Vai al commento


[Contest di Fotografia] Giro d'Italia

La discussione verrà chiusa automaticamente il alle ore 21:59


 Condividi

Vai alla soluzione Risolto da Roman,

Post raccomandati

Contest_giroitalia_WP-1.jpg

 

Durata: dal 21 Luglio al 16 Agosto (ore 23:59) Nuova data!

Annuncio dei risultati: 21 Agosto*

*La data è indicativa, a seconda del numero di partecipanti, i risultati potrebbero essere pubblicati prima o dopo la data sopraindicata.

 

 

Buon pomeriggio a tutti e ben ritrovati al Contest di Fotografia di Pokémon Millennium!

 

Scatta la tua foto migliore! Le più belle riceveranno in omaggio un box e bustine dell'espansione del GCC Pokémon Lucentezza Siderale!

 

 

Requisiti


Per partecipare al Contest, è necessario un account sul Forum di Pokémon Millennium. Se non sei ancora registrato ma vuoi partecipare, clicca qui! Leggi il nostro comunicato ufficiale per saperne di più!

 

Puoi partecipare anche tramite i nostri Social: per partecipare usa l'hashtag #giroitaliapm e tagga @pokemonmillennium nel post. Ricordate che se partecipate in questo modo, sarà necessario avere il profilo pubblico!

 

Tematica e Regolamento generale

 

  • L'obiettivo di questo contest è quello di catturare un paesaggio mediante una serie di scatti fotografici di un luogo da cui Game Freak possa trarre ispirazione per un'eventuale regione Pokémon basata... sull'Italia!
  • Il progetto fotografico dovrà essere composto da tre fotografie che dovranno presentarci e trasportarci nella location da voi selezionata. 
  • Per poterci immergere a pieno nel luogo da voi selezionato dobbiamo capire dove si trova, cos'è che lo rende speciale e come mai l’avete selezionato, perciò i tre scatti devono raffigurare i seguenti elementi:
    • Scatto del paesaggio, un lungo campo in grado di farci capire l’ambientazione da voi selezionata.
    • Una fotografia dedicata a un dettaglio del posto, o una struttura unica!
    • Per chiudere in bellezza a voi la scelta, stupiteci così come quel posto ha stupito voi!
  • Le tre fotografie verranno valutate insieme per il loro concetto e la capacità di raccontarci il posto.
  • Le foto utilizzate per partecipare alla gara dovranno essere coerenti con il tema della gara, realizzate per l'occasione e soprattutto devono rispettare il modulo presente nel paragrafo sottostante. Qualsiasi serie di scatti non rispetti il modulo non verrà presa in considerazione.
  • Proporre lavori non personali o foto trovate su internet porta all'eliminazione diretta e un'eventuale squalifica per le prossime iniziative. Anche riciclare foto presentate come lavori di altri concorsi precedenti non è consentito.

  • Non c'è alcuna restrizione sulle modalità di scatto, siete liberi di dare completo sfogo alla vostra creatività! Le foto potranno essere scattate da qualsiasi dispositivo, che si tratti di uno smartphone, una GoPro, una macchinetta usa e getta o un Nintendo DSi non fa alcuna differenza.

  • Gli scatti potranno essere ritoccati tramite Photoshop, Instagram e altri programmi e applicazioni di fotoritocco, ma senza l’aggiunta di elementi non presenti all’interno della foto originale, dunque unicamente con la modifica di colori, filtri e quant'altroNel modulo sottostante sarà quindi obbligatorio inviare anche le fotografie originali allegate a quelle modificate presentate ufficialmente (non necessario qualora si decidesse di non applicare modifiche).

  • Una volta postato, le foto non potranno essere modificate. È consentito modificare il post per aggiustare eventuali errori di formato o di scrittura ma non prima di aver avvisato gli organizzatori attraverso messaggio privato.

 

 

Come partecipare 

 

Una volta che avrete pronta la vostra serie di scatti, basterà seguire questo semplice schema per rispondere in questa discussione:

 

  • Titolo del Progetto: Dai un titolo al tuo progetto e dai un nome al paesaggio da te scelto in chiave Pokémon!

  • Fotografie: Puoi inserire le tue fotografie direttamente sotto spoiler tramite l’apposita icona oppure inviare direttamente il link delle immagini. In ogni caso, ricorda che gli scatti dovranno essere caricati su un apposito sito di hosting, come imgur.

  • Foto originali: (Paragrafo da compilare solo se le fotografie presentate sono state modificate secondo le regole elencate sopra) Inserire qui il link delle foto originali.

  • Breve descrizione: Descrivi brevemente la tua idea.

 

NB: Titolo del Progetto, Fotografie e Descrizione sono obbligatori

 

 

Premi 

 

  • Il primo classificato riceverà 30 PokéPoints da utilizzare su Pokémon Millennium e 30 Punti Fedeltà, oltre a un box da ben 36 bustine dell'espansione Lucentezza Siderale!
  • Il secondo classificato riceverà 25 PokéPoints da utilizzare su Pokémon Millennium, 25 Punti Fedeltà e 20 bustine dell'espansione Lucentezza Siderale!
  • Il terzo classificato riceverà 20 PokéPoints da utilizzare su Pokémon Millennium, 20 Punti Fedeltà e 10 bustine dell'espansione Lucentezza Siderale!
  • I vincitori del premio originalità, assegnato ai creatori di un lavoro non da podio ma che si sono distinti per una particolare originalità, otterranno 7 PokéPoints da utilizzare su Pokémon Millennium!

  • I vincitori del Gold Award, premio assegnato dai Premium Member, otterranno 5 PokéPoints da utilizzare su Pokémon Millennium!

 

Tutti gli altri partecipanti otterranno 10 Punti Fedeltà

 

Giudici della competizione

 

I lavori saranno giudicati da @Lady @Giove0 @Roman @Lyndon @Alexina @VictiniPika @Francy @Eleeee @IcyFlame @Kabe @MarcinGreed @vllblvck @Paolofoxcorongiu

 

Domande e assistenza

In caso di dubbi o domande, gli organizzatori della gara saranno sempre disponibili ad ogni chiarimento. Contattaci attraverso la discussione di supporto delle iniziative! Ogni messaggio pubblicato in questa discussione che non sia una foto di partecipazione verrà nascosto.

 

 

RBQXUZp.png

 

 

Questa iniziativa fa parte del Programma Fedeltà 

Link al commento
Condividi su altre piattaforme

Titolo del Progetto: La scalata verso il leggendario

Fotografie:

Spoiler

zKzDmmw.jpg

 

EcD9bQV.jpg

 

B1JfSJH.jpg

 

Foto originali: click

Breve descrizione: In una regione basata sull'Italia non può certo mancare una zona ispirata alle nostre meravigliose montagne: le Alpi.

Le foto proposte sono state scattate durante una giornata ad Alleghe, in provincia di Belluno. Più precisamente, durante una scalata del Monte Coldai, vicino del Monte Civetta, che ci ha premiato con la vista del Lago Coldai.

 

Foto 1

La risalita del Monte Coldai è appena iniziata, ma siamo subito sorpresi dalla vista del Monte Civetta, ritratto in foto. Chilometri e chilometri ci separano dal monte, che si erge su di noi in tutta la sua imponenza.

La nebbia attorno alla cima sembra nascondere qualcosa: che un pokémon leggendario abiti la montagna?

 

Foto 2

Siamo quasi arrivati alla cima. Vediamo una vecchia carrucola malandata, forse una volta veniva usata per trasportare i carichi pesanti. Nei video giochi, ogni lunga scalata ha bisogno della sua shortcut e direi che abbiamo trovato la nostra.

Mi chiedo se sia affidabile però... non vorrei mai che cedesse facendoci cadere nel covo del team nemico di turno.

 

Foto 3

In cima alla vetta, siamo premiati con la vista del Monte Coldai. Puro, incontaminato e circondato dal verde: quello che i latini avrebbero chiamato locus amoenus.

Immagino che questa sarebbe perfetta come location per il primo incontro col leggendario di copertina.

wEvqNZ8.png

LNVGDc6.png

Link al commento
Condividi su altre piattaforme

Titolo del Progetto: Un lussuoso post-lega

Fotografie

Spoiler

K7A0XkB.jpg

 

uCnAblI.jpg

 

b1Wv42j.jpg

 

Foto originali: link.

Breve descrizione: la località da me scelta è Capri che, in un'ipotetica regione basata sull'Italia, rappresenterebbe la meta finale di ogni allenatore. Dopo aver sconfitto il campione, infatti, presso il porto di Napoli sarà possibile raggiungere tre isole: Ischia, Procida e Capri. Quest'ultima, in particolare, sarebbe la meta più ambita, località turistica sede di molteplici ville in cui i personaggi più importanti del Mondo Pokémon trascorrono le vacanze. Numerosi Pokémon misteriosi, inoltre, vagano nei pressi dell'Isola: solo i più fortunati possono incontrarli e catturarli. 

 

Foto 1: siamo appena sbarcati a Capri, la vista panoramica è proprio quella che vedete in foto, ricca di abitazioni, ville e hotel di lusso, in cui poter affrontare numerosi allenatori provenienti da tutte le regioni. I più fortunati potranno anche imbattersi nelle più grandi personalità del mondo Pokémon: Camilla, Rocco, Lance e tanti altri si recano presso quest'isola per trascorrere le proprie vacanze. 

 

Foto 2: siamo di fronte alla nota Grotta Bianca di Capri: nella foto vediamo due ingressi, a sinistra vi è un foro più piccolo, bloccato da un gruppo di ricercatori che, in un primo momento, non lasceranno passare alcun allenatore. A destra, invece, vi è un ingresso più grande: sarà qui che avrà inizio il vero e proprio post-lega: il team malvagio di turno, infatti, occuperà l'intera area e minaccerà di far affondare l'isola facendola esplodere dall'interno. 

Come ho già affermato in precedenza, Capri è meta di numerosi Pokémon misteriosi, situati nei pressi di luoghi poco esposti, quasi nascosti affinché nessuno li raggiunga. Dopo aver sconfitto il campione e battuto definitivamente il team nemico, il giocatore avrà libero accesso alla grotta di sinistra e avrà l'occasione di catturare Manaphy. 

 

Foto 3: siamo giunti in cima all'isola, nei pressi di un percorso alberato. Ho inserito questa foto in quanto, nonostante Capri sia famosa per il mare cristallino, per le sue grotte e per gli imponenti faraglioni (che ho omesso a favore di quest'ultima immagine), è bello far notare come in quest'isola non manchino delle fresche e pulite aree verdi. La zona in questione si trova in cima, vicino al Centro Storico, ed è raggiungibile per mezzo di una funivia. Collocata nel Mondo Pokémon, si tratta del luogo in cui poter catturare Shaymin: al termine del percorso, infatti, gli allenatori più fortunati avranno l'occasione di incontrare il Pokémon Gratitudine. 

BBB63B19-3032-4F59-A8E5-61291DA876A0.png.b66c7c89dcf4e088e3db88b9c1749578.png
Tooru Amuro by Chube

 

detective-conan-tooru-amuro.gif

~~~

POKÉCLUB - IL CULTO DI BW

Link al commento
Condividi su altre piattaforme

Titolo del progetto: La magica città che galleggia

 

Fotografie: 

Spoiler

6wyVrUw.jpg

 

ZyId696.jpg

 

UnCbcQB.jpg

 

 

 

Breve descrizione: La località da me scelta è Venezia. In una regione basata sull'Italia non può assolutamente mancare la città più bella del mondo. La immagino come un luogo per poter fare amicizia con allenatori dal tutto il mondo e scambiare strumenti/Pokèmon non presenti in questa ipotetica regione italiana. Questo grazie al suo porto che può collegare tante altre regioni grazie ad innumerevoli navi.

 

Foto 1: Tutti gli allenatori dovrebbero fare tappa alla terrazza di questo palazzo antico chiamato "Il Fondaco dei Tedeschi". Questo posto situato nel cuore di Venezia permette di avere una bella visione panoramica sul Canal Grande e il Ponte di Rialto. Ottima per dare un occhio su cosa sta succedendo nei dintorni e farsi un'idea su cosa visitare subito.

 

Foto 2: Sicuramente non necessita di presentazioni Piazza San Marco. Questo è il centro città dove gli allenatori possono trovarsi per scambiare idee, stringere amicizie o anche fare qualche lotta amichevole. Poi se hanno necessità di fare acquisti, la piazza avrà sicuramente quello che fa per loro. Anche se non per tutte le tasche diciamo (:oopsie:)

 

Foto 3: Dopo una lunga giornata è giunta l'ora di rilassarsi con una bella vista del tramonto sul Canal Grande in compagnia dei propri Pokèmon. Lasciandovi cullare dalla visione e dal suono leggiadro delle onde provocato dalle imbarcazioni locali. Uno spettacolo che vi lascerà senza parole, come se fosse magico...

8-A30220-B-91-E9-4-AC7-A9-A9-5-B0-B27-AB







 

Link al commento
Condividi su altre piattaforme

Titolo del progetto: L'arrivo alla Lega Pokèmon

Fotografie: 

Spoiler

 

 

IMG_20220726_054302.jpgIMG_20220722_200247.jpgIMG_20220724_194811.jpg

 

Breve descrizione: la località da me scelta e Porto Cesareo. In un Ipotetica regione Pokèmon ambientata in Italia, non potrebbe mancare una località marina. Qui gli allenatori alloggeranno in una piccola cittadina, per poi andare a sfidare i super 4 alla lega Pokèmon

 

Foto 1: Il grande giorno gli allenatori osserveranno l'alba perché si dice che infonda forza e potenza. Sul tetto dell'alloggio finiranno il loro viaggio iniziato all'età di 10 anni, che si concluderà combattendo contro i quattro allenatori più forti della regione.

Foto 2: Il momento era arrivato. Il crepuscolo era ormai arrivato e perciò il mare si era calmato. Con il tuo fidato Pokèmon Acqua usi Surf è dopo un po' di tempo arrivi nell'isola. ti addentri nel bosco e uno a uno sfidi i Super 4. Ora rimaneva solo il Campione.

Foto 3:Ormai si è fatta mattina, tu e i tuoi fidati Pokèmon avete battuto la lega e vi fermate a guardare il panorama da una torre vedetta. Il tuo sogno si era avverato, ora si parte per una nuova avventura  

 

 

Modificato da tom_tutto_fare_11
Link al commento
Condividi su altre piattaforme

  • Titolo del Progetto: Scorci di una città d'arte
  • Fotografie:
    Spoiler

    jdDzeUi.jpg

     

    krS9ht0.png

     

    z6TOGEs.jpg

     

  • Foto originali: katchow 
  • Breve descrizione:
    Firenze è sicuramente una delle città più belle, iconiche, ricche di storia e visitate del nostro Paese, per cui non potrebbe quindi mancare la sua trasposizione all'interno di una regione del mondo Pokémon. 

    Foto 1
    Il Ponte Santa Trinita cavalca l'Arno esattamente come il Ponte Vecchio, da cui prende ispirazione lo storico Ponte Villaggio di Unima, che si può comunque scorgere in lontananza. Nel mondo Pokémon la città sarebbe quindi divisa a metà da un grosso corso d'acqua, per cui la presenza di diversi e grossi ponti sarebbe necessaria per il suo attraversamento. La città divisa in due potrebbe anche richiamare diverse rivalità tipicamente italiane, dagli stessi Guelfi e Ghibellini alle famiglie di Romeo e Giulietta. In particolare tale ponte a tre arcate potrebbe rappresentare una congiunzione tra le due parti, con una neutra e condivisa simbolo del ricongiungimento dalla città. Data inoltre la già nota ispirazione del Ponte Villaggio per Unima, ci sarebbe un probabile collegamento di lore tra la nuova regione e quella di quinta generazione, più in particolare legata ai miti del Trio Tao. Questo ponte potrebbe quindi racchiudere l'essenza di Reshiram e Zekrom ai lati opposti, uniti nell'arcata centrale da Kyurem. 

    Foto 2
    Come non includere Santa Maria del Fiore, duomo della città. Apprezzando nella foto la cupola di Brunelleschi, l'edificio potrebbe tranquillamente essere luogo di celebrazioni importanti legate alla storia della regione, oppure potrebbe essere una gigantesca e magnifica palestra. L'interpretazione che vorrei darle è legata ancora una volta alla lore della regione: in centro alla città e decorata con particolari geometrie, l'edificio simboleggerebbe un luogo fondamentale per la pace ritrovata dalla metropoli, sorto nel punto del più grande conflitto che coinvolse i suoi popoli ora riuniti sotto il potere di una figura potente e pacifica. Un capopalestra legato ai temi della storia e del culto di un leggendario in particolare, magari un po' pazzerello e fissato con le forme, potrebbe essere il capo dell'edificio. Da notare come ci sia l'alternanza del bianco e del nero (ormai un verde a causa dell'ossidazione), che potrebbe riprendere i temi di Reshiram e Zekrom...

    Foto 3
    Vero e proprio scorcio in lontananza di Firenze al tramonto, nei pressi di Piazzale Michelangelo. Una volta completato il giro della città gli allenatori sarebbero soliti salire presso la collina per ammirare la città dall'alto, da dove è possibile proseguire per la prossima Palestra o meta verso le montagne (spoiler, Appennini).

1334017125_AndyeThorn-1.png.2eb255dfd4b872664b5e06b1359451f2.png

@Darki

Link al commento
Condividi su altre piattaforme

Titolo del progetto: Viaggio misterioso verso l'ultima palestra

Fotografie:

Spoiler

pRs8uJG.jpg

 

krL6g7F.jpg

 

UW0oOzi.jpg

 

Foto originali: https://imgur.com/a/OP2w6Xm

 

Breve descrizione:

La Basilicata è una delle regioni più dimenticate d'Italia, ma nasconde numerosi borghi e scorci che sembrano magici, che credo farebbero un'ottima figura in un gioco Pokémon, queste foto sono scattate nella zona di Acerenza, un piccolo ma bellissimo borgo medievale, dove immagino vagare Pokémon misteriosi nascosti in una casetta o in una fonte che cela un portale, lo stato isolato e povero di intervento umano della zona potrebbe essere trasposto con zone di natura incontaminata e costruzioni antiche che spuntano qua e là, pronte a rivelare i loro segreti.

 

Nota: Le descrizioni delle foto, per la "Storyline" da me pensata, vanno lette al contrario, partendo dalla foto libera per arrivare a quella panoramica, oppure non avrebbero alcun senso, anche la visione delle foto è da considerarsi in quest'ordine.

 

Foto 1: Risolto il misterioso enigma che aveva deviato il nostro cammino e catturato Celebi, giungiamo come per magia in vista della nostra meta originaria, la città Cattedrale che ospita l'ultima palestra, che si mostra nella sua interezza, piccola ma piena di sfide e segreti, Acerenza è l'ultimo gradino da salire per prepararsi alla lega Pokémon.

 

Foto 2: Il sentiero sarebbe dovuto terminare all'ingresso di Acerenza, la città nostra meta, ma qualcosa di strano accade: il sentiero termina e ci troviamo trasportati altrove, in un luogo sconosciuto, dove siamo circondati da piccole casette di pietra con il tetto d'erba, che all'interno presentano solo strane cavità e vasche, è ormai chiaro che ci sia un enigma da risolvere. Dentro una delle strane case troviamo un fiore, toccandolo crea una lettera: C. Continuiamo ad entrare nelle case, in ognuna si trova un fiore, ma non tutti creano lettere: la maggior parte ci costringe a sfidare Pokémon che appaiono dal nulla, alla fine, le lettere trovate si riuniscono formando un portale in cui si può leggere la parola "Celebi" il Pokémon misterioso compare all'improvviso, sarà stato lui a portarci lì? Non lo sapremo mai, non ci resta che catturarlo.

 

Foto 3: Dopo un lungo viaggio, siamo pronti a cominciare il viaggio verso l'ultima palestra, collocata nella città-cattedrale di Acerenza, dove sfideremo il capopalestra Canio, discendente dall'omonimo brigante di cui si parla nelle leggende della regione. Ci incamminiamo in un piccolo sentiero circondato dal verde, che porta verso la città, ma si percepisce qualcosa di strano...

Link al commento
Condividi su altre piattaforme

Titolo del Progetto: Le rovine dell'antica città

Fotografie:

Spoiler

Jw1fouT.jpg

cdZt8jA.jpg

JTx0I4Y.jpg

Breve descrizione: La località da me scelta è una che tengo più stretta nei miei ricordi da quando la visitai: Pompei. Già solo ripensandoci, ho immaginato una possibile località turistica nel mondo Pokémon, in cui vengono riscoperte antiche tradizioni ormai perdute di questa città scomparsa per l'eruzione del vulcano nei suoi pressi.

 

Foto 1: Una vista esterna delle rovine, che nel mondo Pokémon funge da accesso al luogo. E' possibile ammirare la struttura dell'antica città e i resti degli edifici. Occhio ai Pokémon che possono nascondersi nella zona: non sono aggressivi, ma se li colpite accidentalmente si potrebbero infuriare.

 

Foto 2: I resti di un antico teatro, dove venivano rappresentate opere mitologiche che riguardavano anche i Pokémon, venerati come succede ad Hisui. In alcune occasioni speciali viene usato anche nei tempi moderni. Sembra che fosse usato anche per alcuni riti

 

Foto 3: Il cratere del Vesuvio, che avrà una sua controparte nel mondo Pokémon. E' un vulcano quiescente, che spaventa molti turisti per una sua possibile nuova eruzione. La zona pullula di Pokémon di Fuoco

1413506563_treeckomd.png.bdef1bf0baa61e4accf953d73b634649.png376327005_totodilemd.png.89a1095a8d3316195b7dc9789d97515b.pngTeam Galaxy

Link al commento
Condividi su altre piattaforme

Titolo del progetto: La scalata della Via Vittoria

Fotografie: https://imgur.com/a/L6QTjC0 (le foto pubblicate sono quelle originali)

Breve descrizione: La località scelta è Trento, in particolare Breguzzo. Le Dolomiti sono uno dei paesaggi più amati e valorizzati d'Italia. Ho scelto un luogo dove la natura non è stata contaminata dall'uomo se non negli impervi sentieri che la attraversano: il luogo ideale dove porre la Via Vittoria. Le foto qui di seguito sono state scattate nella Pian di Redont e a Porte di Danerba, due località che si trovano rispettivamente a 1900m e a 2400-3000m di altitudine.

N.B. L'ordine di lettura delle foto è 2, 1, 3.

 

Foto 1

Sorpassata la prima cima si estende la Pian di Redont dove gli allenatori possono trovare ristoro con l'acqua fresca del fiume che nasce dall'unione dei piccoli torrenti che solcano le pareti rocciose della valle. D'estate fiori e piante colorano la piana, l'habitat perfetto per incontrare Pokémon ti tipo erba, mentre d'inverno un mantello di neve la ricopre, ospitando Pokémon in grado di adattarsi alle temperatura più ostiche.
 
Foto 2
Con questo ponte inizia il lungo e tortuoso cammino per la lega Pokémon. Come in ogni gioco che si rispetti tutti gli allenatori possono passare oltre questo fiume solo possedendo le otto medaglie, ed è qui che comincia la vera avventura: resta ancora da scalare l'ultima vetta.
 

Foto 3

Ci siamo quasi: dietro quelle nuvole si erge la lega Pokémon. Siamo quasi a 3000m. Qui regna un'aria misteriosa accompagnata da un silenzio perenne. La fatica adesso si fa veramente sentire, tuttavia lo strepitoso panorama riesce ad alleviarla. Anche il percorso è sempre più selvaggio e pericoloso, puntellato da rocce instabili. Si dice che queste montagne siano state modellate da una creatura leggendaria che ancora oggi vaga per questi sentieri proteggendoli dall'intervento dell'uomo.

 

Modificato da GGianax
Link al commento
Condividi su altre piattaforme

Titolo del progetto: La città di lotte Pokemon e misteri antichi

Fotografie ( le foto sono tutte originali )

 

Breve descrizione: 

La località da me scelta è una città che in una eventuale regione Pokémon tutta all'italiana non poteva mancare, la nostra cara ed eterna "Roma".
In una regione Pokémon italiana, Roma me la immagino come la città dove risiede la Lega ma senza però abbandonare la sua storia e i suoi misteri legati ai Pokémon.

 

Foto 1

La terrazza di Monte Mario o denominato anche Zodiaco, da qui si può gustare una meravigliosa vista dell'intera città dove numerose coppiette di allenatori fanno capolino per passare insieme una giornata romantica.
 
Foto 2
Invece a quindici minuti dalla terrazza vi è il parco di Villa Borghese che ospita, immersa nella sua natura un'attrazione turistica veramente singolare "l'orologio ad Acqua".
Si dice che che se un allenatore si presenta d'avanti all'orologio allo scoccare della mezza notte un Pokémon misterioso si presenti d'avanti all'umano per mostrargli il passato e il futuro della città.
 
 

Foto 3

Infine l'ultima meta di ogni allenatore che ha completato le palestre della regione "La Lega Pokemon", che viene ospitata da un'antico Colosseo che ancora oggi è invidiato da tutto il mondo ( inclusi alcuni recensori che lo vorrebbero più moderno. Ancora non hanno capito che per montare porte, finestre e un tetto ci vuole del tempo).
Il campo di lotta può variare in due tipologie diverse: terrestre e acquatico così da rendere i combattimenti tra Pokémon più emozionanti

 

Link al commento
Condividi su altre piattaforme

Titolo del Progetto: Prima della fine

Foto:

Spoiler

YayBr1N.jpeg

 

VYADYf6.jpeg

 

lZtZ92w.jpeg

 

 

 

Foto originali: https://imgur.com/a/1D5Sn3g

Breve descrizione:

Nella nostra regione ambientata in Italia non può mancare una città come Orvieto, silente e misteriosa: le origini di questo borgo Umbro costruito sul tufo così come lo conosciamo sono legate alla misteriosa e perduta civilità Etrusca e la sua storia si intreccia a doppio filo con la Chiesa di Roma.

Foto 1: 

Dopo tanti sforzi siamo finalmente arrivati dinanzi la città sede dell'ultima palestra. Anche se siamo stanchi, il nostro acuto sguardo si posa subito su quelle guglie acuminate visibili da grande distanza. I nostri sensi sono in allerta. Inconsciamente posiamo una mano sulla prima pokèball attaccata alla cintura, casa del nostro primo e miglior amico Pokèmon. Fianco a fianco siete imbattibili, ma senti comunque scorrerti una scia di freddi brividi lungo la schiena.

Foto 2:

 Sei giunto dentro le mura di Orvieto: la città è incantevole ma incominci subito a chiedere agli abitanti informazioni riguardante la grande struttura. Stranamente non appena nomini le alte guglie tutti gli Orvietani interpellati diventano schivi. Solo uno strano anziano, dopo averti squadrato, accenna il suo nome: Cattedrale di Santa Maria Assunta. Ti dirigi immediatamente nella piazza dov'è situata e quasi non ti salta un battito tra il vedere le sue imponenti dimensioni e la facciata decorata con le statue del Trio Drago originario dell'universo e vari mosaici raffiguranti le gesta di Arceus e dei suoi figli.

Dopo aver dato un ultimo sguardo al portale bronzeo, entri dentro il battistero riunendo tutto il coraggio che ti ritrovi: al suo interno bazzicano diversi allenatori dagli sguardi subdoli controllare i visitatori della... Palestra?

Ti senti gli occhi addosso e questa tua sensazione si rivela corretta nel momento in cui due monaci si affiancano a te e ti conducono nei sotterranei, dal lato opposto della sezione della chiesa dedicata alla palestra vera e propria: all'apparenza due anziani decrepiti, entrambi portano una serie di ball attaccate al cordiglio. In poco tempo ti ritrovi al cospetto di un altro anziano, che questa volta porta una lunga stola con Unown ricamati a formare le parole Nuovo Ordine e punta al ciondolo della tua collana: dietro di lui una sfera custodita dentro un antico reliquario.

Foto 3:

Alcune gocce di umidità risuonano sull'antica scalinata di roccia che stai percorrendo: lo scontro con l'anziano del Nuovo Ordine era stata molto dura, ma alla fine è stato battuto dal legame che lega te ai tuoi compagni. Dopo che il anche il suo Hydreigon è stato messo al tappeto, hai lasciato i vari monaci riflettere sulle loro scelte passate mentre il tuo ciondolo ha preso a brillare in direzione prima della sfera e poi di un lugubre pozzo che sprofondava nella terra più scura, il Pozzo di San Patrizio. Non capivo cosa stesse succedendo ma sentivi come una voce guidarti nelle viscere di quel cilindro di pietra. La discesa non era una passeggiata, in quanto vari Pokèmon erano stati messi a guardia della rampa. Ad ogni passo l'umidità penetrava sempre più in profondità nelle tue ossa ma non desisti e presto arrivi sul ponte teso sopra una distesa d'acqua scura. Lasci cadere la sfera da un lato del ponte. Fai la stessa cosa con il ciondolo, ma dal lato opposto: al contatto di quest'ultimo con l'acqua si sprigiona una luce così intensa che chiudi gli occhi improvvisamente. Quando li riapri, una bestia di pura luce ti sta osservando e dopo aver schioccato il becco, vola verso l'uscita del pozzo illuminando a giorno le pareti.

Link al commento
Condividi su altre piattaforme

Titolo del progetto: La scalata del Monte Lotta 

 

Fotografie originali: 


Foto 1: Siamo al cospetto delle Dolomiti Orientali del Friuli Venezia Giulia (sopra Sappada), al confine tra questo e il Veneto. Davanti gli occhi degli allenatori si presenta in tutta la sua maestosità la vista di una delle molte cime facenti parte dell’incredibile Monte Lotta! Solo dopo che l’allenatore avrà dato prova della sua forza nelle varie palestre e alla lega ( e anche dopo un corso per escursioni per esperti, insieme ai propri Pokémon),potrà cimentarsi nella leggendaria sfida del Monte lotta. Ogni tappa prevede di scalare, insieme ai propri Pokémon, o con le proprie attrezzature, diverse cime, fino ad arrivare alla più alta, dove si sfiderà il campione del Monte attualmente in carica! Durante il percorso infatti, si sfideranno innumerevoli allenatori pronti ad accettare ogni rischio dovuto all’altitudine e ai sentieri impervi! Più alti si sale, più la difficoltà aumenta!

 

Foto 2: Durante la scalata per gli allenatori sarà possibile alloggiare nei vari rifugi sparsi per le Alpi Carniche e per le Dolomiti( in questo caso il rifugio P.F. Calvi, in piccolo al centro dell’immagine), per curare i propri Pokémon, riempirsi le tasche di vari strumenti e oggetti, ma soprattutto per rilassarsi dopo una lunga serie di lotte molto estenuanti! Inoltre il cibo locale è una vera prelibatezza!

 

Foto 3: Quando meno se lo aspettano, gli allenatori gireranno l’angolo e troveranno delle incredibili vallate verdi mozzafiato, dove sarà possibile rilassarsi, ma soprattutto catturare Pokémon molto forti e anche rari che girovagano per le distese d’erba! Inoltre sarà possibile avventurarsi all’interno di gallerie e grotte misteriose, cosa ci sarà al loro interno? Strumenti rari? Pokémon unici? O addirittura dei passaggi misteriosi che porteranno gli allenatori ad affrontare dei leggendari di altre regioni e anche inediti?

Link al commento
Condividi su altre piattaforme

Titolo del progetto:
La bellezza è negli occhi di guarda e nel palato di chi assapora

Fotografie (sono anche le originali):
 

Spoiler

lwj9CZY.jpeg
xLIybhk.jpeg96bGfZj.jpeg


Breve descrizione dell'idea:

Se la Spagna ha gli ulivi, l'Italia ha le vigne. 
Non c'è regione di Italia che non abbia i suoi vigneti, ma c'è un luogo unico al mondo, dove le viti si dispongono in ordinati filari sopra dolci colline di un verde intenso: le Langhe.
Sembra di trovarsi in un mare verde, costellato qui e là da imponenti rocche poste da tempo immemore a guardia dei segreti di questo territorio, dell'uva che lenta matura e dei preziosi tartufi, nascosti nei boschi che circondano le vigne.
 

Le foto sopra sono state scattate proprio nelle Langhe, nello specifico nella zona di Serralunga d'Alba (tramonto), La Morra e Barolo (giorno), in provincia di Cuneo, Piemonte.


Approfondimenti foto:
Foto 1 (paesaggio) e 2 (dettaglio):

Un percorso caratteristico, con numerosi passaggi tra i vigneti, dove similmente al percorso 119 di Hoenn si potranno fare degli incontri a sorpresa con gli allenatori, i vignaioli (nuova classe, utilizzano Pokémon di tipo erba, terra e veleno). Ciascun vigneto avrà la sua cantina, che si potrà visitare e dentro cui si dovranno sfidare diversi allenatori, (per dirne alcuni: coppie vacanze, sposini, giramondi, elegantoni, coppiarzilla...), come nei Ristoranti lotta di 6a gen, mentre si attende il proprio turno per la degustazione del succo d'uva (per essere PEGI 3, come vuole mamma TPC). Al termine, oltre ad ottenere un sacco di PE e di pokedollari, si incrementerà anche il livello di amicizia dei Pokémon della propria squadra.

Le vigne rappresentano anche l'unico modo per far evolvere Grapiny (da grapple e tiny, un Pokémon che sarà la controparte italiana di Smoliv). 

Raggiungendo la cima di un colle si verrà premiati con una vista mozzafiato del paesaggio circostante (un po' come con i primi scorci di visuale 3D di Unima, ad es. il ponte Freccialuce) e talvolta si potrà anche incontrare il proprio rivale o un altro dei personaggi principali, che esporranno qualche loro riflessione (sul senso della vista e del gusto) al protagonista.

Tra i boschi in mezzo ai vigneti, infine, per mezzo di un Pokémon canide particolare (o anche solo Stoutland/Ursaluna) si potranno rinvenire oggetti interessanti e di gran valore, come i tartufi dolci (quelli di Hisui) e altri tipi di tartufi (grandi, reali, ecc... un po' come con i funghi, pure questi avranno i loro estimatori e collezionisti).
 

Foto 3 (per stupire):

Un tempo il santuario del Pokémon che proteggeva la zona, al quale gli uomini dedicavano offerte e feste, venne acquistato da un privato e trasformato in museo. Un'attrazione turistica dunque, ma anche un luogo misterioso: all'interno si cela infatti una porta, che non trova sbocco dall'altro capo. Che conduca in un altro mondo? O semplicemente nei sotterranei ormai dimenticati?
Sarà proprio dentro questo santuario che il protagonista incontrerà il capo del team malvagio di turno, non troppo dissimile dal team Rocket nell'apparenza ma che si rivelerà assai diverso negli obiettivi (non mirano al dominio, ma ad essere liberi, tramite la costituzione di una repubblica monarchica e la secessione dal resto del Paese!).

Link al commento
Condividi su altre piattaforme