Vai al commento

Super Mario Run accusato di promuovere il sessismo!


Post raccomandati

Ogni cosa, si sa, ha i suoi pro ed i suoi contro e, nel bene o nel male, tutti i fenomeni di massa ed i personaggi che influenzano la società non sono esenti da critiche, siano esse di natura costruttiva o al pari di vere e proprie accuse, spesso infondate. Anche Super Mario Run, app del momento, non fa eccezioni, divenendo il centro di un dibattito nientemeno che sul sessismo!

 

principessa-peach

 

Super Mario Run è la nuova applicazione – al momento solamente per dispositivi iOS – sviluppata in collaborazione con Apple. Sin da subito essa si è mostrata un vero successo, racimolando un elevatissimo numero di download e scalando le classifiche dei vari store. Nonostante questo, le critiche non si sono fatte attendere: al di là di qualsiasi problema sul piano tecnico e quello dell’intrattenimento, l’applicazione è stata oggetto di un’accusa di sessismo.

Lanciata attraverso Twitter, da siti quali Recode e persino da collaboratori del New York Times, questa stravagante accusa poggia le basi sul ruolo che la Principessa Peach ha nel gioco: essa è un personaggio marginale ed all’inizio fa la sua apparizione invitando Mario ad una festa nella quale vorrebbe offrirgli un pezzo di torta da lei stessa preparato; un qualcosa di “inconcepibile” nel 2016. Tuttavia, si tratta di un dettaglio quasi irrilevante, sicuramente inserito senza alcun fine particolare se non quello di permettere lo svolgimento dei fatti: Bowser, infatti, rapirà Peach per entrare in possesso del dolce!

Il sessismo è una forma di discriminazione basata sul genere sessuale. L’episodio della torta in Super Mario Run – sebbene possa lontanamente rimandare allo stereotipo delle donne associate alla cucina – è semplicemente da intendersi come un gesto amichevole ed in questo è veramente poco probabile che ci sia della malizia. Quel che potrebbe far storcere il naso, semmai, è che nel 2016 – quasi 2017 – si dia risalto a questo genere di problemi invece di cercare di combattere ingiustizie ben peggiori.

Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme
Guest Ravenblack

Che belle queste polemiche campate in aria così, totalmente a caso.

 

Io comunque farei lo stesso con Pokémon, sono vent'anni che stanno quasi sempre dentro casa, e solo dal 2016 sono state dotate di un letto!

Link al messaggio
Condividi su altre piattaforme