Vai al commento

⭕ GrouStage di EIC!



Ogni sfera del drago disponibile è stata lanciata! Buona fortuna a tutti ⭐




Il programma "Cerchio della vita" di GameStop permette di guadagnare mentendo ai clienti?


PeterPan
 Condividi

Post raccomandati

Prezzi più cari degli altri store...
Una politica sul ritiro dell'usato discutibile...

Promuovere una garanzia sull'usura del gioco anche quando non è necessario o quando un prodotto ha di base una garanzia di due anni...

Ha proprio una faccia tosta a non vedere nessun problema...

 

Link al commento
Condividi su altre piattaforme

Ma va va

Social che uso: Facebook: Link - Discord: Link - Twitter: Link - Vero: Link

Per richieste di Scambi e richieste Pokémon in generale, usate il mio canale Discord.

Mercatini Scambio:

La tana dei Pokémon (Pokémon Spada, Scudo, Diamante Lucente e Perla Splendente)

Link al commento
Condividi su altre piattaforme

Meh, secondo me si sta montando un caso molto più grande di quanto non possa realmente essere.

Senza dubbio alcune politiche aziendali di GameStop, primo tra tutti i prezzi maggiorati di 1€ all'uscita o la bassa differenza di prezzo tra nuovo e usato, sono da rivedere, ma sinceramente per tutto il resto offrono un buon servizio, garantendo la compravendita dell'usato, un catalogo di titoli pressoché infinito e, almeno nel caso della mia città, dipendenti appassionati e molto competenti.

 

C'è chi si lamenta della loro garanzia sul disco, beh, io non ne ho mai attivata una, basta dirlo, tuttavia ha anche quella i suoi vantaggi, soprattutto se già in passato è capitato di rovinare cd per disattenzione o fratellini pestiferi e casi simili.

 

Le valutazioni dell'usato? Anche lì sta tutto alla furbizia del cliente. L'usato va lasciato soprattutto per le prenotazioni, dove è possibile sfruttare le offerte di supervalutazione (Ho preso la limited di The Legend of Zelda: Breath of the Wild praticamente quasi gratis portando due giochi comprati nuovi un anno fa allo stesso prezzo a cui mi son stati valutati, lol).

 

Che ci siano programmi che mirino ad ottenere determinati tipi di profitti su determinati prodotti è normalissimo e non dovrebbe stupire, ma quale azienda, soprattutto di questa portata, non lo farebbe? Di qui fino a passare al licenziamento ingiustificato ce ne vuole.

Insomma, credo che ormai criticare GameStop sia più una "moda", per quanto triste, piuttosto che qualcosa di costruttivo, ed andarci contro, soprattutto montando uno scandalo simile, mi sembra più un modo per guadagnare click e consensi (parlo della fonte, non di PM che giustamente si limita a riportare) che altro.

Link al commento
Condividi su altre piattaforme

59 minuti fa, ZarRomanov ha scritto:

Meh, secondo me si sta montando un caso molto più grande di quanto non possa realmente essere.

Senza dubbio alcune politiche aziendali di GameStop, primo tra tutti i prezzi maggiorati di 1€ all'uscita o la bassa differenza di prezzo tra nuovo e usato, sono da rivedere, ma sinceramente per tutto il resto offrono un buon servizio, garantendo la compravendita dell'usato, un catalogo di titoli pressoché infinito e, almeno nel caso della mia città, dipendenti appassionati e molto competenti.

 

C'è chi si lamenta della loro garanzia sul disco, beh, io non ne ho mai attivata una, basta dirlo, tuttavia ha anche quella i suoi vantaggi, soprattutto se già in passato è capitato di rovinare cd per disattenzione o fratellini pestiferi e casi simili.

 

Le valutazioni dell'usato? Anche lì sta tutto alla furbizia del cliente. L'usato va lasciato soprattutto per le prenotazioni, dove è possibile sfruttare le offerte di supervalutazione (Ho preso la limited di The Legend of Zelda: Breath of the Wild praticamente quasi gratis portando due giochi comprati nuovi un anno fa allo stesso prezzo a cui mi son stati valutati, lol).

 

Che ci siano programmi che mirino ad ottenere determinati tipi di profitti su determinati prodotti è normalissimo e non dovrebbe stupire, ma quale azienda, soprattutto di questa portata, non lo farebbe? Di qui fino a passare al licenziamento ingiustificato ce ne vuole.

Insomma, credo che ormai criticare GameStop sia più una "moda", per quanto triste, piuttosto che qualcosa di costruttivo, ed andarci contro, soprattutto montando uno scandalo simile, mi sembra più un modo per guadagnare click e consensi (parlo della fonte, non di PM che giustamente si limita a riportare) che altro.

 

Mi hai commosso con questo commentone

Link al commento
Condividi su altre piattaforme

1 ora fa, ZarRomanov ha scritto:

Meh, secondo me si sta montando un caso molto più grande di quanto non possa realmente essere.

Senza dubbio alcune politiche aziendali di GameStop, primo tra tutti i prezzi maggiorati di 1€ all'uscita o la bassa differenza di prezzo tra nuovo e usato, sono da rivedere, ma sinceramente per tutto il resto offrono un buon servizio, garantendo la compravendita dell'usato, un catalogo di titoli pressoché infinito e, almeno nel caso della mia città, dipendenti appassionati e molto competenti.

 

C'è chi si lamenta della loro garanzia sul disco, beh, io non ne ho mai attivata una, basta dirlo, tuttavia ha anche quella i suoi vantaggi, soprattutto se già in passato è capitato di rovinare cd per disattenzione o fratellini pestiferi e casi simili.

 

Le valutazioni dell'usato? Anche lì sta tutto alla furbizia del cliente. L'usato va lasciato soprattutto per le prenotazioni, dove è possibile sfruttare le offerte di supervalutazione (Ho preso la limited di The Legend of Zelda: Breath of the Wild praticamente quasi gratis portando due giochi comprati nuovi un anno fa allo stesso prezzo a cui mi son stati valutati, lol).

 

Che ci siano programmi che mirino ad ottenere determinati tipi di profitti su determinati prodotti è normalissimo e non dovrebbe stupire, ma quale azienda, soprattutto di questa portata, non lo farebbe? Di qui fino a passare al licenziamento ingiustificato ce ne vuole.

Insomma, credo che ormai criticare GameStop sia più una "moda", per quanto triste, piuttosto che qualcosa di costruttivo, ed andarci contro, soprattutto montando uno scandalo simile, mi sembra più un modo per guadagnare click e consensi (parlo della fonte, non di PM che giustamente si limita a riportare) che altro.

anche la pupu se fosse di cioccolato, sarebbe buona e profumata! xd

1 ora fa, TheDarkWriter ha scritto:

mbeh? è una catena\azienda è ovvio che voglia guadagnare, se non vi va bene cambiate luogo 

Giusto ma fa un marketing sleale che non troverai da nessuna altra parta! e questo che fa rabbia

Social che uso: Facebook: Link - Discord: Link - Twitter: Link - Vero: Link

Per richieste di Scambi e richieste Pokémon in generale, usate il mio canale Discord.

Mercatini Scambio:

La tana dei Pokémon (Pokémon Spada, Scudo, Diamante Lucente e Perla Splendente)

Link al commento
Condividi su altre piattaforme

19 minuti fa, FireBlast ha scritto:

 

Mi hai commosso con questo commentone

Anche perché ha detto cose più che giuste. Un'azienda comunque deve sempre produrre profitti e il servizio di GameStop sinceramente è difficile da trovare. Ci sono delle situazioni da migliorare ma la maggior parte del loro servizio non mi dispiace. Ovviamente ognuno ha la sua opinione. Io per GameStop ho una buona opinione a discapito di quello che fanno

Link al commento
Condividi su altre piattaforme

22 minuti fa, JackX ha scritto:

anche la pupu se fosse di cioccolato, sarebbe buona e profumata! xd

Giusto ma fa un marketing sleale che non troverai da nessuna altra parta! e questo che fa rabbia

a me sembra soltanto che sta facendo avvantaggiare gli altri..

comunque non mi parlare di marketing sleale perche mi viene in mente l antitrust e quindi vado in incandescenza poiche è un ente ridicolo e stupido scusa XD

Modificato da TheDarkWriter
Link al commento
Condividi su altre piattaforme

Gioco "A" nuovo da Mediaworld costa 20 euro, stesso gioco "A" da Gamestop USATO costa 50 euro :)

 

Gamestop è utile solo se sei uno che non si tiene i giochi e li ridà subito indietro quando ordina nuove uscite, altrimenti comprare da loro è un buon modo per buttare via i soldi xD

Link al commento
Condividi su altre piattaforme