte posteriore del tempio. Secondo le iscrizioni presenti nella parte interna del recipiente, questi strani oggetti, che furono chiamati Flauti Cielo dai loro scopritori, sarebbero in grado di evocare Arceus grazie a una melodia impercettibile dall'orecchio umano; infatti il suono generato da questi strumenti è completamente diverso da quello prodotto da un qualsiasi altro oggetto conosciuto nel pianeta. Poiché il suono, in natura, non può percorrere distanze troppo elevate, esso avrà  effetto solo se suonato in zone dotate di un'acustica adeguata; le Rovine di Sinjoh non possiedono l'acustica necessaria per consentire l'evocazione di Arceus, tuttavia pare che possano concentrare sufficiente energia per evocare gli elementi del tempo, dello spazio o della materia oscura... o almeno così viene detto nelle iscrizioni del tempio. Il significato e le implicazioni di tale scritture sono tuttora sconosciuti.

Sebbene Arceus non sia stato visto per un lungo periodo di tempo, ci sono testimonianze di una sua spaventosa apparizione in tempi moderni, durante il cosiddetto "Incidente di Michina Town". Migliaia di anni fa, Michina Town era uno sterile deserto che causava agonia a tutti i suoi abitanti. Secondo le leggende, la città  fu salvata da Arceus, il quale fermò una pioggia di meteoriti, anche se tale azione costò al Pokémon la perdita delle sue 17 Lastre della Vita. A causa di tale incidente, la vita di Arceus fu in grave pericolo, tuttavia un abitante dell'antica Michina Town di nome Damos lo salvò da morte certa riportandogli le Lastre della Vita. Per ringraziarlo, Arceus decise di usare cinque delle sue Lastre per creare il Gioiello della Vita, grazie al quale la terra tornò più ricca che mai. Michina Town ormai prosperava, finché Arceus un giorno fece ritorno per chiedere la restituzione del Gioiello della Vita: in tale occasione venne però ingannato da Damos, che lo attaccò senza ritegno tradendo così l'antico patto di fiducia che univa gli esseri umani al Pokémon Primevo, il quale, in seguito all'evento, si ritirò in un sonno profondo. L'imminente risveglio di Arceus aveva generato delle onde d'urto che colpirono le dimensioni dello spazio e del tempo (causando l'arrivo accidentale di Dialga nella dimensione dello spazio e, di conseguenza, dando origine all'"Incidente di Alamos Town" e, in seguito, all'"Incidente Zero"). Al suo risveglio, Arceus iniziò a distruggere tutto ciò che gli capitava a tiro per mezzo della sua implacabile mossa Giudizio. Il Trio Drago (DialgaPalkia e Giratina) smise di combattere, tutto grazie ai poteri telepatici di una giovane donna che riuscì a calmare i tre colossi, i quali iniziarono quindi ad attaccare Arceus per difendere il mondo. Tuttavia i loro sforzi furono inutili, anche il tentativo della donna (che per coincidenza si trattava di una discendente di Damos) di cercare di restituire il Gioiello della Vita si rivelò del tutto vano: Arceus calpestò il Gioiello della Vita riducendolo in mille pezzi, rivelando quindi che quella che avevano cercato di restituirgli era una volgare imitazione. Allora Dialga, come ultima speranza per cercare di modificare la storia, portò indietro nel tempo la ragazza e un gruppo di giovani che l'avevano appena conosciuta. Essi scoprirono che Damos non aveva ingannato Arceus intenzionalmente, ma era stato ipnotizzato da un Bronzong appartenente al capo villaggio di Michina Town, un crudele uomo di nome Marcus. Ma grazie ai ragazzi, Marcus fu fermato e il Gioiello della Vita fu restituito ad Arceus prima che potessero fare ritorno nel presente. Nonostante ciò, a causa della perdita di sensi di Dialga, gli eventi del presente non erano mutati, ma lo erano quelli del passato, quindi il ragazzo che era stato spedito indietro nel tempo ricordò ad Arceus quello che era successo, riuscendo a placarne l'ira e a persuaderlo a fare ritorno nella propria dimensione, lo Spazio Origine (così come gli altri tre Pokémon, che fecero ritorno nelle rispettive dimensioni di appartenenza).

Arceus è tanto misterioso quanto le origini della vita e il nostro scopo nell'Universo, ma si può affermare senza dubbio che si tratta di una creatura dai poteri straordinari, grazie ai quali ha dato origine al nostro mondo e, forse, all'intero l'Universo. Arceus può vantare di un gran numero di record personali, in quanto: risulta il Pokémon Normale con maggiore resistenza fisica, il Pokémon Lotta con maggiore resistenza speciale, il Pokémon Veleno con maggior vitalità, il Pokémon Terra attacco speciale, difesa speciale (quest'ultima condivisa con Claydol) e velocità (a pari merito con Dugtrio), il Pokémon Roccia con maggiore attacco speciale (escludendo i leggendari MegaEvoluti), il tipo Coleottero con maggior vitalità, il Pokémon Acciaio con maggior velocità, il Pokémon Fuoco con maggior vitalità, il Pokémon Elettro con maggior resistenza (assieme a Zekrom) e difesa speciale; infine, statisticamente parlando, il Pokémon più potente in assoluto (esclusi i leggendari MegaEvoluti e ArcheoRisvegliati). Sfidare Arceus in battaglia implica una sconfitta praticamente certa, senza contare che riuscire ad affrontarlo è quasi impossibile. Nonostante la sua esistenza e la sua importanza religiosa siano messe in dubbio da alcuni, non si può certo negare che abbia avuto una grandissima importanza per il nostro insignificante pianeta... e se siete convinti che lui non esista, sperate che non vi senta, o potrebbe lanciare il suo Giudizio su di voi!

Sewaddle

200px-Artwork540.png

Spoiler

Sewaddle (noto come Pokémon Grancucito) è un Pokémon comune di tipo Coleottero/Erba che vive nelle foreste della regione di Unima, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Hoenn ed Alola. Sebbene siano ben più deboli rispetto ai Venipede, i Sewaddle sono buoni Pokémon difensivi rispetto ad altri Coleotteri; inoltre, se mai aveste problemi con i vecchi vestiti, questi insetti possono aiutarvi a ricucirli, sempre che non vi dia fastidio indossare indumenti con del materiale organico!

La famiglia evolutiva dei Sewaddle è unica sia tra i Coleotteri che tra i Pokémon Erba, in quanto producono dei veri e propri indumenti che poi indossano; questo strano comportamento serve sia per adattarsi ai cambiamenti climatici che ai predatori. Questi abiti sono prodotti usando semplici foglie smangiucchiate e fili di seta, e sono essenziali per mantenerli al caldo durante la notte. Solitamente i Leavanny producono solo i primissimi abbigliamenti per i propri piccoli, i quali diventano poi completamente indipendenti dopo pochi giorni di vita; non è un caso quindi che questi Pokémon siano diventati popolari mascotte di sarti in tutto il mondo. Dopo una certa età , o quando diventano molto abili a produrre gli indumenti, i Sewaddle si ricoprono quasi del tutto di foglie, diventando dei Swadloon e rimanendo tali per tutta la vita, a meno che non vengano fatti molto felici.

La vita dei Sewaddle è molto semplice: trascorrono le proprie giornate cercando e mangiando le foglie che trovano nel loro habitat. Sebbene i loro occhi riescano a vedere fino parecchi metri di distanza, non sono adatti per percepire la profondità ; fortunatamente però questo problema è corretto da due organi che hanno sopra la testa, i quali riescono a percepire cosa hanno attorno grazie a degli odori chimici. Durante la notte coprono il loro volto con il cappuccio e si mettono a dormire fra i mucchi di foglie, in modo da non venire disturbati dai predatori; va tuttavia considerato che, nonostante siano molto abili, l'uso della seta richiede un grosso dispendio di energie, quindi producono nuovi abiti solo se strettamente necessario, ossia solo quando quelli attuali diventano inutilizzabili o troppo danneggiati, ad esempio nel caso in cui venissero colpiti da attacchi di Fuoco (visto che mangiano i propri vestiti qualora non siano disponibili altre fonti di cibo).

Non saranno sicuramente tra i combattenti più feroci o pericolosi, ma i Sewaddle possono comunque combattere adeguatamene grazie all'uso degli attacchi Foglielama e Coleomorso, i quali possono infliggere non pochi danni agli avversari non corazzati, per questo sono perfetti per gli allenatori più giovani. E' necessario dar loro molte attenzioni per renderli combattenti davvero forti in futuro, ma fino ad allora potrete usarli solo contro avversari deboli. Una creatura simile è molto utile nel caso vi perdiate in una foresta ostile, almeno non rischierete di morire infreddoliti a causa della mancanza di vestiti!

Swadloon

200px-Artwork541.png

Spoiler

Swadloon (noto come Pokémon Coprifoglia) è un Pokémon relativamente comune di tipo Coleottero/Erba che vive nelle foreste della regione di Unima, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Hoenn ed Alola. Adattati a poter sopportare anche gli attacchi più brutali, gli Swadloon sono esseri interessanti che certamente sanno combattere dal punto di vista difensivo, anche se in modo poco convenzionale. A prima vista potrebbero non sembrare una minaccia, ma vi renderete conto quanto sia dannatamente frustrante sconfiggerli a causa del loro continuo utilizzo di Protezione, per poi mettervi in difficoltà  con l'uso di Meloderba!

La famiglia evolutiva dei Sewaddle è unica sia tra i Coleotteri che tra i Pokémon Erba, in quanto producono dei veri e propri indumenti che poi indossano; questo strano comportamento serve sia per adattarsi ai cambiamenti climatici che ai predatori. Questi abiti sono prodotti usando semplici foglie smangiucchiate e fili di seta, e sono essenziali per mantenerli al caldo durante la notte. Solitamente i Leavanny producono solo i primissimi abbigliamenti per i propri piccoli, i quali diventano poi completamente indipendenti dopo pochi giorni di vita; non è un caso quindi che questi Pokémon siano diventati popolari mascotte di sarti in tutto il mondo. Dopo una certa età , o quando diventano molto abili a produrre gli indumenti, i Sewaddle si ricoprono quasi del tutto di foglie, diventando dei Swadloon e rimanendo tali per tutta la vita, a meno che non vengano fatti molto felici.

Gli Swadloon rappresentano una fase di sviluppo interessante: infatti, sebbene non costituiscano lo stadio adulto del Pokémon, nella maggior parte dei casi questa risulta essere la forma finale per i Sewaddle, ma se resi felici a sufficienza riusciranno ad avere il coraggio di sbarazzarsi della loro copertura di foglie e mostrare il loro vero aspetto, diventando così conosciuti come Leavanny. Nella stragrande maggioranza dei casi, l'evoluzione per felicità  e i condizionamenti biologici ad essa correlati rappresentano un vero e proprio mistero, tranne che nel caso degli Swadloon. Con l'evoluzione in Swadloon, i Sewaddle perdono la capacità  di apprendere mosse che richiedono l'uso del movimento o degli organi sensoriali (i quali si atrofizzano in favore di una vista migliorata), quindi non potranno più apprendere le mosse EntomobloccoResistenzaRete Vischiosa, Ronzio e Flagello, ma in compenso riusciranno a produrre abiti di foglie più resistenti e apprendere le mosse Protezione e Meloderba. Il movimento limitato influenza moltissimo la mentalità  di questi Pokémon, i quali ora diventano poco socievoli ed inclini a rimanere isolati al buio o in zone umide delle foreste, questo perché sviluppano una paura che li porta a non usare il loro vero potenziale pur di sopravvivere, inibendo di fatto la propria evoluzione; cercare di legare e stringere un rapporto amichevole con questi Pokémon li porta a superare tale fase negativa, facendogli finalmente raggiungere l'evoluzione una volta resi abbastanza felici. Finché non raggiungeranno l'evoluzione (sempre che ci riescano), gli Swadloon faranno le stesse identiche cose dei Sewaddle, ovvero mangeranno foglie e produrranno nuovi abiti quando quelli vecchi risulteranno troppo danneggiati. E' interessante notare che i prodotti di scarto degli Swadloon sono ben più pregiati rispetto a quelli dei Sewaddle e dei Leavanny, di conseguenza i luoghi dove essi rimangono nascosti tendono ad essere più fertili e con piantagioni più belle.

Anche se hanno una vita insignificante e possono fare poco di concreto in battaglia, gli Swadloon rimangono combattenti difensivi decenti in grado di evitare molti danni e immobilizzare gli avversari grazie all'uso di Meloderba. Se siete alla ricerca di un compagno tranquillo, ma con il potenziale per diventare un ottimo combattente se ben curato, considerate di procurarvi uno di questi Pokémon, ma ricordatevi di non prenderli in giro cercando di indossare ridicoli abiti fatti di foglie: sono infatti molto sensibili, e se offesi potrebbero anche attaccarvi con Coleomorso, quindi date loro il rispetto che meritano!

Leavanny

200px-Artwork542.png

Spoiler

Leavanny (noto come Pokémon Balia) è un Pokémon raro di tipo Coleottero/Erba che vive nelle foreste della regione di Unima, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Hoenn ed Alola. Potenti combattenti fisici e senza dubbio tra i genitori più amorevoli, i Leavanny sono creature di tutto rispetto che dimostrano che gli insetti hanno realmente un cuore. Solitamente gli insetti non si preoccupano molto per sé stessi o per gli altri, anche perché generalmente hanno una vita molto breve, ma se mai aveste l'occasione di vederne uno consideratevi fortunati: sono davvero rare creature tanto generose da essere disposte a ricucirvi i vestiti senza chiedere nulla in cambio!

La famiglia evolutiva dei Sewaddle è unica sia tra i Coleotteri che tra i Pokémon Erba, in quanto producono dei veri e propri indumenti che poi indossano; questo strano comportamento serve sia per adattarsi ai cambiamenti climatici che ai predatori. Questi abiti sono prodotti usando semplici foglie smangiucchiate e fili di seta, e sono essenziali per mantenerli al caldo durante la notte. Solitamente i Leavanny producono solo i primissimi abbigliamenti per i propri piccoli, i quali diventano poi completamente indipendenti dopo pochi giorni di vita; non è un caso quindi che questi Pokémon siano diventati popolari mascotte di sarti in tutto il mondo. Dopo una certa età , o quando diventano molto abili a produrre gli indumenti, i Sewaddle si ricoprono quasi del tutto di foglie, diventando dei Swadloon e rimanendo tali per tutta la vita, a meno che non vengano fatti molto felici.

Solitamente gli insetti hanno una vita breve, il che spesso è dovuto a combattimenti brutali per la sopravvivenza, ma i Leavanny sono unici anche tra i loro simili, visto che possono vivere fino a 80 anni, risultando essere tra gli insetti più longevi conosciuti. Alla luce di una simile aspettativa di vita, questi Pokémon non basano tutta la propria esistenza su scontri per poter sopravvivere, ma anzi, sono tra le creature più generose esistenti. Anche se l'evoluzione li porta ad avere una minor resistenza fisica rispetto a quando erano degli Swadloon e a non poter più apprendere naturalmente Meloderba e Protezione, in compenso ottengono una forza fisica maggiore e una velocità  di movimento ben più elevata, rendendoli dei veri e propri incubi per i Pokémon Psico e Buio. Come se non bastasse, ora possono apprendere naturalmente Entomoblocco (come la loro pre-evoluzione Sewaddle), FalsofinaleLacerazioneAltruismoPungiglioneFendifogliaForbice XSaltamiciziaDanzaspada e Verdebufera, rivelandosi un'ottima scelta contro molti avversari, ma va considerato che i Leavanny odiano combattere e preferiscono vivere in armonia con chiunque li circondi, specialmente allo stato brado. A differenza di qualsiasi altro insetto, custodiscono le proprie uova al pari di un bene preziosissimo, tendendo a rimanere vicino ai figli anche quando queste si schiudono o dopo l'evoluzione dei Sewaddle in Swadloon, differenziandosi completamente dalle loro controparti Scolipede. Quando depongono le uova, esse vengono amorevolmente avvolte tra le foglie per proteggerle dal freddo, specialmente quando sono ancora gelatinose (tendono ad indurirsi solo più avanti); questa cura porta l'80% delle uova di Sewaddle a schiudersi, riuscendo a sopravvivere tranquillamente per oltre due giorni (contrariamente non solo agli insetti, ma a tutti i Coleotteri). Recenti studi hanno dimostrato che questo amore genitoriale è un comportamento scritto nel loro codice genetico, ecco perché non si limitano a proteggere e vestire solo i loro piccoli, ma anche qualsiasi altra creatura vedano in difficoltà . I Leavanny sono molto abili a produrre e aggiustare i vestiti, questo non solo grazie alla seta che producono dalla bocca, ma anche agli avambracci affilati con cui possono tagliare il tessuto e modificarlo come preferiscono, riuscendo anche a riparare indumenti umani e a compiere in pochi secondi lavori che a un sarto professionista richiederebbero minuti, ciò li ha portati ad essere comunemente usati nelle sartorie di Unima.

Questi insetti non hanno la ferocia combattiva tipica dei Coleotteri, ma rimangono comunque combattenti di tutto rispetto in grado di sconfiggere i propri avversari per mezzo di potenti attacchi fisici Erba e Coleottero; tuttavia, se doveste affrontare un Pokémon Fuoco e non disponeste di altri Pokémon, allora preparatevi al peggio. Anche qualora non li vogliate far combattere, si riveleranno comunque compagni fedeli ed utili, visto che potrete vantare di avere un sarto personale che vi può riparare gli abiti anche durante i lunghi viaggi!

Venipede

200px-Artwork543.png

Spoiler

Venipede (noto come Pokémon Centipede) è un Pokémon non molto comune di tipo Coleottero/Veleno che vive nelle foreste delle regioni di Unima e Kalos. Aggressivi e implacabili, i Venipede sono creature pericolose in grado di sconfiggere gli avversari grazie al loro morso velenoso, compresi i loro stessi predatori naturali. Questi Pokémon sono molto più temibili degli Weedle e dei Wurmple, e riuscire a gestirli può essere ben più complicato; anche se piccoli, non crediate che si facciano sconfiggere senza iniettarvi un veleno letale!

In termini di habitat e di dieta sono uguali ai loro cugini d'oltremare, la cosa che li differenzia è che mangiano solo le foglie e le bacche cadute a terra e raramente si arrampicano sugli alberi, anche perché i loro colori vivaci spiccano molto contro il legno, ma questo non significa che non siano abili nell'arrampicarsi, al contrario, sono tra i Pokémon più esperti, tanto che possono apprendere naturalmente Scalaroccia (come le loro evoluzioni), tuttavia il modo in cui lo fanno è molto particolare: si appallottolano e rotolano a gran velocità  per risalire gli alberi o altre superfici; ciò rende la famiglia di Venipede l'unica in grado di apprendere naturalmente Rulloduro (assieme ai Golem e ai Guzzlord).

Come molti altri piccoli Coleotteri, i Venipede sono visti come una fonte di cibo dagli uccelli predatori come i Tranquill o gli Unfezant, ma questi insetti hanno sviluppato una forma di difesa molto efficace per sopravvivere. Poiché devono basarsi sulle antenne che hanno in cima alla testa e sulla punta della coda per avvertire i movimenti di qualsiasi creatura nei dintorni (a causa della scarsa mobilità  della testa), riescono ad individuare facilmente gli attacchi provenienti dall'alto, e, nonostante non possano muoversi molto, hanno la tendenza di mordere qualsiasi cosa si avvicini troppo a loro; ciò va a discapito dell'attaccante, al quale viene iniettata una potente neurotossina ogni volta che un Venipede riesce a morderne la carne. Mentre il veleno di un Weedle o di un Wurmple non è molto potente, quello dei Venipede è in grado di paralizzare completamente la vittima per almeno due giorni, se non soccorsa subito; è quindi molto importante per gli allenatori essere provvisti di Antidoti e bacche in grado di contrastare gli effetti di tali tossine, quando ci si avventura in una foresta abitata da questi Pokémon.

Abbastanza forti se confrontati con altri piccoli Coleotteri, i Venipede sono creature violente che non si fanno problemi a mordere chi sta intorno a loro, sia esso un nemico o un amico. Avendo a disposizione buone mosse sia Coleottero che Veleno e una tossina in grado di paralizzare grandi uccelli, non c'è da stupirsi se i Pigliamosche adorano usare questi Pokémon. Potrebbero impiegare più tempo per evolversi rispetto ad altri Coleotteri, ma ne vale la pena, dal momento che possono combattere anche quando sono nel bozzolo!

Whirlipede

200px-Artwork544.png

Spoiler

Whirlipede (noto come Pokémon Rotopede) è un Pokémon relativamente raro di tipo Coleottero/Veleno che vive nelle foreste delle regioni di Unima e Kalos. Anche se possono sembrare immobili come qualsiasi altro Pokémon bozzolo, i Whirlipede in realtà  sono esseri pericolosi che rotolano sopra l'avversario sfruttando il proprio corpo indurito svariate volte. Se credete che questi esseri rimarranno fermi a farsi colpire, scordatevelo, sono tutto tranne che pazienti, e se non ci credete ve ne accorgerete una volta colpiti dal loro Rulloduro!

Poiché i Venipede non possono produrre seta per poter creare un vero e proprio bozzolo come altri Coleotteri (motivo per cui non possono apprendere Millebave), fanno affidamento sul proprio esoscheletro per proteggersi. Quando raggiungono una certa età  o sono pronti per evolversi, si arrotolano su se stessi e rilasciano una sostanza gelatinosa che si indurisce a contatto con l'aria, formando quindi un secondo strato che va ad aggiungersi al loro esoscheletro. Questo cambiamento impedisce loro di muoversi utilizzando le zampe; sfruttando il proprio corpo segmentato una volta che questo risulta completamente ricoperto dalla sostanza gelatinosa indurita (eccezion fatta per gli occhi), l'evoluzione sarà  considerata completa e saranno conosciuti come Whirlipede.

Dal momento che il corpo è protetto dal loro esoscheletro, che a sua volta è ricoperto da uno strato protettivo, i Whirlipede vantano una resistenza fisica davvero notevole, tanto che è difficile danneggiarli con colpi diretti; questa corazza è così resistente che apprendono addirittura Ferroscudo subito dopo l'evoluzione, anziché Rafforzatore come gli altri bozzoli. Visto che il loro esoscheletro mantiene anche le sue proprietà  elastiche, possono utilizzarlo sia per difendersi che per attaccare, cosa che fanno molto bene. Sebbene non riescano a muoversi sfruttando il corpo segmentato, possono rotolare tramite rapidi movimenti dei muscoli arrivando ad assomigliare a dei pneumatici, oltre al fatto che si spostano molto velocemente grazie alla grande forza di trazione esercitata nel processo; se minacciati, non esiteranno a rotolare ad alta velocità  passando sopra il nemico, sfruttando anche gli aculei velenosi disseminati sulla superficie del carapace, causando danni ingenti complessivi e trasformandosi in vere e proprie ruote distruttive. Nonostante abbiano una forza fisica abbastanza scarsa, la loro resistenza li rende più pericolosi di quanto appaiano, tant'è vero che, qualora volessero usare Rulloduro per uccidere, state pur certi che difficilmente la vittima riuscirà  a sopravvivere. La grande libertà  di movimento, però, ha come inconveniente il rallentamento dell'evoluzione finale dei Whirlipede; proprio come ogni altro bozzolo, quindi, devono cercare di limitarsi il più possibile.

Anche se sono considerati dei bozzoli, i Whirlipede sono insetti potenti che possono travolgere gli avversari senza timore di farsi male. Essendo i bozzoli più resistenti fisicamente e potendo sfruttare Rulloduro in maniera devastante, ricordatevi di stare in guardia quando vedete uno di questi pneumatici demoniaci sul campo di battaglia. Sebbene non siano nulla di speciale se comparati alla loro evoluzione, possiedono grandi potenzialità  anche in questo stadio, cosa che i Kakuna e i Cascoon possono sognarsi!

Scolipede

200px-Artwork545.png

Spoiler

Scolipede (noto come Pokémon Megapede) è un Pokémon raro di tipo Coleottero/Veleno che vive nelle foreste delle regioni di Unima e Kalos. Incredibilmente grandi e veloci, gli Scolipede sono dei veri mostri tra i Coleotteri e sono ovviamente molto temuti dagli specialisti ErbaBuio e addirittura Psico a causa della loro grande potenza. Inizialmente potrebbero sembrare solo degli insetti troppo cresciuti, ma quando li affronterete capirete di cosa sono realmente capaci questi insetti grandi il doppio di voi!

Siccome i Whirlipede non riescono ad immagazzinare energia e cambiare rapidamente a causa del fatto che si muovono continuamente, essi impiegano moltissimo tempo per la metamorfosi e permettere così al nuovo corpo di uscire dal proprio "guscio"; ciò è causato non solo dal loro movimentato stile di vita, ma anche da questioni di sopravvivenza, visto che sono estremamente resistenti e difficilissimi da uccidere in questo stadio. Con il tempo il loro corpo diventa sempre più grosso e difficile da contenere, infatti il "guscio" tende a deformarsi poco prima dell'evoluzione. Quando finalmente la metamorfosi è completa, i Whirlipede esplodono letteralmente e ne riemergono nella loro forma adulta: Scolipede. Attenzione: l'evoluzione di un Whirlipede è estremamente pericolosa, visto che la pressione esercitata è tale da poter generare un evento dalla potenza tranquillamente comparabile ad una piccola esplosione, tanto che rilasciano varie schegge e frammenti dello strato protettivo; ci sono stati molti casi di lesioni gravi, o addirittura di morte, da parte di allenatori curiosi di vedere l'evoluzione del proprio Pokémon.

Sebbene con l'evoluzione perdano parte della loro resistenza fisica, in compenso ottengono istantaneamente la possibilità  di usare la mossa Staffetta, oltre a guadagnare una forza fisica molto superiore e una velocità  raddoppiata. Gli Scolipede sono cacciatori eccezionali, che inseguono qualsiasi cosa che possa essere un pasto per loro finché non la raggiungono e la attaccano con Megacorno; quando la preda è tramortita, usano le zampe vicino al collo per perforarne la carne e iniettarle una potente neurotossina (in modo da evitare che riesca a fuggire) e poi la mangiano rapidamente. A causa delle loro grandi dimensioni, devono nutrirsi costantemente oppure mangiare grosse prede, motivo per cui le prediligono rispetto a quelle più piccole, infatti in una giornata basterebbe mangiare un'unica grande preda anziché molte piccole. Proprio come la loro pre-evoluzione Venipede, anche gli Scolipede attaccano qualsiasi cosa si avvicini troppo a loro, ma lo fanno con un'agilità  e una precisione spaventose, caratteristiche acuite dalla loro capacità  di arrampicarsi e dalle potenti tossine possedute, rendendosi pericolosi in qualsiasi situazione. Va considerato che questi Pokémon hanno un grande vantaggio rispetto ad altri Coleotteri, ovvero possono sfruttare il loro grande peso per attaccare, tanto da essere in grado di apprendere Frana e Terremoto tramite MT, rivelandosi molto utili durante i tornei.

Spaventosi d'aspetto e pericolosi in battaglia, gli Scolipede sono esseri mostruosi in grado di sconfiggere molti avversari con facilità , senza contare che sono i Coleotteri più grandi e pesanti conosciuti (escluso Arceus), il che basta e avanza per intimidire il nemico o addirittura ucciderlo provocandogli un infarto. Se siete dei Pigliamosche in cerca di un forte Pokémon, non esitate a procurarvi uno di questi mostri torreggianti: non potranno volare o infliggere molte alterazioni di stato come altri Coleotteri, ma quando hai un enorme insetto in grado di arrecare danni notevoli, che importanza ha?!

Dwebble

200px-Artwork557.png

Spoiler

Dwebble (noto come Pokémon Pietracasa) è un Pokémon relativamente non molto comune di tipo Coleottero/Roccia che vive nei deserti e vicino alle coste delle regioni di Unima e Kalos, anche se raramente è stato visto nella regione di Hoenn. Nonostante non siano grandi combattenti, i Dwebble sono piccole e robuste creature in grado di causare non pochi problemi ai nemici per via del loro tipo insolito. Anche se non si vuole usare questi crostacei per combattere, risulteranno ottimi Pokémon domestici... l'importante è non togliere loro il guscio!

Nonostante siano in realtà  dei crostacei, non hanno un esoscheletro molto resistente, risultando quindi indifesi e dotati di scarsa forza fisica. Per cercare di ovviare a questo problema si creano un guscio dalla roccia, la quale viene sciolta e modellata grazie ad un acido che secernono dalla bocca, in modo tale da poterla adattare perfettamente al proprio corpo, e terranno tale roccia per tutta la durata di questo stadio grazie ad un gancio situato all'estremità  del corpo stesso. Poiché l'uso dell'acido richiede una quantità  enorme di energia, i Dwebble non lo sfruttano come arma di battaglia, ma attaccano solo con gli artigli. Se perdono il guscio, o esso risulta troppo danneggiato, questi Pokémon cadono in uno stato di panico fino a quando non lo ritrovano o non ne creano uno nuovo. Essi si nutrono principalmente di piccoli insetti o di crostacei più piccoli, e, nonostante la loro debolezza naturale, non è raro vederli vicino alle coste, cosa piuttosto strana, anche se ciò è imputabile alla facilità  con cui trovano le rocce.

Nonostante alcuni problemi personali, i Dwebble sono creature energiche che amano sia giocare che cacciare il poco cibo di cui hanno bisogno, ma restano ottimi Pokémon domestici per i bambini o compagni perfetti per gli allenatori più giovani. Il problema principale che si potrebbe riscontrare in questi esseri è il grande cambiamento fisico e di personalità  che subiscono con l'evoluzione, il che può essere pericoloso per i bambini, motivo per cui non è raro che vengano abbandonati dai genitori di questi quando iniziano a mostrare i primi segni della trasmutazione (aggressività  e crescita); il pericolo principale è rappresentato dall'impiego dell'attacco Devastomasso, con cui iniziano a scagliare oggetti rocciosi o, in rari casi, pezzi del loro stesso guscio; inizialmente potrebbe sembrare una mossa non molto pericolosa, ma quando vi accorgerete che non è così sarà  troppo tardi.

Anche se più utili come Pokémon domestici anziché come combattenti, i Dwebble sono esseri davvero unici in grado di causare non pochi problemi ad avversari non abituati ad affrontare i Coleotteri, specie quelli più resistenti. Se state cercando un piccolo compagno di viaggio o una semplice mascotte per vostro figlio, questi piccoli crostacei fanno al caso vostro. Potreste essere tentati di togliere loro il guscio, ma è meglio non farlo spesso: potrebbe sembrare divertente, ma i ruoli potrebbero invertirsi una volta evoluti in Crustle!

Crustle

200px-Artwork558.png

Spoiler

Crustle (noto come Pokémon Scogliocasa) è un Pokémon non molto comune di tipo Coleottero/Roccia che vive nei deserti e vicino alle coste delle regioni di Unima e Kalos, anche se raramente è stato visto nella regione di Hoenn. Certamente non sono tra i combattenti più grandi, ma i Crustle sono esseri pericolosi che non si fanno scrupoli ad abbattere qualsiasi cosa si pari loro davanti con Devastomasso, e nel contempo riescono a resistere anche ai colpi più violenti senza problemi. Se credevate che i Dwebble sarebbero rimasti allegri e giocosi anche dopo l'evoluzione vi sbagliavate di grosso: l'unica cosa che fanno è abbattere chiunque si metta sulla loro strada!

Quando un Dwebble si evolve in Crustle, il suo esoscheletro diventa molto resistente, tanto da poter sopportare enormi pressioni senza danneggiarsi minimamente (anche se ciò lo porta a non poter più apprendere Tagliofuria naturalmente). Poiché sono molto più grossi dei Dwebble, riescono a portare un guscio di roccia molto più grosso, ma, a causa del loro corpo largo e piatto, riuscire a trovare una roccia che si possa adattare è difficile, per questo sfruttano gli artigli e l'acido per fondere tante rocce diverse e creare un unico grosso masso con un foro sul fondo. Questo masso non protegge bene come quello dei Dwebble, tuttavia, a causa delle enormi dimensioni, è molto facile che i nemici colpiscano esso anziché il Pokémon; inoltre le loro zampe (specialmente quelle anteriori) possiedono un esoscheletro più spesso e resistente, permettendo loro di camminare per lunghi periodi di tempo senza affaticarsi per il troppo peso, anche in zone aride.

Il motivo principale per cui i Dwebble diventano aggressivi con l'evoluzione in Crustle è per via dell'enorme aumento di dimensioni: essendo infatti più grossi e resistenti, risultano cacciatori migliori in natura e riescono a proteggersi meglio dai predatori; acquistano consapevolezza di ciò già  poco prima che l'evoluzione sia completa. Se mai dovessero incontrare un Pokémon più grosso non si scoraggiano, visto che il loro guscio è talmente resistente da essere paragonabile alla corazza di un Aggron, di conseguenza non si tirano mai indietro nelle lotte, ma attaccheranno con Forbice X o Devastomasso. Dal momento che i Crustle vivono in piccole colonie assieme ai Dwebble, sono molto comuni le battaglie per il territorio: questi scontri sono molto violenti, tanto che uno dei due combattenti viene considerato sconfitto solo quando il suo guscio si spacca; di conseguenza, quelli senza guscio vengono considerati deboli e cacciati dalla colonia, in quanto possono metterla a rischio. Ciò lascia i Crustle cacciati insicuri e un pasto facile per qualsiasi predatore, il quale normalmente non potrebbe penetrare il loro guscio.

Nonostante il loro carattere arrogante, sono ottimi combattenti in grado di mettere a dura prova qualsiasi nemico che usa attacchi fisici. Sebbene non siano tra i Pokémon Roccia o Coleottero più convenzionali, sanno comunque lottare alla pari dei loro simili. Non pensate nemmeno di provare a cavalcare un Crustle: vi farà  cadere a terra per poi mettere alla prova la vostra reale intrepidezza!

Karrablast

200px-Artwork588.png

Spoiler

Karrablast (noto come Pokémon Addentatore) è un Pokémon non molto comune di tipo Coleottero che vive nei campi erbosi e nelle paludi delle regioni di Unima e Kalos. Anche se possono sembrare deboli ed indifesi, i Karrablast sono creature intrepide sempre pronte a combattere, e se non possedete Pokémon corazzati i suoi attacchi risulteranno dolorosi. Attenti quando lo fate combattere contro lo Shelmet di un allenatore: entrambi potrebbero evolversi in maniera totalmente inaspettata!

I Karrablast sono insetti molto semplici che passano la propria vita a mangiare piccoli insetti o Pokémon dal corpo molle come le lumache, ma non è raro che attacchino esseri molto più grandi. Nonostante le loro dimensioni, hanno zanne molto affilate, tanto da riuscire a perforare anche la pelle più spessa, il che è utile per nutrirsi del sangue di altri Pokémon quando il cibo scarseggia; spesso riescono a farlo anche senza farsi notare, visto che dalla bocca secernono una sostanza che intorpidisce la zona morsa, così che la vittima non si accorga di loro né della perdita di sangue; ciò li ha portati ad essere classificati come "Pokémon Addentatore". In battaglia sono in grado di sferrare parecchi attacchi fisici usando il loro stesso corpo come arma, riuscendo quindi ad eseguire le mosse Beccata, Bottintesta, Lacerazione e Sdoppiatore, oltre al fatto di poter apprendere Ronzio naturalmente (l'unico attacco speciale che imparano in natura, sebbene sia debole). In situazioni disperate possono sputare la sostanza normalmente impiegata per intorpidire la vittima per immobilizzare un predatore, in modo tale di assicurarsi di avere abbastanza tempo per fuggire.

I Karrablast e gli Shelmet rappresentano un caso unico nell'ecologia mondiale, in quanto condividono una caratteristica nota come "coevoluzione". I Karrablast sono consapevoli di avere un esoscheletro molto fragile, per potersi difendere, quindi, hanno la tendenza a rubare i gusci di altri Pokémon, in particolare degli Shelmet. Normalmente uno Shelmet non si separa mai dal proprio guscio, ma la sostanza prodotta dai Karrablast riesce facilmente ad estrarli; tuttavia se entrambe le specie vengono sottoposte a determinati campi elettromagnetici simultaneamente, le proprietà  acide del liquido prodotto dai Karrablast non solo porteranno gli Shelmet a separarsi dal guscio, ma anche a farli crescere, mentre i Karrablast diventano un tutt'uno con esso; per entrambi la mutazione è tale da poter essere considerata evoluzione, quindi gli Shelmet diventano conosciuti come Accelgor, mentre i Karrablast assumono la denominazione di Escavalier. Tale processo causa uno scambio di statistiche, ma entrambi ci guadagnano molto visto che i Karrablast ottengono una corazza che permette loro di proteggersi, mentre gli Shelmet diventano molto veloci nei movimenti. Questo processo, in natura, è quasi impossibile che avvenga, ma può essere facilmente innescato usando un apposito macchinario per scambiare un Karrablast e uno Shelmet; ovviamente, se non avete molti amici, tale evoluzione sarà  davvero complicata da ottenere.

Nonostante non siano molto versatili in fatto di mosse, i Karrablast saranno compagni ideali per gli allenatori più giovani che cercano un buon attaccante fisico, tuttavia è necessario fare un paio di scambi per renderli davvero forti e usarli adeguatamente nei tornei, ma fino ad allora fateli divertire combattendo. E' consigliabile insegnare al proprio Karrablast a non attaccarsi ai Pokémon più grandi per berne il sangue durante gli scontri amichevoli: anche se non causa dolore, potrebbe essere ritenuto davvero fastidioso (specie se si attaccano sull'allenatore avversario)!

Escavalier

200px-Artwork589.png

Spoiler

Escavalier (noto come Pokémon Cavaliere) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Coleottero/Acciaio; essi esistono quasi esclusivamente quando posseduti da allenatori, i pochi esemplari selvatici vivono nei campi erbosi e nelle paludi delle regioni di Unima e Kalos. Molto potenti e pesantemente corazzati, gli Escavalier sono creature distruttive che fanno a pezzi ogni cosa si pari loro davanti senza distinzione. Anche se sono molto lenti, state certi che solo una tempesta di fuoco può fermare questi insetti, e un loro Gigaimpatto spesso può anche richiedere urgenti cure mediche!

Karrablast e gli Shelmet rappresentano un caso unico nell'ecologia mondiale, in quanto condividono una caratteristica nota come "coevoluzione". I Karrablast sono consapevoli di avere un esoscheletro molto fragile, per potersi difendere, quindi, hanno la tendenza a rubare i gusci di altri Pokémon, in particolare degli Shelmet. Normalmente uno Shelmet non si separa mai dal proprio guscio, ma la sostanza prodotta dai Karrablast riesce facilmente ad estrarli; tuttavia se entrambe le specie vengono sottoposte a determinati campi elettromagnetici simultaneamente, le proprietà  acide del liquido prodotto dai Karrablast non solo porteranno gli Shelmet a separarsi dal guscio, ma anche a farli crescere, mentre i Karrablast diventano un tutt'uno con esso; per entrambi la mutazione è tale da poter essere considerata evoluzione, quindi gli Shelmet diventano conosciuti come Accelgor, mentre i Karrablast assumono la denominazione di Escavalier. Tale processo causa uno scambio di statistiche, ma entrambi ci guadagnano molto visto che i Karrablast ottengono una corazza che permette loro di proteggersi, mentre gli Shelmet diventano molto veloci nei movimenti. Questo processo, in natura, è quasi impossibile che avvenga, ma può essere facilmente innescato usando un apposito macchinario per scambiare un Karrablast e uno Shelmet; ovviamente, se non avete molti amici, tale evoluzione sarà  davvero complicata da ottenere.

Solo una parte del guscio degli Escavalier proviene dallo Shelmet che ne ha permesso l'evoluzione, il resto si è auto-generato (grazie al processo evolutivo) per coprire il loro corpo in maniera più efficiente. Molti ritengono che la cresta di questi Pokémon abbia ispirato le civiltà  antiche ad ornare gli elmi dei propri guerrieri con essa, come ad esempio i centurioni. Il guscio degli Shelmet è già  robusto per conto proprio, ma può essere rotto se sottoposto a grande pressione, il che li rende inefficaci durante le lotte fisiche; per risolvere questo problema gli Escavalier usano il liquido, che durante il precedente stadio di Karrablast, sfruttavano con lo scopo di intorpidire la preda, ricoprendo il proprio guscio e innescando così una reazione chimica che lo indurisce e lo rende estremamente simile alle corazze tipiche dei Pokémon Acciaio, motivo per il quale rientrano anch'essi in tale tipologia. Il guscio non è il solo cambiamento che hanno ottenuto, infatti le zampe anteriori sviluppano delle estensioni simili a giavellotti, che vengono usate come potenti armi contundenti o perforanti a seconda della situazione, rendendo tali Pokémon molto violenti in lotta; queste estensioni sono in realtà  scollegate dalle zampe vere e proprie e non possiedono tessuti organici, quindi possono attaccare senza la preoccupazione di ferirsi; se invece vengono danneggiate o strappate, queste appendici ricrescono nel giro di pochi giorni. Grazie a tutti questi cambiamenti, gli Escavalier possono apprendere una grande quantità  di mosse offensive e difensive (anche più varia rispetto ai Karrablast), ma ora non possono più imparare naturalmente le mosse Resistenza, Tagliofuria, Riduttore, Visotruce e Flagello (in compenso tali mosse sono sostituite da Anticipo, Pungiglione, Doppio Ago, Metaltestata, Ferroscudo, Contropiede e Gigaimpatto). Altra cosa che si è osservata è che l'evoluzione causa un grande aumento d'intelligenza, tanto che ora questi Pokémon diventano astuti combattenti tattici, anche se lenti nel muoversi, visto che il loro corpo è quasi completamente ricoperto dal guscio; inoltre possono ancora sferrare attacchi con estrema rapidità , tanto da riuscire ad eseguire un Gigaimpatto tale da rompere le ossa avversarie. Per finire, le proprietà  elettromagnetiche del guscio consentono a questi insetti di levitare a pochissimi centimetri da terra, il che li rende ancora più pericolosi di quanto non siano già.

Con un aspetto impressionante, che non rappresenta minimamente quanto siano realmente pericolosi, e una resistenza tale che solo gli attacchi Fuoco possono sperare di essere realmente pericolosi, gli Escavalier sono indubbiamente guerrieri indomabili in grado di distruggere gli avversari che non riescono a battere questi insetti rapidamente. Avendo una incredibile forza ed una resistenza che permette loro di incassare con facilità una quantità impressionante di colpi, non c'è da stupirsi se gli specialisti Coleottero sbavano di fronte a questi insetti. Riuscire ad allenarne uno può risultare complicato, ma se ci riuscite cercate di sopprimere la loro violenza, in modo da non causare troppi danni collaterali durante le battaglie!

 

Modificato da Zarxiel

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme
Inviato (modificato)

Joltik

200px-Artwork595.png

Spoiler

Joltik (noto come Pokémon Appiccicante) è un Pokémon comune di tipo Coleottero/Elettro che vive all'interno di grotte, foreste e città  della regione di Unima, anche se raramente è stato visto nella regione di Hoenn. Relativamente forti nonostante le loro dimensioni, i Joltik sono creature sorprendenti che possono di certo dare del filo da torcere a qualsiasi uccello rapace che tenti di divorarli, usando potenti scariche elettriche per scacciarlo. Se mai doveste andare a fare campeggio nella regione di Unima, non portate alcun tipo di indumento di lana: potreste ritrovarvi queste creature che vi si strusciano addosso per creare elettricità  statica!

Joltik e i Galvantula sono Coleotteri unici grazie alla loro capacità  di generare e immagazzinare energia elettrica all'interno del proprio corpo; tale capacità  è resa possibile grazie ad un organo gelatinoso posto nel loro addome, che oltre ad immagazzinare l'elettricità  la crea mediante la scomposizione di proteine. Questi esseri si differenziano notevolmente da altri ragni quali Spinarak e Ariados, i quali possiedono una natura più predatoria (infatti prediligono creare delle reti per intrappolare le prede o piombare sopra di esse quando meno se lo aspettano); i Joltik e i Galvantula, d'altro canto, sfruttano la propria elettricità  per cacciare in maniera più efficiente e con modalità  completamente differenti. Essi possono produrre una tela sia dall'addome che dalla bocca, la cosa sorprendente, però, è che essa risulta essere un conduttore assolutamente perfetto, tanto da poter essere polarizzata; riesce infatti a conservare per ore l'elettricità  accumulata, potendo inoltre essere ulteriormente potenziata, volendo, attraverso quella normalmente prodotta. Sfruttando questa abilità  possono usare una mossa apprendibile, in natura, esclusivamente dalla loro famiglia evolutiva, ossia Elettrotela: questa mossa di certo non è molto potente, ma la viscosità  della tela rallenta il nemico, permettendo quindi ai Joltik o ai Galvantula di poter attaccare per primi con più facilità . Particolare interessante è che sono gli unici Coleotteri il cui ruolo è invertito rispetto agli uccelli, i quali vengono spesso intrappolati dalle loro tele diventando nutrimento per questi ragni. Ulteriore caratteristica su cui soffermarsi è la loro folta pelliccia: essa non solo è in grado di procurare disagio a moltissime persone, ma ha lo stesso effetto anche sui Pokémon, che si agitano alla sola vista di queste bizzarre creature, ecco perché alcuni esemplari sono classificati con l'abilità  Agitazione.

A differenza della loro evoluzione, i Joltik sono troppo piccoli per cacciare grossi Pokémon, quindi si limitano a nutrirsi di piccoli insetti che rimangono intrappolati nelle loro tele. A causa delle loro dimensioni ridotte sono spesso presi di mira dagli uccelli, ma si difendono egregiamente attaccandoli con scariche elettriche, riuscendo così a sfuggirgli durante tutta la propria esistenza. Ovviamente non sono ancora in grado di produrre autonomamente elettricità  in maniera efficiente, di conseguenza devono attaccarsi ad altri organismi o ad oggetti lanosi per assorbire o creare elettricità  statica in modo da potersi proteggere dai predatori; spesso ne assorbono anche più del dovuto per sicurezza, e, a causa delle loro ridotte dimensioni, i Pokémon più grandi possono trasportare vari Joltik impiegando addirittura svariati giorni prima di rendersene conto. I Joltik che vivono nelle città, vista l'assenza di Pokémon grossi e pelosi, si attaccano alle prese dei fili elettrici per assorbirne l'energia, e considerata la manifattura di tali oggetti essi possono ricaricarsi a velocità sorprendenti.

Anche se molti ritengono i Joltik solamente fastidiosi e nulla di più, in realtà  sono creature incredibilmente versatili che possono infliggere molti danni attraverso le loro mosse Coleottero ed Elettro. Essendo il Pokémon più piccolo conosciuto (assieme a Flabébé) e uno dei pochi Coleotteri in grado di resistere agli uccelli, questa creatura merita tutto il nostro rispetto in battaglia. Sebbene possano sembrare deboli a causa delle loro dimensioni, non fatevi ingannare: se mai doveste calpestarne uno per sbaglio, di certo esso non sopravviverà  all'incontro, ma prima di morire rilascerà  una scarica elettrica talmente forte da farvi pentire per moltissimo tempo a venire di quello che avete fatto!

Galvantula

200px-Artwork596.png

Spoiler

Galvantula (noto come Pokémon Elettroragno) è un Pokémon non molto comune di tipo Coleottero/Elettro che vive all'interno di grotte, foreste e città  della regione di Unima, anche se raramente lo si è visto nella regione di Hoenn. Sebbene le loro capacità  offensive e difensive possano essere paragonate a quelle di molti altri Coleotteri, i Galvantula sono celebri anche per la grande velocità  e per la capacità  di impiegare una ragnatela elettricamente carica contro i propri nemici, caratteristiche che li rendono avversari davvero ostici per i più impreparati. Si consiglia a qualsiasi Avicoltore di Unima di stare lontano da queste creature: per loro gli uccelli sono solo dei pasti che attendono di essere intrappolati ed elettrificati!

Joltik e i Galvantula sono Coleotteri unici grazie alla loro capacità  di generare e immagazzinare energia elettrica all'interno del proprio corpo; tale capacità  è resa possibile grazie ad un organo gelatinoso posto nel loro addome, che oltre ad immagazzinare l'elettricità  la crea mediante la scomposizione di proteine. Questi esseri si differenziano notevolmente da altri ragni quali Spinarak e Ariados, i quali possiedono una natura più predatoria (infatti prediligono creare delle reti per intrappolare le prede o piombare sopra di esse quando meno se lo aspettano); i Joltik e i Galvantula, d'altro canto, sfruttano la propria elettricità  per cacciare in maniera più efficiente e con modalità  completamente differenti. Essi possono produrre una tela sia dall'addome che dalla bocca, la cosa sorprendente, però, è che essa risulta essere un conduttore assolutamente perfetto, tanto da poter essere polarizzata; riesce infatti a conservare per ore l'elettricità  accumulata, potendo inoltre essere ulteriormente potenziata, volendo, attraverso quella normalmente prodotta. Sfruttando questa abilità  possono usare una mossa apprendibile, in natura, esclusivamente dalla loro famiglia evolutiva, ossia Elettrotela: questa mossa di certo non è molto potente, ma la viscosità  della tela rallenta il nemico, permettendo quindi ai Joltik o ai Galvantula di poter attaccare per primi con più facilità . Particolare interessante è che sono gli unici Coleotteri il cui ruolo è invertito rispetto agli uccelli, i quali vengono spesso intrappolati dalle loro tele diventando nutrimento per questi ragni. Ulteriore caratteristica su cui soffermarsi è la loro folta pelliccia: essa non solo è in grado di procurare disagio a moltissime persone, ma ha lo stesso effetto anche sui Pokémon, che si agitano alla sola vista di queste bizzarre creature, ecco perché alcuni esemplari sono classificati con l'abilità  Agitazione.

Sebbene le loro dimensioni risultino abbastanza contenute, sono comunque molto più grossi dei Joltik: ciò implica ovviamente una maggiore dimensione anche dei loro organi, grazie ai quali possono ora immagazzinare una quantità  incredibile di elettricità  e colpire facilmente qualsiasi bersaglio volante. Come gli altri ragni, i Galvantula rimangono in agguato nelle loro enormi tele in attesa che qualche preda ci finisca dentro, ma la loro natura predatoria è molto superiore a quella dei Joltik (dovuto anche al fatto che, al contrario di questi ultimi, possono apprendere la mossa Rete Vischiosa). La cosa che li differenzia dagli altri ragni è che non possiedono alcun tipo di veleno (nonostante già  i Joltik possano apprendere la mossa Gastroacido), quindi non possono paralizzare la preda con un morso come molti sospettano, ma usano l'elettricità  per farlo; quando una preda rimane intrappolata nella loro tela elettrificata, viene paralizzata permettendo ai Galvantula di mangiarsela con calma; se mai dovessero avanzare dei resti, essi vengono avvolti in un bozzolo elettricamente carico (per impedire che altri predatori rubino il pasto o permettere alla preda di fuggire qualora fosse ancora viva) che viene poi nascosto e consumato più tardi. Quando sono minacciati, i Galvantula usano Elettrotela per catturare il loro aggressore, ma nel caso in cui esso dovesse risultare troppo grosso o pesante, allora si avvolgono semplicemente nella propria tela sfruttandola come se fosse uno scudo, strategia che permette loro di fuggire illesi. Ci sono state segnalazioni di complessi muri di ragnatele elettrificate prodotte dai Galvantula, ma queste costruzioni sono molto rare (infatti si possono trovare solo in piccole aree piene di detriti, i quali offrono vari punti di ancoraggio per le loro tele).

Con un aspetto inquietante e un istinto di caccia sorprendente, i Galvantula possono risultare Pokémon davvero potenti in grado di tenere testa ad una grande varietà  di avversari. Potendo contare su numerose e potenti mosse di tipo Coleottero ed Elettro unite a una velocità  straordinaria, esso è un Pokémon bramato non solo dai Pigliamosche, ma anche dai Ninja Boy e dai Meccanici. Se non potete disporre di potenti Pokémon FuocoRoccia o Terra, allora cercate di stare alla larga da queste creature, altrimenti il vostro Pokémon si ritroverà  intrappolato nella loro Elettrotela sempre più stretta, fino a trasformarsi in un regalo di Natale elettrificato!

Shelmet

200px-Artwork616.png

Spoiler

Shelmet (noto come Pokémon Lumachina) è un Pokémon non molto comune di tipo Coleottero che vive nelle paludi delle regioni di Unima e Kalos. Abbastanza innocui in termini di potenza offensiva, gli Shelmet sono creature semplici che non offrono molta strategia agli allenatori, visto che si basano sul combattimento difensivo. Il loro guscio può risultare davvero difficile da rompere con attacchi fisici e quasi impossibile da rimuovere, ma questo non significa che siano invincibili. Nel caso dei Karrablast è possibile rimuovere la loro protezione naturale!

Gli Shelmet sono gasteropodi molto semplici che si cibano di erba e semi, e raramente si allontanano più di dieci metri dal proprio nido. Il corpo di questi Pokémon risulta essere estremamente fragile e molle, quindi per loro attaccare direttamente può rivelarsi pericoloso, di conseguenza preferiscono affidarsi al proprio guscio formato da carbonato di calcio e alcuni tipi di metalli, i quali contribuiscono a conferirgli maggiore resistenza; questo viene usato sia per difendersi che per attaccare. Quando attaccati, gli Shelmet si chiudono all'interno del proprio guscio per poi riaprirlo solo quando completamente certi che non c'è più pericolo, senza contare che tentare di aprirlo con la forza e contro la loro volontà  è praticamente impossibile. Il liquido che secernono è completamente differente da quello dei Karrablast, infatti non solo ha proprietà  acide per danneggiare i nemici, ma viene anche usato per sigillare temporaneamente il guscio; ciò ha scoraggiato parecchi chef dall'usarli come ingredienti principali di cucina, anche perché la carne di Shelmet può risultare tossica se non trattata correttamente. In pratica hanno tutte le carte in regola per sopravvivere a lungo, tant'è vero che, escludendo attacchi parassitari e quelli che coinvolgono direttamente il loro guscio, gli unici attacchi che imparano sono Corposcontro, Ronzio ed Entomoblocco; le altre mosse che apprendono sono tutte difensive e servono per poter sopravvivere in natura (quindi in battaglia non sono molto utili).

Karrablast e gli Shelmet rappresentano un caso unico nell'ecologia mondiale, in quanto condividono una caratteristica nota come "coevoluzione". I Karrablast sono consapevoli di avere un esoscheletro molto fragile, per potersi difendere, quindi, hanno la tendenza a rubare i gusci di altri Pokémon, in particolare degli Shelmet. Normalmente uno Shelmet non si separa mai dal proprio guscio, ma la sostanza prodotta dai Karrablast riesce facilmente ad estrarli; tuttavia se entrambe le specie vengono sottoposte a determinati campi elettromagnetici simultaneamente, le proprietà  acide del liquido prodotto dai Karrablast non solo porteranno gli Shelmet a separarsi dal guscio, ma anche a farli crescere, mentre i Karrablast diventano un tutt'uno con esso; per entrambi la mutazione è tale da poter essere considerata evoluzione, quindi gli Shelmet diventano conosciuti come Accelgor, mentre i Karrablast assumono la denominazione di Escavalier. Tale processo causa uno scambio di statistiche, ma entrambi ci guadagnano molto visto che i Karrablast ottengono una corazza che permette loro di proteggersi, mentre gli Shelmet diventano molto veloci nei movimenti. Questo processo, in natura, è quasi impossibile che avvenga, ma può essere facilmente innescato usando un apposito macchinario per scambiare un Karrablast e uno Shelmet; ovviamente, se non avete molti amici, tale evoluzione sarà  davvero complicata da ottenere.

Anche se molti li considerano più adatti per qualche ristorante costoso piuttosto che essere schierati su un campo di battaglia, gli Shelmet, nelle mani degli allenatori esperti di tattiche difensive, possono diventare compagni utilissimi. Non basatevi solo sulla loro armatura per combattere, visto che possono sconfiggere facilmente avversari di dimensioni ridotte, ma se doveste affrontare un Karrablast state attenti: anche se si tratta di una possibilità  abbastanza rara, non è da escludere che contro queste creature il vostro Pokémon si possa ritrovare improvvisamente senza protezione!

Accelgor

200px-Artwork617.png

Spoiler

Accelgor (noto come Pokémon Sgusciato) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Coleottero; essi esistono quasi esclusivamente quando posseduti da allenatori, i pochi esemplari selvatici vivono nelle paludi delle regioni di Unima e Kalos. Estremamente veloci e pericolosi, specialmente contro avversari non corazzati, gli Accelgor sono dei veri maestri della velocità  in grado di abbattere qualsiasi stolto creda di poterli superare in questo campo. Potrebbero non essere molto resistenti, ma se riescono a colpire per primi (e ci riescono), questi bizzarri gasteropodi possono vincere senza troppa fatica!

Karrablast e gli Shelmet rappresentano un caso unico nell'ecologia mondiale, in quanto condividono una caratteristica nota come "coevoluzione". I Karrablast sono consapevoli di avere un esoscheletro molto fragile, per potersi difendere, quindi, hanno la tendenza a rubare i gusci di altri Pokémon, in particolare degli Shelmet. Normalmente uno Shelmet non si separa mai dal proprio guscio, ma la sostanza prodotta dai Karrablast riesce facilmente ad estrarli; tuttavia se entrambe le specie vengono sottoposte a determinati campi elettromagnetici simultaneamente, le proprietà  acide del liquido prodotto dai Karrablast non solo porteranno gli Shelmet a separarsi dal guscio, ma anche a farli crescere, mentre i Karrablast diventano un tutt'uno con esso; per entrambi la mutazione è tale da poter essere considerata evoluzione, quindi gli Shelmet diventano conosciuti come Accelgor, mentre i Karrablast assumono la denominazione di Escavalier. Tale processo causa uno scambio di statistiche, ma entrambi ci guadagnano molto visto che i Karrablast ottengono una corazza che permette loro di proteggersi, mentre gli Shelmet diventano molto veloci nei movimenti. Questo processo, in natura, è quasi impossibile che avvenga, ma può essere facilmente innescato usando un apposito macchinario per scambiare un Karrablast e uno Shelmet; ovviamente, se non avete molti amici, tale evoluzione sarà  davvero complicata da ottenere.

La perdita del guscio tecnicamente dovrebbe rappresentare un pericolo per la loro vita, visto che hanno corpi molto molli e vulnerabili, tanto che, a seconda dei luoghi in cui si trovano, possono seccarsi e morire, ma in realtà  ciò non avviene in quanto hanno il corpo ricoperto da uno strato di membrana umida, grazie al quale possono sopravvivere anche negli ambienti più estremi. Ora questi Pokémon non possono più apprendere naturalmente moltissime mosse tipiche degli Shelmet (vale a dire Acido, Scudo Acido, Pazienza, Corposcontro, Maledizione, Barattoscudo, Protezione e Sbadiglio), tuttavia ora sono più adatti alla lotta, dal momento che il loro corpo non è rinchiuso dentro uno spazio ristretto e possono muoversi liberamente. Anche se sono più pesanti degli Shelmet, la loro densità  corporea è minore, quindi possono muoversi con una rapidità  impressionante, tanto che solo i Ninjask, MegaAlakazam, MegaAerodactyl e Deoxys (ad eccezione della Forma Difesa) possono superarli. Altro cambiamento degno di nota è che ora hanno una forza fisica decente e un alto attacco speciale, ciò permette loro di usare attacchi come Ronzio, Acidobomba e Gigassorbimento in modo ottimale, tanto da renderli pericolosi addirittura contro altri Coleotteri puri e i Pokémon Roccia. Tuttavia, la caratteristica più interessante degli Accelgor risiede nel loro stile di combattimento unico: essendo molto veloci, rimangono nascosti dietro qualsiasi oggetto ci sia sul campo di battaglia per poi attaccare con il favore delle ombre, come fossero dei veri ninja; combattono allo scoperto solo quando ogni potenziale nascondiglio viene distrutto o non c'è alcuna possibilità  di attaccare furtivamente, ma anche questa eventualità  non rappresenta un problema, visto che combattono con una velocità  tale che gli avversari non riescono minimamente a capire cosa li stia attaccando. Solitamente tendono ad abbassare le difese avversarie con un paio di Acidobomba per poi finirli con Ronzio o Gigassorbimento, ma possono apprendere tecniche del tutto nuove tramite l'uso di MT. Se dovessero affrontare avversari difensivi, useranno una strategia differente per avere maggiore vantaggio, affidandosi ad Agilità , Precedenza, Azzardo e Barattoforza. Tuttavia possono apprendere altre mosse quali Acqualame, Attacco Rapido e Comete, questa combinazione viene usata quando ci sono avversari in balìa della mossa Sonoqui oppure possono adottare una strategia mordi e fuggi con l'attacco Retromarcia. Queste sono le tattiche principali adottate dagli Accelgor, i quali raramente ricorrono a strategie differenti; tuttavia essi sono tanto intelligenti da riuscire a capire quando un avversario intende passare all'offensiva, contrattaccando in modo così rapido da coglierlo alla sprovvista. Purtroppo non hanno una forza fisica abbastanza alta da apprendere tecniche di combattimento specifiche, però possono ancora risultare dei ninja spietati, se sapete come addestrare queste lumache senza guscio.

Potrebbero non sembrare pericolosi come la loro controparte, ma gli Accelgor sono Pokémon ugualmente potenti (forse anche di più se usati dall'allenatore giusto), e senza dubbio più veloci di qualsiasi Escavalier. Essendo tra i Pokémon più veloci esistenti ed in grado di apprendere una grande quantità  di mosse letali capaci di mettere in ginocchio quasi ogni allenatore, non c'è da stupirsi se sono considerati dei veri incubi per i Pokémon Psico, Buio ed Erba. L'unico problema che si può riscontrare è nel caso in cui non riusciate a sconfiggere un nemico al primo colpo, ma finché rimarrete tranquilli andrà  tutto bene, dopotutto stiamo parlando di una sottospecie di blob a bassa densità  in grado di muoversi come un fulmine!

Durant

200px-Sugimori_632.png

Spoiler

Durant (noto come Pokémon Ferformica) è un Pokémon non molto comune di tipo Coleottero/Acciaio che vive nelle grotte montane delle regioni di Unima e Kalos. Rapidi e pericolosi in qualsiasi scontro fisico, i Durant sono insetti violenti che difendono il proprio territorio indipendentemente dalle dimensioni e dalla potenza dell'invasore, anche se ciò significasse sacrificare la loro vita. Per molti non sono altro che uno spuntino per gli Heatmor, ma non bisogna sottovalutare queste formiche: una dozzina di esse può farvi a pezzi solo per ottenere un pasto!

Per poter difendersi dagli Heatmor e da altri predatori, possono contare su un esoscheletro estremamente resistente in quanto composto da un tipo di metallo organico; ciò non solo protegge i loro fragili organi, ma li aiuta a sopravvivere anche in ambienti estremamente freddi e persino in luoghi dove le acque sono inquinate, visto che il corpo li salvaguarda da eventuali tossine; per farla breve, possono sopravvivere in qualsiasi zona a patto che ci sia l'ossigeno, ma a causa del loro stile di vita si limitano a frequentare zone montane. Nonostante vivano in colonie che pensano al bene comune (proprio come i Combee), i Durant non hanno una regina e si considerano tutti ugualmente importanti. Sono soliti scavare profonde e complesse gallerie nelle profondità  delle montagne, le quali possono estendersi per oltre un miglio, e, vista la resistenza delle rocce presenti nelle zone in cui vivono, possono scavare senza correre il rischio che i tunnel crollino, rendendo queste montagne dei veri e propri labirinti. Oltre a lavorare insieme per costruirsi il nido, questi Pokémon cacciano in grandi gruppi, solitamente formati da almeno 12 membri, così da poter abbattere con facilità  anche le prede più grandi; come se non bastasse, le loro piccole dimensioni non devono trarre in inganno, visto che le mandibole sono talmente grandi e forti da poter tagliare una trave di metallo, ecco perché i membri più anziani della colonia possono apprendere Ghigliottina. Per qualsiasi allenatore avere un Durant può tornare molto utile, dal momento che non solo sono molto resistenti, ma risultano perfetti anche per gli scontri fisici; l'unico problema è che hanno una resistenza fisica molto scarsa, quindi possono essere facilmente abbattuti dai Pokémon Fuoco.

Gli Heatmor e i Durant sono famosi per essere rivali naturali da moltissimo tempo, come si può intuire dalle loro abilità  contrastanti, le quali sembrano essere progettate appositamente per combattersi a vicenda; la cosa non è così sorprendente, dato che i Durant sono formiche e gli Heatmor dei formichieri, con questi ultimi che, di conseguenza, vedono i primi come semplici prede. Si crede che nell'antichità  questi Pokémon fossero diversi e che i Durant, per proteggersi dai loro predatori Heatmor, abbiano sviluppato una corazza di metallo organica, mentre gli Heatmor, come contromisura, avrebbero invece sviluppato un organo per incendiare la propria lingua e usarla per fondere le armature dei Durant, assumendo le caratteristiche finali che noi tutti oggi conosciamo. Nonostante la lingua infuocata possa effettivamente fondere le armature, essa non è perfetta e può lasciare in vita i Durant, che in questo modo hanno il tempo di fuggire (essi compensano infatti la scarsa difesa speciale sfruttando una ben più elevata velocità ), ecco perché questi ultimi sono più veloci degli Heatmor in quasi ogni circostanza; come se non bastasse, i Durant possono apprendere Fossa in modo da arrecare gravi danni agli Heatmor, che malgrado l'alta capacità  offensiva non dispongono di una resistenza particolarmente apprezzabile, quindi i Durant potrebbero rivelarsi pericolosi per loro. Ulteriore vantaggio che contraddistingue i Durant rispetto alla loro controparte Heatmor risiede in una maggiore intelligenza, infatti quando uno di questi formichieri si avvicina ad un loro nido, viene attaccato da numerosi battaglioni fino ad essere costretto alla ritirata; quindi, anche se in un primo momento i Durant possono sembrare svantaggiati, in realtà  lottano quasi ad armi pari con i propri predatori.

Sebbene non siano molto grandi, i Durant sono comunque combattenti feroci in grado di arrecare gravi danni senza che il loro esoscheletro in metallo subisca nemmeno un graffio. Essendo i Pokémon Acciaio più veloci (escludendo le MegaEvoluzioni e i leggendari) e con mascelle in grado di far paura anche ad un Heatmor, non c'è da stupirsi se molti allenatori preferiscono stare alla larga da questi insetti. Ovviamente un pizzico di fuoco basta e avanza per arrostirle, ma se non fate in fretta potrebbero rapidamente strapparvi la carne dalle ossa!

Larvesta

200px-Artwork636.png

Spoiler

Larvesta (noto come Pokémon Torcia) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Coleottero/Fuoco che vive alle pendici dei vulcani di tutto il mondo, ma è più comune nelle isole vulcaniche presenti nell'"Oceano Pacifico". Sono Coleotteri unici nel loro genere in quanto in grado di generare Fuoco e sorprendere i nemici senza nemmeno troppa fatica; che voi siate specialisti Fuoco Coleottero, di certo vorrete avere una di queste piccole canaglie nel vostro team. L'unico problema che si ha con loro è l'enorme tempo che impiegano per evolversi.

Nell'antichità  si credeva che i Larvesta fossero creature nate dal sole; considerando la loro combinazione di tipi davvero bizzarra, non c'è da stupirsi di questa credenza antica. Poiché i Coleotteri possiedono un esoscheletro che mal sopporta le alte temperature, normalmente essi non potrebbero avere organi di combustione senza il rischio che questi danneggino i loro stessi corpi, ma i Larvesta e la loro evoluzione Volcarona rappresentano l'eccezione alla regola; infatti il carapace di questi Pokémon è rivestito da una sostanza chimica che li protegge dalle fiamme ad altissima temperatura da loro stessi prodotte (ma di conseguenza ciò comporta il sorgere di una naturale debolezza al tipo Acqua), tuttavia entrambi possono usare attacchi di Fuoco pur non possedendo dei veri e propri organi di combustione: nel caso dei Larvesta viene prodotta una sostanza chimica estremamente infiammabile in corrispondenza dei cinque ciuffi di pelo che hanno attorno al corpo, la quale reagisce con l'ossigeno presente nell'aria creando una fiammata. E' interessante notare che, a differenza degli altri Coleotteri, le uova di Larvesta si schiudono solo in presenza di temperature molto elevate, senza che queste danneggino l'uovo; infatti i Volcarona tendono a deporre le uova alla base dei vulcani attivi, e anche dopo la schiusa i Larvesta non si allontanano mai troppo dal proprio nido, nutrendosi di piante, piccoli insetti e frutti di bosco che trovano nei paraggi.

La cosa sconcertante dei Larvesta è il loro sviluppo estremamente lento: la maggior parte dei Coleotteri tende ad evolversi piuttosto rapidamente, sacrificando tuttavia in parte la propria forza fisica, altri invece impiegano più tempo così da poter sviluppare una forma corporea più complessa (come i Pineco), altri ancora nascono già  completamente sviluppati (come i Pinsir), mentre i Larvesta sono tra i Pokémon che impiegano più tempo per giungere allo stadio adulto, ma questo è dovuto alla loro composizione biologica unica; infatti possiedono una buona forza fisica già  a questo stadio (cosa mai vista tra i Coleotteri non sviluppati completamente), quindi la loro crescita cellulare è estremamente lenta, senza contare che per l'evoluzione sono costretti a cambiare radicalmente. I Coleotteri che si evolvono rapidamente, di solito, trascorrono uno stadio di transizione rinchiusi all'interno di un bozzolo (come i Wurmple o i Weedle), ma i Larvesta, a causa delle loro abilità  legate al tipo Fuoco, non possono assolutamente attraversare tale fase evolutiva. Nel caso dei Larvesta, infatti, i nuovi organi si sviluppano direttamente all'interno del loro corpo, rischiando quasi di rimanere schiacciati a causa del poco spazio a disposizione; quando arriva il momento dell'evoluzione, una potente vampata avvolge il vecchio corpo, incenerendolo e permettendo a quello nuovo di prendere il suo posto, il quale è caratterizzato da maggiori dimensioni e può contare su organi completamente sviluppati, facendo così raggiungere ai Larvesta il proprio stadio finale, conosciuto con il nome di Volcarona.

Non saranno tra i migliori combattenti al mondo, tuttavia rimangono Pokémon interessanti che possono comunque infliggere gravi danni ai nemici. Potendo contare su una buona combinazione di mosse Fuoco e Coleottero e grazie alla capacità  di resistere al calore (a differenza della maggior parte dei Coleotteri), di certo queste piccole canaglie si riveleranno elementi preziosi per qualsiasi squadra. Di certo usarli in battaglia non è molto convenzionale, ma conviene farlo anche se per numerosi incontri a venire, ne varrà  sicuramente la pena: l'evoluzione in Volcarona è uno spettacolo a cui ogni allenatore deve assistere almeno una volta nella vita!

Volcarona

200px-Artwork637.png

Spoiler

Volcarona (noto come Pokémon Sole) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Coleottero/Fuoco che vive in vari habitat del mondo tra giungle, montagne, vulcani e perfino deserti. Estremamente potenti e pericolosi, i Volcarona sono creature magnifiche che possono bruciare ciò che hanno intorno con le loro fiamme e capacità  uniche. Se volete sconfiggere questi insetti titanici l'unico modo è un assalto fisico sfruttando le loro debolezze, ma anche così rischiate comunque di far ustionare i vostri Pokémon!

Nell'antichità  si credeva che i Larvesta fossero creature nate dal sole; considerando la loro combinazione di tipi davvero bizzarra, non c'è da stupirsi di questa credenza antica. Poiché i Coleotteri possiedono un esoscheletro che mal sopporta le alte temperature, normalmente essi non potrebbero avere organi di combustione senza il rischio che questi danneggino i loro stessi corpi, ma i Larvesta e la loro evoluzione Volcarona rappresentano l'eccezione alla regola; infatti il carapace di questi Pokémon è rivestito da una sostanza chimica che li protegge dalle fiamme ad altissima temperatura da loro stessi prodotte (ma di conseguenza ciò comporta il sorgere di una naturale debolezza al tipo Acqua), tuttavia entrambi possono usare attacchi di Fuoco pur non possedendo dei veri e propri organi di combustione: nel caso dei Larvesta viene prodotta una sostanza chimica estremamente infiammabile in corrispondenza dei cinque ciuffi di pelo che hanno attorno al corpo, la quale reagisce con l'ossigeno presente nell'aria creando una fiammata. Con l'evoluzione in Volcarona perdono questa capacità , parte della loro forza fisica e la possibilità  di apprendere naturalmente le mosse RiduttoreNitrocaricaColeomorsoSdoppiatoreRuotafuocoAmnesiaColpo e Fuococarica a causa dell'enorme mutazione che ha subito il corpo, in compenso ottengono qualcosa di più esclusivo e micidiale: scaglie ustionanti. Come suggerisce il nome, questi frammenti organici sono coperti da una complessa sostanza chimica che si infiamma non appena entra in contatto con l'ossigeno presente nell'aria, permettendo loro di creare enormi colonne di fuoco semplicemente sbattendo le ali quando sono in battaglia (tali ali permettono loro di usare nuovi attacchi come RafficaTurbofuoco, TurbineVentargenteoEledanzaOndacaldaPolverabbia e Tifone); queste abilità  consentono loro di trasformare il campo di battaglia in un vero e proprio inferno di fuoco, condannando qualsiasi avversario che non sia provvisto di particolari corazze o resistenze al calore ad essere divorato dalle fiamme; ciò basta a rendere la sola presenza dei Volcarona già  di per sé sufficientemente pericolosa. Altra capacità  dei Volcarona è quella di creare esplosioni pirotecniche sbattendo rapidamente le ali: tale mossa è nota come Eledanza e viene impiegata per incrementare l'attacco speciale, oltre a rappresentare il principale motivo per cui questi Pokémon sono così temuti dagli allenatori; inoltre possono apprendere svariate e potenti mosse come Tifone o Ronzio, che contribuiscono a renderli degli avversari veramente letali.

Si ritiene che i Volcarona ebbero una grande importanza nell'antichità , specialmente durante le eruzioni vulcaniche, durante le quali viene rilasciata una grande quantità  di cenere vulcanica, che può rimanere in sospensione nell'atmosfera raffreddando così la zona circostante; ciò avviene specialmente in occasione di quelle più grandi, le quali generano una quantità  immane di cenere vulcanica, infatti 2 milioni di anni si verificarono eruzioni tali da produrre 600 chilometri cubici di cenere, una quantità  sufficiente a coprire metà  degli "Stati Uniti". Il problema principale causato da tali eventi naturali è costituito dall'offuscamento della luce solare, essenziale per la sopravvivenza dei popoli antichi, i quali ricavavano dal proprio raccolto la fonte primaria di sostentamento. Alcune di queste civiltà  furono salvate da un Volcarona, infatti le sue scaglie producono un calore tale da potere sostituire la luce solare; ovviamente essa non poteva avere la stessa intensità  di quella originale e non aiutava più di tanto il raccolto, ma almeno contribuì a ridare speranza a quei popoli che furono costretti a proseguire la propria esistenza anche in simili tempi bui, quantomeno fino a quando le ceneri non si fossero dissipate, ecco perché in tempi antichi i Volcarona erano adorati come delle divinità . In tutto il mondo è possibile trovare templi dedicati a questi magnifici Pokémon, purtroppo però, ormai, della maggior parte di essi non restano altro che rovine dimenticate; tuttavia non è difficile trovare un Volcarona all'interno di queste antiche vestigia: è ovvio che non si tratta dei Volcarona dell'epoca ma di loro discendenti, infatti tali templi sono stati progettati in modo tale da risultare perfetti per permettere la nidificazione di queste creature. La loro presenza in questi templi indica non solo la grande intelligenza e memoria di questi Pokémon, ma anche un grande rispetto e gratitudine verso quei popoli che tanto li adorarono e che costruirono queste strutture, ecco perché sono considerati i Coleotteri comuni più intelligenti finora scoperti, dotati di un intelligenza che si ritiene possa essere persino superiore a quella umana. Ancora oggi i Volcarona sono visti come dei salvatori, sebbene non siano venerati come all'epoca; esistono infatti resoconti che riportano di persone salvate da rigidi inverni, specialmente ad Unima.

Dall'aspetto magnifico e terribilmente letali in battaglia, i Volcarona sono creature infuocate in grado di affrontare l'elemento che lo contraddistingue e, allo stesso tempo, padroneggiarlo a proprio piacimento meglio di qualsiasi altro Pokémon Fuoco comune conosciuto. Sono tra i Pokémon Fuoco e Coleottero più potenti, ecco perché una qualsiasi battaglia contro di loro sarà  una vera guerra. Gli specialisti Fuoco sono sia interessati che terrorizzati da questi Pokémon, poiché per loro rappresentano i Coleotteri più difficili da abbattere. I Volcarona non saranno i migliori Pokémon in termini di resistenza e forza fisica, tuttavia non troverete con tanta facilità  altre creature in grado di incenerire qualsiasi nemico e che possono vantare un aspetto tanto magnifico!

Genesect

200px-Artwork649.png

Spoiler

Genesect (noto come Pokémon Paleozoico) è un Pokémon Leggendario di tipo Coleottero/Acciaio che attualmente risiede nelle Colline Pokémon di Unima. I dati riguardati questa specie si sono arricchiti moltissimo poco dopo che l'organizzazione nota come Team Plasma fu sciolta. Genesect è una creatura molto strana e misteriosa che sfida tutto ciò che noi credevamo di sapere sui limiti degli insetti. Se mai doveste vederlo, fuggite immediatamente: anche se non sembra, non esiste alcun Pokémon Fossile ad oggi risorto che sia feroce quanto questo cyborg!

La storia della creazione di Genesect è triste e brutale allo stesso tempo, e ha dimostrato fino a che punto gli uomini possano spingersi per dimostrare la loro capacità  di manipolare la natura. Quando il Team Plasma era ancora in piena attività  fu ritrovato un laboratorio isolato nei pressi del lago vicino a Soffiolieve; tale struttura disponeva di strani campioni organici e resti fossili risalenti al periodo Devoniano, ma la scoperta più sorprendente fu il ritrovamento di fossili di insetti aventi un'età  superiore a quasi tutti quelli conosciuti fino a quel momento. Da tempo era diffusa l'opinione secondo la quale gli insetti avrebbero cominciato ad apparire durante questo periodo: i resti fossili trovati non solo confermarono tale teoria, ma risultarono anche molto più evoluti e complessi di quanto ci si potesse aspettare; essi avevano inoltre conservato il proprio DNA, ciò significava che, proprio come per gli Anorith, i Cranidos e altri Pokémon Fossili, anche questi insetti potevano essere resuscitati. N, l'allora leader del Team Plasma, assunse alcuni tra i ricercatori più esperti per resuscitare e potenziare questa creatura nel miglior modo possibile, ma senza alterarne troppo la genetica, in quanto voleva che essa rimanesse il più simile possibile alla sua forma originaria. Per mesi il progetto continuò lentamente all'interno del Laboratorio P&P (il laboratorio vicino a Soffiolieve), e sembrava che il DNA fosse troppo danneggiato per poter soddisfare la richiesta di N. Il capo ricercatore Dudley ritenne il progetto un fallimento, ma non si arrese, e tentò di creare un Pokémon dalla potenza straordinaria che rappresentasse la gloria del Team Plasma e dello stesso N, così nacque un organismo molto simile al suo antenato fossilizzato: Genesect.

Apparentemente il primo Genesect resuscitato era diverso da quello che noi conosciamo (o almeno così emerge dai documenti ufficiali di Dudley, in cui viene descritta una creatura differente da quella attualmente nota). Questo Pokémon, anatomicamente, era molto simile ad una formica, ma si muoveva sulle zampe posteriori, potendo assumere una posizione eretta come quella degli umani; secondo uno studio ciò sarebbe dovuto a una questione di sopravvivenza, in tal modo è in grado di muoversi più rapidamente, usare gli artigli affilati delle zampe anteriori per proteggersi e produrre uno stridio così acuto da causare gravi danni agli organismi più sensibili. Tale studio ha dimostrato che gli insetti più antichi erano anche i predatori più temuti mai apparsi sul pianeta; Dudley stesso commentò uno dei suoi esperimenti con la seguente frase: "In tutta la mia vita non ho mai visto un essere vivente farne a pezzi un altro con così tanta violenza e precisione!", questo significa che gli antenati di Genesect erano i predatori più brutali ed efficienti mai esistiti, ma fortunatamente si estinsero quando il clima iniziò a raffreddarsi; questa fu un'ulteriore scoperta di Dudley, il quale notò che questi esseri erano terribilmente vulnerabili alle temperature più estreme e scarsamente protetti contro i danni più gravi, ragion per cui decise di porre rimedio a questa debolezza. Prima della morte del primo esemplare, Dudley lo clonò per creare un corpo cibernetico più adatto alla sopravvivenza, in modo tale da poter poi replicare un esercito in grado di compiere attacchi su vasta scala. Solitamente, inserire componenti meccanici in un essere organico è difficile a causa del sistema nervoso e del cervello, ma Dudley sfruttò dei microchip che installò direttamente sul sistema nervoso, così da rendere l'operazione molto più facile. Una volta completato, Genesect divenne un predatore ancora più temibile che, pur mantenendo intatto il proprio libero arbitrio,avrebbe obbedito ciecamente a tutti gli ordini impartiti dal suo padrone (Dudley), e inoltre venne dotato di un dispositivo grazie al quale sarebbe stato in grado di parlare la lingua degli esseri umani. Per costruire l'armatura, Dudley usò una leggera lega di titanio, con cui riuscì a triplicarne la resistenza, duplicarne la forza fisica e nel contempo mantenere la velocità  di movimento. Quando il progetto fu concluso, Dudley contattò N, tuttavia il ragazzo rimase deluso dal progetto, dal momento che, anziché avere una creatura naturale come richiesto, si ritrovò davanti a un essere modificato e potenziato in modo assolutamente innaturale; ovviamente egli non aveva alcuna intenzione di impiegare un simile abominio genetico per raggiungere i suoi obiettivi, quindi annullò il progetto, chiuse il Laboratorio P&P e licenziò Dudley.

Ormai privo del suo lavoro e di uno scopo, sembrava che Dudley avesse rinunciato definitivamente a tutto, ma presto riprese a lavorare in segreto sul progetto per cercare di far cambiare idea ad N, anche se questo significava modificare ulteriormente il mostro da lui stesso creato. Alla fine applicò un ultimo aggiornamento alla creatura, il quale non solo era del tutto sconsiderato, ma anche terribilmente pericoloso: egli riuscì a rubare dei piccoli cannoni a fotoni (o Blaster Fotonici, come venivano ufficialmente chiamati) da un altro ricercatore e ad installarli sulla schiena non di uno, ma di tutti i Genesect da lui creati. Tale cannone era progettato per uso militare, e non solo poteva rilasciare un'esplosione di luce, ma anche incanalare energia elementale trasformandola in un'arma ancora più distruttiva, e dal momento che il progetto iniziale di quest'arma era stato cancellato perché ritenuta troppo pericolosa dall'esercito della difesa di Unima, i Genesect risultarono gli unici a possedere il prototipo originale di questi cannoni. Dato che l'arma era troppo complessa per poter essere usata efficientemente dai Genesect, Dudley pensò di creare dei dischi in modo da incanalare solo un tipo di energia, la quale può essere cambiata in qualsiasi momento; questi dischi sono noti come Piromodulo, Idromodulo, Voltmodulo e Gelomodulo; inserendo uno qualunque di questi moduli cambia il tipo di energia impiegata e, di conseguenza, il tipo della mossa peculiare di questi Pokémon, Tecnobotto. In circostanze normali, l'esplosione di luce sprigionata non ha caratteristiche particolari e viene quindi classificata come attacco Normale, ma con l'aggiunta di uno dei dischi può diventare, rispettivamente, di tipo Fuoco, Acqua, Elettro o Ghiaccio. Quindi essi sono delle vere e proprie macchine di distruzione di massa ambulanti, guidati solo da un istinto predatorio rimasto sopito per migliaia di anni, o come Dudley stesso commentò: "Per vaporizzare qualunque cosa e chiunque li infastidisca". Dopo mesi di esperimenti dolorosi e quant'altro, Dudley stesso capì che quello che aveva fatto era orribile, quindi abbandonò il progetto e decise che gli esemplari creati dovevano rimanere sigillati in eterno... o almeno così sperava. Anni dopo, un gruppo segreto del Team Plasma venne a sapere del progetto e tentò di rubare i Genesect creati per metterli al servizio del Team, ma accidentalmente risvegliarono le creature, che, sentendosi minacciate, distrussero il complesso per poi fuggire. Il Ministero della Difesa venne subito a sapere dell'esistenza di queste creature: tale informazione venne però tenuta nascosta al pubblico, poiché, nonostante la loro potenza sia pari (se non addirittura superiore) a quella di alcuni leggendari, sperarono che potessero integrarsi nel mondo senza causare danni, e così fu, almeno per un po' di tempo; sembrava infatti che le modifiche apportate fossero riuscite in tale impresa. Si ritiene che siano in grado di sopravvivere per decine e forse addirittura centinaia di anni, almeno finché i loro componenti meccanici non iniziano a guastarsi, ma fino ad allora è importante che essi non cadano nelle mani sbagliate.

Non si sa molto su questo essere, ma molti testimoni affermano ce ne siano due; tuttavia vi sono testimonianze riguardo a un evento che vide come protagonisti proprio i Genesect, noto come l'"Incidente di New Tork City". Alcuni anni fa la città fu attaccata dai due Genesect, ma uno di essi, riconosciuto in seguito come il leader, era cromatico, ragion per cui divenne noto come Genesect Rosso; poiché questi Pokémon erano stati resuscitati di recente, non riconoscevano più questo mondo come casa loro, quindi si diressero verso le Colline Pokémon, un rifugio per Pokémon di ogni dove. Tuttavia Genesect Rosso, deciso a conquistare il luogo in modo tale da tenerlo esclusivamente per sé, ordinò di attaccare qualsiasi umano o Pokémon osasse avvicinarsi al loro nuovo nido, causando però problemi anche nell'impianto elettrico della città . Mewtwo, venuto a sapere della cosa e avendo già  vissuto un'esperienza simile, cercò di ragionare con questi Pokémon; nel frattempo, i Genesect iniziarono a costruire un enorme alveare biomeccanico al centro delle Colline Pokémon, senza rendersi conto che le radici del loro nido stavano causando danni agli impianti elettrici, i quali avrebbero potuto esplodere da un momento all'altro. Si scatenò così una furiosa battaglia tra Genesect Rosso e Mewtwo (che fu costretto a diventare MegaMewtwo Y più di una volta). Dei giovani allenatori cercarono di approfittare della distrazione del leggendario cyborg per tentare di riparare gli impianti elettrici, ma ormai questi avevano già  dato vita a un incendio nella zona boschiva circostante; nonostante ciò tutti i Pokémon, Genesect incluso, collaborarono attivamente per spegnere le fiamme. Genesect Rosso, tuttavia, non sembrava minimamente intenzionato a volersi fermare, di conseguenza Mewtwo si vide costretto a condurlo con la forza nello spazio aperto, in modo tale da fargli capire che, sebbene fossero trascorsi millenni e la sua casa non esistesse più, quello che aveva davanti era pur sempre lo stesso pianeta che gli aveva donato la vita. Avendo compreso i propri errori, i Genesect decisero di costruire un alveare in una zona più sicura delle Colline Pokémon, mentre Mewtwo, dopo aver ripristinato la pace nel luogo, semplicemente svanì.

Paragonati ancora adesso al mostro di Frankenstein, i Genesect sono creature che devono essere rispettate, se ci tenete alla vita. Anche se nel corpo hanno la più sofisticata tecnologia del nostro tempo, non dimenticatevi che nelle loro vene scorre il sangue dei predatori più spietati e freddi mai esistiti, quindi non si faranno problemi ad uccidere per nutrirsi, anche perché, escludendo Arceus, sono i Coleotteri più potenti in assoluto (assieme a MegaPinsir, MegaScizor e MegaHeracross). Se mai vi siete chiesti che cosa succederebbe se la tecnologia più distruttiva fosse unita al predatore più pericoloso, beh, fidatevi, è meglio non sapere la risposta, altrimenti verreste ridotti in cenere a causa di un Tecnobotto!

Scatterbug

200px-Artwork664.png

Spoiler

Scatterbug (noto come Pokémon Tirascaglie) è un Pokémon comune di tipo Coleottero che vive nei campi e nelle foreste di tutto il mondo, ma soprattutto a Kalos. Sebbene non sembrino minacciosi come la stragrande maggioranza dei Coleotteri più giovani, gli Scatterbug sono comunque insetti intraprendenti che faranno di tutto per dare il meglio di sé in battaglia. E' consigliabile mantenersi a debita distanza quando combattono, specialmente nel caso in cui non disponiate di strumenti curativi adeguati, non tanto per la loro forza quanto, piuttosto, a causa della loro mossa Paralizzante!

La famiglia evolutiva degli Scatterbug si distingue dalle altre specie perché è quella più diffusa a livello globale; il motivo di ciò non è del tutto chiaro, ma sembra sia dovuto alla loro anatomia particolare, che permette l'adattamento a qualsiasi ambiente. Recenti ricerche hanno mostrato che la famiglia degli Scetterbug è più prossima a quella dei Caterpie piuttosto che a quella degli Wurmple; questa scoperta è stata possibile non solo grazie allo studio del loro comportamento, ma anche per via delle loro abilità . Normalmente gli insetti risultano essere estremamente vulnerabili quando situati in ambienti caratterizzati da temperature eccessivamente elevate o rigide, quindi Pokémon come ButterfreeBeedrill evitano questi luoghi, ma non la famiglia degli Scatterbug, in quanto possono regolare perfettamente la propria temperatura corporea sfruttando le scaglie che crescono sul loro corpo e che vengono usate come un rivestimento protettivo; per questo motivo è possibile trovarli in ogni parte del globo (anche se in certe regioni, come quelle Asiatiche, risultano essere molto più rari a causa della predominanza di altri Coleotteri), con segnalazioni relative alla presenza di alcuni esemplari persino in "Antartide". Altra cosa importante è che questi insetti non sono assolutamente dei parassiti, al contrario, sembra siano tra i Coleotteri più amichevoli e cordiali conosciuti, tanto che non si fanno problemi ad avvicinarsi all'uomo o ad altri Pokémon (eccezion fatta per i loro predatori naturali); questo loro carattere emerge con più evidenza in quegli esemplari che hanno subìto mutazioni genetiche e che sono quindi in possesso dell'abilità Amicoscudo.

Gli Scatterbug non si differenziano molto dai comuni Coleotteri allo stadio larvale, in quanto anche loro sono piuttosto indifesi e deboli (specialmente contro i predatori), tuttavia impiegano delle scaglie tossiche che crescono sul loro corpo come arma difensiva atta a garantire la sopravvivenza della specie. Queste scaglie vengono prodotte all'interno del loro corpo attraverso la miscelazione di sostanze tossiche, le quali vengono in seguito espulse dall'interno dell'esoscheletro per poi seccarsi e trasformarsi in scaglie polverose. Queste non solo causano atroci mal di stomaco a chiunque le ingerisca, ma possono anche essere lanciate per eseguire la mossa Paralizzante, permettendo a questi insetti di difendersi in modo più efficiente anziché affidarsi solo ad Azione. L'unico inconveniente è che l'uso di tale difesa richiede un notevole dispendio di energia, per questo tendono ad evolversi un pochino più tardi rispetto ad altri Coleotteri, risultando allo stesso tempo quelli più abili a difendersi, ulteriore vantaggio che ha contribuito alla loro diffusione in ogni parte del mondo.

Anche se per molti allenatori non sono altro che creature inutili, gli Scatterbug sono insetti tenaci in grado di dimostrare il proprio valore anche in tenera età . Nonostante impieghino un po' più di tempo per evolversi, possono sin da subito causare alterazioni di stato nei nemici come arma di difesa. Approfittate ora del loro carattere giocoso, perché una volta evoluti non si muoveranno molto, anche se saranno ben più resistenti!

Spewpa

200px-Artwork665.png

Spoiler

Spewpa (noto come Pokémon Tirascaglie) è un Pokémon relativamente comune di tipo Coleottero che vive nei campi e nelle foreste di tutto il mondo, ma soprattutto a Kalos. Nonostante non siano in grado di attaccare per difendersi, gli Spewpa sono comunque esseri interessanti capaci di sopportare danni maggiori rispetto ad altri bozzoli. Sebbene ciò, a prima vista, possa sembrare poco incoraggiante non c'è da preoccuparsi, dal momento che conoscono Protezione, capacità  davvero curiosa, considerando che sono totalmente sprovvisti di arti!

La famiglia evolutiva degli Scatterbug si distingue dalle altre specie perché è quella più diffusa a livello globale; il motivo di ciò non è del tutto chiaro, ma sembra sia dovuto alla loro anatomia particolare, che permette l'adattamento a qualsiasi ambiente. Recenti ricerche hanno mostrato che la famiglia degli Scetterbug è più prossima a quella dei Caterpie piuttosto che a quella degli Wurmple; questa scoperta è stata possibile non solo grazie allo studio del loro comportamento, ma anche per via delle loro abilità . Normalmente gli insetti risultano essere estremamente vulnerabili quando situati in ambienti caratterizzati da temperature eccessivamente elevate o rigide, quindi Pokémon come Butterfree e Beedrill evitano questi luoghi, ma non la famiglia degli Scatterbug, in quanto possono regolare perfettamente la propria temperatura corporea sfruttando le scaglie che crescono sul loro corpo e che vengono usate come un rivestimento protettivo; per questo motivo è possibile trovarli in ogni parte del globo (anche se in certe regioni, come quelle Asiatiche, risultano essere molto più rari a causa della predominanza di altri Coleotteri), con segnalazioni relative alla presenza di alcuni esemplari persino in "Antartide". Altra cosa importante è che questi insetti non sono assolutamente dei parassiti, al contrario, sembra siano tra i Coleotteri più amichevoli e cordiali conosciuti, tanto che non si fanno problemi ad avvicinarsi all'uomo o ad altri Pokémon (eccezion fatta per i loro predatori naturali); questo loro carattere emerge con più evidenza in quegli esemplari che hanno subìto mutazioni genetiche e che sono quindi in possesso dell'abilità Amicoscudo.

Una volta raggiunta l'età  più favorevole, o diventati abbastanza forti, gli Scatterbug iniziano il processo di metamorfosi, ricoprendo quasi interamente il proprio corpo con della seta appiccicosa che si indurisce a contatto con l'aria, dando vita, al termine del processo, a un bozzolo praticamente impenetrabile da attacchi normali. A differenza di ogni altro Coleottero che passa per questo stadio evolutivo, gli Spewpa mantengono la propria testa scoperta in modo da poter meglio percepire l'ambiente circostante, il che è essenziale per la loro sopravvivenza, in quanto sono incapaci di difendersi attaccando e possono solo muoversi lentamente per poter fuggire. Solitamente gli Spewpa rimangono all'ombra dei grandi alberi; se qualcuno si avvicina troppo arruffano la seta che costituisce il corpo, e se tale avvertimento risulta insufficiente l'invasore verrà  investito dal loro particolare Paralizzante, in modo tale da potersi assicurare una via di fuga indisturbata verso un luogo sicuro; possono inoltre impiegare Rafforzatore per difendersi dagli attacchi nemici, sebbene ciò non sia realmente necessario, considerando che il loro bozzolo è talmente elastico da poter assorbire perfettamente l'energia cinetica dei colpi nemici. Nel peggiore dei casi possono ricorrere a Protezione, anche se sempre e solo come ultima risorsa, dal momento che rende difficile il movimento. Quindi, nonostante non siano in grado di attaccare direttamente, possono facilmente resistere agli aggressori fino al momento dell'evoluzione, ulteriore motivo che spiega la loro larghissima diffusione in tutto il globo.

Sebbene in questo stadio non si rivelino particolarmente utili nelle lotte offensive, gli Spewpa restano creature tenaci, inoltre sono molto apprezzati per via della loro futura trasformazione e per la strategia di difesa assolutamente unica. Ma la cosa più sorprendente si verifica al momento dell'evoluzione di uno Spewpa in Vivillon, le cui numerose forme, classificate in base ai diversi motivi delle ali, rappresentano un mistero a cui nemmeno le rispettive posizioni geografiche hanno saputo fornire un adeguata spiegazione che potesse, almeno in parte, mitigare la sorpresa che suscitano ogni volta nell'osservatore!

Vivillon

20940b_000dfb3a05264cc3a4c3fc40245a6956~mv2.png20940b_2944854cc20d459e93f03cdadda52303~mv2.png20940b_807f655c385741fb933f3e6153f7de87~mv2.png180px-Artwork666-Continentale.png20940b_59c814e89e664fd99f4ceb374f45a8b6~mv2.png180px-Artwork666-Eleganza.png165px-Artwork666-Giardinfiore.png20940b_33040a13b7364ed78de8c0afee87c1f8~mv2.png180px-Artwork666-Marino.png20940b_40e123ea66054359b69107bfe9f741de~mv2.png180px-Artwork666-Deserto.png20940b_99f4ca0aa39b4b46a26b996483cceedc~mv2.png180px-Artwork666-Fluviale.png20940b_532b12b12a2d4554af29a1a778b36d5e~mv2.png20940b_b32742cd6e1147eea88150884e9f82e6~mv2.png20940b_dc7f7a23d1684e97a40b5df42165086e~mv2.png20940b_f967dd22252b4440b309eda7e5da8841~mv2.png20940b_807899b9c3254a96b17cdc23f22e9d5c~mv2.png20940b_68e4e332efae49ba9e18492e0537b3f3~mv2.png20940b_7e115529748142a98ea99eac6ef98286~mv2.png

Spoiler

Vivillon (noto come Pokémon Farfascaglia) è un Pokémon relativamente comune di tipo Coleottero/Volante che vive nei campi e nelle foreste di tutto il mondo, ma soprattutto a Kalos. Anche se non sono intimidatori come i Butterfree o i Beedrill, queste eleganti farfalle possono comunque arrecare molti danni in battaglia. Se cercate un Pokémon in grado di affrontare avversari di tipo Fuoco o semplicemente una specie molto elegante e dalla grande bellezza, allora queste farfalle fanno al caso vostro, ma non sperate di riuscire ad ottenere un esemplare di un determinato motivo se non potete allontanarvi dal vostro cortile!

La famiglia evolutiva degli Scatterbug si distingue dalle altre specie perché è quella più diffusa a livello globale; il motivo di ciò non è del tutto chiaro, ma sembra sia dovuto alla loro anatomia particolare, che permette l'adattamento a qualsiasi ambiente. Recenti ricerche hanno mostrato che la famiglia degli Scetterbug è più prossima a quella dei Caterpie piuttosto che a quella degli Wurmple; questa scoperta è stata possibile non solo grazie allo studio del loro comportamento, ma anche per via delle loro abilità . Normalmente gli insetti risultano essere estremamente vulnerabili quando situati in ambienti caratterizzati da temperature eccessivamente elevate o rigide, quindi Pokémon come Butterfree e Beedrill evitano questi luoghi, ma non la famiglia degli Scatterbug, in quanto possono regolare perfettamente la propria temperatura corporea sfruttando le scaglie che crescono sul loro corpo e che vengono usate come un rivestimento protettivo; per questo motivo è possibile trovarli in ogni parte del globo (anche se in certe regioni, come quelle Asiatiche, risultano essere molto più rari a causa della predominanza di altri Coleotteri), con segnalazioni relative alla presenza di alcuni esemplari persino in "Antartide". Altra cosa importante è che questi insetti non sono assolutamente dei parassiti, al contrario, sembra siano tra i Coleotteri più amichevoli e cordiali conosciuti, tanto che non si fanno problemi ad avvicinarsi all'uomo o ad altri Pokémon (eccezion fatta per i loro predatori naturali); questo loro carattere emerge con più evidenza in quegli esemplari che hanno subìto mutazioni genetiche e che sono quindi in possesso dell'abilità Amicoscudo.

Una volta raggiunti lo stadio adulto e usciti dal bozzolo, gli Spewpa rivelano la loro nuova forma, costituita da farfalle bellissime aventi ali caratterizzate da colori sgargianti, le quali hanno da sempre attirato artisti e amanti dei Pokémon di tutto il mondo; ma la cosa più sorprendente è che il motivo rappresentato su di esse varia a seconda della regione in cui sono nati come Scatterbug. Questi ultimi, sin dalla nascita, producono delle particolari scaglie nere dalla consistenza simile a delle polveri; quando diventano Spewpa, anche il loro bozzolo ne viene ricoperto (sia all'interno che all'esterno), e quando ne riemergono in seguito all'evoluzione, le ali tendono ad assorbire queste scaglie; inoltre, poiché le sostanze che le compongono variano a seconda della loro terra d'origine, il processo chimico risulta sempre diverso da regione a regione. Attualmente sono noti un totale di 20 motivi differenti di Vivillon, e le loro ali cambiano se vivono in prati caldi, foreste umide, paesi ghiacciati, deserti e così via. Sebbene statisticamente tutti i Vivillon siano identici, differenziandosi quindi esclusivamente per la colorazione delle ali, molti apprezzano tantissimo questa caratteristica, basata su un fattore puramente estetico. Allo stato brado questi Pokémon si nutrono esclusivamente di nettare e sono assolutamente innocui, tanto che, se aggrediti, preferiscono volare via piuttosto che contrattaccare; ma questo non significa che siano deboli, al contrario, visto che subito dopo l'evoluzione possono apprendere Entomoblocco. Le mosse che apprendono sono molto simili a quelle dei Beautifly e, soprattutto, dei Butterfree, tuttavia sono gli unici in grado di impiegare le ali con maestria tale da poter apprendere Tifone naturalmente, oltre a sapersi difendere in maniera ancora più efficiente sfruttando le scaglie situate nelle ali, grazie alle quali possono utilizzare Pulviscoppio; a differenza delle scaglie usate dagli Scatterbug, queste sono altamente infiammabili: se l'avversario dovesse usare una mossa Fuoco, le incendierebbe riportando ingenti danni e trovandosi costretto, nel contempo, ad annullare l'attacco, rendendoli gli unici Coleotteri in grado di poter rispedire al mittente gli attacchi Fuoco dell'avversario.

Per molti non sono altro che delle belle farfalle innocenti, ma in realtà i Vivillon sono insetti potenti in grado di arrecare non pochi danni in battaglia. Oltre a poter usare attacchi sorprendenti, possiedono anche mosse che, nonostante non provochino danno, riescono a causare parecchi problemi ai nemici, tanto che gli allenatori più esperti hanno il terrore di usare attacchi Fuoco contro queste bellissime farfalle. Potrebbero essere poco potenti, alla stregua di molti altri insetti, ma se si cade in una loro trappola... si finisce per esplodere!

Grubbin

Artwork736.png

Spoiler

Grubbin (noto come Pokémon Coleolarva) è un Pokémon relativamente comune di tipo Coleottero che vive nei campi erbosi, nelle foreste e nei terreni montani della regione di Alola. Più forti della maggior parte dei Coleotteri allo stadio infantile ed in grado di sfruttare bene le potenti mandibole, i Grubbin sono feroci insetti in grado di rivelarsi combattenti tenaci con cui avere a che fare se non eliminati rapidamente. Ciò che questi insetti non hanno d'intelletto lo compensano con la forza, ed è difficile trovare qualcuno di così forte all'inizio del proprio viaggio, ma non provocateli, altrimenti non si faranno problemi ad attaccarvi se vi avvicinate troppo ad una loro tana sotterranea!
Differentemente da altri Pokémon Coleottero, i Grubbin sono sorprendentemente forti in quanto in grado di causare parecchi danni sfruttando le enormi mandibole. Nonostante le ridotte dimensioni dei Grubbin, le loro mascelle sono abbastanza grandi da tagliare la carne e causare gravi danni in battaglia, non a caso conoscono Pinza già appena nati, apprendendo Millebave solo più in là. Incredibilmente apprendono molti attacchi offensivi prima di evolversi, dando loro una sorprendente versatilità che altri Coleotteri non possiedono durante il loro stadio giovanile. Nonostante tutto però sono creature timide che preferiscono nascondersi in tane sotterranee per evitare di venire attaccati da Pokémon uccello che si cibano di loro, uscendo solo quando sanno di essere fuori pericolo; in questi casi si aggirano attorno agli alberi usando le mandibole per raschiare la corteccia in modo da potersi cibare della linfa, che è la loro principale fonte di sostenimento, nel caso in cui ciò non fosse possibile allora si nutriranno dalle radici degli alberi, sebbene lo facciano solo come ultima risorsa dal momento che non ne gradiscono il sapore. Sebbene queste creature tendano ad essere attive in qualsiasi momento della giornata, il motivo per cui è difficile trovarli dagli allenatori è perché prediligono fuggire nelle loro tane piuttosto che combattere.
I Grubbin sono ben consapevoli della loro vulnerabilità ai Pokémon uccello, i quali si cibano di loro, e dal momento che non hanno accesso alla mossa Scintilla per difendersi fino a quando non si avvicinano all'evoluzione, sono comunque abbastanza svegli da stare vicino ai Pokémon Elettro, anche quelli che non hanno nulla a che fare con loro. I Grubbin sono anche noti per avvicinarsi alle centrali elettriche e impianti simili a causa della loro attrazione verso l'elettricità e sono soliti riunirsi in questi posti in gran numero proprio per difendersi dagli attacchi dei predatori; se ciò non dovesse funzionare e non avessero altre vie di fuga, allora si arrampicheranno lungo le antenne per oscillare fra i cavi elettrici e scappare, sebbene ciò li renda prede ancora più facili da catturare da parte degli uccelli ed è un sistema che viene usato solo quando non ci sono altre vie di fuga.
Seppure incapaci di difendersi adeguatamente dai loro predatori principali fino a quando non si avvicinano al loro prossimo stadio vitale, i Grubbin restano comunque insetti incredibilmente forti in grado di usare le loro massicce mandibole per combattere. Potrebbero non essere così facili da trovare, e anche se ora possono fare ben poco, possono rivelarsi potenti alleati man mano che crescono e si sviluppano, sebbene spesso possiate attraversare alcune esperienze scioccanti!

Charjabug

Artwork737.png

Spoiler

Charjabug (noto come Pokémon Batteria) è un Pokémon non molto comune di tipo Coleottero/Elettro che vive nei campi erbosi, nelle foreste e nei terreni montani della regione di Alola. A differenza delle normali evoluzioni a bozzolo dei Coleotteri, i Charjabug sono piccole creature feroci in grado di dare un’esperienza scioccante a chiunque osi opporsi a loro. Fatevi un favore e cercate di evitare di infastidire questi esseri allo stato brado; se avete il coraggio di provocarli, sappiate che sapranno darvi una scarica che pochissimi altri Pokémon Coleottero potranno fare!
A causa della loro dipendenza ed ossessione verso l'energia elettrica, quando i Grubbin finalmente arrivano a mutare iniziando a cospargere il loro corpo di seta per evolversi, il bozzolo che formano otterrà proprietà elettriche che permettono a questi esseri di assorbire l'elettricità statica dall'aria, sviluppando anche un organo speciale per poter conservare questa carica elettrica, energizzando il loro stesso corpo, motivo per cui ora sono classificati di tipo Elettro secondario. Sebbene non apprendano Rafforzatore come fanno gli altri Pokémon bozzolo, la loro nuova potenza elettrica consente loro di apprendere la mossa Sottocarica non appena evoluti, potendo inoltre imparare Scarica e Ferroscudo più in là nella vita. In questo stadio queste creature si muovono raramente visto che assorbono lentamente energia elettrica dall'aria circostante, questo perché non possono evolversi prima di aver assorbito una notevole quantità di elettricità nel loro corpo, e dal momento che i loro habitat solitamente non hanno abbastanza elettricità, spesso finiscono per rimanere nel bozzolo per lunghissimi periodi di tempo, a volte addirittura spendendo tutta la loro vita in questo stadio senza riuscire ad evolversi. Tutto ciò è piuttosto frustrante per gli allenatori che vogliono adoperarli in battaglia, ma questo processo può essere enormemente accelerato se portati in zone con un intenso campo elettromagnetico, dando loro abbastanza energia per evolversi se riescono a stare abbastanza a lungo in tale locazione.
Per cibarsi sfruttano la membrana fotosensibile sulla parte anteriore del corpo, che copre i loro veri occhi, per vedere insetti più piccoli di cui si nutrono; essi vengono poi digeriti e l'energia ottenuta dal cibo viene convertita in energia elettrica che attraversa il corpo dei Charjabug, energizzandoli ed aiutandoli a sostenere le loro funzioni vitali. Normalmente rimangono semi sepolti a terra e nel caso in cui dovessero avvicinarsi Pokémon uccello, useranno l'elettricità per difendersi, visto che molto raramente assalgono gli altri, preferendo invece nascondersi sottoterra o semplicemente resistendo ai danni nemici, al massimo possono attaccare per scacciare un nemico e tornare a starsene tranquilli. Tutto ciò potrebbe renderli avversari complicati da affrontare, ma in compenso possono essere collegati a dei fili elettrici per essere usati come vere e proprie batterie naturali, per questo sono un’alternativa economica anziché comprarsi un generatore portatile quando si vuole andare in campeggio, ciò garantisce anche un’abilità del tutto unica, nota come Batteria. In una battaglia multipla, anche se non fanno nulla, possono usare l'energia elettrica immagazzinata in eccesso per potenziare i loro compagni di squadra, potenziando i loro attacchi speciali del 30% circa, rendendoli ottimi alleati in combattimenti simili, specialmente quando i compagni necessitano di una spinta per terminare lo scontro.
Anche se non sono tra gli insetti più movimentati, i Charjabug possono comunque rivelarsi ottimi compagni, specie quando è necessario un Pokémon Elettro per terminare una sfida. Toccarli in certe situazione potrebbe non essere una buona idea, dato che volendo possono causare folgorazioni, ma visto il loro adorabile aspetto, non sono in pochi a voler correre questo rischio. Se volete potenziare le loro abilità elettriche, pensateci bene prima di farli evolvere: anche se ne risentiranno un pochino a livello difensivo, se non disponete di niente per proteggervi dall'elettricità del vostro compagno, potreste iniziare a trovarli troppo elettrizzati da gestire, specie appena usciti dal guscio e aver volato per la prima volta!

Vikavolt

Artwork738.pngArtwork738.png

Spoiler

Vikavolt (noto come Pokémon Cervolante) è un Pokémon raro di tipo Coleottero/Elettro che vive nei campi erbosi, nelle foreste e nei terreni montani della regione di Alola. Incredibilmente potenti nonostante le ridotte dimensioni ed in grado di rivelarsi una vera minaccia in battaglia, i Vikavolt sono insetti sorprendenti in grado di sottomettere gli avversari grazie all'enorme quantità di energia elettrica che possono produrre. Anche se a prima vista potrebbero apparire come insetti non molto diversi da altri, solo uno sciocco potrebbe avvicinarsi ad uno di loro senza protezione. Provocateli e scoprirete cosa significa essere colpiti da un Falcecannone a piena potenza in faccia!
I Charjabug sono incapaci di evolversi in tempi brevi, se non in presenza di qualche campo elettromagnetico estremamente intenso, in modo da riempire ad una velocità sorprendente le loro riserve d'energia elettrica, fornendo loro l'energia sufficiente per il loro sviluppo interno e poter finalmente uscire dall'opprimente bozzolo. Con l'evoluzione in Vikavolt la loro velocità non cresce molto, a causa del grande peso del loro stadio completamente evoluto; la loro resistenza fisica sarà un pochino inferiore dal momento che non saranno più all'interno del bozzolo protettivo, mentre la loro resistenza agli attacchi speciali rimane invariata, ma ogni altro loro aspetto viene potenziato considerevolmente, specialmente il loro attacco speciale, che raggiunge livelli che pochissimi Pokémon possono sperare di surclassare. Inoltre, raggiungendo lo stadio adulto queste creature ottengono la capacità di volare, ma a causa del loro peso corporeo, delle loro abilità e della potenza dei loro attacchi Coleottero ed Elettro, sembra che questa capacità sia dovuta ai campi elettromagnetici respingenti generati dal loro organo per immagazzinare elettricità posto sull'addome, motivo per cui sono classificati con l'abilità Levitazione. Avendo raggiunto lo stadio adulto, queste creature sono in grado di sfruttare l'elettricità come un’arma devastante sia per energizzarsi che per annientare le loro prede o chiunque osi minacciarli. Essi non solo apprendono Fulmine non appena evoluti, ma possono anche apprendere le mosse Ghigliottina, Ronzio, Falcecannone ed Agilità, di conseguenza i Vikavolt sono indubbiamente molto più potenti delle loro pre-evoluzioni nonostante siano un po’ lenti, e possono rivelarsi una grande minaccia verso coloro che sono incapaci di resistere ai loro attacchi speciali.
I Vikavolt sfruttano i loro attacchi elettrici per folgorare Pokémon uccelli e Volanti che volano in cielo, i quali sono facile prede, sfruttando le enormi mascelle come fossero dei fucili elettromagnetici per sparare intense esplosioni d'energia elettrica come arma principale d'attacco; riescono a manipolare la potenza dei loro attacchi in base alla distanza delle due mascelle: quando lanciano un attacco a piena potenza esse vengono quasi serrate, anche se in realtà non sono chiuse del tutto. Sebbene siano lenti a colpire, restano Pokémon molto agili e possono usare le loro abilità elettromagnetiche per colpire facilmente tutta la zona di combattimento muovendosi rapidamente anche fra i rami degli alberi del loro habitat per attaccare all'improvviso il nemico, spesso cercando di capire il loro punto debole per poi colpirlo con raggi elettrici per stordirli o nel peggiore dei casi ucciderli. Sebbene questi insetti possano immagazzinare una grande quantità d'energia elettrica nel proprio corpo, il loro carattere violento spesso li porta a sprecarla tutta in un unico attacco, per questo anziché rischiare di rimanere indifesi agli attacchi nemici, spesso usano le loro zampe per afferrare un Charjabug da terra in modo da assorbirne le riserve energetiche per continuare ad attaccare durante le lotte più lunghe, lasciando cadere la creatura a terra una volta terminato di ricaricarsi; sebbene ciò rende molto più difficile per i suoi simili raggiungere lo stadio adulto, per i Vikavolt la sopravvivenza è la cosa più importante e non si fanno problemi a sacrificare i propri simili pur di avere la meglio sui nemici e per continuare a combattere. Non c'è da sorprendersi quindi se è un Vikavolt ad assumere il ruolo di uno dei due Pokémon Dominanti all'Osservatorio Hokulani nell'isola di Ula Ula della regione di Alola, vivendo in questo terreno montano in attesa di allenatori che intendono sfidare la prova di tipo Elettro.
Inaspettatamente potenti per natura ed in grado di vincere in maniera sorprendente qualsiasi battaglia, i Vikavolt sono insetti mostruosi in grado di causare dolori elettrizzanti verso chiunque sia incapace di resistere ai loro attacchi speciali. Essendo i Pokémon Coleottero con il maggior attacco speciale e avendo un’agilità ed un’aggressività che altri insetti volanti possono solo sognare, state certi che saranno capaci di rovinarvi la giornate se non siete in grado di contrastare i loro attacchi elettrici. Se avete bisogno di una ricarica rapida ed un Charjabug non è sufficiente, pensateci due volte prima di usare uno di questi esseri: anche se capaci di alimentare una centrale elettrica abbandonata, non sono molti gli apparecchi elettrici in grado di contenere tanta potenza e alla fine potreste finire per far esplodere qualcosa invece di riuscire a far funzionare il vostro tostapane!

Cutiefly

Artwork742.png

Spoiler

Cutiefly (noto come Pokémon Bombilide) è un Pokémon relativamente comune di tipo Coleottero/Folletto che vive nei campi di fiori della regione di Alola. Anche se la loro fragilità e le loro limitate capacità possono renderli creature deboli, i Cutiefly restano creature adorabili che svolgono un ruolo simile alle api di altre regioni ad Alola, rendendo i campi in cui vivono sereni e tranquilli. Sebbene non possano fare molto in combattimento, questo non significa che non siano degne d'essere catturati, inoltre non dovrete preoccuparvi molto di loro, a meno che non abbiate un certo stato emotivo, in quel caso vi sciameranno addosso come delle fastidiose pesti!
I Cutiefly sono insetti abbastanza semplici che condividono molti tratti in comune con le api, come la raccolta di polline e nettare per creare il miele di cui si nutrono, tuttavia non vivono all'interno di alveari, ma bensì in gruppi di loro simili sparsi per i campi di fiori, in modo da poter raccogliere miele e polline e generare miele che conservano per mangiarlo in futuro. In generale questi insetti si riuniscono in massa vicino ai fiori dalla mattina fino al tramonto, raccogliendo attivamente materiali per fare il miele e riposandosi solo per pochi minuti. Sebbene ciò significa che è facilissimo trovarli nel loro habitat, è anche vero che i luoghi in cui vivono sono pochi perfino nella loro regione d'origine, perciò è difficile individuarli se non si sa dove cercarli. Differentemente dalle api, questi Pokémon sono abbastanza innocui e non attaccano mai altre creature né in questo stadio né dopo l'evoluzione, riuscendo a vivere in armonia sia con i Pokémon che con gli umani, seppure ciò li renda anche difficili da allenare, fortunatamente non c'è bisogno di aspettare molto prima che si evolvano e possano diventare ottimi compagni di viaggio, a patto che facciate delle pause per la loro raccolta.
La cosa che differenzia queste creature da altri insetti è il fatto che hanno accesso alla forza fatata, con cui riescono a vedere l'aura degli esseri viventi. Questo particolare dono lo possiedono pochissime specie di Pokémon e, nel caso dei Cutiefly, lo usano per facilitare la raccolta di polline e nettare, in questo modo possono sapere quali sono i fiori del prato in cui vivono ad essere pronti a fiorire da un momento all'altro, visto che l'aura emanata è più forte quando i fiori si avvicinano alla sbocciatura, così riescono ad ottenere il nettare e il polline più freschi che la natura possa offrire. E' interessante notare che l'aura degli umani può assomigliare a quella dei fiori quando provano stati d'animo particolari come estrema tristezza o gioia, per questo non è difficile che sciami di Cutiefly si radunino sopra la testa di questi soggetti, motivo per cui può anche accadere che uno sciame di loro venga attratto in zone urbane dall'aura di qualcuno, il che può anche rivelarsi essere uno spettacolo divertente vederli confusi alla ricerca di fiori senza però trovarne. Fortunatamente grazie alla loro natura tranquilla, quasi non esistono persone che li scacciano ed è comune che i bambini giochino con loro durante le giornate di sole.
Anche se non sono tra i Pokémon più forti presenti in natura, i Cutiefly sono comunque creature adorabili in grado di rallegrare anche le persone più depresse con il loro semplice comportamento ed il loro simpatico aspetto. Sebbene sia necessario allenarli un pochino per farli evolvere rapidamente, restano comunque insetti interessanti che possono addirittura aiutare a superare la fobia di certe persone verso le api o insetti in generale. L'importante è non farseli nemici: il modo in cui interagiscono dipende da come vengono trattati, visto che crescendo potrebbero usare la loro dolce sostanza per farvi venire un mal di stomaco!

 

Modificato da Zarxiel

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme
Inviato (modificato)

Ribombee

20940b_cbc44e6d43444cdaa53f95fcd05de3f6~mv2.pngArtwork743.png

Spoiler

Ribombee (noto come Pokémon Bombilide) è un Pokémon non molto comune di tipo Coleottero/Folletto che vive nei campi di fiori della regione di Alola. Dall'aspetto adorabile e dal cuore gentile, i Ribombee sono insetti dall'indole calma in grado di rallegrare la giornata a chiunque sia depresso o ne abbia passata una brutta. Anche se inizialmente potrebbero non essere combattenti potenti, sarebbe sciocco negare che abbiano capacità combattive niente male, inoltre possono fornire degli snack gustosi se necessario, ma state attenti a quello che mangiate, altrimenti potreste riscontrare un mal di stomaco e aver bisogno di un medico!
Proprio come la loro pre-evoluzione, i Ribombee sono semplici creature simili alle api che trascorrono gran parte della loro vita raccogliendo polline e nettare dai fiori per poter produrre il miele di cui si nutrono, tuttavia in realtà lo producono solo in situazioni d'emergenza, preferendo invece cibarsi solo di polline come unica fonte di sostenimento, nonostante siano molto abili nel crearlo usando la saliva per amalgamare grumi di polline formando quindi grandi sfere di questa sostanza, la quale può essere anche mangiata come un rapido e gustoso spuntino, ma la cosa più sorprendente è che il sapore e gli effetti dipendono dal fiore dal quale hanno raccolto il polline, di conseguenza il loro miele può avere gli effetti più variegati; è tramite questa loro abilità che possono usare la loro mossa peculiare Sferapolline, che apprendono non appena evoluti e i cui effetti cambiano a seconda del bersaglio: se viene usata contro il nemico la creatura soffierà uno sbuffo di miele ricavato dal polline di fiori velenosi che l'avversario incuriosito mangerà, ciò gli causerà alcuni malesseri interni e talvolta può provocare anche vertigini; anche nel caso il nemico non dovesse mangiarlo, i composti chimici delle tossine di cui è composto farà esplodere la sostanza di fronte ad esso poco dopo essere stata creata. D'altra parte, se invece lo usano su un alleato, i Ribombee produrranno del miele con del polline di un fiore normale, miele ricco di sostanze nutritive che una volta mangiato potrà rinvigorire l'alleato. Queste palline di miele sono vendute nella regione di Alola come una prelibatezza locale, di cui i bambini vanno matti, inoltre i Ribombee che lo producono non hanno alcun problema a condividere questo loro cibo sia con altri Pokémon che con gli umani. Nonostante tutto i Riombee possono rivelarsi creature potenti, specie con i giusti aiuti, perciò non è una sorpresa che un particolare Ribombee svolga il ruolo di Pokémon Dominante al Villaggio del Mare sull'isola di Poni della regione di Alola, attendendo fra i venti marittimi e fra i campi fioriti della selvaggia isola gli allenatori sfidanti che vogliono superare la prova di tipo Folletto.
Proprio come i Cutiefly, i Ribombee passano gran parte della loro giornata raccogliendo polline e nettare dai fiori, a partire dall'alba fino al tramonto, in modo da evitare i loro pochi predatori naturali, che tentano di mangiarli regolarmente. Fino a quando il tempo è calmo e chiaro, lavoreranno senza riposarsi quasi mai, quindi vederli all'opera significa che farà bel tempo, questo perché i Ribombee odiano bagnarsi, visto che la pelliccia del loro corpo, piena di polline, diventerebbe troppo pesante per volare, anche se dovessero bagnarsi con una quantità minima d'acqua, per questo quando si avvicina la pioggia cercheranno subito riparo, uscendo solo quando sicuri che il tempo è di nuovo sereno. Ciò li rende un pochino complicati da usare in battaglie professionali, visto che se bagnati non saranno più tanto agili, caratteristica cruciale per loro e per qualunque allenatore li usi come Pokémon principali.
Anche se a molti può sembrare che sia cambiato solo il loro aspetto senza nessun potenziamento combattivo effettivo, nessuno può negare che i Ribombee siano creaturine amanti del divertimento in grado di far sorridere anche le persone più depresse. Per chi dovesse credere che siano inutili, in realtà sono i Pokémon Folletto non leggendari più veloci in assoluto e non si fanno problemi a regalare il loro miele a chiunque, ma se non siete stati gentili con loro, non aspettatavi un pasto dolce, quanto più un qualcosa di tossico. Se mai vorreste avere uno di questi esseri fatati, allora portatevi dietro un ombrello e nei casi in cui inizia a piovere, se non sono già fuggiti, potrebbero cercare riparo da voi, anche se vi svolazzeranno attorno così tanto da potervi causare un mal di testa non tanto diverso dagli effetti del loro miele tossico!

Dewpider

Artwork751.png

Spoiler

Dewpider (noto come Pokémon Bolladacqua) è un Pokémon non molto comune di tipo Acqua/Coleottero che vive negli stagni d'acqua dolce della regione di Alola. Anche se relativamente piccoli e fragili, i Dewpider sono simpatici aracnidi in grado di combattere sia sulla terra che nell'acqua. Sarebbe saggio per la loro sicurezza non farli combattere a lungo in zone aride, visto che la bolla che copre la loro testa non dura in eterno, e quando si prosciuga potrebbero avere problemi a respirare e di conseguenza a combattere gli avversari!
I Dewpider e la loro evoluzione, Araquanid, sono diversi dalla maggior parte dei Pokémon Coleottero dal momento che prediligono vivere in acqua piuttosto che sulla terra, questo perché il loro sistema respiratorio è più simile a quello di un pesce piuttosto che a quello degli insetti. Sebbene riescano comunque a respirare tramite la pelle, è comunque difficoltoso specie quando c'è bassa umidità, per questo devono trovare una soluzione per respirare e agire normalmente in qualsiasi ambiente. Per risolvere questo problema di solito queste creature generano e mantengono una bolla d'acqua attorno alla testa in ogni momento; essa viene creata raccogliendo l'umidità dell'aria che viene poi circondata da una sottilissima sostanza simile al petrolio che riesce a mantenere la sfera d'acqua attorno alla testa, in questo modo riescono a filtrare facilmente l'ossigeno per respirare, ma ancora non è del tutto chiaro come facciano a creare queste bolle anche quando l'umidità dell'aria è minima e l'ambiente circostante è secco. A causa di ciò, questi esseri vivono solo in stagni d'acqua dolce e nelle loro vicinanze in modo da avere sempre un posto dove rifornirsi d'acqua, anche quando l'aria dovesse essere secca. Tutto ciò può rendere queste creature difficili da allenare in certe circostanze, ma il fatto che inizino a proteggere la loro testa con questa sostanza già in tenera età, conferisce a quasi tutti gli esemplari l'abilità Bolladacqua, con cui riescono a resistere più facilmente agli attacchi di tipo Fuoco (una delle più grandi debolezze dei Coleotteri), dando al contempo un potenziamento ai loro attacchi di tipo Acqua in battaglia.
In natura i Dewpider potrebbero non essere molto forti in battaglia, ma restano cacciatori efficienti quando ci sono le giuste condizioni. Sebbene siano classificati di tipo Acqua, questi Pokémon imparano davvero pochissime mosse d'Acqua in giovane età e si basano principalmente sulle tecniche Bolla e Bollaraggio per attaccare gli avversari, in compenso però conoscono un buon set di mosse Coleottero, gli unici mezzi per stordire prede e nemici. Nei combattimenti ravvicinati tendono a fare uso della mossa Assillo per irritare gli avversari e distrarli, quando ciò accade si avventano contro di essi per sferrare una testata con la loro bolla, ciò causerà disorientamento ed irritazione a causa della bolla stessa, strategia che però funziona solo su nemici poco più grandi dei Dewpider; questo metodo funziona bene anche contro le prede, visto che così possono usare le loro forti mandibole per strappare loro pezzi di carne impedendo la fuga della preda, anche se questa strategia la possono usare solo quando stanno sul punto di evolversi, dato che prima non hanno accesso alla mossa Morso, in caso contrario si possono affidare solo alle testate, che però se non stanno attenti lasciano la loro testa molle e vulnerabile finché non riformano la bolla.
Anche se non sono molto potenti, i Dewpider restano creature interessanti in grado di usare attacchi di tipo Acqua come nessun altro Coleottero potrebbe mai fare. Essendo dei ragni potrebbero risultare terrificanti per alcuni, in realtà, rispetto ad altre creature di Alola, queste bestiole sono alquanto innocue e non c'è alcun motivo per cui allarmarsi. Se volete avere un ottimo Pokémon per le battaglie, allora questo potrebbe far al caso vostro visto che non bisogna neanche attendere molto per farli evolvere, ma non cercate mai di infastidirne in natura: se un Araquanid nelle vicinanze dovesse scoprirvi, potreste scoprire la potenza di questi mostruosi Pokémon Acqua!

Araquanid

Artwork752.pngArtwork752.png

Spoiler

Araquanid (noto come Pokémon Bolladacqua) è un Pokémon raro di tipo Acqua/Coleottero che vive negli stagni d'acqua dolce della regione di Alola. Tanto spaventosi quanto potenti nell'uso di attacchi speciali, gli Araquanid sono forti ragni in grado di usare le possenti mascelle per sputare devastanti attacchi di tipo Acqua con cui schiacciare gli avversari. Se mai doveste ritrovarvi in pericolo in natura però, è meglio mettere da parte le paure, visto che spesso questi esseri vengono ad aiutare chi ne ha bisogno, per questo sarebbe un gravissimo errore sterminarli!

I Dewpider e la loro evoluzione, Araquanid, sono diversi dalla maggior parte dei Pokémon Coleottero dal momento che prediligono vivere in acqua piuttosto che sulla terra, questo perché il loro sistema respiratorio è più simile a quello di un pesce piuttosto che a quello degli insetti. Sebbene riescano comunque a respirare tramite la pelle, è comunque difficoltoso specie quando c'è bassa umidità, per questo devono trovare una soluzione per respirare e agire normalmente in qualsiasi ambiente. Per risolvere questo problema di solito queste creature generano e mantengono una bolla d'acqua attorno alla testa in ogni momento; essa viene creata raccogliendo l'umidità dell'aria che viene poi circondata da una sottilissima sostanza simile al petrolio che riesce a mantenere la sfera d'acqua attorno alla testa, in questo modo riescono a filtrare facilmente l'ossigeno per respirare, ma ancora non è del tutto chiaro come facciano a creare queste bolle anche quando l'umidità dell'aria è minima e l'ambiente circostante è secco. A causa di ciò, questi esseri vivono solo in stagni d'acqua dolce e nelle loro vicinanze in modo da avere sempre un posto dove rifornirsi d'acqua, anche quando l'aria dovesse essere secca. Tutto ciò può rendere queste creature difficili da allenare in certe circostanze, ma il fatto che inizino a proteggere la loro testa con questa sostanza già in tenera età, conferisce a quasi tutti gli esemplari l'abilità Bolladacqua, con cui riescono a resistere più facilmente agli attacchi di tipo Fuoco (una delle più grandi debolezze dei Coleotteri), dando al contempo un potenziamento ai loro attacchi di tipo Acqua in battaglia.

Proprio come i Dewpider, anche gli Araquanid usano la bolla d'acqua attorno alla loro testa come mezzo d'attacco principale, sia quando vanno a caccia di prede che per combattere. Dopo aver distratto la vittima con Assillo, la colpiscono con una testata con cui causano più danni a causa delle sostanze presenti nella bolla. Differentemente dai Dewpider, questi Pokémon hanno accesso a molte mosse potenti (incluse alcune tecniche interessanti come Bodyguard ed Inondazione, sebbene non siano più in grado di apprendere Docciascudo come la loro pre-evoluzione), inoltre possono usare la bolla attorno alla testa per eseguire una versione personalizzata di Idrobreccia, per questo si rivelano minacce maggiori in battaglia di quanto non possano sembrare. E' interessante notare che l'enorme dimensione della loro bolla viene usata per inglobare le prede più piccole ed annegarle in modo da diventare dei pasti facili, ma se dovessero incontrare dei piccoli Pokémon feriti o in difficoltà li inglobano per proteggerli e trasportarli fino ad un luogo sicuro, dove li lasciano dopo essersi assicurati che ci siano altri loro simili in grado di prendersi cura di loro. Questo loro comportamento ha sconcertato gli scienziati, in quanto va contro la loro natura predatoria ed il loro stile di caccia spietato, ma si crede che ciò sia una sorta di empatia, visto che senza la loro bolla d'acqua sarebbero estremamente fragili e vulnerabili. Sia come sia, queste creature sono tanto protettive verso persone e Pokémon, quanto pericolose, e vengono rispettate e protette in ogni loro habitat della regione di Alola, nella speranza che la loro natura continui ad influenzare positivamente l'ecosistema anche per le generazioni a venire. La natura altruista ed onorevole di queste bestie insieme alla loro potenza distruttiva spiegano perché un Araquanid svolge il ruolo di attuale Pokémon Dominante alla Collina Scrosciante all'isola di Akala della regione di Alola, rimanendo nascosto negli stagni in attesa di allenatori che desiderano affrontare la prova di tipo Acqua.
Sebbene non siano tra i Pokémon Acqua o Coleottero più convenzionali, gli Araquanid sono comunque ottimi per assorbire gli attacchi speciali nemici e per infliggere danni a loro volta. Anche se sarà necessario attendere prima che apprendano mosse potenti, fino ad allora queste bestie possono rivelarsi una vera minaccia verso qualsiasi allenatore che provasse a vincere con l'uso di Pokémon Fuoco. Se avete bisogno di un babysitter che si prenda cura di Pokémon indeboliti, non abbiate paura a procurarvi uno di questi ragni: seppure tendano a non avere un carattere molto socievole verso coloro che invadono il loro territorio senza preavviso, saranno lieti di aiutare chi ne ha bisogno, a patto che essi non si rivelino una minaccia!

Wimpod

Sovkipou-SL.png

Spoiler

Wimpod (noto come Pokémon Lestopode) è un Pokémon relativamente raro di tipo Coleottero/Acqua che vive nelle coste delle spiagge e nei fondali marini della regione di Alola. Anche se sono incredibilmente paurosi e quindi difficili da catturare, i Wimpod restano esseri interessanti che possono trarre benefici dall'ambiente, anche quando vengono attaccati. Sebbene siano incapaci di combattere decentemente, almeno riescono a tenere le spiagge della regione di Alola perfettamente pulite ed ordinate!
I Wimpod sono crostacei che hanno raggiunto dimensioni straordinarie pur non vivendo costantemente in fondo all'oceano. Si nutrono principalmente di detriti che trovano sul fondale marino e raramente vengono attaccati dai predatori, tuttavia, siccome i fondali marini sono solitamente ripuliti da Pokémon come i Pyukumuku, questi artropodi sono costretti ad andare sulla terra per cercare del cibo per sopravvivere, visto che il loro corpo può gestire facilmente le variazioni di pressione con molta facilità. Questi esseri hanno scarse capacità combattive, anche perché sono prede poco appetibili per i predatori, di conseguenza passeranno il tempo a mangiare qualsiasi cosa incontrino, visto che il loro sistema digestivo è in grado di smaltire ogni cosa, anche carne putrida e malata, ciò li rende parecchio apprezzati dagli abitanti di Alola, dato che riescono a ripulire le spiagge da ogni tipo di spazzatura rendendole completamente pulite; possono addirittura mangiare materiali come la plastica senza problemi, sebbene abbia poco nutrimento e non l’apprezzano molto. Purtroppo può capitare che durante la pulizia s’imbattano in oggetti luccicanti come delle Perle, quindi possono anche essere attaccati da Pokémon come i Murkrow, i quali sono attratti da oggetti lucenti, costringendoli a nascondersi in tane sotterranee fino a quando non ritengono che l'ambiente sia nuovamente sicuro.
Sebbene siano relativamente veloci, ogni altra loro caratteristica risulta essere pessima, tanto che le uniche mosse che apprendono in natura sono Entomoblocco per attaccare e Turbosabbia per difendersi, per questo motivo sono incredibilmente codardi e scapperanno non appena si sentono in difficoltà dopo aver ricevuto dei danni, ecco perché sono classificati con l'abilità Fuggifuggi e tendono a scappare via (ed essere ritirati dallo scontro) quando le loro forze per combattere sono ridotte al 50% o meno, inoltre a causa della loro natura codarda, catturarli è piuttosto difficile, anche perché sono piuttosto resistenti alle Poké Ball; questa loro caratteristica rimane per tutta la vita, senza eccezione. Anche movimenti o rumori improvvisi possono portare questi Pokémon a scappare via, spesso lasciandosi dietro talmente tanta sabbia da rendere perfettamente visibili le tracce delle loro zampette, quando però non hanno scampo, rilasceranno un liquido tossico dalla bocca per poi mordere, sebbene il dolore sia praticamente minimo e lo usano solo come avvertimento, ma l'odore rilasciato serve per distrarre eventuali predatori, così che abbiano l'opportunità di nascondersi. Nonostante tutto, i Wimpod sono comunque creature curiose che tendono ad osservare altri Pokémon ed addirittura gli umani quando essi non si accorgono di loro, questa è l'unica occasione in cui un allenatore ha l'opportunità di catturarne uno, visto che appena si accorgono di essere visti, scapperanno immediatamente.
Nonostante in battaglia possano offrire ben poco, i Wimpod restano simpatici crostacei che possono fare la loro figura in lotta, anche se essa si limita a finire con loro che scappano via. Ci vorrà parecchia fatica per catturarne uno, ma per chiunque ci riesca, col tempo non ne verrà deluso. Anche se potrebbero venire derisi da vari allenatori, dopo l'evoluzione nessuno oserà più prendersi gioco di veri colossi tra i Pokémon Coleottero!

Golisopod

Artwork768.png

Spoiler

Golisopod (noto come Pokémon Blindato) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Coleottero/Acqua che vive nelle coste delle spiagge e nei fondali marini della regione di Alola. Più potenti di quanto sembrano ed in grado di fare a pezzi i loro avversari in un secondo, i Golisopod sono mostri pericolosi la cui potenza ed i loro devastanti attacchi riescono a perforare anche i nemici più resistenti. Cercate di attaccarli con i Pokémon più potenti che avete per avere la meglio su questi bestioni, altrimenti potreste ritrovarvi in guai seri, sfruttando la loro natura codarda per salvarvi dallo smembramento dei loro affilati artigli!
Anche se i Wimpod sono estremamente deboli e codardi, quelli che riescono a raggiungere la maturità verranno ricompensati evolvendosi in Golisopod, considerati tra i più potenti Pokémon Coleottero esistenti, capaci di mostrare la loro violenta forza in qualsiasi scontro. Sebbene mantengano le caratteristiche basiche dei crostacei, l'evoluzione risveglia in loro un istinto predatorio che li porta a far crescere enormemente il loro corpo, diventando bipedi con una sorta di gobba sulla schiena; gran parte delle zampe si adatta al combattimento, mentre le prime due paia di zampe rimangono pressoché invariate, l'ultimo paio si è sviluppato al punto tale da assomigliare a delle gambe, con cui riescono ad avere una postura eretta; le due zampe sopra di esse invece diventano due enormi appendici munite di un paio di artigli capaci di squartare qualsiasi corazza, riuscendo anche a fendere l'aria, l'acqua e addirittura la carne e i tessuti muscolari con un unico colpo. Le articolazioni sia delle zampe inferiori che di quelle intermedie pure sono cambiate, in modo che possano camminare e muoverle in ogni direzione per attaccare liberamente, ma a causa di questa struttura sono soliti tenerle perpendicolari rispetto al corpo, il che riduce particolarmente la loro velocità originale. Il loro addome ora è protetto da un materiale esoscheletrico, mentre il loro carapace posteriore si è inspessito al punto tale da diventare una corazza, garantendo a questi esseri un’enorme resistenza fisica; anche la loro forza fisica è aumentata molto e possono apprendere innumerevoli mosse altrimenti inaccessibili ai Wimpod, dando loro le capacità offensive necessarie per tener testa agli avversari.
L'enorme cambiamento fisico subito dai Wimpod altera anche la loro personalità, ciò li rende più fiduciosi nelle loro capacità e sono ben consapevoli del loro aspetto intimidatorio, che sfruttano per spaventare i nemici, vantaggio di cui approfittano per usare un attacco prioritario noto come Schermaglia: sebbene possa funzionare solo appena schierati, questa è la mossa prioritaria più potente in assoluto. Purtroppo però questi esseri sono ancora dei codardi, tanto da essere classificati con l'abilità Passoindietro, il cui effetto è lo stesso di Fuggifuggi, infatti questi Pokémon sono soliti fuggire (oppure vengono ritirati) quando le loro forze combattive sono minori del 50% circa, ma non lo fanno tanto per paura, quanto per ritirarsi ed ideare una nuova strategia per sconfiggere l'avversario. Nonostante siano soliti cacciare prede quando sono affamati e combattere usando abilmente le sei zampe superiori, i Golisopod sono anche noti per ritirarsi nelle grotte degli abissi marini per rilassarsi, usandole come loro dimore, e sebbene siano considerati delle minacce per l'uomo, sono stati osservati giocare amorevolmente con i loro piccoli figli sulla terraferma, dando loro un aspetto più benevole che brutale che dimostrano in battaglia; nonostante ciò, rimangono comunque esseri pericolosi che spesso non riescono a controllare la loro forza, ecco perché di solito vengono usati principalmente dagli allenatori più esperti.
Anche se possono avere un atteggiamento gentile verso coloro che li hanno trattati con amore e rispetto, i Golisopod restano crostacei estremamente pericolosi che non si fanno problemi a ridurre a brandelli qualsiasi avversario osi sfidarli. Con incredibili capacità sia offensive che difensive ed avendo a disposizione mosse devastanti come Schermaglia ed Idrobreccia, sono in pochi a riuscire a sconfiggere questi artropodi titanici senza cicatrici. Sebbene i Pokémon Coleottero sono spesso criticati per essere deboli, è meglio non dirlo di fronte a questi enormi mostri, altrimenti vi dimostreranno perché sono considerati in cima alla catena alimentare dei fondali marini, aggiungendo un altro pasto alla loro lista!

Silvally

20940b_f21bc34aef904069bdd4506f91479b25~mv2.png

Spoiler

Silvally (noto come Pokémon Multigene) è un Pokémon eccezionalmente raro di tipo Normale (ma che può assumere un tipo qualsiasi a seconda della forma) posseduto solo da pochissimi allenatori e ricercatori della regione di Alola. Progettati per essere l'arma finale mai creata dai ricercatori Pokémon della regione di Alola, i Silvally sono bestie feroci i cui poteri permettono loro di adattarsi a qualsiasi battaglia, rivelandosi una forza pericolosa contro cui combattere. Sebbene le loro capacità non eguaglino quelle di Arceus, questi versatili esseri sono ancora in grado di abbattere qualsiasi Pokémon e solo un pazzo oserebbe mancare di rispetto alla potenza di questi cyborg creati per uccidere le Ultracreature!

I Tipo Zero e la loro evoluzione Silvally, sono diversi da qualsiasi altra specie Pokémon in quanto non solo sono artificiali, ma sono forme di vita completamente sintetiche. I Tipo Zero furono originariamente creati in risposta alla minaccia che rappresentavano le Ultracreature e gli Ultravarchi, che permettevano a questi esseri extradimensionali di giungere alla nostra dimensione. Siccome la varietà delle Ultracreature che potevano emergere da questi portali era totalmente ignota prima dell'inizio della creazione dei Tipo Zero, si decise di creare una forma di protezione contro questi esseri che potevano rivelarsi una minaccia per gli abitanti della regione di Alola e del resto del mondo, per questo motivo gli scienziati della Fondazione Æther decisero di creare una forma di vita in grado di gestire qualsiasi minaccia che sarebbe potuta uscire da questi portali warp, quindi l'obiettivo principale di questi esseri sintetici era quello di diventare una forza di combattimento anti-UC, e fu così che il Sistema Primevo fu sviluppato. Per la creazione di questo programma, gli scienziati presero ispirazione dall'abilità di Arceus di cambiare il proprio tipo, quindi iniziarono a raccogliere tessuti cellulari proveniente da Pokémon di tutti i tipi e li integrarono insieme ad un'interfaccia robotica per creare un cyborg, noto con il nome in codice "Ultra Killer", in possesso di uno scheletro ed un apparato boccale robotici e masse di tessuto vivente accuratamente coltivate ed innestate sul telaio meccanico, dando loro un aspetto simile al mostro di Frankenstein. Questi organismi complessi furono poi chiamati Omnitipo e fu allora che s'intraprese il passo successivo del progetto: installare il Sistema Primevo. Questo sistema di scansione dati fu progettato per agire sulle cellule somatiche dell'ospite e mutarle in risposta a diversi dischi ROM contenenti informazioni codificate sulla struttura cellulare e sulle forme di vita dei Pokémon dei vari tipi, sperando di creare una connessione naturale fra la massa cellulare ed il sistema, così che potessero cambiare tipo a piacimento. Tuttavia, quando agli unici prototipi di Omnitipo fu installato il Sistema Primevo, essi dimostrarono un grave rigetto dei tessuti, andando totalmente fuori controllo e rendendoli ingestibili. Incapaci di placare il loro comportamento selvaggio, queste bestie furono dotate di una maschera di controllo per mantenerle in uno stato stabile, per poi essere bollati come dei fallimenti; in seguito il loro nome fu cambiato da Omnitipo a Tipo Zero, in modo da riflettere il fatto che siano incapaci di sfruttare il sistema di combattimento e di versatilità con cui erano stati progettati, risultando di fatto inutili. Fortunatamente per loro, sembra che due dei tre esemplari siano riusciti ad andarsene dall'Æther Paradise dove erano rinchiusi, uno fu ottenuto da Iridio, figlio dell'ex-direttrice di quest'organizzazione, Samina, mentre il secondo fu ottenuto da un allenatore sconosciuto che ha contribuito alla sconfitta di Samina e alla protezione del mondo dalle Ultracreature, o almeno quelle che non sono riuscite a trovare persone con cui convivere in armonia.

Mentre inizialmente si credeva che i Tipo Zero fossero incapaci di controllare il loro potere e di farlo funzionare con i loro tessuti viventi, fu Iridio a scoprire come questi esseri potevano controllare le loro abilità: con l'amicizia. Come Iridio stesso ha scoperto, se mentre queste creature si allenano e vengono trattate con amore e rispetto da un essere umano al punto da stabilire un legame d'affetto, riescono a distruggere la loro maschera di controllo che hanno in testa, trovando anche un vero motivo per controllarsi e permettendo alle loro abilità sopite di risvegliarsi, consentendone l'evoluzione. Rinominati come Silvally da Iridio, queste creature sviluppano una grande cresta piumata ed una pelliccia più chiara sul collo e sulla testa che li distingue dai Tipo Zero, mentre nei loro occhi è visibile un istinto selvaggio non presente nella loro pre-evoluzione. Sebbene statisticamente le loro capacità combattive rimangano invariate (eccezion fatta per la velocità, che aumenta notevolmente a causa della rimozione della pesante maschera di controllo), continuano ad avere una natura selvaggia, tuttavia obbediranno ciecamente all'allenatore che lo ha fatto evolvere. Il loro corpo si è perfettamente unito al Sistema Primevo installato, permettendo a questi esseri di cambiare il proprio tipo in base alla ROM installata all'interno del Sistema Primevo attaccato alla loro testa, in modo che le cellule somatiche del loro corpo mutino istantaneamente, cambiando anche colore del sistema a seconda della ROM inserita, inoltre possono sfruttare ciò anche per eseguire la loro mossa peculiare, Multiattacco, che apprendono con l'evoluzione. Questo attacco consiste nel convogliare nel Pokémon dell'energia elementale per poi attaccare ferocemente l'avversario con gli artigli, infliggendogli gravi danni; similmente alla mossa Giudizio di Arceus, il tipo di questo attacco dipende dalla ROM che il Pokémon possiede, di conseguenza è l'unica mossa che i Silvally potranno sfruttare con il potenziamento della STAB, aumentandone ulteriormente la potenza. E' anche interessante notare che con l'evoluzione possono apprendere la mossa Anticura molto prima rispetto ai Tipo Zero e che possono anche apprendere le mosse Rogodenti, Fulmindenti, Gelodenti, Morso, Sgranocchio e Monito. Nel complesso, questo è il potere con cui era stato inizialmente progettato il Sistema Primevo e sapendo che queste bestie hanno bisogno di amore e gentilezza per dare il massimo, come ogni altro Pokémon, si spera che eventuali futuri tentativi di crearne altri tengano conto di ciò sia per il bene della gente che di questi stessi Pokémon.
Feroci, liberi di usare le loro abilità e sicuramente capaci di sconfiggere qualsiasi nemico, i Silvally sono potenti bestie che possono mostrare cosa sia veramente in grado di fare la scienza se usata correttamente. E' improbabile che gli allenatori riescano a trovare ed impiegare questi esseri in battaglia, ma basta pensare alla loro potenza per capire quanto siano impressionanti, tanto da essere i Pokémon Veleno (assieme ai Nihilego), Coleottero (assieme ai Buzzwole e ai Pheromosa), SpettroFuoco (in questi ultimi due casi assieme ai Blacephlon), Erba (assieme ai Kartana), Elettro (assieme ai Xurkitree), Ghiaccio e Folletto (escludendo per tutti MegaEvoluzioni e leggendari) più potenti. Se mai vi capitasse di affrontare un allenatore che ne possiede uno, preparatevi a tutto: anche se statisticamente potrebbero non essere così incredibili in nessun campo, ciò non significa che non possano usare le ROM per sfruttare le debolezze dei vostri Pokémon prima ancora di capire che tipo hanno assunto!

Buzzwole

Artwork794.png

Spoiler

Buzzwole (noto come Pokémon Gonfiacorpo), conosciuto anche come UC 02 Expansio, è un’Ultracreatura di tipo Coleottero/Lotta originaria dell'Ultragiungla. Incredibilmente grandi e massicci per un Pokémon di tipo Coleottero, i Buzzwole sono imponenti mostruosità fisiche in grado di demolire qualsiasi cosa si pari loro davanti. E' meglio tenere le distanze da questi mostri se possibile: sebbene possano avere un atteggiamento gentile nei confronti degli insetti a cui tanto somigliano, ciò non significa che siate al sicuro dai loro pugni in grado di sfondare un camion!

Le Ultracreature sono un tipo di Pokémon da altri universi identificati come Ultramondi. Periodicamente, nella regione di Alola può capitare che si aprano dei portali warp collegati al loro mondo, e mentre nella stragrande maggioranza dei casi ciò non causa alcun problema, se qualcuno dovesse accidentalmente entrare in un Ultramondo ed uscirne, l'energia dell'Ultravarco a cui sono stati esposti potrebbe renderli un faro che attrae questi esseri. Sfruttando gli Ultravarchi per uscire da un Ultramondo, queste creature perseguitano le persone irradiate da questa energia nel disperato tentativo di poter tornare a casa, per poi scoprire, con grande rammarico, che era solo un abitante di quel mondo in cui ora sono prigionieri, questo è il destino di tutte le Ultracreature avvistate nella regione di Alola. Nonostante il loro aspetto terrificante, le Ultracreature sono comunque Pokémon e mentre le normali Poké Ball difficilmente riescono a catturarli, una nuova tecnologia è stata sviluppata dando vita alle UC Ball, in grado di catturarli efficacemente. Anche se questi esseri possiedono enormi poteri e sono completamente estranei nel nostro mondo, senza un luogo dove andare, spesso iniziano ad avere atteggiamenti violenti e attaccano tutto ciò che non conoscono, rendendoli potenziali minacce per Pokémon e soprattutto umani. Nonostante la loro forma e le loro abilità si differenzino moltissimo, tutte le normali Ultracreature condividono l'abilità Ultraboost: questa loro abilità è dovuta alle radiazioni degli Ultravarchi che hanno usato per arrivare in questo mondo; sebbene tale energia sia molto più potente prima della cattura, essi ne conservano ancora il potere per combattere, potenziando drasticamente le loro migliori caratteristiche ogni volta che sconfiggono un avversario. Sebbene siano estremamente pochi gli allenatori che avranno mai l'occasione di incontrare queste bestie - per di più ormai tutti gli esemplari noti presenti alla regione di Alola sono stati catturati - se un giorno dovessero arrivarne altre, state attenti mentre le cercate nella speranza di catturarle.

I Buzzwole hanno un’enorme somiglianza con alcuni insetti, ma le proporzioni del loro corpo sono totalmente diverse e possiedono una forma umanoide tanto affascinante quanto sorprendentemente bizzarra ed innaturale. Il corpo di questi esseri è composto quasi esclusivamente da tessuto muscolare, mentre i loro muscoli sono ricoperti da un liquido denso e viscoso rosso, che potrebbe essere il sangue di queste creature che viene pompato in tutto il corpo tramite delle vene argentate, spiegando come mai i loro muscoli siano così grossi e densi, tanto da diventare più duri dell'acciaio e rendendoli resistenti come ben pochi Coleotteri. Queste bestie possiedono quattro zampe inferiori, sebbene prediligano spostarsi volando, nonostante le piccole ali, il motivo dietro le loro incredibile aerodinamicità è tutt'ora un mistero. Il pungiglione di queste creature è più duro del diamante, riuscendo a perforare anche le pelli più spesse, mentre i loro due occhi sono incollati fra loro sulla parte anteriore della faccia, cosa che sembra aiutarli a percepire la profondità e ad avere un ampio raggio di visione che poche altre creature possiedono. La loro forza fisica non deve essere sottovalutata, dato che ci sono state segnalazioni di testimoni oculari che hanno visto uno di questi mostruosi insetti demolire un autocarro con un singolo pugno, e quel mezzo pesava all'incirca 500 chili, concedendo a questi bestioni una forza quasi ineguagliabile per gli uomini e per quasi qualsiasi Pokémon. Questi esseri sopravvivono nutrendosi dei fluidi vitali di altre creature, sfruttando la loro enorme possanza fisica per sottomettere la vittima per poi penetrare la carne con l'enorme pungiglione per berne i fluidi, ciò innesca una reazione chimica nel loro corpo che gli fa produrre maggiore quantità del loro liquido rosso, portando i loro muscoli a crescere ancora di più ed aumentando ulteriormente la loro forza fisica, il che li rende ancora più difficili da gestire, visto che hanno uno stile di combattimento simile a quello dei pugili, tanto da poter apprendere molti attacchi derivanti da pugni o mosse simili che sfruttano la loro imponente massa fisica. E' stato osservato che in queste creature da poco esposte agli effetti dell'abilità Ultraboost appena giunti in questo mondo, grazie all'energia a cui sono stati esposti nell'Ultravarco, aumenta notevolmente la loro resistenza fisica (diventando circa il doppio della norma).
Anche se i Buzzwole sono incredibilmente pericolosi da incontrare, il loro comportamento sembra suggerire che abbiano un livello d'intelletto tale da essere al di là di ciò che la scienza può comprendere. Questi esseri insettoidi sono sempre soliti assumere delle particolari pose prima di agire e di essere colpiti (sebbene questo non li renda mano pericolosi), si ritiene che ciò sia dovuto al fatto che mettono in mostra i loro muscoli proprio per intimidire i nemici, visto che secondo i rapporti i loro movimenti servono proprio per flettere e mettere in mostra il loro corpo alle altre forme di vita, ma nonostante gli studi compiuti non è stato possibile decifrare il significato di queste pose e quindi risulta difficile entrare in contatto in maniera comprensibile con loro, perfino altri Pokémon fanno fatica a capire, dato che questi messaggi sono puramente visivi, e tale forma di comunicazione, al di fuori degli umani, è molto rara in natura. Tuttavia, nonostante il loro aspetto imponente ed intimidatorio, non risultano essere pericolosi per altre forme di vita al di fuori delle loro prede, anzi, in realtà è stato osservato in loro un comportamento gentile e premuroso nei confronti di altri Pokémon di tipo Coleottero e non si nutrono di nessuna creatura insettoide che incontrano, questo significa che sono perfettamente in grado d’identificare e rapportarsi con altri esseri che trovano simili a loro, cosa mai vista tra le Ultracreature; questo loro atteggiamento è sotto studio per stabilire se siano possibili rapporti amichevoli con gli esemplari catturati per saperne di più e magari trovare un modo rudimentale per comunicare con loro.
Sebbene possano sembrare ben più terrificanti di altre forme di vita, essi meritano di essere rispettati e salvaguardati. I Buzzwole sono creature affascinanti che possono insegnarci un modo per comunicare con loro e conoscere meglio la loro mentalità ed il loro intelletto. Essi non solo sono i Coleotteri con la maggior vitalità (eccetto Arceus) e forza fisica (escludendo le MegaEvoluzioni), ma anche i più potenti in assoluto (assieme a Silvally e Pheromosa, escludendo MegaEvoluzioni e leggendari), ecco perché questi titanici insetti vanno rispettati, anche se conviene non dar loro il beneficio del dubbio. Se ne incontrate uno scappate il più velocemente possibile se non possedete Pokémon Coleottero con cui convincerli a lasciarvi in pace, altrimenti potreste finire come un ammasso di carne prosciugata!

Pheromosa

Artwork795.png

Spoiler

Pheromosa (noto come Pokémon Leggiadria), conosciuto anche come UC 02 Elegantia, è un’Ultracreatura di tipo Coleottero/Lotta originaria dell'Ultradeserto. Anche se il loro corpo snello può farli sembrare fragili e deboli, i Pheromosa sono esseri insettoidi pericolosamente veloci ed incredibilmente potenti in grado di muoversi ad una velocità tale da essere quasi impercettibili all'occhio umano, permettendo loro anche di colpire più rapidamente rispetto alla maggior parte dei nemici. La loro eleganza può anche farvi sentire attratti da loro, ma state attenti: se vi lasciate sottomettere dalle loro capacità per rendervi loro schiavo, il fatto che vi sentiate attratti da loro sarà la cosa meno imbarazzante dopo essere stati colpiti da una loro carica!

Le Ultracreature sono un tipo di Pokémon da altri universi identificati come Ultramondi. Periodicamente, nella regione di Alola può capitare che si aprano dei portali warp collegati al loro mondo, e mentre nella stragrande maggioranza dei casi ciò non causa alcun problema, se qualcuno dovesse accidentalmente entrare in un Ultramondo ed uscirne, l'energia dell'Ultravarco a cui sono stati esposti potrebbe renderli un faro che attrae questi esseri. Sfruttando gli Ultravarchi per uscire da un Ultramondo, queste creature perseguitano le persone irradiate da questa energia nel disperato tentativo di poter tornare a casa, per poi scoprire, con grande rammarico, che era solo un abitante di quel mondo in cui ora sono prigionieri, questo è il destino di tutte le Ultracreature avvistate nella regione di Alola. Nonostante il loro aspetto terrificante, le Ultracreature sono comunque Pokémon e mentre le normali Poké Ball difficilmente riescono a catturarli, una nuova tecnologia è stata sviluppata dando vita alle UC Ball, in grado di catturarli efficacemente. Anche se questi esseri possiedono enormi poteri e sono completamente estranei nel nostro mondo, senza un luogo dove andare, spesso iniziano ad avere atteggiamenti violenti e attaccano tutto ciò che non conoscono, rendendoli potenziali minacce per Pokémon e soprattutto umani. Nonostante la loro forma e le loro abilità si differenzino moltissimo, tutte le normali Ultracreature condividono l'abilità Ultraboost: questa loro abilità è dovuta alle radiazioni degli Ultravarchi che hanno usato per arrivare in questo mondo; sebbene tale energia sia molto più potente prima della cattura, essi ne conservano ancora il potere per combattere, potenziando drasticamente le loro migliori caratteristiche ogni volta che sconfiggono un avversario. Sebbene siano estremamente pochi gli allenatori che avranno mai l'occasione di incontrare queste bestie - per di più ormai tutti gli esemplari noti presenti alla regione di Alola sono stati catturati - se un giorno dovessero arrivarne altre, state attenti mentre le cercate nella speranza di catturarle.

Nonostante i Pheromosa sembrino incredibilmente fragili ed inadatti al combattimento, come anche testimoniato dalla loro scarsa resistenza, sono in realtà tra i più forti combattenti offensivi riconosciuti nel mondo Pokémon e sono in grado d’infliggere potenti colpi diretti in grado di spaccare qualsiasi corazza con la loro agilità quasi senza pari fra i Pokémon. La chiave di questo incredibile potere risiede principalmente nella muscolatura del loro corpo che è composta da fibre muscolari che si contraggono rapidamente, consentendo movimenti a velocità incredibili con cui questi esseri insettoidi da fermi possono raggiungere un massimo di 200 km/h in una frazione di secondo, riuscendo ad infliggere potenti colpi contundenti in una maniera impossibile per qualsiasi altra creatura, ed i risultati sono devastanti, visto che possono schiacciare qualsiasi cosa si pari loro davanti. In termini di stile di combattimento, ciò rende i Pheromosa simili ai kickboxer, motivo per cui possono apprendere molti attacchi che derivano da calci, tra cui la rara mossa Triplocalcio, che oltre loro, solo gli Hitmontop possono apprendere. La loro agilità è così elevata da renderli tra i Pokémon più veloci in assoluto, tanto che alcuni esemplari sono stati avvistati di notte scattando via dalla luce; possono addirittura muoversi in modo tale da schivare un fulmine, qualcosa che l'occhio umano non potrebbe quasi percepire. E' stato osservato che in queste creature da poco esposte agli effetti dell'abilità Ultraboost appena giunti in questo mondo, grazie all'energia a cui sono stati esposti nell'Ultravarco, aumenta notevolmente la loro velocità (diventando circa il doppio della norma).
Anche se non possono usare le loro capacità offensive in molti modi, è interessante notare che il comportamento di queste creature è davvero unico e potenzialmente imbarazzante per tutti coloro che sono incapaci di resistere alle loro tentazioni, infatti questi esseri emettono in continuazione dei feromoni da un organo non ben identificato nel corpo, la cui composizione chimica è diversa da qualsiasi altra cosa vista nelle forme di vita terrestri. Questo feromone ha un effetto su chiunque si ritrovi a pochi metri di distanza, che li porterà ad essere attratti dalla loro bellezza annullando ogni volontà di combattimento del nemico e trasformandoli in schiavi di questi esseri prima ancora che si rendano conto di cosa stia succedendo; inoltre è quasi impossibile comunicare con le vittime sotto questo controllo opprimente dovuto all'estasiante aroma, per di più, chiunque oserà avvicinarsi ad un Pheromosa verrà violentemente aggredito da coloro che si trovano sotto il suo controllo. La confusione che affligge le vittime dura al massimo un paio d'ore, ma si può essere nuovamente influenzati se ci si avvicina di nuovo ad una di queste creature, rendendo l'isolamento da questi esseri l'unica cura da questo sovraccarico chimico. Queste loro abilità d'infatuazione, l'aspetto delle loro belle gambe e del loro viso suggeriscono che servano per distrarre e scongiurare i predatori, ma alcune ricerche sembrano confermare un motivo più inquietante: sebbene questi esseri sembrano non avere un genere riconosciuto dalla scienza, se Pheromosa vuole, può portare l'individuo controllato in un posto appartato dove può tentare di accoppiarsi con il suo schiavo; tuttavia, dal momento che il loro corpo si muove molto rapidamente senza poter rallentarlo, spesso l'atto finisce per fare a pezzi la vittima, inoltre questo problema non è solo di un sesso, visto che sia i maschi che le femmine possono essere infatuate da queste creature ed i Pheromosa stessi sono indifferenti sul sesso della vittima, anche perché non comprendono appieno il loro genere, e se l'accoppiamento fallisce riprovano con qualcun altro; sembra però che abbiano una preferenza estetica fra le loro vittime, per questo sono esigenti nella ricerca di qualcuno con cui accoppiarsi, solitamente qualcuno pulito, dal momento che non sopportano la vista dello sporco, motivo per cui tendono a non toccare quasi nulla, come se potessero vedere della sporcizia a noi invisibile e guarderanno con disprezzo ogni cosa. Solamente in una stanza sterile gli esemplari catturati sono stati visti in uno stato più a loro agio, inoltre i Pheromosa tendono ad avere un comportamento tranquillo e non fanno mai nulla per cattiveria, specie se di buon umore, e riescono a praticare atti per cercare di accoppiarsi. Ad ogni modo, non possono essere definiti molto pericolosi per la maggior parte delle forme di vita, anche se non molti gradiscono una fine in uno spazio stretto e buio, forse è per questo che possono apprendere la mossa Rapidscambio, in modo che in caso di necessità possano rendere la posizione più comoda per entrambe le parti coinvolte.
Nonostante siano incapaci di subire molti danni diretti in battaglia come altri Pokémon Coleottero, i Pheromosa restano potenti creature, che possono rivelarsi avversari davvero pericolosi grazie alla loro velocità e potenza fisica. Oltre ad essere i Pokémon Lotta più veloci in assoluto e con il maggior attacco speciale (escludendo le MegaEvoluzioni e i leggendari), sono anche i Coleotteri più potenti in assoluto (assieme a Silvally e Buzzwole, escludendo MegaEvoluzioni e leggendari), per questo affrontare questi esseri insettoidi in battaglia può lasciare un segno doloroso al vostro Pokémon che difficilmente potrà dimenticare, se mai dovesse sopravvivere. Nonostante doveste trovare attraenti queste creature, cercate di tenerne le distanze a qualunque costo, altrimenti potreste diventare loro schiavo non solo per proteggersi, ma anche per l'accoppiamento, il che può risultare molto pericoloso, ma se quando tornate in voi avrete trovato la cosa piacevole... è meglio che vi teniate quest'esperienza in segreto per tutta la vita!

 

Modificato da Zarxiel

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme

Carinissimi i Butterfree, li adoro! Forse l'unico Coleottero che apprezzo veramente xD


A te!


 



Butterfree (noto come Pokémon Farfalla) è un Pokémon non molto comune di tipo Coleottero/Volante che vive nelle foreste e nei campi erbosi delle regioni di Kanto, Johto, Unima, Kalos e nel Bosco Disegnato del Settipelago, anche se raramente lo si è visto nella regione di Sinnoh. Molto apprezzati dai giovani allenatori e dai Pigliamosche, (qui una virgola) perché possono apprendere limitati attacchi Psico e per poter infliggere facilmente problemi di stato. I Butterfree sono considerati tra gli insetti più classici che meglio rappresentano i loro pregi e i loro difetti. Di certo non sono tra i combattenti più resistenti  e (c'è uno spazietto in più, per pignoleria togliamone uno, prima della "e" ovviamente xD) non sono adatti ai combattimenti ravvicinati anche perché hanno una scarsa forza fisica, ma se non siete protetti contro le alterazioni di stato o agli attacchi basati sul vento, allora troverete queste belle farfalle degli avversari ostici quando sbattono le ali!

I Butterfree si distinguono dalle altre farfalle perché riescono a produrre miele in modo molto simile alle api per poi usarlo come fonte di cibo. Questi Pokémon possiedono nervi sensoriali molto sensibili nella loro testa, tanto che possono sentire un fiore che sboccia a chilometri di distanza. Quando (qui ci metterei un punto e virgola) trovano i fiori adatti, (qui una virgola) i Butterfree raccolgono il polline nei peli delle loro grandi zampe per poi tornare al nido e mescolarlo con la loro saliva, (qui una virgola) producendo un miele semi-dolce a bassa viscosità , ma a causa di queste caratteristiche non è molto apprezzato a differenza di quello che viene creato dalle api (ovvero i Beedrill e i Combee), il che è una cosa positiva visto che così è molto raro che qualcuno voglia rubare il miele dei Butterfree, che è (questo lo toglierei) importante per nutrire i Caterpie appena nati che dopo tre giorni perderanno interesse nel miele per iniziare a nutrirsi di foglie. I Butterfree, a differenza della loro pre-evoluzione Caterpie, non mangiano quasi nulla, eccezion fatta per un pochino di miele che loro creano (metterei "creato/prodotto da loro stessi"), solo il poco (metterei "lo stretto") necessario per sopravvivere. Durante l'inverno è difficile vedere questi Pokémon, (qui la toglierei) visto che, (e la metterei qui) come per gli uccelli, tendono a migrare a sud.

In netto contrasto con le loro pre-evoluzioni, i Butterfree non devono preoccuparsi molto agli attacchi di predatori, (qui una virgola) visto che (per evitare ripetizioni con quanto detto più su, mettiamo "dal momento che") le loro ali possono rilasciare una polvere velenosa per difendersi, oltre al fatto che possono usare alcune mosse Psico e tecniche in grado di infliggere alterazioni di stato, con cui si proteggono dai predatori e non solo, visto che tali abilità  li rendono combattenti degni di qualsiasi combattimento. Le ali dei Butterfree assomigliano molto a quelle dei Venomoth, infatti entrambi i Pokémon hanno delle scaglie velenose che ricoprono le proprie ali e che si staccano se sbattute con forza sufficiente, (qui un punto e virgola) quando ingerite o inalate, queste entrano in circolazione nel corpo avversario causando effetti diversi che dipendono dalla mossa usata: Sonnifero, Velenpolvere e Paralizzante, tutte mosse che apprendono molto rapidamente dopo l'evoluzione, inoltre con il tempo possono anche apprendere (per cambiare mettiamo "imparare") ad usare le ali per manipolare il vento come Ventargenteo oppure sviluppano altri tipi di polveri come la Polverabbia. Queste polveri tossiche non sono utili solo in battaglia, ma anche per proteggersi dai Pokémon Acqua, visto che danno alle loro ali proprietà  idrorepellenti, riuscendo a mantenere le ali asciutte in qualsiasi situazione, (qui una virgola) in quanto in realtà  l'acqua non fa nemmeno in tempo a toccare la vera superficie delle ali; ciò è essenziale per la sopravvivenza dei Butterfree, (qui una virgola) visto che possono volare e raccogliere il polline anche durante la pioggia dei periodi primaverili.

Nonostante non siano molto pericolosi in quanto non infliggono mai danni gravi, i Butterfree però risultano essere Pokémon molto versatili che possono tornare utili specialmente per gli allenatori più giovani per infliggere facilmente alterazioni di stato. Per molti sono solo delle grosse farfalle, ma per i Pigliamosche o altri specialisti Coleottero, i Butterfree sono insetti molto potenti, che possono dimostrare ciò che sono realmente in grado di fare i Coleotteri. Se doveste incontrare questi bellissime farfalle in natura, non minacciatele, (qui un due punti) potrebbero difendersi usando le loro polveri tossiche e mandarvi all'ospedale, sebbene non siano mortali, vi servirà  almeno una settimana di trattamento prima che gli effetti svaniscano del tutto!


Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme

Come trovi la voglia!? Bravissimo davvero

Ti dirò, con gli Spettri me la spassavo perché erano i miei preferiti e volevo sapere anch'io il più possibile su di loro, quindi poi ho fatto le analisi e le ho postate qui pensando che sarebbero gradite, la cosa ebbe successo e continuai con gli altri tipi in modo da fare il Dex completo, tuttavia facendo i conti (un Pokémon al giorno) ho visto che non facevo in tempo a finire tutto prima della 7° gen, quindi fino a ottobre cotinuo a farne 2 al giorno, così dovrei riuscire a farcela prima che esca la 7° gen (conta che in un anno sono arrivato a 336 Analisi, quindi se continuavo a farne 1 al giorno non ci riuscivo), inoltre io possono essere molte cose, ma quando prometto una cosa la faccio, sebbene farne 2 al giorno è abbastanza faticoso XD

Conta che alcune analisi poi devo aggiornarle quando escono nuovi film o quando ci sono nuove forme nei videogiochi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme

Weedle ancora ancora mi piace, giusto un po' eh xD Da Kakuna in su proprio no. Più bellino Butterfree, anche perché api e vespe mi fanno paura D:


 



Weedle (noto come Pokémon Millepiedi) è un Pokémon comune di tipo Coleottero/Veleno che vive in zone forestali delle regioni di Kanto, Johto, Unima, Kalos e nel Bosco Disegnato del Settipelago, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Hoenn e Sinnoh. Per alcuni potrebbero essere solo cibo per uccelli, ma in realtà  i Weedle sono esseri pericolosi che possono mostrare gli (agli) allenatori più giovani gli sgradevoli effetti dell'avvelenamento sui Pokémon. Se siete dei Pigliamosche, la cattura di uno di questi Pokémon è d'obbligo, ma è logico che è meglio rimanere a debita distanza dai loro pungiglioni!

Come molti altri insetti, i Weedle passano una vita tranquilla nel loro habitat naturale, nutrendosi solo delle foglie che trovano nel (sul) loro cammino, ma mentre i Caterpie si nutrono di qualsiasi tipo di foglia, i Weedle sono schizzinosi e rifiutano di mangiare quelle di alcuni tipi di piante, questo perché è proprio la loro dieta a permettere la produzione del veleno. Fortunatamente i Weedle possiedono un grosso naso, (qui la toglierei) che, (e la metterei qui) come si può intuire, ha un olfatto finissimo, il che è molto utile per trovare facilmente le foglie di cui si nutrono, anche se sono sommerse da cumuli di altre foglie. Un Weedle tende a consumare una quantità  di foglie al giorno pari al loro peso, così da ottenere energia per l'evoluzione, un Weedle non allenato infatti si evolve dopo un tempo massimale di 10 mesi (che ovviamente può essere ridotto astronomicamente con l'allenamento), tuttavia va notato che molti di loro non riescono a sopravvivere abbastanza a lungo, (qui una virgola) in quanto catturati e divorati spesso dai Pidgeotto o dai Fearow.

Fisicamente parlando, i Weedle sono più deboli dei Caterpie e non sono in grado di slanciare il loro corpo per usare l'attacco Azione, ma in compenso hanno qualcosa di meglio, (qui un due punti) un pungiglione velenoso in (su) entrambe le estremità  del corpo, (qui un punto e virgola) sebbene l'attacco Velenospina è (sia) noto per essere tra le tecniche più deboli in assoluto, può risultare una minaccia perché ha la possibilità  di avvelenare il bersaglio, rendendoli pericolosi verso i Pokémon selvatici che non hanno possibilità  di curarsi da questi effetti, specie se attaccati dai Weedle che sono progettati per avvelenare con facilità . Questa specie ha dei colori molto evidenti per [far] (mettiamo questo) capire ai predatori la loro natura velenosa e scoraggiarli, almeno inizialmente. Siccome i Weedle non dispongono di una grande velocità  di movimento, sono molto vulnerabili ad imboscate e attacchi dall'alto (sebbene il loro corpo è ricoperto di peli finissimi che aiutano a rilevare i movimenti circostanti), di conseguenza le loro tattiche difensive sono totalmente inutili contro predatori aerei che abbiano un minimo d'intelligenza. Va notato che i Weedle risultano essere ostici per i viaggiatori, visto che rimangono sotto le pile di foglie a mangiare e se calpestati accidentalmente non esitano ad iniettare del veleno al colpevole, è dunque altamente consigliato portarsi degli Antidoti quando ci si avventura nelle foreste (o almeno delle bacche che curano l'avvelenamento), ma se non le avete, non preoccupatevi, in genere c'è una farmacia o un Centro Pokémon vicino alle foreste.

Anche se per la maggior parte degli allenatori sono creature deboli e insignificanti, i Weedle sono visti di buon occhio dagli allenatori alle prime armi, specie quelli che vogliono specializzarsi nel tipo Coleottero o Veleno. Nonostante non abbiano la forza necessarie (necessaria) per essere delle minacce contro molti avversari, state certi che ogni vostro rivale farà  di tutto pur di evitare i loro pungiglioni velenosi. Va ricordato di non usare mai un Weedle contro un Pokémon Acciaio: sebbene questi piccoli vermi possono (possano) risultare pericolosi in determinate circostanze, non c'è alcuna possibilità  che possano vincere (qui metterei solo "vincano") contro un avversario simile!


Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme

corretto, ho anche cambiato il numero di mesi da 10 a 7, per rispecchiare anche il livello d'evoluzione :) (mi pareva che si evolveva al 10, invece è Kakuna che si evolve al 10)


Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme

Nulla da dire su Kakuna, Pokémon piuttosto anonimo xD


A te!


 



Kakuna (noto come Pokémon Bozzolo) è un Pokémon relativamente comune di tipo Coleottero/Veleno che vive nelle zone forestali delle regioni di Kanto, Johto, Unima, Kalos e nel Bosco Disegnato del Settipelago, anche se raramente è stato visto nelle regioni di Hoenn e Sinnoh. Quasi del tutto innocui, ma comunque temuti, i Kakuna sono creature che rimangono quasi completamente immobili ad attendere l'evoluzione, ciò (siccome dopo "ciò" è ripetuto, metterei "cosa che") li rende bersagli facili durante le lotte. Ciò non significa che sono indifesi, (qui un due punti) avvicinandosi troppo ad uno di loro si può scoprire qual' è ("qual è" non vuole apostrofo, quindi via xD) la loro spaventosa arma difensiva!

Proprio come i Caterpie, i Weedle ricoprono il proprio corpo con la sete (seta) creando un guscio che rappresenta la loro evoluzione nello stadio pupale noto come Kakuna, da cui poi riemergeranno nella loro forma adulta. I Kakuna solitamente rimangono nascosti sotto le foglie o tra i rami per evitare i predatori, spesso sono in grossi gruppi in modo da scoraggiare i nemici in caso vengano scoperti, non tanto per i Kakuna in sé, ma perché se tutti loro dovessero evolversi in quel momento, lo sventurato si ritroverebbe assalito da uno sciame di Beedrill, per questo sono spesso ignorati dai predatori. All'interno di questi Pokémon, l'ex-Weedle sta maturando, (qui una virgola) cambiando completamente la sua struttura fisica, è interessante notare inoltre che appena evoluti il guscio dei Kakuna risulta essere molto morbido per poi indurirsi gradualmente con il tempo, (qui un punto e virgola) quando sono vicini all'evoluzione, i Kakuna iniziano a produrre energia termica facendo tornare il loro guscio morbido, se infatti un Kakuna è caldo, significa che si evolverà  da un momento all'altro.

In questo stadio i Kakuna non si muovono quasi per niente e solitamente si difendono solo usando Rafforzatore per indurirsi, ma se un predatore è così stolto da avvicinarsi troppo, Kakuna può muoversi leggermente per pungerlo con la parte inferiore del corpo rilasciando del veleno, ma nonostante ciò la loro forza fisica è inferiore rispetto a quella dei Weedle, quindi rimane una forma di difesa alquanto scarsa sia in natura che in battaglia.

Di per sé i Kakuna non sono nulla di speciale, ma finché riescono a sopravvivere e a rimanere intatti, la loro vita cambierà  completamente una volta raggiunto lo stadio adulto. Perfino i Pigliamosche potrebbero trovare scomodo far combattere questi bozzoli, visto che l'unico modo che hanno per attaccare è usare Velenospina, ma non preoccupatevi, presto avrete un potente Beedrill con cui potrete avere la rivincita verso coloro che vi hanno sconfitto!


Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme